Rinite vasomotoria: sintomi e trattamento

Trattamento

La rinite vasomotoria è un processo infiammatorio della mucosa nasale. In uno stato sano, le navi sono in grado di controllare il volume dell'aria, cambiando le loro dimensioni a causa del riempimento di sangue. Quando batteri, virus, microbi, allergeni e altri corpi estranei entrano nel corpo dall'esterno, un aumento dei tessuti dei gusci e, di conseguenza, un restringimento della cavità nasale. Inoltre, un aumento dell'eccitabilità delle parti periferiche del sistema nervoso autonomo (ANS) porta a una reazione secretoria edematosa.

La rinite vasomotoria si osserva in persone di età diverse. Colpisce oltre il 10% dei residenti di megalopoli. Un terzo dei pazienti con periodicità periodica avverte segni pronunciati della malattia. L'età media dei pazienti è di 35-45 anni. Secondo le statistiche, le donne hanno il doppio delle probabilità rispetto agli uomini di soffrire di rinite vasomotoria. Il trattamento deve essere effettuato dopo la diagnosi. A causa del fatto che la malattia si sviluppa lentamente, di solito non ha fretta di eliminare i suoi sintomi. Di conseguenza, inizia a progredire, compaiono complicazioni.

Forme della malattia

La rinite vasomotoria è di due tipi: allergica e neurovegetativa.

Rinite allergica

La rinite allergica è un malfunzionamento nel processo di circolazione del sangue che si verifica sotto l'influenza di allergeni, così come altri fattori irritanti.

Al momento della loro ingestione, inizia una reazione allergica, che è specifica e non specifica. Una reazione specifica ha tre fasi:

  • immunologico (produzione di anticorpi),
  • l'emergere di mediatori,
  • fisiopatologico (processo infiammatorio).

Sintomi di una reazione non specifica dovuta allo stretto contatto con l'allergene.

La malattia può manifestarsi in forma stagionale o per tutto l'anno. Nel primo caso, la violazione ha natura a breve termine e non richiede una risposta operativa. Nel secondo caso, il paziente deve identificare il tipo di allergene usando i test. Il trattamento della rinite allergica vasomotoria prevede l'uso di antistaminici.

Rinite della forma neurovegetativa

Rinite della forma neurovegetativa - una violazione che si osserva a causa di riempimento improprio della cavità nasale con sangue.

Di solito si sviluppa nelle persone con malattie della ANS o sotto l'influenza di tali fattori esterni:

  • resine aggressive,
  • polvere,
  • odori fastidiosi.

La stagionalità in questo caso non ha un ruolo. Il sintomo principale è un naso che cola, che appare al mattino e passa la sera. I sintomi e il trattamento della rinite vasomotoria neurovegetativa sono stabiliti da un otorinolaringoiatra e un neurologo.

Fasi della malattia

Poiché la progressione della rinite vasomotoria passa attraverso tre fasi di sviluppo:

  1. Primo stadio. I sintomi non sono espressi, il naso è bloccato in presenza di un odore sgradevole o con sbalzi di temperatura.
  2. Seconda fase. Inizia l'infiammazione della mucosa, una persona è preoccupata per attacchi di prurito. Forse lo sviluppo di polipi.
  3. Terzo stadio Il paziente perde il suo senso dell'olfatto, inizia lo scarico dal naso, si verifica una sensazione di muco nella gola. L'immunità diminuisce.

A rischio sono le persone che vivono in luoghi con alti livelli di umidità climatica, che sono inclini a cattive abitudini e all'esposizione agli allergeni, nonché a coloro che hanno ormoni instabili nel corpo.

Ragioni per l'apparenza

Le ragioni che contribuiscono a uno squilibrio nella struttura della concha inferiore possono essere fisiologiche, psicologiche, ambientali e farmacologiche..

Fattori esterni:Fattori interni:
  • sbalzi di temperatura, un brusco cambiamento della pressione atmosferica e altri cambiamenti del tempo;
  • malattie respiratorie virali;
  • gli effetti del cibo malsano;
  • gli effetti della nicotina e dell'alcool;
  • uso prolungato di gocce;
  • inquinamento atmosferico da fumo, resine;
  • inalare odori sgradevoli;
  • l'uso di prodotti chimici domestici dannosi.
  • stato mentale instabile;
  • forte attività fisica;
  • problemi sessuali;
  • insufficienza ormonale nel corpo;
  • segni di acromegalia, gigantismo;
  • reflussi patologici nello stomaco;
  • deformazione del setto nasale;
  • malattie degli organi ENT;
  • ostruzione delle vie aeree;
  • malattia della tiroide.

I sintomi della malattia possono manifestarsi durante i cambiamenti del corpo legati all'età (menopausa maschile, maschile), durante la gravidanza e l'allattamento. Inoltre, i farmaci regolari possono portare alla rinite:

  • antidepressivi,
  • tranquillanti,
  • bloccanti alfa,
  • contraccettivi,
  • agenti non steroidei.

In un bambino, la rinite può essere dovuta alla dentizione. Inoltre, la causa può risiedere nelle patologie primarie: tonsillite, faringite, curvatura del setto, ecc..

Sintomi e segni

Il sintomo principale della rinite vasomotoria è l'insufficienza respiratoria persistente. La congestione nasale si verifica spontaneamente. Questo di solito accade al mattino e quando si è sdraiati. L'insufficienza respiratoria è accompagnata da starnuti, lacrimazione e rilascio di muco chiaro dalla cavità orale. Se la malattia è accompagnata da un'infezione batterica, lo scarico diventa giallo e verde. La temperatura corporea non aumenta con la rinite vasomotoria.

Il naso può anche bloccarsi quando il paziente cambia la regione climatica o è sottoposto a uno sforzo fisico eccessivo..

Inoltre, il quadro clinico include i seguenti sintomi principali:

  • spasmi nei templi,
  • arrossamento dei bulbi oculari,
  • pesantezza e gonfiore al naso,
  • rilascio incontrollato di muco e saliva,
  • diminuzione della percezione degli odori,
  • arrossamento della mucosa nasale.

Tra i sintomi secondari:

  • riduzione delle prestazioni,
  • sensazione di debolezza,
  • stato mentale instabile,
  • disturbi nervosi,
  • perdita di appetito,
  • amarezza in bocca,
  • riduzione dell'immunità,
  • dispnea,
  • sudorazione eccessiva.

L'uso incontrollato di gocce con rinite vasomotoria può causare attacchi inattesi di prurito al naso. Una ventilazione inadeguata dei polmoni comporta una violazione del processo del flusso sanguigno e, di conseguenza, un deterioramento della fornitura di ossigeno al corpo. Ciò porta a disturbi funzionali dell'ANS..

Diagnostica

Prima di procedere con il trattamento della rinite vasomotoria, è necessario formulare una diagnosi della malattia.

I criteri che guidano il medico durante il sondaggio:Segni caratteristici delle condizioni del paziente:
  • evidenza di rinite,
  • fattori esterni,
  • violazioni associate,
  • durata della malattia.
  • congestione nasale persistente,
  • gonfiore del seno,
  • starnuti,
  • mancanza di odore,
  • inquinamento dell'aria,
  • effetto di odori fastidiosi,
  • la presenza di un'infezione virale,
  • distonia vegetovascolare (VVD),
  • ipertensione,
  • tonsillite,
  • faringite,
  • insufficienza ormonale.

Il medico valuta i dati storici, durante i quali vengono stabilite la causa e la storia dello sviluppo della rinite. In questa fase, il fatto della presenza di altre malattie della cavità nasale dovrebbe essere escluso..

Esame del paziente

La definizione del quadro clinico comporta un esame obiettivo del paziente. Prima di stabilire come trattare la rinite vasomotoria cronica, l'otorinolaringoiatra deve stabilire se:

  • difficoltà a ridurre le pareti durante la respirazione;
  • un aumento delle dimensioni delle pareti della cavità nasale;
  • scarico mucoso o acquoso;
  • violazione del benessere umano (debolezza, affaticamento).

Se necessario, un allergologo e un neurologo sono coinvolti nella diagnosi. In questa fase, vengono rivelati i sintomi di VVD:

  • abbassamento della pressione sanguigna,
  • sensazione di freddo negli arti,
  • dolori articolari e muscolari,
  • alta traspirazione,
  • ansia.

Successivamente, vengono eseguiti metodi di ricerca clinica e di laboratorio..

rinoscopia

Rinoscopia - esame della cavità nasale attraverso strumenti ausiliari: imbuti per bambini e specchi per adulti. In condizioni moderne, la procedura viene eseguita utilizzando una videocamera. Il risultato viene visualizzato sul monitor, il che consente di analizzare la malattia in modo dinamico.

Durante la rinoscopia anteriore, uno specchio viene inserito nel foro ad una profondità di uno o due centimetri, dopo di che si apre nei seni anteriori. Ciò consente di valutare le condizioni del setto anteriore, nonché il passaggio nasale generale.

La rinoscopia media prevede l'inserimento di uno specchio sotto il guscio centrale. Il medico può vedere il passaggio nasale medio.

Con la rinoscopia posteriore, il fibroscopio viene inserito attraverso la cavità orale fino alla faringe. Pertanto, è possibile valutare le condizioni del retro del guscio. Per prevenire un riflesso del vomito, si verifica un trattamento anestetico. Secondo i risultati della rinoscopia, viene determinato come trattare la rinite vasomotoria senza chirurgia.

Metodi di ricerca di laboratorio

Per sapere come curare la rinite vasomotoria, è necessario condurre una diagnosi di laboratorio:

  1. L'analisi del sangue generale e biochimica consente di vedere il numero di eosinofili.
  2. Test allergologici:
    • test di allergia cutanea: si verifica una reazione allergica quando il patogeno entra nella pelle;
    • la valutazione dell'immunoglobulina G sul patogeno comporta l'analisi di laboratorio del siero del sangue usando una compressa speciale.
  3. L'immunogramma consente di valutare la qualità del sistema immunitario.
  4. Un'analisi della cultura di secrezione nasale esclude il fatto dell'adesione di un'infezione aggiuntiva (rinite, sinusite).
  5. La radiografia mostra un cambiamento nel colore dei seni mascellari e la presenza della formazione di polipi.

L'elenco di metodi diagnostici aggiuntivi comprende un elettrocardiogramma e un elettroencefalogramma.

Trattamento

Il trattamento delle forme iniziali e croniche della rinite vasomotoria non è un processo facile.

La terapia combinata include:

  • prendere misure per proteggere dalle infezioni,
  • normalizzazione dello stile di vita e del riposo,
  • correzione della dieta,
  • rifiuto di cattive abitudini,
  • trattamento farmacologico,
  • procedure fisioterapiche,
  • Intervento chirurgico.

Una serie di misure dipende dalla forma della malattia, dall'età del paziente e dalla presenza di altri disturbi nel corpo. Il trattamento della rinite vasomotoria viene effettuato a casa o in ospedale.

Terapia farmacologica

L'obiettivo della terapia farmacologica è eliminare i sintomi della malattia con un ulteriore sollievo delle condizioni del paziente. Per questo, l'otorinolaringoiatra può prescrivere:

  • Antistaminici 2 e 3 generazioni. Eliminano i segni di allergie, combattono gli agenti causali del virus.
  • Medicinali che restringono i vasi sanguigni. Grazie alle navi più piccole, viene ripristinata la respirazione libera..
  • Farmaci a base di ormoni corticosteroidi. Eliminano il processo infiammatorio, migliorano il sistema immunitario.

Inoltre, vengono prescritti bloccanti dei recettori colinergici M e stabilizzatori delle membrane cellulari. Raccomandiamo di porre una domanda al medico su quali gocce è possibile utilizzare per la rinite vasomotoria..

Assicurati di risciacquare la cavità nasale con una soluzione di sale marino. Assicurarsi che la temperatura della soluzione sia compresa tra 35 e 40 ° C. È meglio cucinarlo prima dell'uso diretto. La procedura viene eseguita ogni giorno per 10 giorni..

Il trattamento della rinite vasomotoria può essere effettuato a casa. La sua durata è determinata individualmente. Il medico lo determina in base alle caratteristiche del decorso della malattia.

Preparati per rinite vasomotoria

Il trattamento della rinite vasomotoria con farmaci dà un risultato duraturo e duraturo. Medicinali come Sialor Reno e Sialor Aqua sono molto popolari grazie ai loro innegabili vantaggi rispetto ad altri medicinali..

Sialor Reno

"Sialor Reno" è una goccia nasale con un effetto vasocostrittore. Indicazioni per il loro uso:

  • rinite vasomotoria,
  • infezioni respiratorie acute,
  • ripristino della funzione di drenaggio in caso di infiammazione.

Il farmaco è prescritto per bambini e adulti..

Tra i vantaggi del farmaco "Sialor Rino":

  • modo conveniente da usare,
  • effetto istantaneo (in pochi minuti),
  • la possibilità di doppio uso al giorno,
  • la presenza di tre variazioni di dosaggio,
  • nessun rischio di contaminazione incrociata (contaminazione durante la produzione),
  • imballaggi sigillati (contenitori polimerici).

La base di "Sialor Rino" è l'ossimetazolina - un alfa-adrenostimolatore per uso locale. Lo strumento riduce il grado di gonfiore dei seni mucosi, libera le vie aeree e facilita anche le condizioni del paziente. La sua azione inizia dopo cinque minuti e dura fino a 12 ore.

Sialor Aqua

Sialor Aqua è una soluzione isotonica per uso intranasale. Si basa sull'acqua di mare purificata, che non solo aiuta a mantenere l'igiene della cavità nasale, ma combatte anche con segni di rinite allergica vasomotoria..

Tra le caratteristiche di "Sialor Aqua":

  • composizione di sale,
  • effetti sicuri sul corpo,
  • possibilità di utilizzo a qualsiasi età (anche per bambini fino a un anno),
  • forma di rilascio conveniente ed economica (fiale di plastica).

Il farmaco supporta la normale microflora della mucosa, favorisce la saturazione del muco con le cellule del calice e ha effetti antinfiammatori e antibatterici. L'uso regolare della soluzione consente di stabilizzare i processi rigenerativi e aumenta anche il livello di attività dell'epitelio verso stimoli esterni.

Le medicine per la rinite vasomotoria devono essere assunte come indicato da un medico. L'automedicazione può essere irta di conseguenze spiacevoli..

Fisioterapia

La fisioterapia aiuterà a sbarazzarsi della rinite vasomotoria. Come e in che momento dovrebbe essere eseguito - deve essere discusso con uno specialista.

La fisioterapia comprende:

  • Trattamento laser. Un flusso di luce viene diretto verso l'area interessata del naso, influenzando favorevolmente il sistema vascolare.
  • Terapia UHF. La procedura viene eseguita utilizzando le alte frequenze. Aiuta a ridurre il gonfiore e stabilizzare il flusso sanguigno.
  • Irradiazione ad ultrasuoni. Facilita le condizioni generali del paziente. In realtà durante un forte raffreddore e gonfiore.

La fisioterapia regolare (una volta ogni sei mesi) ridurrà la probabilità di sviluppare la malattia in futuro..

Intervento chirurgico

Se la terapia conservativa ha fallito, la rinite vasomotoria viene trattata con un intervento chirurgico. Questa è una misura estrema, che è necessario ricorrere in caso di necessità urgente. I pazienti in remissione sono ammessi ad esso..

Indicazioni per la chirurgia:

  • iperplasia,
  • processo polipo,
  • curvatura del setto,
  • la presenza di pus e creste.

Esistono diversi metodi di trattamento chirurgico. Il più popolare di questi è la vasotomia - il processo di distruzione dei vasi di collegamento del periostio e della mucosa, a causa della quale sono di dimensioni ridotte. L'operazione viene eseguita da dispositivi radiochirurgici, meno spesso i medici usano un bisturi. Se necessario, allineamento del setto nasale.

La coagulazione Electroplasma consente di ottenere l'effetto utilizzando un coagulatore, disintegrazione ad ultrasuoni - grazie agli ultrasuoni.

In un modo o nell'altro, ciascuno di questi metodi ha lo scopo di distruggere i tessuti per ridurre l'infiammazione nella rinite vasomotoria. Lo spray al naso e altri medicinali nel periodo postoperatorio sono prescritti individualmente.

Prevenzione delle malattie

Per non chiedersi in futuro come curare la rinite vasomotoria cronica, bisogna fare attenzione a prevenirla. Per fare questo, devi:

  • monitorare la pressione sanguigna;
  • Non utilizzare prodotti chimici e cosmetici dannosi;
  • eliminare le anomalie nella struttura della cavità nasale;
  • eliminare l'ostruzione delle vie aeree;
  • rivedere la dieta a favore di cibi sani;
  • arricchisci il tuo menu con minerali, vitamine dei gruppi A ed E;
  • rinunciare a cattive abitudini (alcol, fumo, droghe);
  • stabilizzare lo stato psico-emotivo;
  • fare moderati esercizi di fisioterapia;
  • evitare l'infezione da malattie respiratorie virali;
  • normalizzare il sistema immunitario.

Una visita medica regolare aiuta a prevenire lo sviluppo di rinite vasomotoria allergica. Il trattamento dei sintomi deve essere concordato con uno specialista..

Finalmente

L'aumento dell'incidenza della rinite vasomotoria non è solo un problema medico, ma anche sociale. Il paziente diventa incapace, la sua attività fisica diminuisce, la sua concentrazione di attenzione diminuisce, gli indicatori di attività intellettuale si deteriorano.

Per iniziare il trattamento della rinite vasomotoria, è necessario stabilire i suoi sintomi in tempo. Ciò contribuirà ad evitare complicazioni e migliorare la qualità della vita..

Circa 5-7 sedute di terapia conservativa contribuiscono al ripristino della condizione nell'85% dei pazienti. Il restante 15% subisce un corso ripetuto nel corso del mese successivo, dopo di che si sente un miglioramento significativo. Il trattamento della rinite vasomotoria viene effettuato sotto la stretta supervisione di un medico.

rhinosinusitis

Informazione Generale

La rinosinusite è un concetto collettivo che include un gruppo di malattie infiammatorie combinate della cavità nasale (rinite) e dei seni paranasali (SNP). È generalmente accettato che la mucosa dei seni paranasali sia combinata per essere influenzata dall'infiammazione della mucosa della cavità nasale, poiché le strette relazioni topografiche della cavità nasale e SNP, una singola rete circolatoria / linfatica) contribuiscono alla rapida transizione dei processi patologici.

L'urgenza del problema di varie forme di rinosinusite (SM) è dovuta alla diffusa prevalenza di questa malattia tra adulti e bambini. Quindi, secondo le statistiche, la rinosinusite in Russia viene trasportata da circa 10 milioni di persone / anno e la percentuale di questa patologia nella struttura delle malattie ORL varia dal 15 al 35%.

Un aumento della prevalenza di malattie della cavità nasale e dei seni paranasali è dovuto ad un aumento del numero di infezioni virali respiratorie acute, aumento dell'inquinamento ambientale, allergeni, aumento della resistenza della flora a seguito di terapia antibiotica irrazionale e diminuzione della capacità di riserva (immunità locale) del tratto respiratorio superiore.

La rinosinusite è attualmente definita come un'infiammazione combinata della mucosa dei passaggi nasali e dei seni paranasali, che è caratterizzata dalla presenza di almeno due segni (congestione nasale dovuta al gonfiore della mucosa / ostruzione dei passaggi nasali e al rilascio di essudato sieroso / purulento dalle cavità anteriore / posteriore naso). La rinosinusite è una delle ragioni per la formazione di varie complicanze rinogeniche orbitali / intracraniche. Inoltre, la rinosinusite acuta è caratterizzata da una tendenza al decorso prolungato ricorrente e all'infiammazione cronica nel SNP e alla frequente diffusione dell'infezione al tratto respiratorio inferiore.

Il sistema SNP è rappresentato da mascellare superiore (mascellare), seni sfenoidali frontali e labirinto etmoide (Fig. Sotto).

Uno qualsiasi dei seni può essere coinvolto nel processo infiammatorio. Tuttavia, in termini di frequenza delle lesioni negli adulti e nei bambini dopo 7 anni, il mascellare (sinusite) è in primo luogo, seguito dall'etmoide (etmoidite), quindi dal frontale (frontite) e nell'ultimo posto lo sfenoide (sfenoidite). Mentre nei bambini di età inferiore a 3 anni, i seni etmoidi sono coinvolti nel processo patologico nell'80-90% dei casi e all'età di 3-7 anni, si osserva una lesione combinata del seno mascellare ed etmoide.

Oltre alla rinosinusite di natura infettiva, esistono altri tipi di SM acuta e cronica, sebbene il loro peso relativo nella struttura della rinosinusite sia relativamente piccolo. I più comuni includono:

  • La rinosinusite poliposa, che è una malattia cronica della mucosa nasale e del PCP, il cui sintomo principale è la presenza e la crescita ricorrente di polipi. La rinosinusite poliposa cronica (codice ICD-10: J33.0 - Polipo della cavità nasale; J33.1 - degenerazione del seno polipo; J33.8 - Altri polipi del seno) in una forma clinicamente manifestata si verifica nell'1,3-2,1% dei casi.
  • La rinosinusite allergica (SM allergica stagionale, per tutto l'anno) è causata dalla risposta dell'organismo a un tipo specifico di allergene.
  • Rinosinusite vasomotoria: i sintomi clinici si sviluppano sotto l'influenza di fattori esogeni / endogeni non specifici. La rinosinusite vasomotoria è divisa in farmaco, ormonale, riflesso (freddo, cibo), psicogeno.

patogenesi

Lo sviluppo della rinosinusite acuta / cronica negli adulti e nei bambini si verifica quasi sempre sullo sfondo dell'infezione, del ristagno del segreto e della ridotta aerazione dei seni. Il punto di partenza più spesso (oltre l'80% dei casi) è un'infezione virale e i rinovirus sono un patogeno tipico. Sotto l'influenza di un agente infettivo, si sviluppano processi patologici nella mucosa del naso e nei seni paranasali: una reazione infiammatoria con ipersecrezione del muco, che si manifesta con edema, compromissione della microcircolazione e marcato ristagno del segreto.

Nello sviluppo del processo infettivo, lo stato di un macroorganismo, che determina la sensibilità e la resistenza alle infezioni, è di grande importanza, insieme alla virulenza dell'agente patogeno. Quando il processo è cronico, viene violato il meccanismo dell'immunità cellulare e umorale, si forma una deficienza di immunoglobulina secretoria A, si formano immunoglobuline di classe A, G. Nel sangue periferico, la concentrazione di linfociti T, il livello di interleuchina e l'attività della fagocitosi diminuiscono.

Lo sviluppo dell'infiammazione nel SNP è facilitato da anomalie / disturbi strutturali delle strutture intranasali e dal labirinto etmoidale, che porta a una violazione della pervietà delle aperture naturali dei seni paranasali e ai meccanismi della loro pulizia e aerazione. In condizioni di diminuzione della pressione parziale di ossigeno e ristagno del segreto, vengono create le condizioni per creare condizioni per il ricircolo (reflusso di muco infetto dal naso e dalla schiena del seno) e l'attaccamento di un'infezione batterica.

Nella mucosa, la metaplasia focale / diffusa dell'epitelio cilindrico si sviluppa gradualmente in uno multistrato, privo di ciglia e incapace di rimuovere batteri e virus dalla sua superficie mediante trasporto mucociliare attivo, danno / desquamazione dello strato epiteliale, ispessimento della membrana basale, che porta a una marcata riduzione dell'efficienza del trasporto mucociliare. La figura seguente mostra schematicamente la patogenesi della rinosinusite.

Classificazione

La classificazione si basa su diversi fattori. Secondo il decorso della malattia, ci sono:

  • Rinosinusite acuta (la durata del processo infettivo non supera le 4 settimane con una completa scomparsa dei sintomi).
  • Rinosinusite subacuta (durata 4-12 settimane con recupero completo dopo terapia farmacologica).
  • Rinosinusite ricorrente (da 1 a 4 episodi di sinusite acuta all'anno con una frequenza tra le esacerbazioni di almeno 8 settimane durante le quali non ci sono sintomi della malattia).
  • Rinosinusite cronica (sintomi presenti da oltre 12 settimane).

La rinosinusite acuta, a sua volta, è divisa in:

  • Virale (durata dei sintomi non più di 10 giorni).
  • Post-virale (i sintomi persistono per più di 10 giorni, ma meno di 12 settimane). Allo stesso tempo, la comparsa della "seconda ondata" dopo 5 giorni.
  • Batterico / fungino (la durata dei sintomi supera i 12 giorni).

La figura seguente aiuterà a determinare la transizione della SM virale da batterica..

Con il flusso: luce; moderare; pesante.

Secondo le caratteristiche istologiche: catarrale; purulento; poliposa; polipo purulento.

Le ragioni

Eziologicamente, la rinosinusite è associata a infezioni causate da virus, microflora batterica, funghi, sia sotto forma di monoflora che sotto forma di associazione di microbi. I principali agenti patogeni sono i virus respiratori (adenovirus, rinovirus, coronavirus, respiratorio sinciziale). Nel 5-7% dei casi, la causa della SM è rappresentata da batteri, principalmente streptococchi, Staphylococcus aureus ed epidermico, pneumococchi. Meno comunemente, i patogeni sono E. coli, Proteus, Klebsiella, Pseudomonas aeruginosa.

Tuttavia, altri fattori possono anche essere la causa della SM. Quindi, la rinosinusite allergica si sviluppa sotto l'influenza di vari tipi di allergeni; vasomotore - come reazione a vari fattori esogeni / endogeni non specifici (farmaci, cambiamenti ormonali, condizioni ambientali, cibo, reazioni emotive, ecc.).

Sintomi di rinosinusite

Rinosinusite acuta

I classici segni clinici di ORS (codice per ICD-10: J01) negli adulti sono una scarica incolore dal naso della mucosa (rinosinusite catarrale) o un carattere mucopurulento (rinosinusite acuta purulenta), difficoltà nella respirazione nasale, in alcuni casi - violazione dell'olfatto. Un segreto purulento, di regola, appare con la rinosinusite batterica. I sintomi della rinosinusite negli adulti variano a seconda della gravità della malattia:

  • Grado facile. È caratterizzato da congestione nasale, secrezione mucosa / mucopurulenta dal naso, febbre di basso grado, debolezza, mal di testa. Sul roentgenogram - lo spessore della mucosa dei seni paranasali è inferiore a 6 mm.
  • Gravità moderata Congestione nasale, secrezione purulenta dal naso, temperatura corporea superiore a 37,5 ° C, mal di testa, malessere generale, alterazione dell'olfatto, palpazione nella proiezione del seno, dolore, meno spesso - irradiazione del dolore nelle orecchie, nei denti, sulla radiografia dei seni paranasali - lo spessore è caratteristico la mucosa supera i 6 mm, oscuramento in 1 o 2 seni.
  • Grado grave. Grave congestione nasale, debolezza, abbondante secrezione purulenta dal naso, temperatura superiore a 38 ° C, mal di testa, anosmia, sensazione di pesantezza e pressione nella proiezione di SNP, palpazione nella proiezione del seno forte dolore, sulla radiografia dei seni paranasali completa oscuramento in più di 2 seni. In un esame del sangue generale: un'accelerazione della VES, aumento della leucocitosi, uno spostamento della formula a sinistra, la presenza di complicanze orbitali / intracraniche.

Rinosinusite cronica

Clinicamente, la rinosinusite cronica si manifesta con persistente secrezione periodica dal naso, non pronunciata difficoltà nella respirazione nasale, frequente mal di testa e dolore nell'area della proiezione di un particolare SNP. Le allocazioni possono essere sia mucose che purulente, andare via quando si soffia il naso. La sindrome postnasale è caratteristica (gocciolante sulla parte posteriore del rinofaringe di una secrezione viscosa).

Riduzione del senso dell'olfatto, ipertermia, malessere generale e tosse e orecchie chiuse sono meno comuni. La localizzazione più frequente del dolore è la faccia (la regione del ponte superciliare / nasale), che può irradiarsi nei denti della mascella superiore. Possibile edema reattivo delle palpebre, leggero gonfiore dei tessuti molli del viso. Non c'è mal di testa durante il periodo di remissione, tuttavia, la respirazione nasale è costantemente / periodicamente difficile e viene preservata la secrezione mucosa / mucopurulenta dal naso. Durante una grave esacerbazione, l'intensità dei sintomi aumenta, spesso si uniscono i segni di intossicazione generale.

Test e diagnostica

La diagnosi si basa sui reclami e sui sintomi dei pazienti, nonché sui dati degli esami strumentali / di laboratorio..

Il principale metodo di diagnosi strumentale della rinosinusite è la rinoscopia anteriore e l'endoscopia. Quando viene eseguito sullo sfondo dell'edema della mucosa della cavità nasale di iperemia diffusa e congestizia, viene rilevata una scarica patologica con localizzazione nell'area delle aperture di uscita (fistola) degli SNP coinvolti nel processo infiammatorio o nella parete faringea posteriore (con rinoscopia posteriore). Quando i seni frontali / mascellari sono coinvolti nel processo, lo scarico può essere rilevato in media e con sfenoidite nel passaggio nasale superiore. Se necessario, possono essere prescritti altri metodi di esame strumentale: ultrasuoni, radiografia dei seni paranasali, TC, risonanza magnetica.

Per determinare l'agente patogeno e la sua sensibilità agli antibiotici, viene effettuato uno studio batteriologico dello scarico dalla cavità nasale e del seno paranasale.

Trattamento rinosinusite

Il trattamento della rinosinusite negli adulti è complesso e mira a:

  • eradicazione del patogeno (terapia di eliminazione);
  • miglioramento della funzione di drenaggio / mantenimento del trasporto mucociliare;
  • riduzione del processo infiammatorio;
  • ripristino dell'aerazione di SNP;
  • aumento dei meccanismi di difesa immunitaria locale;
  • prevenzione delle complicanze.

Terapia di eliminazione

Viene eseguito con l'obiettivo di eliminare l'agente patogeno (virus e batteri) dalla cavità nasale. Include procedure di irrigazione (risciacquo / irrigazione della cavità nasale con soluzione salina). A tale scopo vengono utilizzati preparati a base di acqua di mare in concentrazioni isotoniche di sali. L'applicazione di una soluzione isotonica sulla mucosa ha un effetto decongestionante, normalizza le proprietà reologiche del muco, migliora la respirazione nasale, aiuta a rimuovere le secrezioni patologiche e crea le condizioni per l'azione efficace delle preparazioni topiche.

Tali farmaci includono Marimer, Salin, Aqua Maris Strong (spray), Dolphin. È possibile utilizzare una soluzione isotonica standard di cloruro di sodio in farmacia o prepararla da soli sciogliendo 1 cucchiaio di sale marino in un bicchiere di acqua calda. Tali farmaci non sono chiaramente dosati e la frequenza della loro somministrazione può variare in base alle necessità.

Terapia di "scarico"

Una delle direzioni della terapia patogenetica / sintomatica negli adulti è il ripristino della pervietà delle anastomosi dei seni paranasali. A tal fine, vengono prescritti farmaci: farmaci decongestionanti (vasocostrittori) e mucolitici (secretolitici).

I decongestionanti attivano efficacemente i recettori adrenergici, causando uno spasmo dei vasi della mucosa nasale e, di conseguenza, una diminuzione dell'iperemia e dell'edema, un'espansione della cavità nasale e un miglioramento della respirazione nasale. Tali farmaci includono Oxymethazoline, Otrivin, Tetrizolin, Xylometazoline, Oxymetazoline, Phenylephrine e altri. Con la stretta aderenza alle raccomandazioni (metodo di utilizzo, dosaggio, regime di instillazione, durata del trattamento), gli effetti collaterali e indesiderati sono relativamente rari. Ma con il loro uso incontrollato, c'è un alto rischio di sviluppare atrofia della mucosa nasale - sindrome di rimbalzo.

Pertanto, è necessario limitare il periodo di utilizzo dei decongestionanti a un breve periodo (5-6 giorni) e utilizzare tali farmaci nelle dosi più basse possibili.

Non meno importante nel trattamento della rinosinusite negli adulti è l'assottigliamento di una spessa secrezione viscosa, che consente di normalizzare le funzioni delle ciglia e ripristinare il trasporto mucociliare compromesso. Ciò si ottiene con la nomina di mucolitici (acetilcisteina, carbocisteina). Inoltre, l'acetilcisteina ha un ulteriore effetto antiossidante e antinfiammatorio, che è estremamente importante nel trattamento della rinosinusite.

Terapia antivirale e antibatterica

Poiché la rinosinusite acuta di solito si sviluppa sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute per il trattamento (nelle prime 48 ore), è possibile utilizzare farmaci antivirali (unguento ossolinico, Remantadin, Interferone e altri).

Quando è attaccata la flora batterica, sono necessari antibiotici (amoxicillina, azitromicina, claritromicina), nei casi più gravi - ampicillina, ceftriaxone, cefotaxima). Il criterio per l'efficacia della terapia antibiotica è la dinamica dei principali sintomi della rinosinusite e le condizioni generali del paziente. In assenza di un effetto clinico pronunciato entro tre giorni, è necessario modificare l'antibiotico.

Terapia antinfiammatoria

A tale scopo vengono utilizzati corticosteroidi topici (fluticasone, mometasone, budesonide). Questi farmaci sopprimono efficacemente l'edema, che aiuta a fermare il legame chiave nella patogenesi della sinusite e della rinosinusite - ripristino della funzione delle anastomosi. Il paracetamolo e l'ibuprofene, che hanno anche un effetto antipiretico, possono anche essere prescritti da farmaci anti-infiammatori.

Come trattare la rinosinusite cronica?

La rinosinusite cronica durante l'esacerbazione viene trattata allo stesso modo della rinosinusite acuta. La caratteristica principale nel decorso persistente della malattia renale cronica è la nomina di una terapia antibiotica più lunga, tenendo conto della sensibilità dell'agente patogeno isolato dal punteggiato coinvolto nel processo patologico della SNP.

Si ritiene che una durata della terapia antibiotica inferiore a 12 settimane non sia abbastanza efficace. Di norma, vengono prescritte Amoxicillina, Ceftibuten, Cefuroxima, Azitromicina, Claritromicina, Levofloxacina, Gemifloxacina, Moxifloxacina in compresse. Il trattamento della rinosinusite polipica prevede la rimozione di polipi e l'ulteriore trattamento dell'HRS polipo secondo lo schema generale.

Rinite vasomotoria

La rinite vasomotoria è una malattia cronica causata da una violazione della regolazione del tono vascolare nel naso.

I concha nasali sono strutture ossee attaccate alle pareti laterali del naso, ricoperte di mucose. Contengono molti vasi, il cui afflusso di sangue è disturbato durante la rinite vasomotoria, a seguito del quale il concha nasale si gonfia fortemente.

Molto spesso, la malattia si sviluppa nelle persone di età pari o superiore a 20 anni, principalmente nelle donne.

Si distinguono le seguenti forme di rinite vasomotoria:

  1. Riflesso. Sorge come una reazione riflessa dei vasi sanguigni a vari stimoli. A seconda dello stimolo, questo tipo è anche suddiviso in sottotipi:
  • rinite alimentare, che è provocata dall'assunzione di alimenti specifici (troppo caldi o piccanti) o bevande alcoliche;
  • freddo: i sintomi si verificano con un forte raffreddamento di gambe, braccia, viso. Una leggera congestione nasale al freddo è una normale reazione fisiologica, perché impedisce all'aria troppo fredda di entrare nei polmoni. Nelle persone con rinite fredda, si manifestano le manifestazioni di un naso che cola;
  • rinite sotto l'influenza di altri fattori irritanti, come la luce solare intensa o l'inalazione di odori pungenti.
  1. Farmaco: si forma a seguito dell'assunzione di preparati farmaceutici. Può essere causato da un uso prolungato (più di 2 settimane) di gocce o spray nasali vasocostrittivi, nonché dall'uso di farmaci contro l'ipertensione arteriosa (cioè da alta pressione sanguigna).
  2. Ormonale: si sviluppa a seguito di cambiamenti nel background ormonale:
  • con ridotta funzione tiroidea (riduzione della produzione di ormoni tiroidei, ad esempio, a causa della mancanza di iodio nel corpo);
  • con tumori ipofisari.
  1. Idiopatico: si riferisce a quei casi in cui la causa apparente della malattia non è stata identificata.

Cause dell'evento

La rinite vasomotoria è spesso una delle manifestazioni di distonia vegetovascolare (un disturbo che è direttamente associato alla disfunzione del sistema nervoso autonomo ed è accompagnato da molti sintomi, tra cui vertigini, dolore cardiaco periodico, disturbi del sonno, mani tremanti, estremità fredde, forte mal di testa e svenimento ).

Fattori che contribuiscono alla comparsa della rinite vasomotoria:

  • trasferito ARVI;
  • l'uso di alcuni farmaci che abbassano la pressione sanguigna;
  • inalazione di aria fredda;
  • inalazione di fumo di tabacco, odore pungente, aria altamente inquinata;
  • uso frequente di forti bevande alcoliche;
  • trauma al naso;
  • un brusco cambiamento della temperatura dell'aria (ad esempio, lasciando la stanza nel gelo, o viceversa);
  • condizioni stressanti;
  • malattie gastriche, ad esempio reflusso gastroesofageo (reflusso di contenuto gastrico acido nell'esofago) e gastrite cronica (infiammazione della mucosa gastrica) e presenza di disturbi anatomici della struttura nasale (setto nasale curvo);
  • cambiamenti ormonali, ad esempio durante la pubertà;
  • uso regolare e prolungato di gocce o spray per vasocostrittore nasale.

Se non è possibile stabilire la causa del verificarsi di rinite vasomotoria, allora è considerato idiopatico. La pratica medica mostra che la rinite vasomotoria può essere causata da diversi fattori irritanti contemporaneamente e persino essere combinata con la rinite allergica.

Rinite vasomotoria nei bambini

In un bambino, l'insorgenza di rinite vasomotoria è spesso associata alla presenza di una delle forme di patologia: proliferazione adenoidea, curvatura del setto nasale o infiammazione dei seni paranasali. Nella maggior parte dei casi, il trattamento di queste malattie porta alla scomparsa della rinite vasomotoria con ulteriore normalizzazione della respirazione nasale e ripristino della mucosa nasale.

La rinite vasomotoria nei bambini è divisa in:

  • neurovegetativo (presente nei bambini con disfunzione del sistema nervoso autonomo. Si basa su disturbi funzionali vasomotori e con le minime irritazioni dirette o riflesse (ipotermia, odori pungenti) portano a reazioni violente dalla mucosa della cavità nasale);
  • allergico.

Si distinguono la rinite permanente (tutto l'anno) e stagionale. Quando si verifica la rinite vasomotoria, un ruolo significativo è giocato dagli effetti riflessi e dalle patologie endocrine della mucosa nasale.

Sintomatologia

Un sintomo caratteristico della rinite vasomotoria sia allergica che neurovegetativa è una debolezza generale con aumento della fatica, nonché una significativa riduzione della capacità lavorativa. Mal di testa e disturbi del sonno possono spesso disturbare, si nota una graduale perdita di appetito..

I sintomi caratteristici della rinite vasomotoria possono includere:

  • mal di testa,
  • disturbi del sonno,
  • debolezza,
  • perdita di appetito,
  • sudorazione eccessiva,
  • disturbo circolatorio,
  • arrossamento del viso,
  • rinorrea,
  • difficoltà nella respirazione nasale,
  • arrossamento delle palpebre, lacrime,
  • starnuti,
  • prurito e naso secco,
  • danno al sistema nervoso,
  • perdita dell'olfatto,
  • congestione nasale.

La violazione della respirazione nasale con rinite vasomotoria è direttamente associata a un deterioramento della ventilazione polmonare, che porta a una diminuzione del flusso sanguigno nel cervello e nel sistema cardiovascolare. Questo a sua volta migliora inevitabilmente i disturbi funzionali del sistema nervoso..

Diagnosi

La diagnosi di "rinite vasomotoria" viene stabilita solo dopo l'esclusione di tutte le altre possibili forme di rinite cronica. Per chiarire la sua forma, viene eseguito un esame del sangue del paziente. Ad esempio, il rilevamento di eosinofili in esso suggerisce che la malattia è esclusivamente allergica.

Per la diagnosi, avrai bisogno di:

  1. Analizzare i reclami dei pazienti e la storia medica: il paziente nota una congestione nasale periodica, i sintomi cambiano a seconda delle condizioni meteorologiche, del periodo dell'anno, dell'attività fisica del paziente, della posizione del corpo, ci sono abbondanti perdite dal naso, qual è la natura di queste perdite, cosa associa il paziente all'aspetto sintomi, se ci sono reazioni allergiche, ecc..
  2. Eseguire un esame generale del paziente. Segni di distonia vegetovascolare che possono essere rilevati in questo modo:
  • dita blu e punta del naso, estremità fredde;
  • sonnolenza aumentata;
  • diminuzione della temperatura corporea;
  • diminuzione della frequenza cardiaca;
  • aumento della sudorazione;
  • bassa pressione sanguigna;
  • aumento dell'irritabilità nervosa, eccessiva preoccupazione per il proprio stato di salute.
  1. Ispezionare la cavità nasale usando una sessione di rinoscopia. Questa procedura è un'introduzione alla cavità nasale di un apparato speciale: un rinoscopio, che consiste in un tubo con una mini-videocamera ad un'estremità. La presenza di rinite vasomotoria sarà segnalata da un concha nasale allargato, dal loro gonfiore, colore cianotico della mucosa nasale. Inoltre, durante la procedura, è possibile rilevare una curvatura del setto nasale.
  2. Esegui test negativi con allergeni per escludere una diagnosi di rinite allergica..

Trattamento

Se hai sintomi di rinite vasomotoria, dovresti consultare immediatamente un otorinolaringoiatra per una consultazione e un esame.

Molto spesso, gli esperti raccomandano un metodo chirurgico per il trattamento della malattia. Questa procedura si chiama "settoplastica". Include la correzione del setto nasale durante la curvatura..

Naturalmente, il setto nasale liscio, in linea di principio, è assente, quindi l'unica differenza tra loro è il diverso grado di deviazione dalla norma generalmente accettata. Intervento chirurgico necessario per grave deformità post-traumatica.

L'uso indipendente di farmaci non dà risultati positivi. È usato solo come terapia aggiuntiva per accelerare il processo di riparazione della mucosa. In combinazione con l'organoterapia, è possibile rafforzare il flusso linfatico per normalizzare l'immunità locale. Utilizzando la serie di misure di cui sopra, molto spesso è possibile curare la rinite vasomotoria senza intervento chirurgico.

Se la malattia è in forma neurovegetativa, i pazienti hanno bisogno di un monitoraggio aggiuntivo seguito da un trattamento, che è determinato da un neuropatologo.

La procedura di trattamento di solito contiene le seguenti misure:

  1. Identificazione di fattori eziologici (causali) e loro eliminazione.
  2. Trattamento delle malattie gastriche se presenti (gastrite cronica - infiammazione della mucosa gastrica, reflusso gastroesofageo (GERD) - reflusso del contenuto acido dello stomaco nell'esofago).
  3. Regolazione chirurgica delle anomalie anatomiche nella struttura del naso (setto curvo del naso), che contribuiscono alla progressione della rinite. In mancanza di ciò, la terapia conservativa non sarà efficace, perché la causa non è stata eliminata.

Durante il trattamento, ai pazienti viene raccomandata una procedura come una doccia di contrasto, cioè alternando il corpo con acqua fredda e calda e terapia farmaceutica:

  • lavaggio della cavità nasale con varie soluzioni saline;
  • l'uso di speciali spray nasali con corsi di almeno un mese;
  • se il sintomo principale della rinite è un'abbondante secrezione mucosa dal naso, vengono utilizzati spray nasali che riducono lo scarico dal naso;
  • l'uso prolungato di gocce e spray vasocostrittivi che eliminano efficacemente i sintomi della rinite vasomotoria è categoricamente controindicato, poiché può portare alla tossicodipendenza e alla formazione di una forma più grave di rinite vasomotoria: la rinite da farmaco, che è molto più difficile da curare.

Per il trattamento di fattori fisici, viene eseguita la fisioterapia: esposizione a ultrasuoni o elettroforesi.

Il metodo tradizionale di trattamento della rinite nella nostra regione è il cosiddetto blocco nasale con idrocortisone o altri ormoni steroidei (in questo caso, una sostanza medicinale viene introdotta nel tessuto del concha nasale, che ha un effetto antinfiammatorio, alleviando il gonfiore). Questo metodo è ampiamente utilizzato ed è molto efficace, ma può causare qualsiasi tipo di complicanza..

Nella rinite fredda, si consiglia di applicare programmi di indurimento: pediluvi e bagni per le mani con una graduale diminuzione della temperatura dell'acqua a cui si abitua. Con la rinite da droga associata all'uso di vasocostrittori - spray ormonali nasali con un graduale rifiuto di vasocostrittori. Per il trattamento di altre riniti da farmaci - aggiustamento della terapia farmaceutica (eseguito solo in associazione con il medico curante).

Misure preventive

La prevenzione della rinite vasomotoria dovrebbe essere completa. Per evitare che si verifichi, è necessario:

  • Se possibile, eliminare o almeno limitare il contatto con tutti i fattori che possono scatenare lo sviluppo della malattia (alimenti specifici, alcool, odori pungenti, fumo di tabacco, ecc.).
  • Evitare l'uso prolungato di gocce di vasocostrittore e spray nasali.
  • Cura tempestiva delle malattie dello stomaco (ad esempio gastrite cronica - infiammazione della mucosa gastrica, reflusso gastroesofageo (GERD) - reflusso del contenuto acido dello stomaco nell'esofago).
  • Correzione di eventuali anomalie delle strutture nasali (curvatura del setto nasale, ecc.).
  • Esercizio fisico regolare, sono anche utili passeggiate quotidiane all'aria aperta e altri esercizi moderati..
  • Consultazione tempestiva con un medico al primo segno di una malattia.

Rinosinusopatia (rinosinusite)

Insieme alle solite reazioni allergiche al polline, si osserva lo sviluppo di una forma allergica più complessa, che può anche interessare altri organi del corpo, portando spesso a gravi conseguenze negative. Questa forma di malattia allergica è chiamata rinosinusite in base all'esposizione ad allergeni (uno o più alla volta).

Descrizione

La rinosinusopatia allergica (o rinosinusite) si riferisce a un tipo di condizione patologica. Una malattia si manifesta sotto forma di danno alla mucosa nasale e ai suoi seni paranasali. Lo sviluppo della malattia si verifica a causa di violazioni dei processi di reattività (in particolare, il sistema immunitario). La sconfitta delle mucose nasali non è quasi mai isolata e influenza ulteriormente la pelle, la laringe, i bronchi, i polmoni e la mucosa degli occhi.

La durata è determinata dalla rinosinusopatia:

  • acuto episodico (l'infiammazione della mucosa rinofaringea passa rapidamente ad eccezione del contatto con allergeni per inalazione, peli di animali o piume di uccelli);
  • stagionale (caratterizzato da danni alla mucosa solo durante il periodo di fioritura delle piante);
  • tutto l'anno o persistente (osservato per almeno nove mesi all'anno).

Secondo le statistiche, la rinosinusopatia allergica è osservata nel 20% dell'intera popolazione mondiale.

Le ragioni

Uno dei motivi principali per la comparsa di questa malattia è considerata una predisposizione ereditaria congenita alle allergie..

Ulteriori motivi includono:

  • aumento della reattività del sistema immunitario a un allergene irritante;
  • l'esistenza di una reazione allergica IgE-dipendente;
  • la presenza di asma bronchiale nei parenti immediati;
  • reazioni allergiche agli allergeni vegetali (polline di alberi in fiore ed erbe in particolare);
  • proliferazione di adenoidi;
  • l'introduzione di agenti patogeni nel rinofaringe;
  • intolleranza ai prodotti chimici e chimici domestici;
  • reazione alla polvere (incluso domestico);
  • fumo di seconda mano;
  • l'esistenza di allergie alimentari;
  • possibile reazione avversa ai farmaci;
  • collisione costante con pitture e vernici industriali.

Vale la pena ricordare che la rinosinusopatia si riferisce ancora a malattie allergiche e l'irritazione della mucosa rinofaringea durante la transizione della malattia in una forma cronica può, in questo caso, essere provocata da qualsiasi irritante. Per questo motivo, molti si lamentano del gonfiore delle mucose e delle manifestazioni parossistiche della rinite..

segni

I primi sintomi della rinosinusopatia allergica sono:

  • difficoltà nella respirazione nasale;
  • scarico periodico abbondante mucoso-acquoso dal naso;
  • starnuti parossistici;
  • aumento della congestione nasale subito dopo uno starnuto;
  • una sensazione di pesantezza nella regione e nel naso paranasali;
  • la comparsa di una sensazione di "testa pesante";
  • intensificazione di questa sensazione "pesante" quando la testa è inclinata verso il basso (di solito si trova nello sviluppo di una forma cronica).

Nelle lesioni infettive delle mucose si osserva più spesso la transizione dal seno mascellare al sistema cellulare del labirinto etmoide. Un fattore simile provoca lo sviluppo di:

  • brividi;
  • temperatura corporea elevata;
  • punti deboli;
  • disturbi del sonno;
  • diminuzione dell'appetito;
  • irritabilità;
  • sbalzi d'umore inspiegabili frequenti.

Anche con una minima reazione allergica, i focolai di una manifestazione negativa possono essere osservati in altri tessuti:

  • sistema broncopolmonare (manifestato da tosse, forte espettorato, sensazione di mancanza d'aria, possibile attacco di soffocamento);
  • sulla pelle (manifestata come orticaria o dermatite atopica).

Diagnostica

Per stabilire una diagnosi specifica, è necessario chiedere il parere di due medici: un otorinolaringoiatra e un allergologo (o immunologo).

Questi medici, dopo aver stabilito una storia primaria, prescriveranno una serie di test:

  • test allergici strumentali;
  • rinoscopia;
  • radiografia dei seni paranasali.

Con esacerbazione, gonfiore della parte inferiore del concha nasale, si osserva il passaggio nasale medio. Inoltre, vengono spesso registrate secrezioni mucopurulente dal naso, così come escrescenze polipose.

Gli studi radiografici indicano con rinosinusopatia un ispessimento delle mucose parietali, una diminuzione della trasparenza dei seni paranasali.

La diagnostica deve essere eseguita al fine di:

  • chiarimento delle caratteristiche del cosiddetto liquido di lavaggio, che può presentare segni di pus;
  • identificazione accurata dell'elenco di allergeni pericolosi con effetti negativi sul corpo;
  • stabilire le vere cause dello sviluppo della malattia (si può osservare una natura virale o batterica);
  • per rilevare il fattore di rinite vasomotoria.

Prevenzione

Certo, è quasi impossibile prevenire completamente e tempestivamente il verificarsi di una reazione allergica. Pertanto, al fine di prevenire l'insorgenza di eventuali complicanze da rinosinusopatia, si raccomanda:

  • evitare il fumo di tabacco;
  • seguire la dieta prescritta dal nutrizionista;
  • effettuare regolarmente la pulizia a umido nel soggiorno;
  • eliminare completamente i cuscini di piume;
  • monitorare costantemente il mantenimento dell'umidità dell'aria ottimale;
  • cerca di non avviare animali domestici pelosi (se lo sono, quindi esegui la loro pettinatura di alta qualità).

Trattamento

Il trattamento della rinosinusopatia è considerato un processo lungo. Spesso, applicare:

  • misure di eliminazione progettate per ridurre al minimo il contatto con allergeni;
  • terapia farmacologica (glucocorticosteroidi locali intranasali, antistaminici, gocce di vasocostrittore nel naso);
  • immunoterapia specifica (è in fase di sviluppo uno schema per la somministrazione graduale di piccole dosi di allergene; tale terapia può durare diversi anni);
  • terapia antibiotica con l'aggiunta di un'infezione virale);
  • fisioterapia (principalmente agopuntura, riflessologia attivante);
  • intervento chirurgico (utilizzato per il trattamento inefficace del conservatore e il fatto dello sviluppo dell'ipertrofia del turbinato e della grave patologia dei seni paranasali).

complicazioni

Le complicanze di una malattia apparentemente non pericolosa con una visita prematura a un medico o un trattamento selezionato in modo improprio sono:

  • la transizione della rinosinusopatia in una forma cronica;
  • lo sviluppo dell'asma bronchiale, accompagnato da attacchi di asma;
  • manifestazione costante di sinusite;
  • praticamente nessuna rinite.