Allergie stagionali nei bambini: aspetti pratici di diagnosi e trattamento

Analisi

All'esterno, l'estate è un ottimo momento per le vacanze estive, ma attualmente non ci sono molti meno bambini a un appuntamento dal pediatra rispetto all'inverno. E se nel periodo autunno-inverno la ragione principale per cercare assistenza medica è, come sapete, infezioni respiratorie acute di eziologia virale e batterica, allora con l'inizio dell'estate i problemi più urgenti per ogni pediatra sono il trattamento di reazioni allergiche e malattie, che sono associate principalmente all'inizio della stagione palining. Gli allergeni del polline, in grandi quantità, iniziano a essere rilasciati nell'aria a causa della fioritura di varie erbe e alberi, possono causare la cosiddetta allergia stagionale, i cui sintomi causano un notevole disagio quotidiano, peggiorano significativamente la qualità della vita dei bambini e impediscono le loro vacanze estive. Parliamo dell'approccio moderno alla prevenzione, diagnosi e cura di questo gruppo di malattie allergiche.

Allergie stagionali nei bambini

Allergia stagionale

L'allergia stagionale è un gruppo di comuni malattie allergiche IgE-mediate causate da allergeni da polline di piante. Ecco perché sono anche chiamati pollinosi (dal Lat. Polline - polline). Le forme nosologiche frequenti di febbre da fieno sono la rinite allergica stagionale e la congiuntivite allergica. Le classiche manifestazioni cliniche della rinite allergica stagionale sono frequenti starnuti, congestione e prurito nasali, abbondante secrezione acquosa dal naso, difficoltà nella respirazione nasale. Per congiuntivite allergica, sono caratteristici arrossamento e gonfiore delle palpebre, lacrimazione, sensazione di prurito e "sabbia" negli occhi. Inoltre, durante la stagione della palpazione, il contatto con allergeni pollinici può causare esacerbazione di asma bronchiale e dermatite atopica, orticaria ricorrente ed edema di Quincke, dermatite da contatto. In alcuni bambini, si osservano infezioni del tratto respiratorio superiore sotto forma di faringite allergica, laringite, tracheite. Molto meno spesso, nel caso della febbre da fieno, il sistema nervoso è interessato, con conseguente emicrania, convulsioni, aracnoencefalite allergica da sughero. In rari casi, è possibile un danno agli organi interni (miocardite, epatite, gastrite, colite, vulvite, cistite).

La manifestazione primaria della malattia, di regola, si verifica all'età di 3-9 anni. Nei bambini piccoli, quasi non incontriamo manifestazioni di allergie stagionali, ma in rari casi, il suo sviluppo è possibile in questa fascia di età.

Esiste un certo gruppo di bambini la cui allergia ai pollini a una sola pianta è chiaramente definita, ma nella maggior parte dei casi, le forme cliniche di questa patologia sono causate dalla sensibilizzazione polivalente del polline. In tali pazienti, i sintomi clinici sono di solito osservati a lungo, a volte durante quasi l'intera stagione di spolveratura delle piante.

Spolverare le piante

Le informazioni sui periodi di spolveratura di piante specifiche sono necessarie sia per i medici che per i pazienti al fine di prevedere in anticipo l'insorgenza dei sintomi e adottare le opportune misure preventive in modo tempestivo. Tali dati sono contenuti nei cosiddetti calendari di spolveratura delle piante. Ma non dovrebbero essere uguali per l'intero paese, ma separati per ciascuna regione, tenendo conto dei periodi di fioritura regionali e delle concentrazioni di polline nell'aria di alcune piante, che dipendono fortemente dalla posizione geografica e dai fattori climatici (temperatura, umidità dell'aria, velocità del vento, ecc.).d.).

Se nella storia del paziente esiste una chiara connessione tra la stagione della spolverata e le classiche manifestazioni cliniche della febbre da fieno, stabilire una diagnosi clinica non causa particolari difficoltà. La diagnosi allergica specifica con l'aiuto di prik-test cutanei consente di determinare esattamente quali allergeni si sviluppa la reazione sotto forma di febbre da fieno. Ma va ricordato che questi test dovrebbero essere eseguiti solo durante il periodo di remissione della malattia, cioè dopo la fine della stagione di palinizzazione (nei mesi autunnali e invernali dell'anno). I test cutanei possono essere eseguiti all'età di 3 anni. Va notato che in Europa i test cutanei sono consentiti anche nei bambini piccoli. È in preparazione un nuovo protocollo in cui tali limiti di età possono essere adattati e allineati alla prassi europea. L'ultimo metodo nella moderna allergologia è la diagnostica allergica molecolare in vitro, che consente la determinazione di anticorpi specifici a singoli frammenti di allergeni (maggiori o minori). L'uso della diagnostica molecolare consente di ottimizzare l'immunoterapia specifica per allergeni (ASIT) nei pazienti con febbre da fieno, poiché al posto di diversi allergeni da polline, si può avere uno che ha un frammento maggiore comune con allergeni da polline di più piante contemporaneamente.

Oggi ASIT è l'unico metodo che ti permette davvero di cambiare radicalmente il corso naturale della febbre da fieno, riducendo la sensibilità all'allergene "colpevole". L'azione di ASIT si estende a tutte le fasi dell'infiammazione allergica, inibendo sia la fase iniziale che quella tardiva della risposta immunitaria. Tuttavia, i meccanismi con cui tale azione è garantita non sono ancora pienamente compresi. Oggi è dimostrato che nel corso dell'ASIT si forma una diminuzione della sensibilità dei tessuti agli allergeni "colpevoli" a causa della formazione di anticorpi bloccanti appartenenti alla classe IgG1, IgG4 e anticorpi anti-IgE, che non hanno la capacità di sensibilizzare i tessuti ma hanno capacità allergiche. L'efficacia clinica di ASIT oggi è stata dimostrata in modo convincente in numerosi studi multicentrici, randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo e non è in dubbio. L'ASIT viene eseguito in corsi, questo è un processo lungo: di norma, per ottenere il massimo effetto sono necessari almeno 3 anni di trattamento specifico. Ma questo trattamento a lungo termine aiuta davvero ad alleviare il paziente dalle allergie stagionali, poiché l'effetto ottenuto è stabile e persiste per molti anni. Oggi in tutti i centri regionali c'è l'opportunità di applicare questo metodo progressivo di trattamento. A mio avviso, un allergologo che non utilizza ASIT nella sua pratica non può essere considerato uno specialista qualificato.

È indispensabile informare i genitori di un bambino che soffre di allergie stagionali sulla necessità delle cosiddette misure di eliminazione. Quindi, nella stagione della spolverata, non è consigliabile uscire di città e visitare parchi e piazze con bambini. Se possibile, durante la spolverata di piante causali, consigliamo di viaggiare fuori dalla regione. Poiché è noto che le condizioni meteorologiche influenzano in modo significativo la concentrazione di polline nell'aria, si consiglia di non camminare con il bambino in tempo asciutto, soleggiato e ventoso (è meglio camminare subito dopo la pioggia), indossare occhiali di sicurezza e coprire il naso e la bocca con una sciarpa. Durante il periodo di fioritura delle piante il cui polline agisce come un allergene, è necessario eseguire la pulizia umida in casa ogni giorno, appendere le foglie delle finestre con una garza bagnata e non tenere fiori freschi o secchi in casa. Se un bambino con allergie stagionali manifesta manifestazioni cutanee, si consiglia di indossare capispalla con maniche lunghe e pantaloni lunghi realizzati con tessuti naturali leggeri.

Terapia dietetica

Un'altra importante area di trattamento non farmacologico per le allergie stagionali è la terapia dietetica. Il fatto è che molto spesso esiste una connessione tra un aumento delle manifestazioni di allergie stagionali e il consumo di determinati alimenti che possono essere identificati tenendo un diario alimentare. Ciò è dovuto alla presenza di determinanti antigenici comuni nei pollini e negli allergeni alimentari, a seguito dei quali si formano le cosiddette reazioni allergiche crociate. Sulla base di dati scientifici su tali reazioni, si basano le corrispondenti raccomandazioni dietetiche, che i medici danno necessariamente ai pazienti allergie stagionali. Ad esempio, nel caso della sensibilizzazione al polline di cereali nella dieta, è consigliabile limitare i prodotti da forno, pasta, semola, grano, orzo perlato, farina d'avena, anguria, arance, patate, pomodori. Se il polline dell'ambrosia o dell'assenzio è un fattore provocatorio, allora il sedano, le carote, le spezie, le mele e molti altri prodotti sono esclusi dalla dieta.

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica rimane parte integrante del trattamento delle allergie stagionali ed è prescritta a tutti i pazienti al fine di garantire un controllo efficace e rapido dei sintomi. La terapia di base nel periodo acuto della febbre da fieno è la nomina di antistaminici (AHP), mentre i cosiddetti AHP non sedativi di seconda generazione, che presentano significativi vantaggi clinici rispetto all'AHP di prima generazione, hanno un chiaro vantaggio: possono essere prescritti a lungo, non penetrano nella barriera emato-encefalica, no causa sedazione e tachifilassi e può essere prescritto solo una volta al giorno. I moderni AHP di seconda generazione sono metaboliti attivi di AHP pre-sintetizzati di seconda generazione (i cosiddetti "nuovi" AHP di seconda generazione). Tale farmaco, in particolare, è l'originale desloratadina (Erius), che è un metabolita attivo della loratadina. Ha tutte, senza eccezione, caratteristiche farmacologiche e cliniche favorevoli inerenti alla "nuova" IIHP generazione II come classe di farmaci, nonché un lungo effetto antiallergico, poiché la sua emivita è di circa 27 ore.

Oltre all'AGP di seconda generazione per somministrazione orale, nel complesso trattamento della febbre da fieno, sono ampiamente utilizzati i derivati ​​di Cromon (sodio cromoglicato) sotto forma di spray nasali e AGP topici. Se il paziente presenta gravi manifestazioni di rinite allergica stagionale e rinocongiuntivite, viene prescritto un trattamento combinato con un metabolita attivo orale di seconda generazione (ad esempio, desloratadina) e GCS, mentre nella pratica pediatrica è preferibile l'uso di mometasone furoato sotto forma di spray nasale. Nel trattamento della congiuntivite allergica, l'antistaminico olopadadina cloridrato topico si è dimostrato molto bene. C'è anche un gruppo di pazienti che sono invitati a prescrivere farmaci antileukotrienovic (montelukast).

Pertanto, nel trattamento delle allergie stagionali, selezioniamo la combinazione ottimale che sarà più efficace per un particolare paziente. Dobbiamo sempre ricordare che non stiamo trattando una malattia, ma un paziente. Per ogni paziente, le allergie stagionali possono verificarsi in diversi modi e, di conseguenza, potrebbe esserci una risposta diversa a un particolare trattamento..

Vorrei sollevare la questione della qualità della vita dei pazienti con allergie stagionali, poiché i sintomi della rinocongiuntivite allergica causano un notevole disagio, impedendo ai bambini di imparare con successo, rilassarsi attivamente e praticare sport, disturbando il sonno notturno... Pertanto, quando si sceglie AHP per controllare i sintomi delle allergie stagionali nei bambini, questo è in primo piano caratteristica come velocità di azione. È necessario eliminare o ridurre significativamente l'intensità di rinorrea, congestione nasale e starnuti, prurito agli occhi e lacrimazione il più presto possibile. Un effetto clinico potente dall'uso dei moderni metaboliti attivi della seconda generazione, in particolare il farmaco originale desloratadina Erius, è prevedibile nelle prime ore dopo la somministrazione orale. I professionisti di tutte le specialità, compresi allergologi e pediatri per bambini, comprendono che la qualità della vita di un paziente è una valutazione estremamente importante dell'efficacia del trattamento. Nel nostro lavoro pratico, utilizziamo ampiamente i cosiddetti questionari per la qualità della vita dei bambini (a proposito, ci sono versioni separate per pazienti di tutte le età con rinite allergica e congiuntivite) e sulla base del punteggio possiamo obiettivamente stabilire come questa malattia interferisce con il bambino nella vita quotidiana e in fino a che punto il trattamento prescritto può ridurre questo effetto negativo. Tali moderni metaboliti attivi di seconda generazione come Erius consentono di migliorare rapidamente ed efficacemente la qualità della vita dei bambini con allergie stagionali.

Il farmaco originale è sempre preferibile ai generici, poiché tutti quegli studi clinici multicentrici randomizzati e controllati che costituiscono la base di prove, che giustifica l'uso di uno o di un altro principio attivo, vengono condotti con il farmaco originale. Ad esempio, Erius ha una base di prove, la cui portata è davvero impressionante: fino ad oggi, l'efficacia di questo farmaco è stata dimostrata in modo convincente in 192 studi clinici, a cui hanno preso parte più di 500 mila pazienti provenienti da molti paesi. Il farmaco originale è sempre uno standard di efficacia con cui vengono confrontate tutte le versioni generiche e ha un profilo di sicurezza chiaramente stabilito e prevedibile. Inoltre, ci sono ancora pochissimi generici nel nostro mercato farmaceutico che hanno dimostrato la bioequivalenza rispetto ai farmaci originali. Pertanto, a mio avviso, se esiste tale opportunità, è sempre meglio scegliere il farmaco originale per il trattamento dei bambini con malattie allergiche (in particolare, con allergie stagionali).

I principali sintomi e trattamenti per le allergie stagionali

L'allergia è uno dei fenomeni più comuni nel mondo moderno. Colpisce persone di ogni età e provenienza sociale. Le allergie stagionali in primavera, fine estate o autunno sono una risposta specifica dell'organismo a numerosi stimoli in condizioni appropriate. Molto spesso sono pollini di piante da fiore, polvere domestica o muffa.

Ragioni per lo sviluppo

Popolarmente, le allergie stagionali o primaverili sono chiamate febbre da fieno. Questo nome deriva dai tempi antichi, la fonte è la parola latina polline, che significa polline. Secondo le statistiche, circa 1/5 degli abitanti del pianeta sperimentano reazioni allergiche in primavera: sugli alberi in fiore, in particolare lanugine di pioppo, un po 'più tardi sui fiori e sulle piante della steppa, comprese le colture. Per quanto riguarda l'autunno, le erbe come quinoa, assenzio, ambrosia vengono prima di tutto.

Le cause immediate sono molteplici:

  1. Predisposizione ereditaria Gli scienziati hanno chiaramente stabilito che esiste un gene responsabile della trasmissione della febbre da fieno. Se la madre o il padre soffre, il bambino ha un rischio di sviluppare la malattia di circa il 30%, entrambi i genitori - 50%.
  2. In presenza di reazioni allergiche ad altre sostanze o malattie gravi come l'asma bronchiale. Nel corso degli anni si è formata una predisposizione patologica del sistema immunitario a piante potenzialmente reattogene o altre cose. L'opzione di allergia crociata può anche essere attribuita a questa categoria..
  3. Condizioni ambientali negative e cibo di scarsa qualità con molti additivi chimici.
  4. Malattie croniche non allergiche del sistema bronco-polmonare.
  5. Rischi di produzione.
  6. Immunità indebolita, precedenti malattie virali.
  7. Malattie parassitarie a lungo termine, particolarmente gravi durante l'infanzia.

Indirettamente, una serie di fattori influenza il decorso delle allergie stagionali. Il primo sono le condizioni meteorologiche.

La stagione delle piogge ammorbidisce i sintomi della malattia, polline e lanugine inchiodati meccanicamente al suolo sotto il peso delle gocce di pioggia, perdendo così la capacità di percorrere lunghe distanze.

La cosa peggiore è quella che nota segni di allergia alla muffa. È presente nei locali residenziali e di lavoro costantemente, senza un chiaro legame con le stagioni. Questo è un problema così difficile che le persone, e in particolare i genitori con bambini piccoli malati, devono trasferirsi in luoghi con un clima più secco.

Manifestazione di patologia

I sintomi delle allergie stagionali sono diversi per ogni persona. Dipende dalla causa, dal tipo di reazione, dall'età, dalle difese corporee. I più comuni includono:

  1. Lacrimazione, arrossamento degli occhi (congiuntivite).
  2. Tosse ossessiva secca. Si manifesta in modo parossistico, talvolta accompagnato da respiro sibilante. L'espettorato è radi, trasparente. In caso di cambiamento nel colore e nella quantità, è urgente contattare un medico.
  3. Rinite allergica e successivamente rinosinusite. Inizia con abbondanti secrezioni di liquido chiaro dai passaggi nasali. Il paziente confronta le sue condizioni con il "flusso di acqua dal naso".
  4. Congestione nasale dovuta a un forte gonfiore della mucosa, le secrezioni potrebbero non essere osservate.
  5. Starnuti parossistici e prurito nei passaggi nasali, il numero di starnuti è molto diverso. Un sintomo angosciante che è estremamente difficile da controllare..
  6. Il cambiamento delle caratteristiche vocali è spesso raucedine. Semplificata, la sua causa può essere rappresentata come un edema discendente dello spazio sub-vocale nella laringe.
  7. Attacchi di respiro corto o soffocamento a contatto con un allergene.
  8. Dermatite.
  9. Mal di testa e leggero aumento della temperatura (numero massimo 37,5 gradi).
  10. In casi estremamente gravi, si verifica l'edema di Quincke: questa condizione è pericolosa per una persona per soffocamento. Si sviluppa rapidamente, con i minimi sintomi richiede un intervento medico.

La debolezza generale e il malessere sono compagni diretti della malattia, inoltre il paziente sviluppa una situazione psicologica sfavorevole, perché i sintomi della febbre da fieno interferiscono sia nella vita di tutti i giorni che nel lavoro.

Caratteristiche nell'infanzia

Le allergie stagionali nei bambini si sviluppano dopo il primo contatto con l'agente, questo può accadere in giovane età. In genere, questi bambini hanno una predisposizione ereditaria, in rari casi i sintomi possono manifestarsi da soli. La sensibilizzazione si sviluppa a un ritmo accelerato, il rilascio di immunoglobuline di classe E si verifica sotto l'influenza di una serie di fattori stimolanti:

  1. Nutrizione impropria Tutto inizia con il rifiuto dell'allattamento al seno o l'introduzione troppo precoce di alimenti complementari. Inoltre, la condizione è aggravata da una dieta impropria: fino a tre anni, un'allergia in un bambino è in gran parte dovuta all'immaturità del tratto gastrointestinale. Non puoi dargli cibo che è familiare a un adulto, almeno sistematicamente.
  2. Disbatteriosi nell'intestino. I bifidobatteri normali e i lattobacilli muoiono sotto l'influenza della ridotta immunità, sono sostituiti da microrganismi opportunistici o patogeni.
  3. Le invasioni elmintiche provocano una diminuzione dello stato immunitario, causano una maggiore sensibilizzazione del corpo, poiché i parassiti sono percepiti come un corpo estraneo, secondo un meccanismo simile a una reazione allergica. Anche nel sangue, puoi rilevare i cambiamenti in questi due processi, da questo è chiaro che possono facilmente completarsi a vicenda.
  4. Malattia epatica e renale congenita o acquisita.
  5. Condizioni di vita insoddisfacenti per il bambino. Questi includono spolverata insufficiente, aerazione rara, umidità e vicinanza ravvicinata degli animali domestici. Tutto ciò può irritare le vie respiratorie e causare la produzione di mediatori allergici..
  6. Infezioni respiratorie acute frequenti nei bambini. È particolarmente utile fare attenzione quando si manifesta un raffreddore in primavera o in estate. Gli agenti allergenici si depositano sulle mucose danneggiate, innescando così la malattia.

La manifestazione dei sintomi clinici nel suo complesso differisce poco da un organismo adulto. L'unica differenza è che nei bambini piccoli la malattia è molto più grave. L'eruzione allergica è anche associata a problemi respiratori. Esternamente, è spesso a punta piccola, incline alla fusione o sotto forma di grandi vesciche. Prude sempre, quindi un bambino che non è in grado di controllarsi adeguatamente può pettinare la pelle alle ferite e provocare un'infezione.

Principi diagnostici

Prima di capire come trattare le allergie stagionali, è necessario determinare che si tratta di questo, e non di qualche altra malattia. La diagnosi di allergie negli adulti viene effettuata sulla base di una serie di punti:

  • conversazione con il paziente e approfondimento della storia;
  • esame della pelle e, se necessario, consultazione di un dermatologo;
  • fare esami del sangue e delle urine generali;
  • esame approfondito del tratto respiratorio;
  • condurre test specifici per determinare l'allergene al di fuori della stagione di fioritura.

Vale la pena prestare particolare attenzione a quest'ultimo, possono aiutare a trovare l'esatto allergene. I metodi principali sono rappresentati da tre tipi di studi.

L'immunoglobulina di classe E è determinata nel siero del sangue, mostra quanto sia sensibilizzato il corpo e la volontà dei tessuti di produrre anticorpi speciali.

Per questa tecnica, esiste un set standard di allergeni obbligati, circa 200 copie, con il loro aiuto guardano ciò che il corpo dà una risposta immunitaria.

Un altro modo è introdurre il presunto allergene. Dopo di che è previsto l'inizio della reazione. In caso contrario, questa sostanza non può essere considerata specifica..

Test cutanei in cui una sostanza reattiva viene introdotta in piccola quantità con uno speciale scarificatore. Dopo 20 minuti, una valutazione visiva.

I campioni possono essere prelevati in qualsiasi momento, solo uno studio sul siero del sangue deve essere legato a un periodo di esacerbazione della febbre da fieno.

Trattamento e prevenzione

I rimedi per le allergie stagionali sono divisi in tradizionali e popolari. Ma nel periodo di esacerbazioni, vale la pena iniziare prima con una dieta. Escludere il cibo dalla dieta, il cui effetto può causare esacerbazione.

In questo caso, è importante non provocare un'allergia alimentare..

L'elenco è enorme, in generale, è necessario abbandonare il cioccolato, le uova di gallina, i funghi, le carni affumicate, gli agrumi, le noci, il latte di mucca, gli alcolici, le verdure rosse e la frutta.

Il trattamento delle allergie stagionali prevede l'uso delle seguenti classi di farmaci:

  1. Antistaminici. Molto spesso si tratta di compresse presentate in tre generazioni. Il primo sono i bloccanti dei recettori H1, attualmente usati raramente. Rappresentanti dei farmaci: Difenidramina, Suprastin, Pipolfen, Tavegil, Fenkarol. La seconda generazione - bloccanti del mediatore dell'infiammazione dei recettori H1 e H2, che non hanno un tale effetto ipnotico come la prima classe. Lomilan, Claritin, Loratadin. Lo svantaggio di questa sottoclasse è l'effetto negativo sul cuore. La terza generazione è rappresentata dalle preparazioni Telfast, Suprastinex, Desal. Non ci sono praticamente effetti collaterali. Lo sviluppo di mezzi di 4 generazioni, con azione prolungata.
  2. Enterosorbenti progettati per rimuovere le tossine dal corpo. Farmaci Enterosgel, Polysorb, Polyphepan.
  3. Glucocorticosteroidi ormonali. Più spesso prodotti sotto forma di unguenti, con attacchi di soffocamento, vengono utilizzate forme di inalazione. Questo è Flucinar, Sinaflan, Akriderm.
  4. Nel trattamento della rinite allergica, è consigliabile scegliere farmaci vasocostrittori Naphthyzin, Galazolin. L'uso a lungo termine crea dipendenza, trascurando le istruzioni è inaccettabile.
  5. Immunomodulatori IRS 19, Derinat. Contribuire alla normalizzazione dell'immunità generale e locale.
  6. Con nevrosi e disturbi del sonno, puoi prendere leggere infusioni sedative di Valeriana o Motherwort.

La terapia allergica con rimedi popolari ha molte ricette. La regola principale non è ignorare i farmaci prescritti dal medico curante, ma integrarli.

Tutti possono scegliere qualcosa per se stessi per alleviare la condizione:

  • l'infuso di celidonia;
  • un decotto di aghi di pino, bucce di cipolla, rosa canina;
  • decotto di farfaraccio;
  • succo di sedano;
  • soluzione di mummia.

La durata della terapia non deve superare i due mesi, dopo i quali è necessario fare una pausa o passare a un'altra tecnica.

Principi di prevenzione

Una misura terapeutica e preventiva che sta guadagnando rapidamente popolarità è la desensibilizzazione. Il metodo è un'introduzione graduale nel corpo umano di un allergene in micro dosi. A poco a poco, il corpo inizia ad abituarsi alla sostanza nociva. Secondo le previsioni, nella stagione in cui si sono verificate in precedenza esacerbazioni, le condizioni del paziente sono migliorate in modo significativo. A volte è possibile raggiungere che non arriva affatto. È importante sapere che con l'attuale processo allergico, tali misure non dovrebbero mai essere prese.

Regole non specifiche che impediscono manifestazioni allergiche:

  • nel caldo e nei forti venti, è necessario il setaccio della finestra;
  • passare il minor tempo possibile in aria durante un periodo pericoloso;
  • quando ci si sposta in auto, si consiglia di non aprire le finestre, ma di utilizzare l'aria condizionata;
  • non asciugare il bucato dopo averlo lavato sul balcone o nel cortile, farlo al chiuso;
  • dopo ogni passeggiata, fai una doccia o un bagno, risciacqua il naso e fai i gargarismi;
  • evitare più piante da fiore.

Seguendo semplici regole, una persona può migliorare la propria vita ed evitare complicazioni pericolose.

Allergie stagionali nei bambini: sintomi e trattamento.

Se starnutisci e tossisci in determinati periodi dell'anno, potresti avere un'allergia stagionale. Tuttavia, le allergie accidentali non sono qualcosa con cui devi solo convivere. Un allergologo può individuare la causa e aiutarti a trovare sollievo..

In molte regioni della Russia, le allergie primaverili iniziano a marzo e continuano fino all'inizio dell'estate. L'impollinazione degli alberi inizia prima di tutto, durante l'anno, seguita dall'impollinazione dell'erba più tardi in primavera e in estate e dall'ambrosia - a fine estate e in autunno. Tuttavia, nei climi tropicali, l'erba può essere impollinata per gran parte dell'anno. Le temperature invernali moderate possono portare all'impollinazione precoce delle piante. Una primavera piovosa può anche contribuire alla rapida crescita delle piante e portare ad un aumento della muffa, causando sintomi che dureranno fino all'autunno..

Il colpevole più comune delle allergie autunnali è l'ambrosia (un genere di erbe annuali o perenni della famiglia Astrov), una pianta che cresce spontanea quasi ovunque. Ambrosia fiorisce e rilascia polline da agosto a novembre. In molte parti del paese, il polline di ambrosia è più alto all'inizio di metà settembre..

Altre piante che causano allergie autunnali includono:

  • Cespuglio ardente
  • Il cocklebur
  • Mary White
  • Sagebrush
  • pigweed
  • Tumbleweed e cardo russo

Mentre i tempi e la gravità della stagione delle allergie variano in tutto il paese, i seguenti fattori climatici possono anche influenzare la gravità dei sintomi:

  • Polline, erba e ambrosia prosperano nelle notti fresche e nelle giornate calde.
  • La muffa cresce rapidamente con il calore e l'umidità elevata.
  • I livelli di polline di solito raggiungono il picco al mattino..
  • La pioggia elimina il polline, ma il polline può aumentare notevolmente dopo la pioggia.
  • In un giorno in cui non c'è vento, gli allergeni presenti nell'aria vengono messi a terra.
  • Quando il giorno è ventoso e caldo, il polline conta scoppi.

Spostarsi in un clima diverso per evitare le allergie, di norma, non porta successo - gli allergeni sono quasi ovunque.

Trattamento e controllo delle allergie stagionali

Se senti di essere costantemente malato, di avere tosse o pesantezza nella testa, è tempo di contattare un allergologo. Potresti pensare di essere sicuro che il polline sia la causa della tua sofferenza, ma potrebbero essere coinvolte altre sostanze. Più di due terzi delle persone con allergie primaverili hanno effettivamente sintomi per tutto l'anno. La tua migliore risorsa per trovare le cause della tua sofferenza e metterla fine, e non solo per curare i tuoi sintomi, è un allergologo..

Collabora con il tuo allergologo per sviluppare strategie per evitare i fattori scatenanti:

  • Controlla la quantità di polline e muffe. I bollettini meteorologici online, sui giornali e alla radio e alla televisione spesso includono queste informazioni durante la stagione delle allergie..
  • Tieni finestre e porte chiuse a casa e in macchina durante la stagione delle allergie.
  • Per evitare il polline, sapere a quale polline si è sensibili, quindi controllare la quantità di polline. In primavera e in estate, durante la stagione pollinica di alberi ed erbe, i livelli di polline sono più alti la sera. Alla fine dell'estate e all'inizio dell'autunno, durante la stagione pollinica dell'ambrosia, i livelli di polline sono più alti al mattino.
  • Dopo il lavoro o giocando all'aperto, fai una doccia, lavati i capelli e cambia i vestiti.
  • Indossa una maschera con filtro quando falcia il prato o fai altre faccende domestiche all'aperto e prendi in anticipo i farmaci appropriati.

L'allergologo può anche raccomandare uno o più medicinali per controllare i sintomi. Alcuni dei farmaci più ampiamente raccomandati sono disponibili al banco; altri, tra cui alcune gocce nasali, richiedono una prescrizione.

Se hai una storia di precedenti problemi stagionali, gli allergologi raccomandano di assumere farmaci per alleviare i sintomi due settimane prima che inizino..

Uno dei trattamenti più efficaci per le allergie polliniche stagionali è attraverso l'immunoterapia (vaccini antiallergici). Queste iniezioni ti espongono ad un graduale aumento del tuo allergene nel tempo, quindi impari a tollerarlo e a non rispondere a starnuti, naso chiuso o prurito, lacrimazione.

Trigger stagionalmente rilevanti.

Sebbene il termine "allergia stagionale" di solito si riferisca a erba, polline e muffe, esiste un altro gruppo di fattori scatenanti che sono strettamente correlati a stagioni specifiche. Tra loro:

  • Fumo (falò in estate, caminetti in inverno)
  • Punture di insetti (di solito in primavera e in estate)
  • Cloro in piscine interne ed esterne
  • Ingredienti per i dolci (Halloween, Natale, San Valentino, Pasqua)
  • Pines and Wreaths (Ringraziamento per Natale)

Sulla piattaforma Vikids, puoi:

Allergie stagionali in primavera: come e cosa trattare

Allergie stagionali in primavera: come e cosa trattare

Un'allergia alla fioritura è un fastidio che porta un notevole disagio alla vita. Invece di godersi la tanto attesa fioritura della natura, la persona allergica è costretta a sopportare la sofferenza e resistere costantemente alle piante e agli alberi in fiore. Di recente, sempre più spesso le allergie vengono scoperte in primavera da coloro che non hanno mai conosciuto problemi quali starnuti, prurito e rinofaringe dolorante, lacrimazione, occhi rossi gonfi ed eruzioni cutanee. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, ogni quinta persona sul pianeta affronta allergie stagionali. Tuttavia, questo disturbo è curabile, anche se richiede un approccio lungo e paziente. Di seguito spieghiamo come eliminare un'allergia, come curare e ridurre il rischio di sintomi spiacevoli.

Cos'è l'allergia primaverile

Un'allergia nel periodo primavera-autunno o pollinosi (dal latino "polline" - polline) è la risposta del corpo a un irritante naturale - il polline. Per qualche motivo, l'immunità una volta inizia a percepire le cellule polliniche come un "nemico" e provoca la corrispondente reazione del corpo:
Edema della palpebra, arrossamento e lacrimazione, prurito, sensazione di corpo estraneo, reazione acuta alla luce.

Naso: congestione causata da edema, secchezza, starnuti, naso che cola, prurito, scarico chiaro e trasparente dal naso.
Organi respiratori - respiro corto, senso di oppressione al petto, attacchi di asma (con sviluppo o presenza di asma bronchiale), tosse frequente, secca ed estenuante, che porta a mal di testa, prurito al rinofaringe, fastidio durante la deglutizione e arrossamento della gola.
Eruzione cutanea, orticaria, comparsa di vescicole piangenti, prurito, gonfiore dei tessuti molli.

Tutto ciò è esacerbato da debolezza generale, apatia, mal di testa. Molto spesso, le manifestazioni allergiche sono facilmente confuse con un inizio o un raffreddore lento, ma la differenza è che le allergie non sono accompagnate da un aumento significativo della temperatura corporea. Questo è il motivo per cui le persone, che si auto-curano, ne esacerbano le conseguenze. Nonostante il fatto che le allergie stagionali siano curabili e di facile diagnosi, possono essere un pericolo del rapido sviluppo di angioedema o edema di Quincke - una reazione acuta che è accompagnata da edema di tessuti molli, organi respiratori.

Cosa scatena un'allergia

  • Alberi come ontano, quercia, betulla, pioppo, tiglio e acero danno una reazione all'inizio di aprile e possono "irritare" il corpo fino alla fine di maggio.
  • La reazione alle piante di cereali - segale, orzo, avena e grano, erba piuma, erba di grano - può essere osservata a fine maggio e non recedere fino all'inizio di luglio.
  • Le erbacce - in particolare l'assenzio, la quinoa e l'ambrosia altamente allergenica - si fanno sentire da fine luglio e continuano fino a settembre.

Il polline, con dimensioni fino a 0,04 mm, può facilmente penetrare nel sistema respiratorio e depositarsi sulle mucose, provocando una risposta immunitaria.

Perché compare l'allergia stagionale

Ci sono molte ragioni per sviluppare una reazione al polline delle piante. Tra questi ci sono:

  • eredità;
  • immunità debole;
  • disturbi cronici del tratto respiratorio;
  • un altro tipo di allergia (cibo, droga, prodotto chimico);
  • lavorare in condizioni dannose, prodotti chimici pesanti, produzione industriale;
  • cattiva ecologia
  • trasferito malattie virali e infettive durante la gravidanza;
  • vaccinazione errata o prematura;
  • alimentazione artificiale;
  • disturbi digestivi o malnutrizione.

Il polline, entrando durante la respirazione, rende la nostra immunità resistente e produce anticorpi attivi. Il corpo attacca le cellule estranee (il dito) e lancia istamine nel flusso sanguigno per combatterle, che, di fatto, è la fonte di varie manifestazioni di allergie. Oltre ai sintomi principali, le allergie primaverili possono essere localizzate nella cavità orale e nella laringe, causando spiacevoli pruriti in questi luoghi, che nel linguaggio medico significa "sindrome allergica orale".

Molto spesso, la febbre da fieno è una conseguenza o una reazione crociata in presenza dell'altra allergia di una persona nel corpo, ad esempio il cibo.

Trattamento di allergia

Misure di emergenza

Nel caso in cui sospetti te stesso, o probabilmente sai che la febbre da fieno è iniziata, è importante iniziare immediatamente a prendere antistaminici.

Qualsiasi terapia antiallergica è un fenomeno complesso.

Per eliminare la rinite allergica - gocce di vasocostrittore e antistaminici, spray.

Non ormonali: Afrin, Tizin Allergy, Vibrocil, Xymelin Extra, Allergodil, Nazol, soluzioni saline Aquamaris, Otrivin. Allevia l'edema, aiuta ad eliminare il flusso dal naso, facilita la respirazione. L'effetto degli spray non ormonali dura dalle 4 alle 8 ore. Ma non puoi usarli per più di 7 giorni, poiché possono causare dipendenza, che è difficile da trattare.

Ormonale: Avamis, Nasonex, Tafen Nasal, Momatrino Advance, Flixotide. La nomina di spray contenenti ormoni si verifica in malattie con una forma cronica e quindi, quando gli spray vasocostrittori convenzionali hanno un effetto debole. I farmaci affrontano efficacemente la sinusite, la febbre da fieno, la sinusite, eliminano rapidamente la rinite allergica, aiutano a far fronte alla dipendenza dai farmaci vasocostrittori. Tali gocce non entrano nel flusso sanguigno generale, praticamente non causano effetti collaterali e non hanno un effetto grave sul corpo. È consentito utilizzare un lungo ciclo fino a 30 giorni.

Per eliminare la congiuntivite, Allergodil è adatto anche a bambini di 4 anni, Opatanol - per bambini di 3 anni, Lecrolin - è prescritto a partire da 4 anni. I farmaci vengono instillati due volte al giorno per 1-2 gocce. Cromohexal - consentito da 2 anni, 1 goccia ogni 4 ore. È consentito l'uso di colliri vasocostrittivi e idratanti - vizin, allergia alla vizin, okumetil per eliminare il disagio fisico e il rossore degli occhi.

In alta stagione, oltre al trattamento principale, le restrizioni alimentari dovrebbero essere rispettate:

  • la risposta del corpo al polline degli alberi proibisce noci, bacche e kiwi, pomodori e cetrioli, verdure;
  • durante le allergie alle erbe infestanti, un tabù viene applicato su semi e olio di semi di girasole, meloni e angurie e meloni, zucchine e melanzane non sono desiderabili;
  • la reazione dell'organismo al polline di cereali mette al bando grano, pane e prodotti da forno, farina d'avena, riso, kvas, caffè e bacche di cacao, agrumi;

Prevenzione delle allergie

Il trattamento allergologico, come misura preventiva, viene effettuato nel periodo autunno-inverno quando scompaiono manifestazioni vivide. Questo processo è lungo e può durare da 2 a 5 anni, ma l'unico metodo negli ultimi 100 anni che ha dimostrato la sua alta efficienza. Il metodo si chiama immunoterapia specifica per allergeni. Per ASIT utilizzare soluzioni in cui viene aggiunto un allergene appositamente trattato. Tali farmaci sono chiamati vaccini antiallergici. L'essenza del metodo è che al paziente viene somministrato un vaccino antiallergico in un ordine e una frequenza specifici. Pertanto, si verifica una correzione del sistema immunitario, che alla fine cessa di rispondere a un allergene.

Come ridurre le allergie

  • Fai una doccia due volte al giorno, lavati le mani e il viso più spesso, soprattutto quando torni dalla strada.
  • Al ritorno dalla strada, rimuovere immediatamente gli indumenti, non scuoterli in modo che il polline non si diffonda all'interno.
  • Asciugati i vestiti in bagno. Escludere l'asciugatura di strade e balconi.
  • Prendi un umidificatore. Aiuterà a "inchiodare" polline e particelle di polvere..
  • Fare la pulizia con acqua più spesso.
  • Cerca di non uscire di casa inutilmente durante la stagione calda, perché la concentrazione di polline nell'aria è particolarmente alta nel caldo e nell'aridità.
  • Usa soluzioni a base di sale per sciacquare il naso, in modo da eliminare la mucosa da possibili allergeni.
  • Quando si lavora in un giardino, con piantine, arbusti e aiuole, usare guanti, occhiali protettivi e respiratori.
  • Durante il periodo di possibili esacerbazioni, cambia i soliti cosmetici in una farmacia ipoallergenica.
  • Inizia a prendere antistaminici in anticipo, prima che inizi la fioritura. In genere, questa è la fine di marzo - l'inizio di aprile, quando il terreno è completamente esposto alla neve. Quindi puoi evitare sintomi spiacevoli.

È importante saperlo!

  1. Se ti accorgi di edema, respiro corto, respiro corto, tosse, vomito o nausea costante, debolezza generale, gonfiore che si sviluppa in tutto il corpo, chiama immediatamente un'ambulanza e, mentre viaggia, tu stesso o le persone vicine puoi e devi fornire il primo soccorso:
  2. Se è noto quale allergene ha provocato l'attacco, è importante eliminarlo immediatamente dal campo visivo e dall'area di contatto della vittima.
  3. Se l'orticaria e l'eruzione cutanea sono comparse sul corpo e si stanno attivamente sviluppando, è necessario imbrattare i siti della lesione con pomate e creme antistaminiche speciali: idrocortisone, vantantano - farmaci ormonali corticosteroidi.
  4. Evita di usare cosmetici e creme, poiché potrebbero contenere sostanze che aggraveranno solo un attacco allergico..
  5. Prendi immediatamente qualsiasi antistaminico: Loratadina, Cetirizina, Suprastin, Telfast, Erius, Xizal. Ma se l'edema si è sviluppato rapidamente e molto fortemente, è importante fare un'iniezione intramuscolare (Suprastin, suprastin + prednisolone), spesso un medico di emergenza lo fa già.
  6. Astenersi dal mangiare: con un grave attacco di allergia, qualsiasi prodotto che in precedenza non ha dato alcun sintomo allergico può provocare o esacerbare l'attacco. Con gravi allergie, il corpo soffre di intossicazione, è molto importante assumere sorbenti prima dell'arrivo dei medici. In ospedale sarà un contagocce. A casa, qualsiasi sorbente dovrebbe essere assunto il più presto possibile: Enterosgel, Smectu, Polysorb, carbone attivo.
  7. Con vomito e debolezza generale, è necessario appoggiare il paziente dalla sua parte. È molto importante prendere queste misure prontamente! Ed è meglio assicurarsi che questi farmaci siano nel tuo armadietto dei medicinali a casa! Dopotutto, secondo le statistiche, le allergie si stanno diffondendo sempre più anche tra coloro che non hanno mai sofferto prima. E può apparire a qualsiasi età!
essere sano!

Come salvare un bambino dalla febbre da fieno: il consiglio dell'immunologo

All'inizio di aprile alcuni genitori si trasformano in naturalisti: esaminano i germogli degli alberi con pregiudizio e monitorano il monitoraggio del polline. Queste sono mamme e padri di bambini con la febbre da fieno, che è anche chiamata "allergie stagionali" e "febbre da fieno".

Cosa fare per coloro che non possono scappare con il bambino per due o tre mesi dalla betulla o dall'ambrosia, né chiudersi a casa e andare in uno stato di assedio? Immunologo pediatrico Andrei Prodeus, MD, professore, capo dell'Ospedale universitario per le malattie dei bambini, Università di medicina nazionale russa di ricerca intitolata a N.I. Pirogova in un'intervista esclusiva con "Mail.Ru Kids" ha spiegato come prepararsi adeguatamente per la stagione della fioritura e prevenire l'esacerbazione della febbre da fieno in un bambino.

N. 1 È tempo di trattare i sintomi delle allergie in un bambino

La febbre da fieno può iniziare a qualsiasi età. Nel primo anno di vita - raramente, ma ho avuto tali pazienti. In tenera età, le allergie stagionali si manifestano più spesso con rinite, congiuntivite ed eruzioni cutanee. A seconda dei sintomi, il medico seleziona il trattamento: compresse, unguenti, gocce.

Il trattamento della febbre da fieno può essere mirato sia a ridurre le manifestazioni dei sintomi allergici, sia ad adattare il sistema immunitario mediante immunoterapia specifica per allergeni (per maggiori dettagli, vedere il paragrafo 3). Ma ASIT è raccomandato per i bambini dai 5 anni. Se il bambino è più giovane, solo la prima opzione è adatta a lui.

La febbre da fieno può essere espressa come arrossamento degli occhi e congiuntivite, rinite, orticaria, dermatite, asma bronchiale, edema di Quincke. Se questi sintomi già esistono, il medico prescrive antistaminici o ormoni (non aver paura), che allevia le manifestazioni acute di allergie.

Più giovane è il bambino, minore è l'elenco dei farmaci approvati per il suo trattamento. Una regola importante è seguire sempre il limite di età specificato nelle istruzioni per il medicinale. Ad esempio, se viene indicato che l'unguento è consentito per i bambini dai 3 anni, allora non funzionerà per un bambino di 2 o 1,5 anni.

Numero 2. Per prevenire la pollinosi con un medico

Oltre agli antistaminici o agli ormoni, esiste un altro tipo di stabilizzanti della membrana cellulare-farmaco. Aiutano le cellule con una reazione atipica a funzionare correttamente anche in presenza di un fattore irritante. È vero, questi farmaci devono essere usati in anticipo, 2-3 settimane prima dell'inizio della "stagione" delle allergie. Quindi le esacerbazioni non saranno così pronunciate.

Numero 3. Adatta l'immunità del bambino all'allergene

L'essenza dell'immunoterapia specifica per allergeni è che forniamo lo stesso allergene a cui il bambino reagisce sotto forma di iniezioni, gocce o compresse in modo che il sistema immunitario si adatti alla sua presenza e lo percepisca tollerante, cioè senza una risposta aggressiva.

Tuttavia, se le manifestazioni delle allergie sono gravi, ad esempio reazioni anafilattiche, edema di Quincke, l'ASIT è fuori discussione. Innanzitutto, il bambino deve essere portato in uno stato di remissione stabile.

È necessario essere preparati al fatto che l'immunoterapia specifica per allergeni viene eseguita a lungo. In oltre il 50% dei pazienti, si osservano miglioramenti dopo il primo anno di ASIT. In media, sono necessari tre anni di trattamento regolare per rendere il corpo tollerante all'allergene. Ma il successo si ottiene nel 70% dei casi.

Non è possibile effettuare tale terapia per tutti gli allergeni, la scelta dei farmaci è limitata. Ma anche se hai il farmaco giusto, potrebbe non essere adatto al bambino. Il fatto è che ogni allergia è individuale. Ad esempio, se parliamo della fioritura della betulla, ha diversi tipi di proteine ​​che sono riconosciute dal sistema immunitario e possono provocare una reazione allergica. E qual è il principale nel tuo caso?

Numero 4 Rifiuta le gocce di vasocostrittore

In caso di rinite allergica, è meglio non usare vasocostrittori, anche se sono gocce per bambini e non ci sono contraddizioni per età. Rimuovono per un po 'il sintomo di un naso chiuso, ma non hanno un effetto antiallergico. Il problema è che con l'uso prolungato di vasocostrittori, si sviluppano rinite vasomotoria (naso che cola cronico) e atrofia, che non vengono più trattate in questo modo. Cioè, non dovrebbero essere usati affatto per più di 5-7 giorni. Per le allergie stagionali, questa non è la strada da percorrere. È come dare una persona con polmonite antipiretica nella speranza che si riprenda.

N. 5 Crea un menu ipoallergenico

Fornisci a tuo figlio un menu ipoallergenico almeno per la stagione. Escludere dalla sua dieta alimenti che contengono tali sostanze che provocano reazioni allergiche - precursori di istamina, tiramina e istamina. Sono, ad esempio, in affumicati, formaggi stagionati, formaggio feta, salsicce, salsicce. Tali prodotti aumentano solo i sintomi della febbre da fieno.

Inoltre, la febbre da fieno può essere aggravata da un'allergia al cibo, allergia crociata. Ad esempio, se sei sensibile ai fiori di betulla, il tuo bambino risponderà ad albicocche, mele, noci e ciliegie. Meglio che non glielo dia, ovviamente. Esistono tabelle speciali che indicano gli allergeni incrociati..

N. 6 Chiudi le finestre dell'appartamento, fai una doccia prima di andare a letto

Regole importanti riguardanti lo stile di vita familiare durante la stagione delle allergie:

  • Durante la fioritura, le finestre della casa o dell'appartamento devono essere chiuse. L'aerazione non è raccomandata. Installa un condizionatore d'aria con un filtro speciale per chi soffre di allergie e un umidificatore in camera da letto.
  • Eseguire la pulizia con acqua più spesso, aiuterà anche a liberarsi di polline e polvere.
  • In abiti e scarpe da strada nessuno cammina per l'appartamento, li lasciamo nel corridoio.
  • Se il bambino ha i capelli lunghi, è meglio fare una doccia dopo la strada. E non puoi andare a letto senza doccia, per non dormire tutta la notte con allergeni sul cuscino.

Tutti questi metodi sono importanti da applicare in combinazione. Non è sufficiente prendere solo pillole o striscio con una crema: un bambino allergico deve organizzare il giusto stile di vita. Non è bene rifiutare completamente i farmaci, quindi i genitori ridurranno deliberatamente la qualità della vita del bambino. Queste aree dovrebbero completarsi a vicenda. Quindi i sintomi della febbre da fieno saranno controllati e il bambino sopravviverà alla stagione di fioritura senza esacerbare le allergie..

Allergie stagionali nei bambini

Ogni anno, sempre più bambini soffrono di allergie stagionali. Ciò è dovuto a un sistema immunitario abbassato. Le reazioni allergiche sono la risposta del corpo agli stimoli esterni che sono nell'aria durante una certa stagione, o meglio, dalla primavera all'autunno. Gli allergeni sono polline di piante, varie erbe, arbusti e spore di muffe, che vivono non solo in aree umide, ma anche nell'ambiente in spazi aperti.

Con un costante monitoraggio, gli esperti hanno concluso che il più delle volte si verificano allergie stagionali nei bambini di età compresa tra 1 e 2-3 anni.

Come si sviluppa la malattia nei bambini?

Attenzione! In generale, le reazioni allergiche si verificano nei bambini con una predisposizione genetica alla malattia, specialmente se i genitori soffrono di allergie.

In un momento in cui l'immunità diminuisce (ad esempio, a causa di una malattia passata), una sostanza, ad esempio il polline, che viene percepito dal sistema immunitario come un elemento estraneo pericoloso, può entrare nel corpo del bambino e, in risposta, inizia una reazione protettiva: la produzione di anticorpi.

Inizialmente, una tale reazione si verifica impercettibilmente per il bambino, cioè senza alcun sintomo. Ma dopo un certo periodo, la reazione agli stessi allergeni diventa più aggressiva e il corpo inizia a secernere istamine e altre sostanze specifiche, una quantità eccessiva delle quali si manifesta in sintomi spiacevoli che causano disagio al bambino.

Quadro sintomatico di allergie stagionali

Nei bambini, a causa di allergie stagionali, iniziano a comparire sintomi spiacevoli:

  • starnuti, continuando fino a quando non viene escluso il contatto con una sostanza stimolante;
  • nei passaggi nasali, al palato, nella gola, il bambino avverte un forte prurito, che interferisce con la respirazione completa attraverso il naso;
  • appare la congestione nasale, scarico sotto forma di un liquido chiaro; il naso che cola scompare durante il periodo in cui il bambino è in casa;
  • si sentono bruciore agli occhi, appare lacrimazione, congiuntivite può svilupparsi nei bambini deboli;
  • in alcuni casi, le reazioni allergiche possono assomigliare all'asma bronchiale e manifestarsi con affanno, tosse, fischi durante la respirazione, può iniziare l'asfissia;
  • sono possibili eruzioni cutanee sulla pelle;
  • abbastanza raramente, sono possibili complicazioni allergiche sotto forma di edema di Quincke; chiamare immediatamente un'ambulanza.

Nei bambini piccoli, i genitori spesso confondono i sintomi delle allergie stagionali con il raffreddore. Ciò accade anche a causa dell'attaccamento all'allergia ai sentimenti di letargia, mal di testa, aumento dell'irritabilità (nel più piccolo - pianto), una diminuzione delle qualità uditive e dell'olfatto, un aumento degli indicatori di temperatura del corpo del bambino. Ma con le allergie, non c'è aumento dei linfonodi.

Ragioni per lo sviluppo di reazioni allergiche nei bambini

Dovrebbe essere molto attento alla salute del bambino, soprattutto in presenza di allergie nei membri della famiglia, perché un bambino del genere è a rischio.

I fattori che influenzano lo sviluppo di allergie sono:

  • malfunzionamento del fegato;
  • la presenza di uova di verme nel corpo;
  • disbiosi intestinale;
  • consumo eccessivo di alimenti che possono causare manifestazioni allergiche, come latte, cioccolato, torte, torte, dolci e altri; a causa dell'uso costante di tali prodotti, la mucosa intestinale viene gradualmente danneggiata e aumenta la sensibilità;
  • raffreddori, soprattutto durante l'estate e l'autunno;
  • se l'appartamento non produce frequenti pulizie a umido in presenza di numerosi tappeti e mobili;
  • se gli animali vivono nell'appartamento;
  • la presenza di muffa nella stanza in cui vive il bambino.

Se ci sono diversi fattori predisponenti, questo probabilmente diventerà il meccanismo di innesco quando si incontra un allergene.

Cosa includono le misure diagnostiche??

Quando i sintomi delle allergie stagionali iniziano a manifestarsi nei bambini, prima di tutto, è necessario portare il bambino a una consultazione con uno specialista che, dopo l'esame e l'esame, può confermare o negare la presenza di SARS.

Suggerimento: se il problema non riguarda il raffreddore, dovresti immediatamente andare con il tuo bambino ad un appuntamento con un allergologo.

Inizialmente, lo specialista esaminerà il bambino e condurrà un sondaggio sui genitori, che includerà la ricerca di informazioni sullo sviluppo, le malattie passate del bambino e la presenza di patologie croniche. Successivamente, il medico emetterà un rinvio per i test necessari: sangue, urina, liquido escreto dai passaggi nasali e altri.

Dopo i risultati dell'esame, vengono eseguiti test speciali e un esame del sangue per determinare il tipo di pianta che ha provocato allergie stagionali nei bambini.

Un test cutaneo (test di scarificazione) è una procedura durante la quale vengono praticate piccole incisioni sulla pelle (graffi) e lì viene iniettata una sostanza allergenica. Questo test viene eseguito alla fine delle piante da fiore, cioè dall'inizio della fine dell'autunno alla fine di marzo. La durata della procedura stessa non è superiore a mezz'ora, tuttavia è abbastanza problematica per i bambini di età inferiore ai 5 anni, perché dovresti stare fermo. Pertanto, un test cutaneo non è prescritto per i bambini molto piccoli.

Il più piccolo conduce un esame del sangue per gli anticorpi contro lo stimolo. Questa misura diagnostica è indipendente dalla stagione e dalla stagione di fioritura..

Molto spesso l'intolleranza alimentare è strettamente associata alle reazioni allergiche al polline delle piante.

Quale trattamento viene utilizzato per i bambini contro le allergie stagionali?

Importante! Quando vengono rilevate allergie stagionali nei bambini, è necessario non solo iniziare le misure terapeutiche durante il periodo di fioritura, ma anche molto prima della sua insorgenza con uno scopo preventivo.

Per aiutare efficacemente tuo figlio, è meglio trovare un allergologo esperto che prescriverà un trattamento competente e sarà in grado di dare raccomandazioni sulla prevenzione della malattia.

Il trattamento delle manifestazioni allergiche nei bambini consiste nella nomina di farmaci con un effetto antistaminico, assorbenti, colliri anti-infiammatori, spray nasali e unguenti per eruzioni cutanee.

Importante! Durante l'esacerbazione, è necessario escludere il contatto con gli allergeni al massimo, il bambino dovrebbe essere più spesso al chiuso.

È anche molto importante seguire una dieta, dalla quale è meglio escludere i prodotti delle api, gli agrumi, le banane, le fragole e altri prodotti altamente allergenici. Inoltre, dovresti limitare la quantità di dolci consumati, cibi grassi, fritti e carni affumicate. Per aiutare il corpo del bambino a purificarsi dalle sostanze nocive, il bambino dovrebbe consumare abbastanza acqua purificata (bollita) senza gas.

Misure preventive volte a combattere la malattia

Per migliorare le condizioni del bambino, non solo durante l'insorgenza di allergie stagionali, è necessario eseguire quotidianamente la pulizia a umido nell'appartamento (spolverare i mobili, strofinare il pavimento), ma anche liberarsi di tappeti e peluche se ce ne sono troppi in casa. Un buon umidificatore sarà un umidificatore che mantiene l'umidità necessaria. In questo modo sarà più facile per il bambino respirare.

Inoltre, il cibo dietetico dovrebbe essere costantemente presente nella dieta del bambino, il che significa che è meglio escludere i prodotti allergici.

Un argomento così comune come le allergie stagionali nei bambini preoccupa molti genitori, quindi per ulteriori informazioni, ti consigliamo di guardare un video con il Dr. Komarovsky, che ti parlerà della soluzione a questo problema in modo abbastanza accurato..