Dopo la nascita, l'acne e un'eruzione cutanea sul viso: cause di acne sul mento e trattamento

Analisi

Secondo le statistiche, 7 madri su 10 affrontano un problema così spiacevole come l'acne dopo il parto. Le eruzioni cutanee appaiono più spesso sul viso, ma spesso una donna scopre che la pelle dell'addome, delle gambe e dei glutei è coperta da un'eruzione cutanea. Perché sta succedendo? Come organizzare la cura della pelle dopo il parto in modo che non fuoriesca? Come trattare e prevenire l'acne nel periodo postpartum?

Perché appare un'eruzione cutanea sul mio viso dopo il parto??

Spesso la causa della comparsa di eruzioni cutanee nel periodo postpartum è un salto nel livello degli ormoni nel corpo. Durante la gravidanza, il progesterone è stato prodotto attivamente e quando il bambino è nato, questo ormone diventa molto meno. Di conseguenza - anomalie nelle ghiandole sebacee, pelle secca, macchie di età. Inoltre, l'acne postpartum può essere causata da uno dei seguenti motivi:

  • dopo il parto, la mamma trascura la cura della pelle;
  • allergia dovuta alla malnutrizione (può verificarsi se una donna ama troppo la farina e i dolci);
  • riduzione della microcircolazione del sangue dovuta al fatto che la mamma si muove poco e raramente cammina per strada;
  • sudorazione eccessiva (di solito dovuta a un aumento di peso significativo dopo il parto).

Cause di acne sul mento

L'area della pelle su cui è localizzata la maggior parte dell'acne può aiutare a determinare la causa del loro aspetto. Se l'eruzione cutanea appare principalmente sul mento, molto probabilmente lo squilibrio ormonale ha causato il problema. Se l'acne si diffonde su tutto il viso, la causa potrebbe non essere gli ormoni, ma la disbiosi. Nel normale corso dei processi di recupero nel corpo, la pelle tornerà alla normalità dopo un paio di mesi.

Come prendersi cura della pelle dopo il parto?

Come trattare?

Di solito le eruzioni postpartum scompaiono dopo la normalizzazione dello sfondo ormonale. Il ripristino del ciclo mestruale ti dirà che il corpo è tornato alla norma prenatale. Fino a questo punto, ricorrere ai farmaci senza consultare un medico non è solo inutile, ma anche pericoloso. Se le mestruazioni sono tornate, ma l'acne è rimasta, è tempo di iniziare il trattamento.

Terapia farmacologica

Durante l'allattamento, l'uso di qualsiasi farmaco deve essere trattato con estrema cautela e, se possibile, rimandare il trattamento fino alla fine del periodo di allattamento. Le creme con tetraciclina o eritromicina mostrano un'elevata efficacia. Inoltre, l'aiuto per far fronte ai problemi della pelle aiuterà:

  • argilla cosmetica;
  • unguento allo zinco;
  • Tsindol significa;
  • alcool salicilico.

Ricette popolari

La medicina tradizionale, progettata per combattere l'acne nel periodo postpartum, è preferita da molte madri, considerandole più sicure delle medicine. Tuttavia, prima di applicare ricette alternative, è meglio consultare un medico, soprattutto se la madre o il bambino sono inclini alle allergie. Rimedi domestici popolari:

  • L'infuso è celidonia. 3 cucchiai di celidonia essiccata vengono versati con un bicchiere di acqua bollente e insistono per 50-60 minuti. Nell'infuso finito, un batuffolo di cotone viene inumidito e i brufoli vengono accuratamente trattati.
  • Olio dell'albero del tè e aloe. Questa miscela può essere applicata sulla pelle come una maschera un quarto d'ora prima di dormire una notte..
  • Comprime da aloe. 3-4 foglie della pianta dovrebbero essere tagliate e messe nel frigorifero (ma non nel congelatore), lasciate per 7 giorni. Quindi tagliare le foglie in un tritacarne o tagliarle con un coltello, quindi frantumare a malapena nel mortaio. Il succo si forma nel mortaio - deve essere immerso in una garza e applicato su aree problematiche della pelle. Lasciare agire per 20 minuti. Dopodiché, senza lavare, applicare la sospensione residua sui brufoli, lasciare per altri 20 minuti. Ora puoi lavarti con acqua fresca e pulita. La procedura viene ripetuta 5 giorni consecutivi.

Igiene e nutrizione adeguate

Una corretta alimentazione deve includere vitamine. Se la stagione o la dieta di una madre che allatta non ti consente di ottenere tutte le sostanze necessarie dal cibo, puoi chiedere al tuo medico di raccomandare un complesso vitaminico e minerale in farmacia. Carni magre, cereali, verdure verdi, bevande alla frutta, composte e probiotici ti aiuteranno a sentirti bene e ad apparire attraente.

L'igiene è un must. È meglio rifiutare scrub duro. Saranno sostituiti da peeling dal sale marino (sempre senza profumi) o da Ercole. Eventuali prodotti cosmetici e di igiene con odori pungenti devono essere eliminati. Puoi usare solo cosmetici naturali e sicuramente lavarli via di notte. Se l'acne appare ancora, non puoi spremerli.

Misure preventive

Le cause della comparsa di eruzioni cutanee dopo il parto per ogni donna saranno individuali. L'eruzione cutanea è lungi dall'essere sempre il risultato dell'azione di un singolo fattore. Più spesso, i problemi della pelle sono causati da una serie di ragioni: di conseguenza, i brufoli sono osservati su tutto il viso.

Per prevenire l'insorgenza di acne nel periodo postpartum, nella maggior parte dei casi è sufficiente che le donne seguano un semplice consiglio: pensa un po 'a te stesso e non dissolversi completamente nella cura del bambino. Una buona alimentazione, passeggiate regolari, almeno 5 minuti di cura del viso ogni giorno e un buon sonno aiuteranno a mantenere la pelle sana e il buon umore..

Acne nelle donne dopo il parto e durante l'allattamento

La gioia della maternità è una felicità vera e genuina per ogni donna. Durante la gravidanza, la futura mamma non vede l'ora della nascita del suo bambino. Tuttavia, con la comparsa di briciole alla luce della madre, possono verificarsi molti problemi, come il deterioramento della pelle, dei capelli e delle unghie, nonché l'acne. Perché l'acne si verifica dopo il parto e come trattarli, ogni donna dovrebbe sapere.

Cause di acne

La causa principale dell'acne sul viso dopo il parto è un cambiamento nei livelli ormonali. Durante la gestazione, il corpo della madre produce una grande quantità di progesterone ormonale. Dopo il parto, la produzione dell'ormone responsabile di buone condizioni della pelle è ridotta e una donna può avere sintomi spiacevoli come acne, desquamazione, scarsa carnagione.

La comparsa di acne nelle prime settimane del periodo postpartum è considerata normale, in seguito, quando il corpo viene completamente ricostruito, l'acne passerà gradualmente da sola. Tuttavia, non tutto va così bene..

Perché l'acne non scompare

Le eruzioni cutanee dopo il parto sul viso possono disturbare una donna a lungo. Se le eruzioni cutanee non diminuiscono, è necessario prestare attenzione ai seguenti punti:

  1. Nutrizione. Spesso, i problemi della pelle dopo il parto derivano da un'alimentazione scorretta e sbilanciata. Se i brufoli sul viso non scompaiono nei primi mesi dopo la nascita del bambino, è necessario regolare la dieta. Escludere cibi dolci e amidacei, molto spesso questo è sufficiente per migliorare le condizioni della pelle.
  2. Stile di vita passivo. Affinché la pelle sia liscia ed elastica, deve respirare. L'ossigeno penetra nelle cellule della pelle durante l'esercizio e cammina all'aria aperta..
  3. Mancanza di igiene adeguata. Molte donne, dopo aver dato alla luce un bambino, smettono di prendersi cura del proprio viso. Questo può essere compreso, perché il bambino impiega troppo tempo e fatica, ma ogni donna deve prendersi cura di se stessa, qualunque cosa accada.

Cause mediche di acne

Gli esperti raccomandano di consultare un medico se, dopo il ripristino del ciclo mestruale, l'acne continua ad apparire con costanza invidiabile. Il motivo del loro aspetto può risiedere in una violazione del background ormonale o nella disbiosi.

Prima di tutto, devi visitare un dermatologo. Dopo l'esame, darà la direzione ai test necessari, i cui risultati ti daranno un trattamento adeguato.

Come curare l'acne a casa

Considerando il fatto che le madri che allattano non dovrebbero usare prodotti cosmetici per la cura della pelle, sorge la domanda su come trattare l'acne durante l'allattamento. Un'eccellente opzione di trattamento per la pelle del viso può essere l'uso di erbe. A proposito, queste ricette sono adatte non solo alle madri che allattano, ma anche a tutte le donne che vogliono apparire giovani e belle senza l'uso di sostanze chimiche.

La medicina naturale più comune e conveniente è il brodo di camomilla.

L'uso di questo decotto ridona alla pelle un aspetto sano e aiuta a ripristinare i processi metabolici negli strati profondi dell'epidermide. La camomilla può anche essere usata per trattare i capelli..

Applicazione

Un decotto di farmacia di camomilla deve sciacquare il viso dopo il lavaggio. Puoi usare il brodo fino a 5-6 volte al giorno. Puoi anche fare lozioni e impacchi con un decotto di questa erba magica. Dalla sospensione che rimane dopo la preparazione, puoi creare maschere sul viso. Il brodo di camomilla è un agente curativo universale, può essere utilizzato esternamente e internamente. In generale, ogni madre dovrebbe avere una camomilla nel suo gabinetto di medicina di casa, può essere utilizzata nel trattamento di varie malattie, sia nella madre che nel bambino.

Inoltre, come lavaggio puoi usare i seguenti strumenti: brodo di menta, infuso di spago, brodo di salvia, tè di iperico, ecc..

Dai prodotti farmaceutici, puoi usare l'unguento allo zinco per curare l'acne e un oratore speciale, che viene venduto in farmacia con la sua base di produzione.

Prevenzione dell'acne

Al fine di evitare la comparsa di eruzioni cutanee dolorose sul viso e sul corpo dopo il parto, è necessario osservare diverse semplici regole:

  1. Includi una grande quantità di verdure, frutta ed erbe nella tua dieta. Sono questi prodotti che contribuiscono al corretto metabolismo, che influenza favorevolmente le condizioni della pelle.
  2. Evitare l'uso di cosmetici. Una giovane madre è bella con la bellezza naturale, non appesantisce la pelle con cosmetici decorativi e noterai come il tuo viso è migliorato.
  3. Scopri come prenderti cura del tuo viso. Quando si sbuccia e si rassoda, idrata la pelle con ingredienti naturali, come una maschera di cetriolo. Con un alto contenuto di grassi, risciacqua il viso con decotti di erbe.
  4. Rifiuta peeling e scrub. Il danno meccanico allo strato superiore della pelle nel periodo postpartum può portare all'acne e all'infezione della pelle.

Naturalmente, ogni donna è individuale e ognuno ha le proprie ragioni per la comparsa di brufoli. Tuttavia, seguendo queste semplici regole, puoi migliorare significativamente le condizioni della pelle del tuo viso. Ricorda che camminare all'aria aperta ti darà una carnagione sana e componenti naturali ti salveranno da molti problemi con la pelle. Ma soprattutto, sorridi più spesso a te stesso e al tuo bambino, perché il sorriso di una giovane madre è la cosa più bella che la natura abbia creato.

Segreti per affrontare l'acne dopo il parto

Durante la gravidanza, le donne sono più spesso soddisfatte delle loro condizioni della pelle. Le donne incinte notano che è diventata vellutata, liscia ed elastica. Tuttavia, dopo il parto, per molti, la pelle perde il suo aspetto fiorito: compaiono acne, acne e pustole.

In questo articolo, esamineremo le cause del deterioramento della pelle. E anche definire i passaggi principali per mantenere la sua salute.

Pelle pulita e sana - sappiamo, sappiamo come, pratichiamo

Come appare l'acne

La pelle è l'organo più grande del corpo umano. Oltre alle funzioni protettive, respiratorie e termoregolatorie, funziona come un sistema escretore. Se i principali sistemi escretori (intestino e reni) per qualche motivo non riescono a far fronte al lavoro, il derma è incluso nel processo di pulizia del corpo.

La natura prevede che i pori della pelle si aprano e si chiudano regolarmente. Quindi tutti i prodotti vitali del corpo andrebbero tranquillamente fuori. Tuttavia, a causa del fatto che le persone raramente si espongono a temperature estreme, la pelle svolge la sua funzione pigramente e con riluttanza. Di conseguenza, le tossine, bloccate nei pori prive di tono, provocano infiammazione. E le tossine che possono danneggiare i tessuti portano a irritazioni ed eruzioni cutanee..

Cause di acne

La gravidanza, il parto e l'allattamento cambiano non solo il corpo della donna, ma anche i processi interni nel corpo. I sistemi digestivi, cardiovascolari e ormonali ricostruiscono il loro lavoro.

Sullo sfondo dei cambiamenti in atto sul corpo e sul viso, compaiono acne, pustole, acne ed eruzione cutanea. Inoltre, le donne spesso notano che la pelle dopo il parto è diventata secca e desquamata.

In che modo il parto influisce sullo stato dell'epidermide:

  1. Cambiamenti ormonali
    Durante la gravidanza, il corpo della donna aumenta il livello dell'ormone progesterone. Mantiene pelle, unghie e capelli in buone condizioni. Dopo la nascita del bambino, il livello di progesterone e altri ormoni femminili (estrogeni) diminuisce. Ciò porta ad un aumento delle ghiandole sebacee e dei pori ostruiti..
  1. Cambiamenti nel tratto digestivo
    Nelle ultime settimane di gravidanza e nel periodo postpartum, le donne incontrano spesso difficoltà nell'uso del bagno. In poche parole, la costipazione è un evento normale tra le giovani madri. Ciò è spiegato dal fatto che il feto in crescita schiaccia l'intestino. La peristalsi rallenta. I rifiuti dell'attività vitale del corpo sono ritardati nell'intestino, si trasformano in muco. In tale situazione, il derma assume la funzione di eliminare le tossine e le tossine..

La comparsa di acne nei primi giorni dopo la nascita in un contesto di cambiamenti nel background ormonale è un fenomeno normale. Un tale deterioramento delle condizioni della pelle è temporaneo e passerà in 2-3 settimane. Ma se ignori il lavoro dell'intestino, è improbabile che il problema venga risolto da solo.

Come sbarazzarsi di acne dopo il parto

Nella lotta contro l'acne e l'acne, è importante agire in tre modi:

  1. Segui sane abitudini alimentari che promuovono una buona funzione intestinale.
  2. Detergere accuratamente la pelle.
  3. Organizza una corretta cura della pelle del viso.

Non possiamo far fronte alla causa ormonale del deterioramento della pelle. In questa materia abbiamo fiducia nella natura.

Costruisci la funzione intestinale

L'aspetto della pelle umana riflette pienamente lo stato del suo intestino. Se gli intestini sono attivi, regolarmente svuotati, la pelle non ha bisogno di essere coinvolta nel lavoro di rimozione delle tossine dal corpo. Se, a causa della nutrizione inquinante, una grande quantità di muco infetto si è accumulata nell'intestino e funziona lentamente, tutto esce attraverso i pori. È necessario ottenere uno sgabello quotidiano regolare e aderire ai principi di una corretta alimentazione.

Cosa migliora la funzione intestinale:

  • Mangia più fibre grossolane delle verdure crude. Sono verdure crude come un pennello, puliscono la parete intestinale e stimolano la peristalsi. Devi mangiare tutto ciò che ti scricchiola sui denti: carote, cavoli, sedano, tutti i tipi di verdure, raccolti di radici.
  • Gli oli vegetali aiutano a pulire l'intestino e stimolano la peristalsi. Non bere olio in un cucchiaio ogni mattina. Ma aggiungere l'insalata con il succo di limone è una buona abitudine.
  • Sposta di più. La motilità intestinale dipende dall'attività motoria di una persona. Fai una passeggiata all'aria aperta, scegli uno sport adatto a te stesso, se è trascorso abbastanza tempo dopo il parto.
  • Limitare l'uso di alimenti che acidificano il corpo e contribuiscono alla formazione di muco. Si tratta di prodotti da forno e pasticceria, zucchero raffinato, pasta, patate, carne e pesce lavorati, carni affumicate.
  • La base di una dieta sana dovrebbe essere: verdure fresche, erbe, frutta, cereali integrali, frutta secca, miele. In quantità moderate: carne e pesce freschi, latticini.

Pulizia di qualità

La pulizia della pelle del viso e del corpo è essenziale per mantenere la sua bellezza. Uno strato invisibile di sporco si forma quotidianamente sulla superficie del derma. Si tratta dell'inquinamento dell'ambiente esterno e dei prodotti derivati ​​dalle ghiandole sebacee e sudoripare dall'interno. Se i pori sono intasati, i prodotti di decadimento verso l'esterno sono difficili. Il muco infetto provoca infiammazione e compaiono pustole.

Garantire pori puliti: questo è il compito principale

  1. È necessario rimuovere regolarmente lo strato cheratinizzato di cellule dalla superficie della pelle. Questo può essere fatto con uno scrub o una spazzola per massaggi con setole morbide. La procedura deve essere eseguita 1-2 volte a settimana.
  2. Lavare con latte detergente o schiuma 2 volte al giorno: mattina e sera. La sera, laviamo via dal viso l'inquinamento che si è depositato sulla pelle durante il giorno. Di notte, il corpo è impegnato nell'autopulizia, la pelle attraverso i pori rimuove i prodotti di decomposizione. Al mattino, il lavaggio con latte ti consente di lavare via uno strato di sporco rilasciato dalla superficie della pelle.
  3. Bagno e sauna puliscono la pelle nel modo migliore. I pori si aprono, con intensa sudorazione, le tossine e le tossine vengono rimosse dal corpo..

Cura adeguata

Ora è molto popolare utilizzare una linea di prodotti per la cura della pelle. Di solito includono un intero set di cosmetici, costituito da diverse fasi di cura. In effetti, la condizione della pelle dipende molto più dall'igiene interna del corpo. Ma praticamente nessuna crema o siero è in grado di penetrare nel derma.

Esiste un'unica regola rilevante per la cura della pelle: ciò che applichiamo al viso dovrebbe essere il più naturale possibile. Se non sei pronto a mangiare ciò che intendi applicare sulla pelle, è meglio non usare questo strumento. C'è del vero in questo scherzo. In effetti, molti prodotti cosmetici contengono sostanze dell'industria petrolchimica. E la pelle mangia tutto.

Nella cura della pelle del viso, tali raccomandazioni saranno rilevanti:

  1. Rifiuta di usare la crema da notte. Di notte, la pelle deterge. Quindi non lasciarla interferire con questa purificazione.
  2. Utilizzare oli cosmetici a base di erbe, se necessario. Secchezza e desquamazione della pelle possono indicare che il corpo non è abbastanza grasso. Se la pelle assorbe l'olio cosmetico per 15-20 minuti, è necessario idratarlo con olio.
  3. Prova a strofinarti il ​​viso con un pezzo di ghiaccio. Questa procedura tonifica bene la pelle, fa lavorare i pori per espandersi e restringersi. Se congeli un decotto di erbe in un cubetto di ghiaccio, questa procedura avrà un effetto antinfiammatorio e idratante.

Lo stato in cui il nostro intestino e il sistema digestivo nel suo complesso si riflettono direttamente sul viso. Intestino pulito, sano - pelle pulita e sana.

Cause della comparsa di orticaria dopo il parto in una madre che allatta e il trattamento con l'allattamento

Questo articolo ti aiuterà a capire cos'è l'orticaria, le cause della sua insorgenza nelle donne che hanno partorito e come liberarsene correttamente..

Quasi il 20% della popolazione del pianeta porta orticaria almeno 1 volta nella vita e uno su tre che partorisce deve affrontare questo problema..

Orticaria dopo il parto, cause

Il meccanismo immunitario dell'allergia

Durante la gravidanza e dopo il parto, si verifica una ristrutturazione ormonale globale nel corpo della donna, che è caratterizzata da periodicità.

L'ormone progesterone, che provoca una reazione allergica, viene prodotto in dosi elevate..

Inoltre, per l'equilibrio, il corpo produce cortisolo, che sopprime l'orticaria..

Inoltre, l'elevata dipendenza emotiva della madre appena coniata dal neonato costringe costantemente il corpo a produrre adrenalina e noradrenalina.

Meccanismo non immune

Le cause dell'orticaria dopo il parto di origine non immune sono il rilascio di istamina dai mastociti a seguito dell'interazione dell'antigene con le IgE.

Canali di ingresso di questa immunoglobulina:

  • prodotti alimentari (noci, frutti di bosco, frutti di mare, uova, dolci);
  • additivi alimentari (coloranti e conservanti);
  • farmaci (immunoglobuline anti-Rhesus e ossitocina, antibiotici);
  • infezioni (virus, funghi);
  • prodotti chimici domestici (polveri, shampoo, lattice);
  • allergeni dell'aria (polvere, polline);
  • Malattie autoimmuni;
  • fattori fisici (freddo, acqua, raggi solari);
  • Morsi di imenotteri;
  • malattie parassitarie;
  • eredità.

Sintomi

Il principale segno di orticaria dopo il parto è la comparsa di eruzioni cutanee di rosso o rosa pallido, che sporgono sopra la pelle con contorni chiari.

A causa dell'edema dello strato papillare del derma e dell'irritazione delle terminazioni nervose, appare un forte prurito, che si intensifica la sera.

La maggior parte delle eruzioni cutanee passa entro sei settimane - forma acuta.

Nelle allergie croniche, i sintomi non scompaiono per molto tempo..

Come riconoscerlo?

Molte malattie infettive hanno sintomi simili all'orticaria, quindi è importante fare una diagnosi per confermare la diagnosi. Per fare ciò, puoi contattare un terapista o un immunologo-allergologo.

Metodi clinici:

  1. Eruzioni cutanee senza scarico con contorni chiari, appaiono all'improvviso, scompaiono senza lasciare traccia.
  2. Prurito costante, peggio ancora la sera.
  3. La presenza di onere ereditario.

Metodi di laboratorio:

  • analisi del sangue generale (con orticaria, aumento degli eosinofili, mentre ESR e globuli bianchi dovrebbero rientrare nei limiti normali);
  • analisi generale delle urine;
  • Test allergologico (per rilevare immunoglobuline specifiche);
  • test provocatori (determinare la presenza di un'allergia a fattori fisici);
  • screening per parassiti;
  • analisi biochimiche;
  • esame della tiroide.

Trattamento dell'orticaria in una madre che allatta

Durante l'allattamento al seno, la probabilità che un farmaco entri nel latte materno è molto alta, quindi, se non si desidera danneggiare il neonato, l'uso di farmaci senza consultare un medico non è consigliabile.

Non può essere usato in combinazione con l'allattamento al seno:

  • farmaci ormonali;
  • antistaminici di vecchia generazione;
  • alcuni tipi di fito medicinali.

Se è necessario utilizzare questi farmaci, è necessario interrompere l'allattamento.

Fasi del trattamento complesso:

  1. Identificare ed escludere la causa delle allergie.
  2. Elimina la sensazione di prurito ed eruzione cutanea.
  3. Detergi il corpo di un allergene.
  4. Prevenzione dell'orticaria.

Basta trovare ed eliminare la causa dell'allergia, poiché i sintomi scompaiono da soli. Tuttavia, è spesso difficile determinare l'allergene, quindi i sintomi devono essere interrotti.

Cosa fare per alleviare il prurito?

Misure che possono essere adottate per alleviare o ridurre il prurito:

  1. Con le singole eruzioni cutanee, puoi usare creme e unguenti. Per le forme lievi, usiamo unguenti non ormonali. In assenza di effetto, utilizziamo agenti ormonali.
  2. Quando si spargono tutte le parti del corpo, può essere d'aiuto un bagno con farina d'avena aggiunta.
  3. Doccia ad acqua fredda.
  4. Lozioni dall'infusione di camomilla, sambuco, pidocchi di legno.
  5. Antistaminici all'interno.

Antistaminici

1a generazione

I bloccanti dell'istamina (tavegil, difenidramina, suprastin) agiscono rapidamente, entro un'ora, ma per un breve periodo.

Passa attraverso il BBB e quindi ha effetti collaterali sul sistema nervoso centrale, causando sonnolenza e letargia.

2a generazione

L'azione raggiunge un massimo dopo 8-12 ore, agisce 24 ore, non passa attraverso il BBB, non provoca sonnolenza (fenolo, loratadina, ebastina).

3a generazione

I più moderni bloccanti dell'istamina (telfast, erius, zirtec), agiscono rapidamente, agiscono a lungo.

È sufficiente assumere una compressa al giorno..

Non passare attraverso il BBB, avere un numero minimo di controindicazioni ed effetti collaterali.

Rimedi omeopatici

Il trattamento dell'orticaria durante l'allattamento comporta spesso l'uso di medicinali omeopatici. L'effetto terapeutico dei rimedi omeopatici si basa sul principio - come viene trattato come.

L'allergene viene introdotto in proporzioni molto piccole per sensibilizzare il corpo..

Di conseguenza, il sistema immunitario viene attivato nel corpo e esiste una cura completa per le allergie. Esistono anche numerosi farmaci che non sono controindicati durante l'allattamento, ma consultare uno specialista prima dell'uso.

Rimedi popolari

Un buon effetto può essere ottenuto dall'uso di erbe:

  • bagni con un decotto di camomilla, spago, corteccia di quercia;
  • lozioni con cetriolo o succo di aloe;
  • infuso di ortica o camomilla all'interno.

Prima di usare le erbe, non dimenticare di condurre un test allergologico per chiarire l'assenza di allergie su di esse e leggere le istruzioni per gli effetti collaterali.

Farmaci per rimuovere l'allergene dal corpo

Per pulire rapidamente l'intestino, è possibile utilizzare adsorbenti e polisorb, che si legano agli allergeni ed espellono dal corpo. Sono completamente sicuri e non hanno effetti collaterali..

Nutrizione per l'orticaria

L'obiettivo principale è:

  • escludere tutti i prodotti che possono causare allergie (verdure e frutta rosse, noci, pollo, uova, latte, affumicati, dolci);
  • normalizzare la normale microflora intestinale (prodotti a base di latte fermentato);
  • bere molta acqua.

Esiste il rischio di trasmissione al bambino?

L'orticaria in una madre che allatta non è pericolosa per il bambino. Un effetto negativo sul bambino può avere solo farmaci che sono passati nel latte materno.

Non interrompere l'allattamento al seno quando appare l'orticaria, è meglio consultare un medico esperto che sceglierà sempre il trattamento efficace per te senza danneggiare il bambino.

Perché l'acne si verifica dopo il parto? Trattamenti cutanei per l'allattamento al seno

Sullo sfondo della gravidanza, il corpo della donna sta subendo molti cambiamenti. Tali manifestazioni possono rimanere per diverse settimane dopo la nascita, il che causa alcuni inconvenienti. In particolare, questi includono eruzioni cutanee..

Le ragioni

Ci sono molti fattori che influenzano la formazione di acne sulla pelle dopo il parto..

I più comuni tra loro sono i seguenti:

  • Cambiamenti nello sfondo ormonale. Durante la gravidanza, una donna produce progesterone in grandi quantità. Questo ormone non solo aiuta a mantenere la gravidanza, ma stimola anche la secrezione delle ghiandole sebacee, che è la ragione per la comparsa di eruzioni cutanee sulla pelle.
  • Violazione delle regole di igiene personale. Una scarsa pulizia della pelle comporta l'accumulo di grasso e particelle di sporco sulla loro superficie, provocando un'eruzione cutanea.

Stabilire immediatamente la vera causa dell'acne dopo il parto è abbastanza difficile, ma è quasi impossibile farlo da soli. I dermatologi saranno in grado di aiutarlo a capirlo..

Perché sono apparsi?

Come accennato in precedenza, ci possono essere molte cause di acne sul corpo. Per capire quale di essi è più probabile in un caso particolare, è necessario disporre di informazioni sulle caratteristiche strutturali e sul funzionamento di ogni singola parte del corpo.

Soffermiamoci più in dettaglio sui luoghi più popolari per la localizzazione dell'acne che si verifica nelle donne dopo il parto.

Sullo stomaco

L'acne in questa parte del corpo è abbastanza rara, a causa del piccolo numero di ghiandole sebacee..

Principalmente, le eruzioni cutanee sono associate all'uso di indumenti stretti o ad una maggiore concentrazione di glucosio nel sangue.

Sul viso

Un'eruzione cutanea rossa e dolorosa si verifica spesso nella zona frontale, sul naso e sul mento. Ciò è dovuto al fatto che queste aree contengono un gran numero di ghiandole sebacee. Con un aumento della loro attività, si verificano intasamenti dei pori e di conseguenza si forma l'acne..

Sul retro

La comparsa di eruzioni cutanee in questa parte del corpo è più associata a uno stile di vita improprio. È stato notato che l'acne si verifica nelle donne che mangiano sbilanciate, non aderiscono alle regole di igiene personale.

Inoltre, le eruzioni cutanee sulla schiena possono essere causate da squilibri ormonali o problemi metabolici.

Sul corpo

Oltre ai siti di cui sopra, l'acne può apparire sugli arti. Sulle braccia e sulle gambe, si formano per gli stessi motivi che sono già stati elencati..

Tuttavia, in misura maggiore la loro presenza è associata all'indossare indumenti scomodi e attillati realizzati con materiali sintetici.

Se il corpo è coperto di eruzioni cutanee che persistono a lungo, è necessario consultare un medico da uno specialista. Il medico prescriverà un esame dettagliato per la rilevazione di infezione da stafilococco o disturbi della ghiandola tiroidea.

Le eruzioni cutanee sono pericolose?

L'acne sul corpo nelle donne che si verifica dopo il parto è spesso un'eruzione cutanea innocua provocata da cambiamenti ormonali. Provocano solo una sensazione di disagio estetico e dopo un certo tempo scompaiono senza lasciare traccia.

Tuttavia, se l'acne si verifica su un'area infiammata della pelle, accompagnata da prurito e secrezione abbondante di pus, non dovresti ritardare a consultare un medico.

Passeranno??

Questo problema preoccupa spesso le donne. Come accennato in precedenza, se le eruzioni cutanee apparivano sullo sfondo dello squilibrio ormonale o di qualsiasi altro fattore facilmente correggibile, dopo un po 'spariranno.

Il processo di recupero può essere lungo se l'insorgenza di acne è stata influenzata dalla presenza di gravi violazioni nel lavoro degli organi interni. In tali situazioni, non è possibile rinunciare a un trattamento specializzato..

Come sbarazzarsi di un'eruzione cutanea?

La terapia deve essere avviata immediatamente, immediatamente dopo la comparsa delle prime eruzioni cutanee. La durata e l'efficacia del trattamento dipenderanno dalla tempestività del trattamento..

Nel periodo successivo al parto, è vietato assumere molti farmaci a causa della loro capacità di essere assorbiti nel latte materno e influenzare lo sviluppo del bambino.

Il meno sicuro in questo caso significa per uso esterno. Inoltre, le donne che allattano danno la principale preferenza ai metodi di medicina alternativa..

È severamente vietato spremere l'acne, poiché questo è irto della loro ulteriore diffusione in aree sane della pelle.

Rimedi di erbe per HS

I componenti vegetali naturali sono privi di profumi, conservanti e altri componenti dannosi, che consente loro di essere attivamente utilizzati per curare l'acne nelle donne in allattamento.

L'elenco delle erbe popolari include:

Sulla base di questi, puoi preparare decotti terapeutici, impacchi, lozioni detergenti, maschere antinfiammatorie (dall'argilla verde o bianca). Ad esempio, la tintura di calendula o celidonia può cancellare le aree problematiche della pelle. Scrub di farina d'avena, i fondi di caffè hanno un buon effetto..

I prodotti esfolianti devono avere una struttura morbida per non danneggiare la pelle e non migliorare il processo infiammatorio.

Allevia significativamente la condizione e migliora l'aspetto della pelle facendo il bagno con l'aggiunta di un decotto di camomilla, erba di San Giovanni, aghi di pino e una corda. La procedura viene preferibilmente eseguita ogni giorno per una settimana, nella durata dovrebbe durare almeno mezz'ora.

Preparati farmaceutici

L'elenco di medicinali accettabili usati contro l'acne nelle donne durante l'allattamento non è così ampio.

I farmaci più sicuri che i dermatologi prescrivono più spesso per questo gruppo di pazienti sono:

Se la composizione del farmaco comprende componenti antibatterici, ormonali o perossido di benzene, è severamente vietato utilizzarlo da soli, senza prima consultare uno specialista.

Non dimenticare che, indipendentemente dal fatto che si tratti di un farmaco locale (crema o unguento) o sistemico (compresse), passa comunque nel latte materno. Pertanto, se non riesci ancora a fare a meno dell'uso di ormoni, dovresti trasferire il bambino all'alimentazione artificiale.

Prevenzione

È necessario adottare misure per prevenire l'insorgenza di acne dopo il parto durante la gravidanza. Questo è importante, perché è durante questo periodo che il corpo inizia a ricostruire e necessita di cure più accurate..

Le principali misure preventive sono:

Un altro punto significativo nella prevenzione delle eruzioni cutanee è l'osservanza di una dieta sana.

Questo dovrebbe essere discusso in modo più dettagliato..

Dieta

La dieta postpartum di una donna dovrebbe consistere principalmente di cereali, verdure verdi, carni magre.

L'elenco dei prodotti che dovrebbero essere completamente abbandonati comprende cioccolato e prodotti da forno dolci, agrumi. Gli esperti raccomandano di mangiare il minor numero di cibi acidi e piccanti possibile..

Un'altra importante sfumatura: il cibo dovrebbe contenere vitamine e minerali. Se non possono essere consumati naturalmente in quantità sufficienti, sono consentiti complessi vitaminico-minerali. Dovrebbero essere selezionati con cura, tenendo conto delle caratteristiche del corpo femminile nel periodo postpartum. Questo compito è affidato al meglio a uno specialista, ad esempio un ginecologo.

gua e acne: cosa fare? non più forza!

Principalmente mangio dopo un bambino: gy:

In generale, circa:
Colazione: un burro con burro e formaggio (o yogurt con muesli), tè nero con miele
Pranzo: dopo il bambino mangio verdure e carne, zuppa, ecc..
Cena porridge Heinz: gy:

a volte mangio ogni sorta di immondizia come costolette di maiale affumicate, ma è così raro.

da marmellata di ribes o cioccolato fondente.

Ovviamente tutto è con variazioni, ma qualcosa del genere.

abbiamo sempre mangiato e molto più di adesso. mai successo prima.

il bambino ha quasi un anno. prima che ci fosse.

il problema non è che è a causa della gua, ma come essere trattati e come su gua.

abbiamo sempre mangiato e molto più di adesso. mai successo prima.

Allergia al bambino

L'allergia infantile sul viso è un evento comune che le giovani madri incontrano durante l'allattamento (HB). Nel tempo, può diffondersi in tutto il corpo e causare disagio o dolore al bambino.

Perché un neonato ha un'allergia sul viso e cosa farne - considereremo nel nostro articolo.

Che cos'è un'allergia?

Un'eruzione allergica è un sintomo di una malattia. Per iniziare il trattamento, è necessario stabilire la causa esatta della sua manifestazione. Ci possono essere diversi motivi: dal contatto con l'animale alla dieta malsana - l'uso di prodotti contenenti un allergene per i bambini.

La nutrizione che il neonato riceve entra nel suo corpo insieme al latte di sua madre ed è direttamente correlata ai prodotti della sua dieta. Se esiste almeno una sostanza che provoca una reazione allergica (ipersensibilità), dovrebbe essere esclusa. Questo approccio aiuta a prevenire possibili conseguenze negative sotto forma di eruzioni cutanee sul viso e sul corpo del bambino.

Tipi di allergie

Le allergie in un neonato possono verificarsi per una serie di motivi. La natura di queste cause determina il tipo di reazione allergica..

Allergia al cibo

L'allergia alimentare è una reazione del sistema immunitario ai componenti alimentari..

Cosa fare con le allergie alimentari in un bambino?

Spesso, le eruzioni cutanee sul viso sono associate alla presenza nel menu della donna di additivi alimentari dannosi, come:

Dovrebbero essere esclusi per primi!

Il prossimo passo è determinare quali alimenti causano allergie. La loro lista principale è nota da tempo..

Gli allergeni più gravi sono esclusi dalla dieta immediatamente dopo la diagnosi al bambino. Le mamme dovrebbero abbandonare temporaneamente le loro preferenze culinarie per liberare rapidamente il bambino dalle allergie.

Quando si determina un allergene alimentare, assicurarsi di considerare il metodo di preparazione dei prodotti

Quando bolle, la maggior parte degli allergeni viene distrutta, ma ci sono un certo numero di allergeni che rimangono stabili anche dopo il trattamento termico, come carote, sedano o frutti di mare.

Gli allergeni di questi prodotti passano al decotto

Spesso i bambini sono allergici al latte di mucca, che fa parte della dieta di una madre che allatta, o fa parte della formula del bambino sotto forma di latte in polvere. In termini di sintomi, questo tipo di allergia ricorda un'indigestione con coliche o feci molli. Con una reazione simile del corpo dall'uso del latte di mucca dovrebbe anche astenersi.

Un'allergia in un bambino deve essere completamente diagnosticata in un ambiente clinico, cioè consultare un medico - pediatra o allergologo

A seguito dell'esame, il medico stabilisce l'elenco dei prodotti per i quali il bambino può avere un'allergia e successivamente li rimuove dalla dieta della madre.

Pertanto, si raccomanda a una donna di rivedere a lungo la sua dieta quotidiana. Se il prodotto dannoso è stato correttamente determinato verrà mostrato in tempo - se l'allergia continua a manifestarsi, i seguenti prodotti dovrebbero essere esclusi dal gruppo a rischio.

Allergia da contatto

L'allergia da contatto è di solito espressa come una lesione della pelle delle mani - dermatite allergica da contatto. Il motivo è il contatto diretto con gli allergeni:

  • Peli di animali;
  • Polline vegetale;
  • Profumeria;
  • Prodotti chimici domestici;
  • Abbigliamento sintetico;
  • Alcuni metalli (cromo, berillio, rame);
  • Polvere.

Ai primi segni di allergia da contatto, il possibile contatto con gli allergeni elencati deve essere escluso e consultare un pediatra. Se si verifica una reazione alla fioritura e al polline, limitare temporaneamente le passeggiate nei parchi e nelle piazze per determinare la causa della malattia ed eliminare i sintomi della malattia.

A forma di croce

Questo tipo di allergia in un bambino con HS è associato a una reazione negativa del corpo del bambino a un intero gruppo di prodotti o piante che sono simili nella composizione. Questo tipo di allergia può essere a contatto o al cibo e può manifestarsi immediatamente su tutti i prodotti, ad esempio contenenti proteine ​​con attività antifungina: mela, ciliegia. La forma a croce può combinare diverse forme e tipi di allergeni.

In caso di contatto diretto o ingestione di allergeni con il latte materno, le eruzioni cutanee appariranno invariabilmente sul corpo del bambino.

Che aspetto ha un'allergia in un neonato

Le allergie nei neonati inizialmente assomigliano agli alveari: piccole macchie rosse su tutto il viso, a partire dalle guance. Quindi le eruzioni cutanee diventano più sature e frequenti nella posizione. In caso di assistenza prematura, l'eruzione cutanea si diffonde in tutto il corpo.

Segni e sintomi

La prima reazione del corpo appare, di regola, dopo aver mangiato. Durante questo periodo di tempo, dovresti essere particolarmente attento al comportamento del bambino. I segni più comuni di un allergene sono:

  • gonfiore;
  • Sputare;
  • vomito
  • Diarrea o costipazione;
  • Flatulenza;
  • Ansia aumentata;
  • pianto;
  • Mancanza di appetito.

I sintomi delle allergie possono comparire entro due giorni. Questa volta è sufficiente che l'allergene inizi a manifestarsi a causa dell'effetto cumulativo..

  • Eruzione cutanea, arrossamento del viso, collo, petto, braccia, glutei, inguine;
  • Sangue e croste purulente su guance, collo, testa.

Questi sintomi devono essere consultati urgentemente da un pediatra per escludere malattie più gravi:

In casi molto rari, si possono osservare disfunzioni dell'apparato respiratorio, passando all'asma bronchiale

Diagnostica

Per fare una diagnosi durante l'esame, i medici effettuano la seguente diagnostica:

  • Raccogliere un'anamnesi (rilevazione dettagliata e raccolta di informazioni);
  • Studiare in dettaglio la dieta della madre;
  • Eseguire un esame esterno del bambino;
  • Fai un esame del sangue per gli allergeni;
  • Se necessario, eseguire un'ecografia addominale.

La difficoltà nella diagnosi di allergie nei neonati fino a un mese è dovuta al fatto che durante questo periodo si verifica la formazione del proprio background ormonale, che può anche dare una reazione di eruzione cutanea.

Se la causa dell'eruzione cutanea è la produzione dei propri ormoni, scompare dopo 3 settimane

Il prossimo passo dopo la diagnosi è determinare le cause di una reazione allergica..

Le principali cause di allergie nei neonati

  1. Eredità;
  2. ipersensibilità;
  3. Gestazione pesante;
  4. Ipossia fetale;
  5. Nutrizione impropria durante la gravidanza;
  6. Cattive abitudini della madre;
  7. Malattie trasferite durante la gestazione;
  8. Assunzione di pillole durante la gravidanza.

Tutti questi fattori possono scatenare un'allergia nel bambino. La storia medica raccolta dal medico aiuterà a capire questo..

Qual è la reazione allergica pericolosa?

Dopo quanta allergia si manifesta nei neonati durante l'allattamento, abbiamo scoperto - dopo 2 giorni di malnutrizione materna. E dopo l'accumulo di allergeni nel sangue del bambino - subito dopo la successiva poppata.

Sullo sfondo della reazione del sistema immunitario, un'eccessiva attività delle cellule provoca danni ai tessuti del corpo.

  • Forma di pustole;
  • La sensibilità della pelle aumenta;
  • C'è una sensazione di bruciore e prurito;
  • Appare la crosta purulenta del sangue.

Il trattamento prematuro può provocare piodermite, una delle malattie della pelle più comuni. Gli agenti causali del pioderma sono microrganismi opportunistici: Staphylococcus spp., Corynebacterium spp., Pityrosporum ovale e altri. È impossibile liberarsi dei sintomi e superare il solo pioderma. È necessaria un'intera gamma di procedure diagnostiche e misure terapeutiche, inclusa la terapia antibiotica.

Se il trattamento è caotico, può verificarsi intossicazione chimica, che è pericolosa per la salute. Le allergie non trattate o trattate in modo improprio causano:

  • Ansia;
  • Prurito persistente;
  • Aumento della temperatura;
  • Intossicazione corporea.

Tutti i tipi di allergie possono essere suddivisi in tre gradi:

  1. Polmoni (arrossamento);
  2. Gravità moderata (dermatite atopica);
  3. Grave (asma bronchiale, edema di Quincke nella laringe e nel rinofaringe).

L'edema di Quincke può causare shock anafilattico, che se l'assistenza medica prematura è fatale

Dieta

Si consiglia alle madri che allattano di seguire una dieta ipoallergenica per almeno sei mesi, in modo che le funzioni del tratto gastrointestinale del bambino tornino alla normalità. L'alimentazione delle madri con HB dovrebbe essere tale che l'allergia cessi di disturbare il bambino e d'ora in poi non si dichiari.

La natura della dieta non specifica

Se il medico non è in grado di determinare la causa dell'allergia nel neonato, viene prescritta una dieta non specifica. L'essenza della dieta è l'esclusione graduale degli alimenti che possono causare allergie..

Questo approccio viene utilizzato quando:

  • Incertezze allergeniche;
  • Prevenzione delle malattie;
  • remissioni;
  • raffreddori;
  • Vaccinazione.

Tutti i potenziali allergeni vengono completamente eliminati o ridotti al minimo..

La natura di una dieta particolare

Con una dieta specifica, uno, massimo tre prodotti è vietato. Una donna ha l'opportunità di variare la dieta nell'ambito di prodotti consentiti, come:

  • Cereali;
  • Bevande al latte acido;
  • Pesce magro;
  • Carne bollita o al forno;
  • Pane integrale;
  • Olio vegetale;
  • Frutta e verdura, escluso il rosso.

Esempio di menu giornalieri per l'allattamento

  1. Colazione
    • Porridge di grano saraceno o di farina d'avena in acqua, preferibilmente senza aggiungere sale;
    • Uovo di gallina - non più di una volta ogni tre giorni;
    • Yogurt;
  2. Pranzo
    • Fiocchi di latte;
    • Mela verde o pera;
  3. Pranzo
    • Zuppa di verdure;
    • Pesce bollito;
    • Grano saraceno;
    • Composta di frutta secca;
  4. High tea
    • Salsa di mele;
    • Pane ai cereali;
    • Morse;
  5. Cena
    • Pasta
    • Petto di pollo o tacchino bollito
    • Insalata di verdure e cetrioli;
  6. Cena in ritardo
    • kefir

Trattamento

Qualsiasi allergia richiede un trattamento qualificato. Solo un medico curante risponderà a come curare un'allergia durante l'allattamento, poiché ogni bambino dovrebbe avere un approccio individuale, tenendo conto delle caratteristiche della sua fisiologia e del decorso della malattia. Oltre ai medicinali, vengono utilizzati con successo farmaci biologici e dietetici..

È importante limitare il contatto con l'allergene..

Possibili trattamenti:

  • Antistaminici;
  • Trattamento locale;
  • L'immunoterapia;
  • Terapia vitaminica;
  • Prodotti biologici;
  • Dieta della mamma.

Come aiutare il bambino

  1. Si consiglia di continuare l'allattamento al seno;
  2. Inizia a tenere un diario alimentare, segnando quotidianamente i cibi consumati e la reazione del bambino;
  3. Escludere alimenti a rischio;
  4. Elimina l'esposizione agli allergeni domestici;
  5. Seguire rigorosamente le raccomandazioni del proprio medico.

Creare un ambiente confortevole

  1. Sonno tempestivo;
  2. Dieta;
  3. Passeggiate regolari all'aria aperta;
  4. Sale di aerazione e assenza di odori sgradevoli;
  5. Isolamento dagli animali;
  6. Condizioni di umidità e temperatura della stanza in cui si trova il bambino.

Medicinali allergici per i bambini

Se i sintomi non si fermano nemmeno dopo la correzione della dieta della madre, il farmaco viene prescritto per il bambino, più spesso con antistaminici:

Qualsiasi medicinale deve essere usato solo come indicato da un medico.

Droghe proibite per i neonati

L'uso improprio di farmaci nel trattamento delle allergie comporta il rischio di intossicazione del corpo. Non solo provoca ansia, pianto e febbre, ma anche un bambino potenzialmente letale.

Non è necessario utilizzare farmaci ormonali nel trattamento di bambini di età inferiore a un anno. Si diffondono istantaneamente in tutto il sistema circolatorio e causano una serie di effetti collaterali:

  • Aumento della pressione intracranica;
  • L'osteoporosi;
  • Ritardo della crescita;
  • Riduzione dell'immunità;
  • Debolezza muscolare;
  • Disturbi del sonno.

Il medico prescrive la terapia ormonale in casi estremi: quando esiste una minaccia per la vita del bambino.

Rimedi popolari

L'allergia all'epatite B in un bambino è anche trattata con rimedi popolari. Il modo più comune - piante medicinali per il nuoto:

A volte si consiglia di prendere queste infusioni per via orale, ma principalmente per uso esterno - come vasche da bagno, lozioni, impacchi.

Ma anche la medicina tradizionale dovrebbe essere utilizzata solo nei casi in cui il medico curante ha consigliato.

La differenza tra allergie e raffreddori

Nonostante la somiglianza dei sintomi, l'allergia presenta ancora una serie di differenze rispetto al raffreddore:

  • Con le allergie, non c'è arrossamento della gola e un significativo aumento della temperatura;
  • Un raffreddore comune dura in media 7-10 giorni. I sintomi delle allergie, al contrario, non scompaiono quando c'è contatto con l'allergene;
  • Nei neonati, una rinite allergica si sviluppa molto raramente. Pertanto, se è comparso il moccio, molto probabilmente è un raffreddore;
  • Tosse. Con il raffreddore, si bagnerà dopo alcuni giorni. Con un'allergia, può rimanere costantemente asciutto e non andrà via da solo;
  • E, soprattutto - con un raffreddore, c'è debolezza generale e letargia.

Per non iniziare una malattia durante il trattamento di un'altra, è necessario consultare un medico ai primi sintomi e sottoporsi all'esame.

Solo uno specialista può dare una risposta: un bambino ha il raffreddore o no.

Prevenzione delle allergie infantili

Per pensare alla prevenzione delle allergie in un bambino, una futura madre deve essere nella fase di pianificazione della gravidanza.

Le seguenti misure aiuteranno a ridurre il rischio di una malattia:

  • Nutrizione appropriata;
  • Passeggiate e attività all'aperto regolari;
  • Prevenzione delle malattie virali;
  • Osservazione da parte di un medico durante la gravidanza;
  • Preparazione al parto;
  • Dieta ipoallergenica postpartum
  • Rispetto delle raccomandazioni del medico.

conclusioni

Le allergie nei neonati con allattamento al seno sono facilmente diagnosticate e trattate. La chiave del successo è la cura della madre. Se presta attenzione ai sintomi in tempo, consulta un medico e segui le raccomandazioni, la malattia si ritirerà e il bambino non diventerà una persona allergica cronica o addirittura un asmatico.