Toxicoderma (dermatite allergica tossica, tossidermia)

Trattamento

Ultimo aggiornamento: 14/01/2020

La dermatite è una malattia infiammatoria della pelle che si verifica nel sito di esposizione eccessiva diretta a fattori ambientali fisici o chimici.

I fattori fisici includono meccanico (attrito e pressione), alte e basse temperature, corrente elettrica, radiazione ultravioletta, radiazione ionizzante; alle sostanze chimiche - inorganiche e organiche, ampiamente distribuite nell'industria e nella vita di tutti i giorni, nonché contenute in alcune piante e medicinali. Gli agenti chimici sono divisi in obbligati e facoltativi. Obbligatorio includere quelli che, con una certa forza e durata dell'azione, causano cambiamenti della pelle in qualsiasi persona, facoltativo - possono causare dermatite solo nelle persone con ipersensibilità a una particolare sostanza. La dermatite causata da irritanti obbligati è chiamata semplice e la dermatite da stimoli facoltativi con proprietà sensibilizzanti è chiamata allergica..

Molto spesso, la dermatite si verifica a causa di condizioni di lavoro professionali, come una complicazione di vari effetti terapeutici (dermatite da farmaci, ustioni con radiazione ultravioletta e raggi X, ecc.).

Nel corso, si distinguono dermatite acuta e cronica. La dermatite acuta si verifica sotto l'influenza di forti irritanti e ha tre forme cliniche: eritematosa - manifestata da eritema e gonfiore, bollosa - la formazione di vesciche, dopo l'apertura che si forma l'erosione, necrotica - la formazione di una crosta e successiva ulcerazione, guarigione da cicatrici. Ognuna di queste forme è caratterizzata dal monomorfismo del quadro clinico. Soggettivamente, la dermatite acuta è accompagnata da una sensazione di bruciore, febbre, formicolio, dolore, meno spesso - prurito. La dermatite cronica si verifica sotto l'influenza di un'esposizione prolungata a irritanti lievi. È caratterizzato da iperemia congestizia, leggera infiltrazione, lichenificazione, ipercheratosi o alterazioni atrofiche della pelle. Soggettivamente, queste dermatiti destano poca preoccupazione. La dermatite sotto l'influenza di vari fattori eziologici ha le proprie caratteristiche. Per natura e localizzazione delle manifestazioni, si può indovinare l'origine della dermatite.

Scuff (dermatite traumatica)

A seguito dell'azione di irritanti meccanici (attrito prolungato di scarpe, biancheria intima, ecc.), Si verifica il cosiddetto logoramento. In primo luogo, iperemia limitata e leggero gonfiore della pelle, compaiono una sensazione di bruciore, dolore, quindi vesciche con contenuti sierosi o sieroso-emorragici, dopo l'apertura di cui rimangono erosioni dolorose, che gradualmente si epitelizzano. Possibile infezione da bolle.

L'abrasione cronica si osserva più spesso quando si indossano scarpe strette e si manifesta con lo sviluppo di lichenificazione e lievi sintomi di iperemia congestizia, infiltrazione, ipercheratosi.

La callosità è una reazione protettiva della pelle all'azione prolungata di irritanti meccanici, caratterizzata da grave ipercheratosi con formazione di una placca convessa giallo-marrone cornea, che è spesso localizzata sulla pelle dei talloni e dei palmi. La callosità è indolore, meno sensibile della pelle normale..

Eruzione da pannolino (dermatite intertriginosa). Si sviluppa a causa dell'attrito delle aree a contatto con la pelle sotto l'azione irritante e macerante dei prodotti di escrezione. La formazione di dermatite da pannolino predispone all'aumento della sudorazione e della separazione dei grassi, incontinenza urinaria, emorroidi, ecc. I luoghi tipici della localizzazione dell'eruzione da pannolino sono le pieghe interdigitali sui piedi, le pieghe inguinale-femorale e dei glutei, le cavità ascellari, le pieghe sotto le ghiandole mammarie, ecc. Appare come eritema con crepe nella profondità della piega.

La dermatite causata dall'azione di alte e basse temperature può includere solo le ustioni e il congelamento che sono limitati alle lesioni cutanee. Possibile macerazione ed erosione.

Brividi: una sorta di lesione cutanea cronica, incline alla ricaduta, che si sviluppa sotto l'influenza del freddo in combinazione con l'umidità con resistenza del corpo indebolita. I brividi si manifestano sotto forma di gonfiore rosso e cianotico, consistenza leggermente limitata, densa o morbida, accompagnata da una sensazione di prurito e bruciore, specialmente durante il riscaldamento. Luoghi tipici di localizzazione - la superficie posteriore delle dita, i talloni, i padiglioni auricolari, meno spesso - il naso e le guance.

Dermatite da corrente elettrica. Esternamente, i cambiamenti nella pelle nell'area del suo danno sono elevazioni piatte, punteggiate o a strisce di colore bianco o giallo-grigiastro. Nel mezzo dell'elevazione c'è una ritirata, i cui bordi e fondo sono dipinti di colore grigio-nero. Nella parte inferiore della retrazione, l'epidermide può essere preservata o distrutta; non c'è infiammazione reattiva in giro, spesso c'è un nimbo anemico. Al tatto, l'area interessata è densa e completamente indolore. I capelli non sono bruciati, ma arricciati come una vite. L'area della lesione che si verifica al momento del passaggio della corrente aumenta ulteriormente. I tessuti che circondano questa zona, inizialmente invariati, si disintegrano gradualmente. La zona del decadimento finale è 2-3 volte più grande della dimensione iniziale della lesione. Il processo di decadimento dura circa 2 settimane e procede indolore. Lo scarico della ferita è trascurabile, anche con un profondo decadimento. La pulizia e la guarigione avvengono entro 2-3 settimane e più a lungo. Il processo termina con la formazione di una piccola cicatrice liscia.

Le scosse elettriche sulla pelle sono spesso combinate con un'ustione che si verifica quando una scintilla salta tra il conduttore e la pelle. In questi casi, il quadro clinico differisce da quello sopra descritto: si sviluppano fenomeni infiammatori acuti intorno alla lesione, l'epidermide viene respinta e appare dolore.

Le sostanze chimiche possono causare danni alla pelle: acidi inorganici e organici concentrati (solforico, nitrico, cloridrico, acetico, ecc.), Alcali, sali di metalli pesanti e alcalini, agenti di guerra chimica di effetto pelle-bollente (gas mostarda, lewisite), ecc..

Con un'azione a breve termine, le soluzioni concentrate causano dermatite bollosa o eritematosa, con un'azione a lungo termine, necrosi della pelle e dei tessuti sottostanti, che è accompagnata da un forte dolore. La dermatite comune può essere accompagnata da sintomi generali (febbre, VES, oliguria, albuminuria, ecc.).

La dermatite allergica si verifica solo dopo una diversa durata del contatto preliminare con una sostanza sensibilizzante (periodo di sensibilizzazione), come un tipo ritardato di reazione allergica. La dermatite clinicamente allergica, specialmente all'inizio, è simile alla semplice nelle fasi eritematosa e vescicolare e inizialmente insorge anche nel sito di applicazione dell'irritante. Tuttavia, ulteriori cambiamenti della pelle si verificano in aree remote, mentre il quadro clinico diventa polimorfico, molto simile al vero eczema: compaiono piccoli elementi vescicolari, inclini al raggruppamento e all'ammollo, i confini dei fuochi diventano meno distinti. Si notano sensazioni soggettive: prurito, bruciore, sensazione di calore nelle lesioni. In questa fase, è difficile distinguere la dermatite dall'eczema; il monitoraggio del corso del processo dopo l'eliminazione del contatto con l'irritante aiuta (con la dermatite, i cambiamenti della pelle scompaiono relativamente rapidamente). L'ipersensibilità può essere rilevata con test cutanei allergologici..

Fotodermatite - malattie della pelle causate dall'esposizione ai raggi ultravioletti.

La dermatite solare acuta si verifica più spesso nelle persone con pelle delicata e debolmente pigmentata a causa di una prolungata esposizione ai raggi ultravioletti, si manifesta in forma eritematosa o eritematosa-bollosa. È consentito il processo di peeling e pigmentazione..

La dermatite solare cronica si sviluppa a causa dell'insolazione ripetuta e prolungata associata ad attività professionali (marinai, lavoratori agricoli, ecc.). È localizzato, di regola, sulla faccia e sul retro del collo, termina con lo sviluppo di teleangectasie, crepe, focolai di ipercheratosi.

La dermatite si manifesta anche a seguito di una maggiore sensibilità della pelle al sole, a causa dell'azione dei fotosensibilizzanti. Quest'ultimo può formarsi all'interno del corpo (porfirine), accedervi dall'esterno e applicare direttamente sulla pelle. Tale dermatite è clinicamente caratterizzata da eritema edematoso.

Dermatite da piante ed erbe. Alcune piante ed erbe, a causa delle sostanze chimiche in esse contenute, possono causare dermatite eritematosa e bollosa. In alcuni casi, questi prodotti chimici sono irritanti obbligati (ortica, ranuncolo caustico, euforbia), in altri - facoltativi (primula, sommacco velenoso, crisantemo, aglio) e, infine, nel terzo - fotosensibilizzanti, ovvero sostanze che aumentano la sensibilità della pelle ai raggi del sole, che causano dermatite. Quando è influenzato dalle erbe dei prati, il quadro clinico si sviluppa entro 1-2 giorni dopo aver nuotato in un lago o in uno stagno con le rive ricoperte di erba, seguito da sdraiati sull'erba. La dermatite si manifesta nei punti di contatto con l'erba, principalmente sulla pelle dei glutei, dell'addome, delle superfici esterne e laterali delle cosce; ginocchia - si verificano eritema e vesciche, che riflettono la forma dell'erba e le foglie in forma. Dopo 7-8 giorni, la dermatite scompare, lasciando una pigmentazione pronunciata di lunga durata.

Dermatite da radiazioni Le lesioni da radiazione della pelle possono svilupparsi a seguito di danni alla pelle causati da vari tipi di radiazioni ionizzanti: alfa, beta, gamma e raggi X. Ci sono acuta (derivante da una singola irradiazione con dosi relativamente piccole di raggi duri per un breve periodo) e dermatite da radiazioni croniche, il risultato di ripetute irradiazioni con piccole dosi di radiazioni ionizzanti per lungo tempo o le conseguenze a lungo termine di ex dermatite acuta bollosa o necrotica.

Nel quadro clinico delle lesioni da radiazioni acute, si distinguono una reazione alle radiazioni precoci della pelle, l'alopecia da radiazioni e la dermatite da radiazioni acute.

Una reazione di radiazione precoce si osserva per diverse ore nell'1-2 giorno dopo l'irradiazione con una dose di almeno 3 Gy ed è caratterizzata dallo sviluppo di eritema edematoso, accompagnato da una sensazione di lieve prurito e tensione cutanea. Consentito senza lasciare traccia. L'alopecia da radiazione si sviluppa entro 2 settimane dall'irradiazione in dosi di 3,75-4, 5Gy. I capelli lunghi cadono, possono cadere ispidi, quelli folti non cadono. La crescita dei capelli riprende dopo 1, 5-2 mesi. L'attaccatura è completamente restaurata.

Le manifestazioni di dermatite da radiazioni possono verificarsi il 1 ° giorno e 2 mesi dopo l'irradiazione, che dipende dalla dose di quest'ultimo; più sono intensi, più breve è il periodo di latenza e più lungo è il decorso della dermatite.

La dermatite acuta da radiazioni eritematose si verifica 3-4 settimane dopo l'irradiazione in dosi di 8-12 Gy. L'eritema ha una tinta viola o blu, gonfio, i capelli nella sua area cadono soggettivamente - una sensazione di bruciore, prurito e dolore. La pigmentazione persistente si sviluppa in seguito. La dermatite acuta da radiazioni bollose si sviluppa 10-14 giorni dopo l'irradiazione alla dose di 12-20 Gy. Si manifesta clinicamente con iperemia edematosa pronunciata con una tonalità cremisi, sullo sfondo di cui si formano bolle con un contenuto chiaro nei giorni seguenti.

I capelli nella zona interessata cadono. I linfonodi regionali vengono ingranditi, potrebbe esserci una reazione di temperatura. Soggettivamente - bruciore, dolore. Il processo è consentito lentamente e termina in 1, 5-3 mesi. Successivamente, la dermatite da radiazioni croniche si sviluppa nel sito di irradiazione. La dermatite acuta da radiazioni necrotiche si verifica 2-5 giorni dopo l'esposizione alla dose di oltre 25 Gy. Nel sito di irradiazione, la pelle acquisisce un colore cremisi cremotico, aumentano i gonfiori, compaiono vesciche e aree di necrosi. Dopo il rigetto del tessuto necrotico, vengono esposte ulcere con bordi infiltrati esposti e un fondo coperto da una caratteristica placca sporca giallastra (ulcere da radiazione precoce). Le condizioni generali sono gravi, febbre alta. Dolore intenso. La rigenerazione è lenta e lunga..

Lesioni croniche da radiazioni della pelle. Esistono dermatiti da radiazioni croniche e dermatosi da radiazioni tardive (edema indurativo, ulcere da radiazioni tardive, tumori da radiazioni), il cui verificarsi è preceduto da un lungo periodo di latenza (anni).

La dermatite da radiazioni croniche inizia con una pelle secca, desquamazione, discromia che si sviluppa gradualmente. Quindi si sviluppa l'atrofia, compaiono le teleangiectasie; possono verificarsi escrescenze verrucose, che sono considerate condizioni precancerose.

Le dermatosi tardive da radiazioni si sviluppano nel sito di ex dermatite acuta da radiazioni necrotiche bollose e ulcerative e dermatite da radiazioni croniche a lungo termine. L'edema induttivo si verifica più spesso nelle aree che sono state esposte a esposizioni ripetute, molto tempo dopo l'esposizione. La pelle colpita diventa densa, ispessita, pigmentata in modo non uniforme o, al contrario, pallida. Le sensazioni soggettive sono assenti. L'edema induttivo raramente passa senza lasciare traccia, la depilazione più spesso persistente si sviluppa costantemente, si verificano atrofia, ipercheratosi e ulcere. La causa dell'edema sono i cambiamenti nei vasi linfatici, a seguito dei quali viene interrotto il deflusso della linfa dall'area interessata della pelle. L'ulcera da radiazioni tardive si verifica diversi mesi o anni dopo esposizioni ripetute sullo sfondo di profondi disturbi trofici nella pelle. Il dolore acuto è caratteristico.

Anche il cancro alle radiazioni si sviluppa spesso sullo sfondo della dermatite da radiazioni cronica professionale, ulcere da radiazione tardiva e ulcere a lungo termine della dermatite necrotica acuta possono anche diventare maligne..

1) Trattamento eziologico - eliminazione del fattore causale

2) trattamento sintomatico:

Con dermatite eritematosa - farmaci antinfiammatori esterni (glucocorticosteroidi topici, ecc.), Medicazioni ad asciugatura umida.

Con dermatite bollosa: dopo l'apertura delle vesciche, trattamento con antisettici. Su superfici erosive - lozioni antibatteriche e medicazioni ad asciugatura umida. Al termine del pianto - paste antibatteriche e antinfiammatorie, pomate, creme.

Il trattamento della dermatite necrotica ulcerosa viene effettuato in un ospedale, dove, oltre agli unguenti contenenti disinfettanti, vengono prescritti la crescita della granulazione e gli agenti epitelizzanti, la terapia antibiotica, l'autoemoterapia, la trasfusione di sangue, ecc.).

Trattamento di brividi: iniezioni di soluzione di bromuro di tiamina al 3%, 1 ml per via intramuscolare al giorno, 15-20 volte; all'interno - acido nicotinico (0,05 g 3 volte al giorno). Assegna bagni caldi seguiti da strofinare l'unguento (ittiolo 5 g, vaselina 100 g).

Trattamento della dermatite da esposizione alla corrente elettrica. Una medicazione sterile con antisettici viene applicata sulla lesione..

Trattamento della dermatite da radiazioni ultraviolette. In presenza di fotosensibilità, ai pazienti vengono prescritti antinfiammatori e antistaminici. Le persone con ipersensibilità al sole dovrebbero raccomandare creme solari..

Il trattamento delle lesioni da radiazioni della pelle presenta grandi difficoltà e viene effettuato in un ospedale specializzato.

Nel trattamento della dermatite allergica, oltre ad eliminare il contatto con l'allergene e la terapia esterna, viene prescritta una terapia generale - agenti desensibilizzanti, antistaminici, sedativi, ecc..

La toxoderma è una lesione cutanea che si sviluppa in risposta all'esposizione ad allergeni e tossine che la penetrano attraverso la via ematogena..

Contrariamente alla dermatite allergica, il fattore causale (allergene) con toxidermia non influenza direttamente la pelle, ma viene assorbito nel sangue, entrando nel corpo per inalazione, orale, rettale, iniezione, trasfusione, transcutanea ed ematogena raggiungendo la pelle, causando il suo danno.

Per natura della sostanza che ha causato la lesione cutanea, ci sono:

Tossidermia da farmaci - di solito si verifica quando si assumono più farmaci (cocktail medicinali) contemporaneamente, di cui i più pericolosi sono sulfamidici, antibiotici, barbiturici, amidopirina, vitamine del gruppo B, acido folico, ecc..

Tossidermia alimentare - con l'uso di cibo. Attualmente più comune. Una reazione allergica può svilupparsi sul prodotto stesso (agrumi, noci, ecc.), Nonché sulle sostanze formate durante la conservazione del prodotto, su conservanti, coloranti, ecc..

Tossidermia professionale: si verifica sotto l'influenza di prodotti chimici industriali usati in pitture e vernici, lattice, lavorazione del legno, industrie.

Il meccanismo di sviluppo della tossiemia può essere allergico (anafilattico, citotossico, immunocomplesso e mediato dalle cellule) e tossico (effetti collaterali di droghe, sovradosaggio di droghe, cumulo di droghe, in particolare con funzionalità epatica e renale compromessa, sinergia di droghe, intolleranza congenita, disturbi metabolici, histaminolibration).

Predisposizione ereditaria, malattie allergiche precedenti o esistenti sono fattori che aumentano il rischio di sviluppare toxidermia.

La malattia si verifica, di regola, in modo acuto ed è caratterizzata da eruzioni cutanee diffuse (meno spesso limitate), disseminate, simmetriche, monomorfe, che possono includere qualsiasi elemento primario tranne i tubercoli. Lo sviluppo del prurito è caratteristico.

A seconda dell'eruzione cutanea, si distinguono i seguenti tipi di tossidemia:

La tossidermia maculata si manifesta con macchie eritematiche o emorragiche (viola), meno spesso pigmentate (sotto l'azione di arsenico, mercurio, oro, metotrexato, levamisolo, ecc.). Si verifica più spesso. Le macchie eritematose si trovano separatamente l'una dall'altra (toxidermia di roseolo) o si fondono in eritema esteso (eritroderma), desquamazione quando risolto.

La toxidermia utticar - meno comune, manifestata da vesciche che si verificano rapidamente e che scompaiono rapidamente, può essere accompagnata dall'edema di Quincke. Di solito si verifica con gli effetti tossici di morfina, codeina, aspirina, alcool, ecc., Nonché una reazione allergica a penicilline, cefalosporine, sulfonamidi, sostanze radiopacee, ecc..

Tossidermia papulare - manifestata da eruzioni papulari disseminate, principalmente sulle superfici estensorie degli arti. Le cause principali sono tetracicline, tiamina, hingamine, PASK.

Tossidermia pustolosa - solitamente associata all'azione di preparati alogeni (iodio, bromo, fluoro, cloro), nonché di vitamine B6, B12, preparati al litio, ecc. È caratterizzata dalla comparsa di un'eruzione cutanea composta da pustole (pustole) nelle zone seborroiche.

Tossidermia bollosa - può verificarsi sotto forma di vesciche diffuse e disseminate, localizzate principalmente nelle pieghe della pelle e sul collo.

La tossidermia nodulare e vescicolare è molto meno comune..

I moduli localizzati si distinguono separatamente:

Eritema fisso - il più delle volte sui genitali, sulla mucosa orale. È principalmente associato all'assunzione di sulfamidici, nonché di barbiturici, salicilati, ecc. Si manifesta come uno o più punti rotondi, rosso vivo, grandi (5-10 cm di diametro), che acquisiscono presto una tinta bluastra e dopo la scomparsa dei fenomeni infiammatori lasciano pigmentazione persistente colore marrone.

Tossidermia pigmentata localizzata - quando si assumono farmaci antimalarici, contraccettivi orali di prima generazione.

L'eritema nodoso è una forma nosologica separata. Si verifica sulla pelle della parte inferiore della gamba, di solito quando si assumono sulfamidici, salicilati, griseofulvin, ecc..

Il decorso della tossidermia causata da cause esogene è di solito acuto. Quando l'allergene o la sostanza tossica vengono rimossi dal corpo, l'eruzione cutanea si risolve. La tossidermia di origine endogena si verifica spesso in modo cronico. Nei casi più gravi, gli organi interni possono essere interessati..

1) La massima eliminazione possibile del fattore eziologico

2) Rimozione di sostanze tossiche dal corpo - diuresi forzata, enterosorbenti, lassativi, se necessario - metodi di disintossicazione extracorporea

3) Terapia patogenetica - agenti desensibilizzanti (somministrazione endovenosa e intramuscolare di preparati di calcio, tiosolfato di sodio per via endovenosa; antistaminici di seconda generazione (claritina, ecc.) Per via orale (in casi lievi) o i / m (in casi gravi) ; glucocorticoidi sistemici - nei casi più gravi

4) Terapia sintomatica (come terapia sintomatica si possono usare farmaci antipruriginosi, antinfiammatori esterni, crema La Cree, ecc.)

Gli indicatori di gravità e le indicazioni per il ricovero in ospedale di toxidermia sono: un'eruzione cutanea generalizzata, una tendenza allo sviluppo di eritroderma, danni alle mucose, eruzioni emorragiche, eruzioni della cavità, debolezza generale, malessere, mal di testa, vertigini, ipertermia, coinvolgimento degli organi interni nel processo, aumento della VES, leucocitosi, anemia, trombocitopenia.

Un assistente affidabile nel trattamento della dermatite sarà la crema "La Cree" per le pelli sensibili. Questo strumento ha lo scopo di alleviare i sintomi di ipersensibilità e manifestazioni infiammatorie sulla pelle: arrossamento, irritazione, prurito, eruzioni cutanee e desquamazione. Efficace per alleviare il prurito dopo punture di insetti e ustioni delle piante.

La complessa composizione della crema consente di agire contemporaneamente su tutte le manifestazioni di infiammazione. Il prodotto è adatto per un uso a lungo termine ed è approvato per l'uso nei bambini fin dai primi giorni di vita.

Ricerche cliniche

Le prove cliniche condotte da Vertex Company dimostrano l'elevata efficienza, sicurezza e tollerabilità dei prodotti La Cree. È stato clinicamente confermato che La Cree Cream per pelli sensibili riduce il prurito e l'irritazione, allevia il rossore, idrata e si prende cura delicatamente della pelle..

Lo strumento è raccomandato dalla filiale di San Pietroburgo dell'Unione dei pediatri della Russia.

Recensioni dei consumatori

Elina2015 (otzovik.com)

“Recentemente ho fatto un regalo al nipote di 6 mesi: set regalo La Cree. Non ho avuto il tempo di fare una foto, mi sono affrettato a darle il più presto possibile).

Include: un'emulsione, un gel detergente, salviettine umidificate e l'adesivo per auto "bambino in macchina" è presente anche come regalo, tra l'altro un'aggiunta molto importante e necessaria al kit. Da quando ho anche una figlia, abbiamo già provato questi fondi. I nostri rituali serali in Non credo che un tale set diventerà uno strumento indispensabile per le madri e i bambini per osservare l'igiene del bambino, soprattutto perché La Cree è un marchio molto buono e famoso.

Poiché i bambini piccoli hanno la pelle tenera, è soggetta a irritazione, prurito, desquamazione, ci sono arrossamenti sul culo, l'emulsione La Cree eliminerà tutti questi problemi nel più breve tempo possibile. Adatto ai bambini dalla nascita.

Il gel detergente La Cree viene utilizzato come gel da bagno, cioè dalla testa ai piedi. Allevia anche prurito e irritazione, favorisce la rigenerazione della pelle. Adatto anche ai bambini dalla nascita. Questo gel può anche essere usato come schiuma da bagno;.

Entrambi questi fondi sono adatti per l'uso quotidiano. Possono essere utilizzati sia singolarmente che in combinazione. Se acquisti immediatamente questi fondi nel kit, costano più redditizi ed economici ".

Anutca (otzovik.com)

"Buongiorno a tutti!

Qualche tempo fa, ho avuto problemi di pelle a causa di un prodotto per la cura del viso selezionato in modo errato. Il primo passo per eliminare le conseguenze negative di questa scelta è stato il rifiuto di qualsiasi cosmetico, compresa la cura. Questa è la cosiddetta "terapia zero".

Inoltre, oltre al trattamento principale, dovevo scegliere prodotti per la cura del viso che non provocassero nuove eruzioni cutanee. Avevo paura di acquistare fondi dal mercato di massa, ma non posso ancora usare la materia organica, quindi ho rivolto la mia attenzione ai marchi delle farmacie. Oggi nella mia recensione voglio condividere le mie impressioni sul mio primo acquisto - Gel detergente LA-CREE.

Quindi, il gel detergente LA-CREE è confezionato in una scatola di cartone realizzata in una combinazione di colori blu-verde molto piacevole. Sul lato anteriore della confezione sono riportate le informazioni di base sul prodotto: marchio, nome e funzioni principali. La quantità di fondi è abbastanza grande ed è di 200 ml.

Il fattore decisivo per l'acquisto di questo strumento sono stati i tre punti mostrati nella foto sotto. Questo è ciò di cui la mia pelle danneggiata ha bisogno in questo momento.

Anche l'assenza di profumi, parabeni e coloranti nella composizione è molto piacevole.

Il gel è molto versatile e può essere usato come mezzo per lavare, bagnoschiuma, sapone per le mani o persino schiuma da bagno. È adatto anche ai bambini fin dai primi giorni di vita. Sul lato destro della confezione ci sono informazioni sulle proprietà benefiche dei principi attivi come: oli di oliva, derivati ​​di avocado, estratto di liquirizia ed estratto di noce.

Un elenco completo degli ingredienti inclusi nel prodotto è disponibile nella foto in basso..

Di seguito è riportato un metodo di applicazione. Non c'è nulla di insolito qui: applicare su pelle bagnata, sapone, quindi risciacquare abbondantemente. Condizioni di conservazione, shelf life e disponibilità di GOST.

Di seguito è riportato l'indirizzo dettagliato del produttore, nonché l'indirizzo del sito Web ufficiale, sul quale è possibile ottenere ulteriori informazioni su altri prodotti di questo marchio.

Il codice a barre conferma che il prodotto è realizzato in Russia.

Sul lato sinistro del pacchetto sono presenti informazioni pubblicitarie. Il marchio LA-KRI produce non solo prodotti per la cura della pelle (crema, balsamo per pelli secche e sensibili, emulsione e gel detergente), ma anche prodotti per capelli (shampoo, balsamo e shampoo-schiuma per bambini dalla nascita).

Aprendo il pacchetto, ho trovato all'interno del gel detergente LA-CREE e un opuscolo informativo.

È molto importante per me che il prodotto non contenga ormoni, poiché all'inizio ho esacerbato i problemi della pelle usando un unguento ormonale, controindicato quando guardo la dermatite...

... Il distributore funziona facilmente e senza intoppi. Strizza esattamente quanto è necessario per una singola applicazione su tutto il viso.

Il prodotto stesso è perfettamente trasparente e ha una consistenza gelatinosa moderatamente liquida.

Schiuma abbastanza bene, ma non così tanto da poter essere usato come schiuma da bagno come il produttore consiglia. L'odore è leggero, gradevole e completamente discreto. Lo associo a qualcosa di medicinale, forse a causa della liquirizia che ne fa parte. Il gel si distribuisce perfettamente sulla pelle e si lava facilmente senza lasciare una sensazione di film sul viso.

È tempo di passare ad esempi illustrativi. Quindi, la mia pelle è passata dalla normale secchezza prona a causa di una scelta non riuscita di prodotti per la cura della pelle a secca e molto sensibile. Prima di applicare il gel detergente LA-KRI, erano presenti peeling, arrossamenti e dermatiti nell'area del mento. Ho usato questo gel due volte al giorno per quasi un mese ed è quello con cui sono finito.

Il gel detergente LA-CREE deterge molto delicatamente la pelle, dopo il lavaggio non ho avuto una sensazione di oppressione. Allevia il rossore e riduce il prurito, ma ciò non accade immediatamente. Nel corso di diversi giorni, ho gradualmente osservato un miglioramento delle condizioni della pelle. La differenza non è molto visibile nella foto, ma la pelle sembrava più morbida, vellutata e liscia..

Ma nella zona del mento la differenza è visibile ad occhio nudo. Naturalmente, non sosterrò che è solo il gel detergente LA-CREE che merita credito, tuttavia, ha svolto un ruolo importante nel ripristino della pelle..

Pro di LA-CREE Gel detergente.

  • deterge molto delicatamente la pelle.
  • elimina gradualmente peeling, arrossamenti e prurito.
  • lenisce la pelle irritata.
  • idrata e nutre.
  • prezzo abbordabile.
  • imballaggio molto conveniente.

Contro di LA-CREE Gel detergente.

  • forse a qualcuno non piacerà l'odore ”.
  1. Sukolin Gennady Ivanovich, Dermatologia clinica illustrata. Riferimento alfabetico rapido, Lux Print Publishing House, 2010
  2. Chapman M. Shane, Habif Thomas P., Zug Catherine A., Dinulos James G. H., Campbell James L., Dermatologia. Manuale di diagnostica differenziale, casa editrice: MEDpress-inform, 2014
  3. Mancini Anthony J., Krouchuk Daniel P., Dermatologia pediatrica. Directory, Casa editrice: Medicina Pratica, 2018