Nutrizione allergica

Allergeni

Questa è una reazione acuta del sistema immunitario a un allergene (una certa sostanza o la loro combinazione), che è normale per altre persone. Ad esempio peli di animali, polvere, alimenti, droghe, punture di insetti, sostanze chimiche e polline, droghe selezionate. Nelle allergie si verifica un conflitto immunologico: durante l'interazione di una persona con un allergene, il corpo produce anticorpi che aumentano o diminuiscono la sensibilità a un irritante.

Fattori che provocano il verificarsi:

predisposizione genetica, basso livello di ecologia, stress, automedicazione e farmaci incontrollati, disbiosi, sistema immunitario sottosviluppato dei bambini (un'igiene elevata elimina la produzione di anticorpi da parte del corpo del bambino per "buoni antigeni").

Tipi di allergie e loro sintomi:

  • Allergia respiratoria - l'effetto degli allergeni presenti nell'aria (peli di animali e peli di peli, polline di piante, spore di muffa, particelle di acari della polvere, altri allergeni) sul sistema respiratorio. Sintomi: starnuti, respiro sibilante nei polmoni, secrezione dalla cavità nasale, soffocamento, lacrimazione, prurito agli occhi. Sottospecie: congiuntivite allergica, febbre da fieno (febbre da fieno), asma bronchiale e rinite allergica.
  • Dermatosi allergiche: l'effetto degli allergeni (allergeni di metallo e lattice, cosmetici e medicine, cibo, prodotti chimici domestici) direttamente sulla pelle o attraverso la mucosa del sistema gastrointestinale. Sintomi: arrossamento e prurito della pelle, orticaria (vesciche, gonfiore, sensazione di calore), eczema (aumento della secchezza, desquamazione, cambiamento della struttura della pelle). Sottospecie: diatesi essudativa (dermatite atopica), dermatite da contatto, orticaria, eczema.
  • Allergia alimentare - l'effetto degli allergeni alimentari sul corpo umano quando si mangia cibo o nel corso della sua preparazione. Sintomi: nausea, dolore addominale, eczema, edema di Quincke, emicrania, orticaria, shock anafilattico.
  • Allergia agli insetti: l'effetto degli allergeni quando viene morso dagli insetti (vespe, api, calabroni), inalazione delle loro particelle (asma bronchiale) e uso dei prodotti delle loro funzioni vitali. Sintomi: arrossamento e prurito della pelle, vertigini, debolezza, soffocamento, diminuzione della pressione, orticaria, edema laringeo, dolore addominale, vomito, shock anafilattico.
  • Allergia ai farmaci: si verifica a seguito dell'assunzione di farmaci (antibiotici, sulfamidici, farmaci antinfiammatori non steroidei, preparati ormonali e enzimatici, preparati sierici, sostanze radiopacee, vitamine, antidolorifici locali). Sintomi: lieve prurito, attacchi di asma, gravi danni agli organi interni, pelle, shock anafilattico.
  • Allergia infettiva - si verifica a seguito dell'esposizione a microbi non patogeni o condizionatamente patogeni ed è associata a disbiosi delle mucose.

Con esacerbazioni di tutti i tipi di allergie, è necessario aderire a una dieta ipoallergenica. Ciò è particolarmente importante per le allergie alimentari: la dieta svolgerà sia una funzione terapeutica che diagnostica (escludendo determinati alimenti dalla dieta, è possibile determinare la gamma di allergeni alimentari).

Prodotti utili per le allergie

Prodotti a basso contenuto di allergeni:
latticini (latte fermentato cotto, kefir, yogurt naturale, ricotta); carne di maiale e manzo magra bollita o in umido, pollo, pesce (branzino, merluzzo), frattaglie (reni, fegato, lingua); grano saraceno, riso, pane di mais; verdure e ortaggi (cavoli, broccoli, rutabaga, cetrioli, spinaci, aneto, prezzemolo, insalata verde, zucca, zucca, rape); avena, riso, orzo perlato, porridge di semola; magro (oliva e girasole) e burro; alcuni tipi di frutta e bacche (mele verdi, uva spina, pere, ciliegie bianche, ribes bianco) e frutta secca (pere e mele secche, prugne), frutta in umido e salse a base di esse, brodo di rosa canina, tè e acqua minerale senza gas.

Prodotti con un livello medio di allergeni:
cereali (grano, segale); grano saraceno, mais; maiale grasso, agnello, carne di cavallo, carne di coniglio e tacchino; frutti e bacche (pesche, albicocche, ribes rosso e nero, mirtilli rossi, banane, mirtilli rossi, angurie); alcuni tipi di verdure (peperone verde, piselli, patate, legumi).

Medicina tradizionale nel trattamento delle allergie:

  • infuso di camomilla (1 cucchiaio per bicchiere di acqua bollente, vapore per mezz'ora e assumere 1 cucchiaio più volte al giorno);
  • decotto di una serie di bere costantemente invece di caffè o tè; infuso di fiori di ortica sorda (1 cucchiaio di fiori in un bicchiere di acqua bollente, insistere per mezz'ora e prendere un bicchiere tre volte al giorno);
  • mummia (un grammo di mummia per litro di acqua calda, prendere cento ml al giorno);
  • un decotto delle infiorescenze di viburno e una serie di tripartite (1 cucchiaino di miscela per duecento ml di acqua bollente, lasciare per 15 minuti, prendere mezzo bicchiere tre volte al giorno invece del tè).

Prodotti pericolosi e dannosi per le allergie

Alimenti pericolosi con un alto livello di allergeni:

  • frutti di mare, la maggior parte dei pesci, caviale rosso e nero;
  • latte vaccino fresco, formaggi, prodotti lattiero-caseari interi; uova carne affumicata a metà e non affumicata, salsiccia, salsicce, salsicce;
  • conserve industriali; prodotti in salamoia; prodotti salati, piccanti e piccanti, salse, condimenti e spezie; alcuni tipi di verdure (zucca, peperoncino, pomodori, carote, crauti, melanzane, acetosa, sedano);
  • la maggior parte di frutta e bacche (fragole, mele rosse, fragole, lamponi, more, olivello spinoso, mirtilli, cachi, uva, ciliegie, melograni, melone, prugne, ananas), succhi di frutta, gelatina, frutta in umido;
  • tutti i tipi di agrumi; acqua gassata dolce o alla frutta, gomme da masticare, yogurt non naturali aromatizzati; alcuni tipi di frutta secca (albicocche secche, datteri, fichi);
  • miele, noci e tutti i tipi di funghi; bevande alcoliche, cacao, caffè, cioccolato, caramello, marmellata; alimenti con additivi alimentari (emulsionanti, conservanti, aromi, coloranti);
  • cibi esotici.

Dieta ipoallergenica

Un'allergia è un'azione patologica di risposta del corpo da parte del sistema immunitario in forma acuta. Un'allergia può formarsi su vari allergeni: polvere, terra, vari prodotti alimentari, fiori, lana e molti altri. ecc. Le persone che incontrano una tale patologia del loro corpo iniziano a provare un costante disagio, cercando di non entrare in contatto con sostanze irritanti che possono causare allergie e anche la dieta viene interrotta, il che può portare allo sviluppo di altre patologie.

Una dieta ipoallergenica è una "salvezza" per chi soffre di allergie che soffrono di allergie alimentari. L'azione di una dieta ipoallergenica ha lo scopo di sopprimere la manifestazione di reazioni allergiche alimentari. Grazie a una dieta ipoallergenica, non puoi solo eliminare i sintomi delle allergie. Ma attacca anche il tuo corpo al consumo di alimenti con un alto grado di allergenicità, grazie alla loro graduale introduzione nel menu nutrizionale ipoallergenico. Allo stesso tempo, il corpo sarà pulito da varie tossine e tossine, il che porterà a un miglioramento della salute generale.

L'essenza di una dieta ipoallergenica

L'essenza principale di una dieta ipoallergenica è la restrizione iniziale per un certo periodo di tempo di tutti i prodotti alimentari che sono irritanti allergici. Dopo un paio di settimane dall'inizio della dieta, tutti gli alimenti esclusi iniziano ad essere introdotti lentamente e sequenzialmente nella dieta in dosi singole e piccole, concentrandosi sullo stato del corpo. Se non si osservano reazioni, è possibile continuare l'introduzione di prodotti alimentari altamente allergenici.

All'inizio, la dieta anti-allergenica raccomandava l'uso:

  • riso bollito e grano saraceno;
  • burro;
  • colture orticole e di frutta di colore verde (mele, cetrioli, lattuga, ecc.);
  • zuppe di verdure;
  • latticini;
  • tipi secchi di biscotti;
  • carne di vitello;
  • kefir o yogurt naturale.

Dopo 7-14 giorni, puoi iniziare a introdurre nuovi alimenti nella dieta di una dieta ipoallergenica, non elencata.

Menù dietetico ipoallergenico per la settimana

Una dieta antiallergica per adulti consiste nell'eliminazione di tutti i sintomi di una manifestazione allergica, eliminando i prodotti che sono allergeni. Per ogni paziente, un gastroenterologo elabora un menu individuale per una settimana con una dieta ipoallergenica, tenendo conto delle caratteristiche del corpo del paziente.

Di seguito è una tabella con una dieta ipoallergenica per una settimana, che contiene solo prodotti anallergici:

Giorno della settimanaMangiareCibo in vetrina
LunediColazioneGrano saraceno, bollito in acqua, ricotta con panna acida 50 gr., Tè fito
PranzoZuppa di cavolo, vitello bollito, bevanda alla frutta o ribes bianco in umido
CenaCetrioli tritati con panna acida, tacchino al forno con riso
martedìColazionePorridge di farina d'avena con prugne e tisana
PranzoVerdure al vapore, carne al forno e un bicchiere di tè verde
CenaSemole di riso cotto, cotoletta di manzo cotta mediante trattamento termico e frutta in umido
mercoledìColazionePanino al formaggio, yogurt e tè
PranzoSpezzatino di verdure, pezzo di tacchino bollito, insalata di cavolo
CenaPatate tritate con cotoletta di manzo e mela "Semerynka"
giovediColazioneSpaghetti al formaggio, bevanda al tè
PranzoZuppa di Rassolnik, mela
CenaSpezzatino di verdure diverse, kefir
VenerdìColazionePorridge di mais, macedonia, fito
PranzoPezzo di carne di manzo bollito, gelatina di ribes bianco
CenaGrano saraceno bollito, biscotti secchi e fito
SabatoColazioneCagliata in casseruola e tè
PranzoCarne di coniglio cotta, spezzatino di verdure, composta di mele non dolce con cinorrodo
CenaRiso bollito con ricotta e panna acida, banana
DomenicaColazionePorridge di farina d'avena con frutta secca tritata
PranzoRiso con cotoletta di manzo
CenaGrano saraceno bollito, insalata di frutta e un bicchiere di kefir

I piatti devono essere combinati in varie combinazioni, evitando il doppio consumo dello stesso piatto nella stessa settimana ipoallergenica. Una dieta rigorosa anti-allergenica dovrebbe essere controllata dai nutrizionisti, in caso di esacerbazione delle allergie, la dieta di una dieta ipoallergenica viene adattata.

Elenco dei prodotti vietati

Con lo sviluppo di qualsiasi tipo di reazione allergica del corpo, è necessario prestare particolare attenzione nella scelta del cibo.

Una dieta anallergica prevede l'esclusione dei seguenti prodotti dalla dieta:

  • tutte le bacche rosse e frutti;
  • agrumi, ad eccezione del limone;
  • miele naturale;
  • tutti i tipi di funghi;
  • latte (in alcuni casi e tutti i derivati ​​di questo prodotto: panna acida, formaggio, ecc.);
  • cacao: bevande;
  • caffè e tutti i dolciumi contenenti cacao o caffè;
  • tutti i prodotti piccanti, grassi, salati, semi-affumicati e affumicati;
  • cibo in scatola;
  • cioccolatini;
  • tutti i tipi di noci;
  • uova di gallina e carne;
  • bevande alcoliche.

La nutrizione ipoallergenica deve essere ben bilanciata e frazionata, per identificare più accuratamente l'allergene..

Suggerimenti nutrizionali

Nei casi in cui la dieta porta a una tendenza positiva nel miglioramento delle condizioni del corpo, puoi iniziare l'introduzione graduale di prodotti esclusi (proibiti) nella dieta. Una dieta ipoallergenica mostrerà il risultato più veloce se segui i seguenti principi nutrizionali:

  • La zuppa di brodo vegetale dovrebbe essere nel menu ogni giorno. La carne di zuppa non può essere utilizzata per cucinare zuppe, poiché esiste un alto rischio di reazione allergica al corpo.
  • Se c'è un forte desiderio di uno spuntino tra i pasti, allora è meglio mangiare: ricotta a basso contenuto di grassi, o yogurt, frutta verde o verdura.
  • Si consiglia di bere il tè verde con una fetta di limone.

Se segui questi consigli per almeno 7 giorni, puoi sentire un aumento di energia e forza nel corpo, grazie alla rimozione delle tossine dal corpo. Inoltre, se rimuovi dalla dieta tutti gli alimenti con un alto grado di allergenicità, durante una dieta ipoallergenica sarà più facile osservare la dinamica delle manifestazioni allergiche.

L'introduzione di un nuovo prodotto alimentare in una dieta ipoallergenica dovrebbe essere periodica: ogni tre giorni, introdurre non più di 1 prodotto, questo principio della dieta è chiamato: dieta non specifica. Se entro la fine della dieta non si osservano cambiamenti nel corpo, i nutrizionisti raccomandano di eliminare inizialmente dalla dieta tutti gli alimenti allergenici di moderata gravità. Successivamente, tutti gli alimenti a basso contenuto allergenico sono soggetti ad esclusione..

Nota: per adulti, donne in gravidanza, è possibile seguire questa dieta per 3 settimane e per i bambini non più di 7-9 giorni.

La limitazione del menu dovrebbe avvenire solo sotto la supervisione di specialisti. Una dieta così rigorosa è necessaria per stabilire un allergene e chiarire la diagnosi. In questo caso, è necessario mantenere una nutrizione frazionata e registrare tutte le reazioni del corpo all'uso di qualsiasi prodotto.

Dieta per le madri che allattano

Una porzione di una madre che allatta deve essere riempita con complessi vitaminici e minerali. Pertanto, è necessario mangiare il più possibile frutta e verdura fresca consentite da una dieta ipoallergenica (di colore verde o giallo) è un prerequisito per l'alimentazione di una madre che allatta.

Attenzione! È necessario escludere completamente l'eccesso di cibo, poiché i resti di cibo non saranno digeriti dal corpo, ma inizieranno a deformarsi in scorie, che avveleneranno il corpo dall'interno.

I prodotti che contengono una grande quantità di proteine ​​dovrebbero essere combinati con colture vegetali, ciò contribuirà alla barriera dell'ingresso di particelle allergeniche nel plasma sanguigno. Questa tecnica antiallergica sarà utile non solo per le madri che allattano, ma anche per i bambini.

Alcune ricette

Le ricette per una dieta ipoallergenica includono l'uso di solo frutta e verdura fresca, metodi di cottura sicuri (al vapore, in forno, bolliti o in umido) ed elimina anche l'uso di vari condimenti.

Considera i due piatti ipoallergenici più comuni, vedi altre ricette qui:

  • Cotolette al vapore. La carne macinata per le cotolette deve essere mescolata con cipolle tritate, leggermente salate e aggiungere un pezzo di pane imbevuto. Dalla carne tritata risultante, è necessario formare le forme di future cotolette e inviarle alla doppia caldaia fino al momento.
  • Casseruola Di Formaggio. La ricotta tagliuzzata deve essere mescolata con zucchero, un paio di proteine ​​montate e 2 cucchiai. cucchiai di semola. Ungi la teglia con olio e aggiungi il composto. Cuocere in forno per 25-30 minuti.

Prima di applicare la tecnica dietetica ipoallergenica, è necessario ottenere una consulenza specialistica. Non dimenticare che qualsiasi automedicazione può portare a tristi conseguenze, quindi non dovresti sperimentare con il tuo corpo, in particolare con allergeni e prodotti ipoallergenici..

Recensioni

Nastya, 26 anni: Di ​​recente, ho iniziato a notare che ho una reazione allergica ad alcuni prodotti. Dopo il cioccolato, si riversa sul mio viso e sulla schiena. Ci sono vertigini o diminuzione della pressione a causa degli odori pungenti di alcuni condimenti. Cerco di evitare completamente tali prodotti e di mangiare secondo le raccomandazioni di cui sopra.

Ira, 27 anni: una dieta ipoallergenica è diventata una delle più difficili per me, perché ha una lunga lista di prodotti proibiti e consentiti. Tuttavia, se sei allergico, non puoi farne a meno. Questa dieta consente non solo di mantenersi in buona forma, ma anche di calcolare quali alimenti hanno una reazione allergica. Ho perso 3 kg nella prima settimana.

Alexandra, 38 anni: questa dieta è molto efficace, anche se richiede una certa forza di volontà per rispettarla. Ero allergico, ma non sapevo esattamente cosa. Per scoprirlo, ho dovuto testare per una settimana ogni prodotto che potesse causare allergie. Ora mangio normalmente, non mangiamo solo: miele, noci e uova. Mi sento benissimo!

Quale dieta è considerata ipoallergenica, un elenco di prodotti e menu per la settimana

Secondo le ultime statistiche, le allergie sono uno dei motivi principali per visitare un medico. Che cos'è un'allergia? Questa è una risposta indesiderata del sistema immunitario causata dal corpo a una sostanza specifica. Questa sostanza si chiama allergene. Oltre alla nota allergia agli acari della polvere, esiste anche un'allergia alimentare, che, in particolare, è chiamata dieta ipoallergenica..

Le conseguenze del mancato rispetto delle allergie

Se non viene seguita una dieta ipoallergenica, di solito si verificano sintomi spiacevoli sulla pelle, nel tratto digestivo.

Le manifestazioni più comuni di allergie quando la dieta non viene seguita:

  1. Sintomi cutanei: orticaria, arrossamento della pelle, gonfiore della mucosa, pelle, prurito in tutto il corpo, palpebre gonfie.
  2. Segni digestivi di un'allergia: dolore addominale spasmodico, gonfiore, bruciore di stomaco, vomito, diarrea, costipazione.
  3. Manifestazioni respiratorie: tosse, starnuti, rinite frequente, irritazione della gola, gonfiore delle labbra e della lingua, gonfiore della mucosa nasale, respiro corto (simile all'asma).
  4. Manifestazioni cardiovascolari di allergie: variazioni della pressione sanguigna (principalmente diminuzione), disturbi del ritmo cardiaco, palpitazioni.
  5. Manifestazioni neurologiche: vertigini, perdita di coscienza, affaticamento cronico, emicrania, insonnia, ansia, depressione, disturbo di panico, vampate di calore, sudorazione.
  6. Manifestazioni ginecologiche di allergie: mestruazioni dolorose, irregolarità mestruali.

Se la dieta non viene seguita per le allergie, questi sintomi possono manifestarsi singolarmente o più contemporaneamente. Ogni organismo è diverso, quindi i sintomi sono individuali. Alcuni sono più pronunciati, altri meno. Per le persone inclini al verificarsi di queste manifestazioni di allergie dopo aver mangiato determinati alimenti, il medico prescrive una dieta antiallergenica. Questa dieta agisce sull'istamina ormonale, motivo per cui viene anche chiamata dieta antistaminica..

Tabella dei prodotti approvata

Alcuni alimenti non sono direttamente allergeni, ma possono anche peggiorare significativamente la condizione. Molto spesso si tratta di prodotti che aumentano il livello di istamina (l'ormone e il neurotrasmettitore prodotti da un numero di cellule) nel corpo. Questo è uno dei motivi per cui la dieta dell'istamina è il primo passo nel trattamento delle allergie..

Per un menu dietetico ipoallergenico, l'elenco dei prodotti (consentiti) è presentato nella tabella.

Alimenti dietetici
VerdureSucchi freschi, congelati, di verdure consentite.

Carote, zucchine, cicoria, aneto, lattuga, lattuga romana, sedano, asparagi, pastinaca, mais fresco, germogli di bambù freschi, crescione, topinambur.

Scalogno, aglio (meglio non crudo).

Patate, patate dolci.

FruttaSucchi freschi, congelati, di frutta consentita.

Pera asiatica, pera, banana, uva bianca senza semi.

Rabarbaro, olivello spinoso, litchi, melograno.

Melone (tranne le angurie). Ad esempio, melone, melone, gallio, ecc..

CerealePrestare attenzione all'assenza di coloranti, additivi.

Riso integrale, selvaggio, bianco; prodotti a base di riso - tagliatelle, waffle, patatine, brodi,.

Farina di mais, cereali.

Avena, quinoa, miglio.

Pasta senza uova di grano consentite.

Cracker, farine fatte in casa con cereali consentiti, pane azzimo (cioè senza lievito).

Psillium (piantaggine indiano).

Latte, latticini, sostituti del latteFresco, senza additivi.

Latte fresco pastorizzato, panna, ricotta, mascarpone, ricotta, formaggio non fermentato, crema di formaggio, yogurt intero.

CarneFresco, non grasso, senza tendini, non sottovuoto.

Manzo, vitello, agnello, coniglio.

UovaTuorlo dopo un accurato trattamento termico.
Oli, grassiBurro fresco.

Oli vegetali spremuti a freddo - semi di colza, cartamo.

Condimenti per insalata fatti in casa con ingredienti ammessi.

Noci, semiGhianda di papavero.
Spezie, ErbeErbe fresche, congelate e secche.

Basilico, menta, prezzemolo, salvia, cipolla verde (in piccole quantità).

Sale marino senza iodio.

dolcificantiZucchero (barbabietola rossa, saccarosio), fruttosio, lattosio.

Melassa, acero, sciroppo di mais, sciroppo d'agave, riso integrale.

Marmellata fatta in casa, marmellata, caramello fatto in casa.

Le bevandeAcqua senza gas, aromi.

Tè di tiglio, menta, verbena, sambuco.

Tisane fatte in casa, tè alla frutta.

Caffè decaffeinato.

riposoSoda, tartrato di potassio (E336), carruba, gelatina pura.

Caramello come colorante E150, E150a, agar E406, acido ascorbico - vitamina C (E300).

Tabella dei prodotti vietati

Le diete anallergiche non usano alimenti ricchi di istamina o alimenti che agiscono come sostanze che rilasciano o bloccano l'enzima diammina ossidasi: alcool, tè nero, tè, bevande energetiche.

L'elenco dei prodotti dietetici ipoallergenici non raccomandati per il consumo è presentato nella tabella seguente..

Alimenti dietetici
VerdureMelanzane, zucca, spinaci, olive, avocado, funghi, ortica, rucola, rafano, cavolo, alghe, peperoncini freschi.

Pomodori e tutti i prodotti a base di pomodoro (inclusi concentrato di pomodoro, ketchup, ecc.).

Crauti, verdure fermentate, sottaceti.

Molte cipolle.

FruttaQualsiasi frutto troppo maturo (cioè anche permesso).

Fragole, ribes rosso, uva spina, lamponi, more, mirtilli rossi, agrumi, ananas, uva rossa, kiwi, guava, cocco, ciliegia, albicocche, pesche noci, pesche, prugne, papaia, fichi, datteri, avocado, anguria.

Cinorrodo, uva passa, prugne secche, gelsi, frutta secca, canditi.

CerealeFarina sbiancata, grano sbiancato, lievito fresco (incluso lievito di birra), estratto di lievito.

Orzo, germogli di grano, miscele da forno.

Pasta di burro, torte di negozio, pasta aromatizzata, cereali, popcorn.

Latte, latticini, sostituti del latteYogurt aromatizzati, prodotti a base di latte fermentato, creme sintetiche, latte pastorizzato a lungo termine, formaggi stagionati, formaggi lavorati, formaggi a latte crudo, formaggio di soia, formaggio di capra, feta, latte di soia.
CarneCarne macinata, confezionata, congelata, in salamoia, affumicata, a scatti.

Frattaglie, maiale, cervo, filetto di manzo, struzzo.

Pesce - salmone e tonno senza eccezioni (anche fresco); pesce congelato, salato, affumicato (ad eccezione del pesce bianco).

Frutti di mare (tranne polpo fresco, vongole fresche).

Carne, pesce in scatola, piatti pronti confezionati.

UovaProteine ​​(soprattutto crude, poco cotte, essiccate).
Oli, grassiSesamo, Burro Di Arachidi.

Oli con coloranti, conservanti, lecitina idrolizzata, margarina, medicazioni, salse.

Noci, semiSemi di zucca, girasole, senape, sesamo, lino.

Castagne, Arachidi, Cocco.

Noci (sono ammessi gli anacardi non arrostiti).

Spezie, ErbeAnice, cannella, chiodi di garofano, curry, peperoncino, senape, liquirizia, noce moscata, crescione, condimenti aromatici, sale iodato.
dolcificantiEstratto di malto, conserve, marmellate, sciroppi, ecc..
Le bevandeCioccolata calda, cacao, tè (nero), erbe, tè alla frutta (aromi, coloranti).

Alcol, bevande energetiche, bevande chinine.

LegumiFagioli, soia, lenticchie (non rosse), piselli.
additiviLa maggior parte degli additivi del gruppo di coloranti, conservanti, antiossidanti, regolatori di acidità, emulsionanti, addensanti, stabilizzanti, ecc..
riposoCioccolato, gelati, dolci, ecc..

Ketchup, concentrato di pomodoro, salsa barbecue, maionese, tartaro, senape, salsa di soia.

Gelatina aromatizzata, aceto fermentato (vino, balsamico, mela, ecc.).

Glutammato monosodico, lecitina (idrolizzata, soia).

Caratteristiche del menu per le madri che allattano

In caso di alto rischio di allergie in una donna che allatta, una dieta ipoallergenica si basa sull'esclusione dei più comuni prodotti allergenici (latte, latticini, pesce, uova, arachidi). La possibilità di una reazione ad altri allergeni non è esclusa..

L'assenza di latte e prodotti lattiero-caseari con allergie può portare a carenza di calcio, che influenza il metabolismo, l'indebolimento del tessuto osseo. È opportuno integrare i depositi di calcio con preparati farmaceutici. La necessità durante l'allattamento è di circa 1000 mg.

Con l'eccezione di latte, latticini, uova, pesce, si può verificare una carenza di iodio nell'ambito di una dieta ipoallergenica. Il fabbisogno giornaliero di iodio durante l'allattamento è di 260 mcg. Per precauzione, si consiglia di assumere 100 mcg / die. Parla con il tuo medico sull'integrazione di iodio con la tua dieta..

In inverno, una quantità insufficiente di latte, latticini, pesce nel menu di una dieta ipoallergenica può anche minacciare una carenza di vitamina D. Pertanto, si consiglia di integrarlo previo accordo con un medico. Il fabbisogno di vitamina D durante la gravidanza e l'allattamento è di 20 mcg al giorno..

Se una dieta antiallergica comporta il rifiuto di una serie di frutta e verdura, può verificarsi una carenza di vitamina C. Ciò non influirà sul bambino, perché se una madre che allatta è carente, la vitamina C entra nel latte a causa della scarsa disponibilità presente nel suo corpo.

Un'eccezione alla dieta per una donna che soffre di allergie, noci, semi, porta a una diminuzione del consumo di acidi grassi insaturi, che sono molto importanti per la crescita e lo sviluppo del bambino. Pertanto, è necessario consumare grassi sotto forma di oli vegetali, preparati omega-3.

Dieta per dermatite atopica

Esistono diversi gruppi di prodotti che escludono una dieta ipoallergenica per la dermatite atopica..

Il primo gruppo sono i prodotti allergenici identificati. Le reazioni allergiche sono fonti di istamina, quindi esacerbano i sintomi della dermatite. In assenza di allergie, l'elenco dei prodotti per il menu seguendo una dieta sarà molto più ricco.

Il secondo gruppo è costituito da alimenti ricchi di istamina. L'istamina è un prodotto della maturazione batterica. Pertanto, gli alimenti proibiti includono tutti gli alimenti fermentati, come:

  • carni affumicate;
  • formaggi
  • lievito;
  • vino;
  • birra;
  • Tè nero;
  • crauti;
  • verdure in salamoia;
  • carne in salamoia.

Una grande quantità di istamina contiene alcune verdure, frutta, frutti di mare, frattaglie, frutta secca, cacao. Quando si segue una dieta anallergica, fare attenzione con l'assunzione di pesce. Contiene un'alta percentuale di istidina, una sostanza che immediatamente dopo la morte del pesce inizia a convertirsi (a causa di processi batterici) in istamina; il suo contenuto nella carne di pesce cresce geometricamente. Questo processo può essere evitato congelando i pesci a -20 ° C immediatamente dopo la cattura. Salvo una dieta ipoallergenica, il pesce non è categoricamente proibito, ma lo acquista fresco (cioè vivo) o surgelato da una fonte attendibile.

Menu e ricette per una dieta ipoallergenica

La colazione richiede un po 'di dolcezza. Ci sono molti modi per iniziare una dolce giornata con una dieta ipoallergenica per una settimana..

Ecco alcuni esempi:

  1. Porridge di farina d'avena + latte di mandorle.
  2. Porridge di quinoa.
  3. Porridge di riso + mela.
  4. Riso al latte di cocco.
  5. Panini Di Riso Al Burro.
  6. Lievito madre con marmellata fatta in casa.
  7. Budino di Chia.

Farina d'avena tropicale

  • 300 ml di latte di cocco;
  • 100 g di farina d'avena;
  • 2 cucchiai. l scaglie di cocco;
  • 70 g di mango tritato (fresco, congelato) o altri frutti;
  • un pizzico di sale.

Ricetta di farina d'avena per una dieta allergica:

  1. Porta a ebollizione il latte.
  2. Aggiungi farina d'avena, sale, riduci al minimo la temperatura. Cuocere i fiocchi fino ad ottenere una consistenza morbida e cremosa..
  3. Nel frattempo, friggi le gocce di cocco a bassa temperatura fino a quando non ottengono una tonalità dorata (circa 2-3 minuti).
  4. Cospargere di farina d'avena con cocco, mango.

Budino di Chia

  • 2 cucchiai. latte di cocco o di mandorle;
  • ½ cucchiaio semi di chia;
  • 2 cucchiai. l dolcificante (sciroppo d'acero, agave, miele);
  • frutta per la decorazione.

Ricetta Budino Dieta Allergica:

  1. Versare il latte in un contenitore richiudibile, aggiungere dolcificante, semi di chia.
  2. Chiudi accuratamente la tazza, agita energicamente.
  3. Lasciare in frigorifero, preferibilmente durante la notte. Più a lungo il budino "riposerà", più cremoso sarà.

Dieta allergica e pranzo sano? Non è un problema! Creando un menu di una dieta ipoallergenica per una settimana per adulti e bambini, puoi scegliere tra le seguenti opzioni:

  1. Petto di pollo (fresco!) + Patate al forno + verdure consentite (ad esempio broccoli al vapore).
  2. Qualsiasi carne trasportabile (tacchino, coniglio, selvaggina, ecc.).
  3. Patate dolci al forno con zucchine + mozzarella.
  4. Pasta (preferibilmente senza glutine) + verdure o uova.
  5. Involtini di verdure fresche (in involucro di riso).
  6. Risotto classico con verdure consentite.
  7. Insalata di iceberg + uova di quaglia + mozzarella.

Cotolette Di Zucchine

  • 2 zucchine di medie dimensioni;
  • 2 cipolle verdi (tritate);
  • 2 spicchi d'aglio;
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio. farina di mandorle (opzionale);
  • 1 cucchiaino bibita;
  • 1 cucchiaino sali;
  • Olio di cocco.

Ricetta per cotolette di zucchine per una dieta allergica:

  1. Grattugiare le zucchine o macinare in un frullatore.
  2. Metti le zucchine grattugiate in una ciotola, aggiungi il sale. Lasciare agire per 10 minuti. Strizzare l'acqua in eccesso (ad es. Attraverso un panno).
  3. Mescolare le zucchine in una ciotola con erba cipollina, aglio, uova, soda. Per aumentare la densità dell'impasto, puoi aggiungere la farina.
  4. Mescolare, creare palline di circa 6 cm di diametro.
  5. Scalda la coppa dell'olio di cocco a temperatura media. Friggere le zucchine 3-4 minuti su ciascun lato (dovrebbero diventare croccanti con una tinta brunastra).

Zuppa Di Crema Di Patate Dolci

  • 4 patate dolci tritate sbucciate;
  • 1 cipolla tritata;
  • 3 spicchi d'aglio tritati;
  • 1 cucchiaio. l Olio di cocco
  • 1 lattina di latte di cocco;
  • sale marino e pepe qb.

Ricetta zuppa di patate dolci per dieta allergica:

  1. Soffriggere la cipolla fino a doratura.
  2. Aggiungere l'aglio, cuocere per 3-4 minuti per ammorbidire i cibi.
  3. Aggiungi acqua, patata dolce. Portare a ebollizione, cuocere per circa 10-15 minuti (o fino all'igname morbido).
  4. Rimuovi la zuppa dal fuoco, aggiungi lentamente il latte di cocco. Condire con sale, pepe.
  5. Mescola in un frullatore.

Cosa mangiare a cena con una dieta ipoallergenica per adulti e bambini? Dai la preferenza al cibo leggero. Adatto ad esempio:

  1. Quinoa + cetriolo + carote in umido + prezzemolo + mais.
  2. Gnocchi di patate + cavolo fresco stufato, cipolle.
  3. Tagliatelle di riso + pollo saltato (o tacchino, in caso di intolleranza al pollo).
  4. Patate Al Forno Con Cipolla, Uovo.
  5. Amaranto (per piatti dolci o salati).
  6. Cereali.
  7. Zuppe Di Verdure.
  8. Uova (se tollerate).
  9. Pane a lievitazione naturale + burro + verdure.

Verdure quinoa

  • 1 cucchiaio. quinoa;
  • 1 cucchiaio. l burro;
  • 2 cucchiaini aglio tritato;
  • 2 cucchiai. l prezzemolo fresco tritato;
  • ½ cucchiaio l timo fresco tritato;
  • ¼ cucchiaino sali;
  • zucchine, mais, prezzemolo, carote (e altre verdure portatili), a dadini.

Ricetta quinoa con verdure per una dieta allergica:

  1. Sciogli il burro a temperatura media. Aggiungi la quinoa, mescola di tanto in tanto fino a quando la groppa è leggermente marrone (circa 5 minuti).
  2. Aggiungi acqua, verdure. Portare ad ebollizione.
  3. Ridurre il calore, coprire, cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti (fino a quando la quinoa è morbida).
  4. Cospargere con aglio, prezzemolo, timo su un piatto, condire con sale.

Zuppa di broccoli

  • 400 g di broccoli;
  • 2 gambi di sedano;
  • 1 spicchio d'aglio;
  • olio d'oliva;
  • foglia di menta fresca
  • ricotta (può essere sostituita con mozzarella).
  • il latte di cocco può essere usato per rendere densa la zuppa.

Ricetta per zuppa di broccoli per diete allergiche:

  1. Friggere l'aglio tritato, il sedano tritato in una padella.
  2. Dopo 3 minuti aggiungere i broccoli, riempire con acqua.
  3. Cuocere per 7 minuti, aggiungere la menta tritata finemente.
  4. Se si utilizza latte di cocco, aggiungerlo dopo averlo rimosso dal fuoco, mescolare accuratamente.
  5. Servire con ricotta (mozzarella).

La maggior parte delle persone con allergie alimentari non tollerano i peperoncini e altre spezie piccanti. Se sei un amante del gusto piccante, mentre segui una dieta ipoallergica, prova a sostituirli con zenzero macinato. Vedi è delizioso.

IMPORTANTE! Articolo informativo! Prima dell'uso, consultare uno specialista..

Come mangiare con le allergie alimentari? Menu e lista dei prodotti

L'indicazione principale per la prescrizione di questa dieta è l'allergia alimentare, poiché i compiti principali di questa dieta sono l'eliminazione diretta dei fattori, cioè i prodotti stessi, che portano a una reazione allergica e una riduzione del carico allergenico sul corpo.

Caratteristiche

Il contenuto calorico approssimativo di questa dieta è di 2800 kcal al giorno. Devi mangiare in modo frazionario, almeno 6 volte al giorno.

In presenza di edema, si raccomanda di limitare l'assunzione di liquidi liberi.

Cosa no?

Una dieta ipoallergenica elimina completamente tutti gli allergeni alimentari, tra cui:

  • prodotti a base di carne e pesce (compreso il caviale)
  • agrume
  • tutti i tipi di noci
  • frutti e bacche di colore rosso e arancione
  • melone e ananas
  • verdure piccanti (ravanello, rafano, ravanello);
  • cioccolato e caffè
  • miele, zucchero, marmellata, dolci e tutti i tipi di pasticceria
  • prodotti salati e affumicati
  • maionese e ketchup
  • succhi di frutta
  • le uova
  • funghi
  • carne di pollame (esclusa la carne bianca di pollo e tacchino)
  • formaggio
  • tutti i prodotti industriali (esclusi alimenti per l'infanzia)
  • bevande alcoliche

È anche importante rimuovere dal menu prodotti a cui il paziente ha un'intolleranza individuale..

Che cosa può?

Molto spesso, i seguenti prodotti sono ammessi nel menu dieta ipoallergenica:

  • Carne: manzo bollito, carne bianca di pollo e tacchino;
  • Zuppe vegetariane preparate con alimenti approvati;
  • Olio vegetale: oliva, girasole;
  • Porridge: riso, grano saraceno, farina d'avena;
  • Prodotti a base di acido lattico: puoi ricotta, yogurt, yogurt e yogurt senza additivi;
  • Formaggio salato (formaggio feta);
  • Verdure: cetrioli, cavoli, verdure a foglia verde, patate, piselli;
  • Frutta: mele verdi, meglio cotto, pere;
  • Composta di tè e frutta secca;
  • Pane bianco secco, torte azzime, pane pita azzimo (senza lievito).

Si noti che l'elenco dei prodotti consentiti, nonché l'elenco dei prodotti vietati, possono variare in base alle indicazioni individuali e la versione finale della dieta deve essere preparata dal medico curante.

Uscita dalla dieta

La dieta può durare da due a tre settimane per gli adulti e fino a 10 giorni per i bambini. Quando i sintomi allergici smettono di manifestarsi, cioè dopo 2-3 settimane dal momento del miglioramento, puoi gradualmente restituire cibo alla dieta, ma rigorosamente uno alla volta e nell'ordine inverso, da allergenico basso a altamente allergenico. Un nuovo prodotto viene introdotto una volta ogni tre giorni. Se si è verificato un deterioramento, l'ultimo prodotto è un allergene e non ne vale la pena..

Opzioni di menu giornaliere

Colazione: porridge di grano, tè, mela verde

Pranzo: zuppa di verdure, polpette, pasta e composta di mele secche

Cena: vinaigrette, tè con un panino

Colazione: porridge di grano saraceno, tè, mela

Spuntino: caffè con latte, biscotti

Pranzo: zuppa di pollo tritato, filetto alla Stroganoff di carne bollita e purè di patate, composta

Cena: budino di cagliata, kissel

Colazione: porridge di semola, tè, mela

Spuntino: insalata di cavolo e insalata di carote

Pranzo: zuppa di cavolo vegetariana, coscia di coniglio al forno, carote in umido, composta

Cena: tagliatelle al latte

Ricette dietetiche ipoallergeniche

Zuppa di latte di soia con patate

200 g di latte di soia

3 tuberi di patata

Fase 1. Sbucciare patate e cipolle, tritare finemente a cubetti, aggiungere acqua e cuocere per 15 minuti.

Passaggio 2. Aggiungere latte, sale e cuocere per altri 10 minuti.

Passaggio 3. Versare nei piatti, cospargere con prezzemolo e servire.

Zuppa di pollo macinata

1 litro di brodo di carne

200 g di carne bianca di pollo bollita tritata

2 cucchiai. l farina di soia

Passaggio 1. Mescolare un bicchiere di brodo e carne macinata, aggiungere la farina di soia.

Passaggio 2. Versare il brodo rimanente, salare e portare a ebollizione.

Mele ripiene

250 g di manzo magro bollito

3 cucchiai burro

½ tazza di pangrattato

Sale, pepe, noce moscata

Passaggio 1. Preriscaldare il forno a 200 gradi C. Tagliare le mele a metà e nel nocciolo..

Passaggio 2. Sciogli il burro in una casseruola. Passare la cipolla per 5 minuti fino a quando è morbida. Trasferisci su un altro piatto.

Passaggio 3. Passare il manzo attraverso un tritacarne, unirlo alle cipolle.

Passaggio 4. Aggiungere cracker, basilico, noce moscata, sale, pepe, mescolare.

Passaggio 5. Riempi le mele con questo composto, quindi mettile in una teglia e versa 1 tazza di brodo. Coprire e mettere in forno per 35-40 minuti.

Passaggio 6. Trasferire le mele in un'altra ciotola. Non dovrebbero raffreddarsi. Versare il liquido in cui le mele sono state cotte nella padella. Tenere a fuoco medio per circa 3 minuti.

Passaggio 7. Sciogliere l'amido in acqua fredda. Versalo nella padella. Cuocere fino a quando addensato. Servi mele ripiene con questo ragù di carne.

Polpette di tacchino con zucchine

1 petto di tacchino

Passaggio 1. Macinare le zucchine in un frullatore

Passaggio 2. Macinare la carne di tacchino, punzonare con le zucchine.

Passaggio 3. Far bollire il riso fino a metà cottura, aggiungere a carne macinata, sale, aggiungere verdure tritate finemente.

Passaggio 4. Attaccare le piccole polpette. Mettili in una teglia.

Passaggio 5. Cuocere per mezz'ora a una temperatura di 180 gradi.

Casseruola di ricotta

2 cucchiai semolino

2 cucchiai burro

Passaggio 1. Strofinare la ricotta attraverso un setaccio, aggiungere un piccolo estratto di stevia o zucchero. Metti la semola.

Passaggio 2. Batti gli scoiattoli e aggiungili alla cagliata.

Passaggio 3. Sciacquare l'uvetta e aggiungere la cagliata.

Fase 4. Lubrificare lo stampo con burro, aggiungere alla massa di cagliata, cospargere con casseruola di semola.

Dieta per le allergie nei bambini di età diverse: principi generali, menu

Sempre più dati compaiono in letteratura sul fatto che una dieta rigorosa per le allergie può non solo essere utile, ma anche dannosa. Come scegliere la dieta giusta per un bambino allergico? Per capire come dovrebbe essere costruita una dieta ipoallergenica per i bambini con diverse malattie allergiche, questo articolo aiuterà.

L'allergia è una malattia che si sviluppa a causa di una reazione inadeguata del corpo all'ingestione di una proteina estranea. Questa sostanza può penetrare in vari modi:

  • si sviluppa la febbre aerogenica e quindi del fieno;
  • contatto, che comporta lo sviluppo di dermatite da contatto;
  • parenterale, causando allergie ai farmaci o allergie al veleno degli insetti;
  • e ovviamente cibo.

In caso di allergia alimentare, al fine di escludere il contatto corporeo con una proteina allergenica, è necessario escludere dalla dieta i prodotti contenenti questa proteina.

Dieta di eliminazione

È molto specifico. Dei prodotti consumati, è necessario rimuovere specifici, specifici, solo quelli a cui esiste ipersensibilità. Utilizzare diete specifiche quando è impossibile condurre una diagnosi accurata o nelle sue prime fasi (inclusa l'autodiagnosi).

Dieta non specifica

La seconda opzione è una dieta di base, non specifica. È necessario per spegnere tutti i prodotti "pericolosi" in termini di allergie dalla dieta, per ridurre il carico nutrizionale complessivo sul corpo.

Pertanto, lo scopo di una dieta ipoallergenica è il seguente:

  1. ricerca diagnostica per allergeni trigger;
  2. esclusione del contatto con un allergene scatenante;
  3. diminuzione del carico allergenico totale sul corpo;
  4. rifornimento di sostanze nutritive escluse e oligoelementi da altri prodotti.

L'ultimo punto è di fondamentale importanza, poiché è necessaria una dieta ipoallergenica rigorosa per i bambini e importante solo durante un periodo di grave esacerbazione, prima della nomina della terapia. Nel resto del tempo, è importante non solo escludere l'allergene dal cibo (con allergie alimentari), ma formare una dieta completa ed equilibrata con una tale eccezione.

Principi generali della formazione di una dieta per le allergie in un bambino

Durante la formazione della dieta, è molto importante considerare le caratteristiche del corpo del bambino.

Quindi, va ricordato che i bambini hanno molte più probabilità degli adulti di avere bisogno di proteine ​​e fibre. Ciò è dovuto all'attività estremamente elevata del bambino (specialmente all'età di 3-7 anni) e alla necessità di "completamento" di tutti i sistemi e organi. Ma è successo che sono le proteine ​​animali a provocare una risposta immunitaria inadeguata.

Il secondo punto è l'elevata prevalenza di allergia alle proteine ​​del latte vaccino. Inoltre, ci sono alcune differenze tra un'allergia alimentare "infantile" e una "adulta":

  • nella maggior parte dei bambini, la risposta immunitaria è combinata con quella non immune (si realizza la cosiddetta pseudo-allergia);
  • molto spesso c'è sensibilizzazione poliallergenica;
  • più vecchio è il bambino, maggiore è la probabilità di sviluppare un'allergia crociata.

L'ultimo punto è collegato, prima di tutto, con l'espansione della dieta.

Tenendo conto di tutte queste caratteristiche, possiamo distinguere i principi di base della formazione di qualsiasi dieta ipoallergenica, sia specifica che non specifica:

  • una dieta è necessaria per qualsiasi malattia allergica, che si tratti di ipersensibilità alimentare, febbre da fieno o dermatite da contatto;
  • con allergie alimentari, è necessaria un'accurata determinazione dell'allergene scatenante;
  • è necessaria l'esclusione più completa delle proteine ​​animali e la sua sostituzione con le verdure;
  • uso consentito di prodotti lattiero-caseari;
  • esclusione obbligatoria di prodotti antistaminici;
  • è importante escludere non solo allergeni causali, ma anche irritanti incrociati (particolarmente importanti per la febbre da fieno);
  • è richiesto un rigoroso controllo della dieta completa ed equilibrata.

Il cibo per i bambini allergici deve essere cotto, cotto a vapore o bollito.

Regole obbligatorie

Un altro punto su cui concentrarsi sono le regole che devono essere seguite se un bambino ha bisogno di una dieta ipoallergenica:

  1. Lavora in coppia con un allergologo. Non è possibile escludere in modo indipendente i prodotti dalla dieta o introdurli, soprattutto nelle allergie gravi;
  2. Conformità rigorosa. Non puoi "seguire l'esempio" di un bambino che chiede un prodotto allergenico. È importante ricordare che con una vera allergia, anche una piccola porzione è sufficiente per formare una grave reazione allergica;
  3. Regolazione tempestiva. Esiste la possibilità di autorigenerazione di alcuni tipi di allergie con l'età, nonché la comparsa di nuovi;
  4. Vita ipoallergenica. Dovrebbe andare in combinazione con una dieta: pulizia regolare a umido, assenza di muffa, polvere, possibilmente animali domestici in casa, l'uso di filtri dell'aria.

Fasi di entrare in una dieta per le allergie in un bambino

Secondo le raccomandazioni cliniche, una dieta ipoallergenica viene introdotta in tre fasi:

  1. Identificazione del fattore scatenante, selezione della dieta. Vengono eseguiti test provocativi, test di scarificazione, terapia dietetica empirica. La durata di questa fase è maggiore, più allergeni sono irritanti diretti;
  2. Terapia di mantenimento La fase più lunga della terapia dietetica (la sua durata varia da 3-5 mesi a diversi anni. In questa fase, sono esclusi tutti i prodotti allergenici per l'uomo;
  3. Espansione della dieta Il criterio per la transizione è una remissione clinica e di laboratorio completa. In questa fase, a partire dalle dosi minime, vengono introdotti prima i prodotti minimamente allergenici, quindi gli allergeni crociati e, se somministrati con successo, si tenta di introdurre allergeni sempre più forti.

Dieta non specifica

Una dieta non specifica implica l'esclusione di tutti gli alimenti altamente allergenici. Viene nominata alla sua prima visita da un allergologo con lamentele di reazioni di ipersensibilità..

Vengono utilizzate le diete di eliminazione della gamma più ampia possibile. Secondo I.V. Borisova, professore presso la Filiale siberiana dell'Accademia Russa di Scienze Mediche, tutti i prodotti in base al loro grado di attività allergenica sono suddivisi in tre tipi. Allocare prodotti:

Alta attività:

  • uova di gallina;
  • latte;
  • prodotti ittici;
  • carne di gallina;
  • Pomodori
  • agrumi;
  • banane
  • lievito per panetteria;
  • prodotti di cioccolato, fave di cacao;
  • tutti i tipi di noci;
  • melone;
  • sedano;
  • eventuali spezie.

Attività media:

  • Manzo;
  • carne di maiale;
  • carne di cavallo;
  • tacchino
  • Grano
  • alimenti di segale;
  • riso
  • orzo;
  • prodotti d'avena;
  • carote;
  • cetrioli
  • barbabietole;
  • soia;
  • piselli;
  • fagioli
  • albicocche
  • mele
  • uva
  • Kiwi;
  • ananas
  • lamponi;

Attività debole:

  • carne di agnello;
  • carne di coniglio;
  • grano saraceno;
  • schiacciare;
  • cavolo;
  • rapa;
  • zucca;
  • prugne
  • Pera;
  • angurie;
  • insalata;
  • mirtilli;
  • mirtilli;
  • mirtilli rossi.

L'Unione dei pediatri russi offre un modello simile di distribuzione dei prodotti in base alla loro allergenicità:

Tabella: Dieta per allergie in un bambino dell'Unione dei Pediatri della Russia (Parte 1) Tabella: Dieta per allergie in un bambino dell'Unione dei Pediatri della Russia (Parte 2)

Dr. E.O. Komarovsky nomina i sei alimenti più allergenici:

Dieta ipoallergenica per bambini

INFERNO. Ado, un fisiopatologo, immunologo e allergologo sovietico, che studia i meccanismi scatenanti delle reazioni allergiche, ha scoperto che ci sono prodotti che sono allergeni quasi obbligati (obbligatori) e ci sono quelli che sono relativamente sicuri in termini di allergie.

La dieta Ado per i bambini allergici, formata nel 1987, si basa su questo: l'esclusione del cibo "aggressivo" e la sua sostituzione con una più delicata.

I vantaggi di questa dieta:

  • un elenco specifico di alimenti che non dovrebbero essere consumati, piuttosto che la lunga definizione di "alimento pericoloso";
  • l'esclusione di tutti gli allergeni contemporaneamente, che garantisce la rapida eliminazione dei sintomi clinici delle allergie;
  • la capacità di introdurre a turno allergeni obbligati nella dieta, capendo quale particolare stimolo sviluppa la reazione.

Tuttavia, questa tecnica presenta anche degli svantaggi:

  • estrema non specificità;
  • mancanza di attenzione sulle caratteristiche individuali di ogni bambino.

Cosa è possibile con questa dieta ipoallergenica per un bambino e cosa è impossibile

Ad Ado puoi mangiare i seguenti alimenti:

  • manzo bollito;
  • zuppe di cereali o verdure;
  • “Latte acido” (ricotta, yogurt, prodotti kefir);
  • oli cremosi, di oliva, di girasole;
  • grano saraceno, ercole, riso;
  • pane non commestibile (bianco);
  • cetrioli (solo freschi);
  • prezzemolo, aneto;
  • Mele cotte
  • zucchero;
  • tè;
  • composta di mele.

È necessario rimuovere dalla dieta senza fallo:

  • eventuali agrumi;
  • eventuali noci;
  • pesce e frutti di mare;
  • uccello intero (compreso il tacchino);
  • cioccolato e cacao;
  • caffè;
  • carni affumicate;
  • Spezia;
  • Pomodori
  • melanzana;
  • funghi;
  • uova di gallina e quaglia;
  • latte;
  • fragole, fragole;
  • ananas
  • muffin (particolarmente fresco);
  • miele;
  • alcol (rilevante per gli adolescenti più grandi).

Menu dieta ipoallergenica per bambini per 7 giorni (Ado)

Pertanto, il menu dietetico per bambini per una settimana può apparire così:

Giorno della settimanaColazionePranzoHigh teaCenaSeconda cena
LunediFarina d'avena sull'acqua, un panino con burro, tè dolceZuppa di verdure, broccoli con lingua lessa, insalata di cavolo con olio vegetale, composta di meleBiscotti persistenti, succo di pescaPurè di patate, polpette di carne, tèKefir, pan di zenzero
martedìPancakes in acqua con marmellata di mele, cicoriaPorridge di grano saraceno sull'acqua, filetto alla Stroganoff, tèApple, biscotti non commestibiliInvoltini di cavolo, tèLatte al forno fermentato, biscotti non commestibili
mercoledìPorridge "cinque cereali" sull'acqua, un panino con burro, tèZuppa di verdure, spezzatino di verdure con salsiccia, tèBere yogurt, cialde viennesiCavolo brasato con salsicciaKefir, pan di zenzero
giovediYogurt, banana, pane, tèTagliatelle, carne macinata cotta in una doppia caldaia o fritta senza olio, composta di frutta seccaprugneSpezzatino di verdure con salsiccia, succo di mirtillo rossoCarote Con Panna Acida E Zucchero
VenerdìMele al forno, uvetta, succo di ciliegiaZuppa di piselli con brodo vegetale, purè di patate con spezzatino di manzo, insalata di cavolo, tèYogurt, sfoglia di pasta senza lievitoRiso bollito, cavolfiore, fagiolini, lingua, cinorrodoKefir, pan di zenzero
SabatoPorridge di riso senza latte, toast con formaggio, cicoriaPorridge di grano saraceno con polpette di carne, tèAlbicocche seccheInsalata Di Cetrioli Con Olio Di Oliva, Zuppa Di VerdureRyazhenka, biscotti
RisurrezioneCasseruola di ricotta con marmellata, tèManzo bollito, insalata di cavolo, cicoriaRicotta con bananaTagliatelle con salsiccia, succo di pescaYogurt, frutta secca

Vale la pena notare che questa dieta è adatta per un bambino di qualsiasi età (oltre 2 anni), ma è approssimativa e richiede un aggiustamento in termini di porzioni.

Dieta specifica

In questa sezione, vale la pena considerare i tipi di nutrizione dietetica per varie malattie e complessi di sintomi e separatamente per le allergie alimentari a specifici gruppi di irritanti. Nonostante il fatto che in generale, le tabelle dietetiche siano simili. Ogni caso ha le sue caratteristiche..

Dieta per allergie respiratorie

Con la febbre da fieno, è molto importante escludere gli allergeni incrociati. Ciò è necessario per evitare lo sviluppo della sindrome allergica orale. A seconda di quale polline di una pianta diventa irritante, esistono elenchi di allergeni incrociati..

Nell'asma bronchiale, che spesso diventa sintomo o esito della febbre da fieno, il cui principale segno è la sindrome ostruttiva bronchiale, è estremamente importante escludere il miele dalla dieta per non provocare un episodio di ostruzione bronchiale e, di conseguenza, soffocamento, tosse, senso di costrizione toracica.

Dieta per allergie cutanee

È dimostrato che quando si tratta di trattamento per bambini con dermatite allergica, causata non da allergie alimentari, ma dal contatto diretto dell'allergene, nonché dall'eczema, con l'orticaria causata da questo fattore, la dietoterapia non svolge un ruolo significativo.

Ma una dieta ipoallergenica per i bambini con dermatite atopica dovrebbe essere selezionata con molta più attenzione e cautela. Ciò è particolarmente importante se la dermatite atopica è causata da allergie alimentari..

In questo caso, l'eliminazione del fattore scatenante è in realtà una terapia etiopatogenetica e determina il successo del trattamento. Ma anche in assenza di una reazione allergica diretta ai prodotti alimentari, è necessario seguire una dieta non specifica.

Dieta per allergie alimentari in un bambino

Nelle allergie alimentari, l'esclusione dell'allergene stesso, così come tutti gli stimoli incrociati, è di fondamentale importanza..

Esistono diverse opzioni principali per le tabelle dietetiche:

  • dieta senza latte;
  • dieta con ipersensibilità alle colture di cereali;
  • dieta con ipersensibilità alle proteine ​​delle uova di gallina;
  • dieta per allergie alla soia;
  • dieta allergia lievito e muffa.

Dieta senza latte

Questo tipo di dieta può essere prescritto per l'ipersensibilità alle proteine ​​del latte vaccino. Nella situazione più difficile, quando il bambino non tollera latte o latticini, è necessario astenersi dal bere:

  • latte di mucca;
  • eventuali opzioni per il latte in polvere;
  • margarina;
  • siero;
  • kefir;
  • latte cotto fermentato;
  • crema
  • yogurt;
  • fiocchi di latte;
  • gelato;
  • formaggio;
  • latte condensato.

Spesso tracce di proteine ​​del latte possono contenere:

  • confetteria, dolciumi;
  • creme e salse;
  • cialde;
  • biscotto;
  • salsiccia e salsicce.

Ecco perché è così importante leggere la composizione dei prodotti prima di donarli a un bambino allergico. Come si possono etichettare le proteine ​​del latte sulla confezione? Questi sono i seguenti nomi:

  • caseina;
  • idrolizzato di caseina;
  • burro di latte;
  • caseinato di sodio;
  • caseinato di potassio;
  • caseinato di calcio;
  • lattoalbumina;
  • lattoglobulina.

Per compensare la mancanza di latte e prodotti lattiero-caseari è necessario carne magra, pollame, soia, legumi. Controllo obbligatorio dell'assunzione di calcio nel corpo. Norme d'età:

EtàNorm, mg / giorno
0-6 mesi300-400
6-12 mesi600
1-7 anni800-1000
> 7 anni100-1200

Puoi colmare la carenza di calcio con complessi vitaminici, nonché pesce, legumi, verdure. È richiesta la vitamina D..

Dieta per allergie ai cereali

Dalla nutrizione del bambino dovrebbe essere escluso:

  • piatti a base di grano;
  • porridge;
  • contorni di cereali;
  • pane;
  • pangrattato per impanare;
  • crusca;
  • biscotti, panini;
  • pasta;
  • Cupcakes
  • maionese e ketchup;
  • cioccolato;
  • salsa di soia;
  • gelato.

È importante prestare attenzione a tali nomi sul pacchetto:

  • proteine ​​vegetali (compresi i suoi idrolizzati);
  • amido vegetale;
  • malto e aromi basati su di esso;
  • glutammato monosodico.

Si deve prestare attenzione con emulsionanti, addensanti, aromi, che spesso contengono anche proteine ​​di cereali..

Puoi compensare questi prodotti con orzo, avena, segale, riso, grano saraceno, farina di mais. Tuttavia, questo dovrebbe essere fatto con cautela, tenendo presente la possibilità di sviluppare un'allergia crociata.

Dieta allergica all'uovo

È necessario rimuovere dai prodotti alimentari tutto ciò che include l'albume:

  • frittata;
  • marshmallows;
  • alcuni pasticcini;
  • maionese e altre salse;
  • salsicce, kolab;
  • torrone;
  • meringhe;
  • sorbetto.

Fai attenzione ai seguenti nomi sull'etichetta:

  • Albumina
  • globuline;
  • lisozima;
  • lecitina;
  • livetin;
  • ovomucin;
  • ovomukoid;
  • vitellin.

Per sostituire l'albume (che di solito è necessario per la cottura), puoi usare semi di lino, farina di soia e ricotta, gelatina, fecola di patate. Inoltre, sono disponibili numerose ricette per la preparazione delle quali non sono necessarie le uova.

Dieta per allergie a soia, lievito

È necessario escludere i piatti in cui viene utilizzato questo prodotto, incluso salsicce, salsicce, carne macinata, pasta, caffè, cioccolato, gelati, margarina. Non mangiare la salsa di soia.

In caso di ipersensibilità al lievito, non è possibile:

  • focaccina;
  • aceto;
  • crauti;
  • latticini;
  • succhi di frutta;
  • kvass;
  • formaggio;
  • bevande alcoliche, in particolare birra (particolarmente vero per gli adolescenti!).

Dieta per altre malattie

Con la vasculite emorragica, che ha un altro nome - porpora allergica - la terapia dietetica è molto importante. Da un lato, l'allergia alimentare è spesso la causa dell'infiammazione asettica autoimmune. D'altra parte, uno dei principali elementi del trattamento della vasculite emorragica è la nomina di farmaci ormonali.

Tuttavia, questa malattia non viene trattata in regime ambulatoriale, tutti i bambini vengono necessariamente ricoverati in ospedale, quindi è più facile seguire una dieta. Dovrebbe essere escluso:

  • allergeni causali (se presenti);
  • alimenti che hanno mai causato reazioni indesiderate, tra cui allergie o intolleranze alimentari;
  • allergeni obbligati.

Con l'edema di Quincke, la dieta dovrebbe anche essere selezionata in base alla storia allergica. Se questa condizione è stata causata da una puntura di insetto o dall'introduzione di un farmaco, è sufficiente seguire una dieta non specifica. Nel caso in cui il gonfiore fosse provocato da un allergene alimentare, la sua esclusione è categoricamente necessaria.

Video utile: errori delle diete ipoallergeniche

Dieta ipoallergenica per bambini di età diverse

I dati sopra riportati sono piuttosto universali. Tuttavia, è impossibile negare che l'alimentazione di un bambino di 8 mesi e 16 anni sia assolutamente diversa. Ecco perché è importante evidenziare le caratteristiche di una dieta ipoallergenica per bambini di età diverse..

Nutrizione per bambini fino a un anno

Per i bambini, l'allergene principale è la proteina del latte vaccino. Ecco perché i prodotti basati su di esso vengono introdotti negli alimenti complementari in ritardo, non prima dell'ottavo mese di vita. Per quanto riguarda il principale tipo di alimentazione, questo problema è rilevante per quei bambini che sono alimentati artificialmente o in modo misto.

Una miscela nel latte di mucca è controindicata per loro; sono necessari prodotti ipoallergenici, ad esempio:

Foto: Nutrilak Peptidium SCT

  • Nutrilon Pepti;
  • Nutrilak Peptidi;
  • Tutteli-Peptidi;
  • Nutramigen;
  • Pregestimil;
  • Frisopep AS.

Per i bambini con altri tipi di allergie, dovrebbero essere prescritte anche miscele ipoallergeniche, tuttavia è accettabile l'uso di alimenti a base di caseina moderatamente o parzialmente idrolizzata:

Nel caso in cui il bambino sia allattato al seno, è necessario regolare la nutrizione della madre che allatta. Potrebbe essere prescritta una dieta priva di latticini o senza glutine, oppure si consiglia una dieta ipoallergenica non specifica..

Nutrizione per bambini da uno a tre anni

Durante questo periodo, la terapia dietetica è particolarmente importante..

Dieta ipoallergenica per bambini di 1 anno:

  1. senza dubbio implica l'esclusione del latte.
  2. I prodotti lattiero-caseari sono ammessi con buona tolleranza..
  3. Non puoi dare ai bambini prodotti del gruppo altamente allergenici, il passaggio alla tabella generale è inaccettabile, il cibo deve essere leggermente salato, senza spezie, preferibilmente senza additivi chimici.

Dieta ipoallergenica per un bambino di 2 anni:

  • consente l'introduzione di uova di gallina e di quaglia con buona tolleranza, ma non consente il passaggio a una tabella comune.

Dieta ipoallergenica per un bambino di 3 anni:

  • offre già l'opportunità di trasferire il bambino in alimenti "per adulti", sono ammessi pesce e noci.
  • Tuttavia, anche con un decorso favorevole della malattia, non è consigliabile dare al bambino cioccolato, cacao, frutti tropicali, fragole e fragole, funghi, agrumi, pomodori, condimenti.

Dieta n. 5 GA per bambini di 1-3 anni - menu

Esempio di menu per un giorno di dieta ipoallergenica per bambini piccoli.

Menu il giorno di una dieta ipoallergenica n. 5 ettari per bambini piccoli con allergie alimentari

Dieta per allergie nei bambini di età superiore ai tre anni, adolescenti

Nel complesso, un menu ipoallergenico per una settimana per un bambino di tre e dodici anni differisce solo per la quantità di porzioni. Tuttavia, è molto più facile controllare i bambini piccoli rispetto a quelli più grandi: appare la paghetta, il tempo trascorso al di fuori dell'attenzione dei genitori.

Negli adolescenti più grandi, vieta:

  • bevande alcoliche;
  • Fast food;
  • prodotti con molti coloranti, aromi, sapori.

Pertanto, la formazione di una dieta ipoallergenica è un processo molto responsabile, in cui è importante considerare molti fattori, come il tipo di allergia, l'età del bambino e il fattore scatenante. Pertanto, è meglio affidare la compilazione della dieta a uno specialista.

Non dobbiamo dimenticare che l'adesione a una dieta ipoallergenica per i bambini è uno degli elementi più importanti, e talvolta il principale, nel trattamento delle malattie allergiche..