Anafilassi (shock anafilattico) nei bambini

Cliniche

Versione: Protocolli clinici (Bielorussia)

Informazione Generale

Breve descrizione

applicazione
all'ordine del Ministero della Salute
Repubblica di Bielorussia
08/08/2014 n. 829

PROTOCOLLI CLINICI per la diagnosi e il trattamento delle malattie allergiche nei bambini

I protocolli clinici hanno lo scopo di fornire assistenza medica ai bambini con malattie allergiche nelle strutture ambulatoriali e ospedaliere delle organizzazioni sanitarie distrettuali, cittadine, regionali e repubblicane della Repubblica di Bielorussia.
Questi protocolli clinici per la diagnosi e il trattamento delle principali malattie allergiche nei bambini rilevanti per la Repubblica di Bielorussia sono sviluppati tenendo conto delle raccomandazioni dei documenti di consenso internazionale basati sui principi della medicina basata sull'evidenza.
Vengono eseguiti test diagnostici obbligatori per stabilire e confermare la diagnosi prevista, indipendentemente dal livello di assistenza medica..
Vengono eseguiti ulteriori test diagnostici per chiarire la diagnosi, l'eziologia di una malattia allergica e la variante patogenetica della malattia. Questo tipo di diagnosi viene eseguita in base alla disponibilità dell'attrezzatura, dei reagenti e dei materiali di consumo necessari, consentendo di svolgere ulteriori ricerche al livello appropriato. Se non è possibile eseguire una diagnosi, il paziente viene inviato all'organizzazione sanitaria di livello successivo. La frequenza dell'esame è determinata dalle condizioni del paziente e dalla necessità di controllare la dinamica del processo patologico.
La farmacoterapia viene eseguita secondo il protocollo, tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali di ciascun paziente e delle caratteristiche cliniche e farmacologiche dei farmaci. In questo caso, è necessario tenere conto della presenza di controindicazioni individuali, una storia allergologica e farmacologica.
La diagnosi allergologica mediante test cutanei e terapia specifica per allergeni viene eseguita da un allergologo ad un appuntamento ambulatoriale o in un reparto di allergie (letti nella struttura di altri reparti).

PROTOCOLLO CLINICO PER LA DIAGNOSI E IL TRATTAMENTO DELL'ANAFILAXIA (SHOCK ANAFILATTICO) NEI BAMBINI

Nome della forma nosologica della malattia (codice ICD-10):
Shock anafilattico causato da una reazione patologica al cibo (T78.0).
Shock anafilattico non specificato (T78.2).
Shock anafilattico causato da una reazione patologica a un farmaco adeguatamente prescritto e correttamente applicato (T88.6).
Il protocollo clinico si basa sulle più recenti raccomandazioni internazionali per la diagnosi e il trattamento dell'anafilassi (linee guida per l'organizzazione mondiale delle allergie per la valutazione e la gestione dell'anafilassi, 2011, Aggiornamento 2012).
L'anafilassi è una reazione acuta di ipersensibilità potenzialmente letale dovuta all'improvviso rilascio sistemico di mediatori dai mastociti e dai basofili. È caratterizzato da vari meccanismi di sviluppo (immunitario e non immune), varie manifestazioni cliniche e gravità disuguale.

Criteri clinici per la diagnosi di anafilassi:

La probabilità di anafilassi è elevata in presenza di uno dei seguenti criteri (indicato da numeri):
1. Insorgenza acuta della malattia (dopo alcuni minuti, in alcuni casi - dopo poche ore dall'esposizione al fattore causale) con danni alla pelle e (o) alle mucose (orticaria generalizzata, prurito e iperemia, gonfiore delle labbra, della lingua e del palato molle) in combinazione con uno dei seguenti sintomi:
a) disturbi respiratori (mancanza di respiro, broncospasmo, stridore, diminuzione del picco di flusso espiratorio, ipossiemia);
b) una diminuzione della pressione arteriosa o dei sintomi di disfunzione d'organo ad essa associati (ipotensione, collasso, sincope, incontinenza urinaria)
2. Due o più segni di danno a vari organi e sistemi che si sviluppano rapidamente (dopo alcuni minuti, in alcuni casi - poche ore dopo l'esposizione a un fattore causale):
a) danno alla pelle e (o) alle mucose (orticaria generalizzata, prurito e iperemia, gonfiore delle labbra, della lingua e del palato molle);
b) disturbi respiratori (mancanza di respiro, broncospasmo, stridore, riduzione del picco di flusso espiratorio, ipossiemia);
c) una diminuzione della pressione arteriosa o dei sintomi di disfunzione d'organo ad essa associati (ipotensione, collasso, sincope, incontinenza urinaria);
g) sintomi gastrointestinali persistenti (dolore addominale spastico, vomito)
3. Riduzione della pressione arteriosa in pochi minuti, in alcuni casi - in poche ore dal momento dell'esposizione a un fattore causale:
a) neonati e bambini: pressione sistolica al di sotto del limite inferiore della norma di età * o diminuzione della pressione sistolica di oltre il 30% di un singolo indicatore;
b) adulti: pressione arteriosa sistolica inferiore a 90 mm Hg o una diminuzione della pressione sistolica di oltre il 30% di un singolo indicatore
* Limite inferiore della pressione arteriosa sistolica: all'età di 1-12 mesi. - 70 mm Hg, nei bambini 1-10 anni - 70 + 2n, dove n è l'età in anni, all'età di 11-17 anni - 90 mm Hg.
Frequenza cardiaca normale: all'età di 1-2 anni - 80-140 battiti in 1 minuto, all'età di 3 anni - 80-120 battiti in 1 minuto, nei bambini di età superiore ai 3 anni - 70-115 battiti in 1 minuto

- Guide mediche professionali. Standard di trattamento

- Comunicazione con i pazienti: domande, recensioni, appuntamenti

Scarica l'app per ANDROID / per iOS

- Guide mediche professionali

- Comunicazione con i pazienti: domande, recensioni, appuntamenti

Scarica l'app per ANDROID / per iOS

Classificazione

Esistono 2 forme: anafilassi allergica e non allergica.

Diagnostica

La portata degli studi obbligatori nella diagnosi di anafilassi:

1. Ricerca anamnestica.
2. Esame fisico (valutazione della coscienza, aspetto della pelle, stato della circolazione sanguigna e respirazione).
3. Monitoraggio della frequenza cardiaca.
4. Monitoraggio della pressione arteriosa.
5. ECG.

La quantità di ricerca aggiuntiva durante il ricovero:
1. Pulsossimetria (monitoraggio).
2. Studio dello stato acido-base in dinamica.
3. Analisi biochimica del sangue (proteine ​​e frazioni, urea, creatinina, glucosio nel sangue, elettroliti (potassio, sodio, cloro), bilirubina (frazioni), ALT, AST).
4. ECG.
5. Esame del fondo.
6. Esame neurologo.
7. Ultrasuoni del cuore.
8. Ultrasuoni della cavità addominale e del rene.
9. Esame del sangue generale.
10. Analisi delle urine.

Il volume di studi aggiuntivi secondo le indicazioni:
1. Analisi delle urine secondo Nechiporenko.
2. Proteinuria quotidiana.
3. Autorizzazione endogena della creatinina.
4. ELETTROENCEFALOGRAMMA secondo indizi.
5. Risonanza magnetica del cervello.
6. Determinazione degli anticorpi IgE allergenici specifici nei dati clinici a favore dell'anafilassi IgE-mediata *.
7. La reazione del danno specifico allergenico ai globuli bianchi *.
8. La reazione della degranulazione dei mastociti con allergeni da droga *.
9. La reazione del rilascio di mieloperossidasi con allergeni *.
____________________
* Nominato in reparti specializzati (allergologici) e presso un ricevimento specializzato.

Trattamento

il ricovero in ospedale dopo il primo soccorso è indicato in tutti i casi.


Il volume della terapia:
Avere un protocollo di anafilassi di emergenza scritto presso la struttura.

L'assistenza viene effettuata in tre fasi:
Io palco. Avvio della terapia di base per l'anafilassi:
1. Ridurre o interrompere l'impatto dei trigger, se possibile (interrompere l'introduzione di agenti diagnostici o terapeutici, ecc.).
2. Valutare e garantire la pervietà delle vie aeree (se necessario, priva di contenuti patologici in modo conveniente, tenendo conto delle capacità disponibili), valutare lo stato della circolazione sanguigna, la respirazione e la coscienza del paziente, l'aspetto della pelle, calcolare il peso corporeo adeguato in base all'età del paziente.
3. Chiamare immediatamente la squadra di ambulanze per telefono (con lo sviluppo di anafilassi fuori dall'ospedale).
4. Introdurre epinefrina (adrenalina) (1 mg / ml) per via intramuscolare nel terzo medio della coscia lungo la superficie anterolaterale al tasso di 0,01 mg / kg di peso corporeo. La dose massima per i bambini è di 0,3 mg, di età superiore ai 15 anni - 0,5 mg. Registrare il tempo di somministrazione della prima dose, se necessario, ripetere dopo 5-15 minuti. Nella maggior parte dei pazienti, si ottiene una risposta farmacologica alla prima o alla seconda dose..
5. Appoggiare il paziente sulla schiena (su un fianco con vomito), dare una posizione elevata alle gambe, vietargli di alzarsi bruscamente o di sedersi (la morte istantanea è possibile!).
6. Secondo la testimonianza, fornire ossigeno a una velocità di 6-8 l / min attraverso la maschera facciale o il condotto rotogortennaya.
7. Garantire un accesso stabile a Vienna.
8. Fornire la somministrazione endovenosa di una soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%. Nei primi 5-10 minuti, iniettare liquido alla velocità di 10 ml / kg.
9. In caso di arresto cardiaco e respiratorio in qualsiasi fase, eseguire la rianimazione cardiopolmonare di base.
10. Effettuare un controllo regolare (il più spesso possibile) della pressione sanguigna, della frequenza cardiaca, del monitoraggio della respirazione e dell'ossigenazione del sangue (se possibile).
11. Trasportare in posizione prona in un'unità di terapia intensiva o reparto.

II stadio. In assenza dell'effetto dell'inizio della terapia di base o dell'insufficiente risposta farmacologica durante il trasporto, sono indicati i farmaci di seconda linea:
1. Antistaminici per via endovenosa tra cui scegliere: cloropiramina 2,5-5 mg, difenidramina 1 mg / kg di peso corporeo (dose massima - 50 mg), clemastina 12,5 μg / kg per un bambino di età superiore a 1 anno.
2. Con broncospasmo ™2-agonisti di un inalatore di aerosol di dosaggio con una maschera per il viso (salbutamolo (2-6 dosi (1 dose 100 μg) a seconda della gravità dell'ostruzione bronchiale) o tramite un nebulizzatore con una maschera per il viso (soluzione di fenoterolo allo 0,1% in una dose di età (bambini di età inferiore a 6 anni ( meno di 22 kg) - 1 goccia / anno di vita, bambini 6-14 anni - 5-30 gocce a seconda della gravità del broncospasmo, bambini di età superiore a 14 anni - 10-40 gocce a seconda della gravità del broncospasmo) con una ripetizione fino a 3 volte durante la prima ore mantenendo l'ostruzione bronchiale.
3. Glucocorticosteroidi per via endovenosa: idrocortisone fino a 100 mg o metilprednisolone 1 mg / kg di peso corporeo (dose massima - 50 mg).
4. Continuare l'infusione endovenosa di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%. Nella prima ora dall'inizio della terapia, il volume del liquido iniettato dovrebbe essere di 30 ml / kg di peso corporeo.
5. Continuare l'apporto di ossigeno.

III stadio. Trattamento di anafilassi refrattaria:
1. Intubazione della trachea e ventilazione meccanica.
2. Infusione endovenosa di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% (continua). Nella prima ora dall'inizio della terapia, il volume del liquido iniettato dovrebbe essere di 30 ml / kg di peso corporeo.
3. In caso di arresto cardiaco, somministrare un bolo endovenoso di una soluzione di epinefrina (1 mg / 1 ml) alla velocità di 0,01 ml / kg (diluire 1 ml di una soluzione di epinefrina in 9 ml di una soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, iniettare 0,1 ml / kg epinefrina diluita, secondo le indicazioni, questa dose può essere ripetuta dopo 3-5 minuti durante la rianimazione cardiopolmonare).
4. Titolazione endovenosa di vasopressori (dopamina). La dopamina in una dose di 400 mg è stata precedentemente diluita in 500 ml di soluzione di destrosio al 5% e titolata ad una velocità di 2-20 μg / kg / min fino a raggiungere una pressione sistolica di 90 mm Hg. e più in alto. Fornire il monitoraggio di frequenza cardiaca, pressione sanguigna, ECG, produzione di urina. Con una diminuzione della diuresi, è necessario ridurre la dose di dopamina.
5. L'introduzione del glucagone. Introdurre per via endovenosa in una dose in bolo di 20-30 mcg / kg (dose massima per i bambini - 1 mg). Quindi, se necessario, continuare la titolazione a una velocità di 5-15 μg / min (monitorare il controllo della pressione sanguigna!).
6. Con bradicardia persistente all'età di 1-3 anni - meno di 80 colpi in 1 minuto, nei bambini di età superiore a 3 anni - meno di 70 colpi in 1 minuto, introdurre atropina: soluzione allo 0,1% di atropina solfato al tasso di 0,02 mg / kg ( 0,02 ml / kg), questa dose può essere ripetuta dopo 5 minuti, la dose totale non è superiore a 1 mg.

Dopo l'eliminazione dall'anafilassi:
1. Terapia steroidea sistemica per 5-6 giorni (prednisone 1-2 mg / kg / giorno) non più di 20 mg nei bambini di età inferiore ai 2 anni e non più di 60 mg nei bambini di età superiore ai 2 anni in 2 dosi, seguita da una riduzione graduale della dose fino alla sospensione entro 5-7 giorni.
2. Terapia sintomatica.
3. Istruzione nella scuola di allergie.

Raccomandazioni per dimissione dall'ospedale:
1. Con anafilassi sul cibo - dieta ad eccezione dell'allergene del prodotto causale.
2. Con anafilassi di medicinali e strumenti diagnostici - l'esclusione di un allergene causativo.
3. Per l'anafilassi delle punture / punture di insetti - immunoterapia specifica per allergeni con un allergene causale, soggetto alle attuali istruzioni *.
4. Con anafilassi idiopatica ripetuta - somministrazione profilattica di uno degli antistaminici per 2-3 mesi (chifenadina dai primi giorni di vita, desloratadina o cetirizina a partire da 6 mesi di vita, loratadina o levocetirizina a partire da 2 anni di vita, fexofenadina o ebastina a partire da 6 anni di vita).
5. Con anafilassi refrattaria ripetuta - somministrazione profilattica di prednisone (0,5-1 mg / kg / giorno, non più di 20 mg al giorno).
__________________
* Nominato in reparti specializzati (letti) e in un ricevimento specializzato.

Elenco delle abbreviazioni
DAI - inalatore per aerosol dosato
X - corticosteroidi (c) inalati
PEFV - velocità spaziale di picco
Terapia PUVA - (PUVA = Psoralens + Ultraviolet A) - effetto terapeutico sulla pelle della radiazione ultravioletta A delle onde lunghe A in combinazione con psoralen

Informazione

Fonti e letteratura

  1. Decisioni e ordinanze del Ministero della Salute della Repubblica di Bielorussia sull'approvazione dei protocolli clinici
  2. www.minzdrav.gov.by

Informazione


SULL'OMOLOGAZIONE DEI PROTOCOLLI DIAGNOSTICI CLINICI E TRATTAMENTO DELLE MALATTIE ALLERGICHE NEI BAMBINI

Sulla base del Regolamento del Ministero della Salute della Repubblica di Bielorussia, approvato dal Decreto del Consiglio dei Ministri della Repubblica di Bielorussia del 28 ottobre 2011 n. 1446 “Su alcune questioni del Ministero della Salute e misure per l'attuazione del decreto del Presidente della Repubblica di Bielorussia dell'11 agosto 2011 n. 360”, e al fine di migliorare assistenza medica per bambini con patologia allergica
ORDINO:
1. Approvare i "Protocolli clinici per la diagnosi e il trattamento delle malattie allergiche nei bambini" secondo l'appendice.
2. I capi dei dipartimenti sanitari dei comitati esecutivi regionali, il presidente del comitato sanitario del comitato esecutivo della città di Minsk e i capi delle organizzazioni statali subordinate al Ministero della sanità della Repubblica di Bielorussia dovrebbero garantire che i bambini vengano diagnosticati, curati e riabilitati conformemente ai protocolli clinici di cui al paragrafo 1 del presente ordine.
3. Per riconoscere come non valido:
Appendice n. 7 "Standard di settore per l'esame e il trattamento di bambini con malattie allergiche in regime ambulatoriale e ospedaliero" Ordine del Ministero della Salute della Repubblica di Bielorussia del 30 settembre 2003 n. 156 "Sull'approvazione degli standard di settore per l'esame e il trattamento dei pazienti nel sistema del Ministero della Salute della Repubblica di Bielorussia" ;
Appendice n. 7 "Protocollo clinico per la diagnosi e il trattamento dell'asma bronchiale" riguardante i bambini, Ordine del Ministero della Salute della Repubblica di Bielorussia del 25 ottobre 2006 n. 807 "Sull'approvazione di alcuni protocolli clinici di diagnosi e trattamento";
Appendice n. 6 "Protocollo clinico per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione della dermatite atopica" riguardante i bambini, Ordine del Ministero della Salute della Repubblica di Bielorussia del 25.02.2008 n. 142 "Sull'approvazione di alcuni protocolli clinici di diagnosi e trattamento";
4. Il controllo dell'esecuzione del presente ordine è assegnato al Primo Vice Ministro D. Pinevich.

Shock anafilattico nei bambini

Lo shock anafilattico rappresenta un grave pericolo per la vita del bambino. I genitori devono conoscere i sintomi di questa condizione e l'algoritmo delle azioni in caso di una reazione già sviluppata.

Che cos'è lo shock anafilattico??

Lo shock anafilattico, o anafilassi, è una reazione allergica acuta che colpisce tutti gli organi e i sistemi del corpo. L'anafilassi può verificarsi in persone di qualsiasi età, ma è particolarmente pericolosa nella prima infanzia.

Perché si verifica l'anafilassi??

L'anafilassi si sviluppa quando l'antigene rientra nel corpo del bambino. Gli antigeni sono sostanze estranee al corpo. Gli allergeni più potenti sono:

  • medicinali (antibiotici, ormoni, antidolorifici e vaccini);
  • alcuni alimenti (latte e derivati, uova, arachidi, frutti di mare);
  • veleno di api, calabroni, serpenti, vespe, formiche;
  • additivi chimici alimentari, coloranti e conservanti.

Un allergene, che entra nella circolazione sistemica per la prima volta, provoca lo sviluppo di sensibilizzazione (ipersensibilità) a questa sostanza. Questo di solito si verifica nei bambini con una predisposizione ereditaria alle allergie..

La penetrazione ripetuta dell'antigene nel corpo porta al rilascio di sostanze speciali dalle cellule nel sangue: istamina e prostaglandine. Queste sostanze causano una serie di reazioni sistemiche patologiche:

  1. Restringendo il lume dei bronchi e la formazione di muco denso in essi.
  2. Dilatazione dei vasi sanguigni che provoca un forte calo della pressione.
  3. Contrazione dei muscoli lisci dello stomaco e dell'intestino. Il risultato è dolore addominale.
  4. Violazione dell'afflusso di sangue alla pelle.
  5. La comparsa di edema.

Quattro forme di shock nei bambini

I sintomi dello shock anafilattico nei bambini dipendono dal metodo di penetrazione dell'antigene e dal suo tipo. Quando un allergene viene somministrato per via endovenosa, la reazione di solito si sviluppa immediatamente ("sull'ago"). Se l'allergene viene ingerito attraverso la bocca o la pelle, possono trascorrere diverse ore prima che compaiano i primi sintomi..

Con l'anafilassi, appare l'intero complesso di sintomi di shock, ma nella maggior parte dei casi prevalgono i segni di danni a uno dei sistemi. Si distinguono quattro forme di shock anafilattico:

  1. Asfittica. La forma più comune di anafilassi nei bambini. Il bambino ha un respiro corto pronunciato, non riesce a respirare. C'è un naso che cola grave, forse la separazione di espettorato denso. La pelle del bambino diventa rapidamente blu, in particolare l'area del triangolo nasolabiale.
  2. Emodinamica. A causa della vasodilatazione paralitica, si verifica una marcata riduzione della pressione. Potrebbero verificarsi svenimenti. La pelle del bambino diventa pallida, il polso è notevolmente aumentato. L'edema di Quincke a volte si verifica..
  3. Cerebrale Con questa forma di anafilassi, forti crampi, mal di testa. Il bambino non può respirare a causa della retrazione della lingua, la schiuma può passare dalla bocca. L'aiuto dovrebbe essere fornito immediatamente..
  4. Addominale. Si verifica uno spasmo dei muscoli lisci dell'intestino, viene disturbato l'afflusso di sangue agli organi addominali. Per questo motivo, il dolore si verifica nell'addome e nell'ipocondrio sinistro. Nei casi più gravi, può verificarsi sanguinamento interno, mentre il bambino diventa improvvisamente pallido e sviene.

Tutte le suddette forme di anafilassi possono portare a insufficienza multipla di organi, arresto cardiaco e respirazione..

I genitori dovrebbero distinguere tra shock anafilattico e allergie normali. Nelle allergie, i sintomi di solito si verificano con un contatto prolungato con una grande quantità di allergene. Quindi, un bambino può avere una reazione allergica all'uso di un gran numero di agrumi. Inoltre, i casi di sviluppo dell'anafilassi agli agrumi sono molto rari. Per lo sviluppo di shock anafilattico, è sufficiente ottenere una quantità minima di antigene nel corpo.

Come riconoscere lo shock anafilattico?

I genitori hanno urgentemente bisogno di consultare un medico se il bambino ha sintomi di shock dopo la somministrazione del farmaco o il consumo di qualsiasi prodotto alimentare: il polso è aumentato, le reazioni cutanee sono comparse e la respirazione si è interrotta. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata dai genitori i cui figli hanno già avuto allergie in passato, e anche se esiste una predisposizione ereditaria alle reazioni allergiche..

Prevenzione delle complicanze dell'anafilassi

Per prevenire gravi complicazioni, i genitori dovrebbero osservare le seguenti regole:

  1. L'accettazione dei farmaci deve essere effettuata rigorosamente come prescritto dal medico. Il superamento del dosaggio del farmaco o della frequenza di somministrazione è inaccettabile.
  2. Dopo la somministrazione endovenosa, intramuscolare o intradermica del medicinale, del vaccino, il bambino deve rimanere in clinica (ospedale) per un po 'di tempo, di solito circa 30 minuti. Se lo shock anafilattico si sviluppa dopo l'assunzione del farmaco, i medici saranno in grado di fornire immediatamente assistenza medica.
  3. I genitori dovrebbero dare nuovo cibo al bambino gradualmente, osservando la reazione..
  4. I bambini di età inferiore a un anno non devono ricevere latte. Le proteine ​​del latte vaccino sono l'allergene più forte. Si dovrebbe anche usare cautela quando una proteina di uovo di gallina viene introdotta nella dieta di un bambino..
  5. Prima di andare alla natura, i genitori dovrebbero studiare in anticipo le regole per le cure di emergenza per i bambini con morsi di serpenti, api, formiche.

Se si sviluppa una reazione anafilattica su qualsiasi antigene, questa sostanza deve essere completamente esclusa dalla vita del bambino.

Urgente attenzione

Il pronto soccorso deve essere fornito dai genitori immediatamente dopo una chiamata in ambulanza e i medici arrivati ​​forniscono assistenza medica di emergenza:

  1. La cosa più importante è fermare l'effetto dell'allergene sul corpo del bambino. La somministrazione del farmaco o del vaccino si interrompe, la puntura dell'insetto viene rimossa, lo stomaco viene lavato con acqua e viene somministrato qualsiasi sorbente se l'anafilassi è associata a un prodotto alimentare o un farmaco sotto forma di compresse. Quando un antigene viene iniettato per via endovenosa sopra il sito di iniezione, viene applicato un laccio emostatico sul braccio, è possibile applicare il freddo.
  2. Per facilitare la respirazione, il bambino deve fornire ossigeno. I genitori devono aprire le finestre nella stanza, creare una bozza. Gli operatori sanitari forniscono ossigeno attraverso una maschera o introducendo un condotto d'aria direttamente nella trachea del bambino.

In un'ambulanza, e quindi in una struttura medica, vengono somministrati farmaci speciali al bambino, che causano il restringimento dei vasi dilatati, bloccando i mediatori infiammatori. Per ripristinare la pressione, le soluzioni saline vengono somministrate per via endovenosa.

Caratteristiche della condizione nei bambini di età inferiore a un anno

Il motivo principale per lo sviluppo dell'anafilassi nei bambini è l'introduzione di nuovi prodotti alimentari, meno spesso - l'introduzione di farmaci. La reazione ai morsi delle api e di altri insetti di solito non si sviluppa, poiché l'anafilassi richiede un'esposizione ripetuta dell'antigene al corpo del bambino.

Al fine di evitare lo shock anafilattico in un bambino, i genitori devono amministrare correttamente alimenti complementari. I prodotti vengono introdotti gradualmente, per diversi giorni, ogni prodotto viene introdotto separatamente e somministrato al mattino. L'esca dovrebbe iniziare dopo sei mesi di vita di un bambino..

Anche la vaccinazione richiede cautela. Il giorno della vaccinazione, è necessario monitorare il comportamento del bambino, le sue condizioni. Oggi non puoi dare nuovo cibo al tuo bambino. Vaccinazione durante la malattia, la dentizione è inaccettabile, poiché i sintomi dell'anafilassi possono mascherare i sintomi di queste condizioni.

Shock anafilattico nei bambini

Cause di shock anafilattico nei bambini

Le cause dello shock anafilattico nei bambini e negli adulti sono le stesse. Questa è una delle condizioni in cui è necessaria l'assistenza di emergenza. Il motivo principale è l'ingestione di un allergene. Spesso lo shock anafilattico si sviluppa con la somministrazione endovenosa di farmaci, ad esempio antibiotici o anestetici locali, nonché agenti di contrasto prima dell'esame radiografico.

Nella vita di tutti i giorni, lo shock anafilattico nei bambini di solito si verifica con una puntura di insetto (l'opzione più comune è una vespa o una puntura d'ape), molto meno spesso a causa di determinati alimenti o sostanze chimiche.

Sintomi di shock anafilattico nei bambini

Una delle caratteristiche dello shock anafilattico è l'insorgenza molto rapida dei sintomi. I sintomi comuni includono:

  • un forte calo della pressione sanguigna e un rallentamento del battito cardiaco, fino a un arresto completo;
  • oppressione della coscienza o sua perdita;
  • pallore della pelle, "sudore freddo";
  • crampi multipli in tutto il corpo;
  • minzione involontaria e defecazione dovuta al rilassamento degli sfinteri;
  • rallentamento e grave difficoltà respiratoria, accompagnata da una forte paura della morte.

I sintomi possono includere nausea, mal di testa, febbre, un'eruzione allergica come l'orticaria e un certo numero di altri, ma i segni di insufficienza respiratoria e funzione cardiaca sono di primaria importanza..

Diagnosi di shock anafilattico nei bambini

La diagnosi si basa sui sintomi, oltre a chiedere ai genitori una possibile causa. Sia nei bambini che negli adulti, lo shock anafilattico è una condizione estremamente grave e pericolosa per la vita se il pronto soccorso non viene fornito correttamente. Pertanto, la diagnosi viene eseguita molto rapidamente e senza ulteriori metodi di ricerca.

Trattamento con metodi tradizionali di shock anafilattico nei bambini

Include cure di emergenza ed è effettuato esclusivamente da un medico di emergenza. Il trattamento si basa sul ripristino del cuore (per via endovenosa e in forme gravi, l'adrenalina viene somministrata per via intracardiale, viene eseguito il massaggio indiretto) e la respirazione (intubazione), la somministrazione endovenosa di corticosteroidi (spesso prednisone) e la terapia di disintossicazione generale.

Pronto soccorso per bambini con shock anafilattico

Non appena si sospetta uno shock anafilattico nei bambini, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza e descrivere in dettaglio i sintomi al telefono. Nel processo di attesa dell'arrivo della brigata, che fornirà assistenza di emergenza, è necessario fornire al bambino il seguente pronto soccorso:

  • interrompere completamente il contatto del paziente con l'allergene e appoggiarlo su una superficie piana;
  • inclinare la testa da un lato e fissare la mascella inferiore in modo che la lingua non cada;
  • se necessario, dovrebbe essere estratto manualmente; se il bambino ha vomito, dopo l'interruzione è necessario liberare la cavità orale dal vomito;
  • se c'è un piatto o dei burl, assicurati di estrarli;
  • se l'allergene entra immediatamente nel flusso sanguigno (ad esempio attraverso una puntura di insetto), è necessario risciacquare bene la ferita con un antisettico o addirittura con acqua, applicare del ghiaccio sopra (rallenterà l'assorbimento dell'allergene nel sangue a causa della vasocostrizione);
  • puoi anche applicare un laccio emostatico (se è un arto) anche per rallentare la diffusione dell'allergene in tutto il corpo.

Prevenzione dello shock anafilattico nei bambini

Non esiste una prevenzione veramente efficace dello shock anafilattico nei bambini. Può svilupparsi in qualsiasi momento. La prevenzione è efficace solo quando si tratta di somministrazione endovenosa di farmaci. Quindi, prima dell'introduzione, l'infermiera esegue un test cutaneo. Dovresti anche monitorare attentamente altre reazioni allergiche nei bambini e cercare di evitare il contatto con queste sostanze..

Shock anafilattico in un bambino

Nella pratica dei bambini, ci sono molti diversi tipi di condizioni di emergenza che richiedono cure di emergenza. Ritardare la prestazione della terapia può portare alle conseguenze più gravi e persino alla morte del bambino.

Cos'è?

Una pronunciata riduzione della pressione arteriosa sistemica e perdita di coscienza quando esposta a cause allergiche si chiama shock anafilattico. È impossibile prevedere l'insorgenza di questa pericolosa condizione: ogni persona durante la sua vita ne ha il rischio.

Le ragioni

Lo sviluppo di shock anafilattico porta all'ingestione di vari allergeni nel corpo dei bambini. Ma non tutte le sostanze allergeniche possono causare una reazione simile: è inoltre necessaria una predisposizione speciale e un'ipersensibilità a un particolare allergene.

Come fornire assistenza di emergenza per shock anafilattico si può trovare nel seguente video.

Al momento non esiste una teoria unificata che spieghi lo sviluppo di un forte calo di pressione e di una compromissione della coscienza durante l'azione di una sostanza allergenica. Gli scienziati ritengono che l'impulso per lo shock anafilattico possa essere un malfunzionamento del sistema immunitario con elevata sensibilità a un allergene specifico.

Le cause più comuni che possono causare lo sviluppo di questa pericolosa condizione nei bambini sono:

Danno alla pelle traumatico derivante da morsi di vari insetti e animali. I pericoli più comuni sono: api, bombi, vespe, zanzare, serpenti, lucertole. Quando si nuota nel mare, l'anafilassi può causare il contatto con una medusa. Il contatto con la vita marina in un bambino provoca spesso un'ustione sulla pelle, che può causare lo sviluppo di anafilassi.

Uso di medicinali Il metodo di somministrazione del farmaco non ha importanza. Molto spesso, l'anafilassi si verifica su nuovi farmaci che non sono stati precedentemente prescritti a un bambino. In presenza di allergia crociata, un bambino può sviluppare intolleranza a determinati componenti di farmaci terapeutici. Se una sostanza simile entra nel corpo, può svilupparsi anafilassi..

Ustioni chimiche dalle piante. Il succo che perde, che contiene un'enorme quantità di varie sostanze biologicamente attive ad alta concentrazione, può causare shock. A contatto con la pelle tenera del bambino, penetrano rapidamente nel derma e possono causare anafilassi.

Cibo allergenico. Molto spesso, i bambini sviluppano anafilassi su noci, cioccolato, agrumi e frutti di mare. Inoltre, i frutti tropicali possono portare a una condizione pericolosa..

Detersivi e prodotti chimici domestici. Gli additivi di profumo che fanno parte di tali prodotti contribuiscono allo sviluppo dell'anafilassi nei bambini.

Nuovi vestiti e scarpe realizzati con materiali scadenti. Il pericolo maggiore sono i prodotti dai colori vivaci. Nella loro fabbricazione, i produttori senza scrupoli usano coloranti di scarsa qualità.

Vaccinazione. Tutti i vaccini e i preparati immunobiologici sono sufficientemente allergenici e reattogeni. Nella pratica dei bambini, ci sono alcuni casi in cui il vaccino ha causato shock anafilattico nel bambino. In quest'ottica, la vaccinazione deve essere effettuata solo in una stanza appositamente attrezzata. Contiene un kit o un kit di pronto soccorso per fornire l'assistenza necessaria in caso di emergenza.

Come sorge?

Quando una sostanza allergenica entra nel corpo, si sviluppa una reazione allergica violenta. Bastano pochi minuti per avviarlo. In risposta all'ingestione di un agente biologico estraneo, le cellule del sistema immunitario vengono attivate. Cominciano a produrre un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive..

Questi componenti causano un forte restringimento dei vasi sanguigni, che, a sua volta, porta a una diminuzione della pressione e alla compromissione della coscienza. Tale reazione è principalmente protettiva. Il corpo, per così dire, sta cercando di limitare la diffusione sistemica dell'allergene attraverso il flusso sanguigno. Tuttavia, con una forte sensibilità a una sostanza allergenica, può svilupparsi una condizione critica..

Durante una risposta sistemica allergica, nel corpo viene prodotta un'enorme quantità di una specifica proteina: l'immunoglobulina E. Più alto è il suo contenuto nel corpo, più intensamente e rapidamente i sintomi aumenteranno.

Nei neonati, i sintomi di shock avversi si sviluppano rapidamente. Questa condizione è molto pericolosa e richiede il ricovero immediato del bambino in ospedale.

Sintomi

I segni di shock anafilattico si sviluppano rapidamente e si manifestano abbastanza chiaramente. Di solito, dopo pochi minuti, il bambino sperimenta un grave disturbo nel benessere generale. Lo shock anafilattico può essere riconosciuto a casa..

I seguenti sintomi sono caratteristici di questa condizione critica:

Grave debolezza o completa perdita di coscienza. La manifestazione di questo sintomo dipende dallo stato iniziale del bambino e dal livello della sua suscettibilità individuale all'allergene.

Vertigini. L'andatura del bambino è compromessa. In alcuni casi, il bambino non è nemmeno in grado di fare diversi passi. Essere in posizione orizzontale riduce leggermente le vertigini.

Calo della pressione sanguigna. I risultati della misurazione sono significativamente più bassi del normale. In alcune situazioni critiche, la pressione sanguigna può scendere a quasi 60/40 mm. Hg. Arte. e anche più in basso.

Pallore marcato della pelle. Il triangolo nasolabiale può essere blu brillante..

Mani e piedi freddi al tatto.

Pulsazioni molto deboli nelle arterie periferiche quando si cerca di misurare il polso. Praticamente non viene sondato o determinato con difficoltà. Il primo stadio dello shock anafilattico è caratterizzato da un aumento della frequenza cardiaca. Una diminuzione di questo indicatore è un segno sfavorevole..

Gonfiore del viso e degli occhi. Potrebbe non verificarsi in tutti i casi. Questo è il sintomo più caratteristico per l'edema di Quincke. Questo sintomo può precedere lo sviluppo dell'anafilassi..

Trattamento

Se vengono identificati i primi segni di una condizione critica, il bambino deve iniziare immediatamente la terapia. Il trattamento prematuro può portare alla comparsa di pericolose complicazioni nel bambino, insufficienza cardiopolmonare e, in casi particolarmente gravi, persino allo sviluppo di un coma.

Se il bambino ha avuto un contatto con l'allergene e sono comparsi segni di anafilassi, non ci dovrebbero essere ritardi. Innanzitutto, chiama immediatamente un'ambulanza e assicurati di dire al dispatcher che il bambino ha segni di anafilassi. Ma devi iniziare a salvare il bambino prima che arrivi il medico.

Primo soccorso

Al fine di prevenire lo sviluppo di conseguenze pericolose di una condizione allergica critica, utilizzare il seguente algoritmo di azioni:

Posare il bambino in orizzontale e sollevare le gambe. Questa situazione contribuirà a migliorare l'afflusso di sangue agli organi vitali: il cuore e il cervello..

Se il bambino ha dei paradenti dentali, rimuoverli perché potrebbero causare aspirazione durante il vomito..

Aprire porte e finestre larghe per migliorare l'aria fresca.

Se il bambino ha perso fiato e non respira, inizia a praticare la respirazione artificiale.

Monitora il tuo polso. Se non ci sono pulsazioni nelle arterie carotidi che si trovano sul collo, metti le mani sul petto e inizia a eseguire il massaggio cardiaco artificiale.

Urgente attenzione

Il trattamento per i bambini con shock anafilattico viene eseguito immediatamente. Il trattamento di emergenza inizia con una squadra di ambulanze. Al bambino viene somministrato ossigeno inumidito. Con una forte riduzione della pressione sanguigna, i bambini vengono sottoposti a rianimazione cardiopolmonare.

In casi difficili, quando il ritmo cardiaco non è abbastanza efficace o ci sono segni di insufficienza vascolare, viene utilizzata l'adrenalina. Il dosaggio di questo farmaco viene selezionato tenendo conto dell'età e del peso del bambino.

Per eliminare i sintomi negativi, vengono utilizzate forme iniettabili di antistaminici. Per normalizzare la pressione e fermare la reazione allergica, viene somministrato prednisone. Per stabilizzare il bambino, viene eseguita una terapia di infusione intensiva con l'introduzione di un gran numero di soluzioni isotoniche o glucosio.

La prestazione di assistenza qualificata viene effettuata in condizioni stazionarie. In una condizione critica o grave del bambino - nell'unità di terapia intensiva. Se il bambino è incosciente o in coma, gli viene somministrato un trattamento di infusione di massa che utilizza una vasta gamma di farmaci diversi.

Prevenzione

Al fine di ridurre il rischio di possibile insorgenza di shock anafilattico in un bambino, utilizzare le seguenti raccomandazioni:

Fai dei test regolari con tuo figlio presso l'allergologo. Il medico prescriverà tutti i test necessari che aiuteranno a identificare possibili allergeni. Quando si identificano tali sostanze stimolanti, è necessario assicurarsi che non penetrino nel corpo del bambino. Qualsiasi contatto con l'allergene in futuro può portare allo sviluppo di anafilassi.

Pianifica attentamente la dieta dei tuoi figli. Tutti i bambini con malattie allergiche devono seguire una dieta ipoallergenica per tutta la vita. Tale nutrizione terapeutica implica un rifiuto completo di possibili prodotti che possono causare esacerbazioni della malattia.

Rafforzare il sistema immunitario. I bambini indeboliti hanno maggiori probabilità di reagire più acutamente agli allergeni. Il giusto regime della giornata, una buona alimentazione e passeggiate attive all'aria aperta aiuteranno il sistema immunitario a funzionare meglio.

Usa creme repellenti. Tali fondi aiuteranno a proteggere il bambino da possibili morsi di vari insetti..

Quando compaiono i primi segni di shock anafilattico, in nessun caso dovresti farti prendere dal panico!

Solo l'implementazione coerente delle misure di primo soccorso aiuterà a prevenire lo sviluppo di condizioni pericolose che possono verificarsi con l'anafilassi. Un trattamento di emergenza tempestivo salverà sicuramente la vita del bambino.

Shock anafilattico nei bambini: sintomi, cure di emergenza e trattamento

Dopo aver fornito il primo soccorso, viene effettuato il trattamento farmacologico. Vengono utilizzate adrenalina, una soluzione di difenidramina (Tavegil o Suprastin), desametasone o prednisolone, soluzioni cristalloidi e colloidali, anticonvulsivanti, diuretici (Furosemide) e tranquillanti. L'adrenalina viene somministrata per via endovenosa e sottocutanea. È possibile scheggiare l'area del morso. Potrebbe essere necessaria la rianimazione, la tripla Safar e l'intubazione tracheale..

Sintomi di shock anafilattico nei bambini

Di solito questa condizione si sviluppa rapidamente, in pochi minuti (meno spesso entro un'ora) dopo l'esposizione a un allergene sensibilizzante. Prima compaiono i primi sintomi, maggiore è la probabilità di una grave reazione allergica. Di solito, lo shock si sviluppa rapidamente immediatamente dopo il contatto con un allergene significativo (dopo 1-15 minuti), ma nella fase iniziale può verificarsi un breve periodo prodromico.

Shock anafilattico nei bambini - raccomandazioni cliniche:

  1. Sintomi del periodo prodromico: disagio generale, malessere, mal di testa, nausea, vertigini.
  2. Spesso ci sono sintomi come prurito e bruciore nel rinofaringe, frequenti starnuti, congestione nasale, abbondante secrezione mucosa-sierosa dai passaggi nasali e un'eruzione allergica polimorfica.
  3. Inoltre, insieme a ansia, confusione, potrebbero esserci lamentele per sintomi come una sensazione di oppressione al petto, dolore al cuore e all'addome. Vomito frequente, perdita dell'udito, brividi, prurito, minzione.
  4. Dopo altri 1-2 minuti, i sintomi dello shock stesso (ovvero insufficienza vascolare acuta) si uniscono: ipotensione arteriosa, tachicardia, polso filiforme.
  5. La clinica dello shock anafilattico nei bambini è tale che allo stesso tempo possono sperimentare una compromissione della coscienza fino a coma, convulsioni, ostruzione bronchiale, stridore dovuta a edema laringeo, incontinenza urinaria e fecale.

Come si sviluppa lo shock anafilattico??

Ciò si verifica in un lampo in pochi secondi o minuti dopo il contatto con l'allergene o poche ore dopo che l'allergene entra nel corpo. C'è ansia, paura. Sono possibili iperemia, rossore, pallore del viso, mancanza di respiro, vomito, prurito, eruzione cutanea. Inoltre, la pressione sanguigna scende bruscamente, perdita di coscienza, convulsioni, esito fatale possibile.

Nello shock anafilattico con la principale sindrome di insufficienza respiratoria, un bambino appare improvvisamente e si indebolisce, una sensazione di oppressione al petto, una sensazione di mancanza d'aria, una tosse lancinante, un mal di testa pulsante, dolore al cuore, paura. C'è un forte pallore della pelle con cianosi, schiuma alla bocca, difficoltà a respiro sibilante.

Lo shock anafilattico con sviluppo di insufficienza vascolare acuta è caratterizzato da un inizio improvviso: c'è debolezza, acufene, sudore pesante. La pelle pallida cresce, gli arti diventano blu, la pressione sanguigna scende bruscamente, il polso è filiforme, l'indebolimento dei suoni del cuore. In pochi minuti sono possibili perdita di coscienza, convulsioni e morte.

La gravità dei sintomi clinici di una reazione allergica dipende dalla gravità di quest'ultimo. Un esito avverso è spesso osservato in casi di decorso acuto con un forte calo della pressione sanguigna, grave insufficienza respiratoria e compromissione della coscienza. Il grado di ipotensione arteriosa è uno dei segni più indicativi della gravità della condizione..

Quattro forme di shock nei bambini

I sintomi dello shock anafilattico nei bambini dipendono dal metodo di penetrazione dell'antigene e dal suo tipo. Quando un allergene viene somministrato per via endovenosa, la reazione di solito si sviluppa immediatamente ("sull'ago"). Se l'allergene viene ingerito attraverso la bocca o la pelle, possono trascorrere diverse ore prima che compaiano i primi sintomi..

Con l'anafilassi, appare l'intero complesso di sintomi di shock, ma nella maggior parte dei casi prevalgono i segni di danni a uno dei sistemi. Si distinguono quattro forme di shock anafilattico:

  1. Asfittica. La forma più comune di anafilassi nei bambini. Il bambino ha un respiro corto pronunciato, non riesce a respirare. C'è un naso che cola grave, forse la separazione di espettorato denso. La pelle del bambino diventa rapidamente blu, in particolare l'area del triangolo nasolabiale.
  2. Emodinamica. A causa della vasodilatazione paralitica, si verifica una marcata riduzione della pressione. Potrebbero verificarsi svenimenti. La pelle del bambino diventa pallida, il polso è notevolmente aumentato. L'edema di Quincke a volte si verifica..
  3. Cerebrale Con questa forma di anafilassi, forti crampi, mal di testa. Il bambino non può respirare a causa della retrazione della lingua, la schiuma può passare dalla bocca. L'aiuto dovrebbe essere fornito immediatamente..
  4. Addominale. Si verifica uno spasmo dei muscoli lisci dell'intestino, viene disturbato l'afflusso di sangue agli organi addominali. Per questo motivo, il dolore si verifica nell'addome e nell'ipocondrio sinistro. Nei casi più gravi, può verificarsi sanguinamento interno, mentre il bambino diventa improvvisamente pallido e sviene.

Tutte le suddette forme di anafilassi possono portare a insufficienza multipla di organi, arresto cardiaco e respirazione..

I genitori dovrebbero distinguere tra shock anafilattico e allergie normali. Nelle allergie, i sintomi di solito si verificano con un contatto prolungato con una grande quantità di allergene. Quindi, un bambino può avere una reazione allergica all'uso di un gran numero di agrumi. Inoltre, i casi di sviluppo dell'anafilassi agli agrumi sono molto rari. Per lo sviluppo di shock anafilattico, è sufficiente ottenere una quantità minima di antigene nel corpo.

Previsioni e prevenzione

La prognosi per lo shock anafilattico dipende dalla tempestività di adeguate misure terapeutiche e dalle condizioni generali del paziente, dalla presenza di malattie concomitanti. I pazienti che hanno avuto un episodio di anafilassi devono essere registrati con un allergologo locale. Viene rilasciato un passaporto allergologico con note sui fattori che causano i fenomeni di shock anafilattico. Per prevenire questa condizione, evitare il contatto con tali sostanze..

Caratteristiche della condizione nei bambini di età inferiore a un anno

Il motivo principale per lo sviluppo dell'anafilassi nei bambini è l'introduzione di nuovi prodotti alimentari, meno spesso - l'introduzione di farmaci. La reazione ai morsi delle api e di altri insetti di solito non si sviluppa, poiché l'anafilassi richiede un'esposizione ripetuta dell'antigene al corpo del bambino.

Al fine di evitare lo shock anafilattico in un bambino, i genitori devono amministrare correttamente alimenti complementari. I prodotti vengono introdotti gradualmente, per diversi giorni, ogni prodotto viene introdotto separatamente e somministrato al mattino. L'esca dovrebbe iniziare dopo sei mesi di vita di un bambino..

Anche la vaccinazione richiede cautela. Il giorno della vaccinazione, è necessario monitorare il comportamento del bambino, le sue condizioni. Oggi non puoi dare nuovo cibo al tuo bambino. Vaccinazione durante la malattia, la dentizione è inaccettabile, poiché i sintomi dell'anafilassi possono mascherare i sintomi di queste condizioni.

Caratteristiche della condizione nei neonati e nei neonati

L'anafilassi può verificarsi in persone di età diverse, anche nei neonati. In precedenza, questo era considerato impossibile, perché una tale condizione è sempre una reazione alla penetrazione ripetuta dell'allergene nel corpo..

Ad esempio, i bambini non hanno gravi reazioni allergiche alle punture di insetti. Tuttavia, lo shock anafilattico sul cibo è possibile se il primo contatto con allergeni si è verificato durante il periodo di sviluppo fetale.

Gli esperti osservano che l'incidenza dell'anafilassi aumenta con l'età e la sua gravità aumenta. In ogni caso, se il bambino ha sintomi fastidiosi dopo il pasto successivo, assicurati di chiamare l'ambulanza e fornire il primo soccorso secondo l'algoritmo proposto.

Lo shock anafilattico è pericoloso per il bambino in quanto colpisce tutti gli organi interni e interviene in tutti i processi vitali. Un tale stato allergico in breve tempo può causare condizioni patologiche irreversibili e persino portare alla morte. Ecco perché è così importante fornire cure di emergenza per i primi sintomi di anafilassi e fornire al bambino un ulteriore trattamento qualificato..

Pronto soccorso per shock anafilattico nei bambini

Lo shock anafilattico nei bambini deriva dal contatto del corpo con l'allergene per ingestione o esposizione esterna. La reazione del corpo viene espressa bruscamente, si sviluppa molto rapidamente, il conto viene mantenuto per minuti. Questa condizione rappresenta una minaccia per la vita e richiede un intervento medico urgente e, in attesa del team di rianimazione, le cure di pronto soccorso devono essere fornite correttamente.

Un algoritmo di assistenza di emergenza per shock anafilattico

Dopo aver diagnosticato i sintomi dello shock anafilattico, il trattamento del bambino viene effettuato in più fasi:

  • primo soccorso;
  • assistenza medica diretta;
  • trattamento dello shock anafilattico dopo l'eliminazione dei principali fattori minacciosi della malattia.

Shock anafilattico nei bambini: sintomi, pronto soccorso e trattamento

La gravità delle allergie nei bambini è difficile da prevedere. In alcuni bambini, un'eruzione cutanea appare sulla pelle, in altri si sviluppa un naso che cola e lacrime scorrono, e in altri iniziano i problemi respiratori. Tuttavia, la manifestazione più grave di una reazione allergica in un bambino è lo shock anafilattico..

Cure di emergenza qualificate per shock anafilattico in un bambino

Le cure di emergenza per shock anafilattico nei bambini sono le seguenti:

Che aspetto ha la dermatite all'inguine degli uomini? Vedi nell'articolo.

Urgente attenzione

Il trattamento per i bambini con shock anafilattico viene eseguito immediatamente. Il trattamento di emergenza inizia con una squadra di ambulanze. Al bambino viene somministrato ossigeno inumidito. Con una forte riduzione della pressione sanguigna, i bambini vengono sottoposti a rianimazione cardiopolmonare.

In casi difficili, quando il ritmo cardiaco non è abbastanza efficace o ci sono segni di insufficienza vascolare, viene utilizzata l'adrenalina. Il dosaggio di questo farmaco viene selezionato tenendo conto dell'età e del peso del bambino.

Per eliminare i sintomi negativi, vengono utilizzate forme iniettabili di antistaminici. Per normalizzare la pressione e fermare la reazione allergica, viene somministrato prednisone. Per stabilizzare il bambino, viene eseguita una terapia di infusione intensiva con l'introduzione di un gran numero di soluzioni isotoniche o glucosio.

La prestazione di assistenza qualificata viene effettuata in condizioni stazionarie. In una condizione critica o grave del bambino - nell'unità di terapia intensiva. Se il bambino è incosciente o in coma, gli viene somministrato un trattamento di infusione di massa che utilizza una vasta gamma di farmaci diversi.

Cause dell'evento

Come abbiamo già detto, lo shock anafilattico si sviluppa quando l'allergene rientra nel corpo del bambino. Esistono diversi modi per "penetrare" una sostanza estranea:

  • somministrazione endovenosa di un farmaco: un antibiotico, un anestetico locale o un mezzo di contrasto prima di un esame radiografico;
  • puntura d'insetto (vespa, calabrone, ape);
  • test intradermici per allergeni;
  • vaccinazione, introduzione di siero, gamma globulina;
  • assunzione di alimenti "ricchi" di allergeni (latte, pesce, uova, ecc.).

Casi molto rari di anafilassi in risposta a basse temperature.

La reazione anafilattica del corpo può verificarsi sia su un prodotto specifico che su un farmaco

Che cos'è lo shock anafilattico??

Questo è un processo raro ed estremamente pericoloso associato all'ingestione di un determinato allergene nel corpo del bambino, che provoca una reazione allergica immediata e rapida. Per una tale condizione, un decorso grave è caratteristico. Se il bambino non riceve cure mediche in tempo, potrebbe morire.

Il meccanismo dello shock anafilattico è stato studiato in dettaglio dagli specialisti. Al primo contatto con gli allergeni, aumenta la sensibilità nel corpo e le cellule protettive producono una piccola quantità di anticorpi. Il secondo incontro con "agenti" ostili porta già al rilascio di un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive - istamine che causano manifestazioni di shock.

Lo shock anafilattico è la forma più grave di una reazione allergica.

L'anafilassi colpisce spesso i bambini allergici, ma può verificarsi anche in bambini apparentemente perfettamente sani. In questo caso, il primo contatto con l'allergene si è verificato durante il periodo di sviluppo intrauterino attraverso la placenta.

Cos'è lo shock anafilattico (video)

Cause di shock

La base dello sviluppo dello shock è una forte reazione allergica. Si verifica in seguito a ripetuti contatti con la sostanza dopo la sensibilizzazione del corpo. Quando un antigene (il più delle volte di natura proteica) entra, i mediatori (leucotrieni, prostaglandine, istamina) iniziano a essere prodotti. Nel corpo di un bambino, una sostanza estranea si lega alle immunoglobuline di classe E..

In questo contesto, il lavoro degli organi e dei sistemi è interrotto (aumenta la permeabilità vascolare, si sviluppa edema, aumenta la produzione di muco, i muscoli scheletrici sono ridotti, il volume del sangue circolante diminuisce e la pressione diminuisce).

Possono causare shock:

  1. Spore fungine.
  2. Polvere (strada, casa, industriale).
  3. Prodotti chimici domestici.
  4. Prodotti (noci, uova, miele).
  5. Supplementi nutrizionali (solfiti).
  6. Veleni di insetti, aracnidi e serpenti.
  7. Farmaci (sulfamidici, bicillina, insulina, ormoni).
  8. Allergeni animali (lana).
  9. Vaccini, sieri, immunoglobuline.

Possono entrare nel corpo dei bambini in diversi modi (aerosol, cibo, casa di contatto, iniezione, percutanea).

I fattori predisponenti per lo sviluppo di shock nei bambini includono:

  1. Farmaci non controllati.
  2. La presenza di malattie di natura allergica (asma, dermatite allergica, rinite, febbre da fieno).
  3. Esposizione a fattori fisici.
  4. La presenza di diatesi essudativa.
  5. Fatica.
  6. Morsi di insetti (api, formiche), serpenti e aracnidi.
  7. Contatto con piante (hogweed, ambrosia, lanugine di pioppo).
  8. Contatto con animali domestici stranieri e animali selvatici (gli allergeni possono essere sul loro mantello).

Algoritmo per shock anafilattico in un bambino

Se si verifica uno shock, il bambino viene posato molto rapidamente in orizzontale con le gambe sollevate o sollevare l'estremità del letto ai piedi. È necessario girare la testa di lato, estendere la mascella inferiore per prevenire la retrazione della lingua e impedire l'aspirazione da parte del vomito. Fornire aria fresca.

È necessario interrompere l'introduzione di un allergene nel corpo:

Con somministrazione parenterale di un allergene:

  • tritare trasversalmente il sito di iniezione (morso) con una soluzione di adrenalina allo 0,1% di vita 0,1 ml / anno e applicare ghiaccio su di essa;
  • applicare un laccio emostatico (se la localizzazione lo consente) sopra il sito di iniezione per 30 minuti senza schiacciare le arterie.

Quando si instilla un farmaco allergenico nei passaggi nasali e nel sacco congiuntivale, sciacquarli con acqua corrente;

Quando si prende l'allergene, sciacquare lo stomaco del paziente se le sue condizioni lo consentono.

Se lo shock anafilattico viene diagnosticato nel bambino, allora devi immediatamente entrare per via intramuscolare:

  • Soluzione allo 0,1% di adrenalina alla dose di 0,05 - 0,1 ml / anno di vita (non più di 1,0 ml) e soluzione al 3% di prednisolone alla dose di 5 mg / kg nei muscoli del fondo della cavità orale;
  • Soluzione al 3% di prednisone alla dose di 5 mg / kg nei muscoli del fondo del cavo orale;
  • antistaminici: difenidramina soluzione all'1% 0,05 ml / kg (non più di 0,5 ml - per bambini di età inferiore a un anno e 1,0 ml - oltre un anno) o soluzione di suprastina al 2% 0,1 - 0,15 ml / anno della vita. Monitoraggio obbligatorio dello stato del polso, della respirazione e della pressione sanguigna!

I medici dovrebbero condurre il trattamento! Devi chiamare un'ambulanza! Il paziente deve ricevere ossigeno per tutto il tempo. Quando si aiuta un bambino, è necessario fornire aria fresca.!

Che cos'è lo shock anafilattico?

Questo è un processo raro ed estremamente pericoloso associato all'ingestione di un determinato allergene nel corpo del bambino, che provoca una reazione allergica immediata e rapida. Per una tale condizione, un decorso grave è caratteristico. Se il bambino non riceve cure mediche in tempo, potrebbe morire.

Il meccanismo dello shock anafilattico è stato studiato in dettaglio dagli specialisti. Al primo contatto con gli allergeni, aumenta la sensibilità nel corpo e le cellule protettive producono una piccola quantità di anticorpi. Il secondo incontro con "agenti" ostili porta già al rilascio di un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive - istamine che causano manifestazioni di shock.

Lo shock anafilattico è la forma più grave di una reazione allergica.

L'anafilassi colpisce spesso i bambini allergici, ma può verificarsi anche in bambini apparentemente perfettamente sani. In questo caso, il primo contatto con l'allergene si è verificato durante il periodo di sviluppo intrauterino attraverso la placenta.

Cos'è lo shock anafilattico (video)

Caratteristiche della condizione nei neonati e nei neonati

Lo shock nei neonati e nei neonati è estremamente raro. Il motivo potrebbe essere l'introduzione di farmaci nello sviluppo della patologia congenita. La diagnosi di anafilassi a questa età è difficile. Si osservano sintomi di disfunzione cardiaca e cerebrale, pianto, abbandono del latte materno da parte dei bambini, ansia.

Shock anafilattico in un bambino

Nella pratica dei bambini, ci sono molti diversi tipi di condizioni di emergenza che richiedono cure di emergenza. Ritardare la prestazione della terapia può portare alle conseguenze più gravi e persino alla morte del bambino.

Trattamento

Quando compaiono segni di shock anafilattico nei bambini, le cure di emergenza devono essere chiamate senza indugio.

Al momento della segnalazione delle informazioni sul paziente, si deve notare che ci sono sintomi di anafilassi. Le misure di emergenza sono prese sul sito, ulteriori trattamenti si svolgono in ospedale.

Primo soccorso

Se lo stato di anafilassi non si sviluppa in un istituto medico, il primo soccorso nei bambini dovrebbe iniziare prima dell'arrivo del team medico. L'algoritmo delle azioni di primo soccorso è riportato di seguito:

  • Interrompere il contatto con l'allergene, se uno shock provoca un morso - rimuovere la puntura, quindi applicare un laccio emostatico. L'applicazione di un laccio emostatico fermerà la diffusione di una sostanza pericolosa in tutto il corpo insieme al flusso sanguigno.
  • Posiziona il bambino con la testa in giù e le gambe sollevate, per un migliore afflusso di sangue al cervello.
  • In caso di nausea, girare la testa del bambino di lato per impedire al vomito di entrare nel tratto respiratorio.
  • Prevenire la caduta della lingua.
  • Allentare chiusure, fascette, elastici. Sblocca i pulsanti. Non ci dovrebbero essere abiti a pressione sul bambino.
  • È necessario il riscaldamento e l'immissione simultanea di aria fresca pulita..
  • Non somministrare o somministrare farmaci fino all'arrivo dei medici.
  • In caso di arresto cardiaco, eseguire il massaggio indiretto e la respirazione artificiale.
  • Se almeno una volta si verifica lo stato di shock anafilattico nel figlio o nella figlia, devi sempre portare un kit di pronto soccorso anti-shock con mezzi appositamente selezionati che ti consentano di fornire assistenza medica senza indugio.

È importante ricordare o cogliere il momento in cui ti sei reso conto che il bambino sta sviluppando uno shock anafilattico. Nel modo più accurato possibile, informa il medico quale sia stato il decorso dei sintomi, quando si sono verificati, per quanto tempo sono continuati - qualsiasi informazione sulla condizione dovrebbe essere il più dettagliata possibile. Se al bambino sono stati somministrati farmaci, registra il dosaggio e il tempo.

preparativi

Gli antistaminici riducono la reazione al contatto con un allergene. Di solito è disponibile in ogni armadietto dei medicinali a casa. Ognuno di loro lo farà. È importante calcolare il dosaggio secondo le istruzioni fornite con la confezione..

  • Tavegil (sciroppo) contiene il principio attivo in una quantità di 100 μg / 1 ml, una compressa - 1 mg, cioè corrisponde a 10 ml di sciroppo. Una singola dose per bambini da 1 a 3 anni - 2-2,5 ml, ogni giorno - fino a 5 ml (2 volte al giorno); da 3 a 6 anni, una volta - 5 ml con la stessa molteplicità, da 6 a 12 anni - 5-10 ml di sciroppo o 1⁄2 -1 compressa in una dose due volte al giorno.
  • Suprastin non ha più di un mese, 1⁄4 compressa due volte al giorno, da 1 a 6 anni - la stessa dose può essere utilizzata tre volte al giorno, da 6 a 12 anni - da 1⁄4 a 1⁄2 compressa 3 volte al giorno. Sotto forma di iniezioni con una singola dose da 1 mese a un anno - 1⁄4 fiale, quindi fino a 6 anni 1⁄2 fiale, da 6 a 14 anni, un singolo dosaggio può essere aumentato a una fiala intera.

Attenzione: tutti i dosaggi indicati sono di natura consultiva e devono essere adattati dagli specialisti in base alle condizioni individuali del bambino.

I medici aiutano

Le cure di emergenza sono fornite dai medici immediatamente all'arrivo alla chiamata, quindi accompagnate in ospedale. Il luogo di introduzione dell'allergene è bloccato dal freddo e viene iniettata l'adrenalina, l'epinefrina sintetizzata all'esterno del corpo svolge il suo ruolo. Gli altri ormoni necessari devono essere somministrati per via endovenosa. In base alla situazione, vengono eseguite le necessarie procedure di rianimazione (inserimento di un catetere nel tratto respiratorio, ventilazione artificiale dei polmoni), viene organizzato il trasporto del bambino ferito alle condizioni di un istituto medico fisso.

Conseguenze e possibili complicazioni

Le conseguenze dello shock possono essere:

  • ipotensione arteriosa prolungata;
  • miocardite;
  • danno ai nervi;
  • epatite;
  • orticaria ricorrente;
  • Edema di Quincke;
  • danno all'organo dell'udito (acufene, perdita dell'udito) e dell'apparato vestibolare;
  • asma;
  • periarteritis;
  • glomerulonefrite;
  • asfissia;
  • ipossia del cervello;
  • esito fatale.

Sintomi di shock anafilattico

I sintomi clinici dello shock anafilattico dipendono dalle caratteristiche individuali del corpo del paziente (la sensibilità del sistema immunitario a un allergene specifico, l'età, la presenza di malattie concomitanti, ecc.), Il metodo di penetrazione di una sostanza con proprietà antigeniche (parenterale, attraverso il tratto respiratorio o il tratto digestivo), l'organo "shock" predominante (cuore e vasi sanguigni, vie respiratorie, pelle). In questo caso, i sintomi caratteristici possono svilupparsi sia in un lampo (durante la somministrazione parenterale del farmaco), sia 2-4 ore dopo l'incontro con l'allergene.

I disturbi acuti del sistema cardiovascolare sono caratteristici dell'anafilassi: una diminuzione della pressione sanguigna con comparsa di vertigini, debolezza, svenimenti, aritmie (tachicardia, extrasistole, fibrillazione atriale, ecc.), Sviluppo di collasso vascolare, infarto del miocardio (dolore dietro lo sterno, paura della morte, ipotensione). I segni respiratori di shock anafilattico sono la comparsa di respiro affannoso grave, rinorrea, disfonia, respiro sibilante, broncospasmo e asfissia. I disturbi neuropsichiatrici sono caratterizzati da forte mal di testa, agitazione psicomotoria, senso di paura, ansia e sindrome convulsiva. Possono comparire disturbi della funzione degli organi pelvici (minzione involontaria e defecazione). Segni cutanei di anafilassi: comparsa di eritema, orticaria, angioedema.

Il quadro clinico differirà a seconda della gravità dell'anafilassi. Esistono 4 gradi di gravità:

  • Con I grado di shock, i disturbi sono insignificanti, la pressione sanguigna (BP) è ridotta di 20-40 mm RT. Arte. La coscienza non è compromessa, gola secca, tosse, dolore dietro lo sterno, sensazione di calore, ansia generale, può esserci un'eruzione cutanea sulla pelle.
  • Per l'II grado di shock anafilattico, sono caratteristici disturbi più pronunciati. In questo caso, la pressione sanguigna sistolica scende a 60-80 e la pressione diastolica - fino a 40 mmHg. Preoccupa una sensazione di paura, debolezza generale, vertigini, rinocongiuntivite, eruzioni cutanee con prurito, edema di Quincke, difficoltà a deglutire e parlare, dolore all'addome e alla parte bassa della schiena, pesantezza dietro lo sterno, mancanza di respiro a riposo. Spesso c'è ripetuto vomito, viene violato il controllo del processo di minzione e defecazione.
  • III gravità dello shock si manifesta con una diminuzione della pressione arteriosa sistolica a 40-60 mm RT. secolo e diastolico - fino a 0. C'è una perdita di coscienza, le pupille si dilatano, la pelle è fredda, appiccicosa, il polso diventa filiforme, la sindrome convulsiva si sviluppa.
  • IV grado di anafilassi si sviluppa alla velocità della luce. In questo caso, il paziente è incosciente, la pressione sanguigna e il polso non sono determinati, non c'è attività cardiaca e respirazione. La rianimazione di emergenza è necessaria per salvare la vita di un paziente.

Quando lascia lo stato di shock, il paziente mantiene debolezza, letargia, letargia, febbre, mialgia, artralgia, respiro corto, dolore cardiaco. Possono verificarsi nausea, vomito, dolore in tutto l'addome. Dopo il sollievo delle manifestazioni acute di shock anafilattico (nelle prime 2-4 settimane), spesso si sviluppano complicazioni sotto forma di asma bronchiale e orticaria ricorrente, miocardite allergica, epatite, glomerulonefrite, lupus eritematoso sistemico, periarterite nodosa, ecc..

Assistenza medica

Le procedure mediche per lo shock anafilattico vengono eseguite in base alla gravità delle condizioni del bambino. La cosa principale è fornire un aiuto qualificato molto rapidamente al fine di evitare conseguenze o la morte.

Per cominciare, i medici iniettano nuovamente una soluzione di adrenalina fino a quando tutti i processi vitali non vengono completamente ripristinati. Inoltre, vengono eseguite altre azioni:

  • somministrazione endovenosa di farmaci antiallergici (difenidramina, suprastina);
  • per alleviare gli spasmi dei bronchi e facilitare la respirazione, vengono utilizzati i broncodilatatori (ad esempio Eufillin);
  • Gli ormoni steroidei, in particolare il prednisolone, l'idrocortisone, vengono somministrati per eliminare i sintomi collaterali
  • se si verifica un'allergia alla penicillina, viene utilizzato l'enzima penicillinasi;
  • per aumentare la pressione sanguigna, la noradrenalina viene somministrata con una certa frequenza;
  • nei casi più gravi, eseguono la ventilazione artificiale dei polmoni e fanno un massaggio cardiaco indiretto.

Dopo aver fornito assistenza medica, il bambino viene inviato per un trattamento ospedaliero, che dura fino a 10 giorni. I farmaci ormonali vengono somministrati a un piccolo paziente, i contagocce vengono posizionati con soluzioni di farmaci per ripristinare l'equilibrio sale-acqua. Dopo il corso di riabilitazione, è necessario escludere il contatto del bambino con un allergene pericoloso.

Preparativi per il kit di pronto soccorso (galleria)

Shock anafilattico nei bambini - sintomi

Il primo segno di shock anafilattico in un bambino è un forte deterioramento. Può essere depressione della coscienza, debolezza, caduta di pressione, svenimento, crampi, panico, schiuma dalla bocca, forse la comparsa di edema di Quincke, orticaria e prurito della pelle. I bambini che hanno già avuto una reazione allergica hanno maggiori probabilità di sperimentare uno shock anafilattico. I medici distinguono quattro forme di anafilassi, che differiscono nei sintomi e sono tutte molto pericolose. Come è lo shock anafilattico in un bambino:

  1. Forma asfissica - c'è insufficienza respiratoria, edema laringeo, broncospasmo, forte calo della pressione, svenimento.
  2. Forma emodinamica: ci sono problemi cardiovascolari, una forte diminuzione della pressione, dolore dietro lo sterno, polso filiforme, pallore della pelle.
  3. Forma cerebrale - caratterizzata da un danno al sistema nervoso centrale, ci sono attacchi di epilessia, convulsioni, minzione involontaria.
  4. Forma addominale - caratterizzata da dolore addominale, irto di sanguinamento interno nella cavità addominale.

Il tasso di insorgenza di una reazione patologica dipende da come l'allergene è entrato nel corpo. Lo shock anafilattico più veloce nei bambini si sviluppa con la somministrazione endovenosa del farmaco: la reazione è istantanea e si verifica proprio durante la procedura. Se si verifica una reazione patologica a un prodotto o farmaco che viene assunto sotto forma di compresse o utilizzato esternamente, appare l'anafilassi quando l'allergene viene assorbito nel sangue. La gravità dello shock anafilattico non dipende molto dalla quantità di allergene: esiste un caso noto quando la reazione di un paziente alle tracce di un medicinale caduto da un'infermiera.

Shock anafilattico nei bambini - prevenzione

I fattori di rischio per le allergie in un bambino sono molto numerosi. Se i genitori hanno ipersensibilità a determinate sostanze, il rischio è che anche il bambino sia suscettibile a tale reazione. Il rischio di sviluppare un'allergia è maggiore se ci sono fattori che riducono l'immunità naturale:

  • durante la gravidanza, la donna conduceva uno stile di vita sbagliato (affumicato, abusava di alcol) e non mangiava correttamente (beveva caffè, mangiava agrumi);
  • il bambino è stato alimentato artificialmente;
  • il bambino ha elminti;
  • nei genitori e nei bambini disturbi endocrini;
  • il bambino ha spesso raffreddori, SARS.

Per ridurre al minimo il rischio di shock anafilattico, è necessario prevenire le reazioni allergiche nei bambini:

  1. I genitori dovrebbero avere una serie di tutti i farmaci necessari e sapere come agire in caso di reazione allergica e shock anafilattico.
  2. È necessario identificare tutti gli allergeni del bambino.
  3. È importante insegnare al bambino a evitare gli allergeni, soprattutto se includono prodotti comuni che possono trattare (dolci, ad esempio), identificare allergeni nascosti (ad esempio, miele nei biscotti).
  4. A scuola, all'asilo, gli adulti dovrebbero essere consapevoli che il bambino non dovrebbe mangiare, bere, inalare.
  5. È importante evitare luoghi pericolosi: prati fioriti, apiari.
  6. Prima di assumere farmaci, è necessario studiarne i componenti per evitare l'ingestione di componenti pericolosi.

Shock anafilattico nei bambini

Lo shock anafilattico rappresenta un grave pericolo per la vita del bambino. I genitori devono conoscere i sintomi di questa condizione e l'algoritmo delle azioni in caso di una reazione già sviluppata.

Prevenzione dello shock anafilattico

Per prevenire lo shock, è necessario trattare le patologie allergiche del bambino, escludere il suo contatto con potenziali sostanze pericolose (polvere, polline, additivi alimentari, droghe), insetti velenosi, prevenire i morsi di serpenti e aracnidi, eseguire la pulizia umida della casa, aumentare l'immunità, mantenere un'immagine attiva vita e fornire al paziente una dieta ipoallergenica.

Come riconoscere l'anafilassi in un bambino

È possibile parlare con fiducia della manifestazione nei bambini di questa grave condizione allergica se:

  • si è sviluppato immediatamente dopo un'iniezione di un medicinale, la somministrazione di un siero o di un vaccino, una puntura di un insetto pungente, un test intradermico per gli allergeni;
  • nei bambini sono già stati osservati casi di altre malattie allergiche (asma bronchiale, edema di Quincke, orticaria, vari tipi di allergie).

Le difficoltà con la diagnosi sono possibili se si verifica una condizione di shock quando si è allergici al cibo o si assumono pillole, perché, come abbiamo già detto, i primi sintomi della malattia compaiono dopo qualche tempo.

Inoltre, la diagnosi differenziale è importante: fare una diagnosi accurata ed eliminare malattie simili nei sintomi.

Diagnosi differenziale di shock anafilattico (tabella)

stati

Somiglianze con anafilassi

Differenze dall'anafilassi

  • nausea;
  • pallore della pelle;
  • calo della pressione sanguigna;
  • polso debole.
  • mancanza di prurito, orticaria, spasmi bronchiali;
  • lo svenimento dura alcuni secondi, poi il bambino torna in sé e inizia a rispondere alle persone che lo circondano.

Attacco di asma bronchiale

  • crampi bronchiali;
  • respirazione rumorosa;
  • sentimento di paura.
  • mancanza di prurito, orticaria;
  • la pressione di solito rimane normale.
  • convulsioni convulsive;
  • minzione involontaria.
  • l'assenza di manifestazioni allergiche cutanee, broncospasmo;
  • la pressione sanguigna non diminuisce.

Una diagnosi accurata può essere fatta solo da uno specialista qualificato. Se in precedenza il bambino aveva avuto reazioni allergiche, la possibilità di anafilassi non può essere completamente esclusa. Pertanto, è meglio interrompere prima i sintomi pericolosi e solo successivamente procedere a una diagnosi accurata..

Le ragioni

Le principali cause di questa condizione sono identificate e dovrebbero essere conosciute da tutti i genitori al fine di evitare conseguenze pericolose.

Allergy Home Kit

A casa, chi soffre di allergie deve disporre di un kit di pronto soccorso, che dovrebbe includere:

  • Soluzione di epinefrina;
  • pomate, gocce, spray e creme steroidi;
  • antistaminici (bloccanti del recettore dell'istamina H1) sotto forma di compresse e soluzione;
  • siringhe con aghi;
  • farmaci che espandono i bronchi;
  • inalatore;
  • soluzione di desametasone o prednisolone.

Shock anafilattico in un bambino e come aiutarlo

Il tipo più pericoloso di reazione allergica nei bambini è lo shock anafilattico. Può svilupparsi quando varie sostanze entrano nel tessuto del bambino. Lo shock anafilattico nei bambini rappresenta una minaccia per la vita. La mortalità raggiunge il 2%.

Principali pericoli

Questo tipo di malattia è una patologia piuttosto pericolosa sia per un bambino che per un adulto..

I sintomi si sviluppano alla massima velocità e la mancata fornitura di cure mediche tempestive e tempestive può portare a conseguenti complicazioni e pericoli:

  • collasso: condizione di una persona in cui si verifica un calo della pressione, destabilizzazione dell'afflusso di sangue ai principali organi interni. A questo punto, il paziente ha aumentato debolezza, pallore, tremore degli arti, affaticamento;
  • crampi - contrazioni muscolari involontarie del tremore, nella maggior parte dei casi integrate da dolore nei pazienti. Si verificano improvvisamente e durano fino a quando non vengono prese misure mediche di emergenza;
  • perdita di coscienza - svenimento di un soggetto a causa di una riduzione del metabolismo cerebrale.
  • ictus - accidente cerebrovascolare, caratterizzato da perdita istantanea di coscienza.

Queste condizioni possono svilupparsi entro 1-2 minuti dopo l'inizio di una condizione di shock..

Inoltre, con un'intolleranza elevata agli allergeni da parte di un bambino o assistenza prematura, può verificarsi la morte.

Sintomi di Harbinger

Tutti i sintomi dello shock anafilattico possono essere suddivisi condizionatamente in 3 categorie (sintomi: precursori, sintomi di esacerbazione e sintomi di eliminazione dello shock).

I precursori sono i sintomi che caratterizzano i primi rudimenti della possibile insorgenza e successiva diffusione della malattia.

Avendoli trovati nel loro bambino, i genitori dovrebbero immediatamente prendere le misure appropriate e mostrarlo a un medico esperto, come detto sopra, il minimo abbandono dei sintomi porta a conseguenze irreparabili.

I sintomi primari includono:

  • aumento della debolezza (il bambino non può svolgere attività fisica, preferisce sdraiarsi, rifiuta di mangiare, evita la luce);
  • Vertigini
  • nausea;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • mal di testa;
  • in alcuni casi, si riscontrano piccole eruzioni cutanee sulla pelle del corpo e delle mucose;

Il bambino può lamentarsi di un senso di ansia, può soffocare, sentire arti muti. Si può anche osservare un deterioramento della funzione visiva e uditiva..

Ogni persona può reagire in modo diverso a un particolare allergene, quindi i sintomi - i precursori possono anche essere caratterizzati da 3 fasi del loro corso:

Fase 1: un semplice decorso della malattia:

  • prurito
  • una sensazione di calore in tutto il corpo;
  • L'edema di Quincke.

Fase 2: decorso medio della malattia:

  • i suddetti sintomi;
  • convulsioni di natura tonica, con conseguente perdita di coscienza;
  • caduta di pressione massima;
  • può essere osservato sanguinamento dal naso o nel tratto digestivo.

Fase 3 - decorso grave della malattia - perdita istantanea di coscienza o periodo di soffocamento, il paziente non è in grado di lamentarsi delle sue condizioni. Con un aiuto prematuro, al bambino viene diagnosticata la morte istantanea.

Sintomi per aiutare

Le ragioni principali per acquisire una tale patologia nei bambini sono:

  • ingestione o somministrazione di farmaci contenenti sostanze che causano allergie nel bambino;
  • procedure di trasfusione di sangue;
  • prendendo problemi di pelle con allergeni;
  • processo di vaccinazione (vaccinazioni, vaccini);
  • reazioni allergiche al freddo;
  • prendendo cibo contenente allergeni;
  • morsi di insetto

Dopo l'interazione dell'allergene con la pelle, il bambino:

  • inizia immediatamente a manifestare una reazione nel sito di contatto allergenico;
  • arrossamento, gonfiore, prurito, dolore compaiono sulla pelle;
  • in quei casi, se il bambino stava assumendo farmaci all'interno, ha nausea, dolore all'addome, gonfiore dell'apparato della laringe;
  • oltre a questa condizione, il bambino inizia a formare i sintomi sopra indicati.

Ma, con il primo arrossamento e prurito, il bambino è soggetto a diagnosi mediche immediate e misure mediche appropriate.

Shock anafilattico

Lo shock anafilattico è una condizione patologica acuta che si verifica quando ricompare l'allergene, causando gravi disturbi emodinamici e ipossia. Le ragioni principali dello sviluppo dell'anafilassi sono l'assunzione di vari farmaci e vaccini, punture di insetti e allergie alimentari. Con un grave grado di shock, si verifica rapidamente una perdita di coscienza, si sviluppa un coma e, in assenza di cure di emergenza, un esito fatale. Il trattamento consiste nel fermare l'assunzione dell'allergene, ripristinare la funzione della circolazione sanguigna e della respirazione e, se necessario, condurre misure di rianimazione.

Prevenzione delle complicanze dell'anafilassi

Per prevenire gravi complicazioni, i genitori dovrebbero osservare le seguenti regole:

  1. L'accettazione dei farmaci deve essere effettuata rigorosamente come prescritto dal medico. Il superamento del dosaggio del farmaco o della frequenza di somministrazione è inaccettabile.
  2. Dopo la somministrazione endovenosa, intramuscolare o intradermica del medicinale, del vaccino, il bambino deve rimanere in clinica (ospedale) per un po 'di tempo, di solito circa 30 minuti. Se lo shock anafilattico si sviluppa dopo l'assunzione del farmaco, i medici saranno in grado di fornire immediatamente assistenza medica.
  3. I genitori dovrebbero dare nuovo cibo al bambino gradualmente, osservando la reazione..
  4. I bambini di età inferiore a un anno non devono ricevere latte. Le proteine ​​del latte vaccino sono l'allergene più forte. Si dovrebbe anche usare cautela quando una proteina di uovo di gallina viene introdotta nella dieta di un bambino..
  5. Prima di andare alla natura, i genitori dovrebbero studiare in anticipo le regole per le cure di emergenza per i bambini con morsi di serpenti, api, formiche.

Se si sviluppa una reazione anafilattica su qualsiasi antigene, questa sostanza deve essere completamente esclusa dalla vita del bambino.

Cure di emergenza per shock anafilattico nei bambini

La reazione allergica sistemica più grave è lo shock anafilattico. Più spesso si sviluppa sull'introduzione di farmaci, con punture di insetti. I sintomi principali sono lo spasmo della muscolatura liscia dell'intestino e dei bronchi, l'espansione dei vasi periferici, accompagnata da una diminuzione della pressione sanguigna e il possibile sviluppo di collasso, alterazione della circolazione cerebrale e coronarica, sviluppo di edema della laringe, dei polmoni e del cervello a seguito di una maggiore permeabilità vascolare. Questo articolo ti mostrerà come aiutare con questa condizione..

Diagnostica

La diagnosi di shock anafilattico è stabilita principalmente dai sintomi clinici, dal momento che non c'è più tempo per una raccolta dettagliata di dati anamnestici, test di laboratorio e test allergologici. Può aiutare solo tenendo conto delle circostanze in cui si è verificata l'anafilassi: somministrazione parenterale di un farmaco, morso di serpente, consumo di un determinato prodotto, ecc..

Durante l'esame vengono valutate le condizioni generali del paziente, la funzione dei principali organi e sistemi (cardiovascolare, respiratorio, nervoso ed endocrino). Già un esame visivo di un paziente con shock anafilattico ci consente di determinare la chiarezza della coscienza, la presenza di un riflesso della pupilla, la profondità e la frequenza della respirazione, le condizioni della pelle, mantenendo il controllo sulla funzione della minzione e della defecazione, la presenza o l'assenza di vomito, la sindrome convulsiva. Successivamente, vengono determinati la presenza e le caratteristiche di qualità dell'impulso sulle arterie periferiche e principali, il livello di pressione sanguigna, i dati auscultatori durante l'ascolto dei suoni del cuore e la respirazione sui polmoni.

Dopo aver fornito cure di emergenza a un paziente con shock anafilattico ed eliminato una minaccia immediata alla vita, vengono eseguiti studi di laboratorio e strumentali per chiarire la diagnosi ed escludere altre malattie con sintomi simili:

  • Test di laboratorio. Durante un esame clinico generale di laboratorio, viene eseguito un esame del sangue clinico (vengono rilevate leucocitosi, un aumento del numero di globuli rossi, neutrofili, eosinofili), viene misurata la gravità dell'acidosi respiratoria e metabolica (vengono misurati pH, pressione parziale dell'anidride carbonica e ossigeno nel sangue), viene determinato il bilancio idrico-elettrolitico, gli indicatori vengono determinati sistemi di coagulazione del sangue, ecc..
  • Esame allergologico Nello shock anafilattico, comporta la determinazione della triptasi e dell'IL-5, il livello di immunoglobulina E generale e specifica E, l'istamina e dopo l'interruzione delle manifestazioni acute dell'anafilassi, l'identificazione degli allergeni mediante test cutanei e test di laboratorio.
  • Diagnostica strumentale. Sull'elettrocardiogramma vengono determinati i segni di sovraccarico del cuore destro, ischemia miocardica, tachicardia, aritmia. Una radiografia del torace può mostrare segni di enfisema polmonare. Nel periodo acuto di shock anafilattico e per 7-10 giorni, vengono monitorati la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e la respirazione, l'ECG. Se necessario, sono prescritti pulsossimetria, capnometria e capnografia e la determinazione della pressione venosa arteriosa e centrale mediante un metodo invasivo.

La diagnosi differenziale viene eseguita con altre condizioni che sono accompagnate da una marcata diminuzione della pressione sanguigna, alterazione della coscienza, respirazione e attività cardiaca: con shock cardiogeno e settico, infarto miocardico e insufficienza cardiovascolare acuta di varie origini, embolia polmonare, sincope e sindrome epilettica, ipoglicemia avvelenamento acuto, ecc. Lo shock anafilattico dovrebbe essere distinto dalle reazioni anafilattoidi simili nelle manifestazioni, che si sviluppano già al primo incontro con un allergene e in cui i meccanismi immunitari non sono coinvolti (interazione antigene-anticorpo).

La diagnosi differenziale con altre malattie è talvolta difficile, specialmente in situazioni in cui vi sono diversi fattori causali che hanno causato lo sviluppo di una condizione di shock (una combinazione di vari tipi di shock e anafilassi in risposta alla somministrazione di un farmaco).

Prevenzione

Per ridurre il rischio di shock anafilattico nei bambini, esiste una serie di misure preventive.

  • Esame periodico da parte di uno specialista e identificazione di potenziali allergeni al fine di isolare ulteriormente il bambino dai loro effetti.
  • Dieta ipoallergenica. Una nutrizione bilanciata dovrebbe essere fatta escludendo cibi intollerabili.
  • Rafforzare l'immunità: buona alimentazione, giochi all'aperto, passeggiate, sport: i migliori aiutanti nello sviluppo del sistema immunitario e nella prevenzione dello shock anafilattico.
  • In estate, usa le creme per respingere gli insetti per prevenire morsi pericolosi.

È molto importante non perdere la calma, non soccombere al panico. Dalle azioni razionali di un adulto, questo momento dipende dalla salute e dalla vita del bambino ferito.

Trattamento shock anafilattico

Le misure terapeutiche per lo shock anafilattico sono finalizzate alla rapida eliminazione delle disfunzioni degli organi vitali e dei sistemi corporei. Prima di tutto, è necessario eliminare il contatto con l'allergene (interrompere la somministrazione del vaccino, della medicina o della sostanza radiopaca, rimuovere la puntura della vespa, ecc.), Se necessario, limitare il deflusso venoso applicando un laccio emostatico sull'arto sopra il sito di iniezione o pungendo gli insetti, e tritare questo posto con una soluzione di adrenalina e applicare freddo. È necessario ripristinare la pervietà delle vie aeree (introduzione del dotto, intubazione urgente della trachea o tracheotomia), per garantire l'apporto di ossigeno puro ai polmoni.

I simpaticomimetici (adrenalina) vengono somministrati ripetutamente per via sottocutanea, seguiti da flebo endovenoso fino a quando la condizione non migliora. Nello shock anafilattico grave, la dopamina viene somministrata per via endovenosa in una dose selezionata individualmente. I glucocorticoidi (prednisone, desametasone, betametasone) sono inclusi nello schema di cure di emergenza, la terapia per infusione viene eseguita per reintegrare il volume del sangue circolante, eliminare la concentrazione sanguigna e ripristinare un livello accettabile di pressione sanguigna. Il trattamento sintomatico include l'uso di antistaminici, broncodilatatori, diuretici (secondo le indicazioni rigorose e dopo la stabilizzazione della pressione sanguigna).

Il trattamento ospedaliero di pazienti con shock anafilattico viene effettuato entro 7-10 giorni. In futuro, è necessaria l'osservazione per identificare possibili complicanze (reazioni allergiche tardive, miocardite, glomerulonefrite, ecc.) E il loro trattamento tempestivo.

Sintomi nei bambini

I seguenti sintomi indicano lo sviluppo di shock in un bambino:

  1. Debolezza improvvisa, irragionevole.
  2. Nausea.
  3. Mal di testa.
  4. Vertigini.
  5. Eruzione cutanea come orticaria. Gli elementi morfologici dell'eruzione sono vesciche rosa-rosse. Le eruzioni cutanee possono svanire e scomparire dopo alcune ore. Le vesciche sono dolorose, multiple, localizzate in qualsiasi parte del corpo, 3-5 mm di dimensione. Spesso colpisce le superfici interne degli arti.
  6. Sensazione di ansia e paura.
  7. Mancanza d'aria.
  8. Respirazione rumorosa.
  9. Tachicardia.
  10. Diminuzione dell'acuità visiva.
  11. Problema uditivo.
  12. Calore.
  13. Gonfiore del viso. Lingua e labbra gonfie. Nei casi più gravi, c'è gonfiore dei genitali, della laringe e delle gambe.
  14. Disturbi respiratori (difficoltà a respirare attraverso il naso e la bocca, sensazione di mancanza d'aria, tosse, respiro sibilante di varie dimensioni, raucedine).
  15. Oppressione e perdita di coscienza.
  16. La presenza di sudore appiccicoso e freddo sulla pelle.
  17. Minzione alterata.
  18. Ipotensione arteriosa.
  19. Prurito della pelle.
  20. Pallore della pelle.
  21. Dolore al petto.
  22. Disturbo digestivo. Vomito, diarrea, nausea, difficoltà a deglutire e dolore addominale sono possibili.
  23. Nebbia davanti agli occhi.
  24. spasmi.
  25. Cianosi.

Metodi pre-medici

Dopo che il bambino ha i sintomi corrispondenti, i genitori devono chiamare immediatamente un medico.

Dopo la chiamata, è necessario adottare le seguenti misure:

  • il bambino è disteso su una superficie dritta, le gambe sono sollevate (in particolare, puoi mettere oggetti morbidi sotto di loro: cuscini, rulli, ecc.);
  • la testa si gira da una parte per evitare che il bambino vomiti, se ci sono protesi o apparecchi nella cavità orale del paziente, dovrebbero essere rimossi;
  • aprire le finestre e le porte della stanza, garantendo così il flusso di aria fresca;
  • se necessario, proteggere l'area della pelle dalla presenza di un allergene lì (rimozione di una puntura d'insetto, lavaggio degli occhi e passaggi nasali quando arrivano gli allergeni);
  • controllare lo stato del polso, in assenza di esso, è necessario eseguire misure per ripristinare l'attività del cuore (massaggio cardiaco indiretto);
  • per scoprire lo stato del respiro del bambino, per questo è necessario osservare lo stato di fluttuazione del suo petto, puoi anche mettere uno specchio in bocca (se non suda, il paziente ha problemi respiratori). Se non c'è respirazione, la respirazione deve essere ripristinata (metodo bocca a bocca o metodo bocca a naso con un tessuto).

Metodi di primo soccorso

Con sintomi di shock in un bambino, deve essere chiamato un team di ambulanze. Nel fornire il primo soccorso, l'algoritmo delle azioni è il seguente:

  1. Conforta e distendi comodamente il bambino (sulla schiena). I piedi dovrebbero essere leggermente sollevati..
  2. Gira la testa di lato.
  3. Rimuovere oggetti estranei dalla cavità orale (detriti alimentari, dentiere).
  4. Aprire la finestra o la porta per il flusso di ossigeno.
  5. Interrompere l'assunzione di allergeni nel corpo. Se necessario, applicare un laccio emostatico sopra la puntura d'insetto o il sito di iniezione.
  6. In assenza di un polso (arresto cardiaco), eseguire un massaggio cardiaco indiretto.
  7. Inizia la respirazione artificiale quando si ferma.

Sintomi

Lo sviluppo di uno stato di shock è molto rapido, una reazione acuta si manifesta entro pochi minuti dal contatto con un irritante.

  • Oppressione della psiche (ansia, fobia),
  • L'aspetto e la crescita di un mal di testa pulsante,
  • Capogiri, coscienza offuscata (anche la sua perdita è possibile),
  • Rumore nelle orecchie,
  • Viso, arti, labbra, lingua possono sentirsi insensibili,
  • Secrezione di sudore freddo.

È probabile che si verifichino arrossamento della pelle e prurito, gonfiore di parti del corpo e della laringe, spasmi del tratto respiratorio, vomito, diarrea, dolore intestinale..

Si sviluppa respiro corto, sensazione di costrizione al petto, respiro pesante, schiuma dalla bocca, accompagnata da spasmi, minzione involontaria e movimento intestinale, le ragazze hanno una scarica sanguinolenta dai genitali.

Lo stato interno del corpo non è meno negativo: la pressione sanguigna scende bruscamente, il polso si indebolisce fino a diventare filiforme. Il gonfiore dei tessuti sviluppa cambiamenti irreversibili negli organi interni. Il cuore, i reni soffrono, il sanguinamento si aggiunge ai dolori intestinali.

Il corso dello shock anafilattico può essere espresso in una forma a due fasi: dopo il miglioramento del benessere, è possibile abbassare nuovamente la pressione sanguigna e la ripresa di sintomi pericolosi. Con un tale sviluppo della situazione, il bambino deve essere osservato in un istituto medico fisso per 10 giorni e, se necessario, più a lungo.