Posso liberarmi delle allergie per sempre? E se cambi il clima? I principali allergologi del paese rispondono

Cliniche

La conferenza online "Allergia: cause, diagnosi e trattamento" si è tenuta l'11 aprile sui portali di informazione sulle persone sane (24health.by) e TUT.BY. Ogni giorno, una persona si trova di fronte a centinaia di migliaia di allergeni diversi, ma non tutti sviluppano un'allergia. Qual è la ragione per innescare una catena di reazioni patologiche? Come evitare conseguenze pericolose? È possibile eliminare definitivamente un'allergia o è impossibile curarla? La malattia è ereditaria? Devo fare specifici test allergologici? L'uso frequente e prolungato di antistaminici può influire negativamente sulla mia salute??

Foto: Daria Buryakina, TUT.BY

I principali esperti nel campo dell'allergologia hanno risposto alle domande:

  • Tatyana Baranovskaya - assistente professore di gerontologia e geriatria con un corso di allergologia e patologia occupazionale BelMAPO, capo allergologo indipendente del Ministero della Salute, Ph.D..
  • Dmitry Buza - capo del dipartimento di allergologia del 4 ° ospedale clinico pediatrico di Minsk, capo allergologo pediatrico indipendente, MD.

"Il bambino ha un'allergia"

- L'anno scorso, un bambino (16 anni) ha mostrato un'allergia. Questo inverno, i test hanno determinato un'allergia alla segale, al bluegrass. Hanno prescritto un trattamento, ma hanno detto che era una frase, il trattamento era necessario fino alla fine della vita. Posso liberarmi delle allergie per sempre? Da dove viene?

Dmitry Buza. Foto: Oksana Zhuravleva, portale delle persone sane

Dmitry Buza: a giudicare dalla descrizione, la febbre da fieno è un'allergia ai cereali che fioriscono tra la fine di maggio e giugno. Al momento, è necessario assumere antistaminici per alleviare l'esacerbazione. In autunno, dovresti chiedere il parere di un allergologo per risolvere il problema della vaccinazione antiallergica. Il corso del trattamento dura 3-5 anni e consente, nella maggior parte dei casi, di "curare le allergie".

- Il bambino ha 4,5 anni, allergico. Tutto è iniziato con un'allergia alle proteine ​​del latte. Dalla nascita, in seguito, a 2,5 anni, tutto questo si è trasformato in un tipo di allergia respiratoria: un momento difficile - la primavera, il periodo di fioritura della maggior parte degli alberi. Si verifica anche dermatite atopica. Trattata, è diventata migliore, il numero di ostruzioni è diminuito. Come madre, ora sono preoccupato dal fatto che non posso aiutare mio figlio con nient'altro: il mio compito è rimuovere un momento acuto, ostruzione, monitorare la pelle, fornire un regime e monitorare la nutrizione. Cosa posso fare di più? Capisco che non ci sono pillole per le allergie, ma non voglio pensare all'asma.

Dmitry Buza: il bambino ha una classica manifestazione della marcia atopica, cioè trasformazione delle allergie alimentari in respiratorie. È necessaria la consultazione di un allergologo per affrontare il problema della terapia di base per la prevenzione delle esacerbazioni e l'identificazione di allergeni "colpevoli".

- Mio figlio ha la febbre da fieno sul polline degli alberi. Dall'inizio di marzo a metà maggio (provvisoriamente) occhi, prurito al naso, naso che cola prurito. IgE per ontano, betulla, nocciola grado 5 (metodo immunoblot). I test cutanei sono negativi. È possibile eseguire ASIT (terapia immunitaria specifica per allergeni - circa Ed.) In questo caso? Ci sarà un effetto? Interessato al metodo sublinguale.

Dmitry Buza: L'indicazione per la vaccinazione allergica è la presenza di - sintomi clinici a contatto con l'allergene e test di allergia positiva con l'allergene "colpevole" (test cutanei e / o immunoglobuline IgE specifiche positive). A giudicare dalla tua descrizione, ci sono indicazioni per ASIT, incluso il metodo sublinguale.

- Mio figlio ha 1 anno e 1 mese; nell'UCK, gli eosinofili sono costantemente elevati - circa il 7-9%. Non ci sono manifestazioni esterne di allergie da molto tempo. Ora il valore è 9.2, i denti sono tagliati, il naso che cola. L'immunologo afferma che il bambino non ha ancora formato l'immunità, quindi questo valore di eosinofili potrebbe essere, questo non è associato ad allergie. Ho bisogno di ulteriori test, dove andare e se?

Dmitry Buza: il medico non tratta i test, ma le manifestazioni cliniche della malattia. In questa situazione, in assenza di reclami, non vi è alcuna indicazione per un ulteriore esame del bambino. Se compaiono sintomi allergici (eruzione cutanea, naso che cola prolungato, tosse), è necessario un consulto allergologo.

- A mia figlia è stata diagnosticata l'asma dopo il primo attacco di respiro corto. I test allergologici sono positivi per polvere di casa e polvere di libri, pile, piume, gatti e altri.Gli specialisti hanno prescritto il trattamento per un secondo appuntamento con un pneumologo dopo 3 mesi. Per favore, spiega perché hai subito l'asma? Perché l'inalatore è stato prescritto immediatamente? Come distinguere l'allergia dall'asma? C'è qualche altro trattamento? L'asma può essere curata? Quale specialista a Minsk posso contattare per rimuovere queste e altre domande e non dubitare?

Dmitry Buza: ti consiglio di contattare il tuo medico per queste domande. Nell'asma bronchiale, viene prescritta una terapia di base per prevenire le esacerbazioni. Il volume della terapia e la sua correzione vengono eseguiti dal medico, a seconda del decorso della malattia e della sua gravità.

- A mio figlio è stata diagnosticata l'asma bronchiale circa 10 anni fa (ora ha 14 anni). L'asma si manifesta sotto forma di ostruzione nel periodo autunno-inverno (non molto frequente). Forse ci sono nuovi trattamenti?

Dmitry Buza: il trattamento dell'asma consiste nel prendere la terapia di base quotidiana per la prevenzione delle esacerbazioni e nell'assunzione di farmaci broncodilatatori per gli attacchi. La quantità di terapia di base dipende dalla gravità dell'asma..

- Mio figlio ha 1 anno e 8 mesi, soffre di dermatite atopica. Posso ottenere vaccini contro il morbillo e l'epatite? Quali test dovrebbero essere eseguiti prima di queste vaccinazioni, tenendo conto delle nostre allergie? Come preparare un bambino alla vaccinazione e quali antistaminici dovrebbero essere presi prima della vaccinazione e per quanti giorni?

Dmitry Buza: la vaccinazione dei bambini con dermatite atopica viene effettuata nella fase di remissione della malattia. La necessità di antistaminici per la vaccinazione è determinata dal medico del bambino (pediatra).

- Fino a 1,3 anni, il bambino è stato allattato al seno, sono stati introdotti alimenti complementari secondo il sistema. Non ci sono state reazioni allergiche. A 1,4 anni, un'allergia ha iniziato ad apparire. Il pannello pediatrico ha mostrato che l'immunoglobulina E è normale. Sono stati testati per immunoglobulina G (pannelli con prodotti specifici). I risultati hanno mostrato una reazione allergica a un ampio elenco di alimenti. Siamo a dieta da un anno, ma non ci sono miglioramenti. Ora il bambino ha 2 anni e 4 mesi. Devo ripetere i pannelli per immunoglobulina G? Al momento, sembra che il bambino abbia una reazione allergica ai prodotti che erano nel nostro elenco di non allergenici.

Dmitry Buza: la necessità di test allergologici e il tipo di esame è determinata dall'allergologo dopo aver esaminato il bambino e aver esaminato la storia medica. Prima di una visita dal medico, ti consiglio di tenere un diario alimentare ogni giorno per un mese con un elenco di prodotti che il bambino ha consumato e la presenza di sintomi clinici.

- Il bambino ha 2,3 anni, soffre di dermatite atopica (suo padre ha la stessa malattia), a quali condizioni può essere vaccinato con il PCC (morbillo, rosolia, parotite - Ed.)? Al momento, il rifiuto è dovuto all'assunzione di una reazione alle proteine ​​del pollo, sulla base della quale viene prodotto questo vaccino. L'uovo non è stato dato al bambino.

Dmitry Buza: la presenza di dermatite atopica non è una controindicazione per la vaccinazione. La vaccinazione viene effettuata in remissione della malattia. Una controindicazione ai vaccini contro l'albume è solo la presenza di anafilassi (una pronunciata reazione allergica al bianco d'uovo). Di norma, in questa situazione, il medico prescrive antistaminici profilattici prima della vaccinazione..

"Naso che cola e starnuti dopo la piscina"

- Il secondo mese soffro di allergie: macchie rosse sulle guance, sulla fronte, sotto gli occhi. Ora è apparso il prurito. In precedenza, un simile problema poteva sorgere da cosmetici, cioccolato o durante il periodo ICP selezionati in modo improprio. Ora tutto è escluso, ma non diventa più facile. Dove iniziare la lotta contro questo problema? Mi sento molto a disagio a causa di questo!

Tatyana Baranovskaya, foto: Oksana Zhuravleva, portale delle persone sane

Tatyana Baranovskaya: a giudicare dalla descrizione, stiamo parlando di dermatite (arrossamento, prurito, desquamazione della pelle). Tali reazioni si verificano spesso sui cosmetici. Nella tua situazione, quando non ci sono evidenti cause esterne e appare la dermatite, è necessario l'aiuto di un dermatologo. Una causa comune di queste manifestazioni cutanee sono le malattie degli organi interni, quindi è necessario eseguire uno studio dello stomaco e degli ultrasuoni degli organi addominali. Tutte le malattie identificate devono essere trattate, quindi la dermatite non tornerà.

- L'uso frequente e prolungato di antistaminici può influire negativamente sulla mia salute??

Tatyana Baranovskaya: So che molte persone li usano da molto tempo e regolarmente. Ma noi, allergologi, vediamo che non è necessario un apporto così costante. Raccomandiamo di usare questi medicinali come protezione unica. E solo nel caso di esacerbazioni stagionali, come è ora: primavera - iniziò l'esacerbazione della febbre da fieno, è necessario assumere pillole ogni giorno durante questo periodo. Non sono stati osservati effetti collaterali gravi dall'uso prolungato di antistaminici anche dopo sei mesi di uso continuo. Pertanto, la paura, se è necessario utilizzarli, non farlo.

- Mezza giornata dopo aver visitato la piscina, appaiono naso che cola e starnuti. Non c'è allergia al cloro. Allergia a un gatto, polvere. Quale potrebbe essere la causa di una reazione allergica?

Tatyana Baranovskaya: Molto spesso, la reazione alla visita della piscina è associata a sostanze contenenti cloro che vengono aggiunte all'acqua. Inoltre, è più spesso un effetto irritante che allergico. In questi casi, puoi scegliere una piscina in cui l'acqua è ozonizzata e non ci saranno problemi. Ma l'aria umida della piscina contribuisce al fatto che la muffa può depositarsi nella stanza, che non possiamo vedere. La muffa può anche causare allergie. Pertanto, la tua osservazione e l'aiuto di un allergologo aiuteranno a chiarire la causa del naso che cola e risolvere il tuo problema..

L'immagine è usata come illustrazione. Foto: Eugene Yerchak, TUT.BY

- Ho 32 anni, diversi anni fa è iniziata un'allergia (da giugno ad agosto, il palato prude, il moccio scorre nel fiume e gli occhi pruriscono). Sono andato da un allergologo, mi sono stati prescritti farmaci che rimuovono tutti i sintomi. Per eliminare definitivamente le allergie (polline delle erbe di cereali), è stato raccomandato di prendere ASIT o assumere un farmaco che, a quanto pare, non è in vendita da nessuna parte. Dimmi trattamenti alternativi.

Tatyana Baranovskaya: se questa febbre da fieno non guadagna forza, i sintomi dell'asma non si uniscono, i farmaci aiutano bene, quindi viviamo così. È impossibile curare affatto con qualsiasi mezzo. Ma, se la malattia sta guadagnando forza, la durata della malattia aumenta, quindi la terapia specifica (ASIT) aiuta a fermare la progressione e ad alleviare le condizioni di una persona durante la stagione. Oggi, nel nostro paese, ci sono forme registrate di farmaci prolungati per il trattamento che consentono di utilizzare solo sei iniezioni preseason con un buon risultato. Pertanto, è necessario consultare un allergologo per scegliere il trattamento più appropriato. L'efficacia dell'istaglobulina non è stata confermata e attualmente non è inclusa nel protocollo per il trattamento delle malattie allergiche.

"Sono allergico ai peli di gatto." Ma si manifesta chiaramente solo alle 12 del mattino. Con ciò che può essere collegato?

Tatyana Baranovskaya: Dalla domanda non è chiaro quale sia l'intervallo tra l'incontro con un animale e una reazione ad esso. Pertanto, possiamo dire che le reazioni allergiche possono svilupparsi rapidamente, rapidamente, pochi minuti dopo il contatto con l'allergene e possono essere ritardate dopo 6-8 ore. E a volte due fasi contemporaneamente. Pertanto, è necessario monitorare i tuoi sentimenti, il tempo di contatto e venire da un allergologo.

"C'era l'edema di Quincke dopo l'estrazione del dente"

- Ho avuto un'allergia ai farmaci dopo l'estrazione del dente (c'è stata un'iniezione di ultracaina, un antibiotico penicillinico, analgin, multivitaminici complessi). L'allergia è stata manifestata dall'edema di Quincke. Quindi, il gonfiore del viso è stato ripetuto durante l'assunzione di antidolorifici e altri farmaci. Un allergologo dopo aver esaminato e analizzato RDTK (reazione di degranulazione dei mastociti - Ed.) Ha fatto una conclusione su un'allergia polivalente ai farmaci, inclusi tutti gli anestetici. Un'allergia può passare nel tempo o ci sarà ancora il rischio di una ricorrenza di una reazione allergica, anche se, secondo l'analisi RTTK, l'indicatore rientra nei limiti normali?

Tatyana Baranovskaya: a giudicare dalla tua domanda, le reazioni allergiche insorgono ogni volta quando si usa analgin nell'uno o nell'altro caso. Pertanto, ti consiglio di fare attenzione ai farmaci antidolorifici. I risultati di RDTK spesso non coincidono con la storia e la situazione reale con le allergie. Le allergie possono andare via? Non. Se questa è una reazione allergica, il suo ricordo rimane nel corpo per tutta la vita. Sebbene la forza di reazione durante la remissione prolungata sia ridotta. Pertanto, non vale la pena sperimentare antidolorifici. Se necessario, il medico selezionerà farmaci sicuri.

- Nel 2015, dopo un'iniezione di Ceftriaxone sulla lidocaina, ho avuto gonfiore delle mucose. Sono andato all'ospedale. Dopo il trattamento, ho superato un test allergologico a quale farmaco si è verificata la reazione. La risposta è arrivata che non ci sono allergie a questi farmaci. Come posso trattare i miei denti, se quando vado dal dottore ho paura di fare la procedura di iniezione di lidocaina, e se c'è una reazione? Cosa fare in questa situazione?

Tatyana Baranovskaya: Prima di tutto, dovresti avere paura di un farmaco antibatterico che provoca reazioni allergiche molto più spesso degli antidolorifici. Per quanto riguarda il trattamento dentale. Vengono spesso utilizzati anestetici con altre forme e formulazioni, non la lidocaina, che non ti minaccia di nulla. Pertanto, il dentista può essere trattato in modo sicuro.

"Sono allergico a gatti e polvere". Sono stato dall'allergologo per un consulto, mi hanno offerto una terapia ASIT, che non posso decidere. Ci sono altri trattamenti alternativi?

Dmitry Buza: se sei allergico agli animali, è sufficiente evitare il contatto con loro o assumere antistaminici profilattici prima di un possibile incontro. Se sei allergico alla polvere, ti aiuterà una vita ipoallergenica, prendi i farmaci se necessario. Se queste misure non sono sufficienti, la terapia ASIT è indicata per il controllo delle malattie. Questo trattamento è stato usato per oltre 100 anni ed è abbastanza efficace per il trattamento delle malattie allergiche..

"Non sono adatto per studiare presso l'Accademia del Ministero degli Affari Interni, ma sono adatto per il servizio militare"

- Perché con la febbre da fieno non è adatto per studiare all'Accademia del Ministero degli Affari Interni, ma è adatto per il servizio militare?

Tatyana Baranovskaya: Prima di tutto, si tratta di due diversi servizi che regolano l'ammissione delle reclute. Il servizio militare è un dovere a breve termine. Dovrai servire nella milizia per tutta la vita lavorativa, il rischio di aggravamento della malattia è più elevato e le esigenze sanitarie sono più elevate.

- Ho già avuto orticaria dermografica da due mesi, ci sono stati trattamenti, ma nessun risultato. Per favore dimmi il trattamento.

Tatyana Baranovskaya: Se stiamo parlando di orticaria dermografica, allora questo può essere un presagio di orticaria spontanea, che non dipenderà più dal tocco. La sua causa può essere una reazione allergica a una sostanza, ma molto spesso è una variante non allergica della malattia. In tutti i casi di reazioni cutanee, proviamo a valutare le condizioni degli organi interni (ghiandola tiroidea, stomaco, fegato, intestino) e includiamo non solo i farmaci sintomatici nel trattamento, ma trattano anche le malattie esistenti. In tali casi, l'efficacia del trattamento è molto più elevata. Puoi andare da un allergologo o un terapista. Né antistaminici, né ormoni curano l'orticaria, ma riducono solo i sintomi.

- 5 anni fa un'allergia è iniziata da metà giugno a metà luglio. Sintomi: starnuti, secrezione dal naso. In un centro medico privato ha superato i test, ha rivelato la rinite allergica causata dal polline delle piante (segale, grano, timothy del prato). Ha anche testato l'immunoglobulina totale E - classe 5. Il medico ha prescritto un trattamento. Delle malattie c'è la trombocitopenia immunitaria, ora in remissione. Durante un'allergia, le piastrine si riducono notevolmente. La mia domanda è: cos'altro dovrebbe essere preso durante il periodo di allergia? C'è la possibilità di curare completamente l'allergia?

Tatyana Baranovskaya: è impossibile curare completamente un'allergia. Questa è la risposta alterata del sistema immunitario per la vita. Nel trattamento, oggi cerchiamo di non estinguere i sintomi, ad es. usa le medicine non solo quando è male, ma per tutta la stagione. Come trattamento, possono essere usati rimedi locali, ma dovrebbero essere usati regolarmente e non solo quando è male. Puoi prendere antistaminici.

- È stata identificata un'allergia alla polvere domestica. Il medico ha prescritto una medicina. Dimmi, c'è un altro metodo per superare questa sventura?

Tatyana Baranovskaya: Probabilmente hai sia l'asma che la rinite allergica. Entrambe queste malattie allergiche sono malattie croniche e non possono essere completamente curate. Pertanto, il più delle volte i farmaci devono essere usati quasi costantemente. Cambia solo la dose del farmaco, quindi è necessario osservare un allergologo e la tua attenzione alla tua salute.

"Il cambiamento climatico aiuta, ma non voglio andarmene"

- Ciao, sono una persona allergica con esperienza. Potresti dirmi come pulire rapidamente e in sicurezza il sangue dell'allergene in modo che il livello di immunoglobulina diminuisca? Le allergie possono peggiorare dopo un cambiamento del tempo? L'allergia dipende dallo stile di vita e dalle relazioni delle altre persone?

Tatyana Baranovskaya: Di norma, non ci sono allergeni nel sangue. Nelle persone malate, aumenta il livello di anticorpi che riconoscono gli allergeni esterni e scatenano una reazione allergica nel corpo. Pertanto, gli allergeni non vengono eliminati. Ma il livello di immunoglobulina specifica dipende dalla frequenza di queste reazioni. Pertanto, se abbiamo meno probabilità di incontrare allergeni, se forniamo un ambiente sicuro, nel tempo il livello di queste immunoglobuline specifiche diminuisce da solo. Dobbiamo lottare per questo. La purificazione del sangue artificiale dà un risultato a breve termine e inaffidabile. La forza della reazione può dipendere in modo significativo dal tempo e dallo stile di vita. Pertanto, i medici, di norma, danno raccomandazioni sulla possibilità di ridurre l'esposizione agli allergeni.

- Mio marito inizia la febbre da fieno ogni maggio-giugno. Sono stati eseguiti test allergologici. Identificato un aumento delle IgE in molti modi. Quanto è istruttiva questa analisi? Come alleviare la condizione durante l'impollinosi?

Dmitry Buza: ci sono manifestazioni cliniche di allergia ai pollini, che sono confermate da questi test per immunoglobuline IgE specifiche. Nel periodo di esacerbazione della malattia, sono richiesti antistaminici di seconda generazione. In autunno, un allergologo dovrebbe essere consultato in merito alla nomina di ASIT.

- Sono stato allergico ai peli degli animali fin dall'infanzia, ma ora c'è stato un peggioramento: quando vengo in contatto con animali da qualche parte, ho difficoltà a respirare, come se i miei polmoni fossero gonfi. Consiglia come essere in tali situazioni e quale medico è meglio consultare?

Dmitry Buza: A giudicare dalla descrizione, sviluppi l'asma bronchiale, che richiede la nomina di farmaci inalatori per prevenire le esacerbazioni. Raccomando una valutazione delle funzioni della respirazione esterna (spirometria) e consultare un medico per la selezione della terapia di base.

- Circa 10 mesi dopo la nascita di ogni bambino (e ne ho tre), è iniziata l'orticaria forte, gli antistaminici non hanno quasi alcun effetto. Eruzioni cutanee regolari, l'edema di Quincke sono osservati per 3 anni, ogni giorno, dopo di che passa gradualmente da solo. Analisi consegnate, ultrasuoni OBP, FGDS secondo le raccomandazioni del terapeuta, allergologo, endocrinologo. Tutte le analisi e i risultati dei test sono buoni. Ciò potrebbe essere dovuto a cambiamenti ormonali nel corpo? Cosa puoi consigliare nel mio caso, quale specialista dovrei contattare?

Tatyana Baranovskaya: cambiamenti nello stato di salute associati al parto, inclusa l'orticaria, mi assocerei principalmente a un cambiamento nello stile di vita della mamma. Questo e il sovraccarico fisico e lo stress emotivo, che possono essere la causa della manifestazione dell'orticaria. A giudicare dal tuo appello che tutto inizia tra 10 mesi, i cambiamenti ormonali sono già alle spalle e la stanchezza si sta accumulando. Pertanto, se tutte le stesse manifestazioni appaiono o persistono in te, devi esaminare gli organi interni e il sistema endocrino. Anche piccole deviazioni richiedono un trattamento.

- Dimmi come curare la febbre da fieno? Soffro da più di 30 anni. Ho fatto dei test allergologici, conosco gli allergeni. Un radicale cambiamento climatico aiuta, ma non voglio andarmene per sempre. Si presume che un'allergia sia apparsa o addirittura intensificata nell'infanzia dopo il divorzio dei genitori (associato a tristezza, inutilità, solitudine, abbandono). Come gli psicosomatici. È radicato nella disfunzione familiare - una relazione co-dipendente (anche mio padre soffre di febbre da fieno). È possibile essere curati con l'aiuto della psicoterapia (non farmacologica)? Quale delle pillole e farmaci iniziali di ultima generazione mi consigliate (per non provocare sonnolenza)? L'omeopatia, la medicina alternativa (agopuntura, ecc.) Possono aiutare?.

Tatyana Baranovskaya: Da un lato, il decorso di quasi tutte le malattie è influenzato dallo stato emotivo, ma la febbre da fieno è ancora una malattia del sistema immunitario, quindi non è possibile far fronte solo agli effetti psicologici, all'agopuntura e all'omeopatia. È necessario utilizzare antistaminici o corticosteroidi locali (in casi lievi) o l'uso di ASIT.

Reazione al cibo: come distinguere l'allergia alimentare dall'intolleranza?

Non tutti soffrono di allergie dall'infanzia, può iniziare nell'età adulta, questo accade in circa il 4% delle persone. Ecco come riconoscere quali alimenti dovresti evitare e perché..

Ci sono persone che soffrono di mal di stomaco per intolleranza a qualche prodotto e smettono di mangiarlo. Spesso lo considerano un'allergia anche senza l'esame e i test di un medico. E succede che i testimoni oculari non prestano attenzione a una vera allergia, anche se un forte attacco può essere pericoloso per la vita.

Come capire che questa è una reazione allergica?

I segni più comuni di un'allergia sono: orticaria, respiro sibilante, nausea grave. Se un prodotto inadatto entra nel corpo, il sistema immunitario produce anticorpi E immunoglobulinici che combattono gli "invasori". Attaccano le cellule della pelle, i polmoni e il tratto digestivo, motivo per cui appare questa reazione.

Nei casi più gravi, lo shock anafilattico può svilupparsi quando la pressione sanguigna salta e una persona non riesce a respirare a causa di una reazione nei polmoni. Se non aiuti in tempo, puoi persino morire. Molto spesso, pesce, frutti di mare, arachidi e nocciole danno una reazione così forte. I bambini sono allergici alle uova e al latte e molti lo superano con successo nell'adolescenza.

Non volevano starnutire: come l'autoisolamento colpisce chi soffre di allergie

Il dipartimento della salute di Mosca ha rassicurato: i pazienti con allergie stagionali al polline delle piante, cioè polline, non sono a rischio di sviluppare complicanze in caso di coronavirus. Con l'avvento della primavera, chi soffre di pollinosi aggiorna costantemente i dati sulla distribuzione del polline e c'è anche un virus con sintomi simili all'allergia. Tuttavia, mentre April non si concede calore, e le passeggiate in modalità autoisolamento sono fugaci e di breve distanza. Quest'anno sarà in grado di fare una pausa per chi soffre di allergie, in che modo l'isolamento influenza il loro benessere e ciò che preoccupa i pazienti - leggi l'articolo di Izvestia.

Betulla - in programma

- La primavera è stata piuttosto strana quest'anno., - afferma Izvestia Candidate of Medical Sciences, allergologa-immunologa e direttrice medica di un residente di Skolkovo - Servizio di monitoraggio del polline di Allergotop Elena Shuvatova.

Tuttavia, anche l'inverno è stato strano: si è rivelato molto caldo e la primavera sembrava essersi ripresa: o la neve, poi la pioggia, poi improvvisamente il riscaldamento e ulteriormente in un cerchio.

- In generale, possiamo dire che la polvere degli alberi sta succedendo, ma non molto intensa. Secondo i miei sentimenti, il feedback dei nostri soggetti allergici è in realtà più facile per loro rispetto, ad esempio, l'anno scorso., - il medico nota una tendenza positiva.

Mentre a Mosca e nella regione di Mosca il polline d'acero domina e non causa così tanti problemi, il livello di intensità è nella media. Ma l'allergene più "cattivo" sta per svegliarsi: la betulla.

- Sta iniziando tradizionalmente da qualche parte negli anni '20, e questo fattore è in qualche modo invariato, indipendentemente da quanto fosse caldo l'inverno e la fredda primavera. Sorprendentemente, la betulla è stabile., - dice Elena Shuvatova. Tuttavia, c'è speranza che la rabbia della betulla quest'anno sarà sostituita dalla misericordia. - Questo è ancora ipotizzato, ma la spolverata non sarà super intensa, ma moderata.

Candidato di scienze mediche, l'allergologo-immunologo Nadezhda Loginina lo ricorda Oltre alla betulla, la lanugine di pioppo dà molti problemi alle persone allergiche. La lanugine stessa non è un allergene, ma raccoglie una grande quantità di polline da altre piante..

- Pooh, nel tentativo di liberarsene, ci fa toccare occhiali, maschere o aree aperte della pelle, che è severamente vietato fare anche con i guanti in relazione alla minaccia della diffusione del virus, - avverte in una conversazione con lo specialista di Izvestia.

Nemici insediati negli angoli

Secondo gli esperti, autoisolamento del pollinoznik a beneficio: in una stanza in cui si osservano misure ipoallergeniche, praticamente non c'è polline e le passeggiate sulla strada sono brevi e mascherate.

- Questo isolamento aiuta davvero a ridurre il contatto con l'allergene.. Anche al di fuori del periodo di quarantena, gli allergologi hanno sempre raccomandato di limitare il contatto con la natura: non uscire di casa in un momento in cui il polline delle piante causali è nell'aria, - dice Elena Shuvatova. - Questa è una delle raccomandazioni centrali degli allergologi e ora, per volontà del destino, dovrà davvero essere soddisfatta..

Per una volta, chi soffre di allergie non è come un alieno in piena munizione, perché tutti noi abbiamo lo stesso aspetto.

- Le maschere sono proprio quello che dico sempre ai soggetti allergici: “Indossa maschere. Guarda i giapponesi che vanno ad ammirare il sakura in fiore. Sono quasi tutti mascherati ".. Se parliamo di polline di piante, la primavera di quest'anno per chi soffre di allergie è più facile che in passato. Ciò è evidente anche dagli appelli: non ci sono grida terribili di aiuto ", ha detto Vladimir Bolibok, allergologo e immunologo, in un'intervista a Izvestia.

Un'altra cosa sono le allergie non stagionali. A questo proposito, la casa è piena di molte sorprese e non sempre piacevole.

- Le persone sono costrette a stare costantemente nell'appartamento, a causa del quale possono aggravare le reazioni allergiche agli allergeni domestici, - dice Vladimir Bolibok. - E sebbene la stanza sia ventilata, l'umidità dell'appartamento è ancora cambiata.

Nell'elenco di allergeni standard che minaccia una persona con autoisolamento: acari domestici che hanno scelto polvere domestica, allergeni della polvere domestica e spore di muffa.

- Se si rimane a lungo in uno spazio confinato, esiste un alto rischio di reazione allergica alla polvere domestica. Di conseguenza vale la pena eseguire la pulizia con acqua più spesso e allo stesso tempo, se possibile, spostare l'uso di prodotti chimici domestici e disinfettanti sui membri della famiglia al fine di evitare il contatto diretto, - consiglia Nadezhda Loginina.

Allergeni di animali - gatti, cani, pappagalli e più in basso nell'elenco possono anche essere riferiti ad allergeni domestici..

- Con un contatto così stretto, 24 ore su 24, un'allergia può svilupparsi in una persona che non l'ha mai avuta prima, - dice Vladimir Bolibok. - E la persona è sotto stress, e gli animali: anche per loro tutto è cambiato, devono abituarsi a questo regime.

Allo stesso tempo, il lavaggio troppo frequente delle mani e l'abuso di prodotti chimici domestici non porteranno a nulla di buono..

- Si verificherà dermatite da contatto irritante e quindi dermatite da contatto allergica a causa della costante irritazione della pelle delle mani, della mucosa nasale e degli occhi, - avverte l'esperto.

Seguiamo la misura e usiamo la crema idratante per le mani dalle cinque alle sei volte al giorno.

Non confondere con il coronavirus

In un recente incontro con il presidente, accademico dell'Accademia delle scienze russa, pneumologo, capo del dipartimento di terapia ospedaliera della facoltà pediatrica dell'Università medica nazionale di ricerca russa intitolata a N.I. Pirogova Alexander Chuchalin preoccupato: i medici stanno per iniziare a confondere le allergie stagionali con il coronavirus.

- Di cosa ho paura? Ora inizia il periodo di malattie allergiche - la pollinosi, specialmente nella prima metà di maggio, ci sarà molto. A Mosca, circa il 20-30% della popolazione sono persone che soffrono di allergie che arriveranno, ma i sintomi sono gli stessi, - ha osservato Alexander Chuchalin. - adesso urgentemente bisogno di formare i medici in modo che comprendano, non andare nel modo sbagliato, che questo è un coronavirus, e in realtà questa è una situazione leggermente diversa.

Tuttavia, è improbabile che sia necessario "allenarsi" nel vero senso della parola: basta ricordare alcune differenze fondamentali.

- L'allergia è fondamentalmente una malattia semplice. C'è contatto con l'allergene - ci sarà un'allergia, non c'è contatto - non ci sarà allergia, - dice Vladimir Bolibok. - Primo - l'allergia non è caratterizzata dalla temperatura. Seconda cosa caratteristica delle allergie e non tipica di qualsiasi infezione virale respiratoria acuta e coronavirus, - attacchi di starnuti e prurito. Più congiuntivite, che è accompagnata da lacrimazione.

Secondo Nadezhda Loginina, la questione della differenza tra la febbre da fieno e la SARS viene sollevata ogni anno. Le manifestazioni sono molto simili: naso che cola, congestione nasale, occhi dolenti, lacrimazione, a volte tosse.

- Con il raffreddore, esistono anche questi sintomi, ma dopo 7-10 giorni scompaiono. Con le allergie, può durare più di un mese. Inoltre, la SARS provoca quasi sempre un aumento della temperatura corporea. Sensazione di dolore e dolore muscolare sono sintomi molto comuni di infezioni virali. Con le allergie, questo non lo è, - il medico nota e lo ricorda per eventuali sintomi caratteristici di ARVI, consultare immediatamente un medico.

Pizzicando l '"anatra" e vivi in ​​pace

Elena Shuvatova afferma che recentemente i pazienti sono diventati più ansiosi. E ci sono diverse ragioni per questo..

in primo luogo quelli (di solito madri con bambini) che sono abituati a partire per il periodo di fioritura violenta degli allergeni non amati stanno vivendo. Quando fu possibile, partirono per il polline in Egitto, non aggirarono Spagna, Cipro, Grecia (sebbene ci siano allergeni lì), la parte costiera della Georgia. Crimea, Anapa, Gelendzhik (se l'albero di pino non dà fastidio), Sochi, Abkhazia... Qualcuno aveva in programma Kislovodsk per quest'anno, ma il coronavirus ha cancellato tutto.

"Non sanno cosa aspettarsi, quale sarà l'intensità dei sintomi, se i farmaci aiuteranno, perché di solito non li usano.", - spiega l'esperto.

Seconda cosa allarma i pazienti: queste informazioni sono apparse sui media secondo cui i soggetti allergici hanno un rischio di infezione 2-3 volte maggiore e un decorso più complesso del coronavirus rispetto ad altri. Ci sono molte domande, dice Elena Shuvatova. Maggior parte nello spirito: "Moriremo più velocemente delle altre persone o sopravviveremo in qualche modo?"

- Secondo cinesi, scienziati americani che hanno iniziato a raccogliere statistiche, Non è mai stato confermato in nessuno studio normalmente condotto che una malattia allergica (e in particolare l'asma atopica) sia un ulteriore fattore di rischio per l'incidenza e la gravità di COVID-19, - il dottore smentisce i miti. - Inoltre, nelle persone che ricevono un trattamento antiallergico (ed è principalmente di natura antinfiammatoria), al contrario, i rischi di gravi complicanze con COVID-19 sono persino leggermente ridotti. A questo proposito, chi soffre di allergie può essere calmo e non preoccuparsi..

Il terzo fattore, e probabilmente un'altra anatra che è saltata fuori dal nido: presunti farmaci antiallergici (in particolare antistaminici) influenzano il sistema immunitario, riducendolo, in modo che una persona allergica sia più vulnerabile.

- Questo è completamente falso.! - Elena Shuvatova rifiuta dichiarazioni pseudo-scientifiche. - I farmaci antiallergici utilizzati nel trattamento della febbre da fieno non influiscono sul sistema immunitario. Non hanno un effetto immunosoppressivo. Non ci sono rischi da ciò e persino viceversa: sono ridotti.

Quando nessun posto dove correre

Quindi, la natura è più o meno favorevole, aiuta anche l'auto-isolamento. Resta da non dimenticare alcune semplici regole quando si esce per una passeggiata (soprattutto a metà maggio).

- Trite - una maschera. Qualsiasi: tessuto usa e getta, riutilizzabile. Tutto ciò impedisce al polline di entrare nel tratto respiratorio., - dice il dottore immunologo-allergologo Vladimir Bolibok. - Secondo - occhiali, preferibilmente più grandi, con le braccia larghe. La rinite allergica è sempre accompagnata da congiuntivite allergica, quindi gli occhi devono essere protetti. Il terzo è un cappello, soprattutto per le donne, in modo che il polline non si accumuli nei capelli, nei vestiti - con una manica lunga.

Al ritorno a casa, assicurati di lavarti le mani (raccomandazione universale per tutti) e per chi soffre di allergie: lavati il ​​viso e risciacqua il naso dal polline.

Secondo Elena Shuvatova, la cosa principale è rispettare le misure ipoallergeniche. Se la modalità di autoisolamento viene rimossa a maggio (il che, ovviamente, sarebbe desiderabile), i pollinoznik cadranno su fioriture insidiose. Per capire a che ora è meglio camminare, aiuteranno i dati di monitoraggio del polline ottenuti con l'aiuto delle trappole del polline. Mentre i servizi mondiali effettuano misurazioni una volta alla settimana, gli specialisti Allergotop aggiornano i dati ogni giorno..

- Non appena la betulla inizia a spolverare, chi soffre di allergie dovrebbe assumere il trattamento antiallergico prescritto dal medico, anche se non ci sono sintomi, - dice un immunologo allergologo. - Il periodo di febbre da fieno sarà più facile se inizi il trattamento prima dell'inizio dei sintomi - da qualche parte in 10 giorni.

Quando terminare il trattamento? Quando l'allergene scompare dai rapporti di monitoraggio del polline. Gli esperti riferiranno separatamente su quale spolvero delle piante locali è terminato.

- Il medico deve anche dire del completamento del trattamento, ma, in linea di principio, non ha senso prendere la medicina se non c'è allergene, - osserva Elena Shuvatova.

Quanto dura l'allergia cutanea?

Quando il prurito appare sulla pelle, naturalmente, c'è il desiderio di scoprire quando tutto si ferma e se è possibile accelerare il processo di eliminazione dei sintomi spiacevoli.

Oggi parleremo di quanto dura un'allergia alla pelle, che influenza il decorso della malattia, e parleremo anche di tipi speciali di reazioni alle sostanze irritanti.

Tipi e forme di reazioni allergiche

L'allergia si verifica a seguito di una risposta immunitaria a uno stimolo esterno sotto forma di infiammazione acuta della pelle e delle mucose. Il motivo di tale risposta può essere qualsiasi oggetto esterno: animale, polvere, cibo, agente chimico con cui almeno una volta era stato in contatto con esso.

Il fatto è che il meccanismo di sviluppo della risposta immunitaria è tale che quando conosciamo per la prima volta l'allergene, il nostro corpo, definendolo pericoloso, prepara una certa tattica di lotta, in modo che quando ci incontriamo di nuovo, possiamo usarlo il più rapidamente possibile.

Questo spiega il fatto che per la prima volta interagendo con un nuovo stimolo non si verificano reazioni allergiche, ma quando ci incontriamo di nuovo, il nostro corpo può reagire in modo acuto e spaventoso. E più questi fatidici incontri si svolgono, più veloce e difficile sarà la risposta del sistema immunitario allergico.

Pertanto, nel trattamento di questa malattia è estremamente importante stabilire che dall'ambiente del paziente, la sua immunità è considerata un nemico della salute.

L'allergia ha tre forme di flusso, che possono essere combinate e completarsi a vicenda..

  1. Orticaria. Un gruppo nosologico comune che combina tipi di reazioni allergiche cutanee.
  2. Edema di Quincke (angineurotico). È caratterizzato da un rapido gonfiore dei tessuti molli di una certa parte del corpo, più spesso del viso o dell'arto. È pericoloso perché può svilupparsi sulla mucosa del tratto respiratorio, causando soffocamento. Può verificarsi contemporaneamente all'orticaria, tuttavia, a differenza di quest'ultimo, colpisce i tessuti più in profondità. Questa condizione richiede cure di emergenza e ricovero in ospedale..
  3. Shock anafilattico. Reazione istantanea a un allergene. Di solito si verifica con farmaci, fattori nutrizionali (come le arachidi). È caratterizzato dallo sviluppo transitorio di sintomi: forte dolore, aumento di laringe e broncospasmo, acrocianosi. Con la comparsa di questa forma di risposta immunitaria, si sviluppano spasmo della circolazione periferica e collasso vascolare, quindi è accompagnato da un calo della pressione sanguigna e senza assistenza medica di emergenza porta alla morte.

Se hai una tendenza alle reazioni allergiche, va ricordato che uno qualsiasi dei contatti con un potenziale irritante può avere un finale imprevedibile e qualsiasi forma di manifestazione.

Tipi di allergie cutanee negli adulti e nei bambini

Una reazione allergica ha diversi tipi di manifestazioni sulla pelle, che differiscono nei sintomi e presentano varie diagnosi..

  1. Dermatite atopica. Sono classificati come allergie ereditarie. Questa forma può svilupparsi nei neonati quasi dal momento della nascita (nel 5-7 ° giorno di vita). La malattia può manifestarsi segretamente, manifestarsi nell'adolescenza o nell'età adulta. Le foche della dermatite atopica sono localizzate in punti di pieghe: gomito, poplitea, cervicale, nonché sulle labbra e negli angoli della bocca. Segni caratteristici: la formazione di siti arrossati sulla pelle, che si incrostano durante il periodo di esacerbazione, sono inclini alla fusione e insopportabilmente pruriginosi. La fase latente della malattia si fa sentire dall'eccessiva secchezza del derma e dalla tendenza a formare crepe e ferite. La malattia procede a ondate, alternando remissione con ricadute. Il principale fattore provocante è considerato allergeni e disordini alimentari nel funzionamento del tratto digestivo.
  2. Dermatite da contatto. Si sviluppa più spesso con un contatto prolungato della pelle con un allergene. In questa veste sono prodotti chimici, cosmetici, prodotti per l'igiene, farmaci per uso esterno, piante. È caratterizzato dalla comparsa di un'eruzione cutanea e papule nei siti di interazione con il reagente. La pelle in questi luoghi diventa iperemica, edematosa, può essere dolorosa e il prurito è certamente presente. La durata della dermatite da contatto può variare da pochi giorni a due settimane. Se l'effetto dell'allergene non viene eliminato nel tempo, si verifica un deterioramento. Nei bambini, i prodotti per la cura selezionati in modo improprio e le cose dopo il lavaggio con tensioattivi aggressivi fungono da meccanismo di innesco.
  3. Orticaria. Si verifica in qualsiasi parte del corpo, occupando aree abbastanza vaste. Secondo le sensazioni e i sintomi esterni, questa forma di allergia ricorda un'ustione di ortica. È caratterizzato dall'improvvisa comparsa di piccole vesciche piene di liquido, che scompaiono spontaneamente. Tutto ciò è accompagnato da prurito e bruciore, gonfiore dei tessuti, arrossamento, distruzione della membrana epiteliale e comparsa di ferite. La reazione può essere fugace, della durata di diverse ore, ma in generale la durata del processo dura da 7 a 14 giorni.
  4. Eczema. Una malattia molto simile alla dermatite atopica, che è anche caratterizzata dalla formazione di ampi focolai di infiammazione sulla pelle. Spesso piace apparire sul viso e in luoghi di pieghe fisiologiche. La dermatite atopica è caratterizzata da un decorso acuto e dalla natura secca delle aree problematiche, l'eczema è accompagnato dallo sviluppo di ulcere piangenti che non guariscono a lungo.
  5. La neurodermite è una categoria speciale di reazioni cutanee e per la maggior parte appartiene a malattie idiopatiche (eziologia inspiegabile). I sintomi hanno somiglianze con le lesioni cutanee di cui sopra, è caratterizzato da difficoltà nell'eliminare i sintomi e varie variazioni dell'eruzione cutanea: noduli, papule, vescicole, alterazioni orticarie. Con la neurodermite, è consuetudine prendere in considerazione non solo la natura immunitaria, ma anche quella neurologica dello sviluppo. È caratterizzato da un decorso cronico.
  6. Photodermatitis. Questa è una reazione cutanea speciale che si verifica quando una risposta alla luce solare provoca una risposta a un allergene. Alcuni farmaci con un effetto fotosensibilizzante possono dare un tale effetto: fluorochinoloni (ciprofloxacina) e tetraciclina, nonché piante e olii essenziali. L'assunzione di questi antibiotici può essere accompagnata da un'eruzione cutanea e gravi danni alla pelle (ustioni) dopo l'esposizione alla luce ultravioletta. Per quanto riguarda la fotodermite, si dovrebbe sempre essere particolarmente vigili, in quanto possono essere un segno non solo di una reazione allergica, ma anche segnalare l'inizio di malattie autoimmuni più gravi, ad esempio il lupus eritematoso sistemico.

Cari lettori, a causa del fatto che la classificazione delle allergie cutanee ha sintomi e cause molto simili, una diagnosi indipendente o remota (ad esempio, da una foto) è assolutamente impossibile.

A causa dell'elevata probabilità di peggioramento dei sintomi in caso di contatto ripetuto con l'allergene, il trattamento e l'osservazione devono essere effettuati solo sotto la supervisione di un medico. Per fare una diagnosi finale, è necessario sottoporsi a un esame, eseguire test cutanei ed esaminare le immunoglobuline nel sangue.

Allergie negli adulti alla tintura per capelli: caratteristiche

Ogni produttore di tinture per capelli nelle istruzioni indica una raccomandazione obbligatoria per un test di sensibilità della pelle prima dell'uso. Il fatto è che i componenti chimici contenuti nel prodotto non solo possono causare una risposta immunitaria, ma anche provocare un'ustione chimica del cuoio capelluto.

Inoltre, l'inalazione di vapori può portare a danni tossici al tratto respiratorio, gonfiore, asfissia. Se sei soggetto ad allergie, non trascurare le raccomandazioni per un test preliminare sul gomito.

Le allergie negli adulti alla tintura per capelli hanno un lungo corso, poiché le sostanze irritanti chimiche penetrano in profondità nei tessuti e nella struttura dei capelli, il che garantisce il loro effetto prolungato sulla pelle.

La differenza tra gli effetti dell'acido nicotinico: fisiologia, sovradosaggio, allergia.

L'uso di preparati di acido nicotinico (nicotinamide, vitamina B3, vitamina PP), sia con somministrazione parenterale che con somministrazione orale, è accompagnato dalla manifestazione di specifici effetti collaterali che sono difficili da differenziare con segni di allergie o dosi eccessive.

Quando si utilizza il farmaco, soprattutto all'inizio del corso, di norma si sviluppano i seguenti sintomi, che in determinate condizioni non rappresentano una minaccia e sono una variante della norma:

  • sensazione di bruciore, formicolio sulla pelle;
  • sensazione di un afflusso di sangue alla testa;
  • arrossamento intenso della parte superiore del corpo, in particolare del viso, delle mani.

Con la normale tolleranza ai farmaci, questi fenomeni scompaiono da soli, in media, entro un'ora. E con il successivo riutilizzo, potrebbero non verificarsi affatto

Il superamento della dose consentita del farmaco può indicare:

  • difficoltà a salivare, sete;
  • nausea e vomito;
  • coscienza offuscata;
  • vertigini,

I sintomi allergici derivanti dall'acido nicotinico sono caratterizzati da manifestazione persistente di effetti collaterali persistenti e intensificanti, disturbi respiratori, comparsa di edema, fino ad angioneurotici e sviluppo di segni di anafilassi.

Pertanto, nel trattamento di questo farmaco, un medico deve monitorare le condizioni del paziente. La difficoltà nel fornire assistenza risiede nei confini sfocati dello stato tra le reazioni fisiologiche e allergiche..

Si noti che anche l'uso esterno di nicotinamide sotto forma di maschere per migliorare la crescita dei capelli può portare a gravi conseguenze se si è allergici a questa sostanza.

Durata della reazione cutanea agli antibiotici

Una reazione allergica agli antibiotici può assumere una qualsiasi delle forme conosciute. Esistono due opzioni per l'aspetto del processo:

  1. Risposta immediata quando i sintomi aumentano immediatamente o entro 72 ore.
  2. Ritardato. Può verificarsi il 5-7 ° giorno di assunzione del farmaco o alla fine del corso.

Un'allergia ai farmaci di questo gruppo può svilupparsi in persone di qualsiasi età, ma è particolarmente difficile nei bambini. La durata dei sintomi è dovuta al fatto che il farmaco non viene immediatamente escreto dal corpo, ma continua a persistere nel plasma e negli organi per 10 giorni.

Pertanto, nel trattamento delle allergie cutanee insorte durante il trattamento da parte di rappresentanti di questo gruppo, oltre all'uso di unguenti e creme locali per le allergie, è necessario eseguire un trattamento orale (nei casi più gravi, l'iniezione) con antistaminici ed enterosorbenti per ridurre l'effetto tossico.

Inoltre, in rari casi, un'allergia agli antibiotici può assumere forme gravi e atipiche:

  • Sindrome di Steven-Johnson: le eruzioni cutanee compaiono non solo sull'epidermide, ma colpiscono anche le mucose. Accompagnato da febbre grave.
  • Sindrome di Lyell: distacco di ampie aree della pelle, con comparsa di vesciche e ulcere piangenti, sul principio di un'ustione.
  • malattia da siero: una reazione allergica, accompagnata da un aumento della permeabilità dei vasi sanguigni e delle membrane cellulari, comparsa di un'eruzione cutanea e danno ai vasi degli organi interni: reni, cuore, polmoni.
  • febbre da droga.

Qualsiasi manifestazione di una risposta immunitaria negativa alla terapia antibiotica richiede un ritiro immediato del farmaco e misure specifiche per ridurre la sensibilizzazione.

A causa dell'imprevedibilità della risposta del corpo al trattamento antibiotico, questi farmaci non sono ammessi per l'autotrattamento, solo un medico può prescriverli, concentrandosi sulla gravità della malattia di base.

Con una storia di ipersensibilità ai farmaci, prima di iniziare il trattamento, è consigliabile condurre test cutanei mediante graffi o somministrazione intracutanea di piccole dosi della sostanza.

Cosa determina la durata del trattamento delle allergie

Il tasso di insorgenza di un'eruzione allergica, così come l'area della lesione della superficie della pelle, dipende direttamente dalle caratteristiche individuali del sistema immunitario.

I seguenti fattori svolgono un ruolo speciale nello sviluppo della malattia:

  • età;
  • occupazione (condizioni di lavoro specifiche creano rischi più elevati);
  • se questa reazione è primaria o si è manifestata in precedenza;
  • stato neurologico;
  • malattie croniche: pelle, organi digestivi.

Se il contatto con un allergene è già avvenuto più di una volta, di conseguenza la reazione si intensificherà ogni volta. È interessante notare che è impossibile prevedere con certezza quale tipo di sintomi allergici si svilupperà in un secondo incontro con un irritante. È possibile un'alternanza o una combinazione di orticaria e angioedema e può verificarsi anafilassi.

Durante una reazione allergica cutanea, è consuetudine distinguere due forme:

  1. Acuto. Colpisce solo gli strati superficiali della pelle, può durare solo poche ore e persino passare senza l'uso di farmaci. La durata massima non deve superare le due settimane. Questa forma è caratteristica della dermatite da contatto e dell'orticaria. Può essere accompagnato da lieve irritazione della congiuntiva e starnuti..
  2. cronico La durata può essere superiore a sei settimane, risponde debolmente alla terapia, tende a intensificarsi, integrata da nuove reazioni ad altre sostanze irritanti. Spesso, come sintomatologia concomitante, c'è tosse secca, respiro corto, edema dei tessuti molli. Tale allergia alla pelle è spesso accompagnata dall'aggiunta di un'infezione microbica o fungina, porta a un cambiamento nell'epidermide (il suo ispessimento) e influisce sul funzionamento dei sistemi nervoso, digestivo e respiratorio. Le allergie croniche richiedono un'attenta selezione dei metodi terapeutici e in assenza di miglioramento: trattamento ospedaliero, consultazione con un immunologo, allergologo e pneumologo.

Naturalmente, la durata del corso e l'efficacia del recupero sono influenzate da:

  • rilevazione ed eliminazione tempestive dell'allergene;
  • gravità (più sintomi, più difficile è il trattamento);
  • terapia adeguata;
  • la natura del fattore allergico (il tasso della sua eliminazione dal corpo).
  • stato psicoemotivo.

Cari lettori, ogni anno il numero di reazioni allergiche ufficialmente confermate tra le persone in tutto il mondo raggiunge una minaccia.

Questa malattia complessa e formidabile non è stata ancora completamente studiata, quindi anche le manifestazioni cutanee minori possono servire come segnale che il sistema immunitario non funziona correttamente. Non lasciare questo disturbo incustodito e lasciare che lo sviluppo della malattia vada alla deriva.

E per determinare con una certa accuratezza quanto dura un'allergia alla pelle, devi sempre tenere conto del tipo e della natura dei sintomi, della specificità dell'irritante.

Se hai ancora domande sull'argomento di oggi, possiamo discutere nei commenti.

Nel prossimo articolo, "Allergia cutanea: come ungere", ti parleremo delle caratteristiche e dei tipi di trattamenti locali per le eruzioni cutanee..

1. Samtsov V. I. Linee guida per la pelle e le malattie sessualmente trasmissibili, 2a edizione, Rev. e aggiungere - L.: Medicine, 1990

2. Allergologia generale. Una guida per i medici. - M.: Medicina, 2014