Allergia alle uova

Allergeni

Tutto il contenuto di iLive è monitorato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibili con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'allergia alle uova è abbastanza comune e può verificarsi praticamente a qualsiasi età. Gli allergeni contenuti nelle uova sono in grado di provocare reazioni allergiche di varia intensità. I più aggressivi sono ovomukoid e ovalbumina, meno allergenici sono i lisozimi e la conalbumina.

Molto più spesso e più intensamente, l'allergia si manifesta sulle proteine ​​di un uovo crudo, anche se può anche essere abbastanza forte con le uova sode. Va notato che un'allergia alle uova può essere combinata con un'allergia alla carne di pollo, che è associata alla presenza di proteine ​​in essa. L'allergia alle uova può verificarsi quando si mangiano non solo uova di gallina, ma anche tacchino, oca, anatra, ecc. Di norma, tale allergia procede senza complicazioni, in casi estremamente rari può causare shock anafilattico. Alle persone che soffrono di questa forma di allergia è vietato mangiare uova e prodotti contenenti i loro derivati..

Allergia all'uovo di pollo

L'allergia all'uovo di pollo è spesso causata da ovalbumina e ovomucoid, meno comunemente conalbumina e lisozima. Allo stesso tempo, l'ovomucoid ha anche resistenza al trattamento termico, a seguito del quale può verificarsi una reazione allergica sia su un uovo crudo che su un uovo cotto. L'allergia alle uova di gallina è molto spesso accompagnata da intolleranza alla carne di pollo. Anche il tuorlo d'uovo di pollo può causare allergie, ma la frequenza delle reazioni allergiche è circa la metà di quella delle proteine. Inoltre, durante il trattamento termico, l'allergene principale alla vitellina - la vitellina - viene neutralizzato. Le uova di gallina hanno un ambito abbastanza ampio nella produzione di vari prodotti alimentari (salsicce, salsicce, maionese, pasta, ecc.), Motivo per cui i pazienti che soffrono di questo tipo di allergia devono prestare particolare attenzione nella scelta dei prodotti e leggere attentamente la loro composizione prima dell'uso, per evitare che qualsiasi forma di uova venga ingerita.

Allergia all'uovo negli adulti

L'allergia alle uova è molto meno comune negli adulti che nei bambini, di norma, quando il loro consumo è eccessivo, con conseguente rilascio di istamine nel corpo e disturbi del funzionamento dell'apparato respiratorio, digestivo, cardiovascolare, nonché una reazione allergica cutanea. Il corpo inizia a prudere, compaiono macchie rosse, gonfiore. Se la causa dell'allergia alle uova negli adulti è il loro consumo eccessivo, è necessario ridurre drasticamente il loro numero nella dieta o limitarlo completamente.

Come si manifesta l'allergia alle uova?

Per capire come si manifesta l'allergia alle uova, è necessario conoscerne i principali sintomi. Innanzitutto, si tratta di una reazione allergica cutanea: eruzioni cutanee rosse, prurito, gonfiore, eczema, arrossamento della mucosa orale. Una reazione negativa con un'allergia alle uova può verificarsi anche dalla digestione, dai sistemi respiratorio e cardiovascolare. Oltre alle eruzioni cutanee, un paziente può manifestare diarrea, nausea, rinite, lacrimazione, tosse sibilante, le palpebre possono diventare rosse e il mal di testa può anche unirsi.

Sintomi di allergia all'uovo

I primi sintomi di allergia all'uovo possono verificarsi anche durante l'infanzia. Le manifestazioni di allergie possono essere le seguenti: eruzioni cutanee caotiche di colore rosso, sensazione di irritazione dolorosa della pelle, eczema, gonfiore e arrossamento sulla mucosa della cavità orale, disturbi digestivi, tra cui dolore addominale, diarrea, nausea e vomito. Da parte del sistema respiratorio, possono verificarsi anche arrossamento delle palpebre, lacrimazione, starnuti, passaggi nasali, tosse, respiro sibilante nel torace, ecc. E può verificarsi anche mal di testa..

Cosa fare se il bambino è allergico alle uova?

Nei bambini, l'allergia alle uova è una delle più comuni. Se il bambino è allergico alle uova, ciò significa che il sistema immunitario rifiuta le proteine ​​e produce una risposta accompagnata dal rilascio di istamine, causando in tal modo la disfunzione di alcuni sistemi del corpo e colpendo la pelle. Va notato che può verificarsi una reazione allergica al tuorlo. Per la prima volta, l'allergia alle uova può verificarsi in giovane età. Se il bambino è allergico alle uova, non dovrebbero essere mangiate, si dovrebbe anche scartare tutti i prodotti in cui sono presenti in una forma o nell'altra.

Dieta allergica alle uova

Una dieta con allergia alle uova implica principalmente la loro esclusione dalla dieta. Le persone allergiche alle uova dovrebbero tenere conto del fatto che le uova fanno parte di un'ampia varietà di prodotti e questo non è sempre indicato sulla confezione. Ad esempio, le uova vengono utilizzate nella produzione di pasta, salsicce e alcuni prodotti da forno, anche se potrebbero non essere indicate sull'etichetta del prodotto. Anche i prodotti contenenti uova più comuni sono i seguenti: maionese, salsicce, gelati, pasticceria, vari semilavorati, bastoncini di granchio, ecc. Quando si studia la composizione del prodotto, si deve tenere presente che contiene uova se sull'etichetta sono indicati componenti quali albumina, lecitina, addensante, coagulante, albume d'uovo, tuorlo d'uovo, emulsionante, lisozima, ovoglobina, globulina, polvere d'uovo. Per fare a meno delle uova quando si cucina a casa, è possibile utilizzare la loro controparte, diluendo, ad esempio, un cucchiaio di lievito con un quarto di bicchiere d'acqua o aggiungendo un cucchiaio di purea di banana o albicocca al piatto preparato. Puoi anche usare la gelatina per sostituire le uova durante la cottura, sciogliendo un pacchetto in due cucchiai di acqua calda. L'acqua con olio vegetale e soda (circa 1-1,5 cucchiai) può anche sostituire un uovo durante la cottura. Una dieta allergia alle uova può consistere nei seguenti alimenti e alimenti:

  • Zuppe di manzo o di maiale (pollo escluso).
  • Patate, cavoli e altre verdure.
  • Frutta.
  • Porridge di vari cereali.
  • Cottura domestica senza uova.
  • Burro di latte.

In totale, una dieta per l'allergia alle uova può includere vari cibi e piatti, soprattutto, che non contengono uova e loro derivati ​​nella loro composizione. Inoltre sono esclusi dalla dieta pollo e brodo.

Guscio d'uovo allergico

I gusci d'uovo dalle allergie possono avere un effetto piuttosto buono. Per preparare la polvere di conchiglia, è preferibile usare le uova con un guscio bianco. Prima di iniziare la cottura, il guscio deve essere accuratamente lavato con sapone, quindi il contenuto deve essere rimosso da esso e quindi di nuovo accuratamente lavato ed asciugato. Puoi macinare il guscio preparato con l'aiuto di uno spintore o un macinacaffè. Va tenuto presente che durante il trattamento termico il guscio sarà molto più difficile da digerire. La stretta aderenza ai dosaggi è estremamente importante quando si usano conchiglie, specialmente nei bambini piccoli. Ai bambini dai sei mesi a un anno viene dato un piccolo pizzico che può stare sul bordo di un coltello. Per i bambini da un anno, il servizio del guscio è raddoppiato, il dosaggio per i bambini dai cinque ai sette anni è mezzo cucchiaino. Prima dell'uso, si consiglia di aggiungere alcune gocce di succo di limone fresco al guscio per un migliore assorbimento da parte dell'organismo. I gusci d'uovo per le allergie richiedono dai due ai tre mesi o più. Il dosaggio massimo per gli adulti è di un cucchiaino al giorno. L'acqua in cui sono state bollite le uova o le uova deposte per 24 ore può anche essere utilizzata per scopi medicinali - per applicare applicazioni per eruzioni allergiche. Prima di usare il guscio d'uovo per scopi medicinali, non dimenticare che le uova devono essere fresche e il guscio deve essere lavato bene. Il guscio pre-preparato deve essere lasciato in un luogo buio prima dell'uso a temperatura ambiente normale. Il guscio viene solitamente assunto per via orale, indipendentemente dall'assunzione di cibo. L'uso di gusci d'uovo è possibile anche per le persone che hanno una reazione allergica alle uova, poiché di per sé non è un allergene.

Uova di quaglia per allergie

Le uova di quaglia da allergie possono essere utilizzate da adulti e bambini, poiché sono considerate un prodotto ipoallergenico, sono ben assorbite dal corpo, sono una fonte di molti oligoelementi e, pertanto, possono essere raccomandate per l'uso come dieta in varie reazioni allergiche, nonché per uso quotidiano. Le uova di quaglia saturano il corpo con molti minerali. L'uso di gusci d'uovo di quaglia per le allergie aiuta a ridurre i sintomi della malattia e ha un effetto positivo sul suo decorso se il paziente non è allergico a questo prodotto. Le uova di quaglia dovrebbero essere prese a stomaco vuoto mezz'ora prima di mangiare, lavate con acqua o succo naturale. A scopo profilattico, si consiglia di consumare le uova di quaglia nelle seguenti quantità: per bambini di età compresa tra uno e tre anni, una o due uova al giorno, da tre a otto anni - da due a tre uova, da otto a dodici - da tre a quattro uova, per i bambini oltre dodici, e anche gli adulti - da quattro a sei uova al giorno. Le uova di quaglia per le allergie vengono consumate in forma salata, lavate con acqua calda. Se la reazione allergica del bambino si manifesta sotto forma di diatesi, puoi usare il seguente rimedio: prendi un limone, lavalo bene, spremi un po 'di succo in un cucchiaio. Schiaccia il guscio d'uovo di quaglia essiccato in un mortaio e aggiungi alcune gocce di succo di limone. Dare la miscela risultante al bambino in piccole porzioni, a seconda dell'età, più volte al giorno.

Trattamento di allergia all'uovo

Il trattamento dell'allergia all'uovo è sintomatico, poiché è impossibile influenzare la causa della malattia. Come trattamento principale, è necessario escludere dalla dieta uova e prodotti che contengono albume, tuorlo, polvere e altri elementi presenti nelle uova. Nel trattamento delle allergie all'uovo, è possibile utilizzare antistaminici per alleviare i sintomi di allergia. Le uova di quaglia possono essere utilizzate come analogo del pollo o di altri che causano allergie. Per le allergie alle uova, è anche possibile trattare i gusci d'uovo, che vengono schiacciati e assunti per via orale in una quantità corrispondente all'età del paziente. Per i bambini più piccoli, ad esempio, questo è un piccolo pizzico. Prima dell'uso, il guscio d'uovo viene accuratamente pulito con un detergente per alimenti. Tuttavia, senza prima consultare un medico, non è consigliabile utilizzare alcun mezzo per le allergie. Un allergologo eseguirà prima i test allergici e stabilirà un allergene, dopo di che prescriverà una terapia competente, che include anche una dieta terapeutica.

Allergia alle uova - foto, sintomi e dieta

Le uova sono ovunque. Almeno può sembrare così quando sei allergico a loro e cerchi di evitarli. Quando è allergico alle uova, aiuta molto quando sai dove sono contenute e come sostituirle durante la cottura.

Le reazioni allergiche appaiono dal fatto che l'uovo contiene una grande quantità di vitamine e minerali, che possono provocare reazioni allergiche di varia gravità. L'allergia al bianco d'uovo ha la capacità di apparire più volte superiore rispetto al tuorlo. Questo perché se fai bollire o friggere un uovo, l'allergene scompare nel tuorlo.

Le ragioni

Potrebbe esserci un'allergia alle uova? Sicuro! Dopotutto, la composizione delle proteine ​​dell'uovo contiene una sostanza: l'albumina. Che è l'allergene più forte che, penetrando nel corpo umano, induce le cellule a produrre un gran numero di anticorpi: le immunoglobuline.

Nelle uova di gallina, l'allergene principale è la proteina. I tuorli d'uovo sono 50 volte più sicuri delle proteine, poiché il loro allergene principale, la vitellina, provoca allergie molto meno spesso e si rompe anche durante il trattamento termico.

I pazienti con un'allergia alle uova di gallina devono ricordare che le uova sono ampiamente utilizzate nell'industria alimentare per la fabbricazione di un gran numero di prodotti:

  • prodotti da forno;
  • Maionese;
  • torte alla crema, panna e bignè;
  • panna e waffle;
  • crema pasticcera, budino e gelato;
  • eventuali lecca-lecca;
  • marshmallow e marzapane;
  • piatti impanati o fritti in olio;
  • condimento per insalate;
  • involtini di carne, polpette;
  • meringhe;
  • spaghetti;
  • salse;
  • bevande a base di uova e zucchero;
  • involtini;
  • sostituti dell'uovo;
  • bevande frizzanti;
  • soufflé;
  • zuppe e brodi di carne;
  • vino;
  • bevande come caffè con panna (a volte vengono usati albumi sbattuti).

Tali pazienti devono anche sapere che molti vaccini (vaccini antinfluenzali, encefalite da zecche, febbre gialla e tifo) sono coltivati ​​su embrioni di pollo e possono contenere impurità nei loro tessuti e, quindi, causare reazioni allergiche..

Uova di quaglia

Spesso, come misura preventiva, gli esperti consigliano alle persone con allergie di sostituire le uova di gallina nella dieta con le quaglie. Sono davvero considerati più utili e ricchi di composizione..

Ma l'allergene principale - l'albumina - non scompare da loro. Pertanto, anche una reazione allergica può verificarsi a questo prodotto sano e salutare.

Sintomi di allergia all'uovo

Quando inizia un'allergia all'uovo, i sintomi in un adulto e in un bambino possono manifestarsi molto rapidamente (vedi foto). Per ogni persona, i sintomi possono essere espressi in diversi modi:

  • eruzioni cutanee sulla pelle in modo caotico;
  • gonfiore e arrossamento della mucosa orale;
  • orticaria;
  • prurito della pelle;
  • nausea e diarrea;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • arrossamento delle palpebre;
  • disturbi del tratto respiratorio: naso chiuso, tosse.

Le condizioni gravi sono molto meno comuni per i pazienti:

  • la comparsa di mancanza di respiro e soffocamento;
  • attacco d'asma;
  • vertigini e svenimento;
  • Edema di Quincke;
  • shock anafilattico.

Va notato che il bambino spesso "supera" un'allergia alle uova, come, anzi, a molti altri allergeni. Man mano che il tratto gastrointestinale cresce, si sviluppa e si rafforza, il sistema enzimatico matura, il corpo inizia a "far fronte" normalmente agli alimenti che non era in grado di elaborare completamente prima e, entro 3-5 anni, molti sintomi allergici dei bambini scompaiono.

Tuttavia, se i sintomi dell'allergia all'uovo sono comparsi nell'età adulta o nell'adolescenza, allora rimarrà con te per sempre... o, almeno, fino a quando gli scienziati non faranno un rivoluzionario passo avanti nella lotta contro questa malattia insidiosa.

Diagnostica

La diagnosi di allergia all'uovo è una procedura completamente standard prescritta per altri tipi di allergie alimentari. Diario alimentare, analisi del sangue per immunoglobuline, esami della pelle - tutto questo vale nel caso di questo allergene.

Inoltre, nei bambini piccoli si presta particolare attenzione al primo punto, poiché altri metodi diagnostici sono raccomandati solo per i pazienti più anziani (dai 3-5 anni).

Come trattare l'allergia alle uova

In caso di allergia alle uova, il trattamento negli adulti non differisce da un altro tipo di allergia - prima di tutto, richiede l'eliminazione del contatto con l'allergene. Senza questa misura, anche i farmaci più avanzati non possono essere efficaci..

Va ricordato che dalla dieta è necessario escludere non solo le uova naturali, ma anche i prodotti contenenti uova o polvere d'uovo nella ricetta: frittata, maionese, pasta, pancake, cialde, gelati, frullati d'uovo, ecc. Quando si acquistano prodotti, prestare anche attenzione a etichette. I componenti pericolosi includono:

  • ovoalbumin;
  • addensanti;
  • emulsionanti;
  • lecitina;
  • globulina (proteina legante gli androgeni);
  • lisozima;
  • coagulanti e altri.

Il numero di prodotti contenenti proteine ​​vegetali e animali dovrebbe essere leggermente aumentato quando si scartano le uova. La necessità di carboidrati è utile per colmare consumando frutta e verdura con qualsiasi dieta.

Trattamento farmacologico

Se inizia l'allergia alle uova, il trattamento sarà sotto forma di antistaminici, che possono solo eliminare i sintomi. Ricorda che creano dipendenza, quindi solo il medico curante dovrebbe prescriverli.

Con sintomi della pelle - unguenti e gel:

  • allevia il prurito (Fenistil, chiacchieroni con mentolo e zinco);
  • antinfiammatorio (Dropalen, Desitin);
  • ormonale (Prednisolone, Advantan, Elokom).

Per sintomi respiratori, spray nasali e colliri:

  • vasocostrittori che alleviano il gonfiore delle mucose (naftizin, nazivin);
  • antistaminici (Zirtek, Fenistil, Allergodil, ecc.);
  • ormonale (desametasone, avamis).

Con sintomi gastrointestinali: enterosorbenti che legano le molecole della sostanza allergene, conducendole a uno stato inattivo e vengono escrete dal corpo.

Come sostituire le uova di gallina?

Quando si cucinano piatti che includono uova, possono essere sostituiti con i seguenti prodotti:

  1. Lievito secco (30 g) diluito in 50 ml di acqua calda;
  2. Aggiungi un paio di cucchiai di purea di banana al piatto;
  3. Diluire una confezione di gelatina in 50 ml di acqua;
  4. Prendi tre cucchiaini di olio vegetale e acqua calda, mescola con un cucchiaino di soda.

Pertanto, la cosa principale nel risolvere il problema dell'allergia alle uova è seguire una dieta per chi soffre di allergie ed escludere completamente le uova e i prodotti che le contengono dalla dieta.

In linea di principio, le uova sono considerate uno degli allergeni più potenti, quindi se sei soggetto a malattie allergiche, dovresti ridurre seriamente il loro consumo. Un'allergia è generalmente più facile da prevenire che da curare e quindi perdere completamente la presenza di questo prezioso alimento nella dieta..

Può esserci un'allergia alle uova?

Nel frattempo, non tutti sanno che l'albume è ricco di allergeni e due di loro non sono neutralizzati dal trattamento termico.

Il tuorlo può anche danneggiare l'organismo sensibile, tuttavia la reazione ad esso è meno comune, poiché le sostanze provocatorie perdono le loro proprietà pericolose durante la cottura.

Le cause dello sviluppo e i sintomi che manifestano un'allergia alle uova nelle persone di età diverse saranno discusse in modo più dettagliato in questo articolo..

Può esserci un'allergia alle uova?

Sebbene questo prodotto appaia spesso sulla nostra tavola ed è persino incluso negli schemi nutrizionali dietetici, ha un alto potenziale provocatorio allergico e può causare reazioni nelle persone sensibili..

Perché questo accade che colpisce il corpo - proteine ​​o tuorlo? Sfortunatamente, per le persone allergiche, l'una e l'altra parte del prodotto è pericolosa, specialmente se si considera che è difficile separarli completamente durante la cottura. Allo stesso tempo, il frammento proteico (proteina) delle uova contiene più sostanze che provocano la reazione:

Le prime due di queste proteine ​​appartengono all'elenco degli allergeni più aggressivi e possono portare a un peggioramento della condizione, una volta nel corpo anche in piccole quantità. La cosa peggiore è che durante il trattamento termico non collassano, possono causare anche reazioni pericolose per la vita.

Il tuorlo contiene un componente allergenico: la vitellina. Può causare sintomi di varia gravità, tuttavia viene distrutto sotto l'influenza delle alte temperature - il che significa che la reazione alle uova negli adulti si verificherà solo quando il prodotto viene consumato crudo.

Non solo le uova possono causare una reazione, ma anche qualsiasi prodotto con il loro contenuto: corna, maionese, salsicce, salsicce, dolci.

Al primo utilizzo, non ci sono sintomi, ma le ripetute cause peggiorano la condizione: nel corpo vengono prodotti anticorpi speciali che possono essere rilevati con metodi di laboratorio.

L'allergia alle uova di gallina negli adulti, di norma, persiste per tutta la vita, può essere combinata con una reazione crociata alla carne di pollo e al brodo basata su di essa.

La reazione è possibile usando un'alternativa? Molto spesso, l'attenzione delle persone allergiche è attirata dalle uova di quaglia - alcuni pazienti considerano questo prodotto ipoallergenico. È così? In effetti, hanno meno probabilità di provocare sintomi di intolleranza, poiché contengono una quantità molto più piccola di ovomukoid, il componente allergenico più aggressivo. Ma questo non significa che non ci siano reazioni. L'allergia alle uova di quaglia è probabile, sebbene non così comune come la sensibilità al pollo.

Come si manifesta l'allergia alle uova?

In ogni caso, l'immagine è individuale: qualcuno si preoccupa solo di prurito ossessivo con una leggera lesione cutanea con un'eruzione cutanea e qualcuno soffre di orticaria. Questo è un tipo di reazione allergica in cui compaiono vesciche gravemente pruriginose sulla pelle, la temperatura corporea può aumentare.

L'allergia all'uovo in un adulto è accompagnata da una varietà di sintomi da:

  • tegumento skin;
  • sistema respiratorio;
  • tratto digerente.

Sintomi della pelle

Manifestato da segni come:

  • arrossamento
  • prurito
  • eczema piangente;
  • rigonfiamento
  • eruzioni cutanee di vario genere.

Sebbene le eruzioni cutanee scompaiano senza lasciare traccia dopo poche ore (in generale, possono durare fino a un giorno), non solo causano disagio al paziente.

Esiste il rischio di edema di Quincke, localizzato nelle labbra, nelle guance, nelle palpebre, nelle mucose; è caratterizzato dall'assenza di prurito, asimmetria, sensazione di stiramento nell'area interessata.

Problema respiratorio

Da parte del sistema respiratorio, sintomi come:

  • dispnea;
  • attacchi di tosse secca;
  • rinorrea
  • starnuti
  • scarico dalla cavità nasale.

Una manifestazione pericolosa per la vita è considerata l'edema di Quincke, che era già stato menzionato prima nella descrizione dei cambiamenti della pelle. Se è localizzato nella laringe, il rapido restringimento del suo lume porta all'impossibilità del passaggio dell'aria nei polmoni e nella direzione opposta. In assenza o fornitura lenta di assistenza, una persona può morire a causa di asfissia (soffocamento). Un naso che cola accompagnato dal rilascio di muco chiaro e starnuti parossistici è molto meno pericoloso: questa reazione a un allergene può essere fermata assumendo immediatamente un antistaminico.

Disturbi digestivi

Il corpo risponde all'allergene e dal tratto gastrointestinale - le manifestazioni includono:

  • mancanza di appetito;
  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • dolore addominale;
  • flatulenza.

Nel vomito, con una reazione allergica all'uovo, è presente una quantità significativa di muco e nelle feci può esserci anche una miscela di sangue.

Un'allergia alle proteine ​​delle uova di gallina può assomigliare a un'immagine di un'infezione intestinale o avvelenamento con alimenti di scarsa qualità, quindi è necessaria attenzione durante la diagnosi. Molte reazioni, manifestate in forma lieve, passano inosservate o sono associate ad altre cause. A causa del decorso semplice, il paziente può ignorarli mentre continua a mangiare cibi allergenici. I sintomi violenti che minacciano la disidratazione a causa di vomito frequente e diarrea sono relativamente rari negli adulti.

Trattamento

Cosa fanno le persone con tendenza alle reazioni allergiche all'albume o al tuorlo? È impossibile curare la malattia negli adulti. L'unica via d'uscita è escludere completamente i prodotti contenenti uova dalla dieta: se il provocatore viene eliminato, i sintomi non continueranno ad apparire.

Allo stesso tempo, non ci si dovrebbe aspettare che il trattamento termico del tuorlo permetta di mangiarlo almeno - è impossibile separare completamente questa parte dalle proteine, c'è sempre la possibilità di allergeni resistenti alle alte temperature nel corpo. E poiché anche con una quantità minima di sostanza provocante possono comparire sintomi pericolosi, un tale rischio non può essere giustificato né dalla preziosa composizione del prodotto, né dal suo gusto.

Se le uova sono il tuo solito prodotto e non sai come sostituirle senza nuocere alla tua salute, consulta un nutrizionista o il medico. Lo specialista selezionerà la composizione ottimale della dieta e, anche praticando sport, non ti mancheranno proteine ​​o altri componenti alimentari necessari..

Quali alimenti dovrebbero essere esclusi, oltre alle uova fresche, bollite, fritte e al forno? È necessario prestare attenzione a quei tipi di alimenti in cui il contenuto di proteine ​​e tuorlo può essere nascosto. Il paziente deve essere vigile per i componenti:

  • emulsionatore;
  • lisozima, albumina;
  • coagulante, addensante;
  • polvere di uova.

Oltre alla dieta, un'allergia alle proteine ​​dell'uovo può richiedere l'uso di farmaci:

Appartengono ai gruppi di antistaminici, enterosorbenti e glucocorticosteroidi.

Se sei allergico alle uova, i farmaci possono aiutare a sbarazzarsi di prurito, eruzioni cutanee, naso che cola e disturbi digestivi, tuttavia eliminano solo i sintomi e non trattano direttamente l'intolleranza..

Gli adulti possono facilmente scegliere i farmaci appropriati, ma per questo vale la pena consultare un medico - in primo luogo, gli agenti farmacologici sono necessari solo per l'esacerbazione dei sintomi, in secondo luogo, hanno controindicazioni ed effetti collaterali che lo specialista prenderà in considerazione in base alle caratteristiche individuali del corpo del paziente.

Con l'edema di Quincke e altre condizioni pericolose, non puoi farlo da solo, anche se hai preso le pillole prescritte dal medico. Può essere richiesta la somministrazione iniettabile di farmaci come il desametasone, l'adrenalina; a volte le violazioni sono così gravi che il paziente viene ricoverato in un reparto ospedaliero. Pertanto, non trascurare la dieta: questa è la migliore misura di prevenzione e trattamento allo stesso tempo esistente con le allergie alimentari.

Altro su prodotti che innescano la risposta immunitaria del corpo.

Ancora una volta su come evitare la risposta immunologica dell'organismo agli alimenti.

Allergia al cibo? C'è un'uscita - una dieta speciale!

Le fragole sono un allergene abbastanza comune. Tutto su metodi di prevenzione e trattamento.

C'è un'allergia alle uova?

Saluti, cari lettori! Dalla nascita, una persona è sensibile a varie influenze allergiche. Insieme alle dermatosi cutanee (manifestazioni sulla pelle), ai farmaci, alle allergie respiratorie, ad altre specie, il cibo è abbastanza comune. Presteremo attenzione e cercheremo anche di affrontare una delle possibili reazioni del corpo al cibo, vale a dire alle uova.

Definizione e informazioni generali

Il concetto di allergia implica una maggiore sensibilità del sistema immunitario quando un allergene agisce sul corpo. Questo concetto non deve essere confuso con la pseudo-allergia, che si manifesta, ad esempio, sotto forma di diatesi in un bambino ed è causata da una violazione del tratto digestivo.

In generale, non vi è alcuna stretta dipendenza dell'effetto dell'allergene sull'età di una persona. Ma nel caso della reazione del corpo al prodotto alimentare - le uova, l'età del malato tende a un valore minimo. Il gruppo principale è neonati, bambini piccoli. Con l'intolleranza nei bambini, la probabilità che un'allergia durante la crescita di un bambino passerà in modo indipendente, circa il 100%. La malattia acquisita nei pazienti adulti può manifestarsi per tutta la vita..

Cause e sintomi

Le uova contengono fino a 5 proteine, che possono causare intolleranza nel corpo. Uno di questi è l'albumina, questa sostanza è il principale catalizzatore del processo. Per quanto riguarda il tuorlo, è meno pericoloso, come le uova di quaglia o d'oca. Anche il metodo di cottura influisce. Le proteine ​​di pollo bollite avranno un impatto meno negativo di quelle crude.

Analizzeremo le possibili cause di una predisposizione alle allergie. Questi includono:

  • Eredità dei genitori o predisposizione genetica;
  • Violazione della dieta da parte della futura mamma o uso eccessivo di prodotti contenenti allergeni durante la gravidanza;
  • Alimentazione mista o artificiale di neonati con miscele;
  • Cattive abitudini degli adulti, assunzione di antibiotici e potenti farmaci da parte di una futura mamma che allatta;
  • Deviazione dalla sequenza di introduzione di nuovi elementi nella dieta e nella nutrizione del bambino;
  • Fattori esterni.

Le allergie possono verificarsi in vari modi. Caratteristiche principali:

  • nel sistema respiratorio: starnuti, congestione nasale, lacrimazione, naso che cola, tosse;
  • stomaco e intestino: diarrea, gas, coliche, nausea, vomito;
  • sulla pelle: prurito, eruzione cutanea, desquamazione, dermatite da pannolino, edema di Quincke.

Il grado di gravità è diverso ed è necessario, sia l'osservazione che l'intervento di emergenza da parte dei medici. Soprattutto quando si tratta di complicazioni nei neonati. I casi di emergenza includono shock anafilattico ed edema di Quincke. La prima opzione può essere accompagnata da difficoltà respiratorie, possibile soffocamento; con la seconda opzione, l'edema copre le guance, le labbra e la lingua, il che porta anche al soffocamento. Il tempo di manifestazione della reazione può essere diverse ore dopo il contatto con il cibo, ma può essere molto breve, da un paio di secondi a cinque minuti. Solo la dieta, la reazione istantanea e la chiamata di un'ambulanza aiuteranno ad evitare gravi conseguenze e complicazioni.!

Identificazione e trattamento

Se sospetti una possibile reazione negativa del corpo a uova, derivati, consulta un allergologo e fai una diagnosi per identificare una sostanza che influenza l'ipersensibilità del sistema immunitario. Forse ci saranno ulteriori utenti e una dieta..

L'autoterapia è meglio evitare, soprattutto per i bambini. Con manifestazioni lievi o moderate di esacerbazioni, i medici prescrivono iniezioni di cloruro di calcio e antistaminici. Inoltre, possono essere prescritti colliri e spray nasali vasocostrittori, nonché pomate e gel per i sintomi della pelle e, naturalmente, viene prescritta una dieta.

Non c'è niente di più efficace di un approccio integrato al problema. Pertanto, in caso di conferma dei sintomi, osservare:

  1. dieta, dieta;
  2. eliminare l'interazione con l'allergene dell'uovo;
  3. attenersi ai farmaci.

Ciò impedirà la progressione della malattia e può salvarti da complicazioni e ulteriori viaggi dal medico..

Mangiare o non mangiare, e se sì, cosa?

Se trovi intolleranza alle proteine ​​e ai tuorli di pollo, non è sufficiente escluderle dalla dieta. Va notato che fanno parte di altri prodotti, ad esempio nel pane, maionese, torte, salse. Inoltre, se proteine ​​e tuorli non sono chiaramente nella descrizione, ciò non significa che siano completamente assenti. I produttori usano spesso la codifica, quindi se vedi i componenti nella descrizione della composizione del prodotto: albumina, vitellina, globululina, coagulante, lycitina, lisozima, ovoglobina, polvere d'uovo, quindi lascialo sul bancone.

Dieta, rifiuto completo o parziale di prodotti contenenti nella dieta, nonché l'esclusione di alimenti correlati, la chiave del successo nella lotta alle allergie.

La tabella mostra la dieta, particolarmente indicata per le madri che allattano i cui bambini sono esposti all'allergene.

Mangiare bereNon mangiare / Non bereNon consigliato
Porridge in acqua

Grano saraceno, farina d'avena

Soda, kvas, alcoolLe uova di quaglia sono consentite solo se il medico lo consente. Il resto è completamente escluso
kefirFunghi, nociPasta
Acqua potabile, tè verde, compostaCacao e CaffèSemolino
Yogurt naturaleMiele, torte, cioccolatozucchero
Manzo, filetto di tacchino al vaporePorridge di lattePollo, maiale e carne di coniglio
Verdure e BurroFrutti di mare e cavialeI succhi appena spremuti vanno diluiti meglio con acqua
Pesce (lucioperca, merluzzo e nasello)Formaggio grassoPanna acida
Zuppa, brodoProdotti con conservanti e colorantiVerdure crude
Formaggio stagionatoSalse, spezie, condimenti caldiProdotti da forno
Ricotta senza grassi, naturaleCipolla, aglio, ravanelloLatte (intero)
Frutta e verdura in colori chiari (zucchine, patate, mele, broccoli, ecc.);Pesce grassoTè nero
Cibo in scatola
Fast food
Frutta e bacche (fragole, ciliegie.)
Agrumi

Particolare attenzione dovrebbe essere data alla vaccinazione dei bambini. Quando si scelgono le vaccinazioni per un bambino, è necessario tenere presente che la maggior parte di essi contiene elementi di uova. Assicurati di consultare un medico e informarlo se si verificano allergie..

Il farmaco non è ancora così perfetto e in molti casi non esiste una singola pillola in grado di alleviare immediatamente i sintomi dell'allergia, ma un'alimentazione corretta e moderata, una dieta, l'esercizio fisico e uno stile di vita sano sono i principali aiutanti sulla strada per la salute e la salute dei tuoi bambini. Essere in buona salute è la tua scelta..

I principali sintomi dell'allergia alle uova e come affrontarla

Non tutti sanno se potrebbe esserci un'allergia alle uova. In alcune persone, può portare a shock anafilattico ed edema di Quincke. È difficile curare la malattia, puoi solo prevenire le esacerbazioni prendendo antistaminici e dieta.

Reazione allergica alle uova

Le uova sono un prodotto animale molto consumato e altamente nutriente e un potenziale allergene. Contiene proteine ​​e tuorlo. La causa più comune di una reazione allergica è la proteina. L'intolleranza al tuorlo è meno comune. Le reazioni allergiche si verificano negli adulti e nei bambini che usano le uova..

La prevalenza di questa patologia tra la popolazione raggiunge il 10%.

I più allergenici per l'uomo sono l'ovomukoide e l'ovalbumina. Meno comunemente, una risposta immunitaria patologica è causata da lisozima e conalbumine. Lo sviluppo di una reazione allergica è dovuto alla maggiore sensibilità del sistema immunitario a sostanze estranee. Nelle persone sane, i componenti delle uova non causano una risposta patologica.

Nelle persone allergiche, gli anticorpi (immunoglobuline) vengono prodotti quando un irritante entra nel corpo. Si accumulano nei tessuti e formano complessi con antigene. La re-penetrazione della sostanza stimola una risposta immunitaria patologica, a seguito della quale vengono attivati ​​il ​​montante e altre cellule. Ciò porta allo sviluppo di mediatori infiammatori (istamina). In risposta a ciò, si verificano un'eruzione cutanea, gonfiore e altri sintomi..

Fattori di rischio allergico

L'allergia alle uova nei bambini si sviluppa più spesso tra i 5-12 anni. Nei paesi sviluppati, la prevalenza di questa patologia è molto più elevata. I fattori di rischio per lo sviluppo di allergie alimentari sono:

  • eredità gravata;
  • fumatori;
  • inalazione di aria inquinata;
  • la presenza di asma;
  • una storia di dermatite atopica;
  • malattie infettive;
  • basso status socioeconomico;
  • malattie croniche;
  • un brusco cambiamento nella natura della nutrizione.

Un corso sfavorevole di gravidanza e parto ha un grande effetto sul bambino. I fattori di rischio sono:

  • madre fumante;
  • cattiva alimentazione;
  • lavoro prolungato;
  • tossicosi;
  • alimentazione artificiale.

Molto spesso, si verifica un'allergia alle uova di gallina, poiché questo prodotto viene utilizzato più spesso. Le uova di quaglia hanno molte meno probabilità di essere irritanti..

Sintomi cutanei della malattia

Devi sapere non solo cosa provoca l'allergia, ma anche come procede. La malattia può manifestarsi come sintomi cutanei. Più spesso sviluppato:

  • orticaria;
  • Edema di Quincke;
  • dermatite atopica.

Le proteine ​​nelle uova possono causare infiammazione della pelle nei bambini. Si sviluppa dermatite atopica.

Questa patologia è rara nei bambini di età superiore ai 14 anni. I bambini in età prescolare sono colpiti principalmente.

Le seguenti manifestazioni cliniche sono caratteristiche della dermatite atopica:

  • pelle secca;
  • prurito
  • eruzioni cutanee;
  • infiammazione della mucosa orale;
  • desquamazione delle palpebre;
  • pallore della pelle del viso;
  • sopracciglia diradate;
  • approfondimento della piega;
  • la perdita di capelli;
  • gonfiore dei piedi;
  • cambio unghie.

Un'allergia alle uova in un bambino nella fase acuta è caratterizzata da eruzioni nodulari o chiazzate di colore rosso. Ulteriori sintomi includono gonfiore, erosione e pianto della pelle. Nel tempo compaiono delle croste. Se continui a mangiare uova e non sei trattato, sono possibili un'infezione secondaria e la formazione di pustole.

L'allergia al tuorlo in forma cronica è diversa in quanto vi è un ispessimento della pelle (lichenificazione). Crepe e graffi compaiono sui palmi e sui piedi di tali bambini a causa del forte prurito. I componenti proteici delle uova causano danni alla pelle di fronte, arti, collo, petto, schiena, superfici di flessione, glutei e occhi.

Le proteine ​​che entrano nel corpo, oltre alla dermatite atopica, causano orticaria. Questa patologia è caratterizzata da eruzioni cutanee pruriginose sotto forma di vesciche rosa o rosse. L'orticaria si verifica in qualsiasi parte del corpo ed è accompagnata da prurito. Il verificarsi di vesciche è causato dall'edema del derma papillare. Se una persona è allergica all'albume, l'orticaria si verifica in pochi minuti.

Altri segni di allergie

La reazione del sistema immunitario può manifestarsi in modo diverso. Dopo aver mangiato un uovo di gallina, si osservano spesso sintomi di organi digestivi. Questi includono:

  • forte dolore addominale;
  • nausea;
  • vomito
  • violazione delle feci;
  • saturazione veloce;
  • difficoltà a deglutire;
  • flatulenza.

Le allergie alle proteine ​​sono spesso accompagnate da disturbi respiratori. Questi includono respiro corto, respiro corto, prurito al naso e starnuti. L'allergia alle proteine ​​si manifesta spesso con la rinite. È caratterizzato da secrezioni abbondanti e acquose dal naso, congestione nasale, starnuti e difficoltà in un nuovo respiro. I segni di un'allergia alimentare sono spesso mascherati da laringite, tracheite e bronchite..

Se mangi uova di gallina o di quaglia, c'è il rischio di sviluppare l'edema di Quincke. Questa è una manifestazione di una reazione anafilattica sotto forma di edema acuto e in rapido sviluppo dei tessuti degli strati profondi della pelle che si verifica a causa della maggiore permeabilità vascolare.

È noto che un uovo ha molti potenziali allergeni che scatenano una reazione di ipersensibilità immediata..

I presagi dell'edema possono essere sensazioni di bruciore e formicolio. Nella metà dei casi, questa patologia è combinata con l'orticaria. Con l'allergia alle uova, i sintomi negli adulti e nei bambini compaiono entro 5-30 minuti dopo aver mangiato il prodotto. L'edema è localizzato in faccia e collo. A volte sono interessati il ​​torace e le mucose degli organi interni.

Le labbra, le palpebre, le guance e la lingua di una persona si gonfiano. A volte aumenta il volume dei genitali. L'edema si distingue per il fatto che sono caldi, pallidi e non formano un'impressione al momento della palpazione. L'allergia alle uova negli adulti nei bambini può essere complicata dall'ostruzione delle vie aeree a causa del gonfiore della laringe e della lingua.

Metodi di trattamento e prevenzione

Devi sapere non solo come si manifesta l'allergia alle uova, ma anche come curare i pazienti. Per chiarire la diagnosi avrai bisogno di:

  • test allergologici;
  • test provocatori;
  • analisi immunologiche;
  • test clinici generali;
  • colloquio.

È molto importante identificare un allergene. Ciò consente di organizzare correttamente il trattamento e la dieta. In presenza di questa patologia, è necessario escludere malattie dermatologiche e una reazione pseudo-allergica. Se una persona è allergica alle proteine ​​del pollo, vengono prescritti antistaminici (Erius, Zodak, Zirtek, Cetrin, Claritin, Suprastin, Tavegil, Loratadin, Lorahexal).

I pazienti devono escludere i seguenti prodotti dal menu:

  • uova di quaglia;
  • uova di gallina;
  • uova di struzzo;
  • frittate;
  • pasta;
  • Maionese;
  • salsicce;
  • prodotti semi-finiti;
  • confetteria;
  • prodotti da forno al burro;
  • gelato.

Si consiglia di mangiare più frutta, zuppe, cereali, verdure e carne pura. Se sei allergico alle proteine ​​del pollo, non puoi mangiare meringhe, marshmallow, creme e altri dolci. Un'eccezione sono i prodotti in cui non ci sono uova come componenti. Mangia solo cibi ipoallergenici. Si consiglia ai pazienti di rifiutare caffè e cioccolato, poiché contribuiscono all'esacerbazione della malattia. Le uova per le allergie non possono essere mangiate.

Per le allergie alle uova di gallina o di quaglia, vengono spesso prescritti corticosteroidi e sorbenti. Per la rinite, vengono utilizzate gocce. Con l'anafilassi delle uova di quaglia sotto forma di shock, può essere necessaria l'introduzione di adrenalina, atropina e prednisolone. Con segni manifesti di edema laringeo, viene eseguita una tracheotomia o intubazione.

Anche dopo che i sintomi si sono attenuati, non vi è alcuna certezza che l'allergene non causerà nuovamente l'anafilassi..

È possibile prevenire l'orticaria, lo shock e l'edema di Quincke, non tutti lo sanno. La principale misura di prevenzione delle malattie è il rifiuto di uova e prodotti basati su di esse. Pertanto, le allergie rappresentano un pericolo per le persone sensibili e sono estremamente pericolose perché possono provocare shock..

Allergia alimentare: sintomi, cause, trattamento. Gli allergeni alimentari più popolari. Allergia alle uova

L'ipersensibilità al cibo - allergie alimentari, sta diventando un problema sempre più comune. Una reazione al cibo che è allergica in natura non dipende dall'età e può verificarsi sia nei bambini che negli adulti. Secondo gli esperti, le allergie alimentari si verificano in circa il 5% della popolazione mondiale, di cui quasi il 60% sono donne. Questo problema viene diagnosticato in circa il 13% dei bambini di età compresa tra 6 e 7 anni e l'11% nei giovani di età compresa tra 14 e 16 anni..

Allergeni alimentari

Nel caso degli allergeni più popolari, ovvero uova o latte, i sintomi delle allergie alimentari nel più piccolo possono scomparire spontaneamente mentre il sistema immunitario si sviluppa. L'ipersensibilità alimentare non allergica può anche verificarsi a causa della mancanza di enzimi che scindono determinate sostanze o dell'ipersensibilità a determinati additivi alimentari. In quasi il 90% dei casi, le allergie alimentari nell'uomo, indipendentemente dall'età, corrispondono agli allergeni presenti nelle uova, nel latte, nelle noci e nei pesci.

Il resto, a sua volta, è associato a una reazione allergica dopo l'assunzione di:

  • senza glutine;
  • Cioccolato
  • un pomodoro;
  • Fragole
  • caffeina;
  • semi di soia;
  • conservanti;
  • di alcol.

Lo sviluppo di allergie alimentari

La tendenza alle allergie alimentari può essere ereditaria, pertanto le cause di questo fenomeno dovrebbero essere ricercate in condizioni genetiche. Sfortunatamente, questi casi stanno diventando più comuni. Uno dei motivi di questa situazione potrebbe essere il crescente utilizzo di alimenti modificati e, paradossalmente, i requisiti sempre più elevati delle norme igieniche. Il loro risultato è che il sistema immunitario ha meno possibilità di contatto con microrganismi naturali e lo sviluppo di reazioni grazie alle quali può migliorare la risposta immunitaria.

Sintomi di un'allergia alimentare

Alcuni dei sintomi delle allergie alimentari possono verificarsi quasi immediatamente dopo aver mangiato cibo. Altri, tuttavia, compaiono solo dopo un po '(anche dopo alcune, a volte una dozzina di ore).

Tra i sintomi più comuni delle allergie alimentari negli adulti:

  • mal di stomaco;
  • diarrea;
  • vomito
  • arrossamento o eruzione cutanea (orticaria).

A volte i segni di ipersensibilità ai prodotti alimentari sono espressi da attacchi asmatici, mancanza di respiro e gonfiore della laringe.

Sintomi di allergia all'uovo

Le uova di gallina sono uno degli alimenti più allergenici. La maggior parte delle allergie alimentari si verificano in risposta alle proteine ​​del pollo; l'allergia al tuorlo è molto meno comune. Nei bambini, oltre all'allergia alle uova, è più comune solo l'allergia al latte (si stima che circa l'85% dei casi di allergia alimentare alle uova passi prima dei 3 anni).

A seguito di una reazione allergica, nei bambini possono manifestarsi sintomi correlati all'allergia:

  • diarrea;
  • vomito
  • problemi di respirazione
  • orticaria sulla pelle;
  • congiuntivite;
  • e persino shock anafilattico.

Va chiarito che nel caso di vaccini contenenti virus cresciuti in colture di fibroblasti di embrioni di pollo, cioè vaccini MMR o vaccini contro l'encefalite da zecche, studi clinici confermano che la quantità di proteine ​​di pollo utilizzate nella loro produzione non è sufficiente per provocare una reazione allergica. Ecco perché possono essere tranquillamente somministrati a persone allergiche alle proteine ​​dell'uovo di gallina (compresi i bambini).

Se sei allergico alle uova, dovresti evitare cibi che, oltre alle uova, contengono sostanze come albumina, globulina, lipovitina, ovalbumina e ovoglobulina.

Ipersensibilità al cibo

Il modo più semplice per scoprire quale prodotto alimentare sta causando reazioni indesiderate è controllare cosa succede al corpo dopo averlo mangiato. Questa è la cosiddetta dieta di eliminazione, cioè un metodo per eliminare quei prodotti che provocano reazioni allergiche. Di solito, i sintomi dell'allergia alimentare si interrompono non appena il prodotto viene escluso dalla dieta..

Questo metodo funziona non solo per le allergie alimentari, ma anche per determinare se la causa della malattia è un'intolleranza alimentare non allergica. Gli esperti raccomandano di mangiare cibo che non causa reazioni allergiche, come patate o riso, per diversi giorni (di solito circa 4). Nella fase successiva, che dura anche circa 4 giorni, è possibile includere gradualmente più prodotti allergenici nel menu. Tuttavia, non è sempre possibile identificare un allergene specifico in questo modo..

A volte la cosiddetta dieta rotazionale, consistente nell'esclusione temporanea di determinati ingredienti dalla dieta, è sostituita da una dieta provocatoria, con l'aiuto di questo, dopo aver mangiato, puoi controllare quali reazioni si verificano. Questa procedura viene eseguita sotto la supervisione del medico curante..

Regole di comportamento per shock anafilattico dovuto ad allergie alimentari

Gli esperti hanno scoperto che circa il 2-3% delle persone che soffrono di allergie alimentari può sperimentare uno shock anafilattico. Senza la rapida somministrazione di adrenalina, affrontano la morte.

Si consiglia ai pazienti con gravi allergie alimentari di portare sempre una siringa preriempita con medicinali..

In tali casi, una risposta rapida è importante. Le situazioni più rischiose sorgono quando compaiono i sintomi dell'anafilassi per la prima volta. La possibilità di salvezza viene data immediatamente in un'ambulanza durante il trasporto di un paziente con un'allergia al più vicino ospedale, specialmente in caso di allergia al veleno degli insetti o allergia alle arachidi.

I primi sintomi di shock anafilattico possono essere riconosciuti con i seguenti sintomi:

  • cambio di tono della voce;
  • dispnea;
  • gusto metallico in bocca;
  • calo della pressione sanguigna;
  • pallore della pelle;
  • cardiopalmus;
  • naso che cola improvvisamente.

Allergie o intolleranze alimentari: come distinguere?

Sia le allergie alimentari che le intolleranze alimentari possono avere sintomi simili. Tuttavia, differiscono nel meccanismo di reazione del corpo a contatto con gli allergeni. Una diagnosi accurata può essere fatta dopo, tra l'altro:

  • test cutanei;
  • test nutrizionali provocatori;
  • esame del sangue per anticorpi IgE;
  • test fecali;
  • a volte biopsia intestinale o analisi del DNA.

Con le allergie alimentari, la reazione del corpo di solito si verifica più velocemente, dopo 2 ore parliamo di una reazione precoce, dopo 12 ore di reazione ritardata e più di 12 ore di reazione tardiva. I pazienti possono sviluppare gonfiore che rende difficile la respirazione. Una persona può anche soffrire di eruzioni cutanee, irritabilità, nausea e problemi digestivi, dolore addominale e vomito. A volte i pazienti lamentano anche insonnia o difficoltà ad addormentarsi..

A sua volta, l'intolleranza alimentare spesso si manifesta più delicatamente e, a seconda di quali alimenti la persona non tollera, il corpo reagisce in modo diverso. I sintomi possono comparire diverse ore o anche diversi giorni dopo l'esposizione a un allergene. Limitare il numero di alimenti scarsamente tollerati nella dieta aiuta i pazienti.