Asma bronchiale / sindrome asmatica

Nutrizione

L'asma bronchiale è una grave malattia polmonare cronica, il cui segno clinico principale si manifesta periodicamente con attacchi di asma, accompagnato da grave respiro corto, respiro sibilante, respiro sibilante, tosse, enfisema.

Esistono tre principali fasi cliniche dell'asma:

• sindrome asmatica;
• attacchi di asma bronchiale (polmoni, moderato, grave);
• stato asmatico.

Sindrome asmatica

La sindrome asmatica è più comune nella bronchite asmatica cronica ed è caratterizzata da una sensazione di soffocamento (mancanza di aria), respiro rapido con un certo prolungamento dell'espirazione. L'asfissia è di solito di breve durata, si arresta facilmente quando si usano mezzi che espandono i bronchi. La tosse è secca, dolorosa, senza espettorato o con una piccola quantità. L'emergere della sindrome asmatica contribuisce a un'esacerbazione del processo polmonare cronico.

Attacco di asma bronchiale

Un attacco di asma bronchiale si sviluppa acutamente (spesso di notte).
A volte si nota un presagio di un attacco: mal di gola, tosse, naso che cola, prurito alla pelle. La durata dell'attacco varia da alcuni minuti (in casi lievi) a diversi giorni (in casi gravi). Il primo segno clinico di un attacco di asma bronchiale è una tosse secca e dolorosa. Caratteristica: posizione forzata del paziente - seduto o in piedi con le mani sul bordo del letto o del tavolo (posizione di ortopnea), dispnea espiratoria, difficoltà nell'espirazione, che diventa 2 volte più lunga dell'inalazione (normalmente l'espirazione è 2-4 volte più corta dell'inalazione); la frequenza dei movimenti respiratori raggiunge i 60 o più al minuto, i muscoli respiratori ausiliari (muscoli intercostali, muscoli dell'addome, collo, cintura scapolare) partecipano all'atto della respirazione; durante l'auscultazione, si sente un respiro sibilante secco sullo sfondo della respirazione affannosa, il respiro sibilante a volte viene udito a distanza.

In base alla gravità, si distinguono attacchi leggeri, moderati e gravi di asma bronchiale. Gli attacchi di luce sono caratterizzati da soffocamento breve e ad arresto rapido..

Le convulsioni moderate di asma bronchiale si verificano spesso, si fermano solo con la somministrazione parenterale di farmaci.

Le convulsioni gravi si verificano quotidianamente o più volte al giorno, difficili da rispondere alla terapia farmacologica.

Stato asmatico

Lo stato asmatico è uno stadio grave nel corso dell'asma bronchiale che si verifica a seguito di un progressivo aumento dell'ostruzione totale. Nella maggior parte dei casi, si sviluppa un grave grado di insufficienza respiratoria con respiro sibilante, dispnea espiratoria e cianosi. Il respiro sibilante può essere udito già a distanza (rumori di distanza), i bambini assumono una posizione forzata (ortopnea), i polmoni sono spesso enfisema gonfio, come evidenziato dalla forma a botte del torace, suono di percussione timpanico. L'enfisema sottocutaneo o mediastinico è possibile. Come conseguenza dell'insufficienza respiratoria a lungo termine e dell'ipossia, può svilupparsi coma ipossico e può verificarsi la morte.

La diagnosi di asma bronchiale di solito non causa difficoltà dovute a dati anamnestici caratteristici (attacchi simili in passato, efficacia degli agonisti adrenergici e aminofillina) e del tipico quadro clinico.

Gli obiettivi principali della terapia nella fase preospedaliera sono il sollievo di un attacco di asma bronchiale e la rimozione (o l'adozione di misure per rimuovere) da una condizione asmatica. La tattica di fermare un attacco di asma bronchiale dipende dalla gravità dell'attacco.

Negli attacchi lievi e nella sindrome asmatica, viene utilizzata l'inalazione di agonisti adrenergici. Nei bambini di età superiore ai 3 anni, due dosi per inalazione di agonisti beta-adrenergici selettivi brevettati (alupent, astmopent, salbutamol, ecc.) Vengono utilizzate per fermare l'attacco e nei bambini di età inferiore ai due anni, l'inalazione forzata degli stessi farmaci attraverso una maschera utilizzando un inalatore di aerosol AI-1 o PAI-10. In assenza di effetto, la soluzione di adrenalina allo 0,1% viene somministrata per via intramuscolare in una dose non superiore a 0,015 mg / kg.

Negli attacchi di asma da moderati a gravi, è indicata la somministrazione parenterale di agonisti beta-adrenergici selettivi e aminofillina; inalazione di ossigeno umidificato.

La terapia inizia con l'introduzione dell'adrenalina alla dose di 0,015 mg / kg, per prolungare l'effetto, una soluzione al 5% di efedrina cloridrato alla dose di 0,5 mg / kg di peso corporeo viene somministrata per via intramuscolare o endovenosa.

La somministrazione endovenosa di salbutamolo in una singola dose di 0,06 mg / kg al minuto o fenoterolo (berotek) alla dose di 0,01-0,03-0,06 mg / kg al minuto è ampiamente utilizzata, questi farmaci possono essere reintrodotti dopo 3 ore.

Allo stesso tempo, una soluzione al 2,4% di aminofillina viene prescritta per via endovenosa ad una velocità di 2-3 mg / kg, l'aminofillina viene somministrata in grande diluizione su una soluzione isotonica di cloruro di sodio (è più efficace e sicuro somministrare aminofillina a gocce ad una velocità di 15-30 gocce al minuto).

Misure di emergenza per lo stato asmatico:

• posizione con un'estremità della testa elevata e il rilascio di ossigeno inumidito - dal 40 all'80% attraverso una maschera o un catetere nasale;
• valutazione della terapia precedente (eufillina, agonisti adrenergici a lunga durata d'azione, loro dosi, tempistica dell'ultima somministrazione del farmaco);
• inalazione di agonisti beta-2-adrenergici (salbutamolo, berotek, terbutalina), due inalazioni di un aerosol dosato per bambini di età superiore ai 3 anni e inalazione forzata degli stessi mezzi attraverso una maschera con un inalatore di aerosol, è possibile ripetere la procedura dopo 20-30 minuti. La frequenza cardiaca non deve superare i 180-200 battiti al minuto. Quando si ottiene un effetto distinto da questa procedura, la terapia inalatoria continua attraverso un intervallo di tempo crescente (30 minuti - 3-6 ore);
• iniezioni di agonisti beta-2-adrenergici: terbutalina (arubendolo, brikanil) per via sottocutanea alla dose di 0,005-0,01 mg / kg di peso corporeo (eventualmente somministrazione ripetuta dopo 3-4 ore) o endovenosamente alla dose di 0,002-0,004 mg / kg per 10 min; fenoterolo (berotek) per via endovenosa alla dose di 0,002-0,004 mg / kg;
• salbutamolo (salbutano) per via endovenosa, 0,0015-0,004 mg / kg (dose massima fino a 0,01 mg / kg di peso corporeo per 10 minuti);
• aminofillina in una dose iniziale di 6 mg / kg di peso corporeo per via endovenosa (per 10 minuti), quindi ha continuato la somministrazione endovenosa di aminofillina in una dose di 0,9-1,1 mg / kg all'ora), la dose iniziale è ridotta a 3 mg / kg, se il paziente ha assunto i preparati di Eufillin da molto tempo;
• prednisone in una dose iniziale di 2-5 (fino a 10) mg / kg di peso corporeo per via endovenosa, quindi 1-2 mg / kg ogni 4-6 ore, dopo il miglioramento, una rapida riduzione della dose per diversi giorni;
• con grave ansia, è indicata la terapia sedativa: fenobarbital (5-10 mg / kg), clorato idrato (60-80 mg / kg) o diazepam (0,2-0,5 mg / kg);
• ricovero nell'unità di terapia intensiva e unità di terapia intensiva (trasporto in ambulanza).
Con un ulteriore deterioramento della condizione e l'assenza di una reazione alla terapia, viene indicata la ventilazione meccanica..

Indicazioni per la ventilazione meccanica:

• significativa attenuazione dei suoni respiratori;
• cianosi generalizzata;
• incertezza o perdita di coscienza;
• ipotensione muscolare;
• calo della pressione sanguigna.

Terapia di emergenza con eccessiva formazione di secrezione bronchiale e violazione della sua evacuazione

Molto spesso, nei bambini con polmonite cronica, bronchiectasie, fibrosi cistica si osserva insufficienza respiratoria causata da un'eccessiva formazione di secrezione bronchiale e una violazione della sua evacuazione.

L'insufficienza respiratoria appare sullo sfondo della malattia di base e si manifesta con grave mancanza di respiro e insorgenza di cianosi.

Le misure urgenti consistono nel fornire ossigeno inumidito o miscele ossigeno-aria, svolgere attività volte a liquefare l'espettorato (dare molta bevanda calda, l'uso di mucolitici).

Con grave insufficienza respiratoria, sono indicati intubazione tracheale e igiene dell'albero tracheobronchiale, ricovero in ospedale del paziente nell'unità di terapia intensiva e terapia intensiva.

Trattamento di emergenza dell'asma bronchiale nei bambini

Secondo studi epidemiologici, la prevalenza dell'asma bronchiale tra i bambini in Russia va dal 5,6 al 12,1% [1]. L'asma bronchiale porta a una diminuzione della qualità della vita dei pazienti, può essere una causa di disabilità nei bambini. Affilatura pronunciata

Secondo studi epidemiologici, la prevalenza dell'asma bronchiale tra i bambini in Russia va dal 5,6 al 12,1% [1]. L'asma bronchiale porta a una diminuzione della qualità della vita dei pazienti, può essere una causa di disabilità nei bambini. Gravi esacerbazioni di questa malattia rappresentano una certa minaccia per la loro vita. La condotta tempestiva della terapia durante questo periodo di asma adeguato alle condizioni dei pazienti consente di ottenere il ripristino della pervietà bronchiale e prevenire lo sviluppo di complicanze della malattia.

Il verificarsi di esacerbazioni dell'asma bronchiale nei bambini è causato dall'ostruzione dei bronchi associata ad un'aumentata infiammazione della mucosa bronchiale, al broncospasmo e all'accumulo di espettorato nel lume dei bronchi. La causa più comune di esacerbazioni dell'asma nei bambini è una predisposizione alle allergie, alle infezioni virali e batteriche respiratorie acute. Un attacco di asma bronchiale, come manifestazione della sua esacerbazione, è caratterizzato dal verificarsi di un respiro sibilante difficile, accompagnato da un'espirazione prolungata; tosse, senso di oppressione al petto. Con un lieve attacco di asma bronchiale, le condizioni generali dei pazienti di solito non sono disturbate. Si sente una piccola quantità di respiro sibilante nei polmoni, si nota un leggero allungamento dell'espirazione, mentre il respiro corto è leggero e la retrazione dei punti compatibili del torace è appena percettibile. In caso di moderato attacco di asma bronchiale nei pazienti in tutto il campo dei polmoni, si sente respiro sibilante, viene rilevata la retrazione dei punti compatibili del torace, il tempo di espirazione è il doppio della durata dell'ispirazione e la frequenza respiratoria aumenta del 50%. Quando si esamina un bambino sopra i polmoni, viene rilevata un'ombra inscatolata di suono di percussione, si notano tachicardia, una violazione delle condizioni generali. I pazienti assumono spesso una posizione seduta. Un grave attacco di asma bronchiale è caratterizzato dalla comparsa di segni di insufficienza respiratoria sotto forma di cianosi del triangolo nasolabiale, ali del naso, lobi delle orecchie. A causa di una marcata violazione della pervietà bronchiale, si sente respiro sibilante sia durante l'inalazione che durante l'espirazione. C'è una notevole ritrazione dei punti compatibili del torace, un pronunciato allungamento dell'espirazione, che supera l'ispirazione di oltre due volte, il numero di respiri aumenta di oltre il 50%. I pazienti mostrano una tendenza ad aumentare la pressione sanguigna, marcata tachicardia.

L'esacerbazione dell'asma bronchiale in alcuni bambini è prolungata sotto forma di una condizione asmatica (Status asthmaticus). La ragione principale del suo sviluppo è il trattamento prematuro e inadeguato del paziente. Altre cause della condizione asmatica possono essere il contatto del paziente con allergeni causalmente significativi, la stratificazione di una malattia respiratoria acuta, l'esposizione a sostanze irritanti, l'interruzione irragionevolmente veloce o la riduzione della dose di glucocorticosteroidi, l'infezione bronchiale [2]. La causa di gravi esacerbazioni dell'asma bronchiale nei bambini può anche essere un forte deterioramento della situazione ambientale a causa dell'inquinamento atmosferico da composti chimici, un cambiamento delle condizioni meteorologiche.

I criteri per una condizione asmatica sono i seguenti segni clinici: la presenza di un attacco non-stop di asma bronchiale per più di 6-8 ore, l'inefficacia del trattamento con farmaci broncospasmolitici per inalazione delle serie simpaticomimetiche, compromissione della funzione di drenaggio dei polmoni (non scarico dell'espettorato), segni di insufficienza respiratoria.

Lo stadio della compensazione relativa dello stato asmatico è caratterizzato dal quadro clinico di un attacco grave prolungato di asma bronchiale accompagnato da ipossiemia (PaO2 55-60 mmHg Art.), Spesso ipercapnia (PaCO2 60–65 mmHg. Art.) E alcalosi respiratoria. Alcuni bambini hanno acidosi metabolica o respiratoria..

Nella fase di aumento dell'insufficienza respiratoria, caratterizzata dall'insorgenza della sindrome del silenzio nei polmoni, con una condizione asmatica dovuta all'ostruzione totale dei bronchi, si osserva un indebolimento e successivamente la scomparsa dei suoni respiratori, prima in segmenti separati dei polmoni, poi nei lobi di esso e nell'intero polmone. Si sviluppa una cianosi diffusa, compaiono segni di insufficienza cardiovascolare con un calo della pressione sanguigna. Rilevata ipossiemia (PaCO2 50–55 mmHg Art.), Ipercapnia (PaCO2 65–75 mmHg Art.), Acidosi metabolica.

In caso di continuo deterioramento delle condizioni dei pazienti, può svilupparsi insufficienza respiratoria profonda, caratterizzata dall'assenza di suoni respiratori nei polmoni, adinamia, successiva perdita di coscienza e convulsioni e insorgenza di asfissia.

Nelle gravi esacerbazioni dell'asma bronchiale, i segni di grave insufficienza respiratoria, che minaccia la vita del paziente, sono:

Uno sviluppo più rapido di un attacco d'asma asmatico si nota nei casi in cui è una delle manifestazioni di una reazione allergica sistemica.

La terapia delle esacerbazioni dell'asma bronchiale viene effettuata tenendo conto della gravità e della natura del trattamento. Quando raccolgono dati storici, scoprono le cause dell'esacerbazione della malattia, i farmaci precedentemente usati per alleviare le esacerbazioni, indipendentemente dal fatto che i glucocorticosteroidi siano stati usati a questo scopo. La valutazione della condizione di un paziente con asma bronchiale viene effettuata sulla base dell'esame, dell'esame delle funzioni polmonari. Nelle gravi esacerbazioni dell'asma, è consigliabile eseguire un esame radiografico dei polmoni, determinando il livello di gas nel sangue.

Le informazioni oggettive sulla gravità dell'ostruzione bronchiale vengono fornite determinando la velocità di flusso espiratorio di picco, la cui caduta durante l'asma bronchiale dipende direttamente dalla gravità dell'esacerbazione in atto dell'asma bronchiale. I valori della portata di picco espiratoria nell'intervallo dal 50 all'80% indicano un grado moderatamente espresso o lieve di ridotta pervietà bronchiale. Le velocità di picco del flusso espiratorio inferiore al 50% dei valori corretti indicano lo sviluppo di una grave esacerbazione dell'asma bronchiale.

Utile nel valutare le condizioni del paziente può essere la determinazione della saturazione di ossigeno nel sangue. Una diminuzione della saturazione di ossigeno nel sangue inferiore al 92% indica che il paziente ha una grave esacerbazione dell'asma bronchiale. L'identificazione di ipossiemia e ipercapnia durante lo studio del sangue capillare o arterioso indica lo sviluppo di una grave ostruzione bronchiale in un paziente. Nelle gravi esacerbazioni dell'asma bronchiale, è consigliabile eseguire un esame a raggi X dei polmoni, in cui a volte vengono rilevati atelettasia, pneumomediastino e un processo infiammatorio nei polmoni.

Per il trattamento di esacerbazioni dell'asma bronchiale, vengono attualmente utilizzati broncospasmolitici (agonisti β-adrenergici, M-anticolinergici, preparati teofillinici, farmaci broncospasmolitici combinati), glucocorticosteroidi (sistemici, inalati) e agenti mucolitici (acetilcisteina, ambroxolo)..

Per fornire cure di emergenza per l'asma in tutti i pazienti, vengono utilizzati broncospasmolitici. Agonisti β2-adrenergici - salbutamolo (Ventolin, Salben), fenoterolo (Berotek), terbutalina (Brikanil), clenbuterolo (Spiropent), recettori stimolanti selettivamente β2-adrenergici, hanno un potente effetto broncodilatatore ad insorgenza rapida.

I recettori colinergici M bloccati hanno un pronunciato effetto broncodilatatore, che riducono l'effetto del sistema nervoso parasimpatico e, a questo proposito, danno l'effetto di rilassamento dei muscoli lisci dei bronchi. Il farmaco di questo gruppo di broncodilatatori, ipratropio bromuro (Atrovent), se inalato, ha un effetto broncospasmolitico dopo 30 minuti, raggiungendo il massimo dopo 1,5–2 ore.

L'uso combinato di anticolinergici e β2-agonisti nella forma del farmaco "Berodual" per la somministrazione per inalazione dà un effetto terapeutico più pronunciato rispetto all'uso isolato di Berotek.

L'effetto broncodilatatore dei preparati di metilxantina, inclusa l'eufillina, è associato alla loro capacità di bloccare i recettori dell'adenosina e quindi influenzare il sistema inibitorio purinergico, migliorare la sintesi e la secrezione di catecolamine endogene nella corteccia surrenale. I farmaci di tipo teofillina stimolano la respirazione e il sistema cardiovascolare, riducono la pressione nella circolazione polmonare.

I glucocorticosteroidi, con un pronunciato effetto antinfiammatorio e immunosoppressivo, riducono il gonfiore della mucosa dei bronchi e l'attività secretoria delle ghiandole bronchiali, sono trattamenti efficaci per i bambini con asma bronchiale acuto.

Agenti mucolitici (acetilcisteina, carbocisteina, ambroxolo) possono essere prescritti a bambini con asma bronchiale per facilitare la tosse espettorata a causa della loro capacità di ridurre la viscosità.

L'assistenza primaria in regime ambulatoriale per i bambini con esacerbazione da lieve a moderata dell'asma bronchiale comprende le seguenti misure di trattamento:

Sul tavolo. gli approcci alla scelta del tipo di inalatore per i bambini con asma bronchiale sono presentati tenendo conto dell'efficacia della consegna dei farmaci, dell'efficienza economica, della sicurezza, della semplicità e della facilità d'uso.

Inalatori di aerosol dosati (respirazione leggera di Vetolin, Salamol Eco, Salamol Eco) contengono 100 μg di salbutamolo in 1 dose per inalazione. In caso di esacerbazione lieve e moderata dell'asma bronchiale, vengono prescritte 2 dosi per inalazione per dose con un intervallo tra le inalazioni di 2 minuti. L'inalatore a dose dosata in polvere contenente salbutamolo contiene 200 mcg del farmaco in 1 dose per inalazione; ai bambini viene prescritta 1 dose per inalazione per dose.

L'inalatore di aerosol a dose misurata a base di Berodual contiene 50 μg di fenoterolo e 20 mg di ipratropio bromuro in 1 dose di inalazione; per i bambini di età superiore ai 6 anni, a Berodual vengono prescritte 2 dosi di inalazione per dose.

L'introduzione di β2-agonisti sotto forma di aerosol a dosaggio misurato è più efficace per i bambini di età superiore ai 7 anni che sono in grado di padroneggiare correttamente la tecnica di utilizzo di un inalatore. Per i bambini di età compresa tra 3 e 7 anni e più giovane, è efficace il trattamento con β2 agonista con aerosol dosati con l'aiuto di distanziatori. L'introduzione della polvere broncospasmolitica con inalatori è più efficace per i bambini dai 3 ai 7 anni. L'introduzione di soluzioni di b2-agonisti che utilizzano nebulizzatori è più spesso effettuata per bambini piccoli e pazienti con gravi esacerbazioni di asma bronchiale, quando, a causa della gravità della condizione, non possono inalare correttamente il farmaco.

Per la terapia del nebulizzatore per i bambini con esacerbazioni dell'asma bronchiale, vengono spesso utilizzate le soluzioni di ventolina e Berodual..

Ventolin è disponibile in fiale di plastica da 2,5 ml contenenti 2,5 mg di salbutamolo solfato. Con un lieve attacco di asma bronchiale, una singola dose è di 0,1 mg (o 0,02 ml) per 1 kg di peso corporeo, con un attacco di asma moderato - 0,15 mg (0,03 ml / kg). In un grave attacco di asma bronchiale, Ventolin viene prescritto a 0,15 mg o 0,03 ml per 1 kg di peso corporeo con un intervallo tra le inalazioni del farmaco per 20 minuti. La terapia a lungo termine (per 24–48 ore o più) con Ventolin attraverso un nebulizzatore viene eseguita in una dose di 0,15 mg / kg ogni 4-6 ore.

Berodual per inalazione attraverso un nebulizzatore è prescritto per bambini con asma bronchiale fino a 6 anni in una dose di 0,5 ml (10 gocce), da 6 a 14 anni - 0,5-1 ml (10-20 gocce). Una singola dose di Berodual viene inalata attraverso un nebulizzatore in 2-4 ml di soluzione salina.

La terapia con nebulizzatore con Berodual rispetto al trattamento con Ventolin è più efficace per esacerbazioni dell'asma bronchiale causate da infezione virale respiratoria acuta, esposizione a sostanze chimiche inquinanti.

Nei bambini con lieve esacerbazione dell'asma bronchiale, è possibile la somministrazione orale di broncospasmolitici.

Il salbutamolo (Ventolin) per i bambini dai 2 ai 6 anni viene prescritto per via orale 3-4 volte al giorno alla dose di 0,5-2 mg, da 6 a 12 anni - 2 mg, oltre 12 anni - 2-4 mg.

La terbutalina (Brikanil) per i bambini di età compresa tra 3 e 7 anni viene prescritta per via orale 2-3 volte al giorno alla dose di 0,65–1,25 mg, da 7 a 15 anni - alla dose di 1,25 mg.

Il clenbuterolo è prescritto per via orale in una dose giornaliera di 2 μg per 1 kg di peso corporeo, la dose giornaliera è divisa in 3-4 dosi.

Eufillin è prescritto alla dose di 4 mg / kg di peso corporeo 3-4 volte al giorno.

La terapia di esacerbazioni gravi di asma bronchiale nei bambini deve essere effettuata in ospedale.

I fattori ad alto rischio per lo sviluppo di gravi esacerbazioni dell'asma bronchiale nei bambini sono:

Sviluppato con grave esacerbazione dell'asma bronchiale, marcato respiro affannoso, tachicardia, partecipazione all'atto di respirazione dei muscoli respiratori ausiliari, comparsa di segni che minacciano la vita del paziente (cianosi, sindrome silente nei polmoni, indebolimento della respirazione, debolezza generale, calo del picco di flusso espiratorio (PSV)

I. I. Balabolkin, dottore in scienze mediche, professore, membro corrispondente della RAMS
NTsZD RAMS, Moscowf

Nessuna allergia!

referenza medica

Emergenza di attacco di asma bronchiale

L'asma bronchiale è una malattia dell'apparato respiratorio, in particolare dei bronchi, che è allergica. In questo caso, i principali sintomi della malattia sono il soffocamento. È con l'inizio dell'esacerbazione dell'asma e la manifestazione del soffocamento che richiede cure di emergenza per l'asma bronchiale. Inoltre, le manifestazioni di stato asmatico hanno urgente bisogno di altri. La stessa assistenza di emergenza per una crisi di asma bronchiale dovrebbe mirare ad espandere il lume dei bronchi. Dopo misure urgenti per l'asma, si consiglia di utilizzare farmaci per la guarigione di base.

Un attacco di asma bronchiale è un soffocamento che si sviluppa attivamente, che si forma a causa dello spasmo dei bronchi e del restringimento del lume bronchiale. La durata dell'attacco dipende da molti fattori e può variare da 2-3 minuti a 4-5 ore.

Lo stato asmatico è un attacco prolungato di asma bronchiale che non è stato eliminato in precedenza da farmaci efficaci. Esistono 3 fasi di questo stato speciale, nel corso del quale le condizioni del paziente sono destabilizzate e vi è il rischio di morte.

Lo stato asmatico e una crisi di asma bronchiale richiedono cure di emergenza. Spesso, la vita di un individuo dipende da quanto rapidamente e correttamente sono state fornite le prime cure di emergenza durante un'esacerbazione della malattia. Tuttavia, qualsiasi misura per l'asma bronchiale prima dell'arrivo di un'ambulanza allevia le condizioni di una persona solo per un breve periodo e solo i medici possono alleviare completamente un attacco.

Un attacco di asma bronchiale può verificarsi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, quindi, non solo il paziente stesso, ma anche la persona che sarà vicina al momento dell'attacco dovrebbe essere pronta per questo. Dopotutto, dovrà fornire le prime misure pre-mediche rilevanti per questa malattia.

L'inizio di un attacco di asma bronchiale è evidenziato dai cambiamenti nel colore del viso e delle mani del paziente (acquisiscono una tinta blu) e dall'aumento della sudorazione. I principali segni di un attacco della malattia includono:

  1. Sibili respirabili durante la respirazione.
  2. Tosse che abbaia con espettorato scarso o senza di essa.
  3. Rimozione dell'espettorato, dopo di che la tosse si attenua e la condizione migliora. In questo caso, la mancanza di respiro scompare e l'attacco termina.

IMPORTANTE! Gli scienziati norvegesi hanno dimostrato che il periodo dell'anno e la regione di nascita non sono assolutamente influenzati dallo sviluppo e dalla formazione della malattia.

La risposta alla domanda su quando è necessario fornire il primo soccorso per l'asma è inequivocabile: prima è, meglio è. Dopotutto, lo stato di salute e la vita del paziente dipendono dalla qualità delle azioni di emergenza. Per un estraneo che non sa assolutamente cosa fare con un'esacerbazione dell'asma bronchiale, è meglio chiamare un'ambulanza. In questo caso, prima del suo arrivo, almeno i minimi sforzi dovrebbero essere fatti per migliorare le condizioni del paziente.

La prima cosa da fare è non farsi prendere dal panico e cercare di calmare il paziente. In uno stato calmo, sarà più facile per lui controllare il processo respiratorio.

Con un attacco di asma bronchiale, ci sono diverse regole di base per la fornitura di misure pre-mediche. Seguire queste semplici raccomandazioni aiuterà ad alleviare la mancanza di respiro e il soffocamento:

  1. Aiuta la persona a prendere la posizione corretta del corpo. Il paziente deve sedersi, alzarsi, appoggiarsi a qualcosa o sdraiarsi su un fianco, ma in nessun caso sdraiarsi sulla schiena. Nelle disposizioni descritte saranno coinvolti i muscoli respiratori ausiliari.
  2. È meglio inclinare la testa su un lato e tenerla. Quindi il paziente non si strozzerà con l'espettorato.
  3. Elimina qualsiasi cosa che interferisca con la respirazione libera (cravatta, sciarpa, gioielli stretti).
  4. Se possibile, eliminare le sostanze che potrebbero provocare un restringimento dei bronchi e l'esacerbazione stessa..
  5. Puoi dare acqua calda da bere o, se possibile, fare un bagno caldo per gli arti.
  6. Evitare di maneggiare in modo simile ai casi con l'ingestione di cibo nel tratto respiratorio.
  7. Per stimolare gli spasmi nervosi e provocare l'espansione polmonare, puoi ricorrere allo shock del dolore nell'area delle articolazioni del gomito o del ginocchio.
  8. Utilizzare un inalatore tascabile o altri farmaci secondo le istruzioni, osservando il dosaggio. Puoi ripetere l'uso di aerosol ogni 20-25 minuti.
  9. Se l'attacco è iniziato e non esiste alcun modo per fermarlo rapidamente, assegnare una posizione al paziente in base ai paragrafi 1-2 e chiedere aiuto di emergenza.

IMPORTANTE! Un paziente che conosce esattamente la sua diagnosi dovrebbe sempre avere un aerosol con sé. Dopotutto, contribuisce all'eliminazione indipendente di un'improvvisa esacerbazione della malattia.

La prima cosa che deve essere fatta per un testimone di un attacco d'asma dopo l'arrivo dei medici è di riferire su quei farmaci che sono stati utilizzati dal paziente durante l'attacco.

A sua volta, l'assistenza medica per la crisi dell'asma ha anche un proprio algoritmo:

Se l'attacco è molto difficile e si sospetta un arresto respiratorio, al paziente devono essere somministrati farmaci ormonali sistemici e ricoverati in ospedale.

Vale la pena ricordare che i farmaci di emergenza eliminano urgentemente l'esacerbazione, ma non trattano la malattia stessa. Pertanto, il paziente deve consultare uno specialista esperto per prescrivere il corso corretto della terapia di base. Infatti, quando i farmaci non vengono utilizzati per la guarigione di base, aumenta il rischio di sviluppare convulsioni gravi con uno stato speciale.

Asma bronchiale: come riconoscere un attacco e fornire il primo soccorso

Una malattia del tratto respiratorio, che è accompagnata da uno spasmo dei bronchi e un aumento della formazione di muco in essi, è chiamata asma bronchiale. In questo caso, si verificano attacchi di soffocamento, tosse grave e mancanza di respiro. Le cause di questa reazione sono varie sostanze irritanti: allergeni, stress, aria eccessivamente fredda, infezioni, sostanze industriali. L'attacco stesso e la condizione che lo precede sono accompagnati da sintomi, sapendo che è facile fermarlo all'inizio.

Un attacco di asma bronchiale si verifica in modo acuto e si sviluppa rapidamente, spesso di notte. La sua manifestazione principale è una forte tosse secca, che si trasforma in soffocamento. Questa condizione può durare diversi minuti e, nei casi più gravi, giorni. 30-60 minuti prima dell'attacco, iniziano i suoi precursori:

Se l'attacco non è stato causato da allergeni, ma da altre cause, possono precedere i seguenti sintomi:

  • prostrazione;
  • ansia;
  • depressione
  • insonnia di notte;
  • vertigini.

L'attacco stesso è caratterizzato da tali manifestazioni:

  • tosse, a volte con rilascio di espettorato denso;
  • dispnea espiratoria - l'espirazione è difficile e dura 2 volte più a lungo dell'ispirazione;
  • la frequenza respiratoria aumenta a 60 cicli al minuto;
  • la respirazione è lenta, sibilante, con respiro sibilante, mentre sono coinvolti altri gruppi muscolari: la stampa, il collo, la cintura della spalla;
  • la frequenza cardiaca aumenta;
  • il paziente assume una postura forzata - seduto, a volte in piedi, con le mani sulle ginocchia o altro supporto (ortopnea);
  • la pelle diventa pallida, acquisisce una tinta bluastra;
  • difficoltà a parlare, ansia crescente.

A seconda della gravità del corso, ci sono convulsioni lievi, moderate, gravi e stato asmatico. Quest'ultimo è il più pericoloso, poiché può provocare la morte per soffocamento.

Questi sintomi rendono facile stabilire un attacco di asma bronchiale prima che un paziente entri in una struttura medica. Durante il ricovero in ospedale, è necessaria una diagnosi differenziale, poiché diversi tipi di asma (cardiaco, cerebrale, uremico, isterico) richiedono l'uso di farmaci adeguati. Di solito è necessario escludere l'asma cardiaco. Per fare ciò, concentrati sui seguenti indicatori:

  • età - la probabilità di asma cardiaco è maggiore negli anziani;
  • patologie precedenti: bronchite, polmonite o malfunzionamento del sistema cardiovascolare;
  • tipo di dispnea - espiratoria o inspiratoria;
  • attacco cardiaco accompagnato da respiro affannoso o respiro sibilante congestizio nella parte bassa della schiena.

Ci sono una serie di azioni che possono aiutare una persona che soffre di un attacco prima dell'arrivo dei medici. Ma chiamare un'ambulanza è obbligatorio, perché il paziente deve essere esaminato e prescrivere ulteriori farmaci, anche se è diventato più facile.

Prima di tutto, devi cercare di alleviare la respirazione della persona. Per fare ciò, ventilare la stanza o portare il paziente in aria, liberare il collo dal colletto, dalla sciarpa, dalla camicia ben abbottonata e simili. Una persona ha bisogno di aiuto per assumere la posizione dell'ortopnea - appoggiarsi con le mani dritte sulle ginocchia o sulla superficie su cui si siede. Può anche stare con le mani su un tavolo o una sedia. I gomiti devono essere rivolti verso l'esterno.

Puoi alleviare l'attacco con un inalatore. Dovresti mettere l'ugello sul flacone con il medicinale, capovolgerlo e fare un'iniezione di aerosol. Ci dovrebbe essere una pausa di 20 minuti tra le inalazioni. L'aerosol viene utilizzato fino a 3 volte. Se l'attacco è lieve, possono essere d'aiuto i bagni caldi per gli arti o gli intonaci di senape sui piedi. Tutti i farmaci utilizzati nel pronto soccorso devono essere segnalati al team di medici, poiché ciò influisce su ulteriori trattamenti.

L'assistenza di emergenza per l'asma da parte di professionisti medici viene eseguita in base alla gravità dell'attacco. Se questa è una forma lieve, puoi limitarti alle compresse o all'inalazione di farmaci come: efedrina, novodrin, alupente, aminofillina, teofedrina. Le soluzioni di efedrina o demidrolo vengono anche somministrate per via sottocutanea. Ciò porterà allo scarico dell'espettorato e alla riduzione della mancanza di respiro. I miglioramenti possono essere raggiunti entro un'ora..

In casi più complessi, è necessario ricorrere all'ossigenoterapia per inalazione e somministrare il medicinale per iniezione per ottenere un effetto rapido. Potrebbe essere:

  • Una soluzione al 2,4% di aminofillina per via endovenosa lentamente, con tachicardia in combinazione con corglicone o strophanthin - espande i bronchi e allevia lo spasmo; usato quando il tipo di attacco d'asma è sconosciuto;
  • 0,1% di adrenalina, 5% di efedrina, 0,05% di alupenti per via sottocutanea - ridurre il broncospasmo, ridurre la secrezione di muco;
  • gli antistaminici - suprastina, difenidramina, pipolfen - alleviano lo spasmo, riducono l'attività secretoria dell'epitelio bronchiale, hanno un effetto sedativo;
  • antispasmodici: soluzioni al 2% di no-shpa e papaverina in proporzioni uguali.

Per un effetto più efficace, epinefrina o efedrina sono combinate con atropina. Con l'asma cardiaco, non è possibile utilizzare l'adrenalina e con l'asma bronchiale - morfina.
Se l'attacco è grave, vengono utilizzate iniezioni di prednisolina o idrocortisone per via endovenosa. Quando questi farmaci non aiutano, applicare una soluzione al 2,5% di pipolfene per via intramuscolare e 0,5% di novocaina per via endovenosa. Con grave soffocamento, quando i bronchi sono riempiti con una grande quantità di espettorato, il paziente viene intubato in anestesia e una soluzione di tripsina o chimotripsina viene iniettata nella trachea. Dopo alcuni minuti, l'espettorato viene drenato.

In alcuni casi, il paziente risponde male ai farmaci e peggiora. Questo è uno stato asmatico - una condizione pericolosa che può essere fatale. Per aiutare il paziente a usare tali farmaci: fino a 90 mg di prednisone, fino a 200 mg di idrocortisone, fino a 4 mg di desametasone. Se ciò non porta a un miglioramento, il paziente viene trasferito alla respirazione controllata e ricoverato in ospedale nel reparto di terapia intensiva.

La corretta diagnosi di un attacco di asma bronchiale e la tempestiva prestazione di cure sono necessarie per un esito favorevole delle manifestazioni di questa malattia.

L'asma bronchiale è una malattia allergica del sistema respiratorio, il principale sintomo clinico della malattia è un attacco d'asma con difficoltà espiratoria, durante il quale il paziente soffoca.

Lo stato asmatico si verifica a seguito del processo attivo di una delle membrane dei bronchi.

Nello sviluppo a cui prendono parte molti elementi, tra cui:

Questo è un concetto comune che ogni persona sana di mente dovrebbe conoscere..

Dal momento che, in relazione alle peculiarità della nostra posizione:

  1. ambientale;
  2. fattori genetici e biologici;
  3. stress cronico;
  4. la presenza di cattive abitudini, come l'alcol e il fumo - le malattie respiratorie si sviluppano più rapidamente.

Ovunque e con chiunque, può verificarsi un'emergenza, nota come attacco asmatico, per la quale una persona che è vicina in un determinato momento dovrebbe essere pronta.

È suo dovere fornire il primo soccorso, altrimenti la morte è possibile.

Un attacco di asma bronchiale inizia con il fatto che il viso e le mani del paziente iniziano a diventare blu, la pelle è coperta di sudore appiccicoso e freddo.

Segni di un attacco:

  • mentre la persona respira, si sente ovvio sibilo;
  • il paziente è disturbato dalla tosse di un cane, con o senza una leggera espettorazione;
  • quando inizia il periodo espettorante, la tosse si attenua e la condizione si stabilizza. La mancanza di respiro diminuisce e l'attacco può finire.

Gli scienziati norvegesi hanno scoperto che il luogo e l'ora della nascita non influiscono sulla formazione della malattia.

Un breve algoritmo di assistenza di emergenza per l'asma è il seguente:

  1. la prima e immediata cosa che una persona può fare è isolare il paziente da quelle cose che potrebbero causare un attacco d'asma, ad esempio un fiore, tessuto, fumo, peli di animali domestici. È necessario chiudere le finestre, spostare la persona nella stanza;
  2. piantare una persona e provare a parlare con lui, in modo che il paziente si calmi;
  3. usare i preparativi che la vittima dovrebbe avere con sé, e quindi fermare l'attacco;
  4. chiamare un medico da soli o tramite una terza parte.

Pronto soccorso fornito correttamente quando consegnato in tempo.

Una persona che non sa o non è sicura di come fornire il pronto soccorso alla vittima è obbligata a chiamare il personale medico.

Almeno qualcosa dovrebbe essere fatto per migliorare la salute del paziente.

È necessaria assistenza per i sintomi sopra descritti di convulsioni.

È necessario prendere chiaramente le misure e quindi possibilmente salvare la vita di una persona. Raccomandiamo di non creare panico, pensare saggiamente e farlo per il bene del paziente.

Non è necessario chiedere il permesso di primo soccorso se non ci sono parenti o amici della vittima nelle vicinanze.

Ci sono situazioni in cui è improbabile salvare una persona, ma qualsiasi azione è meglio dell'inazione. Non peggiorerà, potrebbero esserci varie lesioni, ma la respirazione e il cuore iniziati correttamente sono i principali e più importanti.

Foto: paziente con un attacco

Che cos'è un attacco e uno stato asmatico

Lo stato asmatico è una forma grave, si verifica a causa di un processo ostruttivo. Può essere la bronchite o un'altra malattia infiammatoria.

In primo luogo si sviluppa:

  • tosse del cane;
  • cianosi;
  • dispnea;
  • dispnea
  • quindi insufficienza respiratoria.

In questo caso, i polmoni hanno una pronunciata tendenza a sgonfiarsi, si sviluppa il collasso del polmone e, in forme croniche e gravi, il torace diventa a forma di botte.

Un attacco è una manifestazione caratteristica dell'asma bronchiale, in cui una possibile insorgenza di soffocamento.

Gli attacchi spesso disturbano il paziente durante la notte.

Fondamentalmente, durano nello stesso paziente con ampiezze diverse: da breve a grave e a lungo termine, diventando asmatici.

Può durare da 24 ore a diversi giorni. Tali condizioni di solito portano a un'interruzione del normale funzionamento dei sistemi cardiovascolare e respiratorio.

In molti pazienti, prima che inizi un attacco:

  1. debolezza;
  2. prurito al naso;
  3. rinorrea;
  4. starnuti
  5. c'è una sensazione di rigidità al petto.

La pressione sanguigna aumenta, il che crea un doppio carico sul cuore. L'acidosi si accumula.

Con un grave attacco di asma bronchiale, si verifica insufficienza ventricolare, in cui si notano gonfiore delle vene cervicali, ingrossamento congestizio del fegato.

Algoritmo di azione dello stato

  1. attraverso una seconda persona, il più specifico possibile rivolgendosi a una persona, chiamare un medico;
  2. chiedere a una persona una posizione seduta, slacciare l'abbigliamento esterno, dare accesso all'aria fresca, migliorare il sanguinamento;
  3. somministrare farmaci che alleviano lo spasmo dei bronchi;
  4. ventilazione meccanica per prevenire l'asfissia.

Cosa dovrebbe essere nel kit di pronto soccorso del paziente

Il kit di pronto soccorso dovrebbe essere a casa, in macchina, con te nella borsa e in quei luoghi che visiti spesso, cioè al lavoro, ecc..

Nel gabinetto di medicina del paziente questa malattia dovrebbe essere:

  • aerosol per inalazione;
  • compresse ormonali e antistaminiche;
  • soluzioni iniettabili;

Ma ogni persona dovrebbe conoscere e controllare i farmaci, dal momento che uno qualsiasi dei farmaci elencati ha diversi effetti farmacologici sul corpo umano.

L'uso di un farmaco deve essere prescritto dal medico del paziente.

La strada giusta per il recupero è la droga giusta e le visite temporanee dal medico.

Inalatori convenzionali con un distanziatore (si tratta di un inalatore semplificato, in cui aumenta la probabilità di ottenere il farmaco direttamente nei polmoni).

Un nebulizzatore è anche ampiamente usato - un moderno inalatore che converte un farmaco liquido in un aerosol ed è molto più efficace di un nebulizzatore nei polmoni.

Questi strumenti sono essenziali per il primo soccorso nell'asma.

Innanzitutto, è necessario garantire una posizione comoda e fornire le condizioni per mantenere la tranquillità della vittima.

Si consiglia di aiutare a spostarsi in una stanza calda in cui ci sarà aria fresca.

Quindi isolare da un possibile fattore in cui si è verificato un attacco.

Negli asmatici, la malattia progredisce nella stagione fredda, poiché l'aria fredda agisce attivamente sulla malattia.

Pertanto, la temperatura media nella stanza dovrebbe essere superiore a 25 * Celsius e, naturalmente, c'è un'atmosfera calma.

Quindi dovresti trovare un inalatore o un altro rimedio che il paziente dovrebbe avere.

Chiama un medico se la condizione peggiora o in assenza di un farmaco adatto.

Oggi lo sviluppo del trattamento per questa malattia è in una fase iniziale. Perché il passaggio di convulsioni, malattie, stati di ogni persona individualmente e farmaci sono selezionati in modo specifico, a seconda della situazione con il paziente.

Il primo soccorso per l'asma consiste nella terapia intensiva, ascoltando il lavoro del cuore e dei polmoni.

E la terapia stessa è l'uso frequente di farmaci.

Quando le convulsioni diventano meno frequenti, le dosi vengono ridotte e il paziente viene monitorato.

Questa è anche una dieta ipoallergenica. La regola generale della dieta: escludere quegli alimenti che possono aggravare la posizione degli asmatici. Può essere agrumi, frutti di mare, alcune bevande con coloranti..

Oltre alla terapia di base, vengono utilizzati anche rimedi popolari..

Il momento del primo soccorso per i bambini sta nel fatto che non possono usare l'inalatore da soli o per dire esattamente cosa e dove fa esattamente male.

È molto importante che la malattia sia sempre controllata, specialmente durante l'infanzia. Un trattamento efficace deve essere verificato una volta ogni 3-6 mesi.

E quindi non saranno necessari metodi di emergenza e urgenti per rafforzare la terapia.

L'asma bronchiale è una malattia allergica cronica che colpisce il tratto respiratorio superiore..

Questa malattia è abbastanza comune: secondo varie fonti, il 3-10% della popolazione mondiale ne soffre..

Il segno principale e molto formidabile di questa malattia è il soffocamento. Pertanto, ogni persona dovrebbe conoscere i metodi di primo soccorso per gli attacchi di asma.

Le infezioni respiratorie (batteri, virus, funghi) alterano la sensibilità e la normale funzione dei bronchi, inoltre, i microrganismi stessi possono agire come allergeni, il che porta allo sviluppo dell'asma. Fatica. L'incapacità di metterci insieme e di rispondere adeguatamente ai problemi della vita spesso porta allo stress. La sovraeccitazione del sistema nervoso lo esaurisce, anche il sistema immunitario, a sua volta, si indebolisce. La barriera protettiva del corpo si assottiglia e ciò facilita la penetrazione di allergeni nel corpo. Varie lesioni del sistema nervoso autonomo, del sistema endocrino e del sistema immunitario sono una base potente per l'iperreattività del sistema respiratorio, che spesso provoca l'insorgenza di soffocamento. Eredità. La percentuale del fattore ereditario nell'asma va dal 30% al 40%. Inoltre, lo sviluppo di questa malattia in un bambino è possibile a qualsiasi età.

Prima dell'inizio dell'attacco o durante esso, si può notare l'aggravamento dei seguenti segni caratteristici della crisi in arrivo:

  • Affaticamento, stato stanco del paziente;
  • Eruzioni cutanee (orticaria);
  • starnuti
  • Prurito delle mucose degli occhi;
  • Possibile mal di testa, nausea;
  • wheezing
  • Tosse (solitamente secca, asmatica);
  • Possibile secrezione di espettorato (viscoso);
  • Respirazione difficile, superficiale (specialmente all'espirazione);
  • Il verificarsi di mancanza di respiro (esacerbato dopo l'attività fisica);
  • Pesantezza al petto, sensazione di soffocamento;
  • Dopo il contatto con un allergene, le condizioni del paziente peggiorano;
  • Palpitazioni cardiache (tachicardia). L'impulso aumenta a 130 bpm;
  • Dolore toracico (principalmente nella parte inferiore).

Scopriamo cosa fare per prevenire l'ulteriore sviluppo di una condizione pericolosa.

Se una persona si ammala a casa o da qualche parte per strada, è indispensabile alleviare rapidamente le sue condizioni fornendo il primo soccorso.

Quindi cosa devi fare:

  1. Prima chiama immediatamente un medico (ambulanza).
  2. Assegnare al paziente una posizione seduta o semi-seduta in modo che possa separare i gomiti.
  3. Cerca di calmarlo e non farti prendere dal panico da solo.
  4. Rilascia il petto asmatico dagli indumenti (togli la cravatta, la camicia sbottonata).
  5. Fornire un afflusso di aria fresca (spalancare la finestra, portarla in strada).
  6. Scopri se una persona ha l'asma.
  7. La possibilità di decollare senza farmaci è piccola. Pertanto, vale la pena chiedere se ha un inalatore tascabile o droghe. prescritto da un medico.

Un infermiere in un'ambulanza o in un ospedale è tenuto a fornire il primo soccorso mentre il paziente è in attesa di un medico:

  1. Per prima cosa devi chiamare un medico (fornirà assistenza medica qualificata competente per intero);
  2. Non farti prendere dal panico e rassicurare il paziente, slacciare (o rimuovere) gli indumenti esterni, ventilare la stanza, aiutare il paziente a prendere una posizione comoda in modo che possa riposare sulle sue mani (questo ridurrà la mancanza di ossigeno, rilassa l'asma);
  3. Monitorare la pressione sanguigna, la frequenza respiratoria e la frequenza cardiaca (per monitorare la condizione);
  4. Somministrare al paziente il 30-40% di ossigeno umido (ciò ridurrà l'ipossia);
  5. Applicare l'aerosol di salbutamolo (un paio di respiri allevia il broncospasmo);
  6. Prima dell'esame da parte di un medico, vietare al paziente di usare l'inalatore tascabile (prevenzione della resistenza ai farmaci per fermare l'attacco);
  7. Fornire agli asmatici una bevanda calda, organizzare bagni caldi per braccia e gambe (riduce riflessivamente il broncospasmo);
  8. Se queste misure sono inefficaci, devono essere somministrate per via endovenosa sotto la supervisione di un medico: 10 ml di una soluzione al 2,4% di aminofillina; Da 60 a 90 mg di prednisone;
  9. Prima dell'arrivo del medico, preparare: Ambu bag, apparato di ventilazione meccanica (IVL) (per rianimazione cardiopolmonare).

Stato asmatico - una condizione critica causata dalla progressione dell'asma bronchiale.

Come risultato del suo sviluppo, si verifica un fallimento del sistema respiratorio, la cui formazione è associata a gonfiore della mucosa dei bronchi e una forte riduzione dei loro muscoli.

Gravità e sintomi

Stadio I (iniziale, compensazione relativa). Questi cambiamenti patologici sono reversibili. Il pronto soccorso è richiesto senza indugio per alleviare le condizioni del malato. Coscienza salvata.

  • Sudorazione
  • Il paziente è preso dall'ansia e spaventato;
  • Aumento della frequenza cardiaca (tachicardia);
  • Il paziente espira con difficoltà;
  • Triangolo nasolabiale di una tinta bluastra;
  • Ortopnea - posizione forzata: il paziente, seduto o in piedi, si sporge in avanti e si appoggia su qualsiasi oggetto con le mani. Quindi il paziente è più facile da respirare;
  • Tosse grave senza produzione di espettorato;
  • Durante l'inalazione, gli spazi intercostali vengono retratti;
  • Si sentono rumori violenti nel petto.

Fase II (fase di scompenso). Il broncospasmo è più pronunciato, alcune aree dei polmoni non sono coinvolte nell'atto respiratorio.

Di conseguenza, il corpo soffre di una mancanza di ossigeno e di un eccesso di anidride carbonica.

  • I sintomi del primo stadio sono aggravati;
  • La mancanza di respiro è più pronunciata;
  • Il paziente è inibito risponde a stimoli esterni, l'eccitazione si verifica occasionalmente;
  • Le labbra e la pelle diventano blu;
  • Il torace è ingrandito (come se fosse al culmine dell'ispirazione);
  • Il polso è frequente, ma debole;
  • La pressione sanguigna diminuisce;
  • Fossae affondate e succlavia.

Stadio III (stadio di coma ipercapnico). Il più pericoloso e in rapido sviluppo. È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza o consegnare il paziente al pronto soccorso di un istituto medico.

  • Il ritmo del polso è rotto, il polso stesso è debole;
  • spasmi
  • Il paziente non viene in contatto con gli altri;
  • Respiro raro, può essere assente;
  • Nessuna coscienza.

L'algoritmo è lo stesso degli attacchi di asma bronchiale. Per alleviare la condizione o alleviare completamente un attacco senza droghe, è necessario seguire queste istruzioni:

  1. Chiama un'ambulanza.
  2. Rilasciare le vie aeree del paziente, arieggiare la stanza o portare il paziente fuori (se non c'è allergene lì!).
  3. Dare all'asma la posizione più comoda (ortopnea): il paziente si siede con le mani sulle ginocchia e si sporge in avanti.
  4. Prevenire il contatto del paziente con potenziali allergeni.
  5. Bevi il malato con acqua calda (se è cosciente!).

Trattamento farmacologico

Adrenalina. Il farmaco viene somministrato per via sottocutanea. L'adrenalina è un simpaticomimetico dei recettori alfa, beta1 e beta2-adrenergici. Rilassa i muscoli dei bronchi e si espandono, facilitando lo stato asmatico.

Eufillin (soluzione al 2,4%) viene somministrato per via endovenosa. Attiva i recettori beta-adrenergici, che allevia il broncospasmo.

I corticosteroidi aumentano indirettamente la sensibilità dei recettori beta-adrenergici. Il gruppo di questi ormoni ha effetti antinfiammatori, decongestionanti e antistaminici, di conseguenza viene eliminato un attacco d'asma.

L'inalazione di ossigeno liquefa l'espettorato.

Antibiotici. Sono prescritti in presenza di alveoli infiltrati o espettorato di natura purulenta, che spesso si verificano con esacerbazione della bronchite cronica.

La penicillina non viene utilizzata - provoca broncospasmo!

Caratteristico è la comparsa di un forte dolore sordo, localizzato nel sito del danno, grave mancanza di respiro. Con l'avanzamento del processo, è possibile uno shock pleuropolmonare..

Enfisema rilevato dalla radiografia.

Una tosse estenuante e dolorosa può aiutare a danneggiare la giunzione delle costole e della cartilagine. È anche probabile la rottura del sistema endobronchiale vascolare e la secrezione di espettorato con una miscela di sangue..

Esito letale possibile.

L'asma bronchiale, come la maggior parte delle malattie croniche, "non è una malattia, ma uno stile di vita". Il paziente deve collaborare con il medico e seguire onestamente le sue raccomandazioni.

Prima di tutto, vale la pena limitare il contatto con gli allergeni, smettere di fumare, iniziare a mangiare bene e diventare meno nervoso. Durante i periodi di esacerbazione dell'asma bronchiale, devono essere presi i farmaci prescritti da un medico.

Gli asmatici dovrebbero anche avere sempre un inalatore tascabile a portata di mano..

Istruzioni video visive per il primo soccorso: