Odore perso durante il naso che cola

Analisi

L'incapacità di annusare, i medici chiamano anosmia. Questa violazione può indicare una malattia grave e ridurre significativamente la qualità della vita umana..

Uno dei pericoli dell'anosmia è che quando una persona ottiene sostanze nocive nel naso, il corpo non ha una reazione protettiva naturale sotto forma di starnuti. Ciò porta al fatto che le tossine penetrano ulteriormente e causano gravi danni alla salute. Per scoprire il motivo della perdita dell'olfatto, è necessario visitare uno specialista.

Descrizione della malattia

La mancanza di odore è un problema che influenza lo stato del corpo nel suo insieme. Quindi, i piacevoli aromi del cibo stimolano l'attivazione del tratto digestivo, avviano la produzione di succo gastrico. Se una persona non sente l'odore del cibo, allora il sistema digestivo nel suo insieme ne soffre.

Con l'anosmia, i recettori nasali cessano di rispondere agli stimoli. Il cervello non riceve impulsi e non riconosce gli odori. Quando il problema sta nelle malattie del sistema nervoso centrale, i recettori, al contrario, inviano segnali al cervello, ma si rifiuta di percepirli. Il terzo meccanismo per l'implementazione dell'anosmia è che i recettori del naso riconoscono gli odori, li inviano al cervello, ma sulla strada vengono bloccati.

Tipi di malattia

Esistono diversi tipi di violazione del senso dell'olfatto:

Iposmia. In questo caso, l'olfatto viene preservato, ma è molto debole. Una persona ha la capacità di riconoscere solo determinati odori.

Ipersonnia. In questo caso, il senso dell'olfatto sarà aggravato.

Cacosmia. In questo tipo di violazione, una persona considera sgradevoli gli odori piacevoli.

Anosmia. Questa violazione è caratterizzata da una completa perdita dell'olfatto. La patologia si sviluppa sullo sfondo di ARVI o dopo un ictus.

In una persona con una violazione della funzione olfattiva, la qualità della vita nel suo insieme ne soffre. Questo porta al fatto che diventa irritabile, può diventare depresso.

La perdita totale o parziale dell'olfatto può essere congenita o acquisita. Se la violazione si verifica in una persona dal momento in cui è nata, la ragione si riduce al sottosviluppo del sistema respiratorio. Molto spesso, al bambino verranno diagnosticate altre patologie del cranio e del naso.

L'anosmia acquisita può svilupparsi a causa di danni al sistema nervoso centrale o dopo un effetto negativo sul naso.

Ragioni per mancanza di odore

Le cause dell'anosmia periferica possono essere le seguenti:

Cause respiratorie Una persona inala l'aria con molecole aromatiche, ma non raggiunge i recettori nasali. Una situazione simile si osserva nelle persone con ipertrofia dei tessuti delle cavità nasali, con una curvatura del setto nasale, con polipi e adenoidi. In generale, eventuali neoplasie che crescono nella cavità nasale possono portare a un cattivo odore.

Ragioni funzionali. Questi includono la rinite infettiva e allergica. Una persona non ha odore a causa del gonfiore delle mucose del naso. A volte una situazione simile si sviluppa nelle persone che soffrono di isteria o nevrosi. Dopo il trattamento, l'olfatto viene completamente ripristinato.

Invecchiamento del corpo. Gli odori sono sentiti peggio dalle persone anziane, poiché hanno un'atrofia graduale delle mucose nasali. Pertanto, la maggior parte dei pazienti di età avanzata lamentano i medici per il naso secco.

Patologia dell'analizzatore olfattivo (anosmia essenziale). Le ragioni del suo sviluppo: bruciore del rinofaringe, atrofia dell'epitelio della mucosa nasale, infiammazione delle mucose, intossicazione del corpo.

L'anosmia periferica è indicata dal deterioramento o dalla scomparsa simultanei non solo dell'olfatto, ma anche del gusto.

Centrale l'anosmia può svilupparsi sullo sfondo delle seguenti malattie:

Incidente cerebrovascolare.

Quando l'anosmia si sviluppa a causa di disturbi nel funzionamento dei centri corticali dell'olfatto, la persona sente l'odore, ma non riesce a capirne la natura.

Perché l'odore scompare con il raffreddore??

Infezione virale. L'odore è sempre ridotto nelle persone con un'infezione respiratoria. I sintomi includono naso che cola, starnuti, prurito e congestione nasale..

Ragioni per il peggioramento dell'olfatto:

Il muco avvolge le pareti del naso e impedisce loro il normale contatto con l'aria.

I virus in sé possono bloccare i recettori nasali.

Sinusite Questa malattia si manifesta con l'infiammazione delle mucose dei seni. Molto spesso, si sviluppa sullo sfondo di un raffreddore non trattato. La temperatura corporea di una persona aumenta, il suo naso rimane bloccato e si verificano forti mal di testa. Se il trattamento non viene avviato in tempo, la moltiplicazione dei batteri porterà allo sviluppo di un processo purulento. I batteri hanno un effetto distruttivo sull'epitelio, in cui si trovano i recettori olfattivi, quindi una persona smette di annusare.

Sovradosaggio di gocce nasali. Si sconsiglia l'uso di vasocostrittore più di 4 volte al giorno. L'intervallo tra la loro introduzione nei passaggi nasali dovrebbe essere di almeno 4 ore. Questa regola è vera per lo stadio acuto della malattia. Tuttavia, non tutte le persone con il naso che cola aderiscono a questa raccomandazione. L'uso frequente di gocce nasali porta al fatto che lo strato muscolare dei vasi del naso cessa di funzionare normalmente, la nutrizione dei tessuti peggiora e la persona perde il senso dell'olfatto.

Disturbi ormonali A volte la causa del cattivo odore sono le fluttuazioni ormonali nel corpo. L'anosmia può svilupparsi durante la gravidanza, le mestruazioni e anche durante l'assunzione di contraccettivi orali. Dopo la stabilizzazione dello sfondo ormonale, tutto torna alla normalità.

Allergia. Con lo sviluppo della rinite allergica in una persona, il senso dell'olfatto scompare. Questo fenomeno è temporaneo e dopo che i sintomi di allergia possono essere fermati, la capacità di riconoscere gli odori ritornerà. Per far fronte a una reazione allergica, dovrai assumere antistaminici.

Cambiamenti anatomici nella cavità nasale

Il senso dell'olfatto può peggiorare o scomparire in modo significativo con violazioni come:

Proliferazione di polipi o adenoidi.

Curvatura del setto nasale.

Ipertrofia del concha nasale.

Per riportare l'olfatto alla normalità, è necessario eliminare i difetti esistenti. Molto spesso, tali pazienti richiedono l'aiuto di un chirurgo.

Veleni e sostanze chimiche. Problemi con il senso dell'olfatto si verificano in persone che sono costrette a causa di doveri professionali a contatto con sostanze tossiche. Questi includono: pitture e vernici, prodotti dell'industria petrolifera, fumi acidi, ecc. Il lavoro in industrie pericolose minaccia una perdita completa dell'olfatto.

Sintomi di mancanza di odore

I sintomi dell'anosmia sono spesso lievi. Spesso le persone le ignorano completamente, considerando la violazione del senso dell'olfatto come qualcosa di insignificante e che non richiede attenzione. In molti modi, i sintomi della patologia dipendono dalla causa che ha provocato il suo sviluppo.. Le principali manifestazioni della violazione possono essere identificate come segue:

Respirazione nasale difficile, gonfiore delle mucose, secrezione dai passaggi nasali. Questi sintomi indicano rinite..

Se una violazione dell'olfatto si sviluppa dopo una recente infezione virale respiratoria acuta o un raffreddore, questo indica la cosiddetta anosmia essenziale. Il disturbo è caratterizzato dalla sostituzione dell'epitelio olfattivo con respiratorio.

Se una persona sente odori, ma non può verificarli, allora con un alto grado di probabilità la ragione sta nelle violazioni del sistema nervoso centrale.

Durante il trauma si osserva una perdita temporanea dell'olfatto. A volte il conseguente danno alle strutture nasali porta a una distorsione dell'olfatto.

I passaggi nasali asciutti, la comparsa di croste in essi e un indebolimento dell'olfatto indicano un processo atrofico. Spesso questo problema si verifica nelle persone anziane.

Con un deterioramento della funzione olfattiva del naso, è necessario prestare attenzione non solo al benessere di una persona, ma anche alle patologie recenti.

Diagnosi di anosmia e iposmia

Per determinare con precisione la causa del deterioramento dell'olfatto, è necessario consultare un medico. Per cominciare, il medico condurrà test volti a riconoscere gli odori e i gusti del paziente. Per fare questo, gli offrirà di annusare varie sostanze che hanno un aroma brillante.

Per stabilire la causa della violazione, potrebbe essere necessario controllare attentamente la cavità nasale, chiarire le informazioni sulle lesioni al naso subite, le malattie allergiche e infettive. A volte è necessario esaminare lo stato del tessuto nervoso responsabile dell'innervazione dei muscoli maxillo-facciali e del sistema respiratorio.

Altri metodi diagnostici includono:

Olfattometria. Eseguire la procedura utilizzando un dispositivo speciale chiamato olfattometro Zvaardemaker. Lo studio consente di determinare la soglia di sensibilità dei recettori olfattivi e la loro capacità di riconoscere gli odori.

rinoscopia Questa procedura ha lo scopo di valutare le condizioni delle cavità nasali, del setto nasale e delle mucose dell'organo. Diagnosi usando un rinoscopio.

Analisi del muco dal naso. A volte la causa di una violazione dell'olfatto è un'infezione cronica. Il suo agente patogeno può essere identificato usando lo studio..

RM del cervello. Viene fatto se si sospetta una grave patologia, il medico ha l'opportunità di visualizzare i cambiamenti che si verificano nelle sue quote. Prima di tutto, uno specialista è interessato al lobo frontale del cervello. Se viene rilevata una violazione, il paziente viene inviato per la consultazione a un neurologo o neurochirurgo.

TAC della cavità nasale. Questo studio consente di visualizzare i tumori e chiarire la loro natura..

Dopo aver stabilito la causa della violazione dell'olfatto, al paziente viene prescritto un trattamento.

Quale medico contattare?

In caso di violazione dell'olfatto, è necessario contattare l'otorinolaringoiatra. Questo medico intervisterà il paziente, eseguirà un esame esterno, prescriverà i test necessari. Dopo aver interpretato i dati, lo specialista prescriverà il trattamento. Se la patologia si nasconde nell'interruzione del cervello, il paziente viene inviato per la consultazione a un neurologo e neurochirurgo.

Come ripristinare il tuo olfatto?

Se una persona per lungo tempo non ha odore e non conosce la causa della violazione, allora devi andare a un appuntamento dall'otorinolaringoiatra. Non dovresti provare a far fronte al problema da solo. Solo un medico può aiutarti a ripristinare l'olfatto.

Le principali direzioni di trattamento:

Eliminazione dell'effetto delle tossine sul corpo. Correzione dello stile di vita con smettere di fumare, bere alcolici, ecc..

Assunzione di farmaci in grado di far fronte alla patologia esistente.

Trattamento farmacologico

Il diritto di scegliere un farmaco specifico rimane con il medico.

Farmaci più spesso prescritti come:

Mezzi per lavare il naso. Possono essere rappresentati dall'acqua di mare o salina. Questi includono: Aqua Maris, Aqualore, fermata Reno (altro: come e come sciacquarsi il naso?).

Farmaci vasocostrittori, tra cui: Vibrocil, Afrin, Rinorus, Naphthyzin, Galazolin, Nazol, Nazivin. Questi farmaci possono ridurre la gravità dell'edema e liberarsi della congestione nasale..

Farmaci per l'interruzione dei sintomi allergici, ad esempio Cromohexal, Aleron, Suprastin, Loratadin, Zodak, Eden, Tsetrin (maggiori informazioni sugli antistaminici di 1a, 2a e 3a generazione).

Antibiotici, agenti antivirali e antifungini. Il farmaco specifico viene selezionato in base al tipo di agente patogeno..

Se il paziente ha una patologia associata al sistema nervoso centrale, i farmaci vengono selezionati da un neurologo individualmente.

Trattamento fisioterapico

Il trattamento fisioterapico è ridotto all'implementazione dei seguenti metodi:

Elettroforesi con difenidramina.

Inalazione di ormoni steroidei.

Quando la perdita dell'olfatto diventa la ragione dell'operazione

Puoi sbarazzarti dei polipi nel naso solo con un intervento chirurgico. Allo stesso modo, trattano eventuali altre neoplasie. Se è stato diagnosticato un tumore maligno, viene mostrato al paziente, oltre all'operazione, un ciclo di radiazioni o chemioterapia. Anche in questo caso, i medici non possono garantire un completo recupero dell'olfatto.

Il chirurgo dovrà ricorrere a pazienti con setto nasale curvo. Dopo averlo corretto, ritorna la capacità di annusare il paziente.

L'anosmia di origine centrale, provocata dalle neoplasie tumorali, richiede chirurgia, chemioterapia e radioterapia. Se la malattia viene diagnosticata nell'ultima fase dello sviluppo, il trattamento si riduce all'eliminazione dei sintomi patologici e al miglioramento della qualità della vita del paziente. In questo caso, l'odore non sarà in grado di tornare a una persona.

Il complesso schema di terapia include il trattamento con preparati di zinco. Se al corpo manca questo oligoelemento, l'olfatto della persona peggiora. Questo vale anche per la vitamina A. La sua carenza porta all'atrofia dell'epitelio mucoso della cavità nasale..

Prevenzione

Al fine di prevenire la perdita dell'olfatto, è necessario evitare le malattie infettive. È importante mantenere il normale funzionamento del sistema nervoso e immunitario.

Le principali raccomandazioni degli specialisti:

Mantenere un background emotivo stabile, evitando situazioni stressanti e conflittuali.

Impegno per la routine quotidiana.

Rispetto dei principi di una buona alimentazione.

Esecuzione di qualità e igiene del naso regolare.

Idratare le mucose con soluzione salina e oli naturali (pesca o mandorla).

Controllo dell'umidità interna, ventilazione regolare.

Esecuzione della pulizia giornaliera a umido.

Rifiuto di visitare luoghi con una significativa concentrazione di persone. Questa raccomandazione è particolarmente rilevante durante focolai di infezioni di massa..

Formazione scolastica: Nel 2009, è stato conseguito un diploma nella specialità "Medicina generale", presso l'Università statale di Petrozavodsk. Dopo aver completato uno stage presso l'Ospedale Clinico Regionale di Murmansk, un diploma nella specialità "Otorinolaringoiatria" (2010)

Perdita dell'olfatto, violazione della sensibilità agli odori: cause, trattamento

La perdita completa o parziale dell'olfatto può essere causata da una serie di motivi, che vanno da un comune raffreddore e terminano con una degenerazione maligna dei tessuti. Una leggera perdita della capacità di annusare non è un sintomo allarmante, ma con le complicazioni associate e il peggioramento della condizione, è necessaria una diagnosi dettagliata. Se il paziente ha perso l'olfatto senza una ragione apparente, la soluzione migliore sarebbe quella di consultare un medico.

Cause e meccanismi dello sviluppo della malattia

Nella rinite cronica o acuta, la perdita dell'olfatto è temporanea ed è causata dall'accumulo di muco, che rende difficile per la sostanza aromatica raggiungere le terminazioni nervose. Di conseguenza, un segnale incompleto o macchiato raggiunge i centri di percezione dell'olfatto nel cervello..

Ozena o un naso che cola fetido provoca una forte perdita dell'olfatto. L'epitelio della mucosa nasale si ispessisce, rilasciando un segreto denso e maleodorante. Si asciuga sotto forma di croste, che impediscono l'esecuzione della funzione olfattiva da parte del naso. Una perdita completa della funzione della mucosa diventa il risultato dell'atrofia dell'epitelio, che è possibile con una malattia avanzata ed è difficile da correggere.

Nella rinite allergica, si osserva spesso anche una diminuzione della capacità di percepire gli odori (iposmia). Il motivo è anche lo screening delle terminazioni nervose della mucosa nasale con secrezioni costanti. L'iposmia nelle allergie non è pronunciata, ma può causare preoccupazioni significative al paziente..

Anomalie congenite o acquisite nell'infanzia e nell'età adulta portano ad anosmia (completa perdita dell'olfatto) o iposmia. Professor Palchun V.T. nel suo lavoro "Otorinolaringoiatria" osserva: "Quasi ogni violazione meccanica della penetrazione dell'aria nello spazio olfattivo provoca una violazione dell'olfatto". Se il paziente non sente odori dalla nascita, il trattamento è di solito prescritto dopo la pubertà, ma è meglio non ritardare.

La sifilide o la tubercolosi localizzate nel naso possono portare a un disturbo essenziale (irreversibile). Tali casi sono piuttosto rari, ma nelle aree con un'alta incidenza di questi disturbi, è necessario tenerli a mente..

L'uso prolungato di alcuni farmaci intranasali (ad es. Gocce di vasocostrittore), nonché l'avvelenamento con determinati veleni, può portare alla perdita dell'olfatto. Lo stesso si può dire delle ustioni termiche, in particolare del vapore. Dopo l'esposizione a tali fattori, i pazienti notano che il loro olfatto è immediatamente scomparso o diminuito.

I processi oncologici delle parti superiori del naso spesso portano a una violazione di questo tipo. Questo è uno dei principali sintomi della diagnosi preliminare di tali malattie..

Nei bambini, la perdita dell'olfatto può essere causata dalla presenza di corpi estranei nei passaggi nasali. Con un'operazione eseguita inavvertitamente, è possibile lasciare nella cavità i resti di bastoncini di cotone, garza. Inoltre, nella pratica medica, ci sono casi in cui, con un uso intranasale eccessivo di farmaci in polvere, si è formato un nodulo da essi indurito nel tempo (rinolite - calcoli nasali).

In rari casi, un dente può crescere nella cavità nasale, che è anche un ostacolo al normale senso dell'olfatto. Può essere un cutter o un canino, che sono localizzati nella parte inferiore o centrale dei movimenti.

I cambiamenti polipi nella mucosa possono essere il risultato di una serie di malattie o svilupparsi in modo indipendente. Quasi sempre porta a un cambiamento nell'olfatto. I pazienti notano che gradualmente iniziano a puzzare male. La crescita dei sintomi indica la crescita del polipo.

Se il paziente allo stesso tempo ha smesso di annusare e gustare, allora, forse, stiamo parlando di malattie che non sono direttamente correlate agli organi ENT. Per identificarli, è necessaria una diagnosi completa del corpo. Questo sintomo dà motivo di sospettare il diabete, un tumore al cervello nel lobo temporale, ipertensione, disturbi neurologici.

Il senso dell'olfatto può peggiorare durante un periodo di cambiamenti fisiologici: gravidanza, menopausa, invecchiamento. In tali casi, qualsiasi farmaco o trattamento chirurgico di solito non è prescritto..

Diagnosi di anosmia e iposmia

La determinazione del grado di diminuzione dell'olfatto si basa sul seguente schema:

  1. Studio di sensibilità usando vari gusti.
  2. Misurazione della gravità dell'olfatto mediante olfattometria. Il dispositivo utilizzato contiene cilindri con la quantità esatta di sostanze odorose che vengono immesse nella cavità nasale del paziente.
  3. rinoscopia Un esame approfondito della cavità nasale, del setto e delle condizioni della mucosa è un prerequisito per l'esame in violazione del senso dell'olfatto.
  4. Analisi della secrezione fluida secreta dall'epitelio dei passaggi nasali. In alcuni casi, una violazione del senso dell'olfatto può essere causata da un'infezione che provoca un naso che cola (ad esempio, con un lago), quindi potrebbe essere necessario determinare l'esatto patogeno.

Trattamento di disordini dell'olfatto palesi

La terapia della malattia si basa sull'eliminazione della sua causa principale, nonché sulle conseguenze patologiche (ipertrofia e atrofia della mucosa, ecc.). È tutt'altro che possibile ripristinare il senso dell'olfatto, ma con una diagnosi precoce, la chirurgia è di solito molto efficace. Le principali difficoltà nella guarigione sono quando le vie nervose che trasmettono un segnale dai bulbi olfattivi al cervello sono colpite a causa di un trauma o di una patologia congenita..

Terapia antibiotica e farmaci antinfiammatori

Questo tipo di trattamento dovrebbe accompagnare altre misure quando si rileva la natura infettiva della malattia. Ciò interromperà il processo infiammatorio e impedirà un'ulteriore violazione del senso dell'olfatto, e in alcuni casi lo ripristinerà. Particolarmente efficaci possono essere i preparati sotto forma di spray per uso nasale. Questi includono polydex con fenilefrina, fusafungina. L'applicazione topica è la più sicura e molto probabilmente per il recupero..

Può anche essere mostrato prendendo preparazioni a base di erbe che alleviano l'infiammazione. Questi farmaci includono pinosol. L'acqua di mare e i preparati che la contengono (acquamarina, ecc.) Hanno un buon effetto antinfiammatorio, idratano la mucosa e sciacquano l'agente patogeno.

Terapia antiallergica

Quando la causa del raffreddore comune è la rinite allergica, è necessario un effetto complesso sulla causa della malattia. Lo strumento più efficace per eliminare completamente un disturbo spiacevole è la sensibilizzazione del corpo. Rappresenta una sorta di "abituarsi" del sistema immunitario a un antigene specifico (una sostanza a cui ha luogo una reazione allergica).

Prima di tutto, è necessario determinare la fonte della malattia. Per fare ciò, il paziente deve prestare molta attenzione a quando e in quale ambiente i sintomi dell'allergia peggiorano. Forse il motivo è la fioritura di alcune piante, peli di animali domestici o alimenti per pesci secchi.

L'antigene trovato in laboratorio viene diluito più volte, raggiungendo una concentrazione alla quale non provoca alcuna reazione indesiderata. Aumentare gradualmente il dosaggio. Di conseguenza, l'allergia scompare e l'odore ritorna. L'unico aspetto negativo di questo metodo è la sua durata, la dipendenza può durare fino a diversi mesi.

A volte l'opportunità di aspettare così a lungo è semplicemente assente. Quindi il trattamento si basa sul corso di assunzione di determinati farmaci. Può essere:

  • Spray nasali antiallergici (nasobek, ifiral, ecc.);
  • Compresse e soluzioni con bloccanti dell'istamina (prevengono lo sviluppo di una reazione allergica): zirtec, fenistil, cetirizina;
  • Glucocorticosteroidi, i fondi vengono somministrati per via orale o sotto forma di iniezioni.

Intervento chirurgico

L'operazione, di regola, serve a garantire il pieno accesso dell'aria ai passaggi nasali. Uno dei tipi più comuni di tale intervento è la polipotomia nasale. Nella moderna pratica chirurgica, nella maggior parte dei casi, viene utilizzato un laser, poiché la rimozione dell'anello classico spesso porta alla ricaduta.

A volte con lieve ipertrofia della mucosa, può essere cauterizzata con sostanze chimiche - lapis, tricloroacetico o acidi cromici. Anche in alcuni casi, l'uso della corrente elettrica. Uno speciale strumento galvanocauterico viene inserito nella cavità nasale e viene trasportato lungo la sua parete per una profonda distruzione della mucosa.

Un metodo più radicale è la vasectomia. Viene eseguito in anestesia locale. Il medico esegue un'incisione sulla superficie della mucosa e separa la sua superficie superiore, distruggendo il tessuto sottomucoso.

Se tutti questi metodi sono inefficaci, viene utilizzata la resezione del tessuto ipertrofico. Usando le forbici o un anello, il medico rimuove le sezioni modificate della mucosa. Dopo l'operazione, segue un periodo di recupero piuttosto lungo, durante il quale l'epitelio normale del naso dovrebbe gradualmente crescere nell'area danneggiata.

Igiene della mucosa nasale per ripristinare l'olfatto durante la malattia

Durante i fenomeni atrofici e ipertrofici della mucosa, che spesso accompagnano l'infiammazione e le allergie, il suo funzionamento è significativamente compromesso. Ciò può essere aggravato dall'uso di alcuni agenti intranasali. Ecco cosa N.E. Boykova, Ph.D. a causa di cambiamenti imminenti nel percorso del risonatore ”.

Per normalizzare la condizione dell'epitelio della cavità nasale nella maggior parte dei casi, si possono raccomandare le seguenti misure:

  1. Idrata la mucosa con acqua di mare, ammorbidisce le croste dalle secrezioni indurite con l'aiuto di oli di origine vegetale (mandorla, pesca).
  2. Ventilazione frequente.
  3. Mantenimento di umidità sufficiente.
  4. Inalazione salina.
  5. Pulizia periodica a umido. Questa misura esclude un contatto eccessivo del paziente con antigeni, principalmente con polvere, che può causare un'ulteriore irritazione della mucosa.
  6. Accettazione di spray nasali contenenti oligoelementi utili (magnesio, potassio, rame, ferro). Questi farmaci includono acquamarina, aqualor, mare di otrivin.
  7. Bere molta acqua aiuterà a reintegrare l'umidità che viene consumata nella rinite e prevenire il naso secco..

Prevenzione

Per prevenire anosmia o iposmia, è importante escludere raffreddori o allergie, se possibile. È abbastanza difficile prevenire patologie meccaniche e congenite, ma di solito vengono rimosse chirurgicamente. Le malattie che sono direttamente correlate alla mucosa possono avere un carattere lungo e lento. Pertanto, anche dopo l'intervento chirurgico, è possibile la ricaduta (ritorno dei sintomi precedenti).

Uno dei prerequisiti importanti per il normale senso dell'olfatto e l'esclusione delle malattie della mucosa è lo stato stabile del sistema immunitario e nervoso. Per fare questo, è importante evitare nervosismo, sovraccarico, frequenti cambiamenti nelle routine quotidiane. È necessario mangiare correttamente e pienamente, in primavera è possibile assumere complessi vitaminici in consultazione con il medico.

Anche in uno stato sano, è importante prendersi cura dell'igiene della mucosa nasale, per mantenere un'umidità sufficiente in casa e negli ambienti di lavoro. Quando si visitano luoghi con una grande folla di persone (trasporti pubblici, riunioni, mostre), ha senso usare un unguento di ossolina, che proteggerà dalle infezioni trasmesse da goccioline trasportate dall'aria.

Il senso dell'olfatto è una parte importante della vita umana. In sua assenza, molti pazienti notano che il cibo diventa insipido, la ricreazione all'aperto senza i profumi di fiori e aghi sembra inferiore. Per mantenere questa importante capacità, è necessario prendersi cura del proprio corpo, per prevenire la cronicità delle malattie infettive.

Il senso dell'olfatto è scomparso: cosa fare per ripristinare l'odore e il gusto a casa

Quando un adulto non sente odori e sapori, non può vivere una vita piena e godersela. Tale violazione è sicuramente una deviazione dalla norma. Questo white paper è destinato a coloro che hanno perso l'olfatto. È meglio parlare con il proprio medico di quale sia la diagnosi e cosa fare in tale situazione. Evidenziamo solo le cause ed elenchiamo i trattamenti più comuni..

Varietà e cause di perdita dell'olfatto e del gusto

Tipi di odore

Descriviamo brevemente la condizione per diversi tipi di disturbi dell'olfatto:

  • anosmia generale: il senso dell'olfatto è completamente assente, cioè una persona inala qualsiasi aroma e il naso non ha odore;
  • anosmia parziale: una persona cattura alcuni odori e altri no;
  • anosmia specifica: è impossibile determinare uno o più odori;
  • iposmia completa - una generale riduzione della suscettibilità di tutti gli odori;
  • iposmia parziale: la percezione di determinati odori è ridotta;
  • disosmia (anche paraosmia e cacosmia) - gli odori non vengono riconosciuti correttamente (quelli piacevoli vengono sostituiti da quelli spiacevoli) o si avvertono odori inesistenti;
  • iperosmia generale - completa ipersensibilità a tutti gli odori;
  • iperosmia parziale - ipersensibilità ai singoli aromi;
  • agnosia: è presente l'olfatto, ma la persona non è in grado di caratterizzare gli odori.

Successivamente, descriviamo più in dettaglio i diversi tipi di disturbi dell'olfatto e analizziamo i fattori provocatori..

I medici chiamano la diminuzione dell'olfatto il termine iposmia. Se il senso dell'olfatto si perde, allora stiamo parlando di un altro disturbo: l'anosmia. Entrambi i casi possono essere interpretati come acquisiti e congeniti. La violazione acquisita della percezione degli odori si forma a causa di disturbi al naso o sullo sfondo di danni organici al sistema nervoso centrale, perdita dell'olfatto periferica e centrale, rispettivamente.

Una perdita completa dell'olfatto di natura congenita è associata a una struttura anormale o allo sviluppo inferiore del tratto respiratorio, del naso e della parte facciale del cranio. Il senso dell'olfatto esacerbato è indicato dal termine iperosmia, possono anche verificarsi distorsione della percezione degli odori - parosmia e allucinazioni olfattive. Per capire perché il senso dell'olfatto scompare nelle persone, devi familiarizzare con la classificazione. In base ai motivi che provocano l'anosmia periferica, è diviso in tipi.

Forme di anosmia

Anosmia respiratoria

L'anosmia respiratoria si sviluppa perché l'aria con odori che attraversano i passaggi nasali non entra nel compartimento periferico dell'analizzatore olfattivo. Ciò accade spesso con neoplasie maligne e benigne nel naso, curvatura del setto nasale, polipi, adenoidite, ipertrofia del concha nasale..

Anosmia funzionale

L'anosmia funzionale appare a causa del gonfiore dei tessuti del naso nella rinite allergica e nelle infezioni virali. Il disturbo si verifica anche come una deviazione concomitante nell'isteria e nella nevrosi. Eliminando la causa, il paziente ritorna al normale odore.

Anosmia essenziale

L'anosmia essenziale si verifica a seguito di danno tossico o tumorale, compressione intensa, trauma al rinofaringe e naso, atrofia e malnutrizione dell'epitelio olfattivo, ustioni del rinofaringe e focolaio di infiammazione. I fattori elencati inibiscono l'analizzatore olfattivo periferico.

Anosmia nell'età

L'anosmia legata all'età è il risultato di processi atrofici all'interno della mucosa nasale. L'epitelio mucoso è danneggiato, la cavità nasale è eccessiva e si verifica una perdita dell'olfatto senile.

Anosmia unilaterale

Lo sviluppo di anosmia o iposmia unilaterale è associato a danni al bulbo olfattivo e ad altre vie. Questo disturbo accompagna ascessi o tumori all'interno della fossa cranica di fronte, mentre anosmia e iposmia si osservano solo sul lato interessato.

Anosmia cerebrale

Quando l'anosmia cerebrale è localizzata nel centro corticale olfattivo, la sensazione di perdita dell'olfatto è speciale. Una persona riesce a determinare che una fragranza proviene da qualche parte, ma non è in grado di caratterizzarla.

In un numero enorme di casi di anosmia periferica, insieme a perdita dell'olfatto, la percezione del gusto diminuisce o è distorta, ne parleremo di seguito.

Malattie correlate agli odori

Consideriamo ulteriormente perché il senso dell'olfatto potrebbe scomparire.

La disfunzione dell'olfatto associata al sistema nervoso centrale, cioè l'anosmia intracerebrale, è spesso un sintomo, parte o conseguenza di una delle seguenti patologie:

  • Il morbo di Alzheimer;
  • disturbi circolatori cronici o acuti nel cervello sullo sfondo di aterosclerotici o altri processi;
  • etmoidite - un processo infiammatorio nel seno etmoide;
  • neoplasie cerebrali nella fossa cranica anteriore, ad esempio glioma frontale;
  • meningioma;
  • meningite;
  • encefalomielite disseminata;
  • aracnoidite - infiammazione sierosa delle meningi;
  • qualsiasi lesione alla testa (trauma cranico);
  • processi tumorali all'interno della fossa cranica;
  • patologia congenita sindrome di Kallman;
  • congestione nasale con naso che cola di varie eziologie;
  • temporanea perdita dell'olfatto nelle infezioni virali respiratorie acute, influenza e raffreddore;
  • diminuzione dell'olfatto con sinusite;
  • naso spesso che cola con rinite vasomotoria o batterica;
  • disturbo dell'olfatto dopo le gocce (alcune gocce vasocostrittive per il naso danno effetti collaterali con un uso prolungato);
  • polineuropatia (una malattia del diabete mellito).

Abbiamo elencato in quali malattie il senso dell'olfatto scompare. Se riscontri un tale sintomo, ciò non significa che hai tutti questi disturbi. Il motivo esatto può essere chiamato solo dopo l'esame. Un lungo ciclo di farmaci con effetto neurotossico, radioterapia nell'area della testa, inalazione di sostanze chimiche tossiche che influenzano negativamente il rinnovamento cellulare possono influire negativamente sul senso dell'olfatto. Lo stesso si può dire delle operazioni nel campo della neurochirurgia. Va aggiunto che, tra gli altri fattori, la perdita di gusto e olfatto negli individui è associata al fumo e alla vecchiaia..

Tipi di disturbi del gusto

Esistono le seguenti forme di disturbo nella percezione dei gusti:

  • disgeusia: percezione errata dei gusti, ad esempio una sensazione di amarezza a contatto con l'acido;
  • ipogeusia generale: l'incapacità di percepire i gusti di qualsiasi sostanza;
  • forma selettiva di ipogeusia - violazione della percezione del gusto di determinate sostanze;
  • agevzia generale - l'incapacità di provare gusti di base, come acido, dolce, salato e amaro;
  • una forma specifica di Agevzia è una diminuzione della suscettibilità delle caratteristiche gustative di determinate sostanze;
  • agevzia selettiva - problemi con riconoscimento di solo alcune sfumature di gusti.

Cause di disturbi del gusto

I fattori provocatori dei problemi di riconoscimento del gusto sono spesso:

  • paralisi parziale o completa del nervo facciale;
  • trauma cranico;
  • raffreddori;
  • cancro in bocca;
  • linguaggio geografico;
  • mughetto in bocca;
  • Malattia genetica di Sjogren;
  • epatite virale acuta;
  • radioterapia;
  • sindrome talamica;
  • carenza di zinco e vitamina B12;
  • effetti collaterali dei farmaci;
  • effetti della chirurgia dell'orecchio.

Le persone possono perdere la capacità di distinguere i gusti a causa di lesioni nella cavità orale o storia di fumo a lungo termine..

in caso di perdita dell'olfatto e del gusto, è necessario consultare un medico e l'automedicazione può essere pericolosa

Quale trattamento aiuta a ripristinare il senso dell'olfatto e del gusto?

Recupero generale dell'olfatto

Il primo passo in caso di compromissione del funzionamento dei sensi è una visita dal medico. Solo lui può determinare come trattare l'olfatto mancante. Di seguito, descriviamo metodi di recupero comuni. Quando il senso dell'olfatto tornerà e se arriverà affatto è sconosciuto, ma tuttavia tutte le raccomandazioni del medico devono essere seguite.

I migliori risultati nel trattamento sono prevedibili con deviazioni del trasporto nel senso dell'olfatto sullo sfondo di:

  • rinite allergica;
  • rinite batterica;
  • sinusite;
  • polipi;
  • danno organico alla cavità nasale;
  • processi tumorali.

Spesso la capacità di captare gli odori ritorna alle persone dopo:

  • cura completa per le allergie;
  • terapia antibiotica generale e locale;
  • l'uso di corticosteroidi;
  • escissione di polipi nel naso;
  • correzione del setto nasale;
  • trattamento chirurgico per sinusite iperplastica cronica.

Molti pazienti chiedono ai medici come ripristinare l'olfatto perduto da tempo. Il fatto è che una visita precoce da un medico aumenta le possibilità di successo del trattamento. E in caso di abbandono delle malattie, la probabilità di una cura completa è molto più bassa. È per questo motivo che devi andare immediatamente in ospedale e cercare fattori scatenanti, se hai posato le orecchie, non senti il ​​gusto dei prodotti, periodicamente durante il giorno o solo la sera l'odore scompare. Forse questi sono sintomi di una malattia latente in via di sviluppo..

Raccomandazioni per il trattamento del raffreddore comune

Spesso le persone si lamentano dei problemi con l'olfatto e l'organo del gusto proprio con il raffreddore. Quindi, affinché questo trattamento abbia successo, crea le condizioni adatte nella tua casa. Fai una doccia calda prima di andare a letto. Mantenere un'umidità del 60-65% a casa, misurarla con un igrometro e, se necessario, utilizzare umidificatori e ionizzatori. Ventilare l'appartamento o la casa più spesso, evitando microclima troppo caldo. Bere molte bevande calde come brodo di pollo, tisane e acqua limpida aiuta anche a recuperare più velocemente..

Abbiamo chiamato misure di supporto e le medicine sono prescritte da un medico. Quindi parleremo di quali direzioni di trattamento esistono in assenza di odore e gusto.

Bagni a contrasto

In assenza di odore o predisposizione a varie malattie, viene prescritto un trattamento complesso. Si ritiene che i bagni a contrasto siano utili per raffreddori frequenti, poiché migliorano l'immunità..

Inalazione

Se il medico associa una perdita dell'olfatto e del gusto a un naso che cola, prescriverà il trattamento appropriato. Si raccomanda spesso di collegare anche rimedi popolari. A casa è facile fare l'inalazione, che richiederà:

  • acqua bollente - 200 millilitri;
  • succo di limone - 10 gocce;
  • olio essenziale di lavanda - 5 gocce;
  • olio essenziale dell'albero del tè - 5 gocce;
  • olio essenziale di menta piperita - 5 gocce.

Non appena viene preparata la soluzione aromatica, puoi respirarla in coppia. Inspira alternativamente ciascuna narice. L'intera procedura richiede 10 minuti o poco più. Corso completo - 10 inalazioni.

Farmaci popolari per il naso

Se il paziente lamenta mancanza di odore, il medicinale viene selezionato solo dal medico, in base alla diagnosi. Se i problemi sono associati a un naso che cola, i seguenti farmaci possono aiutare:

Con l'uso corretto di questi farmaci, i vasi sanguigni si restringono, la sensibilità dei recettori epiteliali ritorna. Dopo il corso, la condizione viene notevolmente alleviata nei processi infettivi acuti e il naso che cola scompare.

Per uccidere i virus che più spesso provocano disturbi respiratori, usa l'unguento ossolinico. E anche in questa direzione Arbidol funziona alla perfezione.

Lo spray Aqualor e l'aerosol Bioparox sono efficaci anche contro il raffreddore.

Sappi che la terapia antibiotica può essere eseguita solo sotto la supervisione di un medico quando le forme complesse del raffreddore comune, ad esempio croniche, sono disturbate. Se viene diagnosticato un naso che cola batterico, è consigliabile l'uso di antibiotici:

Quando una reazione allergica è la causa di disturbi, un naso che cola e altri sintomi vengono trattati con antistaminici, come:

Risciacquo nasale con un raffreddore

Per rimuovere il muco dai passaggi nasali e idratarli efficacemente, preparare una soluzione salina composta dai seguenti componenti:

  • acqua - 1 tazza;
  • sale - 1 cucchiaino.

Puoi anche usare la soluzione salina, i preparati Aqualor, Aquamaris e i loro analoghi. Il risciacquo viene eseguito come segue: raccogliamo il liquido con una siringa, ci pieghiamo sul lavandino e giriamo la testa di lato. Versare delicatamente la soluzione in una narice, il flusso passa attraverso il setto nasale e scorre dalla seconda narice. Il lavaggio nasale completa il trattamento di varie malattie del naso e del rinofaringe. Si consiglia di eseguire questa procedura sicura a casa tre volte al giorno. Alcuni esperti raccomandano di aggiungere 2 gocce di iodio a ciascuna porzione del risciacquo..

Ricetta popolare con propoli per il naso

Per ripristinare rapidamente la capacità di catturare sapori e odori, puoi usare un rimedio naturale, è facile prepararlo, per questo prendiamo:

  • propoli - 1 parte;
  • burro - 3 parti;
  • olio vegetale - 3 parti.

Mescolare tutti gli ingredienti, immergere i bastoncini di cotone con il prodotto e adagiarli in entrambe le narici. Il tempo di esposizione è di un quarto d'ora. Questa semplice manipolazione viene eseguita al mattino e alla sera..

Come trattare un disturbo del gusto?

Elenchiamo i farmaci più popolari che vengono utilizzati per ripristinare la percezione del gusto:

  • Hyposalix: idrata la cavità orale;
  • L'eritromicina è un antibiotico della classe Macrolide;
  • Captopril - un farmaco per il trattamento dell'ipertensione e dell'insufficienza cardiaca cronica;
  • Meticillina: un farmaco per la somministrazione intramuscolare;
  • L'ampicillina è un antibiotico semisintetico usato contro le infezioni
  • malattie;
  • Timalin è una soluzione per somministrazione intramuscolare;
  • Zincteral - un farmaco per saturare il corpo con zinco;
  • Immunale - un farmaco immunostimolante.

È particolarmente necessario essere trattati con cura durante la gravidanza in modo che i farmaci non influenzino il bambino. Inoltre, dopo la nascita, i farmaci dovrebbero essere attentamente selezionati, poiché molte sostanze passano nel latte materno.

La violazione del senso dell'olfatto e la distorsione del gusto sono sintomi gravi che indicano malfunzionamenti nel corpo. Molto spesso, con un trattamento tempestivo per il medico, si verifica un completo recupero dalla malattia. Il trattamento precoce aumenta le possibilità di recupero e normale funzionamento dei sensi. Non dovresti scrivere nei forum e cercare strumenti magici su Internet. In ogni caso, il trattamento sarà diverso, a seconda della causa principale. Se si sospetta una compromissione dell'udito e / o una percezione del gusto, contattare uno specialista e dichiarare completamente i propri reclami.

Perdita dell'olfatto - un sintomo caratteristico del coronavirus

Il rinologo britannico spiega perché l'anosmia può essere un sintomo chiave di COVID-19.
La vita in quarantena non è così difficile quando si ha ancora l'olfatto. Mi sono reso conto che qualcosa era cambiato nella mia vita circa due settimane fa. Da due giorni, ho mostrato sintomi lievi caratteristici di COVID-19, una malattia causata dal nuovo coronavirus: dolore alla testa e al corpo, affaticamento e una leggera temperatura. Di notte ho avuto forti brividi. Tutto sommato, sono relativamente fortunato. Anche se non so per certo di avere un'infezione da coronavirus, perché in quel momento non ho avuto l'opportunità di cercare un test che potesse essere applicato. Ma solo dopo che i sintomi dell'influenza si sono attenuati, ho capito che non potevo sentire l'odore del cibo. In effetti, ero privato dell'olfatto. Ho perso uno dei pochi piaceri rimasti che una persona che viveva in isolamento da sé nel 2020 nell'era di una pandemia potrebbe avere: la capacità di mangiare stando seduto sulla TV e respirando il suo aroma.

L'odore della "morte" sintetica

Non ho sentito l'odore. Era una sorta di completa mancanza di informazioni sensoriali. Qualcosa balenò nel mio naso ogni volta che appariva un odore esterno. Lo descriverei come l'odore della "morte" sintetica, come una specie di incendio chimico che bruciava nelle profondità della mia cavità nasale e lasciava molte terminazioni nervose danneggiate. Quando emanava un odore, poteva solo attivare i nervi bruciati, come un vento che solleva ceneri. A volte l'odore penetrava nel "fumo", ma il mio naso funzionava in modo limitato, circa il 5-10% della sua normale funzionalità. Ma spesso mi sembrava che la parte posteriore del mio naso fosse "ai piedi della California durante la stagione degli incendi".

La perdita dell'olfatto e del gusto può essere un segno di coronavirus
Negli studi su pazienti in Corea del Sud, Cina e Italia, è stata osservata un'improvvisa perdita dell'olfatto e del gusto senza gli altri classici sintomi di Covid-19 sotto forma di tosse o febbre. Circa un terzo dei pazienti in Corea ha riferito ai propri medici di odore (anosmia o iposmia) in casi lievi di malattia. La Germania riferisce che anche più di due pazienti su tre con Covid-19 confermato hanno riferito di anosmia. Rapporti dall'Iran, dove l'epidemia si sta attualmente sviluppando rapidamente, indicano un improvviso aumento dei casi di anosmia isolata - gli esperti scrivono su ENT UK, il sito web professionale dell'otorinolaringoiatra nel Regno Unito.

Anosmia - Un sintomo comune di COVID-19

Anosmia significa una completa perdita dell'olfatto, accompagnata da una diminuzione o mancanza di appetito. Il cibo perde gusto durante la notte. L'iposmia è una parziale perdita dell'olfatto. Sia l'anosmia che l'iposmia sono ben noti alle persone con raffreddore, con infezioni del tratto respiratorio superiore. L'anosmia post-virale, come leggiamo sul sito web ORL nel Regno Unito, è una delle principali cause di perdita dell'olfatto negli adulti, rappresentando fino al 40% di tutti i casi di anosmia.

Nel caso del coronavirus, la perdita dell'olfatto può essere il sintomo principale di una forma molto lieve di COVID-19. La professoressa Claire Hopkins della British Rhinological Society e il prof. Nirmal Kumar della British Association of Otorhinolaryngology ha pubblicato una dichiarazione congiunta in questo caso, in cui leggiamo che l'analisi dei dati disponibili da diversi paesi e le loro stesse osservazioni li hanno portati a concludere che la perdita dell'olfatto potrebbe essere un marker di infezione COVID-19.

Molti pazienti in tutto il mondo che hanno avuto un test positivo per il coronavirus hanno riportato la perdita dell'olfatto e del gusto come gli unici sintomi, senza sintomi generalmente riconosciuti come febbre e tosse, scrivono gli esperti. L'assenza di altri sintomi di infezione significa che è probabile che la maggior parte delle infezioni sfugga alla nostra attenzione. COVID-19 asintomatico è uno dei motori dell'epidemia di diffusione..

Ho parlato con persone che vivono a New York. Ecco l'epicentro dell'infezione da coronavirus. Conosco personalmente almeno tre persone che credono di avere COVID-19 e di aver perso l'olfatto a causa dell'infezione. In realtà, questo sta diventando un sintomo abbastanza comune. Per scoprire come e quanto spesso accade, ho chiamato Claire Hopkins, professore di rinologia al King's College di Londra, consulente di chirurgia dell'orecchio, del naso e della gola. Come presidente della British Rhinological Society, Hopkins ha rilasciato una dichiarazione il mese scorso per conto di un'organizzazione in cui
racconta la diffusione di casi di malattia, accompagnata da perdita dell'olfatto. Ciò suggerisce che l'anosmia è un sintomo di un'infezione da coronavirus che è diventata una pandemia in tutto il mondo..

"Spesso osserviamo l'anosmia post-virale", ha detto Hopkins, spiegando che questo fenomeno è di solito osservato in pazienti con raffreddore che, a causa della congestione nasale, hanno perso alcune delle loro capacità. Ma all'inizio della pandemia, ho visto quattro pazienti giovani e sani, ma che, in assenza di altri sintomi, hanno perso l'olfatto. Allo stesso tempo, ho preso parte ai forum online di medici - colleghi italiani, che hanno notato che tra i medici in prima linea nella lotta contro l'epidemia c'erano molte persone che hanno perso l'olfatto. Si può presumere che questo possa essere un segno di un decorso asintomatico di una malattia infettiva. ".

"Tra i medici in prima linea nella lotta contro l'epidemia, ce n'erano molti che persero il senso dell'olfatto".

A questo punto, Hopkins aveva una scelta che riguardava il tema dell'etica medica. Da un lato, non c'erano molte prove sottoposte a revisione paritaria, che citavano quali scienziati e medici di solito basavano le loro decisioni sulla relazione tra COVID-19 e anosmia. In tempi normali, non sarebbe etico per la British Rhinological Society dichiarare una possibile connessione.

Ma ora è un'altra volta, e ha iniziato a temere che i suoi colleghi in quest'area fossero a rischio, soprattutto a rischio grave, perché essere un medico ORL significa lavorare con i pazienti usando strumenti per esaminare parti del viso e della testa. Le persone possono tossire o starnutire o non avere alcun sintomo. A quel tempo, Hopkins usava solo dispositivi di protezione individuale (DPI) quando osservava pazienti con difficoltà respiratorie, tosse o febbre, e probabilmente anche molti dei suoi colleghi lo facevano. I rapporti sul sistema sanitario hanno iniziato a indicare che un'alta incidenza di COVID-19 è stata diagnosticata dai medici ENT. Poiché parte del suo lavoro consisteva nel monitorare la sicurezza dei suoi colleghi, decise di rendere pubblici i dati ottenuti dal monitoraggio dei pazienti con coronavirus.

"Pensavo che se potessimo considerare la perdita dell'olfatto come uno dei fattori scatenanti del processo di infezione, potremmo davvero ridurre il rischio di un'ulteriore trasmissione".

I ricercatori del Kings College di Londra hanno sviluppato un'applicazione per documentare i dati di ricerca del coronavirus. "L'app ora ha circa 2 milioni di utenti", afferma Hopkins, poiché agli inglesi viene consigliato di registrare i loro sintomi quotidianamente, anche se si sentono bene. L'obiettivo è di saperne di più su come inizia il processo di infezione e per determinare quali sintomi si verificano in ogni fase della malattia. ".

Quando Hopkins pubblicò per la prima volta una dichiarazione della società rinologica, nell'appendice, la perdita dell'olfatto non era inclusa nei sintomi. Ma ha contattato il team di sviluppo e li ha convinti ad aggiungere questa funzione..

"Senti... È qualcosa di spiacevole!"

Secondo Hopkins, il team di sviluppo ha rilasciato una dichiarazione questa settimana affermando che insieme alla febbre alta, la perdita dell'olfatto è "il sintomo più forte per prevedere l'infezione".

Hanno scoperto che il 60% dei pazienti con un risultato del test positivo ha perso l'olfatto, mentre in quelli con un risultato del test negativo, solo il 18% ha avuto sintomi di anosmia.

Questo è un sintomo più specifico di un aumento della temperatura, che di solito si trova in coloro che hanno un risultato negativo. Hopkins afferma che questa volta "qualsiasi persona con una perdita dell'olfatto dovrebbe essere auto-isolata e idealmente testata per il virus". Questo è uno dei primi segni di patologia. Hopkins sta lavorando con un gruppo di circa 2.500 pazienti che sta monitorando e, sebbene l'esatta tempistica dell'anosmia sia ancora poco chiara, afferma che uno su quattro ha perso l'olfatto prima che compaiano altri sintomi. In un terzo dei pazienti, questo sintomo si sviluppa più o meno contemporaneamente ad altri sintomi. Ci sono casi di perdita dell'olfatto sullo sfondo di un'infezione già confermata dopo il verificarsi di altri sintomi caratteristici.

Mi chiedevo perché questo stesse accadendo? E in particolare, perché sento l'odore della "morte" sintetica? Hopkins ha affermato che la maggior parte dei pazienti riferisce una perdita dell'olfatto davvero grave. Quando provano a sentire qualcosa, falliscono. Il mio amico mi ha detto che stava cercando di annusare caffè o candele, ma non ne è venuto fuori nulla. ("Cipolla", ha detto, "ha sfondato le difese".) Ma Hopkins dice che alcune persone hanno descritto "disosmia" in quel modo - "quando senti l'odore, e in qualche modo puzza... altro." Sarà qualcosa di molto spiacevole. ".

"Pensiamo che ci siano problemi con i recettori, quindi il riconoscimento del pattern è compromesso", afferma Hopkins. "Ma ci sono altri nervi nel naso." Ad esempio, esiste un nervo trigemino che rileva fumi dannosi, quindi provoca una reazione dolorosa. Serve anche per la termoregolazione. Ma può captare odori chimici. Quindi, quando si inala l'odore di mentolo o "aroma" del liquido detergente, in realtà stimola il nervo trigemino. Quando il naturale senso dell'olfatto scompare, si ottiene ancora una certa stimolazione di fondo attraverso altri percorsi che le persone spesso percepiscono come un odore sgradevole. Pertanto, la perdita dell'olfatto maschera questo odore di sottofondo ”.

"La perdita dell'olfatto blocca l'odore di fondo".

Apparentemente, tutto ciò è dovuto al modo in cui il virus "radica" nella parte posteriore del naso. "Quello che sappiamo è che in realtà è una sorta di danno al nervo olfattivo e al sistema olfattivo stesso", afferma Hopkins. “A differenza della perdita dell'olfatto dovuta al comune raffreddore, la maggior parte dei pazienti con COVID-19 non ha alcun blocco fisico. L'odore ritorna, ma i recettori sono danneggiati. In particolare, il coronavirus può danneggiare il nervo e quindi passare lungo il nervo olfattivo al bulbo olfattivo e danneggiarlo ", aggiunge Hopkins. - Fortunatamente, i nervi olfattivi sono in grado di recuperare, quindi vengono utilizzati negli studi sulle lesioni del midollo spinale. In questo modo, possono essere rigenerati e il tuo senso dell'olfatto può tornare. ".

Questa è stata una domanda piuttosto importante per me. Direi che c'è stato un significativo miglioramento del benessere, ma ci sono momenti in cui si verifica una "morte" sintetica. "Certo, ci sono persone che soffrono di grave anosmia dopo infezioni post-virali", afferma Hopkins. "Sappiamo che puoi perdere il tuo olfatto per sempre." I coronavirus sono noti per causare perdita a lungo termine..

Ovviamente, è troppo presto per parlare della percentuale di pazienti con COVID-19 che avranno questo sintomo, ma se si guardano gli studi relativi al virus, almeno i due terzi dei pazienti recupereranno il loro olfatto. Ciò significa che uno su tre non sarà in grado di ripristinare completamente il proprio olfatto. Almeno il 60% delle persone sotto la nostra osservazione ha riportato un miglioramento in due settimane. Oggi continuo a osservare e studiare la situazione "..

Perdita di gusto con coronavirus

Ho sempre avuto l'impressione che il gusto e l'olfatto siano indissolubilmente legati, che questi due sensi utilizzino le stesse sostanze chimiche alimentari per trasmettere informazioni al cervello. Questo non è del tutto vero..

"Ciò che effettivamente sentiamo è dolce, acido, salato, amaro", afferma Hopkins, "e in effetti ciò che chiamiamo" gusto "o" aroma "è legato al senso dell'olfatto. Pertanto, quando mangiamo, respiriamo attraverso il naso, annusiamo il nostro cibo, descriviamo questo aroma. Quando si perde l'olfatto, il cibo ha un gusto molto semplice. " "La gente riferisce di aver perso il gusto", aggiunge, ma questo è qualcosa di illusorio.

“Alcuni pazienti affermano che è difficile per loro discernere un sapore salato, aspro e amaro e che hanno uno strano sapore metallico in bocca. Pertanto, si può presumere che l'infezione stessa influenzi il gusto e questo, ovviamente, richiede ulteriori studi. Ciò suggerisce che potrebbero esserci altri effetti del virus sul sistema nervoso centrale. Abbiamo anche visto persone che descrivevano cambiamenti uditivi. Ci sono altri effetti, come mal di testa, sonnolenza e gravi problemi con il sistema nervoso centrale. ".

Si è rivelato non essere così serio. Naturalmente, questo è banale rispetto a ciò che sopravviveranno molte persone infette. Ma per quanto riguarda il senso dell'olfatto, sembra che tornerà alla maggior parte delle persone. Hopkins afferma che non è necessario consultare un medico se si perde l'olfatto durante una pandemia. Supponiamo di avere COVID-19 e di auto-isolamento. Prova a "allenare il tuo olfatto" per stimolare il nervo e favorire il recupero. Non ci sono trattamenti specifici. Tutto dipende dalle caratteristiche individuali del corpo, da come interagisce con il mondo esterno, in cui ci sono microrganismi patogeni mortali che possono distruggere le nostre vite..