Perché si verifica l'allergia ai pollini e come viene trattata?

Analisi

L'allergia ai pollini (febbre da fieno, febbre da fieno) è un gruppo di malattie allergiche causate dal polline delle piante. È caratterizzato da manifestazioni infiammatorie acute della pelle e delle mucose. In Russia, la malattia colpisce circa il 15% della popolazione. Inoltre, fino a 14 anni, la maggior parte dei ragazzi soffre di allergie e dopo 14 anni le ragazze. Come identificare e trattare in tempo le allergie ai pollini?

Meccanismo di sviluppo

La violazione si basa sull'ipersensibilità al polline delle piante. Nella mucosa della faringe, della laringe, degli occhi e del naso ci sono recettori speciali, nonché cellule immunitarie (neutrofili, macrofagi). Quando il polline entra in contatto con questi recettori, i macrofagi vengono attivati. A loro volta, rilasciano istamina nello spazio circostante. Quest'ultimo si espande e aumenta la permeabilità dei capillari sanguigni. Di conseguenza, una grande quantità di acqua entra nei tessuti periferici dal sangue, il muco viene rilasciato. Insieme all'acqua, altre sostanze attive che migliorano le manifestazioni della malattia provengono dal sangue. Tutto ciò crea le condizioni per la comparsa di edema, congestione nasale, lacrimazione, starnuti.

Un'allergia si sviluppa su uno o più gruppi di piante. La maggior parte delle persone colpite dalla febbre da fieno sono quelle che coltivano fiori, ortaggi e colture da frutto..

Le ragioni

I fattori provocatori della febbre da fieno sono il polline di alberi, fiori, arbusti ed erbe infestanti. Viene stabilita la relazione tra la stagione e il periodo di maturazione delle piante. In base alla frequenza di insorgenza della malattia, si distinguono tre periodi di punta. Il primo cade alla fine di aprile - l'inizio di maggio. In questo momento, predominano le allergie alla fioritura di quercia, salice, noce, frassino, mela, betulla, acero, olmo, lillà, conifere e pioppo..

Il secondo periodo cade da giugno ad agosto. I cereali prosperano in questi mesi. Questi includono erba di grano, falò, segale, mais, bluegrass. A giugno appare la lanugine di pioppo. A differenza del polline delle piante, non provoca sintomi pronunciati di patologia. Anche il tiglio fiorisce questo mese..

Il terzo periodo è in autunno. A settembre, la concentrazione di polline d'erba è stata aumentata nell'aria. Ambrosia, quinoa, canapa e dente di leone hanno la massima attività allergenica..

Sintomi

Le allergie al polline sono caratterizzate da un quadro clinico caratteristico. Combina i sintomi di danno alle mucose degli occhi, della cavità nasale e del tratto respiratorio. Negli adulti, prima di tutto, ci sono manifestazioni di congiuntivite: una sensazione di un corpo estraneo, bruciore, prurito, arrossamento della congiuntiva, fotofobia, lacrimazione abbondante e gonfiore delle palpebre. Allo stesso tempo, i segni di rinite sono in aumento: prurito nel rinofaringe e nel naso, dolore nei seni frontali e mascellari (a volte negli spazi parotidi), frequenti starnuti.

Il tasso di sviluppo e la gravità delle manifestazioni dipendono dalla quantità di polline inalata da una persona. Più è grande, più è difficile la malattia. Quando l'impollinazione delle piante è completata, le reazioni del corpo si indeboliscono e gradualmente scompaiono.

Nei bambini, la febbre da fieno si sviluppa dopo 3 anni. Durante questo periodo, l'immunità del bambino non è completamente formata ed è più esposta all'ambiente. I tratti distintivi della febbre da fieno includono:

  • naso che cola, congestione nasale, prurito al rinofaringe, starnuti costanti;
  • eruzioni cutanee;
  • irritazione e arrossamento della mucosa degli occhi, gonfiore delle palpebre e lacrimazione abbondante;
  • difficoltà respiratoria causata dal gonfiore della gola;
  • disturbi neurologici: pianto, nervosismo, malumore;
  • mal di testa, sudorazione eccessiva (in rari casi);
  • affaticamento, sonnolenza costante, apatia, mancanza di appetito, debolezza generale del corpo.

Diagnostica

Un esame allergologico è una misura obbligatoria che consente di determinare cosa ha provocato esattamente una reazione negativa. Il paziente viene applicato superficialmente o intradermicamente (graffio, iniezione) con il presunto allergene. Dopo qualche tempo, vengono analizzate le manifestazioni locali. Se si verificano arrossamento della pelle, forte prurito o gonfiore, significa che la persona è malata di febbre da fieno.

Per la diagnosi di laboratorio, viene eseguito un prelievo di sangue per la ricerca. La norma degli eosinofili nel sangue è l'1-5% del numero totale di cellule del sangue. Se questi limiti vengono superati, c'è motivo di credere che il corpo sia predisposto alle allergie.

I metodi diagnostici immunologici non sono meno informativi. Il sangue viene testato per il contenuto di immunoglobuline di classe E (proteine ​​specifiche). Con la febbre da fieno, la loro concentrazione aumenta bruscamente.

Trattamento

Un'allergia al polline viene trattata secondo una metodologia dettagliata. Con un significativo deterioramento delle condizioni del paziente, viene prescritta una terapia intensiva. Ha lo scopo di ridurre la secrezione di muco, alleviare il gonfiore delle mucose del naso e degli occhi e migliorare la funzione respiratoria..

Nella lotta contro la malattia, vengono utilizzati antistaminici. Nelle forme acute di allergie, vengono somministrate per via intramuscolare e endovenosa. Se non ci sono miglioramenti, passano alle forme di dosaggio orale. Le medicine di questo gruppo includono: Loratadin, Suprastin, Tavegil, Diazolin. Il regime di ricezione e la dose sono selezionati dal medico curante.

Farmaci vasocostrittori diffusi - Oxymethazoline, Galazolin, Naphthyzine. Fanno parte di un gruppo di sostanze che agiscono sui recettori adrenergici. L'eccitazione di quest'ultimo porta a un restringimento dei vasi sanguigni periferici, riduce i sintomi di allergia, allevia il gonfiore, elimina la congestione nasale e la rinite e facilita la respirazione. Per evitare l'infezione secondaria e lo sviluppo di un processo purulento, vengono utilizzati Nazol, Evkazolin, Zirtek, Farial, Allergodil, Tizin e altri.La frequenza d'uso delle gocce nasali è 2-3 volte al giorno.

Con segni di congiuntivite, viene instillata una soluzione albucida. Opatanol, Cromohexal, Ketotifen, Zodak sono considerati ugualmente efficaci colliri. Con le formazioni ulcerative, vengono mostrati unguenti ormonali: Elokom, Advantan, Lorinden, Celestoderm. I prodotti non ormonali che alleviano il prurito e l'infiammazione includono Elidel, Fenistil, Bepanten, Gistan, Vundekhil.

Nel periodo di remissione, viene utilizzata l'iposensibilizzazione specifica. Questo termine si riferisce all'abitudine graduale del corpo all'azione dello stimolo. Al paziente vengono somministrate dosi minime giornaliere di allergeni pollinici purificati. Non provocano una reazione incontrollata del corpo. In questo caso, si sviluppa resistenza a determinati tipi di sostanze allergeniche. L'ipersensibilità viene eseguita in corsi fino a quando non si ottiene un effetto positivo duraturo..

Prevenzione

Un metodo efficace per la prevenzione della febbre da fieno è l'eliminazione del contatto con il polline. L'ottimale sarebbe un cambio di residenza temporaneo. Altre raccomandazioni dovrebbero essere seguite..

  • Trascorri la pulizia con acqua più spesso nel soggiorno. Ridurre mobili e moquette. Conservare biancheria da letto, piumini, cuscini di piume e libri in condizioni appropriate (in copertine resistenti, in un armadio chiuso). Ciò ridurrà il rischio di diffusione di particelle di polvere..
  • Nella stagione calda, astenersi dal camminare. Si consiglia inoltre di limitare il soggiorno in luoghi di congestione delle piante (campi, giardini). Se ciò non è possibile, cambia i vestiti immediatamente dopo il ritorno a casa..
  • Non asciugare i vestiti dopo il lavaggio..
  • Con il bel tempo e dopo la pioggia, ventilare l'appartamento. Allo stesso tempo, appendi un foglio umido su finestre e porte aperte..
  • Fai una doccia almeno 2 volte al giorno.
  • Evitare l'uso di profumi, deodoranti sintetici e altre sostanze odorose.
  • Trattare le malattie infettive e allergiche in tempo.

Inoltre, gli esperti medici non raccomandano animali domestici. I peli di animali domestici hanno una forte proprietà allergenica. Non meno importante è la preparazione preventiva pre-stagionale del corpo. Implica l'assunzione di farmaci che riducono la suscettibilità agli allergeni pollinici. I più famosi sono Zaditen (ketotifen) e Intal (acido cromoglicico).

L'allergia ai pollini è una malattia stagionale comune. Si manifesta con reazioni del sistema immunitario sotto forma di danno alle mucose degli occhi e del tratto respiratorio superiore. Le malattie sono colpite da bambini e adulti. Per evitare conseguenze pericolose, avrai bisogno dell'aiuto di un allergologo. Il trattamento include l'assunzione di antistaminici e vasodilatatori, pomate ormonali.

Per curare, non fermarsi: il medico: come sbarazzarsi di un'allergia al polline

L'allergia stagionale in Bielorussia si allunga a lungo: può verificarsi all'inizio di marzo e durare fino a ottobre.

La stagione delle allergie in Bielorussia è già in pieno svolgimento: secondo il medico, si dovrebbe combattere non con i sintomi, ma con la malattia stessa - l'allergia è irta di reazioni acute molto pericolose.

Sputnik si rivolse all'allergologo presso il Lode Medical Center: impararono a riconoscere la febbre da fieno, cosa fare per facilitare il suo decorso ed è possibile liberarsene per sempre.

Stagione delle allergie in Bielorussia in pieno svolgimento

La causa delle allergie stagionali è spesso il polline delle piante, quindi si verifica quasi contemporaneamente (a volte fino ai numeri).

"I primi pazienti sono venuti da noi un mese fa. Il polline tende a essere trasportato fino a mille chilometri: la fioritura attiva potrebbe non iniziare in Bielorussia, ma si è riscaldata bruscamente all'inizio di marzo; il vento ha portato il polline da sud e le persone che soffrono di questa malattia hanno persino sentito la sua piccola concentrazione nell'aria ", ha detto l'allergologa di Sputnik Tatyana Litvinova.

Secondo l'esperto, le allergie stagionali si allungano a lungo nella repubblica: possono verificarsi dall'inizio di marzo e continuare fino a ottobre, se le condizioni meteorologiche sono abbastanza calde.

"Ci sono tre stagioni di impollinazione in Bielorussia. La prima - la prima - si verifica a marzo, aprile e inizio maggio, il polline degli alberi: ontano, betulla, nocciola, funge da allergene. Nella seconda stagione - da metà maggio a metà luglio - l'impollinazione dei prati "erbe. E le ultime erbe impollinate vengono impollinate, tra cui l'allergene più aggressivo è l'assenzio", ha spiegato Litvinova..

Come riconoscere le allergie stagionali

Secondo un allergologo, spesso le persone non si rendono conto di soffrire di un'allergia: attribuiscono i sintomi familiari a un freddo, fuori stagione. Alcuni bielorussi vengono prima curati per anni da terapisti.

"Clinicamente, le allergie si manifestano più spesso con prurito agli occhi, lacrimazione, naso che cola e starnuti; sulla strada, una persona è peggio che in un appartamento e la cosa più difficile è in campagna, dove la concentrazione di polline è più alta", ha spiegato l'allergologo.

Puoi distinguere le allergie dai raffreddori da una serie di segni, dice il medico: con le allergie, non c'è temperatura e sintomi di intossicazione, il malessere appare allo stesso tempo ogni anno e non vi è alcun effetto del trattamento antibiotico.

Metodi diagnostici e trattamento

Per diagnosticare una specifica allergia, è necessaria una consulenza specialistica. In Bielorussia sono disponibili due metodi: esami cutanei e esame del sangue per immunoglobuline specifiche. Entrambi, secondo Litvinova, sono convenienti, veloci e abbastanza istruttivi..

"Se è stata stabilita un'allergia ai pollini, ci sono due modi per trattarla. Con una terapia sintomatica più comune, viene prescritto un antistaminico per aiutare le persone a sopravvivere meglio alla stagione, alleviare la condizione alleviando i sintomi. Tuttavia, ciò non influisce sul futuro: i problemi torneranno l'anno prossimo." - spiegò l'allergologo.

Secondo lei, un'opzione di trattamento radicale merita attenzione - immunoterapia specifica, in cui, nel periodo autunno-inverno, gli allergeni vengono somministrati al paziente secondo un certo schema, abituando così il sistema immunitario a rispondere correttamente.

"Un metodo abbastanza efficace (80-85%), ma non veloce: di norma, i corsi di trattamento devono essere seguiti per 3-5 anni. Il trattamento radicale consente a una persona di migliorare drasticamente le proprie condizioni o di eliminare le allergie", ha affermato Tatyana Litvinova.

Secondo il medico, i pazienti dovrebbero ricorrere al secondo metodo di trattamento, soprattutto poiché in Bielorussia è disponibile l'immunoterapia specifica sia in cliniche statali che private.

Più comune nei bambini?

Una manifestazione più attiva delle allergie stagionali nei bambini è un mito, dice lo specialista. "L'allergia ai pollini viene diagnosticata in modo estremamente raro nei bambini di età inferiore ai tre anni: nonostante il fatto che siano stati istituiti casi rari nei bambini di un anno, i bambini di età pari o superiore a cinque anni ne sono più sensibili", ha spiegato l'allergologo.

Tra gli adulti, ha condiviso Litvinova, il picco cade in giovane età - 20-30 anni: un'allergia è una reazione eccessivamente violenta del sistema immunitario, che deve essere forte per tale attività. L'allergia è meno comune in età avanzata - a 40-50 anni.

Come prepararsi alle allergie stagionali

Non può esserci profilassi medica, afferma l'allergologo. L'unica opzione per prepararsi a un incontro con le allergie è quella di effettuare l'immunoterapia specifica menzionata. Ma non ha senso rimuovere in anticipo i sintomi inesistenti: si consiglia di iniziare a prendere i farmaci 5-7 giorni prima dell'inizio dell'impollinazione o alle prime manifestazioni cliniche.

È possibile alleviare la condizione attraverso misure igieniche, poiché particelle di polline finemente disperse si depositano sulla pelle e sui capelli: dovresti lavare il viso più spesso, sciacquare le narici con soluzione salina quattro volte al giorno, fare una doccia e lavare i capelli. Coloro che hanno un'allergia sono particolarmente acuti, è meglio stare meno all'aperto con tempo asciutto, caldo e ventoso, non lasciare la città, aprire finestre meno spesso ed effettuare la pulizia a casa la sera.

"In caso di allergia ai pollini, si raccomanda anche una dieta ipoallergenica, poiché i prodotti possono rafforzarla (stiamo parlando di allergie combinate e cross-food). Ad esempio, se il polline degli alberi è un allergene, mele, pere, noci e linfa di betulla dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Se l'assenzio - miele e qualsiasi erba comunemente usata nella vita di tutti i giorni - camomilla, calendula, cardo mariano, sono controindicati ”, ha condiviso Tatyana Litvinova.

Come ultima opzione

Secondo un allergologo, con allergie ai pollini, le reazioni acute non sono escluse, inclusa la bronchite asmatica e l'asma bronchiale.

"I farmaci antistaminici (antiallergici) hanno una varianza piuttosto ampia da dosi terapeutiche a dosi tossiche, quindi nei casi in cui non vi è alcun effetto da una compressa, puoi tranquillamente bere la seconda. Puoi integrare con enterosorbenti (ad esempio carbone attivo) che rimuoveranno le tossine. Tutto il resto solo un medico può prescrivere un trattamento, perché la terapia è molto diversa e dipende dalla gravità della manifestazione ", ha ammonito Tatyana Litvinova.

Come trattare le allergie ai pollini

La comparsa di lacrimazione e naso che cola è spesso associata a un'infezione virale o batterica, ma un'altra ragione è del tutto possibile: un'allergia al polline, è la febbre da fieno e la "febbre da fieno". Questa patologia fu riferita per la prima volta al mondo nel diciannovesimo secolo dall'inglese John Bostok - il suo rapporto gettò le basi per gli studi sui meccanismi di sviluppo e le conseguenze della malattia, in cui gli scienziati di tutto il mondo sono impegnati. I sintomi nei pazienti insorgono con l'inizio del periodo di fioritura di alberi e varie piante, comprese le erbacce - e persistono fino a quando l'aria viene pulita da particelle allergeniche. Per far fronte a loro, è necessario elaborare un regime terapeutico adattato individualmente sotto la guida di un medico esperto. È importante che un paziente con sensibilità al polline sia consapevole di tutti i probabili segni della malattia e delle opzioni terapeutiche che esistono oggi..

Le piante allergeniche più comuni

Esiste un vasto elenco di provocatori causalmente significativi: gli esperti affermano che circa 700 specie hanno la capacità di causare reazioni patologiche. I più pericolosi sono:

  1. Erbe, comprese le erbacce (ambrosia, assenzio, ortica, quinoa, erba di grano).
  2. Colture di cereali commestibili (grano, segale, mais, avena, orzo).
  3. Alberi, arbusti (betulla, ontano, pioppo, quercia, frassino e nocciola).

Molto dipende dalla regione di residenza, dal clima, dalla stagione (ad esempio, alla fine di maggio è possibile osservare alcune piante e, a metà luglio, altre). Inoltre, se un singolo albero diffonde un numero limitato di particelle allergeniche, la fioritura dell'ambrosia che parassita in diverse aree può portare a un focolaio di febbre da fieno nel villaggio.

Le ragioni

Il polline è un allergene attivo e potente, il contatto con il quale porta allo sviluppo di un processo infiammatorio acuto nella mucosa del tratto respiratorio superiore e degli occhi.

Una predisposizione ereditaria è considerata un importante fattore di rischio: se i genitori soffrono di "febbre da fieno", è possibile che si trovi nel bambino.

Quando si conferma l'importanza del polline come provocatore della reazione, sono importanti i seguenti criteri:

  • contenuto proteico (proteine);
  • la presenza di una grande quantità di oli essenziali;
  • peso molecolare superiore a 5000 e inferiore a 40.000 dalton.

Determinano la capacità di indurre una risposta immunitaria e formano una sensibilità specifica del corpo - sensibilizzazione. Più allergeni di polline sono nell'aria, maggiore è il rischio di sviluppare sintomi di intolleranza. Se le particelle hanno una massa sufficiente, vengono facilmente trasportate con le correnti del vento e possono depositarsi sulla mucosa del naso e degli occhi.

In presenza di febbre da fieno, è possibile l'allergia crociata, a causa della somiglianza della struttura dei provocatori proteici. I suoi segni sono in grado di apparire in qualsiasi momento dell'anno, in contrasto con la "febbre da fieno", che è caratterizzata da stagionalità. Il deterioramento è causato da:

L'opzione di un provocatore dipende dall'allergene primario e anche i farmaci a base di estratti vegetali possono provocare violazioni.

Sintomi

Nel corso classico, non presentano difficoltà di diagnosi, poiché si limitano a coinvolgere solo il tratto respiratorio superiore e gli occhi nel processo patologico. Tuttavia, è noto che con la sensibilizzazione attiva (contatto costante con il polline delle piante allergeniche), anche i sistemi funzionali che non subiscono il contatto diretto con proteine ​​pericolose vengono danneggiati.

Sintomi tipici

Questi includono disturbi del naso, faringe, congiuntiva degli occhi che si verificano a seguito di salire sulle mucose del polline. Si sviluppano rapidamente, a volte entro pochi minuti, causano un notevole disagio al paziente: interferiscono con la normale respirazione, influenzano la qualità della vista.

Rinite, congiuntivite

Con la pollinosi, entrambe le patologie si trovano, di regola, in combinazione. Le seguenti manifestazioni sono caratteristiche di esse:

  1. Congestione nasale.
  2. Rilascio abbondante di segreto trasparente.
  3. Starnuti, prurito.
  4. tosse.
  5. Lacrimazione, gonfiore delle palpebre.
  6. fotofobia.

Il paziente può essere disturbato da problemi di udito associati a ridotta pervietà della tromba di Eustachio (tubootite allergica), vertigini a causa di difficoltà respiratorie, mal di gola dopo il sonno. Le palpebre aumentano significativamente di volume fino a quando non sono completamente chiuse insieme, gli occhi diventano rossi, costantemente acquosi.

Se è necessaria una diagnosi differenziale, è importante ricordare che un naso che cola con febbre da fieno suggerisce una congestione nasale.

Asma bronchiale

I sintomi dell'allergia ai pollini includono:

  • tosse parossistica;
  • mancanza di respiro con difficoltà a espirare;
  • la comparsa di respiro sibilante secco nei polmoni.

I sintomi elencati sono combinati con rinite e congiuntivite. Durante un episodio di esacerbazione, il paziente respira rumorosamente, pesantemente, può appoggiare le mani sulle ginocchia, sullo schienale di una sedia o sul letto. È difficile per lui espellere l'aria inalata, il che provoca una sensazione di panico. Durante l'auscultazione (esame utilizzando un fonendoscopio), si sentono rantoli sibilanti o ronzanti, che a volte vengono ascoltati anche senza dispositivi speciali - basta stare accanto al paziente.

Segni atipici

Tra questi ci sono:

  1. Eruzione cutanea (si verifica per contatto diretto con il polline).
  2. Prurito e gonfiore nell'area genitale esterna, aumento della minzione.
  3. Nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.
  4. Mancanza di respiro in combinazione con una sensazione di palpitazioni, dolore dietro lo sterno.
  5. Debolezza, febbre, brividi, vertigini.

Le eruzioni cutanee si combinano con altre manifestazioni: le aree interessate iniziano a prudere fortemente, motivo per cui un paziente che soffre di sensibilità al polline non può addormentarsi, concentrarsi su importanti attività quotidiane e diventa irritabile. La febbre è più spesso subfebrile (da 37,1 a 37,9 ° C).

Caratteristiche del corso nei bambini

L'allergia al polline in un bambino procede più spesso che in un adulto. I seguenti sintomi possono disturbarti:

  • naso che cola, starnuti, rinorrea (comparsa di secrezioni liquide);
  • lacrimazione, arrossamento degli occhi;
  • incapacità di tollerare la luce intensa;
  • tosse lancinante, mancanza di respiro.
  • debolezza generale, febbre;
  • nausea, vomito, dolore addominale, vertigini;
  • sudorazione, brividi;
  • la comparsa di macchie e vesciche sulla pelle.

L'orticaria, cioè un'eruzione cutanea pruriginosa sotto forma di vesciche, in un bambino è spesso accompagnata da un aumento della temperatura corporea a 37,1–39 ° C.

Questa patologia può essere associata sia al contatto diretto con il polline, sia a una reazione crociata con l'uso di un allergene negli alimenti. A volte i bambini tollerano la febbre da fieno così duramente da sperimentare attacchi di asma prolungati, durante i quali scompaiono tosse e respiro sibilante - i polmoni "tacciono", una secrezione mucosa si accumula nel tratto respiratorio, impedendo un'adeguata ventilazione, cioè il passaggio dell'aria durante l'inspirazione e l'espirazione.

Diagnostica

È necessario confermare il ruolo del polline come provocatore di sintomi - con un risultato positivo, vengono selezionati trattamenti e misure profilattiche che possono migliorare le condizioni del paziente.

Test di laboratorio

Ad oggi, sono disponibili diversi metodi:

  1. Rilevazione di anticorpi IgE specifici nel sangue.
  2. Conta dei leucociti, stima la percentuale di eosinofili e basofili.
  3. Esame citologico della secrezione nasale e congiuntiva secreta.
  4. Microscopia delle feci (in presenza di sintomi dal tratto gastrointestinale).

Di fondamentale importanza per la diagnosi della febbre da fieno è la rilevazione di anticorpi. L'indubbio vantaggio di questo metodo è la sua sicurezza: durante il test, il paziente non entra in contatto con l'allergene e i risultati, se adeguatamente preparati, sono caratterizzati da un alto livello di accuratezza e affidabilità. Tutti gli altri metodi elencati nell'elenco non sono specifici e possono indicare la presenza non solo della "febbre da fieno", ma anche di altre patologie associate alla sensibilità individuale.

Test cutanei

Sono considerati il ​​"gold standard" della diagnostica, consentono di identificare gli allergeni causali applicando i presunti provocatori sull'avambraccio o su altre parti del corpo del paziente. Considerato positivo in caso di segni chiaramente definiti di una reazione:

  • arrossamento
  • gonfiore, prurito;
  • rash element (blister, papule).

Con qualsiasi variante della modellazione a contatto, che si tratti di lubrificazione della pelle intatta, lievi graffi o iniezione, esiste il rischio di sviluppare una grave reazione allergica. Pertanto, le persone che hanno avuto un episodio di shock anafilattico in passato dovrebbero escludere meglio questo metodo di ricerca..

Affinché il risultato del test cutaneo sia affidabile, è necessario condurlo dopo aver interrotto l'uso di antistaminici al di fuori della stagione di fioritura delle piante.

Lo specialista dovrebbe informarti se il paziente ha usato indipendentemente il rimedio per l'allergia ai pollini - questo è importante per lo sviluppo di tattiche terapeutiche. Inoltre, vale la pena ricordare che il test non viene eseguito per bambini piccoli, persone di qualsiasi età durante le infezioni acute. Un elenco completo di controindicazioni può essere verificato con il proprio medico.

Trattamento

È necessario selezionare la terapia per un paziente che soffre di febbre da fieno individualmente. Esistono diversi modi di base che possono alleviare in modo significativo le condizioni del paziente. Diamo un'occhiata a ciascuno di essi a turno.

Approccio di eliminazione

Include numerose opzioni per interrompere il contatto con un allergene:

  1. Partenza per una regione in cui non vi è fioritura di piante pericolose.
  2. Uso di dispositivi di protezione (maschera, occhiali, ecc.).
  3. Distruzione di alberi, ambrosia vicino alla casa.
  4. Chiusura di porte e finestre, rifiuto temporaneo di aerazione.
  5. L'uso di condizionatori d'aria, depuratori d'aria.
  6. Limitare la durata delle passeggiate, l'esclusione dei viaggi nella "zona verde".

È difficile riuscire a trattare le allergie ai pollini senza metodi di eliminazione. Dal momento che può sistemarsi su vestiti e scarpe, essere trasportata con sé a casa del paziente, tutti i membri della famiglia (incluso il paziente) devono cambiare i vestiti e togliersi le scarpe dopo essere tornati dalla strada. Allo stesso tempo, la pulizia a umido deve essere eseguita regolarmente in tutte le stanze. Se possibile, non pianificare di uscire di casa al mattino - in questo momento la concentrazione di allergeni nell'aria è molto alta.

Terapia desensibilizzante

Include varie opzioni per influenzare il corpo, consentendo per un breve o lungo periodo di tempo di alleviare il paziente di sintomi spiacevoli. Sebbene non esista una medicina in grado di eliminare una volta per tutte il fenomeno delle allergie, la giusta scelta dell'approccio terapeutico renderà la vita del paziente più confortevole.

Agenti farmacologici

Quando può essere prescritta la febbre da fieno:

  • antistaminico;
  • glucocorticosteroide (GCS).

Le pillole per allergia ai pollini più comunemente usate sono convenienti da prendere e trasportare. Farmaci popolari che non causano sonnolenza:

Rappresentano la terza generazione del gruppo farmacologico, sono privati ​​di un effetto sedativo (sedativo). In generale, tutti i farmaci sono classificati come topici (locali) o sistemici (generali), a seconda dell'azione. Saranno necessari per le persone la cui pianta provoca naso che cola, eruzione cutanea o congiuntivite. I medici aderiscono ai seguenti principi:

  • con un decorso lieve, è sufficiente utilizzare un antistaminico (compressa (Cetrin), nonché unguento, gocce o, ad esempio, spray (Allergodil));
  • in caso di moderata luminosità delle manifestazioni, è necessario aggiungere un glucocorticosteroide topico (Nazonex, Tafen nasale);
  • in forma grave, vengono utilizzati diversi farmaci in combinazione, per fermare un attacco d'asma - un inalatore (salbutamolo), opzioni sistemiche per corticosteroidi (prednisone).

Dovresti anche essere consapevole che esistono farmaci barriera per le allergie al polline, ad esempio Nazaval (contiene cellulosa micronizzata). È disponibile sotto forma di spray, dopo averlo spruzzato forma uno strato di gel sulla superficie della mucosa nasale che impedisce il contatto con allergeni.

Immunoterapia specifica per allergeni

Abbreviato come ASIT. Questo è il metodo più efficace e promettente sviluppato negli ultimi decenni per combattere la febbre da fieno. Come trattare l'allergia ai pollini con il suo aiuto? Viene effettuata la somministrazione multipla di dosi diluite di sostanze provocatorie nel corpo; la loro concentrazione sta gradualmente aumentando. Ciò consente di raggiungere la tolleranza immunologica, una condizione in cui una persona smette di rispondere a un allergene causalmente significativo. La presentazione di ASIT ha reso possibile l'assunzione di una cura completa per le persone che soffrono di sensibilità individuale. Tuttavia, oggi il criterio per completare con successo il corso è la remissione (assenza di sintomi), della durata di 5 anni o più.

La terapia specifica per allergeni non viene eseguita durante un'esacerbazione delle manifestazioni della febbre da fieno - dovrebbe essere iniziata pochi mesi prima della stagione impollinatrice delle piante.

Ci sono altre controindicazioni: bambini in età prescolare, gravidanza. Se il metodo è adatto per un paziente specifico, il medico curante decide dopo aver esaminato e valutato la condizione.

Dieta

Una corretta alimentazione durante la febbre da fieno può integrare con successo il corso del farmaco e proteggere il paziente dalle complicazioni. Per scoprire quali prodotti dovrebbero essere evitati, è necessario diagnosticare e identificare i principali provocatori..

Una dieta allergica per il polline degli alberi richiede cautela con noci, semi (pesca, ciliegia, ecc.), Patate, pomodori, kiwi ed erbe. In caso di sensibilità ai cereali, sono esclusi:

  • prodotti da forno;
  • cereali, kvas;
  • malto, birra, salsiccia;
  • mais, grano a base alcolica.

Le persone che non possono tollerare il contatto con le erbacce possono sperimentare un peggioramento quando introdotte nella dieta:

  • meloni, anguria, agrumi, girasole, melanzane;
  • spinaci, barbabietole, miele, senape, maionese;
  • assenzio, vermouth, cicoria, topinambur, halva.

Il trattamento dell'allergia ai pollini con un cambiamento nella nutrizione dovrebbe essere effettuato sotto la supervisione di un nutrizionista che pianifica la dieta ottimale anche se vengono eliminati potenziali provocatori..

Prevenzione e consigli utili

Al fine di prevenire il deterioramento della condizione, il contatto con il polline dovrebbe essere evitato per quanto possibile, il trattamento tempestivo delle malattie delle vie respiratorie che aumentano il rischio di sviluppare la sensibilità individuale. È inoltre necessario:

  1. Porta un antistaminico.
  2. Ridurre al minimo il tempo trascorso in strada durante la spolverata.
  3. Per convincere colleghi e famiglie a non aprire finestre e porte, poiché il polline può entrare nella stanza con un flusso d'aria.
  4. Segui una dieta consigliata.

Vale la pena sapere che i rimedi popolari per le allergie ai pollini, preparati sulla base di componenti vegetali, sono strettamente controindicati per un paziente con febbre da fieno - così come i rimedi a base di erbe.

Possono causare reazioni gravi, tra cui shock anafilattico: le conseguenze sono imprevedibili. Pertanto, è meglio astenersi dall'utilizzare qualsiasi rimedio casalingo: il beneficio previsto è molto inferiore al probabile danno. Se il paziente è determinato a utilizzare il metodo folk, è necessario consultare il proprio medico in anticipo.

Quali sono i segni di questa malattia stagionale?.

Come si manifesta e che nella maggior parte dei casi agisce come un allergene.

Come si manifesta il quadro clinico. Quali tipi di fiori sono potenzialmente irritanti.

Quali tipi di piante possono causare una reazione. Prevenzione e trattamento.

Allergia ai pollini

Durante il periodo di fioritura delle piante, la natura si trasforma. Ma non tutti possono godere della splendida vista e inalare gli aromi dei fiori. Il motivo è un'allergia al polline. In questo caso, l'accesso all'aria fresca porta a cattive condizioni di salute..

Sintomi di allergia ai pollini

La pollinosi è un tipo di reazione allergica con una pronunciata stagionalità. Si manifesta solo durante il periodo di fioritura e colpisce principalmente la mucosa nasale e la congiuntiva degli occhi. Gli allergeni di tipo aerosol (ad esempio spore fungine, granuli di polline di piante) durante questo periodo raggiungono una concentrazione critica nell'aria.

In primavera, le allergie sono causate da alberi: quercia, nocciola, betulla, ontano, acero e pioppo. Il secondo picco della febbre da fieno cade a giugno, gli ultimi giorni di luglio. Durante questo periodo, il polline di molte piante agisce come una sostanza allergenica. Ad esempio, wheatgrass, mais, timothy, coda di volpe, segale e altre colture. In estate e in autunno, la causa delle reazioni allergiche è l'ingestione di polline di varie erbacce nei passaggi nasali - quinoa, ambrosia, assenzio e altri 1.

I segni della febbre da fieno sono quasi gli stessi della SARS. Pertanto, con le manifestazioni primarie, queste malattie sono confuse.

La febbre da fieno, a seconda del luogo di insorgenza e del grado di manifestazione, è divisa in:

  • lesioni allergiche che colpiscono la congiuntiva degli occhi;
  • allergie del tratto respiratorio superiore e inferiore; una combinazione o combinazione di manifestazioni allergiche;
  • così come l'eziologia clinica rara della febbre da fieno.

Per l'allergia ai pollini, sintomi come:

  • Rinite allergica (infiammazione delle mucose dovuta al polline di alcune specie di piante). Accompagnato da prurito, congestione nasale, starnuti frequenti e naso che cola grave..
  • La congiuntivite si manifesta sotto forma di prurito agli occhi, grave disagio, crampi, gonfiore delle palpebre e lacrimazione.
  • Respiro affannoso.
  • Sentirsi stanco.
  • Diminuzione della capacità di attenzione.
  • Eruzione cutanea.
  • angioedema.

Le manifestazioni più gravi di allergia ai pollini comprendono un leggero aumento della temperatura, una tosse arrabbiata, mancanza di respiro. Alcuni pazienti sviluppano pollinosi con asma. Sintomi e manifestazioni possono verificarsi sia in isolamento che in combinazione tra loro 2.

Nei bambini, a causa della pettinatura di occhi e naso, le complicazioni spesso si uniscono alle allergie.

Trattamento allergia ai pollini

Durante il periodo di fioritura delle piante con una risposta inadeguata al polline, il compito principale del paziente è quello di adottare misure per ridurre le probabilità che un allergene penetri nei passaggi nasali. A questa fine:

  1. È necessario scoprire esattamente su cosa si manifesta l'allergia ai pollini. Dopo aver ricevuto informazioni, dovresti ridurre il tuo soggiorno in strada durante il periodo di fioritura attiva.
  2. È importante impedire al polline di entrare nei passaggi nasali. Pertanto, i fiori allergenici non possono essere annusati ed è particolarmente importante spiegare questo al bambino..
  3. Se sei allergico al polline di una pianta d'appartamento, devi liberartene, darlo ad altre mani. Se il fiore è in ufficio, portalo in un ufficio che visiti raramente. Dopo questo, assicurati di ventilare.
  4. Nella stanza in cui vive una persona con un'alta sensibilità agli allergeni, è spesso necessario (quando possibile) eseguire la pulizia a umido.
  5. Se c'è una pianta sotto la finestra di un appartamento o di un ufficio che è allergica al polline, cerca di non aprire la finestra. È meglio installare un condizionatore d'aria (mettere un umidificatore a casa) e usarlo per regolare la temperatura ambiente.
  6. Venendo dalla strada, devi lavarti, sciacquarti bene il naso, fare i gargarismi. Si consiglia di inviare immediatamente le cose al bucato, ma se ciò non è possibile, è necessario metterle in un cestino o in una borsa.
  7. Se l'occasione si presenta, parti per un po 'nella regione in cui si è fermata la fioritura della pianta allergenica.

Come dimostra la pratica, queste misure aiutano con le allergie. Eseguendoli, una persona migliora significativamente il benessere. Ma ancora eliminare completamente i sintomi non ci riuscirà. Pertanto, il trattamento con farmaci è spesso prescritto 3.

Per le allergie al polline delle piante, i seguenti medicinali dovrebbero essere nel tuo armadietto dei medicinali:

  • spray vasocostrittivi;
  • stabilizzatori dei mastociti (Nedocromil e Cromolin);
  • antinfiammatorio;
  • antileukotriene;
  • immunostimolanti.

Sono obbligatori per le allergie ai pollini delle piante i farmaci prescritti dalla serie antistaminici. L'elenco dei farmaci contiene Cetrin ®. Gli adulti possono usare 10 mg (1 etichetta) 1 volta al giorno o 5 mg (1/2 etichetta) 2 volte al giorno. Bambini di età superiore a 6 anni - 5 mg (1/2 tab.) 2 volte al giorno o 10 mg (1 tab.) 1 volta al giorno..

Il principio attivo Cetrin ® - cetirizina dicloridrato. Praticamente nessun effetto anticolinergico e antiserotonina. A dosi terapeutiche, praticamente non provoca un effetto sedativo. L'inizio dell'effetto dopo una singola dose di 10 mg di cetirizina è di 20 minuti, dura più di 24 ore Sullo sfondo del corso del trattamento, non si sviluppa la tolleranza all'azione antistaminica della cetirizina. Dopo l'interruzione del trattamento, l'effetto dura fino a 3 giorni 4.

L'allergia ai pollini è una malattia stagionale. Per facilitare il suo corso, durante il periodo di remissione, fai sport, mangia bene, temperamento. Si consiglia di effettuare l'immunoterapia specifica per allergeni ogni sei mesi al fine di sviluppare un'immunità stabile..

I 10 migliori rimedi per le allergie

La salute è la cosa più preziosa che una persona abbia. Ma ci sono disturbi che avvelenano metodicamente la vita e ne riducono la qualità, privando i piaceri semplici: contatto con gli animali domestici, dessert con il tuo frutto preferito, inalando l'aroma dei fiori. Tuttavia, il miglior rimedio per le allergie può alleviare rapidamente i sintomi e consentirti di nuovo di goderti appieno il mondo che ti circonda. Un farmaco antistaminico correttamente selezionato agisce rapidamente, elimina prurito, gonfiore, rinite allergica, dermatite, tosse e altre manifestazioni della malattia.

Cosa sono gli antistaminici

Gli antistaminici sono progettati per combattere le reazioni allergiche. La loro efficacia si basa sull'interazione con l'istamina, la sostanza principale che innesca la risposta del corpo a un allergene. In una persona sana, l'istamina è inattiva nei basofili e nei mastociti. Quest'ultima è una delle sottospecie dei globuli bianchi; da adulti si integrano nei tessuti connettivi e funzionano sul lato del sistema immunitario.

Al contatto dell'allergene con i recettori dei mastociti, l'istamina innesca processi estremamente spiacevoli:

  • broncospasmo;
  • gonfiore della mucosa nasale;
  • un'eruzione cutanea o prurito sulla pelle del viso e del corpo;
  • colica nell'intestino;
  • aumento della secrezione gastrica;
  • disturbi del ritmo cardiaco, ecc..

Nei casi più gravi, i decessi non sono rari. Attacchi allergici particolarmente pericolosi per un bambino.

La sostanza del farmaco antiallergenico previene o riduce l'insorgenza di questi sintomi disabilitando i recettori dell'istamina. Gli antistaminici possono anche essere utilizzati nel trattamento dei sintomi del raffreddore.

Classificazione delle allergie

I farmaci condizionalmente antiallergenici possono essere suddivisi in tre generazioni. Tale classificazione spesso implica la procedura per la creazione di droghe. Ma dal punto di vista della farmacocinetica, della chimica del principio attivo e della sua interazione con i recettori dell'istamina, i farmaci sono anche divisi in tre rami.

  1. La prima generazione blocca tutti i recettori dell'istamina.
  2. Il secondo riguarda il rilascio, la dinamica, la cinetica e il metabolismo dell'istamina stessa.
  3. Il terzo contiene metaboliti di farmaci di seconda linea.

Inoltre, altri tipi di farmaci possono essere utilizzati contro le allergie:

  • corticosteroidi, che sono farmaci ormonali;
  • farmaci stabilizzanti della membrana dei mastociti.

Ciò che influenza la scelta del farmaco

La scelta del corso di trattamento dovrebbe essere di esclusiva responsabilità del medico. I seguenti fattori influenzano la decisione di un medico:

  • clinica della malattia attuale - i suoi sintomi e le sindromi correlate;
  • tipo di allergia;
  • stadio della malattia;
  • storia precedente;
  • esperienza con l'assunzione di antistaminici;
  • caratteristiche di salute ed età del paziente;
  • condizioni specifiche, come la gravidanza o l'allattamento postpartum.

Il compito principale del medico curante è selezionare il farmaco più efficace e sicuro che aiuterà a controllare il decorso della malattia, alleviare i sintomi e riportare il paziente a una vita precedente in uno stato di remissione stabile.

Modulo di rilascio del prodotto

Gli antistaminici sono disponibili in quasi tutte le forme di trattamento. Compresse anti-allergeniche, confetti, polveri per la preparazione di sospensioni e persino deliziosi sciroppi sono ampiamente rappresentati sul mercato. I genitori come quest'ultimo, perché a volte fare in modo che un bambino assuma farmaci è un compito difficile e piuttosto nervoso..

In condizioni acute, i farmaci sono prescritti sotto forma di soluzioni iniettabili o per infusione endovenosa. Ciò è dovuto non solo al fatto che gli antistaminici attivi iniziano a funzionare più velocemente, penetrando immediatamente nel sangue. Con lo stato inconscio del paziente, l'auto-deglutizione del farmaco è semplicemente impossibile.

Nei casi in cui una reazione allergica deprime il tratto respiratorio, possono essere raccomandati spray nasali. Eliminano rapidamente il gonfiore, facilitano la respirazione e aiutano ad affrontare il naso che cola. Preparazioni simili sono particolarmente popolari nei mesi di punta delle allergie stagionali, come il polline di determinati colori. Aiutano anche i pazienti con ipersensibilità alla polvere, al pelo di cani e gatti..

Se le allergie si manifestano come sintomi della pelle, possono essere prescritti pomate e creme con un forte effetto antipruriginoso e decongestionante. Il vantaggio di questa forma di antistaminico è la località della sua azione e la rapida insorgenza di sollievo.

Le gocce di antistaminico alleviano i sintomi spiacevoli che colpiscono gli occhi:

  • lacrimazione
  • prurito
  • sensazione di corpo estraneo;
  • manifestazioni di congiuntivite.

Vantaggi e svantaggi di farmaci o sedativi di prima generazione

Gli antistaminici di questa generazione agiscono su tutti i recettori dell'istamina, sebbene siano stati creati solo tenendo d'occhio il tipo H1. Questi recettori si trovano nei muscoli lisci degli organi: intestino e stomaco, bronchi, vasi sanguigni, ecc. Ma i farmaci di prima linea influenzano anche i recettori H3, che coprono il sistema nervoso centrale e periferico. Per questo motivo, il principale effetto collaterale dei farmaci è l'effetto sedativo e ipnotico persistente..

Tuttavia, non puoi sminuire i benefici dei farmaci di prima generazione:

In alcuni casi, i farmaci rimangono l'unico pronto soccorso. Ad esempio, l'iniezione intramuscolare di una miscela di difenidramina e analginum riduce rapidamente la febbre, che in situazioni di emergenza può salvare vite umane.

Le iniezioni di difenidramina in associazione con un analgesico sono controindicate nei diabetici, negli asmatici e nei pazienti con ulcere gastrointestinali. Se l'iniezione non ha aiutato, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza, poiché tale reazione può indicare polmonite o una pericolosa malattia renale.

Gli svantaggi di tali farmaci sono pieni di problemi molto più della sedazione:

  • i fondi non hanno un'azione prolungata, l'effetto scompare molto rapidamente;
  • a causa dell'inibizione delle reazioni sotto la loro azione, è indesiderabile lavorare con meccanismi o guidare un'auto;
  • l'uso prolungato o il sovradosaggio possono causare agitazione psicomotoria;
  • le droghe aumentano l'effetto inebriante dell'alcool;
  • con un lungo corso, può verificarsi dipendenza, la medicina smette di far fronte alle allergie.

Le migliori droghe

suprastin

La suprastina a base di cloropiramina ha un effetto terapeutico abbastanza rapido. Pertanto, viene spesso prescritto in casi di emergenza, introducendo una dose per via intramuscolare o endovenosa. Una caratteristica del farmaco rimane una breve permanenza nel flusso sanguigno e un'eliminazione quasi completa dal corpo attraverso i reni. Ma qui sta il meno del medicinale: non deve essere bevuto da pazienti con insufficienza renale.

  • efficacia nella congiuntivite, orticaria, edema di Quincke, dermatite atopica;
  • costo economico;
  • non si accumula nelle cellule del corpo.
  • effetto sedativo;
  • non adatto a gravidanza, bambini piccoli.

Tavegil

Il medicinale è ancora indispensabile come strumento aggiuntivo per il trattamento dello shock anafilattico, delle reazioni pseudoallergiche. Tavegil si distingue anche dagli altri farmaci di questa serie per la durata dell'azione: l'effetto antistaminico può durare fino a 8 ore.

  • di bilancio;
  • affrontare rapidamente e permanentemente la lacrimazione e gli starnuti durante la fioritura delle piante allergeniche in primavera;
  • allevia il gonfiore della gola.
  • allergico in sé;
  • vietato per l'uso da parte di donne in gravidanza, bambini di età inferiore a un anno;
  • inibisce la reazione.

Diphenhydramine

Uno dei primissimi farmaci antiallergici. La difenidramina nella composizione ha un ulteriore effetto antinfiammatorio e migliora l'effetto degli analgesici. Spesso utilizzato in casi di emergenza dagli equipaggi delle ambulanze.

  • efficace;
  • va bene con un certo numero di determinati farmaci;
  • economico.
  • un chiaro effetto inibitorio sul sistema nervoso centrale;
  • può causare anemia;
  • influenza la frequenza cardiaca;
  • adatto solo per adulti.

Diazolin

Il farmaco è abbastanza universale, in quanto copre un ampio gruppo di pazienti. Per i bambini piccoli viene prodotta un'uniforme per bambini. La durata dell'effetto dell'assunzione di un farmaco a base di mebidrolina dura a lungo.

  • a buon mercato;
  • universale;
  • con esposizione prolungata;
  • valido per uso profilattico.
  • debole come principale farmaco per gravi manifestazioni di attacchi allergici;
  • ha una vasta gamma di effetti collaterali;
  • molte controindicazioni.

Peritol

I sali di ciproeptadina, che agiscono come principio attivo, inibiscono il rilascio di istamina. Pertanto, il peritolo è efficace in quasi tutte le sottospecie di allergia; viene inoltre utilizzato per trattare l'anoressia, l'esaurimento estremo del corpo e l'emicrania.

  • vasta gamma di effetti terapeutici;
  • forma di sciroppo per bambini da due anni;
  • migliora l'assorbimento dei nutrienti.
  • non adatto a donne in gravidanza e durante l'allattamento;
  • provoca sonnolenza;
  • provoca l'insorgenza di gonfiore;
  • porta ad un aumento di peso.

Pro e contro di farmaci di seconda generazione non sedativi

La seconda generazione colpisce i recettori in modo più selettivo, quindi è privata di un effetto ipnotico, non inibisce il sistema nervoso centrale. Tuttavia, i farmaci non hanno un effetto immediato, non sono disponibili in forma iniettabile e non sono adatti a condizioni complicate. Poiché i componenti attivi entrano nel corpo nella sua forma pura, tali farmaci sono controindicati per le persone con malattie del fegato..

I principali vantaggi degli antistaminici non sedativi possono essere considerati:

  • mancanza di sonniferi;
  • meno reazioni avverse;
  • vasta gamma di trattamenti;
  • mantenimento dell'attività terapeutica per 8-12 ore;
  • la possibilità di ammissione da parte dei pazienti da due anni.

Gli svantaggi della seconda generazione sono:

  • effetti fatali sulla frequenza cardiaca nelle persone con malattie epatiche e renali;
  • effetto ritardato;
  • alto prezzo.

Le migliori droghe

Claritin

La medicina più efficace di una generazione. Adatto a tutte le età e sicuro per i bambini fino a un anno. Efficace per bronchi e laringospasmo, edema, sottotipi di allergie cutanee.

  • valido in mezz'ora;
  • non influenza la concentrazione;
  • adatto a diversi tipi di allergie.
  • alto prezzo;
  • effetto negativo sui reni.

Fenistil

Un buon strumento per il trattamento di neonati sotto la stretta supervisione di un medico, prodotto sotto forma di unguenti, gocce. Le recensioni indicano un effetto più debole rispetto a Claritin. Tuttavia, il farmaco affronta adeguatamente la reazione al sole, allergeni alimentari, peli di animali.

  • blocca la produzione di istamina;
  • l'effetto è veloce;
  • allevia gli effetti dell'interazione con un gran numero di allergeni.
  • funziona come un sonnifero debole;
  • inaccettabile quando si assumono determinati farmaci;
  • incompatibile con l'alcol.

Histalong

Lo strumento ottimale per il trattamento delle allergie croniche, poiché l'efficacia può durare fino a 10 giorni. Può essere usato come singolo farmaco nel trattamento di gravi manifestazioni allergiche..

  • una singola dose mantiene l'effetto a lungo;
  • quando si usano, non sono necessari antistaminici aggiuntivi;
  • efficace nelle malattie croniche.
  • È controindicato per le persone con malattie cardiache, poiché colpisce i suoi muscoli, modificando la frequenza delle contrazioni;
  • non può essere utilizzato in condizioni allergiche acute;
  • costoso;
  • vietato alle donne in gravidanza che continuano ad allattare e ai bambini.

Semprex

Un medicinale con acrivastina è efficace per ogni tipo di allergia. Semprex si è dimostrato efficace nel trattamento dell'eczema atopico, delle reazioni allergiche termiche.

  • perfettamente percepito dai pazienti anche con un lungo ciclo di trattamento;
  • privo dell'effetto della sedazione anche più leggera.
  • controindicato nella malattia renale, durante la gravidanza, l'allattamento;
  • i diabetici dovrebbero stare attenti;
  • l'età minima per iniziare il trattamento è di 12 anni.

Treksil

Sopprime selettivamente i recettori dell'istamina, quindi non influenza affatto lo stato emotivo del paziente, non regola la velocità delle reazioni nel sistema nervoso. Il medicinale ha dimostrato efficacia nella lotta contro le allergie protratte, non perde la sua efficacia nelle reazioni acute alle sostanze irritanti.

  • non distorce i processi nel sistema nervoso centrale;
  • non provoca la sonnolenza;
  • aiuta con l'asma bronchiale.
  • ha un alto grado di allergenicità.

Caratteristiche dei mezzi della terza (nuova) generazione o metaboliti attivi

La sfida principale che le aziende farmacologiche hanno dovuto affrontare durante la creazione di nuovi farmaci era ridurre il numero di effetti collaterali negativi. Gli sviluppatori sono riusciti a livellare l'effetto dei farmaci sul sistema cardiovascolare e nervoso, influenzando minimamente il lavoro dei reni. Ciò è diventato possibile grazie al fatto che le sostanze terapeutiche che agiscono come parte dell'ultima generazione di farmaci entrano nel flusso sanguigno sotto forma di metaboliti - prodotti di una reazione chimica.

Pertanto, la terza fila di antistaminici presenta vantaggi significativi:

  • spettro minimo di effetti collaterali;
  • enorme efficienza;
  • effetto positivo a lungo termine su un mediatore allergico.

Ma ci sono anche degli svantaggi:

  • alto livello dei prezzi;
  • l'assunzione di un antistaminico nei bambini di età inferiore ai sei anni con questi farmaci non è sempre possibile.

Farmaci leader

Farmaci con levocetirizina

La levocetirizina combina una serie di farmaci analogici:

Le medicine sopprimono i recettori H1 e agiscono nella fase dipendente dall'istamina dei processi immunopatologici nel corpo. Dopo il blocco dei recettori, si verifica un persistente effetto antistaminico, la permeabilità vascolare diminuisce e la sospensione dei liquidi nei tessuti diminuisce, il che impedisce lo sviluppo del broncospasmo. Il componente è efficace nel trattamento delle allergie polliniche stagionali e perenni, aiuta a combattere l'orticaria allergica e le dermatosi. L'effetto dei farmaci levocetirizina si fa sentire dopo 12-60 minuti e dura almeno 24 ore.

  • alta efficacia in eruzioni cutanee, prurito;
  • assenza quasi assoluta di un effetto sedativo osservando la dose terapeutica corretta;
  • rapido sollievo;
  • durata della remissione.
  • il componente viene escreto dai reni, quindi influenza il loro lavoro;
  • passa nel latte materno;
  • prezzo.

Preparati di desloratadina

Le droghe popolari moderne con desloratadina hanno i seguenti nomi:

La sostanza è caratterizzata da un effetto prolungato sui recettori H1, il cui lavoro viene bloccato mezz'ora dopo la somministrazione. Gli antistaminici basati su di esso alleviano lo spasmo dei muscoli lisci, prevengono la formazione di edema, facilitano notevolmente il corso delle reazioni nella rinite allergica e nell'orticaria cronica. Oltre alle compresse, è disponibile anche in formato sciroppo, adatto a bambini di età compresa tra 1 e 12 anni..

  • rapida insorgenza dell'effetto;
  • indipendenza alimentare;
  • effetto inibitorio minimo e raro;
  • minore incidenza di eventi avversi.
  • costo;
  • impossibilità di terapia nell'insufficienza renale cronica.

Preparati di fexofenadina

L'elenco di buone medicine con fexofenadina è presentato da tali farmaci:

La fexofenadina è completamente priva di cardiotossicità, quindi è adatta a pazienti con problemi cardiaci. È efficace nella febbre da fieno e negli alveari. Per comodità, viene venduto sotto forma di compresse e sospensioni. Sono ammessi bambini di età compresa tra 6 e 12 anni.

  • non influisce sul funzionamento del sistema cardiovascolare;
  • approvato per il trattamento dei bambini in età prescolare;
  • rimuove rapidamente i sintomi indesiderati.
  • la presenza di effetti collaterali dal tratto gastrointestinale sotto forma di nausea, flatulenza, vomito, mal di stomaco;
  • può causare aggressività o sonnolenza;
  • casi di temperatura elevata durante l'assunzione.

Rimedi popolari per le allergie

Prima dell'inizio dell'uso di antistaminici efficaci, sono stati attivamente utilizzati metodi alternativi per trattare le allergie. Sono attratti dalla loro natura non ormonale e dalla relativa sicurezza. Coloro che, per qualsiasi motivo, non possono usare medicine moderne, puoi seguire un corso su un metodo popolare.

Qualsiasi trattamento con ricette popolari deve essere concordato con il medico! Nel decorso acuto della malattia, l'uso di un decorso dubbio è controindicato!

L'uso di piante medicinali è parte integrante della terapia secondo le tradizioni popolari. Infusioni, decotti, inalazioni e persino bagni hanno un effetto di sollievo persistente nella rinite, orticaria, febbre da fieno grave e altre condizioni causate da allergeni.

Ad esempio, anche i pazienti più piccoli possono essere trattati con decotto di alloro. Le eruzioni cutanee sono trattate con un liquido, con gravi danni alla pelle, puoi fare bagni di alloro. Tale trattamento allevia il prurito, il rossore, accelera la guarigione dei tegumenti danneggiati..

I bagni con una successione hanno un effetto simile. Inoltre, puoi bere un decotto: una lunga assunzione giornaliera aiuta a liberarti delle allergie croniche.

Uno dei più potenti antistaminici di origine naturale rimane la mummia. Una soluzione può lubrificare l'eczema sciogliendo 1 g del componente in 100 ml di acqua calda. Riducendo il dosaggio a 1 g per 1 litro di acqua, è possibile preparare uno strumento efficace per la somministrazione orale. Questo fluido allevia il gonfiore della mucosa, ma ha un effetto diuretico e rilassante dell'intestino..