Esecuzione di test cutanei per allergeni

Analisi

Test cutanei per allergeni - un metodo diagnostico per rilevare una maggiore suscettibilità a possibili allergeni valutando la forza e la natura della risposta della pelle.

Le allergie sono causate da molte sostanze e fattori correlati:

In questo caso, i sintomi di vari allergeni sono quasi gli stessi, il che non consente di identificare un irritante specifico in base all'esame e all'interrogatorio del paziente.

A volte il sistema immunitario della stessa persona risponde immediatamente a diversi agenti patogeni, il che complica ulteriormente la diagnosi. Pertanto, i test cutanei per gli allergeni sono prescritti ovunque per i seguenti sintomi:

  • asma allergico;
  • dermatite, eruzioni cutanee, orticaria, arrossamento, eczema;
  • prurito della pelle, mucose;
  • Febbre da fieno, rinite, starnuti, naso che cola, congestione nasale;
  • congiuntivite di origine allergica;
  • Edema di Quincke;
  • mal di testa, vertigini, disturbi del sistema nervoso;
  • problemi con il tratto gastrointestinale e altri organi e sistemi sullo sfondo di altri segni di allergie.

Molte persone non sanno come eseguire i test cutanei per gli allergeni, se questo metodo diagnostico può essere applicato ai bambini, quanto costerà, quindi hanno paura di farlo.

Chi soffre di allergie dubita anche di quanto siano affidabili i test cutanei e se porteranno dolore e deterioramento. Le seguenti informazioni hanno lo scopo di chiarire queste questioni controverse..

Perché prenderlo

È necessario un test per possibili irritanti al fine di confermare o, al contrario, confutare la diagnosi preliminare, nonché chiarire il presunto allergene, identificare i patogeni allergici di cui il paziente non era a conoscenza, escludere la pseudoallergia, identificare altri disturbi che accompagnano le allergie (mancanza di enzimi), determinare il metodo di trattamento più ottimale, prescrivere medicinali efficaci e sicuri.

Naturalmente, i test non danno un risultato assolutamente accurato, quindi è consigliabile donare il sangue per i test.

Controindicazioni

Un test cutaneo per allergeni è controindicato nei seguenti fattori:

  • immunità indebolita,
  • esacerbazione delle allergie,
  • malattie croniche,
  • infezioni acute,
  • infiammazione (ad es. SARS),
  • uso a lungo termine di corticosteroidi,
  • gravidanza, alimentazione, i primi giorni delle mestruazioni,
  • oltre 60 e meno di 3 anni.

L'analisi viene eseguita esclusivamente nel periodo di remissione. Di solito non prima di un mese dopo la fase acuta di un'allergia.

Tipi di test

Distingua tali test cutanei.

  1. Scarificazione: sulla pelle marcata (numerata) dell'avambraccio viene applicata una goccia di allergeni. Uno strumento speciale, uno scarificatore, fa graffi attraverso le goccioline di liquido.
  2. Test di Prik che coinvolgono il piercing all'ago della pelle.
  3. Applicazioni di tamponi di cotone imbevuti di una soluzione con un allergene.
  4. Iniezione sottocutanea.
  5. Test provocativi - sono prescritti quando i sintomi e i risultati dei test cutanei variano. Sono effettuati mediante applicazione diretta dell'allergene alle mucose degli occhi, del naso e anche per inalazione.

In un test, è possibile controllare non più di 15-20 allergeni.

I test provocativi non sono inclusi nel numero di test cutanei per allergeni nei bambini. I bambini sotto i 3 anni non hanno alcun test cutaneo, poiché la reazione a uno stimolo in un bambino cambia con l'età e talvolta scompare persino.

I bambini più grandi possono fare gli stessi test degli adulti..

Come prendere

La metodologia per i test sugli allergeni varia a seconda del tipo di test cutaneo scelto. Ad esempio, un prik-test di scarificazione viene eseguito su avambracci precedentemente puliti. Sono necessarie forature e graffi per garantire la penetrazione dell'allergene negli strati interni dell'epidermide (affidabilità - fino all'85%).

L'iniezione sottocutanea prevede l'introduzione di una soluzione con un allergene direttamente sotto l'epidermide. Le applicazioni non vengono fatte sull'avambraccio, ma sul retro. Questo metodo non richiede lesioni alla pelle. Per applicazioni utilizzare la soluzione allergenica più concentrata..

Un test provocatorio prevede il contatto della congiuntiva, mucosa rinofaringea con un allergene.

Come preparare

Informare il medico su eventuali sintomi preoccupanti, gravidanza, farmaci alla vigilia del test. 2 settimane prima della procedura, interrompere l'assunzione di antistaminici e altri farmaci contro le allergie (interrompere l'uso di unguenti per una settimana).

La pelle degli avambracci deve essere disinfettata con alcool prima del test..

Valutazione dei risultati

Se nel sito di contatto con l'allergene sospetto compaiono arrossamento, gonfiore e prurito gravi, la reazione può essere considerata positiva. La reazione può verificarsi quasi immediatamente (dopo mezz'ora), dopo un giorno, due. Ha vari gradi di intensità.

In assenza di sintomi, la reazione è considerata negativa. Con un lieve risultato dei test cutanei, parlano di una reazione debolmente positiva e, con una discrepanza con i sintomi, il risultato è considerato dubbio.

Puoi confermare il risultato con l'aiuto di test provocatori, test del siero del sangue. La presenza di anticorpi nel siero del sangue, arrossamento, prurito congiuntivale, rinite e starnuti dopo un test provocatorio nasale sembrano indicare che il test ha dato un risultato positivo..

Gli errori sono possibili se vengono violate le regole per la preparazione del test. Per eliminare possibili errori, il medico può applicare un paio di gocce di istamina disciolta sulla pelle e una goccia di allergene prima del test per il controllo. Se la pelle risponde all'istamina con arrossamento, prurito e no alla soluzione di controllo, l'errore viene escluso.

Tuttavia, per ogni decima persona allergica, i risultati dei test cutanei non sono accurati.

Costo

I prezzi dei test cutanei per gli allergeni variano a seconda del numero di agenti patogeni putativi che verranno controllati, di come l'allergene entrerà in contatto con il corpo e di quanto costa il materiale di studio stesso. Anche il prestigio della clinica è importante. Quindi, il costo di un test cutaneo in una clinica pubblica e privata può essere molto diverso.

Per un prezzo minimo (da 80 rubli) puoi essere testato per 1 allergene, un po 'più costoso sarà un test per un gruppo di allergeni simili che agiscono allo stesso modo sul corpo umano. Il costo più alto per un componente può essere 600-800 rubli.

Se la diagnosi differenziale non produce il risultato desiderato, potrebbero essere necessari ulteriori test cutanei. L'immagine massima dettagliata dei test a volte costa diverse migliaia (fino a 20 mila rubli e anche di più).

Considera cosa dovrai spendere per un esame del sangue per gli anticorpi (altri 300 rubli. Minimo). Il prezzo massimo di un esame del sangue è di 4 mila rubli. e altro ancora.

Prima di prelevare campioni per le allergie, scopri quanto costano in diversi centri immunologici, laboratori, dispensari cutanei presso cliniche pubbliche e private. Ricorda che i campioni provocatori possono essere collocati solo nei laboratori degli ospedali, poiché potrebbe essere necessaria l'assistenza di emergenza..

Quali sensazioni sorgono quando si verifica una reazione allergica?.

Sintomi e segni di allergia alla polvere.

Come viene eseguito un test allergologico e quanto costa?

Quali sono i sintomi di questa malattia?.

Un metodo altamente informativo per determinare l'irritante in caso di ipersensibilità al corpo - test cutanei per allergeni: regole per la preparazione e lo svolgimento della procedura, risultati dei test

I test cutanei per allergeni sono un metodo altamente informativo per determinare l'irritante in caso di ipersensibilità del corpo. La tecnica è semplice ed efficace, con un disagio minimo per il paziente..

È importante conoscere le indicazioni e le controindicazioni per l'esecuzione di test di scarificazione, prik-test e applicazioni speciali. Le regole di preparazione per lo studio, il corso della procedura, i tipi di reazioni, i risultati sono descritti nell'articolo.

Test cutanei: quali sono questi test

La tecnica ti consente di determinare il tipo di allergene, il tipo di reazione negativa:

  • quando l'allergene viene a contatto con la pelle, interagisce con i mastociti;
  • sintomi allergici locali si verificano dopo la penetrazione dell'irritante nella ferita sulla pelle, con rilascio di serotonina e istamina;
  • nella zona in cui viene applicato l'irritante, che è pericoloso per il paziente, l'epidermide diventa rossa, prurito, spesso appaiono papule, il posto di un graffio, l'applicazione o l'iniezione si gonfia;
  • in base ai risultati della comparsa di focolai allergenici, i medici stabiliscono tipi di irritanti, il contatto con il quale dovrà essere escluso.

Elementi obbligatori dei test cutanei: soluzioni ed estratti di allergeni di vario genere. I medici usano glicerina e istamina per determinare la correttezza dei test. La reazione all'istamina si manifesta nella maggior parte dei casi, l'assenza anche di una risposta debole sulla pelle indica possibili errori nei test cutanei. Per applicare sostanze irritanti, usa un ago, una lancetta o un applicatore per tamponi.

Scopri come usare Clarisens per le allergie.

Per sintomi e trattamenti specifici per le allergie respiratorie, leggi qui..

In quali casi sono prescritti studi

Indicazioni per i test cutanei:

Controindicazioni

I medici non effettuano test nei seguenti casi:

  • gravi malattie infettive: bronchite, tonsillite, polmonite;
  • al paziente viene diagnosticata l'AIDS o patologie autoimmuni;
  • alto rischio di reazioni anafilattiche;
  • periodo di lattazione;
  • stadio scompensato della malattia asmatica;
  • gravidanza;
  • è stato rilevato un tumore maligno;
  • esacerbazione di sintomi allergici;
  • disordini mentali.

Tipi di test

Per identificare gli allergeni, i medici conducono diversi tipi di test:

  • test di scarificazione. Sull'avambraccio, il medico applica particelle di irritante, con un ago o una lancetta fa piccoli graffi;
  • test di applicazione. Un metodo sicuro non richiede nemmeno un danno minimo all'epidermide: il medico applica un tampone inumidito con una soluzione di allergene al corpo;
  • test prik. Il paramedico mette una goccia di irritante sulla pelle, quindi, usando un ago speciale, perfora delicatamente l'area del test.

Cosa sono i campioni diretti e indiretti

Gli allergologi conducono determinati tipi di studi che coinvolgono lo strato superiore dell'epidermide nel processo. I metodi sono efficaci nella diagnosi di malattie allergiche, chiarendo la diagnosi o il tipo di irritante.

Caratteristiche dei test cutanei:

  • test allergologici diretti. L'esame viene effettuato per diagnosticare malattie che si sviluppano con intolleranza a determinate sostanze. Durante i test diretti, un possibile allergene ed epidermide sono in stretto contatto: vengono eseguite applicazioni, test di scarificazione, test preliminari;
  • test cutanei indiretti. La tecnica è progettata per determinare il tipo di reazione allergica. In primo luogo, la somministrazione sottocutanea della presunta irritante viene eseguita, dopo un certo periodo, il medico prescrive il prelievo di sangue venoso per rilevare il livello di anticorpi;
  • test provocatori. La tecnologia viene utilizzata solo con un basso contenuto informativo di altri metodi o risultati di test falsi positivi / falsi negativi. Il metodo consente di chiarire la diagnosi se i dati dei precedenti test e dell'anamnesi non corrispondono. La reazione di Prausnitz - Kyustren è la somministrazione del siero del sangue di una persona allergica a una persona sana. Dopo un giorno, il medico determina il livello di anticorpi nell'epidermide, quindi la stessa area viene trattata con un allergene e la reazione viene monitorata.

Preparazione per la procedura

raccomandazioni:

  • sospensione di glucocorticosteroidi e antistaminici 14 giorni prima del test;
  • aderenza a una dieta ipoallergenica prescritta in precedenza. I risultati dei test di digiuno potrebbero essere sbagliati.

Il paziente deve seguire rigorosamente le regole definite dal medico. Se le raccomandazioni vengono violate, sono possibili risultati falsi positivi e falsi negativi dei test cutanei. Con un'immagine "sfocata", è necessario ripetere nuovamente lo studio, utilizzare microdosi di allergeni, il che crea un certo disagio per il paziente. Per chiarire la diagnosi, vengono prescritti ulteriori test per gli allergeni, molti dei quali non sono economici.

Come vengono eseguiti i test sugli allergeni?

Caratteristiche del test di scarificazione:

  • prima di applicare i graffi, l'epidermide viene pulita con alcool ad una concentrazione del 70%;
  • il test nei bambini viene effettuato nella parte superiore della schiena, negli adulti - nell'area dell'avambraccio;
  • sull'area trattata dell'epidermide, il medico fa piccoli graffi, la distanza tra loro è da 4 a 5 cm. Se la procedura viene eseguita in modo errato (i segni sono troppo vicini) spesso ottengono risultati imprecisi);
  • Con un ago o una lancetta sterili, il medico applica estratti o soluzioni di allergeni. Per ogni tipo di stimolo, lo specialista prende un nuovo strumento;
  • per 15 minuti, il paziente deve tenere la mano immobile in modo che le gocce di sostanze irritanti non si mescolino, il risultato è stato affidabile;
  • Secondo la reazione sulla superficie dell'epidermide nella zona di graffio, il medico conclude se questa sostanza è pericolosa per una determinata persona o meno. Papule, arrossamenti, prurito, gonfiore in una determinata area indicano una risposta negativa a questo componente;
  • Il risultato del test è evidente dopo un quarto d'ora. Dopo aver misurato, analizzato la situazione, il medico rimuove le rimanenti gocce di irritante dai graffi. È possibile applicare fino a venti allergeni in un massimo di una procedura..

Risultati diagnostici

I test cutanei sono un metodo altamente informativo che consente di determinare il grado di rischio di una sostanza per un particolare paziente:

  • un risultato del test nettamente positivo - arrossamento pronunciato, dimensioni della papula di 10 mm o più;
  • reazione positiva - il rossore è chiaramente visibile, la papula raggiunge i 5 mm;
  • risultato debolmente positivo - iperemia grave, papule che misura non più di 3 mm;
  • risultato dubbio: la papula è assente, ma la pelle è diventata rossa. Per chiarire la diagnosi, viene prescritto un esame del sangue per il confronto con un gruppo di allergeni o un altro tipo di studio a discrezione del medico;
  • risultato negativo - non ci sono reazioni cutanee sulla superficie dell'epidermide nell'area dei graffi.

Falsi risultati: motivi

I medici distinguono diversi fattori rispetto ai quali sono possibili dati inaccurati:

  • assumere antistaminici o altri farmaci che inibiscono lo sviluppo di una reazione allergica;
  • procedura impropria;
  • riduzione della reazione cutanea in un determinato paziente in un determinato periodo, più spesso nei bambini e negli anziani;
  • conservazione degli estratti di allergeni in violazione delle istruzioni, che porta a un cambiamento nelle proprietà;
  • mettere in scena un campione per una sostanza che non è un irritante grave;
  • concentrazione troppo bassa preparata dall'infermiera.

Come curare l'orticaria negli adulti con rimedi popolari? Guarda una selezione di ricette efficaci.

Un elenco di antistaminici di terza generazione per le allergie cutanee è disponibile in questo articolo..

Vai su http://allergiinet.com/allergeny/zhivotnye/koshki.html e scopri i sintomi di allergia nei gatti, nonché sul trattamento della patologia.

Possibili complicazioni

Reazioni negative quando si osservano le regole dell'asepsi, raramente si verificano medici altamente qualificati. A volte la sensibilità alle sostanze irritanti è così elevata che dopo l'applicazione delle dosi minime di allergene, si sviluppa angioedema o shock anafilattico..

Per questo motivo, il personale dovrebbe rispondere rapidamente ai sintomi acuti, fermare con competenza i segni di manifestazioni potenzialmente letali. Con iniezioni tempestive di antistaminici, desensibilizzazione del corpo, i sintomi negativi diminuiscono dopo un certo tempo. Il periodo di scomparsa del gonfiore pronunciato, della normalizzazione della pressione, dell'eliminazione delle vesciche dipende dalla gravità del caso.

Come vengono eseguiti i test cutanei e cosa mostrano i test allergenici? Scopri di più dopo aver visto il seguente video:

Test cutaneo allergico: tutto ciò che devi sapere su un esame importante

Olga Ulizko 02/01/2020, 10:54 1.1k visualizzazioni

Congestione nasale, starnuti, naso che cola, arrossamento e prurito agli occhi sono sintomi dolorosamente familiari per molte persone che soffrono di intolleranza a una sostanza o all'altra. Bene, se una persona sa che tipo di innesco si verifica questa reazione. E cosa fare quando non si conosce l'origine del problema? In questo caso, i medici offrono un test cutaneo allergico..

La reazione di intolleranza individuale è diventata una vera pandemia del 21 ° secolo. Secondo stime prudenti, circa 300 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di asma bronchiale e ogni quinto individuo ha rinite allergica, afferma Joinfo.com.

In Russia, la situazione non è migliore. Questa patologia si osserva in ogni terzo adulto e ogni quarto bambino. Un test cutaneo allergico aiuterà a identificare la fonte di questo problema..

Panoramica dell'analisi

Un test cutaneo allergico è un processo di rilevazione / conferma di una reazione di intolleranza mediante l'applicazione di un potenziale estratto trigger sul derma e intradermicamente. Questo assicura la sua penetrazione nel corpo. E poi resta solo da osservare la reazione dell'epidermide.

Molto spesso, il test viene eseguito perforando la pelle, iniettando l'allergene o applicandolo a una garza (applicatore), che deve essere indossata per un certo periodo di tempo. Le procedure vengono eseguite in un'area controllata limitata per far fronte a eventuali complicazioni indesiderate..

Molto spesso, l'irritante viene applicato sull'avambraccio o sulla schiena (in rari casi, la coscia). In combinazione con una storia medica e altri test eseguiti, questi test aiuteranno a identificare come un allergene entra nel corpo - per inalazione, contatto o ingestione.

Perché hai bisogno di fare un test allergologico cutaneo??

Le informazioni fornite da questi campioni aiutano l'allergologo a sviluppare un piano di trattamento che preveda l'esposizione a sostanze irritanti, la prescrizione di farmaci specifici o l'immunoterapia (vaccinazione).

Ecco alcune malattie che possono essere rilevate:

  • febbre da fieno (rinite allergica);
  • asma allergico;
  • dermatite atopica (eczema);
  • allergia al cibo;
  • reazione di intolleranza alla penicillina;
  • allergia al veleno d'api;
  • intolleranza al lattice.

Per le persone che non vogliono fare questi test cutanei, è possibile fare esami del sangue (per anticorpi, immunoglobuline). Ma sono meno sensibili del primo e sono molto più costosi..

Tieni presente che, in generale, i test dermatologici sono definitivi per la diagnosi di allergie alle sostanze trasportate dall'aria. Come polline, peli di animali e zecche. Per quanto riguarda l'intolleranza ai prodotti, a causa della complessità della loro natura, richiedono ulteriori analisi.

In quali casi il test non può essere eseguito?

In generale, questi tipi di test sono sicuri per adulti e bambini di tutte le età, compresi i neonati. Tuttavia, a determinate condizioni non sono raccomandati, vale a dire:

  • Una storia di gravi manifestazioni allergiche conosciute come shock anafilattico. In questo caso, anche una piccola quantità della sostanza può causare una reazione potenzialmente fatale..
  • In caso di inizio del trattamento, che influisce sui risultati. Questo vale per antistaminici, antidepressivi e alcuni farmaci per il bruciore di stomaco (alta acidità di stomaco). Ecco perché è importante informare il medico dei farmaci che sta assumendo. Quindi determinerà se il trattamento può essere continuato o deve essere sospeso per l'esame.
  • In presenza di malattie della pelle (come eczema grave o psoriasi) che colpiscono ampie aree dell'epidermide sulle braccia e sulla schiena. Cioè, nei luoghi in cui viene eseguito il test, il coperchio potrebbe non essere "pulito" abbastanza per l'affidabilità del test. Altre patologie, come la dermatografia, possono portare a risultati falsi..
  • Oltre 60 anni.
  • Durante la gravidanza.

Come è la procedura?

La procedura varia in base al tipo di test cutaneo eseguito. In linea di principio, ce ne sono tre: un prik-test (o un prick test), un test intradermico e un test di applicazione ("patchwork").

1. Il primo di essi - il test di puntura, è il più spesso utilizzato e viene eseguito in più fasi. Inizialmente, il medico / l'infermiere esamina la pelle dell'avambraccio (in un adulto) o la schiena (in un bambino) e la disinfetta.

Quindi disegnano una trama di pelle sui quadrati con un pennarello e li numerano per identificare ogni allergene testato. Una goccia dell'estratto di stimolo viene posizionata nel segmento appropriato. Per la puntura, utilizzare un piccolo strumento ad ago (lancetta) per introdurre la sostanza nell'epidermide.

Per verificare l'adeguatezza della reazione cutanea, vengono introdotte due sostanze aggiuntive nel tegumento cutaneo, vale a dire:

  • istamina (nella maggior parte delle persone provoca una reazione); in caso contrario, il test non rivelerà alcuna allergia, anche se una persona soffre di una delle sue varietà;
  • glicerina o soluzione salina (la maggior parte delle persone non causa manifestazioni); se il paziente risponde a loro, ciò significa che ha la pelle sensibile e i risultati devono essere interpretati con cautela al fine di evitare test falsi positivi.

Dopo un intervallo di 15 minuti, viene verificata la reazione cutanea. Se si è formato un gonfiore rosso e pruriginoso, viene misurata la sua dimensione. Dopo aver registrato i risultati, il derma viene finalmente eliminato dai segni di marcatura..

Si noti che il test di puntura non viene eseguito per iniezione e non provoca sanguinamento, disagio a breve termine. Il numero di sostanze in esame può raggiungere i 40 e l'analisi è efficace per determinare la risposta a polline, muffe, peli di animali, zecche e alimenti.

2. Nella prima fase, quando si esegue un test intradermico, il derma viene esaminato e disinfettato. Una piccola quantità di allergene viene iniettata direttamente sotto la pelle nell'avambraccio, simile al test di Mantoux. Dopo circa 20-30 minuti, viene controllata una reazione allergica..

3. Il test di applicazione viene eseguito applicando un allergene (estratti di circa 20-30 sostanze, tra cui lattice, medicinali, profumi, conservanti, coloranti, metalli e resine) su una patta di garza (applicatore), che viene quindi posizionata sulla pelle della schiena.

Se nel corpo compaiono anticorpi allergici, il derma si irrita e prude, come per le punture di insetti. Ciò significa che esiste una reazione di intolleranza a questa sostanza. Nei giorni di test, si consiglia di evitare qualsiasi attività che causa un'eccessiva sudorazione..

Si noti che tutti i campioni vengono eseguiti solo in un istituto medico e i risultati vengono interpretati da uno specialista. La comparsa di reazioni nei primi due test dura da 15 a 40 minuti circa. E con un lembo di garza o un applicatore, dovrai camminare per circa due giorni. A volte in caso di una risposta allergica ritardata - anche 3-4 giorni.

Come prepararsi per il test?

Prima di tutto, è necessario informare l'allergologo su tutti i farmaci assunti. Compresi integratori alimentari e complessi vitaminici da banco. Poiché i farmaci allergici, in particolare gli antistaminici, inibiscono le reazioni di intolleranza, non dovresti prenderli qualche giorno prima del test (fino a 10 giorni) e discutere con il medico la possibilità di sospendere il trattamento.

Prima dell'esame, il medico esaminerà la storia medica del paziente, chiederà i sintomi e raccoglierà una storia familiare. Può anche avere una visita medica (per escludere altre condizioni). Poni domande su possibili malattie passate / presenti, stile di vita e abitudini alimentari..

Devi sapere che alcuni farmaci sopprimono le manifestazioni allergiche, non permettendo alla pelle di dare risultati veri. Allo stesso tempo, altri - aumentano il rischio di sviluppare una grave reazione di intolleranza. Anche interrompendo la loro assunzione, la maggior parte dei farmaci rimane nel corpo per diversi giorni e anche una settimana.

Effetti collaterali

Sebbene nel corpo vengano introdotte solo piccole quantità di allergeni, un test cutaneo è sicuro se eseguito correttamente e le reazioni sistemiche sono rare. L'effetto indesiderato più comune è l'infiammazione, il rossore e il conseguente prurito locale (ciò può verificarsi durante i test o dopo alcune ore, che dura fino a diversi giorni).

Le reazioni allergiche gravi e immediate sono rare. Tuttavia, i campioni devono essere eseguiti in un istituto medico, i cui specialisti saranno in grado di intervenire immediatamente se necessario.

False reazioni

Sebbene siano stati trovati risultati abbastanza rari, falsi negativi e falsi positivi. Nel primo caso, le cause di una reazione errata possono essere:

  • estratti di allergeni di bassa qualità o viziati;
  • errori nell'esecuzione di un test cutaneo;
  • malattie che influenzano la reazione dermatologica;
  • produzione insufficiente di anticorpi allergici nel corpo del paziente.

Risultati falsi positivi si verificano nel 50-60% dei casi e possono verificarsi per 2 motivi:

  • Durante i pasti, il tratto gastrointestinale scompone le proteine, comprese quelle allergeniche, in minuscole particelle che gli anticorpi non sono in grado di riconoscere. E una persona può tranquillamente utilizzare il prodotto senza rischi per la salute.

Ma durante un test cutaneo, più proteine ​​entrano nell'epidermide. Di conseguenza, gli anticorpi li riconoscono e danno un risultato falso positivo. Sebbene in realtà, una persona non abbia mai avuto problemi con questo prodotto.

  • Molti prodotti appartenenti allo stesso gruppo alimentare (cereali, legumi, belladonna e così via) hanno proteine ​​simili o completamente identiche. Pertanto, se il paziente è allergico ai pomodori (la famiglia della belladonna), un test cutaneo può dare una reazione falsa positiva alla melanzana. Sebbene la persona li consuma con calma e non ha avuto conseguenze indesiderabili.

Dopo il test

Dopo un test di allergia cutanea, eventuali estratti e marcatori vengono rimossi dall'epidermide e viene applicata una crema leggera con cortisone per ridurre il prurito eccessivo. Una reazione positiva significa che c'è un'allergia alla sostanza corrispondente. Di solito, maggiore è il gonfiore, maggiore è la sensibilità.

Una reazione negativa significa che molto probabilmente non c'è allergia a un trigger specifico. I risultati verranno utilizzati dal medico per elaborare un piano di trattamento, che può includere farmaci (antistaminici e decongestionanti, spray nasali o colliri), immunoterapia, un cambiamento nello stile di vita / ambiente di vita o dieta.

Identificando gli allergeni, il paziente può controllare i sintomi. Ma è molto importante evitare o minimizzare il contatto con sostanze irritanti e seguire esattamente le istruzioni del medico.

L'articolo è solo a scopo informativo. Se c'è una reazione di intolleranza a un allergene, dovresti consultare un medico. Prescriverà gli esami necessari e, in base ai loro risultati, il trattamento.

Abbi cura di te e sii sano!

Di recente, abbiamo scritto che molto spesso le allergie sono causate da peli di animali, polline di piante, frutti di mare, agrumi e materiali sintetici. Ma ci sono ulteriori fattori che possono migliorare le manifestazioni della condizione.

Test allergologici: test allergologico

Leggi le caratteristiche delle reazioni allergiche nei bambini di età diverse QUI >>>>

A chi vengono prescritti i test allergologici? Sono sicuri per i bambini? A che età possono essere fatti? Cosa mostrerà l'esame del sangue? Risposte Evgenia VODNITSKAYA, medico di seconda categoria, allergologo-immunologo del Centro medico AllergoCity.

Perché abbiamo bisogno di test allergologici?

Secondo l'OMS, l'allergia è una delle malattie più comuni, ogni quinto abitante del nostro pianeta vi è esposto. Nelle grandi città, le statistiche sono ancora meno piacevoli: dal 30 al 60% dei residenti di megalopoli è allergico. Un'allergia può verificarsi letteralmente su qualsiasi cosa: sulla peluria dei denti di leone, sui peli del gatto, sulla torta della nonna, sulla tua stessa coperta... Al fine di preservare la presenza della mente in queste condizioni e capire cosa causa esattamente prurito, starnuti, tosse e altri problemi, ci sono test allergologici - test di allergia cutanea.

Commento dello specialista

Le indicazioni per i test allergologici sono sospette allergie: allergia, dermatite atopica, allergica, rinite, congiuntivite, laringostenosi ricorrente, episodi ripetuti di bronchite ostruttiva, sospetto asma bronchiale, bambini spesso malati a lungo termine, ipertrofia adenoide.

La determinazione dello spettro di allergeni viene effettuata da un medico. Il loro set dipende dall'età del paziente, se i sintomi dell'allergia sono rotondi o stagionali, la presenza di un animale in casa, dove i sintomi peggiorano all'interno o all'esterno, ecc..

Tipi di test allergologici

Esistono tre tipi principali di test delle allergie cutanee..

Test di applicazione (patch test)

Questo metodo è considerato il meno aggressivo e viene utilizzato per diagnosticare le allergie da contatto. Durante la procedura, le strisce reattive con allergeni applicati su di esse vengono incollate sulla schiena del paziente (fino a 10 varietà su ogni cerotto). Camminare con questi adesivi richiederà molto tempo: dalle 24 alle 48 ore. Quindi il medico rimuove i cerotti e valuta le condizioni della pelle.

Commento dello specialista

I risultati vengono valutati dopo 24-48 ore, quindi dopo 3-4 giorni, in alcuni casi ripetutamente dopo 7 giorni. Quando si esegue un tale test, sono possibili reazioni sia false che positive, come con qualsiasi altro metodo diagnostico.

Test di screening

Allo stesso tempo, puoi studiare la risposta del corpo a 40 diversi allergeni. Il test consente di rilevare allergie a pollini, suolo, muffe, peli di animali domestici, acari della polvere, cibo.

Negli adulti, i test di scarificazione vengono eseguiti nell'avambraccio, nei bambini, nella parte superiore della schiena. Nel processo di diagnosi, il medico graffia leggermente la pelle con una lancetta o un ago sterili sottili. Quindi, una goccia di un allergene diagnostico viene applicata a ogni graffio. Dopo 15 minuti, diventa evidente se il paziente è allergico a una qualsiasi delle sostanze applicate. Se c'è una reazione, il graffio inizia a prudere molto, si gonfia e diventa rosso, sul sito di applicazione appare un blister simile a una puntura di zanzara. Se il diametro di un tale blister è superiore a 2 mm, la reazione è considerata positiva.

Per ridurre al minimo la probabilità di errore, due sostanze "test" vengono applicate al graffio prima di iniziare il test: istamina e soluzione salina. Se la pelle non risponde all'istamina, non reagisce a un vero allergene e una reazione salina indicherà una maggiore sensibilità della pelle e, quindi, il rischio di una reazione falso positiva.

Questo tipo di test è certificato in Russia ed è spesso utilizzato per diagnosticare allergie nel nostro paese..

Test di Prik

Questo test è per molti versi simile ai test di scarificazione, tuttavia, invece di graffi, la pelle del paziente è solo leggermente perforata nel punto di applicazione dell'allergene (il nome del test deriva dall'inglese puntura - iniezione). A causa di meno traumi alla pelle, tale test, di norma, è più facile da tollerare, sebbene la gravità dei risultati sia leggermente inferiore. Il Prik-test è raccomandato per l'uso prioritario dall'Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica (EAACI) e dalla World Allergy Organization (WAO). Tuttavia, in Russia questo metodo non è certificato e quindi viene utilizzato molto meno frequentemente dei test di scarificazione.

Costo: i test cutanei certificati in Russia possono essere eseguiti gratuitamente presso la clinica nel luogo di residenza.

Il costo dei test cutanei nelle cliniche private: 100-200 rubli. per 1 allergene.

Commento dello specialista

I test di Prik sono meno traumatici; in base alla loro affidabilità, i risultati dei test prik e dei test di scarificazione praticamente non differiscono. Il gold standard nella diagnostica è proprio il prik test.

A che età fanno i test allergologici?

Se l'allergia identificata procede senza gravi complicazioni, quindi, di norma, il medico consiglia di astenersi dal test allergologico fino a cinque anni. Ciò è dovuto al fatto che nei bambini piccoli possono verificarsi e passare reazioni allergiche a varie sostanze irritanti e che un risultato del test sia positivo che negativo non garantirà che la situazione non cambierà in pochi mesi.

Tuttavia, se ci sono indicazioni, vengono eseguiti anche test di allergia cutanea per i bambini dai due anni di età, tuttavia, il numero di allergeni inclusi nello studio è ridotto.

Commento dello specialista

I test di scarificazione vengono eseguiti a partire dall'età di due anni se il bambino può sedere in silenzio per 15-20 minuti mentre viene eseguita la diagnosi. Il test di Prik può anche essere eseguito da due anni. Fino a questa età, i test cutanei sono possibili, ma il loro contenuto informativo è ridotto - a causa delle caratteristiche anatomiche della pelle del bambino, i risultati falsi positivi possono essere.

Esame del sangue per allergeni

Se un bambino piccolo ha bisogno di un esame, quindi più spesso i medici prescrivono un esame del sangue per gli allergeni. Tale studio può essere effettuato da 4-6 mesi.

La base degli esami del sangue per le allergie è la determinazione del livello di immunoglobuline E - anticorpi che vengono prodotti intensivamente nel corpo di una persona che ha accidentalmente mangiato, annusato o toccato un allergene. Diverse analisi sono attualmente disponibili..

Determinazione delle IgE totali (immunoglobuline E totali, IgE totali)

Questo è un esame del sangue che mostra il livello totale di immunoglobuline E nel sangue. Una maggiore concentrazione di IgE nel sangue indicherà se il paziente ha una tendenza alle allergie. Questo test può essere somministrato a un bambino con genitori allergici al fine di valutare il rischio di allergie..

Costo stimato: 300-400 rubli.

Determinazione di IgE specifiche (immunoglobuline specifiche E)

Durante questo studio, un campione di siero del sangue viene messo in contatto con alcuni allergeni e il livello di immunoglobulina per ciascuno di essi viene determinato in laboratorio. Quindi puoi determinare la presenza di una reazione allergica a:

  1. Separare gli allergeni alimentari;
  2. Pannelli comuni (un risultato per una miscela di allergeni simili, ad esempio roditori, diversi funghi muffa o cibo);
  3. Allergeni domestici;
  4. Polline vegetale;
  5. Esistono anche vari pannelli in cui il risultato viene visualizzato in un elenco per ciascun allergene individualmente (pediatrico, respiratorio, ecc.).

Svantaggi di questo metodo

  1. Alto prezzo.
  2. A differenza dei test cutanei, il metodo non è sensibile agli antigeni non proteici, il che significa che non è possibile rilevare tutti i tipi di allergie..

Costo stimato: 300-400 rubli. per ogni allergene.

Tecnologia ImmunoCAP (Neonato Fadiatop, Neonato Phadiatop)

Questo è uno degli studi più moderni, che si afferma sia specificamente progettato per rilevare la predisposizione alle allergie nei bambini di età inferiore ai cinque anni. Il test è altamente sensibile e può rilevare concentrazioni ultra basse di anticorpi IgE.

Lo studio include gli allergeni più comuni, che molto spesso causano reazioni nei bambini piccoli. Di conseguenza, lo studio fornisce una risposta definitiva: se il bambino ha o meno una tendenza alle allergie. Inoltre, utilizzando il sistema ImmunoCAP, è possibile esaminare la risposta ai singoli allergeni..

Costo: pannello per bambini Fadiatop - da 1950 rubli, allergeni individuali secondo il metodo ImmunoCAP - da 640 rubli. per 1 allergene

Commento dello specialista

Nel sangue per la rilevazione di allergie, viene determinata la presenza di IgE specifiche (immunoglobuline E), ci sono diversi metodi di laboratorio. Ad oggi, ImmunoCAP è considerato il metodo più sensibile. Vantaggi: è possibile condurre un esame da 4-6 mesi, non è necessario annullare antistaminici e altri farmaci prima dell'esame, è possibile prelevare il sangue durante un'esacerbazione, durante il periodo di fioritura delle piante. Svantaggi: non mostra allergia non IgE-dipendente.

Preparazione per test allergologici e controindicazioni

Controindicazioni rigorose ai test di allergia cutanea:

  • esacerbazione di malattie croniche;
  • malattie infettive acute;
  • esacerbazione delle allergie.

Preparazione per i test delle allergie cutanee:

  • interrompere l'assunzione di antistaminici in due settimane;
  • smettere di usare unguenti antiallergici per una settimana.

Prima di un esame del sangue allergico, non è necessario il ritiro di antistaminici. Si consiglia di donare il sangue al mattino (dalle 8 alle 11 ore), a stomaco vuoto.

Commento dello specialista

Controindicazioni per i test cutanei: assunzione di antistaminici, esacerbazione di allergie, una malattia infettiva acuta, esacerbazione di una malattia cronica, fioritura di un allergene causale, vaccinazioni, attivazione di una reazione Mantoux, malattia mentale, reazioni anafilattiche, dermatografia urticaria, orticaria, asma bronchiale non controllata, gravidanza grave danno a cuore, fegato, reni, sistema sanguigno.

Potresti essere interessato a conoscere l'immunoterapia specifica per allergeni (ASIT). Leggi QUI >>>>

Test cutaneo allergenico

Test allergici - reazioni biologiche per la diagnosi di una serie di malattie, basate sull'ipersensibilità del corpo causata da un allergene.

In molte malattie infettive, a causa dell'attivazione dell'immunità cellulare, si sviluppa una maggiore sensibilità del corpo ai patogeni e ai prodotti della loro attività vitale. I test allergici utilizzati per diagnosticare infezioni batteriche, virali, protozoarie, micosi ed elmintiasi si basano su questo. I test allergici hanno specificità, ma spesso sono positivi nei pazienti che sono stati malati e vaccinati..

Tutti i campioni allergici sono divisi in due gruppi: campioni in vivo e in vitro.

Al primo gruppo

I test allergologici in vitro si basano sul rilevamento di sensibilizzazione all'esterno del corpo del paziente. Vengono utilizzati quando i test cutanei non possono essere eseguiti per una ragione o per l'altra o quando le reazioni cutanee danno risultati poco chiari..

Per eseguire test allergici, vengono utilizzati allergeni - farmaci diagnostici progettati per rilevare la sensibilizzazione specifica del corpo. Gli allergeni infettivi utilizzati nella diagnosi delle malattie infettive sono filtrati purificati di colture di brodo, meno spesso sospensioni di microrganismi uccisi o AH isolati da loro.

Test cutanei.Allergeni infettivi somministrato, di norma, per via intradermica o cutanea, sfregando in aree cutanee scarificate. Nel metodo intradermico, 0,1 ml di allergene vengono introdotti nel terzo medio della superficie anteriore dell'avambraccio con uno speciale ago sottile. Dopo 28 - 48 ore, vengono valutati i risultati della reazione di TOS, determinando la dimensione della papula nel sito di iniezione.

Allergeni non infettivi (polline di piante, polvere domestica, cibo, medicine e sostanze chimiche) vengono iniettati nella pelle con un'iniezione (prik-test), per via cutanea mediante scarificazione e sfregamento o mediante iniezione intracutanea di una soluzione di allergene diluita. Come controllo negativo, IHN viene utilizzato, come controllo positivo, una soluzione di istamina. I risultati vengono presi in considerazione per 20 minuti (GST) in base alle dimensioni della papula (a volte fino a 20 mm di diametro), alla presenza di edema e prurito. I test intradermici vengono sottoposti in caso di risultato negativo o dubbio di un test prik. Rispetto a quest'ultimo, la dose di allergene è ridotta di 100-5000 volte.

I test cutanei per la presenza di TOS sono ampiamente utilizzati per rilevare l'infezione di persone con tubercolosi da micobatterio (test di Mantoux), agenti patogeni di brucellosi (test di Burnet), lebbra (reazione di Mitsuda), tularemia, ghiandole, actinomicosi, dermatomicosi, toxoplasmosi, alcune elmintiasi, ecc..

Campioni in vitro. Questi metodi di ricerca sono sicuri per il paziente, abbastanza sensibili, consentono di quantificare il livello di allergia del corpo.

Attualmente, sono stati sviluppati test per determinare la sensibilizzazione, sulla base delle reazioni dei linfociti T e B, dei basofili dei tessuti, dell'identificazione di IgE specifiche specifiche nel siero del sangue, ecc. Questi includono l'inibizione della migrazione dei leucociti e la trasformazione dell'esplosione dei linfociti, la formazione specifica di rosette, il test basofilo di Shelley, reazione di degranulazione di basofili tissutali e metodi allergosorbenti (determinazione di IgE specifiche nel siero del sangue).

Inibizione della migrazione dei leucociti (RTML) L'RTML si basa sull'inibizione della migrazione di monociti e altri leucociti sotto l'influenza di mediatori prodotti da linfociti sensibilizzati in presenza di un allergene specifico.

La reazione della trasformazione dei linfociti esplosione (RBT) Questa reazione si basa sulla capacità dei normali linfociti di sangue periferico di entrare nella mitosi e trasformarsi in forme di esplosione quando vengono coltivati ​​in vitro sotto l'influenza di fattori specifici - allergeni e stimolanti della mitogenesi non specifici - mitogeni (fitoesmagglutinina, concanavalin A e lipopolis altre sostanze).

La reazione di una specifica formazione di rosette Gli sbocchi sono formazioni caratteristiche che si verificano in vitro a seguito dell'adesione dei globuli rossi alla superficie delle cellule immunocompetenti. La formazione di rosette può verificarsi spontaneamente, poiché i linfociti T umani contengono recettori dei globuli rossi delle pecore. La formazione spontanea di sbocco in soggetti sani è del 52 - 53% e funge da indicatore dello stato funzionale dei linfociti T. Questo fenomeno si riproduce anche se vengono utilizzati i globuli rossi, su cui sono fissati gli allergeni corrispondenti..

La reazione della degranulazione dei basofili nei tessuti Il metodo si basa sul fatto che, sotto l'azione di un allergene, i basofili dei tessuti dei ratti vengono degranulati, precedentemente sensibilizzati dall'AT citofilo dal siero del sangue del paziente.

Test basofilo di Shelley È noto che anche i granulociti basofili umani o di coniglio sono degranulati in presenza del siero e dell'allergene del paziente a cui questo paziente è sensibile..

Determinazione degli anticorpi della classe IgE in vitro. La diagnosi di laboratorio delle malattie basate sulla GNT si basa sulla determinazione di IgEanti-IgE specifiche per allergeni. Quando si utilizza un'etichetta radioattiva, il metodo è chiamato test dei radioallergosorbenti (PACT), ma più spesso viene usato come etichetta un enzima o una sostanza fluorescente (FAST). Tempo di analisi - 6 - 7 ore. Principio del metodo: fissato su una base solida, un allergene noto viene incubato con il siero del sangue del paziente; Le IgEanti-IgE specifiche del siero si legano all'allergene e quindi rimangono fisse sulla base e possono interagire specificamente con l'anti-IgE marcato aggiunto.

Test allergologici e test

Identificare le cause dell'ipersensibilità del sistema immunitario richiede un approccio integrato. Secondo i risultati di un tipo di ricerca, è impossibile fare una diagnosi. Pertanto, ai pazienti viene prescritto un esame del sangue per allergie, punture (test cutanei) e altri test provocatori.

Esame del sangue

Un esame del sangue allergico è preciso al 100%. Questa è una diagnosi immunologica diretta volta a determinare immunoglobuline specifiche (IgE). Queste proteine ​​innescano una reazione di ipersensibilità immediata..

Importante! La concentrazione di IgE nel sangue aumenta anche con l'invasione elmintica, le condizioni di immunodeficienza, le infezioni fungine del tratto respiratorio (aspergillosi). Questo viene preso in considerazione quando si valutano i risultati dello studio..

indicazioni

Viene eseguito un esame del sangue se si sospettano questi tipi di allergeni:

alimenti: prodotti lattiero-caseari, proteine, soia, arachidi, noci, farina di frumento, verdure, frutta;

respiratorio (polline vegetale) ─ betulla, ontano, piantaggine, ambrosia, assenzio, segale, erbe fiorite;

famiglia ─ polvere, zecche, muffe, peluria (cuscini di piume), peli di animali domestici;

biochimici ─ medicinali, prodotti chimici domestici.

L'elenco dei pannelli allergenici che l'analisi rivela è lungo. Pertanto, il medico, dopo aver raccolto un'anamnesi, prende appuntamenti esatti, per determinare quali allergeni fare una diagnosi.

Come donare il sangue

Il sangue per le allergie non deve essere donato se ci sono processi infiammatori o malattie infettive nel corpo. Ciò distorce l'affidabilità dei risultati. Lo studio viene condotto dopo wow, poiché i conteggi ematici generali saranno entro i limiti normali..

Se possibile, interrompere l'assunzione di antistaminici (antiallergici), antibiotici, farmaci ormonali 2-3 giorni prima dell'analisi. Per 5-7 giorni, escludi gli alimenti sensibilizzanti dalla dieta ─ agrumi, noci, cioccolato, uova di gallina, latte intero, formaggi, miele. Annullare temporaneamente l'attività fisica e l'allenamento in palestra.

Importante! I test allergici non vengono eseguiti nel periodo acuto della malattia, quando sono presenti sintomi gravi: rinorrea grave (naso che cola), congiuntivite, gonfiore della mucosa laringea, nonché con esacerbazione di allergie croniche (febbre da fieno, febbre da fieno).

Un'analisi viene eseguita al mattino, a stomaco vuoto. La vena ulnare viene perforata e il sangue viene prelevato in un volume di 5 ml.

Per i bambini, l'analisi viene eseguita secondo la stessa metodologia utilizzata per gli adulti, ma solo su raccomandazione di un pediatra. È considerato inappropriato esaminare il sangue alla ricerca di allergeni in un bambino di età inferiore a 3 anni. A questa età, il sistema immunitario si sta solo formando e una reazione di ipersensibilità non indica sempre un'allergia.

Come sta andando lo studio

I campioni di sangue vengono esaminati in due modi..

Test per la determinazione dell'immunoglobulina specifica E (IgE). Questo è un test radioimmunologico, il cui principio è il legame di proteine ​​a sostanze simili marcate con un radionuclide.

Fasi dell'analisi:

Plasma ematico miscelato con reagenti.

Separare la sostanza libera dal limite al radionuclide.

Viene eseguita la radiometria del campione (determinare la quantità di proteina IgE).

Il metodo è altamente sensibile e preciso. Il processo è completamente automatizzato, il che elimina errori grossolani nella conclusione. Gli svantaggi del test ─ per un esame, è possibile determinare un solo tipo di allergene, ad alto costo.

Il test RAST è un esame del sangue preliminare che determina la direzione verso la quale gruppo di allergeni navigare con misure complete per identificare le cause delle allergie. In condizioni di laboratorio, il sangue prelevato viene distribuito in provette sterili. Ciascuno è riempito con una soluzione speciale contenente un certo tipo di allergene. L'aumento del contenuto di immunoglobulina E nei campioni è un risultato positivo..

decrittazione

La decrittazione di un esame del sangue per le allergie viene eseguita da un medico di laboratorio qualificato. I valori standard vengono confrontati con gli indicatori con i dati ottenuti..

Valori di riferimento (normali) della quantità di IgE nel sangue nei bambini e negli adulti

Il livello di immunoglobulina E (UI / ml)

Grafico di valutazione del campione cutaneo

Un sito di puntura è visibile, senza un alone iperemico, gonfiore

Rossore del graffio

Una piccola bolla si trova solo quando la pelle è tirata

Il gonfiore e l'iperemia di diametro non superano i 5 mm

Gonfiore e arrossamento fino a 10 mm, pseudopodia manifesta (arrossamento della pelle sotto forma di gambe, punte di stelle)

Gonfiore superiore a 10 mm, eritema grave (arrossamento anomalo), reazioni allergiche (eruzione cutanea, prurito, desquamazione)

Importante! In un bambino di età inferiore a 3 anni, l'analisi mostra spesso un risultato falso positivo..

Controindicazioni

Il test di scarificazione non viene eseguito per i pazienti con le seguenti condizioni:

malattie acute e infiammatorie e infettive;

grave patologia degli organi interni ─ cuore, polmoni, reni, fegato;

storia di anafilassi;

disturbi mentali acuti

gravidanza, allattamento.

Non è consigliabile eseguire test durante il trattamento con farmaci ormonali, bloccanti del recettore dell'istamina. Dopo una forma acuta di allergia (angioedema, shock anafilattico), il numero di anticorpi sensibili diminuisce drasticamente nella pelle. Ciò può dare risultati falsi negativi..

Test allergologici di applicazione (patch)

Questa è un'analisi per rilevare l'infiammazione cutanea allergica da contatto, la fotodermite (maggiore sensibilità alla luce solare), le cause del loro sviluppo. Sulla base dei risultati del test, viene selezionato un farmaco efficace e sicuro.

La tecnica utilizza antigeni standard (diagnostici):

agenti farmacologici topici;

sostanze organiche, metalli;

prodotti chimici domestici, aromi.

Una soluzione con la concentrazione ottimale ottimale di allergene viene applicata alla base (cerotto, supporto ipoallergenico). Il luogo di introduzione del diagnostico è la parte della schiena tra la colonna vertebrale e la scapola. Raramente metti un campione a portata di mano. Se ci sono eruzioni cutanee sulla pelle, è meglio scegliere una zona con un numero minimo di elementi cutanei.

Per risultati affidabili, l'applicazione viene applicata sulla pelle pulita e asciutta. L'area interessata è delineata con un pennarello fluorescente. La patch viene applicata per 2-3 giorni. Durante questo periodo, non puoi fare la doccia, strisce d'acqua.

Importante! Se una persona avverte forte prurito, irritazione, disturbo dello stato generale di salute, sonno, il cerotto viene immediatamente rimosso.

Valutazione del test allergologico

Una valutazione iniziale di una reazione allergica viene eseguita dopo 1-2 giorni. Dopo aver rimosso le strisce di patch, viene esaminata un'area della pelle in mezz'ora. La valutazione ripetuta viene eseguita in 3-5 giorni. È necessario per differenziare la reazione irritante (irritazione normale) dalla risposta immunitaria.

Segni di sensibilità al contatto con allergeni ─ edema locale e iperemia di gravità variabile. Durante l'esame iniziale, il 30% degli allergeni dà un risultato negativo. E solo il 3 ° giorno diventa positivo. Questa è una caratteristica distintiva delle allergie da irritazione, che, al contrario, si esprime durante le prime 24-48 ore e si attenua il giorno 3.

Per l'affidabilità dei risultati mentre si indossa la patch, non è possibile praticare sport, attività vigorose. L'eccessiva sudorazione distorce i risultati.

Controindicazioni allo studio ─ dermatite acuta comune. Gli antistaminici per somministrazione orale non influenzano la reazione di ipersensibilità.

Test provocatori

Gli studi in cui un allergene viene somministrato attraverso le mucose sono chiamati test provocatori. È oculare e nasale. L'analisi viene eseguita raramente, solo se i metodi tradizionali sono stati inefficaci e segni soggettivi secondari indicano la presenza di reazioni di ipersensibilità nel corpo.

Nasale

L'esame è indicato per sintomi come naso che cola tutto l'anno, starnuti, prurito al naso, con sospetta febbre da fieno.

Prima di effettuare test per gli allergeni, è necessario preparare (ripristinare) il farmaco. Il liofilizzato (polvere contenente allergeni) viene conservato in frigorifero. Il solvente utilizzato è salino con un conservante fenolico.

La sequenza del test provocatorio:

Il test viene eseguito in regime ambulatoriale a temperatura ambiente normale..

In inverno, il paziente deve rimanere in casa per almeno 30 minuti prima dell'analisi.

Determina la pervietà, la resistenza nasale.

Eseguire un test con un aumento della concentrazione del diagnostico, contemporaneamente a intervalli di 1-2 minuti. misurare la resistenza.

Prima dell'analisi stessa, viene creato un campione di controllo, in cui viene rilevata una reazione non specifica al fenolo e alla soluzione fisiologica.

I risultati sono misurati dalla congestione nasale misurando il flusso d'aria..

Criteri per un risultato positivo nella decodifica:

Riduzione del 40% del volume corrente rispetto alla misura di controllo;

aumento della gravità dei segni clinici ─ gonfiore, essudazione, irritazione, starnuti;

la comparsa di ulteriori sintomi ─ congiuntivite, lacrimazione.

Con un risultato negativo o dubbio, viene mostrata un'analisi ripetuta. Secondo le statistiche, la rinomanometria dà un risultato veramente positivo nell'80-90% dei casi. Il 50% delle persone mostra reazioni allergiche tardive (4-12 ore dopo il test).

Effetti collaterali quando si utilizza la tecnica ─ broncospasmo, tosse soffocante. Controindicazioni ─ rinite batterica o virale acuta, sinusite, allergia immediata.

Occhio

I campioni sono prescritti per allergie a polline di piante, peli di animali. Indicazioni ─ infiammazione persistente della mucosa dell'occhio, grave gonfiore delle palpebre, formazione di borse con liquido sotto gli occhi, irritazione, desquamazione della pelle.

Per il test, viene utilizzato un fluido di controllo, che viene instillato in un occhio e la soluzione contenente l'allergene viene iniettata nel sacco congiuntivale dell'altro occhio. Dopo la misurazione del controllo, in assenza di una reazione allergica acuta, viene eseguito un test diagnostico.

Innanzitutto, viene somministrata una soluzione con una concentrazione di 10 volte inferiore alla dose soglia. Valutare dopo 15 min. Con un risultato negativo e l'assenza di cambiamenti nella mucosa dell'occhio, aumenta la quantità di allergene.

Criteri per un risultato positivo ─ comparsa di iperemia, prurito, lacrimazione.

Inalazione

Il test è indicato per rilevare varie forme di asma bronchiale. L'analisi è specifica, poiché l'allergene entra naturalmente nel corpo e provoca attacchi bronchiali.

Diagnosticum viene somministrato a spruzzo. In questo caso, il paziente deve respirare correttamente, al comando di un medico, inspirare ed espirare.

In precedenza, un liquido di controllo veniva iniettato nel tratto respiratorio inferiore attraverso un inalatore. Dopo 10-15 minuti valutare il flusso espiratorio forzato.

Lo studio inizia con un dosaggio minimo (1-1,5 ml). Una persona inala una soluzione per 2 minuti. Nell'ora successiva, monitorare attivamente il paziente, registrare i cambiamenti nella sua salute.

Se non si manifestano sintomi allergici, aumentare la concentrazione dell'allergene somministrato. Indicazioni per l'interruzione del test ─ insorgenza di mal di gola, tosse spastica.