Come fanno gli allergotest, i tipi di test allergologici

Analisi

I test sugli allergeni negli adulti sono alcuni tipi di test che testano la risposta del tuo corpo a determinati tipi di allergeni. Gli allergotest possono essere eseguiti come analisi del sangue, test cutaneo o dieta di eliminazione..

Cosa sono gli allergeni

In generale, gli allergeni sono sostanze che contengono antigeni e sono in grado di provocare determinate reazioni nelle persone sensibili a loro..

Esistono tre tipi principali di allergeni:

Inalazione. Colpisce il corpo a contatto con i polmoni, i bronchi e la mucosa nasofaringea. Un tipico esempio di tale allergene è il polline delle piante durante la fioritura. Questi tipi di allergie sono chiamati febbre da fieno, febbre da fieno o rinosinusopatia allergica;

Cibo. Presente in alcuni alimenti, come arachidi, soia e frutti di mare. C'è anche un'allergia al melone, che spesso accade nelle persone con una reazione al polline;

Contatto. Provocano una reazione a contatto con la pelle (prurito, arrossamento, desquamazione) e si chiama dermatite da contatto o orticaria. Un esempio tipico è l'esposizione a shampoo, gel doccia contenenti formaldeide.

Qual è l'essenza di allergotest?

Il significato della maggior parte dei test sugli allergeni è provocare una reazione del corpo con una piccola quantità di determinate sostanze. Pertanto, tali test sono chiamati provocatori. Un'eccezione è un esame del sangue allergico..

Come prepararsi per i test allergologici

Prima di prescrivere i test, l'allergologo ti chiederà i sintomi e il benessere, il tempo del loro aspetto, le circostanze, la storia familiare, ecc..

Per prepararti ai test allergologici, devi smettere di bere per un po ':

Antistaminici (incluso OTC);

Alcuni farmaci per il trattamento del bruciore di stomaco, come la famotidina;

Farmaci per il trattamento dell'asma a base di anticorpi monoclonali contro IgE (omalizumab);

Quali test vengono effettuati per rilevare un'allergia??

Come abbiamo già scritto, un test allergologico completo include: test provocatori sulla pelle, un esame del sangue immunologico e una dieta (esclusiva) per l'eliminazione.

È probabile che il medico ti prescriverà tutti e tre i tipi di test, a seconda dei sintomi e del benessere..

Test delle allergie cutanee (test delle allergie)

I test più comuni per rilevare le allergie, perché rilevano molti potenziali allergeni: cibo e contatto o inalato. Esistono tre tipi di test cutanei per le allergie:

Usando i graffi;

I medici di solito iniziano con i graffi. Un allergene viene applicato su un'area specifica della pelle (di solito sul braccio o sulla schiena), quindi viene eseguita una tacca superficiale con una puntura dell'epidermide con uno strumento speciale. Dopo 20 minuti, l'allergologo segue il risultato, controllando le dimensioni del blister con un tavolo speciale.

Se il test antigraffio era inconcludente, una piccola quantità di allergene verrà iniettata sotto la pelle..

Infine, il terzo non è il test più comune con una patch. La differenza dai graffi è che la sostanza provocante viene applicata sulla base adesiva. Sono necessarie circa 48 ore per manifestare la reazione. Quindi viene eseguito un secondo test, dopo 72–96 ore.

Analisi del sangue

Se esiste il pericolo di una reazione eccessiva ai test cutanei, l'allergologo si limiterà a un esame del sangue.

Aiuta a determinare la presenza di alcune proteine ​​immunoglobuliniche. Sono responsabili della cosiddetta reazione di ipersensibilità, ovvero della risposta all'invasione di alcuni anticorpi. Le immunoglobuline di tipo E (IgE) e G (IgG) sono separate. Di solito vengono controllati insieme..

Gli esami del sangue generali (clinici) e biochimici aiutano a sospettare un'allergia a qualcosa. Per determinare con maggiore precisione la causa, sono necessari esami del sangue immunologici. Attualmente sono realizzati utilizzando la tecnologia ImmunoCAP, che è considerata la più accurata e completa..

Dieta di eliminazione

Se hai una reazione solo al cibo, ma non è chiaro quale, l'allergologo prescriverà una dieta speciale (esclusiva).

In alternativa rimuoverai i soliti alimenti dalla tua dieta e poi li aggiungerai di nuovo. L'osservazione aiuta a determinare esattamente a cosa risponde il tuo corpo..

Possibili rischi

I test delle allergie cutanee possono causare prurito, arrossamento e gonfiore della pelle e orticaria. Di solito passano dopo alcune ore, tuttavia, possono essere ritardati di diversi giorni. Per alleviare i sintomi, puoi provare unguenti antinfiammatori steroidei (Betametasone, Idrocortisone).

In casi estremamente rari, le allergotestazioni possono causare un tipo immediato di reazione allergica (anafilassi), pertanto vengono eseguite solo in una clinica con attrezzature e medicinali adeguati.

Come diagnosticare un'allergia?

Un'allergia si verifica quando il sistema immunitario umano reagisce a sostanze ambientali che sono innocue per la maggior parte delle persone. Queste sostanze sono note come allergeni. Sono presenti in polvere, peli di animali domestici, polline, insetti, zecche, muffe, cibo e alcune medicine.

Cosa succede con una reazione allergica??

Quando una persona allergica a un particolare allergene entra in contatto con lui, si verifica una reazione allergica. Se un allergene, ad esempio, il polline entra nel corpo per la prima volta, stimola la produzione di anticorpi e la formazione di linfociti sensibilizzati. In caso di contatto ripetuto dell'allergene pollinico con anticorpi, si formano complessi antigene-anticorpo. I complessi sono fissati sulla superficie dei mastociti, causandone la degranulazione. Di conseguenza, vengono rilasciati istamina e altri mediatori infiammatori. Poiché i mastociti sono onnipresenti, può verificarsi una reazione allergica in qualsiasi organo. Nell'uomo, i piccoli vasi e i bronchi sono più spesso colpiti, quindi la clinica della loro lesione si manifesta principalmente.

Le allergie si presentano in molte forme: allergie delle vie aeree (rinite allergica e asma bronchiale), congiuntivite allergica, dermatite allergica, enteropatia allergica e le condizioni più gravi e potenzialmente letali - shock anafilattico.

A seconda della forma, i sintomi variano ampiamente.

I sintomi più tipici delle reazioni allergiche sono:

  • naso che cola spontaneo;
  • starnuti frequenti
  • lacerazione;
  • eruzione cutanea;
  • prurito
  • vomito
  • diarrea;
  • arrossamento;
  • edema;
  • aumento della temperatura.

Le reazioni allergiche si verificano entro 30 minuti dall'esposizione a un allergene..

La diagnosi corretta può essere fatta in base all'anamnesi e ai sintomi e può essere confermata da uno speciale test allergologico..

La ricerca di cure mediche è particolarmente importante per i bambini, poiché una singola allergia primaria può rapidamente trasformarsi in allergia multipla e la rinite allergica può causare asma. La diagnosi precoce è giustificata dal fatto che consente un trattamento preventivo, riducendo al minimo gli effetti delle allergie in futuro..

Alla storia viene data particolare attenzione. La presenza di sintomi allergici, specialmente quando si identificano le associazioni con i trigger descritti dal paziente stesso, è a favore della componente allergica.

Le allergie si verificano spesso dopo l'assunzione di determinati alimenti, l'inalazione di polline di piante, il contatto con animali, punture di insetti, l'assunzione di determinati farmaci, ecc..

Nei pazienti con dermatite da contatto o allergie cutanee, un fatto significativo è la storia di contatto con lattice, metalli, fibre di tessuto, detergenti, ecc..

Quando si identificano le allergie alimentari, si raccomanda al paziente di tenere un diario alimentare, che consente di comprendere più accuratamente quale prodotto è il fattore scatenante di una reazione allergica.

L'elenco delle domande poste dall'allergologo alla reception:

  • A che ora inizia una reazione dopo aver mangiato cibo sospetto??
  • Esiste una costante associazione di sintomi con determinati alimenti?
  • Quanto cibo potenzialmente allergenico provoca sintomi?
  • Qualcun altro nella famiglia che ha mangiato ha sintomi simili?

Storia familiare di allergie

Quando raccoglie dati anamnestici, il medico è necessariamente interessato a sapere se un membro della famiglia era malato o malato di allergie. Trovare parenti di primo grado, come genitori, fratelli, che soffrono di allergie, è importante nella diagnosi delle condizioni atopiche..

L'atopia è una tendenza genetica (ereditaria) a sviluppare malattie allergiche. Si dice che le persone con atopia siano atopiche..

La tendenza all'atopia è determinata sia da geni che da fattori ambientali..

Per scoprire se una persona è davvero allergica, i test cutanei (test allergologici) e gli esami del sangue aiutano.

I test cutanei confermano la natura allergica della malattia. Vengono eseguiti nell'ufficio di un allergologo e ti consentono di ottenere rapidamente una risposta. I test cutanei "provocano" una reazione allergica dovuta all'introduzione di una piccola quantità di allergene, una sostanza che, secondo i medici, può essere allergica. Se c'è un'allergia, la pelle reagirà e nel luogo di applicazione dell'allergene apparirà qualcosa di simile a una puntura di zanzara.

Esistono tre tipi principali di test cutanei: patch test, test di scarificazione e test prik..

1). Patch test. Durante i test con cerotti, il medico attacca le strisce reattive imbevute di allergene. Il paziente deve accompagnarli per circa 2 giorni, dopodiché il medico valuterà i risultati al secondo appuntamento. Tale test viene utilizzato per diagnosticare le allergie da contatto..

2). Test di scarificazione. Implica l'applicazione di un allergene ai graffi che un medico applica con una lancetta o un ago. I graffi vengono applicati sull'avambraccio o sulla parte superiore della schiena. Se si verifica una reazione nel sito di danno alla pelle - arrossamento, graffi, ecc., Questo è un segno sicuro di un'allergia. Questo metodo è il più popolare nel nostro paese..

3). Test di Prik. Il metodo è simile al precedente, solo invece di graffiare la pelle è trafitto da un ago sottile. Il metodo è più facile da trasportare, ma meno comune nel nostro paese.

In preparazione ai test cutanei, è importante interrompere l'assunzione di antistaminici in due settimane; 7 giorni prima dell'impostazione smettere di usare unguenti antiallergici.

Le controindicazioni standard ai test di allergia cutanea sono:

  • esacerbazione di malattie croniche;
  • la presenza di malattie nella fase acuta;
  • esacerbazione delle allergie.

Si consiglia di effettuare test cutanei solo quando il bambino ha 5 anni. Se ci sono indicazioni chiare, puoi ricorrere a loro in anticipo, a partire dai 2 anni.

Esame del sangue di IgE

Nel sangue, è possibile determinare il livello totale di IgE e la presenza di immunoglobuline specifiche. Il livello totale di immunoglobulina E (IgE) nel sangue indica una tendenza alle allergie.

Un esame del sangue IgE specifico viene utilizzato per confermare i risultati dei test cutanei. Gli anticorpi anti-immunoglobuline E (IgE) sono sostanze prodotte dall'organismo durante una reazione allergica a un particolare allergene. Se nel sangue si riscontrano alti livelli di IgE specifiche, esiste una storia corrispondente, quindi questi dati insieme aiutano a confermare la natura allergica della malattia. Tuttavia, non sempre un risultato aumentato indica una componente allergica. Il risultato delle analisi di laboratorio deve fare eco ai dati clinici e ai test cutanei a favore delle allergie. Un risultato negativo del test di laboratorio di IgE, al contrario, nel 90% indica una mancanza di patologia.

Come determinare un'allergia: cosa può insorgere e perché sono necessari test allergenici

Un'allergia può essere considerata come una combinazione di vari disturbi nel corpo che si combinano in un'unica patologia.

La sensibilità agli allergeni può verificarsi sullo sfondo dell'ereditarietà o sullo stato della psiche - fattori che portano allo sviluppo di molte malattie.

Il numero di persone esposte all'ipersensibilità agli allergeni aumenta ogni anno.

Quasi ogni terza persona ha riscontrato almeno una volta una reazione allergica a una particolare sostanza. Come determinare le allergie con i moderni metodi diagnostici, imparerai da questo articolo. Le reazioni allergiche sono direttamente correlate al sistema immunitario umano. In risposta all'introduzione di agenti estranei, il corpo produce immunoglobuline che bloccano l'azione dei microrganismi.

Tuttavia, con una maggiore attività del sistema immunitario, è possibile produrre anticorpi su sostanze completamente innocue. Di conseguenza, una persona soffre di naso che cola, congiuntivite o prurito della pelle. Le allergie possono essere diverse: cibo (uova, cioccolato), stagionale (fioritura del polline), famiglia (polvere), ecc..

I potenziali allergeni comprendono sostanze chimiche, cibo, peli di animali e molti altri elementi che le persone affrontano ogni giorno. Normalmente, la pelle e le mucose del corpo sono una barriera alla penetrazione degli allergeni.

Pertanto, il processo immunopatologico deve essere necessariamente causato da determinati fattori, a seguito dei quali si verifica l'effetto irritante della sostanza. Pertanto, quando si pone la domanda su come determinare un'allergia, è necessario innanzitutto identificare la causa della reazione allergica.

Fattori che contribuiscono al verificarsi di una reazione immunopatologica:

  • Predisposizione ereditaria Grazie alla ricerca moderna, sono stati identificati geni responsabili del miglioramento della risposta immunitaria del corpo. Secondo le statistiche, se uno dei genitori soffre di una reazione allergica, aumenta il rischio di allergie nel bambino. Se sia la madre che il padre soffrono di patologia, possono prevedere le allergie nei loro figli di circa l'ottanta per cento.
  • Attività professionale o vita. Se una persona a lungo entra in contatto con sostanze che possono essere potenzialmente pericolose, dopo un po 'può verificarsi una risposta pronunciata del corpo. Ad esempio, una persona che lavora con prodotti chimici, medicinali, ecc., È a rischio di sviluppare dermatite allergica. A casa, la polvere può diventare un allergene se le stanze vengono raramente lavate a umido..
  • Cattive abitudini. Quando si inala il fumo di sigaretta, viene violata l'integrità delle mucose del tratto respiratorio, a seguito della quale vari agenti estranei penetrano nella barriera protettiva, provocando una reazione appropriata del corpo. L'alcool, a sua volta, avvelena il corpo con le tossine, a seguito delle quali può verificarsi l'autoallergia, in cui le cellule del sistema immunitario distruggono le stesse cellule del corpo.
  • infezioni Se una persona soffre spesso di raffreddore, sinusite, tonsillite, laringite e altre malattie infettive e infiammatorie delle vie respiratorie, gli agenti patogeni sono costantemente presenti nel suo corpo. Questa situazione fa funzionare il sistema immunitario in una modalità avanzata, che alla fine porta a una violazione delle sue funzioni. Un pericolo particolare a questo proposito è lo streptococco emolitico, che ha una struttura simile alle cellule di alcuni organi umani. La lotta delle cellule immunitarie con questo microrganismo si trasforma in autoallergia.
  • Cattivi cosmetici e prodotti chimici domestici. Alcuni prodotti per la pulizia o la cura del corpo possono contenere sostanze chimiche aggressive che penetrano nella pelle e possono innescare una risposta immunitaria. Può essere una dermatite innocua o una reazione più formidabile: l'edema di Quincke..
  • Prodotti Numerosi prodotti contengono sostanze che, con un uso regolare, possono provocare un processo immunopatologico. Molto spesso, le allergie si manifestano in frutti di mare, uova, agrumi. Ma cibi e additivi più pericolosi che hanno sostanze sintetiche.
  • Vaccinazione. Il mancato rispetto dei tempi di somministrazione e dosi eccessive di vaccini possono portare a una grave reazione allergica causata da una potente risposta immunitaria del corpo.

I sintomi più comuni di una risposta immunitaria agli allergeni comprendono naso che cola, lacrimazione degli occhi e orticaria. Quest'ultimo è espresso nella formazione di un'eruzione cutanea sulla pelle sotto forma di vesciche pruriginose. Nei neonati, le allergie possono verificarsi sotto forma di calore pungente.

Le manifestazioni più pericolose di allergie sono l'asma, lo shock anafilattico o l'edema di Quincke. L'asma bronchiale si esprime in attacchi di soffocamento e l'edema di Quincke è caratterizzato da un rapido gonfiore delle mucose e del tessuto sottocutaneo. Lo shock anafilattico si manifesta con nausea, vomito, perdita di coscienza e depressione dell'attività cardiaca.

Perché i test sugli allergeni sono così necessari??

Il processo immunopatologico deve essere diagnosticato e trattato in tempo, poiché un ulteriore contatto con l'allergene può causare gravi conseguenze per il corpo. I test sugli allergeni sono necessari per motivi quali:

  • Conferma della diagnosi, perché i sintomi delle allergie sono simili ad altre malattie di eziologia infettiva.
  • Identificazione di allergeni al fine di escludere il contatto con esso in futuro, che fermerà la reazione allergica.
  • Identificazione di fattori che provocano lo sviluppo di una risposta immunitaria a un allergene.

Diagnosi di malattie allergiche: una revisione dei metodi di ricerca

Nel trattamento delle allergie, è importante identificare le sostanze provocatorie. Per questo, vengono eseguite varie misure diagnostiche..

Le analisi per l'identificazione degli allergeni sono fornite nel dipartimento allergologico delle cliniche. Esistono diversi metodi per diagnosticare le malattie allergiche..

Quale scegliere, il medico determina dopo aver esaminato il paziente. Gli allergeni vengono rilevati mediante esame delle reazioni cutanee o esami del sangue..

I campioni sono divisi in tipi:

  • Provocazione. Una piccola dose di allergene viene somministrata al paziente e la reazione del corpo viene monitorata..
  • Ricerca diretta. Gli allergeni vengono rilevati da test cutanei senza somministrazione di allergeni..
  • Campione indiretto. Un allergene viene iniettato sotto la pelle, quindi viene prelevato ed esaminato un campione di sangue..

Se una persona ha una sensibilità verso una determinata sostanza, la pelle entrerà in contatto con un allergene. Pertanto, puoi scoprire quale delle presunte sostanze provoca reazioni allergiche..

Vengono eseguiti diversi tipi di test cutanei:

  • Scarificazione (incisioni, graffi). Viene eseguito nell'area dell'avambraccio, dove vengono applicati gli allergeni (non più di quindici), e quindi vengono praticate piccole incisioni in questi luoghi. Se la pelle di una o più incisioni si è gonfiata, significa che queste sostanze provocano una risposta immunitaria.
  • Applicazione. Le strisce con allergeni vengono applicate sulla pelle della mano e fissate con un cerotto. La reazione alle sostanze viene osservata per due giorni. Se si manifesta entro poche ore, allora possiamo parlare del tipo di reazione immunocomplessa, e se dopo un giorno o più - di un lento.
  • Iniezione. Le sostanze vengono iniettate sotto la pelle e il corpo viene monitorato.

Con qualsiasi risposta immunitaria, specifici anticorpi vengono gettati nel flusso sanguigno. Per rilevare allergie, il sangue viene esaminato per la presenza di anticorpi IgE in esso. In questo caso, i presunti allergeni non vengono introdotti nel corpo del paziente, tutti gli studi vengono effettuati dopo il prelievo di sangue.

Il sangue per il test viene prelevato da una vena. Quindi il siero viene separato da esso e il materiale viene posto in provette con allergeni. Se ci sono anticorpi contro la sostanza, entrano in contatto. Nel caso di una risposta positiva nell'uomo, lo stato allergico è confermato.

Esistono due metodi di ricerca:

  1. Test di assorbimento di allergie multiple. Un colorante fluorescente viene aggiunto ai materiali studiati, grazie al quale appare un bagliore luminescente. Il risultato è determinato da una fotografia del materiale..
  2. Test di assorbimento di allergie radio. Un isotopo radioattivo viene aggiunto alle provette. L'identificazione del risultato viene effettuata in un apparecchio speciale.

I risultati vengono interpretati in base al livello di anticorpi IgE. Se rientra nei limiti normali, allora non c'è allergia. Un leggero eccesso di indicatori indica la presenza di un processo immunopatologico. Se il livello di anticorpi è molto elevato, ciò indica una forte reazione allergica. Dopo aver confermato la diagnosi, il medico prescrive il trattamento: prescrive antistaminici e parla di misure preventive.

Allergia: come scoprire cosa

L'allergia è una malattia comune. Le viene spesso diagnosticato un sintomo. Si verifica sia nei bambini che negli adulti e, secondo le statistiche mediche, circa il 20% della popolazione mondiale soffre di questa malattia. Si noti che i residenti nei paesi sviluppati hanno molte più probabilità di subire questa violazione, che è molto probabilmente dovuta alle condizioni della metropoli, in cui il corpo subisce uno stress costante e si trova ad affrontare malfunzionamenti del sistema immunitario. La malattia è cronica e per trattarla con successo e per lungo tempo prevenire l'insorgere di esacerbazioni, è necessario identificare la causa dell'allergia. È quasi impossibile determinare autonomamente quale stimolo provoca una reazione immunitaria violenta, che è un'allergia. Pertanto, il paziente richiede un esame utilizzando vari metodi diagnostici. Sono progettati per adulti e bambini molto piccoli. Come determinare quale sia un'allergia in un adulto, il medico ti dirà, a seconda dell'attrezzatura dell'istituto medico.

Cause e fattori che causano allergie

Le cause delle allergie sono malfunzionamenti nel sistema immunitario. Di conseguenza, inizia a percepire lo stimolo sostanza innocuo per il corpo come pericoloso e risponde con azioni aggressive che portano allo sviluppo di manifestazioni allergiche. In questa condizione, un allergene, chiamato anche antigene, viene attaccato da un anticorpo prodotto dal sistema immunitario. Come risultato della formazione dell'anticorpo e del complesso antigene dai mastociti, viene rilasciata l'istamina, che entra nel flusso sanguigno. Con la sua alta concentrazione, possono svilupparsi disturbi nel funzionamento dell'intero organismo, che sono shock anafilattici. L'automedicazione è fuori discussione, poiché la condizione è mortale.

I fattori che aumentano significativamente il rischio di reazioni allergiche includono:

  • predisposizione genetica ereditaria;
  • malattie del sistema immunitario;
  • impatto negativo di fattori esterni;
  • vivere in una zona svantaggiata per l'ambiente;
  • stress frequente;
  • malnutrizione;
  • Stile di vita malsano;
  • frequenti malattie infettive che influenzano il funzionamento del sistema immunitario.

A volte non è chiaro quale sia l'allergia. Indipendentemente da quanto sia grave la patologia, è obbligatorio stabilire allergeni che non sono tollerati dall'organismo. Come scoprire quali sono le allergie, anche un terapeuta può dare una risposta esaustiva. Per le persone a rischio di fattori che provocano patologie, si raccomanda la prevenzione, che consiste nella corretta alimentazione e nel supporto del sistema immunitario con l'aiuto di complessi vitaminici e uno stile di vita sano. È bello essere all'aria aperta, il che migliora le funzioni protettive del corpo.

Gli allergeni più comuni

Tutti gli allergeni sono divisi in 2 grandi gruppi: exoallergeni, che si formano all'interno del corpo dalle proteine ​​e endoallergeni, penetranti dall'esterno. Molto spesso, una reazione negativa del sistema immunitario è causata da sostanze irritanti appartenenti al gruppo 2. Tra questi, i più aggressivi e comuni sono:

  • particelle di lana e piume;
  • polvere domestica e terrestre;
  • cosmetici;
  • prodotti chimici domestici;
  • polline e semi di piante (allergia stagionale durante il periodo di fioritura delle piante);
  • additivi artificiali in alimenti come coloranti, aromi e conservanti;
  • parassiti;
  • fungo;
  • virus
  • batteri.

Determinando quali allergie possono essere, ora usano composti con allergeni di questi gruppi.

Tra gli allergeni interni, si possono anche distinguere quelli che più spesso causano reazioni negative. Questi includono proteine ​​prodotte dalla ghiandola tiroidea, dal cervello e dalle ghiandole surrenali. A causa del fatto che il corpo inizia a percepirli come pericolosi, la formazione di malattie autoimmuni si verifica quando il sistema di difesa del corpo stesso inizia a distruggere le cellule sane. Solo un medico per ogni singolo paziente può dire quali sono le allergie.

Metodi diagnostici di base

Per una terapia di successo, è importante determinare quale stimolo agisce sul corpo. Per comprendere i motivi per identificare un allergene, è necessario acquisire familiarità con i metodi di base per rilevarlo. La procedura diagnostica verrà selezionata in base alle condizioni e all'età del paziente. Esistono metodi per bambini e adulti. Conoscendoli, è facile capire se c'è un'allergia, come scoprire cosa.

Analisi del sangue generale

Viene eseguita un'analisi generale per confermare la diagnosi di allergie sospette. Tale esame può essere eseguito su pazienti di qualsiasi età. Il sangue viene prelevato da un dito o una vena. È necessario consegnare il materiale a stomaco vuoto al mattino. Entro 8 ore prima dello studio, è importante rifiutare non solo il cibo, ma anche l'acqua. I seguenti emocromi sono determinati da analisi di laboratorio:

  • conta dei globuli bianchi;
  • livello di emoglobina;
  • conta dei globuli rossi;
  • ematocrito;
  • volume di basofilo.

Nel caso in cui il paziente abbia una reazione allergica, un certo tipo di globuli bianchi, eosinofili, dovrebbe essere aumentato. In questo caso, il loro numero di solito aumenta al 5% sopra la norma. Potrebbe anche essere presente un aumento dei basofili. Allo stesso tempo, questo non è un metodo diagnostico al 100%, poiché a volte si verificano gli stessi emocromi con artrite reumatoide e malattie tumorali. Per questo motivo, per la determinazione finale della diagnosi, al fine di distinguere una reazione allergica, è necessario anche un parere del medico dopo un esame generale del paziente, tenendo conto dei segni esterni della malattia.

Test cutanei

I test cutanei sono un metodo rapido ed efficace in cui viene controllata la tolleranza degli irritanti, motivo per cui viene utilizzato più spesso. Lo studio è consentito nei pazienti a partire dall'età di 3 anni, se non hanno presentato shock anafilattico nella loro storia medica. Nel caso in cui ci siano dermatiti, lo studio viene rinviato fino a quando non vengono eliminati. Molto spesso, i test vengono eseguiti sulla parte superiore della schiena, meno spesso nell'addome, sulla superficie interna delle cosce o degli avambracci e delle mani.

In primo luogo, viene applicata una soluzione allergenica sulla zona della pelle, quindi viene graffiata o forata attraverso di essa e, molto meno spesso, un'incisione. Quindi, osserva la reazione. Se non ci sono segni di irritazione, questo antigene è considerato sicuro. Molto spesso, durante l'analisi, vengono utilizzate contemporaneamente soluzioni di molti allergeni. Quando applicati, non dovrebbero essere in contatto tra loro. Quindi, osserva quale di essi darà un risultato positivo. Questo ti permette di riconoscere l'irritante. Succede che una persona sia allergica a diversi antigeni o all'intero gruppo di irritanti.

Un test intradermico può essere eseguito per scoprire l'irritante. In questo caso, la soluzione allergenica viene iniettata nella pelle allo stesso modo di Manti. Se il rossore e il gonfiore non si sviluppano entro 15-30 minuti (nel punto in cui è stato iniettato il prodotto), il test viene considerato superato e l'allergene è sicuro.

Può anche superare e test di applicazione. Con loro, una soluzione con un irritante viene applicata a un pezzo di bendaggio, che di solito viene applicato sulla pelle della schiena, meno spesso - le mani. Quindi viene chiuso con polietilene e lasciato come impacco per mezz'ora o un'ora. Trascorso questo tempo, viene valutata la reazione della pelle. Se si osservano arrossamenti e pruriti, il test è positivo. Come determinare un allergene con questo metodo, molti allergologi lo sanno.

Con uno qualsiasi dei metodi di questo metodo, non è possibile controllare più di 20 allergeni alla volta. Nel caso in cui nessuno di essi dia un risultato positivo, il paziente dovrà sottoporsi a una seconda procedura già con soluzioni di altri irritanti. La diagnosi continuerà fino a quando non viene rilevato l'antigene non tollerato dall'organismo. Ora questa procedura è comune, che non consente di rimanere senza trattamento.

Test provocatori

Un test provocatorio viene utilizzato se i test cutanei e intradermici non hanno dato il risultato corretto e non è chiaro quale sia l'allergia in un adulto o in un bambino. Con questo metodo, una soluzione allergenica viene applicata sulla mucosa dell'area interessata in caso di congiuntivite allergica, rinite o bronchite. Poiché la reazione del corpo a tale introduzione dello stimolo può essere tempestosa (ad esempio l'edema di Quincke), l'intera procedura viene eseguita in un policlinico e, in casi gravi, in un ospedale sotto la stretta supervisione di un allergologo-immunologo. Con questo test, è possibile utilizzare i seguenti allergeni:

  • polline di piante;
  • polvere domestica;
  • scaglie di pelle di animali;
  • piuma e piumino di un uccello;
  • cibo;
  • insetto
  • batterico.

Questo tipo di diagnosi a causa della sua aggressività non viene eseguita nei bambini di età inferiore ai 5 anni, così come nelle persone con sistema immunitario indebolito, malattie mentali e AIDS, cancro, asma bronchiale o shock anafilattico nella storia. Questo test è inaccettabile anche per le donne in gravidanza. Come determinare un allergene in modo sicuro, lo dirà uno specialista.

Test immuno-di laboratorio

Questo metodo diagnostico non ha controindicazioni, poiché con esso non esiste un contatto diretto del paziente con lo stimolo e allo stesso tempo mostra chiaramente la causa dell'allergia. Il metodo è applicabile anche ai bambini a partire dall'età di tre mesi e alle donne in gravidanza. Lo studio richiede sangue venoso. La quantità di anticorpi IgE totali, anticorpi IgG e anticorpi IgE specifici è determinata nel materiale risultante. Di particolare importanza è l'identificazione di quest'ultimo, poiché da quale irritante sono diretti, viene stabilito un allergene. Questo metodo è abbastanza accurato e ti consente di trovare ciò che provoca un'allergia senza il minimo rischio per la salute del paziente..

Pannelli di immunoblotting e allergeni

Questo metodo di diagnosi delle allergie viene utilizzato nei pazienti a partire dai 6 mesi di età. Con lui viene anche eseguito un esame del sangue, ma già utilizzando l'elettroforesi. Il test è preciso al 100%. Vengono utilizzati 4 pannelli allergenici standard, contenenti 20 sostanze irritanti ciascuno. Per ricerca è necessario passare il sangue venoso a stomaco vuoto. Come scoprire se c'è una patologia o no, dicono in un istituto medico.

Determinare la causa delle allergie a casa

I metodi domestici per riconoscere le allergie non sono abbastanza precisi e devi ricorrere a loro solo se non c'è modo di cercare un aiuto medico. Per tale diagnosi, dire con certezza se ho un'allergia o meno fallirà. In tale situazione, è particolarmente necessario monitorare attentamente la reazione del corpo ai prodotti consumati, ai farmaci e ai prodotti per la cura della pelle. Durante il periodo di fioritura delle piante, sarà utile monitorare, utilizzando servizi speciali, la concentrazione di polline di alcune piante nell'aria. Per non dimenticare i risultati, è necessario scriverli nel diario di osservazione, che viene conservato quotidianamente per almeno 3 settimane. Contiene tutte le informazioni che una persona mangia e beve, nonché l'intensità dei sintomi e la durata delle manifestazioni allergiche. In futuro, quando si consulta uno specialista, tali note saranno utili e dovrebbero essere mostrate al medico. Allo stesso tempo, sarà più facile scoprire cos'è l'allergia..

L'intolleranza non dovrebbe essere considerata semplicemente una caratteristica del corpo, in quanto è una malattia che richiede diagnosi e trattamento. Se hai un'allergia, solo un esame ti aiuterà a capire perché. Prima viene rilevata un'azione irritante sul corpo, più efficace è il trattamento per alleviare le manifestazioni della malattia. È anche importante escludere l'effetto sul corpo dello stimolo in futuro. Puoi essere testato per gli allergeni nel 2019, non solo a Mosca, ma nella maggior parte delle città nelle cliniche pubbliche e private..

Sensazioni tenere: allergia e suoi sintomi

L'Associazione Mondiale della Sanità è già riuscita a definire il nostro secolo il secolo delle allergie: il numero di persone che soffrono di allergie cresce ogni anno sia tra i bambini che tra gli adulti. Come riconoscere le allergie dai sintomi?

Che cos'è un'allergia?

Secondo alcuni rapporti, una persona su quattro nel mondo soffre di allergie. Quindi tutti conoscono le allergie, anche quelle fortunate che non hanno mai incontrato reazioni allergiche per esperienza personale. I principali segni di allergie sono familiari a tutti: naso che cola, starnuti, rash cutaneo.

Un'allergia è una reazione atipica di un organismo a una determinata sostanza. Questa sostanza può essere completamente innocua per gli altri, ma il sistema immunitario di una persona allergica la riconosce come ostile e dichiara guerra a lui..

L'eccessiva attività del sistema immunitario rovina praticamente la vita di chi soffre di allergie, ma prolunga anche questa stessa vita. Gli scienziati hanno scoperto che le allergie hanno meno probabilità di contrarre il cancro. Un sistema immunitario vigile ha maggiori probabilità di riconoscere un tumore nel feto e di liberarsene dalle risorse del corpo.

Meccanismo di allergia

Se il nostro sistema immunitario ci protegge, allora perché ci arriva lateralmente? Perché una persona allergica prude o ha un'eruzione cutanea? Il motivo è l'ingresso nel sangue dei mediatori (trasmettitori) di reazioni allergiche, come l'istamina. Questi mediatori fanno parte di alcune cellule e di solito sono inattivi. Tuttavia, quando un allergene entra nel corpo di un soggetto allergico e il sistema immunitario lo attacca con anticorpi, le cellule vengono danneggiate, rilasciando i mediatori delle reazioni allergiche.

La nicotina è un potente agente di rilascio di istamina. Pertanto, i fumatori hanno sintomi di allergia più chiaramente.

L'istamina e altri mediatori causano spasmo dei muscoli dei bronchi, vasodilatazione, abbassamento della pressione sanguigna, aumento della secrezione di succo gastrico ed edema dei tessuti. Tutti questi processi sono le cause alla radice dei sintomi allergici..

Tipi e sintomi di allergie

I tipi più comuni di allergie
I più comuni sono tre tipi di allergie: respiratoria, cutanea e alimentare. Ognuno di loro ha i suoi sintomi specifici e il proprio elenco di allergeni..

Allergia respiratoria

L'allergia respiratoria si manifesta in una violazione del sistema respiratorio. I primi segni di un'allergia respiratoria sono secrezione nasale e prurito al naso, alla gola e alle orecchie. Sono anche possibili frequenti starnuti e tosse..

Il patogeno più comune è, naturalmente, il polline delle piante - betulla, pioppo, assenzio, quinoa, ecc. L'allergia al polline è scientificamente chiamata febbre da fieno e, alla vecchia maniera, febbre da fieno, perché una volta si credeva fosse associata al fieno.

Altri agenti causali delle allergie respiratorie sono peli di animali e polvere, e più specificamente, acari della polvere e i loro prodotti di scarto. Gli acari della polvere vivono in mobili imbottiti, tappeti, cuscini, lenzuola e vestiti.

Se il bambino starnutisce o tossisce regolarmente dalla polvere, non spazzolarlo come qualcosa di insignificante. Se ignori i segni di allergie nei bambini, uno starnuto innocente può svilupparsi in asma bronchiale..

Allergia cutanea

Questa allergia infastidisce sia i bambini che gli adulti. L'allergia cutanea di solito è una reazione agli alimenti e ai prodotti chimici domestici, come detersivo, sapone, shampoo. Quindi, se scopri che la pelle sul corpo del tuo bambino diventa di tanto in tanto rossa, prova a cambiare il detersivo.

I cosmetici spesso causano anche reazioni allergiche. Per non diventare una vittima della bellezza, seguire le istruzioni per l'uso, non tenere il prodotto sulla pelle più a lungo di quanto dovrebbe essere e non usare mai cosmetici scaduti.

I principali segni e sintomi delle allergie cutanee sono desquamazione della pelle, arrossamento ed eruzione cutanea. Un sintomo specifico infantile di allergia cutanea - dermatite da pannolino dei glutei e delle ascelle.

Le allergie cutanee sono disponibili in molte varietà. Gli adulti hanno maggiori probabilità di soffrire di eczema e bambini di orticaria e dermatite atopica. Tuttavia, i segni di allergie nei bambini e negli adulti sono quasi gli stessi..

L'orticaria si manifesta sotto forma di vesciche, simili a quelle che si verificano da un'ustione di ortica. La dermatite atopica nei bambini si sviluppa sullo sfondo della diatesi e sembra un'eruzione cutanea rossa sulle guance e sul corpo del bambino. La dermatite atopica si sviluppa spesso all'età di 3-4 mesi a causa di un cambiamento nella dieta. Ad esempio, molti genitori notano segni di allergia nei bambini dopo essere passati a formule a base di latte. Pertanto, i pediatri raccomandano, se possibile, di continuare l'allattamento al seno almeno fino a sei mesi.

Allergia al cibo

L'allergia alimentare si manifesta in un intestino turbato. I suoi agenti causali sono prodotti alimentari, ad esempio latte, frutta a guscio, pesce, frutta e bacche, in particolare rossi. I primi sintomi di un'allergia al sistema digestivo sono prurito nella cavità orale e gonfiore della lingua e delle mucose. Se non viene fatto nulla, insorge una serie di sintomi più gravi: vomito, coliche, costipazione, diarrea. Le allergie alimentari possono essere accompagnate non solo da problemi intestinali, ma anche da manifestazioni cutanee: eruzione cutanea e arrossamento.

Altri tipi di allergie
Ognuna delle varietà allergiche sopra menzionate aveva le sue caratteristiche specifiche. Ma ci sono allergie che possono manifestarsi con tutta una serie di sintomi: dall'eruzione cutanea al soffocamento e dal vomito all'edema..

Allergia al farmaco

Un'allergia ai farmaci è considerata la più pericolosa: a volte porta a shock anafilattico. È accompagnato da gonfiore delle vie respiratorie, vomito, bassa pressione sanguigna e può mettere seriamente in pericolo la vita. Tuttavia, va notato che lo shock anafilattico può essere una reazione non solo ai farmaci, ma anche a punture di cibo o insetti..

Ma, fortunatamente, si tratta di shock anafilattico relativamente raramente. Altri segni di allergia ai farmaci sono molto più comuni. Generalmente coincidono con sintomi di allergie respiratorie (rinite), cutanee (orticaria, prurito, arrossamento, eruzione cutanea) o alimentari (coliche, vomito).

Gli allergeni farmacologici più comuni sono l'acido salicilico, gli antibiotici del gruppo penicillina e gli analgesici.

Allergia psicologica

Nonostante il fatto che, in senso fisiologico, un'allergia sia una reazione all'azione di una sostanza, a volte una reazione allergica può essere una manifestazione di esperienze emotive acute.

Ad esempio, un'allergia alle arance potrebbe non essere associata alla composizione chimica dei frutti, ma ad emozioni spiacevoli che una persona una volta viveva e che sono inconsciamente associate alle arance. Ad esempio, ha mangiato frutta quando è stato informato di un qualche tipo di problema. Apparentemente, è con la psicologia che sono associate reazioni incredibili come un'allergia al wi-fi.

Prevenzione e trattamento delle allergie

È impossibile curare un'allergia una volta per tutte. Inoltre, ci sono casi in cui una reazione allergica provoca una sostanza che per molti anni prima non era percepita dall'organismo come una minaccia.

Ma ci affrettiamo a farti piacere: tutto è tutt'altro che senza speranza. Sebbene sia impossibile ripetere il sistema immunitario, è del tutto possibile eliminare i sintomi dell'allergia.

I segni di allergie negli adulti possono apparire meno pronunciati rispetto ai bambini, quindi le allergie sono spesso confuse con altre malattie, ad esempio il raffreddore. Pertanto, al minimo sospetto di allergia, consultare il medico. Prima inizi a difenderti, meglio è.

Se noti una reazione allergica in te o nel tuo bambino, la prima cosa, ovviamente, è consultare un medico. L'allergologo scoprirà qual è l'agente causale delle allergie nel tuo caso e prescriverà un trattamento.

È vero, la diagnosi e il trattamento possono richiedere del tempo necessario per vivere senza dolore. Quindi non dimenticare la prevenzione delle allergie:

  • Evitare il contatto con allergeni, siano essi alimenti o pollini.
  • Mantieni la tua casa pulita: regolarmente bagnata.
  • Se il bambino è allergico, controlla attentamente la sua dieta e inserisci con attenzione nuovi cibi nel menu.
  • Se conosci una tendenza alle allergie, fai attenzione quando provi nuovi prodotti, questo vale sia per i prodotti alimentari che per i prodotti chimici domestici. Ad esempio, prima di utilizzare una crema per il viso sconosciuta, applicare una goccia all'interno dell'avambraccio e lasciare per 12 ore. Se non si verifica una reazione allergica, utilizzarla in modo sicuro.!

Importante!
Tutto ciò che è scritto in questo articolo sono informazioni generali. In ogni caso, tutte le azioni devono essere concordate con il medico!

11 sintomi allergici inaspettati che non possono essere ignorati

I segnali di avvertimento possono includere mal di testa, costipazione e persino cerchi sotto gli occhi..

L'allergia è l'allergia più comune. La statistica è una malattia cronica in Europa. Una o un'altra forma di questo disturbo colpisce dal 10 al 40% della popolazione mondiale e entro il 2025 il numero di malati può aumentare al 50%.

Esiste uno stereotipo che le allergie sono facili da riconoscere. Occhi acquosi, naso che cola, eruzioni cutanee - in effetti, questi sono i segni più comuni. Ma ce ne sono altri. Non meno indicativo.

Gli hacker hanno raccolto sintomi che potrebbero indicare una reazione allergica cronica. Anche se non sei pronto a considerarti allergico.

1. Mal di testa

Un mal di testa può avere dozzine di cause. È possibile supporre che la testa si spezzi a causa di un'allergia, secondo la natura delle allergie Mal di testa di sensazioni spiacevoli. Esistono due opzioni:

  1. Il dolore è localizzato nell'area dei seni nasali e dà al naso.
  2. Il dolore è unilaterale (interessa solo il lato sinistro o destro della testa), pulsante. Può intensificare dalla luce solare intensa ed essere accompagnato da nausea.

Se tali attacchi vengono ripetuti regolarmente, ha senso consultare un terapista o direttamente a un allergologo. Questo può essere un sintomo sorprendente della febbre da fieno..

2. Costipazione

La costipazione è uno dei segni comuni di allergie alimentari. Questo è particolarmente pronunciato nei bambini piccoli..

Uno studio sull'allergia alimentare come causa di costipazione nei bambini nei primi tre anni di vita - le stesse osservazioni, che hanno riguardato quasi 9.500 bambini di età inferiore ai tre anni, hanno scoperto: il 73% dei bambini che hanno avuto problemi di stitichezza sono stati successivamente trovati allergici alle proteine latte di mucca.

Negli adulti, la relazione tra costipazione e allergia alimentare non è così semplice Articolo di revisione: costipazione cronica e ipersensibilità alimentare - una relazione intrigante. Tuttavia, si presume che lo sia. Se hai regolarmente difficoltà con i movimenti intestinali, il tuo corpo potrebbe soffrire di qualche tipo di allergene nella tua dieta..

3. Una costante sensazione di affaticamento

Un'allergia alle piante di polline, polvere, peli di animali domestici è accompagnata da edema nei passaggi nasali. A causa dell'edema, anche se è insignificante e quasi impercettibile, i motivi per cui sei a corto di respiro possono peggiorare la fornitura di ossigeno ai polmoni e la fornitura di organi e tessuti. Ma non è tutto.

A causa di difficoltà con la respirazione nasale, una persona non riesce a dormire. Di notte si sveglia spesso e al mattino si alza, senza sentirsi riposato. Giorno dopo giorno, la fatica accumula sintomi allergici. Fatica. E questa è una chiara indicazione per una visita dal terapeuta.

4. memoria compromessa

Data la continua mancanza di sonno, concentrazione e problemi di memoria, 7 cause comuni di dimenticanza sono assolutamente prevedibili.

5. Labbra screpolate

L'abitudine di respirare attraverso la bocca fa sì che le labbra si tessano, si secchino e si spezzino. Spesso, le labbra screpolate sono quasi il primo sintomo che i medici notano nei soggetti allergici che sono appena arrivati ​​al primo appuntamento "tematico".

6. Dolore addominale

Secondo Cleveland Clinic Food Problems: è un'allergia o un'intolleranza, i crampi addominali lievi regolari sono un segno relativamente comune ma spesso trascurato delle allergie alimentari..

La causa del dolore sono le istamine, che vengono prodotte nel tratto gastrointestinale in risposta al contatto con un allergene.

7. Occhiaie sotto gli occhi

Gonfiore allergico nei seni causano cosa sono gli Shiners allergici? a ristagno di sangue nei piccoli capillari sotto gli occhi. I vasi sanguigni si espandono, si scuriscono e diventano visibili sotto la pelle più sottile intorno agli occhi.

8. Perdita dell'olfatto

Se non si cura la congestione nasale associata ad allergie (ad esempio, non accorgersene e abituarsi a respirare attraverso la bocca), ciò può portare a un deterioramento o persino alla perdita dell'odore - dell'anosmia Perdita dell'olfatto.

9. Diminuzione della sensibilità al gusto

La capacità di ricevere sensazioni gustative è strettamente correlata al senso dell'olfatto. Se hai problemi con il profumo, il gusto diventa noioso. Il cibo inizia a sembrare fresco, "no".

Si può notare una diminuzione della sensibilità del gusto attraverso segni indiretti. Ad esempio, hai iniziato più spesso di prima a cercare uno shaker e uno shaker per esaltare il gusto dei piatti.

10. Voce rauca

Con gravi allergie, i percorsi vocali si contraggono. Questo può portare a raucedine. Se la raucedine non scompare entro 7-10 giorni, è necessaria una visita dal terapista.

Un segno di allergia a Signs of Allergies può anche essere una tosse secca ossessiva senza motivo per cui non puoi liberarti di.

11. Aumento dell'ansia

Lo shock anafilattico - una forma forte di una reazione allergica - a volte sembra un attacco di panico Attacchi di panico / ansia ricorrenti: mascherato di anafilassi e sfida alla presa completa della storia. Se si verificano regolarmente attacchi di panico e non si capisce cosa li sta causando, prestare attenzione all'ambiente circostante..

Cosa hai appena mangiato? Come si respira? Indossavi guanti in lattice sulle mani? O forse hanno preso delle medicine? Il panico può essere la risposta del corpo a un incontro con un allergene che è personalmente pericoloso per te. E varrebbe la pena installarlo.

Se ritieni di essere allergico, contatta il tuo medico di famiglia e spiegagli in dettaglio i sintomi che ritieni sospetti. Il medico effettuerà un esame, ti chiederà lo stile di vita, la dieta, le cattive abitudini. Molto probabilmente, proporrà di superare una serie di test per escludere altre malattie.

Se il suggerimento di un'allergia nascosta sembra ragionevole per il terapeuta, riceverai un rinvio a uno specialista più specializzato - un allergologo. E già sotto la sua guida, verrai testato per gli allergeni per trovare la sostanza che provoca una reazione eccessivamente violenta nel tuo corpo.

Come capire che sono allergico?

Anche se finora non hai mai riscontrato sintomi di allergia, ciò non significa che non lo hai. In primo luogo, le manifestazioni di una reazione allergica possono essere facilmente confuse con un raffreddore comune. In secondo luogo, molti semplicemente non sospettano di essere allergici. Pertanto, una reazione allergica "improvvisa" al test potrebbe non essere così improvvisa.

Quindi, come proteggerti dalle allergie?

Che cos'è un'allergia??

Prima di tutto, devi capire quali tipi di allergie sono. Abbiamo raccolto alcuni dei più comuni.

Pollinosi. Un'allergia al polline delle piante è un problema serio, perché è quasi impossibile limitare il contatto del paziente con l'allergene quando la primavera è vicina e tutto fiorisce. Certo, ci sono quelli che possono permettersi di partire per il periodo di fioritura delle piante. Ma quanti di noi sono così fortunati? Coloro che sono costretti a rimanere sul posto hanno una scelta: sopportare o sottoporsi a trattamenti in modo da non soffrire più di allergie e godersi la primavera.

Allergia agli animali (epidermica). Uno dei più comuni. In coloro che soffrono di questo tipo di allergia, i sintomi peggiorano in risposta a sostanze irritanti di origine epidermica: piume, lana, forfora e persino fluidi biologici degli animali. Non pensare che le allergie possano essere solo cani o gatti. La fonte di allergeni sono gli animali, anche gli scarafaggi. La decisione di non avere un animale domestico sembra avere successo solo a prima vista, perché le allergie possono sorpassare ovunque - a una festa e persino in strada. Ma ci sono buone notizie: i moderni metodi diagnostici consentono di identificare con precisione uno specifico allergene e condurre un trattamento efficace.

Allergie domestiche. Polvere, muffa, prodotti chimici domestici: tutto ciò può causare una reazione allergica. Un attacco della malattia può provocare non solo un soggiorno in casa, ma anche una leggera brezza che esplode nella finestra aperta e solleva la polvere sotto un mobile o dietro un divano. Questo tipo di allergia richiede un trattamento, perché porta a una serie di gravi complicazioni: dalla proliferazione delle adenoidi all'atrofia della mucosa nasale e una completa perdita dell'olfatto.

Allergia al cibo. Uno dei tipi più insidiosi di allergie. Qualsiasi prodotto può diventare un allergene, quindi una persona con questa malattia deve sapere esattamente quale stimolo provoca una reazione negativa del corpo.

Come si manifesta?

I sintomi delle allergie sono diversi. Ecco perché è così facile confonderlo con altre malattie. Tra le manifestazioni più comuni di una reazione allergica: naso che cola, lacrimazione, eruzioni cutanee, mal di gola e tosse, attacchi di asma, ecc..

I sintomi di un'allergia alimentare, oltre a quelli tipici di una reazione allergica, sono costipazione o diarrea, crampi e crampi addominali, nausea e vomito.

Come vengono rilevate le allergie??

L'unico modo sicuro per determinare se una persona è ipersensibile all'uno o all'altro allergene è un'analisi. Condizionalmente, i test allergologici possono essere divisi in due gruppi:

"In vivo" - l'introduzione di un allergene nei tessuti del corpo (ad esempio, test cutanei).

"In vitro" - un campione di materiale biologico per ulteriori studi e valutazioni (analisi del sangue).

Viene trattato con allergia?

Fortunatamente, oggi ci sono trattamenti efficaci per le allergie. Tra questi, vale la pena sottolineare in particolare l'immunoterapia specifica per allergeni (ASIT). Questo è un tipo di "allenamento" del corpo per l'esposizione agli allergeni..

La base di questo metodo è l'introduzione di un allergene nel corpo con un graduale aumento del suo dosaggio. Di conseguenza, il sistema immunitario smette semplicemente di rispondere allo stimolo e scompaiono i sintomi dell'allergia.

Gli allergologi concordano sul fatto che la terapia ASIT è il modo migliore per prevenire la transizione verso un grado più grave di allergia e lo sviluppo dell'asma bronchiale. Tale trattamento offre risultati eccellenti: in tutto il mondo la terapia ASIT è riconosciuta come l'unico metodo che dà un effetto a lungo termine. Inoltre, l'efficacia della terapia ASIT è dimostrata nel 95% dei casi.

Prendere un appuntamento con uno specialista, sottoporsi a trattamenti ed essere libero da allergie!