Come scoprire se un bambino ha un'allergia

Allergeni

Se prima si riteneva che le guance rosse di un bambino fossero una conferma della sua salute, ora l'opinione è cambiata radicalmente. Il rossore sulle guance, non associato al gelo, è la base per suggerire la presenza di allergie nel bambino.

Tuttavia, in alcuni bambini, il rossore scompare rapidamente e in alcuni, un sintomo di allergia così lieve si sviluppa in eczema, problemi al tratto respiratorio. Il corpo di ogni persona è individuale e le reazioni allergiche procedono in modo diverso..

Gruppo a rischio

I genitori che sono allergici stessi dovrebbero stare in guardia. La probabilità di un'allergia in un bambino aumenta del 60% se entrambi i suoi genitori sono allergici. I bambini che sono allattati al seno o che sono presto passati al cibo al "tavolo comune", spesso soffrono di reazioni allergiche alimentari.

Un'allergia può anche apparire sullo sfondo della malnutrizione. Alcuni genitori sono ancora sicuri di poter mangiare da soli e nutrire il bambino con cibi raffinati e grassi. Non monitorare la quantità di vitamine, minerali e altri nutrienti che entrano nel corpo del bambino.

Colpisce la probabilità di allergie durante l'infanzia e l'alimentazione, lo stile di vita di una donna durante la gravidanza e l'allattamento. Più una madre è negligente riguardo alla sua salute, maggiore è la probabilità di un'allergia.

C'è un'altra ragione per lo sviluppo di un'allergia in un bambino che è stata identificata e dimostrata dai medici: la mancanza di attenzione dei genitori. Cioè, la base delle allergie è l'insoddisfazione emotiva del bambino. Il bambino può capire che per poterlo accarezzare da sua madre, deve solo ammalarsi. Un tale problema con l'età può trasformarsi in un disastro psicologico per il bambino.

Quali sintomi possono indicare la presenza di un'allergia in un bambino

Forse, ogni madre ha familiarità con la diatesi. Queste sono guance rosse, una crosta in testa. Eruzione cutanea su gambe e braccia. Ma la diatesi non è un'allergia, ma solo una predisposizione alle allergie.

Segni di una vera allergia:

  • problemi con il lavoro del tratto respiratorio;
  • naso che cola, tosse;
  • abbondante scarica di lacrime, arrossamento della mucosa della gola;
  • eruzioni cutanee, arrossamenti o orticaria usuali, gonfiore, comprese le mucose, prurito;
  • "Fallimenti" nel tratto digestivo, gonfiore, mancanza di aumento di peso, coliche.

La presenza di almeno uno dei sintomi è una ragione per contattare immediatamente un medico e stabilire la causa dei problemi di salute.

Misure diagnostiche

L'esame del bambino inizia con una storia approfondita. La dieta del bambino, il suo regime giornaliero viene specificato. Si scopre se la casa è un animale domestico e vengono prescritti dei test.

Esistono due tipi principali di diagnosi di allergia:

Test di allergia cutanea

Questo esame viene eseguito raramente prima dei 5 anni. Implica la somministrazione sottocutanea del sospetto allergene, seguita dal monitoraggio della risposta dell'organismo ad esso.

Esame del sangue immunologico

Il test sembra un prelievo di sangue standard e non rappresenta alcun pericolo per la salute del bambino. Lo studio consente di ottenere informazioni non su un allergene, ma su più contemporaneamente. In effetti, è abbastanza difficile capire immediatamente a cosa è allergico il bambino, quindi è preferibile condurre questo esame.

Ma qualsiasi ricerca può dare risultati falsi negativi. A volte, affinché un'allergia tormenti una persona, ci vorranno diversi anni di contatto costante con l'allergene.

Trattamento di allergia

Una malattia rilevata tempestivamente e una diagnosi accurata danno una grande possibilità che il bambino sia libero da allergie per tutta la vita. Pertanto, i genitori devono essere vigili, monitorare la salute del bambino e la sua reazione al cibo, sostanze che lo circondano.

Naturalmente, non dovresti stabilire autonomamente una diagnosi, e ancora di più, consultare il trattamento sui forum. Solo le cure mediche qualificate possono dare un risultato positivo, soprattutto perché qualsiasi prodotto farmaceutico, come le erbe medicinali, ha i suoi effetti collaterali e controindicazioni..

Come scoprire cos'è un'allergia in un bambino

Come capire che un bambino è allergico?

Ogni bambino ha sintomi di allergia in modo diverso. Se uno sviluppa una leggera eruzione cutanea o arrossamento delle guance, un altro può sperimentare un attacco d'asma. Un allergene che entra nel corpo provoca un'interruzione del funzionamento di singoli organi e di interi sistemi. Potrebbe essere:

  • da parte della pelle - eruzioni cutanee, desquamazione, arrossamento, prurito, labbra gonfie e gonfie, palpebre, arti;
  • da parte del sistema respiratorio - naso che cola, naso gonfio, starnuti, tosse, arrossamento della gola, voce rauca, respiro corto;
  • dal sistema digestivo - incrinature della lingua, aumento di peso, dolore addominale, gonfiore, diarrea, muco nelle feci.

Se noti sintomi simili nei bambini, devi contattare un pediatra o un allergologo. Solo lui consiglierà come scoprire se un bambino ha un'allergia. Gli specialisti di solito prescrivono un esame del sangue per IgE (immunoglobulina E), il cui livello aumenta con reazioni allergiche. Per scoprire la causa della malattia, vengono inoltre prescritti test cutanei:

  • test prik con un'iniezione;
  • test intracutaneo: una sospetta sostanza irritante viene iniettata con una siringa;
  • metodo di scarificazione: viene somministrato un allergene, graffiando facilmente la pelle.

Importante!

Nei bambini di età inferiore ai due anni, questi metodi sono inefficaci e persino errati, poiché il sistema immunitario è in fase di formazione. I medici raccomandano ai genitori di tenere un diario alimentare in cui dovrebbero registrare gli alimenti complementari e la reazione del bambino ad esso..

Come capire che un'allergia scompare in un bambino?

Puoi provare a ridurre il contatto con l'allergene sospetto da solo: rimuovi gli animali domestici, aspira la stanza, getta cuscini e coperte di piume, fai una pulizia bagnata. Per i neonati, utilizzare solo miscele consigliate dal pediatra, ad esempio Nutrilon Pepti Allergy for Newborns. Per i bambini dai 12 mesi è possibile acquistare NAN Hypoallergenic 3.

Il tempo per la scomparsa dei sintomi di allergia è individuale per ogni bambino. Può durare da alcuni giorni a 3-4 settimane, a condizione che l'allergene sia escluso e venga eseguito il trattamento prescritto da uno specialista. Innanzitutto, l'intensità dei sintomi esterni diminuisce (lieve starnuto e naso che cola, leggero gonfiore, prurito), quindi scompaiono tutte le manifestazioni di reazioni allergiche.

conclusioni

Se il tuo bambino ha una reazione allergica pronunciata, questa non è una frase a vita. Con l'età, il sistema immunitario si rafforza, le allergie possono assumere una forma lieve e dopo un po 'scompaiono completamente. La guarigione completa può essere ottenuta con un trattamento adeguato e una diagnosi precoce di questa malattia.

Allergie nei bambini

Come si manifestano diversi tipi di allergie, quali sono le cause, quale dieta è consigliata durante la gravidanza per prevenire le allergie, come affrontare la dermatite atopica e altri tipi di allergie nei bambini.

Che cos'è un'allergia nei bambini

Un'allergia è un'ipersensibilità di un organismo a una sostanza estranea (antigene) seguita da una risposta immunitaria. Secondo i dati scientifici, questa caratteristica in sé non è ereditata, ma la predisposizione ad essa è sì. Nei bambini i cui genitori sono allergici (specialmente se entrambi o solo la madre), può avere maggiori probabilità di svilupparsi.

Quando entriamo in contatto con un allergene, il corpo reagisce in modo tale da bloccare l'accesso di sostanze "pericolose", secondo i suoi dati, al sangue. Questo si esprime nei fenomeni infiammatori che si presentano a causa del rilascio di immunoglobulina E e istamina, un ormone che regola varie funzioni del corpo..

L'istamina provoca edema tissutale, ristagno di sangue nei capillari, una diminuzione della pressione, fa battere il cuore più velocemente - tutti questi cambiamenti dovrebbero aiutare il corpo a consegnare rapidamente altrettanti globuli bianchi - globuli protettivi - a quelle aree in cui è necessaria la loro presenza.

L'eccessiva sensibilità del corpo a un particolare allergene porta al rilascio di una quantità eccessiva di istamina, motivo per cui i medici prescrivono antistaminici per le allergie.

Si ritiene che in Russia dal 15 al 35% delle persone soffra di allergie.

Quali sono i sintomi delle allergie nei bambini? Tra le manifestazioni comuni di questa condizione sono le seguenti:

  • rinorrea
  • starnuti
  • tosse;
  • prurito
  • lacrimazione o secchezza degli occhi;
  • respiro affannoso;
  • brividi;
  • eruzione cutanea o arrossamento della pelle, eczema;
  • infiammazione delle mucose;
  • problemi digestivi - con allergie alimentari.

In caso di allergie acute, può verificarsi uno shock anafilattico potenzialmente letale quando si verifica edema polmonare, la respirazione è disturbata e la pressione sanguigna diminuisce..

Quali tipi di allergie ci sono

L'elenco dei principali allergeni comprende:

  • polvere: contiene diversi allergeni contemporaneamente, dal polline delle piante e dagli acari della polvere alle squame dell'epitelio degli animali domestici;
  • polline: un'allergia può svilupparsi sul polline delle piante domestiche;
  • peli di animali domestici e particelle della loro pelle, nonché piumino e piume;
  • spore di funghi o muffe;
  • Cibo. Le allergie alimentari nei bambini non sono rare. È molto importante prendersi cura della sua prevenzione anche nella fase della gravidanza della madre;
  • punture di insetti - di regola, si tratta di vespe, calabroni, api, bombi e formiche. Tale allergia si verifica nello 0,4 - 0,8% della popolazione. Gli organismi di questi e altri insetti secernono vari veleni, che possono causare una reazione da orticaria o edema a convulsioni, diarrea, soffocamento e shock. Se si verifica una reazione allergica, è importante andare in ospedale molto rapidamente o dare al bambino i farmaci necessari entro la prima ora, che è necessario consultare in anticipo con un pediatra;
  • alcuni farmaci. Di solito è difficile verificare in anticipo quali farmaci causano una reazione allergica. Inoltre, un'allergia a un particolare farmaco può verificarsi in qualsiasi periodo della vita, anche se una persona non ne aveva mai avuto prima;
  • lattice: questa allergia può manifestarsi in modi molto diversi e, di regola, si sviluppa nelle persone che spesso devono indossare guanti in lattice, ad esempio i medici.

Altri fattori di rischio includono il fumo, l'uso di una stufa a gas, mangimi per animali secchi, prodotti chimici domestici e inquinamento industriale. Si ritiene che un'allergia possa essere causata da un bambino che vive in un'area in cui l'aria è inquinata a causa della vicinanza alla strada..

Corso di allergia

  • Le allergie nei bambini possono svilupparsi all'istante - ad esempio, nel caso di un morso di formica - o entro pochi mesi, come accade quando il pelo del gatto o il polline lo causa. Tutto dipende da quanto spesso il bambino è in contatto con l'allergene..
  • Le allergie stagionali si verificano ogni anno in primavera, estate e autunno e le allergie alla muffa possono svilupparsi se la pioggia e le case sono aumentate in strada per periodi più lunghi e i livelli di umidità sono aumentati, portando alla crescita di microrganismi.

È importante capire che le allergie nei bambini possono passare e apparire e non esiste una spiegazione esatta per questo..

Come distinguere un raffreddore da un'allergia in un bambino

Il raffreddore scompare - al più tardi - entro 10 giorni e l'allergia appare costantemente.

Ecco i chiari segni di un'allergia:

  • il bambino annusa costantemente il naso, soprattutto se lo scarico dal naso è trasparente e liquido e non giallo o verde e spesso;
  • il bambino starnutisce costantemente, i suoi occhi sono rossi, bagnati e pruriginosi;
  • il bambino ha le occhiaie sotto gli occhi, il naso è costantemente chiuso e respira attraverso la bocca;
  • tosse secca;
  • la pelle è infiammata, arrossata e prude.

Prevenzione delle allergie

È dimostrato che l'insorgenza di ipersensibilità a un particolare allergene può verificarsi in un bambino quando è ancora nello stomaco della madre, nel secondo trimestre di gravidanza. Ciò significa che anche prima della sua nascita, la futura mamma deve osservare le seguenti precauzioni:

  • se è allergica a questa o quella sostanza, è necessario evitare il contatto con essa durante la gravidanza;
  • è necessario smettere di fumare, assumere farmaci non approvati da un medico, assicurarsi attentamente che non vi siano contatti con allergeni sul lavoro: possono essere sali di platino, formaldeide, composti di nichel o cromo, pigmenti, pesticidi, resina epossidica e altre resine fenolo-formaldeide, composti organici, che comprendono cloro, fluoro e fosforo;
  • nutrizione squilibrata, presenza nella dieta di alimenti allergenici, prodotti con additivi chimici. È meglio formare una dieta preventiva in cui non ci saranno potenziali allergeni;
  • minimizzare il numero di situazioni stressanti.

Dopo il parto, devi:

1. Cerca di stabilire l'allattamento al seno (su quanto sia importante per l'immunità, scriviamo in un materiale separato;

2. Segui una dieta (quali prodotti possono essere inclusi e quali no, diciamo qui;

3. Per temperare il bambino, monitorare la sua salute, dargli un massaggio rassodante e fare ginnastica con lui;

4. Se i genitori del bambino presentavano asma o dermatite atopica, nonché altre reazioni allergiche, il bambino deve essere esaminato da un allergologo: prima viene identificato il problema, più efficace è il trattamento.

Tuttavia, è importante capire che il modo migliore per curare e prevenire le allergie è eliminare i fattori che lo provocano..

Se il bambino è allergico a polvere e piume, oltre al trattamento, è necessario osservare le norme igieniche:

  • materassi e cuscini devono essere in speciali coperture di plastica;
  • biancheria da letto speciale dovrebbe essere usato;
  • se la biancheria è ordinaria, ha bisogno di lavarsi e bollire 1 - 2 volte a settimana;
  • è importante scegliere cuscini e coperte con stucco sintetico;
  • l'appartamento dovrebbe avere un minimo di mobili imbottiti;
  • Non usare tappeti o tappeti con un odore pungente;
  • pulire con aspirapolvere speciali, eseguire la pulizia a umido.

Se il bambino è sensibile alla muffa e alla muffa, è necessario:

  • asciugare le superfici del bagno dopo il bagno;
  • lavare il bagno con soluzioni speciali una volta al mese;
  • rimuovere il vapore in cucina con un aspiratore;
  • vestiti asciutti in una stanza speciale, non in una stanza.

Se il bambino è allergico alla lana, dovresti:

  • escludere abiti da lana, pelliccia;
  • non andare allo zoo, al circo e alle case dove ci sono animali;
  • se un gatto o un cane viveva nel tuo appartamento, i locali devono essere accuratamente puliti.

Se devi proteggere il tuo bambino dal polline:

  • quando le piante fioriscono, chiudere le finestre;
  • Non camminare con tempo ventoso;
  • devi stare attento con saponi e shampoo contenenti preparati a base di erbe.

È anche importante evitare:

  • fatica
  • ipotermia o surriscaldamento del bambino;
  • umidità troppo elevata;
  • intensa attività fisica;
  • malattie infettive - provocano un'esacerbazione delle allergie.

Allergie nei bambini: alimenti che lo causano

È molto importante prevenire lo sviluppo di allergie alimentari nei bambini. Il fatto è che è con il cibo che il bambino incontra prima di tutto, mentre è ancora nello stomaco della madre. E l'insorgenza di allergie alimentari provoca lo sviluppo di altre sue specie.

Quali alimenti lo causano più spesso?

In genere, questi sono:

  • uova
  • grano, soia, segale;
  • miele;
  • frutti di mare, pesce e crostacei;
  • noccioline
  • cibo in scatola;
  • alcuni frutti.

Naturalmente, questo elenco può essere seriamente integrato, ma altri prodotti causano allergie meno spesso..

Come proteggere un nascituro dalle allergie alimentari?

1. Leggi la composizione. Abituati a imparare le etichette su tutti i prodotti. Se contengono miglioratori del gusto, conservanti, grassi trans - è meglio rifiutarli.

2. Meno prodotti finiti. Prodotti da forno industriali, vari semilavorati e persino piatti serviti in bar e ristoranti: tutto ciò può essere dannoso per te, poiché la composizione di tali alimenti è nella maggior parte dei casi sconosciuta.

3. Dai la preferenza alle verdure e ai frutti di stagione della tua striscia. Non sempre abbiamo l'opportunità di scoprire l'origine dei prodotti che sono sul nostro tavolo. Ma l'acquisto di frutta e verdura di conservazione a lungo termine, arrivato da paesi esotici, crea anche condizioni per lo sviluppo di allergie nel bambino. Vale la pena ricordare che l'uso di frutti rossi e bacche ora deve essere limitato: possono anche causare allergie nel bambino. Nella stagione fredda, bacche congelate e verdure in scatola coltivate nel paese saranno molto più utili dei frutti "freschi" portati da altri paesi.

4. Lavare verdure, frutta ed erbe. Vari pesticidi e fertilizzanti sono anche potenti allergeni, quindi cerca di sbarazzartene, anche se esponi le verdure a un lungo trattamento termico.

5. Acquista alimenti per bambini. Sugli scaffali dei nostri negozi non ci sono così tanti prodotti contrassegnati "Per le donne incinte", ma c'è una vasta selezione di purea, cagliata, yogurt per bambini. Acquistando prodotti di questa categoria da produttori di fiducia, puoi essere sicuro della loro qualità. Prova l'assortimento di Agusha: troverai sicuramente qualcosa di tuo gusto.

Se sei allergico e aspetti un bambino, dovresti consultare il tuo medico per discutere di dieta e assumere antistaminici durante la gravidanza. E come introdurre alimenti complementari per evitare allergie, diciamo qui.

Diatesi allergica o dermatite atopica

Le allergie nei bambini possono verificarsi in diversi modi. A 2-3 mesi di vita, il bambino a volte ha arrossamenti della pelle. Le crescenti lesioni, il gonfiore e il colore rosso vivo di questi luoghi possono indicare che il bambino ha una diatesi allergica - i medici lo chiamano "neurodermite" e "dermatite atopica".

C'è un'alta probabilità che questa malattia non scompaia da sola, e devi consultare un medico il prima possibile. Altrimenti, il rossore può andare nella seconda fase, più difficile, che è accompagnata da prurito e dà al bambino un grave disagio.

Cause di dermatite allergica

La dermatite allergica si manifesta in una forma o nell'altra in circa il 30-60% dei bambini nei primi 2 anni di vita. Per il 75 - 90% di essi, è solo un episodio e solo pochi successivamente possono sviluppare malattie allergiche.

  • La comparsa di questa malattia può provocare una dieta malsana della futura mamma durante la gravidanza.
  • Si ritiene che l'abbondante consumo di cioccolato, fragole, agrumi e altri frutti "rossi" possa portare a un'interruzione dell'apparato digerente del bambino. È meglio mangiare meno cibo in scatola, cibi più naturali e il più spesso possibile stare all'aperto.
  • Tuttavia, l'allergia alimentare è considerata la principale causa di dermatite atopica nel primo anno di vita di un bambino. Nei neonati, la funzione protettiva dell'intestino è ridotta: a questa età, vengono prodotti enzimi digestivi insufficienti, vengono prodotti anticorpi protettivi e aumenta la permeabilità della parete intestinale.
  • La combinazione di queste caratteristiche legate all'età del tratto gastrointestinale dei neonati porta al fatto che i componenti alimentari sottoesposti, principalmente le proteine, vengono facilmente assorbiti nel flusso sanguigno. Grandi frammenti di molecole hanno pronunciate proprietà antigeniche e innescano una catena di reazioni allergiche.

Come riconoscere la dermatite atopica

  • Di norma, i genitori comprendono che il bambino ha un attacco di diatesi allergica, quando ampie aree della pelle sono rosse e leggermente gonfie. Di solito colpiscono le guance, le pieghe delle braccia e delle gambe, il cuoio capelluto, le orecchie.
  • Ma una piccola eruzione cutanea rosso brillante può riguardare la diatesi allergica, così come l'eruzione da pannolino a lungo termine e la pelle eccessivamente secca coperta da una crosta. Deterioramento dovuto al prurito nelle aree interessate e alle ferite bagnate..
  • La dermatite atopica può essere complicata da un'infezione secondaria (una conseguenza del graffio profondo), che porta allo sviluppo di piodermite ed eczema.
  • Molto spesso, la diatesi allergica si verifica su uno sfondo di disbiosi - in questo caso, sintomi come feci frequenti e sciolte con schiuma o una tinta verdastra, il dolore all'addome sono caratteristici.

Prevenzione e trattamento della dermatite atopica

Nel 90% dei casi, la dermatite atopica, soggetta a misure preventive e dieta, dovrebbe passare di 6 mesi - 1 anno. Può essere curato fino a 3 anni. Se ciò non viene fatto, allora può perseguire una persona per tutta la vita..

Quali alimenti possono causare dermatite atopica?

Nelle prime settimane, i pediatri raccomandano di non mangiare cibi "sospetti", tra cui bacche rosse, pomodori, agrumi, cioccolato, pesce, noci, miele e altri alimenti allergenici, per la mamma.

Dopo aver eliminato tutti i possibili allergeni e curato la pelle del bambino, si consiglia di aggiungere con molta attenzione prodotti alla dieta e vedere di cosa tratta in particolare l'allergia. Può verificarsi letteralmente immediatamente dopo un pasto, o forse in pochi giorni - quando i residui indigeribili si accumulano nel corpo del bambino in volume sufficiente a provocare una reazione.

  • È molto importante che i bambini inclini alla dermatite atopica siano allattati al seno.
  • Se per qualche motivo l'allattamento al seno non è possibile, sarà più difficile. In questo caso, i medici di solito raccomandano alimenti per bambini ipoallergenici..
  • Ai bambini con dermatite atopica allattati al seno si consiglia, al contrario, di introdurre alimenti complementari non prima di 6 mesi e, come nel primo caso, seguire una dieta.
  • Si suggerisce di iniziare cibi complementari con cereali, preferibilmente con grano saraceno, mais o riso cotto in acqua. Se un bambino mangia, diciamo, porridge di grano saraceno, allora non è necessario dargli altro. Lascia che il corpo del bambino si abitui gradualmente al nuovo cibo.
  • Dopo 2-3 settimane, se non si è verificata alcuna reazione al porridge, aggiungere alimenti per bambini a base di carne - tacchino o coniglio. Ancora una volta, se un bambino mangia un tacchino, allora nient'altro dovrebbe essere introdotto nella sua dieta.
  • Dopo altre 2-3 settimane aggiungere purea di verdure o di frutta - zucchine, cavolfiore e broccoli. I succhi vengono introdotti all'ultimo momento. Si consiglia di seguire Monodiet per almeno 6 mesi. E se i sintomi della malattia scompaiono, puoi introdurre delicatamente nuovi prodotti, ma ricorda che il bambino è a rischio di ammalarsi di nuovo.

Gli allergologi raccomandano anche che, al primo segno di dermatite atopica, venga eseguito un test delle feci per determinare le condizioni del tratto digestivo e dopo che il bambino si è ripreso, è necessario condurre test ripetuti e osservare la progressione della malattia.

La base per la scomparsa dei sintomi della neurodermite è un'adeguata cura della pelle.

  • La pelle deve essere lavata 1 - 2 volte al giorno con uno strumento speciale che il medico le consiglierà. Con un'esacerbazione della malattia, le vasche da bagno calde (37 ° C) con foglie di alloro aiutano bene (da 6 a 8 foglie vengono preparate con un bicchiere di acqua bollente, lasciate fermentare per mezz'ora, versate in un bagno d'acqua). Quando i sintomi diminuiscono e scompaiono, si raccomandano i bagni di sale marino..
  • Dopo il lavaggio, sciacquare il bambino con acqua bollita o minerale pulita e, senza pulirlo, applicare la crema prescritta dal medico sulla pelle.
  • Puoi quindi tamponare l'acqua rimanente sul tuo corpo con un asciugamano morbido..

Reazioni allergiche nei neonati: cause e segni, come identificare un allergene e trattamento

Un problema comune e spiacevole è un'allergia in un bambino: il corpo del bambino non ha ancora sviluppato le necessarie reazioni protettive, quindi qualsiasi allergene - cibo, tessuti, polvere, polline delle piante, peli di animali domestici, può provocare una reazione allergica. Spesso è più difficile trattarlo che in un adulto, quindi è importante diagnosticare accuratamente la fonte di irritazione ed evitare il contatto con il bambino. Quali sono le cause dell'irritazione e quali mezzi possono essere usati senza danni al bambino, considereremo in questo articolo.

Cos'è un'allergia nei neonati

È noto che le allergie nei bambini sono un processo di aumento della sensibilità della pelle, dell'intestino a determinati allergeni. Può essere di origine alimentare o non alimentare: assolutamente qualsiasi prodotto alimentare può causare una reazione irritante in un bambino, così come i fenomeni di tutti i giorni, come polvere, sostanze chimiche, animali domestici. Le allergie nei neonati possono verificarsi con eruzioni cutanee sul corpo, disturbi del tratto gastrointestinale o allergosi ​​respiratoria del sistema respiratorio.

Che aspetto ha un'allergia nei neonati?

L'irritazione può essere sui glutei, sull'addome e sul viso del bambino, il cuoio capelluto, le sopracciglia si stanno staccando. Le allergie nei neonati sembrano arrossamento, una piccola eruzione cutanea, pelle traballante, gonfiore sottocutaneo delle mucose, calore pungente, orticaria, dermatite da pannolino. Se si verificano manifestazioni cutanee, anche considerando la corretta cura regolare, forse la colpa è dell'allergene.

Allergia al bambino

Un'allergia si manifesta nel bambino sul viso sotto forma di diatesi, una serie di sintomi caratteristici che si trovano sulle guance, sulla fronte, sul mento, sembrano rossi, macchie secche di diverse dimensioni, eruzioni cutanee, piccoli brufoli acquosi. Appaiono immediatamente dopo aver mangiato, o qualche tempo dopo il contatto con un allergene, poi scompaiono parzialmente o completamente.

Tali sintomi possono causare disagio nel bambino: prurito, leggera sensazione di bruciore, senso di oppressione della pelle. Se il viso è danneggiato, cerca di non lasciare che il bambino pettini i punti pruriginosi con le mani, perché questo non solo può diffondere l'eruzione cutanea su tutto il viso e il corpo, ma anche provocare la comparsa di ulcere, piccole ferite che guariscono nei bambini a lungo.

Cause di allergie nei neonati

Tra le cause delle allergie nei neonati, si possono distinguere le reazioni di origine alimentare e non alimentare. Un ruolo importante è svolto dall'ereditarietà: i bambini nelle cui famiglie hanno ripetutamente riscontrato casi di asma bronchiale, dermatite, naso che cola cronico, sono ad aumentato rischio di sviluppare reazioni allergiche dalla nascita. Un altro fattore è l'orario di inizio dell'allattamento al seno e le naturali capacità immunitarie del bambino..

Allergia alimentare nei neonati

Un irritante comune è la proteina, che si trova nelle miscele di latte già pronte e persino nei componenti che compongono il latte materno. Le allergie alimentari nei neonati si manifestano con eruzioni cutanee, manifestazioni a livello intestinale: frequenti sputi, feci molli, costipazione, dolore addominale. Il sistema respiratorio può essere complicato da crampi, congestione nasale. È possibile elencare le seguenti fonti del problema:

  1. Nella dieta di una madre che allatta, tali prodotti: cioccolato, caffè, funghi, pesce e frutti di mare, frutta esotica, verdure rosse, succhi concentrati appena spremuti, latte intero di vacca, uova di gallina, miele, piatti fritti e affumicati, carne grassa, salsicce, formaggio blu, conservanti, emulsionanti, coloranti.
  2. Miscele di latte pronto contenenti proteine, lattosio, cereali, soia, miele. È necessario controllare la miscela per allergenicità prima dell'alimentazione..
  3. L'irritazione in un bambino può essere una conseguenza della malnutrizione materna durante la gravidanza, la malattia, l'infezione, il fumo.
  4. L'allattamento eccessivo di un bambino può causare allergie..

Allergia da contatto nei neonati

Un'allergia può svilupparsi in un bambino dopo aver interagito con potenziali irritanti: prodotti chimici domestici, animali, polline delle piante. Anche con la cura più attenta, il bambino è in contatto con l'ambiente e sviluppa risposte che non sempre passano inosservate. Le allergie da contatto nei neonati possono essere scatenate da quanto segue:

  • polvere, zecche, insetti;
  • profumi, cosmetici (sia per bambini che per adulti);
  • piante d'appartamento;
  • animali domestici (qualsiasi, anche senza peli);
  • prodotti chimici domestici (detersivi, detersivi per piatti, deodoranti per ambienti).

Come determinare quale allergia è nei bambini

I metodi diagnostici variano a seconda dell'età del bambino. Per determinare quali sono le allergie nei neonati, aiuteranno i test speciali, i test di laboratorio eseguiti da specialisti: pediatra, allergologo, nutrizionista. Dopo un anno, i bambini vengono sottoposti a test cutanei speciali e test per il rilevamento di sostanze irritanti: applicano varie sostanze sulla pelle e osservano la reazione. Come identificare un allergene nei neonati:

  • ispezione;
  • un sondaggio tra genitori sui cibi consumati, la dieta della mamma;
  • esami del sangue (controllo del livello di immunoglobuline E, eosinofili);
  • Ultrasuoni della cavità addominale.

Allergia alle proteine ​​nei neonati

Le proteine ​​sono contenute sia nel latte materno che nelle miscele di latte, sotto forma di mucca, latte di capra e soia. Un'allergia alle proteine ​​in un bambino può comparire sia immediatamente, 10-30 minuti dopo la poppata, sia entro pochi giorni. Le proteine ​​della caseina presenti nel latte animale sono termostabili, cioè non si scompongono quando riscaldate, i bambini sono allergici ad esso.

Se sei allergico alle proteine, è importante monitorare attentamente la dieta di una madre che allatta, aggiungere più cereali, latticini, carne e verdure cotte magre, frutta secca, mele cotte; i cibi allergici dovrebbero essere completamente esclusi. Per questi bambini, le miscele di latte sono fatte con una quota proteica non superiore a 3,5 kDa, quando si passa a una dieta nutriente, iniziano con purè di patate da verdure bianche e verdi.

Allergia alla miscela nel bambino

La maggior parte della formula per l'alimentazione artificiale contiene latte di mucca perché è simile al latte femminile; meno comunemente, prodotti di capra o di soia. È necessario leggere attentamente il contenuto sulla confezione, per prevenire prodotti allergici. Un'allergia alla miscela nei neonati può essere causata dai cereali, che sono contenuti nella nutrizione artificiale. Se vengono rilevati sintomi, è necessario consultare immediatamente un medico e selezionare individualmente una miscela ipoallergenica.

Quanta allergia passa

Se si esclude l'allergene dalla dieta o dalla sfera di influenza, l'allergia non passa molto rapidamente, in poche settimane. Una causa comune di eruzioni cutanee sul corpo del bambino sono i cambiamenti ormonali primari, l'adattamento del corpo alle condizioni del mondo circostante, dopo il primo contatto con l'acqua, varie sostanze. In questo caso, la dieta potrebbe non avere un effetto visibile e la reazione passa da sola. Se il problema riguarda un allergene specifico, unguenti medicinali, gocce, bagni per il bagno possono accelerare il recupero.

Trattamento di allergia infantile

Come trattare le allergie nei bambini è un problema complesso che richiede un'analisi dettagliata delle cause e delle caratteristiche della sua manifestazione. Se più aree sono interessate contemporaneamente, è meglio applicare immediatamente una terapia farmacologica complessa. Questo trattamento delle allergie nei neonati include l'eliminazione di segni di irritazione, disturbi intestinali, naso che cola, rantoli bronchiali, una dieta obbligatoria per madre e bambino. Il rigoroso regime ipoallergenico deve essere osservato per le prime 2 settimane, quindi il menu deve essere regolato, aggiungendo ad esso prodotti comprovati e portatili.

Se i segni delle allergie sono forti e causano disagio al bambino, è meglio eseguire tutte le procedure sotto la supervisione di un medico, dopo aver scelto il metodo di trattamento appropriato. I tempi di aggiunta di alimenti, verdure e miscele di frutta alla dieta non dovrebbero essere violati: l'alimentazione precoce può causare allergie prolungate e l'allattamento prolungato può portare molte complicazioni in futuro.

Allergia per i bambini

Per combattere l'irritazione allergica, è consentito l'uso di farmaci separati progettati specificamente per i bambini. Sono prescritti se la dieta e la restrizione del contatto con l'allergene non ottengono il risultato desiderato. Di tutti i rimedi per le allergie per neonati, antistaminici, ormoni, adsorbenti, rimedi locali e preparati per ripristinare la microflora intestinale sono efficaci. È importante studiare la composizione dei farmaci usati: possono contenere allergeni ancora più pericolosi. Quali rimedi possono aiutare se un bambino ha un'allergia:

  • Gocce: innocuo Fenistil: consentito dal 1 ° mese, ha un lieve effetto sedativo, allevia il prurito, elimina i sintomi di allergia e non crea dipendenza. Zyrtec, Cetirizine, Claritin possono essere iniziati da 6 mesi, hanno un effetto antinfiammatorio e antiallergico.
  • Unguenti - per l'applicazione su aree selezionate, non infiammate della pelle.
  • Enterosorbenti - per sintomi di allergia intestinale.
  • Per i bambini fino a un anno - collirio Olopatadina, Azelastina, carbone attivo, altri medicinali senza sedativi e altri effetti collaterali. Le compresse di carbone devono essere sciolte in acqua, le capsule in un guscio morbido possono essere somministrate ai bambini da due anni.

Bepanten per allergie

È noto che Bepanten è un preparato esterno per la rapida rigenerazione dei tessuti, la guarigione e l'idratazione della pelle. È un'emulsione morbida che ha una consistenza densa e un odore caratteristico; il principale ingrediente attivo è il dexpantenolo. Bepanten per le allergie mostra buoni risultati: lenisce la pelle, combatte l'eruzione da pannolino e il rossore. Controindicato solo con ipersensibilità rilevata durante l'uso; sicuro e non tossico.

Farmaci antiallergici per neonati

Per il trattamento di vari tipi di irritazione in un bambino, sono prescritte forme di farmaci come compresse, iniezioni, gocce, sciroppo e la maggior parte dei farmaci è vietata per i bambini di età inferiore a un anno. Un allergologo ti aiuterà a scegliere il farmaco giusto; l'automedicazione in questi casi è estremamente pericolosa e indesiderabile. I farmaci antiallergici per neonati sono disponibili in forma liquida, poiché i bambini piccoli non possono deglutire le compresse, possono essere frantumati in polvere e sciolti in acqua. I farmaci antiallergici che dovrebbero essere disponibili nell'armadietto dei medicinali di ogni madre sono:

  • Fenistil-gel - un efficace rimedio esterno, allevia il prurito, non secca la pelle, aiuta con eruzioni cutanee moderate.
  • Dopo sei mesi - Zirtek, Kestin, Claritin, Gismanal, Peritol.
  • Erius con gonfiore della mucosa.
  • Smecta, Enterosgel per disturbi intestinali, Sorbex.
  • Con disbiosi: Bebinorm, Linex.
  • Azelastine, Ketotifen per bambini di età inferiore a 6 mesi.

Cosa fare il bagno a un bambino con allergie

Con una reazione allergica in un bambino, fare il bagno in bagni terapeutici può aiutare. Questo antico metodo popolare aiuterà a calmare il prurito, l'infiammazione, ammorbidire la pelle secca. Puoi bagnare un bambino con allergie in soluzioni di camomilla, spago, calendula; Secondo le recensioni, un decotto di foglie di alloro ha buoni risultati, mentre tutte le erbe sono meglio acquistare in farmacia: devono essere completamente pulite. Alcune regole delle procedure idriche:

  • Usa solo 1 tipo di erba per capire se il bambino ha una reazione irritante a qualcuno di loro..
  • Il primo bagno non dovrebbe durare più di 5 minuti, il successivo - 15.
  • Applicare i bagni per un bambino più spesso di 2 volte a settimana, è indesiderabile.
  • Risciacquare con acqua dopo il bagno, non è necessario usare sapone e altri prodotti durante il bagno: questo rovinerà solo l'effetto curativo.
  • Evita erbe come thuja, ginestra, celidonia, tanaceto, assenzio.
  • Prima di fare il bagno, filtrare il brodo.
  • La temperatura dell'acqua per il bambino è di circa 40 gradi.
  • Il brodo non dovrebbe essere troppo forte.

Come capire a cosa è allergico tuo figlio

I sintomi allergici possono essere un segno di altre malattie. Abbiamo compilato un algoritmo di azione che aiuterà i genitori a capire cosa è realmente successo al bambino.

1. Osservare quando un bambino sperimenta una reazione

L'allergia è una maggiore sensibilità a determinati elementi dell'ambiente esterno. L'irritante entra nel corpo e inizia la produzione di anticorpi (immunoglobuline), progettati per neutralizzare una sostanza estranea. La prossima volta che un allergene colpisce, il corpo rilascia istamina, un composto che provoca sintomi allergici. In genere, la reazione coinvolge i sintomi. Le allergie in te sono una di queste:

  • Starnuti prolungati, soffocanti, "fluenti" o costantemente pruriginosi.
  • Occhi rossi e acquosi.
  • Tosse, respiro sibilante, respiro corto.
  • Irritazione o arrossamento sulla pelle.
  • Gonfiore della lingua, delle labbra, degli occhi o dell'intero viso.
  • Dolore addominale, nausea, diarrea.
  • Pelle secca screpolata.

Se noti uno di questi sintomi nel tuo bambino, segui esattamente quando si verifica la reazione. Dopo una passeggiata nei boschi o giocando con un gattino? O forse è diventato più difficile per lui respirare quando hai cambiato il tuo profumo? In ogni caso, risolvi il momento. Numerose malattie sono simili ai sintomi allergici: asma, infezioni batteriche e virali, dermatite. Solo un medico può fare una diagnosi accurata, e in questo sarà aiutato da informazioni dettagliate sulla reazione del corpo del bambino.

Le allergie più comuni a bambini e allergie nei bambini sono per polline, piante, punture di insetti, peli di animali, polvere domestica, muffa, fumo di tabacco, profumo. Ma allo stesso tempo, cose assolutamente inaspettate possono causare una reazione: acqua (più precisamente, le sostanze che contiene), luce solare, freddo.

2. Guarda cosa mangia il tuo bambino

Il motivo potrebbe essere il cibo. Ecco gli allergeni alimentari più comuni..

Latte e derivati. Molto spesso, sono allergici alle 8 allergie alimentari più comuni nei bambini di età inferiore ai tre anni. La reazione si manifesta entro mezz'ora dopo aver mangiato. Se il bambino non è tollerante al lattosio, yogurt, panna, burro e gelati possono rappresentare un pericolo..

Uova di gallina La seconda allergia più comune nei bambini, che supera la maggior parte delle 8 allergie alimentari più comuni all'età di 16 anni. In questo caso, solo l'albume o solo il tuorlo possono causare una reazione. Il 70% dei bambini con una tale allergia può tollerare l'uovo cotto in una popolazione allergica all'uovo mangia tranquillamente dolci con uova nell'impasto.

Noccioline. Arachidi, mandorle, noci del Brasile, anacardi, pistacchi e pinoli sono di solito allergeni. Tuttavia, se un bambino è allergico a un tipo di noce, è meglio una gestione dietetica dell'allergia alle arachidi e alle noci: cosa dovrebbero esattamente evitare i pazienti? evitarli in linea di principio: la reazione potrebbe essere esacerbata.

Grano. Più precisamente, una delle sue proteine ​​è il glutine noto a tutti. È particolarmente comune per le allergie alimentari: epidemiologia e problemi di storia naturale per i bambini di età inferiore ai 10 anni, ma può anche causare intolleranza negli adulti..

Questi non sono gli unici allergeni, quindi è importante monitorare attentamente ciò che il bambino mangia. Ricorda che l'allergene potrebbe non provenire da te: tua nonna ha dato una caramella o un amico lo ha trattato con patatine. Spiega al bambino che dovrebbe dirti la verità: se andava con i suoi compagni di classe al cinema, dove beveva soda e mangiava popcorn, dovresti saperlo, poiché questo può avere un effetto diretto sulle allergie.

3. Discutere i sintomi con il proprio medico

Per capire esattamente cosa provoca la reazione di un bambino, prendi un appuntamento con un medico. Prima di tutto, puoi andare dal pediatra, che ha osservato il bambino dalla nascita. Sarà in grado di escludere altre malattie e fare riferimento a un allergologo che condurrà uno studio più approfondito. L'allergia è influenzata da molti fattori: stato di immunità, ereditarietà, età del bambino, stagione, malattie concomitanti. Lo specialista sarà in grado di valutare l'anamnesi, scegliere la diagnosi e il trattamento corretti.

Se il medico sospetta un'allergia, gli antistaminici aiuteranno ad affrontarla. Con punture di insetti, allergie alimentari o domestiche, Suprastin può aiutare. Comincia ad agire entro 15-30 minuti dopo l'assunzione.

Vale anche la pena avere un Suprastinex in un kit di pronto soccorso. Aiuta ad alleviare lacrimazione, arrossamento degli occhi e altri sintomi allergici. Il medicinale è adatto per la stagione della fioritura, perché puoi prenderlo fino a 6 mesi. A proposito, puoi fare un esame del sangue per le allergie durante l'uso di antistaminici: i farmaci alleviano i sintomi, ma non influenzano il livello di immunoglobuline nel sangue.

4. Selezionare un metodo diagnostico

Le allergie possono essere rilevate in diversi modi. Il medico ti suggerirà di sceglierne uno o di consigliarne il più adatto.

Test cutanei (pri-test)

Il medico fa piccoli graffi sulla pelle e introduce gocce di allergeni più comuni. Se ci sono anticorpi contro la sostanza nel sangue, il gonfiore si verifica nel sito del graffio. I campioni vengono generalmente prelevati sulla pelle della schiena o dell'avambraccio. Una reazione positiva si manifesta Test allergologici e immunoterapia entro 20 minuti. Per un test di prik, di solito si consiglia di interrompere l'assunzione di antistaminici.

Test intradermici

Se il pri-test fornisce risultati contrastanti, il medico potrebbe dover introdurre un allergene negli strati superiori della pelle. I test allergologici e l'immunoterapia vengono eseguiti solo dopo i normali test cutanei, poiché esiste un leggero rischio di una reazione allergica sistemica con iniezione diretta della sostanza: può verificarsi edema di Quincke. Il risultato del test appare anche dopo 20 minuti..

Esame del sangue (test di assorbimento delle allergie)

I medici raccomandano questa analisi a coloro che, per qualsiasi motivo, non sono autorizzati a sottoporsi a test cutanei. Ad esempio, quando non è possibile interrompere l'assunzione di antistaminici o se le condizioni della pelle non consentono un test prik. Un esame del sangue fornisce ai test allergologici e all'immunoterapia un quadro meno completo rispetto ai test cutanei, è più costoso e il risultato deve essere previsto fino a due giorni. Pertanto, questo tipo di analisi è meno comunemente usato nella diagnosi di allergie..

Test del siero del sangue (Immunocap)

Il modo più moderno e altamente accurato per diagnosticare le allergie, che è stato inventato da ImmunoCAP. Diagnosi di allergie in Svezia. Permette di determinare la presenza di anticorpi nel plasma o nel siero. Può anche essere effettuato durante l'assunzione di antistaminici. Per l'analisi, un bambino prenderà il sangue da una vena e i risultati del test saranno quanto più dettagliati ed estesi possibile..

5. Proteggi il tuo bambino dagli allergeni

Mentre aspetti un viaggio dal dottore o i risultati dei test, devi fare di tutto per rendere la vita più facile per il bambino. La cosa più importante è escludere il contatto con il sospetto allergene. Quando non sei sicuro di ciò che provoca esattamente la reazione, inizia con quelli più comuni: polline, fumo di tabacco, peli di animali. Pulisci la tua casa più spesso: pulisci la polvere, lava i pavimenti, aspira mobili e materassi. Prepara i tuoi pasti e, per ogni evenienza, elimina i principali allergeni alimentari. Quando è chiaro che il problema è proprio nelle allergie, puoi dare un antistaminico.

Se al bambino non piace prendere le pillole, puoi provare le gocce di allergia. Ad esempio, Suprastinex. È adatto a bambini di età superiore ai due anni, è necessario somministrare 5 gocce 2 volte al giorno. Le gocce non contengono coloranti e aromi e hanno un profilo di sicurezza favorevole, che è particolarmente importante per i preparati per bambini. A proposito, "Suprastinex" consente al bambino di rimanere attivo durante il giorno: se assunto in dosi terapeutiche, il farmaco praticamente non provoca sonnolenza.

Come scoprire se un bambino ha un'allergia e in che modo è possibile identificare un potenziale allergene?

L'allergia è la risposta del corpo a un allergene. Le reazioni allergiche abbastanza spesso si verificano sia nei bambini del primo anno di vita che nei bambini più adulti. Ciò è dovuto all'imperfezione del sistema immunitario e all'immaturità del tratto gastrointestinale.

Determinare cosa ha causato la reazione allergica del bambino non è così semplice. Per la diagnosi, un allergologo può prescrivere una serie di test. Se riconosci l'allergene nel tempo, puoi prendere misure terapeutiche efficaci per quanto riguarda la reazione di ipersensibilità.

Una reazione allergica in un bambino può essere qualsiasi cosa, quindi, nelle sue prime manifestazioni, è importante consultare uno specialista esperto

I principali tipi di allergeni

Molti fattori possono scatenare una reazione allergica. In pediatria, ci sono diversi gruppi di allergeni che un bambino incontra spesso:

  • medicinali;
  • Cibo;
  • peli di animali;
  • polvere;
  • polline di piante;
  • morsi di insetto.

La causa più comune di una reazione allergica è la dieta sbagliata del bambino. Per identificare un'allergia, è necessario introdurre gradualmente nuovi prodotti nell'esca, osservando attentamente la reazione del bambino. Gli allergeni alimentari includono pomodori, carote, miele, cioccolato, dolci, agrumi, noci (di ogni tipo), uova, latte e tutti i cereali con glutine. Con la stessa cautela, vale la pena usare nuovi medicinali, che possono non solo causare una reazione indesiderata, ma anche danneggiare l'immunità del bambino.

La polvere, che contiene acari della polvere, irrita le vie respiratorie del bambino e provoca una risposta. Per prevenire allergie alla polvere, è sufficiente eseguire la pulizia a umido almeno una volta alla settimana. L'uso di prodotti per la pulizia della casa può anche innescare una reazione allergica..

Prima di avere animali domestici, non sarà sbagliato assicurarsi che il bambino non abbia una reazione allergica alla lana o al piumaggio degli uccelli. La saliva e la pelle degli animali contengono anche proteine ​​che agiscono come irritanti forti.

Quali sono i sintomi di un'allergia??

I sintomi di un'allergia in un bambino sono individuali e abbastanza specifici, perché lo stesso allergene può causare una reazione diversa. Scopri che il bambino soffre di una reazione non specifica del corpo, in base ai seguenti sintomi:

  • naso che cola prolungato o grave in un bambino visivamente sano;
  • tosse secca persistente;
  • frequente flatulenza e colica intestinale, disbiosi;
  • feci turbate, vomito;
  • il bambino reagisce male alla luce;
  • lacrime senza motivo;
  • starnuti
  • gonfiore delle labbra e delle palpebre;
  • sudorazione, orticaria, vari arrossamenti della pelle;
  • eruzioni cutanee accompagnate da prurito o desquamazione.

Rilevazione di un irritante con un test allergologico

È possibile determinare le allergie in un bambino e fare una diagnosi solo con l'aiuto di studi speciali. I campioni sono prescritti quando è necessario testare la reazione a una sostanza sospettata di essere irritante. Per la diagnosi, utilizzare test provocatori e test cutanei..

I test provocatori sono un importante metodo di ricerca per sospettare allergie causate dal polline delle piante. Il metodo consiste nell'esposizione alle mucose con un allergene a concentrazione debole.

Il metodo più informativo è un test cutaneo. L'essenza della procedura è l'introduzione di un irritante nel flusso sanguigno o attraverso un piccolo graffio sull'avambraccio.

Indicazioni e controindicazioni per il test

Le indicazioni per un test allergologico sono:

  • dermatite allergica;
  • rinorrea
  • rigonfiamento
  • eruzione cutanea di origine sconosciuta;
  • una reazione allergica a un prodotto alimentare;
  • prurito delle palpebre e della pelle intorno agli occhi, spazzamento nel naso (vedi anche: ragioni per cui il bambino si gratta costantemente il naso);
  • respiro affannoso.
Reazione allergica agli occhi

I medici proibiscono categoricamente un test al momento dell'esacerbazione, poiché ciò può aggravare le condizioni del paziente. Il test viene eseguito 2 settimane dopo l'inizio di una reazione allergica, cioè durante il periodo di remissione della malattia.

Limiti di età per la procedura

Non è consigliabile che i bambini di età inferiore ai 3 anni conducano test che possono provocare la comparsa di nuovi sintomi allergici o peggiorare le condizioni del bambino. I medici spiegano questa limitazione dal fatto che i bambini piccoli hanno un sistema di enzimi immaturi e questo test può essere completamente non informativo. Alcuni medici affermano che anche a 3 anni, è ancora pericoloso per un bambino eseguire un test allergologico, quindi raccomandano di aspettare che il bambino abbia 5 anni.

Fino a questa età, gli allergologi consigliano i test a casa con prodotti che possono causare una reazione allergica. Questo ti aiuterà a capire quale direzione seguire per un'ulteriore diagnosi. Nel caso di test per bambini di età inferiore a 3 anni, i genitori dovrebbero essere consapevoli della possibilità di una forte reazione di ipersensibilità, che è difficile da trattare, e di shock anafilattico, che è un'emergenza.

Come sta testando?

La procedura viene eseguita sotto la supervisione di un allergologo-immunologo. Viene eseguita un'applicazione con un allergene sulla pelle e lo stimolo viene calcolato dalla risposta.

L'esame si svolge in più fasi:

  • la pelle è trattata con liquido antisettico;
  • un allergologo pone le sostanze di controllo a una distanza di 2,5 cm l'una dall'altra;
  • con uno scarificatore (lancetta) si forano o si graffiano sulla pelle;
  • dopo 20 minuti, puoi analizzare la reazione.

Tale diagnostica viene eseguita solo per bambini di età superiore ai 5 anni. Al momento dello studio, il bambino dovrebbe essere completamente sano. Assicurati che non ci siano sintomi di allergia..

Esame del sangue da laboratorio per immunoglobuline

Il modo più sicuro per determinare le allergie, che non ha assolutamente controindicazioni e criteri di età, è un esame del sangue di laboratorio per immunoglobulina generale E (IgE) e anticorpi IgE specifici. Il vantaggio principale del metodo è che il bambino non ha bisogno di contattare l'allergene. Con l'aiuto della ricerca di laboratorio, analizzano la reazione di oltre 200 tipi di allergeni. Un aumento del livello di immunoglobulina in un bambino indica la presenza di un'allergia e, utilizzando un'analisi di anticorpi specifici, è possibile determinare a quale gruppo appartiene questo irritante.

Il giorno prima del test, il bambino dovrebbe seguire una dieta moderata ad eccezione di cibi dolci, piccanti, fritti e che potrebbero essere potenziali allergeni.

Come determinare a casa la causa di un'allergia in un bambino?

Date le restrizioni di età per condurre un allergoprobe, i genitori di bambini piccoli possono condurre autonomamente un test allergologico eliminando quei fattori di vita sospettati di:

  • rimuovere alcuni alimenti dalla dieta;
  • sbarazzarsi di cuscini e coperte;
  • mantenere l'umidità nella stanza e spesso pulire la polvere;
  • Non camminare fuori durante il periodo di fioritura delle piante;
  • escludere il contatto con animali domestici.

Con la scelta giusta, i sintomi delle allergie inizieranno a placarsi e alla fine scompariranno del tutto. In farmacia puoi acquistare un test speciale che ti farà sapere cosa ha causato l'allergia comodamente da casa tua. Per la diagnosi, è necessario prelevare un po 'di sangue dal paziente e applicare su una striscia reattiva speciale. Il risultato può essere ottenuto in 30 minuti.