Allergologia: epitelio di gatto

Analisi

Determinazione quantitativa di anticorpi specifici nel sangue, immunoglobuline di classe E che compaiono in presenza di una reazione allergica all'epitelio di gatto e alla forfora.

Immunoglobulina specifica di classe E per epitelio di gatto e forfora.

Sinonimi inglese

Immunoglobulina specifica E per l'epitelio e la forfora di gatto, Spec. IgE per il gatto (siero).

Reazione di immunofluorescenza su una fase solida porosa tridimensionale, IFL (ImmunoCAP).

KEDA / l (kg di allergene per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Sangue venoso o capillare.

Come prepararsi allo studio?

  • Non fumare per 30 minuti prima dello studio..

Panoramica dello studio

Un allergene è una sostanza che provoca una reazione allergica. Esiste un numero enorme di sostanze di origine naturale o artificiale, ognuna delle quali può diventare un allergene per l'uomo.

Il principale partecipante a un tipo immediato di reazione allergica (tipo 1) è la classe E di immunoglobuline (IgE). Per ogni allergene esiste un'immunoglobulina specifica E. Lo scopo di questo test è determinare una reazione allergica all'epitelio e alla forfora di gatto..

C'è un'idea sbagliata che l'allergia sia causata da peli di animali, ma non è così. L'attività principale nella formazione di una reazione allergica è escreta (saliva, urina, ecc.) E peli di animali. Solo dopo il contatto con la pelle dell'animale gli allergeni entrano nel pelo. Inoltre, le proprietà allergeniche di lana, forfora, saliva e urina degli animali non dipendono dalla loro razza o lunghezza del mantello.

Questi allergeni appartengono al gruppo epidermico. Inoltre, lo stesso gruppo comprende lana, lanugine, piume, escrementi e saliva di vari animali (cani, cavie, criceti e altri roditori, uccelli, conigli, cavalli, pecore, capre, ecc.). Entrano nel corpo per via aerea, a contatto con gli animali, a contatto con prodotti che includono un allergene (indumenti, cuscini, coperte). I sintomi delle allergie possono includere arrossamento (iperemia), eruzioni cutanee, orticaria, prurito e graffi della pelle, gonfiore e gonfiore, arrossamento e bruciore degli occhi, lacrimazione, gonfiore delle palpebre, starnuti, tosse, respiro corto, broncospasmo.

L'analisi è sicura per il paziente rispetto ai test cutanei (in vivo), in quanto elimina il contatto con l'allergene. Inoltre, l'assunzione di antistaminici e le caratteristiche legate all'età non influiscono sulla qualità e sull'accuratezza dello studio..

La quantificazione di anticorpi IgE specifici ci consente di valutare la relazione tra il livello di anticorpi e le manifestazioni cliniche delle allergie. Valori bassi di questo indicatore indicano una bassa probabilità di una malattia allergica, mentre un livello elevato ha un'alta correlazione con le manifestazioni cliniche della malattia. Se vengono rilevati livelli elevati di IgE specifiche, è possibile prevedere lo sviluppo di allergie in futuro e una manifestazione più vivida dei suoi sintomi. Tuttavia, la concentrazione di IgE nel sangue è instabile. Cambia con lo sviluppo della malattia, con la quantità di dose ricevuta di allergeni e durante il trattamento. Si raccomanda di ripetere lo studio quando i sintomi cambiano e durante il monitoraggio del trattamento. La necessità di riesaminare dovrebbe consultare il proprio medico.

ImmunoCAP è caratterizzato da elevata precisione e specificità: anche in concentrazioni di anticorpi IgE molto basse vengono rilevate in una piccola quantità di sangue. Lo studio è rivoluzionario e si basa sul metodo di immunofluorescenza, che consente di aumentare la sensibilità più volte rispetto ad altre analisi. L'Organizzazione mondiale della sanità e l'Organizzazione mondiale per l'allergologia riconoscono la diagnostica usando ImmunoCAP come lo "standard di riferimento", poiché ha dimostrato la sua accuratezza e stabilità in studi indipendenti. Nella Federazione Russa, fino ad ora, la tecnica non è stata ampiamente utilizzata, anche se in tutto il mondo fino all'80% dei test per immunoglobuline specifiche di classe E viene eseguito utilizzando ImmunoCAP.

Pertanto, il rilevamento di IgE specifiche utilizzando questa tecnica porta la diagnostica delle allergie a un livello completamente nuovo..

A cosa serve lo studio??

  • Per la diagnosi di malattie allergiche causate da epitelio di gatto o forfora.
  • Per valutare il rischio di reazioni allergiche alla forfora e all'epitelio del gatto.

Quando è programmato uno studio?

  • In presenza dei seguenti sintomi che indicano una natura allergica: arrossamento e bruciore della mucosa oculare, lacrimazione e gonfiore delle palpebre, congestione nasale, starnuti, tosse, respiro corto, broncospasmo.
  • Bambini - se i loro genitori soffrono di malattie allergiche, comprese quelle manifestate a contatto con epitelio di gatto e forfora.
  • Per valutare il trattamento farmacologico in corso e l'immunoterapia specifica per allergeni (ASIT).

Cosa significano i risultati??

Valore dell'indicatore,

Classe

Il livello di anticorpi IgE specifici per allergeni

Test allergia ai gatti ige - epitelio (e1)

* Il costo della ricerca di laboratorio senza tener conto del costo del campionamento del biomateriale.
** L'esecuzione urgente è valida solo per la regione di Mosca.

Breve descrizione

Un'allergia all'epitelio del gatto provoca reazioni tipiche: soffocamento, naso che cola, prurito, eruzione cutanea. Nella maggior parte dei casi, si verifica ipersensibilità alle particelle di peeling della pelle. In questo caso, la razza e la pulizia dell'animale, la lunghezza del mantello non ha praticamente alcun significato: essendo nelle vicinanze, l'animale provocherà comunque reazioni appropriate. I sintomi tipici possono comparire immediatamente dopo il contatto con un gatto o dopo qualche tempo.

Le particelle entrano nelle vie aeree e la pelle dall'aria. In risposta all'azione dello stimolo, il sistema immunitario produce immunoglobuline IgE anticorpi specifici. Un esame del sangue aiuta a rilevarli e determinare il livello di concentrazione..

Come viene rilevata un'allergia all'epitelio gatto??

Per determinare l'allergia all'epitelio gatto, viene utilizzato ELISA. Questo metodo consente di rilevare anticorpi contro le particelle proteiche dell'epitelio felino. A seconda del grado e della concentrazione, viene determinata la gravità della reazione.

Se un gatto vive in casa, è importante interrompere o limitare il contatto con l'animale. La base del trattamento delle allergie animali è la terapia farmacologica. Antistaminici, decongestionanti e altri farmaci sono prescritti al paziente. Inoltre, si consiglia di riconsiderare il dispositivo della vita quotidiana: sostituire i mobili in tessuto con mobili in pelle, tappeti con rivestimenti duri lisci.

Un esame del sangue per AT può essere eseguito in qualsiasi ufficio nel nostro laboratorio. La procedura è sicura e indolore. A differenza dei test cutanei, è adatto anche ai bambini di età inferiore ai tre anni..

epitelio di gatto e forfora.

Ricevuto i risultati oggi, alla reception solo il venerdì..
Guarda chi capisce, dobbiamo dare al gatto?

1. Allergene e1 - epitelio di gatto, IgG
La concentrazione di IgG 61,20 mg / l ref.val. meno di 50
Interpretazione: 50-100 - piccola quantità

2. Allergene e1 - epitelio e peli di gatto, IgE
Concentrazione di IgE ↑ 3,73 kEDA / l rif. valore 0,00 - 0,35
Classe III
IgE alta

Sì, il naso è ostruito soprattutto la mattina e la tosse notturna.

Come posso dire a mio figlio che il gatto dovrà dare. : piangere:
Da un lato, hanno finalmente trovato un motivo, dall'altro, Filimon è dispiaciuto: triste:
Capisco correttamente che dovremo eliminare la fonte della reazione? o puoi in qualche modo recuperare?

Allergia al gatto epitelio cosa fare

Come sono allergici i gatti? Come trattarla?

I sintomi dell'ipersensibilità possono manifestarsi con disturbi di tutti gli organi e sistemi, inclusi cambiamenti patologici nella parete vascolare, ematopoiesi, ecc. Ma i segni di allergia ai gatti hanno un profilo chiaro associato alle caratteristiche del contatto dell'irritante con le mucose di una persona. In altre parole, il processo infiammatorio si verifica in quei tessuti in cui entra l'allergene..

Inoltre, la gravità dei sintomi dipende dall'età e dalla predisposizione ereditaria. Ad esempio, con una reazione allergica di tipo immediato, le manifestazioni cliniche della malattia si sviluppano abbastanza rapidamente e peggiorano significativamente le condizioni generali di una persona. Inoltre, i sintomi della patologia progrediscono con un contatto costante con i capelli, le particelle dell'epidermide o altre sostanze irritanti.

Quindi, adulti e bambini possono ugualmente essere disturbati da tali segni di allergia ai gatti:

  • Dal tratto respiratorio superiore e dagli organi visivi: la più caratteristica dei neonati che non entrano direttamente in contatto con lo stimolo, ma lo inalano attraverso il naso o la bocca, a seguito della quale gli antigeni “si depositano” sulla superficie delle mucose. Questo è accompagnato da abbondante secrezione di muco chiaro dal naso, prurito, bruciore. La rinite allergica si verifica quasi sempre in congiunzione con la congiuntivite, che è caratterizzata da lacrimazione, arrossamento delle palpebre. Naturalmente, la reazione riflessa del corpo volta a pulire la cavità nasale starnutisce.
  • Dal tratto respiratorio inferiore. Se le particelle dei peli o della pelle del gatto entrano nella mucosa dei bronchi, provoca sintomi simili all'asma bronchiale. Preoccupazioni per tosse secca, gonfiore, difficoltà respiratorie. Questa condizione è complicata da bronchite o polmonite concomitanti. Questi segni di allergia ai gatti sono particolarmente pericolosi per i bambini piccoli..
  • Da parte della pelle: si verifica un'eruzione cutanea di varia localizzazione, ma più spesso in punti a contatto con l'animale: braccia, gambe, viso, ecc. I siti della lesione possono avere un contorno liscio o sfocato, fondersi l'uno con l'altro. Ma di solito la pelle è secca, soggetta a desquamazione. Anche le aree cutanee hanno prurito.

In caso di ipersensibilità associata a invasione parassitaria, i segni di allergia ai gatti di solito compaiono dal tratto digestivo. Questo è anche più tipico per i bambini, poiché le infestazioni da elmintici sono spesso rilevate in tenera età. Preoccupato per il dolore all'ombelico o all'epigastrio, nausea, vomito, diarrea, alternato a costipazione, perdita di appetito, cattivo gusto in bocca, perdita di peso. Alcune elmintiasi sono accompagnate da anemia, che si manifesta sotto forma di debolezza, vertigini.

I segni sistemici di allergia ai gatti sono estremamente rari. Solo in casi isolati, i medici notano un aumento o una diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, dolori muscolari o articolari. Sintomi come vertigini, mal di testa e malessere generale sono generalmente associati a problemi respiratori nasali dovuti a rinite..

Se ci sono segni di allergia ai gatti durante la gravidanza, è necessario tenere presente che con una probabilità del 100%, il neonato avrà gli stessi sintomi.

Molto spesso con allergie ai gatti diventa difficile respirare. Si ritiene che l'unica soluzione al problema sia sbarazzarsi del gatto, ma questa è una proposta falsa. Per ogni tipo di allergia, puoi scegliere uno scenario ragionevole...

Le allergie ai gatti sono considerate uno dei tipi più comuni di reazioni atipiche del corpo umano agli animali domestici. È ancora più comune di un'allergia ai cani e far fronte alle sue manifestazioni è molto difficile. Tuttavia, questo non è un motivo per dare al tuo animale domestico: in alcuni casi, puoi affrontare con successo i sintomi di un'allergia ai peli dei gatti, senza separarti da un animale domestico che fa le fusa.

I sintomi più comuni includono i seguenti:

  • Lacrimazione e arrossamento degli occhi.
  • Bruciore sotto le palpebre, paura della luce.
  • La comparsa di tosse secca, respiro corto, raucedine.
  • A volte possono comparire sintomi di asma..
  • Debolezza, sonnolenza, apatia.
  • Segni di improvvisa irritabilità.
  • Congestione nasale, starnuti, naso che cola.
  • Manifestazioni cutanee: eruzioni cutanee, arrossamenti, prurito, bruciore, iperemia.

Poiché il sistema immunitario del corpo del bambino è meno resistente di quello degli adulti, i bambini spesso soffrono di allergie agli animali domestici.

Se in una famiglia uno dei genitori o uno dei parenti stretti soffre di un'allergia a un gatto, è molto probabile che una reazione simile sarà ereditata dal bambino.

Se l'aspetto del gatto in famiglia si è verificato prima della nascita del bambino, la probabilità che il sistema immunitario del bambino risponderà in modo anomalo alla presenza di un allergene è molto più bassa. Se prevedi di acquistare un animale domestico dopo la nascita di un bambino, si consiglia di visitare amici o parenti con il bambino che ha già un gatto. Nel caso di un simile esperimento, sarà più facile determinare la probabilità che si verifichi ancora un'allergia.

Un fatto interessante: come dimostra l'esperienza, se un bambino è in contatto sufficiente con un animale domestico dalla nascita, la probabilità di sviluppare un'allergia in futuro è ridotta. Pertanto, vi è un ulteriore indurimento dell'immunità per combattere gli allergeni.

L'allergia (altro - greco - un altro effetto) è l'ipersensibilità del sistema immunitario quando ripetuta a contatto con un allergene.

Un'allergia si verifica quando il sistema immunitario della persona reagisce in modo ostile a una sostanza e la respinge. In altre parole, l'allergia significa una "reazione anomala" del sistema immunitario. Alcuni genitori notano che dopo aver interagito con i gatti, il loro bambino sviluppa un'eruzione cutanea rossa sulla pelle, che è accompagnata da disagio, prurito e desquamazione.

Tali sintomi si distinguono, grazie ai quali si può dire con precisione che il bambino è allergico ai gatti. In particolare:

  • Rossore delle palpebre, occhi;
  • Gonfiore delle mucose, rinofaringe;
  • Starnuti frequenti;
  • Voce rauca, è difficile per un bambino fare un respiro
  • Sonnolenza, inattività, apatia;
  • Arrossamento della pelle Formazione di eruzioni cutanee.

In un bambino, tali sintomi possono comparire immediatamente dopo il contatto con l'animale e dopo alcune ore. E anche dopo 1-2 settimane.

Non riesci a vivere nello stesso appartamento con un gatto perché starnutisci, tossisci e piangi costantemente? C'è una soluzione L'allergia agli animali è sempre triste, poiché quasi tutti vorrebbero...

Stanco di starnutire, piangere e tossire quando c'è un gatto nella stanza? Scopri se hai sintomi spiacevoli per sempre e se i gatti dei tuoi figli sono allergici..

Pensi che l'allergia ai peli di gatto sia una frase? Fatti curare e fai tornare a casa un amico peloso Le allergie ai gatti sono molte volte più comuni che ad altri animali, mentre...

Creature soffici e dai capelli lisci, grandi e in miniatura, con naso bagnato e freddo. Molti lettori capiranno immediatamente di chi stanno parlando: i nostri fratelli minori, i cani.

Determiniamo la compatibilità con un amico peloso: quale analisi delle allergie ai gatti è meglio passare

La diagnosi di ipersensibilità ai peli e ad altri allergeni da compagnia prevede diversi passaggi. It:

  1. Sondaggio sul paziente.
  2. Esame clinico e di laboratorio.
  3. Esecuzione di test sulle allergie cutanee.
  4. Cat Allergy Test.
  5. Esame immunologico.

Secondo i medici, l'intervista a un paziente svolge uno dei ruoli principali nel processo diagnostico. Prima di tutto, il medico scopre se ci sono animali domestici a casa e quando compaiono i principali sintomi dell'allergia. Non meno importante è la questione della presenza di tali malattie nei genitori, la determinazione della gravità del quadro clinico e l'esclusione di altre probabili cause della comparsa di tali sintomi.

Ciò richiede uno studio clinico su sangue, urina, espettorato (con tosse grave). Danno anche direzione alla radiografia del torace, seni paranasali. Se si sospettano malattie parassitarie, sono necessarie l'analisi fecale e la determinazione di antigeni specifici dell'elminto nel siero del sangue..

Per quanto riguarda il terzo stadio, conducendo test cutanei, ci sono diversi metodi per la loro formulazione. L'analisi delle allergie per i gatti viene eseguita con il metodo del test di scarificazione.

Il criterio per un'analisi eseguita correttamente è un test negativo con un fluido di controllo e un test positivo con istamina. Il risultato dubbio è la formazione di soli arrossamenti nel sito di applicazione dell'allergene. La diagnosi si basa sulla presenza di grave iperemia e un blister di 3 mm o più.

Un test allergologico per gatti viene eseguito solo in un laboratorio specializzato sotto la supervisione di personale medico al di fuori della fase di esacerbazione della malattia..

Al momento, alcuni esami clinici e di laboratorio sono obbligatori. Il loro principale vantaggio è la possibilità di diagnosi nei bambini di età inferiore a 3 anni e nelle donne in gravidanza. Inoltre, non sono controindicati nei sintomi pronunciati di una reazione allergica..

  • un test con radio allergosorbenti per determinare gli anticorpi immunoglobulinici di classe E in specifici allergeni di gatto;
  • determinazione della concentrazione di IgE totali;
  • Test di Shelley che mostra cambiamenti nei basofili sotto l'influenza di un allergene;
  • test di degranulazione del basofilo tissutale;
  • test di danno ai neutrofili;
  • determinazione del livello di triptasi rilasciato durante la scomposizione dei basofili.

Con gravi sintomi clinici della malattia, il trattamento viene avviato anche prima di eseguire un test di allergia ai gatti..

In assenza di angioedema potenzialmente letale di Quincke, la terapia viene eseguita ambulatorialmente, cioè a casa. Se le manifestazioni di ipersensibilità sono limitate a rinite e congiuntivite, i medici suggeriscono di rinunciare a preparazioni topiche..

  • L'allergodil, disponibile sotto forma di spray nasale e collirio, è prescritto per 1-2 spray (o lo stesso numero di gocce) 2-3 volte al giorno;
  • Cromoesale, collirio e spray, instillare 1 goccia (o spray 1 dose) 4 volte al giorno;
  • Zaditen, collirio, usato due volte al giorno;
  • Allergie alla tizina, spray nasale, applicare due spruzzi in ciascun passaggio nasale 2 volte al giorno, quindi il dosaggio viene ridotto a 1 spruzzo due volte al giorno;
  • Prevalin e Prevalin Kids, rimedi omeopatici sotto forma di spray, usano 1-2 dosi fino a 4 volte al giorno.

Inoltre, i glucocorticoidi locali vengono utilizzati per eliminare l'edema e l'infiammazione gravi. I più comuni ed efficaci sono Nazonex, Nazarel, Tafen Nasal, Flixonase, Avamis.

Se un'eruzione cutanea è l'unico sintomo di un'allergia ai gatti, sono adatti antistaminici sotto forma di gel o creme. Gli unguenti a base di sostanze ormonali hanno anche un pronunciato effetto antiprurito e antinfiammatorio. Questo è Fenistil, Kutiveyt, Ftorokort. Tutti questi fondi sono abbastanza convenienti e possono essere acquistati in qualsiasi farmacia senza prescrizione medica..

L'uso di farmaci a base di glucocorticosteroidi in tenera età deve essere monitorato da un pediatra.

Tuttavia, i test per le allergie ai gatti e l'ulteriore aiuto di un medico possono essere evitati osservando le semplici regole per prevenire i sintomi della malattia. Prima di tutto, quando si sceglie un animale domestico, si dovrebbe tener conto della possibile reazione del corpo e dare la preferenza alle razze appositamente sviluppate per chi soffre di allergie.

Prima di tutto, dovresti comprare un purificatore d'aria e organizzare il posto per dormire di un gatto. Il rischio di allergie sarà significativamente ridotto se l'animale non ha accesso a lettiera, vestiti. Si consiglia inoltre di abbandonare tappeti, tende, rivestimenti per mobili. Il vassoio per gatti deve trovarsi in un'area ben ventilata e deve essere rimosso più volte al giorno..

La decisione di acquistare un animale domestico deve essere affrontata in modo responsabile. Secondo i volontari, è la reazione di ipersensibilità del corpo che funge da motivo principale per l'ingresso degli animali domestici nei rifugi. Un'analisi delle allergie ai gatti viene eseguita in quasi tutti i laboratori, è relativamente economica. Pertanto, prima di andare al mercato degli uccelli, devi assolutamente valutare i pro ei contro ed eliminare il rischio di sviluppare sintomi spiacevoli.

Mi iscrivo ad ogni parola! Ho rifiutato molti cuccioli in vendita, e ora non ho rimpianti, perché sono ora in mani responsabili.

una volta ho letto un post qui a riguardo. come residente della capitale voleva comprare questo... che è Hachiko. tutti, non leggono più messaggi sull'acquisizione di cani. le persone sono per lo più idioti. e sono imbarazzato di raccontarglielo continuamente. giurano.

Non puoi essere nella stessa stanza con un gatto birichino? Il motivo per cui le tue allergie non sono la lana.

I gatti sostengono una persona quando si sentono male, li riscaldano nelle fredde serate, attendono con impazienza il ritorno del loro padrone e gli concedono molti minuti piacevoli, dimostrando la loro ingiustizia. Non sorprende che molti vogliano fare un quarto amico. Tuttavia, la realtà non coincide sempre con i sogni: alcuni gatti causano allergie, a causa delle quali qualsiasi comunicazione con animali domestici pelosi si trasforma in tortura. Ci sono opzioni per sbarazzarsi completamente di un'allergia o pacificare le sue manifestazioni: ognuno sceglie ciò che è più conveniente per lui.

In questo articolo imparerai le allergie all'epitelio del gatto: cause di sviluppo, quali sono le opzioni di trattamento per la malattia e come andare d'accordo con un amico a quattro zampe.

Che cos'è: un'allergia all'epitelio di gatto? Molte persone pensano che le allergie ai gatti siano causate dai loro capelli, ma anche le sfingi calve possono far starnutire e piangere una persona allergica. I peli di animali non hanno nulla a che fare con la reazione negativa del corpo, la colpa è della proteina Fel D1 prodotta dai gatti. Si trova nella saliva, nelle secrezioni e nella pelle di un animale.

Le cellule epiteliali viventi non comportano una minaccia, poiché sono nascoste sotto i capelli, ma la forfora, cioè le cellule morte, entra nei capelli e con loro si diffonde in tutto lo spazio circostante. Inaliamo queste particelle, entrano nelle mucose e nel sangue attraverso i graffi.

Nella maggior parte delle persone, il pelo di gatto non provoca reazioni negative, è la stessa parte costitutiva dell'ambiente, come la polvere. Tuttavia, il sistema immunitario dei soggetti allergici percepisce il Fel D1 contenuto nelle cellule epiteliali morte come una minaccia per la salute.

Al primo contatto di una persona con un gatto, la sua immunità porta informazioni su una sostanza estranea a tutte le cellule del corpo. Successivamente, se il contatto viene ripetuto, le cellule rilasciano una sostanza chiamata istamina. È progettato per proteggere il corpo da particelle estranee attivando il sistema immunitario e colpendo i recettori umani..

Quando una persona allergica viene a contatto con l'epitelio di gatto, l'istamina provoca gonfiore, molto spesso nel luogo in cui la proteina Fel D1 ha avuto, nonché processi come starnuti, tosse, prurito, ecc. Le allergie si verificano sull'epitelio di vari animali, ma sul peli di gatto, è sempre più pronunciato, poiché interagiscono di più con gli umani..

Il proprietario permette alla cara pelosa di camminare liberamente per casa, spesso può anche saltare liberamente al tavolo da pranzo o dormire con la persona sullo stesso cuscino. Ma anche se la persona allergica non tiene i gatti a casa, comunica con quelli che hanno un animale domestico - a scuola, al lavoro o in una compagnia amichevole. I peli di animali, insieme alla forfora, invisibili all'occhio umano, rimangono su vestiti e scarpe.

In una tale concentrazione di allergene, di solito non è sufficiente provocare una reazione allergica a tutti gli effetti, ma alcuni soggetti allergici possono sperimentare un leggero deterioramento, ad esempio una leggera debolezza o sonnolenza, essendo nelle immediate vicinanze del proprietario del gatto.

Esistono varie opzioni di trattamento per le allergie all'epitelio del gatto. Se noti uno dei sintomi descritti dopo il contatto con il gatto, la prima cosa da fare è allontanarti da esso. È meglio lasciare la stanza in cui un'alta concentrazione di allergeni, almeno esca.

Allo stesso tempo, è necessario assumere un farmaco antiallergico (antistaminico). Tali compresse bloccano l'attività dell'istamina e gradualmente la reazione negativa del corpo diventa nulla. Ciò accade solo se la persona allergica lascia la stanza in cui si trova il gatto. Altrimenti, il medicinale ridurrà la gravità dei sintomi solo per un po ', ma poi riappariranno con rinnovato vigore..

Esistono tre generazioni di antistaminici. Le pillole di prima generazione sono le più economiche, ma hanno un effetto collaterale comune: causano sonnolenza e compromettono la concentrazione. Se guidi una macchina o ti impegni in altre attività che richiedono concentrazione estrema, non puoi bere tali pillole, ma per tutti gli altri sono al sicuro.

  • l'epitelio di un animale contenente una proteina allergenica nel corpo umano durante l'inalazione di aria;
  • contatto diretto con cani e gatti (l'epitelio entra direttamente nella pelle umana);
  • toccando i prodotti di un gatto o di un cane, su cui è sempre presente il loro epitelio (cuscini, vassoio, giocattoli).
  • inalazione dell'allergene con aria;
  • contatto diretto con gli animali, nel qual caso l'epitelio si deposita direttamente sulla pelle umana;
  • toccando gli effetti personali dell'animale, nonché i luoghi in cui trascorre anche una piccola quantità di tempo.
  • "Tavegil";
  • "Suprastin";
  • "Telfast" e altri rimedi che eliminano i segni di reazioni allergiche.
  • Modo di contatto. L'opzione di trasmissione più comune. Appare al momento del contatto tattile con l'animale (ad esempio, nel momento in cui accarezzi il tuo animale domestico).
  • Alimentare. Questo si riferisce alla sedimentazione di una proteina allergenica nel cibo umano..
  • Con la saliva Se un allergene entra nel corpo, è anche possibile se il gatto ti lecca o ti morde..

Come determinare un'allergia ai gatti: opzioni diagnostiche

Il modo più efficace per verificare è un test di allergia ai gatti. Per l'esame, è necessario consultare uno specialista - un allergologo. Il medico effettuerà uno dei possibili test:

  • Test di scarificazione. Per eseguirlo, una piccola quantità di una sostanza allergenica viene applicata sulla pelle di una persona (si ottiene dai capelli, dall'epitelio o dalla forfora di un animale). Se una papula con un diametro di circa 6 mm appare sulla pelle in risposta al contatto con un allergene, il test è considerato positivo.
  • Analisi per immunoglobuline. Per tale studio, il paziente avrà una piccola quantità di sangue venoso e lo mescolerà con l'allergene. A seconda del grado di reazione, si possono trarre conclusioni sulla presenza / assenza di un'allergia all'animale.
  • Test provocatori. Questi studi sono i seguenti: il paziente è invitato a inalare una piccola quantità di una sostanza allergenica, mentre il medico monitora e analizza la risposta del corpo. Questo tipo di analisi viene solitamente utilizzato se il test di scarificazione e l'analisi delle immunoglobuline non riescono a fornire un quadro accurato. Un test provocatorio viene eseguito in modalità ospedaliera..

È semplice farlo - consegnare i test che il medico prescriverà. In alcune situazioni, la causa delle allergie è l'alimentazione degli animali o il riempitivo del gabinetto, e non il gatto o il gatto stesso, anche questo deve essere preso in considerazione. Inoltre, puoi ridurre l'effetto delle proteine ​​del gatto sul corpo di chi soffre di allergie osservando le regole di vita in un appartamento.

Puoi dare il tuo animale domestico ad amici o parenti per un po ', al fine di assicurarti che la reazione sia stata davvero per il gatto e non per qualche altro irritante.

Se il bambino ha un'allergia, i genitori dovrebbero mostrarlo immediatamente a un allergologo. È questo specialista che si occupa delle allergie.

Analisi delle allergie

Un allergologo per confermare i tuoi sospetti ti consiglierà sicuramente di sottoporsi a test speciali e superare i test allergici. L'unico aspetto negativo può essere che molti dei test consueti e standard che vengono eseguiti nei centri medici non danno il risultato più veritiero, c'è una certa percentuale di inesattezza.

Quali sono i test allergologici?

  • Un esame del sangue clinico, che viene effettuato in due fasi. Il primo test RAST consiste nel fatto che si ottiene una risposta positiva o negativa alla presenza di un allergene, ma quale irritante non indica.
  • Ma il test IgE fornirà informazioni più complete sull'allergene. Inoltre, questa analisi dimostrerà la quantità di allergene presente nel sangue al momento. Questa opzione è il più informativa e dettagliata possibile..
  • Vengono eseguiti anche test cutanei, grazie ai quali è possibile ottenere una risposta alla domanda se ci sono allergeni nel sangue di una persona. In questo caso, alcuni allergeni vengono applicati sulla pelle. Tale studio dovrebbe essere condotto solo sotto la supervisione di un medico che controlla la risposta del paziente. Questo tipo di test ha alcune controindicazioni, ad esempio, non può essere eseguito nella fase acuta delle allergie. Inoltre, con cautela spendere i bambini. La pelle dei bambini di età inferiore ai 3 anni è meno reattiva, quindi i risultati possono essere leggermente distorti..

Una reazione allergica all'epitelio di cani e gatti

I segni di allergie a cani e gatti sono leggermente diversi, ad esempio l'epitelio di gatto provoca spesso lo sviluppo di congiuntivite allergica. In casi particolarmente gravi, non si esclude la comparsa di edema di Quincke e persino di anafilassi. Un'allergia all'epitelio canino negli asmatici può peggiorare un attacco. Le restanti manifestazioni della malattia sono quasi identiche.

I principali sintomi della malattia:

  1. rinite allergica, starnuti;
  2. arrossamento e lacrimazione dei bulbi oculari;
  3. attacchi di tosse asmatici;
  4. dermatite atopica, arrossamento ed eruzione cutanea.

I segni di un'allergia all'epitelio animale possono indicare altre reazioni negative, nonché malattie croniche. Pertanto, è impossibile stabilire una diagnosi da soli. Per non parlare della prescrizione di farmaci. Questo è il compito di professionisti esclusivamente qualificati..

Come sbarazzarsi delle allergie ai gatti? Non esiste una risposta unica a questa domanda. Alcuni medici ritengono che il modo più efficace per affrontare le allergie sia eliminare completamente il contatto con l'allergene, mentre altri offrono metodi meno radicali per affrontare le allergie. Questi includono la limitazione (ma non la completa eccezione) del contatto con l'animale, la pulizia quotidiana a umido, la disinfezione dei luoghi di cibo, il riposo e la toilette del gatto, l'aerazione delle stanze e l'uso di un filtro con umidificazione.

In ogni caso, se compaiono i sintomi di una reazione allergica, devi andare in ospedale. Dopo l'esame, il medico prescriverà un ciclo di trattamento. Di solito include antistaminici, decongestionanti e farmaci anti-asma.

Affinché le manifestazioni cutanee di un'allergia ai gatti scompaiano il più rapidamente possibile, si consiglia di utilizzare quotidianamente creme, lozioni ed emulsioni detergenti locali, idratanti e nutrienti. In particolare, è possibile utilizzare i prodotti La Cree per questi scopi. I mezzi di questo marchio aiutano a far fronte a prurito, arrossamento, bruciore ed eruzioni cutanee..

Le malattie allergiche richiedono sempre il giusto approccio e un trattamento completo, che dovrebbe avvenire con l'uso di antistaminici, decongestionanti e altri. Ma ricorda che solo un medico può prescrivere un trattamento allergico. Oltre al modulo per compresse, può essere necessaria l'iniezione di farmaci.

Nel caso in cui venga rilevata una patologia in un bambino piccolo, saranno necessarie una serie di procedure e tecniche. Se non rimuovi completamente l'irritante, quindi sbarazzarsi delle manifestazioni negative non funzionerà. I genitori dovrebbero prestare la dovuta attenzione alla salute del bambino, quindi è meglio sbarazzarsi del gatto se i test hanno dimostrato il suo coinvolgimento nello sviluppo della malattia.

Allergia alla lana

Alcune persone, così come i bambini piccoli, sviluppano un'allergia direttamente ai peli e non all'attività secretoria del corpo del gatto (saliva, secrezioni, escrementi). In questo caso, puoi iniziare razze che non hanno lana, come il canadese o la Sfinge di Don.

Nel caso in cui si sviluppi un'allergia sull'epitelio e sui prodotti vitali del gatto, il contatto con l'animale deve essere mantenuto il più piccolo possibile. Qualsiasi trattamento sarà sintomatico. Ciò mostra un rifiuto completo di comunicare con il gatto. Inoltre, non puoi vivere con il tuo animale domestico nello stesso spazio vitale.

I gatti domestici sono stati a lungo la personificazione del comfort e una fonte di emozioni positive. Ma per alcune persone, un amico peloso che fa le fusa può essere fonte di notevoli problemi..

Le allergie all'epitelio di gatto hanno le stesse caratteristiche. Tuttavia, è considerato più pericoloso e frequente. Questo perché i gatti sono più a contatto con le persone: dormono sul letto, a loro piace arrampicarsi nell'armadio per i vestiti, quindi il loro epitelio è in costante contatto con la persona.

Se il fatto della sensibilizzazione non è più in dubbio, la persona allergica deve eliminare completamente il contatto con il cane o il gatto. Al termine del contatto con l'animale, è necessario eseguire una pulizia accurata dell'intera stanza.

Tuttavia, la pillola deve essere selezionata esclusivamente dal medico.

Se trovi un errore nel testo, assicurati di farcelo sapere. Per fare ciò, seleziona semplicemente il testo dell'errore e premi Maiusc Invio o fai semplicemente clic qui. Grazie molto!

Grazie per averci segnalato l'errore. Nel prossimo futuro ripareremo tutto e il sito diventerà ancora migliore!

Quali gatti non causano allergie?

L'idea sbagliata comune secondo cui i gatti a pelo corto o senza pelo non provocano manifestazioni allergiche spesso causa problemi e delusioni..

Sfortunatamente, i gatti che non causano allergie sono un mito. Anche se hai intenzione di avere un animale domestico appartenente alle cosiddette razze calve o nude (sfinge, levkoy, elfo, bambino, cohon e così via), questa non può essere considerata una protezione completa contro le allergie. Queste razze, anche senza pelo e sottopelo, producono ancora una proteina speciale, che diventa solo un allergene.

Tuttavia, alcuni rappresentanti felini producono ancora meno allergeni. Questi includono:

  • Animali castrati e sterilizzati.
  • Animali domestici in colori vivaci. Finora, gli scienziati non possono dire esattamente perché i gatti neri causino allergie più spesso dei loro parenti equi, ma questo fatto, tuttavia, è affidabile.
  • I gatti causano allergie meno spesso dei gatti.

Ci sono momenti in cui una determinata razza è meno pericolosa per una determinata persona. Una situazione simile può essere osservata in relazione a un particolare gatto: ad esempio, una persona può reagire normalmente alla presenza di altri gatti, subendo una reazione allergica quando viene a contatto con il suo animale domestico. Una situazione simile è spiegata dal fatto che la sensibilizzazione è un fenomeno estremamente individuale..

In un caso o nell'altro, qualsiasi razza di gatto può causare allergie. Le eccezioni sono solo casi isolati. Tale, ad esempio, quando una persona soffre di un'allergia direttamente al mantello. Quindi puoi ottenere una razza di gatti che non si sbiadisce o non ha affatto i peli.

Studi moderni hanno dimostrato che i gatti con il mantello scuro sono spesso provocatori di allergie nel suo decorso grave. Ma puoi uscire dalla situazione diventando il proprietario di gatti di razze ipoallergeniche che non danneggiano la persona allergica.

Le razze più ipoallergeniche comprendono il siamese, il gatto orientale, il Devon Rex e il Cornish Rex. Sphynx e il gatto siberiano hanno recensioni eccellenti..

I gatti siberiani sono molto popolari, perché non sono solo belli, ma hanno anche buone qualità di carattere non conflittuale. Le reazioni allergiche a questa razza si verificano solo nel 25% delle persone che soffrono di allergie, ma, naturalmente, se la reazione si è verificata in un bambino piccolo, è meglio non rischiare.

Molte persone come i gatti di razza britannica, provocano debolmente anche una reazione allergica, che si è guadagnata una buona reputazione. Ma esistono comunque esempi negativi. Pertanto, se si soffre di gravi allergie, è meglio astenersi dall'acquisizione di un gatto britannico.

E sui modi più efficaci per curare le allergie nei bambini, ti diremo in questo articolo!

I gatti sono sempre da biasimare?

A volte le reazioni atipiche che possono essere scambiate per un'allergia a un gatto si rivelano non causate dall'animale stesso, ma dal suo cibo, dal riempitore del vassoio, dall'aiuto per il bagno o dal colletto delle pulci.

Ci sono anche casi in cui un gatto, che cammina liberamente per la strada, porta microscopiche particelle di polline di piante, particelle di lanugine di pioppo, polvere sulla lana. Tutte queste sostanze possono anche provocare una reazione allergica nei proprietari - tuttavia, in questo caso, l'allergia non sarà ancora per l'animale.

A volte la manifestazione di una malattia viene scambiata per un'allergia a un animale domestico. Ci sono casi in cui i gatti risultano portatori di malattie infettive o invasive trasmesse durante il contatto con i loro proprietari.

Ricorda: quando ci sono segni che puoi prendere per un'allergia, non dovresti immediatamente pensare a come escludere il contatto con l'animale o addirittura sbarazzartene! Dopotutto, prima di tutto, devi assicurarti che questa sia davvero un'allergia: per questo è necessario condurre test speciali e superare i test.

Come è un'allergia ai peli di gatto, il trattamento dei sintomi spiacevoli

Se un gatto vive in casa, ma improvvisamente hai un'allergia, non è necessario cercare un animale domestico soffice per una nuova famiglia. È sufficiente che alcuni seguano misure preventive per eliminare completamente i sintomi e, con un contatto costante con lo stesso animale, il sistema immunitario può semplicemente abituarsi agli effetti di Fel D1.

Per ridurre il rischio di allergie, è necessario rispettare le seguenti regole:

  • rimuovi tutti i tappeti dalla stanza, poiché le cellule epiteliali morte si accumulano su di essi per la maggior parte e non puoi liberartene completamente con un aspirapolvere;
  • ogni 2-3 giorni è necessario lavare i pavimenti e pulire la polvere con un disinfettante;
  • ogni 1-2 settimane è necessario pulire il rivestimento dei mobili imbottiti e lavare le tende;
  • è necessario limitare l'accesso dell'animale domestico alla camera da letto e soprattutto al letto;
  • dopo ogni contatto con l'animale, lava le mani e il viso con sapone;
  • il gatto deve essere lavato con shampoo 1-2 volte a settimana, anche se si tratta di una sfinge;
  • l'animale deve essere sterilizzato o sterilizzato, perché in questo caso produrrà meno proteine.

Puoi eliminare completamente le allergie all'epitelio felino. Per fare questo, dovrai consultare un allergologo. In primo luogo, il medico eseguirà test per assicurarsi che sia la proteina del gatto a causare una reazione negativa. Se l'assunzione è confermata, il paziente sarà in grado di sottoporsi a immunoterapia specifica per allergeni (ASIT).

Durante questo trattamento, un soggetto allergico viene iniettato con una soluzione contenente Fel D1 per diversi mesi. A poco a poco, la sua concentrazione aumenta, il che fa abituare il sistema immunitario e non percepirlo come una minaccia. Dopo il trattamento completo, non ci sarà allergia all'epitelio felino.

I gatti inevitabilmente perdono le loro particelle morte di epitelio, così come altri animali e persone, quindi anche le sfingi non ti proteggeranno dalle allergie. Se si è manifestato bruscamente, è necessario prendere tutte le misure possibili per eliminare i sintomi e quindi pensare a cosa fare dopo. Se il gatto vive in casa, è necessario limitare il contatto con esso e osservare le misure preventive o sottoporsi ad ASIT. Se il gatto non è in casa, ma sei in contatto con i proprietari dell'animale domestico, dovresti sempre tenere gli antistaminici a portata di mano.

• starnuti, prurito, congestione nasale, secrezione nasale;

• improvvisa congiuntivite allergica con forte prurito, arrossamento degli occhi, gonfiore, lacrimazione;

• asma con tosse secca, difficoltà respiratorie, respiro sibilante nello sterno, respiro corto o persino soffocamento;

• dermatite (atopica) o orticaria allergica con eruzioni cutanee pruriginose, iperemia, prurito.

L'allergia all'epitelio felino è spesso espressa nei sintomi della congiuntivite. Nei casi più gravi, può svilupparsi una reazione sistemica, che è accompagnata da edema al collo (gli esperti chiamano questo fenomeno l'edema di Quincke) e da un grave shock anafilattico, che si manifesta in un forte calo della pressione sanguigna, pericoloso per la vita.

Le allergie all'epitelio canino possono verificarsi in asmatici sotto forma di convulsioni con vari gradi di gravità.

  • congestione nasale;
  • naso che cola con abbondante scarica;
  • naso secco
  • starnuti frequenti
  • difficoltà nella respirazione nasale;
  • gonfiore del naso;
  • arrossamento della pelle.

Ciò è dovuto all'istamina. Può causare vasodilatazione o restringimento, che causa congestione, gonfiore e arrossamento. Gli allergeni irritano i recettori nasali e compaiono naso che cola e starnuti..

La rinite è spesso accompagnata da congiuntivite allergica. Non appena la persona allergica entra nella stanza in cui si trovava il gatto, gli occhi iniziano a prudere e lacrimare, le proteine ​​diventano rosse, la pelle intorno si gonfia. Se una persona si strofina gli occhi, la situazione è aggravata, poiché anche le particelle di proteina Fel D1 si depositano sulle sue mani.

Un'altra possibile manifestazione di un'allergia all'epitelio felino è la bronchite. Se l'allergene scende attraverso le vie respiratorie, entra nei bronchi e nei polmoni. Questo è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • bruciore, secchezza o indolenzimento nei bronchi e nella gola;
  • respirazione difficoltosa
  • sensazione di corpo estraneo nei polmoni;
  • tosse secca parossistica;
  • soffocamento;
  • dispnea.

Se non presti attenzione a questi sintomi per molto tempo e non smetti di contattare l'allergene, la bronchite può svilupparsi in asma. Può svilupparsi dopo i primi incontri con amici a quattro zampe, se una persona allergica è predisposta ad esso. I sintomi dell'asma sono simili alla bronchite allergica, ma gradualmente compaiono non solo dopo aver comunicato con l'animale, ma anche in un altro momento, molto spesso di notte..

Quando le particelle dell'epitelio entrano nel sangue attraverso graffi sulla pelle, si verifica l'orticaria. Vesciche grandi o piccole con contenuto trasparente si formano nel sito della lesione, che prude o fa male. A volte si diffondono in tutto il corpo e la pelle diventa rossa, si gonfia e si squama..

Oltre a tutto ciò, una persona sente debolezza, sonnolenza, gli sembra che la temperatura aumenti, sebbene nella maggior parte dei casi rimanga normale. Le prime reazioni si verificano entro 5 minuti dopo che l'allergene è entrato nel corpo e dopo un minuto puoi sentire completamente l'indignazione del tuo sistema immunitario.

Cosa fare in caso di allergia all'epitelio di un gatto in un bambino e in un adulto?

Chi conosce gli allergeni animali?

C'è un grande malinteso che causa allergie esclusivamente ai peli di animali, ma questo è tutt'altro che vero. Nella formazione di una reazione allergica nell'uomo, l'attività principale si manifesta nel peli di animali. Solo dopo essere saliti direttamente sulla pelle di un cane o di un gatto gli allergeni entrano nel loro mantello.

Consegnare all'epitelio del gatto, la forfora - un problema risolto con una corretta alimentazione, ad es. non è necessario che si tratti di un epitelio, cioè i fiocchi di pelle saranno sempre.

Madri di bambini con allergie ai gatti, si prega di controllare..

La domanda è: dopo quanti mesi (o giorni) hai avuto miglioramenti. (cosa hanno espresso).

Cos'altro bisogna fare oltre a osservare con un allergologo e pulire l'appartamento (per quanto possibile).

Condividi la tua esperienza per favore.

E ha fatto crescere questa allergia?

sei mesi dopo la riparazione.

I miglioramenti sono stati immediati non appena l'allergene è stato ritirato. Pensavo di essere cresciuto da allora, ma no. ha portato un gatto e tutto è iniziato in un modo nuovo, anche se per oltre trent'anni non ho sofferto di allergie, sono riuscito a comunicare con gatti, cani per un breve periodo e non ci sono state manifestazioni :( Ma ho iniziato a vivere con il gatto e ciao antistaminici :(

non eravamo allergici al gatto; c'era polvere. dopo tutti i tappeti, i peluche sono stati rimossi e ho pulito la polvere ogni giorno, dopo una settimana c'erano già dei miglioramenti, dopo un mese non c'erano segni. Ora il bambino ha 8 anni, quando un naso che cola inizia a correre molto polveroso, starnutendo, ma a casa pulisco ancora spesso la polvere e non ho peluche, tappeti e in genere un minimo di depolveratori. Non rischio

nasaval, antistaminici, spray con se stessi, gocce con se stessi, cromoesali, ecc. con un inalatore con te.

su un divano sfoderabile lavabile, come IKEA

e tutti i tappetini a la ikea lavabili in macchina

cambiare le polveri per i vivai e vedere quale è adatto per i vivai, sono tutti diversi.

meno profumo, meno detersivi fortemente profumati, meno lacca per capelli e gel doccia profumato

Sono allergico a un gatto.

Non ci sono gatti, ma quando furono via - l'edema di Quincke accadde.

Pertanto, se andiamo a visitare dove ci sono gatti, la metà di suprastin darà sicuramente.

Bene, sì, un allergologo ci ha detto direttamente come assumere i farmaci prima del contatto.

Mio figlio si è sentito meglio 2 mesi dopo aver rotto con il gatto. Ma ho lavato e pulito l'appartamento ogni giorno. tutti i tessuti per la casa sono stati lavati o puliti a secco.

Prima di andare in visita, ho chiamato nel naso, gocce di cromoesale negli occhi, un antistaminico, ma non la soprastina (una medicina molto antica), abbiamo provato l'intero assortimento di farmacie e il più efficace è Erius. Il figlio è allergico alla maggior parte di ciò che lo circonda in questo mondo, quindi so cosa e come meglio delle medicine.

Quando arrivarono per la prima volta da loro e arrivarono così, il gatto e i tappeti furono immediatamente mandati in giardino, i divani furono aspirati, i pavimenti furono lavati, la polvere spazzata via. Senti subito meglio. Ma siamo arrivati ​​a 400 km di distanza, partire subito non è stato comme il faut. Niente più guida.

la sensazione che non ci siano. Il gatto non vive con noi da 1,5 anni ormai. Bronchite, incluso per quanto fossero ostruttivi, lo sono. Allo stesso tempo, durante questo periodo ci siamo anche trasferiti in un altro appartamento..

Sì, anche, in diversi modi. Oltre alla bronchite, non ha reagito in alcun modo al suo gatto. E lo hanno scoperto solo dopo un esame del sangue. Alle 9 giacevano in un pulmo, non venivano mostrati "graffi" sul gatto. Anche se c'è stata una reazione al suo gatto, che è stato dato via. Siamo andati a visitare un gatto 2 mesi dopo averlo regalato, quindi il bambino si è coperto di macchie. Non c'era una casa simile. Poi un'altra volta andarono da lei, la situazione si ripeté. Pertanto, suprastin è sempre con te.

Recentemente siamo andati a trovare parenti, hanno 2 gatti, a mezza giornata di distanza. Non c'è stata alcuna reazione, incl. e non si ammalò dopo la bronchite.

Da allora, non si ammala affatto, raramente moccio ordinario. Ma la persona allergica rimane, ovviamente. Fortunatamente, gli animali sono un allergene facilmente evitato..

Preparati al fatto che a volte tuo figlio può essere allergico ad altre sostanze, tra cui non si sa cosa. Una persona allergica a una cosa ha maggiori probabilità di rispondere ad altri allergeni che ci sono sconosciuti rispetto a una persona non allergica. Pertanto, insegnagli gradualmente a comportarsi correttamente in tali situazioni. Ad esempio, una reazione è iniziata a scuola: cosa fare.

Durante una visita alla casa dove ci sono animali, cerca di non andare. Se non puoi evitarlo, prendi un antistaminico in anticipo, tieni pronta l'acqua salata. All'inizio delle lacrime, sciacqua il naso con acqua salata, lava il bambino e portalo fuori. Bene, in caso di una reazione più grave, consultare un medico.

E, naturalmente, non andare agli animali è facile. È così necessario?

Il gatto fu rimosso, si sedette sul singolare e sul ketatifen. Li hanno bevuti per tre mesi, ma non appena sono stati rimossi, esacerbazione di nuovo. Ancora sulle droghe.

Ho lavato tutto a casa, ma la sensazione che solo le riparazioni importanti salveranno. L'epitelio di un gatto non è nemmeno lana, ovunque queste particelle.

Tutto è molto individuale. Nessuna ricetta generale.

Pulisci l'appartamento. E non il fatto che la reazione solo al gatto fosse (((

Gatto. No.NomeUn tipoPrezzo *Il solito.Urg. **Per ordinare
41.02Gatto IgE - Epitelio (e1)quantità.515 sfregamenti.4 giorni lavorativi.-