Cosa fare con le allergie al sole?

Analisi

Circa una persona su cinque, in un modo o nell'altro, è stata esposta alle allergie solari. È piuttosto spiacevole quando, invece di goderti una vacanza, un mare caldo e un sole splendente, devi cercare costantemente un'ombra o addirittura limitare l'accesso alla strada.

L'allergia al sole è il nome comune di una malattia come la fotodermite. Il suo verificarsi è praticamente indipendente dalla durata dell'esposizione al sole o dall'intensità della sua radiazione, poiché i raggi ultravioletti stessi non contengono alcun allergene. È causato da una maggiore sensibilità del corpo al sole, che può verificarsi per una serie di motivi..

Perché c'è un'allergia al sole?

L'effetto tossico della luce solare può verificarsi nell'interazione con sostanze che si trovano sulla pelle (fotodermite esogena) o sulla pelle (fotodermite endogena).

La fotodermite esogena è una reazione del corpo che si verifica quando sostanze speciali, fotosensibilizzatori sulla superficie della pelle, entrano in contatto con il sole. I fotosensibilizzatori fanno parte di alcuni farmaci, cibo, piante, cosmetici, prodotti chimici.

Quindi, una reazione allergica può causare:

  • crema applicata sulla pelle prima dell'esposizione al sole, nonché deodorante o profumo. È interessante notare che i fotosensibilizzanti possono anche essere trovati in alcune creme di protezione solare (in particolare, acido para-aminobenzoico - PAVA), quindi è necessario studiare attentamente la composizione di tali prodotti prima dell'acquisto;
  • farmaci (acido acetilsalicilico, ibuprofene, antidepressivi, antibiotici, diuretici, alcuni farmaci per il sistema cardiovascolare, antistaminici, contraccettivi orali);
  • agrumi consumati poco prima di andare al sole aperto;
  • peeling chimico o tatuaggio - tali procedure non sono raccomandate nella stagione calda;
  • acidi grassi polinsaturi (olio di bergamotto, rose, legno di sandalo, prezzemolo, acido borico, preparati di mercurio);
  • alcool.

La fotodermite endogena è piuttosto rara, sono causati da malattie del sistema immunitario umano e disturbi metabolici, tra cui malattie del fegato e dei reni, pancreas e ghiandola tiroidea.

Le varietà di questo tipo di dermatite sono eczema solare, scabbia solare, xeroderma pigmentosa, porfiria, fotodermatosi polimorfica. Esiste una malattia come la sindrome di Gunther - una specie di allergia alla luce, quando una persona non può tollerare né la luce del sole né la luce del giorno, ha ferite e crepe nella pelle. Oggi non può essere completamente guarito..

Un'allergia al sole può verificarsi a qualsiasi età, ma il gruppo a rischio è:

  • persone con pelle e capelli chiari;
  • Bambini piccoli;
  • donne incinte;
  • persone che soffrono di qualsiasi altra forma di allergia;
  • gli amanti delle frequenti visite al solarium.

Sintomi

Particolarmente sensibile alla luce solare, le persone possono sentire i primi segni di una reazione allergica pochi minuti dopo essere stati al sole. Nelle persone meno sensibili, le allergie possono verificarsi entro poche ore o anche 1-2 giorni. I seguenti sintomi possono indicare una reazione allergica al sole:

  • una piccola eruzione cutanea rossa sulla pelle, simile agli alveari;
  • arrossamento e secchezza della pelle, più spesso del viso e del decolleté, ma sono possibili anche su altre parti del corpo;
  • rigonfiamento;
  • forte prurito;
  • la sensazione che la pelle "bruci";
  • eruzioni cutanee purulente o sanguinamento - non sono comuni, possono apparire quando si pettina la pelle.

Nella foto sotto vedrai esempi di come si manifestano le allergie al sole.

Le eruzioni cutanee possono essere localizzate sia in luoghi di contatto aperto con il sole (sul viso, sulle mani), sia in aree nascoste sotto i vestiti.

Oltre alla reazione sulla pelle, sono possibili mal di testa, infiammazione del bordo delle labbra, nausea e persino svenimento. I casi di congiuntivite sono occasionalmente registrati..

La fotodermite è simile alla scottatura solare, ma non c'è eruzione cutanea con ustioni e il prurito appare più tardi, dopo alcuni giorni, quando la pelle carbonizzata inizia a staccarsi.

Come e come trattare le allergie solari?

Se non ti occupi del trattamento delle allergie, è possibile sviluppare complicanze, ad esempio l'eczema. Se la fotodermite non appare per la prima volta, è severamente vietato prendere il sole e in generale dovrebbe essere estremamente limitato rimanere al sole.

In caso di arrossamento, eruzione cutanea e prurito dopo aver preso il sole, è necessario consultare un medico il più presto possibile: allergologo, dermatologo, immunologo. Condurrà un esame e prescriverà un regime terapeutico adeguato. Di solito include sia mezzi esterni che interni. Può essere:

  • unguenti, compreso ormonale;
  • pillole - antistaminici;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • vitamine E, C, vitamine del gruppo B;
  • antiossidanti;
  • enterosorbents.

Nei primi giorni di allergia, le seguenti procedure e rimedi popolari possono alleviare la condizione:

  • impacchi di tessuto umido;
  • fare bagni di sodio, non più di 30 minuti;
  • lubrificazione delle aree problematiche della pelle con succo di aloe, applicazione di impacchi di patate o cetrioli grattugiati, foglie di cavolo;
  • applicare olio di mandorle con mentolo sul corpo (aiuta anche il succo di pomodoro fresco)
  • comprime da decotti e infusi di camomilla, corteccia di quercia, ginepro, menta.

Inoltre, durante il periodo di trattamento, è necessario aderire a un determinato regime:

  • bere più liquidi per prevenire la disidratazione e accelerare l'eliminazione delle tossine;
  • non apparire al sole per diversi giorni;
  • indossare abiti il ​​più possibile chiusi;
  • limitare l'uso di cosmetici o sostituirli con altri con una composizione più sicura.

A seconda della gravità della reazione allergica, il trattamento può durare da alcuni giorni a diverse settimane. Tutte le misure terapeutiche possono essere eseguite a casa, ma sotto la supervisione obbligatoria di un medico. Con l'approccio giusto e responsabile al trattamento, è possibile superare rapidamente questo problema..

Misure preventive

Naturalmente, è impossibile proteggerti completamente dalle manifestazioni di allergie solari, ma seguire semplici regole ridurrà il rischio del suo verificarsi:

  • cerca di non essere fuori durante il giorno in cui il sole è più attivo;
  • è meglio prendere il sole prima delle 11 e dopo 16 ore. in questo momento ottieni una bella abbronzatura e non bruci;
  • passare più tempo all'ombra, indossare un cappello;
  • dopo aver nuotato in uno stagno, asciugare all'ombra, poiché la pelle bagnata migliora l'esposizione alla luce solare;
  • Non strofinare la pelle con un asciugamano, per non ferirla;
  • presta attenzione alla composizione dei filtri solari e scegli anche prodotti con un alto livello di protezione e applicali sulla pelle per 15-20 minuti. prima di uscire al sole;
  • non usare cosmetici e creme decorative prima di andare in spiaggia, non bere agrumi e alcool;
  • aumentare l'assunzione di alimenti ricchi di calcio, riduce la probabilità di reazioni allergiche.

Se tu o i tuoi parenti stretti avete una storia di qualsiasi forma di allergia, allora il sole dovrebbe essere trattato con estrema cautela.

Allergia al sole: come si manifesta e cosa fare

Tutto il contenuto di iLive è monitorato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibili con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Un'allergia al sole è una fotodermatosi allergica o una fotoallergia. Il nome della malattia deriva da due parole greche: phōtos, derma, cioè luce, pelle, e comprende un gruppo abbastanza ampio di problemi dermatologici causati dall'esposizione alla luce solare. Eruzioni cutanee e prurito causati dal sole non devono essere chiamati allergie, ma una falsa reazione allergica, poiché gli anticorpi non si formano nel siero del sangue.

Codice ICD-10

Cosa può provocare un'allergia al sole?

I motivi per cui si sviluppano allergie al sole sono diversi. Si ritiene che i fattori provocatori possano essere:

  • Malattie del fegato e della cistifellea.
  • Patologie gastrointestinali, insufficienza enzimatica.
  • Malattia renale cronica.
  • Malattia della tiroide.
  • Disturbo del metabolismo dei pigmenti (porfirina).
  • Infezione parassitaria, invasione elmintica.
  • Carenza di vitamine, in particolare mancanza di vitamine A, PP ed E.
  • Farmaci non controllati.
  • Predisposizione allergica generale, inclusa ereditaria.

Farmaci fototossici che possono causare allergie al sole:

  • L'intero gruppo tetraciclina.
  • citostatici.
  • I corticosteroidi.
  • Farmaci ipolipemizzanti.
  • Sonniferi e barbiturici.
  • Contraccettivi orali.
  • Cardiopreparations.
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei.
  • sulfamidici.
  • retinols.
  • salicilati.
  • antipsicotici.
  • Farmaci antifungini.
  • I fluorochinoloni.
  • diuretici.
  • Farmaci antiaritmici.
  • Vitamine B2, B6.
  • Aspirina.

Piante, frutti, frutti, che includono furocoumarins. Un'allergia al sole può essere scatenata da tali sensibilizzanti delle piante:

Il meccanismo di sviluppo delle allergie al sole

La luce solare, in linea di principio, non può essere un allergene, ma può provocare diversi tipi di reazioni aggressive non solo del sistema immunitario, ma anche dell'intero organismo:

  • Reazione fototraumatica - una scottatura solare elementare da un'abbronzatura eccessivamente “zelante”.
  • Reazione fototossica - fotodermatosi causata dall'interazione delle radiazioni ultraviolette e alcuni tipi di farmaci, piante.
  • Fotoallergia o allergia al sole - fotosensibilità.

Tutti i tipi di reazioni si manifestano con vari gradi di pigmentazione della pelle, inoltre, nelle persone che sono inclini alle allergie, anche un'esposizione apparentemente sicura di mezz'ora al sole può causare gravi allergie.

Un'allergia al sole può essere scatenata dai fotosensibilizzanti, tra cui molti componenti vegetali, cibo e sostanze farmaceutiche. I fotosensibilizzatori aumentano la sensibilità della pelle agli effetti delle radiazioni ultraviolette, attivano meccanismi interni di "protesta", inclusa la risposta aggressiva del sistema immunitario. Prurito ed eruzione cutanea, tipici delle allergie classiche, con false allergie si formano a seguito della formazione di sostanze biologicamente attive all'interno del corpo: acetilcolina, istamina.

I fotosensibilizzanti, a loro volta, si differenziano per la velocità di azione - facoltativa e obbligatoria.

  1. La fotosensibilità facoltativa del derma è molto rara, solo in casi eccezionali con intensa esposizione alla luce solare e in presenza di prontezza allergica. Le sostanze opzionali tendono a provocare una reazione allergica..
  2. Obbligatorio: attiva sempre la fotosensibilità della pelle sempre, a volte quasi 10-15 minuti dopo o diverse ore dopo. I sensibilizzanti obbligatori provocano una reazione fototossica.

Oltre ai sintomi acuti sotto forma di scottature solari o fotodermatite, un'allergia al sole può causare esacerbazione di eczema, herpes, acne e persino psoriasi. Esistono fotosensibilizzanti che possono accelerare l'appassimento del tegumento cutaneo e contribuire allo sviluppo del cancro (tumore della pelle, melanoma).

Sintomi di allergia al sole

Un'allergia al sole si manifesta più spesso con fotodermatosi, cioè con sintomi cutanei. La fotodermatosi può apparire come una ben nota ustione dopo scottature solari, fotofitodermite, reazione fototossica, eczema leggero, prurito, orticaria solare.

  • Sunburn, combinato con manifestazioni allergiche. Questa è una reazione fototraumatica acuta, che si manifesta con infiammazione della pelle e negli ultimi 20 anni, provocando sempre più melanoma (cancro della pelle).
  • L'esposizione cronica alle radiazioni ultraviolette provoca heroderma, che non sembra un'allergia classica, tuttavia, i processi che si svolgono all'interno del corpo sono molto simili alla tipica risposta immunitaria all'invasione di allergeni. Il fotoinvecchiamento può portare a iperpigmentazione, riduzione del turgore cutaneo, aumento della sensibilità e piccole eruzioni cutanee interne (emorragie).
  • Il contatto con piante fototossiche può anche provocare fotodermatosi, in particolare fotodermite da "prato". Tali sensibilizzanti vegetali comprendono tutte le piante contenenti salicilati e cumarinici..
  • L'eczema solare e il prurito prurito sono manifestazioni tipiche dell'allergia al sole..
  • Le allergie possono manifestarsi come dermatosi polimorfiche, cioè un'eruzione cutanea dipendente dalla luce.

È necessario distinguere tra fotodermatite e fotodermatosi. È abbastanza facile, basta ricordare che la fine "um" è un sintomo transitorio, in rapido sviluppo, e la fine "oz" significa un processo più lungo.

La fotodermite, che è considerata tossica, è caratterizzata da eruzioni cutanee in aree del corpo esposte alla luce solare: compaiono vesciche che poi esplodono e la pelle è pigmentata in questi luoghi.

La fotodermatosi tossica è caratterizzata da desquamazione, rilassamento cutaneo. Diventa flaccido, secco, compaiono teleangectasie (scoppio dei vasi sanguigni), quindi si sviluppa l'iperpigmentazione.

La fotofitodermite è un arrossamento significativo della pelle, la comparsa di vesciche di forma irregolare, l'intero corpo inizia a prudere, prurito. L'iperpigmentazione non è localizzata, assomiglia a modelli sfocati.

La tipica dermatite fotoallergica sembra un'eruzione cutanea, a volte come una dispersione di piccole vescicole, il corpo prude, prude. La pigmentazione è estremamente rara e l'eritema solare è quasi sempre. Un'allergia al sole può anche manifestarsi quando si fondono vesciche localizzate sul viso. Quindi l'eruzione cutanea si diffonde gradualmente al collo e verso il basso in tutto il corpo. Spesso, le manifestazioni cutanee sono accompagnate da febbre, mal di testa, cheilite (infiammazione del bordo delle labbra), congiuntivite.

Le vesciche umide con essudato, combinate con gonfiore della pelle, indicano eczema solare.

Allergia al sole, sintomi, cosa fare, come trattare

Saluti ai miei amati lettori sul mio blog. Oggi è il tema estivo, il periodo delle vacanze, il riposo sulle spiagge, tutti sono desiderosi di partire per rilassarsi, prendere il sole, nuotare abbastanza nel mare.

Ma c'è un problema che puoi improvvisamente incontrare in vacanza e altro ancora. La fotodermite, o nelle persone comuni, un'allergia al sole, ha recentemente la tendenza ad aumentare il numero di vittime.

Qual è la ragione di ciò, dobbiamo capire questa nota. Dovresti scoprire la causa, i sintomi e i modi per prevenire le allergie al sole, nonché i metodi di trattamento..

Si scopre che circa il 20% delle persone in un modo o nell'altro si trova ad affrontare una reazione allergica al sole. Sono i proprietari dell'ipersensibilità della pelle e la manifestazione della fotodermatosi in essi di solito inizia nel mese di maggio. I medici chiamano anche questo fenomeno una reazione fototossica..

Allergia al sole nei sintomi, foto

Le statistiche mediche sono inarrestabili; i casi segnalati di allergie al sole aumentano di anno in anno. È importante notare che la fotodermatosi non ha sempre una forma cronica nella sua storia. Esiste un'opzione tale che dopo un trattamento adeguato, i sintomi delle allergie scompaiono e non lo farai mai più.

Il sole con i suoi raggi non è un allergene, ma può provocare con il suo effetto sul corpo umano l'accumulo di sostanze, che in futuro causano fotodermatosi.

Le persone ignare possono facilmente confondere i sintomi delle ustioni con le allergie al sole. Tuttavia, le loro manifestazioni sono diverse.

Ustioni solari - contrassegnate da dolore e forte arrossamento della pelle esposta. Se l'ustione è profonda, possono formarsi bolle..

Fotodermite (allergia solare) - ha altri sintomi: la persona avverte un forte prurito, la pelle è coperta da un'eruzione cutanea rossa e persino su aree protette dal sole.

Ci sono anche indicazioni generali: la presenza di uno stato febbrile, dal rilascio di tossine nel sangue. In questo caso, la persona mostra vertigini, mal di testa, sensazione di debolezza, nausea, svenimento, a causa della caduta della pressione sanguigna.

In una forma più lieve, si possono osservare eruzioni cutanee e peeling pustolosi. Le allergie possono causare fattori correlati. A volte, una tale reazione è data dall'assunzione di antibiotici o contraccettivi.

Può anche essere influenzato applicando sulla pelle eventuali oli essenziali o altri componenti, se l'immunità è ridotta, o una persona soffre di una malattia del fegato o dell'intestino.

Ciò che è degno di nota, questa condizione potrebbe non verificarsi immediatamente. Se l'ustione si fa sentire quasi immediatamente, allora la fotodermatosi, dopo un tempo abbastanza lungo, dopo aver lasciato la spiaggia.

Dirò anche di più, le allergie possono verificarsi dopo che sei tornato in sicurezza da una casa di vacanza.

Misure di sicurezza

Puoi parlare di allergie al sole solo se hai preso tutte le misure di protezione prima di andare in spiaggia o in un altro posto al sole. L'uso corretto delle creme SPF, nonché:

  1. Non essere sotto il sole aperto dalle 11:00 alle 15:00, in questo momento l'attività della luce solare è al massimo livello
  2. La crema solare deve essere utilizzata con un livello massimo di protezione (30-50)
  3. Sulla spiaggia, Sanskrin dovrebbe essere aggiornato dopo ogni contatto con l'acqua e, in un ambiente urbano, applicare la crema prima di uscire e poi ogni 2 ore, se necessario, al sole
  4. L'applicazione del sanscrito dovrebbe essere una parte indispensabile del trucco. E, soprattutto, ricorda che i valori SPF non sono cumulativi.

Se hai applicato la crema con SPF-50 e la crema BB con SPF-8 in cima, l'ultima crema con fattore 8 funzionerà sulla pelle. In tali momenti, ci sono creme BB e CC con un alto fattore di protezione, oltre a uno spray, che può essere utilizzato sopra il trucco.

Chi è a rischio

Predisposizione ereditaria, uno dei fattori per la manifestazione di allergie solari nell'uomo. Se sulla linea di madre e padre, la famiglia era allergica al sole, compresi i nonni e altri parenti, la probabilità che si manifestasse la fotodermatosi raggiunge il 70%.

Se un'allergia si manifestava solo in un ramo della famiglia, solo ad esempio la madre o solo il padre, la probabilità di manifestazione sarà del 30%.

Uno dei fattori scatenanti può essere:

  • malattia epatica cronica
  • processo disturbato nel funzionamento della cistifellea
  • problemi digestivi
  • qualsiasi manifestazione di malfunzionamenti nella ghiandola tiroidea
  • fallimento renale cronico
  • infestazione elmintica
  • lo scambio di pigmenti non funziona
  • carenti vitamine PP, A, E
  • trattamento farmacologico
  • manifestazioni allergiche croniche

Dai un'occhiata più da vicino ad alcuni farmaci che possono contribuire allo sviluppo della sensibilità al sole..

I farmaci fototossici includono prodotti e preparati di:

  • farmaci tetracicline
  • ormoni corticosteroidi
  • citostatici
  • prodotti anti-zucchero
  • sonniferi
  • pillole anticoncezionali
  • sulfamidici
  • cardiopreparations
  • retinolo
  • rimedi non steroidei per l'infiammazione
  • antipsicotici
  • fluorochinoloni
  • agenti di controllo dei funghi
  • aritmie cardiache
  • diuretici
  • vitamine B2 e B6
  • bevande contenenti alcol, in particolare vini rossi
  • pomodoro, carote, mele acide, agrumi, ma anche fichi, melograno, prezzemolo, sedano
  • succhi di frutta appena spremuti dai frutti di cui sopra
  • cosmetici contenenti: bergamotto, muschio, lime, ecc.

Trattamento di fotodermatosi

Se hai un'allergia al sole, devi pensare al motivo e cancellare il componente che ha causato l'allergia - da medicine, creme o oli.

Se il medico insiste sull'ulteriore utilizzo di un farmaco che provoca allergie, allora non c'è nulla da fare; dovresti limitare il più possibile l'esposizione al sole, oltre a utilizzare la massima protezione.

La fotodermatosi viene trattata, ma deve consistere in un intero complesso ed è prescritta da uno specialista. Il trattamento allergologico, anche con gravità da lieve a moderata, può durare 1-2 settimane e, in casi difficili, fino a un mese.

Nel trattamento delle allergie al sole vengono utilizzati:

  1. Creme e unguenti
  2. Antistaminici
  3. Vitamine prescritte
  4. Vengono utilizzati enterosorbenti e consumo abbondante di acqua pura.

Aiuta i metodi popolari

Nelle manifestazioni iniziali di allergie, puoi aiutare con i metodi popolari:

Usiamo il cavolo. Eliminiamo la foglia di cavolo fino a quando appare il succo e lo applichiamo alle aree interessate della pelle.

L'uso di compresse. Applicare impacchi dal cetriolo affettato o grattugiare le patate e attaccarlo. Mantieni almeno mezz'ora.

Fai il bagno con l'infuso di celidonia.

Conclusione

In tutti i consigli per la raccolta di valigie per le tue vacanze, viene sempre menzionato un kit di pronto soccorso, che dovrebbe essere portato con te in viaggio. E in questo armadietto dei medicinali dovrebbe esserci un antistaminico, il primo assistente nella lotta contro le allergie, incluso il solare.

Di conseguenza, la protezione solare con un alto livello di protezione è sempre al primo posto. E anche unguenti, ad esempio con contenuto di pantenolo, che hanno proprietà per aiutare la guarigione, che saranno necessari se l'allergia prende improvvisamente in vacanza.

E, in generale, l'approccio giusto per proteggersi dal sole e prendersi cura di sé contribuirà a diventare un periodo estivo spensierato e gioioso. Buona stagione estiva a tutti i miei lettori.

Perché le allergie cutanee possono apparire sulla pelle

Un'allergia al sole sulla pelle (fotodermatite, fotodermatosi, fotosensibilità) è una reazione al prendere il sole eccessivamente attivo. Ci sono malattie congenite che lo provocano (malattie di Gunther e Pelarg), così come piante e prodotti che diventano il "fattore scatenante". I sintomi includono eruzione cutanea, prurito, macchie rosa o marroni, in alcuni casi, persino febbre alta..

Le allergie sono trattate con unguenti speciali (Solcoseryl, Fenistil-gel, Radevit, ormonali - Dermoveit, Idrocortisone, Apuleina, Fluorocort), compresse (Suprastin, Diazolin, Diprizin, Kestin, Clarisens e Lomilan).

Cause di allergie al sole sulla pelle

In medicina, una cosa come "allergia al sole" non esiste, questo fenomeno ha il termine fotodermite, fotodermatosi o fotosensibilità - una reazione alla pelle. Il fatto è che i raggi del sole stessi non sono un fattore irritante, non sono allergenici, ma al contatto con la pelle, quando penetrano nei suoi strati profondi, i sintomi della fotodermite possono apparire letteralmente subito o dopo poche ore.

Le cause esatte di questa reazione del corpo al sole sono ancora sconosciute, i medici sono inclini a credere che il fattore ereditario abbia un ruolo importante. Ma diversi fattori che provocano questa condizione sono stati determinati dagli esperti proprio:

  • malattie autoimmuni - ad esempio lupus eritematoso sistemico;
  • cosmetici decorativi di qualità inadeguata;
  • uso a lungo termine di farmaci ormonali, antibatterici, farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • profumi, colonie, eau de toilette;
  • prodotti chimici domestici - ad esempio l'uso di sapone antibatterico;
  • piatti con additivi - dolcificanti, esaltatori di sapidità.

Il paradosso è che le allergie al sole possono verificarsi quando si utilizzano vari cosmetici. Crema solare, gel e latte non fanno eccezione: se contengono benzofenoni o acido para-aminobenzoico, il rischio di sintomi di fotodermite aumenta di quasi il 100%.

Ed ecco di più su come un unguento per le allergie al sole aiuterà.

Piante provocatorie

Se sulla pelle sono venute fuori furocoumarine, sostanze contenute in erbe di campo, di foresta e di prato, allora la comparsa di un'allergia al sole è quasi inevitabile. I più pericolosi a questo proposito sono:

  • ortica, carice, trifoglio;
  • grano saraceno, repeshka, fico;
  • quinoa, iperico, angelica.

Alimenti e bevande che migliorano la reazione

Un'acuta inadeguata reazione del corpo ai raggi del sole può anche provocare alcuni prodotti alimentari. Ad esempio, i medici non raccomandano categoricamente i seguenti alimenti prima di uscire all'aperto nei giorni di sole:

  • prezzemolo e peperone;
  • fichi e sedano (verdure);
  • succhi di carota e agrumi;
  • acetosa, noci, cioccolato;
  • bevande alcoliche di qualsiasi forza.

I suddetti fattori provocatori non vengono presi in considerazione quando si diagnostica una forma rara di fotodermatosi: la malattia di Gunther (il secondo nome è porfiria). Questa malattia appartiene all'incurabile, è considerata ereditaria, i pazienti sono costretti a nascondersi dalla luce solare per tutta la vita. La seconda malattia, che è sempre accompagnata da fotodermatosi, è la pellarga, che è caratterizzata da carenza critica di acido nicotinico.

Sintomi di allergia solare sulla pelle

I segni di un'allergia al sole possono essere macchie rosse, piccole eruzioni cutanee e prurito ossessivo e una sensazione di rigidità della pelle. La loro posizione non dipende dal fatto che vi sia stato un effetto diretto dei raggi del sole su determinate aree del corpo, del viso.

Macchie, eruzioni cutanee

Macchie ed eruzioni cutanee sono i sintomi principali che compaiono dopo l'esposizione al sole anche per un breve periodo. Le macchie possono essere marroni e rosse, ma differiscono sempre per forma irregolare e posizione "libera" sul corpo e sul viso. Cioè, è impossibile identificare luoghi chiari per la formazione di aree iperemiche, che possono apparire su spalle e mani, guance e nel decollete.

Di solito, insieme a macchie sulla pelle, appare un'eruzione cutanea - piccola acne, senza contenuto interno. Possono essere punti arrotondati, strisce o "sparsi" in tutto il corpo. Raramente, c'è la comparsa di eruzioni cutanee senza arrossamento della pelle - questa è anche una reazione allergica al sole, ma nella versione “alleggerita”: questo è tipico delle persone con pelle scura.

La pelle prude (prurito)

Il prurito è un segno secondario di allergia al sole; la pelle inizia a prudere dopo che una persona è entrata nell'ombra, è entrata nella stanza e si è rinfrescata un po '. Il prurito inizia come lieve, soprattutto non dà fastidio. Ma dopo poche ore, la pelle prude così tanto che è impossibile resistere: una persona può infliggere lesioni a se stessa, rimuovere lo strato superiore dell'epidermide con le unghie.

Allergia al sole

Dato che la pelle in questo momento è caratterizzata da un'eccessiva sensibilità, può essere provocata dall'infezione: questo aggraverà la condizione, porterà ad un aumento della temperatura corporea generale, alla formazione di ferite con contenuto purulento.

Il prurito con allergie al sole è così forte che anche durante il sonno, una persona non è in grado di controllarsi. Spesso vengono rilevati graffi sulla pelle al mattino e questo può essere evitato solo con l'aiuto di farmaci specifici..

Trattamento di allergia della pelle

L'opzione migliore in presenza dei classici sintomi delle allergie al sole sulla pelle è quella di cercare l'aiuto di un dermatologo, perché il medico sarà in grado di identificare la vera causa dell'inadeguata reazione del corpo e prescrivere un trattamento competente ed efficace in un caso particolare.

Se, ad esempio, dopo l'uso di prodotti cosmetici compaiono eruzioni cutanee, prurito e macchie, devono semplicemente essere esclusi dall'uso. Se i farmaci sono diventati la causa dell'allergia, è necessario annullarli o evitare la luce solare sulla pelle nuda e ridurre il tempo trascorso in strada.

Guarda il video su come sbarazzarsi di allergie ed eruzioni cutanee dal sole:

Nonostante il fatto che il trattamento proceda su base individuale, i farmaci sono prescritti in linea di principio lo stesso, ma in dosaggi diversi e non tutti in una volta tutti in una volta.

pillole

Stiamo parlando di antistaminici, che agiscono direttamente sui sintomi della condizione e sono in grado di risolvere rapidamente il problema..

I più efficaci per le allergie al sole sono:

Diprazina (Pipolfen)

Cyproheptadine

(Peritol)

Di antistaminici di ultima generazione, i medici distinguono Clarisens e Lomilan. Non creano dipendenza, non influenzano l'attività del sistema nervoso, possono essere utilizzati da donne in gravidanza, bambini e con un'immunità indebolita e la loro azione inizia entro mezz'ora dopo la somministrazione.

In genere, un ciclo di terapia con compresse per allergie al sole dura solo una settimana, ma se la reazione del corpo è troppo potente e aggressiva, la durata del trattamento può essere da 2 a 4 settimane.

Se dopo l'assunzione di antistaminici, i sintomi della fotodermite non diventano meno pronunciati anche dopo 2-3 giorni, allora è necessario cercare un aiuto medico qualificato - potrebbe essere che il rimedio specifico sia stato scelto in modo errato o la diagnosi sia stata formulata in modo errato.

Solo quei farmaci che vengono applicati localmente aiuteranno ad alleviare rapidamente i sintomi - questi sono vari unguenti. Una reazione patologica comporta l'uso di fondi di due gruppi: ormonale e non ormonale.

Inoltre, ripristinano rapidamente l'aspetto della pelle e alleviano il prurito ossessivo, gli unguenti idratano, ammorbidiscono e prevengono lo sviluppo di infiammazione nella zona interessata. E gli antistaminici hanno un effetto generale sul corpo, sul suo sistema immunitario.

Gli unguenti non ormonali possono essere utilizzati durante l'infanzia, con alcune malattie dermatologiche e durante la gravidanza / l'alimentazione.

Questi includono:

Se gli unguenti non ormonali non aiutano a risolvere il problema, è possibile utilizzare farmaci con ormoni nella composizione. Sono prescritti solo da un medico, poiché è necessario un dosaggio selezionato individualmente, altrimenti è possibile la comparsa di potenti effetti collaterali. Gli unguenti ormonali utilizzati per le allergie al sole includono Dermoveit, Idrocortisone, Apulein, Fluorocort e altri.

Prurito, gonfiore e arrossamento con una reazione allergica alla luce solare aiuteranno a rimuovere gli unguenti con un effetto antinfiammatorio. Contengono paracetamolo, ibuprofene, nimesil, quindi è necessario assicurarsi che non vi siano allergie a componenti specifici prima dell'uso.

I sintomi vengono rapidamente rimossi dagli unguenti di Triderm e Akriderm. Inoltre, è necessario fornire idratazione alla pelle interessata, per la quale è possibile utilizzare i soliti prodotti cosmetici con un effetto simile.

Esperto in cosmetologia

Misure aggiuntive

Si raccomanda inoltre di assumere enterosorbenti - Polysorb o Eterosgel entro 3 giorni dopo l'inizio di un'allergia. Almeno 2 litri di acqua pura dovrebbero essere bevuti al giorno - in questo modo gli allergeni verranno attivamente eliminati dal corpo, il miglioramento arriverà rapidamente.

Prevenzione delle reazioni allergiche al sole

In effetti, è molto difficile prevedere la reazione del corpo ai raggi del sole. Le persone che hanno preso il sole per anni e non hanno ricevuto ustioni un giorno possono avere "espresso" i sintomi del problema. Pertanto, non ci sono raccomandazioni specifiche per la prevenzione, solo consigli generali dagli specialisti:

  • Prima di uscire, non usare trucco o profumi. Naturalmente, non dovresti agire in modo così radicale, ma devi ridurre al minimo l'uso di questi fondi: abbandonare le fondamenta e le fondamenta pesanti, utilizzare antitraspiranti e deodoranti contrassegnati come "prodotto ipoallergenico".
  • Devi prendere il sole solo all'ombra. Stiamo parlando dell'uso di ombrelloni, tende sulle spiagge e di muoversi lungo la strada all'ombra degli alberi. Anche attraverso tali barriere, i raggi del sole raggiungono la pelle, ma agiscono in modo meno aggressivo.
  • I vestiti dovrebbero essere indossati con tessuti naturali - cotone, lino. Si consiglia di scegliere tute leggere che nascondano la pelle il più possibile dal sole. Copricapo - un attributo indispensabile per un guardaroba estivo.
  • I filtri solari SPF elevati devono essere utilizzati in modo continuo. Assicurati che la crema, il latte e lo spray selezionati proteggano da tutti i tipi di luce solare (infrarossi, ultravioletti, lunghi, corti).
  • La sera, la pelle del corpo deve essere lavata sotto una doccia calda e trattata con creme idratanti e nutrienti. Ciò aumenterà l'immunità nel derma a livello cellulare e sarà in grado di resistere attivamente ai raggi del sole..
  • È necessario regolare la dieta. Vale sicuramente la pena rinunciare a bevande alcoliche, cibi e piatti piccanti e in salamoia. Non consentire la disidratazione: è consigliabile portare una bottiglia d'acqua con sé.

E qui c'è di più sull'acne dopo le scottature..

Un'allergia al sole non è un fenomeno raro, molti percepiscono semplicemente i sintomi come un'ustione. In effetti, la fotodermatite può provocare lo sviluppo di malattie dermatologiche più gravi, quindi è necessario fare attenzione alla propria salute e adottare misure tempestive per ripristinarla.

Video utile

Guarda il video su come si manifestano le allergie al sole, su come proteggerti:

Quando suonare l'allarme: come si manifesta l'allergia al sole e come proteggersi da esso

La reazione al sole può essere molto diversa: da un leggero rossore a terribili vesciche. Anche una normale passeggiata all'aria aperta può finire in rovina. Altapress.ru dirà per chi è pericoloso il sole, nonché i sintomi e il trattamento delle allergie.

Una reazione allergica si manifesta più spesso con un'eruzione cutanea rossa pruriginosa. Di norma, nel collo, nella parte posteriore delle braccia, nella superficie esterna delle braccia e delle gambe.

Può essere più grave, ma tali casi sono molto meno comuni. Quindi i sintomi saranno più evidenti: orticaria o piccole vesciche che possono diffondersi sulla pelle anche in luoghi coperti da abiti del sole.

Questo tipo di allergia non è ancora del tutto chiaro, così come le cause nascoste del suo aspetto, la predisposizione ad esso, dicono gli scienziati di Harvard..

Il fatto è che il sistema immunitario riconosce alcuni componenti della pelle alterati dal sole come "alieni". Il corpo attiva la difesa. Ciò provoca una reazione appropriata: eruzione cutanea, vesciche, ecc..

Tali allergie si trovano nelle persone sensibili, ma altri dovrebbero anche diffidare dell'esposizione alle radiazioni ultraviolette, scrive l'Organizzazione mondiale della sanità. In alcuni casi, i sintomi compaiono dopo periodi di tempo molto brevi al sole. Alcune forme di allergia solare vengono ereditate..

Cos'è un'allergia al sole??

Esistono vari sintomi di allergie solari. L'orticaria, che si manifesta con grandi protuberanze rosse e pruriginose sulla pelle, è classificata come grave. Questa è una malattia rara che colpisce più spesso le ragazze..

Sebbene l'allergia sia chiamata "solare", non dipende sempre solo dalle radiazioni ultraviolette. In una forma, una reazione cutanea è innescata dall'esposizione alla luce solare su una sostanza chimica che è stata esposta alla pelle. Spesso queste sostanze fanno parte di creme solari, aromi, cosmetici o unguenti con antibiotici e altri mezzi.

Anche i farmaci da prescrizione più comuni, come ibuprofene e naprossene o diuretici, possono causare questa reazione..

Quali sono i sintomi di un'allergia al sole??

In genere, una tale allergia provoca prurito o bruciore entro le prime due ore dopo l'esposizione al sole. Con orticaria - in pochi minuti.

L'eruzione cutanea di solito appare in aree aperte del collo, parte superiore del torace, braccia e gambe. Inoltre, brividi, mal di testa, nausea e malessere possono diventare sintomi. In rari casi, la reazione può manifestarsi come placche rosse, piccole bolle con liquido o sanguinamento sotto la pelle.

Le forme ereditate di solito mostrano una reazione sul viso, specialmente nell'area intorno alle labbra..

Come proteggerti?

Per prevenire i sintomi allergici, è necessario proteggere la pelle dall'esposizione alla luce solare, scrive "Komsomolskaya Pravda".

Ogni giorno prima di uscire, usa una crema con fattore di protezione solare (SPF) di almeno 30. È meglio evitare l'esposizione al sole dalle 12:00 alle 16:00.

Chi conosce per certo le allergie ha i pantaloni, una camicia a maniche lunghe e un cappello.

Assicurati di consultare il tuo medico sui prodotti per la cura della pelle e sui medicinali..

Come trattare le allergie al sole?

Il trattamento, prima di tutto, inizia con la cessazione dell'uso di cosmetici e medicinali che possono reagire con la luce ultravioletta. Quindi - è necessario un viaggio dal medico.

Con sintomi lievi, impacchi freddi nelle aree dell'eruzione pruriginosa ti aiuteranno, puoi anche spruzzare acqua fresca sulla pelle.

Possono anche essere usati antistaminici da banco, come difenidramina o clorfeniramina..

Quando suonare l'allarme?

Consulta il tuo medico se avverti uno di questi sintomi. Dovresti anche contattare se noti un deterioramento del benessere dopo l'esposizione al sole..

Ricevi subito aiuto di emergenza se improvvisamente hai orticaria o gonfiore intorno agli occhi, alle labbra, alla mancanza di respiro o alla deglutizione. Questi possono essere segni di una reazione allergica potenzialmente letale..

Allergia al sole - tipi, sintomi e trattamento

I raggi del sole sono un fattore ambientale familiare per l'uomo, il cui effetto benefico è ben noto, ma ci sono anche conseguenze negative dell'entusiasmo per le procedure solari e uno di questi è l'allergia al sole.

Perfino il medico medievale Avicenna scrisse che "non si dovrebbe stare troppo a lungo al sole, mentre il corpo si asciuga, si indurisce e si ingrossa".

Nei mesi invernali, autunnali e primaverili, l'esposizione al sole è limitata alle transizioni da casa a una fermata dell'autobus o a un negozio e i sintomi di allergia al sole potrebbero non apparire nemmeno se si è inclini a esso, le persone iniziano a "prendere il sole" al sole intensamente e intenzionalmente in estate, principalmente in vacanza principalmente vicino a uno stagno o al mare.

E circa il 20% di tutte le persone sperimenta una reazione allergica al sole, causata da una maggiore sensibilità della pelle, che di solito si manifesta a partire da maggio. Questo fenomeno è descritto dai medici ed è chiamato fotodermatosi o reazione fototossica..

Questa reazione arriva al sole con manifestazioni allergiche o fulmini (in meno di mezzo minuto) o per un periodo più lungo, da alcune ore a 2-3 giorni dopo l'esposizione.

Meccanismo di sviluppo delle allergie

La luce solare non è un allergene, ma la reazione al sole nel suo insieme potrebbe essere indesiderabile con manifestazioni allergiche e una reazione di 3 tipi:

  • Fototraumatico - scottatura solare a causa del superamento della dose ottimale di radiazioni;
  • Fototossico - causato dall'interazione dei raggi ultravioletti del sole con alcuni componenti di piante o medicinali;
  • In realtà fotoallergia - fotosensibilizzazione del corpo alla luce solare.
scottatura

Come reazione avversa, i pigmenti della pelle dopo un po ', che chiamiamo abbronzatura. Per la velocità di esposizione, i fotosensibilizzatori sono suddivisi in:

  • Opzionale: la fotosensibilità viene osservata raramente, solo con un'esposizione prolungata alla luce solare e una predisposizione allergica;
  • Obbligatorio: portare sempre alla fotosensibilizzazione, che si verifica dopo alcune ore al sole.
al contenuto ↑

Tipi di allergie al sole

Una reazione fotoallergica si verifica con una maggiore sensibilità alla luce solare, quando la pelle reagisce ad esse come tossine. La causa della reazione perversa è l'immunità compromessa. Le seguenti persone appartengono al gruppo a rischio:

  • Con malattie della tiroide, fegato, reni, cistifellea e organi digestivi;
  • Pellagra malata;
  • Con disturbi metabolici e mancanza di produzione di alcuni enzimi;
  • Le persone con malattie croniche;
  • Incline all'allergia;
  • Con una mancanza di vitamine A, E, PP;
  • Con immunità compromessa;
  • bionde
  • Bambini;
  • Persone anziane;
  • Donne incinte;
  • Ho visitato alcune procedure cosmetiche (peeling chimico, tatuaggio);
  • Assunzione di alcuni farmaci.

Sintomi di un'allergia solare

I sintomi di un'allergia alla luce solare variano a seconda dell'età e di un fattore provocante e sono suddivisi in locali e generali. I sintomi allergici locali includono:

  • Prurito, arrossamento, eruzione cutanea dal sole, irritazione, ascessi nelle parti irradiate del corpo, mani e viso, pustole si verificano a seguito di pettinatura con prurito;
  • La formazione di focolai infiammati sotto forma di macchie;
  • Rigonfiamento;
  • Forse la comparsa di sanguinamento con la formazione di croste e squame;
  • Manifestazioni esterne di orticaria ed eczema.

Con il passaggio di un'allergia sotto forma di eczema, compaiono segni in luoghi non esposti alle radiazioni.

I sintomi comuni delle allergie al sole includono:

  • Febbre a causa della penetrazione di tossine nel sangue;
  • Vertigini
  • Mal di testa, debolezza e nausea;
  • Svenimento a causa della bassa pressione sanguigna.

Queste manifestazioni generali di allergie si sviluppano solo quando vengono irradiate ampie aree della pelle..

In alcune persone, l'allergia si verifica al primo contatto con il sole, altre possono resistere a diverse sessioni di abbronzatura quotidiane, ma le allergie possono superarle 3 giorni dopo la prima esposizione.

Scottature solari (fotodermatosi) ai contenuti ↑

Farmaci, piante e alimenti che provocano allergie

La causa dell'allergia solare è la presenza di fotosensibilizzatori speciali o agenti fotoreattivi e la gravità dei sintomi di allergia è direttamente determinata dalla dose di radiazioni (durante la fotosensibilizzazione) o dalla quantità di agente fotoreattivo.

I fotosensibilizzatori che causano allergie e gli agenti fotoreattivi possono essere presenti in:

Medicinali con proprietà fotosensibilizzanti laterali

Nelle istruzioni per i medicinali viene talvolta menzionata la possibilità di fotosensibilizzazione da parte del sole. La frequenza di occorrenza di questo è calcolata in centesimi di percentuale.

A volte una reazione allergica al sole può verificarsi alcune settimane o mesi dopo l'esposizione (a causa dell'accumulo del principio attivo nel corpo e della sua lenta rimozione).

A volte, una maggiore sensibilità al sole può persistere per diversi anni..

I preparati con un simile "effetto collaterale" includono alcuni contraccettivi, antibiotici, cardioprotettivi, sonniferi, antidolorifici e farmaci contenenti mercurio e molti altri.

Reazione allergica sul viso al contenuto ↑

Piante fotosensibilizzanti

Alcune piante da prato (ad esempio la pastinaca di mucca) contengono furocumarine, che fotosensibilizzano la pelle al sole dopo il contatto con queste piante, non stiamo nemmeno parlando di mangiarle. Anche il polline di piante sbiadite e carice contenenti clorofilla e ficocianina causano allergie..

Prodotti fotoallergenici

Le mani soffrono di cibi allergenici durante la cottura e le labbra quando le mangiano. La sensibilità alla componente ultravioletta della luce solare aumenta:

  • Succo di carota e succhi di agrumi;
  • Piatti piccanti;
  • Fichi;
  • Sedano e prezzemolo;
  • dolcificanti;
  • Coloranti e conservanti;
  • Alcol;
  • Un ulteriore fattore di rischio per le allergie solari è un'allergia al cioccolato diagnosticata..
Allergia solare sul corpo al contenuto ↑

Sun Allergy Prevention ed esposizione al sole

La prevenzione delle allergie al sole comporta le seguenti regole di elioterapia:

  • Il corso di elioterapia consiste in 20-25 procedure giornaliere, o eseguite con un intervallo a giorni alterni;
  • Non usare il trucco prima di andare in spiaggia;
  • Non eseguire elioterapia a stomaco vuoto e a stomaco pieno, dopo aver mangiato un'ora o due dovrebbero passare;
  • Prendere il sole dovrebbe essere la mattina dalle 8 alle 11 ore o la sera dalle 15 alle 18 ore;
  • La prima esposizione al sole dovrebbe durare 10 minuti, con un aumento ad ogni sessione successiva, anche di 10 minuti e portare la durata a un tempo massimo di 1 ora;
  • Se usi i filtri solari, il tempo trascorso al sole può essere raddoppiato;
  • Per i bambini, il dosaggio nel tempo è dimezzato rispetto al tempo negli adulti;
  • Un quarto d'ora dopo una seduta di abbronzatura, si dovrebbe versare acqua o nuotare e andare all'ombra;
  • Se hai difficoltà a prendere il sole, forse 2 giorni prima di andare in vacanza come prescritto da un medico, ti sarà utile iniziare a prendere antistaminici. Perché dovrebbero essere presi, lo sai già;
  • Se sei gravemente allergico al sole, l'abbronzatura non fa per te. Dovresti coprire le aree aperte con vestiti in estate e indossare costantemente un cappello, proteggere gli occhi con gli occhiali.

Per quanto riguarda la nutrizione, non sperimentare la cucina esotica, che offre grandi opportunità durante le vacanze all'estero e aderire alla tua dieta tradizionale.

Come prendere il sole al contenuto ↑

Trattamento di allergia al sole

Se viene rilevata un'allergia al sole, la causa deve essere stabilita e l'agente che causa l'allergia: il medicinale, il piatto, deve essere annullato, il contatto con le piante allergene deve essere escluso.

Se il medico non raccomanda di rifiutare i farmaci prescritti per il trattamento di un'altra malattia, è necessario proteggersi il più possibile dal sole..

Viene trattata un'allergia, ma il trattamento è sempre complesso ed eseguito da uno specialista. Il trattamento delle allergie, anche da lievi a moderate, può durare 1-2 settimane e, in casi gravi, fino a un mese.

L'allergia al sole è trattata:

  • Creme e unguenti;
  • Antistaminici;
  • Terapia vitaminica;
  • Enterosorbenti e acqua potabile;
  • Metodi popolari.
Medicine per allergie al sole al contenuto ↑

Creme e unguenti

In caso di gravi allergie, il medico prescrive creme e unguenti con corticosteroidi (ormoni steroidei prodotti dalla corteccia surrenale) o non ormonali, con un dosaggio accurato e per un breve periodo, poiché sono possibili effetti collaterali della loro azione sotto forma di malattie della pelle.

La tabella seguente mostra le creme e gli unguenti utilizzati per il trattamento, indicando il prezzo approssimativo.

Le scottature solari che si sono già manifestate vengono trattate con crema Actovegin, balsamo Shostakovsky (Vinylinum), ecc..

Antistaminici

Gli antistaminici includono Suprastin sotto forma di compresse e Tavegil e Claritin sotto forma di compresse e sciroppo. Sono prescritti da un medico, il loro effetto dipende dalla causa della dermatosi, per alcuni non aiutano a liberarsi delle allergie. I farmaci moderni più efficaci sono Cetrin e Zodak.

Gli antistaminici inibiscono l'azione dell'ormone istamina, che contribuisce alla manifestazione di allergie.

Terapia vitaminica

La nomina di vitamine accompagna il complesso trattamento delle allergie al sole, le vitamine C, E, PP e il gruppo B sono generalmente prescritte per aumentare l'immunità.

Enterosorbenti e acqua potabile

Sorbenti Polysorb MP ed Enterosgel purificano bene il corpo da tossine e allergeni. Per eliminare gli allergeni, è necessario aumentare la quantità di acqua potabile - fino a 2 litri al giorno con una buona tollerabilità.

La manifestazione di allergie al sole nei bambini al contenuto ↑

Metodi popolari

Metodi alternativi aiuteranno a curare l'infiammazione della pelle a casa, prima di andare dal medico.

Le compresse fredde con l'infuso di celidonia o tè nero alleggeriscono bene la condizione, puoi anche applicare il succo di cetriolo, cavolo o anguria sui fuochi dell'infiammazione. Puoi anche imbrattare le eruzioni cutanee con acqua mescolata con acqua..

Dovresti aumentare l'assunzione di prodotti con vitamine C, B, E e antiossidanti: si tratta di frutta, cacao, tè verde ed escludere succhi confezionati, bevande gassate e alcoliche.

Cosa fare in caso di allergia al sole e pronto soccorso alla vittima

Se sei improvvisamente allergico al sole, chiama immediatamente un'ambulanza. Prima dell'arrivo del medico, procedi come segue:

  • Bevi la vittima con acqua pulita;
  • Coprilo con una coperta o un plaid;
  • Applicare un impacco freddo sulle aree infiammate;
  • Se disponibile, somministrare alla vittima un antistaminico;
  • Posare la persona su un fianco per impedire al vomito di entrare nel sistema respiratorio quando si verifica il vomito..

Se ti viene diagnosticata un'allergia al sole, devi seguire misure speciali per proteggere la pelle dalle forti radiazioni ultraviolette del sole e della stagione primaverile: indossa abiti chiusi, usa i filtri solari e fai la terapia vitaminica.

Solo un medico può diagnosticare un'allergia, determinare come trattarla, prescrivere un trattamento completo e verificarne l'efficacia.