Mancanza di respiro con asma bronchiale esogeno, endogeno e misto

Nutrizione

Nella maggior parte dei casi, la mancanza di respiro con asma appare completamente inaspettatamente. Lei progredisce molto velocemente. Ciò aumenta il rischio di asfissia..

Qual è la mancanza di respiro?

Dispnea con asma bronchiale esogeno, endogeno e misto può verificarsi con remissione. Questa condizione è divisa in diversi tipi:

  • inspiratorio - il paziente ha problemi con l'inalazione (può essere rilevato in presenza di malattie cardiache);
  • espiratorio: è difficile espirare una persona (si verifica un processo spasmodico nel sistema respiratorio);
  • misto - ci sono difficoltà con l'espirazione e l'inalazione (una condizione simile si verifica in presenza di raffreddori e altre malattie).

La difficoltà nel determinare il tipo può sorgere a causa di lamentele sfocate del paziente. Ciò si verifica con sintomi misti..

La dispnea è una specie di reazione a una significativa riduzione dell'ossigeno nel sangue. Per qualche tempo la respirazione non è disturbata. Quindi il paziente deve affrontare tali sintomi:

  • problemi con il lavoro del cuore (in presenza di malattie croniche, il ritmo può essere rotto da un minuto a un intero quindici minuti);
  • forte dolore alla testa;
  • la coscienza può essere oscura;
  • nausea (il vomito non accade quasi mai);
  • difficoltà a percepire i contorni degli oggetti;
  • davanti ai miei occhi un velo scuro.

Attenzione! Devi sbrigarti a contattare un pneumologo. Prescriverà o adeguerà il trattamento precedentemente prescritto. Se hai problemi cardiaci, devi contattare un cardiologo.

Nelle varie fasi della malattia, i sintomi possono variare in modo significativo. Per non commettere un errore con una varietà di condizioni, è necessario identificare i sintomi in modo affidabile.

Attenzione! Il metodo di trattamento dipende dal tipo di respiro corto. Con questo in mente, viene anche prescritto un corso di riabilitazione..

Le terapie rispondono a tutti i tipi di respiro corto. Se il respiro corto si ripresenta qualche tempo dopo il trattamento, il corso deve essere ripetuto, tuttavia, sono già necessari altri farmaci. La dispnea è sempre trattata con BA.

Quando si utilizzano farmaci adeguati, questa condizione non causerà gravi danni alla salute. Ma può verificarsi soffocamento. La mancata adozione di misure appropriate può provocare la morte..

L'asfissia indica la transizione dell'attacco allo stato asmatico. È indispensabile prevenire il contatto con l'allergene e non interrompere i farmaci anti-asma glucocorticosteroidi. Ciò può portare al blocco dei dotti bronchiali, a causa del quale il paziente non sarà in grado di respirare normalmente, inizierà a soffocare.

Inoltre, con lo stato asmatico, il ritmo cardiaco è disturbato, la pressione sanguigna spesso aumenta, a seguito della quale la pelle diventa blu, la pressione diminuisce, il paziente cade in qualcuno o sviene. Il corpo sta fallendo.

Attenzione! Non automedicare. Ciò può portare a risultati imprevedibili..

Cause di dispnea

AD è una patologia cronica. Un medico non può sempre diagnosticare accuratamente un disturbo. Al fine di prevenire le complicanze, è necessario conoscere chiaramente la causa della malattia.

La dispnea respiratoria e inspiratoria si verifica con l'asma per una serie di motivi:

  • allergia agli odori;
  • reazione negativa a polline di piante, peli di animali, polvere;
  • reazione a determinati tipi di cibo;
  • allergico ai cosmetici e / o ai prodotti per la pulizia della casa;
  • stress sistematico.

Attenzione! Indipendentemente dalla causa, è importante adottare immediatamente misure efficaci. Ciò eviterà conseguenze più gravi..

Come alleviare la mancanza di respiro?

La dispnea nell'asma deve essere trattata in modo completo. La terapia farmacologica deve essere prescritta da un medico. Vale la pena abbandonare i metodi popolari, perché non ti permetteranno di ottenere l'effetto desiderato e, in alcuni casi, tale trattamento può causare gravi danni.

Indipendentemente dalla natura della mancanza di respiro nell'asma bronchiale, non appena inizia l'attacco, è necessario effettuare le seguenti operazioni: fornire un flusso d'aria fresca, rilassare gli indumenti stretti, prendere una posizione comoda.

Il trattamento deve iniziare con l'inalazione di agonisti beta-adrenergici selettivi. Questo può essere "Berotek", "Salbutamol" e altri farmaci a breve durata d'azione. È importante seguire queste linee guida..

  • Non fare più di due "iniezioni" di seguito. La pausa dovrebbe durare venti minuti. Un numero maggiore di "iniezioni" non darà un effetto ancora maggiore, ma aumenterà l'effetto collaterale (variazioni della pressione sanguigna, della frequenza cardiaca, ecc.).
  • Non superare la dose giornaliera dell'inalatore. Da sei a otto respiri di uso continuo. Quantità maggiori comportano rischi per la salute.

L'ulteriore trattamento dipende direttamente dalle caratteristiche del decorso dell'AD e dalle condizioni generali del paziente. Con questo in mente, il medico prescrive i farmaci aggiuntivi necessari.

Attenzione! Con AD, devi assumere farmaci per la vita. Alcuni pazienti dovranno anche assumere farmaci ormonali, che includono glucocorticosteroidi.

Al fine di alleviare la condizione con asma bronchiale, è necessario ricorrere a determinate misure preventive.

  • Elimina l'allergene. Può essere, ad esempio, peli di animali o polvere domestica.
  • Mangia bene: non mangiare cibi fritti.
  • Evita il sovraccarico fisico ed emotivo del corpo.
  • Trattare correttamente le patologie infettive, la cui presenza può portare al broncospasmo.
  • Rifiuta alcol e sigarette.

Si prega di condividere questo materiale utile sui social network. Ciò consentirà a un numero ancora maggiore di persone di conoscere la mancanza di respiro nell'asma..

Dispnea espiratoria e inspiratoria della malattia

Mancanza di respiro - una sensazione di mancanza di respiro, che è accompagnata da vari disagi individuali, come mancanza di ossigeno e senso di oppressione al torace. Mentre con una maggiore attività fisica, una sensazione di mancanza di respiro è abbastanza normale, un attacco di mancanza di respiro con esercizi leggeri o a riposo è un sintomo di molte malattie gravi e un'occasione per consultare un medico.

Poiché la mancanza di respiro è un sintomo della mancanza di ossigeno, è spesso causata da un compromesso funzionamento del sistema cardiaco o respiratorio. Tuttavia, la respirazione è un processo fisiologico complesso, compreso il lavoro di molti sistemi di organi, quindi la causa della dispnea può essere anomalie neurologiche, muscoloscheletriche, endocrine, ematologiche e psichiatriche.

Una delle malattie più comuni, la cui manifestazione è la mancanza di respiro, è l'asma bronchiale..

varietà

Alcune persone con asma bronchiale sperimentano insufficienza respiratoria durante attacchi periodici, mentre altre sperimentano costantemente disagio di vari gradi di manifestazione.

Di solito la mancanza di respiro con asma disturba di notte, al mattino, lo sforzo fisico. Un attacco di asma bronchiale, accompagnato da mancanza di respiro, provoca allergeni, agenti irritanti, odore pungente, freddo, stress grave.

Si distinguono i seguenti tipi clinici di respiro corto:

  1. Dispnea respiratoria: l'incapacità di respirare correttamente l'aria. C'è un respiro sibilante, una tosse secca, un respiro rumoroso. La causa della dispnea inspiratoria è un restringimento del lume dei grandi bronchi e trachea sotto l'influenza di fattori di diversa natura.
  2. Dispnea respiratoria - respiro corto ed espirazione pesante; per mantenere la capacità di espirare l'aria, una persona deve usare i muscoli ausiliari della cintura della spalla. Si verifica con il restringimento del lume dei piccoli bronchi, lo spasmo delle cellule muscolari lisce dei bronchi, ad esempio, con il rilascio di quantità eccessive di espettorato, con edema a causa di una reazione allergica. Leggi anche le cause della mancanza di respiro con allergie..

La dispnea nell'asma bronchiale ha prevalentemente un carattere espiratorio, mentre si verifica la dispnea inspiratoria nell'asma bronchiale, ma molto meno spesso. Più spesso, la dispnea inspiratoria è un sintomo di anomalie cardiache, pleurite, alveorite, disfunzione del diaframma.

La combinazione di segni di dispnea espiratoria e inspiratoria è chiamata tipo misto, è più pericolosa e caratteristica di gravi gradi di sviluppo di malattie cardiovascolari e polmonari..

La dispnea respiratoria nell'asma si manifesta sotto forma di un attacco: una persona inizia a soffocare, respirando rumorosamente, con respiro sibilante e fischio, tosse e un piccolo espettorato.

La mancanza di ossigeno a causa di insufficienza respiratoria, causa debolezza, vertigini, pelle blu, palpitazioni cardiache. La dispnea può causare dolore al diaframma, a causa della tensione eccessiva.

Quando i farmaci broncodilatatori per inalazione (broncomimetici), il respiro corto scompare, i sintomi dell'attacco si fermano. Pertanto, si consiglia alle persone con asma di portare un inalatore.

In situazioni difficili, quando si utilizza l'inalatore, la respirazione non si normalizza, la mancanza di respiro è forte e le condizioni della persona non migliorano, è necessaria l'assistenza medica di emergenza.

Questa pericolosa condizione si chiama stato asmatico. La dispnea respiratoria nell'asma bronchiale è più comune a causa delle caratteristiche fisiologiche della respirazione. L'inalazione è un'azione più consapevole dell'espirazione passiva, senza sforzo.

Pertanto, i muscoli del torace, i muscoli intercostali hanno più familiarità con il compito di fare un respiro profondo piuttosto che spremere aria dal petto.

Trattamento di respiro corto

Il trattamento della dispnea viene effettuato solo dopo aver scoperto le cause del suo aspetto e redatto un piano di trattamento, che include il sollievo tempestivo dei sintomi e l'impatto sulla causa dei disturbi respiratori.
Il trattamento completo della dispnea nell'asma bronchiale comprende:

  1. L'uso di inalatori che possono espandere il lume dei bronchi e ripristinare la normale respirazione in un breve periodo di tempo. Broncomimetici correttamente selezionati e adeguatamente dosati non solo bloccano gli attacchi, ma possono anche ridurre la frequenza delle loro manifestazioni.
  2. Terapia volta a ridurre la sensibilità dei bronchi del paziente alle sostanze irritanti allergiche e non allergiche, a seconda del tipo di asma bronchiale.
  3. Farmaci combinati 24 ore su 24, inclusi glucocorticoidi in associazione con antagonisti della beta-2; alcuni dei farmaci più promettenti.
  4. Per fermare attacchi gravi di mancanza di respiro, vengono utilizzati oppioidi, con grave carenza di ossigeno (saturazione inferiore al 95%), viene utilizzato il trattamento con ossigeno..
  5. Trattamento ausiliario: esercizi di respirazione, passeggiate all'aria aperta, dieta speciale.

Cosa dovrebbe essere fatto se il paziente ha un attacco.

Trattamento dell'asma bronchiale a casa.

Una persona malata può ottenere l'esenzione dall'esercito e la disabilità.

Quali misure dovrebbero essere prese per prevenire la malattia.

Dispnea con attacco di asma bronchiale

Secondo le statistiche, quasi ogni quinto abitante del nostro pianeta affronta attacchi di asma bronchiale, indipendentemente dall'età. Questa è una grave malattia respiratoria di natura cronica. Si basa sul processo infiammatorio che si verifica a causa di determinati fattori, in particolare una reazione allergica. La patologia può verificarsi sia in forma lieve che può essere molto pericolosa. Tra i sintomi della malattia sono riportati più comunemente tosse secca, respiro sibilante, respiro sibilante e respiro corto. Per ulteriori informazioni sull'asma, vedere.

Dispnea nell'asma bronchiale

Il segno più pericoloso della malattia è mancanza di respiro. Questa sensazione di difficoltà respiratoria, accompagnata da sensazioni così spiacevoli come mancanza di ossigeno, spremitura del torace. I sintomi possono manifestarsi improvvisamente, progredire rapidamente e rappresentare un serio rischio per la salute del paziente. Gli attacchi di respiro corto si verificano a causa del restringimento degli spazi vuoti nei bronchi, la loro natura dipende dal gonfiore della mucosa del tratto respiratorio inferiore, che porta alla comparsa di una grande quantità di espettorato. Le allocazioni diventano molto viscose e difficilmente escono, questo spesso porta a una condizione come mancanza di respiro. Con l'asma bronchiale, come sintomo indipendente, è abbastanza raro, spesso è accompagnato da tali segni:

  • Debolezza e affaticamento costante
  • Temperatura corporea di basso grado
  • Aumento della sudorazione
  • Tosse secca, a volte con catarro
  • Dolore al petto.

In presenza di questa sintomatologia, è obbligatorio sottoporsi all'esame necessario e condurre un trattamento competente.

Qual è il pericolo di mancanza di respiro

Nella maggior parte dei casi, quando si assumono farmaci speciali, gli attacchi di dispnea provocati da questa malattia vengono rapidamente rimossi. Il più pericoloso è la mancanza di respiro, che con il trattamento può essere amplificata. Questa condizione provoca gravi attacchi di asma, che spesso provocano lo sviluppo di uno stato asmatico. Con esso, si verifica un blocco dei dotti bronchiali, la natura di questi disturbi provoca segni pericolosi che possono persino portare alla morte.

Per evitare ciò, si dovrebbe scoprire il motivo che ha causato mancanza di respiro, senza scoprire il fattore provocatorio, è quasi impossibile condurre una terapia di alta qualità.

Tipi di dispnea

Nell'asma bronchiale si distinguono due tipi principali di mancanza di respiro:

  • Inspirazione. Con questo tipo di paziente, il paziente non è in grado di fare un respiro normale, si verifica una tosse e quando si inala, si sente il respiro sibilante. La causa della visione inspiratoria è il restringimento dei bronchi e della trachea sotto l'influenza di determinati fattori.
  • Espiratorio. L'espirazione pesante è un sintomo di una forma espiratoria di dispnea, al fine di espirare il paziente deve fare uno sforzo. Questa condizione appare sullo sfondo di una reazione allergica o dell'accumulo di una grande quantità di espettorato. La forma espiratoria nell'asma bronchiale è molto più comune di quella inspiratoria. Spesso, appare con respiro rumoroso, respiro sibilante, tosse e talvolta una leggera produzione di espettorato. La mancanza di ossigeno porta a debolezza, vertigini, aumento della frequenza cardiaca e cianosi della pelle. Inoltre, è possibile il dolore al petto..

La dispnea espiratoria è divisa in diverse sottospecie:

  • Temporaneo. Si sviluppa temporaneamente con l'infiammazione in ampie sezioni dei polmoni e durante le convulsioni, una parte significativa dell'organo viene disconnessa dal processo respiratorio.
  • Costante. Questo tipo di respiro corto è cronico.
  • Ostruttivo. L'insufficienza respiratoria ostruttiva può essere osservata sia durante lo sforzo fisico, sia in posizione di riposo. Il motivo di questa condizione è la ventilazione compromessa.

In alcuni casi, è possibile una combinazione di sintomi di dispnea inspiratoria ed espiratoria, che è chiamato il tipo misto. Questa manifestazione è estremamente pericolosa per la salute e piena di gravi conseguenze..

Trattamento

Indipendentemente dalla natura della mancanza di respiro del suo tipo o tipo, la terapia deve essere prescritta solo da uno specialista altamente qualificato. Il punto più importante è stabilire la causa dell'attacco. Dopo aver determinato il fattore provocante, la terapia complessa include tali mezzi:

  • Inalatori a base di broncodilatatori. Questi farmaci sono in grado di espandere i bronchi e ripristinare la respirazione nel più breve tempo possibile, oltre a fermare gli attacchi, riducono anche la frequenza.
  • Antistaminici. Nel caso dello sviluppo di questo sintomo sullo sfondo di una reazione allergica, l'uso di tali farmaci riduce significativamente la sensibilità dei bronchi alle sostanze irritanti.
  • La combinazione di glucocorticoidi e antagonisti della beta-2.
  • Ossigenoterapia In caso di grave carenza di ossigeno, viene utilizzato il trattamento con ossigeno..

Si raccomandano esercizi respiratori speciali, esercizi di fisioterapia, passeggiate regolari e una corretta alimentazione come terapia aggiuntiva..

L'asma bronchiale è caratterizzata da attacchi di respiro corto.

Dispnea nell'asma bronchiale

Mancanza di respiro - difficoltà respiratoria, accompagnata da disagio allo sterno. Con intenso sforzo fisico, il fenomeno è considerato normale. Se la patologia si verifica a riposo o con movimenti misurati, questo indica varie malattie. La dispnea con asma può portare allo sviluppo di effetti collaterali e complicanze in un adulto o in un bambino.

Quale può essere mancanza di respiro con l'asma

  1. Espiratorio - respiro corto, espirazione laboriosa. La patogenesi dell'occorrenza sta nel restringimento del lume dei bronchioli, spasmo dei muscoli lisci.
  2. Inspiratorio - problemi con la normale inalazione di aria. Si verifica a causa del restringimento del lume di grandi bronchi, trachea.

La dispnea respiratoria nell'asma bronchiale può essere trovata più spesso che inspiratoria. Quest'ultimo tipo di solito si verifica con disturbi cardiaci, pleurite, alveolite, problemi al diaframma. Si verifica dispnea e tipo misto.

Manifestazioni cliniche

Per l'asma, i seguenti sintomi sono caratteristici:

Dolore nella parte inferiore del torace

  1. La condizione patologica si sviluppa sotto forma di convulsioni. Quando si assumono broncomimetici (farmaci che aiutano a rilassare le pareti dei bronchi), le difficoltà respiratorie scompaiono.
  2. Con respiro corto prolungato, il diaframma si stringe. Per questo motivo, il dolore si verifica nello sterno inferiore.
  3. Con un attacco, appare una tosse, un sentimento di congestione. Alla fine del soffocamento, l'espettorato vitreo e viscoso fuoriesce in piccoli volumi..
  4. La mancanza di respiro di solito si verifica a contatto con allergeni (peli di animali, fiori, ecc.).
  5. La dispnea è spesso accompagnata da eruzioni cutanee sull'epidermide..

Se si verificano questi sintomi, consultare un medico. Una condizione patologica può acquisire uno stato asmatico. Procede come un normale attacco, ma non scompare nemmeno quando si assumono farmaci. Il paziente può cadere in coma o morire.

Diagnostica

La dispnea si verifica con altre malattie. Per determinare che la condizione patologica è provocata proprio dall'asma bronchiale, il medico pone una serie di domande:

  • se la tosse è presente di notte;
  • se si sente respiro sibilante;
  • La condizione peggiora al contatto con allergeni?
  • Il malessere aumenta con lo sforzo fisico;
  • La condizione patologica scompare dopo l'assunzione di farmaci anti-asma?.

Se almeno una domanda ha una risposta positiva, c'è motivo di sospettare che il paziente abbia l'asma bronchiale. Il medico prescrive una diagnosi più accurata:

  • presa di storia;
  • prelievo di campioni allergici, determinazione delle IgE;
  • esame dell'espettorato al microscopio;
  • identificazione di cambiamenti nelle funzioni della respirazione esterna;
  • esame clinico;
  • radiografia e tomografia computerizzata;
  • test con broncodilatatori;
  • test cutanei per allergeni.

Solo dopo che sono state prese misure diagnostiche, il medico fa una diagnosi di asma e prescrive un trattamento efficace.

Metodi di trattamento

La terapia combinata include:

  1. Inalazioni: allargare i lumi dei bronchi in breve tempo, alleviare lo spasmo, normalizzare il processo respiratorio. La procedura può ridurre il numero di convulsioni..
  2. Terapia volta a ridurre la suscettibilità dei bronchi agli stimoli esterni.
  3. Assunzione di farmaci combinati, glucocorticoidi in tandem con antagonisti.
  4. L'uso di oppioidi per sopprimere le convulsioni gravi. Con l'ipossia, viene prescritto il trattamento con ossigeno.
  5. Inoltre, fanno esercizi di respirazione, fanno lunghe passeggiate, seguono una dieta.

Eventuali farmaci vengono utilizzati solo dopo aver consultato un medico. Solo lui è in grado di scegliere una medicina con un meccanismo d'azione adeguato. L'assunzione incontrollata di farmaci porta a effetti avversi, aggrava le condizioni del paziente.

Perché è importante consultare un medico?

Non puoi auto-medicare con l'asma. Ciò può portare a gravi complicazioni e conseguenze irreversibili, compresa la morte. Se compare mancanza di respiro, è necessario fissare un appuntamento con un pneumologo. Condurrà esami e farà riferimento, se necessario, a medici di specialità correlate:

  • cardiologo;
  • allergologo;
  • gastroenterologo;
  • endocrinologo.

È impossibile eliminare completamente l'asma bronchiale, ma le convulsioni possono essere controllate. È molto importante non iniziare una condizione patologica e visitare regolarmente un pneumologo.

Etnoscienza

Per il trattamento della dispnea inspiratoria nell'asma, la seguente prescrizione alternativa può essere utilizzata come metodo ausiliario:

  • mescolare timo, mora, motherwort, woodruff, cannella (in un rapporto di 2: 5: 4: 4: 3);
  • raccolta per acqua bollente;
  • insistere per 40 minuti;
  • prendere durante il giorno invece del tè.

Puoi trattare la dispnea espiratoria con asma nel seguente metodo popolare:

  • versare quattro cucchiai di foglie di mirtillo con 0,7 litri di acqua bollente;
  • lasciare per tre ore;
  • filtrare, aggiungere un cucchiaino di miele;
  • bere qualcosa durante il giorno.

Qualsiasi metodo di trattamento non convenzionale è concordato con uno specialista. Ciò contribuirà ad evitare conseguenze indesiderabili. Ad esempio, allergie cutanee.

previsione

Con l'asma atopico del primo o del secondo stadio, se l'allergene viene determinato e il contatto con esso viene interrotto, si verifica una remissione stabile. Il paziente diventa disabilitato solo nella fase acuta. Le vittime in questo caso sono rare. La disabilità è completamente persa con la natura prolungata della condizione patologica, se la bronchite cronica e altre complicazioni si uniscono all'asma.

L'asma allergico-infettivo è più complicato. Le fasi di remissione sono rare. Con la grave natura della malattia e l'aggiunta di complicanze, la prognosi è scarsa. Al paziente viene assegnato un gruppo di disabilità, già da due a tre anni dopo l'insorgenza della malattia. Con lo stato asmatico, tutto può finire con la morte..

Prevenzione

Misure preventive primarie:

  • condizioni ambientali favorevoli;
  • pulizia frequente delle stanze, il numero minimo di oggetti che raccolgono polvere;
  • rispetto dei requisiti di igiene personale;
  • mancanza di animali domestici (se sono ancora lì, la custodia degli animali dovrebbe essere pulita);
  • l'uso di articoli per la casa ipoallergenici;
  • dieta bilanciata;
  • uso minimo di deodoranti, profumi e altri prodotti aromatici;
  • rifiuto di sigarette;
  • assumere farmaci solo dopo la nomina di un medico;
  • eliminazione delle manifestazioni allergiche nel più breve tempo possibile, determinazione dell'irritante;
  • trattamento tempestivo delle malattie respiratorie;
  • HLS (praticare sport, indurire, camminare);
  • vacanze termali al mare o in montagna.

Misure di prevenzione secondarie:

Smettere di fumare

  • trattamento tempestivo delle condizioni patologiche dei polmoni, bronchi;
  • un rifiuto completo dei prodotti del tabacco, dell'alcool;
  • pulizia giornaliera bagnata;
  • prevenzione del contatto con animali, anche con pesci d'acquario (sono presenti allergeni nei loro alimenti);
  • cautela nelle piante da fiore;
  • evitare le punture di insetti;
  • esclusione dal menu di prodotti allergenici;
  • procedure di massaggio terapeutico;
  • esercizi di respirazione, inalazioni;
  • agopuntura, profilassi a base di erbe, grotte di sale;
  • vacanze termali.

Le misure di prevenzione primaria e secondaria sono strettamente intrecciate e riducono la probabilità di asma e quindi mancanza di respiro.

Pericolo di mancanza di respiro

La mancanza di respiro non rappresenta una minaccia per la salute o la vita, in quanto è solo una manifestazione della malattia. Il sintomo viene facilmente eliminato con i farmaci. È necessario emettere un allarme quando la mancanza di respiro si intensifica e provoca attacchi di soffocamento sullo sfondo delle misure terapeutiche eseguite. Ciò indica che la condizione patologica diventa asmatica, rappresentando una minaccia per la vita..

Una panoramica completa dei sintomi dell'asma bronchiale negli adulti: dispnea espiratoria, natura dell'espettorato e altri disturbi

La malattia infiammatoria cronica del tratto respiratorio - asma bronchiale - può manifestarsi in una persona di qualsiasi età, compresi i bambini. I pazienti nella fascia di età più giovane degli ultimi 2 decenni stanno ricostituendo sempre più i ranghi degli asmatici, che, secondo l'OMS, numero 235 milioni di persone.

I farmaci moderni possono mantenere le condizioni dei pazienti a livello di remissione stabile ed eliminare completamente l'uso di farmaci per il sollievo delle forme acute della malattia. Questo, a sua volta, consente a una persona di condurre una vita abbastanza attiva con un rischio minimo di complicanze. Sospettare lo sviluppo della patologia dell'asma bronchiale, i cui sintomi difficilmente possono essere definiti specifici, consentono le caratteristiche del suo decorso.

Sintomi negli adulti

Nonostante il fatto che la controversia che circonda la patogenesi dell'asma bronchiale (BA) non si fermi negli ambienti medici, una cosa è certa: questa malattia nella maggior parte dei casi si manifesta come segni di soffocamento. Il processo infiammatorio, di regola, si sviluppa gradualmente, spesso a partire dal tratto respiratorio superiore. Ecco perché i primi sintomi dell'asma bronchiale negli adulti e nei bambini sono spesso simili ai raffreddori..

Manifestazione precoce della malattia

Ogni asmatico può dire a modo suo quali sono i sintomi dell'asma bronchiale a modo suo, indicando il più delle volte fattori provocatori completamente diversi: contatto con un allergene, shock emotivo, ipotermia, attività fisica e altri.

Non ogni asma è di natura strettamente allergica. Nell'eziologia dell'asma, un'allergia infettiva e altre cause, che servono come base per lo sviluppo di varie forme di asma bronchiale, occupano una proporzione non inferiore:

Esiste anche una forma di tosse di AD, che è ancora oggetto di studio da parte di pneumologi e si manifesta solo come sintomo di tosse parossistica cronica. A proposito verrà detto separatamente.

Nella maggior parte delle forme di asma bronchiale, il sintomo principale che mostra un processo asmatico nei polmoni è un attacco d'asma: mancanza di aria, mancanza di respiro, respiro sibilante o sibilante nei bronchi, mancanza di respiro o dispnea.

Come inizia l'attacco?

A seconda dei fattori provocatori, i sintomi dell'asma bronchiale negli adulti iniziano come un attacco di rinite allergica dopo il contatto con un allergene, una tosse "fredda" o mancanza di respiro dopo uno sforzo fisico. Nel primo caso, il paziente ha:

Arrossamento della sclera oculare e lieve gonfiore delle palpebre;

· Starnuti continui e grave rinorrea (abbondante escrezione di muco acquoso);

Una sensazione di mancanza d'aria e un graduale aumento della mancanza di respiro.

La mancanza di respiro con asma è dovuta all'ostruzione dei bronchi, che si verifica a seguito di:

Spasmo dei muscoli lisci dei bronchi;

Gonfiore della mucosa bronchiale;

Iperfunzione delle ghiandole secretorie, con conseguente produzione eccessiva di muco e parziale ostruzione del lume dei bronchi.

Un attacco di asma bronchiale spesso inizia con una tosse improduttiva o con una tosse scarsamente in partenza. Di norma, sta crescendo in natura, il respiro sibilante viene rilevato al culmine della sua intensità, inizia la mancanza di respiro e il broncospasmo, la respirazione diventa aritmica.

Quando inizia il graduale scarico dell'espettorato, è consuetudine parlare dell'inizio di un periodo di sviluppo inverso, il respiro sibilante e la tosse diminuiscono e un attacco di soffocamento gradualmente svanisce. Le esacerbazioni di forme gravi di asma bronchiale, i cui sintomi sono parossismi di soffocamento, sono irreversibili e non possono essere interrotte senza agenti broncodilatatori.

Nella fase iniziale, gli attacchi sono reversibili, cioè si fermano da soli, senza l'uso di broncodilatatori.

Tipo di respirazione

Poiché i bronchi si restringono durante un attacco di asma bronchiale, la respirazione del paziente diventa convulsa, con un respiro acuto e breve e una lunga espirazione. Tuttavia, la durata dell'espirazione non significa la sua utilità, al contrario, una persona sembra provare resistenza al flusso di aria espirata all'interno. Come notato sopra, questo è dovuto all'edema del rivestimento epiteliale dei bronchioli, al broncospasmo e, meno comunemente, all'ipersecrezione di espettorato.

A causa dell'aumento della resistenza al flusso d'aria durante la fase di espirazione, l'aria viene intrappolata nei polmoni, causando un appiattimento del diaframma e un aumento dell'intensità degli organi respiratori. Questo tipo di respirazione nell'asma bronchiale è chiamato toracico superiore, poiché il torace è costantemente nella posizione inspiratoria..

Mancanza di respiro come sintomo principale

Il sintomo principale, o principale, dell'asma è la mancanza di respiro. Ha un carattere espiratorio, causato da una sensazione di soffocamento nel tratto respiratorio inferiore, accompagnato da un fischio o sibilo caratteristico, udibile a una certa distanza dal paziente. Il soffocamento con asma è anche accompagnato da altri sintomi negli adulti, indipendentemente dalle cause dell'attacco:

Cianosi lieve (pelle blu) o pallore;

Allungamento visivamente evidente ed espansione del torace.

Respirazione rumorosa con respiro corto - i principali sintomi di un attacco di asma bronchiale.

Difficile da inalare o espirare?

Per differenziare tra diversi tipi di dispnea, è necessario sapere quale dispnea è caratteristica dell'asma bronchiale e quale - per malattie cardiache e altre patologie. La principale differenza tra la dispnea bronchiale è che in AD è difficile espirare (dispnea espiratoria) e per le patologie del cuore, incluso l'asma cardiaco, è l'inalazione (dispnea inspiratoria). In entrambi i casi, la dispnea è accompagnata da respiro sibilante o respiro sibilante..

wheezing

Uno dei primi precursori dello sviluppo di asma bronchiale può essere considerato respiro sibilante, che appare in risposta all'attività fisica, contatto con allergeni e altre sostanze irritanti. Sono causati da difficoltà nello scarico dell'espettorato, dal ristagno della secrezione delle vie aeree e dal loro restringimento. Il respiro sibilante può anche apparire di notte durante il sonno, costringendo una persona a prendere una posizione verticale e tossire.

Tosse

Sono noti i seguenti fatti sulla forma di tosse dell'asma bronchiale con sintomi caratteristici:

La tosse parossistica cronica è il principale e talvolta l'unico sintomo di questa forma di AD;

· Tra i pazienti con tosse cronica, in circa il 25% dei casi, viene diagnosticata una variante della tosse di asma bronchiale (CVA);

Nei pazienti con una versione di tosse diagnosticata dell'asma, i rantoli asmatici si sviluppano in circa il 30% dei casi.

La diagnosi di CVA è difficile a causa della somiglianza dei sintomi con segni di oltre 50 diverse forme nosologiche, tra cui bronchiectasie, embolia polmonare, BPCO, malattie cardiache e cancro laringeo. La terapia antiipertensiva è anche un frequente provocatore della tosse cronica, se nel suo regime vengono utilizzati inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE-inibitori)..

I test di laboratorio non danno la sicurezza esatta, poiché l'eosinofilia (un aumento del contenuto di eosinofili nel sangue o nell'espettorato), caratteristica dell'asma bronchiale, è anche caratteristica della bronchite eosinofila non asmatica.

Anche la spirografia, che consente di valutare il grado di restringimento dei bronchi, non è sempre in grado di confermare la diagnosi, poiché nella maggior parte dei casi l'ostruzione bronchiale non viene rilevata.

A causa dell'assenza di sintomi caratteristici (respiro sibilante, respiro corto, soffocamento) con una tosse di asma bronchiale, non c'è altro da fare che controllare l'effetto dei broncodilatatori e dei corticosteroidi per via inalatoria su una tosse cronica. Fondamentale per confermare la natura asmatica della tosse persistente è la risposta del corpo alla terapia anti-asma standard.

La natura dell'espettorato

Nonostante l'iperattività dell'apparato respiratorio osservata durante un attacco di asma bronchiale, l'espettorato abbondante non è caratteristico degli episodi di esacerbazione. Le secrezioni bronchiali viscose di solito non schiariscono la gola, rendendo ancora più difficile la respirazione del paziente. Nel periodo di sviluppo inverso, può apparire espettorazione, mentre l'espettorato ha l'aspetto di coaguli rotondi trasparenti (come le uova) con impurità dell'aria, a volte con vene biancastre.

L'espettorato asmatico (in assenza di un processo infettivo nei polmoni) non ha odore e impurità di pus.

Posizione forzata di una persona malata

Valutando le condizioni di una persona con un attacco di asma bronchiale, il medico attira l'attenzione su un segno come la posizione forzata del paziente, chiamata in questo caso ortopnea.

1. Una persona non può essere in posizione orizzontale e nemmeno sedere in posizione verticale.

2. Per facilitare la respirazione, sceglie una posizione con il corpo inclinato in avanti, appoggiando i gomiti sulle ginocchia o afferrando le mani sul sedile di una sedia.

3. Le vene cervicali si gonfiano durante l'espirazione, il viso assume un aspetto gonfio.

4. In un attacco grave, puoi notare la tensione muscolare che aiuta a espirare per far fronte alla resistenza.

Una persona può assumere una posizione normale solo dopo una completa estinzione dell'attacco.

Altre lamentele

Oltre alla tosse e alla mancanza di respiro, i pazienti con asma bronchiale possono avere altri sintomi e disturbi causati da una ridotta ossigenazione (ossigenazione) di tessuti, cuore e cervello. Questi sintomi non sono specifici e sono individuali per diverse forme e fasi della malattia..

Tavolo. Manifestazioni aggiuntive di asma bronchiale

Non tutti i pazienti con asma bronchiale presentano i sintomi sopra elencati o si manifestano, ma non tutti. Ad esempio, eruzioni allergiche e gonfiore si verificano contemporaneamente a un attacco di soffocamento in pazienti con una forma allergica durante un attacco causato dal contatto con un allergene. Vertigini e svenimenti si verificano in gravi attacchi che portano all'ipossia cerebrale. Il dolore cardiaco è caratteristico degli asmatici con un sistema cardiovascolare indebolito.

Conclusione

1. L'asma bronchiale è una malattia infiammatoria cronica dei bronchi, i cui sintomi principali sono mancanza di respiro, broncospasmo e attacchi di asma.

2. I sintomi di AD non sono specifici, poiché si verificano in altre patologie polmonari, cardiache e di altro tipo..

3. A seconda della forma della malattia durante l'esacerbazione e durante il periodo di remissione, l'asma può essere accompagnato da ulteriori segni non specifici a causa della ridotta ossigenazione.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti Like e iscriviti al canale per non perdere nuovo materiale!

Le informazioni pubblicate sul canale Zen sono solo indicative. Assicurati di consultare uno specialista..

Dispnea nell'asma bronchiale: tipi, diagnosi, trattamento

La mancanza di respiro è familiare alla maggior parte delle persone. Di solito accompagna uno sforzo fisico acuto e significativo: corsa, camminata veloce di una persona non allenata, salire le scale di diversi piani con il peso in mano. In questo caso, si sentono difficoltà nella respirazione e disagio nello sterno. Una tale mancanza di respiro passa rapidamente quando una persona ritorna in uno stato di riposo.

Mancanza di respiro con sforzo fisico misurato o a riposo è uno dei segni principali e evidenti dell'asma bronchiale. Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, appare di rado e per un breve periodo, ma col tempo complica sempre di più la vita del paziente. Ma la mancanza di respiro non è sempre un segno di asma.

Tipi di dispnea

I medici condividono diversi tipi di respiro corto. Hanno preso il loro nome dal processo in cui la respirazione è la più difficile:

  • La dispnea respiratoria è diversa in quanto è difficile per una persona fare un respiro. Ciò si verifica più spesso con il restringimento del lume della trachea e dei grandi bronchi. È noto per problemi del sistema cardiovascolare..
  • La dispnea espiratoria comporta un respiro corto e difficoltà a espirare. Molto spesso, indica la presenza di segni di asma bronchiale. È causato da spasmi muscolari lisci che si verificano nel sistema respiratorio a causa del restringimento del lume dei bronchioli..
  • Mancanza di respiro mista si verifica anche nei pazienti. Si manifesta sia durante l'inspirazione che durante l'espirazione. In genere, tale mancanza di respiro indica raffreddori o altri processi infiammatori, riscontrati in pazienti con asma bronchiale.

Ma in pratica, a volte è difficile distinguere un tipo di mancanza di respiro da un altro. Dipende dal fatto che il paziente non è sempre in grado di formulare correttamente i propri sentimenti. Inoltre, la natura della dispnea nell'asma bronchiale nelle diverse fasi dell'insufficienza respiratoria può cambiare, non consentendo di stabilire correttamente il tipo di dispnea..

Dispnea espiratoria

Con questo tipo di dispnea nell'asma bronchiale, il paziente deve usare i muscoli brachiali per facilitare l'espirazione. La respirazione diventa rumorosa con respiro sibilante e fischi. Una tosse inizia con un leggero espettorato. L'espirazione rispetto all'inalazione è più lunga.

A causa dell'insufficiente quantità di ossigeno che il paziente non riesce a respirare completamente, compaiono vertigini, debolezza, tachicardia e pelle blu. C'è dolore e disagio nel diaframma. Per evitare il soffocamento, il paziente è costretto a sdraiarsi in modo che la sua testa sia il più bassa possibile.

Mentre ascolti il ​​paziente, ci sono fischi e ronzii sull'espirazione, che possono essere ascoltati anche senza strumenti.

Questo tipo di respiro corto è di diversi tipi:

  • Si verifica temporaneamente in pazienti con polmonite con gravi danni a gran parte del polmone. Osservato a riposo. Dopo il trattamento e la normalizzazione, la condizione scompare;
  • Si osserva una costante in presenza di malattie croniche;
  • L'ostruzione è associata a una ventilazione polmonare compromessa. A causa della ridotta pervietà dei bronchi, resiste al movimento dell'aria nei polmoni. Osservato in movimento ea riposo.

Processo di mancanza di respiro

Le cause della mancanza di respiro possono essere diverse e dipendere da ciò che ha causato specificamente lo sviluppo dell'asma. In un paziente sotto l'influenza di allergeni, sostanze nocive, la mucosa del tratto respiratorio si infiamma. A volte la causa dell'attacco può essere un'eccitazione grave, spesso - uno sforzo fisico pesante.

L'espettorato si forma all'interno del tratto respiratorio, che ha una consistenza densa ed è scarsamente escreto. Nel tempo, i tessuti si allentano, si deformano e il passaggio delle vie aeree diminuisce. Come risultato di uno spasmo, i passaggi delle vie aeree si restringono bruscamente, l'aria non può passare liberamente, trasportando ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti del corpo. La respirazione diventa difficile, si verificano problemi durante l'espirazione.

Il paziente inizia a tossire, mentre il muco non scompare. Da una mancanza di aria e una forte diminuzione della quantità di ossigeno nel sangue, inizia a soffocare. La pelle diventa cianotica..

Sintomi di dispnea nell'asma

I principali sintomi di mancanza di respiro con asma:

  • Forma parossistica (esordio acuto e rapido, non prevedibile)
  • Insufficienza respiratoria durante l'espirazione. Dalla tensione del diaframma, il dolore appare sotto lo sterno.
  • Inizia la tosse, sensazione di soffocamento e incapacità di tossire
  • Cefalea acuta e acuta, che può raggiungere l'appannamento della coscienza. Ciò si verifica a causa di insufficiente apporto di ossigeno al cervello..
  • Insorgenza nausea parossistica. Nessun vomito.
  • Oscuramento degli occhi, invertire i colori (il bianco diventa verde), percezione alterata degli oggetti.
  • A volte compaiono eruzioni cutanee
  • Le sensazioni dolorose passano dopo l'assunzione di farmaci che rilassano le pareti dei bronchi (broncomimetici).

Nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia, tali segni potrebbero non esserlo. A volte si nota anche una forma di tosse di questa malattia, in cui la mancanza di respiro può non verificarsi per diversi anni. È più comune nei bambini. Ma può essere osservato negli adulti. Senza trattamento, la forma della tosse diventa un vero e proprio asma in piena regola.

Se compaiono i sintomi di cui sopra e si verificano più di una volta, ma periodicamente si ripetono, intensificandosi, è necessario consultare un pneumologo. È importante dirti cosa stai provando..

Il medico pone le seguenti domande:

  • Ci sono attacchi di tosse di notte?.
  • Senti respiro sibilante.
  • Il contatto con gli allergeni peggiora?.
  • Le condizioni fisiche peggiorano più gravemente.
  • L'attacco scompare dopo aver assunto farmaci anti-asma?.

Se almeno una delle risposte è affermativa, c'è il sospetto di contrarre l'asma. Se il trattamento viene eseguito adeguatamente, dopo un po 'gli attacchi di respiro corto diventano meno frequenti. Il mal di testa e la nausea scompariranno e le palpitazioni cardiache saranno notate solo durante l'attività fisica.

Cuore polmonare

Se il trattamento non viene avviato in tempo o viene eseguito in modo errato, ciò può portare alla formazione di una grave complicazione: un cuore polmonare. In questo caso, le arterie polmonari si restringono e il ventricolo destro si espande. La malattia è difficile da trattare. Ciò è dovuto a disordini metabolici dovuti a un'insufficiente diminuzione dei livelli di ossigeno, una forte riduzione dell'immunità. La complicazione porta al fatto che la mancanza di respiro può verificarsi anche a riposo. Allo stesso tempo, ci sono dolori nel cuore, che danno nella parte posteriore, si verificano crampi alle gambe.

La mancanza di respiro indica che le seguenti complicanze si sono unite all'asma:

  • Polmonite;
  • Enfisema;
  • Con un raffreddore con una rotta complicata;
  • Influenza.

Diagnostica

Prima i medici determinano il tipo di respiro corto, migliori sono le prospettive di trattamento. Un medico esperto stabilirà una diagnosi basata sull'esame e l'interrogatorio del paziente. Ma i sintomi di diversi pazienti possono variare e dipendere dall'età del paziente e da altre malattie che ha..

Per chiarire la diagnosi, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • Prendono esami del sangue, delle urine e dell'espettorato. Ciò rileverà la possibile infiammazione e determinerà il tipo di agente patogeno..
  • I raggi X ti consentono di trovare aree ombreggiate e capire se le dimensioni del sistema respiratorio.
  • Ultrasuoni, tomografia computerizzata.
  • I campioni per vari allergeni consentono di determinare a cosa il corpo reagisce con un attacco e mancanza di respiro.
  • Spirometria.
  • Test cutanei per allergeni.
  • Determina lgE.
  • Identificazione di cambiamenti nella funzione respiratoria.
  • Test con broncodilatatori.

Trattamento

I principali metodi di trattamento della dispnea nell'asma bronchiale sono considerati terapeutici. Usa inalatori e medicinali. L'operazione viene eseguita solo in casi estremi..

  • Gli inalatori facilitano il rilascio di farmaci nell'area interessata. L'uso di bombolette spray compatte consente di portarle con sé per lavorare o fare viaggi.
  • Mucolitici ed espettoranti migliorano il flusso di muco.
  • Tasse medicinali e rimedi popolari aiutano ad accelerare il processo di trattamento.

Devi cambiare il tuo stile di vita. Eliminare il contatto con sostanze allergeniche, rimuovere regolarmente la polvere con un aspirapolvere, eseguire la pulizia a umido. Rifiuta le cattive abitudini, in particolare il fumo. Una o due volte all'anno, conduci un corso di trattamento in resort in regioni ecologicamente pulite, vicino al mare, in montagna o nella foresta.

Dispnea. Attacco asmatico

Mancanza di respiro (violazione della frequenza e della profondità della respirazione) in quei casi in cui si manifesta improvvisamente, aumenta rapidamente, rappresenta una minaccia di asfissia o è nella natura di un attacco d'asma, è un sintomo importante di malattie respiratorie acute e circolatorie che richiedono cure di emergenza. La mancanza di respiro soggettiva viene percepita dal paziente come mancanza di aria, sensazione di oppressione al petto, ansia. La mancanza di respiro oggettiva si manifesta con un aumento della frequenza e della profondità dei movimenti respiratori.

patogenesi.

Le malattie in cui si sviluppa la mancanza di respiro sono associate a danni al sistema respiratorio (tipo ostruttivo o restrittivo), cardiovascolare e del sistema nervoso centrale.

I disturbi respiratori ostruttivi sono violazioni della capacità di ventilazione dei polmoni, che si basano su una maggiore resistenza al movimento dell'aria attraverso il tratto respiratorio, cioè violazioni della conduzione bronchiale. Il tipo ostruttivo di dispnea si manifesta anche a riposo, si sviluppa con bronchite, asma bronchiale, enfisema, corpi estranei del tratto respiratorio. La respirazione è difficile e lenta, specialmente durante l'espirazione.

In caso di restringimento acuto del tratto respiratorio superiore, principalmente della laringe, della trachea dovuta al gonfiore della mucosa con il suo gonfiore acuto, l'ingestione di un corpo estraneo, la compressione da un tumore o un infiltrato infiammatorio, la mancanza di respiro è spesso combinata con una tosse che abbaia secca e un cambiamento della voce. In caso di arresto respiratorio improvviso e cianosi, è necessario tenere sempre presente la possibilità di ostruzione delle vie aeree. Respirazione dello stridore rivelata obiettivamente (respiro sibilante, che si verifica principalmente durante l'ispirazione). Lo stridore differisce dall'asma bronchiale per volume, occorrenza e predominanza durante l'ispirazione.

Gli attacchi di dispnea espiratoria, il soffocamento sono il sintomo principale dell'asma bronchiale. Al centro di un attacco d'asma ci sono uno spasmo di piccoli bronchi e un "gonfiore della mucosa che impedisce il movimento dell'aria. Un attacco di asma bronchiale è caratterizzato da una difficile espirazione allungata con molti sibili, spesso uditi a distanza. L'attacco è di solito accompagnato da una tosse, inizialmente secca e alla fine - con la separazione dell'espettorato viscoso, la sudorazione, spesso un aumento della pressione sanguigna.

La costante mancanza di respiro, lo sviluppo di un subacuto, di solito accompagna la bronchiolite - infiammazione dei bronchi piccoli e più piccoli. La dispnea con bronchiolite è mista in natura, combinata con cianosi e un'abbondanza di rantoli umidi di diverse dimensioni su tutta la superficie dei polmoni. Tuttavia, a differenza della dispnea nelle malattie cardiache, con la bronchiolite, il paziente, nonostante la dispnea, si trova liberamente in orizzontale.

I disturbi respiratori restrittivi sono violazioni della capacità di ventilazione dei polmoni a causa di processi che limitano l'espansione dei polmoni e si sviluppano con pneumofibrosi, pneumotorace, polmonite estesa, atelettasia polmonare. Nelle malattie dei polmoni e della pleura, l'insorgenza improvvisa di mancanza di respiro può essere dovuta a una significativa riduzione della superficie respiratoria dei polmoni o all'irritazione della pleura con una diminuzione del volume dei movimenti respiratori. Di solito entrambi i meccanismi lavorano insieme. Questa è la patogenesi della dispnea nella polmonite croupous, infarto polmonare, pleurite essudativa con un grande versamento e pneumotorace spontaneo con subsidenza, polmone sul lato interessato.

Clinica

La mancanza di respiro può svilupparsi acutamente entro poche ore (con pneumotorace spontaneo, infarto polmonare) o subacuta entro pochi giorni (con polmonite cronica, pleurite essudativa). Con queste malattie, la mancanza di respiro è spesso associata a dolore al petto durante la respirazione, tosse, a volte con emottisi, gonfiore delle ali del naso, ritardo del lato malato durante la respirazione. La mancanza di respiro è permanente e più pronunciata all'altezza della malattia. La frequenza respiratoria dipende dalle dimensioni dell'area interessata del polmone e dal grado di compressione del polmone da parte dell'essudato o dell'aria. La gravità della mancanza di respiro di solito corrisponde alla gravità delle condizioni del paziente. Un forte aumento della mancanza di respiro costante precedentemente esistente in pazienti con insufficienza respiratoria cronica con enfisema, pneumosclerosi, che si verifica quando si aggravano la polmonite, la pleurite, l'esacerbazione della malattia bronchiectatica, spesso richiede anche cure di emergenza.

La mancanza di respiro, che si sviluppa con la polmonite negli anziani, è spesso uno dei principali segni della malattia, specialmente nei casi in cui la polmonite si manifesta sullo sfondo di gravi malattie somatiche o neurologiche negli anziani indeboliti e inattivi. A causa dell'alterata reattività, la presenza di gravi malattie vascolari e cardiache, altre manifestazioni di polmonite (febbre, tosse, ecc.) Sono spesso assenti o si verificano troppo tardi. Solo la mancanza di respiro in combinazione con aumento della letargia, adynamia, indifferenza in assenza di peggioramento della malattia di base provoca sospetta polmonite, in cui le persone anziane hanno sempre bisogno di un vigoroso trattamento di emergenza.

Una lesione al torace con danno alle costole può anche essere accompagnata da mancanza di respiro a causa della limitazione dei movimenti respiratori a causa di un forte dolore. In questi casi, è spesso possibile notare le tracce esterne del livido, di solito viene rilevato un chiaro dolore locale alla palpazione dell'area del livido, a volte durante la palpazione - segni di frattura delle costole. Mancanza di respiro e dolore durante la respirazione sono combinati con un aumento del dolore durante le svolte, i movimenti e un cambiamento nella posizione del corpo. Va tenuto presente che anche una lesione toracica non penetrante può portare allo sviluppo di emmo e pneumotorace, che, naturalmente, è accompagnato dalla comparsa di grave mancanza di respiro.

Il respiro affannoso improvviso, combinato con dolore acuto al torace e cianosi, è il sintomo più importante di una condizione così terribile come la tromboembolia nel sistema dell'arteria polmonare. Va tenuto presente che la tromboembolia nei rami dell'arteria polmonare non è sempre accompagnata dalla formazione di infarto polmonare o si sviluppa infarto polmonare e, di conseguenza, viene rilevato più tardi, diversi giorni dopo il disastro. La fonte dell'embolia polmonare è di solito i coaguli di sangue delle vene degli arti inferiori, del bacino, trombosi postoperatoria. Un forte deterioramento della condizione, l'insorgenza improvvisa di mancanza di respiro in assenza di ortopnea, dolore toracico acuto, cianosi, segni di insufficienza cardiaca ventricolare destra nei pazienti nel periodo postoperatorio, nei pazienti con tromboflebite, nelle donne con metroendometrite dopo il curettage della cavità uterina dovrebbero sempre essere pensati sulla possibilità di tromboembolia arterie polmonari. I dati degli studi elettrocardiografici e radiologici a volte ci permettono di chiarire questo assunto.

La base della mancanza di respiro a causa di malattie cardiache è una violazione della contrattilità del miocardio con lo sviluppo di ristagno nella circolazione polmonare; un ulteriore fattore è l'ipossia del centro respiratorio. Le cause più comuni di insufficienza cardiaca sono le malattie coronariche (infarto del miocardio o cardiosclerosi postinfartuale), lesioni valvolari del cuore di varia origine, disturbi del ritmo, crisi ipertensive; il chiarimento della natura della malattia di base consente di diagnosticare rapidamente e correttamente. Mancanza di respiro - un sintomo di un'emergenza nelle malattie cardiache - può verificarsi durante l'esercizio o in posizione orizzontale sotto forma di attacchi acuti di soffocamento e costante respiro corto. Spesso, varie forme di dispnea cardiaca si intrecciano e si passano l'una nell'altra. Nell'insufficienza cardiaca, le difficoltà respiratorie o il respiro corto misto sono più caratteristici, ma in pratica i pazienti raramente possono valutare in modo indipendente la natura del respiro corto. Un'altra caratteristica è una posizione elevata forzata: l'ortopnea. Un esame obiettivo di questi pazienti rivela gravi anomalie cardiache e rantoli umidi sulle regioni inferiori dei polmoni, simmetrici su entrambi i lati..

Attacchi di asma acuti - asma cardiaco, edema polmonare - la manifestazione di tracimazione acuta dei vasi sanguigni nella circolazione polmonare con il rilascio della parte liquida del sangue negli alveoli. Con un attacco di asma cardiaco, oltre ai sintomi della patologia cardiaca e ai segni di ristagno nella circolazione polmonare, può esserci un broncospasmo espresso a vari livelli, manifestato da difficoltà a espirare e rantoli secchi, spesso sopra i polmoni superiori. Questo dovrebbe essere considerato nella diagnosi differenziale dell'asma bronchiale e cardiaco..

La dispnea costante è di solito osservata in pazienti con grave insufficienza cardiaca, fenomeni di ristagno nella circolazione polmonare e circolazione polmonare. Nonostante il graduale aumento dei sintomi di insufficienza cardiaca e mancanza di respiro, i pazienti già al momento del primo esame necessitano di cure di emergenza. Dispnea di natura costante può essere osservata con pericardite essudativa dovuta alla compressione del miocardio per essudazione, difficoltà nel flusso di sangue al cuore, diminuzione della gittata cardiaca e ristagno nelle vene di un ampio circolo di circolazione sanguigna. L'ipossiemia porta ad un aumento della frequenza dei movimenti respiratori, mentre potrebbero non esserci segni obiettivi di ristagno nella circolazione polmonare, i pazienti possono trovarsi a terra.

Diagnostica.

Quindi, in presenza di un attacco d'asma, la diagnosi differenziale di solito si riduce alla soluzione di una domanda: l'asma cardiaco o bronchiale? I segni classici di queste condizioni differiscono nettamente e forniscono un supporto sufficiente per una diagnosi corretta (Tabella 4). Nell'asma bronchiale, l'espirazione difficile, allungata e rumorosa prevale sull'inalazione, il respiro sibilante si sente a distanza, la tosse è accompagnata da espettorato scarso, viscoso, difficile da separare, quando si ascoltano i polmoni, vengono rilevati abbondanti rantoli secchi in tutte le aree sullo sfondo di una respirazione indebolita con espirazione bruscamente allungata. La tosse e la rimozione dell'espettorato alleviano il paziente. L'asma cardiaco è più caratterizzato dalla difficoltà respiratoria; i segni di ristagno nella circolazione polmonare sono oggettivamente rivelati; la tosse con espettorato non migliora il benessere del paziente. Un ruolo importante nella diagnosi differenziale è svolto dai dati di anamnesi raccolti e analizzati con cura, che consentono di chiarire la natura della malattia di base; Per l'asma bronchiale, l'insorgenza della malattia è caratteristica nei giovani, a volte durante l'infanzia, la presenza di bronchite cronica, una storia di polmonite ripetuta. L'asma cardiaco si verifica più spesso negli anziani e nel senile a causa di malattie organiche del sistema cardiovascolare o dei reni.

Tabella 4. Diagnosi differenziale della mancanza di respiro psicogena e mancanza di respiro nel cuore e insufficienza respiratoria

Dati cliniciAsma nevroticoAsma cardiacoSindrome da ostruzione bronchiale
anamnesiSegni di disturbi neuroticiMalattie organiche del sistema cardiovascolare o dei reniBPCO, polmonite ripetuta, malattie allergiche
Insorgenza della malattiaCalice 15-25 e 35-45 anniEtà vecchia o senileSpesso in giovane età (a volte durante l'infanzia)
Carattere di dispneaIperventilazione parossisticaTipo inspiratorio o mistoespiratorio
CianosiÈ assenteEspressoEspresso
BroncospasmoÈ assenteSecondario o assentePrimario
Dati auscultatoriIl respiro sibilante nei polmoni non si senteRespiro sibilante congestionato nella parte inferiore dei polmoni, diffuso, umido, di dimensioni diverse - con lo sviluppo di edema polmonareRantoli sparsi, rantolanti e ronzanti
sputoNon si distingueCon edema polmonare alveolare - schiumoso o miscelato con sangue liquidoScarsi, viscosi, vitrei, sotto forma di sputi di perle, di solito si distingue alla fine di un attacco
Segni di insufficienza cardiaca congestiziaSono assentiInsufficienza ventricolare prevalentemente sinistraPer lo più insufficienza ventricolare destra
Attacchi con farmaci antidolorificipsicotropicoAnalgesici narcotici, nitrati, diuretici
Bronchod o atatori, glicocorticoide, adrenomimetici

In alcuni casi, con l'asma cardiaco, l'edema della mucosa e il broncospasmo possono svolgere un ruolo importante nella patogenesi di un attacco. Tra i sintomi di tali attacchi vi sono il respiro sibilante sullo sfondo di un'espirazione prolungata, la tosse con una separazione dell'espettorato espanso liquido e i dati di auscultazione caratteristici dell'asma bronchiale. Pertanto, raramente il quadro clinico dell'asma cardiaco è così vicino a un attacco di asma bronchiale che è molto difficile distinguerli. Tutto ciò ci consente di parlare di "asma misto", i cui attacchi sono accompagnati da sintomi di asma sia bronchiale che cardiaco. S.P. ha scritto sulla possibilità di tali attacchi. Botkin. Attualmente, la maggior parte degli esperti ritiene che esista solo un sintomo misto di un attacco di uno o l'altro asma e non di "asma misto".

Questo punto di vista è praticamente importante, perché in ogni caso è necessario scoprire l'asma cardiaco o bronchiale del paziente e, quindi, iniettare morfina (controindicata nell'asma bronchiale) o aminofillina, che può provocare aritmie potenzialmente letali nell'asma cardiaco. L'analisi del quadro clinico nel suo complesso, tenendo conto delle caratteristiche dell'attacco e delle malattie contro cui è sorto, di norma, ci consente di stabilire la natura dell'attacco. Va ricordato che l'asma cardiaco è una sindrome dietro la quale si nasconde la malattia di base che la causa e che questa malattia può essere un infarto del miocardio. La sua probabilità è particolarmente elevata se un attacco asmatico è combinato con una diminuzione della pressione sanguigna. In questi casi, le condizioni del paziente sono particolarmente gravi e tutte le tattiche di trattamento devono essere costruite tenendo conto della possibilità di un infarto miocardico indolore. Dalla mancanza di respiro - un sintomo di un'emergenza che si è sviluppata sulla base di gravi malattie organiche, si dovrebbe distinguere la mancanza di respiro neurogeno, a volte osservata in pazienti con disturbi nevrotici e che è un segno di sindrome da disfunzione autonomica (vedere la tabella 4). Allo stesso tempo, la mancanza di respiro ha il carattere di iperventilazione, a volte i sentimenti di "insoddisfazione per il respiro" possono diminuire durante la conversazione e l'attività fisica. Per mancanza di respiro neurogeno, una posizione forzata non è caratteristica, il paziente è disteso e talvolta si precipita nella stanza. Con un attento interrogatorio del paziente, vengono rivelati segni di nevrosi e disfunzione autonomica (disturbi del sonno, diminuzione dell'umore, ansia, ecc.); l'esame non rivela sintomi di malattie organiche del cuore, polmoni o altri organi, nonché manifestazioni di insufficienza respiratoria diverse dalla mancanza di respiro. Viene descritta la "sindrome da iperventilazione", le cui manifestazioni sono respirazione migliorata, parestesie (intorpidimento, formicolio di mani e piedi, "pelle d'oca" strisciante), tetania (contrazioni convulsive degli arti). Va tenuto presente che la diagnosi della mancanza di respiro neurogeno può essere fatta solo se si esclude la patologia degli organi respiratori e circolatori..

Trattamento.

I principi fondamentali della tattica terapeutica in caso di attacco d'asma:

1. In presenza di un corpo estraneo: se è impossibile rimuovere il corpo estraneo con un dito, la tecnica Heimlich viene utilizzata per eliminare l'ostruzione delle vie aeree. Il paziente viene avvolto intorno al paziente con le mani, premuto sullo stomaco (lungo la linea mediana dell'addome tra l'ombelico e il processo xifoideo) e produce una forte spinta verso l'alto. Se viene espulsa una quantità sufficiente di aria dai polmoni, l'ostruzione può risolversi. Le cure di emergenza spesso includono la tracheotomia di emergenza, quindi, se possibile, il paziente deve essere consultato urgentemente da un otorinolaringoiatra.

2. La terapia durante un attacco di asma bronchiale inizia con l'inalazione a dose misurata di agonisti beta-adrenergici selettivi a breve durata d'azione (come berotek o salbutamolo), con un grave attacco di asma bronchiale o lo sviluppo di stato asmatico, nonché in assenza di agenti per inalazione o l'incapacità di utilizzare l'inalatore per qualsiasi altro inalatore il motivo è che 10 ml di una soluzione al 2,4% di eufilina vengono iniettati lentamente per via endovenosa. Nei casi in cui questa terapia non ha dato un risultato rapido, è necessario ricoverare immediatamente il paziente.

3. Il trattamento dell'insufficienza ventricolare sinistra acuta comprende la somministrazione di analgesici narcotici (promedolo, fentanil, somministrazione frazionata in modo ottimale per via endovenosa di morfina), diuretici (l'iniezione endovenosa più efficace di lasix), flebo endovenoso di vasodilatatori venosi (nitroglicerina o isosorbidinitrato).

4. In casi dubbi, se è impossibile nella fase preospedaliera effettuare una diagnosi differenziale tra asma cardiaco e bronchiale in pazienti di età superiore ai 40 anni, è consigliabile la terapia “trial” di Lasix. Un rapido miglioramento del benessere e delle condizioni del paziente confermerà la presenza di insufficienza ventricolare sinistra e l'uso di agonisti adrenergici e aminofillina in un paziente con una malattia cardiaca esclusa può essere potenzialmente letale.

5. In assenza di dubbi sulla natura neurogena della mancanza di respiro, ai pazienti vengono mostrati esercizi di respirazione (passaggio alla respirazione addominale, rapporto tra durata dell'ispirazione e scadenza 1: 2, riduzione e approfondimento del respiro). Terapia farmacologica di emergenza - 10 mg di diazepam (seduxen, relanium) per via intramuscolare; la consultazione di un neuropsichiatra viene mostrata in modo pianificato per risolvere il problema della necessità e dell'estensione della terapia psicotropica.