Caratteristiche dell'asma aspirina, cause, metodi di diagnosi e trattamento

Nutrizione

I farmaci antinfiammatori non steroidei hanno un effetto complesso su infiammazione e dolore. Il loro uso è spesso accompagnato da vari effetti collaterali, uno dei quali è un restringimento reattivo dei bronchi dopo l'uso di acido acetilsalicilico. Questo fenomeno è chiamato "asma aspirina" a causa della presentazione clinica caratteristica dell'asma..

L'asma di aspirina è rappresentata dalla triade di Fernand-Vidal, che comprende:

  • lo sviluppo della rinosinusite poliposa;
  • il verificarsi di attacchi di asma;
  • intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

Definizione

L'asma di aspirina è una variante clinica dell'asma bronchiale, la cui patogenesi è associata all'intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei. I salicilati, nonché i derivati ​​dell'acido indoleacetico, sono provocatori che causano lo sviluppo della patologia..

Tra i fattori che provocano la malattia, medicinali di tipo combinato, a base di acido acetilsalicilico, prodotti contenenti salicilati. Questi includono bacche, pomodori e agrumi, additivi che colorano in una tinta gialla. L'asma di aspirina è caratterizzato da frequenti esacerbazioni e decorso grave. I medici raramente ottengono un ripristino completo delle vie aeree.

Prevenzione

I principali metodi per prevenire lo sviluppo dell'asma bronchiale da aspirina includono:

  • un'eccezione all'uso di farmaci contenenti aspirina, salicilati, tartazina;
  • seguire una dieta le cui raccomandazioni raccomandano di eliminare o ridurre al minimo l'uso di alimenti contenenti salicilati naturali;
  • condurre un test tempestivo per la sensibilità all'acido acetilsalicilico, all'amidopirina;
  • vale anche la pena evitare prodotti esterni, tra cui i salicilati: alcuni prodotti per la rasatura, prodotti per la concia, profumi, balsami per capelli, pomate e creme medicinali, dentifrici.

Non tutti i fondi elencati contengono necessariamente sostanze pericolose per la salute umana, tuttavia, prima di iniziare l'uso, si consiglia di acquisire familiarità con la composizione e le istruzioni.

Come e perché si sviluppa la malattia

L'asma di aspirina e le cause della sua insorgenza non sono completamente comprese. Gli studi hanno dimostrato che l'assunzione di aspirina o farmaci contenenti aspirina porta a un cambiamento nel normale meccanismo per la conversione dell'acido arachidonico, necessario per la formazione di sostanze che regolano l'attività di organi importanti.

Un ciclo dell'acido arachidonico alterato porta ad un eccesso di leucotrieni, migliorando la risposta infiammatoria. C'è uno sviluppo di edema e un aumento della contrattilità dei bronchi. La secrezione di muco è aumentata e l'afflusso di sangue al miocardio e la forza delle contrazioni del cuore sono ridotti. Nell'asma bronchiale, la gravità della malattia è determinata dall'intensità del processo infiammatorio e dalla loro localizzazione. La particolarità della patogenesi dell'asma aspirina nel coinvolgimento del piccolo tratto respiratorio e del tessuto polmonare.

Droghe proibite e come sostituirle

Per i pazienti con asma di aspirina, esiste un severo tabù sull'uso di un intero gruppo di farmaci. Ma questi farmaci sono usati nel trattamento di una serie di malattie e cosa fare se il loro uso è necessario?

In questo caso, è necessario scegliere un sostituto, ovvero un medicinale con lo stesso effetto curativo, ma di un diverso gruppo farmaceutico.

Le opzioni di sostituzione più adatte sono:

I suddetti farmaci hanno un effetto antipiretico e analgesico e sono in grado di sostituire tutti i farmaci che non sono tollerati dal paziente..

Il pericolo di sviluppare l'asma con l'uso di questi farmaci è possibile solo con un forte sovradosaggio (da 1000 mg di paracetamolo o 2000 mg di salsalato).

Sintomatologia

I medici hanno studiato tre tipi di asma aspirina:

  • Il primo è puro
  • Il secondo si chiama triade asmatica.
  • Il terzo combina l'intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei e all'asma bronchiale

Nella prima forma, i sintomi dell'asma si manifestano in una forte mancanza di ossigeno e tosse dopo l'assunzione di salicilati.

La triade asmatica è rappresentata dalla formula: reazione anafilattoide a farmaci antinfiammatori non steroidei in combinazione con soffocamento asmatico e formazione di polipi dovuti a patologia della mucosa nasale. La triade si manifesta con una congestione nasale e una diminuzione o completa perdita dell'olfatto. Ci sono dolori ai seni paranasali e al mal di testa. Questo sintomo, combinato con lo spasmo bronchiale, provoca insufficienza respiratoria. Man mano che la malattia si sviluppa, il paziente mostra manifestazioni anafilattoidi sotto forma di eruzioni cutanee, infiammazione della mucosa nasale, comparsa di congiuntivite e diarrea.

Segni principali

Clinicamente, il decorso dell'asma dipendente dall'aspirina è diviso in 2 periodi. I pazienti spesso non associano la fase iniziale all'assunzione di farmaci e quando la malattia inizia a progredire, mostrando sintomi di soffocamento, consultare un medico.

Periodo iniziale

Le manifestazioni precoci non riguardano il sistema respiratorio, ma spesso influenzano le caratteristiche funzionali del sistema endocrino e immunitario. Ogni sesto paziente soffre di patologia della ghiandola tiroidea. Le donne hanno disturbi mestruali, menopausa precoce.

Molti pazienti notano una diminuzione delle funzioni del sistema immunitario, che si manifesta in disturbi della SARS frequente. Il sistema nervoso è spesso coinvolto nel processo. I disturbi neurologici sono caratterizzati da:

  • forte risposta emotiva allo stress;
  • sensazione di tensione interiore;
  • ansia costante;
  • manifestazioni di depressione malinconica.

Successivamente, compaiono i primi sintomi del coinvolgimento del sistema respiratorio. Si sviluppa rinite, il cui trattamento non porta al recupero.

Periodo acuto

L'altezza della malattia inizia con la comparsa di attacchi di asma o condizioni vicine al broncospasmo. La malattia si manifesta durante i cambiamenti ormonali, che corrispondono all'età:

  • 30-40 anni - nella femmina;
  • 40-50 - nel maschio;
  • pubertà nei bambini.

La maggior parte dei pazienti parla della relazione di un attacco d'asma con alcuni fattori, tra cui:

  • inalazione di odori pungenti;
  • attività fisica;
  • variazione della temperatura dell'aria respiratoria la sera e la mattina.

Un attacco di soffocamento di origine di aspirina è sintomaticamente diverso dall'asma ordinario. Entro 60 minuti dal consumo di aspirina e sostanze contenenti salicilati, il paziente sviluppa difficoltà respiratorie caratteristiche, che sono accompagnate da:

  • la scadenza di una grande quantità di muco dai seni;
  • lacrimazione;
  • arrossamento del viso e del collo.

Inoltre, alcuni pazienti hanno altre manifestazioni che accompagnano un attacco di asma di aspirina:


Bassa pressione sanguigna

  • riduzione della pressione;
  • aumento della secrezione di saliva;
  • vomito
  • dolore allo stomaco.

A differenza dell'asma ordinario, il soffocamento dell'aspirina perde rapidamente la sua stagionalità. I pazienti avvertono una costante congestione al petto. I broncodilatatori convenzionali non li aiutano a migliorare le loro condizioni. Gravi serie di convulsioni compaiono più di quattro volte l'anno e sono causate da vari fattori: dall'assunzione di FANS all'inalazione di aria super raffreddata ed esperienze emotive. Molte donne hanno una relazione di esacerbazioni con la seconda fase del ciclo mestruale.

Diagnostica

L'asma allergico all'aspirina è confermato nel caso di parametri diagnostici caratteristici:

  • Mancanza di aria, innescata dall'assunzione di salicilati o tartrazina, che si verificano entro una o due ore
  • A volte si sviluppa una triade asmatica: asma di aspirina con intolleranza ai salicilati e patologia della mucosa nasale
  • Indicatori decrescenti della respirazione esterna: capacità polmonare, frequenza inspiratoria massima e altri
  • Ottenere un risultato positivo del test con l'aspirina

La diagnosi viene effettuata se l'istituzione medica ha un reparto di rianimazione e medici esperti.

Antidolorifici per l'asma di aspirina

Cosa fare se i FANS non possono essere eliminati? Per alleviare il mal di testa o altri dolori, per gli asmatici legati all'aspirina con febbre alta, il paracetamolo (un altro nome è paracetamolo) è relativamente sicuro. Il paracetamolo causa raramente sintomi di intolleranza ai FANS in dosi normali, ma è necessario consultare il proprio medico prima di prenderlo..

Tuttavia, i salicilati non sono solo contenuti in ciò che viene venduto in farmacia con o senza prescrizione medica. Ogni giorno ci imbattiamo in una varietà di cosmetici e profumi, in cui i salicilati forniscono effetti antibatterici e conservanti. I salicilati si trovano in profumi e colonie, shampoo e schiume da bagno, lozioni, creme e altri cosmetici, calli e brufoli, dentifricio alla menta, crema da barba, ecc..

Algoritmo di primo soccorso

Un attacco negli adulti e nei bambini può verificarsi in modo imprevedibile. Tra i motivi vi sono l'interazione del paziente con fattori irritanti o uno scoppio emotivo. Quando un paziente ha insufficienza respiratoria, ha bisogno del pronto soccorso.

  • Una persona che soffre di una malattia deve assumere una posizione reclinata;
  • Fornire un afflusso di aria fresca nella stanza;
  • Misurare la pressione sanguigna, monitorare la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria;
  • Un attacco lieve viene interrotto dall'inalazione con beta-due stimolanti selettivi da parte dei recettori adrenergici ogni venti minuti per un'ora;
  • Un attacco moderato viene interrotto con l'aiuto di broncospasmolitici iniettabili.

Trattamento farmacologico

Il trattamento dell'aspirina è prescritto da un allergologo, la scelta dei farmaci e la durata della terapia di base dipendono da:

  • Fasi della malattia
  • Età del paziente
  • Caratteristiche individuali del corpo
  • La presenza o l'assenza di complicanze

Il medico curante deve redigere un piano di trattamento individuale per il paziente.

Componenti obbligatorie della terapia di base:

  • Passa alla dieta
  • Interruzione dell'uso di medicinali contenenti salicilati o componenti di farmaci antinfiammatori non steroidei
  • La farmacoterapia, la cui azione principale rompe le catene formate da sostanze infiammatorie
  • Un altro obiettivo della terapia di base è rendere i bronchi insensibili agli effetti dei derivati ​​del salicilato

Il trattamento deve essere coerente con i principi, tra cui:

  • Controllo dei sintomi dell'asma
  • Attuazione di misure per prevenire le esacerbazioni e lo sviluppo dello stato asmatico
  • Mantenimento del normale stato dell'apparato respiratorio
  • Garantire la normale attività fisica del paziente
  • Eliminazione di fattori farmacologici provocatori negativi
  • Impossibilità di ostruzione irreversibile delle vie aeree
  • Prevenire il decesso per morte del paziente

La terapia farmacologica viene eseguita utilizzando:

  • Agenti stabilizzanti a membrana
  • Bloccanti del recettore dei leucotrieni (agonisti)
  • Glucocorticosteroidi, quando la malattia è entrata in una fase grave

Il primo obiettivo della terapia di base è l'esclusione dei farmaci antinfiammatori non steroidei e dei prodotti contenenti acido acetilsalicilico. Sono prescritti epitalamina ed epifamina, misure per aumentare la melatonina, aiutando a normalizzare il sonno.

Manifestazioni cliniche

I sintomi dell'aspirina sono molto specifici e formano tre aree principali:

  • caratterizzato dalla comparsa di soffocamento, che si esprime in base alla gravità dell'asma;
  • con la malattia, si osservano processi infiammatori nelle mucose delle membrane nasali con la formazione di rinosinusite poliposa;
  • si nota l'immunità ai FANS, che è nota nella storia o si verifica direttamente con la malattia;
  • di norma, i sintomi di questa forma di malattia asmatica sono più spesso osservati tra le donne di età compresa tra 30 e 40 anni, che hanno il doppio delle probabilità di soffrire di asma rispetto agli uomini. In questo caso, la donna avverte un forte soffocamento, rinite e malattie infiammatorie nei seni. In futuro sviluppa ipersensibilità ai farmaci antinfiammatori;
  • all'inizio della malattia, i sintomi assomigliano alle infezioni virali respiratorie acute e all'influenza, accompagnate da un naso che cola, per la cui rimozione molto spesso richiede un trattamento alternativo;
  • per il 15% dei pazienti, il trattamento con farmaci antinfiammatori è un fattore provocante in un attacco allergico. Questo è espresso dalla difficoltà respiratoria e dalle abbondanti secrezioni dal naso, 1-2 ore dopo l'assunzione del farmaco;
  • dopo questo, nei grandi bronchi si sviluppano processi ostruttivi con dispnea espiratoria (espirazione pesante) e respiro sibilante. In questo momento, il paziente è coinvolto nell'attività respiratoria di ulteriori muscoli e prende la posizione più comoda per facilitare la respirazione;
  • in alcuni pazienti, i sintomi possono essere complicati da prurito della pelle, gonfiore e iperemia.

Va notato che questa forma di malattia può essere classificata come grave, in cui si osserva spesso disabilità dei pazienti. Inoltre, tali pazienti hanno grandi probabilità di morte. Tuttavia, un tale decorso della malattia può essere osservato solo se non esiste un trattamento tempestivo.

Misure preventive

Le misure preventive riducono i sintomi e migliorano il benessere del paziente, si raccomanda:

  • Non assumere aspirina o farmaci antinfiammatori non steroidei
  • Elimina cibi in scatola, frutta, birra e cibi contenenti tartrazina dal consumo regolare
  • Smetti di fumare e bere alcolici
  • Usa droghe, bloccanti dei recettori dei leucotrieni. Preveniscono le manifestazioni dei sintomi diurni e notturni dell'asma bronchiale, riducono le manifestazioni di rinite stagionale.

Prendi misure urgenti

A volte una persona non sospetta la presenza di questo disturbo a casa e prende l'aspirina. Se compaiono i primi sintomi (dopo 5-10 minuti un naso che cola, tosse, respirazione è difficile), è necessario:

  • sciacquare lo stomaco: bere 1 litro di acqua bollita, quindi premere la radice della lingua per svuotare lo stomaco. Se viene visualizzato un tablet, non è necessario eseguire i passaggi successivi;
  • bere 10 compresse di carbone attivo e una compressa di una serie di antistaminici (tavegil, suprastin, claritina, ecc.);
  • quando l'attacco è passato, è necessario fissare un appuntamento con un allergologo.

complicazioni

Le complicazioni innescate ignorando i consigli medici, la dieta e gli esami di routine portano allo sviluppo di uno stato asmatico, che può portare alla morte. Lo stato asmatico provoca convulsioni senza motivo e spesso non può essere rimosso con i farmaci senza intervento medico..

Per evitare ciò, osservare la dieta, l'ordine dei farmaci. Non usare i medicinali da soli senza il permesso del medico e non lasciarti trasportare dalla medicina tradizionale.

Come curare un'allergia

Asma di aspirina

Asma di aspirina

Oggi si riscontrano spesso reazioni allergiche, che possono essere dovute a condizioni ambientali avverse, aumento dell'uso di prodotti sensibilizzanti, assunzione di farmaci.

Le medicine sono progettate per alleviare le condizioni del paziente, ma a volte i FANS portano allo sviluppo dell'asma bronchiale da aspirina..

Cos'è

L'asma di aspirina è una delle forme di una reazione allergica del corpo in risposta all'ingestione di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), il più popolare dei quali è l'acido acetilsalicilico (aspirina).

Questo farmaco può essere assunto solo da adulti e bambini di età superiore ai 15 anni, quindi questa patologia non si verifica durante l'infanzia.

La malattia accompagna circa il 30% dei pazienti con asma bronchiale, pertanto viene spesso chiamata asma bronchiale con aspirina. Hanno sintomi simili, ma l'asma indotto dall'aspirina è più grave..

Si verifica più spesso tra le donne di età compresa tra 30 e 50 anni. La malattia si trasmette per eredità, cioè è di natura familiare.

Video: pronto soccorso

Gli allergeni per l'asma aspirina sono preparati contenenti salicilati, ad esempio acido acetilsalicilico (ASA).

Il medicinale ha un effetto analgesico, antinfiammatorio, antipiretico, antipiastrinico, pertanto è ampiamente usato in varie malattie.

L'aspirina è un inibitore irreversibile dell'enzima cicloossigenasi (COX), che viene secreto dalle cellule del corpo durante le reazioni patologiche. COX fornisce la conversione dell'acido arachidonico in mediatori infiammatori, che causano tutti i sintomi di varie malattie.

Altri farmaci FANS sono inibitori reversibili e sono più sicuri da usare, quindi non emettono altri tipi di asma..

Anche se nella diagnosi e nella prevenzione della malattia, è necessario tenere conto del gruppo del farmaco che il paziente sta assumendo.

Nel corpo, durante l'assunzione di ASA, la COX viene bloccata e si notano fenomeni:

  • il rilascio di bradichinina, un mediatore che dilata i vasi sanguigni, diminuisce e la loro permeabilità diminuisce;
  • diminuisce la formazione di macroergs (ATP);
  • la sintesi di ialuronidasi è ridotta;
  • il lavoro del centro di termoregolazione è regolato e la temperatura corporea diminuisce;
  • la sensibilità dei centri del dolore diminuisce;
  • l'aggregazione piastrinica (incollaggio) diminuisce.

Quali malattie prendono l'aspirina?

L'aspirina è un rimedio quasi universale, quindi viene utilizzata per trattare una vasta gamma di malattie.

Oggi, l'elenco delle malattie è ridotto a causa degli effetti collaterali di questo farmaco..

Le persone che soffrono di patologia allergica devono fare attenzione a prendere i FANS per queste malattie.!

Preparazioni contenenti acido acetilsalicilico:

Fai attenzione quando assumi questi farmaci.!

Patogenesi: il decorso della malattia, a causa del meccanismo d'azione dell'ASA. Una volta nel corpo, ASA blocca attivamente e irreversibilmente la cicloossigenasi nelle persone sane.

Nelle persone con asma aspirina, anziché COX, inizia la sintesi della lipossigenasi, che promuove la conversione dell'acido arachidonico in leucotrieni.

I leucotrieni sono sostanze biologicamente attive coinvolte nella patogenesi dell'asma bronchiale, che portano al broncospasmo, influiscono sul tono vascolare e sulla permeabilità e svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell'asma aspirina.

Esiste una teoria piastrinica che spiega la patogenesi della malattia attraverso l'effetto dell'ASA sulle piastrine.

La loro degranulazione (distruzione) si verifica, di conseguenza, vengono rilasciati mediatori citotossici (distruggendo le cellule) e pro-infiammatori (infiammatori). Si scopre l'effetto opposto dell'aspirina: avrebbe dovuto aiutare, ma è solo peggiorato!

Nelle persone sane, l'effetto patologico dell'aspirina sulle piastrine non è stato rilevato e nei pazienti solo le piastrine cambiano le loro proprietà sotto l'influenza dell'ASA, altre cellule non sono coinvolte nel processo.

Sintomi dell'asma di aspirina

La sintomatologia della malattia dipende direttamente dall'effetto prodotto dalle compresse e dalla dose del farmaco.

  1. La comparsa dei primi sintomi dopo 5-10 minuti dall'assunzione di una pillola con acido acetilsalicilico.
  2. Attacchi di soffocamento, il broncospasmo appare a causa dell'azione dei leucotrieni, è difficile per il paziente respirare, i muscoli aggiuntivi sono inclusi nel processo di respirazione:
  • notevole retrazione della fossa giugulare e sopraclaveare;
  • i muscoli intercostali vengono tirati dentro;
  • il paziente appoggia le mani sulla superficie.
  1. Si sente respiro sibilante.
  2. È caratterizzato da dispnea espiratoria, quando è più difficile respirare che espirare. Lo stesso sintomo si verifica nell'asma bronchiale..
  3. Tosse.
  4. Scarico abbondante dalla cavità nasale, tipico delle reazioni allergiche di qualsiasi origine. La rinite è presente durante tutto l'anno, peggiora durante l'assunzione di aspirina.
  5. Una grave congestione nasale si verifica con allergie tipiche.
  6. La comparsa di polipi nel naso, che non appare immediatamente, ma con un lungo corso.
  7. Senso di riduzione dell'olfatto.
  8. Mal di testa.
  9. Mal di stomaco.
  10. Sinusite purulenta con decorso prolungato.
  11. Ci possono essere manifestazioni cutanee:
  • eruzione cutanea;
  • prurito
  • eruzione cutanea.

Il paziente non presenta necessariamente tutti i sintomi, possono comparire solo uno o due segni non specifici, il che complica la diagnosi della malattia.

Un lungo decorso della malattia porta allo sviluppo di asma bronchiale, quindi, quando si effettua una diagnosi di asma di aspirina, consultare un allergologo!

Tutti i sintomi compaiono all'improvviso, portando il paziente alla paura. Il corso è pesante, quindi devi chiamare un'ambulanza. Spesso, i pazienti con sintomi vividi entrano nell'unità di terapia intensiva.

Informazioni sull'orticaria idiopatica non allergica..

Diagnostica

Un grande ruolo nella diagnosi è dato alla raccolta dei dati dei pazienti, è necessario scoprire:

  • se sono stati presi i FANS;
  • Il paziente soffre di asma?
  • se ci sono stati casi simili prima;
  • il nome dei farmaci assunti prima dell'attacco;
  • c'è qualche effetto dell'assunzione di teofedrina?.

Teofedrina - farmaci che vengono utilizzati per fermare un attacco di asma bronchiale.

Un paziente affetto da asma bronchiale e aspirina nota che inizialmente l'effetto del farmaco è disponibile, lo spasmo passa, ma dopo un paio di minuti ricompare. Questo effetto è spiegato dal fatto che la teofedrina contiene un preparato contenente ASA.

Inizialmente, la teofedrina inibisce la sintesi di istamina e lo spasmo si risolve, ma i leucotrieni forniscono lo sviluppo di un successivo broncospasmo e il loro edema, quindi l'assunzione di teofedrina non lo rende più facile.

Per dimostrare la presenza di aspirina asma, condurre test provocatori con acido salicilico in cliniche specializzate

. Al paziente viene somministrata una piccola dose del farmaco e il medico osserva con l'aiuto di speciali cambiamenti dell'attrezzatura dal sistema respiratorio. I cambiamenti nel sistema respiratorio sono registrati sui sensori e diagnosticati.

Secondo i sondaggi, vengono rilevati meno pazienti rispetto ai test, quindi, in presenza di asma bronchiale, non essere pigro per condurre test!

Nei pazienti con asma di aspirina, c'è un aumento del contenuto di leucotrieni nelle urine, vengono esaminati i contenuti dei bronchi e della cavità nasale, quindi vengono esaminati urina, cavità nasale e muco bronchiale.

Il criterio diagnostico può essere il miglioramento delle condizioni del paziente dopo l'assunzione di farmaci anti-leucotrieni, preservando i sintomi durante l'assunzione di antistaminici.

Il trattamento può essere di emergenza e sistemico. Un'emergenza deve essere eseguita se il paziente ha un attacco, prima che arrivi l'ambulanza.

Quando vai in ospedale, assicurati di dire al medico quali manipolazioni hai eseguito in modo che non si ripetessero più e non peggiorassero le condizioni del paziente.

  1. Risciacquare lo stomaco per liberare il paziente da un fattore provocatorio. Usando un tubo speciale, circa un litro di acqua viene versato nello stomaco, sollevando gradualmente il tubo. Quindi abbassano il tubo in una bacinella o un secchio, ma il livello non dovrebbe essere inferiore al livello del corpo del paziente. Questo viene fatto più volte fino a quando la pillola appare dal corpo..
  2. Somministrare carbone attivo o un altro adsorbente in modo che non ci sia acido nell'intestino. Viene somministrato carbone per compressa per dieci kg di peso del paziente.
  3. Antistaminico per alleviare i sintomi di allergia.
  4. Con grave soffocamento, puoi iniettare adrenalina.
  1. Rimuovere l'allergene ed evitare il contatto con esso
  2. Nel dispensario, gli specialisti conducono la desensibilizzazione, che si basa sulla formazione della resistenza del corpo all'acido acetilsalicilico e altri FANS. Dopo un attacco da uno a tre giorni, al paziente vengono somministrati farmaci, aumentando gradualmente la dose. Questo metodo è difficile da tollerare a causa del soffocamento..
  3. Trattamento con antagonisti dei leucotrieni:
  • zileuton.
  • Zafirulkast.
  • Montelukasat.
  • pranlukast.
  1. Farmaci glucocorticosteroidi invece di FANS per alleviare i sintomi dell'infiammazione. Sono usati sistemicamente o per inalazione..

Il trattamento è difficile e deve essere selezionato correttamente, poiché l'uso di qualsiasi farmaco del gruppo FANS è sfavorevole per il paziente!

Prevenzione

  1. Per prevenire attacchi di asma, è necessario evitare l'assunzione di FANS.
  2. Se hai una malattia dell'asma bronchiale, verifica la tolleranza dell'acido acetilsalicilico, anche se non ci sono segni precedenti di allergia al farmaco.
  3. Controlla la sensibilità del corpo all'amidopirina, poiché è spesso prescritta nel trattamento delle aritmie e dell'asma bronchiale.
  4. Segui una dieta evitando cibi contenenti salicilati.

Mezzi contenenti salicilati che è meglio evitare:

  • prodotti per la rasatura;
  • abbronzatura;
  • crema solare;
  • profumo;
  • condizionatori;
  • unguenti e creme per alleviare i dolori articolari;
  • collutorio;
  • dentifrici alla menta.

Con lo sviluppo di un attacco acuto e brillante, la prognosi del paziente è scarsa in assenza di assistenza da parte di.

Se l'assistenza al paziente viene fornita in modo tempestivo, non vi sono motivi di preoccupazione. Una prognosi favorevole attende i pazienti con asma di aspirina se seguono misure preventive, che richiedono molto sforzo.

Per una previsione positiva, è importante:

  • monitoraggio periodico da parte di un allergologo;
  • ispezioni periodiche;
  • test per la rilevazione di leucotrieni;
  • mancanza di contatto con i farmaci FANS;
  • dieta corretta;
  • riposo e stile di vita sani.

La diagnosi di asma aspirina non è fatale, quindi non fatevi prendere dal panico, ma trattate la malattia!

La dieta è una delle condizioni principali per il recupero e il trattamento delle malattie. È difficile da conservare perché i salicilati si trovano in grandi quantità di cibo..

Se non si osserva la dieta, si prevede che il paziente:

  • fatica;
  • mal di testa;
  • secrezione nasale;
  • tosse;
  • peggioramento del senso dell'olfatto;
  • la comparsa di polipi nella cavità nasale;
  • insorgenza di soffocamento.

Prodotti vietati per l'asma aspirina:

L'asma di aspirina è una rara condizione patologica che può portare alla disabilità di una persona.

È difficile prevedere, quindi, tutti hanno la possibilità di sviluppare questa malattia, sebbene sia più comune tra i pazienti con asma bronchiale!

Per i metodi di trattamento dell'orticaria allergica, vedere pagina.

I tipi di orticaria negli adulti sono descritti di seguito..

Conoscere le cure di emergenza per un attacco può salvare la vita di qualcuno, quindi ricorda le informazioni e sii sano!

Asma di aspirina

Per indicare l'asma bronchiale, i cui attacchi di solito si verificano in risposta all'introduzione di un agente antinfiammatorio non ormonale (non steroideo) nel corpo del paziente, viene usato il termine "asma bronchiale con aspirina". Questo nome è dovuto al fatto che è l'aspirina (acido acetilsalicilico, salicilati) che è un tipico rappresentante di questo gruppo di farmaci. Una forma simile della malattia può essere sia indipendente, isolata, sia associata ad altre forme (con asma allergico proprio, per esempio).

Cause e meccanismi dello sviluppo della malattia

L'essenza dell'azione dell'aspirina è che il contatto dell'acido acetilsalicilico con la membrana cellulare costituisce una grave interferenza con il metabolismo in essa contenuto. Colpisce lo scambio di acido arachidonico e suoi derivati ​​(sostanze simili nella struttura a quest'ultima). La cicloossigenasi viene disattivata dal lavoro dell'enzima (una sostanza senza la quale è impossibile una reazione), a seguito della quale si verifica solitamente la produzione di sostanze (chiamate prostaglandine), che espandono i bronchi e hanno proprietà antinfiammatorie. Allo stesso tempo, un altro modo di trasformare l'acido arachidonico inizia a funzionare, l'enzima per il quale è la sostanza lipossigenasi.

La produzione di sostanze è in aumento (si chiamano leucotrieni), che hanno un effetto infiammatorio e contribuiscono al restringimento dei bronchi. I sintomi dell'asma bronchiale si verificano in un paziente proprio a seguito dell'imbracatura (indebolimento) del primo processo e dell'amplificazione del secondo, della loro discrepanza.

Per molto tempo, non è stato del tutto chiaro il motivo per cui lo stesso meccanismo d'azione del farmaco in alcune persone (anche quelli che soffrono di asma bronchiale) non porta ad un attacco, mentre in altri è invariabilmente accompagnato da esso. Molto probabilmente, solo tre dovrebbero essere attribuiti ai motivi principali:

  1. L'aspirina è in realtà un allergene (una sostanza a cui il corpo del paziente reagisce con maggiore forza) e l'asma è allergico (è più probabile che sia correlato all'asma allergico e non sarà preso in considerazione di seguito in merito al trattamento)
  2. Nel corpo del paziente, la produzione di prostaglandine è ridotta (per motivi ereditari, ad esempio a causa di un difetto enzimatico) e una riduzione ancora più significativa sotto l'influenza del farmaco provoca broncospasmo (restringimento del lume dei bronchi)
  3. Nel corpo del paziente, la produzione di leucotrieni è aumentata (per motivi ereditari) e un aumento ancora più significativo sotto l'influenza del farmaco provoca anche broncospasmo

Le ultime due ragioni di fondamentale importanza nella comparsa della forma di aspirina di asma bronchiale possono essere riassunte come segue: la base dell'asma di aspirina è lo squilibrio tra i prodotti del metabolismo dell'acido arachidonico.

Come riconoscere l'aspirina in un paziente

Prima di tutto, il fatto che il paziente abbia l'asma aspirina è indicato dai risultati del sondaggio. Direttamente o indirettamente (spesso senza comprendere da soli questa connessione), il paziente dirà di avere sintomi di asma dopo aver assunto farmaci antinfiammatori (antidolorifici o antipiretici), ad esempio, può nominare farmaci come Ibuprofene, Aspirina, Analgin, Citramon, Askofen, Pentalgin, Sedalgin.

Inoltre, il medico deve chiedere se i sintomi della malattia si verificano in risposta al consumo di strutto e di eventuali cibi in scatola (spesso si inscatolano con l'aggiunta di acido acetilsalicilico).

Di particolare importanza è la questione se i sintomi si fermano se il paziente assume teofedrina (dovrebbe avere un effetto broncodilatatore). Se il paziente ha l'asma aspirina, risponderà che questo medicinale è inefficace per lui o inizialmente riduce i sintomi e dopo alcune decine di minuti aumentano di nuovo. Ciò è dovuto al fatto che, oltre alla teofillina (espande i bronchi), la teofedrina contiene amidopirina e fenacetina (farmaci antinfiammatori che agiscono come l'aspirina).

A volte possono essere utilizzati test provocatori per confermare la diagnosi di "asma di aspirina": un'introduzione speciale di aspirina nel corpo del paziente, seguita dal monitoraggio del verificarsi dei sintomi della malattia. È importante ricordare che un tale studio dovrebbe essere condotto solo in un istituto medico (dove ci sono personale medico che è pronto a fornire cure urgenti al paziente se subisce un grave attacco di soffocamento). È ASSOLUTAMENTE VIETATO intraprenderlo da soli a casa..

Al momento, ci sono anche test meno pericolosi per il paziente, test di laboratorio, per i quali il prelievo di sangue del paziente è necessario e sufficiente. Ora sono preferiti.

Dieta raccomandata per l'asma aspirina

Prima di intraprendere metodi medici, il trattamento dell'asma bronchiale da aspirina dovrebbe essere nella dieta giusta per gli asmatici. È necessario spiegare al paziente che la dieta con asma aspirina è di grande importanza. Dopotutto, il suo contributo per alleviare la malattia è regolato dal paziente stesso. Lui e solo lui influenza le proprie condizioni se viene seguita (o non seguita) una dieta. Questa è un'importante tecnica psicologica che stimola il paziente a intraprendere azioni attive finalizzate al proprio trattamento e aumenta anche la fiducia nel trattamento medico, che è anche importante per l'efficacia del trattamento in generale.

Una dieta per un paziente affetto da asma bronchiale con aspirina dovrebbe escludere il cibo, che di solito contiene salicilati in dosi significative per la malattia (quando i sintomi sono causati). Questo è il seguente elenco:

  1. Cibi affumicati e fritti
  2. Cubetti di brodo e gelatina, cibi in scatola
  3. Maionese, formaggi, latticini (incluso il gelato) con additivi
  4. Burro a cui vengono aggiunti grassi vegetali e margarina (compresi i prodotti con aggiunta di margarina)
  5. Spezie, spezie varie, fecola di patate (patata stessa, rispettivamente)
  6. Verdure (puoi solo carote, cavoli, 2 spicchi d'aglio al giorno e barbabietole), nonché frutta, bacche e frutta secca
  7. Arachidi, miele, melassa e halva, marmellata e marmellate
  8. Succhi di frutta, alcool, bevande gassate

Ovviamente, l'intero elenco terrorizzerà prima il paziente. Pertanto, devi anche parlare di quali alimenti la dieta ti consente di mangiare, senza limitarti. Questi includono:

  1. Pesce, a volte bollito frutti di mare naturali, pesce e pollame
  2. Uova (meglio scegliere il villaggio)
  3. Durante la giornata due cucchiai di olio di semi di girasole
  4. Il sale viene proposto per sostituire le alghe
  5. Latticini naturali
  6. Il pane cotto al forno
  7. Acqua minerale senza gas, caffè, tè, cacao con zucchero

È buono se un asmatico rende una regola leggere la composizione dei prodotti (scritta sulla confezione) prima di usarli.

Il trattamento che accompagna una dieta

Il trattamento dell'asma con aspirina, prima di tutto, comporta il rifiuto dei farmaci antinfiammatori dell'azione dell'aspirina.

In questo caso, si raccomandano come antidolorifici e antipiretici il paracetamolo, la benzidamina o la guacetisal, che hanno un diverso meccanismo d'azione..

Quindi la desensibilizzazione viene spesso eseguita. Questo particolare trattamento significa che al paziente vengono regolarmente somministrate piccole dosi di aspirina che aumentano gradualmente. Dopo qualche tempo, il corpo del paziente in risposta all'aspirina cessa di dare sintomi di asma. Tale trattamento è controindicato in gravidanza, nello stomaco o nell'ulcera duodenale, nonché nella tendenza al sanguinamento.

Inoltre, il trattamento include farmaci antileucotrieni: impediscono ai leucotrieni di restringere i bronchi. Ad esempio, Zafirlukast o Montelukast.

È importante che il paziente ricordi che senza dieta, il trattamento sarà inefficace.

Video: non sei malato di sete. Webinar sull'acqua e le sue funzioni nel corpo

Cause di asma nei bambini

Asma di aspirina

L'agente eziologico dell'aspirina asma sono i farmaci antinfiammatori non steroidei che aiutano a restringere i bronchi.I FANS includono anche l'aspirina o l'acido acetilsalicilico, che viene utilizzato come anestetico, antinfiammatorio. Molto spesso l'asma aspirina è combinata con l'asma bronchiale infettivo (il 9-22% dei pazienti soffre di due tipi di asma), ma può esistere nella sua forma pura.

L'asma di aspirina non è congenita, ma una malattia acquisita. I sintomi dell'asma aspirina si manifestano principalmente dopo aver sofferto di asma bronchiale atopica, quindi i bambini non ce l'hanno. Nella maggior parte dei casi, le donne di età compresa tra 30 e 50 anni si ammalano.

I sintomi sono grave congestione nasale e rinite e, di conseguenza, diminuzione dell'olfatto e del mal di testa. Inoltre, compaiono polipi nel naso e nei seni, seguiti da attacchi di asma e intolleranza ai FANS..

Il meccanismo di sviluppo dell'asma aspirina

Il motivo è l'intervento dell'aspirina nel metabolismo dell'acido arachidonico, che è contenuto nella membrana cellulare. In uno stato sano, questo acido, sotto l'influenza dell'enzima cicloossigenasi, si trasforma in un composto che favorisce l'inizio di una reazione infiammatoria. E i FANS in questa situazione bloccano l'enzima, non permettendogli di svilupparsi. Nei pazienti con asma aspirina, l'enzima cicloossigenasi ha un difetto e il corpo ne utilizza un'altra, la lipossigenasi, che trasforma l'acido arachidonico in leucotrieni, che contribuisce all'edema bronchiale e alla produzione di espettorato. Di conseguenza, i sintomi dell'asma bronchiale aspirina iniziano a manifestarsi..

Cosa astenersi dall'aspirina asma?

Il paziente non deve assumere farmaci del tipo pirazolone: ​​teofedrina, analgin, spazmalgon, baralgin, amidopyrine, tempalgin, reopirina, aspirina e altri FANS, nonché i mezzi di cui includono diclofenac, indometacina, ibuprofene, sulindac, piroxicam, naproxen e naproxen.d.

Se necessario, paracetamolo, solpadeina, tramadolo (o tramale), la fenacetina possono essere assunti come antidolorifici e antipiretici.

Insieme ai farmaci elencati, l'asma bronchiale aspirinico può verificarsi dalla presenza di colorante giallo tartrazina negli alimenti (sia negli alimenti che nelle droghe). Nella sua composizione chimica, è simile all'aspirina..

I pazienti non devono mangiare dolciumi gialli o bevande alcoliche (contengono tartrazina).

Anche i salicilati sono dannosi: naturali (pomodori, lamponi, arance, ribes nero, prugne, cetrioli, albicocche, ciliegie), industriali (cibo in scatola e gastronomia). I salicilati naturali contengono tartrazina in piccole quantità, quindi raramente causano un attacco. La produzione di istamina è pericolosa per il paziente, questo processo è provocato da agrumi, pesce, cavolo fresco.

Prendi misure urgenti

A volte una persona non sospetta la presenza di questo disturbo a casa e prende l'aspirina. Se compaiono i primi sintomi (dopo 5-10 minuti un naso che cola, tosse, respirazione è difficile), è necessario:

  • sciacquare lo stomaco: bere 1 litro di acqua bollita, quindi premere la radice della lingua per svuotare lo stomaco. Se viene visualizzato un tablet, non è necessario eseguire i passaggi successivi;
  • bere 10 compresse di carbone attivo e una compressa di una serie di antistaminici (tavegil, suprastin, claritina, ecc.);
  • quando l'attacco è passato, è necessario fissare un appuntamento con un allergologo.

Come identificare l'asma bronchiale da aspirina?

Test specifici in vivo possono essere eseguiti per rilevare l'asma indotto da aspirina. Sotto la supervisione di un allergologo con attrezzature speciali (in caso di attacco), al paziente viene somministrata aspirina (o un altro farmaco correlato ai FANS). È stato condotto un test a cui hanno partecipato 100 persone: un terzo dei soggetti non presentava sintomi di asma da aspirina, un secondo terzo presentava broncospasmo, che a volte non era neppure clinicamente fissato, e solo il terzo rimanente aveva una grave reazione al farmaco.

Vengono eseguiti test in vitro, ma in questo caso non c'è pericolo di attacco, perché la ricerca sulla reazione viene effettuata con le cellule del sangue (devi solo donare il sangue).

La reazione ai FANS può verificarsi in qualsiasi parte del sistema respiratorio e, in alcuni casi, possono essere colpiti l'intestino, lo stomaco e altre mucose. Ciò influisce negativamente anche sul sistema immunitario, che si manifesta sotto forma di malattie infiammatorie forti e protratte..

Desensibilizzazione come trattamento principale

La desensibilizzazione è uno dei metodi per il trattamento dell'asma aspirinico, che, come i test in vivo, si basa sulla provocazione solo a piccole dosi per un periodo di tempo. Il trattamento deve essere effettuato in un dispensario sotto la supervisione di specialisti che utilizzano tutte le attrezzature necessarie. Ad esempio, con un intervallo di 30 minuti, al paziente viene somministrata una preparazione di aspirina con un aumento costante della dose: 3, 30, 60, 100, 150, 325 e 650 mg. Ma questo metodo rapido è piuttosto difficile, che sostanzialmente finisce con un attacco di soffocamento. Pertanto, è meglio aumentare la dose in un giorno.

Prima della desensibilizzazione, è necessario alleviare l'asma e controllare le controindicazioni, che sono: gravidanza, sanguinamento, ulcera allo stomaco o ulcera duodenale.

Le inalazioni vengono eseguite non solo come metodo di base, ma anche in caso di ulcera peptica del duodeno o dello stomaco (in questo caso, possono anche essere utilizzate iniezioni di aspirina-lisina). Aldecin (USA) è molto comodo da usare, come ha un ugello nasale rimovibile, che è molto importante per la rinosinusopatia polipo.

La chirurgia sviluppa ulteriormente i sintomi e complica la malattia..

Se il paziente non tollera male la desensibilizzazione, l'emosorbimento viene effettuato per una settimana e nuovamente la desensibilizzazione. Se i sintomi della malattia sono lievi, l'emosorbimento può curare completamente un paziente affetto da asma bronchiale da aspirina..

Dopo il trattamento in ospedale, al paziente viene prescritto un ciclo di mantenimento di un trattamento ambulatoriale, la cui essenza è quella di assumere regolarmente aspirina per un anno dopo aver mangiato, bevuto con acqua minerale alcalina, sotto la stretta supervisione di un medico.

Antagonisti dei leucotrieni

Il trattamento con farmaci antileucotrieni è un trattamento con leucotrieni da parte di antagonisti (dal greco è tradotto come "avversario"). Ma insieme ai farmaci ormonali per via inalatoria, si consiglia di utilizzare compresse compresse..

Circa 20 anni fa, molte aziende iniziarono a sviluppare antileucotrieni in due direzioni: inibitori (sostanze che sopprimono qualsiasi reazione) della sintesi di leucotrieni e sostanze che legano i recettori dei leucotrieni (come gli antistaminici). Sono stati sintetizzati un numero enorme di composti, ma solo quattro sono attivi: zileutone (prima direzione); zafirlukaste, montelukast e pranlukast (nella seconda direzione). Ma come si è scoperto in pratica, l'asma aspirina non è stata completamente curata, solo il numero di farmaci aggiuntivi e il numero di convulsioni è diminuito.

I preparati di leucotrieni sono ancora in fase di sviluppo. Appartengono al gruppo di farmaci che contribuiscono al controllo dell'asma bronchiale da aspirina e sono concomitanti nel trattamento dei pazienti.

Emosorbimento e irradiazione laser del sangue

L'asma bronchiale con aspirina complessa e grave viene trattata con una combinazione di emosorbimento e irradiazione laser endovenosa..

L'essenza dell'emosorbimento è la rimozione di sostanze tossiche o patologiche dal corpo attraverso l'influenza dell'assorbente al di fuori del corpo..

Irradiazione laser del sangue (fotoemoterapia, irradiazione laser intravascolare del sangue, VLOK) - un metodo di terapia efferente (disintossicazione extracorporea, chirurgia del sangue gravitazionale), che consiste in un'esposizione dosata a laser a bassa intensità.

Il metodo VLOK influenza i processi dei livelli subcellulare e cellulare, pertanto viene ripristinato il normale funzionamento dei tessuti e degli organi. È importante che sostanze estranee non vengano introdotte nell'organismo per influire su un legame particolare nello sviluppo della malattia, ma solo il sistema di autoregolazione dell'organismo viene adeguato. Pertanto, questo metodo è molto efficace, versatile e sicuro..

VLOK viene eseguito ogni giorno (o ogni altro giorno), il corso è determinato dal medico e in media da 3 a 10 procedure. Il tempo di trattamento è di 15-20 minuti. L'irradiazione laser del sangue è indolore.

La copia dei materiali è consentita solo con un collegamento attivo alla fonte

Feedback | Per gli inserzionisti | Mappa del sito

26 febbraio. L'Istituto di allergologia e immunologia clinica, insieme al Ministero della salute, sta conducendo il programma Allergy Free di San Pietroburgo. Nell'ambito del quale il farmaco Histanol Neo è disponibile per soli 149 rubli, per tutti i residenti della città e della regione!

Asma bronchiale da aspirina

L'asma bronchiale da aspirina è un'infiammazione cronica pseudo-allergica delle vie aeree causata da ipersensibilità all'aspirina e ad altri farmaci antinfiammatori non steroidei e manifestata da congestione nasale, rinorrea, mancanza di respiro, tosse, attacchi di asma. Il decorso della malattia è grave. La diagnosi comporta un'analisi approfondita dei dati e dei reclami anamnestici, la valutazione dei risultati di un esame fisico, la funzione della respirazione esterna. Il trattamento si basa sull'esclusione dei farmaci antinfiammatori non steroidei, sull'adesione a una dieta speciale, sull'uso di broncodilatatori, glucocorticoidi, antagonisti dei recettori dei leucotrieni.

Asma bronchiale da aspirina

L'asma bronchiale da aspirina è una variante speciale dell'asma bronchiale, in cui lo sviluppo della sindrome broncospastica è causato da una maggiore sensibilità ai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), incluso l'acido acetilsalicilico, nonché i salicilati naturali. La conseguente violazione del metabolismo dell'acido arachidonico porta alla comparsa di broncospasmo e al restringimento del lume dei bronchi. L'asma bronchiale da aspirina ha un decorso grave, risponde debolmente alla somministrazione di broncodilatatori e richiede una somministrazione precoce di glucocorticosteroidi per via inalatoria per prevenire complicazioni.

La malattia si verifica principalmente negli adulti e più spesso le donne di età compresa tra 30 e 40 anni sono ammalate. L'intolleranza al FANS è osservata nel 10-20% dei pazienti con asma bronchiale e queste cifre aumentano con una combinazione di asma con rinosinusite. La prima ipersensibilità all'aspirina con lo sviluppo di laringospasmo e mancanza di respiro è stata rilevata all'inizio del 20 ° secolo, poco dopo la scoperta e l'implementazione dell'acido acetilsalicilico nella pratica clinica.

Cause di asma dell'aspirina

La presenza di asma bronchiale da aspirina è causata da una maggiore sensibilità all'aspirina e ad altri FANS: diclofenac, ibuprofene, indometacina, ketoprofene, naproxene, piroxicam, acido mefenamico e sulindac. Inoltre, nella maggior parte dei casi, si osserva una reazione crociata in relazione ai suddetti medicinali, cioè in presenza di ipersensibilità all'aspirina nel 50-100% dei casi, si osserverà l'ipersensibilità all'indometacina, sulindac, ecc..

Spesso si nota un'iperreazione con lo sviluppo del broncospasmo non solo sui farmaci, ma anche sui salicilati naturali: pomodori e cetrioli, arance e limoni, mele e peperoni, alcune bacche (lamponi, fragole, fragole, ecc.), Condimenti (cannella, curcuma). Inoltre, una maggiore sensibilità si sviluppa spesso sulla tartazina di colorante giallo, nonché su vari alimenti in scatola, che includono derivati ​​dell'acido salicilico e benzoico.

Il meccanismo di sviluppo del broncospasmo e degli attacchi d'asma associati all'aspirina è causato non da un'allergia classica, ma da una violazione del metabolismo dell'acido arachidonico (spesso una tale violazione è determinata geneticamente) sotto l'influenza di farmaci antinfiammatori non steroidei. Allo stesso tempo, i mediatori infiammatori si formano in eccesso - cisteinil leucotrieni, che migliorano il processo infiammatorio nelle vie aeree e portano allo sviluppo di broncospasmo, provocano un'eccessiva secrezione di muco bronchiale e aumentano la permeabilità vascolare. Questo ci consente di considerare questa patologia come pseudo-atopia respiratoria (pseudo-allergia).

Inoltre, nei pazienti c'è un'inibizione della via cicloossigenasi del metabolismo dell'acido arachidonico con una diminuzione della formazione di prostaglandine E, espandendo i bronchi e un aumento del numero di prostaglandine F2a, restringendo l'albero bronchiale. Un altro fattore patogenetico coinvolto nello sviluppo dell'asma bronchiale da aspirina è l'aumento dell'attività piastrinica quando i farmaci antinfiammatori non steroidei entrano nel corpo. L'aumentata aggregazione piastrinica porta ad un aumento del rilascio di sostanze biologicamente attive come trombossano e serotonina, causando broncospasmo, aumento della secrezione delle ghiandole bronchiali, aumento dell'edema della mucosa bronchiale e sviluppo di ostruzione bronchiale.

Sintomi dell'asma bronchiale da aspirina

Esistono diverse varianti del decorso dell'asma bronchiale con aspirina: asma puro con aspirina, una triade di aspirina e una combinazione di ipersensibilità ai farmaci antinfiammatori non steroidei con asma bronchiale atopico.

La malattia si sviluppa più spesso in pazienti affetti da rinosinusite cronica o asma, che spesso compaiono per la prima volta contro un'infezione virale o batterica quando assumono un farmaco antipiretico in relazione a questo. In genere, entro 0,5-1 ore dall'ingestione di aspirina o suoi analoghi, si manifesta rinorrea abbondante, lacrimazione, arrossamento del viso e della parte superiore del torace, si sviluppa un attacco d'asma corrispondente al corso classico di asma bronchiale. Spesso un attacco è accompagnato da nausea e vomito, dolore addominale, diminuzione della pressione sanguigna con vertigini e svenimento.

Con asma bronchiale isolato ("puro"), lo sviluppo di un attacco d'asma è caratteristico subito dopo l'assunzione di FANS in assenza di altre manifestazioni cliniche e un decorso relativamente favorevole della malattia.

Con la triade di aspirina, si nota una combinazione di segni di rinosinusite (congestione nasale, naso che cola, mal di testa), intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei (dolore alle tempie, rinorrea, attacchi di starnuti e lacrimazione) e grave decorso progressivo di asma con frequenti attacchi di asma, lo sviluppo di stato asmatico.

Con una combinazione di aspirina e asma bronchiale atopico, insieme alla triade di aspirina, ci sono segni di reazioni allergiche con lo sviluppo di broncospasmo sull'ingestione di polline di piante, allergeni domestici e alimentari, nonché frequenti segni di danni ad altri organi e sistemi, inclusi i fenomeni di orticaria ricorrente, eczema dermatite atopica.

Diagnosi di asma bronchiale aspirina

La corretta diagnosi di asma bronchiale da aspirina può essere stabilita se viene presa una storia approfondita, viene stabilita una chiara connessione tra lo sviluppo di attacchi asmatici e l'uso di acido acetilsalicilico e altri FANS, nonché i farmaci che includono aspirina, salicilati "naturali" e tartazina colorante alimentare.

La diagnosi è facilitata dalla presenza in pazienti con asma bronchiale di aspirina, la cosiddetta triade di aspirina, ovvero una combinazione di intolleranza ai FANS, gravi attacchi di asma e segni clinici di rinosinusite poliposa cronica (confermata dalla radiografia dei seni e dall'esame endoscopico del rinofaringe).

Per confermare la diagnosi, i test provocatori con acido acetilsalicilico e indometacina sono informativi. I FANS possono essere somministrati per via orale, nasale o per inalazione. La ricerca dovrebbe essere condotta solo in un istituto medico specializzato dotato di rianimazione cardiopolmonare, quindi è possibile sviluppare reazioni anafilattoidi durante un test provocatorio. Il test è considerato positivo quando ci sono segni di soffocamento, violazione della respirazione nasale, naso che cola, lacrimazione e diminuzione del FEV1 (volume espiratorio forzato nel primo secondo) quando si esamina la funzione della respirazione esterna.

È necessaria una diagnosi differenziale di asma bronchiale con aspirina e altre malattie (asma atopico, broncopneumopatia cronica ostruttiva, infezioni respiratorie acute, tubercolosi e lesioni tumorali dei bronchi, asma cardiaco, ecc.). In questo caso, vengono eseguiti gli studi strumentali e di laboratorio necessari, tra cui radiografia del torace, TC dei polmoni, broncoscopia, spirometria, ultrasuoni del cuore, consultazioni con un pneumologo, allergologo-immunologo, cardiologo, otorinolaringoiatra e altri specialisti.

Trattamento dell'asma bronchiale con aspirina

Il trattamento dei pazienti con asma bronchiale con aspirina viene effettuato in conformità con le raccomandazioni generali progettate per aiutare con vari tipi di asma bronchiale. È importante escludere l'uso di aspirina e altri FANS, nonché alimenti contenenti salicilati naturali. Se necessario, possono essere autorizzati farmaci relativamente sicuri, come il paracetamolo, in consultazione con il proprio medico..

I principali farmaci usati per prevenire attacchi di asma in pazienti con asma bronchiale aspirina sono glucocorticosteroidi per via inalatoria (beclometasone dipropionato, budesonide, fluticasone propionato), b2-agonisti per inalazione a lungo effetto (formoterolo e salmeterolo), nonché anti-leucotrienolo. Inoltre, viene effettuato un trattamento pianificato di rinosinusite cronica e polipi nasali..

Durante un'esacerbazione durante un attacco d'asma, vengono prescritti b2-agonisti per inalazione ad azione rapida (salbutamolo, fenoterolo), anticolinergici (ipratropio bromuro), teofillina, aminofillina. Nei casi più gravi di asma bronchiale aspirina, glucocorticosteroidi orali e iniettabili, viene utilizzata la terapia per infusione. In presenza di rinosinusite polipo cronica concomitante, è possibile eseguire un trattamento chirurgico con rimozione endoscopica di polipi.