Dieta rigorosa per allergie negli adulti

Analisi

I bambini piccoli affrontano questo problema più spesso degli adulti, ma il principio del trattamento è lo stesso per tutte le categorie di età - oltre a prendere antistaminici, devi seguire una dieta. Un gran numero di rigide restrizioni sulle allergie alimentari è il modo più affidabile per aiutare rapidamente il corpo e per alcune situazioni è anche una misura diagnostica per aiutare a identificare un irritante..

Qual è una dieta rigorosa per le allergie

Una violazione dell'assimilazione del cibo, in cui la proteina in arrivo viene riconosciuta come agente estraneo, quindi il corpo inizia a produrre anticorpi contro di essa - una tale definizione di allergia alimentare viene data dai medici. Bacche, cereali e persino mele possono essere irritanti. L'eccezione è il sale e lo zucchero, ma sono anche soggetti a un rigoroso divieto di esacerbazione di una reazione allergica, poiché irritano la mucosa intestinale. Grazie a una dieta rigorosa:

  • la condizione migliora durante l'esacerbazione;
  • il rischio di recidiva è ridotto;
  • il carico sul tratto digestivo è ridotto;
  • le tossine che si accumulano a causa della lotta degli anticorpi con "agenti estranei" vengono eliminate;
  • la necessità di antistaminici è ridotta;
  • viene rilevato un allergene specifico (se sconosciuto).

Un menu speciale per chi soffre di allergie, che implica l'esclusione di cibi pericolosi, con le allergie porta molti benefici, anche come misura diagnostica, ma la dieta non può essere l'unico modo per eliminare il problema. La correzione nutrizionale non sostituisce l'assunzione di antistaminici e altri metodi terapeutici prescritti da un medico sulla base di test.

I principi

Una rigorosa dieta per le allergie dovrebbe essere rigorosamente osservata, poiché in alcune situazioni anche la vita del paziente può dipendere da essa: una risposta immunitaria distorta si manifesta non solo con eruzioni cutanee e infiammazione con un mal di stomaco, ma anche soffocamento. La reazione anafilattica può portare alla morte. Per questo motivo, è importante familiarizzare con i principi principali di una dieta terapeutica:

  • Limitare la quantità di sale a 6 g / giorno.
  • Il cibo dovrebbe essere sottoposto a trattamento termico, ma è vietata la frittura: il menu contiene solo stufati, al forno, bolliti, al vapore. Dopo aver eliminato i sintomi di esacerbazione, puoi preparare insalate da frutta o verdura fresca.
  • La nutrizione per le allergie è frazionaria, i pasti - fino a 8 volte al giorno, anche per ridurre il carico sul tratto gastrointestinale. Piccole porzioni aiutano inoltre a monitorare la reazione al cibo e prevenire una possibile ricaduta (più allergeni da mangiare, più difficile sarà la condizione).
  • La cottura dovrebbe essere fatta in modo indipendente, non dai cibi pronti, in modo da non avere dubbi sulla composizione del cibo..
  • Additivi alimentari, coloranti, conservanti, salse, maionese sotto il severo divieto di allergie alimentari.
  • L'introduzione di nuovi prodotti alimentari richiede una rigorosa contabilità: iniziare con piccole dosi e assicurarsi di descrivere la reazione nel diario alimentare. Se possibile, eseguire il test sotto la supervisione di una famiglia o di un medico.
  • Studia attentamente le formulazioni sui prodotti di fabbrica per eliminare le tracce di allergeni. Non acquistare carne e pesce tritati.

Tipi di diete di base

I medici affermano che non solo le allergie alimentari richiedono una revisione del menu: una reazione negativa ai farmaci deve anche alleviare le condizioni del paziente rimuovendo determinati alimenti dalla dieta. La gravità delle condizioni del paziente ha anche un ruolo nell'elaborazione di un piano nutrizionale. Sulla base di questo, gli specialisti hanno sviluppato 2 tipi di diete rigorose:

  • Di base o non specifico. Sono prescritti durante il periodo di esacerbazione o quando non si conosce l'esatto allergene, al fine di ridurre il carico sulla digestione, per indebolire i sintomi negativi.
  • Eliminazione o specifica. Sono selezionati in base a uno stimolo specifico, suggeriscono la sua completa eliminazione dal piano nutrizionale, quindi possono essere utilizzati anche nel periodo acuto. Aiutano anche a capire l'esatta reazione del corpo, la possibilità di sostituire un irritante alimentare causale con un basso allergene.

Non specifico

I primi 1-2 giorni si consiglia di morire di fame se si ha una reazione allergica al cibo e l'irritante è sconosciuto. In questo momento, puoi bere acqua pulita (1,5 litri al giorno per gli adulti, 1 litro per i bambini), acqua minerale non gassata, tè a bassa preparazione. Dopo la prescrizione di una dieta ipoallergenica rigorosa, il cui menu si basa su prodotti che non provocano una risposta immunitaria negativa brillante:

  • grano saraceno e farina d'avena (bolliti in acqua);
  • pane integrale (1-2 gradi, ieri), pangrattato;
  • zuppe di verdure (è possibile aggiungere i cereali specificati);
  • brodo di rosa selvatica, composte di frutta secca non zuccherate.

Una dieta ipoallergenica così rigorosa viene osservata per un massimo di 5 giorni, durante i quali le manifestazioni di esacerbazione devono attenuarsi per trasferire il paziente a una dieta più varia. La frutta e la verdura vengono introdotte in grandi quantità, ma gradualmente, soprattutto quelle di media e alta allergene. La risposta ad ogni nuova voce di menu viene attentamente monitorata..

Eliminazione

Una dieta rigorosa specifica è indicata per le persone con un irritante esatto noto. Dal menu si ottiene non solo lui, ma tutto ciò che ha una struttura simile ad esso: fonti di allergeni incrociati. La percentuale di contenuto nei piatti non ha un ruolo. Inoltre, dalla dieta eliminare:

  • Amplificatori di allergenicità di qualsiasi alimento (sostanze irritanti della mucosa): brodi ricchi ricchi, spezie, zucchero, sale, aceto, senape, rafano.
  • Alimenti altamente allergenici: cioccolato (e tutto ciò che è presente nel cacao), caffè, miele, agrumi, pesce.

Il menu di una dieta a eliminazione rigorosa è importante da formare con l'aggiunta di prodotti enterosorbenti - fonti di fibre, che aiutano ad alleviare rapidamente le condizioni di una persona eliminando le tossine. Crusca, cereali (preferibilmente cereali integrali - non crusca), verdure, frutta vengono introdotti nella dieta quotidiana e i piatti devono essere cucinati usando lo stufato o l'ebollizione. Con una dieta di eliminazione correttamente selezionata, dopo 3-4 giorni, i sintomi delle allergie si attenuano. Restrizioni nutrizionali rigorose vengono osservate per 2 settimane. Un altro paio di sfumature:

  • Con una reazione stagionale, è necessaria una dieta rigorosa durante l'intero periodo di spolverata attiva dell'allergene.
  • Se la risposta immunitaria negativa del corpo non è stagionale, la dieta di eliminazione è prescritta per 10-15 giorni, mentre la persona è in trattamento. In rari casi, i divieti severi durano per tutta la vita.

Tipi di prodotti in base al contenuto di allergeni in essi

Se una persona si trova di fronte a una reazione negativa al cibo per la prima volta e non riesce a determinare esattamente quale prodotto sia pericoloso per lui, la dieta si basa sulla completa esclusione di potenziali irritanti forti. In base alla concentrazione di allergeni, i prodotti sono suddivisi in:

  • Altamente attivo: noci, fave di cacao (e loro derivati), caffè, miele, uova, grano, funghi, frutti di mare, pesce, aceto, spezie, confetteria, agrumi, pollame (tranne tacchino, pollo), mango, ananas, fragole, melanzane, pomodori, ravanello, melone, latte (e suoi derivati), maionese, carni affumicate, senape, rafano.
  • Medio attivo: manzo, pollo, patate, grano saraceno, avena e semole di riso, legumi (soia, piselli, fagioli), barbabietole, rape, ribes nero, cinorrodi, mirtilli rossi, mirtilli, mirtilli rossi, ciliegie.
  • Bassa attività: latticini, miglio, orzo perlato, mais, tacchino, coniglio, agnello magro e maiale, cavolo (cavolfiore, broccoli, cavolo bianco), zucchine, aneto, prezzemolo, pere, mele, ciliegie, prugne, ribes (bianco, rosso).

Menù per allergie per adulti

Anche le restrizioni alimentari più severe non parlano di una dieta povera: dopo aver eliminato i principali allergeni (e in alcune situazioni secondari), una persona non perde l'opportunità di mangiare varia e gustosa. Un punto importante nella dieta è la considerazione delle reazioni crociate:

  • Se sei allergico alle noci, è consigliabile escludere dalla dieta grano saraceno, riso e farina d'avena, sesamo, papavero, mango, kiwi.
  • Se sei allergico alle arachidi, ai pomodori, alla soia, ai piselli e ai frutti a buccia grande (albicocca, prugna, nettarina, ecc.) Può essere pericoloso..

La necessità di una dieta rigorosa per le allergie ai farmaci è contestata da alcuni medici, ma se la condizione è grave, ha senso passare per un breve periodo a una dieta ipoallergenica non specifica o seguire una di queste opzioni:

  • Allergia all'aspirina: rigetto di bacche, agrumi, meloni, pesche, prugne, peperoni, pomodori, patate, cetrioli.
  • Allergia agli antibiotici: rimozione dal menu di noci, formaggio, fragole, funghi, uva, frutti di mare, uova, piatti pesanti (piccanti, fritti, grassi), uova, frutta esotica, cibi pronti, salsicce, bevande gassate.

Nel periodo di miglioramento dei sintomi di allergia

La dieta più diversificata è considerata una semplice dieta non specifica, che richiede di mangiare 4 p / giorno o più spesso e comporta l'esclusione di soli elementi che irritano il tratto digestivo. La dieta di base per le allergie negli adulti si basa su tali elenchi di generi alimentari:

Permesso

Limitato

Sono vietati

Biscotti Galetny, pane di ieri, panini senza lievito, salati e non ricchi

Prodotti da forno, farina calda

Zuppe di verdure, su brodo di carne magra, con graniglie, zuppa di cavolo, borsch

Frattaglie di carne (rene, fegato, lingua)

Piatti di carne di vitello, manzo, pollame (bolliti, in umido, al vapore)

Uova (1 pz. / Giorno, alla coque o frittata)

Marinate, sottaceti, affumicati

Ricotta non acida di breve durata, latte scremato, yogurt, kefir, yogurt naturale

Cereali (tutto se non si è allergici al glutine), pasta

Verdure, frutta, frutta secca

Gelato, bevande fredde

Acqua minerale, tè o caffè con latte, kissel

Fragole, fragole, melone, pomodori, melanzane, fagioli, lenticchie

Per allergie al polline degli alberi

C'è una reazione crociata tra allergeni vegetali (non tutti) e proteine ​​presenti negli alimenti, quindi se c'è intolleranza al polline degli alberi (in particolare betulla, nocciola, quercia, ontano, acero), erbe, una persona dovrebbe rifiutare alcuni alimenti. Una dieta rigorosa si presenta così:

Raccomandazione

Alimenti e piatti

Limite

Dolci, confetteria, gelato, alcool, cioccolato, cacao, bevande fredde, affumicate, marinate, sottaceti, alimenti con coloranti e additivi

Escludere

Miele, ciliegie, ciliegie, albicocche, pesche, fragole, noci, mele, cognac, patate novelle, carote, linfa di betulla, medicine su coni di ontano e gemme di betulla

Permesso

Piatti

Zuppe e piatti di specie magre di pollame, vitello, manzo, eventuali piatti a base di uova, casseruole da cereali, pasta, cereali

Le bevande

Caffè sfuso con latte, acqua minerale (compresa la soda), tè

Prodotti

Arachidi, fagioli, piselli, lenticchie, patate, barbabietole, pomodori, cetrioli, ravanelli, ravanelli, latte cotto fermentato, yogurt, acidophilus e latte normale, ricotta fresca non acida, panna acida, kefir, prodotti da forno, biscotti

Per allergie al latte di mucca

Secondo gli esperti, non vi sono evidenti allergeni correlati nel latte di mucca e la caseina o il lattosio sono la causa della reazione negativa, pertanto solo i latticini sono esclusi dalla dieta (anche per le capre). La pulizia del latte acido dipende dall'organismo specifico. Per la sostituzione, è possibile utilizzare latte di riso, mandorle o noci, se non sono allergici. Raccomandazioni dietetiche:

Permesso

Sono esclusi

Uova, noci, fagioli

Latte (incluso essiccato)

Carne, pesce, frattaglie

Frutta, verdura, bacche

Burro, margarina

Prodotti da forno non contenenti latte o suoi derivati

Porridge su acqua senza olio

Succhi di frutta e verdura

Per le allergie ai pesci

Se, attraverso test di laboratorio, è stata determinata una specie di pesce che non viene percepita dall'organismo, viene rimossa solo dalla dieta. In altri casi, è necessario abbandonare qualsiasi pesce, caviale, prodotti / piatti in cui è presente questo componente (incluso olio di pesce, farina di ossa), frutti di mare. Il resto del cibo non è proibito, quindi un gran numero di alimenti consentiti sono nella dieta:

Categoria

Prodotti

Le bevande

Caffè, tè nero o verde, bevande gassate, alcool, succhi di frutta e verdura

Dolci

Miele, melassa, zucchero, marmellata, marmellata, marmellate, marmellata, dolci, cioccolato, halva

grassi

Panna, verdura e burro, margarina

Prodotti da forno

Fonti proteiche

Carne, pollame, prosciutto, frattaglie, funghi, legumi, noci

Cibo vegetale

Frutta, verdura, bacche

riposo

Prodotti a base di latte e acido lattico, cereali, pasta, brodi e decotti su prodotti ammessi

Ricette utili

Pasti deliziosi e sicuri per le allergie sono selezionati in base a specifiche restrizioni nutrizionali. Le ricette seguenti sono rivolte solo a una dieta non specifica con un divieto rigoroso aggiuntivo di irritanti altamente attivi, cibi pronti, spezie, cibo in scatola, sottaceti, sottaceti per una persona i cui sintomi di esacerbazione si sono attenuati. Non dimenticare di chiarire quali prodotti allergici sono ammessi direttamente dal medico.

Biscotti di farina d'avena con banana

  • Tempo: 35 minuti.
  • Dosi per confezione: 3 persone.
  • Contenuto calorico: 339 kcal in 100 grammi.
  • Scopo: per il tè.
  • Cucina: a casa.
  • Difficoltà: facile.

Questi biscotti croccanti possono essere serviti per la colazione o il tè della sera. A coloro che seguono la figura piaceranno anche loro, poiché non c'è un grammo di zucchero in cottura (la banana fornisce dolcezza), non c'è farina (viene utilizzata solo la farina d'avena e grano saraceno per l'allergia al glutine). Se vuoi una superficie più liscia, aggiungi l'uovo in assenza di allergia alle proteine. Per un gusto più interessante, l'uva passa, i mirtilli rossi secchi, la mela grattugiata possono essere introdotti qui..

Ingredienti:

  • fiocchi d'avena "Ercole" - 140 g;
  • olio vegetale - 50 ml;
  • banana matura - 120 g;
  • uvetta (opzionale) - 30 g.

Metodo di cottura:

  1. Versare acqua bollente sull'uvetta, lasciare cuocere a vapore.
  2. Versare i cereali nella padella, marroni.
  3. Macinare in un robot da cucina (ma non farina!).
  4. Metti la banana lì, gira un altro minuto.
  5. Aggiungi olio, uvetta, mescola.
  6. Metti le palline su una teglia da forno, appiattiscile a torte spesse. Cuocere in forno a 200 gradi per 20–25 minuti.

Cotolette di tacchino con zucchine

  • Tempo: 1 ora.
  • Dosi per confezione: 3 persone.
  • Piatti calorici: 61 kcal.
  • Scopo: a pranzo.
  • Cucina: a casa.
  • Difficoltà: media.

Di tutti i tipi di carne e pollame con allergie, la più sicura è la Turchia, sulla base della quale si possono preparare deliziose polpette al forno. Se la massa di lavoro è molto liquida, strizzala a mano e aggiungi un paio di cucchiai di farina d'avena. Se lo si desidera, è possibile creare una combinazione di tacchino tritato con vitello e cotolette pronte con purè di patate (senza burro e latte).

Ingredienti:

  • turchia - 350 g;
  • zucchine - 200 g;
  • un mucchio di aneto;
  • sale (opzionale) - 1/4 cucchiaino.

Metodo di cottura:

  1. Tagliare il tacchino a pezzi, sbucciare e allo stesso modo tagliare le zucchine. Scorri in un robot da cucina.
  2. Macinare l'aneto, mescolare alla massa risultante. Salare a piacere.
  3. Formare piccole cotolette con le mani, inserire uno stampo in ceramica, serrare con un foglio.
  4. Metti in forno freddo. Cuocere in forno a 180 ° 40–45 minuti (conto alla rovescia dal momento del riscaldamento completo).

Dieta allergica

Ultimo aggiornamento: 14/01/2020

Il contenuto dell'articolo

Iperemia, eruzione cutanea e prurito sono alcuni dei sintomi di una reazione atipica di un organismo a una particolare sostanza allergenica. La loro intensità dipende in gran parte dal cibo e dalle bevande consumati da chi soffre di allergie, quindi è necessario essere responsabili della compilazione di una dieta quotidiana. Quali principi e fondamenti della nutrizione dovrebbero essere osservati per ridurre la sensibilizzazione? Come creare un menu dietetico equilibrato per le allergie cutanee in un adulto e in un bambino? Quali alimenti sono ammessi e quali sono vietati? Puoi scoprirlo dal nostro articolo..

Importanza della dieta per le allergie alimentari

Per comprendere la relazione tra nutrizione e manifestazioni cutanee di una reazione allergica, è necessario comprendere il meccanismo di sensibilizzazione. L'allergia non può essere considerata a pieno titolo una malattia. È una risposta atipica del sistema immunitario a seguito del contatto con una determinata sostanza, che normalmente non dovrebbe causare sensibilità. L'allergene può essere cibo, polline delle piante, prodotti di scarto degli animali, prodotti chimici domestici, persino luce solare e acqua.

La pelle è una sorta di indicatore che riflette le condizioni generali del corpo. Se una persona ha una risposta immunitaria atipica a una particolare sostanza, è la pelle a soffrire per prima di tale sensibilizzazione. I sintomi di un'allergia alla pelle sono piccole e grandi eruzioni cutanee, accompagnate da prurito, bruciore e dolore, gonfiore e arrossamento della pelle.

Mangiare determinati alimenti può sia provocare l'insorgenza di una reazione allergica che aggravare il decorso di sintomi di sensibilizzazione già esistenti. Per questo motivo, durante un'esacerbazione di allergie, è auspicabile escludere completamente i prodotti trigger dalla dieta e aderire a determinate regole per la lavorazione e il consumo di alimenti. Seguire una dieta per le allergie cutanee, nonché seguire i consigli del medico e assumere i farmaci prescritti è una vera opportunità per affrontare spiacevoli manifestazioni di sensibilizzazione e rafforzare le difese del corpo.

Le caratteristiche principali della dieta per le allergie cutanee negli adulti e nei bambini

La preparazione di una dieta equilibrata, escluso l'uso di prodotti trigger, dovrebbe essere eseguita da uno specialista. Sulla base di test di laboratorio e test specialistici, un allergologo (o dermatologo) può determinare non solo l'allergene che provoca sensibilizzazione, ma anche sostanze che hanno una struttura simile e possono anche causare sintomi spiacevoli. Solo un medico può fare un elenco di prodotti consentiti e vietati, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente - come l'intensità della reazione atipica, l'età, il genere, la salute generale e la presenza di malattie concomitanti.

Se al momento non hai l'opportunità di visitare un medico, puoi utilizzare alcune raccomandazioni generali riguardanti una dieta per le allergie cutanee negli adulti e nei bambini:

  • Il cibo dovrebbe essere frazionario. Se mangi cibo in piccole porzioni 5-6 volte al giorno invece dei soliti 3 (colazione, pranzo e cena), la sua digestione avverrà più velocemente e meglio. Di conseguenza, il carico sul tratto digestivo diminuirà..
  • È importante cucinare correttamente. Invece di friggere il cibo (specialmente - nel grasso profondo), è consigliabile dare la preferenza a stufare, bollire, cuocere a vapore, cuocere in forno. È anche indispensabile mangiare frutta e verdura crude fresche consentite..
  • La dieta per le allergie cutanee nei bambini e negli adulti dovrebbe essere bilanciata. Nonostante il fatto che le proteine ​​siano solitamente responsabili della reazione atipica del corpo, è inopportuno escluderla completamente dalla dieta. Inoltre, non dimenticare la saturazione del corpo con vitamine e minerali. Se alcune sostanze benefiche vengono ingerite con cibo in quantità insufficiente, puoi discutere con il tuo medico l'opportunità di assumere complessi vitaminico-minerali.
  • Quando si compila un menu dietetico per le allergie cutanee, si dovrebbe considerare la possibilità di sviluppare una reazione crociata. Alcune sostanze hanno una struttura amminoacidica simile, a seguito della quale il sistema immunitario reagisce erroneamente ad esse allo stesso modo di una sostanza allergenica. In questo caso, la reazione crociata può estendersi non solo ai prodotti alimentari, ma anche ad altri gruppi di allergeni (famiglia, polline, medicinali, ecc.). struttura simile. Ad esempio, una dieta per allergie all'erba di cereali e al polline implica il rifiuto di prodotti da forno, birra di frumento e malto, kvas, cicoria, olio di semi di girasole e semi.
  • Per ridurre l'intensità della reazione allergica, si consiglia di escludere l'uso di alcol e zucchero raffinato.
  • Per valutare la sicurezza dei cibi con allergie cutanee, si consiglia di tenere un diario alimentare. Dovrebbe includere le seguenti colonne: data e ora del consumo, nome, composizione, quantità e metodo di preparazione del piatto mangiato, descrizione della reazione della pelle. Si consiglia di conservare le registrazioni nel diario su base continuativa per 1-2 mesi, dopodiché è necessario analizzare la risposta dell'organismo a determinati prodotti. Si raccomanda inoltre di prendere appunti appropriati dopo aver introdotto nuovi piatti nella dieta.

Tipi di nutrizione per le allergie: quale dieta è rilevante in un caso particolare?

Se una persona ha sensibilizzazione a un allergene specifico o a un suo gruppo, la sua alimentazione può essere:

  • Eliminazione. Il menu per la dieta di eliminazione delle allergie cutanee è progettato in modo tale da non contenere una sostanza allergenica. Allo stesso tempo, altri prodotti di media e perfino alta allergene possono essere autorizzati per l'uso in quantità ragionevoli. Ad esempio, se un paziente ha una maggiore sensibilità alle proteine ​​vegetali (glutine), una dieta per allergie esclude l'uso di cereali e zuppe da grano, segale, orzo e farina d'avena, nonché piatti di queste varietà di farina. Al contrario, si raccomanda di includere nella dieta speciali varietà senza glutine di pane, legumi, noci, carne, pesce e uova. Di conseguenza, la mancanza di proteine ​​dovuta al rifiuto del glutine viene compensata ottenendola con prodotti consentiti.
  • Di base. La nutrizione di base prevede l'uso di prodotti ipoallergenici e un completo rifiuto di tutti i potenziali allergeni. È particolarmente rilevante se il prodotto che provoca una reazione atipica del corpo è sconosciuto. Nella maggior parte dei casi, si raccomanda di aderire a tale dieta durante i periodi di allergie acute, nonché in presenza di un'allergia polivalente..

Dieta per le allergie: cosa può e non deve essere mangiato?

Tutti i prodotti rientrano in tre categorie:

  • Altamente allergenico Questo gruppo include prodotti che molto spesso causano una reazione atipica. Questi includono cibi sia animali che vegetali: latte di mucca e prodotti derivati, carne di pollo, uova, frutti di mare (soprattutto crostacei), pesce; girasole, noci, grano, frutta e verdura in rosso e arancio, agrumi, funghi. Oltre a questi prodotti, si osserva un aumento del rischio di sviluppare o intensificare le allergie con l'uso di piatti affumicati, salati e in salamoia, fast food, grassi trans, alcool, emulsionanti artificiali, conservanti e aromi.
  • Moderatamente allergenico. Questo gruppo comprende carne di maiale magra, legumi, banane, grano saraceno, pesche e prugne, mais.
  • Allergenico basso. Una dieta allergica può includere cibi sicuri come zucchine, ribes bianco, cetrioli freschi, erbe, rape, cavoli, varietà di montone magro, carne di cavallo, coniglio.

Dieta allergica per adulti: menu di 4 giorni

Fare una dieta quotidiana equilibrata dipende da quale prodotto può causare una reazione atipica. Di seguito è riportato un esempio di una dieta allergica cutanea di base che elimina diversi allergeni comuni..

Il primo giorno

Colazione: porridge di grano saraceno in acqua, insalata di cavolo e verdure con condimento all'olio d'oliva.

Pranzo: frittelle di patate.

Pranzo: zuppa di verdure, cavolo in umido con manzo bollito.

Spuntino: ricotta con erbe e cetrioli.

Cena: spezzatino di zucchine, bistecca di maiale magro.

Secondo giorno

Colazione: farina d'avena in acqua con frutta secca.

Seconda colazione: biscotti.

Pranzo: borsch vegetariano, pilaf di montone magro.

Spuntino: yogurt senza additivi.

Cena: mele delle varietà consentite (Simirenko, ripieno bianco, ecc.), Cotte con ricotta.

Giorno tre

Colazione: porridge di miglio con verdure fresche consentite, biscotti.

Seconda colazione: frittelle di zucca.

Pranzo: zuppa di piselli con brodo vegetale, casseruola di patate con coniglio in umido.

Cena: riso selvatico bollito con lingua di manzo bollita.

Quarto giorno

Colazione: farina d'avena con frutta secca, tè verde.

Pranzo: banana.

Pranzo: zuppa di riso con brodo vegetale, polpette di coniglio.

Spuntino: frutta in umido.

Cena: porridge di grano saraceno sull'acqua, insalata di cavolo e insalata di cetrioli.

Dieta per allergie nei bambini

Le reazioni allergiche nei bambini sono un evento abbastanza comune. Alcuni bambini sono ereditati. Si ritiene che se uno dei genitori ha sensibilizzazione in relazione a qualsiasi allergene, la probabilità di una reazione atipica in un bambino è del 50%. Se si osserva una maggiore sensibilità in entrambi i genitori, questo rischio aumenta al 60-70%.

Nell'infanzia, la sensibilizzazione rispetto alle proteine ​​del latte vaccino è abbastanza comune. Se il bambino viene allattato al seno, aumenta la probabilità di sviluppare tale sensibilizzazione. In questo caso, diventa rilevante il problema del rispetto della dieta con un'allergia al latte. Per i bambini fino a un anno, le normali miscele di latte possono essere sostituite con miscele con proteine ​​del latte vaccino idrolizzate. L'introduzione di alimenti complementari (verdure ipoallergeniche, frutta, bacche e purea di carne) nei bambini con allergie dovrebbe essere effettuata gradualmente.

La nutrizione per le allergie cutanee nei bambini dopo un anno ha le stesse caratteristiche degli adulti. L'unica differenza è che è più difficile per i bambini in età prescolare e in età scolare osservare le restrizioni e soprattutto rifiutare i dolci. Per eliminare il rischio di uso accidentale di prodotti vietati (ad esempio, in una scuola materna o in una mensa scolastica), puoi cucinare i tuoi figli a casa e consegnarli.

Dieta di una madre che allatta con allergie in un bambino

L'allattamento al seno è una delle condizioni necessarie per la formazione dell'immunità del bambino. Insieme al latte materno, il bambino riceve le sostanze utili necessarie: immunoglobuline, vitamine, minerali, enzimi.

Se un bambino allergico viene allattato al seno, la responsabilità della dieta spetta alla madre. Fintanto che una donna allatta al seno il suo bambino, dovrebbe escludere l'uso di cibi e bevande ad alto e medio-allergene. Si consiglia di osservare queste restrizioni per almeno sei mesi - durante questo periodo, il sistema immunitario del bambino è particolarmente vulnerabile. A partire dall'età di sei mesi, possono essere introdotti gradualmente alimenti complementari ipoallergenici. In questo caso, è necessario conservare le voci nel diario nutrizionale, rilevando in esso la reazione del bambino a uno o un altro tipo di alimenti complementari.

I prodotti La Cree e il loro aiuto nel trattamento delle allergie

Oltre alla dieta e all'assunzione di antistaminici, l'uso della crema La Cree per la pelle sensibile aiuta a ridurre le manifestazioni di una reazione allergica sulla pelle.Il prodotto contiene ingredienti attivi come estratti di una stringa, noci e viole, pantenolo, bisabololo e olio di avocado. L'uso della crema aiuta a ridurre il prurito, il rossore e il peeling della pelle - sintomi caratteristici delle allergie. La composizione della crema è assolutamente sicura, non contiene ormoni e parabeni, quindi può essere utilizzata da donne in gravidanza e bambini dalla nascita.

Ricerche cliniche

Lo studio clinico dimostra l'elevata efficienza, sicurezza e tollerabilità dei prodotti di La Cree TM per la cura quotidiana della pelle di bambini e adulti con dermatite atopica lieve e moderata e durante la remissione, accompagnata da una diminuzione della qualità della vita dei pazienti. Come risultato della terapia, una diminuzione dell'attività del processo infiammatorio, una diminuzione della secchezza, prurito e desquamazione.

Uno studio clinico ha confermato le seguenti proprietà della crema La Cree per le pelli sensibili:

  • Rimozione del rossore del tegumento;
  • Idratazione della pelle;
  • Cura della pelle delicata.

Sulla base dei risultati della ricerca congiunta, la confezione del prodotto contiene le informazioni: "Raccomandato dalla filiale di San Pietroburgo dell'Unione dei pediatri della Russia".

Recensioni dei consumatori

Neznakomka Ja (deti.mail.ru)

“Comunque, ho deciso di provare. L'ho comprato 3 giorni fa, prima l'ho provato su me stesso, il mio rossore è decollato durante il giorno da qualche parte. Ora sto pensando di ungere il bambino! "

Olesssia (spasibovsem.ru)

“Mi piace questo prodotto cosmetico. Ha una bella trama. Si distribuisce facilmente sulla pelle, rapidamente assorbito. Idrata e nutre la pelle, non peggio delle costose creme di marchi famosi, e a differenza di loro ha un effetto curativo.

In estate, quando il mare del sole e gli insetti pungenti, questa emulsione è molto utile.

Tra le controverse carenze di questo prodotto ci sono la chimica nella composizione (gli stessi parabeni), un odore specifico che non piacerà a tutti e un packaging che non è sempre comodo da usare. ".

Dieta per allergie cutanee

L'immunità è un sistema incredibilmente complesso, influenzato da stimoli sia esterni che interni. La resistenza all'organismo è influenzata dall'eredità, dallo stress, dall'ecologia e, naturalmente, dalle abitudini alimentari umane. Una reazione negativa di un organismo all'uno o all'altro fattore-stimolo può manifestarsi in diversi modi - tuttavia, il più delle volte si presenta sotto forma di reazioni allergiche.

Secondo le statistiche, un terzo degli abitanti del nostro pianeta soffre di allergie in un modo o nell'altro. Qualsiasi fattore che il corpo determina come estraneo può diventare allergeni. Molto spesso la pelle, le mucose, i polmoni e il tratto gastrointestinale reagiscono agli allergeni..

Poiché l'immunità umana svolge un ruolo decisivo nella sua vita, qualsiasi sintomo di allergie è un motivo per contattare uno specialista. Inoltre, è indispensabile aderire a un sistema nutrizionale specifico che riduca al minimo l'esposizione agli allergeni..

Cause e manifestazioni di allergie cutanee

Gli ultimi decenni sono stati contrassegnati da un forte aumento del numero di potenziali agenti patogeni. Durante il periodo dell'evoluzione umana, il corpo è riuscito a sviluppare anticorpi contro determinati allergeni naturali. Tuttavia, l'industria si sta sviluppando rapidamente, stanno comparendo nuovi prodotti alimentari, medicine, materiali, fragranze. Tutti loro possono provocare una reazione negativa del sistema immunitario..

Inoltre, la causa delle allergie può ancora diventare sostanze di origine naturale: polvere, muffa, polline di alberi e arbusti da fiore, peli di animali domestici.

Inoltre, alcuni alimenti possono causare reazioni allergiche. Latte, agrumi, cioccolato e uova sono i leader in questo elenco..

Le manifestazioni più comuni di allergie cutanee sono piccole eruzioni rossastre. Possono apparire sia in alcune aree locali, sia in tutto il corpo. Una caratteristica distintiva di un'eruzione allergica è che si verifica improvvisamente e si diffonde rapidamente. Le aree interessate pruriscono, bruciano e si sbucciano. Se non si adottano misure di emergenza, possono svilupparsi tipi più gravi di reazioni allergiche: orticaria, eczema, dermatite atopica e dermatite atopica.

L'orticaria appare sotto forma di vesciche che ricordano le ustioni che si verificano quando vengono a contatto con le ortiche. Pruriscono molto e possono fondersi, trasformandosi in grandi placche dolorose.

Eczema: grandi punti ruvidi, prurito insopportabile. Si verificano più spesso sulla pelle del viso e sulle mani. Nel tempo, si trasformano in erosione e iniziano a bagnarsi.

La dermatite atopica è una manifestazione di una reazione allergica a stimoli esterni. Il suo sintomo è la comparsa sulla pelle di punti fortemente pruriginosi che iniziano a bagnarsi. È anche possibile la comparsa di edema..

La neurodermite è caratterizzata da un'eruzione cutanea di natura papulare. Provocano un forte prurito. La pelle si secca, buccia, grossolana.

Principi dietetici sull'allergia cutanea

Una dieta per allergie cutanee è progettata per ridurre al minimo la comparsa di reazioni allergiche. Il principio di base che sta alla base di questo sistema nutrizionale è l'esclusione dalla dieta di alimenti ad alto potenziale allergenico, che possono aumentare la sensibilità del sistema immunitario agli effetti di eventuali fattori allergenici che provocano.

Quindi, i prodotti altamente allergenici sono miele, uova di gallina, latte di mucca, frutta e bacche di colori rossi e arancioni. Frutti di mare, caffè e cacao, tutti i tipi di cioccolato possono causare allergie. Anche i prodotti affumicati, i condimenti di qualsiasi tipo, noci e funghi hanno un alto potenziale allergenico..

Un'altra categoria sono i prodotti con un potenziale allergenico medio. In alcuni casi, possono anche provocare allergie e quindi il loro contenuto nella dieta dovrebbe essere ridotto. Stiamo parlando di cereali, grano saraceno e granaglie di mais, legumi, banane, pesche e angurie, nonché patate.

Infine, ci sono prodotti a bassa allergenicità. La probabilità di reazioni allergiche durante il loro uso tende a zero. I prodotti a bassa capacità sensibilizzante riducono anche l'attività del sistema immunitario e contribuiscono alla normalizzazione dei processi metabolici nel corpo..

Ipoallergenici sono kefir, yogurt e altri prodotti a base di latte acido, acqua minerale senza gas, carne di maiale e manzo magri, verdure, olio d'oliva, cavolo.

Pertanto, i principi di una dieta per le allergie cutanee sono il rifiuto di prodotti altamente allergenici e una diminuzione del volume degli alimenti con moderata allergenicità nella dieta. Allo stesso tempo, il menu dovrebbe rimanere bilanciato, vario e pieno..

Prodotti consentiti

L'elenco dei prodotti consentiti per l'uso con manifestazioni cutanee di allergie è piuttosto ampio. La composizione di una dieta ipoallergenica comprende:

CarneVarietà esclusivamente magre di carne di manzo, agnello, tacchino e coniglio. Carne di pollo bianca senza pelle ammessa Il vapore deve essere bollito, bollito o cotto
Primo pastoZuppe su brodo vegetale o di manzo con verdure consentite
grassiOlio d'oliva e di girasole, il burro è consentito se non c'è allergia al lattosio
PorridgeOrzo, riso, miglio, porridge di farina d'avena, bollito in acqua
Prodotti a base di acido latticoRicotta, yogurt, kefir, yogurt. Si prega di notare che è vietato qualsiasi aroma o additivo aromatico. Anche Brynza è ammessa
Frutta e verduraCetrioli, cavoli, verdure a foglia verde, piselli. Patate in quantità limitata, bollite esclusivamente.
Pere e mele Presta attenzione al colore: sono ammessi solo frutti leggeri di una tonalità dorata. Dovrai rifiutare i frutti rosso intenso e verde intenso
Le bevandeTè verde, frutta secca consentita. Mele fresche in umido di colore dorato
PanePane bianco secco, pita senza lievito, prodotti da forno integrali

Prodotti proibiti

La compilazione di un elenco di prodotti vietati durante una dieta per le allergie cutanee è complicata dal fatto che spesso anche gli adulti non sono in grado di determinare esattamente cosa scatena la loro reazione allergica. Pertanto, la "lista nera" include solo quei prodotti che sono spesso in grado di causare una risposta negativa del sistema immunitario.

  1. Qualsiasi prodotto contenente integratori alimentari: glutammato monosodico, dolcificanti, aromi artificiali. Anche i conservanti e i coloranti sono vietati.
  2. Alcol. Sono esclusi sia i drink forti che la birra. Inoltre, con le allergie cutanee, la dieta include anche l'esclusione dei farmaci contenenti alcol.
  3. Agrumi: limoni e lime, arance, mandarini e pompelmi. Sono inoltre vietati tutti i frutti esotici che non sono tipici della tua zona di residenza (ananas, mango, kiwi, ecc.).
  4. Frutti di mare esotici: aragoste, granchi, cozze e ostriche.
  5. Qualsiasi frutta a guscio: noci, nocciole, pistacchi, arachidi, ecc. Dovresti anche rifiutare i prodotti in cui sono inclusi.
  6. Mais in tutte le forme, tra cui olio di mais, sciroppo, popcorn, amido, ecc..
  7. Soia in tutte le forme (salsa di soia, formaggio, latte e carne), nonché prodotti contenenti proteine ​​di soia (ad esempio salsicce).
  8. Uova in qualsiasi forma, non solo tuorlo, ma anche proteine.
  9. Cioccolato, Cacao e Caffè.

Vale la pena notare che l'elenco dei prodotti vietati, così come l'elenco di quelli che sono approvati per l'uso, possono variare, tenendo conto delle singole proprietà del corpo. Pertanto, per elaborare la versione finale della dieta, è necessario consultare uno specialista.

Menù esemplare per le allergie cutanee

La dieta di base per le allergie cutanee è una dieta ipoallergenica non specifica. La maggior parte degli alimenti con potenziale allergenico medio-alto sono esclusi dalla dieta. È importante che la dieta rimanga equilibrata..

Opzione 1

Lunedì: faremo colazione con il porridge di grano saraceno nel latte intero. Pane dietetico consentito con marmellata e tè verde. A pranzo la fame soddisferà la zuppa magra di verdure, le patate al forno con un'insalata di verdure a foglia verde e cetrioli, una cotoletta di pollo al vapore. Per i dolci - composta di frutta secca. Noodles di cena e salsicce dietetiche. Sete dissetato con zucchero.

Martedì: a colazione, frittelle con panna acida e marmellata di mele. Pranziamo con zuppa di purea di broccoli, lingua di manzo bollita e insalata di verdure fresche. È consentita una composta di mele e pere. Per cena: polpette di manzo al vapore, cetrioli, pane integrale e tè verde.

Mercoledì: fare colazione con il porridge di semola nel latte, un sandwich di pane integrale con formaggio e tè. A mezzogiorno, mangia pilaf con carne magra e dissetati con succo di mela. Per cena ci sarà un polpettone con verdure e tè dolce.

Giovedì: al mattino troverete una casseruola di ricotta con uvetta e camomilla. Pranziamo noodles su un brodo vegetale con polpette di vapore. L'acqua minerale disseterà. La cena sarà frittelle con ricotta e un panino con carne magra bollita e lattuga. Tè verde permesso.

Venerdì: a colazione - porridge di riso nel latte con prugne e tè. Pranziamo con casseruola di patate, insalata di cavoli e mele e pane di segale. Per cena, porridge di miglio con pane ai cereali tostato. La sete estingue lo yogurt naturale.

Sabato: colazione con farina d'avena nel latte con l'aggiunta di albicocche secche e un panino con salsiccia bollita. Dissetato dal debole tè nero. A pranzo: purea di zuppa di piselli senza aggiunta di carne affumicata e cavolo in umido con carne magra. Cena composta di frutta secca e casseruola di ricotta.

Domenica: la giornata inizia con yogurt e toast con burro e marmellata. A pranzo: stufato di verdure e polpette di vapore. Per cena: riso integrale bollito con aggiunta di burro. Polpette di carne magra ammesse.

Seconda opzione

Lunedì: casseruola di ricotta e tè nero dolce per colazione. Pranziamo con zuppa di verdure con grano saraceno e polpette di pesce. È consentita la composta di frutta secca. Porridge di miglio per cena, carne di tacchino al forno e verdure fresche. Il tè dolce completa il pasto.

Martedì: a colazione porridge di semola con marmellata di frutta, tè. Pranziamo il borsch magro con manzo bollito. Per cena: costolette di pollo al vapore con insalata di riso e verdure.

Mercoledì: al mattino soddisfiamo la fame con frittelle con marmellata di mele. Tè non zuccherato permesso. Pranzeremo con zuppa di verdure, salsicce dietetiche e composta di frutta secca. Per cena - casseruola di ricotta con uvetta.

Giovedì: una colazione modesta sarà composta da mele e pere, nonché biscotti. A pranzo, estingueremo il riso bollito con polpette di tacchino e insalata di cavolo fresco. Cenaf pilaf con verdure.

Venerdì: la colazione oggi sarà in casseruola di semola e tè dolce. Pranziamo con petto di pollo e insalata di verdure fresche. Per cena - porridge di miglio con burro e tisana.

Sabato: colazione oggi con salsicce dietetiche con insalata di verdure. Per pranzo - riso integrale con polpette di carne magra e frutta in umido. Frittelle di cena con marmellata di mele.

Domenica: a colazione - pancakes con marmellata. Pranziamo con verdure in umido e manzo al vapore. Per cena - qualsiasi cereale con frutta e tè.

Miti sulla dieta delle allergie cutanee

Va notato che un certo numero di idee sbagliate sono associate alla nutrizione per allergie alla pelle. Distruggi quelli principali.

Prima di tutto, nessuno richiede una dieta rigorosa per tutta la vita. Restrizioni gravi vengono introdotte solo durante i periodi di esacerbazione. Per il resto sono esclusi solo i prodotti allergenici..

Alcuni sostengono che durante il periodo di dieta sono consentite le bevande alcoliche che non includono l'alcol etilico. Non è così - in realtà, qualsiasi alcol è vietato.

Infine, contrariamente alla credenza popolare, non dovresti essere un dermatologo o un allergologo per aiutarti a fare una dieta per le allergie cutanee. È la responsabilità del dietista, che sarà guidato dalle conclusioni ricevute dal dermatologo.

Informazioni sanitarie più aggiornate e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: pediatra, specialista in malattie infettive, allergologo-immunologo.

Esperienza totale: 7 anni.

Istruzione: 2010, Università medica statale siberiana, pediatrica, pediatrica.

Oltre 3 anni di esperienza come specialista in malattie infettive.

Ha un brevetto sull'argomento "Un metodo per prevedere un alto rischio di formazione di una patologia cronica del sistema adeno-tonsillare nei bambini spesso malati". Così come l'autore di pubblicazioni sulle riviste della Commissione di attestazione superiore.

Cosa mangiare per le allergie: la dieta giusta

Spesso i medici prescrivono una dieta speciale per eliminare i sintomi allergici. Questo modo di mangiare aiuta a identificare i prodotti allergenici e migliorare la terapia. Quali alimenti possono essere consumati con allergie e quali no?

Tipi di diete

Gli specialisti medici hanno sviluppato 2 tipi di diete ipoallergeniche: non specifiche ed eliminative. Il primo è adatto a tutti i tipi di reazioni allergiche. La sua essenza è l'esclusione dalla dieta degli alimenti più allergenici, come latte o frutti di mare. Il menu è composto da prodotti a basso contenuto allergenico: cereali, verdure e frutta verdi, prodotti a base di latte acido, carne a basso contenuto di grassi, ecc. Il corso minimo di una dieta non specifica va da 2 a 4 settimane.

La dieta di eliminazione è sviluppata individualmente. Gli alimenti specifici che causano una reazione allergica sono esclusi dalla dieta. Ad esempio, con la febbre da fieno, è necessario abbandonare alcuni prodotti per il periodo di fioritura delle piante. Se il latte provoca allergie, escludere tutti i prodotti lattiero-caseari, i dolci e le pasticcerie che contengono questo allergene.

Per migliorare il benessere, è importante non solo utilizzare alimenti a basso contenuto allergenico, ma anche rispettare determinate regole. Mangia frazionalmente, in piccole porzioni, almeno 4-5 volte al giorno. Bere almeno 2,5 litri di acqua naturale pulita al giorno. Assicurarsi che il tasso calorico non superi 2600–2900 al giorno.

Prodotti consentiti

La dieta per le allergie comporta non solo l'esclusione di alimenti ad alto potenziale allergenico. Alcuni prodotti sono classificati come allergenici moderati. A volte possono essere introdotti nella dieta, ma il consumo è ridotto al minimo. L'elenco di tali prodotti comprende grano e segale, grano saraceno, mais e riso, banane, albicocche, carote, barbabietole, patate e legumi.

Per le allergie, sono ammessi determinati alimenti..

  • Prodotti lattiero-caseari a bassa e media percentuale di grassi (solo in assenza di allergie alle proteine ​​del latte).
  • Tacchino, coniglio, pesce di fiume (pesce persico, pesce persico, luccio).
  • Cereali: orzo perlato e avena.
  • Frutta, verdura e bacche di verde e bianco: cavolo bianco, broccoli, cetrioli, zucchine, mele.
  • Una varietà di erbe ed erbe: aneto, prezzemolo, lattuga, ortica, dente di leone.
  • Verdure e Burro.
  • Mele e pere secche.

Tutti questi prodotti sono preferibilmente consumati crudi, bolliti, in umido o cotti al forno.

L'elenco dei prodotti consentiti può espandersi in modo significativo a seconda del tipo di allergia. Quindi, se i peli dell'animale sono irritanti, chi soffre di allergie può mangiare quasi tutto tranne carne di maiale e manzo. Quando reagisce agli acari della polvere e agli scarafaggi, l'elenco è limitato solo agli abitanti del mare profondo con un guscio chitinoso (gamberi, granchi, aragoste, ostriche). Con l'asma bronchiale, provocato dal polline delle piante, è permesso mangiare tutto tranne il pane integrale, il miele, le noci, alcuni tipi di frutta.

Prodotti ipoallergenici

Con un'esacerbazione delle allergie, adulti e bambini devono rinunciare a cibi ricchi di allergeni per qualche tempo. In questo caso, non è possibile mangiare quanto segue:

  • Frutti di mare (gamberi, calamari, ostriche).
  • Tutte le verdure rosse, bacche, frutta: pomodori, angurie, ciliegie, fragole.
  • Latte e latte grasso.
  • Frutta a guscio, funghi, prodotti dell'apicoltura.
  • Uova, carne grassa.
  • Spezie, senape, aceto, rafano.
  • Agrumi, Ananas, Mango.

Con una dieta a basso contenuto allergenico, è vietato mangiare cibi affumicati, salati e piccanti. Con gravi eruzioni cutanee, è necessario abbandonare la cottura, muffin, fast food, bevande gassate zuccherate, succhi confezionati. È vietato bere alcolici di qualsiasi forza. Ricorda: anche una piccola concentrazione di alcol etilico influisce negativamente sul sistema immunitario, esacerbando le manifestazioni di allergie.

Se sei allergico al polline di ambrosia, rifiuta di usare semi e olio di semi di girasole. Cerca di non mangiare melone, sedano, aneto, prezzemolo, spezie: curry, cannella, zenzero, noce moscata.

Se l'allergia è causata dalle proteine ​​del latte vaccino, escludere dalla dieta non solo i prodotti a base di latte acido, ma anche panna, formaggio, gelato, burro, pane integrale. Sostituisci i nutrienti mancanti includendo pane di segale, cereali, verdure, carne, grassi vegetali nella dieta. Bevi tè, bevande alla frutta, succhi di frutta appena spremuti.

La dieta della mamma che allatta

Spesso, al fine di identificare un allergene, una madre che allatta deve non solo aderire a una corretta alimentazione, ma anche tenere un diario alimentare. Per fare questo, annota tutto ciò che era nel menu nelle colonne appropriate, indica il numero di ingredienti, il tempo di mangiare. È altrettanto importante notare il metodo di preparazione e lavorazione dei piatti, le condizioni, la durata di conservazione. Di fronte a ogni prodotto, descrivi la reazione del bambino: se ci sono state eruzioni cutanee, in caso affermativo, qual è la loro natura, intensità.

Introdurre gradualmente nuovi prodotti, in piccole porzioni: un articolo in 3 giorni. Quindi puoi monitorare la reazione del bambino e assicurarti che il nuovo cibo sia ben tollerato..

Prodotti consigliati per una madre che allatta:

  • Latticini (kefir, latte cotto fermentato, panna acida), formaggio.
  • Pesce bianco magro (nasello, eglefino, luccio sauro).
  • Carne di coniglio, tacchino, manzo magro.
  • Cereali: mais, riso, grano saraceno.
  • Verdure bianche e verdi: cavolo, rape, olive.
  • Frutti gialli e verdi: mele, banane, albicocche.

Se a un bambino vengono diagnosticate allergie alimentari, al fine di evitare eruzioni cutanee, scartare cibi in scatola, caffè forte, salse piccanti, condimenti e cibi pronti. Ignora gli alimenti che contengono coloranti e conservanti. Non abusare dei dolci. Con un grande desiderio, puoi occasionalmente gustare marmellate, marshmallow o biscotti.

Razione del bambino

Nei bambini in età prescolare, viene spesso diagnosticata l'intolleranza a determinati prodotti. Per eliminare i sintomi delle allergie, è necessario aderire alla nutrizione terapeutica. Il corso di una tale dieta non supera i 10 giorni. L'elenco dei prodotti consentiti e vietati per i bambini è praticamente lo stesso di un adulto. Le seguenti raccomandazioni ti aiuteranno a eliminare rapidamente i sintomi delle allergie..

In particolare, attenersi rigorosamente alla dieta durante i periodi di esacerbazione della malattia. Escludere completamente tutte le sostanze irritanti dal menu per bambini: bacche fresche, frutta, formaggi, yogurt, latte, piatti contenenti uova. Non dare salsicce, spinaci, salsicce e fegato ai bambini. Sostituisci il pane integrale con pane di segale o senza zucchero.

Per ricostituire le proteine ​​animali, includi tacchino, coniglio, maiale magro o agnello nel menu per bambini. Se il bambino ha intolleranza al latte, in nessun caso dargli carne di manzo. Come contorno per i piatti di carne, cuoci il grano saraceno, il miglio, l'avena, il mais o il porridge di riso.

Non privare completamente il bambino dei dolci: il glucosio è necessario per il pieno funzionamento del cervello. Dagli pere, mele verdi, cucina composte di frutta secca. Come dessert, cuoci una casseruola di farina di riso con albicocche o purè di frutta cotta.

Per rendere il bambino più facile da tollerare una dieta ipoallergenica, aderire a questa dieta con tutta la famiglia.

Una dieta sana è importante per il benessere. Una persona allergica deve sapere quali alimenti può mangiare per non provocare un'esacerbazione. Tuttavia, non dimenticare che la dieta è solo uno dei metodi di trattamento complesso. Pertanto, con un'esacerbazione della malattia, assicurati di visitare un medico e adattare ulteriormente la terapia con lui.