Allergia ai farmaci: le principali cause, classificazione e manifestazioni cliniche

Analisi

Negli ultimi anni, la sicurezza della farmacoterapia è diventata particolarmente rilevante per i medici. La ragione di ciò è la maggiore frequenza di varie complicanze della terapia farmacologica, che alla fine influenzano l'esito del trattamento. Un'allergia ai farmaci è una reazione estremamente indesiderabile che si sviluppa con l'attivazione patologica di specifici meccanismi immunitari.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, la mortalità per tali complicanze supera quasi 5 volte la mortalità per interventi chirurgici. Le allergie ai farmaci si trovano in circa pazienti, in particolare con la somministrazione indipendente e incontrollata di farmaci.

In generale, un'allergia ai farmaci può svilupparsi con l'uso di qualsiasi farmaco, indipendentemente dal suo prezzo.

Inoltre, secondo il meccanismo di insorgenza, tali malattie sono divise in quattro tipi. It:

  1. Reazione anafilattica di tipo immediato. Il ruolo principale nel loro sviluppo è svolto dalle immunoglobuline di classe E.
  2. Reazione citotossica In questo caso, si formano anticorpi della classe IgM o IgG che interagiscono con l'allergene (qualsiasi componente del farmaco) sulla superficie cellulare.
  3. Reazione immunocomplessa Tale allergia è caratterizzata da un danno alla parete interna dei vasi, poiché i complessi antigene-anticorpo formati si depositano sull'endotelio del flusso sanguigno periferico.
  4. Reazione ritardata mediata dalle cellule. Il ruolo principale nel loro sviluppo è svolto dai linfociti T. Secernono citochine, sotto l'influenza del quale progredisce l'infiammazione allergica. Puoi aumentare l'attività dei limociti T con l'aiuto di Ipilimumab.

Ma lungi dall'essere sempre una tale allergia si verifica solo in uno dei meccanismi elencati. Ci sono situazioni frequenti in cui diversi collegamenti della catena patogenetica sono combinati contemporaneamente, il che porta a una varietà di sintomi clinici e alla loro gravità.

Un'allergia ai farmaci dovrebbe essere distinta dagli effetti collaterali associati alle caratteristiche del corpo, un sovradosaggio, una combinazione errata di farmaci. Il principio dello sviluppo di reazioni avverse è diverso; di conseguenza, anche i regimi di trattamento differiscono.

Inoltre, ci sono le cosiddette reazioni pseudoallergiche che si verificano a causa del rilascio di mediatori da mastociti e basofili senza la partecipazione di immunoglobuline specifiche E.

Molto spesso, un'allergia ai farmaci è causata dai seguenti farmaci:

  • antibiotici;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • medicinali radiopachi;
  • vaccini e sieri;
  • farmaci antifungini;
  • ormoni;
  • sostituti del plasma;
  • medicinali usati nella plasmaferesi;
  • anestetici locali;
  • vitamine.

Inoltre, può anche verificarsi a causa di alcuni ingredienti ausiliari, ad esempio, l'amido con una maggiore sensibilità ai cereali, ecc. Questo dovrebbe anche essere considerato quando si utilizza qualsiasi farmaco..

Le principali cause della comparsa di sintomi di una reazione allergica in tutte le categorie di pazienti sono:

  • consumo sempre crescente di droghe;
  • automedicazione diffusa, a causa della disponibilità di medicinali e della loro erogazione da banco;
  • insufficiente consapevolezza pubblica dei pericoli della terapia incontrollata;
  • inquinamento ambientale;
  • malattie di natura infettiva, parassitaria, virale o fungina, esse stesse non sono allergeni, ma creano i prerequisiti per lo sviluppo di una reazione di ipersensibilità;
  • consumo di carne e latte ottenuti da bovini alimentati con vari alimenti con antibiotici, ormoni, ecc..

Ma più incline a tale allergia:

  • pazienti con predisposizione ereditaria alle reazioni di ipersensibilità;
  • pazienti con manifestazioni precedentemente manifestate di allergie di qualsiasi eziologia;
  • bambini e adulti con diagnosi di infestazioni da elminti;
  • pazienti che superano la dose raccomandata dal medico, il numero di compresse o il volume della sospensione.

Nei neonati, si verificano varie manifestazioni della reazione immunologica se la madre che allatta non segue una dieta appropriata.

Un'allergia ai farmaci (ad eccezione di una reazione pseudo-allergica) si sviluppa solo dopo un periodo di sensibilizzazione, in altre parole, l'attivazione del sistema immunitario da parte del componente principale del farmaco o degli ingredienti ausiliari. Il tasso di sviluppo della sensibilizzazione dipende in gran parte dal metodo di somministrazione del farmaco. Pertanto, l'applicazione del farmaco sulla pelle o l'uso per inalazione provoca rapidamente una risposta, ma nella maggior parte dei casi non porta allo sviluppo di manifestazioni pericolose per la vita del paziente.

Ma con l'introduzione di una soluzione medicinale sotto forma di iniezioni endovenose o intramuscolari, il rischio di una reazione allergica immediata è elevato, ad esempio shock anafilattico, che è estremamente raro quando si assumono compresse del farmaco.

Molto spesso, un'allergia ai farmaci è caratterizzata da manifestazioni tipiche di altre varietà con una risposta immunitaria simile. It:

  • orticaria, eruzione cutanea pruriginosa, simile a un'ustione di ortica;
  • dermatite da contatto;
  • eritema fisso, a differenza di altri segni di una reazione allergica, si manifesta sotto forma di un punto ben definito sul viso, sui genitali, sulla mucosa orale;
  • eruzioni acneiformi;
  • eczema;
  • eritema multiforme, caratterizzato dalla comparsa di debolezza generale, dolore ai muscoli e alle articolazioni, è possibile la febbre, quindi, dopo alcuni giorni, compaiono eruzioni papulari della forma corretta di un colore rosa;
  • Sindrome di Stevens-Johnson, una complicata varietà di eritema essudativo, accompagnata da un'eruzione pronunciata sulle mucose, sui genitali;
  • l'epidermolisi bollosa, una cui foto può essere trovata in guide specializzate in dermatologia, si manifesta sotto forma di un'eruzione erosiva sulle mucose e sulla pelle e una maggiore suscettibilità alle lesioni meccaniche;
  • Sindrome di Lyell, i suoi sintomi sono la rapida sconfitta di una vasta area della pelle, accompagnata da intossicazione generale e compromissione del funzionamento degli organi interni.

Inoltre, un'allergia ai farmaci è talvolta accompagnata dall'inibizione dell'ematopoiesi (di solito questo si nota sullo sfondo di un uso prolungato di FANS, sulfamidici, clorpromazina). Inoltre, una tale malattia può manifestarsi sotto forma di miocardite, nefropatia, vasculite sistemica, periarterite nodosa. Alcuni farmaci provocano reazioni autoimmuni..

Uno dei segni più comuni di allergie è il danno vascolare. Si manifestano in diversi modi: se la reazione colpisce il sistema circolatorio della pelle, si verifica un'eruzione cutanea, reni - giada, polmoni - polmonite. Aspirina, chinino, isoniazide, iodio, tetraciclina, penicillina, sulfamidici possono causare porpora trombocitopenica.

Le allergie ai farmaci (di solito siero e streptomicina) a volte colpiscono i vasi coronarici. In questo caso, si sviluppa il quadro clinico caratteristico dell'infarto del miocardio, in una situazione simile i metodi di esame strumentale aiuteranno a fare una diagnosi accurata..

Inoltre, esiste una reazione crociata a seguito di una combinazione di determinati farmaci. Ciò si nota principalmente durante l'assunzione di antibiotici dello stesso gruppo, combinando diversi agenti antifungini (ad esempio clotrimazolo e fluconazolo), farmaci antinfiammatori non steroidei (aspirina + paracetamolo).

Allergia ai medicinali: cosa fare quando compaiono i sintomi

La diagnosi di una tale reazione ai farmaci è piuttosto complicata. Naturalmente, con una storia allergica caratteristica e un tipico quadro clinico, non è difficile identificare un problema simile. Ma nella pratica quotidiana di un medico, la diagnosi è complicata dal fatto che le reazioni allergiche, tossiche e pseudo-allergiche e alcune malattie infettive hanno sintomi simili. Ciò è particolarmente aggravato sullo sfondo di problemi immunologici esistenti.

Non si presentano meno difficoltà con una ritardata allergia ai medicinali, quando può essere difficile tracciare la relazione tra il corso del trattamento e i sintomi che compaiono. Inoltre, lo stesso farmaco può causare sintomi diversi nel quadro clinico. Inoltre, una specifica reazione del corpo si verifica non solo sullo strumento stesso, ma anche sui suoi metaboliti formati a seguito della trasformazione nel fegato.

I medici dicono cosa fare se si è sviluppata un'allergia ai farmaci:

  1. Una storia della presenza di malattie simili in un parente, altre manifestazioni nel tempo precedenti di una reazione allergica. Imparano anche come il paziente ha subito la vaccinazione e corsi a lungo termine di altri farmaci. I medici di solito sono interessati a se una persona risponde alla fioritura di determinate piante, polvere, cibo, cosmetici..
  2. Stadiazione a fasi dei campioni di pelle (flebo, applicazione, scarificazione, intradermica).
  3. Esami del sangue per la determinazione di immunoglobuline specifiche, istamina. Ma un risultato negativo da questi test non esclude la possibilità di una reazione allergica..

Ma i test di scarificazione più comuni presentano una serie di svantaggi. Quindi, con una reazione negativa sulla pelle, non possono garantire l'assenza di allergie con uso orale o parenterale. Inoltre, tali analisi sono controindicate durante la gravidanza e quando si esaminano bambini di età inferiore a 3 anni, è possibile ottenere risultati falsi. Il loro contenuto informativo è molto basso nel caso di terapia concomitante con antistaminici e corticosteroidi..

Cosa fare in caso di allergia ai farmaci:

  • Prima di tutto, dovresti immediatamente interrompere l'assunzione del farmaco;
  • prendere un antistaminico a casa;
  • se possibile, fissa il nome del farmaco e i sintomi che compaiono;
  • cercare un aiuto qualificato.

In caso di una grave reazione pericolosa per la vita, l'ulteriore terapia viene eseguita solo in ospedale.

Reazione allergica ai farmaci: trattamento e prevenzione

I metodi per eliminare i sintomi di una reazione avversa a un farmaco dipendono dalla gravità della risposta immunitaria. Quindi, nella maggior parte dei casi, puoi fare con i bloccanti dei recettori dell'istamina sotto forma di compresse, gocce o sciroppo. I mezzi più efficaci sono considerati Cetrin, Erius, Zirtek. Il dosaggio è determinato in base all'età della persona, ma di solito è 5-10 mg (1 compressa) per un adulto o 2,5-5 mg per un bambino.

Se una reazione allergica ai farmaci è difficile, gli antistaminici vengono somministrati per via parenterale, cioè sotto forma di iniezioni. L'ospedale inietta adrenalina e potenti farmaci antinfiammatori e antispasmodici per prevenire lo sviluppo di complicanze e morte.

Una reazione allergica di tipo immediato può essere rimossa a casa con l'introduzione di soluzioni di prednisolone o desametasone. Con una tendenza a tali malattie, questi fondi devono essere presenti nell'armadietto dei medicinali a domicilio.

Per non sviluppare una reazione allergica primaria o ripetuta ai farmaci, è necessario prendere tali misure preventive:

  • evitare una combinazione di droghe incompatibili;
  • il dosaggio dei medicinali deve corrispondere rigorosamente all'età e al peso del paziente, inoltre, possibili alterazioni dei reni e del fegato;
  • il metodo di utilizzo del farmaco deve rispettare rigorosamente le istruzioni, in altre parole, non è possibile, ad esempio, instillare un antibiotico diluito nel naso, negli occhi o portarlo dentro;
  • con infusione endovenosa di soluzioni, è necessario osservare la velocità di somministrazione.

Se è soggetto ad allergie prima della vaccinazione, interventi chirurgici, test diagnostici con agenti radiopachi (ad esempio Lipiodol Ultra-Fluid), è necessaria una premedicazione profilattica con antistaminici.

Le allergie ai farmaci sono abbastanza comuni, specialmente durante l'infanzia. Pertanto, è molto importante adottare un approccio responsabile all'uso dei medicinali, non automedicare.

Allergia

Trappole speciali intrappolano polline e spore dall'aria tutto il giorno. Otteniamo dati accurati unici da una stazione di monitoraggio del polline, elaborati utilizzando un metodo scientifico unico.

Pronto soccorso per le allergie a casa

L'allergia è una malattia insidiosa che può verificarsi in qualsiasi momento. Pertanto, le persone che soffrono di allergie e i loro cari cercano sempre di essere in allerta, per mantenere una scorta di medicina d'emergenza nel proprio armadietto dei medicinali a casa. Ma se fosse possibile prevedere tutte le possibili situazioni! Accade spesso che accanto a una persona che ha sviluppato un pericoloso sintomo allergico vi siano persone completamente impreparate. Ma in tempo e correttamente fornito il pronto soccorso per le allergie può salvare la vita di una persona.

Sintomi di allergie, in cui devi assolutamente chiamare un'ambulanza o contattare immediatamente un istituto medico:

  • - insufficienza respiratoria, comparsa di respiro corto;
  • - crampi alla gola, una sensazione di chiusura del tratto respiratorio;
  • - nausea e vomito;
  • - mal di stomaco;
  • - raucedine, comparsa di problemi con la parola;
  • - gonfiore, arrossamento, prurito di ampie aree del corpo;
  • - debolezza, vertigini gravi, sensazione di ansia;
  • - aumento della frequenza cardiaca e un forte battito cardiaco;
  • - perdita di conoscenza.

Le allergie possono essere lievi e gravi. Con le manifestazioni di una lieve forma di allergia - congiuntivite allergica, rinite o orticaria limitata, il paziente e i suoi parenti possono abbastanza farcela da soli.

Sintomi di una lieve reazione allergica:

  • - leggero prurito sulla pelle nell'area di contatto con l'allergene;
  • - lacrimazione e lieve prurito nella zona degli occhi;
  • - Rossore inespresso di un'area limitata della pelle;
  • - leggero gonfiore o gonfiore;
  • - naso che cola, congestione nasale;
  • - starnuti costanti;
  • - debolezza, vertigini gravi, sensazione di ansia;
  • - mal di gola, tosse;
  • - la comparsa di vesciche nell'area di una puntura di insetto.

1. Sciacquare abbondantemente con acqua calda l'area di contatto con l'allergene: naso, bocca, pelle.

2. Escludere ulteriori contatti con l'allergene..

3. Se si sviluppa una reazione allergica su una puntura d'insetto e una puntura rimane nell'area del morso, deve essere rimossa con cura.

4. Applicare un impacco freddo, ghiaccio sulla zona pruriginosa del corpo.

5. Prendi un antistaminico.

6. Se entro 2-3 ore le condizioni della persona peggiorano, chiamare un'ambulanza o andare in ospedale.

Le forme gravi di una reazione allergica includono:

  • L'edema di Quincke: uno spasmo dei muscoli respiratori e un attacco di soffocamento, una forma abbastanza comune di reazione allergica, più spesso nelle giovani donne;
  • shock anafilattico - una brusca diminuzione della pressione sanguigna, alterata microcircolazione del sangue negli organi, può svilupparsi dopo l'edema di Quincke;
  • orticaria generalizzata, eczema - segni dello sviluppo della sindrome da intossicazione.

Ci sono altre, più rare, reazioni allergiche, ad esempio la sindrome di Lyell - la variante più grave della dermatite bollosa allergica, il più delle volte è una reazione ai farmaci.

Sintomi di una forma grave di reazione allergica:

1. Edema di Quincke: insufficienza respiratoria, raucedine, tosse, convulsioni epilettiche, asfissia (soffocamento), gonfiore della pelle e delle mucose. Se non si fornisce assistenza medica in tempo, una persona potrebbe morire per soffocamento

2. Shock anafilattico: i sintomi dipendono dalla gravità della reazione allergica, può essere un'eruzione cutanea rossa, accompagnata da un forte prurito; gonfiore di occhi, labbra e arti; restringimento, gonfiore e crampi delle vie aeree; nodo alla gola, nausea e vomito; sapore di metallo in bocca; paura, ansia; un forte calo della pressione sanguigna, accompagnato da vertigini, debolezza e perdita di coscienza.

3. Orticaria: vesciche di un colore rosa brillante, una forte sensazione di bruciore e prurito dove sono comparse vesciche, mal di testa e febbre; i sintomi possono essere persistenti o ondulati per diversi giorni / mesi.

4. Eczema / eruzione cutanea grave: infiammazione degli strati superiori della pelle, prurito grave persistente. Un'eruzione cutanea pronunciata può manifestarsi sotto forma di dermatite atopica con arrossamento luminoso di alcune aree della pelle e grave gonfiore dei tessuti.

Edema di Quincke: il trattamento non deve essere ritardato in ogni caso, poiché questa condizione può precedere lo shock anafilattico.

  • - interrompere il flusso di allergene nel corpo;
  • - rifiuto di mangiare;
  • - l'introduzione di antistaminici;
  • - puoi dare una persona assorbenti, fare un clistere detergente.
  • Shock anafilattico:
  • - è necessario interrompere l'accesso all'allergene;
  • - porre la persona in modo tale da escludere la retrazione della lingua e l'ingestione di vomito;
  • - se possibile - sciacquare lo stomaco, fare un clistere detergente;
  • - applicare un laccio emostatico sopra il sito della puntura d'insetto;
  • - dare carbone attivo.
  • Orticaria:
  • - interrompere l'assunzione di farmaci;
  • - in caso di reazione allergica ai prodotti - assumere un sorbente;
  • - puoi dare un lassativo e lavare lo stomaco;
  • - quando un insetto morde, è necessario sbarazzarsi della fonte di veleno;
  • - in caso di allergia da contatto - rimuovere l'irritante dalla superficie della pelle.
  • Eruzione cutanea grave:
  • - Prima di determinare l'allergene, è possibile utilizzare agenti locali per trattare le eruzioni allergiche per alleviare gonfiore e prurito;
  • - inumidire le aree interessate con acqua fredda, applicare un impacco freddo.
  • È molto importante che la pelle venga a contatto solo con cotone naturale.

È severamente vietato fare:

  • Con lo sviluppo di gravi reazioni allergiche, non puoi
  • - lasciare la persona sola;
  • - mettere eventuali oggetti sotto la testa, in quanto ciò può portare ad un aumento dell'insufficienza respiratoria;
  • - somministrare farmaci antipiretici per condizioni febbrili.

Come evitare una reazione allergica ai farmaci

Il nostro esperto - candidato di scienze mediche, medico allergologo-immunologo Sofya Erokhina.

Sospettato

Molto spesso, c'è un'allergia agli antibiotici, ai farmaci antinfiammatori non steroidei (analgin, aspirina, paracetamolo e altri), agli anestetici locali (novocaina). Non raro e allergico agli agenti radiopachi. Quest'ultimo di solito contiene iodio, quindi se sei allergico allo iodio, dovresti assolutamente informarne il medico e, se necessario, sottoporsi a un esame a raggi X con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Le preparazioni più comuni contenenti iodio sono una soluzione di Lugol, potassio e ioduro di sodio, iodoformio, iodolo, antistramina, derma, dehmitsid, iodonato, iodopiron, clorexidina bigluconato, zerigel.

Se hai un'allergia ai farmaci, devi leggere attentamente le annotazioni sui farmaci, altrimenti un rimedio popolare contro il raffreddore che "tutti bevono" può farti avere una reazione indesiderata. Quindi, con un'allergia al paracetamolo, non puoi essere trattato con tutti i farmaci in cui è incluso.

A volte c'è un'allergia alle vitamine, in particolare al gruppo B. In effetti, qualsiasi medicinale, compresi i farmaci antiallergici, può causare una reazione allergica.

Se l'aspirina è "la colpa"

Uno dei più comuni è un'allergia all'aspirina. Nei pazienti con rinosinusite poliposa, l'assunzione di acido acetilsalicilico può servire da impulso per lo sviluppo dell'asma, questa è la cosiddetta triade di aspirina. Se sei allergico all'aspirina, non dovresti assumere droghe che la contengono.

Va ricordato che alcuni alimenti e integratori alimentari contengono coloranti e conservanti che sono simili nella composizione all'aspirina. Conserve e prodotti in salamoia, salsicce, prosciutto, maiale bollito, pasticceria, torte e pasticcini con crema gialla, caramello, marmellata, confetti, ecc. Possono essere pericolosi..

I pazienti allergici all'aspirina non devono inoltre assumere farmaci contenenti analgin, piramidone e altri farmaci correlati, nonché compresse, confetti o capsule, rivestiti con un guscio giallo.

Meno pillole - meno rischi

Le allergie ai farmaci possono verificarsi in coloro che assumono molti farmaci, in particolare antibiotici, sulfamidici. Allo stesso tempo, l'allergene si accumula nel corpo (sensibilizzazione nascosta), che alla fine porta allo sviluppo di un'allergia a un determinato gruppo di farmaci.

Le iniezioni sono considerate meno suscettibili di causare sensibilizzazione, le compresse sono il rischio maggiore e l'applicazione cutanea dei farmaci è massima. Ecco perché al giorno d'oggi, le forme locali (unguenti, creme, ecc.) Di penicillina, sulfamidici e antistaminici stanno diventando meno comuni..

Il gruppo a rischio comprende pazienti con asma bronchiale, febbre da fieno, rinite allergica, dermatite atopica. Se hai la febbre da fieno, il trattamento a base di erbe non fa per te. I medicinali a base di erbe, nonché le infusioni, i decotti, i bagni che utilizzano materiali vegetali possono causare una grave reazione allergica.

Frequenti cicli intermittenti di trattamento possono contribuire allo sviluppo di allergie. L'estensione dell'intervallo tra loro riduce la probabilità di allergie..

C'è una reazione

Le manifestazioni delle allergie ai farmaci sono molto diverse. Può verificarsi un'infiammazione delle mucose: naso (rinite) e occhi (congiuntivite), broncospasmo, eruzioni cutanee e prurito (orticaria e altri tipi di dermatosi allergiche), gonfiore del viso, del collo e della laringe (edema di Quincke).

Un'allergia ai sulfamidici di solito si manifesta con eruzioni cutanee nello stesso posto che compaiono immediatamente dopo l'assunzione del medicinale. In estate, alcuni farmaci (sulfamidici, farmaci che riducono lo zucchero, diuretici, farmaci antinfiammatori non steroidei, alcuni antibiotici) possono anche causare reazioni fotoallergiche sotto l'influenza della luce solare. In questo caso, non è necessario prendere il sole, anche i raggi del sole che penetrano attraverso il vetro della finestra sono sufficienti. La reazione quando esposta alla luce può essere ripetuta anche dopo alcuni mesi, quando ha dimenticato da tempo che ha preso la medicina.

La manifestazione più grave e pericolosa per la vita di allergia ai farmaci è lo shock anafilattico. Molto spesso, la penicillina lo provoca, molto meno spesso - altri antibiotici. Il fatto è che la penicillina è stata, come sapete, ottenuta da muffe del genere penicillium, e i funghi sono uno degli allergeni più potenti. A proposito, se c'è un'allergia alimentare ai funghi, è possibile per la penicillina e la streptomicina..

Casi di shock anafilattico sono stati riportati nel trattamento di alcuni farmaci antitumorali e persino semi di piantaggine - parte integrante di molti lassativi - se assunti per via orale. Lo shock anafilattico si sviluppa entro mezz'ora dalla somministrazione del farmaco e, se non viene fornita assistenza medica di emergenza, può portare alla morte del paziente.

Allergia o effetti collaterali?

È importante distinguere tra una reazione allergica ai farmaci e i loro effetti collaterali. Ad esempio, molti pazienti con malattia coronarica hanno erroneamente mal di testa dopo aver assunto nitroglicerina per una reazione allergica. In realtà, questa è solo una reazione individuale, che deve essere segnalata al medico e prenderà un altro farmaco.

Alle persone anziane vengono spesso prescritti molti farmaci che devono essere assunti contemporaneamente. Dopo un po ', possono avere un'eruzione cutanea, che viene presa per un'allergia e tutti i farmaci devono essere cancellati. Nella maggior parte dei casi, si tratta di una pseudo-allergia. Le ragioni possono variare. I farmaci non possono essere combinati tra loro, il dosaggio può essere compromesso. Quest'ultimo dovrebbe corrispondere all'età, al peso, che purtroppo non è sempre rispettato. La solita dose terapeutica, ed è progettata per una persona che pesa circa 70 kg, non è adatta a tutti. Se il peso del paziente è quasi 2 volte inferiore, il dosaggio deve essere ridotto.

D'altra parte, se molti farmaci vengono prescritti contemporaneamente, capire a quale è allergico non è così semplice. In questo caso, puoi consultare un allergologo, fare dei campioni.

Importante

Se sei allergico al medicinale per la prima volta, devi:

► smettere di prenderlo;

► assicurarsi di informare il proprio medico;

► prendere un antistaminico.

In caso di grave reazione allergica, chiamare un'ambulanza.

Non importa cosa ottieni, anche se hai un raffreddore comune, non dimenticare di informare il tuo medico delle tue reazioni allergiche. La tua cartella clinica dovrebbe indicare i farmaci a cui sei allergico.

A proposito

Ogni successiva reazione allergica è più pesante della precedente, quindi è così importante non permetterle di ripresentarsi. A volte, sotto la maschera di un'allergia, si nasconde un'altra malattia, quindi dovresti assolutamente consultare un medico - un allergologo-immunologo.

Lingua dei numeri

► Il rischio di sviluppare reazioni allergiche ai farmaci è in media dall'1 al 3%. Nei pazienti ospedalizzati, le reazioni avverse ai farmaci si sviluppano nel 15-30% dei casi. Esiti letali si verificano in una reazione allergica per 10.000 persone. Le medicine causano la morte nello 0,01% dei pazienti chirurgici e nello 0,1% dei pazienti in terapia.

► Tra tutte le reazioni ai farmaci, l'80% è pseudo-allergico, associato al rilascio di istamina. Nella maggior parte dei casi, tali reazioni sono facilmente riconoscibili dai medici..

► L'1-10% dei pazienti è ipersensibile alle penicilline.

► La reazione allergica più semplice è l'orticaria, la più pericolosa è lo shock anafilattico. È più comune con la somministrazione parenterale di farmaci: sbavature sulla pelle, instillazione nel naso, ma a volte si verifica quando si assumono farmaci attraverso la bocca.

► Lo 0,1-0,5% della popolazione ha intolleranza agli analgesici. Tuttavia, nei pazienti con orticaria cronica, asma o febbre da fieno, la frequenza di intolleranza a questi farmaci aumenta significativamente - fino al 10-18%.

► Lo 0,3% della popolazione è ipersensibile all'aspirina. È più spesso osservato nelle persone di età compresa tra 30 e 60 anni che nei bambini e nelle donne che negli uomini.

Esperienza personale "Niente è impossibile":
Come vivo con un'allergia ai farmaci

Evgenia Zakharova sulla vita senza farmaci antinfiammatori non steroidei

Testo: Evgenia Zakharova

LA MIA FUNZIONE NON È CRITICA, non porta alla disabilità, ma influisce sicuramente sulla qualità della vita. La mancanza di informazioni e la lunga ricerca di un medico mi hanno spinto a scrivere su questo: sono passati sette anni dall'esordio della malattia prima che potessi trovare uno specialista che potesse spiegare chiaramente i meccanismi dell'insuccesso del corpo e prescrivere un trattamento. Le allergie sono ancora poco comprese. Non è chiaro perché la persona sana inizi improvvisamente a ribellarsi ai cosiddetti mastociti (immunitari). È già stato dimostrato che l'ereditarietà e lo stile di vita influenzano questo, ma, come in altri casi, ceteris paribus, qualcuno alla fine si ammala e qualcuno no.

I primi sintomi di un'allergia iniziarono ad apparire quando avevo 22 anni. Prima di scoprire la mia diagnosi - "allergia ai FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei)" - Io, come molti malati di allergia, ho dovuto sopportare molte esacerbazioni, iniziare a sospettare tutto nel mondo, gettare metà del trucco su questa base, andare a dieta, fare una pulizia di primavera (a causa sua, la biblioteca del ragazzo con polverosi libri sovietici, che fu trasportata al cottage, soffrì).

Trovare ed eliminare un allergene è in realtà metà del trattamento. Ma non tutto è così semplice: nonostante il fatto che in tutte le grandi città ci siano già laboratori in cui possono eseguire un esame del sangue complesso, il modo più comune per determinare un allergene è empirico. In realtà, questo è un metodo di forza bruta: ho mangiato fragole - se non c'è reazione, allora va bene, escludilo dall'elenco; poi provi le prugne, poi le banane e così via. Dopo che è stata identificata la gamma approssimativa di sostanze che causano la reazione, è possibile eseguire un'analisi di raffinamento. È impossibile donare il sangue a tutti gli allergeni: ce ne sono a centinaia e i test per ognuno sono piuttosto costosi.

Esistono test allergologici gratuiti sulla pelle: consentono di determinare la reazione ai gruppi più comuni di allergeni. Vengono eseguite microincisioni sul braccio, viene introdotto un concentrato speciale in ciascuna e si osserva una reazione per il rossore. Ma questa analisi ha giocato uno scherzo crudele su di me: hanno rivelato una reazione alla polvere. La severa domanda del dottore "Il tuo appartamento è comodo?" mi ha ispirato ad organizzare una vita ipoallergenica con un maniacale agitando uno straccio e cercando prodotti per la pulizia miracolosi (linea di fondo: non esiste uno strumento del genere). L'errore è stato questo: è importante non solo determinare il fatto della presenza di allergie, ma anche il grado di reazione del corpo. Nel mio caso, la polvere non gioca quasi alcun ruolo e la più grande risposta è causata dalle droghe, che è stata determinata alla fine dall'esperienza dopo varie esacerbazioni seguite da un "miracolo dell'intuizione".

Per semplificarlo molto, i FANS sono tutti antidolorifici e farmaci antinfiammatori; sono uniti da raffreddori a base di aspirina. Un'allergia ai farmaci significa l'incapacità di trattare qualsiasi malattia secondo schemi standard che funzionano per la maggior parte delle persone. Quando si tratta di disturbi minori come un mal di testa dopo una giornata di lavoro al computer o a causa delle mestruazioni, questa è una cosa. Un'altra questione sono le malattie più gravi: qui diventa completamente triste.

È impossibile donare il sangue a tutti gli allergeni: ce ne sono centinaia e il controllo di ognuno è piuttosto costoso

Il sintomo principale della mia allergia è l'edema di Quincke, l'edema allergico del viso, accompagnato da macchie - orticaria. Questa è una reazione in rapido sviluppo e molto pericolosa. Il viso si gonfia in pochi minuti, inizia a far male. Il più pericoloso in questo caso è l'insufficienza respiratoria, se l'edema inizia a passare al tratto respiratorio. Pertanto, tale situazione è un'occasione per chiamare immediatamente un'ambulanza. Il trattamento è piuttosto goffo: ormonale e antistaminico, ma questo è un lavoro con conseguenze e non con la causa della malattia.

È un peccato che la reazione possa essere persistente e durare per diversi giorni. In precedenza, per venire a lavorare in una forma più o meno decente, dovevi alzarti presto la mattina e fare un'iniezione in modo che all'inizio della giornata l'edema dormisse un po '. Successivamente, sono stati utilizzati densi mezzi tonali per mascherare i punti. Ogni mattina è molto divertente vedere un viso diverso: un giorno hai orecchie grandi, dall'altro - occhi gonfi, sulla terza - labbra grandi (profitto!). I miei conoscenti si riferiscono principalmente alle mie allergie normalmente (ti permetto persino di giocare un trucco con me stesso), ma gli estranei, a volte, lanciano sguardi comprensivi.

Ma va bene, le manifestazioni esterne sono molto più serie che non riesco a ottenere il trattamento tradizionale. Quasi tutti i dottori scrollano le spalle: "Non puoi fare niente". Rimangono omeopatia, esercizi di respirazione o medicine molto potenti. Ad esempio, per il trattamento del mal di schiena, hanno selezionato un rimedio per l'epilessia, tutti i raffreddori sono trattati con antibiotici dal primo giorno e l'immunità antiallergica, su consiglio del mio immunologo, supporta un rimedio per l'asma.

Il grosso problema è il sollievo dal dolore per disturbi gravi o interventi medici. È impossibile abituarsi al dolore. In casi acuti, è quasi impossibile resistere, può raggiungere uno shock di dolore con perdita di coscienza. Sfortunatamente, ho avuto situazioni del genere. L'unica via d'uscita sono gli oppiacei, le droghe. Ma qui non è facile: una notte mi hanno portato in ospedale in un'ambulanza con dolore addominale acuto, assegnato al reparto, ma dopo le procedure mediche il dolore non è scomparso. Strisciando sul letto quasi con un ululato, ho chiamato più volte l'infermiera; è venuta, maledetta che stavo interferendo con il suo sonno, mi ha dato il permesso, ma in questo caso già inutile antispasmodico (l'ultima volta che ho "provocato" un'iniezione spruzzandomi da una siringa - a quanto pare, ho deciso che stavo facendo di tutto per attirare l'attenzione e Ho bisogno di "ritrarre" il trattamento per rassicurarmi). Dopo aver preso la mezzanotte e spiegato al dottore che non avevo alcuna tossicodipendenza e che davvero non potevo sopportarlo, alla fine hanno chiamato un'altra infermiera con una valigia speciale: "Beh, non sapevamo che tu avessi una tale peculiarità".

Un'altra volta sono riuscito a ammalarmi in vacanza in Turchia. Attraverso un interprete, ho parlato diverse volte al medico delle allergie. Di conseguenza, il secondo giorno di trattamento c'era confusione, eppure mi è stato iniettato per errore un farmaco proibito. Era il giorno della partenza. Già sulla strada per l'aeroporto, ho iniziato a rendermi conto che qualcosa non andava. Il viso si gonfiava a una velocità frenetica, divenne difficile respirare. Sono stato tolto dal volo e messo in un piccolo pronto soccorso proprio all'aeroporto. Lì mi trovavo sotto un contagocce, mentre la mia compagnia assicurativa aveva annunciato che non mi sarei particolarmente occupata di questo - il massimo poteva mettermi in un hotel e mandarmi sul volo successivo, che poteva essere tra una settimana. Di conseguenza, sono riuscito a convincere il comandante dell'equipaggio russo a portarmi a bordo - ho dovuto firmare un documento che la compagnia non era responsabile in caso di problemi di salute durante il volo.

Nonostante tutte queste storie, cerco di venire a patti con la mia peculiarità: seguo una dieta, prendo farmaci, monitoro la mia salute e cerco di tenermi aggiornato su nuove informazioni. Una dieta allergica è dura ma necessaria, anche se la tua allergia non è cibo. Perché? Un corpo indebolito inizia a reagire in modo molto acuto ai prodotti allergenici. Di conseguenza, i sintomi possono intensificarsi e il trattamento è ritardato. È vietato il caffè, l'alcool, i prodotti dolci, salati, speziati, rossi e gialli, alcuni tipi di proteine. Quando mi hanno dato consigli per la prima volta - un foglio di carta diviso in due parti: non puoi (molto testo), puoi (un piccolo elenco di cose completamente insipide, secondo me) - mi è sembrato che dovresti masticare fogli di cavolo e cereali fino alla fine dei giorni. Fortunatamente, ora mi basta aderire a una dieta solo durante le esacerbazioni.

Devo scegliere con cura i cosmetici: la mia allergia è reticolata (la reazione deriva da allergeni "correlati"), si estende ai salicilati, che si trovano in una varietà di prodotti, dalle creme ai detergenti per il bucato. I consulenti per lo shopping reagiscono in modo molto divertente a una ragazza che legge tutte le piccole iscrizioni sui barattoli per un'ora, e talvolta anche i volontari per aiutare. Ora capisco perché le istruzioni per i preparati cosmetici indicano che dovrebbero essere verificate le allergie. Qualsiasi rimedio, anche se il tuo allergene non è indicato nella composizione, può provocare una risposta immunitaria con lo stesso meccanismo trasversale. Se una persona ha un maggiore background allergico, le sostanze che non hanno causato una reazione prima possono diventare provocanti nel tempo. È molto meglio, nel caso, applicare un nuovo strumento sulla curva del gomito (senza dimenticare che il periodo di risposta del corpo può variare da alcuni minuti a 48 ore) piuttosto che trattare le conseguenze dell'incompatibilità. Per lo stesso motivo, non dovresti mai essere timido nel chiedere a un'estetista o un parrucchiere di mostrare vasi usati nelle procedure e di ricordarti delle tue allergie ad ogni visita. Gli specialisti a cui mi rivolgo sono da tempo abituati a continue ricerche.

Ho provato molti metodi inefficaci, in caso di qualsiasi disturbo mi stendo a letto, con le lacrime ho sofferto di dolore, che sopporto molto male

Nonostante la mia esperienza non sempre riuscita a contattare i medici e diversi casi di incomprensione, ho un atteggiamento chiaro: l'automedicazione per qualsiasi malattia, e specialmente per le persone con intolleranza ai farmaci, è l'ultima cosa. Qualsiasi medicinale deve essere prelevato da un medico. Idealmente, dovresti essere sotto la supervisione di uno specialista per un po 'di tempo, in modo che in caso di una reazione negativa del corpo, ti possa essere fornita l'assistenza necessaria in modo tempestivo. Dovresti sempre essere pronto a spiegare quali rimedi sono controindicati a te, come lo capisci, quanto velocemente e intensamente il corpo risponde. Una soluzione di compromesso, di norma, è ancora stata trovata. Questo può essere un protocollo di trattamento diverso o l'uso di farmaci alternativi. Sfortunatamente, prima di prendere seriamente la mia salute e iniziare a cercare informazioni e medici, ho provato molti metodi inefficaci (dall'omeopatia e la respirazione yogica a metodi molto originali come accendere candele aromatiche e ascoltare canzoni speciali dolorose), in caso di qualsiasi disturbo, con le lacrime ha sofferto un dolore, che sostanzialmente sopporto molto male.

È impossibile curare un'allergia, ma puoi superarla parzialmente, ridurre il numero e l'intensità degli episodi. Prima di tutto, hai bisogno di una consultazione con un allergologo-immunologo. A volte leggo sui forum che le persone non riescono a trovare un buon specialista, viaggiare lontano, senza tempo, senza soldi. Un dottore divertente mi ha parlato della medicina gratuita: "Per capire cosa sta succedendo con te e per prescrivere un trattamento, devi fare una ricerca..." Sfortunatamente, è così. Ciò non significa che non debba essere fatto nulla. Solo un medico ha le conoscenze necessarie per aiutarti, e sarà sicuramente trovato, anche se non immediatamente. Dobbiamo essere persistenti e pazienti, non smettere di cercare.

La mia esperienza con la malattia è inferiore a dieci anni, ma durante questo periodo sono già comparsi sia nuovi approcci al trattamento delle allergie sia nuovi farmaci. Non è più necessaria una terapia ormonale sostitutiva grave per alleviare i sintomi in alcuni casi, sono comparsi farmaci a lunga durata d'azione e la diagnostica è migliorata. Non molto tempo fa, diversi antidolorifici senza un componente FANS sono entrati nel mercato. Hanno le loro caratteristiche, agiscono leggermente peggio degli analgesici standard, ma questa può anche essere una soluzione. Esistono programmi regionali per le persone con gravi allergie che non possono essere curati con metodi convenzionali - i farmaci costosi sono forniti gratuitamente. Per saperne di nuovo su queste opportunità e utilizzarle è possibile solo visitando un medico.

Un elemento separato è il trattamento dal dentista. Fortunatamente, non ho ancora avuto una reazione all'anestesia locale, ma so che esiste un problema del genere. La strategia è la stessa: assicurati di informare il medico e ricorda che il medico può utilizzare una varietà di farmaci, inclusi i FANS. Le protesi dentarie possono anche causare una reazione del corpo a un corpo estraneo, pertanto si consiglia ai malati di allergia di prendere in anticipo o almeno avere i loro farmaci con loro prima di gravi interventi.

Ho trascorso molto tempo a cercare informazioni sulla mia malattia su Internet. Sfortunatamente, c'erano pochissimi reperti: un articolo scientifico secco e riferimenti superficiali. Tuttavia, la mia reazione allergica non è molto comune - si verifica in una persona per diverse migliaia. Ho provato a comunicare sui forum, ma la risposta è stata piccola. Ma c'erano molte offerte per comprare rimedi miracolosi - tutti i tipi di infusioni e irradiatori. È stato consigliato di essere trattato con carbone attivo. Sorridere: vero, ma questa è solo una piccola parte dello schema. Penso che le persone che hanno un'idea di base della struttura del corpo saranno in grado di immaginare cosa accadrà se esagererai con questo metodo.

Vorrei trovare persone come me per scambiare informazioni. Naturalmente, non si tratta della selezione dei metodi di trattamento, ma del medico. Ma a volte voglio ottenere supporto, condividere esperienze di interazione con il sistema medico e contatti di specialisti. Se vedi improvvisamente un personaggio con il soprannome di "Pig Edema" in rete, sono pronto a parlare con te.

Allergia ai medicinali: cause, sintomi e trattamento

Le reazioni allergiche sono la risposta iperimmune del nostro sistema immunitario a sostanze estranee (antigeniche). Quando alcune sostanze estranee vengono introdotte nel corpo, il sistema immunitario viene attivato, proteggendoci da sostanze che possono danneggiare il corpo. Una risposta iperimmune può portare a reazioni allergiche. Le medicine sono sostanze estranee e i loro vari componenti possono provocare una reazione del sistema immunitario in alcune persone..

Allergia al farmaco

Le reazioni allergiche ai farmaci sono simili a quelle derivanti dal consumo di cibi. La risposta del corpo, compresi i farmaci, può essere lieve, grave o addirittura fatale..

Sintomi principali

Le allergie possono manifestarsi come sintomi lievi, che includono:

  • prurito
  • eruzioni cutanee;
  • orticaria.

Segni più gravi sono gonfiore delle labbra, della lingua, mancanza di respiro (anafilassi), che può portare alla morte.

Altri segni e sintomi di allergia ai farmaci includono:

  • vertigini;
  • diarrea;
  • nausea
  • vomito
  • crampi addominali;
  • convulsioni
  • bassa pressione sanguigna
  • svenimenti.

Le allergie ai farmaci possono verificarsi sia durante che dopo la somministrazione. Ciò significa che possono verificarsi dopo la prima esposizione al farmaco o quando il farmaco viene ripreso in futuro..

Le allergie ai farmaci differiscono dagli effetti collaterali comuni come mal di testa o indigestione. Qualsiasi farmaco o componente nel farmaco può causare un'allergia..

I farmaci che più comunemente causano allergie includono:

  • penicillina e farmaci correlati;
  • farmaci solfati;
  • insulina;
  • iodio.

Altri farmaci che possono causare una risposta immunitaria includono:

  • aspirina (acido acetilsalicilico);
  • farmaci chemioterapici;
  • farmaci che sopprimono il sistema immunitario;
  • Medicinali per l'HIV.

A volte i sintomi allergici sono causati da un componente o sostanze utilizzate per confezionare o somministrare un farmaco. I componenti dei farmaci che comunemente causano allergie includono:

  • coloranti;
  • proteine;
  • lattice (guscio esterno di droghe).

Diagnosi di una reazione allergica

Le allergie ai farmaci sono difficili da diagnosticare. Un'allergia ai farmaci di tipo penicillina è l'unica che può essere definitivamente diagnosticata con un test cutaneo. Alcune reazioni farmacologiche, in particolare eruzione cutanea e asma, possono assomigliare a determinate malattie..

Per una corretta diagnosi, il tuo allergologo ha bisogno di risposte alle seguenti domande:

  • Quale droga sospetti?
  • Quando hai iniziato a prenderlo e hai smesso di prenderlo?
  • Per quanto tempo dopo aver preso il farmaco hai notato i sintomi e quali?
  • Quanto tempo sono durati i tuoi sintomi e cosa hai fatto per alleviarli?
  • Quali altri medicinali prendi?

Il tuo allergologo vorrà anche scoprire se hai un'intolleranza a qualsiasi altro farmaco. Se possibile, portare con sé un farmaco sospetto. Ciò aiuterà il medico a raccomandare alternative se necessario. Durante un esame fisico, cercherà segni insieme a cause non allergiche. A seconda del farmaco sospettato, l'allergologo può offrire un test cutaneo o, in casi limitati, un esame del sangue. Un esame del sangue può essere utile per diagnosticare sintomi gravi, soprattutto se il medico è preoccupato che diversi organi possano essere colpiti..

Test allergologici.

Nella maggior parte dei casi, vengono rilevate reazioni ai farmaci basate sull'uso a breve termine e sull'anamnesi. Se, dopo aver interrotto il farmaco, anche i sintomi si fermano; quindi la conclusione logica è che questo medicinale ha causato la risposta del corpo.

Il test cutaneo può anche essere usato per testare. Se questo è il medicinale di cui il paziente ha bisogno e non ci sono altre alternative, è possibile condurre un accurato test cutaneo per determinare se la persona è davvero allergica al farmaco.

Trattamento delle conseguenze

Dovresti consultare il tuo medico se sviluppi un'eruzione cutanea, prurito, orticaria o qualsiasi sintomo associato a un'allergia ai farmaci. Se il labbro o la lingua si gonfiano o se si soffre di respiro, contattare immediatamente il pronto soccorso. Il primo passo è quello di interrompere l'assunzione del farmaco che presumibilmente sta causando segni e sintomi..

Gli antistaminici o le creme steroidi sono destinati a sintomi della pelle come rash e prurito. Gli antistaminici e gli steroidi orali sono usati per i sintomi più gravi..

Gli antistaminici sono usati per gravi effetti allergici.

Per l'anafilassi pericolosa per la vita, che è associata a mancanza di respiro, l'adrenalina viene solitamente prescritta per via intramuscolare.

In situazioni in cui è necessario un farmaco e non ci sono alternative, un allergologo può provare a ridurre la sensibilità dell'individuo applicando gradualmente una quantità molto piccola del farmaco e aumentandone nel tempo.

Prevenzione delle allergie

È importante informare il medico di eventuali sintomi avversi che si verificano durante l'assunzione del medicinale. Assicurati di tenere un elenco di tutti i farmaci che stai attualmente assumendo e presta particolare attenzione se hai avuto reazioni passate a farmaci specifici. Condividi questo elenco con il tuo medico e discuti se eventuali medicinali specifici devono essere evitati..

Se hai una storia di risposta a diversi farmaci o hai sintomi gravi in ​​risposta al farmaco, un immunologo, spesso chiamato allergologo, diagnosticherà il problema e contribuirà a sviluppare un piano di protezione in futuro..

Desensibilizzazione dei farmaci.

Se non esiste un'alternativa adeguata all'antibiotico da cui si soffre di allergie, è necessario sottoporsi a desensibilizzazione del farmaco. Ciò include l'assunzione del farmaco in quantità crescente fino a quando non è possibile resistere alla dose richiesta con effetti collaterali minimi. Molto probabilmente questo sarà fatto in ospedale. La desensibilizzazione può aiutare solo se prendi il farmaco ogni giorno. Dopo aver smesso di prenderlo (ad esempio, quando termina il ciclo di chemioterapia), sarà necessario sottoporsi a desensibilizzazione una seconda volta se è necessario di nuovo il medicinale.

Risposta alla penicillina

Quasi tutti conoscono qualcuno che dice di essere allergico alla penicillina. Fino al 10 percento delle persone riferisce di avere effetti negativi dopo aver assunto questa classe di antibiotici ampiamente usata. Nel tempo, tuttavia, la stragrande maggioranza delle persone che una volta hanno avuto una grave reazione allergica alla penicillina perde la sensibilità e può essere trattata in modo sicuro con questo farmaco..

Comprendere come il corpo risponde alla penicillina è importante per una serie di motivi. In determinate condizioni, la penicillina è la migliore terapia per molte malattie. Alcuni pazienti hanno bisogno di penicillina perché sono allergici ad altri tipi di antibiotici..

Trattamento allergico alla penicillina.

Coloro che hanno gravi reazioni alla penicillina dovrebbero cercare cure di emergenza, che possono includere l'iniezione e il trattamento dell'adrenalina per mantenere la pressione sanguigna e la normale respirazione..

Gli individui che presentano sintomi più lievi possono essere trattati con antistaminici o, in alcuni casi, con corticosteroidi orali o iniettati, a seconda dei sintomi. È necessario visitare un allergologo per determinare il corretto corso del trattamento.

Che cos'è l'anafilassi?

L'anafilassi è una reazione grave e potenzialmente pericolosa per la vita che può colpire due o più organi contemporaneamente (ad esempio, se c'è gonfiore e mancanza di respiro, vomito e orticaria). In questo caso, consultare immediatamente un medico di emergenza. Di 'al team di ambulanze quale farmaco hai preso e il suo dosaggio.

Se una reazione allergica a un farmaco non è pericolosa per la vita, un allergologo può somministrare: un antistaminico o un farmaco antinfiammatorio non steroideo, come ibuprofene o aspirina, o un corticosteroide per ridurre l'infiammazione.

  • Le reazioni allergiche ai farmaci rappresentano il 5-10% di tutti gli effetti collaterali dei farmaci. Qualsiasi farmaco può causare una risposta indesiderata dal corpo..
  • I sintomi degli effetti collaterali includono tosse, nausea, vomito, diarrea e mal di testa.
  • I sintomi della pelle (es. Eruzione cutanea, prurito) sono la forma più comune di risposte allergiche ai farmaci..
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei, antibiotici, chemioterapici e inibitori sono cause comuni della risposta immunitaria..
  • Contrariamente al mito popolare, una storia familiare di reazioni a un particolare farmaco di solito non aumenta le possibilità di rispondervi..
  • In caso di gravi reazioni avverse, è importante consultare immediatamente un medico..

Domande e risposte

Dopo quanto tempo inizia la reazione farmacologica?

Il tempo varia da persona a persona. Alcune persone possono rispondere immediatamente, mentre altre possono assumere il farmaco più volte prima di sviluppare i loro primi sintomi. Di norma, i primi sintomi compaiono 1-2 ore dopo l'assunzione del medicinale, se non si ha una reazione ritardata più rara. I sintomi di queste risposte farmacologiche meno comuni includono febbre, gonfiore e talvolta dolori articolari..

I sintomi di allergia ai farmaci sono diversi dagli altri sintomi di allergia?

I sintomi delle allergie ai farmaci possono essere simili ad altre reazioni e comprendono orticaria o eruzioni cutanee, prurito, respiro sibilante, vertigini, vertigini, vomito e persino anafilassi.

Qual è il trattamento per l'allergia ai farmaci?

Come con la maggior parte delle altre allergie, è necessaria la terapia farmacologica primaria. Se ha una reazione al medicinale, è necessario un trattamento immediato. Il trattamento dipenderà dalla gravità dei sintomi. Se si verifica una reazione pericolosa per la vita chiamata anafilassi, vengono utilizzate un'iniezione di adrenalina e una chiamata in ambulanza..

Quali sono i sintomi dell'allergia alla penicillina??

I sintomi possono variare da lievi a gravi e includono:

  • orticaria,
  • edema - di solito intorno al viso,
  • gola gonfia,
  • dispnea,
  • tosse e respiro corto.

L'anafilassi è una minaccia meno comune ma più grave alla vita. Può improvvisamente svilupparsi, deteriorarsi rapidamente e diventare fatale. I sintomi possono includere quelli sopra elencati e uno dei seguenti:

  • Respirazione difficoltosa.
  • Gonfiore di labbra, gola, lingua e viso.
  • Capogiri e svenimenti o svenimenti.

Quali sono le allergie ai farmaci più comuni??

La reazione di penicillina è l'allergia ai farmaci più comune. Se hai una reazione allergica dopo aver assunto la penicillina, non avrai necessariamente una reazione simile ai farmaci ad essa associati, come l'amoxicillina. Ma è probabile che ciò accada..

Le allergie sono comuni anche quando si assumono anticonvulsivanti e aspirine, come l'acido acetilsalicilico.

Ero allergico alla penicillina durante l'infanzia. Lo avrò per la vita?

Non necessario. In effetti, fino all'80% degli adulti perderà l'allergia alla penicillina se evita di assumere il farmaco per 10 anni. È importante essere testati da un allergologo per determinare se si ha davvero un'allergia..

Quanto dura la desensibilizzazione??

Se il farmaco viene assunto quotidianamente, il tuo corpo rimane desensibilizzato. Se dopo aver trascorso più di 2 giorni, il tuo corpo “dimentica” lo stato sensibilizzato e può richiedere ripetute desensibilizzazioni.