Dieta ipoallergenica per bambini: menu e ricette

Trattamento

Molte nonne e mamme non danno ai loro figli prodotti allergenici: fragole, cioccolato, arance. In questo caso, le guance del bambino diventano ancora rosse, compaiono una crosta piangente o orticaria. Il motivo è che ci sono più prodotti allergenici di quanto i genitori possano immaginare. Se non è possibile escludere il colpevole, viene prescritta una dieta medica speciale.

Cos'è una dieta ipoallergenica per i bambini

Con il termine allergia, i medici indicano una condizione speciale (ipersensibilità) del corpo a varie sostanze, al contatto con cui si verificano varie reazioni negative: arrossamento delle palpebre, eruzione cutanea, starnuti, lacrimazione, gonfiore. Una dieta ipoallergenica è una delle opzioni per il trattamento di questa malattia, che prevede l'esclusione di prodotti altamente allergenici dal menu. Aiuta a identificare la causa delle reazioni negative, alleviare lo stress dal corpo e migliorare il sistema immunitario..

Una dieta ipoallergenica fa necessariamente parte del trattamento nelle fasi iniziali di un esame allergologico. È prescritto a tutti i bambini che non sono stati in grado di stabilire la causa dell'allergia, i bambini con immunità indebolita, con dermatite atopica, rinite allergica, una storia di edema di Quincke. Talvolta si raccomanda una nutrizione ipoallergenica per le donne che allattano al fine di prevenire le allergie nei neonati e migliorare la qualità del latte materno.

Regole generali

La nutrizione per le allergie nei bambini dovrebbe essere fisiologicamente completa, ma parsimoniosa. È necessario limitare l'assunzione di sale a 7 grammi al giorno. La lavorazione culinaria preferita dei prodotti è bollitura, stufatura, cottura a vapore, cottura al forno. Preparare i primi piatti nel brodo di carne con un cambio di liquido tre volte, soprattutto quando si cucina pollo, carne grassa o pesce. Si consiglia di mangiare frazionalmente, almeno 4 volte al giorno.

Se i piedi o le dita del bambino si gonfiano, le borse sotto gli occhi compaiono dopo il sonno, limitare l'assunzione di liquidi a 1-1,2 litri di acqua al giorno. La composizione chimica ed energetica di una dieta ipoallergenica per bambini è la seguente:

  • proteine ​​(vegetali e animali) - 90 grammi;
  • grassi - 80 grammi;
  • carboidrati - 400 grammi;
  • contenuto calorico giornaliero dei piatti - 2800 kcal.

Prima di procedere alla costruzione del menu, è necessario comprendere le regole della terapia dietetica:

  • Ai primi sintomi di un'allergia in un bambino, limitare l'assunzione di sale al minimo (3-5 grammi al giorno). Poiché questa malattia è accompagnata da un processo infiammatorio e il sale contribuisce all'edema, è necessario rimuovere tutti i sottaceti dal menu del bambino, comprese le salsicce.
  • Per lo stesso motivo, dai al tuo bambino cibi più ricchi di calcio. Questo oligoelemento contribuisce alla rapida rimozione dell'infiammazione e rafforza anche le pareti dei vasi sanguigni, dei denti e delle ossa. È meglio aggiungere ricotta, formaggio, latte al menu. Se questi prodotti sono allergici, è necessario sostituirli con analoghi con lo stesso livello di calcio.
  • È importante rimuovere dal menu non solo i principali allergeni, ma anche quei prodotti che causano una reazione crociata. Ad esempio, se il bambino è allergico al latte, devi smettere di dargli ricotta, panna, panna acida.
  • Durante la cottura, utilizzare solo prodotti freschi e di alta qualità. Non acquistare prodotti con coloranti, aromi, additivi alimentari e vari modificatori che ne prolungano la durata.

La durata della dieta può variare da due a tre settimane a diversi mesi o addirittura anni. Quando i sintomi della malattia cessano di apparire, dopo 2-3 giorni dal momento del miglioramento, i prodotti esclusi possono essere gradualmente rimessi nella dieta. Questo dovrebbe essere fatto rigorosamente uno alla volta, passando da poco allergenico a altamente allergenico. Un nuovo ingrediente viene somministrato una volta ogni tre giorni. Se c'è un aggravamento, l'ultimo componente della dieta è allergenico e devi abbandonarlo completamente.

Prodotti ipoallergenici

L'elenco dei prodotti consentiti, nonché l'elenco degli ingredienti vietati, può variare a seconda delle caratteristiche individuali del piccolo paziente. La versione finale del menu deve essere discussa con il medico. Spesso nella dieta dei bambini ti permettono di includere i seguenti prodotti:

  • carne - manzo bollito, pollo senza pelle, tacchino, coniglio;
  • zuppe vegetariane a base di verdure consentite;
  • oli vegetali - sesamo, oliva, girasole;
  • cereali - grano saraceno, avena, riso, semola (in quantità limitata);
  • latticini - latte di capra e formaggio, yogurt, yogurt naturale;
  • verdure - cetrioli, cavoli, lattuga, verdure, patate, piselli, zucca, rape, zucca, zucca;
  • frutti ipoallergenici - mele verdi, pere, ribes rosso, uva spina, prugne, prugne, pesche, banane;
  • tè, composte di frutta secca;
  • pane bianco secco, cracker, torte azzime, pane pita.

Dolci per chi soffre di allergie

Se tuo figlio soffre di allergie, questo non è un motivo per negargli completamente i dolci. Molte prelibatezze deliziose oggi sono facili da sostituire con cibi più sani. In alternativa ai ragazzi che amano molto il cioccolato ma soffrono di allergie al latte, puoi offrire una barretta amara con un alto contenuto di cacao o torrone. Non c'è latte in questo prodotto.

Un bambino di età superiore a un anno può essere soddisfatto di marshmallow, caramelle, waffle con ripieno di frutta. Contengono pectina. Questo elemento è utile per il corpo, poiché migliora il funzionamento del tratto gastrointestinale. Quando acquisti tali prelibatezze, dovresti leggere attentamente la composizione: non deve contenere coloranti, cioccolato, aromi. I seguenti integratori alimentari rappresentano un grave pericolo per il corpo del bambino:

  • E 321 o butilidrossitoluene - un popolare antiossidante;
  • E 220-27 - solfati;
  • E 249-52 - nitrati;
  • E210-19 - derivati ​​dell'acido benzoico;
  • E 200-203 - acido sorbico;
  • E 122, 102, 110, 124, 127, 151 - coloranti;
  • B 550-553 - aromi;
  • E 621-25 - glutammati di sodio, potassio, calcio, magnesio.

Puoi trovare un buon sostituto della pasticceria con additivi alimentari: frutta secca, gelato o marmellata fatti in casa, dolci senza glutine, biscotti al pan di zenzero. Molti bambini mangiano volentieri succhi di frutta congelati a base di frutta naturale, popcorn dolci. Non offrire minuscoli tortini, muffin acquistati e altri dolci ricchi con un alto contenuto di albume e margarina. Scegli biscotti non troppo dolci e magri:

Se vuoi trattare il bambino con le caramelle, dovresti dare la preferenza ai dolci a base di latte senza cioccolato: Iris, Korovka, School. Le barrette acquistate del tipo Snickers e Twix possono essere facilmente sostituite con granola pressata, una prelibatezza vitaminica della farmacia - hematogen. Se il bambino non è allergico al miele e alle noci, puoi includere l'halva nella tua dieta.

Prodotti altamente allergenici

Tra i prodotti alimentari ci sono molti allergeni che possono provocare sintomi spiacevoli e quando la malattia peggiora può diventare molto pericolosa. I medici distinguono tali prodotti con effetti negativi:

  • pesce e frutti di mare, compreso il caviale;
  • carne macinata e carne, oltre a quanto elencato sopra;
  • agrumi - arance, mandarini;
  • tutti i tipi di noci;
  • frutti e bacche arancioni e rossi - ananas, fragole, fragole, uva, cachi, meloni, melograni;
  • verdure - barbabietole, carote, pomodori, sedano, ravanello, ravanello, rafano, melanzane;
  • cioccolato;
  • caffè;
  • miele;
  • confetteria e pasticceria;
  • uova
  • latte di mucca e prodotti a base di latte fermentato con proteine ​​di mucca;
  • Grano
  • spezie e salse - maionese, ketchup, senape, soia;
  • legumi;
  • funghi;
  • prodotti in scatola, salati e in salamoia;
  • bevande gassate;
  • carni affumicate.

Per i bambini fino a un anno

Se viene rilevata un'allergia in un neonato in allattamento, i principi di una dieta ipoallergenica devono essere seguiti da una madre che allatta. Dal menu vale la pena rimuovere tutti i prodotti che possono fungere da provocatori della malattia. Allo stesso tempo, non è consigliabile annullare l'allattamento. La nutrizione per i bambini con allergie alimentari dovrebbe essere introdotta gradualmente, aggiungendo non più di 3-4 nuovi ingredienti alla dieta al mese.

L'introduzione di alimenti complementari dovrebbe iniziare con purè di verdure o cereali senza latte, zucchero e sale. La conoscenza di una nuova dieta dovrebbe iniziare con piatti monocomponenti: se si tratta di purea di verdure, allora dovrebbe consistere in una verdura, un porridge - da un cereale. Gli esperti consigliano di introdurre piatti di carne nel menu del bambino non prima di 6 mesi. Chi soffre di allergie sta meglio preparando il cibo da un coniglio o un filetto di tacchino. Se preferisci nutrire i bambini con miscele artificiali, scegli prodotti senza proteine ​​di mucca e caseina. Tali cereali ipoallergenici si sono dimostrati efficaci:

  • Nutrilac GA;
  • Alfare;
  • Peptidi-peptidi;
  • Soia Nan;
  • Similac ipoallergenico;
  • Nan-2;
  • Peptidi Nutrilon TSC.

Menù dietetico ipoallergenico

Il corpo di un bambino combatte le allergie molto meglio di un adulto. A questo proposito, per i bambini viene prescritta una dieta ipoallergenica per un breve periodo - fino a 10 giorni. Un menu di esempio per i bambini allergici dovrebbe apparire così:

Quali alimenti posso mangiare con una dieta ipoallergenica

Durante un'esacerbazione di un'allergia, qualsiasi, anche una lieve irritante può esacerbare i suoi sintomi. Pertanto, il trattamento delle malattie allergiche, di norma, prevede la terapia dietetica. La dieta allo stesso tempo esclude cibi con un alto potenziale allergenico. La durata della dieta speciale può essere di 3 settimane per gli adulti e 10 giorni per i bambini, salvo diversa indicazione del medico.

indicazioni

Una dieta ipoallergenica è una dieta prescritta per il trattamento e la prevenzione non solo delle allergie alimentari, ma anche di molte altre malattie causate dalla risposta specifica del sistema immunitario. Questi includono asma bronchiale, edema di Quincke, pollinosi (allergia al polline), bronchite allergica, dermatite allergica, orticaria idiopatica, rinite cronica, congiuntivite allergica. Inoltre, durante l'allattamento si raccomanda una dieta ipoallergenica, con patologie ereditarie associate a disturbi digestivi, ad esempio con celiachia.

Principi di base

La dieta per una dieta ipoallergenica si basa sui seguenti principi:

  • rifiuto di prodotti ad alta attività allergenica;
  • l'esclusione di fattori che causano una reazione di ipersensibilità, nonché allergeni crociati;
  • rifiuto dei prodotti di conservazione a lungo termine, nonché di quelli che includono additivi alimentari;
  • l'esclusione degli alimenti con ammine biogeniche e quelle che contengono istamina o ne provocano il rilascio;
  • restrizione delle proteine ​​animali nella dieta;
  • restrizione di carboidrati semplici, sale da tavola, nonché cibi piccanti, fritti, salati, bevande alcoliche che irritano la mucosa gastrointestinale;
  • ricostituzione della carenza di nutrienti, creata dall'esclusione di prodotti che provocano allergie.

Una dieta ipoallergenica è una dieta che fa risparmiare agli organi digestivi. L'apporto calorico giornaliero dovrebbe essere di circa 2800 kcal. Il menu dovrebbe contenere 90 g di proteine, 80 g di grassi e circa 400 g di carboidrati.

È meglio mangiare 5-6 volte al giorno. Ciò riduce il rischio di eccesso di cibo, allevia il carico sul tratto digestivo e aiuta a ripristinare un appetito sano. Il cibo dovrebbe essere caldo, non irritare l'esofago e lo stomaco. Il metodo di cottura preferito è cucinare, cuocere a vapore. Si consiglia di adottare ricette semplici con un minimo di ingredienti: questo rivelerà allergeni specifici. Durante la cottura di brodi di pesce, carne e pollo, è necessario sostituire tre volte l'acqua. Il regime di consumo comprende 2,5-3 litri di liquidi al giorno. L'acqua potabile 1–2 ore dopo un pasto aiuta a rimuovere tossine e allergeni.

Prodotti a basso potenziale allergenico

I prodotti a basso potenziale allergenico costituiscono la base della dieta. Contengono un minimo di sostanze irritanti, non aumentano il carico sull'apparato digerente. Questo è un latte acido: yogurt senza additivi, kefir, latte cotto fermentato, ricotta a basso contenuto di grassi. Le carni ipoallergeniche includono manzo, maiale e pollo. Si usano anche pesci magri (merluzzo, branzino, pollock) e frattaglie (fegato, lingua, reni)..

L'elenco dei prodotti con una dieta ipoallergenica comprende pane a base di riso, mais, grano saraceno, biscotti secchi, pane non commestibile, porridge di riso, orzo, semola, farina d'avena e una varietà di pasta. Per le allergie, si consiglia di mangiare verdure: tutti i tipi di cavolo, insalata verde, aneto, spinaci, prezzemolo, pastinache, zucchine, rape, melanzane, verde e cipolle, cetrioli, zucca, asparagi, topinambur, fagioli, aglio, lenticchie. Di frutta e bacche, sono ammessi ribes bianco, uva spina, ciliegie bianche, pere, mele fresche e secche, prugne secche, nettarina.

La dieta consente l'uso di verdure e burro, frutta in umido, bevande alla frutta di mele e pere. Puoi bere un tè nero debole o un brodo di rosa canina, acqua minerale naturale.

Prodotti ad alto potenziale allergenico

Verdure e frutti rossi possiedono un alto potenziale: pomodori, barbabietole, carote, peperoni, ravanelli, lamponi, fragole, mele rosse, oltre a melone, cachi, melograni. Agrumi, albicocche secche, uvetta, datteri sono vietati per le allergie.

L'elenco dei prodotti vietati comprende anche carni e pesce grassi, frutti di mare, caviale, latte, ricotta grassa, yogurt con additivi, formaggi, uova di gallina, salsicce, carni affumicate. Non è raccomandato l'uso di marinate e conserve, funghi, condimenti con spezie, salse, ketchup. Il divieto si applica a caffè, cacao, soda, miele, frutta a guscio, dolci industriali. Di prodotti vegetali, è indesiderabile mangiare crauti, sedano, acetosa.

Quando acquisti prodotti nel negozio, presta attenzione all'etichettatura. I seguenti additivi sono considerati pericolosi per chi soffre di allergie:

  • antiossidante E 321;
  • conservanti E 220–227, E 249–252, E 210–219, E 200–203;
  • coloranti E 122, E 102, E 110, E 124, E 127, E 151;
  • aromi B 550–553;
  • additivi aromatizzanti E 621–625.

Prodotti parzialmente approvati

I prodotti con moderata attività allergenica includono maiale, tacchino, coniglio, ribes e mirtilli rossi, patate, piselli, mais, riso, grano saraceno, segale, pepe verde. Dei frutti, pesche, albicocche e banane sono parzialmente ammessi. Si consiglia di limitare questi alimenti, ma a volte possono essere inclusi nella dieta..

Menu per la settimana

Una dieta ipoallergenica dovrebbe essere satura di vitamine e minerali. Nel periodo acuto, si consiglia di creare un menu solo dei prodotti consentiti. Quando i sintomi delle malattie allergiche si attenuano, è possibile aggiungere altri alimenti per soddisfare la sensibilità individuale..

Giorno della settimanaColazioneSpuntinoPranzoCena
LunediPorridge di grano saraceno, mela cotta, tè verde con pangrattatoPolpette Di Pollo, Insalata Di Cavoli, TèZuppa di verdure, cotolette di pollo, porridge di grano, brodo di rosa caninaVinaigrette, biscotti dietetici, tè debole
martedìPorridge di riso con burro, biscotti dietetici, tè debolePolpette di carne al vapore, compostaZuppa d'orzo perlato, purè di patate, brodo di rosa caninaFiletto di pollo, vermicelli, tè
mercoledìPorridge di semola su acqua, ricotta a basso contenuto di grassi, succo di melaPorridge di grano saraceno, gelatinaZuppa di miglio e verdure, pesce al vapore, biscotti, tèPolpette al forno, purè di piselli, tè
giovediPorridge di grano saraceno, ricotta, brodo di rosa caninaInsalata di cetrioli e cavoli, polpette, biscotti dietetici, tèZuppa con farina d'avena e polpette, porridge di riso, pane, frutta in umidoPurè di patate e zucchine, filetto di pollo al forno, composta di mele e pere
VenerdìCasseruola di cagliata, kefirBiscotti dietetici, succo appena spremuto di mele e pere.Zuppa di riso con brodo vegetale, cotolette di vitello, porridge di grano saraceno, frutta in umidoCotolette di vapore, purè di cavolo e zucchine con panna acida, pane, brodo di rosa canina
SabatoCasseruola di grano saraceno, ricotta, biscotti, tèSucco Di Mela, BiscottiBorsch magro, cotolette di vapore, porridge di grano, composta di mele e pereFiletto di tacchino al forno, purea di zucchine e cavolfiore, pane, kefir
DomenicaFarina d'avena con burro, gelatina di frutta, biscotti, tèRicotta, succo di pera, biscottiZuppa di patate con aneto, manzo bollito, purè di zucca con olio vegetale, pane, gelatinaFiletto di coniglio, porridge di grano saraceno, pane, latte cotto fermentato

Se viene prescritta una dieta ipoallergenica per un bambino, si raccomanda di osservarla non più di 7-10 giorni. Quindi il paziente viene trasferito a una dieta individuale, che aiuterà a colmare il deficit di proteine ​​e micronutrienti. Nel caso di malattie allergiche nel bambino, la dieta viene prescritta alla madre che allatta, questi principi vengono presi in considerazione quando si selezionano alimenti complementari. La dieta ipoallergenica ti consente di scegliere una dieta sicura e fisiologicamente sana, utilizzando prodotti che sono facili da trovare in vendita.

Dieta ipoallergenica

100 ricette di allergie alimentari. Gustoso, sano, sincero, salutare

L'allergia alimentare è caratterizzata da una maggiore sensibilità dell'organismo ai prodotti alimentari e dallo sviluppo di segni di intolleranza alimentare causati dalla reazione del sistema immunitario.

La normale digestione e assorbimento del cibo sono assicurati dallo stato del sistema endocrino, dalla struttura e dalla funzione del tratto gastrointestinale, dal sistema biliare, dalla composizione e dal volume dei succhi digestivi, dalla composizione della microflora intestinale e dallo stato di immunità locale della mucosa intestinale.

Normalmente, gli alimenti sono suddivisi in composti che non hanno proprietà allergeniche e la parete intestinale è impermeabile agli alimenti non digeriti..

Lo sviluppo di allergie alimentari è provocato da fattori:

- prima di tutto, si tratta di un aumento della permeabilità della parete intestinale, che si nota nelle malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale;

- la violazione (diminuzione o accelerazione) dell'assorbimento dei composti alimentari può essere dovuta a una violazione delle fasi della digestione con insufficiente funzione pancreatica, carenza di enzimi, discinesia biliare e intestino, ecc.;

- alimentazione irregolare, pasti rari o frequenti portano a una violazione della secrezione dello stomaco, allo sviluppo di gastrite e ad altri disturbi che causano la formazione di allergie alimentari o pseudoallergie;

- la formazione di ipersensibilità ai prodotti alimentari di natura proteica è influenzata non solo dalla quantità di cibo assunto e dai disordini alimentari, ma anche dall'acidità del succo gastrico.

Manifestazioni sulla pelle:

- orticaria o solo arrossamento,

Manifestazioni dell'apparato digerente:

- dispepsia - vomito, nausea o diarrea,

- prurito in bocca o gonfiore delle mucose.

Gonfiore e congestione nasale,

Manifestazioni sulla mucosa dell'occhio:

Manifestazioni del sistema cardiovascolare:

- frequenza cardiaca anormale.

- svenimento, perdita di coscienza.

L'unico trattamento disponibile oggi è eliminare il contatto con l'allergene. Nessun altro tentativo di curare questo disturbo ha avuto successo. I principi fondamentali della prescrizione di una dieta sono l'esclusione dalla dieta di alimenti che hanno un'attività allergica abbastanza elevata, irritando la mucosa gastrointestinale e incorporando emulsionanti, coloranti, conservanti, stabilizzanti. È anche necessario, quando si elabora una dieta, sostituire gli alimenti intollerabili con alimenti naturali e specializzati.

Diete allergiche

Una dieta con allergie alimentari ti aiuterà lentamente ma sicuramente ad alleviare i sintomi spiacevoli e potrai riportare i tuoi cibi preferiti nella tua dieta - ma con attenzione e a poco a poco.

La dieta per le allergie alimentari può essere suddivisa in più fasi.

Eliminazione. Tale alimento per le allergie implica l'esclusione dalla dieta di quegli alimenti che sono allergeni causalmente significativi..

Ipoallergenico. Questa è l'eccezione dei prodotti che a loro volta non sono allergeni, ma contribuiscono alla comparsa di reazioni allergiche. Comprende prodotti come: miele, cioccolato, agrumi, noci, uova, crauti, arancia e frutti rossi.

1 opzione. Si inizia con 1-2 giorni di digiuno in acqua, o 1-3 giorni sul tè con un po 'di zucchero (5 tazze al giorno) e 250 g di pane bianco secco. Quindi ogni 2-3 giorni la dieta viene leggermente espansa. In primo luogo, i prodotti lattiero-caseari vengono introdotti nella dieta nella seguente sequenza: kefir, ricotta, latte, formaggio. Quindi aggiungere carne, anche più tardi - piatti a base di pesce o verdure.

Opzione 2. Mangiare pere (o mele verdi), tacchino (o agnelli) e riso. A poco a poco, una varietà di verdure viene introdotta nella dieta - preferibilmente quelle che vengono mangiate raramente: pastinache, rape, carote.

Se l'allergia non peggiora quando si utilizza il prodotto appena introdotto, dopo 4 giorni viene somministrato un altro prodotto precedentemente escluso.

Coloranti e additivi vietati per chi soffre di allergie: E100, E101, E102, E104, E107, E110, E120, E122 - E124, E127 - E129, E131 - E133, E141.

Questo è un modo per trattare tutti i tipi di allergie, poiché aiuta a identificare la vera causa della malattia..

L'indicazione principale per la prescrizione di questa dieta è l'allergia alimentare, poiché i compiti principali di questa dieta sono l'eliminazione diretta dei fattori, cioè i prodotti stessi, che portano a una reazione allergica e una riduzione del carico allergenico sul corpo.

La nutrizione è fisiologicamente completa e parsimoniosa, con la limitazione dell'assunzione di sale a 7 g al giorno. Tutti i piatti sono serviti solo in forma bollita, le zuppe sono bollite con un cambio di brodo per tre volte, soprattutto quando si cucina carne, pesce, pollo.

Il valore energetico approssimativo di questa dieta è di 2800 kcal al giorno. Devi mangiare in modo frazionario, almeno 6 volte al giorno.

In presenza di edema, si raccomanda di limitare l'assunzione di liquidi liberi.

Una dieta ipoallergenica elimina completamente tutti gli allergeni alimentari, tra cui:

- prodotti a base di carne e pesce (compreso il caviale),

- tutti i tipi di noci,

- frutti e bacche di colore rosso e arancione,

- verdure piccanti (ravanello, rafano, ravanello),

- miele, zucchero, marmellata, dolci e tutti i tipi di pasticceria,

- prodotti salati e affumicati,

- maionese e ketchup,

- carne di pollame (esclusa la carne bianca di pollo e tacchino),

- tutti i prodotti di produzione industriale (esclusi alimenti per l'infanzia),

- rimuovere i prodotti per i quali il paziente ha un'intolleranza individuale.

Molto spesso, i seguenti prodotti sono ammessi nel menu dieta ipoallergenica:

- carne: manzo bollito, carne bianca di pollo e tacchino,

- zuppe vegetariane preparate con alimenti approvati,

- olio vegetale: oliva, girasole,

- porridge: riso, grano saraceno, farina d'avena,

- prodotti a base di acido lattico: puoi ricotta, yogurt, kefir e yogurt senza additivi,

- verdure: cetrioli, cavoli, verdure a foglia verde, patate, piselli,

- frutti: mele verdi, meglio cotto, pere,

- composta di tè e frutta secca,

- pane bianco essiccato, torte azzime, pane pita azzimo.

Esci dalla dieta. La dieta può durare da due a tre settimane per gli adulti e fino a 10 giorni per i bambini. Quando i sintomi dell'allergia smettono di manifestarsi, cioè dopo 2-3 settimane dal momento del miglioramento, puoi gradualmente restituire il cibo alla dieta, ma rigorosamente uno per uno e nell'ordine inverso, da allergenico basso a altamente allergenico. Un nuovo prodotto viene introdotto una volta ogni tre giorni. Se si è verificato un deterioramento, l'ultimo prodotto è un allergene e non ne vale la pena..

Principi nutrizionali di allergia

La cosa principale con le allergie alimentari è ottenere i cibi giusti. Il 93% delle allergie alimentari è causato solo da 8 alimenti. In ordine decrescente di proprietà allergeniche, sono disposte come segue: uova, arachidi, latte, soia, nocciole, pesce, crostacei, grano.

Mele e pere, pesche e prugne, carote e patate, fagiolini, zucca e zucca sono considerati anallergici. Tacchino e agnelli, riso, orzo, avena e segale raramente causano allergie..

Dieta ipoallergenica

Le manifestazioni allergiche non hanno limiti di età, cioè possono disturbare sia un adulto che un bambino...

Le manifestazioni allergiche non hanno limiti di età, cioè possono disturbare sia un adulto che un bambino. Gli allergeni entrano nei nostri corpi in vari modi, molto spesso quando mangiano cibo. Se trascuri il consiglio di un medico e non segui una certa dieta, questo può portare a tristi conseguenze. Una delle misure preventive è una dieta ipoallergenica, che aiuta ad eliminare gli allergeni dal corpo e ne impedisce l'accumulo..

È interessante! Le manifestazioni allergiche comuni (prurito, orticaria, eruzione cutanea) sono solo sintomi superficiali che, da un punto di vista medico, non danneggiano il corpo. Le peggiori conseguenze degli allergeni si verificano in noi: distruggono irreparabilmente il fegato.

L'essenza di una dieta ipoallergenica

Questa dieta non mira a perdere peso, ma a mantenere la salute. L'essenza di questa dieta è il rifiuto di prodotti che potrebbero provocare una reazione allergica. Il valore calorico giornaliero totale non cambia e in media 2700 kcal al giorno. Si noti che a seconda delle caratteristiche individuali, questa cifra può variare verso l'alto o verso il basso..

Considera le principali sfumature della dieta:

  1. Diversità. Anche i cibi più sicuri e naturali contengono una piccola quantità di allergene. Se prendi costantemente lo stesso cibo, questo porta al suo accumulo. Prova a inventare nuove ricette ogni giorno, combina prodotti e inventa nuovi piatti.
  2. Semplicità. Non preoccuparti molto e cuoci i piatti secondo ricette complesse. In questo caso, la complessità è misurata dal numero di ingredienti in un determinato piatto. Se dopo averlo usato vedi segni di allergia, sarà difficile identificare cosa ha causato esattamente l'insorgenza dei sintomi.
  3. Records. Per chiarezza, annota ciò che mangi in un taccuino. Pertanto, si semplifica il compito di identificare un allergene..
  4. Temperatura. Gli allergeni si attivano se il cibo consumato è troppo caldo o freddo. Trova una via di mezzo. La temperatura del cibo dovrebbe variare da 25 a 35 gradi.
  5. Alcol. Questa dieta è consentita per le donne che allattano e le donne in gravidanza, pertanto l'alcol è una controindicazione rigorosa.
  6. Acqua. Bere molta acqua. Oltre alla rimozione di tossine e tossine, gli allergeni vengono eliminati e lasciano il corpo naturalmente.
  7. Trattamento termico. Cuocere il cibo bollendo e stufando, il cibo viene assorbito meglio e riduce gli allergeni.
  8. Fractionality. Mangiare sano comporta mangiare almeno 5 volte al giorno, con porzioni nella media.

È importante! Una dieta ipoallergenica è progettata per le persone che soffrono di frequenti manifestazioni allergiche. Tutte le misure di cui sopra sono obbligatorie, solo in questo caso sarà possibile ottenere un risultato

Cosa non mangiare

Come accennato in precedenza, l'obiettivo principale di questa dieta è rifiutare gli alimenti contenenti la massima quantità di allergeni. Naturalmente, tutto è individuale, potrebbe non esserci un'allergia a nessun prodotto, ma comunque dovrebbe essere escluso (se è in questo elenco). Ciò è dovuto al fatto che tali prodotti accumulano allergeni nel corpo, che prima o poi porteranno a spiacevoli sintomi allergici. Considera quali alimenti aumentano il rischio di sviluppare una reazione allergica:

  • Tutti i prodotti contenenti lattosio (prodotti lattiero-caseari);
  • Carne grassa, pesce;
  • Tutta la frutta e la verdura che hanno una tinta rossa;
  • Miele;
  • Funghi;
  • Caffè;
  • Uova
  • Cibi in scatola;
  • Cavolo, sedano;
  • Legumi
  • Frutti di mare;
  • Dolci;
  • Prodotti farinacei;
  • Alcol;
  • Patate;
  • Eventuali noci e semi;

Questi prodotti impediscono anche la digestione e compromettono la digeribilità degli oligoelementi benefici. Per tutta la durata di questa dieta, è necessario escludere rigorosamente questi componenti dalla dieta.

Prodotti anallergici

Una dieta ipoallergenica include esclusivamente cibi naturali e sani che non ostacolano il processo di digestione. Inoltre, una sfumatura importante è la completa assenza o il valore minimo di allergeni. Quindi, considereremo sulla base di quali ingredienti per chi soffre di allergie è possibile cucinare cibo:

  • Latticini;
  • Carne dietetica e pesce magro;
  • Cereali (ad eccezione di mais e grano saraceno);
  • Tè verde, infusi di erbe;
  • Biscotti Galetny;
  • Pane Integrale;
  • Zucchine, zucca, rapa, qualsiasi verdura (tranne acetosa), cetrioli freschi;
  • Pere e mele (esclusivamente verdi);
  • Bevande e composte di frutta a base di mele o pere secche.

Per il rifornimento di carburante, è consentito utilizzare oli, verdure (raffinate) o panna in piccola quantità. Questi componenti sono la base, il loro uso è completamente sicuro per chi soffre di allergie, nonché per le donne in gravidanza e in allattamento.

Menu di esempio per la settimana

Per un esempio visivo, considera il menu dettagliato. Si noti che i prodotti e i piatti sono approssimativi, a seconda delle preferenze individuali, è possibile combinare prodotti e preparare piatti diversi.

ColazionePranzoCena
Farina d'avena sull'acqua, mela verdeZuppa di pollo e vermicelli, zucchine al fornoRicotta, tè verde, formaggio
Porridge di riso sull'acqua, tè verdeFette di zucca al forno, pollock bollito, cetriolo frescoMela verde, farina d'avena sull'acqua
Insalata di cetrioli freschi con olio vegetalePorridge di grano con pollo tritato a vaporeDue pere cotte, composta di mele essiccate e biscotti
Tè verde, pane integrale, formaggioStufato di verdure di zucca e zucchine, pollame bollitoPurea di zucca, pollock
Farina d'avena, tè verdeBroccoli al vapore, tè verde, polpette al vapore di carne di tacchinoPorridge di grano saraceno, ryazhenka
Brodo di erbe, biscottiBrodo di pollame, porridge di riso e petto di pollo al fornoKefir, due panini e formaggio
Porridge d'orzo, una manciata di uva spinaTè verde, formaggio, zucchine in umido con carne di coniglioCarne di tacchino bollita, insalata di cetrioli e due panini

La tabella mostra i pasti principali. Come spuntino, è consentito assumere prodotti lattiero-caseari fermentati, verdure, frutta, bevande.

Chi ha bisogno di una dieta

Questa dieta è prescritta per le malattie allergiche (edema di Quincke, rinite). Una dieta ipoallergenica per bambini può essere prescritta dall'età di 6 anni per lo stesso motivo. Se un bambino che si nutre di latte materno ha un'eruzione cutanea di origine sconosciuta, tale dieta viene prescritta a una madre che allatta.

Durante la gravidanza, il corpo della donna viene significativamente ricostruito, può verificarsi un'allergia a quei prodotti che erano stati precedentemente perfettamente assorbiti senza effetti collaterali. Per questo motivo, a volte i ginecologi raccomandano una dieta per le donne in gravidanza, al fine di escludere effetti negativi sul feto..

Quanto seguire una dieta

A seconda dello scopo di seguire questa dieta, la sua durata può essere diversa. Ad esempio, le donne in gravidanza dovrebbero attenersi a questa dieta durante la gravidanza. Madri che allattano - durante l'alimentazione. Se stiamo parlando di una persona che soffre di manifestazioni allergiche costanti, in questo caso, la dieta può essere prescritta per la vita, è consentita solo una rara introduzione di nuovi prodotti.

Spesso viene prescritta una dieta ipoallergenica se una persona non è in grado di determinare quale prodotto insorga una reazione peculiare del corpo. In questo caso, la dieta è seguita da 1 a 3 mesi.

Principi di una dieta ipoallergenica per i bambini

Quando hai bisogno di una dieta ipoallergenica

Dieta ipoallergenica per bambini con dermatite atopica

In genere, una tale dieta è prescritta per la dermatite atopica. Questa è una malattia della pelle non contagiosa, che si manifesta con macchie rosse localizzate su viso, collo, petto e schiena, sulle superfici interne delle braccia e delle gambe. Oltre alle macchie, la dermatite atopica è caratterizzata da eruzioni nodulari, desquamazione delle aree interessate, aree umide.

La malattia può manifestarsi in forma acuta e cronica. I suoi primi segni compaiono nei primi sei mesi di vita di un bambino. Nell'adolescenza, i sintomi della dermatite spesso diminuiscono da soli, ma in alcuni bambini la malattia diventa cronica.

Le esacerbazioni sono stagionali e si verificano nella stagione autunno-primavera.

La causa principale della malattia è spesso un fattore ereditario. Se i genitori soffrivano di rinite allergica o asma bronchiale, il rischio di sviluppare dermatite in un bambino è significativamente aumentato. Inoltre, i fattori di rischio includono un'alimentazione scorretta della madre durante la gravidanza, la tossicosi del 1 ° trimestre, la convivenza con condizioni sfavorevoli per l'ambiente, una rapida transizione all'alimentazione artificiale. Tutto ciò influisce negativamente sull'immunità del bambino..

Con dermatite atopica, viene eseguito un trattamento completo. È necessario rimuovere il processo infiammatorio, eliminare il prurito e prevenire la possibilità di infezione. Il trattamento farmacologico è combinato con la fisioterapia, una dieta ipoallergenica speciale è di notevole importanza.

Il corpo del bambino è particolarmente sensibile a tutte le sostanze che vi entrano. La salute dipende direttamente dalla qualità del cibo, quindi si dovrà prestare particolare attenzione al menu giornaliero.

I principi di base della dieta

I menu per un bambino allergico richiedono l'esclusione dei dolci

Le diete ipoallergeniche per i bambini sono divise in 2 tipi:

  • eliminazione, che richiede l'esclusione dalla dieta di un particolare prodotto che provoca la comparsa di sintomi di dermatite;
  • non specifico, esclusi tutti i prodotti potenzialmente allergenici.

La dieta per l'eliminazione è adatta ai bambini di età compresa tra 6 e 12 mesi, quando nuovi prodotti vengono gradualmente introdotti nella dieta.

Una dieta non specifica è conveniente per i bambini in età prescolare di 3-7 anni, quando il bambino mangia allo stesso modo degli adulti, ma il suo tratto digestivo deve ancora essere protetto da carichi eccessivi.

Lo schema generale di qualsiasi dieta terapeutica è simile al seguente:

  1. Definizione di irritante.
  2. La conclusione della sua dieta.
  3. Altre carenze nutrizionali nel corpo.

Tutti i cibi grassi e fritti sono esclusi a colpo sicuro.

Modo di cottura preferito: cottura, stufatura, cottura al forno.

Ecco un elenco dei più potenti allergeni alimentari:

  • uova di gallina;
  • Grano;
  • arachidi;
  • fragole selvatiche;
  • Pomodori
  • miele;
  • pesce grasso;
  • caviale;
  • proteine ​​del latte vaccino.

Devi anche ricordare le allergie incrociate. Ad esempio, se il bambino non tollera le uova di gallina, i sintomi della dermatite possono peggiorare dopo aver mangiato pollame: pollo, anatra, quaglie.

I funghi, in particolare i funghi di bosco, sono vietati ai bambini di età inferiore a 3 anni. Una piccola quantità di funghi prataioli può essere data a un bambino in età prescolare.

Prodotti che dovranno essere abbandonati se i focolai sono causati dalle proteine ​​del latte:

  • latticini: kefir, latte cotto fermentato, ricotta;
  • margarina;
  • crema;
  • yogurt;
  • latte condensato;
  • gelato.

I prodotti dolciari contengono anche tracce di proteine ​​del latte: biscotti, waffle, creme dolci.

Menu di esempio

Il menu per la settimana dovrebbe essere bilanciato

Una dieta ipoallergenica per bambini piccoli prevede l'introduzione nella dieta di alimenti a basso contenuto allergenico. Un bambino di sei mesi può ricevere zucchine, cavolfiori, broccoli. Entro 3 giorni, è necessario monitorare le condizioni del bambino: se sono comparsi punti ed eruzioni cutanee. Se la reazione è assente, queste verdure potrebbero essere presenti nel menu permanente..

Da 8 mesi è possibile inserire prodotti lattiero-caseari. Dalla carne è meglio scegliere un tacchino o un coniglio. Ecco come appare in azione il principio di una dieta di eliminazione ottimale per i bambini di età inferiore a 1,5-2 anni.

La dieta deve essere progettata in modo tale che il bambino non manifesti una carenza di nutrienti. Le proteine ​​vegetali dovrebbero essere presenti in essa, a meno che non provochino dermatiti e fibre.

Ecco come appare il piano di alimentazione settimanale approssimativo:

  1. Colazione: porridge di riso sull'acqua, tè.
  2. Pranzo: zuppa con brodo vegetale con polpette di carne.
  3. Spuntino: biscotti di farina d'avena.
  4. Cena: cavolo ripieno con carne macinata.
  1. Colazione: mele cotte, gelatina.
  2. Pranzo: grano saraceno bollito, tè.
  3. Spuntino: una manciata di prugne secche.
  4. Cena: stufato di verdure di zucchine e cavolfiore.
  1. Colazione: farina d'avena in acqua con zucca, tè.
  2. Pranzo: riso bollito, spezzatino di lingua di manzo.
  3. Spuntino: latte cotto fermentato.
  4. Cena: cotolette di vitello al vapore, insalata di barbabietole.
  1. Colazione: farina d'avena sull'acqua, toast con marmellata.
  2. Pranzo: zuppa di verdure con spinaci.
  3. Spuntino: un bicchiere di kefir magro.
  4. Cena: coniglio in umido, insalata di cetrioli.
  1. Colazione: zucca brasata.
  2. Pranzo: tagliatelle, cotolette di tacchino al vapore.
  3. Spuntino: banana.
  4. Cena: zucchine in umido con cipolle e carote.
  1. Colazione: porridge di grano saraceno-schizzi d'acqua.
  2. Pranzo: borsch magro, purè di patate con polpette di carne di tacchino.
  3. Spuntino: mela cotta.
  4. Cena: casseruola di vermicelli, cavolfiore bollito.
  1. Colazione: farina d'avena sull'acqua, toast con formaggio magro.
  2. Pranzo: zuppa di verdure, spezzatino di tacchino.
  3. Spuntino: bere yogurt.
  4. Cena: mele cotte con ricotta.

Tale dieta è adatta a bambini dai 2 ai 7 anni, se necessario, può essere regolata in base ai gusti del bambino. La porzione di servizio ottimale è di 200-250 grammi..

Dalle bevande puoi dare gelatina, composte non zuccherate, bevande alla frutta.

Le tisane dovrebbero essere consumate con cura, soprattutto, solo con il permesso del pediatra. È importante rispettare il regime di consumo, un bambino dovrebbe bere almeno 1 litro di acqua pulita al giorno. Brodi, primi piatti non sono inclusi in questa quantità. Il liquido aiuta a rimuovere le tossine dal corpo..

Alcuni bambini preferiscono mangiare 5-6 volte al giorno, le dimensioni delle porzioni in questo caso dovranno essere ridotte, non è possibile sovraccaricare lo stomaco. All'età di 3-5 anni, i bambini hanno spesso malattie del tratto gastrointestinale: gastrite, discinesia biliare. Ciò è dovuto a una dieta scorretta, all'uso di cibi pesanti, fast food, bevande gassate.

È meglio che i piatti siano singoli o doppi. I bambini di 2-3 anni spesso sono meticolosi riguardo al cibo, preferendo qualsiasi prodotto. Più semplice è il cibo, più facile è convincere il bambino a provare un nuovo piatto.

Raccomandazioni generali

L'esacerbazione della dermatite atopica può essere causata non solo dalla malnutrizione. È necessario assicurarsi che il bambino dorma abbastanza, non è possibile sovraccaricare il sistema nervoso. Nella stanza dei bambini è necessario eseguire regolarmente la pulizia a umido, arieggiare quotidianamente la stanza. Se ci sono animali domestici in casa, la pulizia è più frequente, i cani a pelo lungo richiedono una pettinatura frequente.

Affinché la dieta selezionata sia il più efficace possibile, i genitori dovrebbero essere coerenti, non dare al bambino cibi e leccornie proibiti.

La dermatite atopica richiede necessariamente un trattamento. I bambini allergici soffrono di raffreddori più difficili, spesso sviluppano complicazioni, come la bronchite e l'asma bronchiale. Con la stretta aderenza a tutte le raccomandazioni, è possibile ottenere una remissione stabile. Un recupero clinico può essere considerato una situazione in cui i sintomi della dermatite non disturbano un bambino di almeno 3 anni.

Dieta ipoallergenica Ado per bambini e adulti - Sistema alimentare, prodotti raccomandati e proibiti

Le reazioni di istamina a un particolare cibo non sono rare tra le persone moderne. Le allergie sono ugualmente colpite da adulti e bambini. Per far fronte alle sue manifestazioni, aiuterà una speciale dieta ipoallergenica sviluppata dallo scienziato sovietico Andrei Dmitrievich Ado. Implica il rifiuto di numerosi prodotti con il loro graduale ritorno alla dieta al fine di identificare gli allergeni alimentari..

Cos'è una dieta ipoallergenica di Ado

Il sistema nutrizionale è stato sviluppato da uno scienziato sovietico specializzato in patologia fisica, allergologia e immunologia. Andrei Dmitrievich Ado ha dedicato tutta la sua vita allo studio degli allergeni, alle reazioni ad essi. Il suo contributo allo sviluppo dell'immunologia e della scienza nel suo insieme è inestimabile. Andrei Dmitrievich - riconosciuto fondatore di allergologia clinica e sperimentale, non solo in Russia ma anche nei paesi della CSI.

La dieta ipoallergenica generale non specifica di Ado comporta il rifiuto di tutti i prodotti allergenici. Le recensioni su di lei sono molto buone. A poco a poco, vengono introdotti a loro volta nella dieta per capire quale di essi è l'agente eziologico della reazione di istamina. È molto utile per chi soffre di allergie (comprese quelle non alimentari), le donne in gravidanza per ridurre il rischio di allergie nel bambino, i bambini piccoli e anche quelli che vogliono solo rafforzare il corpo e perdere peso. Il dimagrimento è assicurato dal fatto che la base della dieta sono gli alimenti ipocalorici.

Una dieta ipoallergenica si basa su una tabella di attività allergenica. In esso puoi vedere quanto è elevato il rischio di una reazione di istamina dall'uso di determinati prodotti:

Il grado di attività allergenica

Cetrioli, mandorle, anguria, prugne, uva spina, ribes bianco, mele verdi e gialle, zucca leggera, rape, zucca, zucchine, varietà di montone magro, carne di cavallo

Riso, mirtilli rossi, grano saraceno, mais, peperoni verdi, banane, ribes rosso, pesche, piselli, patate, coniglio, tacchino, maiale, albicocche

Segale, grano, sedano, barbabietole, carote, pomodori, senape, funghi, miele, noci, cacao, caffè, cioccolato, agrumi, melograno, cachi, melone, ananas, uva, more, ribes nero, fragole, lamponi, fragole, pollo, uova, crostacei, pesce, latte di vacca

È possibile utilizzare prodotti a media reazione, ma con estrema cautela. Sono meglio mangiare la mattina per ottenere aiuto di esperti in caso di allergie. Una dieta ipoallergenica di solito dura 2-3 settimane. Innanzitutto, i prodotti dell'elenco vietato sono completamente esclusi. Quando l'allergia scompare, vengono somministrate una alla volta. Ciò contribuirà a determinare quale prodotto specifico il corpo produce una reazione di istamina..

La dieta ipoallergenica di Ado non è equilibrata, quindi non ci si può sedere per molto tempo. La dieta non fornisce al corpo carboidrati e proteine ​​sufficienti. Ciò può causare problemi di digestione, capelli e pelle. Mangiando con il sistema Ado, non puoi assumere antistaminici: questo imbratterà l'immagine di come i prodotti in realtà influenzano il corpo. Si consiglia vivamente di tenere un diario gastronomico, facendo testimonianze sul menu e sul tuo benessere. Un allergologo dovrebbe essere visitato almeno una volta alla settimana.

Cosa è raccomandato per l'uso

L'elenco dei prodotti consentiti è ampio, quindi non ci saranno problemi con la preparazione della dieta. Devi mangiarli fino a quando tutte le tracce di allergie scompaiono. Cosa puoi mangiare con una dieta ipoallergenica secondo Ado:

  • carne di manzo magra;
  • pane bianco non commestibile;
  • agnello giovane;
  • zuppe con verdure e cereali;
  • frutta in umido di mele e frutta secca;
  • oli cremosi, di oliva, di girasole;
  • zucchero;
  • sale;
  • decotti alle erbe;
  • zucca;
  • frutta, tranne vietata;
  • grano saraceno, riso, ercole, farina d'avena;
  • tè;
  • zucca, zucca;
  • latticini (kefir, ricotta, ecc.);
  • mele cotte;
  • verdure (aneto, prezzemolo);
  • cetrioli.

Prodotti proibiti

Per superare una reazione allergica, è necessario rifiutare categoricamente un determinato alimento. L'elenco proibito include tali prodotti;

  • agrumi;
  • bevande alcoliche;
  • noccioline
  • carne grassa, pollame;
  • miele;
  • pesce e tutti i piatti da esso;
  • pasta al burro;
  • pollo;
  • ananas, melone, fragole, fragole, albicocche, pesche;
  • cioccolato e altri prodotti contenenti cacao (paste, dolci);
  • latte di mucca;
  • carni affumicate;
  • caffè;
  • uova
  • funghi;
  • maionese, senape, ketchup, aceto;
  • tutte le verdure e la frutta di colore rosso;
  • eventuali spezie;
  • ravanello, ravanello, rafano.

Tabella di reazione incrociata

Se una persona ha un'allergia a un prodotto, allora può verificarsi a un numero di altri. Questo fenomeno si chiama reazione crociata. Deve essere preso in considerazione quando si fa una dieta. Tabella di reazione crociata:

Allergeni alimentari e non alimentari che possono causare una reazione allergica crociata

Lattice, polline di erba di cereali e betulla, sesamo, farina (avena, grano saraceno, riso), noci, avocado, banane

Preparati enzimatici a base di pancreas di bovini, carni bovine (compresi i loro prodotti a base di carne), prodotti contenenti proteine ​​del latte di vacca, latte di capra

Mele, prugne secche, ciliegie, ciliegie selvatiche, pesche, nettarine, ciliegie, albicocche, mandorle

Funghi, formaggi muffa, antibiotici penicillina, kvas, pasta lievitata

Erba medica, arachidi, mango, soia, lenticchie, fagioli, piselli

Pesce di mare e di fiume

Frutti di mare (cozze, aragoste, aragoste, caviale, gamberi, granchi, ecc.)

Carne e brodi di pollo, cuscini di piume, uova di quaglia, maionese, salse e creme all'uovo, anatra

Mandarino, Arancia, Limone, Pompelmo

Vitamina A, Carotene, Sedano, Prezzemolo

Lattice, polline di piantaggine, avocado, melone, kiwi, glutine di grano

Mirtillo rosso, ribes, mora, lampone

Lattice, pomodori, piselli, drupacee (pesche, prugne, ecc.), Banane, soia

Polline di assenzio, ontano, betulla, prugna, pesche, mele cotogne, pere

Nocciola, polline di betulla, papavero, sesamo, farina (avena, grano saraceno, riso), mango, kiwi

Tabacco, paprika, peperoncino rosso e verde, pomodori, melanzane

Menu dietetico quotidiano Ado

Se è difficile per te fare una dieta da solo, usa l'opzione pronta per una settimana. Aderendo a questo menu, non solo ti libererai della manifestazione di allergie, ma perderai anche chili in più. Con ogni nuova settimana, la dieta diventerà più ricca. Nei primi sette giorni, puoi attenersi a questa opzione di menu:

200 g di farina d'avena (senza latte)

Zuppa di 200 ml con manzo, patate, cipolle e carote

Banana, una tazza di tè

Brasato di manzo magro con verdure (180 g)

180 g di cereali di riso in acqua con albicocche secche

Zuppa con verdure su brodo di manzo (200 ml)

Tè, 2-3 fette di marmellata naturale

200 g di tacchino al vapore con verdure

180 g di grano saraceno sull'acqua, un bicchiere di gelatina di frutti di bosco

Tè, 2 pani integrali

200 g di stufato di verdure

180 g di verdure in umido

200 g di porridge di zucca sull'acqua

200 ml di borsch senza carne con panna acida

200 g di manzo al vapore con verdure

200 g di grano in acqua

200 ml di borsch con panna acida (senza carne), una fetta di pane di segale

0,2 kg di insalata di frutta consentita

2 polpette di manzo, 150 g di insalata di cavolo

200 g di riso in acqua

150 ml di yogurt naturale

200 g di patate lesse, 150 g di insalata di verdure

150 g di ricotta, una tazza di tè

200 g di manzo (in umido o bollito), 150 g di barbabietola e insalata di prugne

200 g di stufato di verdure, un pezzo di pane di segale

150 g di casseruole di zucca, tè

200 g di spezzatino di carne con verdure

Per bambini

I bambini sono allergici non meno degli adulti, anche di più. Il loro corpo non è immediatamente soggetto a completa autodifesa, quindi il rischio di reazioni di istamina è elevato. La dieta ipoallergenica secondo Ado per i bambini non differisce dalla versione per adulti. Quando i sintomi peggiorano, rimuovi tutti gli alimenti proibiti dalla dieta del bambino, anche con un moderato grado di attività allergenica. La base del menu dovrebbe essere verdure bollite, zuppe senza carne o manzo magro, purea di frutta fatta in casa, succhi di frutta. La dieta ado per bambini prevede una tale opzione di menu per il giorno:

120 g di porridge di riso in acqua con zucchero, una tazza di tè

Mela, un bicchiere di composta

Zuppa di verdure con brodo di carne (120 ml), 2 polpette di carne di manzo al vapore, 100 g di cavolfiore in umido

150 g di casseruole di ricotta o mela cotta.

150 g di verdure in umido, 50 g di manzo bollito

Per le madri che allattano

Gli elenchi di prodotti per le donne durante l'allattamento e la gravidanza non cambiano. Dal menu è preferibile escludere tutti gli alimenti di colore rosso, fritti, grassi. Cereali ammessi, frutta e verdura accettabili, succhi senza zucchero e conservanti. Menu di esempio per un giorno:

180 g di porridge di grano saraceno sull'acqua, mela, tazza di tè

180 ml di zuppa vegetariana, 100 g di riso, 120 g di manzo bollito, 120 g di insalata di cetrioli ed erbe con panna acida

20 ml di yogurt naturale

3 polpette di manzo al vapore, 100 g di broccoli

Uscita dalla dieta

È necessario sedersi sul sistema di nutrizione Ado non appena si consulta un medico sulle allergie. Se lo specialista non prescrive un altro trattamento, è necessario seguire una dieta ipoallergenica fino alla scomparsa di tutti i sintomi e dopo altre due settimane. Quindi è necessario introdurre gradualmente e, a sua volta, i prodotti di attività allergenica debole, media e alta. L'intervallo tra l'introduzione di ogni nuovo componente nella dieta è di tre giorni. Durante questo periodo, apparirà una reazione allergica. Procedura raccomandata per l'introduzione di prodotti suddivisi in categorie:

  1. Carne. Montone magro, maiale, tacchino.
  2. Verdure. Zucca, zucchine, peperoni verdi, piselli, rape.
  3. Cereali. Semola, orzo, orzo perlato, mais.
  4. Frutti e bacche Albicocche, pesche, banane, prugne, mele gialle, kiwi, uva spina.

Prima inserisci un prodotto a base di carne. Tre giorni dopo, una verdura, poi cereali, poi frutta. Alternali in questo ordine fino a quando non provi tutto. Ultimo aggiungere prodotti dall'elenco di vietati. Se la reazione a un determinato alimento non si è manifestata, sentiti libero di lasciarlo nella dieta. Tre giorni dopo, presenta un nuovo prodotto. Seguire una dieta ipoallergenica fino a quando tutti gli allergeni non sono stati testati. Quando identifichi l'elenco dei prodotti vietati per te personalmente, crea qualsiasi menu che li escluda.

Ricette alimentari ipoallergeniche

Se hai intenzione di dieta su Ado, allora devi imparare a cucinare cibo che soddisfi pienamente le sue esigenze. Esistono molte ricette per piatti ipoallergenici: primo, secondo, insalate, snack, dessert. Avendoli padroneggiati, sarai in grado di preparare un menu vario ogni giorno e mangiare cibi deliziosi, senza violare le esigenze dietetiche di Andrei Dmitrievich Ado.

Zuppa Di Crema Di Cavolfiore

  • Tempo: 100 minuti.
  • Dosi per confezione: 3 persone.
  • Contenuto calorico: 111 kcal per 100 g.
  • Scopo: pranzo.
  • Cucina: francese.
  • Difficoltà: semplice.

La zuppa di purea di cavolfiore è un piatto dietetico molto popolare. Include solo quei prodotti che non causano una reazione allergica. Il piatto ha una consistenza cremosa uniforme, un gusto gradevole. La zuppa satura perfettamente e sarà una scelta eccellente per un pranzo dietetico, contiene una quantità molto bassa di calorie. È facile da cucinare, ma hai bisogno di un frullatore.

Ingredienti:

  • filetto di tacchino - 0,3 kg;
  • cavolfiore - metà della testa;
  • zucchine - 2 piccole o una media;
  • patate - 2 grandi.

Metodo di cottura:

  1. Lava le verdure. Sbucciare patate e zucchine.
  2. Smonta il cavolo per le infiorescenze.
  3. Versare la Turchia con acqua fredda. Accendi lentamente.
  4. Scolare la prima acqua immediatamente dopo l'ebollizione..
  5. Aggiungi le verdure, tagliate a pezzi medi, alla carne. Cuocere per 40 minuti.
  6. Tira fuori la carne. Macinare le verdure con brodo in un frullatore in purè di patate.
  7. Tagliare il tacchino a cubetti. Aggiungi alla zuppa prima di servire..

Casseruola Di Zucca

  • Tempo: 50 minuti.
  • Dosi per confezione: 2 persone.
  • Contenuto calorico: 74 kcal per 100 g.
  • Scopo: pranzo, cena.
  • Cucina: europea.
  • Difficoltà: media.

La casseruola di zucchine con carne è molto soddisfacente e gustosa, è adatta a pranzo o cena. I prodotti inclusi nella sua composizione forniranno all'organismo energia, vitamine, antiossidanti e sostanze necessarie per il suo normale funzionamento. La casseruola può anche essere servita sul tavolo festivo. Non solo chi soffre di allergie, ma anche le persone che non hanno problemi di salute non rifiuteranno una porzione.

Ingredienti:

  • zucchine - 1 mezzo;
  • manzo o agnello giovane - 250 g;
  • cipolle - 1 testa media;
  • carote - 1 pz.;
  • yogurt non zuccherato - 100 ml.

Metodo di cottura:

  1. Lava le verdure. Sbucciate le cipolle e le carote.
  2. Risciacquare la carne. Passalo e la cipolla attraverso un tritacarne. Salare la carne macinata.
  3. Prendi una teglia. Coprilo con pergamena. Ungere la carta con olio d'oliva.
  4. Strofina grossolanamente la zucca, le carote.
  5. Accendi il forno per riscaldarlo fino a 180 gradi.
  6. Metti metà delle zucchine nello stampo.
  7. Spalmare la carne macinata mescolata con carote grattugiate sulla parte superiore.
  8. Copri il piatto con le zucchine rimaste.
  9. Versare tutto lo yogurt.
  10. Cuocere in forno per 40 minuti.

Zuppa Di Verdure Orzo

  • Tempo: 90 minuti.
  • Dosi per confezione: 4 persone.
  • Contenuto calorico: 91 kcal per 100 g.
  • Scopo: pranzo.
  • Cucina: europea.
  • Difficoltà: media.

La zuppa d'orzo perlato è un deposito di nutrienti e vitamine. Un piatto può far parte di un menu per adulti e per bambini, non contiene prodotti con un alto grado di attività allergenica. La zuppa si adatta perfettamente ai requisiti di una dieta ipoallergenica Ado. Risulta essere molto gustoso e soddisfacente, sebbene contenga pochissime calorie. Includi periodicamente nella tua dieta un tale piatto è raccomandato anche alle persone che non hanno problemi di salute.

Ingredienti:

  • orzo perlato - 100 g;
  • sale - 10 g;
  • burro - 40 g;
  • verdure (prezzemolo, aneto) - 20 g;
  • patate - 0,3 kg;
  • brodo vegetale - 1,5 l;
  • carote - 70 g;
  • rapa - 50 g.

Metodo di cottura:

  1. Versare l'orzo con 300 ml di brodo vegetale caldo. Molto vicino. Lasciare agire per 35 minuti per gonfiare i cereali.
  2. Lavare e sbucciare tutte le verdure. Dado.
  3. Mescolare le verdure nel burro con l'aggiunta di 200 ml di brodo per 7-10 minuti. Non friggerli troppo..
  4. Portare a ebollizione il brodo rimanente (1 L). Versare i cereali. Fai bollire per 20 minuti..
  5. Aggiungi le verdure e il sale nella padella. Cuocere altri 20 minuti.
  6. Servire la zuppa in porzioni, cosparsa di erbe tritate.

Biscotti all'avena

  • Tempo: 50 minuti.
  • Dosi per confezione: 6 persone.
  • Contenuto calorico: 139 kcal per 100 g.
  • Scopo: dessert.
  • Cucina: europea.
  • Difficoltà: media.

Se stai seguendo una dieta ipoallergenica o per dimagrire, ciò non significa che i dessert ti siano controindicati. I biscotti preparati secondo la seguente ricetta soddisfano tutti i requisiti del sistema alimentare Ado. Preparare questo dessert goloso e salutare è facile. La farina d'avena viene aggiunta ad essa, che può essere ottenuta macinando i fiocchi. Biscotti: un'ottima opzione per bere il tè con una dieta ipoallergenica.

Ingredienti:

  • farina di frumento - 0,5 kg;
  • soda - 2-3 pizzichi;
  • kefir magro - 0,5 l;
  • zucchero - 6–8 cucchiai. l.;
  • olio d'oliva - 3-4 cucchiai. l.

Metodo di cottura:

  1. Sbattere il kefir con burro e zucchero.
  2. Aggiungi soda e farina setacciata.
  3. Impostare il forno per riscaldare fino a 180 gradi.
  4. Coprire la teglia con carta da forno.
  5. Metti l'impasto in uno strato. Taglialo in pezzi di uguale forma e dimensione.
  6. Cuocere per mezz'ora.