Cosa devi sapere sulla terapia ASIT: farmaci, opportunità, controindicazioni

Cliniche

Il termine terapia ASIT si riferisce a una tecnica unica per il trattamento delle allergie. È il trattamento e non l'eliminazione di sintomi indesiderati, come di solito accade con le allergie.

ASIT è un'abbreviazione, il nome completo è: Immunoterapia specifica per allergeni. La tecnica è apparsa all'inizio del ventesimo secolo (i riferimenti alle prime procedure eseguite, che hanno dato un risultato positivo, risalgono al 1911), ma poi il trattamento è stato intuitivo. Da allora, la medicina è andata molto più avanti, gli scienziati sono stati in grado di comprendere il meccanismo della reazione allergica e identificare le caratteristiche della risposta allergica del corpo, che ha contribuito a migliorare il metodo.


Figura 1 - Combattiamo con le allergie

ASIT per le allergie - che cos'è?

Al momento, le persone che soffrono di allergie, nella maggior parte dei casi, offrono un trattamento sintomatico, che consente di eliminare temporaneamente o ridurre significativamente i sintomi spiacevoli. Utilizzando diversi farmaci (ad esempio antistaminici), il paziente può temporaneamente dimenticare la reazione indesiderata del corpo a un allergene provocante.

Un'allergia è chiamata una maggiore sensibilità del corpo a varie sostanze. I sintomi allergici più comuni sono starnuti, naso che cola, tosse, lacrimazione e manifestazioni cutanee. Le reazioni allergiche creano un notevole disagio - a causa loro una persona sente costante affaticamento, dorme male, si lamenta di scarse prestazioni e, soprattutto, le allergie possono portare allo sviluppo di ulteriori problemi di salute.

Il metodo ASIT per le allergie prevede l'introduzione nel corpo di preparati contenenti un allergene. Questo ti ricorda qualcosa? Esatto, questo metodo di trattamento è simile alla vaccinazione convenzionale, quindi l'immunoterapia specifica per allergeni viene talvolta chiamata vaccino antiallergico. Un altro nome che viene utilizzato tra i medici è la terapia iposensibilizzante..

Figura 2 - Vaccino antiallergico

Il punto principale di ASIT è che il corpo riceve una dose costantemente crescente di allergene (sotto forma di farmaci appositamente trattati), si abitua gradualmente ad esso e smette di rispondere. Nella vita normale, l'influenza di un allergene si verifica in modo incontrollabile (una persona non sa mai dove, quando e in quale misura un fattore pericoloso lo influenzerà). L'immunoterapia, che in sostanza è una procedura di trattamento e profilassi, viene eseguita in modo mirato: il medico redige un programma e determina le dosi terapeutiche - grazie a questo, è possibile ottenere un risultato positivo.

Chi si adatta e come funziona ASIT?

ASIT è usato nei casi in cui gli allergeni sono sostanze che non possono essere evitate (ad esempio il polline). Questo metodo viene utilizzato se viene diagnosticata una malattia allergica IgE-dipendente..

La tecnica aiuta con:

  • rinite allergica e / o rinocongiuntivite;
  • allergia agli insetti (reazione agli acari della polvere, allergia alle punture di insetti);
  • febbre da fieno (rinite stagionale);
  • asma bronchiale atopico.

Figura 3 - Allergia stagionale

I partecipanti chiave alla reazione allergica del corpo sono anticorpi e immunoglobuline IgE. Al contatto con l'allergene, le immunoglobuline causano una reazione aumentata, che si manifesta sotto forma di sintomi spiacevoli (congestione nasale, starnuti, tosse, eruzione cutanea, ecc.). La vaccinazione allergica (ASIT) consente di ricostruire il sistema immunitario: questo trattamento è progettato per normalizzare il livello di specifiche immunoglobuline.

Quali sono le controindicazioni??

Questo metodo di trattamento non è universale: ha sia limiti che controindicazioni..

ASIT non viene eseguitoAllergie non trattate con ASIT
  • Con grave asma bronchiale
  • In presenza di gravi malattie endocrine
  • Con tubercolosi
  • Con reumatismi
  • In pazienti con malattia mentale
  • Nelle malattie gravi degli organi interni (fegato, reni, nonché violazioni del sistema cardiovascolare e malattie del sangue)
  • In oncologia
  • Con esacerbazione delle allergie
  • In pazienti precedentemente trattati con beta-bloccanti
  • Nei bambini di età inferiore ai 5 anni e negli adulti di età superiore ai 60 anni
  • Durante la gravidanza
  • Dermatite atopica
  • Allergia a diversi (da 3) allergeni
  • photodermatitis
  • Allergia al farmaco
  • Allergia al freddo
  • Allergia alle muffe e alle spore fungine
  • Allergia alla saliva degli animali


Come viene condotto l'ASIT??

Formazione

La decisione sulla fattibilità dell'immunoterapia specifica viene presa congiuntamente dal paziente e dal medico. Prima di iniziare il trattamento, una persona che soffre di allergie dovrà sottoporsi a formazione, che comporta la conduzione di ricerche - i loro risultati sono necessari per elaborare un regime di trattamento individuale.

Gli esami obbligatori includono esami del sangue e delle urine, nonché test allergologici. Inoltre, il medico può inviare un elettrocardiogramma e una spirografia (l'elenco degli esami necessari dipende dalle caratteristiche della malattia e dalle condizioni del paziente).

Una settimana prima dell'inizio della procedura, il paziente deve rifiutare di assumere antistaminici. Durante il corso del trattamento, è importante creare tali condizioni al fine di evitare il contatto con l'allergene provocante (o almeno minimizzarli).

Opzioni per

L'immunoterapia con allergeni può essere eseguita in regime ambulatoriale o ambulatoriale. Nel primo caso, un ciclo di trattamento dura fino a sei mesi (tali corsi si ripetono per diversi anni consecutivi). Se il paziente è in ospedale, la vaccinazione viene eseguita per 3-4 settimane, dopo di che vengono eseguiti altri 2-3 mesi della procedura ambulatoriale..

schemi

Esistono diversi schemi di terapia iposensibilizzante. L'opzione migliore è lo schema classico, che è adatto a varie forme di allergie, sia in fase iniziale che con una malattia a lungo termine. In alternativa, al paziente può essere offerta una versione più breve che richiede meno tempo. I corsi accelerati comportano più rischi, pertanto possono essere eseguiti solo con forme lievi e in ospedale, sotto costante controllo medico.

Tutti gli schemi senza eccezioni consistono in due fasi:

    Nella prima fase, l'introduzione di dosi minime di allergeni inizia con il loro graduale aumento alla dose massima consentita (questa è la cosiddetta dose ottimale, il volume massimo tollerato dell'allergene). Nella versione classica, questa fase, chiamata iniziazione, di solito dura 4 mesi.

La seconda fase è la fase di supporto (secondo lo schema classico, dura da 6 mesi a diversi anni). Per tutto questo tempo il paziente riceve la dose ottimale di allergene purificato - questo consente di consolidare l'effetto ottenuto.

Metodi di amministrazione

Per somministrare l'allergene al corpo, i metodi di somministrazione per iniezione e non per iniezione sono forniti nella terapia ASIT:

  • Con l'aiuto di iniezioni sottocutanee (iniezioni);
  • per via orale (sotto forma di compresse, gocce, capsule);
  • sublinguale (riassorbimento sotto la lingua);
  • intranasale (instillazione nasale).

Il modo più conveniente e sicuro è la somministrazione sublinguale, che può essere utilizzata sia nei pazienti adulti che nei bambini.

Figura 4 - Iniezione sottocutanea

Trattamento ASIT - farmaci

Al paziente possono essere offerte diverse forme di farmaci. Inizialmente, la terapia con questa tecnica implicava l'uso di estratti di sale d'acqua (ad esempio, una preparazione di sale d'acqua di polline di betulla).

Più tardi, oltre agli allergeni naturali presenti in natura, apparvero analoghi polimerizzati modificati: allergoidi per iniezione e riassorbimento.

Nell'arsenale di allergologi domestici ci sono farmaci di produzione russa e straniera (gli allergeni terapeutici Stallergen, Alustal, Oraleur, Staloral e altri si sono dimostrati bene).

Figura 5 - Immunoterapia specifica per allergeni

I più efficaci e sicuri sono i farmaci di deposito (vaccini allergici prolungati). La loro peculiarità sta nel fatto che il rilascio dell'allergene avviene direttamente nel corpo (ciò riduce il rischio di effetti collaterali) e l'effetto del farmaco dura più a lungo, quindi sono necessarie meno procedure.

Frequenza e frequenza del trattamento

A seconda delle caratteristiche dell'allergia, al paziente può essere raccomandata l'immunoterapia per tutto l'anno o stagionale.

    Il corso stagionale (preseason) è indicato nei casi in cui si tratta delle cosiddette allergie stagionali associate, ad esempio, alla fioritura stagionale. Il trattamento inizia 3-4 mesi prima dell'inizio della stagione allergica, in modo che il paziente riceva la massima dose possibile di allergene all'inizio della fioritura. Inoltre, la terapia è sospesa fino al momento in cui lo stimolo esterno (allergene) si interrompe.

  • L'ASIT per tutto l'anno è adatto a quei pazienti che hanno una reazione allergica associata a irritanti domestici quotidiani (peli di animali, polvere, acari, ecc.). In questo caso, il trattamento prevede l'introduzione di una dose crescente del farmaco e al raggiungimento della dose massima consentita vengono somministrate dosi di mantenimento. Tale trattamento dura a lungo - fino a quando non si ottiene un risultato positivo..
  • La durata del trattamento (e il numero di corsi richiesti) per ogni paziente è la sua.

    Figura 6 - Acari della polvere


    Come capire che la terapia ASIT aiuta?

    La prova che l'immunoterapia dà un risultato positivo è l'indebolimento dei sintomi allergici dopo il prossimo ciclo, nonché un miglioramento del benessere generale del paziente. Le persone sottoposte a tale trattamento notano che le manifestazioni delle allergie stanno gradualmente diminuendo, la necessità di assumere farmaci antiallergici (anche tra i corsi) è ridotta. Gli esami di laboratorio, in particolare un esame del sangue per l'immunoglobulina E, possono valutare obiettivamente l'efficacia della terapia (lgE nelle diminuzioni sieriche dopo il trattamento).

    Per massimizzare l'efficacia della terapia, è importante:

    • iniziare il trattamento il più presto possibile, se possibile nelle prime fasi di un'allergia;
    • utilizzare vaccini di qualità;
    • seguire tutte le raccomandazioni del medico curante.

    Quali sono gli effetti collaterali della vaccinazione contro le allergie??

    La tecnica ASIT è utilizzata nel trattamento di milioni di pazienti di età diverse. Purché la dose ottimale sia calcolata correttamente e la procedura venga eseguita correttamente, il trattamento è ben tollerato. Tuttavia, nessuno è immune da effetti collaterali..

    Quando si tratta di somministrazione sottocutanea di allergeni, molti pazienti manifestano fenomeni come arrossamento, leggero gonfiore e prurito nel sito di iniezione. Questa è una reazione temporanea che richiede 1-3 giorni. Quando il farmaco viene assorbito sotto la lingua, a volte possono verificarsi anche sintomi simili (bruciore, prurito, gonfiore della cavità orale), ma si verificano molto meno spesso.

    Oltre agli effetti collaterali locali, alcuni pazienti lamentano manifestazioni sistemiche più gravi: mal di testa, congestione nasale, orticaria, edema (edema di Quincke). Tale reazione nella maggior parte dei casi indica un trattamento improprio.

    La risposta di solito si manifesta entro 30-60 minuti, quindi questo tempo deve essere trascorso in clinica (ospedale), dove possono fornire assistenza professionale in tempo.

    Vantaggi e svantaggi del metodo

    La terapia iposensibilizzante consente di modificare il decorso naturale di una malattia allergica e ne impedisce lo sviluppo e il passaggio a una forma più grave. Questo approccio è progettato da molto tempo: stiamo parlando di 3-5 anni di trattamento continuo. ASIT fornisce i migliori risultati nelle fasi iniziali (in forme lievi) di allergie.

    Il risultato finale della terapia dipende da diversi fattori: a partire dalle caratteristiche individuali del corpo e terminando con la responsabilità dello specialista e del paziente stesso. Il trattamento deve essere sotto la supervisione di un allergologo esperto..

    ASIT può eliminare i sintomi spiacevoli e ridurre al minimo la dose di antistaminici assunti. Idealmente, è possibile ottenere una remissione a lungo termine fino a 10-20 anni e talvolta eliminare completamente le allergie (in circa il 5% dei casi l'allergia scompare completamente e nell'80% si può ottenere un notevole miglioramento).

    Tra gli svantaggi della tecnica:

    • limiti di età (il metodo è utilizzato nel trattamento di pazienti dai 5 ai 60 anni);
    • restrizioni sulle indicazioni (allergeni);
    • un ampio elenco di controindicazioni;
    • la probabilità di reazioni avverse gravi;
    • alto costo della terapia (tuttavia, in futuro, i costi vengono compensati riducendo l'uso di farmaci antiallergici).

    Immunoterapia specifica per allergeni

    L'immunoterapia allergene specifica (ASIT) prevede l'introduzione nel corpo di dosi crescenti di allergene a cui il paziente ha una reazione allergica. Di conseguenza, il corpo sviluppa tolleranza all'allergene e la risposta immunitaria ad esso diventa più adeguata, senza sintomi di infiammazione allergica. Tale terapia riduce la gravità dei sintomi se esposti a un allergene o riduce completamente a zero questi sintomi. ASIT rimane l'unico modo per trattare le allergie, previene l'espansione degli allergeni e riduce il rischio di gravi malattie concomitanti.

    Un'indicazione per ASIT è che il paziente ha un'allergia al polline, agli acari della polvere, ai peli di animali e alle spore fungine. Inoltre, durante il trattamento, una persona non dovrebbe avere esacerbazione di malattie allergiche (rinite allergica, asma bronchiale, dermatite atopica). Controindicazioni complete sono la presenza di immunodeficienze, oncologia, alcune malattie cardiovascolari; trattamento con beta-bloccanti o antidepressivi; gravidanza e allattamento al seno; mancanza di controllo dell'asma bronchiale; età fino a 5 anni (per metodo sottocutaneo ASIT).

    Esistono 2 metodi di ASIT: somministrazione sottocutanea di una soluzione con un allergene o somministrazione sublinguale (vedere tabella). Il trattamento stesso è diviso in due fasi: il corso principale e la terapia di mantenimento. Durante il corso principale, la dose dell'allergene introdotto aumenta gradualmente al massimo, il che non causa gravi effetti collaterali sistemici nel paziente. La durata del corso principale per somministrazione sottocutanea è di 5 mesi, per gocce sublinguali - 10 giorni. Un corso di mantenimento è la somministrazione periodica di una dose massima nel tempo (3-5 anni).

    Le dimensioni della dose consentita e la durata del trattamento sono strettamente individuali e determinate dall'allergologo. Nelle allergie stagionali durante la spolverata di una pianta significativa, il trattamento viene generalmente interrotto o la dose viene ridotta. Il risultato di un ciclo completo di trattamento è di solito una remissione della malattia per una media di 7 anni. Nel 5% dei casi, la remissione dura per tutta la vita. Ciò consente di ridurre o eliminare completamente la terapia farmacologica durante la remissione..

    L'efficacia di ASIT raggiunge il 70-90% e dopo il primo anno di trattamento compaiono miglioramenti. I problemi principali sono la durata del corso e l'inosservanza da parte del paziente delle raccomandazioni del medico e del regime del farmaco. Molti si aspettano un miracolo dopo il primo anno di ASIT, ma, delusi dall'effetto, rifiutano il trattamento. Tuttavia, è importante continuare la terapia, poiché in questo caso aumenterà la tolleranza dell'immunità all'allergene e dopo 3 anni di trattamento i sintomi dell'allergia cesseranno di disturbare il paziente..

    L'uso dell'immunoterapia specifica per allergeni nel trattamento delle malattie atopiche

    L'immunoterapia allergenica specifica (ASIT) è un metodo di trattamento delle malattie atopiche, il cui sviluppo si verifica con la partecipazione di una reazione allergica mediata da IgE. ASIT è stato usato per la prima volta nel trattamento della febbre da fieno (rinite allergica stagionale) nel 19

    L'immunoterapia allergenica specifica (ASIT) è un metodo di trattamento delle malattie atopiche, il cui sviluppo si verifica con la partecipazione di una reazione allergica mediata da IgE. ASIT è stato usato per la prima volta nel trattamento della febbre da fieno (rinite allergica stagionale) nel 1911. Il principio fondamentale di ASIT, che è rimasto invariato fino ad oggi, è l'introduzione nel corpo del paziente di dosi crescenti di allergene a cui il paziente ha una maggiore sensibilità e che è responsabile delle manifestazioni cliniche della malattia. L'obiettivo del trattamento è ridurre la sensibilità del paziente all'esposizione naturale di questo allergene - iposensibilizzazione specifica [1, 12]. Nel tempo, si è scoperto che l'effetto terapeutico dell'ASIT si basa principalmente su meccanismi immunologici e il metodo è diventato noto come immunoterapia specifica (allergene-specifica). Oggi, piuttosto spesso, al posto delle definizioni "estratti allergenici" o "allergeni terapeutici", si usa il termine "vaccini allergenici" ("vaccini allergici").

    Oggi, è stata acquisita una vasta esperienza nell'uso clinico di ASIT. L'immunoterapia allergene-specifica è diventata uno dei metodi più scientificamente giustificati e ampiamente utilizzati per il trattamento di malattie atopiche: rinocongiuntivite stagionale e per tutto l'anno, asma bronchiale atopico, reazioni anafilattiche a insetti imbraganti.

    Allergeni terapeutici

    Nel corso della storia di allergologia clinica, la diagnostica e il trattamento specifici per allergeni sono stati eseguiti utilizzando preparati ottenuti per estrazione con una soluzione di sale acquoso di principi attivi attivi da materie prime di origine vegetale e animale, a contatto con le quali si verificano reazioni allergiche. Tali estratti di acqua salata, oltre a quelli allergenici, contengono altri componenti, che influiscono sulla qualità del farmaco. Pertanto, gli allergeni sono sottoposti a una pulizia speciale, i cui metodi vengono costantemente migliorati [8]. Il problema più importante associato alla qualità dei farmaci allergenici, che finora non è stato risolto, è la loro standardizzazione..

    Attualmente si sta formando una strategia globale comune per la standardizzazione degli allergeni, che prevede la considerazione obbligatoria dei seguenti sintomi:

    • attività allergenica totale;
    • attività biologica;
    • il contenuto dei principali allergeni per unità di massa.

    Gli allergeni diagnostici e terapeutici attualmente prodotti in Russia sono standardizzati in base al contenuto di unità di azoto proteico (PNU) nella preparazione e la loro attività allergenica è determinata dai risultati dei test cutanei su pazienti sensibili a questo allergene..

    I primi allergeni terapeutici che furono ampiamente usati furono gli estratti di polline delle piante di sale d'acqua. In futuro sono stati creati allergeni domestici, epidermici, insetti e funghi. Attualmente, gli estratti di sale d'acqua, le forme depositate e modificate di allergeni terapeutici sono utilizzati per l'ASIT in Russia [5]. Gli allergeni terapeutici depositati e modificati hanno meno allergenicità e maggiore immunogenicità. Nella pratica clinica, sono ampiamente utilizzati allergoidi (ottenuti per polimerizzazione di un allergene con formaldeide), allergeni depositati (allergeni sotto forma di sospensione adsorbita a idrossido di alluminio e modificati chimicamente con glutaraldeide). L'SSC - Institute of Immunology del Ministero della Sanità della Federazione Russa ha svolto lavori sulla creazione di forme coniugate di allergeni con il poliossidonio immunomodulatore - allergotropine. Gli studi sull'uso clinico di questi farmaci hanno dimostrato un'elevata efficienza e sicurezza del loro uso durante l'ASIT, nonché le prospettive di ulteriore sviluppo [6].

    Se il paziente ha una maggiore sensibilità a diversi allergeni, può essere usato per trattare una miscela di allergeni [12]. Poiché la concentrazione di ciascuno degli allergeni nella miscela diminuisce, ciò rende difficile raggiungere la dose ottimale dell'allergene principale. Di conseguenza, l'effetto di ASIT effettuato da una miscela di allergeni si verifica in seguito. Va ricordato che gli allergeni non correlati non devono essere miscelati, poiché possono avere un'attività di soppressione reciproca (ad esempio, gli allergeni del polline si degradano quando miscelati con allergeni da acari della polvere, muffe, scarafaggi).

    Meccanismo ASIT

    Le manifestazioni classiche e comuni delle allergie, che sono soggette all'ASIT, sono rappresentate da malattie associate alla formazione nel corpo di anticorpi allergici appartenenti alle IgE. In caso di ricovero ripetuto, l'allergene viene legato dagli anticorpi IgE, i mastociti vengono attivati, a seguito dei quali mediatori (istamina, prostaglandina D2, leucotrieni C4, D4, E4, fattore di attivazione piastrinica (FAT), triptasi, ecc.) Vengono secreti da essi, causando un aumento della vascolarizzazione permeabilità e gonfiore del tessuto, contrazione della muscolatura liscia, ipersecrezione delle mucose, irritazione delle terminazioni nervose periferiche. Questi cambiamenti formano la base della fase iniziale di una reazione allergica che si sviluppa durante i primi minuti dopo l'azione di un allergene.

    Oltre a queste azioni, i mediatori rilasciati attraggono altre cellule partecipanti nella zona di reazione allergica: basofili, eosinofili, monociti, linfociti, neutrofili. Venendo in questa zona, vengono attivate ulteriori cellule - i partecipanti di una reazione allergica, a seguito della quale vengono secreti i mediatori pro-allergici (pro-infiammatori). L'azione di queste cellule e dei loro mediatori costituisce la fase tardiva della reazione allergica, che porta al mantenimento dell'infiammazione allergica nei tessuti, alla cronicità del processo, alla formazione e all'intensificazione dell'iperreattività tissutale specifica per allergeni, che si manifesta in un aumento della sensibilità a varie influenze irritanti non specifiche (fumi, gas, odori pungenti, ecc.). Il trattamento specifico per gli allergeni presenta vantaggi fondamentali rispetto a tutti gli altri metodi di trattamento delle allergie, poiché non influenza i sintomi della malattia, ma modifica la natura della risposta del corpo all'allergene, interviene nella patogenesi della malattia e quindi influenza tutti i legami patogenetici del processo allergico [2, 3].

    L'efficacia clinica di ASIT è espressa nell'inibizione delle manifestazioni esterne della malattia e in una diminuzione della necessità di farmaci. Diminuzione dell'iperreattività tissutale specifica e non specifica e dell'effetto antinfiammatorio dopo il completamento di ASIT persistono per un lungo periodo di osservazione (a lungo termine).

    I principali punti di applicazione dell'azione ASIT

    È noto che nei pazienti atopici durante il periodo di esposizione allergenica naturale (ad esempio, durante il periodo di fioritura delle piante il cui polline è ipersensibile), si verifica un aumento del contenuto di anticorpi IgE nel sangue. L'ASIT è accompagnato dall'inibizione di questo processo e dopo ripetuti cicli di ASIT si osserva anche una leggera diminuzione del livello di anticorpi IgE rispetto a quello iniziale. Tuttavia, non esiste ancora una relazione diretta tra il grado di inibizione della produzione di anticorpi IgE e la gravità dell'effetto clinico positivo..

    È stato osservato che sotto l'influenza di ASIT, la natura della risposta immunitaria all'azione dell'allergene viene riorganizzata, che consiste nella formazione di cosiddetti anticorpi "bloccanti" appartenenti alle IgG e privi della capacità di sensibilizzare i tessuti, ma che possiedono attività che legano gli allergeni. Per questo motivo, riducono la probabilità di interazione dell'allergene con gli anticorpi IgE. Tuttavia, un aumento significativo del contenuto di anticorpi IgG specifici per allergeni non coincide sempre con un marcato miglioramento clinico delle condizioni dei pazienti. Recentemente, sono apparse informazioni che la formazione di anticorpi anti-IgE può essere considerata come un contributo all'effetto terapeutico dell'ASIT.

    Molto probabilmente, la formazione di anticorpi IgG, anticorpi anti-IgE e l'inibizione della produzione di anticorpi IgE mediano il meccanismo ASIT solo parzialmente e in combinazione tra loro e con altri processi. Negli ultimi anni si sono accumulate prove che indicano che un ASIT clinicamente efficace è caratterizzato dall'inibizione del coinvolgimento delle unità cellulari nella reazione allergica che media lo stadio effettore dell'allergia. Quindi, a seguito di ASIT, il contenuto di mastociti nei tessuti, l'accumulo di eosinofili, i neutrofili diminuisce, il rilascio di mediatori dalle cellule bersaglio dell'allergia (mastociti, basofili) è inibito quando stimolato da un allergene specifico o attivatori non specifici. L'azione di ASIT influenza anche i linfociti, con lo spostamento del loro profilo dalle cellule Th2 verso le cellule Th1. Tutto quanto sopra può spiegare l'effetto di ASIT non solo sulla fase iniziale, ma anche sulla fase tardiva del processo allergico.

    Quindi, ASIT, a differenza dei preparati farmacologici noti, ha un effetto terapeutico che si estende a tutte le fasi del processo allergico. Inoltre, l'ASIT ha una differenza fondamentale rispetto alla farmacoterapia: è una conservazione a lungo termine dell'effetto terapeutico dopo il completamento dei corsi di trattamento [2].

    Efficacia clinica di ASIT

    Nel corso dei 90 anni di utilizzo di ASIT, è stata accumulata una grande esperienza clinica, indicando la sua elevata efficacia terapeutica. Secondo numerosi studi, compresi quelli condotti nel nostro paese, un effetto terapeutico positivo dell'ASIT si ottiene nell'80-90% dei casi o più. Un livello così elevato di efficacia terapeutica può essere raggiunto se vengono soddisfatte una serie di condizioni, in particolare:

    • la corretta selezione di pazienti con una natura chiaramente definita IgE-dipendente della malattia;
    • un numero limitato di allergeni rilevanti nei sintomi clinici della malattia in questo paziente;
    • l'uso di forme di trattamento standardizzate commerciali di allergeni;
    • la formazione di un atteggiamento psicologico nei confronti dell'ASIT e ripetuti cicli di trattamento.

    Metodi e schemi di ASIT

    Per ASIT, vengono selezionati allergeni che non possono essere eliminati (polline di piante, acari della polvere domestica, spore fungine, veleno di insetti) e che inducono indubbiamente sintomi di una malattia allergica in questo paziente.

    Allergene clinicamente significativo dall'elenco di quelli a cui è stabilita l'ipersensibilità, gli allergologi identificano, analizzando i dati di una storia allergologica, test cutanei, test provocatori.

    Un prerequisito per la nomina di ASIT è una valutazione preliminare della sensibilità individuale del paziente alle forme terapeutiche di allergeni, che viene effettuata con il metodo di intradermica o titolazione con diluizioni di dieci volte dell'allergene. L'ASIT inizia con una diluizione che ha causato la prima reazione dubbia o debolmente positiva. Al fine di evitare di ottenere reazioni cutanee false negative, si consiglia di abbandonare l'uso di antistaminici per 1-14 giorni (a seconda del farmaco assunto dal paziente) prima del test, inoltre non è consentita la somministrazione di adrenalina durante il giorno.

    La storia dell'uso dell'ASIT in Russia, lo sviluppo dei suoi metodi sono associati al nome dell'Accademico A.D. Ado e della sua scuola. Il classico schema ASIT fu introdotto in un'ampia pratica medica dallo staff dell'Allergy Research Laboratory (NIAL dell'Accademia delle scienze mediche dell'URSS) Yu. A. Poroshina, N.V. Adrianova, S.M. Titova nel 1961. L'ASIT che utilizza il metodo classico inizia immediatamente dopo la diagnosi della malattia atopica e si completa non oltre 1,5 mesi prima dell'inizio della fioritura delle piante, che hanno una maggiore sensibilità al polline. Le iniezioni di allergene vengono eseguite nel terzo inferiore della spalla lungo la superficie posterolaterale. Le prime iniezioni vengono eseguite quotidianamente o a giorni alterni, la successiva - a intervalli di 7-10 giorni. La dose di allergene di 0,9-1,0 ml in diluizione 1:10 viene ripetuta ad intervalli di 5-7 giorni prima dell'inizio della stagione di fioritura delle piante.

    Prima di ogni iniezione di allergeni, il medico deve monitorare le condizioni generali del paziente, misurare la pressione sanguigna, condurre un esame fisico, dopo l'iniezione di allergeni, il paziente deve essere monitorato per 40-60 minuti, poiché è durante questo periodo che è molto probabile lo sviluppo di reazioni sistemiche. Il monitoraggio di emocromo clinico, analisi delle urine, esami del sangue biochimici, studi elettrocardiografici e test di funzionalità respiratoria vengono eseguiti se indicato, nonché dopo ogni 10a iniezione di allergeni.

    Esistono anche schemi per l'ASIT a breve termine: accelerato - con somministrazione sottocutanea di un allergene 2-3 volte al giorno; "Fulminante": l'intera dose terapeutica viene somministrata entro 3 giorni per via sottocutanea dopo 3 ore a dosi uguali con adrenalina; e, infine, il metodo "shock" - la dose di corso dell'allergene viene somministrata per via sottocutanea entro 2 ore dopo 2 ore a dosi uguali con l'adrenalina. L'uso di tutte le opzioni ASIT a breve termine è raccomandato solo in un ospedale specializzato.

    Si ricorre a metodi accelerati di conduzione dell'ASIT nei casi in cui è necessario ridurre il periodo di tempo impiegato per raggiungere le dosi di mantenimento dell'allergene. Tale necessità sorge quando non rimane abbastanza tempo prima dell'inizio della prossima stagione di fioritura delle piante allergeniche, o se il paziente preferisce il trattamento in un periodo di tempo più breve. I pazienti ricevono iniezioni di allergeni 2-3 volte al giorno con un intervallo di 2 ore.

    Il metodo accelerato ASIT può essere eseguito durante l'assunzione di antistaminici. In questo caso, viene data preferenza ai bloccanti non metabolizzabili dei recettori dell'istamina H1 di terza generazione.

    Un corso accelerato di ASIT viene eseguito sotto il controllo delle condizioni generali del paziente, vengono determinate un'analisi clinica del sangue e delle urine una volta ogni 5 giorni, dopo il completamento di ASIT un'analisi biochimica del sangue, uno studio elettrocardiografico e la funzione della respirazione esterna. Il corso del trattamento è di 10-15 giorni. Dopo la dimissione dall'ospedale, al paziente vengono prescritte dosi di mantenimento dell'allergene - 1 volta in 14 giorni. Come dose di mantenimento, viene selezionata la dose massima ben tollerata dell'allergene. Il trattamento viene completato 1-2 settimane prima dell'inizio della spolveratura delle piante, al polline di cui vi è una maggiore sensibilità. Va sottolineato che i suddetti schemi sono esemplari. Sulla base dei dati di monitoraggio del paziente, l'allergologo può modificare lo schema di ASIT.

    Metodi non iniettabili di immunoterapia specifica per allergeni

    Attualmente sono descritti alcuni metodi di non iniezione di ASIT. La più utilizzata è la versione orale di ASIT, ampiamente utilizzata nella pratica pediatrica. I suoi vantaggi sono la buona tolleranza delle dosi terapeutiche di farmaci ai pazienti, la possibilità di raggiungere dosi molto elevate di allergene, un basso grado di rischio di reazioni anafilattiche e l'assenza del rischio di infezione da infezioni potenzialmente letali che si verificano quando iniettato con farmaci. In numerosi studi, l'efficacia di questo metodo ASIT è valutata in modo molto elevato [4].

    Il metodo sublinguale ASIT è considerato un'opzione orale. Per il trattamento con questo metodo, vengono utilizzate soluzioni speciali di allergeni, dosate sotto forma di gocce e una forma di compresse per uso sublinguale. L'elevata efficienza e sicurezza di questo metodo è stata dimostrata nel trattamento delle malattie atopiche con sensibilizzazione agli allergeni delle polveri domestiche, alle zecche e agli allergeni dei pollini [11].

    Altri tipi di ASIT locali sono descritti in studi, in base ai quali si può concludere che il rischio di sviluppare reazioni dagli organi di shock direttamente a cui viene somministrato l'allergene è piuttosto elevato, sebbene le reazioni anafilattiche fossero estremamente rare. Questi metodi non sono ampiamente utilizzati nella pratica clinica..

    È importante sottolineare che con diverse modalità, schemi e metodi di somministrazione degli allergeni, è possibile ottenere un effetto predominante su diversi componenti del meccanismo ASIT.

    ASIT nelle reazioni anafilattiche al veleno pungente

    La particolarità dell'allergia agli insetti imenotteri pungenti è che la somministrazione sensibilizzante e risolutiva di allergeni in condizioni normali avviene per via parenterale e, a causa del rapido sviluppo e della gravità della reazione allergica, il rischio di morte è elevato.

    La diagnosi di allergia al veleno imenotterico si basa sull'analisi delle manifestazioni cliniche della malattia e sulla rilevazione della natura allergica IgE-dipendente mediante test cutanei e determinazione di anticorpi IgE specifici per il veleno degli insetti nel siero del paziente [10].

    Il trattamento delle allergie agli imenotteri pungenti comprende il rispetto obbligatorio delle misure preventive per prevenire il contatto con gli insetti, nonché l'immunoterapia specifica per allergeni.

    Le persone con reazioni allergiche agli insetti imenotteri pungenti devono avere un passaporto del paziente con una malattia allergica e un kit anti-shock. Il passaporto deve contenere la diagnosi, l'indirizzo di casa e il numero di telefono del paziente, nonché un elenco di misure adottate in caso di insetti pungenti. Il kit antishock comprende siringhe, aghi e preparati iniettabili: soluzione di adrenalina allo 0,1%, glucocorticoide sistemico, antistaminico. Durante il periodo di partenza degli insetti imenotteri, si consiglia ai pazienti di assumere costantemente antistaminici, la preferenza dovrebbe essere data ai farmaci di terza generazione.

    L'ASIT è effettuato da allergeni commerciali del veleno di imenotteri.

    La dose iniziale viene selezionata in base ai risultati della titolazione allergometrica, che consente di valutare la sensibilità individuale del paziente a questo allergene.

    La dose raccomandata raggiunta nel processo ASIT è di 100 μg della proteina velenosa, che corrisponde alla puntura di due api e probabilmente qualche altra vespa. Una dose di 200 mcg è consigliata solo agli apicoltori che sono spesso punto da diverse api alla volta.

    Inserire ASIT nel sistema di trattamento antiallergico

    È stato a lungo riconosciuto e giustificato in allergologia che il primo passo obbligatorio nel trattamento anti-allergico dovrebbe essere una serie di misure volte ad eliminare o limitare gli effetti allergenici sul paziente. Se le misure di eliminazione sono insufficienti, la condotta dell'ASIT diventa ovviamente soggetta alle condizioni di cui sopra.

    La farmacoterapia delle malattie allergiche ha attualmente diversi gruppi di farmaci antiallergici in grado di controllare efficacemente i sintomi della malattia (antistaminici Hl, farmaci antileucotrieni, stabilizzatori delle cellule bersaglio dell'allergia - preparati di acido cromoglicico e nedocromil sodico, derivati ​​di xantina, β2-agonisti, farmaci corticosteroidi topici e sistemici). I moderni agenti farmacologici hanno un potente effetto antinfiammatorio e sono privi di gravi effetti collaterali caratteristici dei loro predecessori, che consente di ottenere un buon effetto terapeutico nella maggior parte dei pazienti. Tuttavia, da un lato, l'uso di preparati farmacologici non dovrebbe sostituire l'ASIT e, dall'altro, l'ASIT prevede l'uso aggiuntivo di agenti farmacologici, se necessario. Un'analisi dei dati della letteratura e dell'esperienza acquisita dai clinici dell'Istituto di Immunologia del Ministero della Salute della Federazione Russa e di altri centri allergologici specializzati suggerisce la possibilità di un trattamento combinato di malattie atopiche ASIT e agenti farmacologici (antistaminici, forme topiche di corticosteroidi, derivati ​​della cromolina, teofilline) [7].

    La proposta contenuta in una serie di raccomandazioni internazionali e nazionali per avviare l'ASIT solo nei casi in cui la farmacoterapia è inefficace non può essere accettata, se non altro perché l'ASIT è più efficace tanto prima che venga avviata. Inoltre, un ASIT tempestivo, in primo luogo, aiuta a prevenire il passaggio della malattia a forme più gravi e, in secondo luogo, a ridurre (o eliminare completamente) la necessità di farmaci. Infine, dopo il completamento di ASIT, si possono ottenere molti anni di remissione, che non possono essere raggiunti con i farmaci. Un'analisi retrospettiva indica che fino al 75% dei pazienti con asma bronchiale che hanno completato con successo l'ASIT non hanno avuto esacerbazioni acute durante un periodo di osservazione di 20 anni. Questi dati sono stati confermati nella pratica pediatrica. Quindi, secondo una serie di studi, oltre il 60% dei bambini sottoposti successivamente ad ASIT non presentava sintomi di asma bronchiale, mentre nel gruppo di confronto il numero di tali pazienti non superava il 20% [9].

    Sicurezza ASIT

    Durante ASIT in risposta all'introduzione di un allergene, possono verificarsi effetti collaterali indesiderati sotto forma di reazioni locali o sistemiche.

    Le reazioni locali includono quelle che si verificano nel sito di iniezione dell'allergene e sono caratterizzate da iperemia locale, talvolta prurito nella zona di iniezione e segni di edema tissutale. Queste reazioni si verificano nei primi 30 minuti, sebbene possano essere osservate anche più a lungo. Il verificarsi di reazioni locali è un'occasione per regolare la dose dell'allergene (riducendolo), utilizzata per le successive somministrazioni.

    Le reazioni sistemiche sono reazioni che si verificano al di fuori dell'area della somministrazione di allergeni. Se si verificano, di solito entro pochi minuti dall'iniezione dell'allergene e in rari casi dopo 30 minuti. Le reazioni sistemiche sono suddivise in pazienti non minacciosi e potenzialmente letali (shock anafilattico, edema degli organi vitali). Sintomi come mal di testa, dolori articolari, disagio possono essere attribuiti a reazioni sistemiche. Lievi segni di reazioni sistemiche includono manifestazioni lievi di rinite o asma bronchiale (la velocità di flusso espiratorio di picco non è inferiore al 60% del valore corretto o dell'indicatore del paziente durante un periodo di remissione persistente), ben controllato da farmaci appropriati (antagonisti H1 o inalato β2-agonisti). Segni di orticaria, edema di Quincke, ostruzione bronchiale compromessa (picchi di flusso espiratorio inferiore al 60% del valore corretto o dall'indice del paziente durante un periodo di remissione persistente) corrispondono a un grado di reazione più pronunciato, che dovrebbe essere controllato grazie a un trattamento appropriato.

    Le reazioni potenzialmente letali richiedono cure intensive. È necessario:

    • applicare immediatamente un laccio emostatico sopra il sito di iniezione dell'allergene;
    • tritare il sito di iniezione con una soluzione di adrenalina allo 0,1% in una quantità di 0,2-0,5 ml;
    • iniettare per via endovenosa 2,0-4,0 ml di una soluzione di un antistaminico (tavegil, suprastin) e 30-60 mg di prednisolone;
    • in caso di broncospasmo, somministrare per via endovenosa una soluzione di aminofillina 2,4% - 10,0 ml;
    • se ci sono segni di shock anafilattico, eseguire misure anti-shock di emergenza nell'unità di terapia intensiva.

    Dopo aver interrotto la reazione sistemica, il paziente deve essere monitorato da un medico in ospedale per un giorno.

    La comparsa di reazioni sistemiche implica una revisione obbligatoria del programma ASIT per questo paziente.

    Sebbene vi siano indicazioni che il tempo di insorgenza delle reazioni sistemiche sia correlato alla loro gravità, è necessario tenere presente che queste reazioni possono verificarsi anche 30-60 minuti dopo un'iniezione di allergeni. In base alle dimensioni della reazione locale, non è possibile prevedere in modo affidabile una reazione sistemica. L'analisi delle reazioni sistemiche mostra che nella maggior parte dei casi si verificano a causa di deviazioni dalle regole accettate per condurre l'ASIT [12].

    Le ragioni principali per lo sviluppo di reazioni sistemiche durante l'ASIT

    • Violazioni del protocollo ASIT:
      • dose di allergene selezionata in modo errato;
      • utilizzare durante l'allergene ASIT da una nuova bottiglia (passare a un'altra serie con una diversa attività allergenica);
      • l'introduzione di un allergene nei pazienti con asma durante le manifestazioni cliniche della malattia;
      • l'introduzione della prossima dose terapeutica di un allergene sullo sfondo di una esacerbazione della malattia (inclusa la natura non allergica).
    • Grado di ipersensibilità estremamente elevato nel paziente (e, di conseguenza, regime posologico insufficientemente aggiustato).
    • Uso simultaneo di beta-bloccanti da parte dei pazienti.

    Rispetto al numero multimilionario di iniezioni di allergeni effettuate ogni anno in tutto il mondo, l'incidenza di reazioni sistemiche indesiderabili può essere considerata bassa. I problemi associati al verificarsi di complicanze dell'ASIT sotto forma di gravi reazioni sistemiche compaiono in quei paesi in cui non solo gli allergologi, ma anche i medici di altre specialità, compresi i medici generici (medici di famiglia), possono condurre l'ASIT. Al contrario, quando l'ASIT viene eseguito solo da specialisti con esperienza nella conduzione di questo tipo di trattamento e la terapia stessa viene eseguita in istituti medici specializzati che dispongono dei fondi necessari per trattare i possibili effetti collaterali, le reazioni sistemiche, se insorgono, non portano a gravi conseguenze. In relazione a quanto precede, la seguente regola può essere considerata obbligatoria: l'immunoterapia specifica per allergeni deve essere eseguita solo da specialisti qualificati (allergologi) che hanno esperienza nella conduzione di questo trattamento in un gabinetto o in un ospedale per allergie.

    È in un'unità allergologica specializzata che vengono forniti i fondi necessari non solo per l'ASIT, ma anche per arrestare le reazioni avverse se si verificano [5]. È responsabilità del medico di famiglia riferire a un paziente con una diagnosi accertata di una malattia allergica o con il sospetto di avere una tale diagnosi a un allergologo per decidere, in particolare, la questione dell'ASIT.

    Controindicazioni per ASIT

    • gravi condizioni immunopatologiche e immunodeficienze;
    • malattie oncologiche;
    • gravi disturbi mentali;
    • trattamento con β-bloccanti, comprese le forme topiche;
    • l'incapacità del paziente di conformarsi al regime terapeutico prescritto;
    • forma grave di asma bronchiale che non può essere controllata dalla farmacoterapia (FEV1 inferiore al 70% dopo un'adeguata farmacoterapia);
    • malattie cardiovascolari in cui sono possibili complicanze quando si utilizza l'adrenalina (epinefrina);
    • bambini sotto i 5 anni.
    La gravidanza non è una controindicazione assoluta per ASIT. La maggior parte degli specialisti aderisce al punto di vista che durante la gravidanza il trattamento specifico per allergeni non dovrebbe essere avviato, tuttavia, se è già stato iniziato prima della gravidanza, non è necessario interrompere.

    Migliorare ASIT

    Il miglioramento di ASIT, nonché delle forme terapeutiche di allergeni, mira da un lato a ridurre la capacità dei medicinali di provocare reazioni allergiche e, dall'altro, a mantenere o migliorare le loro proprietà immunogene. Ciò è necessario per aumentare l'efficacia terapeutica dell'ASIT e migliorare il profilo di sicurezza delle forme terapeutiche di allergeni..

    A tal fine, modificano i metodi di somministrazione e somministrazione di allergeni terapeutici, nonché utilizzano vari metodi per modificare i principi allergenici stessi.

    Lo sviluppo di queste nuove aree scientifiche estremamente rilevanti fornirà un aumento dell'efficacia della terapia specifica per allergeni e consentirà un uso ancora più ampio di essa nel complesso delle misure terapeutiche e preventive antiallergiche.

    O. M. Kurbacheva, candidato di scienze mediche SSC - Institute of Immunology, Ministero della Salute della Federazione Russa, Mosca

    Immunoterapia specifica per allergeni (ASIT) per allergie

    Cos'è l'immunoterapia specifica per allergeni (ASIT)? L'articolo fornisce una risposta esaustiva a questa domanda e racconta non solo lo scopo, i metodi e il meccanismo della terapia, ma tocca anche argomenti come efficacia, sicurezza, indicazioni e controindicazioni, appropriatezza d'uso, farmaci usati, effetti collaterali, nonché i costi di ASIT.

    L'obiettivo principale è l'iposensibilizzazione o una diminuzione della suscettibilità all'allergene introdotto. La terapia si chiama specifica allergene, perché riduce la sensibilità del corpo solo all'allergene introdotto. A causa del fatto che l'azione di un estratto di allergeni è simile a quella di un vaccino, i preparati allergenici sono anche chiamati vaccini allergenici..

    A differenza della farmacoterapia, agendo sui singoli collegamenti della patogenesi, prevenendo lo sviluppo di sintomi allergici, senza rimuovere la causa della malattia, e quindi essendo una misura temporanea, ASIT cambia qualitativamente il meccanismo della risposta immunitaria all'allergene, mentre dopo il corso del trattamento l'effetto persiste per diversi anni.

    L'efficacia di ASIT dalle allergie è confermata dagli studi dell'OMS e, alle condizioni seguenti, raggiunge in media l'80%:

    • Conferma esatta della dipendenza da malattia IgE;
    • Ipersensibilità solo a quegli allergeni che causano la manifestazione della malattia;
    • Rispetto delle raccomandazioni del medico;
    • Condurre misure di eliminazione prima di iniziare il trattamento;
    • Trattamento di alta qualità
    • Mancanza di esacerbazione di malattie croniche;

    Con il passaggio di tre o più corsi, l'efficienza raggiunge il 95%.

    Il meccanismo d'azione dell'immunoterapia specifica per allergeni

    Per capire perché l'ASIT è così efficace e presenta tali vantaggi rispetto alla farmacoterapia, è necessario considerare più in dettaglio lo schema e il meccanismo d'azione della terapia descritta.

    Prima dell'ASIT, il paziente sottopone un esame del sangue clinico con una determinazione dei leucociti, un esame delle urine generale, un esame del sangue biochimico, anticorpi contro l'epatite, HIV, RW. Secondo la testimonianza, vengono eseguiti un elettrocardiogramma, FVD, ultrasuoni e una serie di altri test.

    Vengono inoltre effettuati test per determinare a quale allergene il paziente ha una maggiore reazione. Successivamente, viene effettuato un test per la sensibilità alla forma di trattamento dell'allergene.

    Successivamente, inizia il corso ASIT stesso, che si svolge in due fasi.

    1. Il primo stadio inizia con l'introduzione di una piccola dose del farmaco, che aumenta gradualmente fino al livello massimo tollerato accettabile (dose ottimale).
    2. Nella seconda fase, la dose ottimale viene somministrata regolarmente per la maggior parte del tempo del corso ASIT. In questo caso, il dosaggio dipende dal tipo e dalla forza dell'allergene, dalla via di somministrazione e dalla risposta individuale del paziente.

    Durante la terapia, l'assunzione permanente dell'allergene provoca una ristrutturazione del sistema immunitario, cioè si normalizza e con cicli ripetuti riduce il livello di specifiche immunoglobuline E (IgE) coinvolte in reazioni allergiche immediate, stimola la produzione di immunoglobuline G, che lega l'allergene, inibisce il rilascio di mediatori allergici.

    In generale, tali cambiamenti si verificano in tutti gli elementi del sistema immunitario coinvolti nella formazione di una risposta allergica. Di conseguenza, la suscettibilità dell'immunità a questo allergene è significativamente ridotta, che è l'obiettivo di ASIT.

    Vengono utilizzati i metodi ASIT, come:

    • Iniezione Il farmaco viene somministrato tramite iniezione sottocutanea.
    • Non-iniezione. ASIT orale (gocce, compresse, capsule), sublinguale, intranasale (soluzione acquosa o polvere), endobrochiale (in forma liquida o in polvere).

    Schemi per ASIT per le allergie

    Classico, progettato per un periodo da 10 mesi a 3-5 anni, con una pausa tra le iniezioni di allergeni di giorno in mese;

    Tale trattamento viene eseguito in regime ambulatoriale, ad es. a casa. Di solito, durante il trattamento non si verificano gravi complicazioni o effetti collaterali, quindi non è necessario un controllo medico 24 ore su 24.

    Breve termine:

    • Regime accelerato: iniezione sottocutanea del farmaco 2-3 volte al giorno;
    • Fulmine: la dose richiesta di allergene viene somministrata per via sottocutanea per tre giorni, ogni tre ore in parti uguali con l'adrenalina.
    • Metodo di shock: durata: un giorno, vengono effettuate iniezioni sottocutanee di allergene e adrenalina ogni due ore.

    L'ASIT a breve termine viene effettuato in un ospedale ed è combinato con antistaminici.

    Ci sono le loro caratteristiche di ASIT nelle reazioni anafilattiche al veleno degli insetti pungenti. Il trattamento include precauzioni contro le punture di insetti. Un soggetto allergico dovrebbe portare:

    1. Passaporto allergico contenente nome, numero di telefono, indirizzo di casa, diagnosi e istruzioni per l'uso del kit antishock.
    2. Il kit contiene siringhe, una soluzione di adrenalina, un antistaminico e un glucocorticoide sistemico. Durante il periodo di attività degli insetti, è auspicabile l'assunzione costante di antistaminici.

    La nutrizione con ASIT dovrebbe essere ipoallergenica, così come la vita di tutti i giorni. E senza errori nella dieta, il corpo è stimolato, le dosi sono calcolate rigorosamente in base al benessere e alle condizioni della persona.

    Se non si modifica lo stile di vita (almeno nella fase di aumento della dose), l'effetto corretto della terapia potrebbe non essere.

    Video: ASIT per le allergie: com'è la terapia

    Ti consigliamo di guardare, il meccanismo di una reazione allergica è chiaramente mostrato, così come informazioni generali sulla terapia ASIT.

    Farmaci usati per l'immunoterapia specifica per allergeni

    Nel processo di ASIT, vengono utilizzati i seguenti standard di allergeni:

    • AU (unità allergiche) - Sviluppo USA.
    • BU (Unità biologiche) - Sviluppo europeo. L'indice di reattività (IR) è uno degli esempi importanti di questa standardizzazione..

    Esistono diverse forme di farmaci per ASIT

    • Estratti di acqua salata;
    • Allergoidi ottenuti per polimerizzazione;
    • Allergeni per PACASIT;
    • Allergeni per Slasit.

    Ne prenderemo in considerazione alcuni di seguito..

    Estratti di allergeni al sale d'acqua

    Si tratta principalmente di preparati domestici per ASIT, prodotti da NPO MicroGen (preparati per iniezione di polline di quercia, betulla, ecc.).

    Lo stesso gruppo comprende la medicina "Antipollin" prodotta in Kazakistan. Esistono "vaccini" contro il polline di erbe ed erbe, alberi, assenzio e polvere domestica..

    Preparati con allergeni assorbiti da una sospensione di solfato di calcio

    Ciò include principalmente i prodotti importati. Tra loro:

    • Diater Laboratoriors (Diater), Spagna. Ci sono più di 25 allergeni, sia singoli che in combinazione;
    • Lais, Italia: Lais Dermatophagoides (Lys Dermatophagoides) - una miscela di allergeni degli acari della polvere domestica; Lais Grass (Lys Grass) - polline di erbe di cereali.
    • Stallergenes (Stallergen), Francia. La società ha anche un numero enorme di diversi "vaccini". Tra loro:
      • Allergeni stalorali per ASIT sublinguale;
      • Fostal e Alustal per ASIT sottocutaneo;

    Ogni confezione con il farmaco ha le sue istruzioni, tuttavia, le dosi minime sono determinate dal medico sulla base dell'esame, i risultati delle analisi di ciascun paziente specifico, la sua età, le condizioni generali e la gravità dei fenomeni allergici.

    allergoidi

    Oltre agli allergeni, che sono molecole presenti in natura, vengono utilizzati anche gli allergoidi..

    La maggior parte degli allergoidi sono polimeri. Tuttavia, l'allergoide LAIS ottenuto dall'azione del cianato di potassio sull'allergene è un monomero e quindi può essere somministrato per via sublinguale.

    L'immunoterapia specifica per allergeni ASIT può essere eseguita con 2 tipi di allergeni, inoltre, con la stessa efficacia di uno (secondo gli studi del professor OM Kurbacheva).

    Indicazioni per la terapia specifica per allergeni

    1. Natura della patologia ben definita dipendente dall'lgE (tipo di reazione allergica immediata).
    2. Mancanza di effetto nel trattamento sintomatico delle allergie attraverso la farmacoterapia.
    3. Incapacità di evitare gli effetti dell'allergene.
    4. La presenza di reazioni avverse indesiderate con la terapia farmacologica.
    5. Rifiuto di condurre la farmacoterapia.
    6. Età superiore a 5 anni.
    7. Asma lieve.
    8. Rinocongiuntivite allergica.

    Controindicazioni

    Controindicazioni per ASIT da allergie con metodi sublinguali, orali e parenterali:

    • Oncologia;
    • Malattie autoimmuni, immunodeficienza;
    • Gravi disturbi mentali;
    • Incapacità di rispettare il regime di trattamento;
    • Meno di cinque anni;
    • Malattie del sistema cardiovascolare nella fase di scompenso (a causa dell'impossibilità dell'uso sicuro dell'adrenalina);
    • Asma bronchiale grave non suscettibile di trattamento sintomatico.
    • La gravidanza e l'allattamento richiedono un parere medico per continuare il trattamento.

    Inoltre, è impossibile eseguire sullo sfondo del trattamento con β-bloccanti:

    E prendendo MAO in combinazione con simpaticomimetici:

    Inoltre, la ghiandola tiroidea deve essere sana e ASIT può essere eseguita.

    Ci sono anche controindicazioni temporanee:

    • Esacerbazione delle patologie sottostanti o concomitanti, patologie;
    • Vaccinazione;

    In quali casi si fermano ASIT:

    • Gravi reazioni al trattamento;
    • Incapacità o riluttanza a continuare il corso della terapia;
    • Effetto terapeutico positivo dopo diversi cicli di ASIT.

    Ulteriori controindicazioni per SLASIT

    Con ASIT sublinguale, il farmaco entra direttamente nella cavità orale, quindi devono essere considerati i seguenti punti. Non deve essere:

    • danno alla mucosa orale, ulcere o erosione;
    • ferite aperte nella cavità orale;
    • malattie infiammatorie, sanguinamento delle gengive.

    ASIT e vaccinazione

    Il problema della vaccinazione è importante perché Il trattamento ASIT prevede percorsi lunghi e soddisfacenti che possono sovrapporsi alle misure pianificate per la prevenzione di malattie pericolose. Cosa fare se la necessità di visitare la stanza delle vaccinazioni "mi è volata via dalla testa"? La situazione è completamente risolvibile se si osservano una serie di condizioni e raccomandazioni..

    Prima di tutto, è necessario pubblicizzare il proprio medico. A seconda della situazione, spiegherà come agire al meglio in una situazione particolare. Ad esempio, se si prevede di iniziare il trattamento con ASIT, la vaccinazione deve essere effettuata almeno un mese prima dell'inizio del trattamento.

    Durante il corso di mantenimento, la vaccinazione è possibile, ma solo a condizione di trattamento senza interruzioni per tre o più anni, ma è anche necessario seguire queste raccomandazioni:

    • Non assumere farmaci ASIT e vaccinarsi lo stesso giorno;
    • Dopo aver ricevuto l'allergene ASIT, il vaccino può essere ricevuto non prima di una settimana dopo;
    • Devono trascorrere almeno tre settimane dalla data della vaccinazione alla dose successiva di ASIT (e ciò in assenza di effetti collaterali)
    • Nel caso del metodo sublinguale di ASIT, nella fase della terapia di mantenimento, è necessario sospendere temporaneamente l'uso dell'allergene. Lo schema è il seguente: non usare il farmaco 3 giorni prima della vaccinazione, anche il giorno del giorno e nelle due settimane successive alla vaccinazione.

    ASIT nei bambini e nelle donne in gravidanza

    Come già accennato, durante la gravidanza, ASIT viene eseguito solo a discrezione del medico. L'aspettativa di un bambino, in generale, è una controindicazione relativa a questa terapia..

    Il sistema immunitario della donna incinta si comporta in modo diverso rispetto allo stato normale. Da un lato, è fortemente indebolito, dall'altro è caratterizzato da una maggiore reattività. Pertanto, è piuttosto difficile prevedere la risposta del corpo all'allergene introdotto. Inoltre, non ci sono dati su quanto sia sicura questa tecnica per il feto, se l'introduzione dello stimolo influenzerà la sua crescita e sviluppo.

    A questo proposito, quando pianificano un bambino, finiscono l'attuale corso di ASIT, se lo era, ma non ne iniziano uno nuovo prima che la gravidanza sia risolta. Se ciò si è verificato durante il trattamento, il medico deve valutare le condizioni della donna, correlare rischio e beneficio e decidere se è necessario continuare la terapia.

    Per i bambini, l'ASIT è spesso una salvezza dalle allergie. La loro immunità è incredibilmente "vulnerabile", eccitabile e le allergie in questa categoria della popolazione sono spesso più difficili, sbarazzarsene non è così semplice. Inoltre, non tutti gli antistaminici possono essere assunti in tenera età. Pertanto, l'infanzia e le gravi allergie sono un'indicazione diretta per l'immunoterapia.

    Tuttavia, non viene eseguito per i minori di 5 anni (in rari casi, 4) anni.

    Sicurezza ASIT e possibili effetti collaterali

    Naturalmente, la sicurezza è fondamentale durante il trattamento.

    Quando si esegue l'immunoterapia specifica per allergeni, possono verificarsi effetti collaterali sia locali che sistemici.

    Foto: la rinite è possibile come uno degli effetti collaterali di ASIT da allergie.

    Manifestazioni locali nel sito di iniezione:

    Molto spesso, questi sintomi si verificano entro mezz'ora dopo la procedura. In questo caso, la dose viene regolata (verso il basso) dell'allergene introdotto.

    Con l'ASIT sublinguale, le reazioni locali possono essere pruriginose, bruciore in bocca e gonfiore della mucosa e della lingua.

    Le manifestazioni sistemiche che si verificano al di fuori dell'area della somministrazione del farmaco includono:

    1. Polmoni: rinite, prurito al naso, lacrimazione, tosse secca, mal di gola.
    2. Medio: respiro corto, prurito ed eruzione cutanea sul corpo, mal di testa, dolori articolari, febbre.

    Vale la pena notare che tutte le manifestazioni sistemiche sono ben controllate e fermate, la loro frequenza di insorgenza non è superiore al 10%. Le reazioni gravi sono rare: shock anafilattico, edema di Quincke (frequenza di manifestazione fino allo 0,001%). In questo caso, è necessaria una revisione del programma di trattamento secondo il metodo ASIT..

    Vale la pena sapere - un'analisi delle reazioni sistemiche mostra che nella stragrande maggioranza dei casi sono sorti a causa di deviazioni dalle regole ASIT accettate, vale a dire:

    • Violazione del protocollo per la conduzione di ASIT:
      • un errore nel dosaggio dell'allergene;
      • uso di un allergene da una nuova bottiglia (passaggio a un'altra serie, con una diversa attività allergenica);
      • l'introduzione del farmaco a pazienti con asma durante le manifestazioni cliniche della malattia;
      • l'introduzione della prossima dose terapeutica di un allergene sullo sfondo di una esacerbazione della malattia (incluso, non solo allergico);
    • Un grado estremamente elevato di ipersensibilità del paziente (un regime di dosaggio insufficientemente aggiustato è associato a questo);
    • Uso simultaneo di beta-bloccanti.

    Nella pratica mondiale, l'uso di ASIT è molto comune.

    Ma molto spesso si verificano reazioni di questo tipo se il trattamento non viene eseguito da un allergologo, ma da un medico di medicina generale che non ha conoscenze speciali in questo campo.

    Questo porta a una conclusione logica. Al fine di evitare conseguenze negative, è necessario sottoporsi a cure in uno studio medico o in ospedale. Un allergologo con il livello adeguato di qualifica dovrebbe condurre un trattamento.

    La massima efficacia di ASIT dalle allergie

    Ora la procedura viene eseguita con quasi tutti i tipi di allergie. È considerato il più efficace nei pazienti con allergie stagionali (raffreddore da fieno). Per allergie all'ambrosia, al polline, ecc. Perché?

    Il fatto è che uno dei problemi più urgenti è la lotta agli allergeni pollinici. Se non riesci a comunicare con un gatto e non "incontri" con le allergie, è quasi impossibile scappare dal polline.

    A questo proposito, gli studi sul trattamento della febbre da fieno sono stati condotti per lungo tempo. E il rapporto ottimale di componenti, dose e programma di trattamento.

    Per le allergie alla muffa, così come se l'allergene è un segno di spunta (cioè la lotta contro gli allergeni domestici), ASIT è anche abbastanza efficace. Tra i farmaci ci sono miscele che combattono le allergie alle zecche, nonché i funghi (allergia dalla polvere). In particolare, la società Dater offre più di 5 "vaccini" contro questi allergeni, sia singoli farmaci che combinazioni di 2, 3 e persino 4 irritanti. La terapia sarà molto efficace..

    Un gatto come un forte allergene è un problema per molti, specialmente per i bambini. Il trattamento per l'ipersensibilità a questi animali domestici di solito finisce con successo..

    Ma non esiste ancora un rimedio sufficientemente efficace per le allergie alimentari.

    Video: È chiaro su ASIT del nostro consulente medico N. Ilintseva.

    Il costo dell'immunoterapia specifica per allergeni

    Il costo del corso ASIT consiste in una consulenza allergologica, un test cutaneo per la sensibilità agli allergeni e il prezzo del farmaco stesso.

    Dire che la sua partecipazione è economica è impossibile. In generale, il costo dell'immunoterapia per le allergie può raggiungere decine di migliaia di rubli, ma con la prospettiva del futuro non è così critico, poiché dopo aver seguito il corso non sono necessari farmaci antiallergici, che compensano i costi di ASIT.

    Di seguito puoi vedere esempi del costo della procedura in una delle cliniche di Mosca (i prezzi possono variare a seconda del tasso di cambio).

    È difficile giudicare questo. La legge federale n. 326 "sull'assicurazione medica obbligatoria dei cittadini" non specifica un elenco specifico di servizi che le organizzazioni mediche sono tenute a fornire senza pagamento al paziente. Tutto dipende dal programma territoriale delle garanzie statali.

    Risposte a domande comuni

    Di seguito troverai le risposte alle domande più frequenti che riguardano i pazienti e coloro che stanno solo pianificando di eseguire la procedura..

    Le sottigliezze dell'uso del farmaco nel trattamento devono essere spiegate dal medico. Ogni farmaco ha le sue caratteristiche che lo distinguono dal resto. Tuttavia, esiste uno schema approssimativo generale per la preparazione di un allergene sublinguale:

    1. Guidando una quantità rigorosamente definita del farmaco in gocce in un cucchiaio, versare una piccola quantità di acqua;
    2. Versare il prodotto sotto la lingua, tenerlo lì per un paio di minuti, deglutire;
    3. Il farmaco deve essere usato un'ora prima o un'ora dopo aver mangiato;
    4. Se si raccomanda una singola dose del farmaco, questo dovrebbe essere fatto prima di coricarsi, non prima di un'ora dopo aver mangiato;
    5. Il farmaco viene utilizzato in stretta osservanza del regime e della dieta..

    Sì, esistono “vaccini” per un gran numero di muffe (Kladosporium, Aspergilius, Alternaria, Penicillium e tutti i tipi di combinazioni).

    Con la somministrazione sublinguale, il farmaco entra nel tratto gastrointestinale. In effetti, il dolore addominale è una manifestazione di un'allergia alimentare. Si sviluppa, secondo vari studi, nell'8-45% di quelli sottoposti a trattamento, non richiede alcuna terapia e passa da solo per un breve periodo.

    È meglio iniziare la terapia qualche mese prima della fioritura. In media, la betulla fiorisce a metà aprile - maggio, rispettivamente, i farmaci possono essere iniziati a novembre-dicembre.

    In linea di principio, sì, l'alcol non blocca l'effetto delle droghe. Tuttavia, va ricordato che molte bevande sono fatte sulla base di prodotti abbastanza allergenici e quindi possono esse stesse fungere da allergeni. In questo caso, bere alcolici sarà considerato una violazione della dieta..

    Non. Al momento della terapia, tutti gli effetti antigenici vengono cancellati, incluso vaccinazioni.

    È necessario interrompere l'assunzione dei farmaci fino al completo recupero, quindi, dopo aver consultato un allergologo, continuare la terapia.

    Quindi, le conclusioni di cui sopra sono le seguenti:

    • ASIT è efficace;
    • Se viene seguito il regime di trattamento, è sicuro;
    • Il risultato rimane per molti anni;
    • Il sistema continua a migliorare;
    • I costi sono compensati da un continuo rifiuto di utilizzare farmaci antiallergici in futuro..

    Le recensioni sull'immunoterapia specifica dell'antigene sono molto diverse. Ci sono quelli a cui ha contribuito a sbarazzarsi delle allergie. Precedentemente gravato da gravi sintomi, le persone si divertono a camminare in primavera lungo la strada, odorando fiori, accarezzando i gatti e vivendo la vita al massimo. Allo stesso tempo, ci sono quelli che, avendo speso molto tempo e denaro, non hanno ottenuto alcun effetto.

    A questo proposito, nel dilemma "immunoterapia per le allergie: pro e contro" la risposta è più probabile "per". È meglio provare e non ottenere il risultato desiderato piuttosto che non provarci affatto.

    1. Esperienza nell'uso dei moderni vaccini contro le allergie nel trattamento delle malattie atopiche nei bambini. R. M. Zakrevskaya, N. F. Zhukova. Link: ngmu.ru/cozo/mos/article/text_full.php?id=1108
    2. ASIT: miti e realtà. La parte finale della lezione è MD, il professor Kurbacheva Oksana Mikhailovna. Link: internist.ru/video/detail/3415

    Commenti Articolo: 26

    ASIT è il mio sogno da tre anni ormai. Ho sentito parlare di lei con la coda dell'occhio, eppure non mi preparo. Finisce un'allergia all'ambrosia. Non mi sono particolarmente rivolto a nessuno, il senso generale delle gocce ormonali è la dose massima, Montelukast, Erius, gocce negli occhi e pazienza. Quest'ultimo è già mancante. Ad agosto abbiamo anche la febbre sotto i 38 anni. Quest'anno ho promesso a me stesso di essere esaminato e di affrontare il problema con precisione. Ora sto leggendo il tuo meraviglioso sito... Mi sono reso conto che forse ho polynoz per assenzio o qualcos'altro, e non ambrosia. Quindi, devi essere esaminato a fondo. E il tempo passa, non importa come vola di nuovo. Non ho tempo di guardarmi intorno, come arriva l'estate)

    Il mio primo corso è già alle spalle, a novembre di quest'anno ho iniziato il secondo. Sono allergico alla betulla in primavera e all'erba di un prato, alla fioritura. Ogni primavera, il naso che cola è grave, gli occhi si gonfiano e arrossiscono e la respirazione è normale. Ma dopo l'ultimo corso (da novembre 2016), la primavera del 2017 ho già incontrato molto meglio i sentimenti. In primo luogo, la costante tosse e il naso che cola sono quasi spariti, gli occhi non si gonfiano e non arrossiscono. Starnutito un po ', ma questo non è critico. Finalmente ho potuto godermi questo periodo dell'anno. Continuerò per 3 anni, e lì come decide un medico.

    Marina, grazie per aver condiviso la tua esperienza. Buona fortuna nel trattamento!

    Grazie per la risposta, spero che ulteriormente e la verità miglioreranno. Posso chiederti di rispondere a una domanda? Perché alcuni ASIT impiegano 3 anni, mentre altri 5, ad esempio? Il mio medico dice che 3 anni, e lì sarà visibile. In generale, se non sapessi che era necessario sottoporsi a una terapia a lungo termine, avrei smesso dopo il primo corso, perché la sensazione era che l'allergia era scomparsa.

    Ciao! Ristrutturare il sistema immunitario è un lungo processo, quindi non rinunciare al trattamento a metà. Il corso standard di ASIT è di 3 anni, ma in alcuni casi è esteso a 4-5 anni. Un allergologo controlla individualmente l'efficacia del trattamento per ciascun paziente..

    Ho seguito 3 cicli di terapia asit sotto forma di gocce sotto la lingua. Di conseguenza, siamo riusciti a far fronte alle manifestazioni di allergie. Allergia alla betulla fiorita. A tutti coloro che dubitano che sia necessaria l'asit, direi che è assolutamente necessario, se il medico offre, quindi tanto più.

    Ioannina cosa cade sotto la lingua?

    In quell'anno anche l'ASIT seguì un corso. Allergia al polline di betulla. Quest'anno non è stato possibile raggiungere l'allergologo. La domanda è: posso acquistare un corso già di supporto da solo?

    Ciao, se la portabilità era normale, puoi farlo. Si consiglia di iniziare il trattamento qualche mese prima della fioritura.

    Ha fatto ASIT a Mosca per soldi per 2 stagioni consecutive con due mani nella spalla (betulla e cereali), poi ha perso la stagione 1. Stagioni fiorite aprile-giugno durante gli anni delle iniezioni e poi intensi: rinite, starnuti, congestione nasale, occhi.
    Ora la domanda è: forse ho il diritto di condurre l'ASIT gratuitamente nell'assicurazione medica obbligatoria, chi ti dirà a chi chiedere, dove scoprire?
    grazie.

    Buona giornata. A livello di programmi federali, non è previsto il passaggio gratuito di ASIT. Alcune regioni hanno i loro programmi locali in cui questa opportunità è disponibile..
    Le informazioni sui programmi per la propria regione devono essere indicate sul sito Web del fondo territoriale di assicurazione malattia obbligatoria o sul sito Web della compagnia di assicurazione che ha emesso la polizza di assicurazione malattia obbligatoria.

    Ciao! ASIT fa per le allergie da punture di api e dove? Forse dimmelo. Iniezioni o gocce? Se possibile, i nomi dei farmaci. rispettosamente.

    Ioannina cosa cade sotto la lingua dalle allergie

    Gocce sotto la lingua - Allergene di betulla stalorale e zecche di allergene stalorali, ci sono ancora pillole - Oraleur (erba di prato)

    buona giornata!
    L'articolo è molto buono e completo. Non l'ho letto su Internet, anche se ho già esaminato montagne di informazioni.

    Dopo il parto, è comparsa un'allergia ai gatti e alla polvere. All Allergology (a Mosca già consultato con tre, due candidati di scienze) con una sola voce ha detto di dare al gatto. Ho letto nell'articolo e ho sentito prima che c'è l'immunoterapia per i gatti. Ma, dicono, nel nostro paese non viene effettuato. Forse ci sono alcune novità nella medicina domestica sulla mia domanda? Ho un titolo di 26 su un gatto e 3 e 1,5 su polvere (due tipi di polvere domestica). Inoltre, un allergologo ha detto che dopo l'immunoterapia con la polvere e il gatto la reazione potrebbe andare via...
    può esprimere la tua opinione per favore?
    rispettosamente,
    Anna

    Ciao.
    Nell'introduzione hai il seguente paragrafo: in Distinzioni da fapmakotepapii, deyctvuyuschey in A otdelnye zvenya patogeneza, ppedotvpaschayuschey pazvitie cimptomov allepgii, ne ubipaya DURING verly ppichiny bolezniy e menomyy yyvyy dopo la fine del ciclo di trattamento, l'effetto viene mantenuto per diversi anni.
    Cioè, dopo questa conclusione, l'effetto di ASIT dopo il trattamento passerà tra qualche anno e la sua vecchia allergia tornerà al paziente, cioè gli stessi sintomi che erano prima del trattamento e continuerà a ferire?
    In caso contrario, spiega l'essenza del paragrafo che hai scritto sopra..
    grazie.

    Ciao, la ristrutturazione del sistema immunitario del corpo è un processo complesso e dipende dall'organismo specifico. Potrebbe essere necessario seguire i corsi più volte..

    Informa i contatti delle cliniche che conducono il trattamento ASIT