Come curare un'allergia

Nutrizione

Sebbene le allergie stagionali non siano condizioni pericolose per la vita, possono causare molti inconvenienti a una donna incinta..

Le informazioni contenute nei volantini di molti antistaminici, sfortunatamente, spesso non forniscono una risposta esaustiva alla domanda: è possibile o no?

E se una donna avesse preso un antistaminico prima ancora di scoprire la sua gravidanza, e ora non riesce a trovare un posto a causa dell'ansia?

Dove ottenere informazioni affidabili se le istruzioni per i farmaci contengono talvolta informazioni incomplete?

Esperti occidentali presso il Canadian Family Physician, la pubblicazione ufficiale del College of Family Physicians del Canada, un paio di anni fa hanno delineato le informazioni disponibili sugli antistaminici più comuni.

Rinite allergica e gravidanza

I sintomi più comuni della rinite allergica includono congestione nasale, secrezione mucosa, prurito; arrossamento congiuntivale, gonfiore e lacrimazione a volte si uniscono. Questa condizione si verifica in genere dopo l'esposizione ad allergeni presenti nell'aria come il polline. Un ruolo importante è svolto dagli allergeni domestici: peli di animali e acari della polvere..

Dal 20% al 30% delle donne in età fertile soffrono di malattie allergiche, quindi il rischio di allergie durante la gravidanza è grande.

Inoltre, durante la gravidanza, dal 10% al 30% delle donne riferisce un peggioramento della rinite allergica. Le possibili spiegazioni possono essere un aumento del volume del sangue circolante e un aumento della secrezione nasale a seguito di cambiamenti ormonali.

Antistaminici di prima generazione

Gli antistaminici di prima generazione, con rare eccezioni, sono considerati una scelta sicura durante la gravidanza. I dati sui farmaci di seconda e terza generazione sono molto meno, ma sono anche incoraggianti. Inoltre, tutti gli antistaminici in dosi terapeutiche sono considerati sicuri per l'allattamento al seno, poiché penetrano nel latte in quantità minime che non possono causare effetti collaterali nel bambino.

Gli antistaminici che bloccano i recettori dell'istamina H1 sono più comunemente usati per trattare la rinite allergica. Esempi di antistaminici di prima generazione utilizzati in Occidente sono la bromfeniramina, la clorfeniramina, la difenidramina, il dimenidrinato, la doxilammina, l'idrossizina e la feniramina.

La maggior parte di essi, ad eccezione della doxilammina e del dimenidrinato, sono utilizzati anche in Nord America per curare la nausea e il vomito e l'idrossizina fa parte delle medicine fredde da banco. Nelle nostre medicine di combinazione, di solito includono clorfeniramina e feniramina..

Non è stato riferito che nessuno di questi farmaci durante gli studi sugli animali ha aumentato il rischio per il feto. I dati epidemiologici confermano la sicurezza dell'uso di antistaminici di prima generazione anche all'inizio della gravidanza. Una metanalisi che ha coinvolto più di 200.000 persone ha mostrato che questi farmaci non sono associati a un rischio di malformazioni congenite (Seto A., Einarson T., Koren G., 1997).

Si noti che qui stiamo parlando solo degli antistaminici sopra elencati. I farmaci di prima generazione ampiamente conosciuti nel nostro paese, la cloropiramina (Suprastin) e la clemastina (Tavegil), ad esempio, non sono opzioni sicure durante la gravidanza.

Antistaminici moderni

I farmaci di seconda e terza generazione sono considerati più preferibili perché hanno meno effetti sul sistema nervoso centrale e causano meno effetti collaterali (come la sonnolenza). Questi farmaci sono disponibili principalmente senza prescrizione medica. Esempi: cetirizina (Zodak), desloratadina (Erius), fexofenadina (Telfast), loratadina (Claritin).

cetirizina.

La cetirizina è un metabolita attivo dell'idrossizina, che oggi è molto usato per trattare le malattie allergiche..

È stato condotto un piccolo studio comparativo prospettico di Motherisk, che ha incluso 120 donne che assumevano idrossizina e 39 donne che assumevano cetirizina (37 delle quali nel primo trimestre). Non ha rivelato differenze negli esiti della gravidanza tra donne che assumevano farmaci e gruppi di confronto (Einarson A., Bailey B., Jung G., 1997).

Gli esiti della gravidanza in 17.766 donne che assumevano antistaminici, 917 dei quali hanno usato la cetirizina, non differivano nella percentuale di complicanze dalla popolazione generale (Registro delle nascite medico svedese, dati dal 1995 al 1999).

Nel 2004, un altro studio che ha esaminato 144 casi di cetirizina nel primo trimestre di gravidanza ha confermato la sicurezza del farmaco (NATO Advanced Research Workshop).

Uno degli studi più recenti pubblicati dal servizio di informazione sulla teratogenicità di Berlino ha incluso 196 donne che assumevano cetirizina durante la gravidanza (11% nel primo trimestre). I risultati non hanno mostrato un aumento della frequenza di malformazioni e complicanze rispetto alla popolazione generale (Weber-Schoendorfer C., Schaefer C., 2008).

La FDA degli Stati Uniti ha assegnato la categoria B alla cetirizina, il che significa che gli studi sugli animali ad alte dosi non hanno rivelato effetti negativi durante la gravidanza e che studi adeguati sull'uomo non sono ancora sufficienti. Il farmaco può essere prescritto tenendo conto del rapporto tra benefici e rischi.

Fexofenadine.

La fexofenadina è un metabolita attivo della terfenadina, un bloccante dell'istamina H1, che non è più disponibile nei mercati nordamericani a causa del rischio di un prolungamento clinicamente significativo dell'intervallo QT. Sebbene i test sugli animali non abbiano rivelato l'effetto teratogeno della fexofenadina, sono stati registrati una diminuzione della sopravvivenza e un peso corporeo insufficiente dei neonati.

Dati limitati sull'uso umano non hanno rivelato un aumento del rischio di gravi malformazioni durante l'uso della fexofenadina durante la gravidanza (Buhimschi C., Weiner C., 2009).

La FDA degli Stati Uniti ha assegnato la categoria C di fexofenadina: studi sugli animali con dosi elevate di fexofenadina hanno rivelato alcuni effetti negativi, ma non sono stati condotti studi controllati adeguati sull'uomo.

Loratadina e desloratadina.

La desloratadina è il principale metabolita della loratadina. Pertanto, i dati di sicurezza della loratadina possono essere trasferiti alla desloratadina.

Uno studio su 292 donne in gravidanza che assumevano loratadina non ha mostrato un aumento del rischio di malformazioni gravi rispetto alla popolazione generale (Registro medico svedese).

Uno studio di Motherisk che ha esaminato i risultati della gravidanza in 161 donne che assumevano loratadina ha confermato la sicurezza di questo farmaco per il feto (Moretti M., Caprara D., 2003).

Un altro studio che ha confrontato un gruppo di 210 donne in gravidanza che assumevano loratadina con un gruppo di 267 donne su altri antistaminici e un gruppo di controllo di 929 donne non ha rivelato gli effetti negativi della loratadina (Diav-Citrin O., Shechtman S., Aharonovich A., 2003).

Tuttavia, un'analisi del registro medico svedese ha rivelato un aumento del rischio di ipospadia nei ragazzi (Kallen B., 2001). Questi dati non sono stati confermati da ulteriori studi (Gilboa S., Strickland M., 2009). La recente grande metanalisi di Motherisk su 2.694 neonati non ha confermato l'associazione tra loratadina e ipospadia..

Secondo la classificazione FDA degli Stati Uniti, la loratadina è classificata nella categoria B..

Konstantin Mokanov: Master in Farmacia e traduttore medico professionista

Antistaminici durante la gravidanza

Un'allergia è una reazione patologica del sistema immunitario a varie sostanze che entrano nel corpo: gli allergeni. Secondo le statistiche, un numero considerevole di persone soffre di malattie allergiche che possono essere causate da cibo, medicine, sostanze chimiche, polline di piante, peli di animali, ecc. Le allergie spesso compaiono nelle donne in gravidanza, ma in questa situazione le opzioni terapeutiche sono limitate al fine di preservare salute del futuro bambino. Quali antistaminici possono essere usati dalle future mamme??

Antistaminici di diverse generazioni

L'ingresso di un allergene nel corpo porta alla produzione di una sostanza specifica - l'istamina, che in una persona sana è presente in piccole quantità nelle cellule inattive. Il rilascio di istamina provoca reazioni allergiche, manifestate sotto forma di gonfiore, naso che cola, starnuti, lacrimazione, arrossamento e prurito della pelle, eruzione cutanea, ecc. Diverse generazioni di antistaminici moderni hanno il proprio set di caratteristiche e caratteristiche dei meccanismi di azione

Gli antistaminici appartengono a uno dei gruppi di farmaci antiallergici e sono appositamente progettati per sopprimere i sintomi delle allergie. Tali farmaci riducono la quantità di istamina rilasciata e ne neutralizzano l'effetto..

Gli antistaminici sono divisi in tre gruppi:

  1. Preparativi di prima generazione. Questi farmaci hanno un basso costo. Allo stesso tempo, non hanno un effetto a lunga durata d'azione, quindi vengono assunti più volte al giorno, cioè per ottenere e mantenere il risultato, è necessaria una grande dose del farmaco. Gli antistaminici di prima generazione non sono destinati a un lungo ciclo di trattamento, poiché possono causare sonnolenza e avere un effetto sedativo, che può interferire con il normale stile di vita di una persona. E anche per un lungo periodo di utilizzo, gli antiallergeni di questo gruppo creano dipendenza, il che porta a una riduzione dell'efficacia del farmaco. I preparati sono disponibili in varie forme: compresse, gocce, unguenti, gel, sospensioni, soluzioni. Assegnato ad adulti e bambini con vari tipi di reazioni allergiche.
  2. Farmaci di seconda generazione. I medicinali di questo gruppo sono più avanzati, a differenza del primo, e hanno i loro vantaggi: non causano sonnolenza, non influenzano l'attività cerebrale, è necessaria una piccola dose per un risultato positivo (applicato una volta al giorno), l'effetto dura a lungo. I farmaci di seconda generazione non creano dipendenza e sono adatti per un uso a lungo termine (ad esempio, con allergie stagionali). Hanno varie forme di rilascio, nonché i mezzi della prima generazione. Ma, rispetto a loro, gli antistaminici di seconda generazione sono meno studiati.
  3. Preparativi della III (nuova) generazione. Le medicine di questa generazione hanno un'azione diretta, che porta al rapido raggiungimento di un risultato positivo. Inoltre, tali antistaminici non creano dipendenza, il loro uso nel dosaggio prescritto (una volta al giorno) non porta a cambiamenti negativi nel sistema nervoso, in rari casi si verificano effetti collaterali. L'uso di droghe di questo gruppo è possibile in combinazione con medicine di altri gruppi - i farmaci non riducono l'efficacia l'uno dell'altro. Gli antistaminici di nuova generazione vengono utilizzati in diverse forme per sopprimere manifestazioni allergiche di diversa natura. Rispetto ai mezzi di I e II generazione, hanno un prezzo più elevato. Come la maggior parte dei nuovi farmaci, non sono completamente compresi, quindi hanno limiti nel trattamento di bambini e donne in gravidanza.

Ciascuno dei farmaci, indipendentemente dal gruppo di generazione a cui appartiene, ha le sue controindicazioni ed effetti collaterali. Pertanto, la nomina di antistaminici viene effettuata solo da uno specialista medico.

In pratica, alle donne in gravidanza vengono spesso prescritti alcuni farmaci di prima e seconda generazione.

Antistaminici durante la gravidanza

La gravidanza può influenzare il corpo di una donna in diversi modi. In alcuni casi, le malattie allergiche compaiono a causa di un sistema immunitario indebolito. In altri, al contrario, i sintomi allergici vengono soppressi a causa dell'aumentata produzione dell'ormone cortisolo durante la gravidanza, che ha proprietà antiallergiche.

Tuttavia, non una donna incinta è immune dal verificarsi di allergie in qualsiasi fase del parto. Le reazioni allergiche del corpo di una futura madre includono:

  • dermatite, orticaria, congiuntivite, rinite - si verificano in una forma lieve;
  • L'edema di Quincke, lo shock anafilattico - appartengono al gruppo di reazioni con una forma grave del decorso.
La rinite durante la gravidanza è un fenomeno comune che in alcuni casi richiede l'uso di antistaminici

La comparsa di allergie di qualsiasi gravità non avvantaggia il corpo femminile e il feto, nonché l'insorgenza di eventuali malattie durante la gestazione.

Il primo trimestre è una fase importante della gravidanza - in questo momento vengono posati tutti i sistemi e gli organi del futuro uomo. Allo stesso tempo, la placenta, la cui funzione è quella di proteggere il feto da fattori negativi esterni, non è stata ancora formata fino alla fine di questo trimestre. Pertanto, nei primi tre mesi di gravidanza, un'allergia può influire negativamente sullo sviluppo del feto o portare ad aborto spontaneo. L'uso di qualsiasi farmaco in questo momento, compresi gli antistaminici, è indesiderabile.

Il secondo e il terzo trimestre di gravidanza sono più sicuri rispetto al primo: la placenta formata protegge il bambino dagli antigeni e dagli effetti negativi degli antistaminici. Ma il deterioramento del benessere della futura madre, causato da sintomi di allergia, influisce negativamente sul bambino nell'utero (in alcune situazioni, il bambino può sperimentare carenza di ossigeno). Così come i componenti chimici dei medicinali possono penetrare nel flusso sanguigno ed entrare nel feto, il che non è il modo migliore che influenza lo sviluppo del bambino. Pertanto, nel secondo e terzo trimestre, i farmaci vengono utilizzati con cautela e solo come prescritto dal medico.

Indipendentemente dall'età gestazionale e dai sintomi di allergia, una donna ha bisogno di consultare un medico per un aiuto. L'uso indipendente di antistaminici in un dosaggio arbitrario porta a conseguenze negative irreversibili.

Antistaminici per gestanti

Attualmente, in farmacologia, esiste un numero considerevole di farmaci antiallergici prescritti per le donne in gravidanza..

Analizzando i dati su ciascuno di essi, possiamo trarre una conclusione inequivocabile: l'assunzione di antistaminici è controindicata nel primo trimestre di gravidanza e nei successivi periodi di gestazione è possibile solo come indicato dai medici. I farmaci di prima generazione sono spesso prescritti alle future mamme a causa di uno studio più approfondito di questi medicinali per il loro effetto sul feto (ad esempio, Suprastin). I medicinali appartenenti al gruppo di seconda e terza generazione sono meno studiati al momento e quindi sono prescritti alle donne in gravidanza meno frequentemente - tali medicinali hanno molte controindicazioni e una serie di effetti collaterali (Zodak, Zirtek, ecc.).

Tabella: panoramica degli antistaminici popolari

NomeModulo per il rilascioPrezzoSostanza attivaControindicazioniEffetti collateraliInterazione con altre medicineGravidanza
Cetrin
(Farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • gocce;
  • sciroppo.
vicino
150
rubli
cetirizina
  • età inferiore a 6 anni;
  • il primo trimestre di gravidanza e il periodo dell'allattamento al seno;
  • insufficienza renale ed epatica;
  • intolleranza ai componenti del farmaco.
  • disturbi del tratto digestivo - nausea, vomito, diarrea, dolore all'addome;
  • mal di testa, vertigini, sonnolenza;
  • eruzioni cutanee e prurito.
Con l'interazione del farmaco con altri farmaci, è possibile ridurre l'efficacia dell'uno e dell'altro. Pertanto, Cetrin è prescritto rigorosamente su raccomandazione di un medico.Il corso del trattamento e il dosaggio durante la gravidanza sono determinati dal medico curante.
loratadina
(Farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • sciroppo;
  • polvere.
vicino
cento
rubli
loratadina
  • la presenza di patologie del fegato e dei reni;
  • età da bambini fino a due anni;
  • periodo di lattazione;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco.
  • nausea, vomito, gastrite, secchezza delle fauci;
  • mal di testa, sovraccarico del corpo;
  • tachicardia;
  • eruzioni cutanee.
L'uso combinato di loratadina con altri farmaci può ridurre l'attività di questo antistaminico.La compressa di loratadina viene assunta una volta al giorno. La durata del farmaco è determinata dal medico, ma non deve superare i trenta giorni.
Zirtek
(Farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • gocce.
vicino
300
rubli
La cetirizina
  • primo trimestre di gravidanza;
  • allattamento;
  • insufficienza renale;
  • intolleranza ai componenti del farmaco.
  • stato aggressivo, irritabilità;
  • tremore, convulsioni, svenimento;
  • tachicardia;
  • deficit visivo;
  • nausea e diarrea.
L'uso di Zirtek con farmaci di altri gruppi farmacologici è possibile su raccomandazione di un medicoIl farmaco è prescritto dal medico individualmente e in casi eccezionali, nonché in determinate dosi.
Claritin
(Farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • sciroppo.
vicino
300
rubli
loratadina
  • i primi tre mesi di gestazione;
  • tempo di allattamento al seno;
  • l'età del bambino è inferiore a tre anni;
  • insufficienza epatica e renale;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco.
  • mal di testa;
  • affaticamento eccessivo;
  • disordini mentali;
  • insonnia.
L'interazione di Claritin con altri farmaci non ha un effetto significativo sul loro effetto..Le compresse o lo sciroppo vengono assunti per via orale una volta al giorno nel II e III trimestre di gravidanza. Se il farmaco non funziona per tre giorni, il suo uso viene annullato.
Zodak
(Farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • gocce;
  • sciroppo.
vicino
150
rubli
cetirizina
  • compromissione del funzionamento del fegato e dei reni;
  • l'età del bambino è fino a un anno e mezzo;
  • allattamento;
  • gravidanza.
  • mal di testa e vertigini;
  • stanchezza e sonnolenza;
  • aumento dell'attività della bilirubina e degli enzimi epatici.
Non ci sono dati specifici sull'interazione del farmaco con altri farmaci - non sono stati condotti studi.Zodak appartiene al gruppo di farmaci pericolosi per le donne in gravidanza, pertanto può essere prescritto in casi eccezionali e ad un determinato dosaggio dal medico curante.
Fenistil
(Farmaco di 1a generazione)
  • gocce;
  • gel;
  • emulsione.
vicino
300
rubli
dimetindene maleato
  • meno di un mese;
  • glaucoma;
  • iperplasia prostatica;
  • intolleranza ai componenti del farmaco.
  • pelle che brucia e secca;
  • dermatite, prurito della pelle ed eruzioni cutanee.
I dati sull'interazione di Fenistil con altri farmaci non sono noti.Fenistil viene usato durante la gravidanza, ma la dose non deve superare più di due grammi di farmaco al giorno.
suprastin
(Farmaco di 1a generazione)
  • pillole;
  • fiale.
vicino
130
rubli
chloropyramine
  • asma;
  • ulcera allo stomaco;
  • glaucoma;
  • aritmia;
  • infarto miocardico;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco.
  • disturbi psicomotori, sonnolenza, letargia;
  • vertigini e mal di testa;
  • tremori e crampi;
  • tachicardia, aritmia;
  • vomito, nausea, diarrea, alterazioni dell'appetito;
  • miopatia.
L'uso combinato di Suprastin e di altri farmaci può portare a cambiamenti nell'efficacia dei medicinali.Durante la gravidanza, il trattamento con il farmaco è rigorosamente prescritto dal medico.

Galleria fotografica: antistaminici prescritti per le donne in gravidanza

Antistaminici proibiti durante il periodo di gestazione

I medicinali vietati in qualsiasi fase della gravidanza includono:

  • Diphenhydramine;
  • astemizolo;
  • Tavegil;
  • Fexadine;
  • Pipolfen;
  • terfenadina.

L'uso di uno di questi farmaci durante il periodo di gestazione può portare a cambiamenti patologici nello sviluppo del feto o all'aborto spontaneo.

Prevenzione delle allergie

Al fine di prevenire lo sviluppo di allergie, è importante rispettare una serie di requisiti:

  • eliminazione dello stress, rilassamento e riposo. Un buon umore e un sano stato mentale della donna incinta possono evitare molti problemi e malattie aspettandosi un bambino;
  • restrizione nella comunicazione con gli animali. Non dovresti avere animali domestici durante la gravidanza, ma se li hai già e la donna è “in posizione”, iniziano a comparire sintomi di allergia o c'è una tendenza a questa malattia, quindi è consigliabile darli ai parenti per un po ';
  • rispetto delle norme e delle norme igieniche. Una regolare pulizia a umido, frequenti cambi di vestiti e biancheria da letto, nonché la ventilazione del soggiorno prevengono possibili allergeni;
  • attenzione alle reazioni del corpo alle piante fiorite. Le piante domestiche che possono causare allergie devono essere eliminate. E con una possibile allergia alle piante di strada, è consigliabile partire temporaneamente per un altro posto o ridurre al minimo le uscite esterne durante il periodo di fioritura..

Particolare attenzione è rivolta alle diete ipoallergeniche per le future mamme. Possono essere diversi, ma il principale effetto preventivo è uno: i prodotti che possono causare una reazione allergica sono esclusi dalla dieta della donna incinta: agrumi, miele, cioccolato, frutti di mare, frutti esotici, ecc. Quando si trasporta un bambino, è necessario rispettare le regole di una dieta sana - rifiutare da speziato, speziato, fritto, affumicato e salato, nonché dolce in grandi quantità. Una dieta ipoallergenica per una futura madre può essere più o meno rigorosa dell'opzione di questo bambino e dipendere dalle reazioni individuali del corpo della donna

Recensioni su antistaminici

In gravidanza, è stato molto spesso tormentato dagli alveari - punti selvaggiamente pruriginosi in tutto lo stomaco. Fenistil è stato salvato da gocce.

Daria Burmistrova (Scrapbooking)

https://www.babyblog.ru/community/post/living/1780855

Sono allergico alla fioritura ogni anno. Anche durante la gravidanza, tormentato. Allergologo e ginecologo hanno permesso solo Claritin.

Natusik

https://www.baby.ru/community/view/126276/forum/post/160023562/

Soffro di allergie e all'inizio della gravidanza ho avuto una terribile orticaria e l'edema di Quincke. Ho anche pensato che Suprastin è un farmaco di vecchia generazione ed è possibile, ma Claritin è stato prescritto ad un appuntamento con un allergologo e ha detto a Suprastin di dimenticare.

Medvedira

http://www.detkityumen.ru/forum/thread/102117/

Video: dieta ipoallergenica durante la gravidanza

Le reazioni allergiche del corpo trasmettono sensazioni spiacevoli e talvolta dolorose alle donne in posizione. Ma ogni anno il numero di antistaminici consentiti per l'uso da parte delle donne in gravidanza aumenta nel mercato farmacologico. La cosa principale è consultare un medico in tempo, che prescriverà la medicina appropriata e la dose necessaria per eliminare i sintomi di allergia.

Antistaminici per donne in gravidanza: 1, 2 e 3 trimestre

Entro 9 mesi dal trasporto di un bambino, il corpo femminile non è solo un'accogliente "casa" per le briciole, ma anche la sua protezione affidabile contro tutte le influenze esterne.

La comparsa di una reazione allergica è un fenomeno spiacevole, ma abbastanza comune. La medicina moderna ha imparato a fermare in modo efficace e sicuro quasi tutte le manifestazioni di atopia. Nonostante la protezione naturale del corpo in gravidanza dalle reazioni allergiche, - con l'inizio del periodo di attesa del bambino, la produzione di cortisolo, che ha un effetto antiallergico, aumenta, si verificano ancora casi di intolleranza a qualsiasi elemento e la presenza di una reazione atipica. Quando una tale reazione si verifica (o peggiora) in una donna in posizione, si dovrebbe prestare particolare attenzione, poiché un altro piccolo organismo in via di sviluppo è indissolubilmente legato alla futura madre. Inoltre, molti antistaminici sono controindicati durante la gravidanza..

Perché è un'allergia nelle donne in gravidanza?

Il meccanismo dell'apparenza allergica è il seguente: nel corpo di una donna che è soggetta a reazioni allergiche, a contatto con un irritante, ad esempio con il pelo di un gatto, si formano anticorpi: le reagine. Si accumulano e si collegano con i mastociti - cellule del sistema immunitario. Quando ci sono molti mastociti che accumulano reagine, il corpo entra in uno stato di sensibilizzazione, il che significa che la sua sensibilità all'allergene aumenta.
Ora, dopo che un allergene entra nel corpo, i mastociti reagiranno ad esso secernendo mediatori, che includono l'istamina. A loro volta, provocano lo sviluppo di infiammazione allergica, i cui sintomi saranno gonfiore, arrossamento, dolore, bruciore, prurito, compromissione del funzionamento degli organi, febbre.

Che cos'è un'allergia nelle donne in gravidanza?

A seconda dell'organo in cui si sviluppa l'infiammazione allergica, i sintomi dell'allergia possono variare. Molto spesso, le donne in gravidanza sperimentano le seguenti reazioni allergiche:

  • rinite allergica - infiammazione della mucosa nasale, il più delle volte si verifica nel 2 ° trimestre, accompagnata da starnuti, muco dal naso, congestione nasale;
  • congiuntivite allergica, i cui sintomi sono lacrimazione, gonfiore, fotofobia, sensazione di sabbia negli occhi;
  • orticaria: manifestata da prurito vesciche sulla pelle;
  • dermatite da contatto - è accompagnata da un'eruzione cutanea nel punto di contatto con l'allergene, ad esempio sul braccio dopo il contatto con prodotti chimici domestici;
  • Edema di Quincke: la pelle o le mucose si gonfiano fortemente;
  • shock anafilattico - coscienza offuscata, arresto respiratorio, bassa pressione sanguigna.

Caratteristiche delle allergie nel periodo perinatale

I sintomi allergici possono comparire anche nelle donne che non hanno precedentemente sofferto di intolleranza. I cambiamenti sono associati alle proprietà protettive del corpo. Se la futura mamma è di natura allergica, allora le manifestazioni di intolleranza possono essere gravi.

Quali sintomi si presentano con una risposta immunitaria inadeguata al patogeno:

  • la rinite allergica è il sintomo più comune che di solito appare nel 2 ° trimestre;
  • congiuntivite allergica - combinata con un naso che cola;
  • dermatite da contatto o eczema: ispessimento e gonfiore dell'epidermide, arrossamento e prurito.

In situazioni gravi, è possibile l'angioedema. Hai bisogno di cure mediche urgenti, altrimenti aumenta il rischio di morte a causa del gonfiore delle vie aeree.

Farmaci di seconda generazione

Gli antistaminici di seconda generazione hanno un pronunciato effetto antiallergico, che dura per un giorno. Questa azione è molto comoda in quanto non è necessario assumere più compresse al giorno, basta berne una. Tali medicinali differiscono dai loro predecessori in quanto la loro assunzione non comporta l'insorgenza di sonnolenza, nonché una ridotta attenzione e coordinazione dei movimenti.

I farmaci antiallergici legati alla seconda generazione sono altamente efficaci, convenienti da usare, sicuri per il corpo, hanno un effetto prolungato, cioè soddisfano tutti i requisiti di base che si applicano ai medicinali. Usato per sbarazzarsi di eczema, orticaria, edema di Quincke e febbre da fieno. Le medicine hanno la capacità di alleviare il forte prurito causato dalla varicella.

Loratadina (analoghi di Lorahexal, Claritin, Lomilan) - viene utilizzata per eliminare rapidamente le reazioni allergiche. Tra gli svantaggi ci sono possibili effetti collaterali, ad esempio costipazione, aumento di peso, stati depressivi, ansia, vari disturbi del sonno, minzione frequente.

In alcuni casi, dopo l'applicazione sono stati osservati attacchi di asma

Claritin - un efficace antistaminico moderno

la droga. La forma di dosaggio del farmaco è compresse o sciroppo (Lomilan, Claritin). La sospensione (sciroppo) è comoda da usare, è prescritta per i bambini piccoli. Il medicinale inizia ad agire 60 minuti dopo l'ingestione. Per i bambini dai due anni, la loratadina è prescritta come sospensione.

La dose corretta viene calcolata dal medico curante, concentrandosi sull'età del bambino e sul suo peso corporeo.

Alle donne in gravidanza può essere prescritto un farmaco, ma solo dopo la fine del primo trimestre. Se ci sono indicazioni per l'uso, il medico seleziona individualmente il dosaggio per ciascun paziente in base al rapporto beneficio-danno per la futura mamma.

Abbastanza efficace è Kestin (un analogo di Ebastin). L'uso di questo medicinale non provoca sonnolenza. L'azione di Kestin inizia 60 minuti dopo l'ingestione e l'effetto antiallergico dura due giorni dopo l'ingestione. I medici non raccomandano di assumere Kestin per i bambini di età inferiore ai 12 anni.

Durante il periodo di gestazione, il farmaco non è prescritto, poiché ha molti effetti collaterali. Provoca una violazione del ritmo cardiaco, riduce le contrazioni cardiache e ha un effetto tossico sul fegato..

Non è raccomandato assumere il medicinale durante il pasto, poiché in questo caso l'effetto del componente principale è ridotto. È vietato ammettere nei bambini di età inferiore ai 12 anni e nelle donne che si trovano in qualsiasi fase della gestazione.

I preparati correlati alla seconda generazione di farmaci antiallergici non creano dipendenza dopo l'uso.

A causa del fatto che hanno una buona capacità di assorbimento, tali farmaci possono essere utilizzati in qualsiasi momento della giornata.

Le persone con malattie cardiovascolari devono prendere con attenzione gli antistaminici di seconda generazione. Ulteriori informazioni sugli antistaminici dal video:

Ulteriori informazioni sugli antistaminici dal video:

Hai notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Perché il bambino mangia male: scoprilo insieme

Zirtec è incinta

Secondo le statistiche mediche, nel 55% delle donne in gravidanza, le allergie compaiono sotto forma di naso che cola, tosse ed eruzioni cutanee sulla pelle. Cioè - la sintomatologia standard inerente a qualsiasi persona.

Ma se si riscontrano sintomi in una donna incinta, il medico curante deve prestare doppia attenzione al paziente e studiare attentamente la natura dell'allergia.

Nella metà dei casi, un'allergia è simile alla tossicosi - dopo un certo tempo, i sintomi scompaiono da soli (questo accade approssimativamente nelle settimane della gravidanza), ma non è necessario contare su questo. Un tale decorso innocuo della malattia non viene affatto osservato.

Inoltre, le donne in gravidanza aggravano la situazione introducendo nella dieta molti frutti esotici e stagionali, cercando di fornire a se stessi e al bambino un complesso vitaminico a tutti gli effetti, e molte donne in gravidanza che normalmente hanno avuto contatti con animali prima della gravidanza sono allergiche alla lana.

E altri tre fattori hanno un enorme impatto sulla manifestazione di allergie nelle donne in gravidanza:

  • immunità indebolita;
  • aumento ormonale;
  • aumento della reazione protettiva del corpo.

In condizioni di laboratorio, determinare la causa di una reazione allergica in una donna incinta può essere piuttosto difficile: il corpo di una donna inizia a reagire negativamente a tutto.

Pertanto, molti medici sono costretti a fare una diagnosi presuntiva: un'allergia alla gravidanza.

Prenda Zyrtec seguendo le istruzioni esatte sull'etichetta e le istruzioni del medico. La dose raccomandata non deve essere ridotta o aumentata, lo stesso vale per la durata della somministrazione.

Il farmaco può essere assunto con o senza cibo..

Una compressa masticabile deve essere masticata prima di deglutire. Non ingerire la compressa intera. Lascia che si dissolva in bocca senza masticare. Deglutire più volte dopo averlo sciolto. Se lo si desidera, è possibile bere con un liquido.

Misura la preparazione liquida con un misurino o una tazza speciale, ma non con un normale cucchiaio. Se non hai una misurazione, chiedi al tuo farmacista.

Chiama uno specialista se i sintomi non migliorano, se peggiorano o se si sviluppa la febbre. Tenere zyrtec a temperatura ambiente in condizioni asciutte e buie. Non congelare la forma liquida di questo farmaco..

Zyrtec può compromettere il pensiero o la reazione. È meglio fare attenzione se si guida un'auto o si fa qualcosa che richiede maggiore attenzione. Il consumo di alcol può aumentare alcuni effetti indesiderati..

Zyrtec non deve essere assunto in caso di allergia alla cetirizina. Chieda al medico o al farmacista se è sicuro assumere questo medicinale in caso di patologie..

La FDA (US Food and Drug Administration) classifica il farmaco come categoria B per la gravidanza, il che significa che non si prevede che danneggi un nascituro.

Informi il medico della gravidanza o sta pianificando una gravidanza durante il trattamento. La cetirizina può passare nel latte materno e danneggiare un bambino durante l'allattamento. Non prenda Zyrtec senza dirlo al medico che sta allattando un bambino.

Antistaminici efficaci: la loro descrizione

La seguente è una descrizione dei popolari antistaminici prescritti nel periodo perinatale. La descrizione ti aiuterà a conoscere le caratteristiche di farmaci specifici, a conoscere le restrizioni sulla loro assunzione e gli effetti collaterali.

suprastin

Il farmaco è molto popolare nella lotta contro varie manifestazioni di intolleranza. È tollerato normalmente, non ha effetti negativi sul feto. Nel primo trimestre, l'uso di Suprastin è indesiderabile e in altri periodi è possibile. I suoi vantaggi includono un costo di bilancio di 125 rubli, azione rapida, efficacia. Tra gli svantaggi ci sono gli effetti collaterali sotto forma di sonnolenza, secchezza nell'orofaringe.

Diazolin

La diazolina non ha un effetto così rapido come Suprastin, ma rimuove efficacemente le manifestazioni di allergie croniche. La diazolina non provoca sonnolenza, è prescritta in qualsiasi periodo di gestazione, ad eccezione dei primi 2 mesi. I suoi vantaggi includono un prezzo accessibile: 80 rubli, una vasta gamma di azioni. Tra le carenze, si distingue una breve azione, sono necessarie 3 dosi al giorno.

cetirizina

La cetirizina è una nuova generazione di medicinali antiallergici. Secondo le istruzioni, non viene utilizzato nel periodo perinatale e durante l'allattamento. A causa della novità del prodotto, non ci sono dati relativi alla sua sicurezza. Applicare nel 2 ° e 3 ° trimestre, in caso di necessità acuta. Le qualità positive del farmaco includono un ampio spettro di azione, mancanza di sonnolenza, effetto rapido, che richiede 1 volta al giorno. Tra i lati negativi, il suo costo è di 200 rubli, a seconda del produttore.

Claritin

Il principio attivo è la loratadina. È rilasciato con vari nomi: Claritin, Loratadin, Lomilan, Lotharen. L'effetto di questo farmaco sul feto non è stato studiato a causa della sua novità. Tra i vantaggi del farmaco si distinguono l'azione rapida, una vasta gamma di effetti, 1 volta al giorno, mancanza di sonnolenza. Prezzo - da 200 a 500 rubli.

Istruzioni per l'uso

La loratadina durante la gravidanza nel 1 ° trimestre viene utilizzata in caso di minaccia alla vita della madre. In questa fase, si stanno formando tutti i sistemi del nascituro, quindi la probabilità di fallimenti in questi processi nell'assunzione di farmaci non dovrebbe essere aumentata. La loratadina durante la gravidanza nel 2 ° trimestre appartiene al "gruppo B" di farmaci. Questo significa che dovrebbe essere usato quando ci sono letture difficili. L'auto-prescrizione di un farmaco è severamente vietata. La Loratadina durante la gravidanza nel 3 ° trimestre viene utilizzata anche in caso di emergenza. Non ha alcun effetto sul processo di nascita, quindi è possibile assumere questo farmaco nelle ultime settimane del periodo gestazionale.

La loratadina è disponibile sotto forma di compresse contenenti 0,01 g di ingrediente attivo, che corrisponde a una dose giornaliera. Il farmaco viene lavato con un bicchiere di acqua pulita. La loratadina viene assunta 1 volta al giorno, 1 compressa, preferibilmente contemporaneamente. Il farmaco non crea dipendenza, tuttavia, il corso del trattamento quando si trasporta un bambino non deve superare 1 mese.

Fenistil

Il farmaco sotto forma di capsule non è ora disponibile nel mercato russo. Le farmacie hanno gocce per somministrazione orale e gel per uso esterno.
Il farmaco è approvato per l'uso nei neonati e quindi è spesso prescritto per le donne in gravidanza.

Il gel per il trattamento locale può essere usato senza paura, praticamente non viene assorbito, non entra nel flusso sanguigno. Fenistil fa parte delle emulsioni antiherpetic.

  • sicuro anche per i bambini;
  • fascia di prezzo media.
  • spettro d'azione non molto ampio;
  • moduli a rilascio limitato;
  • possibili reazioni avverse.
Nome del farmacoForma di rilascio, dosaggioVolume / quantitàPrezzo, rub.
suprastinCompresse da 25 mg20 pezzi150
Iniezione5 fiale da 1 ml150
DiazolinCompresse da 50/100 mg10 pezzi40/90
cetirizinaCetirizine Hexal Tab. 10 mg10 pezzi70
Gocce esagonali di cetirizina20 ml250
Scheda Zirtek. 10 mg7 pezzi220
Zyrtec scende10 ml330
Scheda Zodak. 10 mg30 pezzi260
Zodak scende20 ml210
ClaritinScheda Loratadine. 10 mg10 pezzi110
Claritin Tab. 10 mg10 pezzi / 30 pezzi220/570
Sciroppo di Claritin60 ml / 120 ml250/350
Compressa di clarotadina da 10 mg10 pezzi / 30 pezzi120/330
Sciroppo di clarotadina100 ml140
FexadineFexadine Tab.120 mg10 pezzi230
Tab Fexadine. 180 mg10 pezzi350
Scheda Telfast. 120 mg10 pezzi445
Scheda Telfast. 180 mg10 pezzi630
Scheda Fexofast. 180 mg10 pezzi250
Scheda Allegra. 120 mg10 pezzi520
Scheda Allegra. 180 mg10 pezzi950
FenistilGocce20 ml350
Gel (esterno)30 g / 50 g350/450
Emulsione (esterna)8 ml360

Antistaminici con effetti collaterali sul feto

Gli antistaminici usati in precedenza hanno avuto un significativo effetto sedativo, alcuni hanno un effetto miorilassante. In alcuni casi, è stato utile nel trattamento delle allergie e anche per alleviare la nausea, ma l'effetto sul feto può essere estremamente negativo.

Gli antistaminici non sono prescritti prima della nascita per mantenere l'attività del neonato.

Sarà difficile per un bambino pigro e "assonnato" fare il suo primo respiro, minaccia di aspirazione, possibile polmonite in futuro.

L'effetto intrauterino di questi farmaci può manifestarsi come malnutrizione fetale, che influenzerà anche l'attività del neonato.

può aumentare il tono uterino, causare contrazioni premature

ha un effetto negativo sullo sviluppo fetale

non raccomandato durante la gravidanza, ha un effetto deprimente sul sistema nervoso

colpisce la funzionalità epatica, la frequenza cardiaca, ha un effetto tossico sul feto

Al fine di evitare effetti dannosi sul feto, gli antistaminici non sono raccomandati per le donne in gravidanza durante il primo trimestre. In questo periodo cruciale, quando si formano tutti gli organi del nascituro, la placenta non è ancora stata formata e le sostanze che entrano nel sangue della madre possono influenzare la salute del feto..

Le medicine durante questo periodo sono usate solo in caso di minaccia alla vita della madre. Nel secondo e terzo trimestre, il rischio è inferiore, quindi l'elenco di farmaci accettabili può essere ampliato.

Tuttavia, in ogni caso, si preferisce un trattamento locale e sintomatico, gli antistaminici sono prescritti a piccole dosi e per un tempo limitato..

Analoghi

Il farmaco ha un numero di analoghi strutturali, ma la maggior parte di essi è controindicata nelle donne in gravidanza a causa delle stesse proprietà. Tutti gli antistaminici non sono raccomandati per le future mamme.

  1. Molto spesso, con un'allergia in una donna incinta, i medici cercano di limitarsi agli agenti topici. Quindi, per ripristinare la pelle infiammata e idratare, viene prescritto Bepanten. Il componente attivo della sua composizione è il dexpantenolo.
    Quando il prodotto viene applicato sulla pelle, si forma acido pantotenico, che contribuisce al ripristino dell'epidermide e alla rigenerazione dei tessuti.
  2. Un altro rimedio sicuro per la futura mamma è Skin-cap. Questo è un farmaco non steroideo con un ampio spettro di azione, che allevia il prurito e l'infiammazione della pelle, facilita il sonno e praticamente non viene assorbito dalla superficie dell'epidermide.
  3. Con forte prurito e un'eruzione cutanea, può essere prescritto un ciclo a breve termine di farmaci glucocorticosteroidi locali topici. Questi includono mometasone furoato, metilprednisolone aceponato, idrocortisone butirrato.

Elenco di antistaminici VIETATI durante la gravidanza

Nel secondo e terzo trimestre, alcuni antistaminici possono essere assunti, ma solo secondo le indicazioni e solo come indicato dal medico. Tuttavia, ci sono farmaci antiallergici, il cui uso è severamente vietato in qualsiasi fase della gravidanza:

Difenidramina - in grado di influenzare la contrattilità dell'utero, quindi è certamente vietato durante il periodo di gestazione.

Betadrin - una controindicazione completa e incondizionata per qualsiasi periodo di gestazione gestazionale.

Pipolfen - una controindicazione completa e incondizionata per qualsiasi periodo di gestazione gestazionale.

Tavegil è una controindicazione completa e incondizionata per qualsiasi periodo di gestazione gestazionale, poiché l'assunzione di questo farmaco può provocare malformazioni fetali.

La claritina è una controindicazione completa e incondizionata per qualsiasi periodo di gestazione gestazionale. Può essere nominato solo per motivi di salute se è impossibile sostituirlo adeguatamente.

Il ketotifene è una controindicazione completa e incondizionata in qualsiasi fase della gestazione gestazionale, perché non ci sono dati esatti sull'effetto di questo farmaco sul feto.

L'astemizolo è una controindicazione completa e incondizionata per qualsiasi periodo di gestazione gestazionale, poiché è dimostrato l'effetto teratogeno di questo farmaco, cioè esiste una probabilità di difetti intrauterini e deformità.

Controindicazioni

La loratadina è vietata per l'uso nelle persone:

  1. Meno di 2 anni.
  2. Ipersensibile alla loratadina.
  3. Con patologie ai reni e al fegato.
  4. Allattamento.

La loratadina è un antistaminico di seconda generazione, pertanto ha un minimo di effetti collaterali. Tuttavia, in alcune persone, quando viene utilizzato dal sistema nervoso, si può osservare: mal di testa, sonnolenza, affaticamento, ridotta concentrazione e attenzione. Tra gli effetti collaterali associati al sistema digestivo, ci sono: nausea, vomito, costipazione e diarrea. Raramente, la loratadina influisce negativamente sul sistema urinario, quindi i pazienti possono manifestare uno scolorimento delle urine e minzione dolorosa. Questo farmaco provoca anche effetti collaterali a carico del sistema cardiovascolare: aritmie, abbassamento o aumento della pressione sanguigna.

Il meccanismo d'azione delle droghe

Il mercato farmaceutico offre ai clienti 3 generazioni di farmaci antiallergici. Hanno lo stesso meccanismo d'azione, ma si differenziano per il potere dell'effetto e per gli effetti collaterali. Una reazione allergica è provocata da un agente patogeno, sotto l'influenza della quale inizia la produzione di istamina nel corpo. Diventa attivo, si verificano sintomi allergici. I farmaci antiallergici riducono il rilascio di istamina, ripagandolo. Pertanto, i sintomi clinici vengono eliminati..

L'efficacia di fermare l'intolleranza dipende dall'evitare il contatto ripetuto con l'allergene. Non un singolo farmaco antiallergico funzionerà se si verifica un effetto regolare dell'agente patogeno sul corpo. Ad esempio, tenere un animale domestico a casa con intolleranza al mantello, errori nello schema dietetico in caso di rifiuto delle proprietà protettive di alcuni prodotti dal menu.

Durante la gravidanza del bambino, la futura mamma sostiene in ogni modo la sua salute per evitare malattie. Tuttavia, non è sempre possibile neutralizzare il problema, se una donna ha un'allergia, quindi periodicamente ricorda a se stessa. Per eliminare le sindromi allergiche, assumere farmaci, uno dei quali è Claritin. Vediamo come agisce il prodotto sul feto in via di sviluppo e se Claritin può usare durante la gestazione.

Il farmaco non provoca effetti negativi sul corpo della donna incinta e sul nascituro, tuttavia le reazioni a tali medicinali sono talvolta imprevedibili. Dipende dalle caratteristiche di ogni singolo organismo. Non è sempre possibile tenere conto di questi motivi durante la ricerca di un nuovo farmaco, quindi nelle istruzioni non ci sono dati.

Per raccomandare questo farmaco per l'uso, è necessaria la consultazione di un medico. Il medico esaminerà il corpo e identificherà la razionalità dell'assunzione di Claritin. Il principio attivo del farmaco sopprime i recettori dell'istamina H1. La sostanza istamina smette di entrare nel flusso sanguigno, inibendo lo sviluppo di una reazione.

Prevenzione delle allergie

Al fine di prevenire lo sviluppo di allergie, è importante rispettare una serie di requisiti:

  • eliminazione dello stress, rilassamento e riposo. Un buon umore e un sano stato mentale della donna incinta possono evitare molti problemi e malattie aspettandosi un bambino;
  • restrizione nella comunicazione con gli animali. Non dovresti avere animali domestici durante la gravidanza, ma se li hai già e la donna è “in posizione”, iniziano a comparire sintomi di allergia o c'è una tendenza a questa malattia, quindi è consigliabile darli ai parenti per un po ';
  • rispetto delle norme e delle norme igieniche. Una regolare pulizia a umido, frequenti cambi di vestiti e biancheria da letto, nonché la ventilazione del soggiorno prevengono possibili allergeni;
  • attenzione alle reazioni del corpo alle piante fiorite. Le piante domestiche che possono causare allergie devono essere eliminate. E con una possibile allergia alle piante di strada, è consigliabile partire temporaneamente per un altro posto o ridurre al minimo le uscite esterne durante il periodo di fioritura..

Particolare attenzione è rivolta alle diete ipoallergeniche per le future mamme. Possono essere diversi, ma il principale effetto preventivo è uno: i prodotti che possono causare una reazione allergica sono esclusi dalla dieta della donna incinta: agrumi, miele, cioccolato, frutti di mare, frutti esotici, ecc. Quando si trasporta un bambino, è necessario rispettare le regole di una dieta sana - rifiutare speziato, speziato, fritto, affumicato e salato, nonché dolce in grandi quantità.

Una dieta ipoallergenica per una futura madre può essere più o meno rigorosa dell'opzione di questo bambino e dipendere dalle reazioni individuali del corpo della donna

L'importanza delle misure preventive

È abbastanza chiaro che nessun antistaminico fornisce una sicurezza al cento per cento e la ricezione può essere causata solo da estrema necessità. L'automedicazione per le donne in gravidanza è severamente vietata, le diagnosi e la nomina della terapia sono molti medici.

Il modo più semplice e sicuro per evitare le allergie per le future mamme è la prevenzione: l'uso di assorbenti, una dieta ipoallergenica, la limitazione del contatto con gli allergeni, puoi anche contattare un laboratorio specializzato per un test allergologico.

Se non è stato possibile evitare le manifestazioni della malattia, si consiglia di privilegiare i farmaci topici, come spray, crema o unguento, aerosol. I farmaci più sicuri insieme a Diazolin e Suprastin sono la fexofenadina, come Telfast, Gifast.

Il comportamento competente e l'adesione alle raccomandazioni del medico aiuteranno una donna incinta a minimizzare i rischi associati alle malattie allergiche e rendere un bambino sano.

Istruzioni per l'uso e il dosaggio

La loratadina può essere utilizzata come profilassi di un attacco di allergia se è noto che il contatto con l'allergene non può essere evitato. In questo caso, in poche ore è necessario bere una compressa, berlo con acqua pulita. Inizierà ad agire tra un'ora e mezza. È possibile assumere una compressa al giorno. È vietata la ricezione per più di un mese. Il ricevimento di Loratadin durante la gravidanza nel 1 ° trimestre è severamente vietato.

Se è già iniziato un attacco allergico, puoi prendere rapidamente la pillola con un bicchiere d'acqua. L'azione di un antistaminico dura un giorno, quindi non è necessario ripeterlo. La loratadina ha un effetto broncodilatatore, ma se non è arrivato sollievo dopo l'assunzione della pillola, è necessario utilizzare un altro mezzo per normalizzare la respirazione..

Droghe consentite durante la gravidanza: quali farmaci puoi bere?

Un numero enorme di persone affronta allergie. Uomini e donne di qualsiasi età sono ammalati, i bambini sono molto sensibili alle reazioni allergiche. Pertanto, la ricerca in questo settore e lo sviluppo di nuovi farmaci è molto attiva..

La sostituzione di farmaci allergici che richiedono dosi multiple e causa sonnolenza arriva una nuova generazione di formule - con un effetto prolungato e un minimo di effetti collaterali.

Preparati vitaminici per le allergie

Non dimenticare che non solo gli antistaminici, ma anche alcune vitamine possono aiutare a combattere i sintomi delle allergie. E le donne incinte di solito hanno un atteggiamento più fiducioso nei loro confronti..

  • La vitamina C è in grado di prevenire efficacemente le reazioni anafilattiche e ridurre l'incidenza delle allergie respiratorie;
  • La vitamina B12 è riconosciuta come un potente antistaminico naturale, aiuta nel trattamento di dermatosi e asma;
  • l'acido pantotenico (Vit. B5) aiuterà nella lotta contro la rinite allergica stagionale e la reazione alla polvere domestica;
  • la nicotinamide (Vit. PP) allevia gli attacchi di allergia ai pollini primaverili.

Antistaminici tradizionali: pillole allergiche

I farmaci di nuova comparsa sono efficaci e non causano sonnolenza. Tuttavia, molti medici stanno cercando di prescrivere mezzi più tradizionali alle donne in gravidanza..
Sono state raccolte abbastanza statistiche per i medicinali che sono stati sul mercato da 15-20 anni o più per parlare della loro sicurezza o impatto negativo sulla salute del feto..

suprastin

Il farmaco è noto da molto tempo, è efficace in varie manifestazioni di allergie, è permesso sia ad adulti che a bambini, e quindi può essere assunto durante la gravidanza.

Nel primo trimestre, quando si formano gli organi fetali, questo e altri farmaci devono essere assunti con estrema cautela, solo in caso di emergenza. Nel resto del periodo, suprastin è consentito

  • prezzo basso;
  • prestazione;
  • efficacia per diversi tipi di allergie.

provoca sonnolenza (per questo motivo è prescritto con cautela nelle ultime settimane prima del parto); provoca secchezza delle fauci (a volte mucose degli occhi).

Diazolin

Questo farmaco non ha una velocità come la suprastin, ma allevia efficacemente la manifestazione di reazioni allergiche croniche.
Non provoca sonnolenza, pertanto, ci sono restrizioni nell'appuntamento solo nei primi 2 mesi di gravidanza, nel resto del periodo è consentito l'uso del medicinale.

  • prezzo abbordabile;
  • ampia gamma di azioni.

azione breve (è necessario 3 volte al giorno).

cetirizina

Si riferisce a una nuova generazione di droghe. Può essere prodotto con nomi diversi: Cetirizina, Zodak, Allertek, Zirtek, ecc. Secondo le istruzioni, la cetirizina è vietata durante la gravidanza e l'allattamento..

A causa della novità del farmaco, non ci sono dati sufficienti sulla sua sicurezza. Tuttavia, è prescritto alle donne in gravidanza nel 2 ° e 3 ° trimestre in situazioni in cui i benefici dell'assunzione superano significativamente il rischio di effetti collaterali.

  • ampio spettro d'azione;
  • prestazione;
  • non provoca sonnolenza (tranne che per le reazioni individuali);
  • ricevimento una volta al giorno

prezzo (a seconda del produttore);

Claritin

Il principio attivo è la loratadina. Il farmaco può essere prodotto con nomi diversi: Loratadin, Claritin, Clarotadin, Lomilan, Lotharen, ecc..
Lo stesso di quello della cetirizina, l'effetto della loratadina sul feto non è stato ancora adeguatamente studiato a causa della novità del farmaco..

Ma studi condotti in America su animali hanno dimostrato che l'uso di loratadina o cetirizina non aumenta il numero di patologie dello sviluppo fetale.

  • ampio spettro d'azione;
  • prestazione;
  • non provoca sonnolenza;
  • ricezione 1 volta al giorno;
  • prezzo abbordabile.

prescritto con cautela durante la gravidanza

Fexadine

Si riferisce a una nuova generazione di droghe. È prodotto in vari paesi con un nome diverso: Fexadin, Telfast, Fexofast, Allegra, Telfadin. Puoi anche incontrare la controparte russa - Gifast.

Negli studi su animali in gravidanza, la fexadina ha mostrato effetti collaterali con un uso prolungato a dosi elevate (aumento della mortalità a causa del basso peso fetale).

Tuttavia, quando prescritto alle donne in gravidanza, tale dipendenza non è stata rivelata.

Durante la gravidanza, il farmaco viene prescritto per un periodo limitato e solo in caso di inefficacia di altri medicinali.

  • ampia gamma di azioni
  • prestazione
  • ricevimento una volta al giorno.

con cautela è prescritto durante la gravidanza; l'efficacia diminuisce con l'uso prolungato.

Vitamine per allergie nel periodo perinatale

Le vitamine aiutano efficacemente nella lotta contro la condizione patologica. Devono essere utilizzati anche nel periodo perinatale per colmare la carenza di utili oligoelementi nel corpo..

  1. Vitamina C. L'elemento di traccia previene efficacemente la reazione anafilattica, riduce la frequenza dei sintomi allergici.
  2. Vitamina B12 Questa sostanza è riconosciuta come un forte antiallergene naturale, che aiuta nella lotta contro la dermatosi e l'asma..
  3. Acido pantotenico o Vitamina B5. Mostra un effetto elevato con manifestazioni stagionali accompagnate da rinite allergica..
  4. Nicotinamide o Vitamina PP. L'elemento traccia facilita l'allergia primaverile al polline delle piante.

La durata del corso di somministrazione dipende dall'intensità dei sintomi ed è impostata rigorosamente individualmente.

Quali antistaminici possono essere assunti durante la gravidanza??

L'allergia è rappresentata dalla risposta atipica del sistema immunitario a qualsiasi stimolo che è entrato nel corpo. A volte le sostanze familiari e non pericolose possono provocare una reazione dolorosa del corpo. Le allergie possono verificarsi in vari organi, sistemi del corpo. Di fronte a un tale problema, le future mamme si consultano con specialisti. Sono interessati alla domanda: quali antistaminici durante la gravidanza sono meno pericolosi per il loro bambino.

Per riconoscere facilmente i segni di una reazione atipica del corpo agli allergeni con una posizione così delicata nelle donne, è necessario sapere quali tipi di allergie sono:

  • Rinite. Questo tipo di reazione è considerato il più comune nelle donne in gravidanza. Si osserva non stagionalmente, ma in qualsiasi momento dell'anno. Più spesso manifestato dal secondo trimestre;
  • Congiuntivite. Si verifica quando un certo allergene entra nell'occhio. Indipendentemente raro. Di solito accompagna la rinite;
  • Dermatite, orticaria. La reazione cutanea si manifesta con arrossamento, eruzione cutanea sul derma, prurito, desquamazione dell'epitelio;
  • Asma bronchiale. Questa patologia è fissata nel 2% delle donne in gravidanza. La sua esacerbazione si osserva alla fine del 2o trimestre;
  • Edema di Quincke;
  • Shock anafilattico.

Qualsiasi tipo di reazione allergica deve essere trattato sotto la supervisione di uno specialista. Questa condizione della madre è pericolosa ipossia (carenza di ossigeno) del feto. Lo sviluppo dell'ipossia fetale è provocato da spasmi dei vasi della placenta che si verificano quando si assumono determinati farmaci, gonfiore della mucosa nasale, tessuto polmonare e insufficienza respiratoria. Dopo aver diagnosticato un'allergia in una donna incinta, il medico prescrive alcuni antistaminici per le donne in gravidanza.

Durante il portamento del bambino, si nota un aumento della produzione di cortisolo da parte del corpo, che mostra attività antiallergica. Data questa caratteristica, le donne in gravidanza raramente soffrono di segni di allergie. Ma ci sono eccezioni. È più difficile ammalarsi per le donne in gravidanza, perché molti farmaci sono controindicati a causa della loro situazione speciale.

I farmacisti hanno sviluppato tre generazioni di antistaminici. Hanno lo stesso principio di azione, la differenza è rappresentata dall'accuratezza, dalla selettività dell'attaccamento delle molecole del farmaco ai siti dei recettori del corpo.

L'istamina è responsabile dell'insorgenza di sintomi allergici immediati. Questo composto organico è prodotto da speciali mastociti, quindi si attacca a 3 tipi di recettori. Tali recettori si trovano in luoghi diversi:

  • stomaco;
  • sistema nervoso;
  • la maggior parte dei tessuti del corpo.

Sotto l'influenza degli antistaminici, sono coinvolti i recettori liberi, che vengono bloccati per un certo periodo. In questo caso, si nota una diminuzione della gravità di una reazione allergica.

Composizione e forma di rilascio

La loratadina appartiene al gruppo dei bloccanti dei recettori dell'istamina. L'istamina è un mediatore dell'infiammazione che provoca allergie: orticaria, prurito, lacrimazione, starnuti. Questi sintomi si sviluppano nel caso di una connessione di istamina con i suoi recettori. La loratadina blocca questo processo, quindi, dopo aver assunto il farmaco, non ci sono manifestazioni di allergie. La loratadina ha tre forme di rilascio: compressa, sotto forma di sciroppo e sostanza in polvere. Il più comune è il primo tipo di farmaco. Il farmaco impedisce l'insorgenza di allergie, quindi può essere assunto come profilassi. Il farmaco Loratadin durante la gravidanza deve essere utilizzato solo sotto la supervisione di un medico, poiché se non assunto correttamente, può causare effetti negativi sul corpo del nascituro. La Loratadina inizia la sua azione in media 1,5-2,5 ore dopo l'assunzione della pillola. L'effetto massimo si ottiene dopo 8-12 ore e la sua cessazione si verifica dopo un giorno. Il farmaco non penetra nel sistema nervoso centrale, quindi non provoca una diminuzione dell'attenzione. La loratadina durante la gravidanza viene utilizzata secondo le seguenti indicazioni:

  • congestione nasale dovuta ad allergie;
  • febbre da fieno (allergia stagionale al polline delle piante);
  • infiammazione della congiuntiva degli occhi a causa di una reazione allergica;
  • orticaria;
  • Edema di Quincke;
  • spasmo laringeo;
  • allergia alle punture di insetti.

Antistaminici durante la gravidanza

Quando si verifica un'allergia nelle donne in una posizione, la terapia farmacologica viene prescritta con particolare attenzione

Il medico valuta la gravità dell'intossicazione e determina la necessità di una correzione farmacologica, poiché è importante non solo alleviare le condizioni della futura madre, ma anche non danneggiare il bambino nel suo grembo. Quali antistaminici possono essere utilizzati durante la gravidanza e quale terapia deve essere categoricamente abbandonata anche senza riguardo al tempo di attesa del bambino?

Tipi di antistaminici

Lo sviluppo di farmaci antiallergici è in corso da molti anni e con ogni nuova generazione di medicinali, i farmacologi si impegnano a ridurre sempre di più la tossicità dei medicinali e anche a garantire l'effetto selettivo dei loro componenti attivi. Quali antistaminici possono usare le donne durante la gravidanza? Si distinguono 3 generazioni di antistaminici:

  • 1a generazione. Le medicine di questo gruppo hanno l'effetto più esteso, quindi non solo bloccano i recettori dell'istamina, ma influenzano anche il funzionamento di altri sistemi del corpo. Molti di loro hanno un effetto sedativo: causano una sonnolenza, riducono la reazione. Tra gli effetti collaterali, si notano le mucose secche, c'è il rischio di difetti cardiaci da parte del bambino. Medicinali di questo gruppo: Suprastin, Difenidramina, Pipolfen (Diprazin), Tavegil, Diazolin, Zirtek, Allergodil.
  • 2a generazione. Anche i medicinali di questo gruppo, come i loro predecessori, non sono particolarmente popolari, in varia misura, ma hanno un effetto cardiotossico. La differenza è la mancanza di effetti inibitori sul sistema nervoso delle donne. Tra i farmaci di questo gruppo, si possono distinguere Claritin, Fenistil, Astemizol.
  • 3a generazione. I farmaci più moderni che non hanno un effetto sedativo o cardiotossico rientrano in questa categoria di farmaci. Tuttavia, anche questi farmaci non possono essere garantiti come sicuri per una donna in posizione e il suo bambino. Le medicine di questo gruppo includono Desloratadine (Telfast, Eden, Erius), Fexadin.

Il lavoro dei medicinali antiallergici è diretto in due direzioni principali: la neutralizzazione dell'istamina e la riduzione della sua produzione.

Antistaminici durante la gravidanza 1 trimestre

Come sapete, le prime settimane di gestazione delle briciole sono particolarmente importanti, poiché è durante questo periodo che ha luogo la formazione della persona futura. Ecco perché anche gli interventi apparentemente più piccoli possono avere conseguenze negative. Il sollievo delle manifestazioni allergiche durante questo periodo si verifica senza la partecipazione di prodotti farmacologici. L'eccezione è rappresentata da casi estremamente gravi che minacciano la vita di una donna o del suo bambino. La terapia è prescritta rigorosamente da un medico e viene eseguita sotto controllo medico..

Antistaminici durante la gravidanza 2 trimestre

Dopo essere entrato nel secondo trimestre, grazie alla barriera placentare formata, il bambino diventa più protetto da influenze esterne, inclusa l'influenza dei farmaci che sua madre è costretta a prendere. Tuttavia, la maggior parte degli antistaminici che possono alleviare le manifestazioni allergiche, anche durante la gravidanza, penetrano in misura maggiore o minore nella circolazione sistemica

Durante questo periodo, è consentita la correzione medica della condizione, ma con attenzione e rigorosamente secondo le indicazioni

Antistaminici durante la gravidanza 3 trimestre

Nonostante la vicinanza della nascita di un bambino, esiste ancora il pericolo per il bambino derivante dai componenti dei medicinali antiallergici. Se le condizioni della donna richiedono un intervento, il medico può prescrivere i farmaci più parsimoniosi tenendo conto della situazione della donna. Prima del parto, l'uso di farmaci antiallergici deve essere interrotto, quindi la loro azione può sopprimere il lavoro del centro respiratorio del bambino.

Antistaminici per gestanti

Attualmente, in farmacologia, esiste un numero considerevole di farmaci antiallergici prescritti per le donne in gravidanza..

Analizzando i dati su ciascuno di essi, possiamo trarre una conclusione inequivocabile: l'assunzione di antistaminici è controindicata nel primo trimestre di gravidanza e nei successivi periodi di gestazione è possibile solo come indicato dai medici. I farmaci di prima generazione sono spesso prescritti alle future mamme a causa di uno studio più approfondito di questi medicinali per il loro effetto sul feto (ad esempio, Suprastin). I medicinali appartenenti al gruppo di seconda e terza generazione sono meno studiati al momento e quindi sono prescritti alle donne in gravidanza meno frequentemente - tali medicinali hanno molte controindicazioni e una serie di effetti collaterali (Zodak, Zirtek, ecc.).

Tabella: panoramica degli antistaminici popolari

NomeModulo per il rilascioPrezzoSostanza attivaControindicazioniEffetti collateraliInterazione con altre medicineGravidanza
Tsetrin (farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • gocce;
  • sciroppo.
circa 150 rublicetirizina
  • età inferiore a 6 anni;
  • il primo trimestre di gravidanza e il periodo dell'allattamento al seno;
  • insufficienza renale ed epatica;
  • intolleranza ai componenti del farmaco.
  • disturbi del tratto digestivo - nausea, vomito, diarrea, dolore all'addome;
  • mal di testa, vertigini, sonnolenza;
  • eruzioni cutanee e prurito.
Con l'interazione del farmaco con altri farmaci, è possibile ridurre l'efficacia dell'uno e dell'altro. Pertanto, Cetrin è prescritto rigorosamente su raccomandazione di un medico.Il corso del trattamento e il dosaggio durante la gravidanza sono determinati dal medico curante.
Loratadina (farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • sciroppo;
  • polvere.
circa 100 rubliloratadina
  • la presenza di patologie del fegato e dei reni;
  • età da bambini fino a due anni;
  • periodo di lattazione;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco.
  • nausea, vomito, gastrite, secchezza delle fauci;
  • mal di testa, sovraccarico del corpo;
  • tachicardia;
  • eruzioni cutanee.
L'uso combinato di loratadina con altri farmaci può ridurre l'attività di questo antistaminico.La compressa di loratadina viene assunta una volta al giorno. La durata del farmaco è determinata dal medico, ma non deve superare i trenta giorni.
Zirtek (farmaco della II generazione)
  • pillole;
  • gocce.
circa 300 rubliLa cetirizina
  • primo trimestre di gravidanza;
  • allattamento;
  • insufficienza renale;
  • intolleranza ai componenti del farmaco.
  • stato aggressivo, irritabilità;
  • tremore, convulsioni, svenimento;
  • tachicardia;
  • deficit visivo;
  • nausea e diarrea.
L'uso di Zirtek con farmaci di altri gruppi farmacologici è possibile su raccomandazione di un medicoIl farmaco è prescritto dal medico individualmente e in casi eccezionali, nonché in determinate dosi.
Claritin (farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • sciroppo.
circa 300 rubliloratadina
  • i primi tre mesi di gestazione;
  • tempo di allattamento al seno;
  • l'età del bambino è inferiore a tre anni;
  • insufficienza epatica e renale;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco.
  • mal di testa;
  • affaticamento eccessivo;
  • disordini mentali;
  • insonnia.
L'interazione di Claritin con altri farmaci non ha un effetto significativo sul loro effetto..Le compresse o lo sciroppo vengono assunti per via orale una volta al giorno nel II e III trimestre di gravidanza. Se il farmaco non funziona per tre giorni, il suo uso viene annullato.
Zodak (farmaco di seconda generazione)
  • pillole;
  • gocce;
  • sciroppo.
circa 150 rublicetirizina
  • compromissione del funzionamento del fegato e dei reni;
  • l'età del bambino è fino a un anno e mezzo;
  • allattamento;
  • gravidanza.
  • mal di testa e vertigini;
  • stanchezza e sonnolenza;
  • aumento dell'attività della bilirubina e degli enzimi epatici.
Non ci sono dati specifici sull'interazione del farmaco con altri farmaci - non sono stati condotti studi.Zodak appartiene al gruppo di farmaci pericolosi per le donne in gravidanza, pertanto può essere prescritto in casi eccezionali e ad un determinato dosaggio dal medico curante.
Fenistil (farmaco di 1a generazione)
  • gocce;
  • gel;
  • emulsione.
circa 300 rublidimetindene maleato
  • meno di un mese;
  • glaucoma;
  • iperplasia prostatica;
  • intolleranza ai componenti del farmaco.
  • pelle che brucia e secca;
  • dermatite, prurito della pelle ed eruzioni cutanee.
I dati sull'interazione di Fenistil con altri farmaci non sono noti.Fenistil viene usato durante la gravidanza, ma la dose non deve superare più di due grammi di farmaco al giorno.
Suprastin (farmaco di 1a generazione)
  • pillole;
  • fiale.
circa 130 rublichloropyramine
  • asma;
  • ulcera allo stomaco;
  • glaucoma;
  • aritmia;
  • infarto miocardico;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco.
  • disturbi psicomotori, sonnolenza, letargia;
  • vertigini e mal di testa;
  • tremori e crampi;
  • tachicardia, aritmia;
  • vomito, nausea, diarrea, alterazioni dell'appetito;
  • miopatia.
L'uso combinato di Suprastin e di altri farmaci può portare a cambiamenti nell'efficacia dei medicinali.Durante la gravidanza, il trattamento con il farmaco è rigorosamente prescritto dal medico.

Galleria fotografica: antistaminici prescritti per le donne in gravidanza

L'uso di Cetrin è severamente vietato nel primo trimestre di gravidanza.La Loratadina è usata solo come prescritto da un medico in qualsiasi fase della gravidanza.Il Claritin può essere usato durante la gravidanza nel secondo e terzo trimestre. in caso di reazioni allergiche del corpo a dosi limitate e come prescritto dal medico, il farmaco Zirtek è prescritto alle donne in gravidanza in rari casi Suprastin viene usato durante la gravidanza con numerosi sintomi allergici, ma il dosaggio del farmaco è determinato dal medico

Rappresentanti chiave

Gli antistaminici sono disponibili in diverse strutture chimiche, a seconda della classe (generazione) di farmaci.

Gli antistaminici di prima generazione hanno un effetto potente e rapido, una bassa selettività e un'azione anticolinergica aggiuntiva. Questo gruppo comprende Suprastin, Difenidramina, Pipolfen, Diazolina e Tavegil. L'effetto collaterale principale è la sedazione..

Rappresentanti della seconda generazione sono Claritin, Astemizol, Fenistil. Non inibiscono il sistema nervoso centrale, poiché non penetrano nella barriera emato-encefalica e non bloccano i recettori H3. Ma il risultato del trattamento può essere previsto solo dopo alcune settimane di uso regolare.

I moderni farmaci di 3 generazioni sono anche destinati alla terapia a lungo termine delle malattie allergiche. Non hanno l'effetto cardiotossico, che è inerente ad alcuni rappresentanti della seconda generazione di antistaminici, è ben tollerato. Più spesso utilizzati sono Cetirizine (Zirtek, Cetrin), Erius, Telfast.

Durante la gravidanza, potrebbe essere necessario sia un rapido sollievo della reazione allergica acuta che si è verificata, sia un trattamento a lungo termine della malattia

Ma dati gli effetti collaterali e la possibilità dell'effetto dei farmaci sul feto, è importante utilizzare non solo mezzi efficaci, ma anche abbastanza sicuri. Pertanto, lontano da tutti gli antistaminici sono accettabili per le donne in una posizione "interessante".

Effetti collaterali

Ogni rimedio ha una serie di effetti collaterali. Le medicine hanno un forte effetto sedativo, alcune sono famose per il loro effetto miorilassante. Un bambino può nascere letargico, il che gli impedirà di fare il suo primo respiro. Questo è irto di aspirazione, polmonite. L'effetto intrauterino degli antistaminici può manifestarsi come ipotrofia infantile, che influisce anche sulla sua attività.

Quali effetti collaterali causano farmaci specifici:

  • Difenidramina - in grado di aumentare il tono uterino, causarne la riduzione;
  • Terfenadina: comporta una perdita di peso in un bambino;
  • Pipolfen: è indesiderabile da usare a causa del suo effetto inibitorio sul sistema nervoso centrale;
  • Betadrin: aumenta il rischio di aborto spontaneo;
  • Astemizolo: colpisce il fegato, il ritmo cardiaco, ha un effetto tossico sul feto.

Se la situazione lo consente, viene effettuato un trattamento locale e sintomatico e vengono prescritti antistaminici a piccole dosi con una durata limitata del consumo..

Madre e feto: sentirsi allergici

Se i sintomi allergici superano una donna incinta nelle prime fasi - fino a 16 settimane, questo è un grande pericolo per il feto. Una placenta non formata non serve ancora come barriera contro la penetrazione degli antigeni, pertanto possono influenzare negativamente l'embrione. E se vengono somministrati antistaminici, l'istamina verrà bloccata, il che è necessario per lo sviluppo di un embrione nell'utero.

In un secondo momento, le donne in gravidanza con allergie sospirano di sollievo: e si forma la placenta - non "farà entrare" nulla in più per il bambino e puoi già prendere la medicina.

L'opinione che le allergie materne non siano trasmesse al feto è molto comune e considerata vera. Ma il pericolo per il feto quando la madre è allergica rimane.

  1. Il bambino nell'utero soffre di sua madre, sia a livello fisiologico che psicologico.
  2. Con lo sviluppo di allergie dell'asma bronchiale, è possibile l'ipossia fetale.
  3. Aumenta la probabilità della predisposizione di un bambino alle allergie in futuro.

Una donna con allergie sperimenta nervosismo, irritabilità, il suo appetito può diminuire, le sue condizioni generali possono peggiorare..

indicazioni

Durante la gravidanza, il corpo può iniziare a rispondere in modo inappropriato a qualsiasi cosa e prodotto inerente alla vita quotidiana. Lo stress, l'aria inquinata, l'interruzione ormonale possono influire in particolare sullo sviluppo di una reazione corporea indesiderata.

È abbastanza difficile trattare le allergie durante la gravidanza. Quasi tutte le droghe sono vietate e i metodi della nonna non sono sempre efficaci. Ed è necessario affrontare questo disturbo, poiché un'allergia può svilupparsi in una malattia cronica.

Nelle prime fasi, una manifestazione allergica è un disturbo pericoloso e può danneggiare un bambino non ancora nato. Fino a 16 settimane, la placenta non protegge ancora adeguatamente il feto dalla penetrazione degli antigeni. È controindicato assumere farmaci che bloccano l'istamina, perché questo composto organico è necessario per il normale sviluppo dell'embrione.

Se un'allergia ha superato una donna nelle ultime fasi della gravidanza, il trattamento e la prevenzione con un farmaco sono reali:

  • condizione fisica e psicologica della madre, colpisce direttamente il bambino;
  • se l'allergia non viene trattata, possono insorgere complicazioni, ad esempio l'asma bronchiale, che può provocare ipossia fetale;
  • in futuro, il bambino potrebbe essere predisposto a reazioni allergiche.

L'allergia provoca eccessivo nervosismo ed eccitabilità, probabilmente una diminuzione dell'appetito e un deterioramento delle condizioni generali del corpo.


La loratadina deve essere utilizzata secondo le istruzioni e attentamente monitorata dal medico se i benefici per la madre superano i rischi per il feto. Qualsiasi farmaco può influire negativamente sullo sviluppo del corpo del nascituro.