Diagnosi di intolleranza alimentare, 96 allergeni e allergeni misti

Nutrizione

Askaris (Ascaris) IgG4

Fungo bianco IgG4

Fagioli: rosso, bianco, verde IgG4

Noce IgG4

Grano saraceno IgG4

Tè verde IgG4

Iwashi (sardina) IgG4

Caviale nero IgG4

Zucchine Zucchine IgG4

Candida IgG4

Broccoli IgG4 Cavolo

Cavolo: verde, bianco, Savoia, Bruxelles IgG4

Carpa (carpa) IgG4

Latte di capra IgG4

Latte vaccino IgG4

Mais (grano) IgG4

Pollo all'uovo (intero) IgG4

Cipolle IgG4

Merlot (nasello) IgG4

Carne di agnello IgG4

Carne di tacchino IgG4

Carne di coniglio IgG4

Carne di pollo IgG4

Carne di maiale IgG4

Avena (grano) IgG4

Lievito per panetteria IgG4

Peperoni: piselli bianchi, verdi, neri, piselli IgG4

Miglio (miglio) IgG4

Grano (grano) IgG4

Crostacei: granchio, aragosta spinosa, aragosta (cancro), gamberi IgG4

Farina di segale IgG4

Lattuga IgG4

Semi di girasole IgG4

Rosso ribes, IgG4 nero

Spezie: pimento, paprika, peperoncino, peperoncino, peperoni IgG4

Spezie: alloro, aneto, prezzemolo, radice di prezzemolo IgG4

Mozzarella IgG4

Parmigiano IgG4

Emmental IgG4 di formaggio

Orzo (grano) IgG4

L'intolleranza alimentare di diversi prodotti è il flagello della società moderna. L'analisi degli allergeni alimentari è necessaria per creare una dieta equilibrata che non danneggi la salute del paziente.

I componenti alimentari scarsamente digeriti o non assorbiti dall'organismo hanno un effetto tossico sull'uomo. Non sono utilizzati dalle cellule del corpo per lo scopo previsto, ma sono percepiti da loro come anticorpi estranei che devono essere combattuti.

Indicazioni per un test di allergia alimentare

Tale controllo deve essere passato ai pazienti:

  • sovrappeso;
  • lamentarsi di eruzioni cutanee, mal di testa e dolori articolari;
  • durante l'allattamento;
  • neonati di età inferiore a 1 anno;
  • con malattie croniche del tratto gastrointestinale;
  • i cui bambini ingrassano male e sono in ritardo di sviluppo.

Un'analisi degli allergeni alimentari negli adulti, il cui prezzo ti consente di portarlo a tutta la famiglia, per identificare prodotti alimentari sicuri e pericolosi. In conformità con i risultati dello studio, si formano 3 pannelli di prodotto: consentiti per un uso frequente, consentiti per l'uso non più di 1-2 volte a settimana e vietati.

Puoi donare sangue per intolleranza alimentare nel nostro centro. Verificare con i dipendenti l'attuale costo dell'analisi e le specifiche per superare il test..

REGOLE GENERALI PER LA PREPARAZIONE DELL'ANALISI DEL SANGUE

Per la maggior parte degli studi, si raccomanda di donare il sangue al mattino a stomaco vuoto, questo è particolarmente importante se si esegue il monitoraggio dinamico di un determinato indicatore. Mangiare può influenzare direttamente sia la concentrazione dei parametri studiati sia le proprietà fisiche del campione (aumento della torbidità - lipemia - dopo aver mangiato cibi grassi). Se necessario, puoi donare il sangue durante il giorno dopo 2-4 ore di digiuno. Si consiglia di bere 1-2 bicchieri di acqua naturale poco prima di prendere il sangue, questo aiuterà a raccogliere la quantità di sangue necessaria per lo studio, ridurre la viscosità del sangue e ridurre la probabilità di formazione di coaguli nella provetta. È necessario escludere la tensione fisica ed emotiva, fumando 30 minuti prima dello studio. Il sangue per la ricerca viene prelevato da una vena.

Analisi degli allergeni alimentari

Si prega di chiarire il tempo di fare un'analisi specifica e il programma dei medici nella colonna: "Come prendere" e nel "Programma dei medici"

Per comodità, sono stati introdotti telefoni aggiuntivi:

  • 8 (495) 380-20-19
  • 8 (495) 459-17-18
  • 8-905-546-59-33
  • 8-905-546-59-35
  • 8-905-546-59-51

Contanti e carte accettate.

Allergologia - analisi per allergeni alimentari e respiratori. Intolleranza alimentare.

Allergie immediate
Anticorpi IgE specifici. Il sistema immunitario è progettato per proteggere il corpo da batteri patogeni, virus e altri antigeni estranei. È necessaria una reazione protettiva per garantire la difesa del corpo durante il contatto iniziale con agenti patogeni, nonché per la sua immunizzazione durante il contatto ripetuto. Normalmente, la protezione è fornita da anticorpi di diverse classi (IgM, IgG, IgA), che circolano nel flusso sanguigno e sono responsabili dell'immunità umorale. In alcuni disturbi del sistema immunitario, le plasmacellule producono prevalentemente anticorpi appartenenti alle immunoglobuline di classe E (IgE), che svolgono un ruolo importante nell'innescare reazioni allergiche di tipo I..
Tutte le reazioni allergiche sono precedute da una fase asintomatica di contatto iniziale, durante la quale si formano specifici anticorpi IgE. A ripetuti contatti con gli allergeni che scatenano la reazione, questi anticorpi IgE reagiscono con gli allergeni, il che porta al rilascio di vari mediatori dai mastociti e dai basofili, in particolare il rilascio di istamina, che causa sintomi tipici di una reazione allergica di tipo I, come sensazione di bruciore, orticaria o eruzione allergica, dermatite, rinite allergica, febbre da fieno, asma e shock anafilattico.
Quando c'è una reazione allergica, gli allergeni che l'hanno causata possono essere determinati dalla determinazione di anticorpi IgE specifici nel siero del sangue; si può anche rilevare la sensibilizzazione asintomatica del corpo.

Preparazione all'analisi: non è richiesta alcuna preparazione speciale per l'analisi.

Il sistema di test RIDA AllergyScreen è destinato alla determinazione quantitativa e semiquantitativa di anticorpi IgE specifici per singoli allergeni nel siero umano mediante il metodo dell'immunoblot in vitro. Viene presentato un set di 10 pannelli di singoli allergeni:

Per imparare come eseguire i test, fare clic sull'icona nella colonna "Come eseguire" con il cursore opposto all'analisi necessaria

Pagato separatamente
Prelievo di sangue da una vena 260-00
Presa di materiale per la ricerca (naso, faringe, occhi, orecchio) 255-00
Presa del materiale per la ricerca (uroginecologica) 395-00

Proteina cationica eosinofila

Pannello 1:
20 allergeni (13 respiratori e 7 alimentari):
spunta Derm. Pteronyssinus, tick Derm. Farina, ontano, betulla, nocciola, miscela di erbe, segale (polline), assenzio, piantaggine, gatto, cavallo, cane, alternaria alternata, albume d'uovo (ovoalbumina), latte di mucca (pastorizzato), arachidi, nocciole, carote, farina di frumento, semi di soia.

messo in scena il lunedì, risultato mercoledì

Panel 2:
20 allergeni respiratori:
spunta Derm. Pteronyssinus, tick Derm. Farinae, betulla, nocciola, quercia, mix di erbe, segale (polline), assenzio, piantaggine, gatto, cavallo, cane, porcellino d'India, criceto dorato, coniglio, Penicillium notatum, Cladosporium herbarum, Aspergillus fumigatus, Alternaria alternata

messo in scena il lunedì, risultato mercoledì

Panel 3:
20 allergeni alimentari:
nocciole, arachidi. Noce, mandorle, latte, albume d'uovo, tuorlo d'uovo, caseina, patate, sedano, carote, pomodori, merluzzo bianco, granchi, arance, mele, farina di frumento, farina di segale, semi di sesamo, soia

messo in scena il lunedì, risultato mercoledì

Pannello pediatrico:
20 allergeni
spunta Derm. Pteronyssinus, tick Derm. Farina, betulla, mix di erbe, gatto, cane, alternaria alternata, latte, alfa-lattoalbumina, beta-lattoglobulina, caseina, albume d'uovo, tuorlo d'uovo, albumina sierica bovina, soia, carote, patate, farina di frumento, nocciole, arachidi

messo in scena il lunedì, risultato mercoledì

Intolleranza alimentare (anticorpi IgG)
Pannello russo (90 allergeni alimentari):
Avocado, latte di mucca, ananas, carota, arancia, melone, arachidi, formaggio a pasta molle, melanzane, avena, banane, cetrioli, agnello, olive, lattoglobulina, cola (noce), uva (bianco / nero), ippoglosso, glutine, pepe nero, manzo, peperoncino, mirtillo, pesca, pompelmo, prezzemolo, noce, grano, grano saraceno, miglio, funghi, fagioli macinati (fagioli), pera, riso, lievito per panettieri, segale, lievito di birra, sardine, piselli, barbabietole, peperoni verdi, carne di maiale, fragole / fragoline di bosco, sedano, tacchino, girasole (semi), yogurt, prugne, caseina, soia (fagioli), calamari, fagiolini (piselli di mucca), passera, ricotta / formaggio feta, broccoli, formaggio cheddar, cavolo, pomodori, patate, merluzzo, caffè, zucchero di canna, granchi, tonno, gamberi, zucchine, coniglio, ostriche, mais, trota, sesamo, nasello, tabacco, cavolfiore, pollo, orzo (grano intero), limone, tè nero, salmone, aglio, cipolle, formaggio svizzero, burro, cioccolato, miele, mele, mandorle, albume d'uovo, latte di capra, tuorlo d'uovo.

messo in scena il lunedì in estate, risultato mercoledì

StudiaPrezzo (primo / ripetuto)Come prendere
DETERMINAZIONE DI IgE SPECIFICHE
4950-00Come prendere
4950-00Come prendere
4950-00Come prendere
4950-00Come prendere
15.380-00Come prendere

Allergologo-immunologo-pneumologo (pediatrico)

Lavrentiev Alexander Vadimovich
diploma - pediatra
Candidato di scienze mediche
certificato di sviluppo professionale - "Allergologia e immunologia"
certificato di formazione continua - pneumologia
certificato di sviluppo professionale - "Pediatria"

Allergologi e immunologi (bambini)

Toptygina Anna Pavlovna
Dottore Diploma
Candidato di scienze mediche
certificato di sviluppo professionale - "Allergologia e immunologia"
sviluppo professionale - "Problemi reali di vaccinazione"

Reazioni allergiche lente.

Il problema dell'intolleranza alimentare e il ruolo degli alimenti e degli additivi alimentari nello sviluppo di malattie allergiche è stato di notevole interesse per molti anni. Una tale allergia è difficile da riconoscere, molte persone hanno sintomi di allergia agli alimenti più comunemente usati, ma non ne sono consapevoli e non sanno come stabilire quali alimenti hanno una reazione allergica..

Attualmente, esiste una gamma abbastanza ampia di test diagnostici relativi alla rilevazione di una risposta immunitaria agli allergeni alimentari, in particolare test per determinare specifici anticorpi IgG verso allergeni alimentari per diagnosticare una reazione allergica IgG-dipendente (reazione allergica ritardata o intolleranza alimentare). Per l'analisi, viene utilizzato il campione di siero del sangue di un paziente. Alla fine dello studio, i pazienti ricevono un parere sulla presenza di anticorpi specifici per gli allergeni studiati. Se vengono rilevati tali anticorpi, il medico sviluppa un regime di trattamento per il paziente e fornisce raccomandazioni sull'osservanza delle necessarie restrizioni dietetiche. Ad esempio, se viene rilevata un'alta concentrazione di anticorpi contro gli antigeni di gamberetti, il paziente li esclude completamente dalla sua dieta per lungo tempo. Con la completa esclusione del contatto con gli allergeni, le concentrazioni di immunoglobuline (anticorpi) specifiche per allergeni vengono ridotte e gradualmente il test diventa negativo. Hanno cantato per 3-6 mesi per escludere completamente l'uso di prodotti che causano intolleranza alimentare, quindi nella maggior parte dei casi l'uso di questi prodotti in futuro una volta ogni 3-4 giorni non darà complicazioni.

Il sistema russo di analisi degli immunosorbenti legato agli enzimi 9QG Allerquant Panel russo (versione internazionale) è progettato per determinare la quantità relativa di anticorpi IgG specifici agli allergeni alimentari nel siero umano. I dati ottenuti devono essere confrontati con manifestazioni cliniche, poiché un aumento del livello di anticorpi specifici per un determinato prodotto alimentare da solo non significa la presenza di una malattia. I risultati ottenuti durante questo studio indicano solo il livello di anticorpi IgG specifici agli allergeni alimentari e non forniscono informazioni sulla presenza o l'assenza di un meccanismo di allergia alimentare (reagin) dipendente dalle IgE.

Il sistema di test comprende 90 allergeni alimentari: avocado, latte di mucca, ananas, carote, arancia, melone, arachidi, formaggio a pasta molle, melanzane, avena, banane, cetrioli, agnello, olive, (3-lattoglobulina, cola (noce), uva (bianco / nero), ippoglosso, glutine, pepe nero, manzo, peperoncino, mirtillo, pesca, pompelmo, prezzemolo, noce, grano, grano saraceno, miglio, funghi, fagioli macinati (fagioli), pera, riso, lievito del panettiere, segale, lievito di birra, sardine, piselli, barbabietole, peperoni verdi, carne di maiale, fragole / fragole, sedano, tacchino, girasole (semi), yogurt, prugne, caseina, soia (fagioli), calamari, fagiolini, passera, ricotta / formaggio feta, broccoli, formaggio cheddar, cavolo, pomodori, patate, merluzzo bianco, caffè, zucchero di canna, granchi, tonno, gamberi, zucchine, coniglio, ostriche, mais, trota, sesamo, nasello, tabacco, cavolfiore, pollo, orzo (intero grano), limone, tè nero, salmone, aglio, cipolle, formaggio svizzero, burro, cioccolato, miele, mele, mandorle, albume d'uovo, latte di capra, tuorlo d'uovo.

Cosa ci dà la definizione di anticorpi IgG specifici agli allergeni alimentari?

L'intolleranza alimentare è più comune, molto più difficile da diagnosticare e peggiore da trattare di una vera allergia alimentare con una reazione immediata (reazione allergica IgE-dipendente). Il test di Prik (test cutaneo) con intolleranza alimentare, di norma, dà un risultato negativo. I sintomi di intolleranza alimentare di solito si sviluppano non prima di 2 ore, ma più spesso - pochi giorni dopo l'assunzione di determinati alimenti e il paziente non può associarlo a nessun tipo di cibo. Inoltre, le manifestazioni di intolleranza alimentare possono essere molto diverse, provocando lo sviluppo di centinaia di diversi sintomi o malattie.

Affidabilità e importanza clinica.

L'efficacia del trattamento dipende dalla correzione della dieta: nel 70% dei casi si verifica un miglioramento persistente della condizione. Molti pazienti con patologia inspiegabile a lungo termine con dolore persistente (mal di testa, artrite, ecc.), Quando determinano la fonte di intolleranza alimentare e la escludono dalla dieta per un certo periodo in combinazione con una dieta rotazionale di quattro giorni, possono ottenere un effetto terapeutico significativo, e in alcuni casi sbarazzarsi completamente del disturbo.

Il latte di mucca e i suoi derivati ​​sono i prodotti alimentari più comunemente consumati e le proteine ​​del siero di latte e la caseina sono gli allergeni alimentari più comuni. Una reazione allergica al latte può causare danni alla mucosa intestinale, che provoca sanguinamento e perdita di ferro. Esiste una relazione tra intolleranza alimentare e sviluppo dell'autismo infantile: nei pazienti con autismo, dopo aver mangiato latticini e prodotti a base di farina, si osserva il deterioramento dei sintomi neurologici insieme alla presenza di un alto livello di anticorpi IgG specifici per la caseina, così come gli anticorpi per le proteine ​​del latte vaccino (PCM). Con una dieta esclusiva, le condizioni di tali pazienti migliorano. È stata inoltre osservata una correlazione tra una reazione allergica al PCM (presenza di IgG anti-β (3-lattoglobulina) nel sangue del paziente e manifestazioni di reflusso gastroesofatico pediatrico. Nel gruppo di bambini con stitichezza "idiopatica" cronica con anticorpi IgG specifici alla r-lactoglobulina. 78 % dei bambini i sintomi sono scomparsi con una dieta ad eccezione del PCM e, dopo due dosi, la scrittura con il PCM è stata riattivata nel periodo 48-72 ore. Gli anticorpi IgG verso alcuni tipi di prodotti caseari inducono l'artrite.

L'associazione di alte concentrazioni di specifici anticorpi JgG con determinati sintomi clinici è stata stabilita non solo per il latte, ma anche per il grano e i gamberi (ad esempio, è stato notato lo sviluppo dell'infiammazione sinoviale articolare insieme alla crescita di anticorpi IgG specifici per gli antigeni dei gamberi). Ogni terzo bambino che ha intolleranza al latte di mucca ha anche intolleranza al latte di soia. Mangiare cibi come mais, uova, grano saraceno, segale, orzo e avena può causare mal di testa, otite media, sintomi gastrointestinali, frequenti infezioni, soffocamento, dermatite atonica, angina pectoris e orticaria. I dieci allergeni alimentari più comuni includono: latte di mucca, glutine di cereali, proteine ​​e tuorlo d'uovo, soia, mais, arachidi, crostacei, agrumi, lievito di birra e di birra.

Molti prodotti appartenenti allo stesso gruppo possono avere proprietà allergeniche simili. A volte i cibi di due diversi gruppi possono anche causare reazioni allergiche crociate. Per ridurre le manifestazioni allergiche, può essere raccomandato mangiare cibi bolliti, poiché sono meno allergenici dei cibi crudi..

Un test di intolleranza alimentare può essere utile per i pazienti con malattie croniche che sono stati mal curati per molti anni. La dieta in questa situazione può alleviare la condizione. Ad esempio, ^ il 90% dei bambini con fibrosi cistica con diarrea ha migliorato il proprio quadro clinico grazie alla dieta di esclusione compilata dall'analisi (anticorpi IgG specifici per gli antigeni del latte vaccino e le proteine ​​dell'uovo). Pertanto, per i pazienti con fibrosi cistica, la terapia convenzionale è insufficiente, deve essere prescritta una dieta esclusiva.

I bambini che si sviluppano male o le cui condizioni peggiorano dopo l'alimentazione possono avere una maggiore sensibilità a determinati alimenti, a volte ciò è dovuto alla dieta di una madre che allatta. In questo caso, sia la madre che il bambino dovrebbero essere esaminati per intolleranza alimentare..

I segni di intolleranza alimentare negli adulti si sviluppano lentamente. Pertanto, i pazienti che stanno appena iniziando a sviluppare intolleranza alimentare dovrebbero conoscere i prodotti che devono essere evitati e quindi ridurre la possibilità di complicazioni in futuro. Le informazioni ottenute nel test di intolleranza alimentare e le successive informazioni ben bilanciate e complete aiutano a migliorare tali pazienti. Ad esempio, molte persone hanno una reazione allergica al latte vaccino, ma non a quello di capra. La sostituzione del tipo di latte può essere efficace. Se sei allergico al grano, pane di segale, ecc. Possono essere utilizzati..

Per le persone in sovrappeso, porta una dieta esclusiva! alla perdita di peso. Molti pazienti riportano la correzione del peso e, in generale, un aumento della vitalità a seguito di una dieta basata sulla diagnosi di intolleranza alimentare.

Conclusione.

La combinazione di test per la sensibilità dei tipi immediati (allergia alimentare) e ritardata (intolleranza alimentare) conferma in modo più affidabile la presenza di allergie. È stato scoperto che la determinazione di anticorpi specifici delle classi di IgE e IgG identifica gli allergeni alimentari in misura del 90% in più rispetto ai test provocatori e viceversa: l'aggiunta dei risultati dei test cutanei ai dati su immunoglobuline specifiche non aumenta il numero di allergeni identificabili.

Sebbene l'analisi dell'intolleranza alimentare sia molto importante per ottenere informazioni sull'antigene, la causa della risposta immunitaria, non bisogna dimenticare altri tipi di allergie alimentari. Ciò include le risposte immunitarie non IgG e He-IgE-mediate o le risposte non immuni che si verificano su qualsiasi prodotto alimentare. Una reazione non immunitaria può essere una reazione allergica, che può includere malattie gastrointestinali, sensibilità agli additivi alimentari, fermentopatia. effetti farmacologici e risposta fisiologica.

Analisi degli allergeni alimentari

Con le allergie alimentari, è spesso difficile determinare da soli quale prodotto escludere dalla dieta. Ciò è dovuto a uno speciale meccanismo per lo sviluppo di reazioni alimentari, che si verifica piuttosto lentamente. Quindi, ad esempio, i sintomi delle malattie allergiche possono manifestarsi in 3-5 giorni, dopo l'ingestione di una sostanza che la provoca. Pertanto, i test per gli allergeni alimentari hanno un ruolo importante nella diagnosi di questa malattia..

Quando si diagnostica una reazione allergica alimentare, è importante distinguerla dalle singole forme di intolleranza alimentare, poiché si tratta di processi patologici completamente diversi. Un'allergia alimentare è causata direttamente da un allergene, cioè una sostanza che, se ingerita, provoca una reazione acuta dal sistema immunitario. Mentre il deterioramento del normale funzionamento del tratto gastrointestinale, con scarso assorbimento di lattosio, non è allergico, poiché non è causato dal lattosio, come allergene, ma da una carenza di enzimi responsabili del suo assorbimento.

La reazione effettiva di un'allergia al cibo si verifica con il seguente meccanismo: in risposta a un allergene, un organismo che ha precedentemente avuto contatto con questa sostanza e ha una corrispondente predisposizione produce anticorpi. L'ulteriore sviluppo di una reazione allergica dipende dall'esposizione dell'allergene ai corrispondenti recettori dei mastociti..

Perché un organismo percepisce uno stesso cibo come irritante e normalmente tollera gli altri? La risposta a questa domanda sta nello sviluppo di una certa predisposizione alla sensibilità dell'immunità in relazione a determinati componenti dei prodotti. Questa predisposizione può essere ereditaria o acquisita.

La presenza di una sostanza che provoca allergie negli alimenti consumati dal paziente negli alimenti è un prerequisito per lo sviluppo di reazioni allergiche. Dopo la digestione da parte del tratto gastrointestinale, le cellule sensibili del sistema immunitario diagnosticano la sua presenza e iniziano a produrre anticorpi che possono legarsi a un allergene specifico. Inoltre, gli anticorpi influenzano la superficie dei mastociti, in cui avvengono le corrispondenti trasformazioni chimiche, a seguito della quale la membrana si apre e rilascia istamina nel sangue, che è coinvolta nello sviluppo di sintomi di reazioni allergiche.

La sintomatologia specifica degli effetti dell'agente provocante può variare, a seconda del rapporto dei mastociti nel paziente in alcuni tessuti. Ad esempio, se un gran numero di mastociti è localizzato nell'epidermide, allora quando una sostanza provocatrice vi penetra, si sviluppano sudorazione in gola, gonfiore nella laringe e tosse secca. Se i mastociti si trovano prevalentemente all'interno dell'intestino, possono verificarsi disturbi del tratto gastrointestinale..

Gli allergeni alimentari hanno le seguenti caratteristiche: devono essere sostanze proteiche resistenti al trattamento enzimatico, nonché l'influenza di un ambiente acido. Queste sostanze entrano nel sangue dal cibo, conservando la loro struttura proteica ed entrando invariato nel sangue, in modo da rimanere complementari agli anticorpi. La natura del prodotto influenza anche il tasso di sviluppo di una reazione allergica, e in particolare il tasso della sua digestione, dopo di che l'allergene entra nel sangue.

Test clinici e di laboratorio

Quando entra un allergene, i pazienti sperimentano spesso un fenomeno come l'eosinofilia. L'eosinofilia è una maggiore concentrazione di eosinofili nel corpo. Queste cellule sono coinvolte nella produzione di anticorpi che rispondono alla penetrazione di allergeni. Campioni di sangue di laboratorio da tessuti periferici diagnosticano un aumento della concentrazione di eosinofili, entro il 15%. Se si verifica un'allergia alimentare con sintomi rinocongiuntivali, che è abbastanza raro. Tuttavia, nella diagnosi di secrezioni nasali o congiuntivali, è spesso possibile notare un aumento del livello di eosinofili dal 5 all'80%, in relazione ai valori normali.

Test provocatori di allergie

I test provocatori per le allergie alimentari sono uno dei test più efficaci per stabilire l'effetto della sostanza prevista sul corpo. Questi metodi vengono eseguiti solo in un ospedale, dove sarà possibile fornire cure mediche speciali in caso di complicanze..

Il più efficace è il metodo orale di somministrazione dell'allergene, a causa della specificità dei meccanismi di sviluppo delle allergie alimentari. Alcune variazioni chimiche dell'allergene possono verificarsi solo durante la trasformazione del tratto gastrointestinale. Mentre invariato, l'allergene potrebbe non essere pericoloso, il che influenzerà direttamente i risultati del test..

Per lo svolgimento diretto di questa analisi, viene utilizzato un concentrato di allergene alimentare, racchiuso in una capsula speciale di una sostanza solubile. La dose standard di allergene è di 8 mg. La diagnostica di controllo viene eseguita 48 ore dopo l'introduzione dell'allergene. Il dosaggio è aumentato se i sintomi allergici non sono confermati, ma esiste una forte ragione per ritenere che il paziente sia allergico a questo particolare prodotto. Il dosaggio soglia per questa analisi è di 8000 mg.

Condizioni per condurre analisi provocatorie:

  • Deve essere eseguito a stomaco vuoto al mattino;
  • Il benessere del paziente non dovrebbe differire dal solito stato;
  • L'osservazione del paziente avviene a 48 ore;
  • Sono state osservate precauzioni volte a combattere gravi complicazioni;
  • Un aumento del dosaggio dell'allergene si verifica gradualmente;
  • Oltre a sintomi speciali, vengono diagnosticati la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e la forza, la glicemia e altri indicatori standard;
  • Non usare allergeni che causano sintomi gravi

Un'altra varietà di metodi provocatori per i test allergologici sono i test cutanei. Il problema è che un'allergia in presenza di un allergene alimentare si sviluppa utilizzando il meccanismo di anticorpi IgM, che sono coinvolti nello sviluppo di reazioni ritardate. Queste reazioni si sviluppano raramente con l'introduzione di un allergene nella pelle. Pertanto, questi test per le allergie alimentari sono molto rari..

Esame del sangue speciale per allergie alimentari

Durante un esame del sangue, per le allergie alimentari, il livello di anticorpi generali e specifici è di valore diagnostico. Anticorpi specifici sono responsabili dell'insorgenza di reazioni allergiche che si sviluppano in modo ritardato. Mentre il livello di anticorpi generali responsabili dei sintomi istantanei di un'allergia (rinite allergica, congiuntivite, asma bronchiale) aumenta abbastanza raramente con allergie alimentari, poiché per questo tipo di allergia, tali reazioni sono piuttosto rare.

Questi campioni sono sicuri perché il materiale ematico prelevato dal paziente è in contatto con l'allergene in laboratorio. Dopo la reazione, inizia la diagnosi del livello di anticorpi. Il loro aumento è la conferma che questa sostanza è la causa della malattia, per questo paziente.

Un esame del sangue per il livello di anticorpi può, a differenza dei metodi provocatori per determinare gli allergeni, può essere eseguito anche da donne in gravidanza, bambini piccoli e persone che si trovano in uno stato di esacerbazione dei sintomi allergici, in cui l'uso di test provocatori può causare conseguenze indesiderate.

Come fanno gli allergotest, i tipi di test allergologici

I test sugli allergeni negli adulti sono alcuni tipi di test che testano la risposta del tuo corpo a determinati tipi di allergeni. Gli allergotest possono essere eseguiti come analisi del sangue, test cutaneo o dieta di eliminazione..

Cosa sono gli allergeni

In generale, gli allergeni sono sostanze che contengono antigeni e sono in grado di provocare determinate reazioni nelle persone sensibili a loro..

Esistono tre tipi principali di allergeni:

Inalazione. Colpisce il corpo a contatto con i polmoni, i bronchi e la mucosa nasofaringea. Un tipico esempio di tale allergene è il polline delle piante durante la fioritura. Questi tipi di allergie sono chiamati febbre da fieno, febbre da fieno o rinosinusopatia allergica;

Cibo. Presente in alcuni alimenti, come arachidi, soia e frutti di mare. C'è anche un'allergia al melone, che spesso accade nelle persone con una reazione al polline;

Contatto. Provocano una reazione a contatto con la pelle (prurito, arrossamento, desquamazione) e si chiama dermatite da contatto o orticaria. Un esempio tipico è l'esposizione a shampoo, gel doccia contenenti formaldeide.

Qual è l'essenza di allergotest?

Il significato della maggior parte dei test sugli allergeni è provocare una reazione del corpo con una piccola quantità di determinate sostanze. Pertanto, tali test sono chiamati provocatori. Un'eccezione è un esame del sangue allergico..

Come prepararsi per i test allergologici

Prima di prescrivere i test, l'allergologo ti chiederà i sintomi e il benessere, il tempo del loro aspetto, le circostanze, la storia familiare, ecc..

Per prepararti ai test allergologici, devi smettere di bere per un po ':

Antistaminici (incluso OTC);

Alcuni farmaci per il trattamento del bruciore di stomaco, come la famotidina;

Farmaci per il trattamento dell'asma a base di anticorpi monoclonali contro IgE (omalizumab);

Quali test vengono effettuati per rilevare un'allergia??

Come abbiamo già scritto, un test allergologico completo include: test provocatori sulla pelle, un esame del sangue immunologico e una dieta (esclusiva) per l'eliminazione.

È probabile che il medico ti prescriverà tutti e tre i tipi di test, a seconda dei sintomi e del benessere..

Test delle allergie cutanee (test delle allergie)

I test più comuni per rilevare le allergie, perché rilevano molti potenziali allergeni: cibo e contatto o inalato. Esistono tre tipi di test cutanei per le allergie:

Usando i graffi;

I medici di solito iniziano con i graffi. Un allergene viene applicato su un'area specifica della pelle (di solito sul braccio o sulla schiena), quindi viene eseguita una tacca superficiale con una puntura dell'epidermide con uno strumento speciale. Dopo 20 minuti, l'allergologo segue il risultato, controllando le dimensioni del blister con un tavolo speciale.

Se il test antigraffio era inconcludente, una piccola quantità di allergene verrà iniettata sotto la pelle..

Infine, il terzo non è il test più comune con una patch. La differenza dai graffi è che la sostanza provocante viene applicata sulla base adesiva. Sono necessarie circa 48 ore per manifestare la reazione. Quindi viene eseguito un secondo test, dopo 72–96 ore.

Analisi del sangue

Se esiste il pericolo di una reazione eccessiva ai test cutanei, l'allergologo si limiterà a un esame del sangue.

Aiuta a determinare la presenza di alcune proteine ​​immunoglobuliniche. Sono responsabili della cosiddetta reazione di ipersensibilità, ovvero della risposta all'invasione di alcuni anticorpi. Le immunoglobuline di tipo E (IgE) e G (IgG) sono separate. Di solito vengono controllati insieme..

Gli esami del sangue generali (clinici) e biochimici aiutano a sospettare un'allergia a qualcosa. Per determinare con maggiore precisione la causa, sono necessari esami del sangue immunologici. Attualmente sono realizzati utilizzando la tecnologia ImmunoCAP, che è considerata la più accurata e completa..

Dieta di eliminazione

Se hai una reazione solo al cibo, ma non è chiaro quale, l'allergologo prescriverà una dieta speciale (esclusiva).

In alternativa rimuoverai i soliti alimenti dalla tua dieta e poi li aggiungerai di nuovo. L'osservazione aiuta a determinare esattamente a cosa risponde il tuo corpo..

Possibili rischi

I test delle allergie cutanee possono causare prurito, arrossamento e gonfiore della pelle e orticaria. Di solito passano dopo alcune ore, tuttavia, possono essere ritardati di diversi giorni. Per alleviare i sintomi, puoi provare unguenti antinfiammatori steroidei (Betametasone, Idrocortisone).

In casi estremamente rari, le allergotestazioni possono causare un tipo immediato di reazione allergica (anafilassi), pertanto vengono eseguite solo in una clinica con attrezzature e medicinali adeguati.

Intolleranza alimentare: come la diagnosi inganna

Preparazione per il test di intolleranza alimentare

Prodotti che possono causare intolleranza alimentare e che possono essere rilevati durante il test:

  • prodotti a base di carne: anatra, oca, lepre, pollame, carne di cervo, vitello, coniglio, montone, manzo, tacchino, cinghiale, struzzo, maiale;
  • verdure: carciofi, avocado, melanzane, broccoli, cavolfiore, cicoria, cavolo cinese, finocchio, cetrioli, cavolo bianco e rosso, carote, zucca, patate, cavolo rapa, porri, denti di leone, barbabietole, olive, peperoni, cavoletti di Bruxelles, ravanello, scalogno, sedano, spinaci, asparagi, pomodori, verza, zucchine, cipolla rossa, germogli di bambù;
  • cereali: amaranto, miglio, grano, quinoa, riso, grano saraceno, castagna (glutine), grano (glutine), orzo (glutine), grano verde (glutine), avena (glutine), crusca (glutine), segale (glutine), grano (glutine), tapioca;
  • legumi: fagioli, fagiolini, piselli, ceci, lenticchie, soia, fagioli di mango;
  • spezie ed erbe aromatiche: anice, basilico, timo, pepe di cayenna, peperoncino, aneto, zenzero, coriandolo, aglio, lavanda, alloro, origano, noce moscata, rafano, origano, radice di prezzemolo, pepe nero, pimento, pepe bianco, rosmarino, salvia, timo, ginepro, melissa, vaniglia, cannella, curry, cumino, chiodi di garofano, paprika, semi di senape, zafferano, cardamomo;
  • insalate: iceberg, testa, lattuga, crescione, ravanello, romaine;
  • funghi: funghi ostrica, funghi polacchi, funghi prataioli, finferli, funghi porcini, shitake;
  • frutti di mare: acciughe, anguille, trote, gamberi, squali, ippoglossi, aringhe, aragoste, merluzzi, gamberi, carpe, salmone, sgombro, cozze, branzini, sardine, passere, lingua di mare, pesce spada, eglefino, tonno, polpo ostrica
  • frutta: ananas, mela, albicocca, banana, pesca, mirtilli, mirtilli, datteri, fragole, fichi, lamponi, melone, ribes, ciliegie, ciliegie, kiwi, cocco, litchi, mandarino, mango, prugna gialla, nettarina, arancia, pompelmo, papaia, prugna, mirtilli rossi, mele cotogne, uva spina, olivello spinoso, rabarbaro, uva passa, anguria, uva bianca, uva rossa, limone;
  • noci e semi: cedro, foresta, zucca, lino, mandorle, semi di papavero, noce del Brasile, pistacchi, semi di sesamo, semi di girasole, noci, anacardi, arachidi, fave di cacao.

Critica del metodo

Va notato che l'opinione su intolleranza alimentare come causa di un gran numero di diverse condizioni e malattie non è condivisa da tutti i medici. Inoltre, sia l'idea stessa che i metodi diagnostici per la PN sono criticati..

Molte fonti si riferiscono al numero di persone che soffrono di allergie - il 20% e la PN quasi all'80%. Molti medici ritengono che ci sia una diagnosi eccessiva di entrambe le condizioni. In effetti, gli studi clinici confermano la vera allergia solo nel 2-3%. Nel frattempo, molti sono sicuri di essere allergici e assumere regolarmente antistaminici..

I gastroenterologi sono allarmati dai tentativi di spiegare i problemi digestivi della PN. Ciò porta spesso alla diagnosi e al trattamento tempestivi delle malattie del tratto gastrointestinale. Se compaiono reazioni al cibo, deve essere eseguito un test allergologico. L'aumento dei livelli di immunoglobulina E aiuterà a diagnosticare con precisione la malattia.

Un'altra questione con i test per PN. Questi metodi sono altamente dubbiosi dagli specialisti..

Molto spesso, l'intolleranza alimentare non dipende direttamente dalle caratteristiche del corpo, ma da malattie dello stomaco, dell'intestino o del pancreas. In questo caso, la causa è confusa con l'effetto. Mentre il paziente cerca dove eseguire un test per la PN, la malattia progredisce.

Le principali affermazioni all'analisi del sangue e ad altri metodi sono l'inattendibilità dei risultati e la loro non riproducibilità. In altre parole, quando si esegue nuovamente il test, i risultati sono diversi..

Tuttavia, i test per PN danno ancora un risultato positivo. Considera, secondo l'opinione dei testicoli stessi, che hanno pensato alla loro dieta, ridotto il numero di calorie consumate al minimo raccomandato.

Inoltre, i consigli sui risultati dei test per la PN sono davvero corretti: non mangiare fritti, salati, grassi, mangiare frutta e verdura, monitorare le calorie. Queste raccomandazioni sono utili e migliorano le condizioni del corpo.

Nessun metodo nutrizionale può essere dannoso se seguito con cura e salute

La differenza tra intolleranza e allergie

La PN può essere definita come l'incapacità del corpo di digerire determinati tipi di alimenti. Con le allergie, qualsiasi quantità di un prodotto pericoloso innesca immediatamente una risposta dal sistema immunitario..

Le allergie alimentari sono espresse da manifestazioni cutanee (la cosiddetta diatesi nei bambini), gonfiore delle mucose, congestione nasale e successivamente nausea e diarrea. Per identificare accuratamente la malattia, viene eseguita un'analisi completa degli allergeni.

Le caratteristiche della PN sono:

  1. Lenta reazione al prodotto consumato. La principale difficoltà nella comprensione delle cause e nell'identificazione dei prodotti intolleranti è che piccole dosi della reazione non causano. La risposta può apparire dopo un tempo considerevole dopo aver mangiato e dopo un uso ripetuto.
  2. L'inizio della reazione avviene gradualmente e cresce lentamente.
  3. L'elenco dei prodotti è in continua espansione..
  4. Per rilevare l'intolleranza, è necessario consumare immediatamente una grande dose del prodotto.
  5. Il lun si verifica spesso sui tipi più semplici di alimenti presenti nella dieta quotidiana.

I medici ritengono che l'intolleranza sia più pericolosa delle allergie, poiché i suoi sintomi sono meno evidenti e ritardati, più difficili da correggere. In particolare, l'intolleranza ai latticini provoca una mancanza di lattasi. Questo enzima è responsabile della scomposizione degli zuccheri nel latte..

Ciò che unisce entrambi gli stati è che la reazione non si verifica su alimenti avariati contenenti tossine e microrganismi dannosi, ma su alimenti completamente freschi. Un altro punto comune è il decorso cronico delle condizioni, è impossibile curarle. È necessario escludere sostanze che provocano condizioni dalla dieta.

Video sulle allergie alimentari dal Dr. Komarovsky:

Metodi diagnostici

Identificare i prodotti e le sostanze che causano la PN, alcuni test e test aiutano..

Vengono spesso utilizzati i seguenti esami del sangue per intolleranza alimentare:

  1. Emotesto o emocodice. Per determinare l'atteggiamento del paziente nei confronti di diversi tipi di prodotti (fino a 130 campioni), vengono estratti nel sangue estratti di nutrienti per l'analisi. Secondo la reazione, le cellule formano elenchi di tipi utili e dannosi di carne, verdure, cereali. Queste liste sono usate per determinare la dieta futura..
  2. ALIMENTATO La reazione è testata per 100 prodotti e additivi chimici. Di conseguenza, vengono emesse 4 liste in cui tutti i tipi di nutrizione sono divisi per utilità e nocività per il corpo.
  3. ELISA - dosaggio immunoenzimatico. Proposto da esperti inglesi. Implica la raccolta di sangue (alcune gocce) e l'identificazione in laboratorio del richiamo (IgG) del paziente per un tipo specifico di prodotto. Questo metodo (Yorkstest) è considerato il più affidabile e riproducibile (95%). La raccomandazione viene emessa in base alla quantità di anticorpo prodotto da questa sostanza..
  4. IN VITRO. Un esame del sangue per le reazioni allergiche, cioè l'immunoglobulina IgG, nonché altre reazioni che non sono specifiche delle IgG. Si raccomanda una serie di studi per identificare i tipi esatti di intolleranza..

La rilevanza del problema porta alla costante comparsa di nuove tecniche per identificare ST e aumentarne l'affidabilità.

Regole generali di comportamento dopo aver ricevuto il risultato dell'analisi

I risultati degli studi sono elenchi che indicano cereali, verdure, tipi di carne, latticini raccomandati e proibiti. Utile può essere mangiato senza paura, proibito - cerca di evitare.

Le raccomandazioni devono essere osservate in modo che la PN non porti a gravi conseguenze per il corpo. In genere, il periodo di trattamento è diviso in due fasi: pulizia e recupero.

Durante il periodo di pulizia, il corpo viene rilasciato dalle tossine accumulate. È utile bere acqua pulita, mangiare frutta e verdura dall'elenco raccomandato. Questo di solito richiede da 2 a 4 settimane. Il medico decide quando deve scadere il periodo rigoroso. Di solito, in questo momento, la condizione migliora, non ci sono segni di dispepsia, il metabolismo è normale.

Durante la fase di recupero, le specie proibite vengono introdotte una alla volta e la reazione viene monitorata. L'assenza di disturbi rende il prodotto approvato per l'uso una volta ogni 1-2 settimane.

I consigli non durano per tutta la vita. Si consiglia di eseguire un test ripetuto entro sei mesi o un anno.

Video sull'intolleranza e la sua differenza dalle allergie:

Trattamento

La regola di base nel trattamento dell'intolleranza alimentare è l'esclusione dal menu giornaliero di tutti i prodotti che influenzano in un modo o nell'altro la manifestazione di tale intolleranza. Naturalmente, all'inizio sarà difficile abituarsi all'idea che dovrai dimenticare i tuoi prodotti preferiti

Inoltre, quando acquisti prodotti, devi prestare attenzione alla composizione indicata dai produttori sull'etichetta, dove appariranno gli additivi alimentari. Se il risultato del test ha mostrato la presenza di reazioni allergiche a questi additivi, vale la pena almeno la prima volta di portarlo con sé per non acquistare, ad esempio, salsicce contenenti sostanze pericolose per il paziente

Se hai comunque mangiato un prodotto vietato, dovresti assumere carbone attivo o qualsiasi sorbente il prima possibile per evitare effetti tossici sul corpo. Vale anche la pena prendere un antistaminico e contattare immediatamente il medico.

Va anche notato che la tolleranza alimentare può essere di natura diversa. Una cosa è l'intolleranza ai singoli prodotti, un'altra è la mancanza di enzimi necessari per la digestione di qualsiasi prodotto.

Vale anche la pena evitare situazioni stressanti quando possibile, dormire a sufficienza. È meglio rendere frazionario il consumo di cibo, dividerlo in diversi ricevimenti (almeno cinque)

È importante fare più attività fisica. La frequente esposizione all'aria ha anche un effetto benefico sul sistema immunitario, che è responsabile della comparsa di intolleranza alimentare

Come determinare quali alimenti il ​​tuo corpo non può tollerare?

I risultati del test sembrano interessanti, ma lo scetticismo di medici e organizzazioni mediche è imbarazzante. Tuttavia, un'analisi dell'intolleranza alimentare non è economica (una media di circa 20.000 rubli nelle cliniche di Mosca). E le recensioni di successo possono essere attribuite all'effetto placebo, pura coincidenza e persino al fatto che il nutrizionista abbia intuitivamente selezionato la dieta giusta per il paziente e il test lo ha solo convinto ad aderire a questa dieta.

Come capire quali alimenti causano malessere? La nutrizionista Tatyana Zaletova si offre di comprendere le cause dell'intolleranza alimentare che non sono correlate al sistema immunitario e alla reazione delle immunoglobuline.

Ad esempio, una cattiva salute può essere dovuta alla mancanza di enzimi digestivi e problemi gastrointestinali. Molto spesso, c'è una carenza di lattasi, a causa della quale il latte è scarsamente digerito e una carenza di trealasi, che è associata a intolleranza ai funghi. C'è anche un fattore emotivo: ad esempio, una situazione stressante in passato mentre si mangiava del cibo o addirittura l'autoipnosi può portare a cattive condizioni di salute. E infine, la questione non è solo nel tipo di prodotti, ma anche nella loro qualità. Alcune persone rispondono male agli alimenti ricchi di istamina e tiramina (come cibi in scatola e fermentati). Pesticidi, contenenti fluoro, organocloro, composti dello zolfo, aerosol acidi, prodotti dell'industria microbiologica negli alimenti possono anche causare molto disagio.

"Queste sono tutte reazioni individuali del corpo", spiega Alexei l'Immortale. "A proposito, il glutine, che ora è diventato uno dei nemici più alla moda, non è un leader nell'elenco dei prodotti scarsamente tollerati, molto più spesso i problemi sono causati da latte, noci, soia, pesce, uova, lievito, ma anche spezie, spezie, formaggi o caffè".

Come trovare ciò che turba il tuo corpo? Senza eccezione, tutti i medici concordano su una cosa: è necessario tenere un diario alimentare. "Anche se il paziente viene sottoposto a test di intolleranza alimentare, gli consiglio di scrivere tutto ciò che mangia, come si sente dopo, come cambiano le sue sensazioni, se escludiamo e aggiungiamo prodotti", afferma Maria Chamurlieva

"È importante monitorare la risposta a un determinato prodotto e al tuo benessere". Questo lavoro è lungo e scrupoloso, un po 'simile al detective, ma con la dovuta diligenza, aiuterà a risolvere il problema.

Confronto dei prezzi per il servizio Analisi dell'intolleranza alimentare a Mosca

Centro medico AvroMed

Clinica MedCenterService m. Airport

Centro medico Edem Kievskaya

Centro medico europeo su Spiridonevsky

Clinica / ServizioAnalisi di intolleranza alimentare
510

Iscriviti
13 500

Iscriviti
dal 600

Iscriviti
dalle 11 200

Iscriviti

Centro medico AvroMed

Clinica MedCenterService m. Airport

Centro medico Edem Kievskaya

Centro medico europeo su Spiridonevsky

Clinica / ServizioAnalisi di intolleranza alimentare
510

Iscriviti
13 500

Iscriviti
dal 600

Iscriviti
dalle 11 200

Iscriviti

Dinamica dei prezzi
Numero di dottori
Numero di cliniche

Cos'è l'intolleranza alimentare?

L'intolleranza alimentare (PN) è una condizione in cui il sistema digestivo non è in grado di elaborare correttamente determinati alimenti. La PN causa carenza di enzimi nel corpo, malattie del tratto gastrointestinale, alcuni problemi psicologici o i prodotti stessi e i loro componenti.

L'influenza dei disturbi enzimatici sull'attività del corpo è molto grande. È a causa loro che si osservano spesso aumento di peso, malattie della pelle e problemi digestivi. Il segno più evidente della PN è la dispepsia dopo aver consumato determinati alimenti, che a volte viene scambiata per avvelenamento..

Nella maggior parte dei casi, la risposta del corpo causata dalla PN non viene osservata immediatamente dopo aver mangiato. La diagnosi è molto più difficile delle allergie. Spesso dopo il consumo di alimenti dannosi per il corpo prima dell'inizio dei sintomi, più di un giorno.

Cos'è l'intolleranza alimentare?

L'intolleranza alimentare è un riflesso negativo di un organismo nei confronti del cibo consumato dalle persone, che comporta disturbi infiammatori e immunitari..

È una dieta malsana che è la causa principale di molte malattie. Nella vita umana moderna, ci sono sempre più prodotti con vari additivi alimentari che vengono utilizzati dai produttori di alimenti per conferire determinati aromi, ottenere la consistenza desiderata e aumentare la durata di conservazione. È grazie a tali additivi che si possono sviluppare intolleranze alimentari di alcuni tipi di prodotti alimentari, il che, indubbiamente, influenza il graduale deterioramento del benessere, poiché l'intolleranza alimentare è di natura cumulativa rispetto alle allergie, che si manifesta immediatamente.

L'impatto di tale intolleranza influisce negativamente sul corpo, il che porta alle seguenti malattie:

  • varie malattie gastrointestinali (gonfiore, diarrea, costipazione, colite, ecc.);
  • aumento della pressione sanguigna;
  • ingrassare o, al contrario, perdere peso;
  • la comparsa di diabete di vari tipi;
  • dermatite e altre malattie della pelle;
  • e molti altri.

Al fine di determinare quale tipo di malattia ha una persona - allergie o intolleranze alimentari - è necessario fare un esame del sangue per intolleranza alimentare.

Conclusione

In conclusione, vorrei dire che i dibattiti sull'efficacia di tale analisi tra gli scienziati sono ancora in corso. Alcuni insistono sul fatto che con il suo aiuto sia impossibile identificare l'influenza di determinati prodotti e dei loro componenti sul corpo. Altri sostengono che la malattia è esclusivamente genetica. Altri ancora affermano che queste sono conseguenze di una malattia del tratto gastrointestinale. Ma tutti concordano sul fatto che l'intolleranza alimentare è ancora una malattia che non è stata completamente studiata e non può essere la ragione principale che porta ad essa..

Ogni test superato individualmente contiene un elenco specifico di prodotti e integratori alimentari. In quasi tutti i test, ci sono prodotti come:

  • prodotti farinacei;
  • bevande gassate;
  • dolce, cioccolato;
  • cibo spazzatura
  • vari affumicati;
  • conservanti;
  • e così via.

Le persone rispondono positivamente a tale studio. Ha aiutato alcuni a elaborare una dieta, a normalizzare il peso e a migliorare le condizioni generali. Sonno normalizzato.

Il primo risultato dopo tale test e l'implementazione delle raccomandazioni dei medici è arrivato dopo due o tre settimane.

Per evitare problemi di salute, è necessario condurre uno stile di vita corretto, mangiare solo cibi sani, praticare sport, osservare il regime della giornata.

Un esame del sangue per allergeni alimentari - ha senso?

Sì, tenere un diario è la cosa giusta. Ma per escluderlo gradualmente, el è semplicemente insensato. A poco a poco, devi entrare. Pertanto, lasciamo il più innocuo e necessario e aspettiamo la remissione. Mio figlio stava morendo di fame per una settimana, ma durante questo periodo tutte le manifestazioni erano sparite e abbiamo iniziato a iniettare 2 cucchiaini da tè, come il primo richiamo.
Puoi lasciare almeno un tipo di carne? Se la carne non funziona, almeno il latte (o il suo sostituto). Bene, colore, sicuramente cavolo e zucchine. E i porridge? Lattina Di Riso?
Guarda, risulta un menu già accettabile, non un ristorante a Praga, Kanesha, ma non morirai di fame

Siamo spiacenti, non sto scrivendo nelle condizioni più comode, quindi c'è uno scarico.