Esame del sangue per le allergie: come si chiama, dove donare, quanto costa, decifrare i risultati

Analisi

Un esame del sangue che determina allergie e test cutanei sono metodi oggi molto richiesti per rilevare malattie allergiche negli adulti e nei bambini. Leggi di più su ciò che l'analisi mostra allergie e come si chiama - leggi l'articolo.

Ricerca sugli allergeni

Una reazione allergica si verifica quando il sistema immunitario reagisce a determinate sostanze nell'ambiente, che, di norma, sono innocue per la maggior parte delle persone..

Al fine di proteggere il corpo da una sospetta minaccia o antigene, il sistema immunitario umano produce anticorpi chiamati immunoglobuline E (IgE).

Gli anticorpi IgE si legano alla superficie dei mastociti (cellule coinvolte nella risposta immunitaria dell'organismo) per rilasciare sostanze chimiche, compresa l'istamina, nel flusso sanguigno.

È l'istamina che causa vari sintomi che colpiscono le mucose (occhi, naso, gola, polmoni, tratto gastrointestinale) e pelle umana.

Un esame del sangue per gli allergeni è prescritto quando una persona ha sintomi di una malattia allergica, come orticaria, prurito agli occhi o al naso, starnuti, congestione nasale o problemi respiratori.

I sintomi in questo caso possono essere stagionali (ad esempio, nelle reazioni al polline) o tutto l'anno (ad esempio, nell'epidermide degli animali).

Quale analisi viene fornita per gli allergeni - considereremo in modo più dettagliato.

Esame del sangue clinico

Dopo aver superato un esame del sangue generale per le allergie, è possibile valutare il livello di eosinofili. L'eosinofilia (un aumento del numero di eosinofili) può indicare la presenza di una malattia allergica. Si verifica nell'asma bronchiale, nell'orticaria, ecc..

Immunoglobulina totale E

Le IgE totali (IgE totali) consentono di misurare in generale la quantità di immunoglobulina E. Viene utilizzata per rilevare una reazione allergica nel corpo e non per rilevare allergie a una sostanza specifica. Cioè, integra le informazioni fornite dagli studi sulle IgE specifiche per allergeni.

Livelli elevati di anticorpi indicano che è probabile che una persona abbia un'allergia o un'infezione parassitaria..

Se una persona sperimenta una reazione a un allergene stagionale, come il polline delle piante, si può prevedere un aumento dei livelli di IgE specifici e totali durante il periodo dell'anno in cui si verifica la fioritura.

Se una persona ha una reazione a un irritante costantemente presente nell'ambiente, come muffa in casa o peli di gatto, il livello totale di immunoglobuline E può essere costantemente aumentato.

Un normale livello di IgE non esclude la presenza di allergie, poiché negli intervalli tra le reazioni allergiche, il livello di IgE totale può diminuire.

Immunoglobulina specifica E

Le IgE sono uniche per ogni allergene. Cioè, gli anticorpi prodotti contro il polline delle piante differiscono dagli anticorpi prodotti, ad esempio, sugli acari della polvere.

Sono stati condotti studi su immunoglobuline specifiche E per rilevare la risposta dell'organismo a determinati allergeni, ad esempio:

  • polline;
  • muffa;
  • peli di animali;
  • acari della polvere;
  • prodotti alimentari;
  • farmaci;
  • veleno di insetto;
  • latice.

Un esame del sangue per determinare il livello di anticorpi, a differenza dei test cutanei, può essere prescritto a persone che hanno già avuto reazioni allergiche potenzialmente letali e che il prelievo di campioni sarebbe troppo pericoloso per loro..

Test allergici cutanei

Il test cutaneo viene eseguito in un istituto medico sotto la supervisione di un allergologo. Questo metodo ha diversi limiti, uno dei quali è l'età. Non vengono eseguiti test allergologici in un bambino di età inferiore a 5 anni.

Test di Prik. Viene effettuato applicando allergeni sull'avambraccio e la loro successiva puntura con una lancetta speciale. È possibile valutare la risposta del corpo dopo 15-20 minuti.

Esecuzione del test prik

I test di scarificazione hanno la sola differenza dal test prik: questa è una violazione dell'integrità della pelle. Invece di una puntura, viene praticato un graffio superficiale.

I test di applicazione comportano l'uso di cerotti trattati con allergeni sulla pelle della schiena per 24 ore o più.

Test di applicazione

Test intradermici. In questo caso, il nome parla da solo: la sostanza sospetta viene introdotta sotto la pelle del paziente.

Puoi leggere di più sulla preparazione, controindicazioni e interpretazione dei risultati in questo articolo..

Quale metodo diagnostico è migliore?

Vantaggi di laboratorio

  1. Un test allergenico consente di misurare la quantità esatta del livello circolante di anticorpi IgE nel sangue.
  2. Un esame del sangue per gli allergeni può essere eseguito indipendentemente dalla stagione, in qualsiasi momento dell'anno.
  3. Non è richiesta l'interruzione di alcun farmaco.
  4. Un esame del sangue per le allergie nei bambini non ha limiti di età.
  5. La diagnosi nei bambini viene eseguita solo con l'aiuto del prelievo di sangue, poiché i test cutanei a questa età sono controindicati.
  6. Il prelievo di sangue elimina l'insorgenza di effetti collaterali sotto forma di reazioni allergiche, pertanto è considerata un'opzione di test sicura..
  7. I test di laboratorio sono il metodo diagnostico preferito per le persone con malattie della pelle. Ad esempio, la psoriasi, l'eczema, la dermatite possono rendere difficile condurre test cutanei..
  1. Test per la determinazione degli allergeni costa una persona più che condurre test.
  2. L'attesa di un risultato del test per allergeni rilevabili può richiedere diversi giorni, a differenza dei test cutanei..

Solo un medico può determinare il metodo diagnostico appropriato, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo di ogni persona.

Decifrare i risultati

La decrittazione dei test allergologici deve essere eseguita con un allergologo, che terrà anche conto della storia e dei sintomi nella diagnosi della malattia.

Un risultato positivo è un indicatore di allergia nell'analisi. Dice che nel materiale biologico studiato ha rivelato un aumento del livello di anticorpi specifici.

Diversi laboratori stabiliscono i loro valori di riferimento, poiché utilizzano diversi tipi di attrezzature e metodi di ricerca. Pertanto, non confrontare i risultati degli studi condotti in diversi laboratori.

Un risultato negativo significa che il sistema immunitario probabilmente non risponde alla sostanza in esame. Tuttavia, in alcuni casi è possibile ottenere un risultato dell'esame negativo, ma avere ancora ipersensibilità alla sostanza.

Dove fare i test e quanto costano

Il sangue per le allergie viene donato nelle cliniche statali nella direzione di un medico - un allergologo, nonché nei centri medici da soli. I test cutanei vengono eseguiti presso le stesse strutture mediche..

Molte persone sono anche interessate alla domanda: "Quanto costa un test allergologico?" Il prezzo in diverse regioni può variare in modo significativo, quindi è necessario chiarire il costo direttamente nell'istituzione. In media, il prezzo di questi studi inizia a 300 rubli.

Test sugli allergeni: metodi di rilevazione attuali

Il numero di persone che soffrono di allergie aumenta ogni anno. Questi sono uomini, donne, anziani e bambini piccoli..

Il malinteso esistente secondo cui gli abitanti dei villaggi remoti sono meno sensibili a questa malattia è smentito dal fatto che nelle aree remote non ci sono semplicemente allergologi specializzati e, quindi, condizioni per l'esame e il chiarimento della diagnosi.

L'allergia è precisamente la malattia che necessita di un esame approfondito, per scoprire le cause dello sviluppo.

Tipi di allergeni

Un fattore stimolante nello sviluppo del processo allergico è sempre un allergene. È lui che, entrando nel corpo, inizia la reazione antigene-anticorpo e provoca un processo patologico. L'elenco degli allergeni è enorme. Possono essere

  • prodotti alimentari (cioccolato, frutti di mare, caviale, pesce, fragole, agrumi, latte, ecc.);
  • farmaci (antibiotici, anestetici, ecc.);
  • sostanze di origine vegetale (polline di piante come girasole, ambrosia, ryegrass, festuca, assenzio, ecc.);
  • prodotti chimici (vernici, vernici, colla, detergenti e detergenti);
  • prodotti per la casa (peli di animali, peluria, polvere);
  • cosmetici (profumi, creme);
  • effetti dell'insetto (punture di api, zanzare, ecc.);
  • insolazione solare;
  • freddo.

Di recente, i medici raramente incontrano un'allergia monocomponente. Di solito un fattore provocante è un complesso di diversi allergeni..

E questa è una grande difficoltà, perché lo sviluppo della malattia dipende direttamente dalla presenza di allergeni nello spazio di vita circostante.

Metodi moderni per la rilevazione di allergeni

Per il successo del trattamento di questa malattia, è importante identificare in modo affidabile gli allergeni, quindi escluderli. Esistono diversi metodi per identificare un allergene. Ecco alcuni test per le allergie:

  1. Test cutanei, incluso il metodo di applicazione, test di scarificazione e un test che utilizza un test prik.
  2. Esame del sangue di laboratorio, compresa l'identificazione di immunoglobuline generali e specifiche E.
  3. Metodo di eliminazione.
  4. Test provocatorio.

Inoltre, tutti i test allergologici in adulti e bambini sono divisi in 2 grandi gruppi: in vivo (cioè con la partecipazione diretta del paziente) e in vitro (in vitro, quando viene utilizzato solo il sangue del paziente).

Nei casi con allergie, sono spesso i test in vitro a beneficiare, poiché qui è escluso il contatto diretto del paziente con l'allergene, il che significa che il prelievo di campioni non può aggravare le condizioni del paziente.

Test cutanei nella diagnosi di allergie

I test cutanei sono ampiamente utilizzati in pazienti con allergia ai pollini, cibo e contatto. Sono effettuati come segue.

Le gocce con una soluzione del sospetto allergene vengono applicate sulla superficie interna dell'avambraccio a una distanza di 2,5-3 cm l'una dall'altra.

Quindi, utilizzando uno scarificatore o un prik-test, la pelle viene perforata o graffiata attraverso le gocce.

Nei siti di iniezione possono comparire gonfiore e arrossamento, mentre il soggetto potrebbe manifestare prurito. Dopo 15 minuti, i resti di gocce non essiccate vengono puliti con un batuffolo di cotone e il medico registra e interpreta i risultati. Pertanto, è possibile testare fino a 15 allergeni contemporaneamente..

Esempio di applicazione

Un test di applicazione è diventato molto diffuso nell'identificazione delle allergie da contatto. Per la sua attuazione, speciali tamponi di cotone inumiditi con soluzioni degli allergeni studiati sono attaccati con un cerotto sul retro, dove rimangono per 48 ore.

Trascorso questo tempo, il medico prende in considerazione la reazione in base al diametro del rossore. Il ricalcolo si verifica dopo 72 ore e quindi 96 ore. Per tutto questo tempo, il paziente deve ricordare i tamponi incollati ed evitare che l'acqua penetri in questi luoghi..

Test provocatorio

In alcuni casi, quando il medico ha difficoltà a chiarire l'allergene, ricorrere a test provocatori. In questo caso, un allergene a piccole dosi viene iniettato direttamente nel seno, se si tratta di una rinite allergica..

Nella congiuntivite allergica, viene instillato nell'occhio e, sotto forma di aerosol, il rinofaringe viene irrigato con allergie asmatiche. Dopo poco tempo, la reazione viene registrata.

La reazione all'introduzione di un allergene può essere solo rapida, ma anche molto significativa, quindi i test provocatori vengono eseguiti solo negli ospedali sotto la diretta supervisione di uno specialista.

Quantificazione dell'immunoglobulina E

Un metodo molto preciso per identificare un allergene è la quantificazione di immunoglobuline specifiche. Il livello di immunoglobulina E nel sangue di una persona sana è trascurabile. È 20-100 ke / l.

Con le allergie, i suoi indicatori aumentano significativamente. Dopo aver esaminato il livello di IgE totale, possiamo assumere la presenza di allergie in questo paziente. Tuttavia, questo metodo non può essere considerato affidabile, poiché l'immunoglobulina totale E è aumentata anche in altre condizioni accompagnata da una diminuzione dell'immunità, dell'immunodeficienza o delle invasioni di elminti.

Il metodo per rilevare specifici anticorpi IgE consente l'identificazione di molti allergeni. È un buon complemento per i test cutanei e un test provocatorio..

Attualmente vengono utilizzate circa 500 soluzioni di antigeni e il loro numero è in costante aumento con lo sviluppo della medicina.

L'analisi di laboratorio di un allergene, il cui costo è piuttosto elevato (circa 500 rubli per ciascun allergene), presenta numerosi vantaggi. Vale a dire:

  1. Condotta di sicurezza.
  2. Può essere effettuato durante un'esacerbazione sia del processo allergico stesso che delle patologie croniche associate.
  3. La gravidanza della paziente non è una controindicazione.
  4. Viene eseguito un esame del sangue allergico per i bambini di qualsiasi età..
  5. Per la sua condotta non dovrebbero essere sospesi i farmaci.

Metodo di eliminazione

Il metodo di eliminazione per identificare le allergie viene utilizzato nei casi in cui per qualche motivo non è possibile ottenere un appuntamento con un allergologo ed essere esaminati in altri modi più affidabili. Consiste nell'esclusione per qualche tempo del presunto fattore provocatorio.

Se stiamo parlando di allergeni domestici, è necessario eseguire la pulizia a umido, aspirando tappeti, cuscini e mobili imbottiti. I prodotti chimici domestici, in particolare il cloro, possono essere sostituiti con sapone per bambini o per la casa.

Spesso la causa delle allergie sono gli animali domestici.

Devono anche essere isolati per qualche tempo. Se nelle ultime 2 settimane le condizioni del paziente sono progressivamente migliorate, si può presumere che l'allergene sia stato trovato. L'ultima parola rimane con il medico.

Diario alimentare

Il metodo di eliminazione viene utilizzato anche per le allergie alimentari. Un'allergia diffusa, sia nei bambini che negli adulti, è stata mantenuta da un diario alimentare. L'essenza dell'analisi per gli allergeni alimentari è che alcuni alimenti vengono estratti dalla dieta e le condizioni del paziente vengono valutate entro due settimane.

Se la condizione è migliorata, tra i prodotti isolati c'era un allergene pericoloso. Quindi gradualmente (a giorni alterni) viene aggiunto un nuovo prodotto e le condizioni del paziente vengono valutate in dinamica. I dati di osservazione vengono registrati.

Riassumendo, anche il paziente stesso può fare un'ipotesi su quei prodotti che gli sono controindicati. In questo caso, potrebbe non essere necessario eseguire il test per gli allergeni..

Ti consigliamo inoltre di leggere il materiale sui sintomi delle allergie alimentari nei bambini.

Dove inizia l'esame dei pazienti con allergie?

La domanda su dove è possibile ottenere un test allergologico e quanto un test allergenico preoccupa ogni soggetto allergico. Per quanto riguarda l'algoritmo di screening delle allergie, è necessario iniziare con una consulenza allergologica.

In ogni distretto, ospedale regionale e regionale esiste un medico del genere. Se non si trova nella clinica più vicina, il terapeuta o il pediatra alla reception ti diranno cosa fare in questo caso. Il numero di laboratori in cui è possibile sostenere un test allergenico aumenta ogni anno, rendendo la ricerca più economica.

La qualità della vita di un paziente con allergie dipende in gran parte dalla corretta determinazione dell'allergene, e qui uno specialista dovrebbe venire in soccorso, che determinerà gli esami, monitorerà la loro condotta e prescriverà un trattamento competente. La persistenza nella ricerca di un allergene sarà necessariamente premiata dalla salute del paziente.

Come viene effettuato l'allergene e come viene determinato.

Come puoi determinare l'allergene nel corpo del bambino nelle prime fasi.

Test allergologici necessari per effettuare una diagnosi accurata

Un medico può sospettare un'allergia se il paziente è incline a frequenti raffreddori e riniti. Altri sintomi che indicano un'allergia sono:

  • eruzioni cutanee sul corpo, accompagnate da gonfiore e arrossamento;
  • orticaria frequente;
  • arrossamento delle mucose degli occhi;
  • congiuntivite frequente;
  • bruciore agli occhi;
  • aumento della lacrimazione;
  • problemi intestinali e indigestione anche con un'alimentazione normale;
  • dispnea;
  • rinite cronica;
  • vomito
  • perdita di conoscenza;
  • spasmi.

Nei bambini, le allergie possono essere accompagnate da ansia, frequenti sputi. I seni con questa malattia stanno lentamente ingrassando. Avendo riscontrato tali sintomi, i genitori dovrebbero consultare immediatamente un medico per determinare la causa della reazione di un tale bambino.

A rischio sono i pazienti che hanno una storia familiare di allergie.

Le allergie possono essere costanti o stagionali. Nel primo caso, è causato da una sostanza con la quale il corpo è costantemente in contatto. Può essere polvere o muffa domestica presente nelle vecchie case. La risposta a loro ricorda la malattia respiratoria. In alcuni casi, la costante esposizione a tale allergene porta all'asma bronchiale..

Si distinguono i seguenti tipi di allergeni:

  • cibo, che include cibo;
  • origine animale, compresi peli ed epidermide di gatti, cani, cavalli, roditori;
  • polline;
  • parassita, compresi vermi, funghi, microrganismi;
  • farmaco;
  • polvere domestica, che include un acaro della polvere;
  • sostanze chimiche;
  • inalazione.

Un'allergia ai medicinali viene diagnosticata meno spesso di altre, poiché i pazienti spesso confondono questa reazione con un effetto collaterale sul farmaco e non vanno dal medico. Le allergie provocano prodotti sanguigni e vaccini contenenti proteine ​​animali.

La reazione agli allergeni alimentari è associata alla mancanza di alcuni enzimi per la digestione degli alimenti e quindi si sviluppa la loro intolleranza. Le allergie alimentari sono anche diagnosticate con intolleranza all'olfatto o al gusto del piatto..

Si osserva una maggiore risposta al polline durante le piante da fiore. Il paziente in questo momento si lamenta di naso che cola, lacrime, sviluppa congiuntivite.

Un'allergia ai prodotti chimici si trova a contatto con prodotti chimici domestici, sostanze nocive nel corso del lavoro. Può manifestarsi con eruzioni cutanee e una sensazione di bruciore del tipo di allergia da contatto o sintomi asmatici, tipici delle malattie respiratorie.

L'ipersensibilità agli acari della polvere ha meno probabilità di verificarsi se viene eseguita la pulizia a umido e la polvere viene costantemente pulita.

Tipi di ricerca

Quando si contatta un medico, i problemi dermatologici e respiratori sono principalmente esclusi. Per questo paziente, a quali condizioni si manifestano i sintomi della malattia.

Per determinare la causa di una reazione allergica nei pazienti, viene esaminato il sangue e vengono eseguiti test cutanei..

Se il paziente presenta sintomi della malattia, è necessario un esame del sangue generale, incluso un conteggio dei globuli bianchi. Il numero di leucociti in un paziente con allergia aumenta e la concentrazione di globuli rossi e piastrine non cambia.

Con un'allergia, il paziente aumenta gli eosinofili nel sangue. Normalmente, il loro contenuto è del 5%. Tuttavia, questo è anche caratteristico dell'infezione da parassiti. Inoltre, vi è un leggero aumento dell'ESR.

Per confermare l'allergia, il sangue deve essere controllato per le immunoglobuline G ed E. I primi sono coinvolti in reazioni ritardate e ci vogliono diversi giorni dal momento del contatto con l'allergene per rilevarli. L'immunoglobulina E appare pochi minuti dopo il contatto. Di importanza clinica è il numero totale di anticorpi IgE e anticorpi IgE specifici.

Se al paziente vengono diagnosticate allergie, i test per la presenza di immunoglobuline specifiche E e G aiuteranno a determinare la causa esatta della malattia. Al momento dello studio, gli allergeni vengono aggiunti al biomateriale, quindi viene verificata la risposta immunitaria..

La reazione è bassa, media e alta. Il primo indica la completa sicurezza della sostanza. La reazione media suggerisce che il paziente sta meglio evitando la sostanza indicata o limita il contatto con essa. Un'alta reazione è un segno che è la sostanza in esame che provoca una reazione allergica.

L'allergia è dimostrata dal test RAST, che è un metodo con radio allergosorbenti. È preferito, perché al momento della preparazione per lo studio, non è necessario rinunciare agli antistaminici, quindi può essere utilizzato in casi gravi di allergie. Questo metodo è anche prescritto per stabilire la causa della malattia nei bambini piccoli..

I medici praticano anche il metodo RIST, che determina la concentrazione di anticorpi IgE e IgG nel siero del sangue. Il metodo è informativo per sinusite, asma, rinite allergica e bronchite..

Se i campioni sulla pelle e sul sangue non hanno mostrato la causa dell'eccessiva sensibilità, viene eseguito un test provocatorio. La tecnica prevede l'applicazione dell'allergene ai passaggi nasali, sotto la lingua o direttamente nei bronchi. Tale diagnosi dovrebbe avvenire in clinica, poiché il paziente potrebbe aver bisogno di rianimazione..

Concentrazione normale di immunoglobuline

La concentrazione di immunoglobuline dipende dall'età. Prima di raggiungere i 2 anni, le IgE arrivano a 64 mIU / ml. Con la crescita del bambino, aumenta e a 14 anni può raggiungere 150 mIU / ml. Successivamente, la quantità di IgE inizia a diminuire..

Una sopravvalutazione dell'indicatore indica un'eccessiva sensibilità alla sostanza. Tuttavia, se le IgE rimangono nell'intervallo normale e il paziente ha allergie, viene eseguito un test anticorpale IgG. La loro assenza indica la normale tolleranza del prodotto.

Se la concentrazione di IgG è nell'intervallo 1000-5000 g / l, il paziente deve limitare l'uso del prodotto a 1-2 volte a settimana. Quando la quantità di IgG nel siero del sangue è superiore a 5000 g / l, è necessario interrompere completamente il contatto con la sostanza, poiché tale risultato indica un'intolleranza pronunciata.

Preparazione dell'analisi del sangue

I test allergologici vengono eseguiti a stomaco vuoto. È vietato mangiare cibo per 10 ore e la raccolta di biomateriale. Il giorno prima, si raccomanda di escludere l'allenamento sportivo, smettere di fumare e bere alcolici ed escludere il contatto con gli animali. 5 giorni prima dell'analisi, non è consentito mangiare potenziali allergeni, tra cui noci, miele, cioccolato, agrumi, frutta e verdura rossa, frutti di mare.

Affinché lo studio mostri un risultato accurato, è necessario seguire le seguenti regole:

  • il sangue per gli allergeni non viene controllato per esacerbazioni della malattia;
  • lo studio non è raccomandato ad alta temperatura nel paziente e avvelenamento;
  • pochi giorni prima dell'analisi non usare antistaminici;
  • non è consentito il prelievo di sangue al momento delle malattie respiratorie e di altre malattie virali;
  • informare il medico sull'assunzione di qualsiasi farmaco.

Il giorno del test è vietato bere caffè. Dovresti anche interrompere l'assunzione di farmaci. Inoltre, quando vai a fare un test allergenico, dovresti rimanere calmo, perché durante lo stress, il risultato non è accurato.

Test cutanei

Per stabilire la causa delle allergie, viene praticato un metodo con lo studio dei campioni di pelle. Lo studio dopo pochi minuti mostra una sostanza a cui il paziente è altamente sensibile. Ciò è evidenziato da arrossamento e gonfiore sulla pelle del paziente. Tuttavia, va tenuto presente che una tale reazione può apparire nei proprietari di pelli sensibili..

Un test cutaneo viene eseguito in diversi modi:

  1. Test di scarificazione. La tecnica prevede l'applicazione di diversi allergeni sulla pelle, dopo di che viene graffiato con uno scarificatore.
  2. Test di Prik. Si differenzia dalla tecnica precedente in quanto un ago viene inserito nel sito di applicazione dell'allergene, facendo forature superficiali.
  3. Test dell'applicazione. Il metodo prevede di attaccare alla pelle un cerotto con allergeni. Le condizioni della pelle vengono valutate dopo due giorni.

Di questi metodi, l'ultimo test è il più sicuro per il paziente, poiché non comporta danni alla pelle. Va notato che con ciascuno dei metodi descritti, solo lo strato superiore della pelle deve essere danneggiato in modo che l'allergene non penetri nel sangue.

I test cutanei devono essere eseguiti presso una struttura medica, poiché esiste il rischio di shock anafilattico. Con tale reazione, dovrebbe ricevere cure mediche professionali.

Gli svantaggi dei test cutanei

Con i test cutanei, è possibile controllare un massimo di 15 potenziali allergeni alla volta, altrimenti è possibile una grave reazione nel paziente. I medici che usano più allergeni hanno diagnosticato l'edema di Quincke nei pazienti.

Questa tecnica è prescritta con cautela, poiché gli allergeni possono penetrare, causando shock anafilattico. Quando si osserva una tale reazione, è necessario il ricovero urgente del paziente.

Controindicazioni per i test cutanei sono:

  • la presenza di danni alla pelle;
  • gravidanza e allattamento;
  • casi di shock anafilattico;
  • assunzione regolare di antistaminici, il cui rifiuto è impossibile anche per un breve periodo;
  • età fino a 5 anni e più di 60 anni;
  • l'uso di farmaci ormonali;
  • esacerbazione delle allergie;
  • febbre;
  • problemi con il sistema gastrointestinale e il cuore.

15 giorni prima dei test cutanei, i pazienti devono interrompere il trattamento con antistaminici, altrimenti l'analisi mostrerà un risultato inaffidabile.

I vantaggi di un esame del sangue per i test allergologici

Durante l'esame del sangue, non vi è alcun contatto diretto del paziente con l'allergene. Questo elimina la possibilità di effetti collaterali. Il sangue viene prelevato una sola volta e non importa in quale fase si trovi la malattia. Inoltre, è consentito in qualsiasi momento un esame del sangue per le allergie e una piccola quantità di biomateriale è sufficiente per l'analisi. Non ci sono controindicazioni alla loro consegna. Lo studio è condotto per i bambini dalla nascita..

Durante il test del sangue per le allergie, controllano la reazione allo stesso tempo a un gran numero di sostanze.

Pannello allergico

Poiché ci sono molti allergeni, i medici li hanno raggruppati in pannelli di allergia, il che semplifica la diagnosi della malattia. Ogni pannello comprende diversi allergeni con proprietà simili. Sono stati sviluppati in totale 4 pannelli per allergie:

  1. Allergeni alimentari. Questo pannello viene utilizzato se il paziente ha disturbi del sistema digestivo. Il gruppo specificato comprende noci, mele, arance, carote. Include anche caseina, sedano, semi di sesamo, pomodori, uova, latte, soia e frutti di mare.
  2. Allergeni inalanti. Lo studio viene condotto se il paziente ha sintomi di malattie respiratorie. Questo gruppo di allergeni comprende polline di quercia, piantaggine, ontano, betulla, assenzio, peli di animali domestici, acari della polvere, una miscela di erbe. Allergico può essere il biomateriale di gatti, cani, criceti, cavalli, conigli, cavie. In questo pannello, viene mostrata la concentrazione di IgE per ogni sostanza, il risultato totale è indicato solo per una miscela di erbe.
  3. Pannello misto. Questo gruppo include i principali allergeni dal cibo e dall'inalazione. In totale, ci sono 23.
  4. Pannello pediatrico. Il gruppo comprende i principali allergeni caratteristici dell'infanzia. Ce ne sono 21. Ciò include uova, latte, peli di animali domestici. Il gruppo comprende anche nocciole, patate, polline, soia, acari della polvere, arachidi, nocciole.

Un allergologo può raccomandare di sottoporre a test allergeni un paziente contemporaneamente da più pannelli. Dopo aver stabilito l'allergene, si consiglia al paziente di escludere ulteriori contatti con lui.

Test allergologici nei bambini

Se un bambino sospetta un'allergia, si consiglia di utilizzare un pannello pediatrico. Allo stesso tempo, si tiene conto del fatto che fino all'età di 5 anni i campioni di pelle non si arrendono. Questo perché i bambini reagiscono bruscamente anche a una piccola quantità di allergeni. Inoltre, il rossore sulla pelle può essere causato da danni meccanici e non essere un segno di ipersensibilità..

Un test allergologico con la determinazione dell'immunoglobulina E non è informativo fino ai 6 mesi di età, poiché le proteine ​​immunitarie della madre sono ancora presenti nel sangue del bambino.

Per diagnosticare le allergie, i bambini dovrebbero avere lo stomaco vuoto. L'ultimo pasto è consentito entro e non oltre 8 ore prima del test. Il giorno prima, i cibi fritti e grassi sono esclusi dalla dieta del bambino.

Sospettando un'allergia in un bambino, i genitori sono incoraggiati a tenere un diario alimentare. Solo dopo aver analizzato le voci nel libro specificato, il pediatra indirizza i bambini a un esame del sangue, scegliendo le sostanze appropriate dal pannello delle allergie.

Uno degli ultimi progressi della medicina è lo studio ImmunoCAP. La tecnica consente di stabilire un allergene anche a basse concentrazioni di anticorpi IgE.

Dove viene condotta la ricerca sulle allergie?

Le analisi per la determinazione degli allergeni vengono somministrate in un istituto medico nella direzione di un allergologo. Il medico indica irritanti specifici a cui il paziente può avere ipersensibilità..

Il sangue per gli allergeni viene controllato in cliniche private o pubbliche. I test cutanei e i test provocatori vengono eseguiti meglio in ospedale, poiché il paziente potrebbe aver bisogno di rianimazione..

Un'allergia provoca sensazioni spiacevoli e le condizioni del paziente possono essere alleviate dopo l'interruzione del contatto con la sostanza che provoca tale reazione. Ciò è possibile dopo test con prelievi di sangue o test cutanei. Il metodo appropriato viene scelto dal medico, tenendo conto delle controindicazioni.

Tipi di test allergenici

L'allergia sembra essere una patologia che si sviluppa a seguito della risposta specifica del sistema immunitario umano all'assunzione di proteine ​​estranee - allergeni. Per sbarazzarsi della malattia, una correzione medica non è sufficiente, poiché la presenza di un allergene avrà ancora e ancora un effetto negativo. Un'analisi delle allergie aiuta a identificare i principali agenti patogeni, che consente a uno specialista medico di sviluppare misure di eliminazione e scegliere le giuste tattiche terapeutiche. Considera dove eseguire i test per gli allergeni e quanto costa questo servizio?

Esame del sangue

Un esame del sangue per gli allergeni viene eseguito in laboratorio. Esistono diversi metodi efficaci per identificare alcune sostanze irritanti, per determinare la gravità del processo patologico..

Importante: lo studio del fluido biologico deve essere effettuato in remissione, quando il sangue del paziente contiene una concentrazione minima di anticorpi specifici.

Dove posso ottenere un'analisi? Il test per il rilevamento di allergeni viene effettuato in cliniche statali. In questo caso, devi prima contattare il tuo terapista. Dopo darà le indicazioni necessarie.

La diagnosi di allergie in un bambino o in un adulto può essere effettuata in una clinica privata. Per fare ciò, contattare un allergologo in un centro privato. Il costo della manipolazione varierà a seconda della politica dei prezzi dell'istituzione, di studi specifici, del loro numero, ecc.

Si distinguono due metodi di analisi del sangue:

  • Test RAST - uno studio che aiuta a determinare la direzione in cui lavorare. In altre parole, non è possibile controllare tutti gli allergeni esistenti contemporaneamente: è tecnicamente impossibile, ma è possibile restringere significativamente la ricerca;
  • L'analisi per l'immunoglobulina specifica E sembra essere una tecnica più informativa, che consente di determinare esattamente cosa il paziente ha una tale reazione dell'organismo.

I test allergologici sono raccomandati se i farmaci prescritti non aiutano sullo sfondo di bronchite, dermatite o rinite; se dopo il contatto con qualsiasi sostanza si sviluppano sintomi allarmanti. Il controllo del sangue per le allergie in un bambino è raccomandato in quelle immagini quando i genitori sono allergici.

Test cutanei

I test cutanei sono un metodo informativo che aiuta a identificare un irritante in una reazione allergica. Sono effettuati esclusivamente nel periodo di remissione. Idealmente, almeno 1 mese dovrebbe passare dal momento dell'esacerbazione.

Metodi per determinare l'allergene attraverso test cutanei:

  1. Metodo di scarificazione. Un test cutaneo viene eseguito da un medico. Mette le più piccole gocce di allergeni sulla pelle dell'avambraccio del paziente, dopo di che si graffia con l'aiuto di una lancetta, a seguito della quale penetrano all'interno. 10-15 minuti dopo la manipolazione, viene valutata la reazione del corpo;
  2. Il prik test differisce dalla prima tecnica in quanto la pelle non è graffiata, ma viene praticata una puntura con una profondità di 1 mm.
  3. Iniezioni sottocutanee: un piccolo dosaggio dell'allergene viene iniettato nella pelle del paziente. Si raccomanda una tale analisi allergica negli adulti quando il metodo di scarificazione non ha mostrato il risultato desiderato per uno stimolo specifico, ma era ancora possibile.
  4. Applicazioni. Le toppe trattate con probabili allergeni sono incollate sulla pelle della schiena tra le scapole. Valuta il risultato dopo 24 ore.

Vale la pena sapere: i test cutanei non possono essere eseguiti fino all'età di 5 anni. Ciò è dovuto a un fragile sistema immunitario. In questo caso, il metodo standard di ricerca può portare a conseguenze negative sotto forma di una reazione allergica acuta..

Non è consigliabile eseguire test allergologici sotto forma di campioni di pelle se si verificano processi infiammatori nel corpo umano, ci sono infezioni acute, patologie croniche durante il periodo di esacerbazione. I primi giorni delle mestruazioni, il periodo di gravidanza e l'allattamento sono una controindicazione.

Allergeni

Gli allergeni sono chiamati antigeni che provocano reazioni allergiche nelle persone sensibili con tutti i sintomi associati. Possono provocare una risposta dell'organismo immediatamente di un tipo - immediatamente dopo il contatto con un irritante e una reazione di tipo lento - entro pochi giorni / settimane dopo il contatto.

L'esame di un paziente con reazioni allergiche viene effettuato sui seguenti gruppi di allergeni:

  • Allergeni alimentari. Gli irritanti per gli animali comprendono uova, frutti di mare e latticini. Verdura - noci, agrumi. Prodotti che includono sostanze chimiche che entrano nel corpo quando si mangia cibo - coloranti, aromi;
  • Irritante per polline. Questi includono polline di varie piante durante il periodo di fioritura;
  • Epidermal. Questo gruppo comprende componenti di origine animale. Ad esempio, peli di gatto, piume di anatra, ecc.;
  • Famiglia: polvere, particelle di legno, carta;
  • Allergeni parassiti. I prodotti vitali del corpo causano parassiti che vivono nell'intestino umano;
  • Infettiva. Ad esempio, infezione da streptococco o fungina.
  • Gruppo di irritanti medicinali.

Per informazione, negli adulti si sviluppa spesso una reazione allergica agli antibiotici, all'albumina e alle sostanze radiopache..

Sintomi allergici

Il tempo di comparsa della risposta immunitaria alla penetrazione dello stimolo varia da 2 minuti a un paio di giorni. I sintomi di una reazione allergica sono significativamente diversi. Le manifestazioni cliniche sono determinate dall'età del paziente, dal grado di sensibilità all'allergene, dal "dosaggio" della sostanza ricevuta nel corpo e da altri fattori..

Le manifestazioni comuni includono:

  1. Eruzioni cutanee sotto forma di piccoli brufoli, papule;
  2. Prurito e bruciore della pelle;
  3. Tosse improduttiva;
  4. Congestione del seno nasale, naso che cola;
  5. Prurito al naso;
  6. Prurito agli occhi, lacrimazione.

Tali sintomi si sviluppano improvvisamente e senza motivo. Se si osservano segni caratteristici, è indispensabile superare un test allergologico. L'identificazione tempestiva della fonte del problema contribuirà ad evitare conseguenze negative in futuro..

Secondo le statistiche, il tipo più comune di reazione è al cibo. Questa patologia è più difficile da combattere, poiché il dosaggio minimo di allergeni può essere trovato in qualsiasi alimento..

Tipi di allergeni

Un test allergenico non è uno studio. Non puoi prendere il sangue una volta e identificare un irritante specifico. Esistono un milione di sostanze a cui il corpo umano reagisce in modo errato. Come vengono eseguiti i test allergologici? All'appuntamento del medico, viene necessariamente raccolta un'anamnesi del paziente, i segni clinici vengono esaminati visivamente. Dopo la consultazione, il medico può restringere la ricerca per identificare l'agente patogeno, dirti quali test vengono eseguiti.

Ad esempio, se una persona ha mangiato pesce, a seguito del quale si è sviluppata una reazione allergica, controlla le sostanze irritanti più comuni: gamberi, cozze, merluzzo, tonno e salmone. Il siero di sangue viene esaminato. Per un gruppo, il costo dell'analisi è di circa $ 5-7. Di conseguenza, se controlli contemporaneamente per più gruppi, il prezzo aumenta.

Quando controllano "pezzo per pezzo", cioè per un allergene, il costo dello studio varia da 2 a 4 $. Possono essere effettuati molti esami, i costi finanziari del paziente dipendono dal loro numero..

  • Il gruppo esogeno ha due sottogruppi - la categoria infettiva - virus, batteri, protozoi, funghi e il sottogruppo non infettivo - droghe, cibo, polline, prodotti chimici domestici, ecc.;
  • Il gruppo endogeno è diviso in primario - epitelio spermatogenico, ipertensione della lente dell'occhio e secondario - marcatori dell'invecchiamento, antigeni modificati dei propri tessuti.

L'identificazione di un irritante specifico è un processo relativamente lungo se non si sospetta che possa esserlo.

Metodi diagnostici

Per cominciare, si consiglia un test RAST, viene esaminato il sangue. Il fluido biologico viene posto in provette, vengono aggiunte sostanze irritanti, che vengono spesso diagnosticate in pazienti di diverse fasce d'età.

Il materiale viene lasciato per un po ', dopo di che viene verificato dove è aumentata esattamente la produzione di anticorpi. Con un aumento della concentrazione di anticorpi, è indicata una reazione positiva all'allergene aggiunto..

Uno studio su un'immunoglobulina specifica consente di identificare un'allergia alle seguenti sostanze:

  • Polline di piante, polvere, peli di animali domestici, lanugine, spore fungine;
  • Casalinghi, detergenti e cosmetici;
  • Alimenti: in questo caso è possibile eseguire centinaia di campioni.

La presenza di immunoglobuline specifiche ad alte concentrazioni indica un'alta sensibilità a un irritante specifico. A volte gli esami del sangue e gli esami della pelle non sono sufficienti. In questo caso, vengono eseguiti test provocatori:

  • Gocciolamento nasale. Il fluido di controllo viene instillato in una narice. Se la reazione è assente, instillare tre gocce del componente nella concentrazione in cui è stata ottenuta la reazione discutibile durante un test cutaneo;
  • Un test di inalazione comporta una lieve inalazione per tre minuti con una soluzione della sostanza in esame. Test positivo - rilevazione dei sintomi di ansia.

Nota: i test provocatori vengono eseguiti esclusivamente in condizioni stazionarie, poiché sono caratterizzati da un alto rischio di reazione anafilattica.

L'elenco dei test può essere integrato con studi: danno specifico diretto ai basofili nel sangue, RPHA, distruzione dei mastociti, inibizione della migrazione dei leucociti del fluido biologico.

Test allergologici nei bambini

Sul sangue venoso, uno studio sui bambini viene condotto da un mese. Per i neonati viene utilizzato il metodo immunoglobulinico E. Nei bambini di questa età, una reazione allergica è un fenomeno raro. Molto spesso a causa di sostanze irritanti presenti nel latte materno.

I giovani pazienti cercano di non condurre test provocatori, poiché esiste un alto rischio di reazione anafilattica. Tuttavia, a volte sono prescritti quando altri metodi non hanno dato il risultato desiderato..

Le analisi per le allergie nei bambini sono prescritte da un pediatra o da un allergologo. Il sangue viene prelevato da una vena, viene prescritto un test dalla categoria di sostanze che sembrano essere le fonti più probabili della malattia.

Il successo del trattamento delle allergie consiste in due punti: l'eliminazione del "colpevole" e la terapia sintomatica. Eccezionalmente, le pillole non aiuteranno a risolvere il problema; il contatto costante o periodico con un irritante porta ad un aggravamento del quadro clinico e varie complicazioni..

Quali test allergologici posso fare??

L'allergia è una delle malattie più comuni nel mondo moderno. Inoltre, il numero di persone che ne soffrono è in costante aumento. Anche il numero di sostanze che possono agire da allergeni è in aumento. Anche gli specialisti specializzati non possono sempre determinare la fonte esatta di allergie. Molto spesso, l'unico modo per determinare il colpevole di un'allergia è la necessità di superare un test allergologico.

Test allergologici

Test diagnostici allergici (test allergologici) - un metodo per determinare l'intolleranza individuale di alcuni elementi chimici (allergeni) da parte del corpo umano.

Gli allergeni possono essere testati solo dopo un esame approfondito da parte di un medico, quando stabiliscono il numero massimo di potenziali allergeni..

indicazioni

Le seguenti indicazioni per un test allergologico sono:

  • naso che cola cronico o stagionale (febbre da fieno);
  • dermatite allergica o asma bronchiale;
  • congestione nasale persistente;
  • allergia alimentare sotto forma di eruzione cutanea, prurito cutaneo;
  • attacchi periodici di soffocamento, respiro sibilante, respiro corto, tosse soffocante;
  • rinite allergica (un processo infiammatorio nella mucosa nasale), congiuntivite (infiammazione della congiuntiva);
  • eruzione cutanea persistente;
  • gonfiore sulla pelle.

È necessario superare i test se si verificano i suddetti sintomi dopo l'assunzione di determinati prodotti alimentari, droghe, uso di prodotti chimici domestici.

La stadiazione degli allergeni cutanei è un metodo tradizionale e affidabile per diagnosticare le reazioni allergiche, determinando la sensibilità specifica del corpo.

Metodi di analisi

Puoi eseguire i test sugli allergeni utilizzando i test cutanei nei seguenti modi:

  • scarificazione - metodo scratch;
  • prik-test: un metodo di iniezione;
  • test intracutanei con set di allergeni diversi.

Quali test in ogni caso, determina l'allergologo.

Controindicazioni

Ma ci sono controindicazioni allo svolgimento di test di allergia cutanea:

  • grave condizione del paziente;
  • malattia infettiva acuta, in particolare mal di gola, SARS;
  • esacerbazione del processo allergico;
  • esacerbazione di qualsiasi malattia cronica;
  • trattamento a lungo termine con corticosteroidi (farmaci ormonali).

Processi

Durante un test allergologico, una goccia di un allergene diagnostico viene applicata sul sito del graffio o dell'iniezione o alcuni allergeni vengono somministrati per via intradermica. Dopo un po 'di tempo, possono comparire arrossamenti della pelle o un leggero gonfiore, che indica un'allergia all'allergene posto.

Il test è considerato positivo quando il diametro della papula (un denso, leggermente in aumento sopra il nodulo cutaneo) è superiore a 2 mm. Se il rossore e la papula sono comparsi all'istante, ciò indica una reazione positiva. I cambiamenti sono apparsi entro 20 minuti - una reazione immediata del corpo. Con una reazione ritardata, l'allergia appare dopo 24–48 ore. In un'analisi, è possibile valutare 15-20 campioni.

Tre giorni prima di questa analisi, è necessario interrompere l'assunzione di antistaminici per non distorcere i risultati.

Allergeni rilevabili

Quando si eseguono test cutanei, è possibile eseguire test per allergeni dei seguenti tipi:

  • allergeni domestici - polvere domestica e delle biblioteche, acari della polvere domestica, dafnia;
  • allergeni epidermici: l'epitelio di gatti, cani, conigli, topi, cavie, pappagallini e altri;
  • allergeni di polline - betulla, nocciola, ontano;
  • allergeni fungini - muffe e altri tipi di funghi;
  • erbacce - ambrosia, assenzio, dente di leone, ortica, piantaggine;
  • erbe e cereali di prato - prato di erba timothy, prato di salvataggio, frumento, avena, segale, orzo.

In genere, tali studi vengono effettuati nei laboratori di centri diagnostici o negli ospedali e cliniche allergologici specializzati.

Determinazione dell'immunoglobulina totale E (IgE) nel sangue

L'immunoglobulina E appartiene alla classe delle immunoglobuline, che normalmente si trovano nel siero in quantità molto ridotte. La sua concentrazione nel sangue aumenta gradualmente dalla nascita all'adolescenza. Il normale valore di IgE nel sangue adulto è di circa 100 UI / ml.

Un aumento del contenuto di immunoglobulina E di solito si verifica in relazione allo sviluppo di una reazione allergica. La determinazione di un elevato contenuto di IgE nel siero del sangue consente di differenziare le reazioni allergiche tra molte patologie che si manifestano come malattie respiratorie frequenti, asma, dermatite cronica e rinite.

Tra le principali indicazioni per questo metodo di ricerca ci sono le seguenti:

  • diagnosi differenziale di rinite allergica e asma bronchiale; l'uso di questa analisi per gli allergeni nei bambini è particolarmente efficace;
  • diagnosi di malattie della pelle atopica;
  • valutazione del rischio di malattie polmonari allergiche nei bambini affetti da bronchiolite;
  • diagnosi di allergie ai farmaci;
  • diagnosi e valutazione dell'efficacia della terapia per l'aspergillosi allergica broncopolmonare;
  • diagnosi di immunodeficienza.

La valutazione dei risultati del livello di immunoglobulina E viene effettuata tenendo conto dell'età del paziente. Il valore normale per gli adulti è inferiore a 100 kE / L. Di solito, un allergologo consiglia a un paziente dove passare i test allergologici a un bambino e un adulto secondo questo metodo. Di norma, tali test vengono eseguiti nelle cliniche diagnostiche..

Test allergologici nei bambini

Le allergie nei bambini sono abbastanza comuni. In un bambino, può manifestarsi con eruzioni cutanee, prurito, lacrimazione degli occhi, indigestione e intestino, starnuti, congestione nasale, rinite, tosse. I casi di allergie abbastanza gravi nei bambini sono noti quando soffrono di attacchi di asma, dermatite atopica e altre manifestazioni gravi. In tali situazioni, diventa necessario fare dei test.

Molto spesso, i bambini vengono sottoposti a un'analisi per determinare il contenuto totale di immunoglobuline E (IgE) nel sangue. I test cutanei per l'allergene sono raccomandati per i bambini dopo aver raggiunto i cinque anni..

È molto importante che al momento dell'analisi il bambino fosse completamente sano. Qualsiasi malattia del bambino può non solo influire sull'affidabilità dei risultati, ma anche complicare le sue condizioni durante la malattia.

Ma non è sempre necessario un test allergologico. Nei bambini fino a un anno di vita, le allergie sono piuttosto rare. Di solito, i sintomi simili alle reazioni allergiche compaiono dopo l'introduzione analfabeta di nuovi prodotti nella dieta del bambino, con disbiosi e comparsa di parassiti.

I medici raccomandano ai bambini di eseguire test in alcuni casi:

  • per confermare le allergie alimentari;
  • dopo che il bambino ha subito uno shock anafilattico;
  • per confermare l'allergia al vaccino;
  • per diagnosticare un'allergia in presenza di molti dei suoi sintomi.

Quali test sono prescritti per adulti e bambini per rilevare allergie?

Un'allergia di solito si verifica inaspettatamente e porta un grande disagio. E non si tratta solo di lacrimazione, solletico nel naso o prurito: la fase finale di un attacco allergico può essere, ad esempio, l'edema di Quincke. Per far fronte alla malattia, è necessario sapere esattamente cosa ha causato la risposta immunitaria. Questo problema può essere risolto con l'aiuto di analisi speciali..

L'allergia è una reazione violenta del sistema immunitario del corpo a determinate sostanze, che di per sé sono completamente sicure. Questo può essere un determinato prodotto alimentare, polvere, peli di animali, polline di piante e molto altro. Una persona incline alle allergie, sente dolore agli occhi, può apparire gonfiore, starnuti, tosse, naso che cola, prurito alla pelle. Inoltre, queste manifestazioni non sono infettive, questa è una reazione alle sostanze irritanti - allergeni. La causa di questa reazione può essere identificata mediante test allergenici..

Come il medico sceglie il tipo di test allergologico

Con i sintomi ricorrenti sopra descritti, il medico deve assicurarsi che siano causati proprio da un'allergia e non da un'infezione. Per questo, al paziente viene prescritto un esame del sangue generale, se il risultato indica che i sintomi sono causati da un'allergia, il medico prescrive un'analisi specifica per gli allergeni, che consente di stabilire cosa provoca specificamente il sistema immunitario.

Un medico può solo suggerire quale allergene è irritante dopo una conversazione dettagliata con il paziente. Se l'allergia è stagionale, ad esempio, si manifesta solo in primavera, molto probabilmente, stiamo parlando di un'allergia al polline di alcune piante. Se la reazione si verifica dopo aver mangiato determinati alimenti, questa è un'allergia alimentare. Nel caso in cui i sintomi compaiano quando si trovano in ambienti polverosi, possiamo assumere un'allergia ai prodotti di scarto dei saprofiti delle zecche, ecc..

Caratteristiche di un esame del sangue generale per allergeni

Se il medico ha motivo di sospettare un'allergia nel paziente, a quest'ultimo viene prescritto un esame del sangue generale da un dito a stomaco vuoto. Il risultato dello studio è generalmente noto dopo 1-3 giorni..

Sotto forma dei risultati dell'analisi, il medico richiama l'attenzione sui seguenti indicatori.

  • Globuli bianchi. Una persona sana ha 4–10 × 109 / l. Livelli eccessivi possono indicare un'allergia..
  • Eosinofili. Queste cellule leucocitarie combattono i parassiti e gli allergeni nel corpo. In assenza di patologie, il loro livello non supera il 5% del numero di leucociti (nei bambini, l'indicatore può essere leggermente più alto).
  • Basofili. Il loro limite in una persona sana è dell'1% del numero totale di leucociti. Un indicatore aumentato indica un segno di allergia..

Le sfumature dell'analisi immunologica per identificare la patologia

Questo studio consente di diagnosticare le allergie nelle prime fasi e una categoria separata di test per identificare gli allergeni. A seconda della metodologia, vengono analizzati i seguenti indicatori:

  • IgE totale (immunoglobulina E);
  • IgE e IgG specifiche.

Ricorda che queste immunoglobuline (anticorpi) sono prodotte nel corpo in risposta a determinate sostanze irritanti: gli allergeni. Il compito di queste categorie di anticorpi è identificare e neutralizzare le cellule estranee.

Determinazione delle IgE totali

I test per le IgE totali sono prescritti per adulti e bambini con asma bronchiale, eczema, dermatite, elmintiasi, una reazione inadeguata del corpo ai farmaci e ad alcuni prodotti. Inoltre, l'analisi viene eseguita per i bambini i cui genitori sono inclini alle allergie. Per la ricerca, prelevare il sangue da una vena a stomaco vuoto. Tre giorni devi cercare di escludere lo stress emotivo e fisico e un'ora prima della procedura - fumare.

Tavolo. Valori di riferimento per IgE totali