Esame del sangue per allergeni nei bambini

Nutrizione

Al fine di trattare le allergie nei bambini, è necessario identificare un fattore provocante al fine di proteggere il bambino dall'allergene, se possibile. Lo studio è una serie di test, la cui essenza è determinare lo stimolo a cui si verifica l'iperreazione del corpo. Prima di eseguire un'analisi specifica, viene prescritto un esame del sangue generale per determinare eosinofili, globuli bianchi.

Perché fare un test allergenico in un bambino

Per diagnosticare le allergie, è necessario determinare se i sintomi esistenti in un bambino sono precisamente correlati all'esposizione a stimoli esterni. Sintomi in cui viene prescritto un esame del sangue per un'allergia in un bambino:

  • lacrimazione
  • prurito, bruciore agli occhi, naso;
  • gonfiore della mucosa nasale, secrezione di un liquido chiaro che non è associato a raffreddori e altre infezioni;
  • attacchi di tosse soffocante improvvisa con difficoltà respiratorie;
  • mal di gola costante;
  • eruzione cutanea, prurito della pelle;
  • gonfiore su mani, viso, gambe e altre parti del corpo in assenza di malattie che possono causarle;
  • prurito, eruzione cutanea, gonfiore della pelle, insufficienza respiratoria dopo una puntura d'insetto.

Vengono prescritti test allergici per identificare un fattore provocante che porta alla comparsa di segni di una reazione allergica. Con il loro aiuto vengono identificati componenti irritanti che possono essere trovati in prodotti chimici domestici, cosmetici, pelle e peli di animali domestici.

Le persone che soffrono spesso della malattia dovrebbero fare regolarmente test allergologici per determinare la causa esatta, iniziare il trattamento in tempo prima che compaiano i sintomi..

Tipi di test

I metodi diagnostici includono 3 tipi di test: scarificazione, applicazione, test preliminari. Inizialmente, vengono fatti piccoli graffi sulla pelle, su cui viene applicato il presunto allergene. Nel secondo caso, non vi è alcun danno meccanico al tessuto, i tamponi impregnati di stimolo vengono applicati sulla pelle. Durante i prik-test, una soluzione con un componente provocante viene applicata sulla zona della pelle, dopo di che viene fatta un'iniezione con un ago sottile in modo che penetri sotto la pelle.

I provocatori allergici sono divisi in gruppi specifici o pannelli allergici. Tipi di pannelli:

  1. Epidermal. Un ampio gruppo di irritanti, tra cui peli di animali, lanugine, piume di uccelli, forfora, epidermide esfoliata, escrementi, saliva di animali, uccelli.
  2. Domestico. Nel ruolo di un irritante sono: l'edilizia, la polvere domestica, il cemento, la calce, il gesso, i prodotti petroliferi e derivati ​​basati su di essi - solventi, cherosene, benzina, ecc.;
  3. Polline. Include provocatori allergici non infettivi: alberi in fiore, arbusti erbacce.
  4. Insetto. Il pannello comprende scarafaggi, pulci, mosche, zanzare, insetti velenosi e pungenti.
  5. Medicinale Include farmaci che causano una reazione allergica in caso di intolleranza individuale..
  6. Fungine. Presentato da funghi di lievito ammuffiti.
  7. Parassita. Gli irritanti sono organismi pluricellulari parassiti, elminti (nematodi, ossiuri, ecc.).

Il pannello più grande è quello alimentare. Il corpo può rispondere con una reazione negativa a molti prodotti, che è spesso associata a una carenza di enzimi gastrointestinali, in cui il sistema digestivo non può digerire alcuni componenti dei prodotti. Inoltre, le allergie possono essere associate a intolleranza all'olfatto, al gusto del prodotto..

Esami del sangue per allergeni nei bambini

Nei test di laboratorio per gli allergeni, formano lo stato immunologico, ma può essere determinato con precisione solo negli adulti. Nei bambini, il sistema di difesa immunitaria è in fase di formazione, pertanto l'intolleranza allergica può manifestarsi periodicamente o scomparire completamente da sola come formazione di immunità. I test immunologici vengono eseguiti con:

  • frequenti malattie infettive;
  • corso prolungato di qualsiasi processo infettivo;
  • reazioni allergiche;
  • stato dopo l'intervento chirurgico;
  • sospetta malattia autoimmune;
  • monitorare il livello di immunoglobuline durante l'assunzione di alcuni farmaci che influenzano il sistema immunitario.

Per stabilire uno stato immunologico, viene eseguito un esame del sangue generale o viene prelevato sangue da una vena per determinare immunoglobuline specifiche.

Determinazione del livello di immunoglobulina E

Il livello dell'indicatore nel sangue è estremamente piccolo, con l'età, il suo livello cambia. Più spesso, l'indicatore è determinato con il sospetto di un'allergia associata a irritanti domestici, alimentari, pollinici. Indicazioni per l'analisi:

  • predisposizione ereditaria;
  • malattie parassitarie;
  • dermatite;
  • febbre da fieno;
  • asma;
  • reazione a determinati alimenti.

Nel determinare il livello di immunoglobulina E, vengono esaminati i seguenti irritanti:

  • peli di animali, epitelio cutaneo di un animale specifico o un pannello di sostanze irritanti;
  • fungo, flora della muffa;
  • polline di piante, alberi;
  • irritanti domestici: polvere, cosmetici;
  • prodotti alimentari.

Come irritante, possono agire i farmaci assunti dal bambino prima della comparsa di sintomi negativi. In questo caso, viene anche determinato il livello di immunoglobuline E..

Analisi per immunoglobuline specifiche 4 ed E

È indicato per la determinazione di più allergeni contemporaneamente dal rapporto del livello di 2 immunoglobuline. Viene eseguito se altri test allergici non hanno identificato l'irritante, c'è una dermatite estesa o per stabilire la sensibilità a un irritante specifico. Lo studio si basa sull'allergoscreening (screening individuale). Con il suo aiuto, vengono inoltre determinati i patogeni delle malattie che provocano una reazione allergica.

Quale panel scegliere per la ricerca è determinato da un allergologo, ogni panel può includere un diverso numero di irritanti. I profili intervistati più frequenti:

  1. Pannello alimentare specifico associato all'innalzamento del livello di immunoglobulina E: gamberetti, fagioli, cozze, granchi, uva passa, broccoli, banana, uova, lievito, pollame.
  2. Gruppo di screening di cui 36 irritanti provocanti: peli di animali, polline nocciola, dente di leone, quinoa, betulla bianca, alcuni tipi di funghi, latte, patate e altri.
  3. Un gruppo di screening di 20 sostanze irritanti: cioccolato, frutti di mare, cavoli, mandorle, zucca, maiale e altri.

Ci sono pannelli che includono più di 100 sostanze irritanti, come l'alcol. I risultati sono indicati in unità / ml. Con un risultato negativo, il livello di immunoglobuline E, 4 è inferiore a 50. Con una sensibilità lieve da 50 a 100. Con sensibilità moderata da 100 a 200, con un'alta sensibilità più di 200.

Analisi ImmunoCap

Il metodo più moderno e altamente informativo, in cui viene determinato non solo uno stimolo specifico, ma anche un'azione incrociata con eventuali agenti patogeni, al fine di scoprire lo stimolo dominante. Indicazioni per lo studio:

  • danni estesi alla pelle;
  • iperattività cutanea allergica, in cui si ottengono risultati falsi in altri studi;
  • assumere farmaci antiallergici, contro i quali è impossibile condurre test allergici a causa della maggiore sensibilità della pelle alle sostanze irritanti;
  • rischio di reazione anafilattoide con grave ipersensibilità cutanea.

Questo tipo di analisi è spesso prescritto per i bambini, gli anziani, poiché altri campioni in questa fascia di età sono meno informativi. L'analisi ImmunoCap è un metodo unico che viene effettuato a livello molecolare. È assolutamente sicuro, può essere eseguito con qualsiasi malattia concomitante. Il numero di test contemporaneamente non è limitato.

Test cutanei

Il metodo più comune per rilevare irritanti. L'allergene sospetto viene iniettato nella pelle e viene monitorata la risposta del corpo. Nell'analisi vengono eseguiti 2 tipi di campioni: qualitativo, quantitativo. All'inizio, viene determinato un certo gruppo di stimoli. Nel secondo, la quantità di irritante che può causare segni della malattia. In una sessione, possono raccogliere fino a 20 campioni per vari provocatori. I risultati indicano meno, più, più vantaggi, più pronunciata la reazione del corpo a un allergene.

Analisi degli allergeni in un bambino

Il successo della lotta contro le manifestazioni allergiche dipende in gran parte dall'esclusione del contatto con il suo provocatore. Ma è tutt'altro che ovvio ciò che provoca una reazione allergica nei bambini piccoli. Al fine di non scoprirlo con prove ed errori, è molto appropriato analizzare gli allergeni causali in un bambino.

Come fare un esame del sangue per gli allergeni

Un esame del sangue per allergeni è il metodo di ricerca più comune. Nella diagnosi, l'allergene non viene a contatto con il corpo, il che è molto importante nel caso di piccoli pazienti. Un esame del sangue per le allergie nei bambini piccoli può essere preso in qualsiasi momento della giornata. L'unica condizione è che dopo aver mangiato siano trascorse almeno 3 ore.

Gli esami del sangue vengono eseguiti durante la remissione, anche se alcuni moderni metodi diagnostici possono rilevare un allergene anche durante una ricaduta acuta. Inoltre, gli antistaminici riducono il livello di anticorpi, quindi un esame del sangue viene eseguito principalmente dopo una sospensione temporanea di tali farmaci. In questo caso, i test immunologici non mostreranno risultati falsi..

Uno studio del sangue prelevato da una vena può essere condotto anche fino a sei mesi determinando l'immunoglobulina totale e specifica E. Ma gli allergologi insistono sul fatto che sia ottimale farlo da 6 mesi.

Tuttavia, non ci si può aspettare un risultato oggettivo da un'analisi. Inoltre, va tenuto presente che la presenza di un processo infettivo nel corpo può influire negativamente sui risultati, quindi è più ragionevole condurre uno studio durante il periodo in cui il bambino non è malato di raffreddori o malattie virali e la sua allergia non ha praticamente manifestazioni.

Test cutanei di scarificazione

In pediatria, a partire dall'età di 5 anni, pratica test di scarificazione cutanea per le allergie. Nel processo, vengono utilizzati speciali scarificatori, che praticano piccole incisioni superficiali sulla pelle, senza danneggiare i vasi sanguigni. Questa procedura è indolore, sebbene possa causare qualche disagio.

La pelle nel sito dello studio viene trattata con un antisettico e dopo che è stata asciugata, vengono applicate prima l'istamina e un liquido di controllo del test, e solo successivamente una goccia dell'allergene preparato per lo studio viene applicata alle incisioni. Ogni pannello allergenico utilizza i propri strumenti. I bambini non hanno la procedura se ci sono stati casi di shock anafilattico nella storia.

Allo stesso tempo, è consentito mettere 10-15 test cutanei con vari allergeni in una procedura. Ma se il paziente ha una ipersensibilità particolare, in una sessione si consiglia di identificare una possibile reazione non più di 2-3 tipi di allergeni. Soprattutto se i bambini vengono esaminati.

L'analisi di riferimento (test cutanei) per le allergie nei bambini è estremamente rara a causa della complessità della loro valutazione, che è determinata dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della struttura della pelle nei neonati e dalla possibilità di una reazione versata.

Molto spesso, i campioni sono prescritti in questi casi:

  • le allergie ai bambini hanno raggiunto l'età in cui è possibile eseguire tali test;
  • dopo aver assunto un determinato prodotto alimentare, ci sono preoccupazioni per le allergie alimentari;
  • una reazione allergica del corpo si è verificata al momento della vaccinazione.

I genitori di chi soffre di allergie, di norma, hanno maggiori probabilità di suonare l'allarme quando il bambino ha sintomi di allergia e vuole scoprire i provocatori senza indugio, e anche prendere misure terapeutiche. E questo è corretto, perché in questi bambini il sistema immunitario è particolarmente soggetto a reazioni allergiche. Ma se condurre un test cutaneo o ricorrere ad altri metodi diagnostici dovrebbe essere deciso da un allergologo-immunologo.

Un test cutaneo per allergeni viene eseguito solo in assenza di processi infiammatori nel corpo e gravi malattie dermatologiche.

Determinazione degli anticorpi IgE e IgG4

Inizialmente, una piccola quantità di IgE è normalmente presente nel sangue di qualsiasi persona e, dopo l'introduzione di un possibile allergene causale, la sua quantità aumenta in modo significativo e supera l'intervallo normale. Le immunoglobuline specifiche di classe E nella quantificazione sono considerate altamente sensibili. Questo è un popolare test di allergia al sangue nei bambini..

La rilevazione di anticorpi IgG4 sierici si trova spesso in pazienti affetti da varie malattie allergiche (asma bronchiale, dermatite atopica), compresi i pazienti con livelli normali di IgE totali.

Metodi provocatori

Vengono effettuati test provocatori nei casi in cui i test cutanei per le allergie e lo studio delle immunoglobuline non hanno permesso di identificare la causa dell'allergia. Questa analisi deve essere eseguita solo da un medico esperto. Ma le analisi di un tale piano per le allergie nei bambini sono raramente prescritte a causa del pericolo di shock anafilattico.

L'essenza della ricerca è che l'allergene viene applicato direttamente sulla mucosa dell'organo bersaglio selezionato. I test provocatori possono essere inalazione, nasale o congiuntivale. L'inalazione viene eseguita esclusivamente in un ospedale e l'impostazione di altri può essere eseguita ambulatorialmente. Dopo qualche tempo, si sta studiando la risposta immunitaria..

Preparazione all'analisi

Per superare i test per gli allergeni causali, il bambino avrà bisogno di una piccola preparazione:

  1. Nel corpo del bambino non dovrebbero verificarsi processi acuti virali o batterici. Deve essere sano, come indicato dagli emocromi..
  2. Pochi giorni prima dello studio previsto, è necessario escludere dalla dieta alimenti altamente allergenici, interrompere l'assunzione di farmaci.
  3. 5 giorni prima della donazione di sangue, il contatto con gli animali domestici dovrebbe essere escluso.
  4. 3 giorni prima della data del prelievo del sangue, è auspicabile che il bambino eviti uno sforzo fisico intenso e non sia nervoso.
  5. Il bambino dovrebbe donare il sangue a stomaco vuoto, preferibilmente al mattino.

Se vengono seguite tutte le regole, i risultati del test saranno il più affidabili possibile e aiuteranno a prescrivere il trattamento corretto, escludendo l'allergene causale dalla vita del bambino.

Decifrare i risultati

L'immunoglobulina E è presente in quantità insignificante nel sangue di tutte le persone e con l'età il suo indicatore cambia. Se l'IgE totale è significativamente più alta della norma per una determinata categoria di età, ciò indica la presenza di una reazione allergica. Se il paziente è stato a lungo in contatto con l'allergene, questa cifra sarà molto alta. Un allergologo esperto dovrebbe valutare e decifrare i risultati di un esame del sangue.

Con i test cutanei, si verifica una reazione nel sito di applicazione dell'allergene del test, un sigillo che ha una tinta rossastra o un blister. Viene misurato e valutato da un risultato che non è sempre affidabile. A volte possono esserci risultati falsi positivi o falsi negativi. Questo può essere riconosciuto solo da uno specialista esperto che aggiusterà ulteriori diagnosi..

Numerose diagnosi e analisi sono state sviluppate per identificare l'allergene in un bambino. Tuttavia, è necessario un esame completo, che inizia con una consultazione con un allergologo. Dopo aver studiato i reclami, le caratteristiche dello sviluppo della malattia e altre circostanze, il medico prescrive i test più necessari. L'ulteriore salute dei bambini dipende in gran parte dalla volontà dei genitori di cooperare con gli allergologi.

Test allergologici per un bambino: esami del sangue, un test provocatorio e test cutanei per rilevare un allergene

L'allergia è la risposta del sistema immunitario all'ingestione di sostanze estranee nel corpo. A causa dell'inquinamento ambientale, la predominanza di alimenti di scarsa qualità nella dieta del bambino, nonché sotto l'influenza di molti altri fattori nei bambini (compresi i neonati), si verificano spesso reazioni allergiche. Per evitare gravi complicazioni, i genitori dovrebbero consultare un medico il più presto possibile e fare una serie di procedure diagnostiche per determinare l'allergene e prescrivere un trattamento.

Per identificare un allergene, il medico prescrive vari test allergologici al bambino.

Metodi di rilevazione degli allergeni

I principali metodi diagnostici in allergologia sono vari test cutanei e esami del sangue venoso che aiutano a determinare l'allergene. I test allergologici per i bambini sono abbastanza efficaci, ma a volte danno un risultato falso positivo o falso negativo. Gli errori possono essere associati a una violazione della tecnica di conduzione dei campioni o della preparazione impropria del paziente, pertanto è impossibile diagnosticare al 100% le allergie, basandosi solo su dati di analisi. Di seguito sono riportati i principali metodi per rilevare un allergene..

Test cutanei di scarificazione

Il metodo di scarificazione per determinare l'allergene è il più comune. Sulla pelle del lato interno dell'avambraccio, il medico applica graffi superficiali con uno scarificatore, quindi una soluzione contenente l'allergene gocciola su di essi. A volte una piccola quantità del farmaco viene somministrata per via intradermica (test di picco). Entrambi i tipi di introduzione di allergeni nel corpo sono praticamente indolori per i bambini, poiché è interessato solo uno strato sottile di pelle.

Puoi anche diagnosticare un patch test, che è il meno traumatico per i bambini. Una benda adesiva speciale contenente varie sostanze è attaccata alla pelle dell'avambraccio.

Di solito, viene eseguito un test allergologico 10-15 in una procedura, prima di tutto vengono testati gli allergeni più comuni: noci, miele, latte, agrumi, cioccolato. Entro 20-30 minuti, il medico corregge lo sviluppo di una reazione cutanea - gonfiore, prurito, iperemia nel sito di applicazione del farmaco. Se le manifestazioni cutanee sono assenti, la persona non è allergica a questo gruppo di irritanti.

I test delle allergie cutanee determineranno quale allergene provoca una reazione allergica

Il metodo diagnostico di scarificazione ha controindicazioni:

  • l'età del bambino è inferiore a 5 anni;
  • storia di shock anafilattico;
  • periodo di esacerbazione di manifestazioni allergiche e malattie croniche.

Rilevazione di anticorpi IgE e IgG4 o quantificazione di immunoglobuline specifiche

Quando il corpo umano interagisce con un allergene, il sistema immunitario produce proteine ​​specifiche - immunoglobuline, che trovano e distruggono sostanze estranee. Come risultato della risposta, le cellule del tuo stesso corpo vengono distrutte, il che comporta lo sviluppo di allergie. Se una risposta allergica si sviluppa immediatamente dopo il contatto con un irritante, l'immunità del bambino produce IgE totali e se i sintomi compaiono dopo poche ore o giorni, quindi IgG4.

L'analisi del sangue venoso per la determinazione degli anticorpi IgE e IgG4 elimina il contatto diretto del corpo umano con l'allergene, quindi è un metodo diagnostico sicuro, che è particolarmente importante quando si esaminano i bambini. Un'immunoglobulina separata reagisce a ciascun tipo di allergene, pertanto, in base ai risultati dell'analisi, il medico sarà in grado di determinare a quali irritanti il ​​paziente è allergico. In questo modo, è possibile verificare la presenza di ipersensibilità nell'uomo a 200 potenziali allergeni..

Per determinare gli anticorpi IgE e IgG4, è necessario donare il sangue da una vena

Indicatore di carta radioimmunosorbente - Metodo RIST

Se un bambino è sospettato di sviluppare asma bronchiale, bronchite allergica, rinite e sinusite, il medico prescrive uno studio utilizzando un indicatore di carta radioimmunosorbente. Il metodo RIST determina accuratamente la quantità di anticorpi IgE e IgG circolanti nel sangue, che consente al medico di vedere il quadro completo della malattia.

Metodi provocatori

Se in base ai risultati di studi precedenti non è stato possibile identificare quale sostanza è irritante, il medico prescrive un test provocatorio per il bambino. Viene introdotto un allergene putativo (cibo, medicine, ecc.) (Messo sotto la lingua, gocciolato nei passaggi nasali o negli occhi) nel corpo umano e osservato per la successiva reazione.

Il metodo provocatorio ha un'affidabilità del 100% dei dati, ma è potenzialmente pericoloso per la salute, poiché può provocare gravi allergie, fino a una reazione anafilattica. Questo tipo di diagnosi viene eseguita solo in condizioni stazionarie sotto la supervisione di un medico..

Come donare il sangue per le allergie?

Faccio un esame del sangue per le allergie sullo sfondo della completa salute somatica del bambino, durante il periodo di remissione delle malattie croniche, perché anche un lieve raffreddore può influenzare il risultato. A differenza di altri metodi di esame, il sangue per la determinazione degli anticorpi IgE e IgG può essere donato anche durante un'esacerbazione di allergie.

Per ottenere risultati affidabili prima di donare il sangue da una vena, è necessario osservare una serie di condizioni:

  • 5-7 giorni prima di un test allergologico, è necessario interrompere l'assunzione di tutti i farmaci, compresi gli antistaminici (se i farmaci sono vitali, è necessario consultare un allergologo);
  • per una settimana non mangiare cibi contenenti conservanti, coloranti, glutammato monosodico, nonché cioccolato, agrumi, bacche e frutti rossi, uova, latte;
  • non meno di 3 giorni dovrebbe escludere il contatto del bambino con gli animali;
  • ridurre l'attività fisica al giorno, escludere gli sport;
  • alla vigilia del test, preparare una cena leggera per il bambino, l'ultimo pasto dovrebbe essere non meno di 12 ore prima dell'esame;
  • il giorno dello studio non puoi mangiare, lavarti i denti e usare la gomma da masticare, puoi bere dell'acqua bollita.

Quanti anni hanno i bambini per i test allergologici??

I test allergologici che richiedono il contatto diretto dell'allergene con il corpo del bambino (scarificazione e provocazione) sono consentiti non prima dei 5 anni. Ciò è dovuto all'immaturità del sistema immunitario e all'alto rischio di shock anafilattico..

Per condurre un test delle allergie cutanee o prelevare sangue venoso per analisi, il medico decide in base all'età del paziente

I test per identificare un allergene mediante un esame del sangue venoso possono essere effettuati già per i neonati (da 1 mese), ma i risultati più affidabili possono essere ottenuti dall'età di 6 mesi. Tuttavia, il sistema immunitario dei bambini non sempre risponde adeguatamente alle sostanze estranee, quindi sono possibili risultati falsi nella prima infanzia. Nei neonati fino a un anno, le manifestazioni allergiche sono spesso il risultato di un'alimentazione scorretta, quindi, prima di dare l'allarme, i genitori dovrebbero rivedere il menu dei bambini.

I seguenti sintomi che compaiono nei bambini non devono essere ignorati:

  • naso che cola spesso ricorrente e prolungato, starnuti, mal di gola, tosse senza segni di SARS;
  • lacrimazione frequente e iperemia degli occhi;
  • eruzioni cutanee sul corpo, desquamazione e prurito della pelle;
  • mancanza di respiro, mancanza di respiro.

Una conferma indiretta delle allergie sarà una diminuzione dell'intensità di questi sintomi dopo l'assunzione di antistaminici (Fenistil, Zodak, ecc.). Tuttavia, questo non sostituisce un esame completo..

Norme e deviazioni nei risultati dei test sugli allergeni

Il valore dell'immunoglobulina totale E contenuta nel sangue dipende dall'età del paziente e dalla quantità di allergene che colpisce il corpo (unità di misura - mIU / ml):

  • bambini fino a 2 anni - 0-65;
  • bambini 2-14 anni - 0-150.

La determinazione dell'immunoglobulina specifica G4 viene utilizzata in caso di sospetto di allergia alimentare, in cui si può sospettare un'allergia a qualsiasi alimento dall'indice quantitativo di anticorpi:

  • meno di 1000 ng / ml - il bambino non è allergico a questo prodotto;
  • 1000-5000 ng / ml - l'uso del prodotto deve essere ridotto a 1-2 volte a settimana (in piccole quantità);
  • più di 5000 ng / ml - elimina l'allergene dal cibo per almeno 3 mesi.

Un trattamento adeguatamente selezionato ridurrà il rischio di complicanze, tuttavia, il trattamento delle malattie allergiche dovrebbe essere completo. Lo scopo principale di un test allergologico è identificare un irritante per escludere il contatto di una persona con esso.

Analisi delle allergie in un bambino dove e come passare, una trascrizione dell'analisi.

Quando viene prescritto un test allergologico per i bambini? Come vengono eseguiti i test allergologici? Quali sono i test per la rilevazione dell'allergene. Dove posso donare campioni di sangue e pelle. Decifrare il risultato.

Quando prescrive un test allergologico in un bambino

Questa analisi è prescritta da un pediatra o da un medico allergologo in tali casi quando il bambino mostra i seguenti disturbi nel corpo:

  • Eruzioni cutanee allergiche sul cibo o dopo contatto con gli animali.
  • Raffreddori cronici - bronchite, rinite e congiuntivite.
  • Se la famiglia ha una predisposizione ereditaria alle allergie.
  • Per una determinazione più dettagliata della dinamica dopo il trattamento.
  • Con prurito agli occhi, rinofaringe.

Il corpo dei bambini non è abbastanza forte. Il sistema immunitario sta solo iniziando a rafforzarsi e lo stato ecologico del pianeta lascia molto a desiderare. Pertanto, molte persone, sia adulti che bambini, soffrono di varie malattie allergiche. Che può tormentare le persone per molti anni. Se non identifichi la causa e non la tratti, una persona sarà tormentata da manifestazioni di allergie per tutta la vita..

Prima di eseguire l'analisi, è necessario prepararsi per questo: ciò consentirà di ottenere un risultato più affidabile. E il rilevamento tempestivo di una reazione allergica ti consentirà di prescrivere il giusto trattamento.

Come e dove fare un test allergenico

Quindi, prima devi preparare il bambino per il test. Le regole sono abbastanza semplici e qualsiasi genitore può affrontarle facilmente. Se non si seguono le regole di base, il risultato potrebbe non essere affidabile.

  • La donazione di sangue è necessaria quando non c'è esacerbazione e il bambino si sente bene.
  • Tre giorni prima della donazione di sangue, vale la pena cancellare tutti i farmaci.
  • Cinque giorni prima dell'analisi, è necessario monitorare la nutrizione del bambino. Escludere dolci, agrumi, alimenti con conservanti e coloranti, frutta e verdura.
  • È necessario proteggere il bambino dal contatto con gli animali domestici.
  • Il giorno in cui è pianificata l'analisi, il bambino dovrebbe essere completamente sano, senza febbre, tosse e naso che cola. Se questi segni sono presenti, vale la pena spostare la data in un altro giorno favorevole.
  • Alla vigilia dell'analisi, un bambino non dovrebbe essere sovraccaricato moralmente e fisicamente. Cioè, il bambino deve essere assolutamente sano e calmo.

Il prelievo di sangue viene prelevato da una vena al mattino presto e il bambino dovrebbe avere fame. Si consiglia di non nutrire il bambino la sera, a stomaco vuoto dovrebbe essere di circa 10 ore. Di norma, i bambini piccoli non possono sopportare un intervallo così lungo, quindi prendono il sangue da loro prima della successiva alimentazione, mantenendo un intervallo di tre ore.

Oltre all'analisi venosa, i bambini vengono presi per allergie: campioni di pelle. In questo caso, viene eseguita un'iniezione o un graffio sull'avambraccio. Quindi, viene introdotto un allergene intradermico, che consente di determinare la malattia.

In generale, entrambi i metodi rivelano la causa dell'allergia, ma secondo i medici, raschiare la pelle è un'analisi più accurata. Ma nonostante ciò, i bambini hanno ancora un esame del sangue. Il risultato ematico è pronto molto prima del risultato cutaneo e per un bambino questo metodo è più conveniente.

Leggi anche sull'argomento

Di norma, i test possono essere eseguiti in clinica nel luogo di registrazione o in una clinica privata, che dispone di attrezzature speciali per la rilevazione di sostanze irritanti.

Benefici di un esame del sangue su un esame della pelle

Se esaminiamo più in dettaglio qual è la differenza tra questi due test e perché i medici raccomandano ai bambini di fare un esame del sangue, possiamo notare quanto segue:

  • I test cutanei vengono eseguiti rigorosamente in presenza di un medico..
  • Un'infermiera esegue un esame del sangue, quindi lo porta in laboratorio.
  • Un singolo prelievo di sangue rivela diverse cause e irritanti di un'allergia.
  • Durante la donazione di sangue, il bambino non ha bisogno di entrare in contatto con l'allergene, mentre nel test cutaneo l'allergene viene introdotto nella pelle del bambino.
  • Per i bambini con dermatite o eczema, sarà difficile condurre un test cutaneo.
  • Un esame del sangue consente di identificare non solo lo stimolo stesso, ma anche di determinare il grado di sensibilità ad esso.

Vedendo tutti i benefici per il bambino nel prelievo di sangue, pediatri e dermatologi indirizzano il bambino a questa analisi. È informativo ed efficace, consente al medico di prescrivere un trattamento efficace e salvare il bambino dalla malattia per molti anni. Pertanto, l'identificazione di un allergene viene preferibilmente effettuata attraverso un esame del sangue.

Analisi di decodifica

Il risultato di un esame del sangue per le allergie, di norma, può essere ottenuto letteralmente in una settimana. In essi, i medici indicano tali indicatori: I G E e I g G.

  • I G E è un'immunoglobulina presente nel sangue di un bambino. Di norma, la sua concentrazione dovrebbe essere bassa. Ma se l'analisi ha mostrato un risultato impiccato, allora la presenza di allergie è del tutto possibile.
  • I g G - secondo i suoi indicatori determinano la tendenza alle allergie.

Diamo un esempio nella tabella in cui sarà possibile scoprire i normali indicatori dell'irritante - l'allergene.

EtàNorma di risultato
- Bambini di età inferiore a 2 anni.- 0 - 64 mIU / ml -
- Bambini sotto i 14 anni.- 0 - 123 mIU / ml -
- Adulto fino a 60 anni.- 113 mIU / ml -
- Adulto dopo 60 anni.- 114 mIU / ml

Il risultato, che mostra I g G, ti permette di scoprire la presenza di immunoglobuline nel sangue. In questo caso, viene rilevata un'allergia alimentare. Di norma, il prodotto può essere consumato due volte a settimana se l'indicatore I g G non ha superato il valore di 5 t. Ng - ml.

Se la concentrazione nel sangue è superiore a questo indicatore, il prodotto che provoca allergie deve essere eliminato nei prossimi tre mesi.

Quali test sono prescritti per adulti e bambini per rilevare allergie?

Un'allergia di solito si verifica inaspettatamente e porta un grande disagio. E non si tratta solo di lacrimazione, solletico nel naso o prurito: la fase finale di un attacco allergico può essere, ad esempio, l'edema di Quincke. Per far fronte alla malattia, è necessario sapere esattamente cosa ha causato la risposta immunitaria. Questo problema può essere risolto con l'aiuto di analisi speciali..

L'allergia è una reazione violenta del sistema immunitario del corpo a determinate sostanze, che di per sé sono completamente sicure. Questo può essere un determinato prodotto alimentare, polvere, peli di animali, polline di piante e molto altro. Una persona incline alle allergie, sente dolore agli occhi, può apparire gonfiore, starnuti, tosse, naso che cola, prurito alla pelle. Inoltre, queste manifestazioni non sono infettive, questa è una reazione alle sostanze irritanti - allergeni. La causa di questa reazione può essere identificata mediante test allergenici..

Come il medico sceglie il tipo di test allergologico

Con i sintomi ricorrenti sopra descritti, il medico deve assicurarsi che siano causati proprio da un'allergia e non da un'infezione. Per questo, al paziente viene prescritto un esame del sangue generale, se il risultato indica che i sintomi sono causati da un'allergia, il medico prescrive un'analisi specifica per gli allergeni, che consente di stabilire cosa provoca specificamente il sistema immunitario.

Un medico può solo suggerire quale allergene è irritante dopo una conversazione dettagliata con il paziente. Se l'allergia è stagionale, ad esempio, si manifesta solo in primavera, molto probabilmente, stiamo parlando di un'allergia al polline di alcune piante. Se la reazione si verifica dopo aver mangiato determinati alimenti, questa è un'allergia alimentare. Nel caso in cui i sintomi compaiano quando si trovano in ambienti polverosi, possiamo assumere un'allergia ai prodotti di scarto dei saprofiti delle zecche, ecc..

Caratteristiche di un esame del sangue generale per allergeni

Se il medico ha motivo di sospettare un'allergia nel paziente, a quest'ultimo viene prescritto un esame del sangue generale da un dito a stomaco vuoto. Il risultato dello studio è generalmente noto dopo 1-3 giorni..

Sotto forma dei risultati dell'analisi, il medico richiama l'attenzione sui seguenti indicatori.

  • Globuli bianchi. Una persona sana ha 4–10 × 109 / l. Livelli eccessivi possono indicare un'allergia..
  • Eosinofili. Queste cellule leucocitarie combattono i parassiti e gli allergeni nel corpo. In assenza di patologie, il loro livello non supera il 5% del numero di leucociti (nei bambini, l'indicatore può essere leggermente più alto).
  • Basofili. Il loro limite in una persona sana è dell'1% del numero totale di leucociti. Un indicatore aumentato indica un segno di allergia..

Le sfumature dell'analisi immunologica per identificare la patologia

Questo studio consente di diagnosticare le allergie nelle prime fasi e una categoria separata di test per identificare gli allergeni. A seconda della metodologia, vengono analizzati i seguenti indicatori:

  • IgE totale (immunoglobulina E);
  • IgE e IgG specifiche.

Ricorda che queste immunoglobuline (anticorpi) sono prodotte nel corpo in risposta a determinate sostanze irritanti: gli allergeni. Il compito di queste categorie di anticorpi è identificare e neutralizzare le cellule estranee.

Determinazione delle IgE totali

I test per le IgE totali sono prescritti per adulti e bambini con asma bronchiale, eczema, dermatite, elmintiasi, una reazione inadeguata del corpo ai farmaci e ad alcuni prodotti. Inoltre, l'analisi viene eseguita per i bambini i cui genitori sono inclini alle allergie. Per la ricerca, prelevare il sangue da una vena a stomaco vuoto. Tre giorni devi cercare di escludere lo stress emotivo e fisico e un'ora prima della procedura - fumare.

Tavolo. Valori di riferimento per IgE totali

Come superare i test per gli allergeni

Istruzioni dettagliate che ti aiuteranno a scoprire esattamente cos'è l'allergia e se lo è affatto.

La prima cosa da capire: le allergie sono imprevedibili.

  • Può sorgere su qualsiasi cosa. Cibo, polline di piante, saliva e peli di animali domestici, punture di insetti, polvere e muffe domestiche, prodotti per la pulizia della casa, cosmetici, lattice - ognuno di questi elementi può provocare il tuo sistema immunitario a una reazione eccessivamente violenta.
  • Chiunque può averlo. Gli scienziati non sanno ancora esattamente quali meccanismi causino il fallimento dell'immunità in modo così astuto. Ciò significa che non esistono persone assicurate contro le allergie..
  • Può accadere in qualsiasi momento. Se non sei mai stato cosparso di fragole e non hai starnutito sul polline di betulla, questo non significa che l'allergia ti abbia bypassato.

Pertanto, se sospetti di essere allergico, potresti non sbagliarti. Ma prima di cercare un antistaminico, dovresti comunque assicurarti che si tratti di questo fallimento immunitario e non di un'altra malattia.

Ecco un'istruzione dettagliata dettagliata.

1. Controlla i tuoi sintomi con segni di allergie.

Le reazioni allergiche sono molto diverse. Tuttavia, ci sono una serie di sintomi dei test ematici allergici che si verificano più spesso:

  • congestione nasale;
  • rinite allergica - dal naso scorre senza motivo;
  • attacchi di tosse secca persistente;
  • starnuti senza fine;
  • occhi arrossati che pruriscono e lacrimano;
  • diarrea;
  • nausea, a volte fino al vomito;
  • prurito della pelle, che è accompagnato dalla comparsa di macchie, aree screpolate o eruzioni cutanee, a volte gonfiore.

Lo stadio più grave delle allergie è lo shock anafilattico. In questo caso, la risposta immunitaria del corpo all'allergene è così forte che minaccia la vita. Se noti edema in faccia, labbra, lingua, collo, nonché difficoltà respiratorie, vertigini, debolezza, chiama immediatamente un'ambulanza.

2. Assicurati che sia veramente allergico

L'allergia è una di quelle "semplici" diagnosi che si è tentati di fare da soli. Ma questo non può essere fatto. Per una semplice ragione: dozzine di altre malattie sono simili a un'allergia: da infezioni virali respiratorie acute, vermi e privazione di asma..

Pertanto, se trovi sintomi simili ai segni di una reazione allergica, la soluzione migliore è quella di andare dal terapeuta.

Il medico ascolterà i tuoi reclami, condurrà un esame, farà ulteriori domande: sul tuo stile di vita, prodotti e medicinali che usi, prodotti chimici domestici e cosmetici, animali domestici. Forse il terapeuta suggerirà un'altra diagnosi a cui non hai nemmeno pensato e ti chiederà di fare dei test - ad esempio le feci, per escludere un'infezione parassitaria.

3. Supera un esame del sangue per determinare l'immunoglobulina totale E (IgE)

Ti verrà prescritto se si tratta di un'allergia che verrà comunque sospettata. Le immunoglobuline sono anticorpi allergie che il nostro corpo produce in risposta a un'invasione di sostanze pericolose dal suo punto di vista. Nel processo di lotta contro la minaccia di anticorpi, vengono rilasciati prodotti chimici specifici, in particolare istamine. Causano sintomi allergici..

L'obiettivo di un test IgE totale è determinare quanti anticorpi ci sono nel sangue. Se il loro livello è al di sopra del normale (sarà indicato anche nei risultati del test), questo potrebbe essere un segno di una reazione allergica. Più IgE nel corpo, più attivamente sei in contatto con lo stimolo.

È vero, che cosa è esattamente un allergene, questa analisi non mostrerà. Ciò richiederà ulteriori ricerche..

Attenzione! Ovviamente, puoi fare il test per determinare tu stesso l'immunoglobulina totale E (IgE). Ma è più corretto farlo nella direzione di un medico. Il fatto è che un elevato livello di anticorpi a volte indica non solo allergie, ma anche altri processi spiacevoli Test ID: IGEImmunoglobulin E (IgE), Siero all'interno del corpo - infezioni, infiammazioni e sviluppo di tumori. Pertanto, il medico deve valutare i risultati del test.

4. Esegui i test per determinare il tuo allergene.

Se il terapeuta decide che si tratta davvero di un'allergia, ti manderà da un allergologo. Uno specialista ti aiuterà a scoprire esattamente a cosa hai una tale reazione. Esistono due modi per testare la pelle allergia.

Test di allergia cutanea

Questo è il modo più economico, veloce e affidabile per determinare il tuo allergene personale. Nella medicina moderna vengono utilizzati tre test cutanei..

Test di screening

Sulla pelle segnata della mano (o sulla schiena, nei bambini), l'infermiera fa diversi graffi con uno strumento speciale: uno scarificatore. Una dose microscopica del sospetto allergene viene registrata in ciascuno di essi. Dopo 15-40 minuti, diventa chiaro se il paziente ha una risposta immunitaria specifica a una di queste sostanze. Il graffio diventerà rosso, inizierà a prudere, apparirà un gonfiore, come dopo una puntura di zanzara. Se la dimensione di tale sito supera i 2 millimetri, la reazione all'allergene è considerata positiva.

Per ridurre il rischio di errore, la soluzione salina e l'istamina vengono successivamente gocciolate nei graffi prima di applicare potenziali irritanti. Se la pelle reagisce alla soluzione salina, allora è ipersensibile e il test può essere falso positivo. Se l'epidermide non risponde all'istamina, esiste la possibilità che il test allergologico sia falso negativo.

In uno di questi due casi, molto probabilmente saranno necessari altri esami, ad esempio un esame del sangue per specifiche immunoglobuline G ed E (a riguardo di seguito).

Test di Prik

Sembra una scarificazione, ma invece di graffi, la pelle del paziente è solo leggermente perforata (dalla puntura inglese - iniezione) nel luogo in cui viene applicato il potenziale allergene. Dopo 15-20 minuti, Diagnosi. Le allergie della pelle sono controllate per le reazioni. Rossore e vesciche - un segno che viene rilevato un allergene.

Patch test (applicazione)

Consiste nel fatto che i cerotti sono incollati sulla schiena del paziente, su cui vengono applicati fino a 30 potenziali allergeni. Sono mantenuti fino a 48 ore - per tutto questo tempo è necessario evitare procedure idriche e sudorazione eccessiva. Quindi il medico rimuoverà le patch e valuterà il risultato..

Esame del sangue per immunoglobuline specifiche G ed E

Determinazione degli allergeni usando un esame del sangue: la procedura è più costosa, lunga e meno accurata. Tuttavia, ci sono situazioni di Allergy Blood Test quando è meglio fare un esame del sangue, piuttosto che un esame cutaneo. Eccoli:

  • Stai assumendo un medicinale che può influire sul risultato di un test allergologico cutaneo, ma il farmaco non può essere annullato per diversi giorni. Questi includono antistaminici e steroidi, farmaci per l'asma e alcuni antidepressivi..
  • Per qualche motivo, non è possibile sopportare più iniezioni o graffi. Questo vale spesso per i bambini piccoli..
  • Hai problemi cardiaci.
  • Soffri di asma con convulsioni scarsamente controllate.
  • Hai eczema, dermatite, psoriasi o altre malattie della pelle che rendono la pelle o le braccia a corto di pelle pulita.
  • Una volta hai avuto uno shock anafilattico.

Durante l'analisi, prenderanno semplicemente il sangue da una vena. Quindi sarà diviso in diverse porzioni e ognuna mescolata con vari potenziali allergeni: componenti alimentari, polline di piante, sostanze chimiche, spore di muffa. Alcuni giorni dopo, gli esperti esaminano la risposta di ciascuno dei campioni e calcolano la cosiddetta risposta immunitaria.

Più è attiva, più una sostanza particolare è pericolosa per te..

Il risultato verrà fornito sotto forma di tabella, in cui verranno indicate le sostanze dannose e sicure per te. Tuttavia, non sei tu che dovresti interpretare queste informazioni, ma il medico curante. È lui che, sulla base dei dati ottenuti, prescriverà il trattamento più efficace e raccomanderà cambiamenti nello stile di vita che aiuteranno a far fronte alle allergie.