Perché ho bisogno di un test allergenico in un bambino fino a un anno, come donare il sangue

Analisi

I bambini di età inferiore a un anno hanno spesso reazioni allergiche al cibo e ad altre sostanze irritanti: droghe, peli di animali e peli di animali e piccole particelle di piante. Per diagnosticare il problema in tempo e iniziare il trattamento, i medici raccomandano di passare un'analisi immunologica. Di solito, i bambini tollerano bene questa procedura, quindi non dovresti aver paura di andare in una clinica per bambini.

L'allergia è una delle malattie infantili più comuni.

Cause di reazioni allergiche

Le cause più comuni di questo disturbo immunitario sono:

  • Condizioni di vita improprie per il bambino;
  • Catering inadeguato;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Sistema immunitario debole.

Una tendenza alle allergie può verificarsi a qualsiasi età, molto spesso i primi segni della malattia si notano nella prima infanzia.

La predisposizione alla malattia è spesso ereditata.

Informazioni su un esame del sangue per allergeni fino a un anno

Un test allergenico in un bambino è un modo abbastanza efficace per identificare la causa di una reazione avversa. Viene consegnato solo nella direzione del medico.

Indicazioni e controindicazioni

Le indicazioni sono segni pronunciati di reazioni allergiche: eruzioni cutanee, frequenti malattie respiratorie, rinite cronica. Tutte queste condizioni possono essere segni di un sistema immunitario disfunzionale. Controindicazioni alla procedura sono:

  • dentizione;
  • malattia respiratoria acuta;
  • qualsiasi malattia infettiva;
  • febbre.

Il sangue viene prelevato da una vena. Lo scopo della procedura è identificare il livello di immunoglobuline specifiche.

Vantaggi dell'analisi rispetto ai test cutanei

Invece dell'analisi, molte cliniche a pagamento offrono ai bambini un test cutaneo. Tuttavia, in un bambino di età inferiore a tre anni, questo metodo di ricerca è spesso inefficace a causa della difficoltà nella valutazione del risultato..

Tipi di esami del sangue per allergeni

L'analisi del sangue più comune è il test RAST. La diagnosi con questo metodo è la seguente:

  • Un bambino di 0 anni preleva il sangue da una vena e lo mette in una provetta;
  • Successivamente, viene aggiunta una soluzione alla provetta che contiene un certo tipo di allergene;
  • Dopo un po 'viene esaminata la quantità di anticorpi nel sangue;
  • Se è al di sopra del normale, il bambino è allergico a un irritante specifico.

Il principale svantaggio di questa tecnica di ricerca è che non consente di calcolare l'esatto livello di sensibilità del bambino all'allergene in studio.

Un risultato più accurato è dato dagli studi che rivelano la presenza di immunoglobulina E nel sangue del bambino - questo è il nome della sostanza responsabile delle manifestazioni esterne della reazione. Per analisi, il siero del sangue dei bambini viene miscelato con sostanze come ingredienti alimentari, peli di animali, piccole particelle di piante, prodotti chimici domestici. Successivamente, viene rilevata l'irritante principale. Il principale svantaggio di questo metodo diagnostico è la lunga attesa dei risultati.

Esistono molti tipi di analisi; quale scegliere, dirà il medico

Come eseguire i test allergologici

Un'analisi degli allergeni nei neonati deve essere adeguatamente preparata. Per fare questo, devi:

  • Ottenere un rinvio da un medico;
  • Decidere la data e l'ora della procedura;
  • Porta con te tutti gli articoli igienici necessari per il bambino;
  • Se possibile, somministrare al bambino qualsiasi agente antivirale prima della visita in clinica, in modo da non contrarre malattie respiratorie infantili.

Non è richiesta la conformità con una dieta speciale alla vigilia. Tuttavia, è vietato somministrare antistaminici al bambino, altrimenti i risultati potrebbero risultare inaffidabili.

Quanta analisi viene fatta

La durata dell'attesa dei risultati dipende da dove viene eseguita l'analisi: nella clinica in cui il bambino l'ha passato o altrove. Nel secondo caso, ci vorrà più tempo per attendere i risultati. Se si donano sangue per neonati per immunoglobuline, il periodo di attesa medio può essere da una a due settimane, questa è considerata la norma. Il motivo è la difficoltà di condurre test di laboratorio.

Dove posso consegnare

Un test allergologico in un bambino può essere eseguito sia in una clinica pubblica che privata (commerciale). Fare domanda a un centro medico privato per effettuare un'analisi a pagamento eviterà le code. Tuttavia, in questo caso, dovresti prima verificare telefonicamente se una particolare organizzazione lavora con bambini di età inferiore a un anno - per ottenere sangue da una vena di un bambino a questa età, l'infermiera deve essere altamente qualificata.

Un rinvio alla procedura può essere ottenuto presso la clinica per bambini nel luogo di residenza

Caratteristiche del prelievo di sangue nei neonati

Prendere il sangue di un bambino in cerca di allergeni per rilevare patologie non è facile. È meglio farlo quando il bambino dorme. Un bambino che dorme profondamente fino a un anno potrebbe anche non provare dolore, perché tutto viene fatto molto rapidamente.

Attenzione! I bambini più grandi che mangiano cibo per adulti vengono testati a stomaco vuoto. Un bambino che non riceve alimenti complementari può essere allattato al seno - questo non influirà sul risultato corretto. In questo caso, l'analisi può essere fornita non solo al mattino.

Cosa fornisce la decodifica dell'analisi immunologica

La decrittazione dell'analisi aiuta a scoprire esattamente a cosa risponde il bambino. Di solito il risultato dello studio sembra un tavolo. Nella sua colonna di sinistra sono i nomi degli allergeni, a destra - l'intensità della reazione. Il numero "0" indica l'assenza di allergie.

Quali tipi di allergeni possono essere rilevati

Utilizzando test di laboratorio, è possibile identificare i principali allergeni alimentari, respiratori e tattili durante l'infanzia. Il primo include cibo, il secondo - piccole particelle di piante, il terzo - detersivi in ​​polvere, cosmetici, prodotti chimici domestici. La cosa principale è capire quale sostanza è il pericolo..

Attenzione! Molte persone credono erroneamente che l'allergia ai gatti derivi dall'attaccatura lunga e folta di questi animali domestici. In effetti, l'urina di gatto è l'allergene più forte. Pertanto, il bambino reagirà allo stesso modo ai capelli lunghi e al gatto calvo (gatto) o al cane.

Cosa fare dopo la diagnosi di allergia

Se dopo aver dato all'allergia al sangue del bambino è stato possibile scoprire quale irritante provoca una reazione indesiderata, l'allergene dovrebbe essere eliminato il prima possibile o il contatto con esso dovrebbe essere limitato. Vale anche la pena affrontare l'aumento dell'immunità del bambino. Ciò richiede frequenti passeggiate e trattamenti di rinvenimento. Con esacerbazioni di allergie, puoi periodicamente bere un ciclo di antistaminici prescritto da un medico in base all'età. Dopo qualche tempo, è possibile passare nuovamente l'analisi.

Non confondere le allergie con le intolleranze alimentari. La prima malattia rimarrà con il bambino per tutta la vita, la seconda passerà gradualmente mentre il sistema digestivo si sviluppa. Con una reazione indesiderata al latte materno nei neonati, la via d'uscita ideale sono le moderne miscele senza latte a base di soia.

Se a un bambino viene diagnosticata un'allergia, i genitori non dovrebbero preoccuparsi e farsi prendere dal panico. Nella maggior parte dei casi, questo disturbo scompare con l'età. Il bambino semplicemente "supera" la sua malattia mentre l'immunità si rafforza. Tuttavia, non trascurare il trattamento e i test. Affinché il bambino sia sano, i genitori devono seguire chiaramente tutte le raccomandazioni dei medici curanti: pediatra e allergologo-immunologo.

Diagnosi delle allergie nei neonati - Analisi delle allergie

Oggi, le manifestazioni di allergie sotto forma di eruzioni cutanee sulla pelle di un bambino, lesioni del tratto digestivo o allergie respiratorie si verificano prima e prima e questo è un serio motivo di preoccupazione per i genitori.

Le lesioni più comuni della pelle sono la sudorazione e la diatesi allergica, che si sviluppano nei neonati.

Nella maggior parte dei casi, allergeni alimentari e da contatto (polvere, sapone, olio per la pelle, indumenti sintetici) causano allergie..

Ma anche prima della nascita, il bambino deve affrontare molti allergeni e questo è dovuto a:

  • con ecologia costantemente complicata;
  • con ipersensibilità ereditaria sfavorevole di molte persone ad allergeni complessi che si trovano nel cibo, nell'aria e nell'acqua;
  • con alimentazione impropria di una donna incinta.

Una futura madre incontra spesso fattori allergenici nella vita di tutti i giorni, ma la protezione attiva della placenta protegge il feto dagli effetti patologici degli allergeni e, se vengono violate le sue proprietà protettive, si verifica anche la sensibilizzazione intrauterina del bambino a vari fattori allergici..

Anche di grande importanza nello sviluppo di reazioni allergiche di vario tipo è l'onere genetico delle briciole del corpo per molti agenti patogeni.

Un bambino dopo la nascita non ha una protezione affidabile, quindi i tegumenti della pelle e altri organi delle briciole cadono sotto l'influenza patologica dell'ambiente:

  • fattori alimentari (anche con l'alimentazione naturale, quando la madre mangia cibi allergenici) - pertanto, è estremamente importante sapere come nutrire una madre che allatta;
  • allergeni da contatto (allergeni chimici e fisici): prestare attenzione a tutti i detergenti, inclusi polveri e balsami per bambini, oli per la pelle;
  • fattori epidermici (peli di animali e uccelli, cibo per pesci e pappagalli) - questo deve essere preso in considerazione se ci sono bambini in famiglia o se si intende avere un animale domestico;
  • medicinali (antibiotici, sciroppi con coloranti e aromi e altri farmaci).

Le malattie allergiche più comuni nei neonati sono:

  • eruzioni allergiche (diatesi allergica, seborroica, dermatite atopica);
  • rinite vasomotoria (allergica);
  • patologia dell'apparato digerente;
  • reazioni respiratorie (broncospasmo);
  • congiuntivite allergica.

Come si sviluppa una reazione allergica nei neonati?

Quando un allergene entra nel corpo del bambino, vengono sintetizzate immunoglobuline specifiche E, che attivano la catena di reazione con la formazione di mediatori infiammatori.

Tutti questi fattori (istamina, serotonina e altre sostanze bioattive) portano allo sviluppo di sintomi allergici: eruzione cutanea, diarrea, rinite o congiuntivite.

Manifestazioni cliniche di allergie

L'ipersensibilità agli allergeni nei neonati può manifestarsi sotto forma di:

  • lesioni allergiche della pelle;
  • lesioni del tratto digestivo;
  • allergie respiratorie;
  • danno d'organo combinato di vari sistemi.

Le reazioni allergiche cutanee comprendono:

  • diatesi allergica (desquamazione della pelle delle guance, fronte, regione glutea, prurito intenso e arrossamento della pelle;
  • gneiss, orticaria, gonfiore locale della pelle;
  • manifestazioni di sudorazione e / o eruzione da pannolino persistente di eziologia sconosciuta (con un microclima confortevole e buona cura delle pieghe della pelle del bambino).

Disturbi del tratto digestivo:

Manifestazioni respiratorie di una reazione allergica:

  • rinite allergica;
  • broncospasmo (tosse secca frequente, respiro corto, frequenti infezioni respiratorie con laringite, alveolite o bronchite ostruttiva).

La combinazione di reazioni allergiche con la sconfitta di diversi sistemi nei neonati è considerata un'alta predisposizione al verificarsi di pericolose malattie allergiche:

  • asma bronchiale;
  • eczema
  • dermatite atopica;
  • sviluppo di patologie infiammatorie e allergiche complesse di reni, cuore, vasi sanguigni, sistema muscoloscheletrico.

Una combinazione di diverse lesioni è abbastanza comune:

  • sistema respiratorio e cute (rinite o broncospasmo);
  • reazioni allergiche cutanee e lesioni intestinali.

Se uno dei segni o una combinazione della patologia di diversi sistemi di natura presumibilmente allergica appare in un bambino, è necessario consultare uno specialista: un pediatra o un allergologo pediatrico e, per un'allergia alimentare, un nutrizionista.

Diagnosi di un'allergia in un bambino

Con gravi manifestazioni di una reazione allergica, in particolare con patologie combinate, è necessario il ricovero in un reparto specializzato per il trattamento sintomatico e la determinazione degli allergeni in un ospedale.

Queste patologie includono:

  • broncospasmo persistente con orticaria;
  • disturbi dispeptici con vomito;
  • eruzione cutanea o congiuntivite grave;
  • in reazioni pericolose per la vita di tipo immediato (sviluppo di shock anafilattico o edema di Quincke).

Molti genitori sono preoccupati per il problema di, Come viene determinata la diagnosi di allergia nei bambini piccoli:

  • dati provenienti da un'indagine sui genitori (una raccolta dettagliata di anamnesi, reclami, determinazione della presenza di onere ereditario);
  • determinazione della relazione tra manifestazioni cliniche di vari tipi di reazioni allergiche, sensibilizzazione del corpo e ingestione di determinati alimenti, presenza di animali in famiglia, lavaggio con polvere, indumenti sintetici e altri fattori);
  • ispezione del bambino.

Per confermare la diagnosi di una reazione allergica, vengono eseguiti test di laboratorio:

  • Esame del sangue clinico: un aumento degli eosinofili può indicare una reazione allergica;
  • determinazione delle Ig E totali (viene determinato un livello elevato);
  • Ultrasuoni dell'apparato digerente ad eccezione dell'origine non allergica dei sintomi patologici.

I seguenti fatti possono anche servire come prova indiretta delle allergie alimentari durante l'alimentazione naturale:

  • graduale scomparsa di segni di allergia durante una dieta ipoallergenica; eliminazione delle allergie cutanee al termine del lavaggio con polveri, condizionatori;
  • quando si sostituiscono gli indumenti sintetici con quelli naturali in cotone o lino, in particolare biancheria intima e biancheria da letto;
  • un effetto positivo dopo l'inizio dell'assunzione di forme di farmaci per bambini contro le allergie (antistaminici in combinazione con assorbenti naturali).

Esame del sangue per allergeni nei neonati

Per chiarire la natura allergica di eruzioni cutanee, tratto gastrointestinale, rinite, congiuntivite o combinazioni di patologie, quando è difficile determinare il fattore causale - un allergene che causa lo sviluppo di una reazione allergica - un esame del sangue per allergeni.

Ora è fatto in quasi ogni clinica per bambini di grandi dimensioni o in laboratorio presso l'ufficio di un allergologo.

Tutti gli studi devono essere effettuati durante il periodo di calma allergica (preferibilmente in inverno), prima dell'inizio dell'assunzione di farmaci antiallergici o dopo la fine del ciclo di trattamento.

Nei bambini piccoli, il sangue viene prelevato da una vena con la determinazione del livello di immunoglobuline specifiche (Ig E) per alcuni tipi di allergeni.

Una condizione importante è l'assenza di condizioni fisiologiche (sindrome della dentizione, surriscaldamento, disfunzione intestinale) o malattie organiche che possono influenzare l'affidabilità dei risultati..

Nei bambini più grandi vengono eseguiti test cutanei o esami del sangue per allergeni..

Analisi dei test delle allergie cutanee nei neonati

Per i bambini piccoli, i test cutanei di riferimento per gli allergeni sono estremamente rari a causa della complessità della loro valutazione, che è determinata dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della struttura della pelle nei bambini e dalla possibilità di una reazione versata.

I test cutanei vengono eseguiti su bambini di età superiore ai tre anni.

Vengono effettuati come segue: piccole dosi di determinati allergeni vengono applicate sulla pelle nella regione dell'avambraccio e viene verificata la reazione alla loro somministrazione (entro mezz'ora). Un test cutaneo per allergeni viene eseguito solo in assenza di processi infiammatori nel corpo.

Prima di condurre test allergologici sulla pelle, è necessario determinare la gamma di possibili allergeni - ci sono diversi pannelli.

Di solito viene prescritto un set standard di allergeni:

  • con reazioni cutanee (per agrumi, cioccolato, pesce, uova, latte di vacca, soia, glutine);
  • con broncospasmo: una serie di polvere, allergeni epidermici e alimentari;
  • con rinite e congiuntivite: polline, polvere, allergeni epidermici e alimentari.

Una serie aggiuntiva di possibili allergeni alimentari può essere identificata quando si mantiene un diario alimentare per 7-10 giorni: la madre annota costantemente tutti gli alimenti che il bambino mangia durante il giorno, le caratteristiche della sua elaborazione culinaria dei piatti e le reazioni quotidiane del bambino.

Quando eseguire un test allergenico in un bambino

Una tipica reazione allergica nei neonati si sviluppa in quindici casi su cento ed è ben fermata dalla cancellazione di un prodotto allergenico o dall'eliminazione di fattori patogeni.

Nella maggior parte dei casi, sono possibili false reazioni:

  • con l'introduzione errata di alimenti complementari o nuovi prodotti;
  • con fermentopatia;
  • in presenza di disbiosi o parassiti nell'intestino.

Gli allergologi raccomandano di condurre questi test solo per indicazioni rigorose:

  • confermare le allergie alimentari identificate con le restrizioni alimentari;
  • se necessario, determinare il fatto di una diminuzione di una reazione allergica durante il trattamento;
  • se il bambino ha sviluppato shock anafilattico da una puntura di insetto;
  • per confermare la reazione allergica identificata al vaccino.

In tutti gli altri casi, è necessario utilizzare tutte le opzioni possibili per determinare l'allergene.

Va ricordato che l'analisi per gli allergeni viene eseguita solo come indicato dal medico.

pediatra Sazonova Olga Ivanovna

Allergologo: come distinguere l'intolleranza alimentare dalle allergie alimentari

Leggi anche

I genitori spesso confondono l'intolleranza alimentare nei bambini con allergie alimentari. Tuttavia, secondo i medici, si tratta di "due grandi differenze": si basano su una natura diversa.

Si tratta di quantità

L'allergia alimentare è, infatti, un malfunzionamento nelle impostazioni del sistema immunitario. Percepisce prodotti apparentemente ordinari e i loro componenti come una minaccia, ad esempio virus o batteri patogeni. E inizia a produrre anticorpi per combattere agenti "dannosi" (sono anche chiamati antigeni, e in caso di allergie - allergeni). Secondo l'allergologo-immunologo pediatrico del Centro consultivo e diagnostico dell'Università pediatrica di Nadezhda Sinelnikova, non vi è alcuna reazione immunologica nel cuore dell'intolleranza alimentare.

- Le vere allergie possono verificarsi con l'uso ripetuto anche di una minima parte del cibo allergenico. L'intolleranza alimentare, di regola, dipende dalla quantità consumata - il corpo semplicemente non noterà un pezzo. Ad esempio, oggi ho bevuto un bicchiere di latte - e niente, ma una settimana dopo ho bevuto tre bicchieri ed è diventato cattivo ", spiega l'allergologo.

L'intolleranza ai carboidrati è più comune - ad esempio fruttosio, lattosio, fruttani (polimero di fruttosio, presente nei cereali e nelle verdure - circa Ed.) E galattani (polisaccaridi complessi, presenti nei legumi - circa Ed.).

Non tutte le eruzioni cutanee sono allergiche.

Non tutti i rossori o le eruzioni cutanee sono segni di allergie alimentari, dice il medico. Le ragioni di questa reazione possono essere molto diverse. Ad esempio, una maggiore secchezza della pelle di un bambino diventa "facile preda" per i microbi patogeni. O solo il fastidio di un panno duro. Le eruzioni cutanee possono anche provocare intolleranza alimentare, ma di solito è caratterizzata da sintomi di disturbi intestinali - diarrea, gonfiore, nausea e persino vomito.

- Una reazione acuta in entrambi i casi, di norma, si verifica nelle successive 2 ore dopo aver mangiato. Inoltre, con allergie alimentari, può essere ritardato di un massimo di un giorno. Tutto il resto che vediamo sulla pelle 2-3 giorni dopo avere un allergene nel tratto digestivo è molto probabilmente dovuto ad altri motivi. Ora gli esperti affermano sempre più che le vere allergie non hanno alcun effetto cumulativo.

Oltre alla dermatite atopica, possono comparire allergia alimentare con eritema (arrossamento della pelle), gonfiore, prurito in bocca, lingua che inizia a prudere, rinite allergica (naso che cola) o congiuntivite (infiammazione della mucosa esterna del bulbo oculare e della superficie interna delle palpebre), sintomi respiratori.

Laboratorio "plus" - non è una ragione per una transizione di emergenza verso una miscela terapeutica

Se la causa dell'allergia è nelle caratteristiche del sistema immunitario, la causa dell'intolleranza ai prodotti è il fallimento del sistema digestivo. Prima di tutto, può essere una carenza di alcuni enzimi che sono necessari per scomporre il cibo in proteine, grassi, carboidrati, vitamine e oligoelementi. Secondo Nadezhda Sinelnikova, nei bambini l'intolleranza è spesso associata all'immaturità dell'apparato digerente: non producono ancora gli enzimi necessari in quantità sufficienti. Inoltre, le cause possono includere patologie del tratto gastrointestinale, malattie parassitarie, squilibrio del microbiota intestinale dopo l'assunzione di antibiotici o infezioni. Esistono cause più gravi: malattia infiammatoria cronica intestinale (morbo di Crohn, colite ulcerosa), disturbi metabolici ereditari associati a intolleranza al lattosio (un carboidrato del gruppo disaccaridico presente nel latte e nei prodotti lattiero-caseari), celiachia (malattia autoimmune geneticamente associata a intolleranza alla gliadina - una proteina di cereali). Come osserva il medico, in tutti questi casi è necessario confermare clinicamente la diagnosi e non prescrivere spensieratamente diete e miscele speciali per la prevenzione.

- È quasi impossibile per il paziente determinare la causa esatta della comparsa di sintomi spiacevoli, soprattutto con un complesso di problemi. Questo può essere fatto solo da un medico, dopo aver studiato la storia del paziente, le manifestazioni cliniche e, se necessario, prescritto ulteriori studi. L'appuntamento delle miscele terapeutiche e della dieta deve essere affrontato attentamente e non applicarle al minimo sospetto di prevenzione. Di recente ho avuto una mamma di un mese alla reception, che ha portato con me i risultati di uno studio con una piccola "percentuale" di allergia al latte. Allo stesso tempo, era già stato trasferito in una difficile miscela medica, anche se non c'erano nemmeno manifestazioni cutanee di allergie. C'era solo un leggero naso che colava e difficoltà respiratorie sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute, a causa del piccolo laboratorio "più" sono stati immediatamente associati ad allergie.

Allergie e intolleranze alimentari - non necessariamente per sempre

L'intolleranza alimentare può essere temporanea, ma può persistere per tutta la vita, come ad esempio nel caso della celiachia. Capita non solo durante l'infanzia, ma anche in età avanzata - di prendere almeno difficoltà con l'assorbimento del latte da molte persone anziane. Secondo il medico, nella metà dei bambini con una diagnosi di "allergia alimentare", la sensibilità agli allergeni arriva a cinque anni - cioè a questa età o anche prima, il bambino inizia a percepire alimenti che in precedenza hanno causato una reazione allergica. È vero, è necessario verificare se la reazione al prodotto è passata o meno sotto la supervisione di un medico.

- All'estero vengono utilizzati test provocatori per dare un prodotto allergenico in una certa dose e osservare la reazione. In Russia, tali test vengono eseguiti molto raramente. Di solito, i genitori stessi si assumono la responsabilità e restituiscono il prodotto proibito dopo 6 mesi, un anno o due, in realtà si tratta di un guasto provocatorio.

Oggi vengono utilizzati diversi metodi per diagnosticare le allergie alimentari, ma i principali sono esami del sangue per immunologlobuline specifiche E (IgE), test cutanei e attivazione dei basofili. Non esistono test diagnostici specifici per determinare l'intolleranza alimentare e la diagnosi viene generalmente effettuata eliminando le allergie alimentari e la patologia gastrointestinale. L'eccezione sono i test genetici per alcune forme ereditarie di intolleranza alimentare che sono presenti fin dall'infanzia..

- La diagnosi è difficile e spesso non vediamo reazioni positive agli allergeni attesi. Ciò non indica l'assenza di una reazione al prodotto, ma indica la partecipazione di altri meccanismi immunitari coinvolti nel processo infiammatorio. Se, ad esempio, il bambino non mangia determinati alimenti, il livello di anticorpi a questo allergene nel sangue potrebbe essere zero, ha detto l'allergologo.

Trattamento

Come sapete, le conseguenze delle allergie alimentari, se le misure non vengono prese in tempo, sono mortali - fino allo shock anafilattico. Le conseguenze dell'intolleranza alimentare, sebbene si sviluppino molto più lentamente, ma non promettono nulla di buono se non capisci la causa dei disturbi nel tempo. Di conseguenza, può portare a disturbi metabolici e quindi allo sviluppo di malattie croniche.

Secondo i medici, il trattamento dell'intolleranza alimentare, di norma, non richiede la nomina di una terapia farmacologica. Basta escludere un prodotto intollerabile dalla tua dieta: il corpo non ne trarrà sicuramente beneficio. Con le allergie alimentari, il trattamento principale si riduce anche alla dieta, nonché alla rimozione dei sintomi quando si utilizza un prodotto allergenico specifico. Questa può essere una terapia locale per varie condizioni allergiche o l'assunzione di antistaminici con lo sviluppo di reazioni violente.

Analisi degli allergeni alimentari

Questa malattia deriva da una risposta immunitaria alle proteine ​​estranee..

Per dire addio a questo tipo di malattia, assumere pillole, i farmaci non sono sufficienti. Se la malattia non viene curata, si manifesterà in futuro.

Pertanto, un allergologo deve nominarti una diagnosi per identificare e identificare le principali sostanze irritanti e sviluppare, prescrivere un trattamento per escludere ulteriormente il contatto con loro.

Quali allergeni possono essere rilevati durante la diagnosi.

Esistono molte specie, ma le più comuni sono virali, domestiche, industriali, vegetali e così via..

Metodi di ispezione

Il medico che è coinvolto nell'esame, nella nomina dei test e nel trattamento diretto è un allergologo.

Quando viene accertata la causa dell'allergia, ad esempio ereditarietà, la data esatta, viene prescritto un ciclo di trattamento, vengono stabilite le scadenze per il trattamento finale.

Esistono due modi per identificare gli allergeni:

  • donazione di sangue (cioè, il paziente è venuto in clinica, ha superato un esame del sangue e se ne è andato, quindi il medico rivela tutte le cause della malattia senza la sua presenza)
  • test provocatori e cutanei (qui è necessaria la presenza del paziente)

Una predisposizione alla malattia viene rilevata con diversi metodi:

  • Test di esclusione di allergeni alimentari
  • Test cutaneo
  • Test provocatori
  • Rilevazione di immunoglobuline e anticorpi In E.

Dopo aver eseguito tutte le procedure, possono sorgere difficoltà, poiché recentemente la rilevazione di una sola sostanza irritante è stata estremamente rara. In altre parole, si chiama allergia monocomponente..

Esistono diversi tipi di reazioni simili, sono chiamate reazioni crociate, nel qual caso si sviluppano da due o più tipi di allergeni. In questo caso, è necessario un esame generale e più approfondito..

Tipi di test per allergie polivalenti (diversi tipi di reazione allergenica):

  • Test cutanei per irritante
  • Analisi del sangue generale
  • Analisi degli anticorpi
  • Test provocatori.

Spesso, solo dopo un lungo e approfondito esame viene prescritto un corso di trattamento, metodi di trattamento, come eliminare lo sviluppo della malattia.

Qual è il modo migliore per rilevare le allergie?

La maggior parte dei medici ritiene che un esame del sangue generale fornirà la definizione più accurata di sostanze irritanti..

Considera molti dei suoi vantaggi:

  • Nessun contatto, non si verificano esperimenti con la pelle. Così. Lo proteggerà da manipolazioni inutili e, di conseguenza, riduce a zero il livello di irritazione della pelle.
  • Secondo un esame del sangue, è possibile determinare non solo gli allergeni stessi, ma anche il loro numero. Ciò aiuterà il livello di sensibilità a vari allergeni..
  • Effettuare questo tipo di analisi è sufficiente una volta
  • Utilizzando un esame del sangue, è possibile identificare un allergene in qualsiasi momento, gli esami della pelle non possono sempre essere eseguiti e non in tutte le condizioni.

Alcuni pazienti hanno controindicazioni per i test cutanei..

Ad esempio, è una malattia della pelle o un'allergia si riflette così fortemente sulla pelle che la sua analisi è impossibile da condurre. È anche impossibile condurre un esame in quei casi con una storia di anafilassi.

Inoltre, se il paziente viene sottoposto a un lungo ciclo di trattamento, assume farmaci, droghe, compresse. In tali casi, le analisi saranno inaccurate e inaffidabili. Riducono la sensibilità del corpo agli allergeni. Inoltre, alle persone in età avanzata e ai bambini piccoli non vengono sottoposti test cutanei..

Preparazione prima dell'analisi

Prima di iniziare il corso dell'esame, è necessario prepararsi con cura. Tutte queste attività devono essere segnalate dal medico e monitorate. In caso di non conformità, l'analisi risulterà inaffidabile e inaccurata.

Prima di condurre un esame del sangue generale:

  • I pazienti dovrebbero essere assolutamente sani. Non dovrebbe avere una malattia fredda, virale o respiratoria. Nel caso della temperatura, il rilevamento di malattie croniche, i test non possono essere superati. Il paziente dovrà rimandare l'esame fino alla cura finale.
  • Il paziente non dovrebbe avere una reazione allergica acuta, altrimenti ciò comporterà una sopravvalutazione della reazione allergica degli anticorpi. Cosa sarà sbagliato.
  • Tre giorni prima dell'analisi, è necessario interrompere qualsiasi contatto con animali, uccelli, pesci.
  • È necessario tre giorni prima dell'esame per interrompere l'uso e l'assunzione di eventuali farmaci, anche quelli antiallergenici. Tuttavia, in caso di interruzione dell'uso di farmaci antiallergenici, la malattia si intensificherà, è necessario iniziare a prenderli di nuovo e rimandare l'analisi del rifugio. Solo dopo aver consultato un medico, è possibile continuare l'esame..
  • Per cinque giorni e analisi, è necessario dimenticare prodotti come agrumi, cioccolato, verdure, bacche e frutti di colore rosso, miele, frutti di mare, noci, latte. È inoltre necessario interrompere l'assunzione di alimenti contenenti esaltatori di sapidità, conservanti. Stabilizzanti acidi, aromi.
  • Dovresti smettere di fare sport il giorno prima delle prove. Qualsiasi attività fisica farà solo male.
  • Devi fare dei test a stomaco vuoto.
  • Divieto di caffè e tabacco

Solo dopo aver seguito le procedure di cui sopra le analisi saranno considerate corrette.

Dove viene eseguito un esame del sangue generale

I test per un esame del sangue generale possono essere eseguiti in vari istituti: nella clinica nel luogo di registrazione, in istituti medici specializzati.

Solo prima di fare i test, è necessario consultare un medico. Vale a dire, scoprire quali sostanze irritanti devono essere identificate. In questo modo risparmi denaro e risparmi tempo..

I test cutanei devono essere eseguiti in presenza del paziente e solo in istituti medici. Il medico deve monitorare l'intero processo. L'esame può essere effettuato sia da cliniche sanitarie pubbliche sia da privati, quindi è meglio sottoporsi a un esame completo.

I test provocatori vengono eseguiti solo in ambito ospedaliero per eliminare il rischio di shock anafilattico..

Analisi degli allergeni in un bambino

Il successo della lotta contro le manifestazioni allergiche dipende in gran parte dall'esclusione del contatto con il suo provocatore. Ma è tutt'altro che ovvio ciò che provoca una reazione allergica nei bambini piccoli. Al fine di non scoprirlo con prove ed errori, è molto appropriato analizzare gli allergeni causali in un bambino.

Come fare un esame del sangue per gli allergeni

Un esame del sangue per allergeni è il metodo di ricerca più comune. Nella diagnosi, l'allergene non viene a contatto con il corpo, il che è molto importante nel caso di piccoli pazienti. Un esame del sangue per le allergie nei bambini piccoli può essere preso in qualsiasi momento della giornata. L'unica condizione è che dopo aver mangiato siano trascorse almeno 3 ore.

Gli esami del sangue vengono eseguiti durante la remissione, anche se alcuni moderni metodi diagnostici possono rilevare un allergene anche durante una ricaduta acuta. Inoltre, gli antistaminici riducono il livello di anticorpi, quindi un esame del sangue viene eseguito principalmente dopo una sospensione temporanea di tali farmaci. In questo caso, i test immunologici non mostreranno risultati falsi..

Uno studio del sangue prelevato da una vena può essere condotto anche fino a sei mesi determinando l'immunoglobulina totale e specifica E. Ma gli allergologi insistono sul fatto che sia ottimale farlo da 6 mesi.

Tuttavia, non ci si può aspettare un risultato oggettivo da un'analisi. Inoltre, va tenuto presente che la presenza di un processo infettivo nel corpo può influire negativamente sui risultati, quindi è più ragionevole condurre uno studio durante il periodo in cui il bambino non è malato di raffreddori o malattie virali e la sua allergia non ha praticamente manifestazioni.

Test cutanei di scarificazione

In pediatria, a partire dall'età di 5 anni, pratica test di scarificazione cutanea per le allergie. Nel processo, vengono utilizzati speciali scarificatori, che praticano piccole incisioni superficiali sulla pelle, senza danneggiare i vasi sanguigni. Questa procedura è indolore, sebbene possa causare qualche disagio.

La pelle nel sito dello studio viene trattata con un antisettico e dopo che è stata asciugata, vengono applicate prima l'istamina e un liquido di controllo del test, e solo successivamente una goccia dell'allergene preparato per lo studio viene applicata alle incisioni. Ogni pannello allergenico utilizza i propri strumenti. I bambini non hanno la procedura se ci sono stati casi di shock anafilattico nella storia.

Allo stesso tempo, è consentito mettere 10-15 test cutanei con vari allergeni in una procedura. Ma se il paziente ha una ipersensibilità particolare, in una sessione si consiglia di identificare una possibile reazione non più di 2-3 tipi di allergeni. Soprattutto se i bambini vengono esaminati.

L'analisi di riferimento (test cutanei) per le allergie nei bambini è estremamente rara a causa della complessità della loro valutazione, che è determinata dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della struttura della pelle nei neonati e dalla possibilità di una reazione versata.

Molto spesso, i campioni sono prescritti in questi casi:

  • le allergie ai bambini hanno raggiunto l'età in cui è possibile eseguire tali test;
  • dopo aver assunto un determinato prodotto alimentare, ci sono preoccupazioni per le allergie alimentari;
  • una reazione allergica del corpo si è verificata al momento della vaccinazione.

I genitori di chi soffre di allergie, di norma, hanno maggiori probabilità di suonare l'allarme quando il bambino ha sintomi di allergia e vuole scoprire i provocatori senza indugio, e anche prendere misure terapeutiche. E questo è corretto, perché in questi bambini il sistema immunitario è particolarmente soggetto a reazioni allergiche. Ma se condurre un test cutaneo o ricorrere ad altri metodi diagnostici dovrebbe essere deciso da un allergologo-immunologo.

Un test cutaneo per allergeni viene eseguito solo in assenza di processi infiammatori nel corpo e gravi malattie dermatologiche.

Determinazione degli anticorpi IgE e IgG4

Inizialmente, una piccola quantità di IgE è normalmente presente nel sangue di qualsiasi persona e, dopo l'introduzione di un possibile allergene causale, la sua quantità aumenta in modo significativo e supera l'intervallo normale. Le immunoglobuline specifiche di classe E nella quantificazione sono considerate altamente sensibili. Questo è un popolare test di allergia al sangue nei bambini..

La rilevazione di anticorpi IgG4 sierici si trova spesso in pazienti affetti da varie malattie allergiche (asma bronchiale, dermatite atopica), compresi i pazienti con livelli normali di IgE totali.

Metodi provocatori

Vengono effettuati test provocatori nei casi in cui i test cutanei per le allergie e lo studio delle immunoglobuline non hanno permesso di identificare la causa dell'allergia. Questa analisi deve essere eseguita solo da un medico esperto. Ma le analisi di un tale piano per le allergie nei bambini sono raramente prescritte a causa del pericolo di shock anafilattico.

L'essenza della ricerca è che l'allergene viene applicato direttamente sulla mucosa dell'organo bersaglio selezionato. I test provocatori possono essere inalazione, nasale o congiuntivale. L'inalazione viene eseguita esclusivamente in un ospedale e l'impostazione di altri può essere eseguita ambulatorialmente. Dopo qualche tempo, si sta studiando la risposta immunitaria..

Preparazione all'analisi

Per superare i test per gli allergeni causali, il bambino avrà bisogno di una piccola preparazione:

  1. Nel corpo del bambino non dovrebbero verificarsi processi acuti virali o batterici. Deve essere sano, come indicato dagli emocromi..
  2. Pochi giorni prima dello studio previsto, è necessario escludere dalla dieta alimenti altamente allergenici, interrompere l'assunzione di farmaci.
  3. 5 giorni prima della donazione di sangue, il contatto con gli animali domestici dovrebbe essere escluso.
  4. 3 giorni prima della data del prelievo del sangue, è auspicabile che il bambino eviti uno sforzo fisico intenso e non sia nervoso.
  5. Il bambino dovrebbe donare il sangue a stomaco vuoto, preferibilmente al mattino.

Se vengono seguite tutte le regole, i risultati del test saranno il più affidabili possibile e aiuteranno a prescrivere il trattamento corretto, escludendo l'allergene causale dalla vita del bambino.

Decifrare i risultati

L'immunoglobulina E è presente in quantità insignificante nel sangue di tutte le persone e con l'età il suo indicatore cambia. Se l'IgE totale è significativamente più alta della norma per una determinata categoria di età, ciò indica la presenza di una reazione allergica. Se il paziente è stato a lungo in contatto con l'allergene, questa cifra sarà molto alta. Un allergologo esperto dovrebbe valutare e decifrare i risultati di un esame del sangue.

Con i test cutanei, si verifica una reazione nel sito di applicazione dell'allergene del test, un sigillo che ha una tinta rossastra o un blister. Viene misurato e valutato da un risultato che non è sempre affidabile. A volte possono esserci risultati falsi positivi o falsi negativi. Questo può essere riconosciuto solo da uno specialista esperto che aggiusterà ulteriori diagnosi..

Numerose diagnosi e analisi sono state sviluppate per identificare l'allergene in un bambino. Tuttavia, è necessario un esame completo, che inizia con una consultazione con un allergologo. Dopo aver studiato i reclami, le caratteristiche dello sviluppo della malattia e altre circostanze, il medico prescrive i test più necessari. L'ulteriore salute dei bambini dipende in gran parte dalla volontà dei genitori di cooperare con gli allergologi.

Un esame del sangue per allergeni alimentari - ha senso?

Sì, tenere un diario è la cosa giusta. Ma per escluderlo gradualmente, el è semplicemente insensato. A poco a poco, devi entrare. Pertanto, lasciamo il più innocuo e necessario e aspettiamo la remissione. Mio figlio stava morendo di fame per una settimana, ma durante questo periodo tutte le manifestazioni erano sparite e abbiamo iniziato a iniettare 2 cucchiaini da tè, come il primo richiamo.
Puoi lasciare almeno un tipo di carne? Se la carne non funziona, almeno il latte (o il suo sostituto). Bene, colore, sicuramente cavolo e zucchine. E i porridge? Lattina Di Riso?
Guarda, risulta un menu già accettabile, non un ristorante a Praga, Kanesha, ma non morirai di fame

Siamo spiacenti, non sto scrivendo nelle condizioni più comode, quindi c'è uno scarico.

Analisi degli allergeni alimentari in un bambino

Cos'è un esame del sangue nei bambini per l'identificazione degli allergeni: come prepararsi

I bambini di età inferiore a un anno hanno spesso reazioni allergiche al cibo e ad altre sostanze irritanti: droghe, peli di animali e peli di animali e piccole particelle di piante. Per diagnosticare il problema in tempo e iniziare il trattamento, i medici raccomandano di passare un'analisi immunologica. Di solito, i bambini tollerano bene questa procedura, quindi non dovresti aver paura di andare in una clinica per bambini.

L'allergia è una delle malattie infantili più comuni.

Cause di reazioni allergiche

Le cause più comuni di questo disturbo immunitario sono:

  • Condizioni di vita improprie per il bambino;
  • Catering inadeguato;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Sistema immunitario debole.

Una tendenza alle allergie può verificarsi a qualsiasi età, molto spesso i primi segni della malattia si notano nella prima infanzia.

La predisposizione alla malattia è spesso ereditata.

Informazioni su un esame del sangue per allergeni fino a un anno

Un test allergenico in un bambino è un modo abbastanza efficace per identificare la causa di una reazione avversa. Viene consegnato solo nella direzione del medico.

Indicazioni e controindicazioni

Le indicazioni sono segni pronunciati di reazioni allergiche: eruzioni cutanee, frequenti malattie respiratorie, rinite cronica. Tutte queste condizioni possono essere segni di un sistema immunitario disfunzionale. Controindicazioni alla procedura sono:

  • dentizione;
  • malattia respiratoria acuta;
  • qualsiasi malattia infettiva;
  • febbre.

Il sangue viene prelevato da una vena. Lo scopo della procedura è identificare il livello di immunoglobuline specifiche.

Vantaggi dell'analisi rispetto ai test cutanei

Invece dell'analisi, molte cliniche a pagamento offrono ai bambini un test cutaneo. Tuttavia, in un bambino di età inferiore a tre anni, questo metodo di ricerca è spesso inefficace a causa della difficoltà nella valutazione del risultato..

Tipi di esami del sangue per allergeni

L'analisi del sangue più comune è il test RAST. La diagnosi con questo metodo è la seguente:

  • Un bambino di 0 anni preleva il sangue da una vena e lo mette in una provetta;
  • Successivamente, viene aggiunta una soluzione alla provetta che contiene un certo tipo di allergene;
  • Dopo un po 'viene esaminata la quantità di anticorpi nel sangue;
  • Se è al di sopra del normale, il bambino è allergico a un irritante specifico.

Il principale svantaggio di questa tecnica di ricerca è che non consente di calcolare l'esatto livello di sensibilità del bambino all'allergene in studio.

Un risultato più accurato è dato dagli studi che rivelano la presenza di immunoglobulina E nel sangue del bambino - questo è il nome della sostanza responsabile delle manifestazioni esterne della reazione.

Per analisi, il siero del sangue dei bambini viene miscelato con sostanze come ingredienti alimentari, peli di animali, piccole particelle di piante, prodotti chimici domestici. Successivamente, viene rilevata l'irritante principale.

Il principale svantaggio di questo metodo diagnostico è la lunga attesa dei risultati.

Esistono molti tipi di analisi; quale scegliere, dirà il medico

Come eseguire i test allergologici

Un'analisi degli allergeni nei neonati deve essere adeguatamente preparata. Per fare questo, devi:

  • Ottenere un rinvio da un medico;
  • Decidere la data e l'ora della procedura;
  • Porta con te tutti gli articoli igienici necessari per il bambino;
  • Se possibile, somministrare al bambino qualsiasi agente antivirale prima della visita in clinica, in modo da non contrarre malattie respiratorie infantili.

Non è richiesta la conformità con una dieta speciale alla vigilia. Tuttavia, è vietato somministrare antistaminici al bambino, altrimenti i risultati potrebbero risultare inaffidabili.

Quanta analisi viene fatta

La durata dell'attesa dei risultati dipende da dove viene eseguita l'analisi: nella clinica in cui il bambino l'ha passato o altrove. Nel secondo caso, ci vorrà più tempo per attendere i risultati. Se si donano sangue per neonati per immunoglobuline, il periodo di attesa medio può essere da una a due settimane, questa è considerata la norma. Il motivo è la difficoltà di condurre test di laboratorio.

Dove posso consegnare

Un test allergologico in un bambino può essere eseguito sia in una clinica pubblica che privata (commerciale). Fare domanda a un centro medico privato per effettuare un'analisi a pagamento eviterà le code.

Tuttavia, in questo caso, dovresti prima verificare telefonicamente se una particolare organizzazione lavora con bambini di età inferiore a un anno - per ottenere sangue da una vena di un bambino a questa età, l'infermiera deve essere altamente qualificata.

Un rinvio alla procedura può essere ottenuto presso la clinica per bambini nel luogo di residenza

Caratteristiche del prelievo di sangue nei neonati

Prendere il sangue di un bambino in cerca di allergeni per rilevare patologie non è facile. È meglio farlo quando il bambino dorme. Un bambino che dorme profondamente fino a un anno potrebbe anche non provare dolore, perché tutto viene fatto molto rapidamente.

Attenzione! I bambini più grandi che mangiano cibo per adulti vengono testati a stomaco vuoto. Un bambino che non riceve alimenti complementari può essere allattato al seno - questo non influirà sul risultato corretto. In questo caso, l'analisi può essere fornita non solo al mattino.

Cosa fornisce la decodifica dell'analisi immunologica

La decrittazione dell'analisi aiuta a scoprire esattamente a cosa risponde il bambino. Di solito il risultato dello studio sembra un tavolo. Nella sua colonna di sinistra sono i nomi degli allergeni, a destra - l'intensità della reazione. Il numero "0" indica l'assenza di allergie.

Quali tipi di allergeni possono essere rilevati

Utilizzando test di laboratorio, è possibile identificare i principali allergeni alimentari, respiratori e tattili durante l'infanzia. Il primo include cibo, il secondo - piccole particelle di piante, il terzo - detersivi in ​​polvere, cosmetici, prodotti chimici domestici. La cosa principale è capire quale sostanza è il pericolo..

Attenzione! Molte persone credono erroneamente che l'allergia ai gatti derivi dall'attaccatura lunga e folta di questi animali domestici. In effetti, l'urina di gatto è l'allergene più forte. Pertanto, il bambino reagirà allo stesso modo ai capelli lunghi e al gatto calvo (gatto) o al cane.

Cosa fare dopo la diagnosi di allergia

Se dopo aver dato all'allergia al sangue del bambino è stato possibile scoprire quale irritante provoca una reazione indesiderata, l'allergene dovrebbe essere eliminato il prima possibile o il contatto con esso dovrebbe essere limitato. Vale anche la pena affrontare l'aumento dell'immunità del bambino.

Ciò richiede frequenti passeggiate e trattamenti di rinvenimento. Con esacerbazioni di allergie, puoi periodicamente bere un ciclo di antistaminici prescritto da un medico in base all'età. Dopo qualche tempo, è possibile passare nuovamente l'analisi.

Non confondere le allergie con le intolleranze alimentari. La prima malattia rimarrà con il bambino per tutta la vita, la seconda passerà gradualmente mentre il sistema digestivo si sviluppa. Con una reazione indesiderata al latte materno nei neonati, la via d'uscita ideale sono le moderne miscele senza latte a base di soia.

Se a un bambino viene diagnosticata un'allergia, i genitori non dovrebbero preoccuparsi e farsi prendere dal panico. Nella maggior parte dei casi, questo disturbo scompare con l'età..

Il bambino semplicemente "supera" la sua malattia mentre l'immunità si rafforza. Tuttavia, non trascurare il trattamento e i test..

Affinché il bambino sia sano, i genitori devono seguire chiaramente tutte le raccomandazioni dei medici curanti: pediatra e allergologo-immunologo.

Diagnosi delle allergie nei neonati - Analisi delle allergie | Il bambino è sano!

Oggi, le manifestazioni di allergie sotto forma di eruzioni cutanee sulla pelle di un bambino, lesioni del tratto digestivo o allergie respiratorie si verificano prima e prima e questo è un serio motivo di preoccupazione per i genitori.

Le lesioni più comuni della pelle sono la sudorazione e la diatesi allergica, che si sviluppano nei neonati.

Nella maggior parte dei casi, allergeni alimentari e da contatto (polvere, sapone, olio per la pelle, indumenti sintetici) causano allergie..

Ma anche prima della nascita, il bambino deve affrontare molti allergeni e questo è dovuto a:

  • con ecologia costantemente complicata;
  • con ipersensibilità ereditaria sfavorevole di molte persone ad allergeni complessi che si trovano nel cibo, nell'aria e nell'acqua;
  • con alimentazione impropria di una donna incinta.

Una futura madre incontra spesso fattori allergenici nella vita di tutti i giorni, ma la protezione attiva della placenta protegge il feto dagli effetti patologici degli allergeni e, se vengono violate le sue proprietà protettive, si verifica anche la sensibilizzazione intrauterina del bambino a vari fattori allergici..

Anche di grande importanza nello sviluppo di reazioni allergiche di vario tipo è l'onere genetico delle briciole del corpo per molti agenti patogeni.

Un bambino dopo la nascita non ha una protezione affidabile, quindi i tegumenti della pelle e altri organi delle briciole cadono sotto l'influenza patologica dell'ambiente:

  • fattori alimentari (anche con l'alimentazione naturale, quando la madre mangia cibi allergenici) - pertanto, è estremamente importante sapere come nutrire una madre che allatta;
  • allergeni da contatto (allergeni chimici e fisici): prestare attenzione a tutti i detergenti, inclusi polveri e balsami per bambini, oli per la pelle;
  • fattori epidermici (peli di animali e uccelli, cibo per pesci e pappagalli) - questo deve essere preso in considerazione se ci sono bambini in famiglia o se si intende avere un animale domestico;
  • medicinali (antibiotici, sciroppi con coloranti e aromi e altri farmaci).

Le malattie allergiche più comuni nei neonati sono:

Come si sviluppa una reazione allergica nei neonati?

Quando un allergene entra nel corpo del bambino, vengono sintetizzate immunoglobuline specifiche E, che attivano la catena di reazione con la formazione di mediatori infiammatori.

Tutti questi fattori (istamina, serotonina e altre sostanze bioattive) portano allo sviluppo di sintomi allergici: eruzione cutanea, diarrea, rinite o congiuntivite.

Manifestazioni cliniche di allergie

L'ipersensibilità agli allergeni nei neonati può manifestarsi sotto forma di:

  • lesioni allergiche della pelle;
  • lesioni del tratto digestivo;
  • allergie respiratorie;
  • danno d'organo combinato di vari sistemi.

Le reazioni allergiche cutanee comprendono:

  • diatesi allergica (desquamazione della pelle delle guance, fronte, regione glutea, prurito intenso e arrossamento della pelle;
  • gneiss, orticaria, gonfiore locale della pelle;
  • manifestazioni di sudorazione e / o eruzione da pannolino persistente di eziologia sconosciuta (con un microclima confortevole e buona cura delle pieghe della pelle del bambino).

Disturbi del tratto digestivo:

Manifestazioni respiratorie di una reazione allergica:

  • rinite allergica;
  • broncospasmo (tosse secca frequente, respiro corto, frequenti infezioni respiratorie con laringite, alveolite o bronchite ostruttiva).

La combinazione di reazioni allergiche con la sconfitta di diversi sistemi nei neonati è considerata un'alta predisposizione al verificarsi di pericolose malattie allergiche:

Una combinazione di diverse lesioni è abbastanza comune:

  • sistema respiratorio e cute (rinite o broncospasmo);
  • reazioni allergiche cutanee e lesioni intestinali.

Se uno dei segni o una combinazione della patologia di diversi sistemi di natura presumibilmente allergica appare in un bambino, è necessario consultare uno specialista: un pediatra o un allergologo pediatrico e, per un'allergia alimentare, un nutrizionista.

Diagnosi di un'allergia in un bambino

Con gravi manifestazioni di una reazione allergica, in particolare con patologie combinate, è necessario il ricovero in un reparto specializzato per il trattamento sintomatico e la determinazione degli allergeni in un ospedale.

Queste patologie includono:

  • broncospasmo persistente con orticaria;
  • disturbi dispeptici con vomito;
  • eruzione cutanea o congiuntivite grave;
  • in reazioni pericolose per la vita di tipo immediato (sviluppo di shock anafilattico o edema di Quincke).

Molti genitori sono preoccupati per la questione di come determinare la diagnosi di allergie nei bambini piccoli:

  • dati provenienti da un'indagine sui genitori (una raccolta dettagliata di anamnesi, reclami, determinazione della presenza di onere ereditario);
  • determinazione della relazione tra manifestazioni cliniche di vari tipi di reazioni allergiche, sensibilizzazione del corpo e ingestione di determinati alimenti, presenza di animali in famiglia, lavaggio con polvere, indumenti sintetici e altri fattori);
  • ispezione del bambino.

Per confermare la diagnosi di una reazione allergica, vengono eseguiti test di laboratorio:

  • Esame del sangue clinico: un aumento degli eosinofili può indicare una reazione allergica;
  • determinazione delle Ig E totali (viene determinato un livello elevato);
  • Ultrasuoni dell'apparato digerente ad eccezione dell'origine non allergica dei sintomi patologici.

I seguenti fatti possono anche servire come prova indiretta delle allergie alimentari durante l'alimentazione naturale:

  • graduale scomparsa di segni di allergia durante una dieta ipoallergenica; eliminazione delle allergie cutanee al termine del lavaggio con polveri, condizionatori;
  • quando si sostituiscono gli indumenti sintetici con quelli naturali in cotone o lino, in particolare biancheria intima e biancheria da letto;
  • un effetto positivo dopo l'inizio dell'assunzione di forme di farmaci per bambini contro le allergie (antistaminici in combinazione con assorbenti naturali).

Esame del sangue per allergeni nei neonati

Per chiarire la natura allergica di eruzioni cutanee, tratto gastrointestinale, rinite, congiuntivite o combinazioni di patologie, quando è difficile determinare il fattore causale - un allergene che causa lo sviluppo di una reazione allergica - un esame del sangue per allergeni.

Ora è fatto in quasi ogni clinica per bambini di grandi dimensioni o in laboratorio presso l'ufficio di un allergologo.

Tutti gli studi devono essere effettuati durante il periodo di calma allergica (preferibilmente in inverno), prima dell'inizio dell'assunzione di farmaci antiallergici o dopo la fine del ciclo di trattamento.

Nei bambini piccoli, il sangue viene prelevato da una vena con la determinazione del livello di immunoglobuline specifiche (Ig E) per alcuni tipi di allergeni.

Una condizione importante è l'assenza di condizioni fisiologiche (sindrome della dentizione, surriscaldamento, disfunzione intestinale) o malattie organiche che possono influenzare l'affidabilità dei risultati..

Nei bambini più grandi vengono eseguiti test cutanei o esami del sangue per allergeni..

Analisi dei test delle allergie cutanee nei neonati

Per i bambini piccoli, i test cutanei di riferimento per gli allergeni sono estremamente rari a causa della complessità della loro valutazione, che è determinata dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della struttura della pelle nei bambini e dalla possibilità di una reazione versata.

I test cutanei vengono eseguiti su bambini di età superiore ai tre anni.

Vengono effettuati come segue: piccole dosi di determinati allergeni vengono applicate sulla pelle nella regione dell'avambraccio e viene verificata la reazione alla loro somministrazione (entro mezz'ora). Un test cutaneo per allergeni viene eseguito solo in assenza di processi infiammatori nel corpo.

Prima di condurre test allergologici sulla pelle, è necessario determinare la gamma di possibili allergeni - ci sono diversi pannelli.

Di solito viene prescritto un set standard di allergeni:

  • con reazioni cutanee (per agrumi, cioccolato, pesce, uova, latte di vacca, soia, glutine);
  • con broncospasmo: un set di polvere, epidermici e allergeni alimentari;
  • con rinite e congiuntivite: polline, polvere, allergeni epidermici e alimentari.

Una serie aggiuntiva di possibili allergeni alimentari può essere identificata quando si mantiene un diario alimentare per 7-10 giorni: la madre annota costantemente tutti gli alimenti che il bambino mangia durante il giorno, le caratteristiche della sua elaborazione culinaria dei piatti e le reazioni quotidiane del bambino.

Quando eseguire un test allergenico in un bambino

Una tipica reazione allergica nei neonati si sviluppa in quindici casi su cento ed è ben fermata dalla cancellazione di un prodotto allergenico o dall'eliminazione di fattori patogeni.

Nella maggior parte dei casi, sono possibili false reazioni:

  • con l'introduzione errata di alimenti complementari o nuovi prodotti;
  • con fermentopatia;
  • in presenza di disbiosi o parassiti nell'intestino.

Gli allergologi raccomandano di condurre questi test solo per indicazioni rigorose:

  • confermare le allergie alimentari identificate con le restrizioni alimentari;
  • se necessario, determinare il fatto di una diminuzione di una reazione allergica durante il trattamento;
  • se il bambino ha sviluppato shock anafilattico da una puntura di insetto;
  • per confermare la reazione allergica identificata al vaccino.

In tutti gli altri casi, è necessario utilizzare tutte le opzioni possibili per determinare l'allergene.

Va ricordato che l'analisi per gli allergeni viene eseguita solo come indicato dal medico.

pediatra Sazonova Olga Ivanovna

Diagnosi delle allergie nei neonati - Analisi delle allergie

Oggi, le manifestazioni di allergie sotto forma di eruzioni cutanee sulla pelle di un bambino, lesioni del tratto digestivo o allergie respiratorie si verificano prima e prima e questo è un serio motivo di preoccupazione per i genitori.

Le lesioni più comuni della pelle sono la sudorazione e la diatesi allergica, che si sviluppano nei neonati.

Nella maggior parte dei casi, allergeni alimentari e da contatto (polvere, sapone, olio per la pelle, indumenti sintetici) causano allergie..

Ma anche prima della nascita, il bambino deve affrontare molti allergeni e questo è dovuto a:

  • con ecologia costantemente complicata;
  • con ipersensibilità ereditaria sfavorevole di molte persone ad allergeni complessi che si trovano nel cibo, nell'aria e nell'acqua;
  • con alimentazione impropria di una donna incinta.

Una futura madre incontra spesso fattori allergenici nella vita di tutti i giorni, ma la protezione attiva della placenta protegge il feto dagli effetti patologici degli allergeni e, se vengono violate le sue proprietà protettive, si verifica anche la sensibilizzazione intrauterina del bambino a vari fattori allergici..

Anche di grande importanza nello sviluppo di reazioni allergiche di vario tipo è l'onere genetico delle briciole del corpo per molti agenti patogeni.

Un bambino dopo la nascita non ha una protezione affidabile, quindi i tegumenti della pelle e altri organi delle briciole cadono sotto l'influenza patologica dell'ambiente:

  • fattori alimentari (anche con l'alimentazione naturale, quando la madre mangia cibi allergenici) - pertanto, è estremamente importante sapere come nutrire una madre che allatta;
  • allergeni da contatto (allergeni chimici e fisici): prestare attenzione a tutti i detergenti, inclusi polveri e balsami per bambini, oli per la pelle;
  • fattori epidermici (peli di animali e uccelli, cibo per pesci e pappagalli) - questo deve essere preso in considerazione se ci sono bambini in famiglia o se si intende avere un animale domestico;
  • medicinali (antibiotici, sciroppi con coloranti e aromi e altri farmaci).

Le malattie allergiche più comuni nei neonati sono:

  • eruzioni allergiche (diatesi allergica, seborroica, dermatite atopica);
  • rinite vasomotoria (allergica);
  • patologia dell'apparato digerente;
  • reazioni respiratorie (broncospasmo);
  • congiuntivite allergica.

Esame del sangue per allergeni nei bambini: norme e decodifica del risultato

Le immunoglobuline sono rappresentate da diverse classi

Una reazione allergica del corpo è determinata da specifiche proteine ​​complesse del sistema immunitario - immunoglobuline di classe E (Ig E). In totale, 4 classi di proteine ​​immunitarie appartengono alle immunoglobuline: A, E, G, M, tutte contribuiscono alla creazione della difesa del corpo:

  1. Le immunoglobuline A sono prodotte da cellule del tratto respiratorio, mucose. Sono i primi a incontrare un potenziale "nemico" del corpo (virus, batterio), circondarlo e aiutare a neutralizzare.
  2. Le immunoglobuline M sono responsabili della lotta sistemica del corpo con un'infezione appena incontrata, nonché delle esacerbazioni della malattia e della reinfezione.
  3. Le immunoglobuline G sono responsabili dell'immunità affidabile a lungo termine del corpo alle infezioni. Grazie al loro sviluppo in risposta alle vaccinazioni, il corpo è resistente a una malattia specifica. Come nel caso delle vaccinazioni, le Ig G vengono prodotte durante il recupero dall'infezione e possono prevenire la reinfezione con lo stesso virus o microrganismo (per un po 'o una vita, a seconda del tipo di agente patogeno).
  4. Le immunoglobuline E sono responsabili della reazione molto rapida del corpo all'introduzione di un agente nocivo. Sfortunatamente, provocano anche allergie: riconoscendo accidentalmente il nemico in un normale prodotto alimentare, polline di piante o persino medicine, in qualche modo "ricordano" la loro decisione e la riproducono in seguito. Ogni volta dopo l'ingestione di tale prodotto, le immunoglobuline E iniziano a causare una reazione infiammatoria locale che può svilupparsi in pochi minuti a condizioni potenzialmente letali.

Esistono diversi tipi di esami del sangue per allergeni nei bambini: per singoli prodotti e sostanze (proteine ​​dell'uovo di gallina, polline di betulla, ecc.), Nonché per diversi allergeni combinati per qualche motivo (pannello respiratorio, cibo, pediatria).

I benefici di un esame del sangue per gli allergeni

Test di immunoglobulina sicuro per il bambino

  1. Completa sicurezza per il bambino. Con un altro metodo di analisi comune: i test di scarificazione relativi all'applicazione di microdosi di allergene sulla pelle, si verifica certamente una reazione allergica locale, che è un criterio diagnostico. In rari casi di allergie molto gravi, anche con dosi limitate di test di scarificazione, durante il test può svilupparsi una forte reazione allergica (edema di Quincke, shock anafilattico). In questo caso, tali test vengono sempre eseguiti solo con la partecipazione di un medico, perché può aiutare rapidamente il paziente. Un esame del sangue per allergeni elimina completamente il contatto del bambino con una sostanza pericolosa per lui, tutte le manipolazioni diagnostiche vengono eseguite con sangue selezionato per l'analisi in vitro.
  2. La capacità di non interrompere il trattamento per la durata dell'analisi. Per i test di scarificazione ("scratch"), è importante che il corpo mostri una reazione allergica in modo naturale. Per questo motivo, i medici raccomandano di rifiutare di assumere farmaci antiallergici il giorno prima del test. In molti casi, ciò non è possibile per un bambino allergico al polline delle piante o alla polvere domestica, poiché il contatto con allergeni si verifica molto spesso.
  3. Meno dolore e traumi per il bambino. Nel caso di un esame del sangue per allergeni, viene eseguita una sola puntura con un ago medico per prelevare il sangue. Questa manipolazione non è diversa dal prelevare il sangue da una vena per altri test. Durante i test di scarificazione, la pelle viene graffiata con strumenti speciali che trasportano sostanze irritanti - allergeni. In un bambino allergico, alcuni di essi causano arrossamenti e pruriti nell'area dei graffi..

  • La possibilità di condurre ricerche sui bambini fin dalla più tenera età. Un esame del sangue per allergeni è l'analisi allergologica più sicura, può essere eseguita anche nel primo anno di vita di un bambino. I test di scarificazione sono spesso prescritti per i bambini di età superiore ai 5 anni a causa della potenziale insicurezza..
  • La capacità di condurre ricerche durante un'esacerbazione della malattia. Le esacerbazioni non riducono la precisione di un esame del sangue, in alcuni casi contribuiscono a una migliore diagnosi. I test di scarificazione non sono raccomandati durante le allergie..
  • Aspetti negativi

    La probabilità di reazione crociata rende impreciso il test

    1. Rilevazione di allergeni meno accurata. I test cutanei hanno una grande affidabilità diagnostica, poiché viene registrata la reazione diretta del corpo all'introduzione della sostanza. Il sangue non risponde sempre così come la pelle.
    2. La possibilità delle cosiddette "reazioni crociate" quando, oltre al vero allergene, vengono rilevati molti altri simili nella composizione chimica, ma non provocando lo sviluppo di una reazione allergica nel bambino stesso.

    Indicazioni per l'analisi ai bambini

    I segni di un'allergia sono un'indicazione diretta per l'analisi.

    L'analisi dovrebbe essere prescritta da un allergologo o un pediatra, l'autodiagnosi può essere inutile o dannosa per il bambino. Tuttavia, i principali reclami che possono servire come motivo per la nomina dell'analisi sono i seguenti:

    • Congestione nasale stagionale, tosse e starnuti;
    • Eruzione cutanea intermittente e desquamazione;
    • Difficoltà a digerire (frequente diarrea, vomito);
    • Improvvisamente appare gonfiore e arrossamento della pelle;
    • Starnuti o tosse, lacrimazione, che si verificano periodicamente (ma non sono correlati all'infezione);
    • Una storia di allergia quando l'allergene è sconosciuto.

    Se la diagnosi di "allergia" è stata stabilita da tempo, ma non è stato possibile determinare in risposta a quale prodotto o sostanza è, allora ha senso fare un esame del sangue per le allergie.

    L'argomento principale a favore dell'analisi sarà che ogni contatto con l'allergene provoca un attacco (eruzioni cutanee, starnuti), che aggrava il decorso della malattia. Vengono prodotte sempre più immunoglobuline E, per questo motivo ogni successiva reazione allergica è leggermente più forte della precedente.

    Se l'allergene è sconosciuto, è impossibile limitare consapevolmente il contatto con esso, le convulsioni appariranno più spesso.

    Controindicazioni ai bambini

    Lo screening nei neonati non è raccomandato

    L'analisi non ha controindicazioni a causa della sua elevata sicurezza. Tuttavia, diversi fattori possono influire sulla sua precisione:

    • prima infanzia (fino a 12 mesi);
    • periodo di malattia infettiva acuta;
    • grave condizione fisica (dopo lesioni, operazioni);
    • trattamento con corticosteroidi.

    In questi casi, il contenuto informativo dell'analisi diminuisce, ma il medico può ancora prescriverlo se ci sono indicazioni per chiarire la diagnosi.

    Preparare i bambini all'analisi

    La preparazione per l'analisi non è diversa dalla solita effettuata prima di donare il sangue da una vena:

    • 8 ore prima dell'analisi, è necessario interrompere l'alimentazione del bambino;
    • Il sangue viene somministrato a stomaco vuoto;
    • Il giorno prima dell'analisi, lo stress fisico e psico-emotivo deve essere escluso.

    Come è un esame del sangue per allergeni nei bambini

    Analizzatori automatici vengono utilizzati per l'analisi.

    Il sangue per analisi viene prelevato utilizzando una siringa convenzionale, viene inserito in un tubo di vetro o di plastica. In condizioni di laboratorio, utilizzando dispositivi speciali (analizzatori automatici), viene stabilita la presenza di immunoglobuline specifiche di classe E, responsabili delle reazioni allergiche del corpo a sostanze e prodotti specifici.

    Un'analisi semplificata può essere immaginata come l'aggiunta di ciascuno degli allergeni a una piccola porzione separata del sangue. Se contiene immunoglobuline specifiche E per un determinato allergene, reagiranno e lo contatteranno. Il dispositivo identificherà queste relazioni e il loro numero, che ti permetterà di ottenere il risultato.

    Gli studi possono essere condotti come con singoli allergeni (solo il polline di nocciolo viene “aggiunto” alla porzione di sangue) o con miscele di diversi allergeni (proteine ​​del latte, uova di gallina). Miscele di diversi allergeni possono semplificare significativamente l'analisi: se non viene rilevata un'allergia per l'intera miscela, non è necessario condurre un'analisi separatamente con ciascun allergene.

    Gli studi che utilizzano pannelli (set di allergeni più comuni) si basano su un principio diverso.

    Durante questi, il sangue reagisce separatamente con ciascuno degli allergeni elencati nella descrizione, ciò garantisce un'elevata precisione nell'identificare il prodotto o la sostanza "colpevole" desiderati.

    In diversi tipi di pannelli, gli allergeni sono selezionati in base alla loro più alta prevalenza tra gli altri pazienti, nonché dalla loro capacità di causare diversi tipi di manifestazioni allergiche (respiratorie, cute, cibo).

    Norme di analisi e cause delle allergie infantili

    Contatto costante con un allergene - la causa delle allergie

    Normalmente, l'analisi non rivela un'allergia a nessuna delle sostanze presentate nel set. Se l'analisi tiene conto anche del numero totale di immunoglobuline E in un bambino, la norma per ciascuna delle età sarà:

    • Fino a un anno - 0-15 unità / ml.
    • 1-6 anni - 0-60 unità / ml.
    • 6-10 anni - 0-90 unità / ml.
    • 10-16 anni - 0-200 unità / ml.
    • Adolescenti di età superiore a 16 anni - 0-100 unità / ml.

    Tuttavia, sempre più bambini hanno livelli più elevati di immunoglobuline E. Le cause delle reazioni allergiche nei bambini possono essere suddivise in diversi gruppi:

    1. Caratteristiche congenite del sistema immunitario. Si noti che se almeno uno dei genitori ha un'allergia, è più probabile che i bambini diventino allergici durante la vita. In questo caso, i fattori che provocano allergie nei genitori e nei bambini, di regola, non coincidono.
    2. Cattive condizioni ambientali.
    3. Contatto frequente con prodotti chimici domestici, che a dosi microscopiche rimangono su capi lavati, pavimenti lavati, stoviglie. Queste sostanze sono tossiche per l'organismo e "irritano" costantemente il sistema immunitario, il che prima o poi porta alla sua risposta inadeguata..
    4. Cibo di bassa qualità Ciò è dovuto all'inquinamento esistente nell'ambiente con sostanze chimiche tossiche, radionuclidi..

    La decodifica si traduce in bambini

    La decrittazione viene eseguita rispetto agli indicatori normativi

    Ogni laboratorio clinico ha il proprio set di sistemi e dispositivi di test, quindi la forma dei risultati può variare in modo significativo. Il seguente è un tipico esempio di risultato di analisi:

    Allergene IU / ml Classe
    Betulla - polline0.000
    Uovo - Proteine0.51
    latte18,04

    0: nessuno o al di sotto della soglia (0,00-0,34 UI / ml)

    1: Livello soglia (0,35-0,69 UI / ml)

    2: livello moderatamente aumentato (0,70-3,49 UI / ml)

    3: Livello significativamente aumentato (3,50-17,49 UI / ml)

    4: alto livello (17,5-49,9 UI / ml)

    5: livello molto alto (50,0-100,0 UI / ml)

    6: Livello eccezionalmente alto (oltre 100,0 UI / ml).

    In questo esempio, si vede che la proteina dell'uovo appartiene al "livello di soglia", il che significa che un medico deve interpretare attentamente l'analisi: in realtà potrebbe non esserci un'allergia a questo prodotto. Il latte appartiene alla classe di alto livello, che spesso indica allergie..

    I risultati di un esame del sangue devono essere interpretati solo dal medico del bambino, interpretazioni indipendenti in ogni caso sono inaccettabili.