Che cos'è lo shock??

Cliniche

Shock in odontoiatria Lo shock è un processo patologico acuto, potenzialmente letale, causato dall'azione di uno stimolo patologico estremamente forte sul corpo, che si sviluppa spesso sotto l'influenza di forti dolori, traumi, perdita di sangue, quando trasfusione di sangue incompatibile, ed è caratterizzato da gravi disturbi del sistema nervoso centrale, circolazione sanguigna, respirazione e metabolismo.


Un comune segno di shock - una diminuzione del flusso sanguigno nei tessuti a causa di una carenza di volume di sangue, plasma o altri fluidi corporei e una violazione dell'apporto di sangue e delle funzioni di vari organi.

Lo shock è una diagnosi clinica di un disturbo della perfusione capillare con insufficiente apporto di ossigeno e disturbo metabolico di tutte le cellule di vari tessuti del corpo della vittima.

Tipi di shock

Tipi di shock I seguenti tipi di shock si distinguono per:

- shock traumatico (dopo gravi lesioni causate da forte dolore) - postoperatorio, dopo perforazione di organi cavi, ustioni;
- emorragico (perdita di sangue interna ed esterna);
- tossico (a seguito di avvelenamento);
- anafilattico - insorgere in un corpo precedentemente sensibilizzato con somministrazione parenterale di farmaci, sieri, ecc..


shock anafilattico In questo caso, prurito, eruzione cutanea orticaria sulla pelle, senso di oppressione al petto, respiro corto, dolore al cuore, addome, polso diventano piccoli, frequenti, la sensazione di un afflusso di sangue sulla pelle del viso, della testa, del rossore della pelle viene sostituita dal pallore dopo pochi secondi o minuti e acrocianosi. Gocce di pressione sanguigna Difficoltà respiratorie, mal di testa di forte intensità.
Ci possono essere vomito, diarrea, minzione involontaria, quindi si verifica una perdita di coscienza, compaiono convulsioni. Allo stesso tempo, si nota il gonfiore del viso, della laringe e dei polmoni. Nei casi più gravi, l'insufficienza circolatoria in rapido sviluppo può essere fatale in 15-20 minuti..

Meccanismo di sviluppo degli shock

Il meccanismo di sviluppo dello shock Secondo il meccanismo di sviluppo dello shock, accade:
- ipovolemico - associato a una carenza di CCN, perdita di plasma da parte dell'organismo (dopo ustioni), danno tissutale, ostruzione intestinale.
- cardiogeno ;
- settico (Endotoxic);
- anafilattico (Post-trasfusionale).

Le forme miste di shock sono più spesso osservate. Nello studio dentistico, sono possibili casi di shock anafilattico a causa della somministrazione parenterale di un allergene.

Cure di emergenza per shock anafilattico

Cure di emergenza per shock anafilattico Principi generali delle cure di emergenza per shock anafilattico:
1. Rilievo di disturbi circolatori acuti.
2. Eliminazione dell'insufficienza respiratoria.
3. Prevenzione del rilascio nel sangue di porzioni aggiuntive di mediatori dell'anafilassi e blocco della loro interazione con i recettori dei tessuti.
4. Mantenimento di funzioni vitali o rianimazione in gravi condizioni o morte clinica.

Cure di emergenza per LAS:
1. Cessazione della somministrazione di allergeni.
2. Immettere 1 ml di una soluzione allo 0,1% di adrenalina per via endovenosa, dopo 10-15 minuti in assenza di una tendenza a normalizzare la pressione, è possibile ripetere l'introduzione di adrenalina.
3. Introduzione di corticosteroidi (per via endovenosa, se è impossibile per via intramuscolare) - prednisone 75–150 mg o più, desametasone 4–20 mg, idrocortisone 150–300 mg.
4. Per asfissia e soffocamento, somministrare aminofillina 2,4% - 10-20 ml per via endovenosa.
5. Sostituzione di CCN - infusione endovenosa di cristalloidi, albumina, reopoliglicinina, bicarbonato di sodio.
6. Se necessario, rianimazione cardiopolmonare, in presenza di asfissia, conicotomia.

La composizione del kit di pronto soccorso da shock anafilattico

Lo shock anafilattico è la forma più pericolosa di allergia, che si manifesta con un forte calo della pressione sanguigna, mancanza di respiro, perdita di coscienza. Spesso, una tale reazione si sviluppa entro 10 secondi dal contatto con un allergene. Per il soccorso di emergenza in caso di shock anafilattico, è previsto un kit di pronto soccorso specializzato, il cui equipaggiamento è rigorosamente regolato.

Caratteristiche di shock anafilattico

Lo shock anafilattico si sviluppa quando l'allergene rientra nel flusso sanguigno. Tutto può essere una fonte di allergie: medicine, punture di insetti, prodotti chimici domestici, cibo. In questo caso, può verificarsi una reazione di shock anche se una quantità minima di allergene è entrata nel corpo..

La reazione si sviluppa particolarmente rapidamente con la somministrazione endovenosa di farmaci. Pertanto, in tutte le sale per trattamenti, è necessario un kit di pronto soccorso per il sollievo dello shock anafilattico.

I principali segni dello sviluppo dell'anafilassi:

  • Debolezza generale, vertigini;
  • Sensazione di paura;
  • Gonfiore del viso - palpebre, labbra, mucosa nasale;
  • Lacrimazione, starnuti, tosse;
  • Difficoltà respiratorie dovute al gonfiore delle vie aeree;
  • Prurito della pelle;
  • Crampi addominali;
  • Dolce freddo;
  • Nausea;
  • Aumento della frequenza cardiaca;
  • Perdita di conoscenza;
  • La comparsa di eruzioni cutanee allergiche;
  • Spasmi con minzione involontaria.

I sintomi elencati non sono sempre osservati. In molti casi, la prima manifestazione di una reazione anafilattica è una perdita di coscienza sullo sfondo di un forte calo di pressione. In tale situazione, per l'implementazione tempestiva delle cure di emergenza, è importante che lo stile anafilattico sia a portata di mano.

La composizione del kit di pronto soccorso anti-shock secondo SanPin: un elenco di medicinali

Secondo gli ordini del Ministero della Salute della Federazione Russa e le norme di SanPin, il kit di pronto soccorso per l'anafilassi dovrebbe contenere i seguenti medicinali sotto forma di soluzioni:

  • Epinefrina 0,1% - 4 fiale da 1 ml;
  • Aminofillina 2,4% - 1 amp. 10 ml ciascuno;
  • Difenidramina 1% - 1 amp. 1 ml ciascuno;
  • Atropina solfato 0,1% - 1 amp. 1 ml ciascuno;
  • Ormoni glucocorticoidi tra cui scegliere:
  1. Prednisolone sodio fosfato 3% - 4 amp. 1 ml ciascuno;
  2. Betamethasone sodium phosphate 0,5% - 1 amp. 4 ml ciascuno;
  3. Desametasone sodio fosfato 0,4% - 4 amp. 1 ml ciascuno;
  4. Idrocortisone 0,125 g - 1 bottiglia.
  • Salino - 1 fl. 400 ml o 10 amp. 10 ml ciascuno;
  • Glucosio 5% - 1 fl. 400 ml ciascuno;
  • Amido idrossietilico - 1 flaconcino 500 ml ciascuno.

Dei glucocorticoidi elencati, è sufficiente inserire due farmaci nell'armadietto dei medicinali di emergenza.

Il kit di pronto soccorso include non solo medicinali, ma anche strumenti medici e accessori necessari per lo shock anafilattico:

  • Laccio emostatico medico - 1 pz.;
  • Cateteri periferici di diverso spessore - 3 pezzi.;
  • Sistemi monouso per impostazione contagocce - 3 pezzi.;
  • Siringhe monouso per 2,0, 5,0 e 10,0 ml - 5 pezzi.;
  • Salviette imbevute di alcol antibatterico - 10 pezzi.;
  • Rotolo di nastro adesivo - 1 pezzo.;
  • Guanti di gomma sterili - 5 paia.

Le salviette imbevute di alcol possono essere sostituite con un batuffolo di cotone sterile e una soluzione di alcool medico in una bottiglia. Tuttavia, le salviette pre-alcolizzate risparmiano significativamente tempo quando si forniscono cure di emergenza.

Quello che devi avere a portata di mano per fornire cure mediche tempestive

La composizione del kit di pronto soccorso anti-shock è la stessa per tutte le istituzioni, sono consentite solo piccole modifiche che non riguardano i principali gruppi di medicinali.

Adrenalina (epinefrina)

L'adrenalina o l'epinefrina sono il farmaco più importante che "innesca" il cuore e aumenta la pressione sanguigna. Nei primi secondi dall'inizio della reazione anafilattica, metà del contenuto della fiala può essere versato al paziente sotto la lingua, dove l'assorbimento avviene più intensamente.

L'epinefrina viene iniettata per via intramuscolare o endovenosa. 0,3-0,5 ml di soluzione non diluita vengono immessi nel muscolo. Se la normale attività cardiaca non si è completamente ripristinata e la pressione rimane bassa, dopo 10-20 minuti è possibile inserire un secondo, quindi una terza dose. Quando iniettato in una vena, l'adrenalina viene diluita in 10 ml di soluzione salina. La dose del principio attivo viene presa contemporaneamente - 0,1-0,25 ml.

La soluzione di adrenalina può anche essere utilizzata per tagliare il sito di iniezione del farmaco che ha provocato l'allergia o l'area intorno alla puntura di insetto. L'adrenalina provoca un restringimento locale delle arterie e previene la diffusione dell'allergene in tutto il corpo..

Farmaco ormonale

Gli ormoni glucocorticoidi sono la prima linea di difesa contro le allergie in anafilassi grave. Agiscono più velocemente degli antistaminici e bloccano completamente la reazione di ipersensibilità..

Dei quattro possibili farmaci per lo sviluppo di shock, viene solitamente utilizzato prednisone o desametasone. 2-5 ml di desametasone o 4 ml di prednisolone vengono iniettati in una vena senza diluizione preventiva.

È più conveniente equipaggiare il kit di pronto soccorso con fiale di prednisone, desametasone o betametasone, poiché possono essere conservati a temperature fino a 25 ° C insieme ad altri medicinali. La soluzione di idrocortisone deve essere conservata in frigorifero.

Anti allergico

I farmaci antiallergici per combattere lo shock anafilattico comprendono antistaminici iniettabili di prima generazione: difenidramina, suprastina, tavegil. Questi sono farmaci di seconda linea..

È preferibile usare la difenidramina (difenidramina), poiché ha un effetto sedativo e antiemetico più pronunciato rispetto ad altri rappresentanti del gruppo. La soluzione di difenidramina viene somministrata per via intramuscolare in una dose di 1 ml solo dopo la stabilizzazione del cuore e la normalizzazione della pressione, poiché l'ipotensione è uno degli effetti collaterali del farmaco.

Soluzione di aminofillina

Il compito principale dell'aminofillina (aminofillina) in caso di reazione allergica è espandere l'albero bronchiale e facilitare la respirazione. Viene inserito per via endovenosa lentamente, precedentemente diluito in 10 ml di soluzione salina. Amufillin deve essere somministrato solo da un professionista della salute, poiché questo farmaco può causare gravi disturbi del ritmo cardiaco.

Altre soluzioni per infusione incluse nella confezione (amido idrossietilico, glucosio) vengono somministrate in un contagocce per mantenere un normale volume di liquido nel letto vascolare. Sono anche messi da operatori sanitari già nella fase di fornire assistenza qualificata..

L'atropina viene utilizzata per via sottocutanea con un marcato rallentamento del battito cardiaco..

Video - Kit di pronto soccorso. Reazione allergica

Kit antishock: aree di utilizzo

Non una sola persona è immune dallo sviluppo di una reazione allergica e la sua gravità non può essere prevista in anticipo. Il maggior rischio di anafilassi si verifica quando sostanze estranee (droghe, vaccini, coloranti) vengono introdotte nel corpo. Ciò determina l'ambito di utilizzo dello styling contro l'anafilassi.

Dove e a chi è necessario disporre di un kit di pronto soccorso anti-shock

Il kit anti-shock deve essere nelle seguenti strutture:

  • Ospedali (sale di trattamento e manipolazione), compresi ospedali di maternità, centri di ostetricia e di trauma;
  • Cliniche di cosmetologia;
  • Studi dentistici;
  • Saloni per tatuaggi.

Nelle sale diagnostiche, è necessario lo styling contro lo shock anafilattico se durante lo studio è necessario introdurre contrasto o applicare vari composti chimici sulla pelle. Ciò è necessario per alcuni tipi di diagnostica a raggi X e agli ultrasuoni, mentre si esegue la risonanza magnetica.

Il kit di pronto soccorso deve essere posizionato direttamente nell'ufficio in cui vengono eseguite le procedure invasive. Per comodità, è dotato di un breve algoritmo di assistenza di emergenza in modo che una persona confusa in una situazione pericolosa non confonda nulla. Nel promemoria indicare la dose e la sequenza di somministrazione dei farmaci.

Per le persone inclini alle allergie, è meglio avere un kit di pronto soccorso simile a casa e portarlo anche in viaggio, in vacanza, quando c'è un'alta probabilità di una puntura di insetto e non ci sono ospedali nelle vicinanze.

Il kit anti-shock viene usato raramente, quindi le situazioni sono comuni quando i farmaci hanno una data di scadenza e nessuno se ne accorge. In genere, le istituzioni nominano un dipendente responsabile dello stato del kit di pronto soccorso. Le sue responsabilità comprendono il controllo e l'aggiornamento regolari della sua composizione..

Chi è più suscettibile allo shock anafilattico

La probabilità di shock anafilattico è maggiore nelle persone che:

  • Lo ha spostato prima;
  • Soffre di allergie in qualsiasi forma o asma bronchiale;
  • Hanno un'eredità sfavorevole: lo shock anafilattico è stato registrato nei parenti di sangue;
  • Un gran numero di farmaci viene assunto contemporaneamente..

Per tali pazienti, i medici spesso raccomandano di trasportare un autoiniettore con adrenalina. Questo dispositivo contiene una singola dose del farmaco, che puoi entrare in modo indipendente - rapidamente e facilmente - nel muscolo al primo segno di anafilassi. Tuttavia, un autoiniettore è un piacere costoso. In Russia, tali dispositivi non sono ampiamente utilizzati..

Video - Pronto soccorso per shock anafilattico

Memo paziente

L'algoritmo delle azioni durante le cure di emergenza per shock anafilattico è il seguente:

  1. Se possibile, interrompere l'esposizione all'allergene - interrompere la somministrazione del farmaco, tagliare la sede di iniezione con adrenalina e applicare freddo. Stringere l'elastico sul sito di iniezione..
  2. Abbassa la vittima, solleva leggermente le gambe e gira la testa su un fianco in caso di vomito.
  3. Chiama una squadra di ambulanze o assegnala a un'altra persona.
  4. Inserisci epinefrina e ormone (richiesto in diverse siringhe).
  5. Durante l'attesa dell'effetto, non lasciare la vittima incustodita. Monitora costantemente le sue condizioni: chiarezza di coscienza, frequenza cardiaca e respiro.
  6. Quando interrompi la respirazione e l'attività cardiaca, inizia le misure di rianimazione: massaggio cardiaco indiretto e respirazione artificiale. Per prima cosa devi mettere un'altra dose di adrenalina, che aiuterà a "avviare" il muscolo cardiaco.

Per istruzioni più dettagliate sull'implementazione delle cure di emergenza per shock anafilattico, consultare questo articolo..

L'inizio più rapido possibile dell'assistenza con l'anafilassi è la principale garanzia del suo successo, perché nel caso dello sviluppo di una condizione di shock, il punteggio è di minuti. Ricorda che devi cercare assistenza medica anche se sei riuscito a togliere il paziente in modo indipendente dallo shock, poiché in futuro potrebbero svilupparsi complicazioni ritardate e una ricaduta di allergie.

Shock anafilattico in odontoiatria: cosa fare?

Le directory mediche riferiscono che lo shock è un processo speciale che rappresenta una minaccia per la vita. Si verifica a seguito dell'azione di un forte irritante sul corpo. Tra i tipi di shock, traumatico, emorragico, tossico e anafilattico.

In odontoiatria, lo shock anafilattico è più spesso osservato. Come salvare la vita di un paziente e fornire pronto soccorso?

Lo shock anafilattico si verifica a causa dell'introduzione di allergeni nel corpo. I principali segni di shock anafilattico compaiono immediatamente: un'eruzione orticaria sulla pelle, senso di oppressione al torace, prurito, respiro corto, battito cardiaco accelerato, bassa pressione sanguigna e respiro corto.

Se dopo la somministrazione del farmaco si osservano almeno 3 sintomi nel paziente, è importante dargli assistenza medica il prima possibile.

Cosa si dovrebbe fare prima:

  1. 1. È necessario arrestare i disturbi circolatori
  2. 2. Eliminare l'insufficienza respiratoria
  3. 3. Prevenire il rilascio di porzioni aggiuntive di mediatori dell'anafilassi, nonché bloccare la loro interazione con i recettori dei tessuti.
  4. 4. Se il paziente ha una grave condizione o morte clinica, prima che arrivi l'ambulanza, tutte le funzioni vitali devono essere mantenute.

Quali sono le azioni del dentista con LAS?
Esistono diverse linee guida di base che è necessario seguire..

La prima cosa da fare è smettere di somministrare l'allergene. Quindi, somministrare 1 ml di soluzione di adrenalina allo 0,1% per via endovenosa. Se dopo 15 minuti la pressione del paziente non è tornata alla normalità, ripetere questa procedura. Inoltre, può essere d'aiuto la somministrazione di corticosteroidi. Può essere iniezioni sia endovenose che intramuscolari. Usa farmaci come prednisone, desametasone e idrocortisone. Se il paziente ha segni di strangolamento, un'iniezione del 2,4% - 10–20 ml di aminofillina per via endovenosa allevia questo sintomo..

Ogni dentista è obbligato a conoscere questi semplici incentivi per il primo soccorso per i pazienti con shock anafilattico..

Quando l'odontoiatria ha bisogno di una guida di pronto soccorso per shock anafilattico e altre condizioni

Quando si esegue un trattamento dentale, il medico deve essere preparato al fatto che il paziente può sviluppare condizioni di crisi rapida che richiedono l'implementazione di misure di emergenza. Prima di iniziare un trattamento conservativo o chirurgico, il paziente deve informare il dentista che ha malattie croniche e acute, una reazione allergica a determinati farmaci (antibiotici, antisettici) e anestesia (lidocaina, ultracain, ecc.), Sui farmaci assunti e il loro dosaggio. Se il paziente è a rischio, il trattamento dentale (estrazione, riempimento, impianto) deve essere eseguito con estrema cautela al fine di evitare l'insorgenza di gravi complicanze. Cosa fare se si è verificato un processo patologico acuto nell'ufficio del medico, che richiede una risposta urgente dal dentista?

In quali situazioni una persona può essere in crisi?

Lo stato di crisi è un insieme di segni che richiedono la fornitura di cure mediche di emergenza e / o il posizionamento di un paziente in un ospedale. Non tutte le condizioni minacciano la salute e la vita umana, ma devono essere eliminate il più presto possibile per evitare il deterioramento della salute fisica e mentale del paziente a causa della prolungata esposizione a fattori negativi.

Condizioni di emergenza in campo medico:

  1. chirurgia: sanguinamento e ferite, shock, ustioni, lesioni e lesioni, congelamento,
  2. oftalmologia: ferite e contusione oculare,
  3. otorinolaringoiatria: sanguinamento dall'orecchio, faringe, laringe, lesioni al naso,
  4. urologia: ritenzione urinaria acuta, colica renale,
  5. ostetricia e ginecologia: sanguinamento, tossicosi tardiva,
  6. neurochirurgia: ictus, morte clinica, convulsioni, epilessia, meningite e altre malattie infettive del sistema nervoso,
  7. psichiatria: depressivo-paranoico, psicopatico, isterico e altri tipi di eccitazione,
  8. pediatria: neurotossicosi, insufficienza respiratoria acuta,
  9. trattamento dentale: shock anafilattico, crisi ipertensiva, angina pectoris, morte clinica e altre complicazioni.

Nella clinica delle malattie interne, vengono identificate le seguenti condizioni patologiche che richiedono misure urgenti:

  • shock anafilattico, tossico infettivo e ipovolemico,
  • L'edema di Quincke,
  • insufficienza respiratoria, epatica o renale acuta,
  • crisi ipertensiva,
  • infarto miocardico,
  • attacco d'asma,
  • embolia polmonare,
  • avvelenamento da tossicità,
  • coma ipoglicemico, ecc..

Pazienti dentisti a rischio

A rischio per il dentista sono i pazienti con le seguenti patologie:

  1. Malattia cardiovascolare. Le persone con patologie di questo tipo hanno bisogno di cure speciali per la cavità orale. I pazienti che assumono anticoagulanti che riducono la coagulazione del sangue dovrebbero avvertire il dentista di questo, poiché alcuni di questi farmaci possono causare gravi emorragie durante le procedure mediche. L'assunzione di calcio-antagonisti può portare alla proliferazione del tessuto gengivale. Parte dei farmaci prescritti per l'insufficienza cardiaca porta a grave secchezza nella cavità orale. Si consiglia di avvisare in anticipo il dentista della presenza di malattie cardiache e di informarlo di tutti i farmaci usati e dei loro dosaggi..
  2. Ipertiroidismo I farmaci antitiroidei prescritti per la patologia tiroidea in esame possono portare a ipoprotrombinemia e sanguinamento, che è pericoloso per l'emorragia durante le procedure dentali. Gli analgesici sono controindicati nei pazienti e i farmaci antinfiammatori non steroidei sono indesiderabili. Nei pazienti con ipertiroidismo con maggiore ansia durante il trattamento dentale, può svilupparsi una crisi tireotossica. L'anestesia con adrenalina è controindicata, poiché nei pazienti con ipertiroidismo possono iniziare processi irreversibili con il cuore. Durante una radiografia, il dentista deve proteggere la ghiandola tiroidea del paziente con un collare speciale.
  3. Reazioni allergiche. L'allergia all'anestesia non è rara nello studio dentistico. Si manifesta sotto forma di arrossamento della pelle, orticaria o shock anafilattico. Nella maggior parte dei casi, la reazione non si verifica sull'anestetico stesso, ma sulle sostanze antisettiche in esso contenute, che contribuiscono alla sua conservazione a lungo termine - conservanti.
  4. Porfiria. Questa è una malattia ereditaria o acquisita del metabolismo dei pigmenti. Quando si eseguono procedure dentali, l'uso di un solo anestetico - ammide.
  5. Insufficienza polmonare Tutte le procedure dentali per il trattamento o l'estrazione dei denti in tali pazienti vengono eseguite esclusivamente in ambito ospedaliero (si consiglia di leggere: concedono un congedo per malattia durante la rimozione di un dente?).
  6. Insufficienza renale. I pazienti che soffrono di questa malattia non hanno ipersensibilità agli anestetici. Nonostante ciò, devono essere prese precauzioni quando si visita un medico. I farmaci indicati durante il periodo di recupero sono prescritti a dosi più basse rispetto ai pazienti sani..
  7. Disordini mentali. I pazienti clinici con malattie mentali e che assumono tranquillanti, antidepressivi e antipsicotici sono controindicati in alcuni metodi per alleviare il dolore..

LEGGI ANCHE: la tecnica di conduzione dell'anestesia mandibolare e le sue caratteristiche Non è vietato riempire o rimuovere i denti durante la gravidanza. Tuttavia, i farmaci contenenti adrenalina e suoi derivati ​​non devono essere usati come anestesia. L'anestesia generale è controindicata per le future mamme. Anche l'impianto è escluso..

Guida di pronto soccorso

Il primo soccorso è una serie di azioni eseguite sulla scena dell'incidente dopo il rilevamento diretto dei sintomi di processi patologici acuti. Il manuale delle misure di emergenza contiene i seguenti punti obbligatori:

  • eliminazione del fattore irritante,
  • rimozione di un paziente da una condizione patologica pericolosa per la vita,
  • se necessario - garantire il posizionamento del paziente in ospedale.

Un medico che esegue manipolazioni dentali, se un paziente rileva sintomi di condizioni di crisi, può fornire assistenza di emergenza, in quanto ha un livello sufficiente di conoscenze mediche, abilità e capacità. Soffermiamoci su ciascuna delle complicazioni..

Shock anafilattico

Lo shock anafilattico è un evento comune in odontoiatria, che si manifesta nella comparsa di una reazione allergica acuta con contatto secondario con l'allergene. Questo fenomeno può essere causato dai seguenti fattori:

  • somministrazione di anestetici (lidocaina, ultracaina, ecc.),
  • uso di materie plastiche acriliche,
  • applicazione di materiali di riempimento,
  • reazione ad antibiotici e anestetici,
  • esposizione a paste dentali speciali.

Nella maggior parte dei casi, lo shock anafilattico appare con la somministrazione endovenosa di droghe, ma l'uso locale di droghe e spray non esclude lo sviluppo di tale reazione. Possibili sintomi:

  1. violazione delle funzioni dell'apparato respiratorio: attacco di asma, starnuti, gonfiore della laringe e di altri organi, congestione nasale,
  2. disturbo del sistema nervoso: crampi, nausea, agitazione eccessiva,
  3. danno vascolare e cardiaco: tachicardia, svenimento, polso debole e diminuzione della pressione sanguigna,
  4. Problemi gastrointestinali: dolore addominale, mal di stomaco, nausea o vomito,
  5. manifestazioni sulla pelle: prurito, orticaria, scolorimento della pelle a rosa o rosso.

Ai primi segni di shock anafilattico, è necessario interrompere il contatto con l'allergene e impedirne l'ulteriore ingresso nel corpo umano: sciacquare la cavità orale, rimuovere la medicina o il materiale di riempimento dal dente, sciacquare la pasta dentale speciale e altri mezzi. Se la reazione si è verificata a seguito di iniezione endovenosa, è indicato per posizionare un laccio emostatico sul braccio e iniettare una soluzione di adrenalina.

Se il paziente ha perso conoscenza o la sua pressione sanguigna è diminuita drasticamente, è necessario appoggiarlo sulla schiena e spingere in avanti la mascella inferiore per evitare l'asfissia ostruttiva con vomito e lingua affondata. Quindi viene introdotto un farmaco per aumentare la pressione sanguigna e altri farmaci:

  • antistaminici,
  • glucocorticoidi,
  • broncodilatatori,
  • anticonvulsivanti e antidolorifici.

Crisi ipertensiva

La crisi ipertensiva è un rapido aumento incontrollato della pressione sanguigna che appare insieme ad altri sintomi del sistema nervoso centrale e degli organi interni:

  • forte mal di testa acuto con una sensazione di pulsazione nei vasi (più spesso nella regione temporale),
  • compromissione della vista ("moscerini negli occhi") a causa di problemi di flusso sanguigno,
  • nausea o vomito,
  • forte eccitazione a livello psicoemotivo,
  • arrossamento delle mucose e della pelle,
  • dolore allo sterno,
  • dispnea,
  • spasmi,
  • in casi trascurati gravi - circolazione cerebrale.

Cause della crisi ipertensiva:

  • stress emotivo, ansia incontrollata,
  • improvviso cambiamento delle condizioni meteorologiche,
  • sospensione di farmaci antiipertensivi,
  • bere alcolici e quantità significative di sale.

L'obiettivo principale del medico quando si eseguono misure urgenti è ridurre l'indice della pressione sanguigna al suo valore iniziale. Questo deve essere fatto con attenzione e molto lentamente - ridurre la velocità di non più di 10 unità in 60 minuti. Altrimenti, c'è il rischio di collasso..

I medici delle ambulanze e altri specialisti che si trovano nelle vicinanze usano i seguenti farmaci:

  1. ACE-inibitori: usati nella maggior parte dei casi per il trattamento dell'ipertensione arteriosa, ma possono essere prescritti per crisi,
  2. beta-bloccanti: contribuiscono all'espansione dei lumi vascolari e alla riduzione della frequenza cardiaca,
  3. Clonidina: un potente farmaco che devi bere con molta cura, poiché può ridurre drasticamente la pressione sanguigna.,
  4. miorilassante: rilassa i muscoli delle arterie,
  5. bloccanti dei canali del calcio,
  6. diuretici,
  7. nitrati: contribuiscono all'espansione dei lumi vascolari.

Altre condizioni

Una serie di malattie somatiche di un paziente in uno studio dentistico può provocare la sua esacerbazione e l'insorgenza di condizioni terminali. Insieme allo shock anafilattico e alla crisi ipertensiva, molto spesso nella pratica medica, si verificano le seguenti complicazioni con il trattamento dentale:

  1. Morte clinica (arresto circolatorio). Sintomi: mancanza di coscienza e segni di respirazione, un aumento delle pupille e la loro reazione zero alla luce intensa, la pulsazione dell'arteria carotide non si fa sentire. Tattiche del medico: chiama un'ambulanza, trasferisci il paziente su un divano o una sedia sdraiati, slacci i vestiti e metti un cuscino sotto le spalle o le scapole del paziente, esegui un massaggio cardiaco indiretto insieme alla ventilazione meccanica per mezz'ora.
  2. Angina pectoris (forte dolore al cuore). Tattiche del medico: mettere diverse compresse di nitroglicerina sotto la lingua del paziente, garantire la fornitura di aria fresca di strada, in assenza di una reazione positiva dopo l'assunzione di nitroglicerina, iniettare 2-4 ml di analginum al 50% con soluzione fisiologica per via endovenosa.
  3. Svenimento. Azioni del dentista: per aiutare il paziente a piegarsi più volte alle gambe da una posizione seduta (se è cosciente), lasciarlo annusare un tampone imbevuto di soluzione di ammoniaca, mettere una compressa di Validol sotto la lingua.
  4. Un attacco di asma bronchiale. Azioni del dentista: interrompere l'interazione del paziente con l'allergene, chiamare un'ambulanza, iniettare soluzione endovenosa di Eufillin e Prednisolone.
  5. L'edema di Quincke. Azioni del dentista: chiamare un'ambulanza, buttare indietro la testa del paziente, iniettare adrenalina per via endovenosa, difenidramina o prednisolone, eseguire una puntura tracheale (se aumenta l'attacco del soffocamento).
  6. Infarto miocardico. Azioni urgenti: chiamare un'ambulanza, creare la massima tranquillità per il paziente, somministrare 0,5 mg di nitroglicerina sotto la lingua ogni 3 minuti, bloccare il dolore con analgesici, iniettare lidocaina per via endovenosa.

INTERESSANTE: dove devi studiare dal dentista? Il trattamento dentale può essere accompagnato da altre condizioni patologiche del paziente che richiede cure di emergenza. Questi sono fenomeni come coma iperglicemico e ipoglicemico, aborto spontaneo o sua minaccia, sanguinamento con diatesi emorragica, carenza acuta di ossigeno, convulsioni con epilessia e altre complicanze.

Perché devi agire in fretta?

Non solo la salute, ma anche la vita del paziente dipende dalla tempestività e dalla qualità del pronto soccorso. Indipendentemente dalle ragioni per lo sviluppo di complicanze acute, è importante che il medico agisca senza indugio. L'importante è non farsi prendere dal panico e concentrarsi completamente sul paziente.

Dopo aver chiamato l'ambulanza, non è possibile lasciare il paziente senza aiuto:

  • In primo luogo, è importante non commettere un errore e stabilire la causa della patologia.
  • In secondo luogo, è necessario iniettare o mettere sotto la lingua del paziente il farmaco indicato in casi di emergenza, a seconda dei fattori della condizione (nitroglicerina, soluzione di adrenalina, difenidramina, ecc.).
  • In terzo luogo, il paziente non deve essere lasciato per un minuto. È importante monitorare i cambiamenti nel suo corpo in dinamica: misurare periodicamente la pressione sanguigna, sentire un polso, osservare la respirazione.

La fornitura prematura di cure mediche può portare a conseguenze irreversibili sotto forma di processi patologici distruttivi nel corpo del paziente. Nei casi più gravi, l'inizio della morte non è escluso. A partire dal trattamento dentale, il medico deve condurre un'indagine sul paziente e assicurarsi che non soffra di malattie appartenenti al suo gruppo a rischio e che non mostri reazioni allergiche a determinati tipi di sollievo dal dolore, antibiotici e anestetici. La presenza di queste malattie non significa affatto che valga la pena abbandonare l'estrazione, il riempimento o l'impianto dei denti.

Pronto soccorso per shock anafilattico in odontoiatria

È pericoloso per la caduta dei valori della pressione sanguigna e per l'insufficiente flusso di sangue agli organi vitali.

Lo shock anafilattico può colpire una persona di qualsiasi età e sesso..

Caratteristica di reazione

Le cause più comuni di anafilassi sono farmaci, veleno di insetti, cibo.

Ci sono 3 fasi per questa condizione:

  1. Al primo stadio (periodo dei precursori) c'è disagio, ansia, malessere generale, sintomi cerebrali, tinnito, compromissione della vista, prurito, orticaria.
  2. Nel secondo stadio (alta stagione) sono possibili perdita di coscienza, diminuzione della pressione, palpitazioni, sbiancamento, respiro corto.
  3. Il terzo stadio (il periodo di uscita dallo shock) dura diverse settimane ed è caratterizzato da debolezza generale, compromissione della memoria, mal di testa.

In questo momento, possono svilupparsi complicazioni (miocardite, encefalite, glomerulonefrite, trombocitopenia, incidente cerebrovascolare acuto, infarto miocardico acuto).

Leggi anche cos'è lo shock anafilattico, come si sviluppa e cosa è pericoloso per l'uomo..

Attività prioritarie

Per salvare la vita di una persona, è necessario fornire il primo soccorso per shock anafilattico (PMP) fino all'arrivo di un'ambulanza. La cosa più importante è non farsi prendere dal panico e seguire il piano descritto di seguito.

Algoritmo di azioni per pronto soccorso di emergenza

  • Interrompere il sospetto agente allergico.
  • Fornire aria fresca alla stanza.
  • È necessario porre il paziente in una posizione con le gambe sollevate.
  • La testa deve essere inclinata lateralmente per combattere la retrazione della lingua e l'asfissia..
  • Si consiglia di fissare la mascella inferiore in una posizione fissa.
  • Le protesi dentarie devono essere rimosse dalla cavità orale..

    Se lo shock anafilattico è stato il risultato dell'iniezione di farmaci o di una puntura di insetto, è necessario applicare un laccio emostatico improvvisato sul sito della lesione..

  • Una bottiglia di acqua calda (una piastra riscaldante) deve essere attaccata alle estremità inferiori per migliorare il flusso sanguigno.
  • Monitorare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la frequenza respiratoria, il livello di coscienza.
  • Bevi una compressa di un antistaminico, se disponibile.
  • Tattiche infermieristiche per shock anafilattico

    L'infermiera soddisfa tutti i punti delle cure di emergenza di primo soccorso, se nessuna è stata applicata.

    L'infermiera deve fornire al medico tutti i dati anamnestici noti. La competenza di un'infermiera comprende la preparazione di medicinali e strumenti medici per l'ulteriore lavoro di un medico.

    Il kit di strumenti include:

    • Siringhe per iniezione;
    • cablaggio;
    • contagocce;
    • Borsa di Ambu;
    • Il dispositivo per la ventilazione artificiale dei polmoni;
    • Kit per l'introduzione di ETT (tubo endotracheale).

    Medicinali:

  • Soluzione di prednisone al 2%;
  • Soluzione allo 0,1% di adrenalina cloridrato;
  • Soluzione di suprastin al 2%;
  • Soluzione all'1% di mesatone;
  • 2,4% di aminofillina;
  • Soluzione di strophanthin allo 0,05%.
  • Tattica paramedica

    Le tattiche del paramedico includono anche tutti i punti di risposta alle emergenze di emergenza per shock anafilattico..

    La competenza dell'assistente medico comprende:

    • Somministrazione per iniezione di soluzione di adrenalina allo 0,1%, soluzione di mesatone endovenosa all'1%, v / m.
    • Somministrazione iniettabile iv di prednisolone in soluzione di glucosio al 5%.
    • Somministrazione iniettabile di IV o IM di antistaminici dopo stabilizzazione della pressione sanguigna.
    • Condurre un complesso di terapia sintomatica con l'uso di aminofillina per eliminare il broncospasmo, i diuretici, la disintossicazione e la terapia iposensibilizzante.

    Standard di cura per shock anafilattico

    Esiste uno standard speciale per la fornitura di cure mediche per l'anafilassi dall'ordine n. 291 del Ministero della Salute della Federazione Russa.

    Ha i seguenti criteri: l'assistenza medica di emergenza è fornita a pazienti di qualsiasi età, sesso, in condizioni acute, in qualsiasi fase del processo, indipendentemente dalle complicazioni, attraverso l'assistenza medica di emergenza, al di fuori dell'organizzazione medica.

    • Le attività mediche comprendono un esame da parte di un medico e / o ambulanza.
    • Ulteriori metodi strumentali di ricerca comprendono l'implementazione e la decodifica dell'ECG, la pulsossimetria.
    • I metodi urgenti per prevenire l'anafilassi includono:
    • L'introduzione di farmaci in / muscolo e / / vena;
    • L'introduzione di ETT (tubo endotracheale);
    • L'introduzione di medicinali e inalazione di ossigeno usando una sacca Ambu;
    • Esecuzione del cateterismo venoso;
    • Ventilazione meccanica.

    Kit di pronto soccorso anti-shock: composizione

    Quando si eseguono operazioni utilizzando l'anestesia e altri medicinali allergenici, è necessario disporre di una serie speciale di farmaci per fornire un aiuto urgente alla reazione imprevedibile del corpo.

    Il kit anti-shock include:

    • prednisone per ridurre lo shock;
    • antistaminico per bloccare i recettori dell'istamina (di solito suprastin o tavegil);
    • adrenalina per stimolare il lavoro del cuore;
    • aminofillina per fermare il broncospasmo;
    • difenidramina - un antistaminico che può disattivare il sistema nervoso centrale;

  • siringhe;
  • alcool etilico come disinfettante;
  • cotone idrofilo, garza;
  • cablaggio;
  • catetere venoso;
  • fisico 400 ml di soluzione per la preparazione di soluzioni dei preparati di cui sopra.
  • Infermieristica con anafilassi

    L'assistenza infermieristica comporta un esame infermieristico. L'infermiera deve raccogliere un'anamnesi:

    • scoprire di cosa si lamenta il paziente;
    • Ottenere dati sulla storia della malattia e della vita;
    • per valutare le condizioni della pelle;
    • misurare la frequenza cardiaca, la temperatura corporea, la pressione sanguigna, la frequenza respiratoria, la frequenza cardiaca.

    Prima di tutto, un'infermiera dovrebbe:

    • scoprire le esigenze del paziente;
    • priorità;
    • formulare un algoritmo di cura del paziente.
    1. Successivamente, viene elaborato un piano di assistenza e vengono sviluppate le tattiche per il trattamento e l'assistenza del paziente..
    2. L'operatore sanitario è sempre motivato e interessato a recuperare il paziente il più presto possibile, prevenendo le ricadute e combattendo gli allergeni che causano una reazione.
    3. Tutti gli elementi del piano di assistenza sono implementati come segue:
    • azioni coordinate volte a migliorare le condizioni del paziente;
    • creazione di condizioni di riposo;
    • controllo della pressione sanguigna, frequenza respiratoria, atti di defecazione e minzione, peso, pelle e mucose;
    • prendere materiale per la ricerca;
    • preparare il paziente per ulteriori metodi di ricerca;
    • rispetto della tempestività nella fornitura di medicinali;
    • la lotta contro lo sviluppo di complicanze;
    • risposta rapida alle istruzioni del medico.

    Diagnosi di reazione

    La diagnosi di anafilassi si basa sui risultati clinici. Le informazioni su una diminuzione persistente della pressione sanguigna, anamnesi (contratto con un allergene), perdita di coscienza sono sufficienti per la diagnosi.

    È necessario ricorrere a ulteriori misure diagnostiche per quanto riguarda l'esclusione delle complicanze.

    Secondo i risultati di un esame del sangue generale nei pazienti, si notano leucocitosi ed eosinofilia. In alcuni casi, trombocitopenia e anemia.

    Nell'analisi biochimica del sangue in caso di complicanze a carico dei reni e del fegato, potrebbe esserci un aumento dei livelli di creatinina, bilirubina, transaminasi.

    Con una radiografia della cavità toracica, possono esserci sintomi prominenti di edema polmonare. Aritmie, cambiamenti dell'onda T rilevati sull'ECG. Il 25% dei pazienti ha il rischio di sviluppare un infarto miocardico acuto.

    Per determinare con precisione il fattore causale che ha causato lo stato di shock, vengono eseguiti test immunologici e vengono rilevate immunoglobuline specifiche per allergeni di classe E.

    Ulteriori informazioni sui sintomi e sulle cause della reazione..

    Trattamento shock anafilattico

    Dopo un pronto soccorso urgente, è necessario effettuare un'iniezione intramuscolare di una soluzione allo 0,1% di adrenalina in un volume di 0,5 ml. La sostanza entrerà nel flusso sanguigno il più rapidamente possibile quando iniettata nella coscia.

    Dopo 5 minuti, il farmaco viene ripetuto. Iniezioni duplicate danno un effetto maggiore di una singola iniezione della dose massima consentita (2 ml).

    Se la pressione non torna alla normalità, l'adrenalina viene iniettata in una flebo..

    Per consolidare la condizione e prevenire la ricaduta, un ulteriore trattamento include:

    • Con shock anafilattico, i glucorticoidi (prednisone, metilprednisolone) vengono iniettati in una vena o in un muscolo. L'introduzione viene ripetuta dopo 6 ore..
    • Gli antistaminici (ad es. Suprastin) vengono iniettati in una vena o in un muscolo.
    • Se la ragione dell'anafilassi era l'introduzione della penicillina, è necessaria un'iniezione di penicillinasi.
    • Con lo sviluppo del broncospasmo, è indicato l'uso di salbutamolo attraverso un nebulizzatore. Se il paziente è incosciente, gli viene iniettata l'aminofillina in una vena.
    • L'ossigenoterapia è consigliabile per i pazienti in una fase difficile.
    • Se il trattamento non dà l'effetto atteso e si sviluppa edema laringeo, viene eseguita una tracheostomia.
    • Dopo un trattamento di emergenza anti-shock, il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva per 1-2 giorni.

    Dopo essere uscito dallo stato di anafilassi, al paziente viene mostrato l'assunzione di glucocorticoidi sotto forma di compresse (prednisone 15 mg con una riduzione del dosaggio lento nell'arco di 10 giorni).

    Gli antistaminici di nuova generazione (erolin, fexofenadine) aiuteranno anche, e se c'è un'indicazione (storia di edema polmonare), viene prescritta una terapia antibiotica (esclusi i farmaci a base di penicillina).

    Durante il periodo di riabilitazione, dovrebbe essere esercitato il controllo sul lavoro dei reni e del fegato. È necessario condurre una valutazione ECG in dinamica per escludere la miocardite.

    Si consiglia ai pazienti di consultare un neurologo a causa del rischio di sviluppare encefalite e polineurite..

    Conclusione

    • Lo shock anafilattico è una condizione pericolosa in cui è possibile un esito fatale, è necessario iniziare immediatamente il trattamento anti-shock.
    • Le principali cause di morte sono l'asfissia, lo sviluppo di insufficienza vascolare acuta, broncospasmo, trombosi e tromboembolia polmonare, nonché emorragie nel cervello e nelle ghiandole surrenali.
    • Temendo lo sviluppo di queste complicanze, dovrebbe essere esercitato il controllo sulle condizioni degli organi interni.

    Video collegati

    Come fornire il primo soccorso per lo shock anafilattico e cosa fare per non morire per le sue conseguenze, vedi in questo video:

    Pronto soccorso per shock anafilattico

    Per chi soffre di allergie, la manifestazione più pericolosa della patologia è lo shock anafilattico. Con lo sviluppo di questa condizione, i pazienti dovrebbero ricevere cure di emergenza, altrimenti per loro tutto finirà fatalmente. Tutti dovrebbero sapere come comportarsi in una situazione del genere al fine di salvare la vita del paziente prima dell'arrivo dell'ambulanza..

    La medicina moderna di shock allergico si riferisce alle reazioni del corpo di tipo istantaneo. Si sviluppa in pazienti con tendenza alle allergie, con esposizione primaria o secondaria a un fattore che provoca una condizione patologica. A causa del rapido sviluppo dello shock anafilattico, le persone devono seguire con precisione l'algoritmo delle azioni per riuscire a salvare la vita dei pazienti.

    Segni di shock anafilattico e cure di emergenza

    Esistono diverse fasi nel corso di questa pericolosa condizione:

    1. Fulmineo. Il paziente sviluppa rapidamente insufficienza vascolare, respiratoria e cardiaca. Nonostante le misure adottate nel 90% dei casi, non è possibile salvare la vita dei pazienti.
    2. Persistente. Lo shock nei soggetti allergici si sviluppa sullo sfondo dell'introduzione di farmaci vietati per loro. In questo caso, viene eseguita una terapia intensiva, la cui durata è di diversi giorni (tutto dipende dalle condizioni del paziente, che deve essere sempre sotto la supervisione di specialisti).
    3. Abortive. Con lo sviluppo di questa variante di shock allergico, non vi è alcuna minaccia per la vita dei pazienti. Questa condizione può essere rapidamente interrotta con l'aiuto di medicinali speciali..

    Con lo sviluppo di shock anafilattico ricorrente nei pazienti, una condizione patologica può essere ripetuta, poiché gli allergeni a loro sconosciuti sono periodicamente colpiti dal loro corpo.

    Gli esperti classificano tali episodi come segue:

    1. "Messaggeri". Il paziente può avere vertigini e debolezza in tutto il corpo. Molto rapidamente sviluppa nausea e mal di testa. In un gran numero di pazienti, si manifestano varie manifestazioni allergiche sulle mucose e sulla pelle. C'è disagio e senso di ansia. Il paziente può lamentarsi di non avere nulla da respirare, problemi di udito, perdita della vista, intorpidimento degli arti.
    2. "High". Un malato di allergia abbassa rapidamente la pressione, a causa della quale può perdere conoscenza. I tegumenti diventano pallore doloroso, si sviluppa tachicardia, appare un sudore freddo appiccicoso. Una persona inizia a respirare rumorosamente, sviluppa cianosi degli arti e delle labbra e appare un forte prurito. Iniziano i problemi con la produzione di urina, questo processo può arrestare o, al contrario, l'incontinenza.
    3. "Esci dallo stato di shock." Questa fase dell'anafilassi può durare diversi giorni. La persona allergica avrà sintomi caratteristici per tutto questo tempo: debolezza, mancanza di appetito (parziale o completo), vertigini gravi.

    La medicina moderna ha identificato 5 forme cliniche di questa condizione patologica:

    Nelle persone allergiche c'è insufficienza (respiratoria), può verificarsi broncospasmo. Tali condizioni sono accompagnate da sintomi caratteristici: la voce diventa rauca, la respirazione è difficile, appare respiro corto. In questa fase, spesso i pazienti allergici sviluppano l'edema di Quincke, il cui pericolo è che il paziente possa interrompere completamente la respirazioneAsphytic
    Una persona allergica ha dolore all'addome. A volte sono così intensi da essere confusi con sintomi di appendicite acuta o patologia ulcerosa perforata. Può iniziare il riflesso del vomito, il processo di defecazione può essere disturbatoAddominale
    Questa forma della condizione patologica è pericolosa in quanto il paziente può provare gonfiore del cervello e delle sue membrane. Questo processo è accompagnato da convulsioni. La vittima può iniziare a provare una forte nausea, che sarà sostituita da un riflesso del vomito (di solito non porta nemmeno un sollievo a breve termine). Il paziente può cadere in uno stupore o in comaCerebrale
    Appare il dolore al cuore (assomigliano al dolore con infarto del miocardio). La pressione scende rapidamente
    (Arteriosa)
    emodinamica
    Questo modulo si trova nella maggior parte delle vittime. Le vittime hanno sintomi generaligeneralizzato

    Pronto soccorso in stato di shock anafilattico

    Il seguente algoritmo esiste per lo sviluppo di uno stato di shock nelle persone allergiche:

    1. Il paziente deve essere posizionato sulla superficie del pavimento, del tavolo, del divano, ecc. Una coperta piegata o un altro oggetto deve essere posizionato sotto i piedi in modo che siano in condizioni elevate..
    2. Per prevenire la penetrazione del vomito nel tratto respiratorio, la testa del paziente deve essere girata su un lato. Se ha delle protesi al posto dei propri denti, devono essere rimosse dalla sua bocca..
    3. Se l'attacco si è verificato in ambienti chiusi, è necessario garantire un afflusso di aria fresca al suo interno. Puoi aprire immediatamente sia le porte che le finestre.
    4. La persona che fornisce il primo soccorso deve interrompere il contatto del paziente con l'allergene.
    5. È necessario contare il polso. Se non è palpabile al polso, prova a trovarlo sull'arteria femorale o carotidea..
    6. Nel caso in cui la persona allergica non riuscisse a trovare il polso, è urgente effettuare un massaggio cardiaco (indiretto). Questo è fatto come segue: le mani sono piegate nella serratura, e quindi in questa posizione giacciono sullo sterno (nella parte centrale). Successivamente, è necessario eseguire ritmicamente tremori (la loro profondità non deve superare 4-5 cm).
    7. La respirazione allergica è controllata. Se i movimenti del torace sono invisibili, allora devi attaccare uno specchio alla sua bocca, che, se presente, si appannerà. Nel caso in cui non ci sia respiro, la persona che fornisce assistenza di emergenza dovrebbe mettere una sciarpa (tovagliolo) sulla bocca o sul naso e respirare aria attraverso di essa.
    8. Successivamente, è necessario chiamare un team di ambulanze o trasportare un paziente da solo nella struttura medica più vicina. Prima dell'arrivo degli specialisti, puoi dare alla vittima un antistaminico o fare un'iniezione di adrenalina per via intramuscolare.

    Cure mediche di emergenza per shock anafilattico

    Al fine di assistere quanto prima la persona lesa, gli specialisti devono condurre urgentemente misure diagnostiche. Per differenziare questa condizione da altre patologie, i medici dovrebbero raccogliere correttamente un'anamnesi. Vengono eseguiti anche esami del sangue, radiografia, esami renali, test immunoenzimatico, test allergologici..

    L'assistenza medica per lo shock anafilattico viene eseguita come segue:

    1. Lo specialista prima misura la pressione del malato di allergia e controlla la sua frequenza cardiaca.
    2. Successivamente, viene determinata la saturazione di ossigeno, viene eseguita l'elettrocardiografia..
    3. Per garantire le vie aeree, lo specialista deve procedere come segue. Se lo stato di shock è accompagnato da un riflesso del vomito, i resti del vomito devono essere rimossi dalla cavità orale. La mascella (inferiore) viene rimossa dalla tripla ricezione di Safar. Viene eseguita l'intubazione tracheale.

    Shock anafilattico in odontoiatria

    Lo shock anafilattico in odontoiatria è un evento abbastanza comune, che in assenza di un'adeguata terapia intensiva può causare condizioni che minacciano la vita del paziente.

    Soddisfare

    Il concetto di shock anafilattico e le cause del suo verificarsi

    Lo shock anafilattico è una rapida reazione allergica che si verifica con un contatto ripetuto con l'allergene. Nel corpo vi è una violazione della permeabilità vascolare, i muscoli dei bronchi e altri organi sono spasmodici, cadute di pressione sanguigna, che causano le gravi condizioni del paziente.

    La ragione per lo sviluppo di shock all'appuntamento dal dentista può essere qualsiasi allergene:

    • Anestetici (ultracain, lidocaina, ecc.), Indipendentemente dalla via di somministrazione.
    • Plastica acrilica.
    • Materiale di riempimento.
    • paste.
    • Anestetici e antibiotici.

    Molto spesso, una reazione anafilattica si sviluppa con la somministrazione endovenosa di farmaci, tuttavia, l'applicazione topica di un allergene (medicazioni, somministrazione di un farmaco nel foro, spray antidolorifici, ecc.) Può anche causare shock.

    Sintomi clinici

    Le manifestazioni di shock anafilattico sono molto diverse: da eruzioni cutanee e prurito della pelle a uno stato di soffocamento e perdita di coscienza.

    Importante! Né il dosaggio dell'allergene, né il suo tipo, né la forma di somministrazione del farmaco influenzano la gravità della reazione. Anche una dose minima può causare la morte.

    A seconda del maggior grado di danno a un determinato sistema, lo shock anafilattico procede in diversi modi:

    • Danno primario al sistema respiratorio. Segni: congestione nasale e gonfiore, starnuti, lacrimazione, secrezione dal naso, edema laringeo, attacco di asma, broncospasmo, ecc..
    • Disturbo predominante del sistema nervoso: agitazione, isteria, sindrome convulsiva, vomito, emiparesi, ecc..
    • Danni al cuore e ai vasi sanguigni: polso debole, tachicardia, perdita di coscienza su uno sfondo di forte diminuzione della pressione sanguigna, arrossamento della pelle, ecc..
    • Disturbi gastrointestinali: nausea, vomito, dolore addominale, disturbi delle feci.
    • Manifestazioni cutanee: orticaria, edema, arrossamento e prurito della pelle.

    Edema di Quincke del labbro superiore

    In termini di gravità, si distinguono forme di shock lievi, moderate e fulminanti (gravi). Con quest'ultima opzione, il paziente non ha tempo di lamentarsi e sviene quasi immediatamente. La procrastinazione con cure mediche può essere fatale.

    Criteri diagnostici

    Se c'è una storia di allergia, un medico deve essere avvisato in anticipo. Il sondaggio standard sui pazienti prima delle procedure dentali include un paragrafo separato con domande sulla precedente reazione ai farmaci. Inoltre, il medico dovrebbe sempre essere in guardia e ricordare la possibilità di sviluppare gravi manifestazioni anafilattiche.

    • La diagnosi è di solito semplice, poiché è chiaramente visibile la relazione tra la reazione rapida e perversa del corpo e la somministrazione del farmaco..
    • In rari casi, si sviluppano reazioni allergiche ritardate, ad esempio, quando un farmaco viene iniettato in un pozzo dentale.
    • Il medico fa una diagnosi differenziale di shock anafilattico con altre malattie che manifestano sintomi simili:
    • Un attacco epilettico con un'immagine convulsa della reazione anafilattica.
    • Colpo di emiparesi.
    • Ulcera duodenale perforata con shock anafilattico gastrointestinale.
    • E qualche altro.

    Approcci terapeutici

    Il trattamento inizia al primo segno di una reazione..

    Prima di tutto, interrompono il contatto con l'allergene o riducono la sua ulteriore penetrazione nel corpo: rimuovono il medicinale dal dente, lavano via la pasta o la crema, sciacquano la bocca con aerosol.

    Se si è sviluppata un'allergia sull'iniezione del farmaco, allora puoi mettere un laccio emostatico sul braccio o iniettare una soluzione di adrenalina nel sito di iniezione per causare vasospasmo e impedire all'allergene di diffondersi ulteriormente.

    Con un calo della pressione sanguigna e una perdita di coscienza, il paziente viene disteso sulla schiena o sul lato, spingendo la mascella in avanti, in modo da non provocare lo sviluppo di soffocamento dovuto alla retrazione della lingua e al vomito.

    Iniziare immediatamente a somministrare farmaci per aumentare rapidamente la pressione (adrenalina, noradrenalina) e altri farmaci:

    • Antistaminici (suprastin, tavegil, difenidramina).
    • Glucocorticosteroidi (prednisone, idrocortisone).
    • Broncodilatatori (aminofillina, ecc.).
    • Anticonvulsivanti e antidolorifici.

    A seconda del quadro clinico dello shock, il medico determina le tattiche del trattamento, i dosaggi e i metodi di somministrazione del farmaco.

    Misure preventive

    L'unica prevenzione è un rigoroso colloquio del paziente e la costante vigilanza del medico in merito a una possibile allergia.

    Le persone con una storia di storia allergica potrebbero aver bisogno di assumere antistaminici prima di andare dal dentista. Non dimenticare la possibilità di allergie incrociate.

    Ad esempio, i pazienti con un'allergia alle penicilline spesso manifestano reazioni allergiche alle cefalosporine (un altro gruppo di antibiotici).

    Un atteggiamento attento alla tua salute ti aiuterà a evitare ulteriori problemi in futuro..

    Shock anafilattico: sintomi, cure di emergenza, prevenzione

    Aggiornamento: febbraio 2019

    Lo shock anafilattico (dal greco "protezione inversa") è una reazione allergica rapida generalizzata che minaccia la vita di una persona, in quanto può svilupparsi in pochi minuti. Il termine è noto dal 1902 ed è stato descritto per la prima volta nei cani.

    Questa patologia si verifica ugualmente spesso negli uomini e nelle donne, nei bambini e negli anziani. La mortalità nello shock anafilattico è circa l'1% di tutti i pazienti.

    Cause di shock anafilattico

    Lo shock anafilattico può verificarsi sotto l'influenza di molti fattori, siano essi cibo, droghe o animali. Le principali cause di shock anafilattico:

    Gruppo allergeniAllergeni principali
    farmaci
    • Antibiotici: penicilline, cefalosporine, fluorochinoloni, sulfamidici
    • Ormoni: insulina, ossitocina, progesterone
    • Mezzi di contrasto - miscela di bario, contenente iodio
    • Sieri - tetano, anti-difterite, rabbia (anti-rabbia)
    • Vaccini: anti-influenza, anti-tubercolosi, anti-epatite
    • Enzimi: pepsina, chimotripsina, streptochinasi
    • Rilassanti muscolari - trakrium, norkuron, succinilcolina
    • Farmaci antinfiammatori nasteroidi - analgin, amidopyrine
    • Sostituti del sangue: albulina, poliglucina, reopoliglicina, refortan, stabizol
    • Lattice: guanti, strumenti, cateteri medici
    Animali
    • Insetti: morsi di api, vespe, calabroni, formiche, zanzare; zecche, scarafaggi, mosche, pidocchi, insetti, pulci
    • Elminti: nematodi, lombrichi, ossiuri, toxocaras, trichinella
    • Animali domestici - lana di gatti, cani, conigli, porcellini d'India, criceti; piume di pappagalli, piccioni, oche, anatre, galline
    Impianti
    • Forbs - ambrosia, erba di grano, ortica, assenzio, dente di leone, quinoa
    • Conifere - pino, larice, abete, abete rosso
    • Fiori: rosa, giglio, margherita, garofano, gladiolo, orchidea
    • Latifoglie - pioppo, betulla, acero, tiglio, nocciola, cenere
    • Piante coltivate - girasole, senape, olio di ricino, luppolo, salvia, trifoglio
    Cibo
    • Frutta - agrumi, banane, mele, fragole, bacche, frutta secca
    • Proteine: latte intero e latticini, uova, carne bovina
    • Prodotti ittici - gamberi, granchi, gamberi, ostriche, aragoste spinose, tonno, sgombro
    • Cereali: riso, mais, legumi, grano, segale
    • Verdure - pomodori rossi, patate, sedano, carote
    • Additivi alimentari - alcuni coloranti, conservanti, aromi e additivi aromatici (tartrazina, bisolfiti, agar-agar, glutammato)
    • Cioccolato, caffè, noci, vino, champagne

    Cosa succede nel corpo sotto shock?

    La patogenesi della malattia è piuttosto complessa e consiste in tre fasi successive:

    • immunologica
    • pathochemical
    • fisiopatologico

    La patologia si basa sul contatto di un allergene specifico con le cellule del sistema immunitario, dopo di che vengono secreti anticorpi specifici (Ig G, Ig E)..

    Questi anticorpi causano un enorme rilascio di fattori infiammatori (istamina, eparina, prostaglandine, leucotrieni e così via).

    In futuro, i fattori infiammatori penetrano in tutti gli organi e tessuti, causando una violazione della circolazione e della coagulazione del sangue in essi fino allo sviluppo di insufficienza cardiaca acuta e arresto cardiaco.

    Di solito, qualsiasi reazione allergica si sviluppa solo in caso di contatto ripetuto con l'allergene. Lo shock anafilattico è pericoloso in quanto può svilupparsi anche con l'esposizione iniziale dell'allergene al corpo umano..

    Sintomi di shock anafilattico

    Opzioni per il decorso della malattia:

    • Maligno (fulminante) - caratterizzato da uno sviluppo molto rapido in un paziente con insufficienza cardiovascolare e respiratoria acuta, nonostante la terapia in corso. Il risultato nel 90% dei casi è fatale.
    • Persistente: si sviluppa con l'introduzione di farmaci a lunga durata d'azione (ad esempio la bicillina), pertanto la terapia intensiva e il monitoraggio del paziente devono essere prolungati a diversi giorni.
    • L'aborto è l'opzione più semplice; nulla minaccia le condizioni del paziente. Lo shock anafilattico si interrompe facilmente e non provoca effetti residui..
    • Ricorrente - caratterizzato da episodi ricorrenti di questa condizione a causa del fatto che l'allergene continua ad entrare nel corpo all'insaputa del paziente.

    Nel processo di sviluppo dei sintomi della malattia, i medici distinguono tre periodi:

    Inizialmente, i pazienti avvertono debolezza generale, vertigini, nausea, mal di testa, eruzioni cutanee e mucose sotto forma di orticaria (vesciche). Il paziente lamenta una sensazione di ansia, disagio, mancanza di aria, intorpidimento del viso e delle mani, visione alterata e udito.

    È caratterizzato da perdita di coscienza, calo della pressione sanguigna, pallore generale, aumento della frequenza cardiaca (tachicardia), respirazione rumorosa, cianosi delle labbra e degli arti, sudore umido e freddo, interruzione della produzione di urina o viceversa, incontinenza urinaria, prurito.

    Può durare per diversi giorni. I pazienti persistono debolezza, vertigini, mancanza di appetito.

    La gravità della condizione

    Flusso facileModerareCorso severo
    Pressione arteriosaDiminuisce a 90/60 mm HgDiminuisce a 60/40 mm HgNon determinato
    Periodo dell'araldo10-15 minuti2-5 minutisecondi
    Perdita di conoscenzaSvenimento a breve termine10-20 minutiPiù di 30 minuti
    Effetto del trattamentoBen curabileL'effetto è lento, richiede un'osservazione prolungataNessun effetto

    In lieve corso

    I precursori con una lieve forma di shock di solito si sviluppano entro 10-15 minuti:

    • prurito, eritema, eruzione cutanea
    • sensazione di calore e bruciore in tutto il corpo
    • se la laringe si gonfia, la voce diventa rauca, fino all'afonia
    • Edema di Quincke di varia localizzazione

    Una persona riesce a lamentarsi con gli altri di uno shock anafilattico lieve:

    • Provano mal di testa, vertigini, dolore toracico, riduzione della vista, debolezza generale, mancanza di aria, paura della morte, acufene, intorpidimento della lingua, labbra, dita, mal di schiena, stomaco.
    • Si nota la pelle cianotica o pallida del viso..
    • Alcune persone possono avere broncospasmo: si sente un respiro sibilante a distanza, difficoltà a espirare.
    • Nella maggior parte dei casi si verificano vomito, diarrea, dolore addominale, minzione involontaria o defecazione.
    • Ma anche così, i pazienti perdono conoscenza.
    • La pressione è nettamente ridotta, polso filiforme, suoni cardiaci sordi, tachicardia

    Nel corso moderato

    • Come con un decorso lieve, debolezza generale, vertigini, ansia, paura, vomito, dolore cardiaco, soffocamento, edema di Quincke, orticaria, sudore umido e freddo, cianosi delle labbra, pallore della pelle, pupille dilatate, movimenti involontari dell'intestino e minzione.
    • Spesso - convulsioni toniche e cloniche, dopo di che arriva una perdita di coscienza.
    • La pressione è bassa o non rilevabile, tachicardia o bradicardia, polso filiforme, suoni del cuore sordi.
    • Raramente, gastrointestinale, sangue dal naso, sanguinamento uterino.

    Corso severo

    Il rapido sviluppo dello shock non consente al paziente di avere il tempo di lamentarsi dei propri sentimenti, perché in pochi secondi si verifica una perdita di conoscenza. Una persona ha bisogno di cure mediche immediate, altrimenti si verifica una morte improvvisa.

    Il paziente ha un pallore acuto, schiuma dalla bocca, grandi gocce di sudore sulla fronte, cianosi diffusa della pelle, le pupille si dilatano, convulsioni toniche e cloniche, respiro sibilante con un'espirazione prolungata, la pressione sanguigna non viene rilevata, i suoni del cuore non si sentono, il polso è filiforme, quasi no palpazione.

    Esistono 5 forme cliniche di patologia:

    • Asfitico: in questa forma, i sintomi di insufficienza respiratoria e broncospasmo predominano nei pazienti (mancanza di respiro, difficoltà respiratoria, raucedine), spesso si sviluppa l'edema di Quincke (gonfiore della laringe fino alla completa cessazione della respirazione);
    • Addominale: il sintomo predominante è il dolore addominale che imita i sintomi di appendicite acuta o ulcere gastriche perforate (dovute allo spasmo dei muscoli lisci dell'intestino), vomito, diarrea;
    • Cerebrale - una caratteristica di questa forma è lo sviluppo dell'edema del cervello e delle meningi, manifestato sotto forma di convulsioni, nausea, vomito, che non porta sollievo, con uno stato di stupore o coma;
    • Emodinamica: il primo sintomo è il dolore al cuore, simile all'infarto del miocardio e un forte calo della pressione sanguigna;
    • Generalizzato (tipico) - si verifica nella maggior parte dei casi, include tutte le manifestazioni comuni della malattia.

    Diagnosi di shock anafilattico

    La diagnosi della patologia deve essere eseguita il più rapidamente possibile, quindi la prognosi per la vita del paziente dipende in gran parte dall'esperienza del medico. Lo shock anafilattico viene facilmente confuso con altre malattie, il fattore principale nella diagnosi è la corretta raccolta dell'anamnesi!

    • Un esame del sangue generale rivela anemia (una diminuzione del numero di globuli rossi), leucocitosi (un aumento dei globuli bianchi) con eosinofilia (un aumento degli eosinofili).
    • In un esame del sangue biochimico, viene determinato un aumento degli enzimi epatici (AST, ALT, fosfatasi alcalina, bilirubina) e campioni renali (creatinina, urea).
    • Con una radiografia del torace, viene rilevato edema polmonare interstiziale..
    • Il saggio di immunosorbente enzimatico è utilizzato per rilevare anticorpi specifici (Ig G, Ig E).
    • Se il paziente trova difficoltà a rispondere, dopo di che sviluppa una reazione allergica, si consiglia di consultare un allergologo con test allergologici.

    Pronto soccorso pronto soccorso - algoritmo di azione per shock anafilattico

    • Appoggiare il paziente su una superficie piana, sollevare le gambe (ad esempio, mettere una coperta piegata sotto il rullo sotto di loro);
    • Girare la testa di lato per prevenire l'aspirazione del vomito, rimuovere la dentiera dalla bocca;
    • Fornire aria fresca alla stanza (finestra aperta, porta);
    • Adottare misure per impedire all'allergene di entrare nel corpo della vittima: rimuovere la puntura con il veleno, attaccare un impacco di ghiaccio sul sito del morso o dell'iniezione, applicare una fasciatura a pressione sopra il sito del morso e così via..
    • Per sentire il polso del paziente: prima sul polso, se è assente, poi sulle arterie carotidi o femorali. Se non c'è polso, inizia un massaggio cardiaco indiretto - chiudi le mani nella serratura e metti la parte centrale dello sterno, disegna punti ritmici profondi 4-5 cm;
    • Controllare la respirazione del paziente: vedere se c'è movimento del torace, fissare uno specchio alla bocca del paziente. Se non si respira, si consiglia di iniziare la respirazione artificiale respirando aria nella bocca o nel naso del paziente attraverso un tovagliolo o uno scialle;
    • Chiamare un'ambulanza o trasportare il paziente all'ospedale più vicino.

    Algoritmo di assistenza di emergenza per shock anafilattico (assistenza medica)

    • Monitoraggio delle funzioni vitali: misurazione della pressione sanguigna e del polso, determinazione della saturazione di ossigeno, elettrocardiografia.

    Shock anafilattico

    Lo shock anafilattico è una condizione patologica grave e pericolosa per la vita che si sviluppa al contatto con determinati antigeni allergeni in una persona sensibilizzata..

    Lo sviluppo di shock anafilattico si basa su reazioni allergiche del tipo (primo) immediato, dovute al rilascio di una serie di sostanze biologicamente attive nel sangue: istamina, bradichinina, serotonina, ecc..

    Di conseguenza, vi è una violazione della permeabilità delle membrane cellulari, spasmo della muscolatura liscia, aumento della secrezione delle ghiandole.
    Lo shock anafilattico si sviluppa spesso sull'introduzione di farmaci, meno spesso su cibo e altri allergeni.

    La gravità dello shock anafilattico è in gran parte determinata dal periodo di tempo dal momento in cui l'allergene entra nel corpo fino allo sviluppo di una reazione di shock.

    Si distinguono le seguenti forme di shock anafilattico:

    La forma fulminante si sviluppa entro 1-2 minuti dopo che l'allergene entra nel corpo, "sulla punta dell'ago". È caratterizzato dal rapido sviluppo del quadro clinico del cuore acuto inefficace - uno dei tipi di arresto cardiaco.

    I sintomi sono scarsi: pallore acuto o cianosi e segni di morte clinica. A volte i pazienti non riescono a presentare reclami.

    L'insufficienza cardiovascolare acuta si sviluppa rapidamente, seguita da arresto circolatorio e morte.

    Una grave forma di shock anafilattico si sviluppa 5-10 minuti dopo l'esposizione a un allergene. Il paziente si lamenta della mancanza di aria. Sensazione di calore, mal di testa, dolore al cuore. L'insufficienza cardiaca acuta si sviluppa rapidamente e se non viene fornita immediatamente assistenza qualificata, la morte può verificarsi in un breve periodo di tempo.

    La forma moderata si sviluppa dopo 30 minuti e dopo che l'allergene è entrato nel corpo. Nella maggior parte dei pazienti, la malattia inizia con una sensazione di calore, arrossamento della pelle, mal di testa, paura della morte, agitazione.

    Si distinguono quattro varianti di shock anafilattico a seconda del quadro clinico:

    1. La variante cardiogena è la più comune. Nel quadro clinico, i principali segni di insufficienza cardiovascolare. Si notano tachicardia, polso pulsato, forte riduzione della pressione sanguigna, aritmia. I disturbi della respirazione esterna, di regola, sono assenti in questa variante di shock anafilattico.

    La pelle è "marmo" a causa di una violazione del microcircolo. La variante asthmoid (asfissica) è caratterizzata dalla presenza di diversa gravità del bronco e del bronchiolospasmo, portando allo sviluppo di ONE.

    Meno spesso, il soffocamento è causato dal gonfiore della laringe o della trachea con una chiusura parziale o completa del loro lume. La variante cerebrale è caratterizzata principalmente da danni al sistema nervoso centrale causati da edema cerebrale acuto, emorragie in esso e alterazioni delle funzioni cerebrali.

    Con questa opzione si osservano spesso disturbi psicomotori, perdita di coscienza, convulsioni tonico-cloniche. La variante addominale è caratterizzata dallo sviluppo di sintomi di un addome acuto. Questa opzione si verifica spesso con l'introduzione di antibiotici (streptomicina, bicillina).

    La morte con shock anafilattico si verifica più spesso a causa di insufficienza cardiovascolare acuta, ipossia ed edema cerebrale.

    Terapia intensiva preospedaliera

    In ogni caso, anche nell'odontoiatria ambulatoriale, quando un paziente avverte calore, ansia, agitazione, prurito cutaneo, debolezza generale, arrossamento del viso, orticaria, tosse, respiro corto, forte sudore, vertigini, nausea dopo la somministrazione di un farmaco a un paziente, dolore addominale, è necessario svolgere le seguenti attività nella sequenza indicata:

    1. interrompere immediatamente le attività locali;
    2. assicurare le vie respiratorie (pulire la cavità orale, rimuovere eventuali protesi);
    3. posare il paziente;
    4. gira la testa da un lato, alza le gambe;
    5. IM iniettare 0,3-0,5 ml di soluzione di adrenalina allo 0,1%, se possibile 1-2 ml di adrenalina in 250 ml di poliglucina iv;
    6. aggiungere un impacco di ghiaccio nel sito di iniezione; (la somministrazione di adrenalina di 0,5 ml di una soluzione allo 0,1% nel sito di iniezione dell'allergene, secondo alcuni autori, è inutile, poiché l'assorbimento si è già verificato e la gravità della reazione allergica non dipende dalla quantità di allergene iniettato);
    7. chiamare il team di rianimazione "ambulanza";
    8. monitorare costantemente la pressione sanguigna, il polso e la respirazione prima che arrivino gli specialisti.

    Se dopo le misure adottate, le condizioni del paziente peggiorano drasticamente, è necessario somministrare i seguenti farmaci iv:

    • prednisone 75-150 mg o desazazone (desametasone) 8-20 mg;
    • suprastin 2% 2-4 ml o pipolfen 2,5% 2-4 ml o difenidramina 1% 5 ml;
    • con respiro corto, ivfufilin 2,4% 5-10 ml viene diluito con 10 ml di soluzione salina. In / m è possibile ripetere l'iniezione di adrenalina 0,5 ml di soluzione allo 0,1%.

    In presenza di segni di insufficienza cardiaca, è indicata l'introduzione di glicosidi cardiaci, diuretici. Viene mostrata l'infusione di fluidi antishock (poliglucina, reopoliglukin).

    In caso di arresto respiratorio e arresto cardiaco, la rianimazione cardiopolmonare primaria deve essere eseguita in loco..

    Ancora nessun commento

    Pronto soccorso per shock anafilattico in odontoiatria

    • Questo manuale metodologico fornisce informazioni sulla diagnosi e la sequenza delle cure dentistiche di emergenza sotto forma di informazioni educative per l'istruzione post-laurea di dentisti e dentisti.
    • Per cure odontoiatriche di emergenza si intende il tipo di cure di emergenza che viene fornita ai pazienti che sono a casa e nel policlinico dell'ospedale, nonché negli studi dentistici privati ​​in caso di sintomi che minacciano la vita del paziente.
    • Queste complicanze generali includono: improvvisa perdita di coscienza / svenimento, collasso /, insufficienza cardiovascolare acuta, shock anafilattico, crisi ipertensiva, complicanze traumatiche / shock /, asma bronchiale, convulsioni epilettiche, reazione all'introduzione di liquidi aggressivi, e reazioni tossiche con l'introduzione di anestetici e alcuni altri.
    • Svenimento - caratterizzato da perdita di coscienza a breve termine risultante da una insufficienza transitoria dell'afflusso di sangue al cervello a causa del vasospasmo con indebolimento dell'attività cardiaca.

    Può verificarsi sotto l'influenza di odori sgradevoli, alla vista del sangue, con grave stress psicoemotivo. Lo svenimento è di solito preceduto da una condizione di svenimento. Soggettivamente, il paziente avverte disagio, aumento della debolezza e vertigini, sensazione di nausea, disagio nel cuore e nell'addome. Quindi il paziente sviene.

    CLINICA: la poplepenis della pelle viene determinata con la comparsa di goccioline di sudore sul corpo, il polso diventa filiforme, la respirazione è superficiale e la pressione sanguigna diminuisce. Questo stato dura da 20 a 40 secondi, successivamente viene ripristinata la coscienza.

    Nel periodo di perdita di coscienza, le pupille sono dilatate, la reazione delle pupille alla luce è ridotta, non ci sono riflessi corneali.

    Con svenimenti convulsi, la durata di questa condizione aumenta da 30 secondi a diversi minuti, deve essere differenziata con un attacco / attacco epilettico /, che è caratterizzato da un respiro rumoroso pronunciato, il rilascio di liquido schiumoso dalla cavità orale e una forte riduzione della mascella.

    TRATTAMENTO: 1. Al paziente viene data una posizione orizzontale, allentare indumenti / colletti stretti, cintura dei pantaloni /. 2. Fornire aria fresca. 3. Inalare il vapore di ammoniaca.

    4. Pulire il viso con un panno umido o irrigare il viso del paziente con acqua fredda.

    Se le misure elencate sono inefficaci: 5. Caffeina 10% - 1,0 ml. s / c 6. Cordiamine 1,0 ml. s / c, v / m 7. Canfora 2% - 2,0 ml. s / c / sotto forma di calore / 8. Atropina 0,1% - 0,5 ml. s / c / con bradicardia /

    Quando si esce da svenimenti, tè caldo, ossigenoterapia, calore, pace.

    COLLAP - è caratterizzato da una violazione più pronunciata e più prolungata del tono vascolare, una diminuzione del volume del sangue circolante e il suo accumulo nel deposito sanguigno / capillari, fegato e milza /. Nello studio dentistico, il collasso è raro ed è spesso causato da infezione, intossicazione, reazioni allergiche.

    CLINICA: le manifestazioni cliniche sono espresse e manifestate da una condizione generale grave, debolezza, pallore, sudore freddo e una prolungata riduzione della pressione sanguigna.

    Le caratteristiche facciali sono appuntite, i pazienti sono indifferenti all'ambiente e agli stimoli esterni. Il polso è filiforme, mal definito, la pressione sanguigna scende a 40 mmHg. e sotto.

    In termini di cure mediche, è necessario differenziare il collasso vascolare con l'infarto del miocardio.

    Con il collasso vascolare, i pazienti sono in posizione orizzontale, pallidi e indifferenti, e con un infarto la loro condizione migliora con una posizione elevata / semi-seduta /, c'è cianosi, gonfiore delle vene cervicali, ecc..

    TRATTAMENTO: 1. Trasferire il paziente in posizione orizzontale - sulla schiena, testa sul fianco. 2. Fornire aria fresca e ossigeno. 3. Poliglukin ml. flebo. 4. Mesatone 1% - 1,0 ml. iv, flebo al 5% di glucosio -, 0 ml.

    gocce al minuto. 5. Prednisolone mg. / mg per 1 kg. peso / o idrocortisone mg. iv o desametasone mg. in / in. 6. Korglikon 0,06% - 0,, 0 ml. 7. 7. Cloruro di calcio 10% - 10,0 ml.

    iv, diluito lentamente in soluzione di cloruro di sodio allo 0,89% - 10,0 ml.

    8. Ricovero in ospedale raccomandato per l'estensione del trattamento specializzato.

    SHOCK ANAFILATTICO L'emergere di molti nuovi preparati farmacologici, l'uso diffuso di sintetici e la chimica nella vita di tutti i giorni creano uno sfondo molto sfavorevole contro il quale si verifica l'allergia..

    Il verificarsi di reazioni allergiche come tipo immediato dopo l'introduzione di anestetici locali in odontoiatria è associato a un'alta concentrazione del loro uso e ad un eccellente assorbimento dovuto all'ampia ramificazione ™ vascolare nella zona del viso, specialmente nei bambini, nonché alla vicinanza dell'applicazione anestetica alla barriera emato-encefalica.

    Nel meccanismo dello sviluppo di alterazioni emodinamiche, viene alla ribalta la discrepanza tra la capacità in forte aumento del letto vascolare e la ccc (volume del sangue circolante).

    BCC diminuisce a causa della parosità vascolare patologica, e questo è accompagnato da inevitabile edema tissutale, perdita di plasma, riduzione della pressione ottica.

    La gravità dello shock anafilattico è in gran parte determinata dal periodo di tempo dal momento in cui l'antigene entra nel corpo fino allo sviluppo di una reazione di shock.

    La dose di allergene non è critica. Assegna una forma fulminante di shock / intervallo di luce fino a min! /, Grave forma di shock / intervallo di luce fino a minuti /, shock moderato / intervallo di luce fino a 30 minuti /, reazione anafilattica - Sindrome di Lyell e lieve reazione allergica. Delle molte cause di shock anafilattico, dominano le droghe.

    La diagnosi di shock anafilattico è talvolta piuttosto difficile e un rapido sviluppo di cambiamenti irreversibili nel sistema nervoso centrale limita il tempo di min. Il criterio diagnostico principale è l'insorgenza improvvisa di sintomi polimorfici dell'insufficienza cardiopolmonare acuta dopo l'antigene.

    IMMAGINE CLINICA: nello shock anafilattico grave, seguito da difficoltà respiratoria, ansia, mal di testa, alterazioni della pressione sanguigna e del polso, si verifica uno stato collasso, caratterizzato da cianosi vivida, immobilità, tachipnea, minzione involontaria e defecazione.

    Dal lato del cuore: insufficienza cardiovascolare acuta, tachicardia, i suoni del cuore sono sordi, il polso è filiforme, con difficoltà a determinare. Lo shock grave è spesso accompagnato da sindrome convulsiva, asmatica, insufficienza renale ed epatica, edema cerebrale, sanguinamento ed emorragie in vari organi.

    TRATTAMENTO DI Shock grave: 1.

    Interruzione dell'introduzione dell'allergene 2. Dare posizione orizzontale al paziente, ventilazione meccanica + massaggio cardiaco. 3. Chipping nel sito di iniezione dell'allergene con soluzione di adrenalina allo 0,1% con ml. soluzione fisica. 4. Tavegil 0,1% - 2 ml. o Suprastin 2% - 2 ml o Difenidramina 1% - ml, v / m, iv.

    Reopoliglyukin in / in - ml. 6. Ormoni: prednisolone mg. / 30 mg. con una forma lieve / o idrocortisone mg. o desametasone mg. 7. Se necessario - entrare nel dotto, far lampeggiare la lingua, produrre una tricotostomia conica. 8. Glicosidi cardiaci secondo le indicazioni. nove.

    Squadra di rianimazione.

    Ricovero in ospedale con normalizzazione della pressione sanguigna, frequenza cardiaca.

    AZIONE EPILETTICA. Nella pratica di un dentista ambulatoriale, vengono trovati pazienti con epilessia.

    Soprattutto ci sono problemi con il trattamento dei pazienti che nascondono la loro malattia dai medici o in quei casi in cui il medico raccoglie una storia di anamnesi.

    CLINICA: Uno dei segni più suggestivi e caratteristici dell'epilessia è un attacco. Di solito inizia all'improvviso e il suo inizio non è collegato a nessun fattore esterno. A volte è possibile notare i cosiddetti precursori di un attacco: i pazienti un giorno prima dell'attacco notano un deterioramento del benessere, un mal di testa, ecc..

    Algoritmo di azione per shock anafilattico - Associazione dei dentisti del Kazakistan

    Lo shock anafilattico è una reazione sistemica in rapido sviluppo del corpo al contatto con un allergene, che è accompagnata da malfunzionamenti nell'emodinamica, causando una mancanza di circolazione sanguigna e ipossia negli organi e nei loro sistemi.

    La durata dello shock anafilattico va da pochi secondi a diverse ore. La base di questa reazione allergica è l'ipersensibilità immediata..

    La gravità della condizione non dipende dalla quantità di allergene con cui si è verificato il contatto.

    Lo shock anafilattico si manifesta con vari sintomi, le cui manifestazioni principali sono: cattiva circolazione (centrale e periferica), shock di dolore, shock tossico.

    • Pronto soccorso per shock anafilattico prima dell'arrivo del medico
    • Lo shock anafilattico è una grave condizione del corpo, il cui sviluppo di sintomi può essere fatale, quindi è così importante avere tempo per fornire il primo soccorso.
    • Cosa devi fare prima che arrivi il medico:
    • adagiare il paziente su un piano orizzontale, girare la testa su un fianco, appoggiare le gambe sul cuscino;
    • fissare la mascella inferiore del paziente per evitare la retrazione della lingua nella faringe;
    • se il paziente è una persona anziana con dentiera inserita, devono essere rimossi;
    • applicare una piastra riscaldante con acqua calda ai piedi del paziente - ciò migliorerà la circolazione sanguigna;
    • lasciare che il paziente assuma un farmaco antistaminico (una persona allergica avrà sempre tale farmaco nell'armadietto dei medicinali); se trovi adrenalina nell'armadietto dei medicinali, se possibile, fai un'iniezione intramuscolare al paziente;
    • prova a mettere in discussione il paziente, scoprendo che cosa è esattamente servito come l'allergene che ha causato questa condizione; se l'allergene sotto forma di peli di cane, lanugine o polvere continua a essere presente nella stanza con la vittima, deve essere urgentemente eliminato.

    È importante sapere: se lo shock anafilattico è una conseguenza di una precedente iniezione o puntura di insetto, quindi lubrificare la ferita con un antisettico o applicare un laccio emostatico in un punto sopra la ferita.

    Prima dell'arrivo dei medici, dovresti essere vicino alla vittima, devi monitorare la sua respirazione e il suo polso. Non appena arrivano i dottori, comunica loro tutte le informazioni sul paziente che ti sono note: il momento dell'inizio dello shock anafilattico, quali azioni sono state intraprese da te, quali farmaci specifici hai dato alla vittima.

    Pronto soccorso qualificato per shock anafilattico

    L'aiuto dei medici in caso di shock anafilattico dipenderà dalla gravità delle condizioni del paziente. L'obiettivo dei medici è fermare la reazione anafilattica in corso, prevenendo o rimuovendo dallo shock.

    L'aiuto dei medici sarà il seguente:

    • La necessità di mantenere la normale funzione cardiaca. Nella fase iniziale dello shock anafilattico, quando il paziente è cosciente, sarà sufficiente iniettare adrenalina (0,1%) per via sottocutanea (a volte per via intramuscolare). Inizialmente, il dosaggio, di norma, non è superiore a 0,5 ml. Nei casi più gravi, un'iniezione è già necessaria per via endovenosa. Se dopo la prima iniezione non si riscontra alcun risultato evidente, le iniezioni di andrenalina vengono ripetute ogni 15-20 minuti con un dosaggio da 1 a 1,5 ml.

    Cosa devi sapere: in caso di sovradosaggio di adrenalina, le condizioni del paziente sono aggravate. I segni di un sovradosaggio sono: un aumento della frequenza cardiaca, contrazioni muscolari simili ai crampi.

    • Dopo l'introduzione dell'adrenalina, i medici devono iniettare un glucocorticoide, il cui effetto diventerà evidente dopo un po '(da alcuni minuti a diverse ore). Tra i glucocorticoidi, i più comunemente usati sono: prednisone, metilprednisolone e desametasone..
    • La necessità di controllare e mantenere una corretta respirazione. Come sapete, una reazione anafilattica porta allo sviluppo di edema laringeo, bloccando così l'accesso all'ossigeno, quindi, ai primi sintomi di tale edema, i medici dovrebbero avere intubazione (o tracheotomia). Se l'edema polmonare è già avvenuto, i medici somministrano la soluzione di Eufillin (2,4%);
    • La necessità di mantenere la pressione sanguigna. Nello shock anafilattico, la pressione sanguigna può molto spesso scendere a un livello critico. Per evitare ciò, i medici devono somministrare al paziente un farmaco vasocostrittore, quindi reintegrare il volume del sangue con plasma o soluzione salina aggiuntiva.
    • In caso di arresto cardiaco con una condizione aggravata del paziente, sono indicate le procedure di rianimazione..

    Altri metodi di trattamento dipenderanno dalla gravità del paziente, dalle cause dell'anafilassi e dalle caratteristiche specifiche del paziente..

    Oltre all'adrenalina e ai glucocorticoidi, i medici possono anche somministrare antistaminici endovenosi che non sono in grado di abbassare la pressione sanguigna (difenidramina, tavegil, suprastin). Per lungo tempo, i medici hanno rifiutato un farmaco come Diprazin a causa della sua inefficienza e persino del pericolo di peggiorare le già gravi condizioni del paziente.

    1. Cosa dovrebbe essere nel kit di pronto soccorso di una persona che ha avuto almeno una volta uno shock anafilattico
    2. Ogni malato di allergia sa che avere un antistaminico appropriato in caso di un attacco di allergia o peggio, lo shock anafilattico può salvargli la vita senza esagerare.
    3. Oggi parlano di antistaminici di tre generazioni. Consideriamoli in modo più dettagliato:
    • Antistaminici di prima generazione: prometazina, ciproeptadina, feniramina, astemizolo, difenidramina. Tali farmaci possono essere utilizzati per shock anafilattico, allergie ai farmaci, edema di Quincke, orticaria allergica, allergie alimentari, artrite stagionale. Tra gli effetti collaterali di tali farmaci possono essere identificati: sonnolenza frequente, riduzione delle prestazioni, riduzione della concentrazione, vertigini.
    • Antistaminici di seconda generazione: Clarotadine, Claridol, Claritin, Lomilan. Più spesso usato per trattare la dermatite atopica, l'asma bronchiale. Pertanto, i farmaci di questo gruppo non hanno effetti collaterali. A volte possono esserci carenze di farmaci di prima generazione, ma espressi molto più deboli.
    • Antistaminici di terza generazione: Gismanal, Treksil, Zirtek, Telfast. Tali farmaci sono più efficaci nel prevenire lo shock anafilattico, iniziano ad agire immediatamente dopo l'assunzione della prima pillola, hanno un effetto prolungato, non causano sonnolenza o vertigini. I farmaci di terza generazione sono controindicati nelle persone con gravi malattie croniche o in caso di intolleranza individuale.

    L'aiuto per lo shock anafilattico deve essere fornito immediatamente, altrimenti il ​​paziente potrebbe morire. Con la ripetizione della reazione di un tale organismo a un allergene, si verificano notevoli malfunzionamenti in tutti i sistemi di organi, in particolare i sistemi cardiovascolare e nervoso.