Quali alimenti non causano allergie nei cani

Cliniche

Ogni proprietario di un animale domestico peloso sogna di essere sano e allegro. Sembrano che passeggiate regolari, cure accurate, vaccinazioni di routine, alimentazione del cane solo cibo costoso, siano pensate per rendere perfetta la vita di ogni cane. Ma i sintomi sempre più comuni delle allergie alimentari causano stupore e domande logiche:

  • cos'è la dermatite allergica;
  • quali alimenti non causano allergie nei cani;
  • meglio nutrire il cane;
  • cosa può essere dato al cane e cosa dovrebbe essere completamente escluso dalla dieta;
  • come non confondere i sintomi di un'allergia ai prodotti con altre malattie;
  • quale trattamento è necessario per le allergie alimentari?

Questo è ciò che verrà discusso in seguito..

Allergia che cos'è?

L'allergia è una reazione del corpo a determinate sostanze che il corpo ha considerato patogeno. La sostanza può essere completamente innocua per la stragrande maggioranza degli individui, ma può provocare una reazione allergica in un determinato cane. Dopo aver assunto un determinato tipo di cibo come allergene, il corpo continuerà a rispondere ad esso.

Segni di allergia alimentare

I sintomi più comuni di allergia alimentare che si possono trovare in un cane:

  • I peli iniziano a cadere in modo non uniforme, possono apparire macchie calve focali su tutto il corpo dell'animale.
  • Appare prurito, cane che pettina alcune parti del corpo.
  • Si verificano infezioni alle orecchie, otite media, il cui trattamento è difficile. Se l'animale domestico è costantemente a disagio, scuote le orecchie e fuoriesce dalle orecchie, è molto probabile che si tratti di una allergia alimentare.
  • Si verificano spesso infezioni della pelle.
  • Le feci di cane diventano più frequenti.
  • L'animale lecca costantemente le zampe anteriori e l'ano.
  • Il cane inizia ad avere un odore sgradevole, questo odore appare non solo dalla bocca, ma anche da tutto il corpo dell'animale.
  • Le allergie alimentari nei cani possono apparire come punti umidi in tutto il corpo..
  • L'animale ha costantemente occhi acquosi, il muco si accumula negli angoli.

Non dovremmo semplicemente dimenticare che tali sintomi possono manifestarsi con qualsiasi reazione allergica.

Quali alimenti possono causare una reazione allergica?

I cani sono spesso colpiti da allergie alimentari. Una reazione simile può essere scatenata da qualsiasi alimento, un animale può essere allergico al cibo secco di una certa marca, in un altro appare su manzo o carote.

Non esiste un elenco specifico di prodotti che possono causare manifestazioni allergiche, la nutrizione di ogni cane dovrebbe essere individuale, dovresti riconoscere solo il cibo che provoca la reazione allergica in tempo e rimuoverlo dalla dieta dell'animale.

Ma ci sono ancora numerosi prodotti alimentari a cui il corpo animale reagisce più spesso come allergene.

  • Cibo secco. Gli additivi artificiali, i sostituti e i coloranti, che sono presenti in grandi quantità negli alimenti secchi, sono componenti che causano abbastanza spesso allergie nei cani. Meno spesso, una reazione allergica si manifesta in soia, cereali e latte in polvere, che sono anche componenti dell'alimentazione secca.
  • Carne di gallina Di recente, gli animali domestici sono sempre più allergici al pollo, tutta colpa della disonestà dei produttori di pollo. I potenti antibiotici e gli ormoni della crescita che possono accumularsi abbastanza spesso vengono introdotti nella dieta del pollame; l'effetto allergenico del consumo di tale carne può verificarsi anche in un cane.
  • Uovo. Il proprietario che sta alimentando le sue uova di gallina dovrebbe essere preparato per il fatto che il cane inizierà a soffrire di allergie alle proteine ​​del pollo. Questa delicatezza può anche essere attribuita alla categoria di prodotti su cui si verificano spesso manifestazioni cutanee della malattia..
  • Frutta e verdura sono rosse. La dermatite causata dal consumo di tali frutti e verdure è meno comune di una reazione alle proteine. Questo tipo di allergia colpisce spesso i cani di piccola taglia che amano la frutta.
  • Pesce e frutti di mare. Prima di nutrire il cane con cozze o gamberi, vale la pena ricordare che tali prodotti causano reazioni allergiche in molte persone, figuriamoci animali.
  • Nocivo per gli animali prodotti che non dovrebbero essere trattati per un animale domestico. Ogni proprietario di cane conosce cioccolato, zucchero, dolci, cibi fritti e carni affumicate. Qualsiasi prodotto elencato sopra è estremamente allergico agli animali domestici shaggy. Non è necessario seguire la richiesta del cane per prelibatezze così gustose, è meglio dargli un trattamento speciale acquistato nel negozio di animali.
  • Manzo. Questa carne raramente provoca reazioni allergiche, non dovresti solo darle al cibo, la nutrizione del cane dovrebbe essere variata. La dieta mono (alimentare solo un tipo di cibo) alla fine può portare allo sviluppo di una vasta gamma di malattie.

Come diagnosticare autonomamente le allergie alimentari?

Per determinare la presenza di un'allergia alimentare e non una malattia di tipo diverso, è necessario adottare le seguenti misure:

  • Se l'animale inizia a soffrire dei suddetti sintomi e il proprietario suggerisce che si tratta di una reazione allergica a un particolare tipo di cibo, dovresti iniziare a nutrire il cane con tale cibo (cibo secco ipoallergenico naturale o costoso) che non ha mai mangiato prima.
  • Tale dieta, il cane dovrebbe ricevere almeno due o anche tre mesi. Quando la salute dell'animale torna alla normalità, puoi tornare alla solita dieta. Con sintomi ripetuti, diventerà chiaro che il cane ha una reazione allergica specificamente a determinati componenti della dieta abituale..
  • Molto spesso, tali test devono essere eseguiti con una diversa serie di prodotti, fino a quando non viene rilevato un allergene specifico. Nonostante la complessità e la durata di tali test, questo è il modo più sicuro per liberare l'animale dalle allergie alimentari..

Come viene trattata la malattia?

Se il proprietario non ha la possibilità di trattare autonomamente l'identificazione dell'allergene, è necessario contattare immediatamente il veterinario. Un buon specialista non farà una diagnosi oculare, ma suggerirà una serie di test, prove e test per aiutare a identificare un allergene.

Dopo aver identificato l'irritante, il medico prescriverà un trattamento complesso al cane malato, che dovrebbe essere rigorosamente osservato. Darà raccomandazioni dettagliate su come trattare e su come nutrire l'animale..

Quando vengono seguite tutte le raccomandazioni prescritte, la salute dell'animale si riprenderà rapidamente..

Il trattamento di tale disturbo comprende quanto segue:

  • Al cane viene prescritta una dieta speciale. La dieta speciale raccomandata dal veterinario non dovrebbe includere quei componenti a cui l'organismo reagisce. Mentre dura il trattamento dell'amico a quattro zampe, non è necessario dargli da mangiare vitamine e chicche, dargli giocattoli da masticare e prodotti a base di farina.
  • In presenza di eruzioni cutanee, il medico prescrive spesso un ciclo di antibiotici e farmaci antifungini. Tali farmaci aiuteranno a fermare rapidamente l'infezione, non gli consentiranno di svilupparsi una seconda volta..
  • Con forte prurito, all'animale vengono prescritti antistaminici. È possibile prescrivere glucocorticosteroidi, non solo sopprimono il prurito, ma riducono anche la sensibilità del corpo agli allergeni.

Prodotti da somministrare durante il trattamento

Oltre all'elenco degli alimenti che sono spesso irritanti per gli alimenti, esiste un elenco che i veterinari di solito raccomandano se l'animale sospetta un'allergia alimentare. Questo elenco di prodotti viene anche utilizzato attivamente come cibo per cani per la dermatite atopica. Prima dell'identificazione completa di un allergene specifico, si consiglia di alimentare i seguenti prodotti:

  • pesce di mare bianco (varietà a basso contenuto di grassi);
  • carne di agnello, tacchino o coniglio;
  • avena, riso o grano saraceno;
  • solo frutta e verdura verdi (mele e pere verdi, zucchine e cetrioli);
  • latticini naturali (kefir, latte fermentato fermentato, yogurt).

Allergie alimentari nei cani: segni e prevenzione

Nei cani, come negli esseri umani, il corpo può rispondere in modo diverso a vari stimoli, e in particolare al cibo. Se la reazione diventa evidente ed è espressa da vari sintomi, questa condizione è chiamata allergia. In effetti, un'allergia non è altro che una risposta protettiva del corpo all'azione delle sostanze allergeniche dal sistema immunitario. Nella pratica veterinaria, le allergie alimentari non sono rare. Una condizione simile si nota nei cani di varie razze e fasce d'età. L'argomento principale dell'articolo è l'allergia alimentare nei cani, i suoi sintomi, manifestazione, trattamento. Saranno presentate le foto delle allergie nutrizionali.

Ragioni per l'apparenza

Le allergie nei cani si manifestano in una varietà di sostanze: polline di piante da fiore, piante da appartamento, prodotti chimici per la casa, medicine (antibiotici, vaccini vivi), polvere, cibo e mangimi industriali in scatola e secchi. Gli ectoparassiti (dermatite allergica da pulci) causano una condizione simile negli animali. Il corpo risponde con una reazione allergica acuta all'irritante con la sua esposizione costante..

L'allergia alimentare viene rilevata in cani di vari sessi (maschi e femmine sterilizzati, sterilizzati), età e razze. Gli individui di razza elevata, così come i cani di razze decorative in miniatura, sono a rischio. Molto spesso si notano allergie alimentari nei cani in gravidanza e in allattamento.

Importante! Secondo le statistiche sulle allergie, i pastori tedeschi e belgi, i bulldog inglesi e francesi, i bassotti, i carlini, i sharpei, i mastini bordolesi e tedeschi, i Labrador, i cagnolini maltesi, gli Yorkies e i cani con la pelle bianca leggermente pigmentata sono i più predisposti.

Cause delle allergie del cane:

  • predisposizione genetica o di razza;
  • patologie endocrine;
  • Malattie autoimmuni;
  • disturbi ormonali;
  • malattie croniche, patologie congenite;
  • riduzione della resistenza.

L'allergia alimentare in un cane può svilupparsi sullo sfondo di carenze ipo-vitaminiche, a causa di cure improprie, violazione delle regole di alimentazione. Molto spesso, questa condizione si manifesta negli animali con un tipo misto di cibo, un forte cambiamento nella dieta, l'alimentazione di bassa qualità, cibo industriale in scatola o secco.

In questo caso, le allergie alimentari nei cani devono essere distinte dall'intolleranza individuale di determinati prodotti alimentari. Ad esempio, un cucciolo può essere allergico al lattosio, un nuovo alimento. Negli animali domestici adulti viene spesso diagnosticata l'avvelenamento da proteine. L'allergia alle proteine ​​è dovuta al fatto che il corpo non può digerire e assorbire una grande quantità di carne. Alcuni cani possono apprezzare il pollo bollito con piacere, mentre altri provocano un'allergia anche a piccoli pezzi.

Inoltre, si deve tenere presente che alcuni sintomi clinici caratteristici delle allergie si notano con funghi, infezioni parassitarie, malattie virali (lacrimazione, starnuti, rash cutaneo, eczema), oltre a dermatiti, dermatosi. Le allergie nei cani sono spesso uno dei sintomi dell'invasione elmintica..

Per determinare che il cane è allergico, solo un veterinario può dopo una serie di test diagnostici di laboratorio. Se si sospetta intolleranza ai componenti degli alimenti, è necessario superare un test di sensibilità.

Quali alimenti causano allergie

Le allergie nei cani possono essere innescate da una varietà di alimenti o mangimi, quindi tutto è individuale. Secondo i veterinari, le reazioni allergiche più comuni negli animali provocano:

  • glutine di frumento, cereali, legumi (soia, orzo, segale, mais);
  • carni grasse, pesce;
  • carni affumicate (cosce di pollo, salsicce, salsicce, formaggi), spezie (spezie);
  • muffin, confetteria, noci, dolci, frutta secca;
  • frattaglie (fegato, rene);
  • alimenti a base di olio, fritti e grassi;
  • uova, latticini e prodotti a base di latte acido (ricotta grassa, kefir, yogurt con condimenti);
  • bacche, alcune verdure (melanzane, pomodori, peperoni), frutta esotica (banane).

Spesso un cane sviluppa un'allergia al cibo a causa della presenza nella sua composizione di un gran numero di coloranti, aromi, stabilizzanti, esaltatori di sapidità e altri prodotti chimici. Pertanto, se il cane è contenuto nella dieta finita, è necessario privilegiare solo prodotti di alta qualità di marchi e marchi famosi (Royal Canin, HM, Brit, Hills) classe extra, premium, superpremium. Quando si sceglie un alimento per animali domestici, considerare la sua età, nonché le caratteristiche individuali e fisiologiche della sua razza.

In ogni riga c'è cibo per cuccioli, cuccioli in gravidanza, in allattamento, vecchi, sterilizzati e per razze diverse. Se il tuo cane ha spesso un'allergia alimentare, usa cibo ipoallergenico. Contengono una percentuale minima di cereali, non ci sono componenti e sostanze nocivi che provocano reazioni allergiche. Ci sono anche mangimi pronti medicinali in vendita..

Per i cani allergici, le vitamine, i complessi vitaminico-minerali (vitamine del gruppo B), gli integratori, i prodotti contenenti proteine ​​e il lievito possono agire come una reazione.

Le allergie negli animali, oltre al cibo, possono essere provocate da medicinali, vaccini, antimicrobici, acari-acaricidi (spray, gocce sul garrese, shampoo).

Sintomi e manifestazioni di allergie alimentari

L'allergia alimentare (alimentare) non appare immediatamente dopo l'uso dell'allergene. Tali sostanze hanno un effetto cumulativo e il sistema immunitario richiede tempo per sviluppare una reazione allergica. La durata di questo periodo in ogni caso è individuale.

Molti proprietari di cani credono erroneamente che i loro animali domestici siano allergici ai nuovi alimenti nella loro dieta. Questo è un giudizio assolutamente sbagliato. Al contrario, se il cane non ha mai ricevuto questo prodotto prima e il cane non ha un'intolleranza individuale a determinati alimenti, la reazione allergica non si svilupperà. Le allergie alimentari sono strettamente individuali..

Segni di allergie alimentari:

  • eruzione cutanea, prurito, forfora;
  • capelli spenti e spenti;
  • la perdita di capelli;
  • la comparsa sul corpo di graffi, ferite, piaghe, zone senza peli;
  • lacrimazione, coaguli di muco, croste secche negli angoli degli occhi;
  • odore sgradevole che emana dal corpo;
  • violazione del tratto digestivo;
  • bagnatura ascellare;
  • gonfiore del muso, degli arti;
  • risposta inadeguata a stimoli esterni;
  • feci instabili (costipazione, diarrea);
  • aumento della sete;
  • attività ridotta;
  • sporcizia, un'abbondanza di zolfo nel condotto uditivo;
  • scarico dagli occhi, dal naso.

Come già notato, i segni di allergie nei cani, nonché l'intensità della loro gravità, sono individuali. In alcuni animali domestici, possono verificarsi reazioni allergiche sotto forma di disturbi digestivi (vomito, nausea, rifiuto di nutrirsi, diarrea, costipazione), in altri - dermatosi, dermatiti, eruzioni cutanee, febbre.

I segni di allergie nei cani sono mostrati nella foto..

Se il cane sperimenta periodicamente allergie, reazioni a qualsiasi cibo, la sua pelle è molto irritata, appaiono spesso dermatiti o dermatosi, quindi portare l'animale allergico al veterinario.

Pseudoallergia nei cani

I sintomi delle allergie provocano l'istamina, che viene prodotta nel corpo degli animali a seguito della reazione del sistema immunitario. In questo caso, questa sostanza può andare d'accordo con il cibo, il che porta allo sviluppo di pseudo-allergia, i cui sintomi non sono molto diversi dalla vera manifestazione. In questo caso, vengono apportati adeguamenti dietetici, una dieta terapeutica, vengono prescritti alimenti ipoallergenici.

La tiramina è istamina, che si trova in alta concentrazione in formaggi, carni affumicate, pesce in scatola, melanzane, aringhe, caviale e alcune frattaglie (fegato di manzo, reni di maiale).

Cosa fare?

Prima di prendere le misure appropriate e iniziare il trattamento, è necessario stabilire la causa esatta alla radice e determinare quali alimenti o mangimi contribuiscono allo sviluppo di reazioni allergiche.

Dopo che tutti i motivi sono stati esclusi, il veterinario seleziona una dieta speciale per il cane allergico e alimenti dietetici e preventivi con la composizione più equilibrata. All'animale viene dato un cibo completamente nuovo e insolito, che dovrebbe mangiare per 10-12 settimane (dieta di eliminazione).

Importante! Come nutrire un cane con allergie, il veterinario consiglierà, avendo a portata di mano i risultati di test e analisi.

Se l'animale ha ricevuto un'alimentazione naturale, modifica la dieta, limitando rigorosamente il numero di ingredienti. Dalla dieta escludere i cibi dalla nostra tavola, carni affumicate, salate, pepate, nonché latticini e prodotti a base di latte acido. Sono vietate alcune frattaglie (orecchie di maiale, reni, fegato, zoccoli) e carni grasse. Per il momento escludi integratori vitaminici, premiscele. Riso e grano saraceno possono essere dati dai cereali se il cane non è allergico ai cereali.

In media, la durata del ciclo di trattamento è di 3-4 settimane. Dopo la completa normalizzazione delle condizioni generali e il sollievo dei sintomi delle allergie, è possibile trasferire gradualmente l'animale alla normale dieta. Se dopo qualche tempo compaiono di nuovo i sintomi di una reazione allergica, ciò significa che la diagnosi di allergia nutrizionale è confermata accuratamente.

Il trattamento delle allergie alimentari comporta non solo una dieta terapeutica e l'alimentazione degli animali con speciali alimenti ipoallergenici. Inoltre, i veterinari prescrivono probiotici, enzimi per normalizzare la digestione, immunomodulatori per rafforzare il corpo, farmaci sintomatici che eliminano gli effetti dell'istamina, nonché antistaminici (Tavegil, Suprastin, Allervet, Zirtek), ormoni per alleviare il prurito.

Ricorda che è impossibile liberare un cane dalle allergie alimentari senza selezionare un menu speciale. Anche un piccolo pezzo di trattamento proibito può causare una reazione allergica. Seguire le raccomandazioni del veterinario e il regime di alimentazione prescritto.

Allergie alimentari nei cani

Attualmente, ogni giorno nei cani c'è un aumento della frequenza delle reazioni allergiche, quindi ogni proprietario dovrebbe essere consapevole di questo problema ed essere in grado di prendere le misure necessarie per la prevenzione e l'assistenza.

  1. In primo luogo nella frequenza di insorgenza nei cani è un'allergia alle pulci;
  2. Atopia o febbre da fieno è meno comune;
  3. L'allergia alimentare è al terzo posto..

Secondo i ricercatori, l'incidenza delle allergie alimentari nei cani varia dall'1 al 10% della popolazione totale di cani. Tutti i tipi di allergie possono essere accompagnati da prurito, che li rende difficili da diagnosticare..

Se un cane sviluppa vomito o diarrea durante l'avvelenamento con una sostanza velenosa o un prodotto avariato, allora un'allergia alimentare è qualcos'altro. L'allergia è una reazione eccessiva del sistema immunitario in risposta a un irritante.

Meccanismi e cause delle allergie

Quando agenti estranei (come batteri e virus) entrano nel corpo, gli anticorpi iniziano a svilupparsi in esso - composti proteici protettivi delle cellule immunitarie. Se questi composti, a seguito di reazioni errate, vengono prodotti in risposta a sostanze innocue (ad esempio proteine ​​negli alimenti), l'animale sviluppa una reazione allergica con tutte le conseguenze che ne derivano. Più spesso, si sviluppa un attacco in risposta alle proteine.

Nei cani allergici, questa reazione può essere innescata dalla presenza di uno o più ingredienti nella dieta. I provocatori più comuni sono gli ingredienti per alimenti per animali domestici:

  • proteine ​​di manzo, pollo, uova e latte,
  • mais e grano,
  • semi di soia,
  • agnello,
  • Maiale,
  • prodotti ittici,
  • riso.

I prodotti sono elencati in ordine decrescente..

A complicare il problema è che i produttori nel feed non indicano tutti gli ingredienti. Anche frutta e verdura possono contenere tracce di proteine ​​e provocare una reazione allergica..

Esiste anche una predisposizione genetica alle allergie alimentari agli alimenti. Almeno se il genitore ha un'allergia, la prole rischia di ereditarla.

Sintomi di allergie alimentari nei cani

In teoria, nei cani, può verificarsi una reazione allergica su qualsiasi prodotto, come nell'uomo. Per il suo sviluppo, il contatto con l'allergene, cioè con la sostanza su cui inizia la produzione di anticorpi, deve prima avvenire. Dopo il contatto iniziale, passa un periodo di sensibilizzazione, che dura fino a diversi anni.

Il periodo di sensibilizzazione è il tempo che intercorre tra il primo contatto con la fonte di allergie e l'insorgenza di ipersensibilità ad essa. In altre parole, un cane che non ha mai assaggiato la carne di pollo non avrà per la prima volta sintomi di allergia. Ma in futuro è probabile il rischio del suo sviluppo.

I segni tipici di allergie alimentari nei cani di solito hanno più di due anni..

    L'animale soffre di prurito costante in tutto il corpo, che può durare tutto l'anno. Inoltre, compaiono starnuti, infezioni alle orecchie, debolezza e letargia. Tutte queste manifestazioni causano anche disturbi comportamentali, poiché è semplicemente impossibile comportarsi con calma con prurito in tutti i luoghi! Il cane prude, si preoccupa, si morde per le zampe e la coda, rifiuta giochi e cibo. Sono anche possibili eruzioni cutanee e desquamazione della pelle. Rossore e secrezione dagli occhi. Alopecia (perdita di capelli). Le allergie alimentari spesso appaiono come sintomi della pelle. I sintomi più rari includono vomito e diarrea - problemi gastrointestinali. Ancora meno spesso, l'animale può notare secrezione nasale, mancanza di respiro, sindrome convulsiva, infezioni del tratto urinario e perdita di peso. Le allergie alimentari di solito non muoiono, ma la qualità della vita soffre in modo significativo.

Non confondere allergie alimentari e intolleranze al prodotto, come il lattosio.

In caso di intolleranza, il corpo non digerisce il lattosio contenuto nei latticini e quindi si verificano disturbi gastrointestinali (di solito si tratta di diarrea o diarrea). La vera allergia alla produzione di anticorpi contro le proteine ​​è ancora meno comune dell'intolleranza alimentare..

Ci sono razze canine che sono predisposte allo sviluppo di allergie alimentari: questi sono West Highland White Terrier, Schnauzer in miniatura, Golden Retriever e Sharpei. In generale, la comparsa di questa condizione è possibile in qualsiasi razza e a qualsiasi età del cane, anche a 6 mesi.

Principi per la diagnosi e il trattamento delle allergie alimentari

Il principio più importante nella lotta alle allergie alimentari è l'eliminazione dell'uso di un allergene negli alimenti. Il cibo è una delle principali cause di reazioni. Entro 10-12 settimane, il veterinario controlla la nutrizione del cane e calcola quali prodotti si verifica la reazione patologica del sistema immunitario..

La complessità della diagnosi risiede nell'impossibilità di un'efficace diagnosi di laboratorio. Sebbene vengano utilizzati esami del sangue, non sono abbastanza precisi. Alcune cliniche veterinarie offrono un patch test. Le proteine ​​vengono mescolate con vaselina e incollate sulla pelle per 2-3 giorni. Se si verifica arrossamento, il test è considerato positivo..

A causa della inesattezza dei metodi di laboratorio, si cerca la fonte della malattia escludendo alcuni prodotti dalla dieta degli animali domestici.

Quando si cerca un allergene, viene utilizzato un alimento speciale che esclude gli alimenti precedentemente consumati. Di norma, esiste una sola fonte unica di proteine ​​negli alimenti (ad esempio carne di coniglio, cervo), che teoricamente prima che il cane non mangiasse carboidrati (patate, riso).

Questi sono esempi di diete classiche esclusive. Includono anche pesce e patate, ci sono opzioni più recenti, come carne di orso e sorgo o alligatore e cocco. Durante una dieta esclusiva, non dare cibo per cani dal tuo tavolo, vitamine, medicine.

Di solito, con la giusta correzione nutrizionale, i sintomi di allergia nel cane o nel cucciolo scompaiono.

Non appena il cane ha prurito, aggiungono un prodotto precedentemente consumato al loro cibo e osservano la reazione. Una volta capito a cosa è allergico il tuo animale domestico, escludi questo prodotto dalla dieta..

Alimento ipoallergenico per cani

Non esiste una dieta ipoallergenica universale per cani, poiché tutti i cani sono diversi. Solo il tuo veterinario può prescrivere correttamente una dieta.

Ancora una volta: non esiste cibo per cani migliore per le allergie.

Ad alcuni proprietari di cani non piace condurre costose diagnosi delle allergie alimentari eliminando passo dopo passo gli allergeni dal cibo. Inoltre, questo metodo non ha una precisione del 100 percento. Più spesso, quando scompaiono i segni spiacevoli della malattia, il cane viene semplicemente nutrito con il cibo su cui è andato, senza completare la ricerca. Non dimenticare di discutere le tue decisioni con il tuo veterinario..

Spesso le diete terapeutiche prescritte dal medico sono piuttosto costose, il che influenza il desiderio del proprietario del cane di risparmiare denaro e non finire ciò che è stato avviato. In effetti, il cibo con agnello e riso può essere un buon sostituto per un cane allergico, ma è necessario ricordare che nel tempo possono sviluppare una reazione a qualsiasi ingrediente unico.

Se stai pensando di provare una dieta vegana, ricorda che provoca forti polemiche. È stato scoperto che esiste una grave carenza di nutrienti importanti negli alimenti speciali per cani vegani. Nonostante la sua apparente popolarità, i mangimi vegani non sono la scelta migliore per il trattamento delle allergie alimentari..

Farmaci antiallergici

Gli antistaminici (ad es. Suprastin) sono usati come terapia adiuvante per ridurre i sintomi spiacevoli. Riducono il prurito e sono relativamente sicuri per l'uso a casa..

È anche possibile che i cani usino shampoo e pomate speciali per il prurito.
Per il trattamento delle infezioni batteriche e fungine secondarie, il veterinario prescriverà farmaci.
Gli ormoni non sono raccomandati, poiché l'effetto antiprurito è temporaneo e scompare dopo l'interruzione del farmaco e sussiste il rischio di complicanze.

Un'allergia non può essere curata, ma può essere gestita se hai identificato la causa della malattia. E le cause del prurito possono essere altri fattori, e non solo le allergie, quindi non tardare a visitare una clinica veterinaria. È importante identificare tempestivamente la causa della malattia e condurre il trattamento..

Allergia nei cani (45 foto): quali sono i segni, la manifestazione, cosa dare al cucciolo, che tipo di medicina, cibo, compresse e farmaci antiallergici

Allergia: perché appare?

L'allergia è una malattia che ha preso il nome, una descrizione del quadro clinico e dei segni caratteristici abbastanza recentemente circa cento anni fa. Tuttavia, anche nell'antico Egitto, questo disturbo era noto, sebbene gli allora dottori non ne comprendessero appieno le cause. Per tutto questo tempo, la medicina sta cercando di trovare i regimi terapeutici più efficaci che renderebbero la vita più facile per chi soffre di allergie..

La ricerca del "trattamento ideale" è dovuta al fatto che l'allergia è una reazione negativa del sistema immunitario del corpo a una sostanza che gli sembra estranea. Pertanto, ci sono migliaia di tipi di allergie, che vanno dalle reazioni ai peli di cane o alla saliva alle allergie a profumi, piante, alimenti o medicine.

Una persona può essere allergica a migliaia di sostanze

Come si verifica una reazione allergica? Quando una sostanza "dannosa" entra nel corpo, che è considerata dal sistema immunitario estranea, gli anticorpi pronti a combattere l'allergene entrano nel flusso sanguigno. Un processo simile si verifica quando una persona soffre di un pericolo reale, ad esempio un'invasione o un'infezione da virus. Se nel caso della malattia è giustificata la reazione del corpo, nel caso degli allergeni ci sono troppi anticorpi e non è necessario il loro ingresso nel sangue.

Tuttavia, è stato stabilito che nel tempo il corpo impara a distinguere tra "estranei" e "amici". Questo di solito accade con i bambini che conoscono il mondo che li circonda. Se il bambino vive in una casa dove ci sono animali domestici o un'aiuola fiorita fuori dalle finestre, è probabile che non abbia allergie.

I bambini che crescono con i cani sono raramente allergici.

Cause di allergie

Difendendosi dalle sostanze allergeniche, il corpo produce anticorpi. La produzione avviene in un momento in cui gli antigeni acquisiscono una concentrazione massima. Questo è quando una persona inizia a tossire, starnutire, i suoi occhi diventano rossi e compaiono altri sintomi spiacevoli. Perché si verifica un'allergia??

La medicina distingue due tipi di fattori provocatori: ereditari e acquisiti, esterni. Nel primo caso, il ruolo è svolto dai geni dei genitori. Se la mamma o il papà del bambino è allergico, allora con una probabilità fino al 50% erediterà una predisposizione a questo disturbo. Se entrambi i genitori soffrono di reazioni allergiche, i rischi di "premiare" il bambino con lo stesso problema aumentano al settanta percento.

È molto probabile che un'altra persona allergica nascerà in una famiglia di persone allergiche

Cause esterne dello sviluppo di allergie sono associate a una ridotta immunità da malattie gravi, in particolare quelle che colpiscono il tratto respiratorio. Anche i fattori provocatori includono cattiva ecologia, cattive abitudini, in particolare il fumo, che distrugge il corpo.

Se parliamo di allergie ai cani, allora devi capire che non solo il mantello dell'animale provoca una reazione. Più spesso, il corpo resiste alle particelle di saliva, pelle morta di un animale domestico, lubrificante per la pelle, feci. Inoltre, la causa dell'allergia è spesso il cibo che il cane mangia, la polvere e altri allergeni "luminosi" che il cane trasferisce semplicemente sul suo mantello e si diffonde su se stesso.

Gli allergeni "viaggiano" con animali

Tipi di reazioni allergiche negli animali

Le allergie del cane possono verificarsi a qualsiasi età, indipendentemente dal colore del pelo e dalla razza. Tuttavia, è generalmente accettato che i cani con lieve pigmentazione sono più inclini a reazioni allergiche..

Il sistema immunitario risponde agli elementi estranei che entrano nel corpo dall'esterno, il che contribuisce alla modifica delle proprie proteine.

  • medicinali;
  • cosmetici;
  • per prodotti chimici domestici;
  • sulle piante e il loro polline;
  • su parassiti o insetti;
  • funghi, virus, batteri;
  • per cibo.

L'allergia più comune nei cani è una reazione ai cibi. Se il prurito e l'irritazione sono comparsi improvvisamente, allora vale la pena dare un'occhiata più da vicino alla dieta dell'animale. I seguenti prodotti sono a rischio:

  • Frutti di mare.
  • Grano e Mais.
  • Lievito.
  • Soia e tutti i prodotti a base di soia.
  • Carne Di Pollo E Manzo.
  • Tutti i prodotti lattiero-caseari.
  • Uova di gallina.

Vale la pena dire che, in generale, non vale la pena nutrire un cane adulto con prodotti lattiero-caseari. Inoltre, dovresti evitare cibi troppo dolci o, al contrario, salati. Le convulsioni allergiche possono anche essere causate da un piccolo pezzo di cioccolato, rotolo o carne affumicata..

Nel cibo secco finito, che include molti componenti diversi, possono anche essere presenti allergeni.

Sintomi delle allergie del cane

Prurito, perdita di capelli, arrossamento, irritazione, forfora sono i sintomi principali di un'allergia. I cani hanno spesso lacrimazione, tosse, vomito, flatulenza e diarrea.

I sintomi possono manifestarsi immediatamente o in pochi giorni. Solo un veterinario può determinare l'esatta analisi. Viene eseguito un test allergologico da un animale domestico e viene eseguito un esame del sangue.

Diversi tipi di allergie nei cani si manifestano in modi diversi. Se c'è una reazione al cibo, allora i peli dell'animale cadono, il muco si accumula negli angoli degli occhi, le feci diventano più frequenti, compaiono un odore sgradevole e un gonfiore della laringe, del muso, della lingua, delle zampe. Questi sintomi possono manifestarsi con altri tipi di allergie..

Le reazioni allergiche cutanee sono accompagnate da forte prurito, forfora e arrossamento della pelle. Un cane può anche avere la caduta dei capelli. Sono in grado di apparire a causa di prodotti cosmetici di bassa qualità o prodotti chimici domestici. Vale la pena dire che le allergie domestiche alla chimica e ai cosmetici provocano la comparsa di vesciche, eczema piangente ed edema.

Esiste un altro tipo di allergia nei cani: la dermatite da pulci. Questa è la risposta del corpo alle punture di insetti. La pelle del cane prude nel sito del morso, possono apparire irritazione o eruzione cutanea. In alcuni casi, si formano ferite purulente, molto spesso nella parte posteriore o nella coda.

Diagnosi e terapia

L'allergia nei cani in base ai sintomi manifestati è simile a una serie di altre malattie, pertanto lo screening di altre possibili malattie è obbligatorio prima della nomina del trattamento. La diagnostica include:

  • analisi del sangue e delle feci;
  • lo studio dei raschiati della pelle;
  • trichoscopy;
  • l'uso della cultura batteriologica;
  • esame dell'animale per la presenza di parassiti;
  • valutazione nutrizionale e identificazione di possibili allergeni alimentari;
  • test cutanei (test allergologici) che mostrano la risposta del corpo agli allergeni tipici introdotti attraverso piccole incisioni.

La terapia successiva si basa su:

  • eliminazione degli effetti allergici;
  • prendendo antistaminici per affrontare i sintomi esistenti;
  • l'uso di preparati a base di erbe (calendula, camomilla) per il trattamento delle ferite;
  • l'uso di preparati per l'essiccazione (talco medico, pomata di zinco);
  • aumentare l'immunità.

A seconda del tipo di allergia diagnosticata, viene utilizzato il seguente trattamento:

  1. Medicinale Quando reagiscono ai farmaci, all'animale vengono somministrati antistaminici e analgesici. L'allergene è fissato sulla scheda del paziente per impedire il riutilizzo.
  2. Infettiva. Viene rilevata un'infezione alla radice per la terapia successiva. Dopo aver eliminato il virus e aumentato l'immunità, all'animale viene prescritto un ciclo di antistaminici.
  3. Autoimmune. I glucocorticosteroidi vengono somministrati all'animale, sopprimono il sistema immunitario e viene eseguita la terapia sintomatica..
  4. Cibo. Viene utilizzata una dieta speciale che esclude i prodotti proteici fino a quando i sintomi scompaiono completamente. Quindi, gli alimenti vietati a piccole dosi vengono restituiti alla dieta per determinare l'allergene..
  5. Contatto. Assunzione di antistaminici che eliminano prurito, gonfiore e altri sintomi
  6. Insetto. Il cane si libera dei parassiti succhiatori di sangue presenti usando agenti antiparassitari.

respiratorio Non curabile. I farmaci sono di natura stagionale (fioritura) o vengono effettuati immediatamente dopo il contatto con un irritante (fumo di tabacco).

Gli antistaminici che interferiscono con la produzione e l'attività dell'istamina sono selezionati tra analoghi umani. Gli effetti collaterali, tra cui sonnolenza e letargia, non sono pericolosi per i cani. I medicinali raccomandati dai veterinari il più delle volte includono:

  • difenidramina, che riduce l'infiammazione ed è adatta per le allergie ai farmaci;
  • claritina, eliminando lacrimazione e naso che cola;
  • ketotifene, usato per l'anafilassi;
  • astemizolo che combatte la rinite e l'orticaria;
  • suprastin, adatto a qualsiasi forma di malattia;
  • ciprodina, alleviando i sintomi dell'allergia agli insetti;
  • diprazina riduce il prurito.

Indipendentemente dalla causa dell'allergia, la dieta è adattata all'animale. Per 1,5-2 mesi, i principali allergeni sono tabù e viene data la preferenza alla linea di trattamento speciale di alimenti ipoallergenici di classi super premium e olistiche.

Allergie alimentari nei cani

Risposta del sistema immunitario del tuo cane all'invasione delle proteine. In caso di allergie alimentari, è una proteina presente nel cibo di un cane. Le proteine ​​sono presenti nella maggior parte dei prodotti: carne, verdura, colture. Una qualsiasi di queste proteine ​​può causare allergie alimentari..

Le allergie alimentari nei cani sono molto più comuni di quanto si pensasse in precedenza. Può colpire a qualsiasi età e può essere una reazione a qualsiasi oligoelemento nel cibo. La reazione allergica più comune a manzo, maiale, pollo, tacchino, uova, soia, mais e grano.

Se il tuo cane ha una reazione allergica a qualcosa da ciò che mangia, allora non avrà solo disturbi digestivi, ma anche altri sintomi:

  • Prurito e arrossamento sulla pelle;
  • Occhi rossi e dolenti;
  • Scarico dal naso;
  • Tosse, starnuti o asma;
  • Infiammazione dell'orecchio
  • Zampe gonfie.

Se sospetti un'allergia alimentare nel tuo cane, ci sono diverse cose che puoi fare per identificare ed eliminare la fonte dell'allergia:

  1. Se il tuo animale domestico ha mangiato lo stesso cibo ogni giorno durante l'ultimo periodo, molto probabilmente è questo alimento che provoca allergie. In questo caso, prima di tutto, sostituisci il cibo, cerca di dare al tuo cane un cibo vario ed equilibrato. Se i sintomi persistono, contattare il veterinario e continuare a cercare possibili allergeni..
  2. Se l'ultimo cane ha consumato una varietà di alimenti, il trattamento dovrebbe iniziare con il fatto che il veterinario dovrebbe sviluppare una dieta speciale che includa l'aggiunta graduale di nuovi ingredienti alla dieta quotidiana. Il risultato sarà un prodotto a cui il tuo cane è allergico..
  3. Insieme alla dieta, si consiglia di dare al cane integratori alimentari che accelereranno la disintossicazione e sosterranno il sistema immunitario. Con sintomi gravi, il cane deve essere trattato con farmaci, ma solo come indicato dal veterinario.
  4. Attualmente, ci sono molti sostituti proteici, quindi una buona dieta consentirà ad entrambi di semplificare la vita con le allergie..
  5. La prevenzione delle allergie alimentari potrebbe non essere possibile nei cani inclini al suo sviluppo. È anche possibile una variante della predisposizione genetica alle allergie. In questo caso, dovrai trattare costantemente le allergie e è improbabile che il trattamento abbia successo..

E alcuni suggerimenti per ridurre il rischio di allergie alimentari:

  1. Mantieni sana la tua mucosa, specialmente nei cuccioli e nei cani giovani. Per questo, il tuo cane deve avere un'alimentazione adeguata e controlli medici regolari..
  2. Non consentire lo sviluppo di gastroenterite. Esistono versioni in cui i cani che hanno avuto gastroenterite in giovane età sono più inclini alle allergie alimentari..
  3. Assicurati che il tuo cane non mangi spazzatura. Prima di tutto, questo può portare ad intossicazione alimentare e allergie..

3 Trattamento della malattia

Di solito, il sollievo dai sintomi viene eseguito secondo un regime di trattamento standard; ogni manifestazione richiede un intervento efficace:

  • l'allergia da pulci richiede lo smaltimento completo dei succhiasangue; per questo vengono utilizzati aerosol antiparassitari;
  • a casa, l'animale riceve pace e viene prescritta una dieta anti-allergica parsimoniosa;
  • per alleviare le condizioni della pelle usando unguenti essiccanti, emollienti;
  • se viene diagnosticata l'anemia, vengono prescritti farmaci contenenti ferro e stimolanti dell'immunità;
  • con dermatite e in casi avanzati, vengono utilizzati ormoni naturali della corteccia surrenale (glucocorticoidi).

Aiuta con shock anafilattico in un cane

Lo stato di shock anafilattico può verificarsi improvvisamente a seguito di una risposta acuta dell'animale a una puntura d'insetto, prendendo o iniettando farmaci, vaccinazioni. I seguenti sintomi ne sono caratteristici:

  • gonfiore del muso, occhi, bocca, naso, orecchie;
  • eruzione cutanea e arrossamento, gonfiore nel sito di iniezione;
  • riflesso di vomito;
  • stato eccitato, trasformandosi in oppresso;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • svenimento.

Se si verificano tali segni, l'animale deve essere urgentemente portato dal veterinario. L'animale domestico può morire entro l'ora successiva.!

Prima di tutto, lo specialista fornirà un'iniezione intramuscolare di un antistaminico, ad esempio la difenidramina. Per mantenere l'attività cardiaca, sarà necessaria un'infusione endovenosa di cordiamina o un'iniezione di sulfocampocaocaina sotto la pelle. Inoltre, un veterinario endovenoso somministrerà una miscela di vitamina C e glucosio, un'iniezione intramuscolare di un agente immunomodulante (come immunofan) e una preparazione steroidea sottocutanea. Ulteriori azioni dipenderanno dalle condizioni del cane..

Tattiche terapeutiche

La prima e più importante cosa che il proprietario di un amico a quattro zampe deve ricordare in questa fase: è severamente vietato trattare l'animale senza previa consultazione ed esame del veterinario. L'automedicazione può causare danni irreparabili al paziente a quattro zampe. Il proprietario dovrebbe essere avvisato da una diagnosi fatta "ad occhio", come un'allergia alle proteine. Senza ulteriori test e analisi appropriate, anche un medico veterinario rispettabile non oserà annunciare il verdetto. Prima di ottenere risultati, un test allergologico è come colpire un dito nel cielo. Diagnosi competente: metà del trattamento efficace.

Contatto con un allergene. Fino a quando il paziente a quattro zampe non è in contatto con l'allergene, nulla cambierà in meglio nel suo stato di salute. Peggiora solo. Tutte le procedure diagnostiche mirano a trovare il provocatore di una reazione violenta del corpo e neutralizzarlo..

Trattamento sintomatico Prurito, gonfiore, desquamazione della pelle, eczema purulento: tutte queste manifestazioni della malattia richiedono un trattamento mirato. Pertanto, il medico prescrive pomate e pillole che aiutano a migliorare le condizioni del paziente

È importante capire che il trattamento sintomatico darà solo un risultato temporaneo se il provocatore della malattia non viene identificato.

Analisi

Sembra spesso agli amanti dei cani che i veterinari li guidino per il naso. I medici senza scrupoli usano davvero l'amore per l'animale come un modo per pompare denaro dal proprietario

Pertanto, è importante sapere che tipo di test può prescrivere un medico in questa situazione. Prima di tutto, per escludere le allergie alimentari, il paziente a quattro zampe viene sottoposto a una dieta rigorosa

La sua durata, se necessario, può raggiungere i due mesi.

  • Colture. Possono essere molto diversi. Alcune colture consentono di determinare la sensibilità del cane a specifici antibiotici. Con l'aiuto di altri, viene rilevata o confutata la presenza di funghi o batteri che possono essere potenziali agenti patogeni della reazione anticorpale.
  • trichoscopy Uno studio volto a esaminare la qualità e la quantità di lana e pelle, elimina la componente fungina.
  • Raschiatura. Utilizzando questa semplice analisi, il medico controlla se il paziente è malato di disturbi parassitari o, a questo proposito, il cane è completamente sano.
  • Citologia. A volte, per confermare o confutare una diagnosi specifica, il veterinario controlla la presenza o l'assenza di processi infiammatori nel corpo dell'animale.

Dieta

Una corretta alimentazione non è solo il principio del trattamento, ma anche il principio della diagnosi della malattia. È possibile che il tuo animale soffra proprio di allergie alimentari, che sono caratterizzate da uno sviluppo graduale e da un flusso lento. La correzione della dieta aiuterà a determinare quale tipo di proteina l'animale ha una reazione così violenta del corpo..

  • "Sostituzione di concetti". Supponiamo che la base della dieta del cane fosse il pollo o il maiale magro. Il compito del proprietario è rimuovere completamente la normale carne dal menu, sostituendola con altri prodotti meno allergenici. Ad esempio, manzo o tacchino. Sono loro che di solito fanno parte dell'alimentazione dietetica.
  • Cibo ipoallergenico. Se il metodo di sostituzione di una proteina con un'altra non porta al risultato atteso, il paziente a quattro zampe viene trasferito in uno speciale alimento secco - alimento dietetico pronto.
  • Esclusione di potenziali allergeni. Se si preferisce ancora il cibo naturale, è necessario nutrire il cane con i prodotti più dietetici. Non salato, affumicato e fritto. Non un grammo di dolci, salsicce e salsicce. Non dimenticare che anche una dieta sana dovrebbe essere bilanciata.

Urgente attenzione

Ci sono momenti in cui un'allergia prende di sorpresa un cane e il suo proprietario. Un esempio lampante di questo è l'edema di Quincke, derivante da una puntura di vespa. I sintomi si manifestano all'istante, costringendo l'ospite ad agire immediatamente - senza aspettare l'arrivo del medico. La tabella ti dirà cosa fare in questi casi..

Tabella - Opzioni di primo soccorso

condizioneMetodo di assistenza di emergenza
Gravi allergie- Iniezione "Suprastin";
- iniezioni di adrenalina e Tavegil
Shock anafilattico- Iniezione "Desametasone";
- visita di emergenza dal veterinario

I farmaci elencati sono una parte essenziale di un kit di medicina veterinaria domestica..

Sintomi di una reazione allergica

Il primo, sorprendente sintomo è un forte prurito cutaneo. L'animale inizia a graffiare l'orecchio, la groppa, leccare ostinatamente gli spazi interdigitali, i lati. Le manifestazioni sintomatiche sono appena percettibili nei cani, razze grandi e medie, abbondantemente ricoperte di peli. Con il tempo, il rossore inosservato va in alopecia, si combina con il pus, quindi l'allevatore chiama il veterinario.

Il forte arrossamento della superficie interna dell'orecchio è un sintomo caratteristico di una forma di allergia nei mangimi (cibo) nei cani

A poco a poco, l'area delle dermatosi aumenta, la pelle acquisisce un intenso colore rosa, l'aggiunta di batteri provoca suppurazione. Un errore comune commesso da un allevatore è il trattamento di un animale per i parassiti della pelle, sebbene prurito, forfora, scolorimento della pelle siano sintomi di dermatite da contatto e allergie alimentari. Perché i segni sono apparsi e a quale malattia appartengono - il medico stabilisce dopo l'esame.

  1. La lana scompare con i fuochi;
  2. Macchie calve in graduale crescita;
  3. L'odore è zuccherino e dolce quando si attacca la microflora batterica e si supplica di graffiare;
  4. Immergi sotto le ascelle, le pieghe, l'eczema bagnato.

Le orecchie "attuali" sono un sintomo specifico di un'allergia al cibo, che ricorda l'otodectosi con l'aggiunta di otite media. L'animale scuote costantemente le orecchie, il loro odore è dolciastro, sgradevole. L'uso di rimedi anti-tick e anti-tick non dà l'effetto del trattamento. C'è un risultato se viene prescritto un farmaco antiallergenico.

C'è lacrimazione, un accumulo di massa viscosa negli angoli dell'occhio, i segni ricordano una lente ectopica. L'uso di antibiotici mostra un buon risultato, ma allevia solo i sintomi, non appena vengono annullati, inizia un nuovo ciclo di allergie. La via d'uscita è rimuovere l'effetto sul corpo dell'allergene.!

Come capire che un cane è allergico?

L'allevatore dovrebbe diffidare se:

  • persistente recidiva di patologie dell'orecchio;
  • problemi di pelle da cucciolo;
  • i sintomi allergici sono disponibili tutto l'anno o il loro rafforzamento coincide con una diminuzione dell'immunità;
  • nessun effetto durante l'assunzione di ormoni.

Un cane allergico defeca più spesso. La defecazione normalmente rappresenta 1-2 volte; in caso di allergie, si verifica 3 o più volte al giorno.

Cosa causa un'allergia al cane

Perché molti non riescono ad andare d'accordo con lo stesso animale domestico sotto lo stesso tetto? La ragione è molto semplice. Tutti i prodotti vitali dei cani, come molti altri animali, contengono proteine ​​estranee al nostro corpo. Sono percepiti dal sistema immunitario umano come un nemico da eliminare. Queste proteine ​​sono contenute:

  • nelle urine;
  • nelle feci;
  • nella saliva;
  • nelle secrezioni delle ghiandole sebacee;
  • nelle particelle di pelle cheratinizzata.

Quindi si scopre che la causa dell'allergia non sono i peli di cane, ma le proteine, che, cadendo sul pelo, si diffondono in tutto l'appartamento. Si deposita sulle mucose degli organi interni. Se l'immunità del paziente è molto debole, la reazione allo stimolo si manifesta quasi immediatamente. Quando appare un'allergia a un cane, diventa immediatamente evidente. Nelle persone con un sistema immunitario più forte, dopo qualche tempo può verificarsi una reazione..

Allergia ai cani: peli di cane

C'è una teoria secondo cui ci sono cani ipoallergenici. Non crederci. L'unica cosa che si può dire a difesa di questa teoria è che ci sono cani che quasi non causano manifestazioni allergiche.

Un cane ipoallergenico produce semplicemente meno proteine ​​e sono meno distribuiti nello spazio intorno a te. Che tipo di cani sono questi:

  • taglia piccola;
  • con un bel mantello liscio (cade di meno e non si incastra nei tappeti di un pelo corto e ispido);
  • nessuna salivazione;
  • quasi nessuna muta;
  • carattere calmo (quando abbaia, la saliva si diffonde in tutta la stanza).

Molte razze sono adatte a questi criteri: barboncini, shih tzu, Yorkshire terrier e altri cani altrettanto belli.

Barboncino: cane ipoallergenico

Metodi di trattamento

In medicina veterinaria, ci sono tre principi di base per il trattamento delle reazioni allergiche nei cani:

  1. Eliminazione del contatto con allergeni.
  2. Terapia farmacologica volta a sopprimere i sintomi (prurito, gonfiore, arrossamento, perdita di capelli, problemi gastrointestinali).
  3. Terapia per possibili complicanze.

Inoltre, per il trattamento dei cani, è possibile utilizzare farmaci come "Kanikvantel", "Tilozin", "Ivermek", "Katozal", "Tsiprovet", "Ivermectin", "Roncoleukin", "Surolan", "Tsiperil" e "Amit".

Nella maggior parte dei casi, i proprietari si rivolgono al veterinario quando i loro cani hanno già una forma avanzata della malattia. All'inizio, i sintomi delle allergie sono invisibili, ma nel tempo compaiono perdite purulente, ascessi sulla pelle, perdita di capelli... A questo punto, i proprietari si rivolgono rapidamente a uno specialista che elimina i sintomi e si occupa della diagnosi. Va notato che anche in casi avanzati di tale malattia, il risultato è generalmente favorevole. Dopo che il veterinario ha stabilito la vera causa delle reazioni allergiche, inizia il trattamento, che prevede la rigorosa attuazione delle tre regole sopra descritte. La terapia, a seconda dei motivi, è la seguente:

  1. Allergia agli insetti In questo caso, per eliminare la malattia, è necessario eliminare i parassiti della pelle. Oggi ci sono molti tipi di farmaci antiparassitari. I veterinari ritengono che gli shampoo e le iniezioni siano i più efficaci. Colletti e gocce sul garrese non sono in grado di apportare l'effetto corretto. In caso di allergia agli insetti, è necessario un attento monitoraggio della presenza di parassiti della pelle. Dopotutto, se ne consentiamo la ricomparsa, le reazioni allergiche torneranno di nuovo. Per la prima volta, i veterinari possono utilizzare farmaci antinfiammatori e antistaminici per eliminare i sintomi allergici..
  2. Nutri le allergie. Con le allergie alimentari, molti proprietari si chiedono: cosa deve ora dare da mangiare al cane. I veterinari raccomandano di passare alla cosiddetta "dieta domestica". Devi iniziare a cucinare da solo il tuo animale domestico. Un veterinario ti aiuterà a fare una dieta. Molti esperti affermano che la causa principale delle reazioni allergiche alimentari nei cani è il cibo secco. Tale alimento contiene specifici tipi di proteine, che causano la reazione degli antigeni nel corpo. I veterinari suggeriscono di utilizzare proteine ​​idrolizzate come additivi alimentari.
  3. Allergie da contatto e respiratorie. Il trattamento di questo tipo di malattia ha lo scopo di eliminare il contatto diretto dell'animale con allergeni. Un proprietario attento identificherà sempre un allergene che può nascondersi nel fumo di sigaretta, polline, polvere, carta da giornale, scarico del motore. La terapia sintomatica è universale..
  4. Reazioni allergiche ai farmaci. Il trattamento ha anche lo scopo di eliminare gli effetti di un particolare farmaco. Se il cane è allergico ai farmaci per le malattie croniche, il veterinario dovrebbe selezionare rapidamente un analogo efficace.

Importante! Se un'allergia colpisce le mucose del naso e degli occhi, è consigliabile utilizzare preparati topici: unguenti ed emulsioni con effetti antinfiammatori e antistaminici.

È importante capire che l'autotrattamento degli animali domestici non dovrebbe essere fatto. Ciò può portare a gravi conseguenze a causa della tua insufficiente esperienza nel campo della medicina veterinaria (a meno che, ovviamente, tu stesso non sia uno specialista nel settore medico)

Dermatite atopica

  • prurito persistente, il cane prude costantemente;
  • danno alla pelle del viso, delle dita, lacrime, crepe, infiammazione, formazione di bolle;
  • la formazione di lichenificazione focale dopo il graffio;
  • pelle secca;
  • reazione istantanea del corpo a un allergene;
  • forma esterna di otite media;
  • manifestazioni esterne di stafilococco.

La complessità della malattia è determinata dalla durata delle esacerbazioni e dalle dimensioni dell'area interessata della pelle:

  • con una forma lieve, i sintomi compaiono al massimo 2 volte l'anno per 2-3 settimane;
  • la dermatite moderata è caratterizzata da manifestazioni 3-4 volte l'anno con una durata totale di 1-2 mesi;
  • nei casi più gravi, la remissione è completamente assente o la sua durata è di un massimo di 1 mese.

Differenza nell'area della lesione:

  • con un grado lieve, si verificano piccoli punti singoli;
  • la media è caratterizzata da numerose irritazioni cutanee;
  • un grado grave è caratterizzato da un gran numero di lesioni di fusione che si trasformano gradualmente in eritroderma.

Trattamento

Per trattare la dermatite atopica, devi fare molto sforzo ed essere paziente. Nella maggior parte degli esempi, una tale malattia si manifesta negli animali per tutta la vita..

Affinché l'animale mostri meno allergie, è necessario acquistare cibo speciale per esso, garantire il flusso di aria fresca nella stanza e controllare il livello di umidità. Saranno richiesti anche emettitori UV speciali..

Fornire condizioni adeguate per l'eliminazione della dermatite atopica nei cani richiede costi considerevoli, quindi molti proprietari semplicemente lasciano tutto così com'è. Per il trattamento è necessaria la somministrazione regolare di antistaminici. Devi acquistare solo quei tipi di alimenti che saranno garantiti sicuri. La stanza in cui è tenuto l'animale deve essere sempre pulita..

Solo il 15-30% degli animali mostra una reazione positiva agli antistaminici. Il farmaco più efficace è la ciclosporina, che aiuta ad eliminare le allergie nelle sue varie manifestazioni..

Per insegnare al sistema immunitario a gestire gli allergeni, i loro componenti vengono introdotti in dosi molto ridotte nel corpo dell'animale. Questo metodo si chiama iposensibilizzazione. Tuttavia, un modo simile per eliminare le allergie richiede un costo relativamente considerevole..

Inoltre, con dermatite atopica, aiutano i farmaci non steroidei che alleviano l'infiammazione. Non è raccomandato l'uso di rimedi popolari per il trattamento di tale malattia. Tali metodi non porteranno i risultati desiderati e possono solo danneggiare l'animale.

Parere di esperti

Non appena tutti i segni della malattia vengono interrotti, vengono prescritti agenti antibatterici e antifungini. In questo caso, puoi usare shampoo appositamente realizzati per tali scopi. Per migliorare il sistema immunitario, viene sviluppata una dieta speciale per l'animale..

Durante il trattamento, a tali agenti vengono prescritti:

  • Tolstaton;
  • Amitriptilina;
  • Trimipramine;
  • Peritol;
  • suprastin;
  • Benadryl;
  • prednisone;
  • Dexamezatone.

I medici raccomandano di fornire all'animale malato cure adeguate; il cane deve essere lavato e pettinato costantemente. Il trattamento della pelle dai parassiti deve essere eseguito secondo le raccomandazioni di un medico. Non è auspicabile alimentare eccessivamente il cane o darle prodotti che le persone mangiano.

Per l'animale, è utile il movimento costante, quindi sono consigliate frequenti passeggiate attive sul sito.

Ricapitolare

Molte persone amano molto gli animali, in particolare i cani, e sognano un simile animale domestico. Sfortunatamente, i sintomi allergici non sempre ti permettono di divertirti a parlare con gli animali, in quanto danno a una persona un vero disagio fisico. Il caso sembra particolarmente triste se l'allergia si manifesta inaspettatamente quando il cane vive già in famiglia ed è un caro amico di famiglia.

In ogni caso, prima devi ottenere la conferma medica che l'animale a quattro zampe provoca reazioni spiacevoli. Dopo la diagnosi, la persona deve prendere una decisione: o godere della comunicazione con il cane, come prima, basandosi sui moderni metodi di trattamento e sollievo dei sintomi, o sbarazzarsi della fonte di allergie.

Diagnosi di reazioni allergiche nei cani

Per confermare la diagnosi, il veterinario esclude quelle malattie che presentano sintomi e manifestazioni simili. La diagnosi differenziale prevede l'analisi delle feci per i parassiti, un'analisi del sangue, tricoscopia, semina posteriore e raschiature della pelle.

Poiché i sintomi di tutti i tipi di allergie sono molto simili, i potenziali allergeni vengono eliminati a loro volta quando vengono rilevati.

La prima cosa a cui dovresti prestare attenzione è cibo, prodotti chimici domestici e parassiti cutanei

La reattività nutrizionale è determinata dal metodo di nutrizione diagnostica. La dieta del cane è rigorosamente controllata e viene creata una mappa proteica. La reazione del corpo dell'animale viene controllata per uno o due mesi.

Tutti i risultati sono scritti nella mappa delle proteine. Le proteine ​​reattive che causano allergie nei cani dovrebbero essere escluse per il resto della vita dell'animale. Questo è l'unico modo per diagnosticare una reazione allergica. In questo caso, i test per una persona sono completamente inutili..

Per rilevare una reazione ai parassiti e alla loro saliva, viene utilizzato un test con carta bianca bagnata e viene eseguito anche un esame visivo. Durante il test, se l'animale soffre di allergie, le macchie rosse delle pulci pettinate e le tracce della loro attività vitale si confondono sulla carta.

Altri allergeni sono di solito notati dall'ospite.

Se l'animale soffre di sintomi simili a una reazione allergica, è importante monitorare attentamente ciò che il cane sta facendo. Gli animali domestici che trascorrono la maggior parte del loro tempo fuori casa vivono una reazione al polline o ad una specie di pianta

Terapia allergica del cane

Se c'è un'allergia in un cane, solo un veterinario può dire cosa trattare. Non cercare di alleviare da solo le condizioni del tuo animale domestico, poiché ciò potrebbe danneggiarlo ancora di più. Inoltre, il veterinario distingue i sintomi di allergie, dermatiti e malattie infettive..

Il trattamento è complesso Inoltre, tutto dipende dal tipo di reazione, dal grado e dalle manifestazioni sintomatiche. Tuttavia, sempre, indipendentemente dalle caratteristiche e dalle sfumature, viene eseguita la terapia antistaminica - sia locale che generale

È importante controllare la completa assenza di allergeni nella vita del tuo animale domestico

Nutrire l'animale è un alimento appositamente progettato per gli animali malati e in fase di recupero. È completamente ipoallergenico..

Spesso, il trattamento del cane include anche i farmaci. Se il farmaco ha provocato almeno una volta la comparsa di sintomi non standard, questo è registrato nel passaporto medico dell'animale.

Caratteristiche del trattamento per diversi tipi di reazioni allergiche:

  1. Otite media allergica: il trattamento implica un effetto antinfiammatorio generale sullo sfondo della terapia antistaminica.
  2. Dermatite atopica: non viene completamente trattata, pertanto i sintomi accompagneranno l'animale di volta in volta per tutta la vita.
  3. Reazione autoimmune: il veterinario somministra una dose di glucocorticoidi per alleviare l'esacerbazione. Successivamente, all'animale viene somministrata la dose minima di mantenimento.
  4. Infettivo: determinare il tipo di reazione e la sua causa, che è accompagnata da un'insufficienza immunitaria.
  5. Insetto: il veterinario rimuove tutti i parassiti dalla pelle dell'animale.
  6. Cibo - determinazione di un allergene alimentare e sua eliminazione attraverso una dieta diagnostica.
  7. Medicinale: è necessaria una terapia antiallergica immediata o, se necessario, anti-shock.