Come riconoscere i primi segni di un'allergia animale?

Nutrizione

Gli animali regalano ai proprietari molte emozioni piacevoli, alleviano lo stress e i bambini li rendono più gentili e sensibili. Tuttavia, a volte la comunicazione con loro provoca più problemi che piacere - nel caso in cui causino allergie.

Come riconoscere le allergie animali

I primi segni di allergia agli animali possono comparire già 5 minuti dopo il contatto con l'animale. Raggiungono il loro picco in 3-4 ore. Di norma, sintomi come:

  • congestione nasale;
  • orticaria;
  • rinorrea
  • prurito sulla pelle;
  • starnuti
  • lacrimazione, irritazione e arrossamento degli occhi.

A volte ci sono attacchi di soffocamento, edema di Quincke, eruzione cutanea, raucedine della voce. Nei casi più gravi è possibile uno shock anafilattico..

I sintomi principali possono essere accompagnati da respirazione rapida e palpitazioni, vertigini e nausea, perdita di coscienza.

Nelle persone che soffrono di asma bronchiale, si verificano i seguenti sintomi di allergia animale:

Una reazione a un allergene può verificarsi anche in assenza di contatto diretto con l'animale e anche una piccola quantità può provocare un attacco. Le più piccole particelle di forfora o pelo di un gatto o di un cane, sistemate su abiti, scarpe o peli del proprietario dell'animale, possono causare una reazione allergica nell'uomo.

Allergia agli animali negli adulti

Gli allergeni si trovano nella pelle, nell'epitelio, nella forfora, nella saliva, nelle urine e nelle feci degli animali. Molto spesso, la reazione negli adulti è causata da allergeni nei gatti, due volte meno spesso nei cani. Allo stesso tempo, i proprietari di animali domestici dovrebbero sapere che non ci sono razze ipoallergeniche, qualsiasi razza anche senza peli può causare naso che cola, prurito o sintomi più gravi.

Meno comune è l'ipersensibilità (sensibilizzazione) ai prodotti vitali in altri animali domestici - criceti, uccelli, topi, ecc. In presenza di una reazione a un gatto, le persone hanno spesso allergie crociate ad altri membri della famiglia felina, nonché a un cane e un cavallo.

È anche possibile una reazione crociata al maiale e al manzo. Sono noti casi di soffocamento ed edema grave derivanti dall'esercizio fisico dopo aver mangiato questi prodotti..

Si noti che gli allergeni animali possono causare una reazione molto grave, persino la morte. Pertanto, se viene confermata un'allergia a un animale domestico, è meglio somministrarlo a parenti o amici. In casi gravi, chiamare un'ambulanza.

Allergia animale nei bambini

In generale, i sintomi delle allergie nei bambini sono gli stessi degli adulti: starnuti, arrossamento degli occhi, tosse secca, arrossamento della pelle, ecc. Ma gli allergeni nei bambini, oltre ai soliti modi - attraverso il tratto respiratorio e la pelle - possono andare d'accordo con il cibo. Particolarmente spesso ingerite particelle di lana e pelle depositate su oggetti domestici, i bambini di età inferiore ai 3 anni a cui piace tirare tutto in bocca. In questo caso, un'allergia agli animali può manifestarsi come vomito, disturbi alle feci e dolore addominale..

Tuttavia, non dovresti incolpare immediatamente l'animale per l'eruzione cutanea sul corpo del bambino. Forse sono stati causati dai componenti del mangime, dal riempitivo per il vassoio o dallo shampoo con cui lavi l'animale. E se un animale domestico cammina per strada, la reazione può essere causata da polline o lanugine trasportati sui peli dell'animale.

Ciò che contribuisce al suo sviluppo

Le allergie animali si verificano più spesso nelle persone con immunità indebolita e predisposizione ereditaria. Puoi sospettare lo sviluppo di una reazione a un gatto o un cane in una persona che soffre di:

  • dermatite atopica;
  • eventuali malattie croniche del naso, incluso un naso che cola;
  • congiuntivite;
  • asma bronchiale.

Inoltre, lo sviluppo della sensibilizzazione agli allergeni animali può essere promosso dal tratto gastrointestinale e dalle malattie del fegato, dalla mancanza di vitamine, dall'uso di immunostimolanti senza una buona ragione, nonché dall'infezione da vermi.

Posso liberarmi delle allergie animali?

Per prima cosa devi scoprire se tu o tuo figlio avete davvero un'allergia all'animale. Per fare questo, puoi fare un test allergologico o dare un po 'di tempo ai tuoi amici animali domestici e pulire a fondo la casa. Se il sollievo non arriva nel prossimo futuro, molto probabilmente il tuo animale non ha nulla a che fare con i sintomi emergenti..

Se i tuoi sospetti risultano giustificati, è meglio interrompere completamente qualsiasi comunicazione con un gatto o un cane. Ma se non c'è nessuno da dare all'animale e i sintomi non sono troppo forti, prova almeno a ridurre la concentrazione di allergeni in casa. Per questo:

  • non lasciare che l'animale entri nella camera da letto e in quelle stanze che usi più spesso;
  • affidati a pettinare, lavare (questo dovrebbe essere fatto il più spesso possibile) e portare l'animale da compagnia a quel membro della famiglia che non ha allergie;
  • se possibile, sbarazzarsi di tappeti, tende pesanti e giocattoli morbidi;
  • lavare più spesso le coperture dei mobili, fare la pulizia a umido e aspirare;
  • ventilare la stanza, anche prima di coricarsi;
  • non lasciare che il gatto o il cane dorma su poltrone o divani;
  • utilizzare un purificatore d'aria;
  • fare la doccia ogni giorno;
  • sostituire i mobili con plastica o legno e lavarli più spesso;
  • porta con te antistaminici.

Si ritiene che se un animale vive in una casa dalla nascita di un bambino, allora diminuisce la probabilità di allergie. Ma se tu o il tuo bambino avete già una pronunciata reazione a un gatto o un cane, anche una visita al circo o una visita a una nonna che ha questo animale potrebbe essere pericolosa per voi.

Allergia animale nei bambini

Molte persone hanno animali domestici: gatti, cani, conigli, cincillà. Tuttavia, possono portare non solo emozioni positive. Le allergie possono causare molti problemi ai bambini piccoli..

Allergia agli animali domestici

Un'allergia è un'ipersensibilità dell'organismo a un componente specifico. Il tipo più comune è una risposta immunitaria negli animali. Si verifica in una persona in diversi modi. Le manifestazioni acute possono essere un grande pericolo. È importante identificare l'allergene nel tempo e condurre la terapia. I bambini soffrono di allergie abbastanza spesso. Per lo più a rischio, i bambini di età inferiore ai cinque anni. Il sistema immunitario reagisce bruscamente a peli di animali, saliva ed escrementi. Gli allergeni più potenti in cani e gatti.

Nei bambini di età inferiore ai cinque anni, le allergie possono verificarsi quasi immediatamente. Per il verificarsi di una reazione ripetuta, il contatto ravvicinato è facoltativo, anche la lana per strada può provocare un'allergia..

Quali fattori contribuiscono allo sviluppo di allergie animali?

  1. Intolleranza individuale
  2. Immunità indebolita
  3. Predisposizione a reazioni allergiche

Ragioni per l'apparizione nei bambini

La causa principale delle allergie è la lana. Le allergie animali sono più comuni nei bambini che negli adulti. Fondamentalmente, l'allergene è il pelo di gatto e cane. In precedenza, si credeva che un'allergia alla lana fosse associata a peli di animali, ma non è così. I capelli possono contenere allergeni, ma le principali cause di allergie sono sostanze che vengono rilasciate direttamente dal corpo.

Queste sono principalmente proteine ​​che si trovano nelle urine e nelle feci, ghiandole sudoripare, sulla pelle. La lana è assorbita da un gran numero di allergeni. Invece di un'allergia alla lana, una persona si trova ad affrontare un'allergia epidermica.

Che cos'è un allergene??

Ogni animale può diventare un allergene: cani, gatti, cavie, ratti decorativi, furetti e persino uccelli. Gli animali da allevamento contengono proteine, che è anche un allergene. Il motivo principale è questo enzima..

Il fatto è che le proteine ​​si trovano nella saliva e nelle ghiandole sebacee di un animale. È saliva, forfora che si deposita su mobili, oggetti interni, alcune particelle entrano nel corpo. Il sistema immunitario risponde molto rapidamente, c'è una maggiore sensibilità all'allergene.

Come si manifesta la malattia in un bambino?

I sintomi sono simili a un'allergia a varie sostanze, come polvere, polline e aerosol. Gli organi respiratori, gli occhi sono gravemente colpiti, possono apparire vesciche, arrossamenti ed eruzioni cutanee. I sintomi della dermatite allergica si manifestano principalmente. I più comuni sono:

  1. Lacrimazione
  2. Congiuntivite
  3. rinite
  4. Orticaria
  5. Attacchi d'asma
  6. L'edema di Quincke
  7. Shock anafilattico

Le allergie non possono verificarsi immediatamente dopo il contatto con un animale. Spesso i primi sintomi compaiono dopo un considerevole lasso di tempo.

Metodi di trattamento di un bambino

Per sbarazzarsi delle allergie animali, è necessario interrompere il contatto con l'allergene. Naturalmente, se stiamo parlando di un animale domestico, allora ci sono molti problemi. Esistono diverse opzioni, ad esempio, per trovare un animale domestico di altri proprietari, da inviare a un rifugio. I bambini di solito non sono pronti a separarsi da un animale domestico, poiché è giustamente diventato un membro della famiglia. I genitori sono dispiaciuti per l'animale e tutti stanno cercando di adattarsi ai problemi che sorgono a causa del suo soggiorno.

A volte questa situazione è ammissibile, ad esempio, se la reazione è moderata e non si tratta di neonati e bambini molto piccoli. Esistono anche metodi che riducono l'allergenicità dell'animale per i proprietari:

  1. La prima cosa da fare è ridurre la concentrazione di allergeni. Puoi fare la pulizia a umido più spesso. In questo caso, la normale aspirazione non è adatta..
  2. È necessario pulire con uno straccio oggetti su cui può depositarsi la lana, ovvero tappeti, tende, giocattoli di peluche, tappeti.
  3. Puoi lavare l'animale una volta alla settimana con shampoo ipoallergenico.
  4. Cani e gatti durante la passeggiata portano una grande quantità di allergene più forte - il polline. In questo caso, il cane deve essere portato con sé in un gilet e il gatto deve essere tenuto a casa solo se possibile..
  5. Per gli animali, è meglio usare un riempitivo di qualità per il vassoio. Sabbia e giornali non si adattano. Il riempitivo dovrebbe assorbire bene e non sbriciolarsi.
  6. Puoi installare un detergente in casa, un disinfettante che ti aiuterà a ridurre il numero di allergeni.

Farmaco - assunzione di antistaminici. Il medico può prescrivere pomate o farmaci antinfiammatori con glucocorticosteroidi. A volte può essere richiesta la desensibilizzazione..

Complicanze e conseguenze

Le allergie possono causare infiammazione nella parete bronchiale. L'asma non è difficile da riconoscere, si manifesta con mancanza di respiro, attacchi di asma, che sono accompagnati da sibili e fischi.

Gli occhi del bambino possono infiammarsi, inizia la congiuntivite. Sintomi di congiuntivite allergica:

  1. Sensazione di sabbia negli occhi
  2. Prurito
  3. Edema congiuntivale
  4. Bruciore agli occhi
  5. tearing
  6. Paura della luce

L'allergia provoca dermatite atopica, che si manifesta sotto forma di eruzioni cutanee, prurito e infiammazione. La pelle inizia a staccarsi e addensarsi, diventando spesso un presagio dello sviluppo di lesioni allergiche del sistema respiratorio. Nei bambini, gli animali provocano la malattia nel quaranta percento. Se continui a ignorare le allergie, la condizione peggiorerà.

L'asma porta spesso a spam e inadeguata funzione respiratoria. La rinite allergica può portare a iperplasia della mucosa nasale, comparsa di polipi. A volte si verifica uno shock anafilattico, che è una minaccia per la vita..

Quali animali domestici sono al sicuro?

Prima di ottenere un animale, è necessario ricordare che ognuno di essi avrà una certa quantità di allergene. Cani assolutamente ipoallergenici, i gatti non esistono. Esistono diverse regole di cura che possono aiutare a ridurre il rischio di allergie..

Gli animali più sicuri:

  1. Tartarughe. Non hanno né saliva né lana. Non è richiesta alcuna cura speciale. Tuttavia, la tartaruga è la portatrice di Salmonella, quindi dopo il contatto è necessario lavarsi accuratamente le mani.
  2. Cincillà - anche il sudore e le ghiandole sebacee sono quasi assenti. Tuttavia, il principale aspetto negativo - il cincillà conduce uno stile di vita notturno.
  3. Pesce. L'unica regola è di nutrire il pesce con cibo vivo, poiché il pesce secco può causare una reazione allergica nell'uomo.
  4. Messicano senza peli o crestato cinese - Una razza di cane che non ha quasi pelo. Ma questi cani hanno bisogno di essere lavati spesso, usano uno shampoo speciale e un asciugamano morbido.
  5. Qualsiasi razza di gatti senza peli. Questi animali non hanno affatto peli e quindi non si sbiadiscono. Per la cura è necessario acquistare olio speciale e lubrificare la pelle.

Quando si sceglie un animale, è immediatamente utile escludere i tetrapodi con grandi labbra cadenti e forte salivazione.

Ogni bambino vuole avere un animale domestico e ci sono animali che riducono al minimo la probabilità di allergie. Questi animali non hanno lana e non sbavano, il che riduce la quantità di lana e polvere. Anche una persona allergica può fare amicizia - l'importante è affrontare il problema consapevolmente e fare la scelta giusta..

Allergia animale

Gli animali domestici regalano molte emozioni positive ed è presente in quasi tutte le case. E se uno dei membri della famiglia avesse improvvisamente avuto un'allergia al mantello del suo amato animale? Per prima cosa devi capire se l'amico a quattro zampe era in realtà la causa del disturbo..

Sintomi di un'allergia ai peli di animali

Il malinteso principale della gente comune è che considerano i peli di animali domestici la causa delle allergie. In realtà, tutto è diverso: in sé i peli di cani o gatti, se puliti, non possono causare irritazione. Gli allergeni sono sostanze che si accumulano su di esso: sudore, saliva, particelle di escrementi.

Si ritiene che gli allergeni più potenti siano nella saliva dei gatti. Questi animali, puliti per natura, si leccano costantemente la pelliccia. Perché la risposta del sistema immunitario si verifica sul mantello.

I sintomi delle allergie animali sono simili alle manifestazioni della reazione del corpo al polline delle piante durante la fioritura. L'allergia è una reazione del sistema immunitario alla presenza di sostanze irritanti (allergeni), che nella maggior parte dei casi è cumulativa. Ecco perché le manifestazioni di una lunga malattia "sonnecchiante" possono semplicemente coincidere con la comparsa di un animale domestico soffice in casa.

Se parliamo di allergie agli animali domestici, ecco alcune sfumature da considerare:

  • Allergico ad adulti e bambini.
  • Nei bambini, la reazione allo stimolo si verifica più velocemente.
  • I sintomi possono manifestarsi come primo contatto con l'animale e dopo diversi anni di stretto contatto con lui.

Ai primi sintomi di un'allergia, consultare un medico. Solo uno specialista può valutare correttamente la gravità della risposta immunitaria del corpo ad un allergene. Puoi capire che tu o il tuo bambino avete una reazione allergica ai peli dell'animale con i seguenti segni:

  • congestione nasale, prurito, starnuti frequenti;
  • scarico acquoso e chiaro dal naso;
  • congiuntivite allergica (gonfiore degli occhi, lacrimazione, dolore, "sabbia negli occhi");
  • arrossamento e gonfiore della pelle.

I primi sintomi possono progredire se non viene intrapresa alcuna azione. Il più grande pericolo di allergie è che le manifestazioni si intensificano di notte 1.

Come è l'allergia negli animali

Il quadro clinico non è sempre lo stesso. Le manifestazioni possono variare a seconda dell'animale in contatto. In alcuni casi, i sintomi iniziano a manifestarsi senza contatto diretto con l'animale. È sufficiente che una persona respiri aria più volte in cui galleggiano microparticelle di lana o polvere. In caso di contatto prolungato con un allergene, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • orticaria (comparsa di un'eruzione vagante o vesciche molto pruriginose);
  • broncospasmo (difficoltà respiratoria, sensazione di pesantezza, senso di oppressione al petto);
  • tosse secca con un fischio, che si intensifica di notte;
  • mancanza di respiro, gonfiore della laringe;

Una pericolosa manifestazione di allergie è lo shock anafilattico. Può svilupparsi immediatamente, al primo contatto con un allergene, e progredire alla velocità della luce. In primo luogo, compaiono debolezza, vertigini, mal di testa e nausea. Sono uniti da eruzioni cutanee con prurito, un battito cardiaco frequente. Nella fase successiva, una persona perde conoscenza, la sua pressione sanguigna diminuisce drasticamente. C'è cianosi (blu) delle labbra e degli arti.

A seconda della gravità della condizione, i precursori possono durare da 10-15 minuti a diversi secondi. Con una forma da lieve a moderata, una persona ha il tempo di descrivere i suoi sintomi, chiamare un'ambulanza. Nei casi più gravi, lo shock anafilattico è fatale.

Importante! Se sospetti anche una lieve forma di shock anafilattico, devi chiamare un'ambulanza. Solo un medico può valutare correttamente la situazione e fornire l'assistenza necessaria.

La probabilità di una reazione allergica ai peli di animali è elevata nei seguenti casi:

  • essere nella stessa stanza con l'animale;
  • contatto diretto con l'animale (giochi, carezze);
  • contatto con peli di animali rimasti su tappeti, mobili imbottiti;
  • contatto con stoviglie, giocattoli, vassoio dell'animale durante l'alimentazione e la pulizia.

Negli adulti e nei bambini, i segni della malattia sono simili. Ma è impossibile fare una diagnosi accurata da soli - per questo è necessario superare test appropriati e test per gli allergeni.

È anche importante sapere che se si sospetta un'allergia derivante dal contatto con l'animale domestico, è necessario mostrarlo al veterinario. Spesso cani o gatti sono portatori di malattie infettive che loro stessi non hanno, ma possono infettare i loro proprietari. Un'altra causa di allergie può essere l'infezione da elminti. In questo caso, la causa è la risposta immunitaria del corpo alle tossine secrete dai vermi..

Quest'ultima opzione può essere esclusa in modo sicuro solo se una reazione allergica si è verificata quasi immediatamente dopo il contatto con l'animale e purché in precedenza non esistessero tali contatti 2,3.

Allergia animale nei bambini

I bambini sono particolarmente inclini a reazioni allergiche. In un bambino, una tale reazione può verificarsi entro 15 minuti dall'inizio della comunicazione con un gatto (cane). I sintomi più comuni sono:

  • soffocamento;
  • gonfiore delle mucose;
  • eruzioni cutanee;
  • starnuto.

Puoi capire che si è verificata una reazione allergica nei bambini a causa del loro comportamento. Il bambino diventa irrequieto, lunatico, dorme male. Spesso, la dermatite atopica si verifica nei bambini - una malattia accompagnata da numerose eruzioni cutanee principalmente sul cuoio capelluto, sul viso, sul collo, meno spesso sulle pieghe del gomito / ginocchio e nella regione glutea.

Il secondo nome della malattia è la dermatite infantile. È caratterizzato da desquamazione della pelle, microulcere, eczema piangente e forte prurito. In alcuni casi, si formano pustole nei siti della lesione. La malattia può manifestarsi in assenza di contatto della pelle del bambino con i peli dell'animale.

A volte i bambini hanno gonfiore delle mucose. In tali casi, lo sviluppo di edema laringeo è molto probabile, quindi, al minimo sospetto di gonfiore della mucosa, è urgente mostrare il bambino al medico.

I bambini piccoli sono più sensibili al problema a causa delle imperfezioni del sistema immunitario 4.

Trattamento di allergia animale

Se durante l'esame è stata stabilita una diagnosi esatta - un'allergia ai peli dell'animale - dovrai sbarazzarti dell'animale. Sfortunatamente, limitare il contatto con l'animale non risolverà il problema. Se un animale domestico soffice rimane in casa, le microscopiche particelle allergeniche continueranno a volare nell'aria e non sarà possibile proteggersi completamente da esse, anche facendo quotidianamente la pulizia con acqua e ventilando la stanza 3.

Per fermare le allergie e i suoi sintomi, i medici consigliano di assumere i seguenti tipi di farmaci:

  • Cetrin ® - compresse che bloccano i recettori dell'istamina H1. Sullo sfondo della loro assunzione, l'edema scompare, il naso che cola, la lacrimazione cessa. Il farmaco agisce quasi all'istante. Per ottenere l'effetto, è sufficiente assumere solo un tablet. Il farmaco ha un effetto cumulativo e non crea dipendenza. Puoi prendere Cetrin ® per un lungo periodo di tempo 5.
  • Triamcinolone e budesonide sono corticosteroidi topici sotto forma di spray. Lenisce il prurito, allevia il rossore della pelle.
  • Levacabasin e Allergodil sono gocce nasali ormonali. Bloccare i recettori H1, eliminare i sintomi di una rinite allergica, alleviare il prurito e il gonfiore della mucosa nasale.

Per informazioni dettagliate su come affrontare le allergie animali, è necessario consultare un allergologo. Tutti questi fondi rimuovono solo i sintomi, migliorando temporaneamente la condizione, ma non trattano la causa della malattia. Non automedicare: il sollievo temporaneo della condizione non porterà l'effetto desiderato, ma aggraverà solo la situazione.

Non puoi liberarti delle allergie per sempre. Ma puoi ottenere una remissione a lungo termine usando l'immunoterapia specifica con SIT. Il trattamento viene effettuato sotto la supervisione di un medico: al paziente vengono somministrate iniezioni sottocutanee dell'allergene purificato in micro dosi per 6 mesi. Durante questo periodo, il sistema immunitario "si abitua" al contenuto delle iniezioni e smette di rispondere all'allergene. L'effetto dopo tale trattamento dura diversi anni, dopodiché il ciclo di iniezione viene ripreso se necessario 6.

Allergia ai peli di animali: cause e sintomi

Ogni quinto residente in Russia è allergico alla lana. La risposta immunitaria è provocata da animali domestici e selvatici. I sintomi della malattia possono verificarsi indipendentemente dall'età. Di solito la reazione si sviluppa gradualmente e persiste per diversi anni o una vita.

patogenesi

Un'allergia ai peli di animali è anche chiamata epidermica. Una forma pura della malattia è estremamente rara. In genere, il termine è usato per indicare una reazione acuta che si verifica quando viene trovata una proteina specifica nei prodotti vitali dell'animale (urina, escrementi, sudore e saliva).

Gli allergeni si accumulano sulla lana e si diffondono anche nell'aria. Al contatto con la pelle e le mucose, si verifica una risposta immunitaria, che è accompagnata da un'allergia pronunciata.

Gli animali domestici spesso agiscono come portatori di allergeni. Alcune piccole particelle possono accumularsi nei peli degli animali: escrementi di uccelli, uova di formiche, zecche, prodotti di scarto di roditori (ratti, criceti, topi).

Il sistema immunitario attacca un allergene che entra nel corpo. Alcune molecole dell'agente estraneo distrutto vengono assorbite dalle cellule. Quindi vengono prodotti antigeni speciali che vengono distribuiti in tutto il corpo con una corrente di sangue circolante..

I seguenti fattori contribuiscono alle allergie:

  • immunità indebolita durante l'assunzione di antibiotici, cattiva alimentazione, carenza di vitamine;
  • malattie somatiche;
  • scarsa cura degli animali;
  • malattie del tratto digestivo;
  • la presenza di altri tipi di allergie;
  • predisposizione genetica (i bambini i cui genitori sono allergici sono più inclini alle malattie).

L'allergia più comunemente diagnosticata ai peli di gatto. Gli animali domestici si leccano attentamente, motivo per cui il fluido salivare, ricco di sostanze irritanti, viene distribuito attivamente in tutta la casa. Nella saliva dei gatti ci sono più proteine ​​allergiche che nei gatti. Le razze senza peli sono considerate più sicure: sfinge, mancina. Se i prodotti vitali per animali agiscono come allergeni, anche gli animali domestici delle cosiddette razze calve non devono essere liquidati.

A differenza dei peli di cane felino, è meno probabile che causi allergie. Le razze a pelo corto provocano spesso una reazione di intolleranza.

Sono comuni anche le allergie ai peli di cammello. La reazione è possibile a contatto con animali, indumenti o altri prodotti. In questo caso, l'allergene è una proteina contenuta nel corpo di un cammello.

Molto raramente, la lana di pecora provoca una reazione. Una risposta immunitaria è possibile dal contatto con lana scarsamente pulita o non trattata (abbigliamento, fili per maglieria, cuscini).

Come si manifesta

A seconda delle caratteristiche individuali del corpo, il tasso di insorgenza dei sintomi può essere diverso. La reazione si manifesta un'ora e mezza, diverse settimane o mesi dopo il contatto con l'allergene.

Un'allergia alla lana si distingue per la sensibilizzazione - dipendenza da un allergene. Se durante un contatto prolungato con gli animali compaiono segni di intolleranza, scompaiono da soli, questo non significa che la malattia si sia ritirata. L'attacco più pronunciato si verifica quando ci sono molti allergeni nell'aria. Questo si nota durante la muta o quando diversi animali sono tenuti in casa.

Manifestazioni di allergia alla lana:

  • starnuti frequenti, congestione nasale, abbondante separazione della secrezione mucosa;
  • iperemia nella zona degli occhi, forte prurito, lacrimazione;
  • difficoltà a respirare con un fischio caratteristico;
  • tosse, mancanza di respiro, talvolta soffocamento;
  • piccola eruzione cutanea (ha un carattere localizzato o si diffonde in tutto il corpo), prurito, edema di Quincke, neurodermite, eczema.

Alcune persone hanno tachicardia, vertigini, respiro rapido. Nei casi più gravi, un'allergia alla lana è complicata dall'asma bronchiale.

I sintomi dipendono dall'allergene che ha scatenato la reazione. Le prime manifestazioni di allergia ai peli di gatto (congestione nasale e prurito) sono spesso confuse con un raffreddore. Quindi si verificano prurito della pelle, respiro corto, lacrimazione, mal di gola, raucedine, tosse secca, orticaria, attacco di asma ed edema di Quincke.

Le allergie ai cani si manifestano con lacrimazione, arrossamento degli occhi, raucedine, tosse secca, respiro corto e prurito. Le reazioni cutanee si verificano a diretto contatto con la saliva del cane.

Nei bambini di età inferiore ai tre anni, le allergie possono essere accompagnate da dermatite atopica e lesioni del tratto digestivo. Il bambino ha mal di stomaco, vomito, coliche, nausea, diarrea. Il bambino piange e agisce costantemente, si eccita rapidamente o, al contrario, sembra letargico. Ciò è associato al sottosviluppo dell'apparato digerente, nonché all'abitudine del bambino di assumere oggetti in bocca, motivo per cui gli allergeni entrano facilmente nello stomaco. I segni di allergie negli adulti e nei bambini più grandi sono identici..

Diagnosi e terapia

Innanzitutto, viene raccolta un'anamnesi, un esame e un esame dell'alloggiamento del paziente. Lo specialista medico scopre lo stato allergologico: una predisposizione genetica alla reazione. Sono state chiarite le informazioni sull'animale: alimentazione, durata delle cure, cure.

Viene prescritto un esame del sangue per l'immunoglobulina di classe E. Se necessario, viene eseguito un test cutaneo di scarificazione. Le tacche all'interno dell'avambraccio sono realizzate con uno strumento speciale e vengono iniettate piccole dosi dei presunti allergeni. Potrebbe essere necessario un test Prik, che viene eseguito utilizzando un ago con un arresto.

Un metodo diagnostico efficace sono i test intradermici. Un reagente viene iniettato con una siringa da insulina. Le allergie sono diagnosticate dalla dimensione delle vesciche.

Per evitare risultati imprecisi, interrompere l'assunzione di antistaminici pochi giorni prima dello studio. Per le persone che soffrono di tubercolosi, infezioni, così come incinta e malata durante le esacerbazioni di malattie croniche, i test sono controindicati.

Dopo la diagnosi e la determinazione del tipo di allergia, viene prescritto un trattamento. È importante limitare il contatto con gli allergeni. Se la malattia è progredita in asma bronchiale, l'animale dovrà dare.

La terapia antiallergica richiede antistaminici. Sono possibili i seguenti farmaci: Zodak, Erius, Loratadin. I farmaci sono disponibili in compresse, alleviano gonfiore, prurito e arrossamento della pelle. Per il trattamento della rinite, vengono prescritti spray nasali o colliri: Nazol, Azmacort. Enterosorbenti (Lactofiltrum, Enterosgel) rimuovono le tossine dal corpo. Se necessario, vengono prescritti farmaci anti-asma.

Il trattamento delle allergie gravi comporta l'uso di farmaci corticosteroidi. Tra questi - Prednisolone, Idrocortisone. Hanno un forte effetto antiallergico. I farmaci ormonali sono usati sotto la supervisione di un medico. Gli effetti collaterali sono possibili. Il dosaggio e la durata della somministrazione sono stabiliti individualmente.

Prevenzione

Per ridurre il rischio di allergie ai peli di animali, seguire queste linee guida:

  • effettuare regolarmente la pulizia a umido nell'appartamento in cui vive l'animale;
  • trattare le malattie croniche in modo tempestivo;
  • rafforzare l'immunità;
  • temperare il corpo e condurre uno stile di vita attivo;
  • bere vitamine, soprattutto durante il periodo di sviluppo attivo nei bambini e durante il raffreddamento stagionale;
  • effettuare la pulizia igienica di prodotti in lana e altri oggetti a contatto con animali;
  • limitare l'esposizione ai portatori di allergeni.

Per evitare una risposta immunitaria negativa, consultare il medico prima di acquistare un animale. Ciò è particolarmente importante se uno dei membri della famiglia soffre di asma bronchiale. Se vengono identificati i sintomi dell'allergia, consultare un medico. La terapia tempestiva aiuterà a ridurre l'intensità della malattia e prevenire complicazioni..

Allergia animale

Ultimo aggiornamento: 14/01/2020

Le allergie agli animali sono considerate una delle reazioni allergiche più comuni al mondo. Gli studi dimostrano che il numero di persone che soffrono di allergie ai peli di animali, la loro forfora, piume, peluria, saliva, escrementi ed escrezione delle ghiandole sebacee, aumenta ogni anno.

Ad oggi, il numero di persone che soffrono di tale reazione varia dall'11 al 76,5%, a seconda del luogo di residenza. Particolarmente comune è la forma di allergie nei bambini sugli animali, poiché il sistema immunitario del bambino è molto vulnerabile e il corpo del bambino è più sensibile agli allergeni di un adulto.

Allergia ai peli di animali: cause

Molte persone credono che siano i peli, la peluria e il sottopelo degli animali domestici che possono causare allergie. In realtà non è così. Sulla base di questo malinteso, molte persone allergiche danno alla luce gatti senza peli (sfingi), cani (cresta cinese) e roditori (cavie e ratti nudi), nella speranza che possano evitare le allergie ai peli degli animali. Tuttavia, la reazione atipica del corpo si manifesta ancora, causando molti problemi al proprietario dell'animale domestico.

La causa delle reazioni allergiche agli animali domestici sono le speciali proteine ​​allergeniche prodotte dagli animali. Di solito non si trovano nel mantello, ma sulla pelle, nella forfora, nell'albumina sierica, nella secrezione delle ghiandole sebacee, nella saliva, nelle urine e negli escrementi degli animali.

La causa più comune di allergie sono le proteine ​​allergene come Fel d 1 m (nei gatti), Can f 1 e Can f 2 (nei cani). Grazie alle loro dimensioni ridotte e al peso microscopico, gli allergeni vengono facilmente trasportati nell'aria, indossano vestiti e pelle umana, sono in grado di depositarsi sul cibo. La loro capacità di diffondersi per via aerea provoca spesso la comparsa di allergeni in luoghi in cui a priori non possono essere animali domestici - in uffici, scuole e persino in aereo.

Oltre alla via di inalazione, gli allergeni entrano nel corpo umano, possono causare danni in modi come:

  • contatto (dal contatto con l'animale);
  • alimentare (insieme a cibi e bevande);
  • durante i morsi (la trasmissione avviene con la saliva dell'animale domestico).

A quali animali sono allergici??

I più pericolosi per le persone allergiche sono gli animali come:

  • Gatti. Gli animali castrati e sterilizzati causano allergie molto meno frequentemente rispetto a coloro che non hanno subito tali operazioni. In questo caso, i gatti sono considerati più allergenici dei gatti..
  • Cani (indipendentemente dalla razza, taglia e lunghezza del mantello).
  • Cavalli.
  • mucche.
  • pecore.
  • Conigli (sia stanza decorativa che commerciale).
  • capre.
  • Cavie, topi, cincillà e criceti.

Il seguente fatto è interessante: la tendenza alle allergie a un animale dipende in gran parte dall'area di residenza. Ad esempio, nelle regioni in cui l'allevamento del bestiame è ben sviluppato (in particolare l'allevamento di pecore, capre e cavalli), un minor numero di persone soffre di manifestazioni atipiche causate dal contatto con un gatto o un cane. Tuttavia, i tassi di allergie al bestiame in queste aree sono molto più elevati.

Ci sono animali domestici che non causano allergie? Sì. Ad esempio, questi includono rettili, pesci d'acquario e tartarughe..

Allergia animale: sintomi

Come si manifesta l'allergia negli animali e per quanto tempo puoi capire di avere una sensibilizzazione?

La reazione del corpo agli allergeni prodotti dagli animali può verificarsi sia da parte dell'apparato respiratorio, del tratto gastrointestinale e delle mucose, sia da parte della pelle. Molto spesso, i primi sintomi possono comparire già 10-15 minuti dopo l'esposizione a un allergene. Tuttavia, c'è anche uno scenario ritardato dello sviluppo della reazione: i primi segni possono apparire entro 3-4 ore dopo il contatto. In questo caso, lo sviluppo dei sintomi si verifica gradualmente.

Molto spesso, si osservano i seguenti sintomi di allergia ai peli di animali, alla loro lanugine, alle urine e ad altri prodotti metabolici:

  • Congestione nasale, naso che cola.
  • starnuti.
  • Gola infiammata.
  • Tosse secca.
  • Attacchi d'asma.
  • Mancanza di respiro, mancanza di respiro.
  • Rossore degli occhi, loro gonfiore.
  • Lacrima.
  • Bruciore sotto le palpebre, fotofobia.
  • Eruzioni cutanee sulla pelle, formazione di piccole papule, prurito, bruciore, iperemia.

È interessante notare che i sintomi possono verificarsi non solo a contatto diretto con l'animale, ma anche a contatto con le sue cose (una ciotola per cibo, giocattoli, biancheria da letto, vassoio, gabbia, guinzaglio).

I sintomi delle allergie animali nei bambini non sono molto diversi dai sintomi simili negli adulti. L'unica differenza è il tempo necessario per la loro manifestazione: a causa del fatto che il corpo dei bambini è più debole, i primi segni di una reazione atipica di solito si verificano molto più velocemente rispetto agli adulti.

Diagnosi delle allergie

Dopo aver trovato in te stesso o nei tuoi cari i segni di una reazione allergica sopra descritta, devi contattare uno specialista ¬– un allergologo o un dermatologo.

Il medico effettuerà test cutanei (test di scarificazione o iniezione), che aiuteranno a confermare o smentire il presupposto che il paziente abbia una reazione allergica specificamente all'allergene dell'animale e non ad altri irritanti. Per questo, viene solitamente somministrata una piccola dose di un allergene standard derivato dal pelo, dalla forfora o dall'epitelio di un gatto o di un cane. Se una papula con un diametro di circa 6 mm si forma a causa dei testi, molto probabilmente, la persona ha una sensibilizzazione agli allergeni negli animali domestici.

Può anche essere testato per le immunoglobuline o i cosiddetti test provocatori.

Prevenzione e trattamento delle allergie animali

Le principali misure preventive per le persone che soffrono di sensibilizzazione a questi allergeni saranno il rifiuto dell'idea di avere un animale domestico. Se hai già portato un animale e non prevedi di liberartene, cerca di ridurre il contatto con esso e adotta le seguenti misure preventive:

  • Bagnare la pulizia quotidiana nella stanza e nel luogo in cui tenere l'animale domestico con disinfettanti.
  • Rispettare l'igiene personale.
  • Utilizzare un umidificatore e un filtro dell'aria.
  • Ventilare la stanza regolarmente.
  • Rinuncia ai tappeti.
  • Indossare guanti di gomma quando si puliscono le gabbie, si pulisce il letto o si pettina il sottopelo..

Per quanto riguarda il trattamento, il medico prescrive il farmaco giusto per i test. Di solito si tratta di antistaminici e farmaci anti-asma. Per accelerare l'eliminazione dei sintomi della pelle (irritazioni, eruzioni cutanee, arrossamenti), è possibile utilizzare emollienti La Cree: creme, gel ed emulsioni. Ammorbidiscono e idratano efficacemente la pelle, alleviando prurito e bruciore..

Ricerche cliniche

Lo studio clinico dimostra l'elevata efficienza, sicurezza e tolleranza dei prodotti di La Cree TM per la cura quotidiana della pelle per un bambino con dermatite atopica da lieve a moderata e durante la remissione, accompagnata da una diminuzione della qualità della vita dei pazienti. Come risultato della terapia, una diminuzione dell'attività del processo infiammatorio, una diminuzione della secchezza, prurito e desquamazione.

Ad esempio, è stato clinicamente dimostrato quanto segue:

  • L'emulsione La Cree idrata e nutre la pelle, allevia prurito e irritazione, lenisce e ripristina la pelle.
  • La crema "La Cree" per la pelle secca elimina secchezza e desquamazione, preserva la propria umidità, protegge la pelle dal vento e dal freddo
  • La crema "La Cree" per pelli sensibili riduce il prurito e l'irritazione, allevia il rossore della pelle, idrata e cura delicatamente la pelle.

Recensioni dei consumatori

Utente sulla crema per pelli sensibili La Cree (market.yandex.ru)

"Una buona crema per bambini, riduce il rossore, allevia il prurito dopo le punture di zanzara, si prende cura delicatamente e ripristina la pelle, la composizione naturale".

Marina Motsakova sul gel detergente La Cree (otzovik.com)

"Gel" La Cree "Mi è stato consigliato da un amico. Questo gel da bagno è destinato ai bambini che hanno problemi di eruzioni cutanee e arrossamenti. Sono felice con il gel. Ma prima le cose principali. Quindi, il gel stesso è nella scatola. Il gel La Cree è destinato ai bambini dalla nascita.

Ci sono molte informazioni sui prodotti La Cree sulla confezione. Questa serie di prodotti è destinata alla pelle di bambini e adulti inclini a secchezza, arrossamenti ed eruzioni allergiche. La serie La Cree è realizzata sulla base di ingredienti naturali.

All'interno della confezione è presente anche un inserto con le informazioni sul prodotto. C'è un set regalo, cura delle labbra, shampoo e balsamo. Ho provato a passarti la fodera da tutti i lati. Dall'intero assortimento, abbiamo provato solo gel doccia ed emulsione. Voglio anche comprare shampoo.

Utilizzare come un classico gel doccia. Schiuma bene. Adatto per la pelle del bambino.

La composizione contiene vari estratti e oli, ma tutti odiano anche il laureth solfato di sodio. Bene, non possiamo trovare un sostituto per lui..

La bottiglia stessa non è grande - 200 ml. Per me è un aspetto negativo. Il prezzo è piuttosto elevato e il volume è piccolo. Le informazioni sulla confezione sono duplicate sulla bottiglia.

C'è un distributore, che è naturalmente un vantaggio. Il distributore è buono. Non si rompe, puoi controllare la pressione, se necessario, si chiude perfettamente e non scorre nulla.

E ora delle mie impressioni.

Odore. Per me è perfetto. Non dolce, non soffocante, non zuccherino. Molto, molto piacevole, erbaceo e tenero.

Il nostro problema. La pelle del bambino è soggetta a secchezza e ci sono sempre eruzioni allergiche. I rossori minori e temporanei sul sacerdote e sulle gambe scompaiono bene dopo diversi bagni, ma le nostre piaghe allergiche possono essere rimosse solo con l'aiuto di creme speciali.

Usiamo principalmente il gel per un bambino, a volte lo laviamo con papà per rimuovere eventuali irritazioni. Ottimo per i bambini con caratteristiche della pelle. Consiglio vivamente di provare almeno un prodotto La Cree ”.

  1. Sukolin Gennady Ivanovich, Dermatologia clinica. Un rapido riferimento alla diagnosi e al trattamento delle dermatosi, Notabene, 2017
  2. Rodionov A.N., Zaslavsky D.V., Sydikov A.A. A cura del Professor A.N. Rodionova, Dermatologia: una guida illustrata alla diagnosi clinica del professor Rodionov A.N., M.: Border. 2018.
  3. Churoolinov Peter, Fitoterapia in dermatologia e cosmetica, Medicina e educazione fisica, 1979

Allergia animale nei bambini

Un'allergia è l'ipersensibilità di un organismo a un componente o fattore specifico. I tipi più comuni di allergie includono una risposta immunitaria patologica negli animali. In questo caso, un allergene sono sostanze speciali (proteine) che secernono le ghiandole degli animali. Le allergie animali possono verificarsi in molti modi. Di particolare pericolo sono le manifestazioni acute, motivo per cui è importante identificare l'allergene in modo tempestivo, eseguire la terapia sintomatica e adottare misure per evitare ricadute.

Le ragioni

È molto probabile che i bambini soffrano di allergie agli animali domestici. A rischio sono i bambini di età inferiore ai cinque anni, ma per la prima volta una reazione allergica di questo tipo può verificarsi in seguito. Si ritiene che il sistema immunitario reagisca in modo aggressivo ai peli degli animali, ma in realtà la reazione è causata da sostanze contenute nei peli, nonché dalla saliva, dalla pelle e dagli escrementi degli animali. Gli allergeni più potenti nei gatti, quindi questi animali sono classificati come i più pericolosi per chi soffre di allergie..

Nei bambini piccoli, le allergie si verificano quasi immediatamente dopo il contatto con un "provocatore", mentre nei bambini più grandi può trascorrere del tempo tra il contatto con un allergene e la comparsa di segni caratteristici. Perché si verifichi la reazione, il contatto diretto con l'allergene non è necessario: i segni non sono sempre visibili dopo che il bambino ha accarezzato il gatto o il cane, per una risposta acuta del sistema immunitario è sufficiente che il bambino, ad esempio, inali il mantello dell'animale per strada.

Ci sono fattori che contribuiscono alle allergie. Questi includono:

  • indebolimento del sistema immunitario (correlato all'età o a causa di malattia);
  • predisposizione genetica a manifestazioni allergiche;
  • intolleranza individuale a una determinata sostanza.

Sintomi

Le allergie agli animali nei bambini possono verificarsi in diversi modi. Il quadro clinico può consistere in un complesso di sintomi o in un singolo sintomo. Non è mai impossibile prevedere come un determinato corpo reagirà a un allergene, specialmente quando si tratta del corpo di un bambino. Molto spesso, un'allergia animale in un bambino è espressa dai seguenti sintomi:

  • starnuti frequenti e tosse che abbaia improduttiva;
  • mal di gola, difficoltà respiratorie;
  • congestione nasale o rinite;
  • aumento della lacrimazione, arrossamento e bruciore degli occhi, prurito delle palpebre;
  • eruzione cutanea e arrossamento, prurito delle aree interessate, gonfiore.

Se l'allergene attraversa lo stomaco, cioè con il cibo, anche i sintomi gastrointestinali vengono aggiunti alle manifestazioni caratteristiche. In una reazione acuta del corpo, il bambino lamenta debolezza generale, che è accompagnata da mal di testa e talvolta febbre.

Diagnosi di allergie animali nei bambini

La diagnosi di allergie animali viene effettuata da un allergologo. Al fine di determinare con precisione la causa dell'insorgenza dei sintomi, si avvicinano alla diagnosi in modo completo. Innanzitutto, il medico esamina il bambino e intervista i genitori. Fornisce indicazioni per test generali che possono escludere altre malattie che presentano sintomi simili. Sulla base di questi dati, è possibile effettuare una diagnosi preliminare. Puoi confermarlo utilizzando metodi informativi per diagnosticare le allergie:

  • esame del sangue per immunoglobuline;
  • test cutanei;
  • test provocatori.

Tentano di evitare gli ultimi due metodi di diagnosi se il bambino non ha ancora dai tre ai cinque anni. Si ritiene che fino a questo momento la formazione del sistema immunitario continui ed è importante non danneggiare questo processo. È possibile determinare con precisione se un animale è la causa di un'allergia mediante test di eliminazione. Il bambino deve vivere in una casa dove non c'è animale. Se le sue condizioni migliorano, la diagnosi sarà confermata..

complicazioni

Le reazioni allergiche sono tipi pericolosi di allergie. Quando si incontra un allergene, il corpo di un bambino può reagire bruscamente, il che è irto di conseguenze spiacevoli. Le manifestazioni pericolose di allergie animali includono:

I problemi respiratori possono causare soffocamento se il bambino non riceve il pronto soccorso in tempo. Il rilevamento tempestivo di allergeni, la terapia sintomatica e la prevenzione di reazioni acute aiuteranno ad evitare i pericoli associati alle allergie animali.

Trattamento

Cosa sai fare

Avendo scoperto le allergie di un bambino, i genitori dovrebbero prendere immediatamente un appuntamento con un medico. Prima di consultare uno specialista, è severamente vietato prendere qualsiasi misura per eliminare i sintomi. Non puoi dare a tuo figlio farmaci a tua discrezione e usare metodi di medicina tradizionale. Se i genitori sospettano che i sintomi allergici siano una reazione a un animale domestico, è necessario escludere il contatto con il bambino. Questo non aiuta sempre, perché gli allergeni sono ovunque nella casa in cui vive l'animale: nell'aria, su oggetti domestici, vestiti, mobili.

L'efficacia del trattamento di un bambino per le allergie dipende interamente dai genitori. Dopo aver consultato un medico, i genitori dovrebbero:

  • correggere la vita di un bambino allergico;
  • assicurarsi che il bambino beva droghe;
  • aumentare l'immunità del bambino.

Cosa fa il dottore

Le allergie agli animali nei bambini spesso scompaiono non appena si interrompe il contatto con il "provocatore". Tuttavia, con sintomi gravi, è impossibile fare a meno dei farmaci. Il medico formula raccomandazioni sullo stile di vita del bambino allergico e prescrive una serie di farmaci che aiutano a rimuovere i sintomi. Per il trattamento, applicare:

  • antistaminici;
  • spray e gocce per il naso (con sintomi respiratori);
  • collirio (per congiuntivite allergica);
  • unguenti (per lesioni cutanee).

Il medico osserva il quadro clinico in dinamica. Tuttavia, anche se le condizioni del bambino ad un certo punto del trattamento migliorano, il decorso non viene interrotto fino a una data prestabilita.

Prevenzione

La prevenzione delle reazioni allergiche negli animali nei bambini è di aumentare le funzioni di supporto del sistema immunitario. Quindi il corpo non sarà così sensibile a vari fattori. Per aumentare l'immunità dei bambini, il regime corretto, una dieta sana e lo sport sono importanti. Se il bambino ha una tendenza alle allergie, è necessario assicurarsi che non venga a contatto con gli animali.

Quando c'è un animale domestico in casa, le misure preventive devono essere seguite con particolare attenzione. Le seguenti regole aiuteranno a minimizzare i rischi:

  • corretta igiene degli animali domestici;
  • il tabù sulla permanenza dell'animale nel letto, il suo contatto con le cose dei bambini;
  • rispetto delle norme di igiene personale (ciò contribuirà a rimuovere l'antigene dalla pelle);
  • pulizia regolare delle stanze con stracci e spolvero;
  • messa in onda frequente;
  • sbarazzarsi di accumulatori di polvere (in particolare tappeti), perché peli di animali, forfora, particelle di epidermide si depositano in essi.

Allergia agli animali domestici

Le allergie agli animali domestici sono una delle condizioni allergiche più comuni causate dall'intolleranza agli antigeni di lana, piume, particelle di pelle o rifiuti domestici. I sintomi dipendono da come l'allergene entra nel corpo - molto spesso prurito alla pelle, lacrimazione, congestione nasale, starnuti, mal di gola. La patologia viene determinata studiando la storia della vita del paziente, la diagnostica specifica viene eseguita utilizzando test allergologici. Durante il trattamento, viene escluso il contatto con la fonte dell'allergene, vengono prescritti antistaminici e terapia desensibilizzante.

ICD-10

Informazione Generale

L'intolleranza o l'allergia agli animali domestici è una condizione comune, negli ultimi anni ci sono stati sempre più casi della malattia. Ciò è dovuto al miglioramento dei metodi diagnostici e all'aumento del numero di animali domestici in generale - secondo le statistiche, dal 30 all'80% delle famiglie contiene gatti, cani o altri animali. Molto spesso, nei bambini viene registrata una condizione allergica, la malattia può manifestarsi a qualsiasi età e scomparire improvvisamente dopo un periodo di tempo. Secondo alcuni rapporti, almeno il 15% della popolazione totale della Terra è influenzato dallo sviluppo della patologia. Una piccola parte dei casi è rappresentata da persone coinvolte in lavori agricoli: cura di mucche, capre, pollame. L'epidemiologia riflette la prevalenza del contatto con gli allergeni: l'incidenza è maggiore nei paesi in cui un numero maggiore di persone ha animali domestici.

Le ragioni

L'eziologia delle allergie è simile ad altre condizioni allergiche con contatto o trasmissione aerea di una sostanza provocante (ad esempio, febbre da fieno). Per una ragione o per l'altra, il paziente ha una reazione immunologica perversa in risposta alla penetrazione di sostanze estranee di natura proteica. In questa patologia, la fonte di tali composti sono animali domestici o, meno comunemente, animali da fattoria. A causa del frequente e stretto contatto con gli animali domestici, un'allergia ad essi è caratterizzata da un lungo decorso cronico e può essere complicata da altre condizioni immunologiche. Gli antigeni che provocano possono essere contenuti nelle secrezioni:

  • Elementi di copertina. Pezzi di lana, scaglie di pelle o piume contengono spesso nella loro composizione sostanze che causano manifestazioni allergiche. Con le loro piccole dimensioni e leggerezza, sono in grado di rimanere a lungo in aria, penetrare nel tratto respiratorio. Lanugine e lana possono anche essere riparate nei tessuti e nei tappeti: questo spiega la persistenza delle allergie anche dopo aver eliminato la comunicazione con l'animale.
  • Exoparasites. A volte gli allergeni si trovano negli organismi che parassitano sul tegumento degli animali (pulci, zecche microscopiche). Spesso questo tipo di patologia si verifica improvvisamente e scompare dopo il trattamento dell'animale.
  • Prodotti vita. Le feci o l'urina di alcune specie animali possono contenere sostanze provocatorie. Molto spesso, le allergie si verificano dopo aver pulito vassoi, cellule o terrari e sono limitate ai sintomi della pelle. A volte la comparsa di allergeni nelle secrezioni è associata a malattie degli animali domestici.

Varie sostanze che compongono shampoo, farmaci veterinari, prodotti per la pulizia delle cellule possono anche scatenare sintomi allergici. Questa variante della condizione patologica può essere erroneamente diagnosticata come allergia agli animali. I fattori che predispongono allo sviluppo della malattia sono la presenza di disturbi immunologici, altre condizioni allergiche (ad esempio l'asma bronchiale), l'età dei bambini. La violazione della cura degli animali contribuisce al verificarsi di patologie: l'accumulo di potenziali allergeni in grandi quantità può causare una reazione anche in una persona sana. Allo stesso tempo, il contatto con gli animali nella prima infanzia (meno di 2 anni) riduce il rischio di allergie in futuro a causa dello sviluppo della tolleranza immunologica a determinati antigeni.

patogenesi

Nonostante la varietà di manifestazioni cliniche, la reazione agli allergeni negli animali domestici procede lungo lo stesso percorso patogenetico - una reazione di ipersensibilità di tipo immediato. Ai primi contatti con antigeni di tegumento animale, loro parassiti o secrezioni, l'organismo sensibilizza. Le sostanze che provocano sono riconosciute dal sistema immunitario, gli anticorpi di classe E (IgE) si formano contro di loro. Le immunoglobuline vengono assorbite sulla superficie delle membrane dei basofili dei tessuti (mastociti), rendendole sensibili agli allergeni. Queste cellule svolgono un ruolo centrale nell'ulteriore sviluppo della condizione patologica..

I contatti successivi comportano il legame degli allergeni alle IgE situati sulle membrane dei basofili. Questo attiva queste cellule immunocompetenti e stimola il processo della loro degranulazione - il rilascio di istamina, serotonina e prostaglandine nello spazio intercellulare. Questi composti contribuiscono all'espansione dei vasi sanguigni e aumentano il volume del fluido intercellulare, irritano le terminazioni nervose sensibili. Ciò si manifesta con sintomi tipici di allergie: arrossamento, gonfiore dei tessuti, prurito, disagio, aumento dell'essudazione di muco o liquido lacrimale. A volte la quantità di istamina rilasciata è così grande che porta a reazioni sistemiche (shock anafilattico): un forte calo della pressione sanguigna, spasmo delle vie aeree.

Sintomi di allergie animali

Le manifestazioni delle allergie sono piuttosto diverse, in gran parte determinate dal tipo di intolleranza, dalla natura dell'allergene e dalla sua distribuzione nell'ambiente del paziente. Nella maggior parte dei casi, gli antigeni dell'animale domestico si diffondono nell'aria, penetrano facilmente nel tratto respiratorio superiore e nella congiuntiva degli occhi. C'è congestione nasale, lacrimazione, starnuti, arrossamento e prurito agli occhi. Spesso mal di testa, disagio alla gola si uniscono a queste manifestazioni, a volte appare raucedine della voce. Nei pazienti con asma, gli attacchi di broncospasmo sono possibili 20-30 minuti dopo l'inalazione di aria contenente allergeni.

In alcuni pazienti, le manifestazioni cutanee dovute al contatto diretto con gli animali o i loro prodotti metabolici vengono alla ribalta. Di norma, l'orticaria viene rilevata nell'area di contatto della pelle con una sostanza stimolante, a volte si sviluppa su altre parti del corpo. La durata della conservazione dell'eritema, del prurito cutaneo e di altri sintomi dipende dalla reattività del corpo e dalla quantità di allergeni nell'ambiente. Spesso c'è uno sviluppo combinato di manifestazioni allergiche oculari, respiratorie e cutanee. Alcuni di essi possono manifestarsi sotto forma di dermatite da contatto attraverso una reazione di ipersensibilità di tipo ritardato (TOS), che è più spesso osservata nelle persone che si occupano di animali da fattoria o impiegati di giardini zoologici.

In pazienti con forte sensibilizzazione agli antigeni animali, in assenza di contatto diretto possono manifestarsi sintomi allergici. Gli allergeni principali e più comuni nei gatti (Fel d1 e Fel d2) e nei cani (Can f1 e Can f2) possono essere trasportati attraverso indumenti e altri oggetti dei proprietari. Individui altamente sensibilizzati con un tale contatto indiretto sono sufficienti per lo sviluppo di un complesso sintomo caratteristico di allergie. La possibilità di interazione indiretta con composti provocatori è importante da considerare nella diagnosi della patologia.

complicazioni

Complicanze gravi per questa condizione allergica sono insolite, ma il rischio del loro verificarsi aumenta se si ignorano i sintomi della malattia e si continua il contatto con gli allergeni. Nelle persone con asma bronchiale, la reazione può portare a broncospasmo grave e insufficiente funzione della respirazione esterna. La sindrome allergica nasocongiuntivale può essere complicata da un'infezione batterica secondaria delle mucose, che provoca rinite o congiuntivite infiammatoria purulenta. In casi estremamente rari, a contatto con antigeni animali, si sviluppa uno shock anafilattico, che è una condizione pericolosa per la vita. Un decorso prolungato di rinite allergica può provocare iperplasia della mucosa nasale e comparsa di polipi.

Diagnostica

L'identificazione di questa condizione nell'allergologia pratica richiede un confronto di una grande quantità di anamnesi, dati clinici e di laboratorio. Ciò consente di stabilire la relazione tra la presenza di un animale domestico e l'insorgenza di manifestazioni patologiche e metodi di laboratorio consentono di confermare e chiarire la diagnosi. La diagnosi può essere difficile, poiché alcuni pazienti manifestano un sintomo complesso qualche tempo dopo che un gatto o un cane appare in casa. La diagnosi delle allergie viene eseguita secondo il seguente algoritmo:

  • Rilievo e ispezione generale. All'esame, vengono rivelate manifestazioni non specifiche caratteristiche di allergie: orticaria, arrossamento congiuntivale, lacrimazione, complicanza respiratoria nasale. In caso di dubbi, la presenza o l'assenza di contatto con gli animali viene determinata negli ultimi giorni e nei periodi precedenti. Quando si intervista un paziente, si può anche determinare la relazione tra sintomi e animali domestici e quindi modificare il piano per ulteriori misure diagnostiche.
  • Tecniche di laboratorio. In un esame del sangue generale, di solito si riscontrano cambiamenti minimi: un leggero aumento di VES, eosinofilia e altri segni di infiammazione allergica. Test specifici rivelano un aumento significativo del livello di immunoglobuline di tipo E, che indica un tipo anafilattico di reazione di intolleranza.
  • Test allergologici Il gold standard per la diagnosi di allergie negli animali è il test delle allergie cutanee - un'applicazione, test CID. Di solito determina la risposta del corpo agli allergeni che si incontrano frequentemente in cani, gatti, uccelli (a seconda dell'animale con cui il paziente è in contatto).

La diagnosi differenziale viene fatta con altri tipi di malattie allergiche (ad esempio, febbre da fieno, intolleranza alla polvere domestica), patologie infiammatorie delle mucose (rinite, congiuntivite). Distinguere queste condizioni spesso diventa possibile solo dopo test allergologici provocatori, che sono un metodo diagnostico specifico.

Trattamento di allergia animale

Il problema del trattamento delle allergie è spesso complicato dalla riluttanza dei pazienti a isolare la fonte della loro condizione patologica: un animale domestico. In alcuni casi, ciò porta alla collaborazione di un allergologo e di un veterinario; insieme, gli specialisti possono determinare la natura dell'allergene e scoprire come ridurne l'escrezione negli animali. Tali misure sono efficaci in caso di intolleranza ai componenti dei prodotti per la cura (shampoo, spray), esoparassiti o escrezioni dell'animale: è sufficiente curare l'animale e ridurre al minimo il contatto con gli escrementi (vassoi di pulizia). Oltre ad eliminare il contatto con antigeni che provocano, si distinguono le seguenti misure terapeutiche:

  • Terapia antistaminica Gli antistaminici sono ampiamente utilizzati per ridurre i sintomi delle allergie. Possono essere prescritti sotto forma di compresse, gocce oculari o nasali e spray durante un'esacerbazione della malattia o come profilassi, ad esempio prima del presunto contatto con un animale.
  • Terapia desensibilizzante. In relazione a una serie di allergeni animali, è possibile utilizzare l'immunoterapia specifica (ASIT) associata allo sviluppo di tolleranza a una sostanza proteica provocante. L'essenza della tecnica consiste nell'introdurre piccole dosi gradualmente crescenti dell'allergene per diversi mesi.
  • Tecniche di barriera. Metodi sperimentali basati sulla formazione nella mucosa nasale del film più sottile a base di cellulosa o altri composti nella composizione delle gocce nasali. Di conseguenza, l'ingresso di allergeni nel tessuto è complicato, le manifestazioni di allergia sono ridotte. I metodi non proteggono la pelle o la congiuntiva degli occhi, pertanto vengono utilizzati con un elenco limitato di indicazioni.

Dopo aver effettuato una diagnosi, oltre ad escludere il contatto con un animale domestico, è necessaria un'accurata pulizia dei locali. La pulizia a umido di pavimenti, pareti, mobili viene eseguita, tappeti, tappezzerie e altri elementi interni in tessuto vengono accuratamente rimossi. Per qualche tempo si consiglia di installare filtri per la purificazione dell'aria, poiché i più piccoli fiocchi di pelle e lanugine possono essere tenuti in sospensione anche in assenza di cani o gatti.

Previsioni e prevenzione

La prognosi delle allergie negli animali è quasi sempre favorevole, solo nei soggetti con tendenza all'asma peggiora a causa dei rischi di broncospasmo. Spesso, le manifestazioni della malattia alla fine diventano meno pronunciate anche senza gravi misure terapeutiche, quindi alcuni pazienti preferiscono non separarsi dal proprio animale domestico, alleviando i sintomi di allergia con antistaminici o accettando di sottoporsi a ASIT. Le misure preventive aiutano a ridurre la concentrazione di allergeni animali, a ridurre sia il rischio di insorgenza sia la gravità della patologia. Questi includono un'attenta cura dell'animale, l'uso di depuratori d'aria domestici, lavarsi le mani dopo aver accarezzato o giocare con l'animale. È importante non consentire all'animale su sedie o letti, specialmente in camera da letto, quando si viaggia in auto, utilizzare coprisedili speciali.