Allergia alimentare in un neonato: come riconoscere e come trattare?

Nutrizione

Le reazioni allergiche riducono significativamente la qualità della vita anche negli adulti. Cosa dire dei bambini il cui organismo è ancora poco adattato alle condizioni del mondo circostante. Il sistema immunitario del bambino si sta appena formando, quindi nei primi mesi tutto può causare un'allergia: biancheria da letto, polvere domestica e persino una polvere progettata specificamente per i neonati. Ma nella maggior parte dei casi, l'allergene si trova nel cibo, tale allergia in un bambino si chiama cibo.

Nell'articolo rispondiamo alle domande: come si manifesta l'allergia alimentare nei bambini, qual è il pericolo di allergia alimentare in un bambino e come trattare l'allergia alimentare nei bambini?

I primi segni di allergie alimentari nei bambini

I sintomi delle allergie alimentari nei neonati sono diversi, è questo fatto che rende difficile diagnosticare questa condizione. In questo caso, è necessario riconoscere una reazione allergica nel più breve tempo possibile - al fine di eliminare l'allergene e correggere con successo le condizioni delle briciole.

I seguenti sintomi possono indicare allergie alimentari nei neonati:

  • Cambiamenti nella pelle. Il bambino è preoccupato per l'eruzione cutanea e il rossore sul corpo, prurito e desquamazione sul collo e sulle guance, dermatite da pannolino e sudorazione, formazione di fiocchi e desquamazione sotto i capelli. Ma la manifestazione più ovvia di un'allergia alimentare in un bambino è l'edema..
  • Disturbi respiratori I disturbi respiratori possono essere lievi, come ad esempio la rinite allergica. Tuttavia, una forte allergia alimentare in un bambino può portare all'edema di Quincke, che è accompagnato da un attacco di soffocamento ed è fatale.

La mancanza di respiro è un sintomo molto pericoloso. In tale situazione, è necessario rimuovere tutti i potenziali allergeni dal bambino e chiamare un'ambulanza!

  • Problemi di sonno, pianto frequente, scarso appetito. Tali cambiamenti comportamentali possono segnalare un'allergia alimentare a un bambino..
  • Violazioni del tratto digestivo. Rigurgito frequente, accompagnato da urla e pianto, vomito, costipazione, coliche, flatulenza: ecco come il corpo del bambino può reagire a un allergene. Vale la pena notare che l'allergia è strettamente associata alla disbiosi: può essere sia la sua causa che il suo effetto. È improbabile che almeno una madre non abbia familiarità con questo concetto, poiché la disbiosi si verifica in quasi tutti i neonati (nel 90% dei casi) [1]. Ma per ogni evenienza, spieghiamo: questo è uno squilibrio nella microflora intestinale, in cui diminuisce il numero di bifidobatteri e lattobacilli benefici e aumenta il numero di microrganismi patogeni e condizionatamente patogeni.

Possibili cause di allergie alimentari in un bambino

La predisposizione alle allergie alimentari al bambino può passare "per eredità" ai genitori. Se uno di loro è una persona allergica, la probabilità che il bambino abbia adottato questa funzione da lui è del 25%. Se mamma e papà soffrono di allergie, il rischio raddoppia.

Secondo le statistiche, il cibo è il tipo più comune di allergia nei neonati [2].

Le allergie alimentari sono più comuni nei neonati allattati al seno. Il corpo del bambino può persino rifiutare le miscele ipoallergeniche, quindi non devi nemmeno parlare di quelle "normali". Ad esempio, l'intolleranza alle proteine ​​del latte di vacca - un componente frequente della formula per l'infanzia - si verifica in circa il 10% [3] bambini, di norma passa da 2 a 3 anni.

In un bambino allattato al seno, possono verificarsi allergie a causa di un'alimentazione scorretta della madre. Dopotutto, i prodotti della sua dieta con il latte entrano nel corpo del bambino. Quindi, in caso di rilevazione di manifestazioni allergiche in un bambino, i medici raccomandano di abbandonare i prodotti potenzialmente allergici. Molto spesso questi sono: agrumi e frutti esotici, cibi a base di pigmenti rossi, cioccolato, noci, miele, uova, latte e frutti di mare. La stessa "dieta" è rilevante per l'introduzione di alimenti complementari: durante questo periodo si verifica spesso una reazione allergica.

Infezioni intestinali, malattie virali, l'uso di antibiotici aumentano il rischio di allergie in un neonato di diverse volte: qualsiasi colpo al sistema immunitario facilita la penetrazione della flora patogena e condizionatamente patogena nell'intestino del bambino, che, come abbiamo già detto, può portare ad allergie.

Trattamento delle allergie alimentari nei neonati

Tutti i genitori dovrebbero ricordare che il trattamento indipendente di qualsiasi malattia nel bambino è inaccettabile! Un rischio troppo elevato di danneggiare il corpo di un bambino fragile. Pertanto, la prima cosa da fare è mostrare il bambino al pediatra. Se la causa dell'allergia è evidente, allora, ovviamente, è necessario escludere il prodotto dalla dieta del bambino. Altrimenti, il medico scriverà un rinvio per un esame speciale per identificare l'allergene e regolare il menu.

Elenchiamo i mezzi principali che un pediatra può prescrivere:

  • Sorbenti: aiutano a rimuovere rapidamente l'allergene dal corpo.
  • Antistaminici. Tali farmaci eliminano rapidamente i sintomi delle allergie, in particolare eruzioni cutanee e gonfiore, ma hanno un ampio elenco di effetti collaterali e controindicazioni. Pertanto, nei bambini vengono utilizzati solo in forme gravi di allergie.
  • Unguenti e gel per il trattamento locale - per eliminare un'eruzione cutanea in un bambino con allergie alimentari, così come altre manifestazioni della pelle.
  • Probiotici con lattobacilli e / o bifidobatteri - per correggere i disturbi della microflora intestinale.

Il medico prescriverà fondi con batteri benefici vivi con quasi il cento per cento di probabilità. E non è solo una stretta relazione tra allergie e disbiosi. I probiotici non sono un medicinale, il che significa che non portano un carico di droga sul corpo del bambino. Questi microrganismi sono abitanti naturali del tratto intestinale, abitano il corpo umano nelle prime ore dopo la nascita. Bifidobatteri e lattobacilli sono attivamente coinvolti nella digestione e nell'assimilazione dei nutrienti, promuovono la sintesi di vitamine nell'intestino, inibiscono la crescita della microflora patogena e aiutano a rafforzare l'immunità.

L'effetto positivo dei lactobacilli Lactobaccillus rhamnosus GG (LGG) è stato confermato da cinquanta studi clinici. In particolare, nel 2016, la Kharkov Medical Academy ha testato l'efficacia dell'uso di LGG nel complesso trattamento delle allergie alimentari nei bambini. Gli studi hanno mostrato dinamiche positive dal terzo giorno di trattamento (coliche, costipazione e flatulenza sono scomparse) e le manifestazioni cutanee di allergie sono state completamente risolte entro il giorno 15 [4].

Vale la pena notare che gli agenti probiotici possono essere monocomponenti (con un tipo di batteri benefici) e complessi (con bifidobatteri e lattobacilli nella composizione). Quest'ultima opzione è ottimale, poiché i lattobacilli, tra le altre cose, supportano l'ambiente acido necessario allo sviluppo dei bifidobatteri.

Le allergie alimentari nei bambini sono un evento comune. Di norma, questa condizione scompare infine all'età di tre anni, quando il sistema immunitario del bambino diventa più perfetto. Tuttavia, ciò non significa affatto che le allergie non debbano essere trattate: senza una terapia tempestiva e corretta, possono insorgere complicazioni.

Quanto va un'allergia in un bambino dopo la sospensione dell'allergene

La manifestazione di un'allergia nei neonati dipende dal suo agente patogeno. In alcuni casi, i sintomi spiacevoli scompaiono immediatamente dopo l'esclusione di un fattore provocatorio, in altri ci vuole del tempo per un pieno recupero.

Tipi di reazioni allergiche nei bambini

Quanto dura un'allergia nei neonati dipende dalle cause che la causano. Esistono diversi tipi di reazioni negative, nei bambini fino a un anno sono spesso associati al cibo. Le allergie alimentari di solito si verificano su proteine ​​del latte vaccino, uova, pesce, alcuni frutti rossi e bacche e miele. La mamma dovrebbe anche mangiare questi prodotti con cautela se il bambino è allattato al seno..

Le allergie possono iniziare dopo il contatto diretto con l'irritante. I sintomi iniziano a infastidire il bambino se i genitori acquistano biancheria da letto sintetica o vestiti realizzati con coloranti. Il bambino può rispondere a detersivo, sapone e altri prodotti per la pulizia della casa..

Starnuti, lacrimazione ed eruzioni cutanee compaiono quando il bambino è in una stanza polverosa e soffocante. Non fumare o spruzzare prodotti chimici vicino ai bambini. Anche un forte odore di profumo può portare a spiacevoli conseguenze. Allergia ai peli di animali, le piante da fiore di solito iniziano nei bambini più grandi, di età compresa tra 1,5 e 2 anni.

Come riconoscere un'allergia

Una reazione negativa al patogeno delle allergie si manifesta in diversi modi. A seconda della causa, la durata di conservazione dei sintomi differisce. Con il contatto diretto con l'allergene, le conseguenze si verificano immediatamente, entro pochi minuti. La reazione al cibo inizia sia entro poche ore che il giorno successivo.

Nota! A seconda delle caratteristiche individuali, quanto passa finalmente l'eruzione allergica nel bambino. Può scomparire dopo 2-3 ore o persistere per diversi giorni e persino settimane.

Sintomi nei neonati

Con un'allergia in un bambino, possono comparire i seguenti sintomi:

  • Disturbi digestivi, in particolare, diarrea o muco nelle feci;
  • Dolore addominale;
  • Nausea e vomito;
  • Rossore degli occhi, lacrimazione;
  • Starnuti, secrezione mucosa dal naso;
  • Gonfiore nella cavità orale;
  • Un'eruzione cutanea sulle guance e sul corpo. Potrebbe non dare fastidio o prurito, prurito. Ad esempio, con un'allergia all'amido sul viso e sulle mani, inizia l'orticaria. Nei casi più gravi, con una forte sensibilità ai prodotti, si verifica l'eczema. La pelle diventa edematosa, diventa rossa, si formano delle croste pruriginose, molto spesso bagnate.

Eruzione allergica in un bambino

In un bambino del primo mese di vita, di solito si verifica un'allergia se la madre mangiava il prodotto proibito, quando il bambino era in Guardia, o con una netta transizione alla miscela di latte, un costante cambiamento nelle marche di prodotti. Allo stesso tempo, un'eruzione cutanea e un'irritazione appaiono sulla pelle del bambino, sputa spesso dopo l'alimentazione, le feci diventano liquide.

Diagnostica

Per determinare il fattore che provoca manifestazioni indesiderate, il paziente viene di solito sottoposto a test allergologici. I bambini neonati sono controindicati. Durante la procedura, vengono lasciati graffi sul braccio, quindi si verifica l'interazione con l'allergene. Per escludere il deterioramento delle condizioni del bambino, è meglio rifiutare tali manipolazioni. Il bambino può donare sangue agli anticorpi. Questo è un tipo di test che ti consente di confutare o confermare un'allergia e, se necessario, scoprire cosa l'ha causata.

Come calcolare un allergene

Con le allergie da contatto e una reazione negativa agli odori, puoi trovare il colpevole analizzando il giorno corrente. Basta ricordare cosa è stato messo sul bambino, dov'era, per pensare se recentemente sono stati acquisiti prodotti chimici per la casa di marca non familiari.

Con le allergie alimentari, si consiglia di tenere un diario in cui è necessario annotare tutto ciò che il bambino e la madre mangiano:

  • Per la prima volta, tutti i prodotti in dubbio dovranno essere esclusi. È necessario cucinare e offrire briciole solo alimenti a basso contenuto allergenico (questo è grano saraceno e riso sull'acqua, verdure verdi e mele);
  • Dopo 3-4 giorni, aggiungere un nuovo prodotto, osservando la reazione. Se non ti senti male, aumenta gradualmente il servizio;
  • Una nuova verdura o frutta può essere introdotta solo dopo pochi giorni, quando la madre sarà sicura che tutto sia in ordine con il bambino. Ogni prodotto deve essere registrato, indicando il tempo di utilizzo e la quantità.

Quanto allergene viene escreto dal corpo del bambino dipende dal tasso metabolico, dallo stato della sua immunità e dalla quantità di prodotto che ha causato la reazione negativa. Non correre quando si entra in nuovi piatti. Quando il bambino prova mezzo cucchiaino di un prodotto inadatto per lui, sarà facile far fronte a manifestazioni spiacevoli.

Serve per la prima poppata

Eliminazione di fattori provocatori

Puoi eliminare un'eruzione cutanea, starnuti, secrezione nasale e altri sintomi rimuovendo l'allergene. Gli antistaminici riducono solo la reazione, riducono il gonfiore o leniscono il prurito. Il trattamento consiste nell'eliminare l'agente patogeno. Se rimane nel corpo o appare di nuovo, la reazione si ripeterà e potrebbe intensificarsi. Quando un bambino ha provato per la prima volta i lamponi, può accadere che non si verifichino cambiamenti. L'immunità ha ricordato il prodotto, le cellule hanno sviluppato una sensibilità ad esso e la prossima volta reagiranno con eruzioni cutanee o altri sintomi indesiderati.

Nota! Se i genitori del bambino sono inclini alle allergie, allora devi stare attento alla sua dieta, sbarazzarti della polvere in tempo e ottenere detergenti e detergenti di alta qualità. La predisposizione alle manifestazioni negative è geneticamente definita.

Quando scompare un'allergia?

Quanto l'allergia nel bambino passa dopo la cancellazione dell'allergene dipende principalmente dal grado di danno. Quando si smette di utilizzare un prodotto che provoca una reazione negativa, la situazione non peggiora dopo il momento in cui è stata ritirata. Non appena l'immunità si rende conto che l'oggetto alieno non è più pericoloso, smette di rispondere.

I processi metabolici nei bambini si verificano abbastanza rapidamente. Le sostanze avvelenanti di solito lasciano il corpo in pochi giorni. Le manifestazioni esterne persistono, specialmente per l'eruzione cutanea. Ci vuole del tempo perché scompaia e la pelle si riprenda. Il rossore può durare per diverse ore se la lesione non è grave o rimanere per 2-3 settimane.

Quanto dura un'eruzione allergica in un bambino sul viso dipende dalle azioni dei genitori:

  • La cura include l'uso di creme, unguenti. La cosa principale è escludere il fatto che l'eruzione cutanea è una manifestazione di una malattia infettiva;
  • Su consiglio di un medico, puoi usare il prurito. È pericoloso se il bambino pettina l'eruzione cutanea. Quando compaiono ferite sulla pelle, esiste il rischio di infezione batterica, che è più difficile da trattare.

Quanta allergia sulle guance di un bambino scompare per sempre dipende anche dal comportamento della madre e del padre del bambino. Dopo il trattamento e la scomparsa delle eruzioni cutanee, è necessario proteggere il bambino dal patogeno per almeno sei mesi. Quindi c'è un'alta probabilità che in una collisione con un allergene in età avanzata, il corpo reagirà con calma ad esso. I sintomi spiacevoli non appariranno. Spesso i bambini superano le reazioni allergiche, in particolare agli alimenti, rimangono nel passato.

Nota! Quando il bambino starnutisce, essendo in una stanza polverosa, gli occhi lacrimano e arrossiscono, allora deve solo lasciare la stanza. I sintomi scompaiono quasi immediatamente..

Prendersi cura di un bambino allergico

Se il bambino è soggetto ad allergie, si prende cura di lui, è necessario seguire le raccomandazioni:

  • Non iniziare cibi complementari prima di sei mesi;
  • Evita di visitare parchi e piazze durante il periodo di fioritura. In questo momento, è meglio uscire dopo la pioggia e con tempo calmo;
  • Acquista prodotti da bagno a pH neutro. Per difendere l'acqua per il lavaggio. Dopo la doccia, utilizzare creme idratanti;
  • Ogni giorno, arieggia la stanza e non dimenticare di lavare a umido;
  • Escludere l'uso di droghe con coloranti e aromi;
  • Non portare animali domestici nell'appartamento;
  • Scegli biancheria e abiti realizzati con tessuti naturali. Stirare su entrambi i lati prima dell'uso.

Per capire come curare le allergie alimentari nei bambini, per approssimare il momento in cui passa, è necessario calcolare il fattore provocante. Senza la sua eliminazione, non sarà possibile normalizzare lo stato del bambino. Il dolore, accompagnato da sintomi spiacevoli, durerà fino a quando l'allergene lascia il corpo. Anche dopo questo, ci vorrà del tempo prima che i segni dell'infiammazione scompaiano completamente..

Allergie nei bambini

Come si manifestano diversi tipi di allergie, quali sono le cause, quale dieta è consigliata durante la gravidanza per prevenire le allergie, come affrontare la dermatite atopica e altri tipi di allergie nei bambini.

Che cos'è un'allergia nei bambini

Un'allergia è un'ipersensibilità di un organismo a una sostanza estranea (antigene) seguita da una risposta immunitaria. Secondo i dati scientifici, questa caratteristica in sé non è ereditata, ma la predisposizione ad essa è sì. Nei bambini i cui genitori sono allergici (specialmente se entrambi o solo la madre), può avere maggiori probabilità di svilupparsi.

Quando entriamo in contatto con un allergene, il corpo reagisce in modo tale da bloccare l'accesso di sostanze "pericolose", secondo i suoi dati, al sangue. Questo si esprime nei fenomeni infiammatori che si presentano a causa del rilascio di immunoglobulina E e istamina, un ormone che regola varie funzioni del corpo..

L'istamina provoca edema tissutale, ristagno di sangue nei capillari, una diminuzione della pressione, fa battere il cuore più velocemente - tutti questi cambiamenti dovrebbero aiutare il corpo a consegnare rapidamente altrettanti globuli bianchi - globuli protettivi - a quelle aree in cui è necessaria la loro presenza.

L'eccessiva sensibilità del corpo a un particolare allergene porta al rilascio di una quantità eccessiva di istamina, motivo per cui i medici prescrivono antistaminici per le allergie.

Si ritiene che in Russia dal 15 al 35% delle persone soffra di allergie.

Quali sono i sintomi delle allergie nei bambini? Tra le manifestazioni comuni di questa condizione sono le seguenti:

  • rinorrea
  • starnuti
  • tosse;
  • prurito
  • lacrimazione o secchezza degli occhi;
  • respiro affannoso;
  • brividi;
  • eruzione cutanea o arrossamento della pelle, eczema;
  • infiammazione delle mucose;
  • problemi digestivi - con allergie alimentari.

In caso di allergie acute, può verificarsi uno shock anafilattico potenzialmente letale quando si verifica edema polmonare, la respirazione è disturbata e la pressione sanguigna diminuisce..

Quali tipi di allergie ci sono

L'elenco dei principali allergeni comprende:

  • polvere: contiene diversi allergeni contemporaneamente, dal polline delle piante e dagli acari della polvere alle squame dell'epitelio degli animali domestici;
  • polline: un'allergia può svilupparsi sul polline delle piante domestiche;
  • peli di animali domestici e particelle della loro pelle, nonché piumino e piume;
  • spore di funghi o muffe;
  • Cibo. Le allergie alimentari nei bambini non sono rare. È molto importante prendersi cura della sua prevenzione anche nella fase della gravidanza della madre;
  • punture di insetti - di regola, si tratta di vespe, calabroni, api, bombi e formiche. Tale allergia si verifica nello 0,4 - 0,8% della popolazione. Gli organismi di questi e altri insetti secernono vari veleni, che possono causare una reazione da orticaria o edema a convulsioni, diarrea, soffocamento e shock. Se si verifica una reazione allergica, è importante andare in ospedale molto rapidamente o dare al bambino i farmaci necessari entro la prima ora, che è necessario consultare in anticipo con un pediatra;
  • alcuni farmaci. Di solito è difficile verificare in anticipo quali farmaci causano una reazione allergica. Inoltre, un'allergia a un particolare farmaco può verificarsi in qualsiasi periodo della vita, anche se una persona non ne aveva mai avuto prima;
  • lattice: questa allergia può manifestarsi in modi molto diversi e, di regola, si sviluppa nelle persone che spesso devono indossare guanti in lattice, ad esempio i medici.

Altri fattori di rischio includono il fumo, l'uso di una stufa a gas, mangimi per animali secchi, prodotti chimici domestici e inquinamento industriale. Si ritiene che un'allergia possa essere causata da un bambino che vive in un'area in cui l'aria è inquinata a causa della vicinanza alla strada..

Corso di allergia

  • Le allergie nei bambini possono svilupparsi all'istante - ad esempio, nel caso di un morso di formica - o entro pochi mesi, come accade quando il pelo del gatto o il polline lo causa. Tutto dipende da quanto spesso il bambino è in contatto con l'allergene..
  • Le allergie stagionali si verificano ogni anno in primavera, estate e autunno e le allergie alla muffa possono svilupparsi se la pioggia e le case sono aumentate in strada per periodi più lunghi e i livelli di umidità sono aumentati, portando alla crescita di microrganismi.

È importante capire che le allergie nei bambini possono passare e apparire e non esiste una spiegazione esatta per questo..

Come distinguere un raffreddore da un'allergia in un bambino

Il raffreddore scompare - al più tardi - entro 10 giorni e l'allergia appare costantemente.

Ecco i chiari segni di un'allergia:

  • il bambino annusa costantemente il naso, soprattutto se lo scarico dal naso è trasparente e liquido e non giallo o verde e spesso;
  • il bambino starnutisce costantemente, i suoi occhi sono rossi, bagnati e pruriginosi;
  • il bambino ha le occhiaie sotto gli occhi, il naso è costantemente chiuso e respira attraverso la bocca;
  • tosse secca;
  • la pelle è infiammata, arrossata e prude.

Prevenzione delle allergie

È dimostrato che l'insorgenza di ipersensibilità a un particolare allergene può verificarsi in un bambino quando è ancora nello stomaco della madre, nel secondo trimestre di gravidanza. Ciò significa che anche prima della sua nascita, la futura mamma deve osservare le seguenti precauzioni:

  • se è allergica a questa o quella sostanza, è necessario evitare il contatto con essa durante la gravidanza;
  • è necessario smettere di fumare, assumere farmaci non approvati da un medico, assicurarsi attentamente che non vi siano contatti con allergeni sul lavoro: possono essere sali di platino, formaldeide, composti di nichel o cromo, pigmenti, pesticidi, resina epossidica e altre resine fenolo-formaldeide, composti organici, che comprendono cloro, fluoro e fosforo;
  • nutrizione squilibrata, presenza nella dieta di alimenti allergenici, prodotti con additivi chimici. È meglio formare una dieta preventiva in cui non ci saranno potenziali allergeni;
  • minimizzare il numero di situazioni stressanti.

Dopo il parto, devi:

1. Cerca di stabilire l'allattamento al seno (su quanto sia importante per l'immunità, scriviamo in un materiale separato;

2. Segui una dieta (quali prodotti possono essere inclusi e quali no, diciamo qui;

3. Per temperare il bambino, monitorare la sua salute, dargli un massaggio rassodante e fare ginnastica con lui;

4. Se i genitori del bambino presentavano asma o dermatite atopica, nonché altre reazioni allergiche, il bambino deve essere esaminato da un allergologo: prima viene identificato il problema, più efficace è il trattamento.

Tuttavia, è importante capire che il modo migliore per curare e prevenire le allergie è eliminare i fattori che lo provocano..

Se il bambino è allergico a polvere e piume, oltre al trattamento, è necessario osservare le norme igieniche:

  • materassi e cuscini devono essere in speciali coperture di plastica;
  • biancheria da letto speciale dovrebbe essere usato;
  • se la biancheria è ordinaria, ha bisogno di lavarsi e bollire 1 - 2 volte a settimana;
  • è importante scegliere cuscini e coperte con stucco sintetico;
  • l'appartamento dovrebbe avere un minimo di mobili imbottiti;
  • Non usare tappeti o tappeti con un odore pungente;
  • pulire con aspirapolvere speciali, eseguire la pulizia a umido.

Se il bambino è sensibile alla muffa e alla muffa, è necessario:

  • asciugare le superfici del bagno dopo il bagno;
  • lavare il bagno con soluzioni speciali una volta al mese;
  • rimuovere il vapore in cucina con un aspiratore;
  • vestiti asciutti in una stanza speciale, non in una stanza.

Se il bambino è allergico alla lana, dovresti:

  • escludere abiti da lana, pelliccia;
  • non andare allo zoo, al circo e alle case dove ci sono animali;
  • se un gatto o un cane viveva nel tuo appartamento, i locali devono essere accuratamente puliti.

Se devi proteggere il tuo bambino dal polline:

  • quando le piante fioriscono, chiudere le finestre;
  • Non camminare con tempo ventoso;
  • devi stare attento con saponi e shampoo contenenti preparati a base di erbe.

È anche importante evitare:

  • fatica
  • ipotermia o surriscaldamento del bambino;
  • umidità troppo elevata;
  • intensa attività fisica;
  • malattie infettive - provocano un'esacerbazione delle allergie.

Allergie nei bambini: alimenti che lo causano

È molto importante prevenire lo sviluppo di allergie alimentari nei bambini. Il fatto è che è con il cibo che il bambino incontra prima di tutto, mentre è ancora nello stomaco della madre. E l'insorgenza di allergie alimentari provoca lo sviluppo di altre sue specie.

Quali alimenti lo causano più spesso?

In genere, questi sono:

  • uova
  • grano, soia, segale;
  • miele;
  • frutti di mare, pesce e crostacei;
  • noccioline
  • cibo in scatola;
  • alcuni frutti.

Naturalmente, questo elenco può essere seriamente integrato, ma altri prodotti causano allergie meno spesso..

Come proteggere un nascituro dalle allergie alimentari?

1. Leggi la composizione. Abituati a imparare le etichette su tutti i prodotti. Se contengono miglioratori del gusto, conservanti, grassi trans - è meglio rifiutarli.

2. Meno prodotti finiti. Prodotti da forno industriali, vari semilavorati e persino piatti serviti in bar e ristoranti: tutto ciò può essere dannoso per te, poiché la composizione di tali alimenti è nella maggior parte dei casi sconosciuta.

3. Dai la preferenza alle verdure e ai frutti di stagione della tua striscia. Non sempre abbiamo l'opportunità di scoprire l'origine dei prodotti che sono sul nostro tavolo. Ma l'acquisto di frutta e verdura di conservazione a lungo termine, arrivato da paesi esotici, crea anche condizioni per lo sviluppo di allergie nel bambino. Vale la pena ricordare che l'uso di frutti rossi e bacche ora deve essere limitato: possono anche causare allergie nel bambino. Nella stagione fredda, bacche congelate e verdure in scatola coltivate nel paese saranno molto più utili dei frutti "freschi" portati da altri paesi.

4. Lavare verdure, frutta ed erbe. Vari pesticidi e fertilizzanti sono anche potenti allergeni, quindi cerca di sbarazzartene, anche se esponi le verdure a un lungo trattamento termico.

5. Acquista alimenti per bambini. Sugli scaffali dei nostri negozi non ci sono così tanti prodotti contrassegnati "Per le donne incinte", ma c'è una vasta selezione di purea, cagliata, yogurt per bambini. Acquistando prodotti di questa categoria da produttori di fiducia, puoi essere sicuro della loro qualità. Prova l'assortimento di Agusha: troverai sicuramente qualcosa di tuo gusto.

Se sei allergico e aspetti un bambino, dovresti consultare il tuo medico per discutere di dieta e assumere antistaminici durante la gravidanza. E come introdurre alimenti complementari per evitare allergie, diciamo qui.

Diatesi allergica o dermatite atopica

Le allergie nei bambini possono verificarsi in diversi modi. A 2-3 mesi di vita, il bambino a volte ha arrossamenti della pelle. Le crescenti lesioni, il gonfiore e il colore rosso vivo di questi luoghi possono indicare che il bambino ha una diatesi allergica - i medici lo chiamano "neurodermite" e "dermatite atopica".

C'è un'alta probabilità che questa malattia non scompaia da sola, e devi consultare un medico il prima possibile. Altrimenti, il rossore può andare nella seconda fase, più difficile, che è accompagnata da prurito e dà al bambino un grave disagio.

Cause di dermatite allergica

La dermatite allergica si manifesta in una forma o nell'altra in circa il 30-60% dei bambini nei primi 2 anni di vita. Per il 75 - 90% di essi, è solo un episodio e solo pochi successivamente possono sviluppare malattie allergiche.

  • La comparsa di questa malattia può provocare una dieta malsana della futura mamma durante la gravidanza.
  • Si ritiene che l'abbondante consumo di cioccolato, fragole, agrumi e altri frutti "rossi" possa portare a un'interruzione dell'apparato digerente del bambino. È meglio mangiare meno cibo in scatola, cibi più naturali e il più spesso possibile stare all'aperto.
  • Tuttavia, l'allergia alimentare è considerata la principale causa di dermatite atopica nel primo anno di vita di un bambino. Nei neonati, la funzione protettiva dell'intestino è ridotta: a questa età, vengono prodotti enzimi digestivi insufficienti, vengono prodotti anticorpi protettivi e aumenta la permeabilità della parete intestinale.
  • La combinazione di queste caratteristiche legate all'età del tratto gastrointestinale dei neonati porta al fatto che i componenti alimentari sottoesposti, principalmente le proteine, vengono facilmente assorbiti nel flusso sanguigno. Grandi frammenti di molecole hanno pronunciate proprietà antigeniche e innescano una catena di reazioni allergiche.

Come riconoscere la dermatite atopica

  • Di norma, i genitori comprendono che il bambino ha un attacco di diatesi allergica, quando ampie aree della pelle sono rosse e leggermente gonfie. Di solito colpiscono le guance, le pieghe delle braccia e delle gambe, il cuoio capelluto, le orecchie.
  • Ma una piccola eruzione cutanea rosso brillante può riguardare la diatesi allergica, così come l'eruzione da pannolino a lungo termine e la pelle eccessivamente secca coperta da una crosta. Deterioramento dovuto al prurito nelle aree interessate e alle ferite bagnate..
  • La dermatite atopica può essere complicata da un'infezione secondaria (una conseguenza del graffio profondo), che porta allo sviluppo di piodermite ed eczema.
  • Molto spesso, la diatesi allergica si verifica su uno sfondo di disbiosi - in questo caso, sintomi come feci frequenti e sciolte con schiuma o una tinta verdastra, il dolore all'addome sono caratteristici.

Prevenzione e trattamento della dermatite atopica

Nel 90% dei casi, la dermatite atopica, soggetta a misure preventive e dieta, dovrebbe passare di 6 mesi - 1 anno. Può essere curato fino a 3 anni. Se ciò non viene fatto, allora può perseguire una persona per tutta la vita..

Quali alimenti possono causare dermatite atopica?

Nelle prime settimane, i pediatri raccomandano di non mangiare cibi "sospetti", tra cui bacche rosse, pomodori, agrumi, cioccolato, pesce, noci, miele e altri alimenti allergenici, per la mamma.

Dopo aver eliminato tutti i possibili allergeni e curato la pelle del bambino, si consiglia di aggiungere con molta attenzione prodotti alla dieta e vedere di cosa tratta in particolare l'allergia. Può verificarsi letteralmente immediatamente dopo un pasto, o forse in pochi giorni - quando i residui indigeribili si accumulano nel corpo del bambino in volume sufficiente a provocare una reazione.

  • È molto importante che i bambini inclini alla dermatite atopica siano allattati al seno.
  • Se per qualche motivo l'allattamento al seno non è possibile, sarà più difficile. In questo caso, i medici di solito raccomandano alimenti per bambini ipoallergenici..
  • Ai bambini con dermatite atopica allattati al seno si consiglia, al contrario, di introdurre alimenti complementari non prima di 6 mesi e, come nel primo caso, seguire una dieta.
  • Si suggerisce di iniziare cibi complementari con cereali, preferibilmente con grano saraceno, mais o riso cotto in acqua. Se un bambino mangia, diciamo, porridge di grano saraceno, allora non è necessario dargli altro. Lascia che il corpo del bambino si abitui gradualmente al nuovo cibo.
  • Dopo 2-3 settimane, se non si è verificata alcuna reazione al porridge, aggiungere alimenti per bambini a base di carne - tacchino o coniglio. Ancora una volta, se un bambino mangia un tacchino, allora nient'altro dovrebbe essere introdotto nella sua dieta.
  • Dopo altre 2-3 settimane aggiungere purea di verdure o di frutta - zucchine, cavolfiore e broccoli. I succhi vengono introdotti all'ultimo momento. Si consiglia di seguire Monodiet per almeno 6 mesi. E se i sintomi della malattia scompaiono, puoi introdurre delicatamente nuovi prodotti, ma ricorda che il bambino è a rischio di ammalarsi di nuovo.

Gli allergologi raccomandano anche che, al primo segno di dermatite atopica, venga eseguito un test delle feci per determinare le condizioni del tratto digestivo e dopo che il bambino si è ripreso, è necessario condurre test ripetuti e osservare la progressione della malattia.

La base per la scomparsa dei sintomi della neurodermite è un'adeguata cura della pelle.

  • La pelle deve essere lavata 1 - 2 volte al giorno con uno strumento speciale che il medico le consiglierà. Con un'esacerbazione della malattia, le vasche da bagno calde (37 ° C) con foglie di alloro aiutano bene (da 6 a 8 foglie vengono preparate con un bicchiere di acqua bollente, lasciate fermentare per mezz'ora, versate in un bagno d'acqua). Quando i sintomi diminuiscono e scompaiono, si raccomandano i bagni di sale marino..
  • Dopo il lavaggio, sciacquare il bambino con acqua bollita o minerale pulita e, senza pulirlo, applicare la crema prescritta dal medico sulla pelle.
  • Puoi quindi tamponare l'acqua rimanente sul tuo corpo con un asciugamano morbido..

Allergia alimentare in un bambino

Gravi eruzioni cutanee si verificano quando vari prodotti allergenici entrano nel corpo. Questa condizione è molto pericolosa per lo sviluppo di effetti avversi, che possono peggiorare notevolmente il benessere del bambino. L'allergia alimentare di un bambino è qualcosa a cui i genitori dovrebbero prestare molta attenzione..

Cos'è?

Lo sviluppo di eruzioni allergiche che compaiono sulla pelle dopo aver mangiato determinati alimenti si chiama allergia alimentare. Questa condizione è ugualmente comune sia nei ragazzi che nelle ragazze..

Ogni terzo bambino con allergia ha un'allergia alimentare. I sintomi negativi possono verificarsi a qualsiasi età. Anche entro 1 anno dalla nascita, i bambini possono manifestare manifestazioni allergiche..

Come sorge?

I fattori che provocano questa forma di allergia sono vari prodotti che hanno un forte effetto allergenico. Gli allergeni che entrano nel corpo passano attraverso il tratto gastrointestinale e vengono facilmente assorbiti. Una volta nel flusso sanguigno, i componenti estranei vengono riconosciuti dalle cellule del sistema immunitario.

Il contatto con un allergene provoca l'insorgere di una cascata di reazioni infiammatorie. Durante il loro sviluppo, viene rilasciata un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive. Un segno specifico di un'allergia è un aumento del livello di immunoglobulina E. Normalmente, la quantità di questa sostanza è sempre la stessa. Un aumento del livello di immunoglobulina E può indicare lo sviluppo di una reazione allergica.

Altre sostanze che contribuiscono anche all'infiammazione sono la bradichinina e l'istamina. Colpiscono il tono e il diametro dei vasi sanguigni. Una maggiore concentrazione di tali sostanze porta a un grave spasmo delle arterie periferiche, che contribuisce a una forte diminuzione della pressione sanguigna e alla compromissione della funzione contrattile del cuore.

Le sostanze biologicamente attive formate durante una reazione allergica hanno un effetto avverso sugli organi del tratto gastrointestinale. Ciò porta a disturbi digestivi, nonché a una diminuzione della funzione motoria intestinale. Se la rimozione prematura di allergeni dal corpo, i sintomi negativi possono persistere a lungo..

Le ragioni

Ci sono molti alimenti che causano allergie alimentari. Spesso un fattore provocante che innesca il processo allergico diventa una sorta di sostanza con spiccate proprietà antigeniche.

Tra le cause più comuni di allergie alimentari ci sono:

  • Agrumi e altri frutti tropicali. Estratti e acidi della frutta hanno spiccate proprietà allergeniche. Anche una piccola quantità di tali frutti esotici contribuisce alla comparsa di allergie avverse.
  • Frutti di mare. Molte madri prima le aggiungono alla dieta dei loro bambini a 3-4 anni. È in questo momento che i primi segni di un'allergia sono più spesso registrati. Molto spesso, i frutti di mare causano l'edema di Quincke. Sono stati segnalati anche casi di shock anafilattico..
  • Cioccolato e tutti i dolci, che includono fave di cacao.
  • Proteine ​​del latte vaccino. Il 50% dei bambini americani ha una maggiore sensibilità e intolleranza a questo prodotto. Di solito i primi segni della malattia si sviluppano nel primo anno di vita di un bambino. In questo momento, molte madri allevano miscele adattate con latte di mucca o bollono porridge di latte.
  • Prodotti contenenti glutine. Questa proteina vegetale si trova nella farina di grano e in molti cereali. Il glutine nell'intestino porta non solo allo sviluppo di sintomi della celiachia, ma anche alla comparsa di una reazione allergica.
  • Frutti di bosco e frutti di colore rosso e giallo. Contengono molti pigmenti coloranti vegetali che contribuiscono allo sviluppo di allergie. Questi componenti hanno un elevato effetto allergenico. Anche le verdure gialle e rosse dovrebbero essere introdotte nella dieta del bambino con una predisposizione alle allergie con molta attenzione e gradualmente.
  • Cibo industriale. In genere, tali prodotti finiti contengono troppi aromi e spezie aggiuntivi. Questi componenti hanno un pronunciato effetto sensibilizzante sul sistema immunitario, provocando lo sviluppo di allergie alimentari.
  • Bevande gassate dolci. Per dare un bel colore, i produttori senza scrupoli spesso aggiungono coloranti di bassa qualità. Tali componenti non solo contribuiscono alla comparsa di reazioni allergiche nei bambini. Con un uso prolungato, sono in grado di avere effetti tossici sul fegato e sul pancreas.
  • Nutrizione impropria della madre durante l'allattamento. Nei neonati, le allergie alimentari possono svilupparsi a seguito dell'ingestione di allergeni insieme al latte materno. Se una madre che allatta mangia cibi con un elevato effetto allergenico, il rischio di sviluppare diatesi o la comparsa di sintomi avversi di dermatite atopica in un bambino aumenta più volte.
  • Uso di miscele selezionate in modo errato. Alcune miscele adattate possono causare allergie nel tuo bambino. Più ingredienti fanno parte di questi prodotti, più difficile è capire quale di essi ha causato un'allergia. I sintomi più comuni di allergia avversa sono causati da miscele contenenti latte di vacca secco o glutine..
  • Uova di gallina e quaglia. Se il bambino ha intolleranza al pollo, allora avrà anche l'80% di probabilità in più di sviluppare reazioni allergiche quando mangia uova.
  • Noccioline. Qualsiasi specie può causare allergie. Anche una piccola quantità di noci tritate, che sono incluse in vari cereali per la colazione preparati o barrette dolci nutrienti, contribuisce allo sviluppo di sintomi di allergia alimentare. In America, anche la presenza di tracce di frutta a guscio in tutti i prodotti che possono essere acquistati al supermercato deve essere contrassegnata..

Sintomi

Le allergie alimentari si manifestano in diversi modi. La gravità dei sintomi dipende dall'età del bambino, dallo stato iniziale di immunità e dalla presenza di malattie croniche concomitanti.

I segni più caratteristici delle allergie alimentari:

  • Macchie rosse o prurito su tutto il corpo. Nei bambini piccoli, questo sintomo si manifesta in modo abbastanza chiaro. La pelle appare infiammata e con molteplici tracce di graffi.
  • Prurito intollerabile. Si verifica sia di giorno che di notte. Può intensificarsi dopo aver fatto il bagno o quando l'acqua penetra sulla pelle. Di notte, il prurito diminuisce leggermente.
  • Grave debolezza Il prurito costante esaurisce fortemente il bambino. Diventa più letargico, rifiuta il cibo. L'appetito del bambino peggiora. Con un lungo ciclo di allergie alimentari, i bambini iniziano a perdere peso.
  • Mal di stomaco. Incontro non sempre. La sindrome del dolore si verifica in presenza di malattie concomitanti del tratto gastrointestinale.
  • Interruzione dell'intestino. Spesso manifestato dalla comparsa di feci molli. Alcuni bambini sperimentano alternanza di diarrea e costipazione.
  • Affaticabilità rapida. Il bambino gioca meno ai giochi all'aperto, più spesso si riposa. A causa del forte prurito e del sonno disturbato, può verificarsi una diminuzione dell'attività diurna..
  • Rigonfiamento. Spesso si verificano sul viso e sul collo. Più caratteristico dell'edema di Quincke. Questo sintomo è molto sfavorevole. Con la comparsa di edema sul viso e gonfiore degli occhi, dovresti mostrare immediatamente il bambino al medico. Il trattamento domiciliare in questo caso può essere pericoloso..

Diagnostica

Per identificare con precisione quale prodotto è l'allergene per il bambino, sono necessari ulteriori esami. Per prescrivere tali test, i genitori dovrebbero mostrare il bambino a un allergologo. Il medico effettuerà un esame del bambino, oltre a eseguire test diagnostici che aiuteranno a stabilire tutte le cause delle allergie che provocano allergie..

Attualmente, vengono utilizzati i seguenti metodi per diagnosticare le allergie alimentari:

  • Analisi del sangue generale. Con le allergie, aumenta il numero di leucociti e aumenta la VES. Nella formula dei leucociti, aumenta il numero di linfociti ed eosinofili. Queste cellule sono responsabili dello sviluppo di reazioni allergiche nel corpo..
  • Biochimica del sangue. Consente di stabilire patologie concomitanti che si verificano con sintomi simili. Per la diagnosi differenziale, viene determinato il livello di bilirubina, transaminasi epatiche, fosfatasi alcalina e amilasi. Questi indicatori caratterizzano il lavoro del fegato, della cistifellea e del pancreas.
  • Determinazione del livello di immunoglobulina E. Ad ogni età, ci sono alcuni standard per questa sostanza. Tutti i laboratori offrono anche i loro valori normali per l'indicatore (in base ai reagenti utilizzati per eseguire le analisi). Durante le reazioni allergiche, il livello di immunoglobulina E aumenta più volte.
  • Identificazione di pannelli allergenici. Tali tipi di studi aiutano a stabilire tutte le possibili sostanze allergeniche che possono causare manifestazioni allergiche. Il materiale per lo studio è il sangue venoso. La disponibilità dell'analisi va da tre giorni a una settimana. Questo test di laboratorio è molto informativo e affidabile..
  • Test di scarificazione. Tenuto per i bambini delle scuole. Nella prima infanzia, questo test è difficile e non ha un'alta affidabilità del risultato. Il medico fa una tacca sulla pelle del bambino con uno strumento speciale, introducendo allergeni diagnostici che corrispondono a prodotti specifici. Quando appare una macchia rossa brillante nell'area di alcune incisioni, si può dire che c'è un'alta sensibilità a questa sostanza allergenica.
  • Feci Bakseva È prescritto in caso di disturbi persistenti delle feci. L'analisi viene eseguita entro 7-14 giorni. Utilizzando questo test, è possibile stabilire la presenza di disbiosi nell'intestino, che spesso si sviluppa con un lungo corso di allergia alimentare.

Trattamento

Per il trattamento delle allergie alimentari, vengono utilizzati diversi metodi contemporaneamente. È impossibile liberarsi completamente di una tale malattia. L'allergia alimentare rimarrà con il bambino per il resto della sua vita. Il monitoraggio dello sviluppo di nuove esacerbazioni della malattia dovrebbe essere costante.

Quando identificano un'allergia alimentare in un bambino, i medici raccomandano:

  • Segui una dieta ipoallergenica. Tutti i prodotti che hanno forti proprietà allergeniche sono completamente esclusi dalla dieta dei bambini. Segui le linee guida nutrizionali per tutta la vita.
  • La nomina di farmaci gastrointestinali. Tali medicinali aiutano ad eliminare i sintomi avversi che si verificano nello stomaco o nell'intestino dopo aver mangiato cibi allergenici. I farmaci possono essere prescritti sia per la somministrazione del corso (per alleviare i sintomi avversi di esacerbazione), sia per quelli permanenti. Tali farmaci aiutano a normalizzare la funzione motoria intestinale e migliorare la digestione..
  • Normalizzazione del giorno. Un sonno completo e di alta qualità è molto importante per il rapido recupero del corpo del bambino. I bambini devono riposare durante il giorno per almeno 2-3 ore. Di notte, il bambino dovrebbe dormire circa 9 ore.
  • Antistaminici prescriventi. Aiuta ad eliminare i sintomi negativi del prurito della pelle e a migliorare il benessere del bambino. Applicato solo nel periodo acuto di allergie..
  • Terapia riparativa. L'assunzione di complessi multivitaminici, le passeggiate attive all'aria aperta, la limitazione dei giochi all'aperto nel periodo acuto della malattia contribuiscono a un recupero più rapido del corpo.
  • Rifiuto dell'alimentazione artificiale e passaggio ad altre miscele adattate. La composizione di tali prodotti è generalmente composta da molti componenti diversi. Con lo sviluppo di allergie alimentari, dovresti scoprire su quale componente della miscela il bambino ha un'allergia alimentare. In futuro, ciò contribuirà a scegliere un prodotto più adatto nella composizione.

Terapia farmacologica

Per eliminare i sintomi avversi che portano al bambino un grave disagio nel periodo acuto della malattia, i medici raccomandano i seguenti gruppi di farmaci:

  • Antistaminici. Può essere utilizzato sotto forma di compresse, unguenti, creme e iniezioni. Di solito prescritto per 5-7 giorni - per alleviare i sintomi spiacevoli. Aiutano ad eliminare il forte prurito e normalizzare il sonno. Di solito vengono utilizzati 1-2 volte al giorno. I seguenti agenti possono essere usati per trattare le allergie alimentari: Claritin, Suprastin, Loratadin, Zirtek, Erius e molti altri.
  • ormonale Spesso usato per malattie gravi e per eliminare le eruzioni cutanee pruriginose. Gli ormoni possono essere trattati con ormoni a qualsiasi età. L'effetto di tali fondi dura, di regola, per molto tempo. Con l'uso prolungato, possono verificarsi effetti collaterali sistemici. Quando compaiono, gli ormoni vengono cancellati.
  • Lenitivo. Aiutano a normalizzare il sonno e aiutano anche a ridurre la maggiore ansia che si verifica a causa di prurito prolungato e doloroso. Per i bambini sono preferibili decotti e infusi preparati con piante medicinali a casa. In età avanzata, è possibile utilizzare gocce contenenti estratti di piante. Melissa, menta, origano hanno un effetto sedativo.
  • Creme e pomate terapeutiche. Contengono principi attivi con antistaminici e effetti antinfiammatori. Sono applicati localmente sull'area della pelle infiammata. Possono essere usati a lungo. Aiuta ad eliminare gli elementi pruriginosi della pelle e aiuta anche ad ammorbidire e idratare la pelle..
  • Complessi multivitaminici. Aiutano a ripristinare il sistema immunitario e rafforzano anche il corpo dei bambini, indebolito durante un'esacerbazione di allergie. Assegnato per 1-2 mesi. Un corso multivitaminico di droga è consentito due volte l'anno - per rafforzare l'immunità.
  • Farmaci che influenzano la motilità intestinale. Con grave feci molli, vengono prescritti assorbenti. Di solito sono sufficienti 2-3 giorni di somministrazione per ottenere il risultato. Durante l'uso di assorbenti, dovresti bere molti liquidi. Ciò contribuisce al miglior lavoro delle droghe e al rapido raggiungimento dell'effetto..

Dieta

La dieta di un bambino con allergia alimentare deve essere pianificata con cura. Evitare che anche una piccola quantità di prodotti allergenici penetri nella piastra. Qualsiasi violazione della dieta contribuisce allo sviluppo di nuovi sintomi avversi di allergie.

La nutrizione terapeutica di un bambino con un'allergia alimentare comporta un menu molto vario e gustoso. Le mamme dovrebbero ricordare che tutti i prodotti che possono essere utilizzati possono essere preparati in vari modi. Molte verdure si completano perfettamente, puoi creare combinazioni molto gustose e varie.

Per i bambini con allergie alimentari, gli alimenti altamente allergenici devono essere completamente eliminati. Questi includono carne rossa e pollame, frutti di bosco e frutti luminosi, frutti di mare e pesce, agrumi, noci, cioccolato e frutti tropicali. Le verdure arancioni possono anche causare sintomi avversi in un bambino..

Le più sicure sono zucchine, zucca, broccoli, cavolfiori, cetrioli, pesce bianco, petto di pollo, mele verdi e pere. Non ci sono praticamente allergeni in questi prodotti. Possono essere tranquillamente aggiunti alla dieta dei bambini - senza timore che si possa sviluppare un'allergia. Le reazioni allergiche sono molto rare per questi prodotti..

Il latte di capra può essere usato per produrre cereali. Una soluzione del genere sarebbe un'ottima opzione se le consuete opzioni sono impossibili. La maggior parte dei bambini ama il porridge e il latte acido cotto nel latte di capra. Tali prodotti saranno un'aggiunta eccellente al menu del bambino tra 1-2 anni.

Se il bambino ha intolleranza al glutine, tutti i prodotti che potrebbero contenerlo dovrebbero essere completamente esclusi dal menu. La cottura regolare del grano può causare un bambino molto allergico. È meglio privilegiare cereali e cereali alternativi, che non contengono glutine. Tali bambini non dovrebbero mangiare il porridge dalla farina d'avena, poiché ciò può portare alla comparsa di eruzioni allergiche in essi.

Come tenere un diario alimentare?

Per identificare tutti i possibili allergeni che possono causare allergie alimentari, dovresti monitorare attentamente tutto ciò che appare sul piatto del bambino. Il diario alimentare può semplificare tale controllo. Dovrebbe essere scritto tutti i prodotti che fanno parte dei piatti quotidiani preparati.

Tali note possono aiutare a identificare tutti gli alimenti che inducono un bambino a sviluppare sintomi allergici. Se si verificano, prendere appunti nel diario nutrizionale, indicando esattamente quali sintomi sono comparsi. Queste note aiuteranno anche il tuo allergologo a formulare raccomandazioni nutrizionali dettagliate..

Un diario dovrebbe essere tenuto costantemente. Mantenere tali registri è particolarmente rilevante nei primi tre anni di vita di un bambino. In questo momento, ha luogo la formazione finale del comportamento alimentare e quasi tutti gli alimenti di base vengono introdotti nella dieta del bambino. Tenere un diario in età avanzata rivelerà altri allergeni che possono causare un bambino a sviluppare sintomi avversi.

Urgente attenzione

Quando compaiono i primi sintomi di allergie, il bambino deve essere mostrato al pediatra. Spesso, le manifestazioni allergiche sono simili a sintomi simili che si trovano in varie malattie del tratto gastrointestinale. Il medico effettuerà un esame e prescriverà test che aiuteranno a determinare la causa esatta del disturbo..

Per eliminare l'allergene dal corpo, sciacquare la cavità orale con normale acqua bollita. In un ospedale ricorrere alla lavanda gastrica. In genere, questa procedura viene eseguita solo con gravi sintomi della malattia. Se il bambino ha dolori addominali e gravi disturbi alle feci, possono essere utilizzati sorbenti. Aiutano abbastanza efficacemente a curare tutto..

Per eliminare il prurito, il bambino dovrebbe ricevere un antistaminico. Di solito, non deve essere somministrata più di una compressa prima di un esame medico. Tale dosaggio è sufficiente per ridurre i sintomi avversi. In alcuni casi, i medici raccomandano di fare un clistere al bambino. Aiuta anche ad eliminare gli allergeni dal corpo..

Per migliorare la salute, dai al tuo bambino più fluido possibile..

Con le allergie alimentari, è meglio dare al tuo bambino una normale acqua bollita, raffreddata a temperatura ambiente. Quando i sintomi dell'allergia aumentano, dovresti assolutamente chiamare un medico o un'ambulanza. Con lo sviluppo dell'edema o dello shock anafilattico di Quincke, potrebbe essere necessario il ricovero di emergenza del bambino in un ospedale dove gli specialisti lo aiuteranno.

Prevenzione

Per evitare sintomi avversi di allergie alimentari, devono essere prese misure preventive. Tutte le regole devono essere rigorosamente rispettate, senza eccezioni. Qualsiasi ingestione anche della più piccola quantità di allergene nel corpo può contribuire a cattive condizioni di salute.

Per evitare allergie alimentari, dovresti:

  • Controlla la tua dieta. Seguire una dieta ipoallergenica favorisce il buon funzionamento del sistema immunitario e un'eccellente digestione. L'eliminazione dei cibi allergenici aiuta a mantenere uno stile di vita familiare ed evitare sintomi avversi..
  • Rafforzare il sistema immunitario. Una buona alimentazione, 9 ore di sonno, giochi all'aperto e rinvenimento aiutano a normalizzare il sistema immunitario.
  • Escludere alimenti altamente allergenici dalla dieta durante la gravidanza e l'allattamento. Anche le piccole concessioni possono portare allo sviluppo di una grave dermatite atopica o diatesi in un bambino. Le donne incinte (così come le donne che allattano al seno) devono necessariamente tenere un diario nutrizionale. Indica tutti gli alimenti che sono stati consumati durante il giorno. Tali documenti aiuteranno le mamme a determinare più facilmente ciò che contribuisce allo sviluppo di allergie alimentari nei bambini.

Osservato regolarmente da un allergologo. Tutti i bambini con allergie alimentari devono essere sottoposti a screening per gli allergeni. Tale test rivelerà tutti i possibili e persino nascosti prodotti allergenici che possono portare allo sviluppo di allergie alimentari..

  • Monitora l'idratazione della pelle. Durante un'esacerbazione delle allergie alimentari, la pelle diventa molto secca. Dopo il bagno o la doccia, la secchezza può aumentare notevolmente. Per idratare la pelle, puoi usare idratanti speciali - emollienti. Dovrebbero essere applicati 2-3 volte al giorno. Questi fondi possono essere utilizzati a lungo..
  • Limitazione delle procedure igieniche. Durante un'esacerbazione di allergie, il bambino non dovrebbe essere in acqua per lungo tempo. Di solito bastano 10-15 minuti. Procedure igieniche più lunghe possono contribuire ad aumentare il prurito e la comparsa di nuove eruzioni cutanee. Dopo il bagno o la doccia, le aree infettive devono essere trattate con medicinali o unguenti e lasciate fino a completo assorbimento..

Il monitoraggio regolare del decorso delle allergie alimentari aiuta a prevenire lo sviluppo della malattia. Seguire una dieta e rafforzare l'immunità ridurrà significativamente il rischio di esacerbazioni in futuro.

Sul perché l'allergia alimentare prende, vedi la spiegazione del Dr. Komarovsky nel prossimo video.