Che aspetto ha un'allergia sul viso di un bambino: foto di un'eruzione cutanea, sintomi e metodi di trattamento

Cliniche

Gli scienziati hanno iniziato a osservare e studiare le reazioni allergiche solo all'inizio del XX secolo. Le allergie in varie forme si trovano nel 30% della popolazione infantile. Le ragioni sono i fattori ambientali avversi, una predisposizione genetica, nonché il numero crescente di malattie che i genitori sperimentano prima del concepimento e della nascita di un bambino. Molto spesso, neonati e bambini del primo anno di vita sono soggetti a ipersensibilità..

Quindi i segni dell'allergia alimentare sembrano

Che cos'è un'allergia??

Un'allergia è un processo immunopatologico causato dall'ipersensibilità del sistema immunitario del corpo. Una sostanza che scatena una reazione allergica è chiamata "allergene".

Con la ripetuta esposizione dell'allergene a un organismo precedentemente sensibilizzato, il sistema immunitario produce immunoglobuline E..

Tipi di allergie nei bambini e sintomi che li accompagnano

Per tipi e sintomi, una maggiore sensibilità nei bambini piccoli può essere divisa in tre gruppi:

Lesioni cutanee:

  • diatesi essudativa, crosta di latte (pelle del viso, fronte, guance, petto, glutei, pancia che diventa rossa, bucce, si bagna, prude) (si consiglia di leggere: che cos'è se il bambino si bagna dietro l'orecchio?);
  • eruzione cutanea, arrossamento di diversa natura (da piccole macchie sulla fronte e sulle guance a macchie di orticaria in tutto il corpo);
  • gneiss (seborrea) sotto i peli della testa e delle sopracciglia;
  • cure a lungo termine di dermatite da pannolino (dietro le orecchie, nelle pieghe inguinali, sotto le ascelle);
  • eccessiva sudorazione anche con leggero surriscaldamento;
  • congiuntivite allergica.

Disturbi digestivi:

  • colica intestinale - spasmi dei muscoli intestinali, flatulenza;
  • rigurgito frequente e abbondante, vomito;
  • feci irregolari instabili (liquido con schiuma, colore verdastro, costipazione);
  • disbiosi intestinale.

Manifestazioni dell'apparato respiratorio:

  • rinite allergica (naso che cola prolungato, difficoltà nella respirazione nasale);
  • broncospasmo (difficoltà a respiro sibilante con retrazione dei punti compatibili del torace), è possibile una transizione verso l'asma bronchiale.

Una manifestazione particolarmente pericolosa di una reazione allergica è l'edema di Quincke (edema angio-nevrotico). Questa condizione è caratterizzata da edema del grasso sottocutaneo del viso, del collo, meno spesso delle estremità, della laringe e, di conseguenza, del soffocamento. La forma estrema di una reazione allergica è lo shock anafilattico.

Cause di una reazione allergica

A causa del verificarsi di un'allergia in un bambino, può essere cibo, contatto, droga. Gli agenti patogeni includono cibo, latte materno, prodotti chimici domestici, profumi, medicine, vaccini, punture di insetti e veleno.

L'allergia alimentare nei bambini è più comune e si manifesta principalmente sotto forma di dermatite atopica essudativa, disturbi del tratto gastrointestinale:

  • L'allergia risultante sulle guance di un bambino allattato al seno (GV) indica una reazione agli alimenti nella dieta della madre, l'intolleranza individuale al latte materno.
  • La formula per neonati è la causa più comune di allergia infantile all'alimentazione artificiale (si consiglia di leggere: che aspetto ha un'allergia alla miscela sul corpo del bambino?). In questo caso, un'allergia sul viso del bambino può anche indicare intolleranza agli ingredienti della miscela, deficit di lattasi.
  • Le allergie nei bambini di età inferiore a un anno si verificano anche al momento dell'alimentazione. Secondo le raccomandazioni, gli alimenti complementari iniziano all'età di almeno quattro mesi, provando un nuovo prodotto non più di una volta alla settimana.

Le allergie da contatto in un bambino di un mese si manifestano sotto forma di un'eruzione cutanea diversa. Le eruzioni cutanee compaiono su aree della pelle a diretto contatto con l'allergene e si diffondono in tutto il corpo. In questo caso, possono verificarsi ipersensibilità alla polvere domestica, alla lana e ai rifiuti domestici, nonché vestiti per bambini, detergenti, cosmetici speciali per bambini: creme, pannolini, salviettine umidificate..

Reazione allergica di tipo contatto

Una reazione allergica ai farmaci debutta molto spesso con una piccola eruzione cutanea rossa, pruriginosa e soggetta a drenaggio. Può essere nient'altro che un effetto collaterale di farmaci antibatterici, complessi vitaminici, sciroppi antipiretici o vaccini..

Nel periodo primavera-estate dell'anno, un'allergia in un bambino può essere una reazione alle piante da fiore (febbre da fieno). In questo caso, il polline di alberi ed erbe agisce come un allergene. La febbre da fieno in un bambino è espressa da naso che cola, starnuti, congiuntivite, ha una stagionalità pronunciata.

Febbre da fieno o rinocongiuntivite allergica stagionale in un bambino

Come capire a cosa è allergico il tuo bambino?

La diagnosi di allergie e il rilevamento di allergeni viene effettuata solo da medici specialisti: un pediatra, un allergologo-immunologo. Esame obbligatorio del bambino, esami del sangue, metodi supplementari di esame strumentale.

La presenza di un livello aumentato di IgE, eosinofili in un esame del sangue consente di comprendere e riconoscere più accuratamente una reazione allergica e di scoprire il principale allergene. L'interrogatorio dei genitori, il mantenimento di un diario alimentare aiuta a determinare la relazione tra gli effetti di determinati fattori, l'assunzione di alimenti e i sintomi dell'ipersensibilità..

Cosa è allergia pericolosa per i bambini?

  • La complicazione più comune è l'asma bronchiale, una malattia di lunga durata di natura allergica infettiva con frequenti esacerbazioni.
  • Forse lo sviluppo di una lesione cronica del sistema ematopoietico - anemia emolitica. Il principale segno di questa malattia è la distruzione accelerata dei globuli rossi..
  • Tuttavia, l'angioedema e lo shock anafilattico sono riconosciuti come le condizioni più pericolose. Queste condizioni compaiono improvvisamente, si sviluppano rapidamente e vengono trattate solo in condizioni stazionarie..

Trattamento della patologia nei bambini fino a un anno

Per curare un'allergia in un bambino, devi prima rimuovere l'allergene. Durante l'allattamento, una donna dovrebbe scegliere con cura il cibo. Agrumi, miele e prodotti delle api, frutta e verdura rossa, muffin, cioccolato, conserve e prodotti affumicati, latte, noci, pesce e frutti di mare sono completamente esclusi dalla dieta.

I cosmetici per il bambino sono selezionati solo ipoallergenici (consigliamo di leggere: quali sono le formule per bambini ipoallergeniche più utili?). È importante ventilare la stanza dei bambini il più spesso possibile ed eseguire la pulizia ad umido al suo interno, rimuovere gli accumulatori di polvere (tappeti, tende, giocattoli morbidi).

Come trattare, quale medicina dare al bambino, che ungere le lesioni cutanee? I farmaci sono prescritti rigorosamente dal medico, mentre vengono selezionati farmaci di azione generale e locale.

L'uso di assorbenti

Enterosorbenti - Smecta, Polysorb, Enterosgel, Carbone attivo, Carbone bianco - sono più spesso utilizzati nel trattamento delle allergie alimentari. È possibile utilizzare dalla nascita, così come a 6-7 mesi - con l'introduzione di alimenti complementari.

Gli enterosorbenti non vengono assorbiti dal tratto digestivo. Passando lungo il tratto gastrointestinale senza cambiamenti, neutralizzando le reazioni tossiche e allergiche, aiuta a ridurre il carico sul fegato e sui reni, lega i patogeni nell'intestino, accelera la loro rimozione dal corpo attivando la peristalsi.

L'uso di antistaminici

Gli antistaminici riducono le manifestazioni di ipersensibilità sotto forma di edema, prurito, eruzioni cutanee. Fino all'età di un mese, al bambino non vengono prescritti antistaminici. Oggi ci sono diverse generazioni di questo gruppo di droghe..

Le prime generazioni (Difenidramina, Suprastin, Tavegil, Fenkarol, Diazolin) oltre all'effetto anti-allergico, hanno un pronunciato effetto sedativo, devono essere assunte da due a tre volte al giorno. A casa, questi fondi non sono utilizzati nei neonati.

I preparati delle generazioni seguenti (I, II) sono più adatti per essere presi da un bambino: Loratadin, Desloratadine, Cetirizine, Levocetiresine, Fexofenadine, Dimetinden. Hanno un effetto quotidiano diretto e selettivo, non c'è effetto sedativo. Se il bambino ha un mese, è consentito il trattamento con gocce, ad esempio Fenistil. Dopo che il bambino ha raggiunto l'età di 6 mesi, puoi usare le gocce di Zirtek.

Mezzi per l'applicazione locale

Tutti gli agenti topici sono divisi in ormonali e non ormonali. Disponibile sotto forma di crema, gel, unguento.

I mezzi che non hanno ormoni nella loro composizione possono essere usati a lungo. Tali creme includono Bepanten, Fenistil, Elidel, Vundekhil. Se il bambino ha già un mese, un'allergia al viso, alla fronte, alle guance viene fermata da un farmaco come Bepanten (per maggiori dettagli, vedi: usiamo la crema Bepanten correttamente per le madri che allattano e i neonati). È anche disponibile per i bambini in una comoda forma di emulsione e schiuma di raffreddamento..

Unguenti e creme contenenti ormoni corticosteroidi sono utilizzati in caso di inefficacia di altri farmaci per allergie gravi solo come indicato da un medico. Riducono attivamente e rapidamente il prurito e riducono le manifestazioni della pelle, mentre vengono assorbiti nel sangue. I preparati relativamente sicuri per i bambini (Advantan, Mometasone) iniziano a essere utilizzati dall'età di sei mesi, quanto tempo possono spalmare la pelle, solo uno specialista decide. Se il trattamento con tali sostanze viene interrotto bruscamente, può verificarsi una "sindrome da astinenza" e la ricorrenza della malattia di base..

Ricette di medicina tradizionale

Bagni, lozioni, salviette con decotti di erbe non devono essere contrastati con i metodi tradizionali, sono solo un'aggiunta alla terapia principale. Dopo la completa guarigione della ferita ombelicale, un decotto di una corda, calendula, camomilla, corteccia di quercia viene versato nella vasca da bagno per il bagno: questo idrata e calma la pelle. Lozioni e sfregamenti con succo di aloe ridurranno prurito e arrossamento.

Consigli per l'assistenza generale

Cosa dovrebbero fare i genitori quando viene diagnosticato un allergia a un bambino? Prima di tutto, non farti prendere dal panico! Metodi non specifici di trattamento e prevenzione della ricaduta della malattia sono facili da eseguire a casa ogni giorno..

Per prevenire reazioni allergiche nei neonati, è necessario seguire rigorosamente tutte le regole per la cura del bambino

  • rispettare il regime di consumo e mantenere l'equilibrio idrico del corpo del bambino;
  • seguire rigorosamente le raccomandazioni dietetiche nella dieta del neonato e della madre;
  • raccogliere la biancheria da letto del bambino solo da morbidi tessuti naturali con cuciture verso l'esterno, indossare solo abiti puliti e asciutti;
  • ventilare regolarmente il vivaio, fare la pulizia a umido, evitando l'accumulo di polvere;
  • in tempo per fare il bagno, lavare il bambino, usare pannolini solo marchi comprovati;
  • trattare le pieghe della pelle con una crema protettiva, se si verificano almeno diversi elementi dell'eruzione cutanea, utilizzare una crema speciale (ad esempio, Bepanten);
  • senza indugio a contattare un pediatra se si sospetta che un'allergia stia progredendo, seguire tempestivamente e correttamente le raccomandazioni.

Quanta allergia passa?

La velocità di recupero del bambino è molto individuale e dipende da molti fattori. Qual è stato l'allergene, quanto è durato (vedi anche: noti prodotti allergenici che sono dannosi durante l'allattamento)? Quanto tempo dopo l'inizio dell'allergia è stato prescritto il trattamento ed è stato efficace??

Il complesso delle manifestazioni allergiche può scomparire senza lasciare traccia entro due o tre giorni e può essere necessario un trattamento prolungato. Se vengono seguite tutte le raccomandazioni, si spera che all'età di cinque anni l'allergia passerà, poiché il sistema immunitario e il tratto digestivo finiranno la loro formazione e miglioramento. essere sano!

Allergia nei neonati

Quando compaiono strani punti sul corpo del bambino tanto atteso, una madre amorevole inizia a preoccuparsi. Le eruzioni allergiche possono comparire nei primi giorni di vita di una piccola persona. Le ragioni di tali manifestazioni sono molto diverse: dai problemi digestivi a un respiro fugace degli spiriti della madre. È molto importante che i genitori notino strani sintomi in tempo e inizi il trattamento per la causa..

Allergia nel neonato: concetti generali

Come a qualsiasi altra età, un'allergia in un neonato è una reazione patologica del corpo a una sostanza irritante. In un altro modo, una tale sostanza è chiamata allergene. La differenza nelle manifestazioni di allergie nei neonati e nei bambini più grandi è il grado di pericolo delle manifestazioni per il corpo. Nei bambini piccoli, l'immunità è ancora molto debole, quindi è molto importante non consentire il lancio di una tale condizione.

C'è un'idea sbagliata secondo cui il latte materno protegge in modo affidabile il bambino da tutti gli allergeni alimentari. Un'opinione fondamentalmente sbagliata, perché il bambino potrebbe essere allergico al lattosio, che si trova nel latte materno.

Sintomi allergici

Un bambino non sarà in grado di dire alla madre che cosa lo disturba e dove fa male, quindi è importante essere in grado di notare eventuali segni atipici sul corpo del bambino. I sintomi allergici comprendono:

  1. Problemi con la pelle del bambino. Il primo segno di una reazione allergica. Può essere espresso sotto forma di arrossamenti, eruzioni cutanee e macchie. A volte può essere piccoli punti secchi e desquamazione della pelle, e talvolta le allergie si manifestano come irritazioni piangenti. La posizione di tali lesioni può essere qualsiasi. Molto spesso, le guance del bambino, le rughe delle gambe e dell'addome, il collo.
  2. Disturbi digestivi. Se l'allergia è stata causata da un irritante alimentare, tra i sintomi ci sono rigurgito abbondante subito dopo aver mangiato, diarrea, coliche. Invece di diarrea, può verificarsi stitichezza..
  3. Gonfiore del sistema respiratorio. I problemi respiratori possono essere causati da allergeni presenti nell'aria. Può trattarsi di polvere di libri, polline, odori di aerosol (profumi, deodoranti), peli di animali domestici. Se queste sostanze entrano nelle vie respiratorie del bambino, si osservano edema laringeo, respiro corto, tosse. A volte i sintomi ricordano molto un raffreddore comune. La differenza è che non c'è aumento di temperatura.

Come distinguere visivamente le allergie dal calore pungente

Le eruzioni allergiche possono sembrare molto simili a calore pungente o acne (acne). Per distinguere l'uno dall'altro, devi sapere come si presentano e si manifestano questi stati.

  • Per natura dell'eruzione cutanea. Le eruzioni allergiche danno sempre al bambino l'inconveniente: prurito e prurito. Inoltre, le piccole aree tendono a fondersi in una grande. Con la sudorazione, l'eruzione cutanea ricorda piccoli punti rossi che non disturbano il bambino. I brufoli (acne) hanno una parte superiore bianca e non comportano inconvenienti.
  • La posizione dell'eruzione cutanea. L'allergia colpisce più spesso glutei, gambe, addome, testa e schiena del bambino. La sudorazione appare in luoghi in cui l'aria è limitata: curve delle braccia e delle gambe, aree ascellari, collo del bambino. L'acne appare solo sul viso.
  • Risposta al farmaco. Un'eruzione allergica non scompare dopo il trattamento con farmaci antisettici, ma diventa pallida e scompare dopo l'assunzione di farmaci antistaminici (anti-allergenici). La sudorazione si verifica dopo il trattamento con polveri e agenti essiccanti (unguento di zinco, polvere per bambini, antisettici) e i brufoli scompaiono da soli dopo alcune settimane. Allo stesso tempo, non reagiscono in alcun modo ai farmaci.

Esempi di come si presenta un'allergia:

Eruzione allergica sulle guance Eruzione cutanea sullo stomaco Allergia alla schiena e alla parte bassa della schiena Fusione di piccoli fuochi dell'eruzione cutanea in una grande macchia Eruzioni cutanee sui glutei Eruzione allergica sulle gambe del bambino Eruzione cutanea sulle guance del bambino

Vi offriamo di guardare un video in cui un allergologo esperto racconta le manifestazioni di allergie nei bambini piccoli.

Ragioni per aspetto e tipi

Per i bambini, ogni nuova sostanza che entra nel corpo è potenzialmente pericolosa, poiché il corpo del bambino non è ancora adattato a loro.

Uno dei tipi più comuni di allergie nei neonati è il cibo. Gli allergeni che vengono con il latte materno e causano una reazione patologica nel bambino includono:

  • Latte di mucca (o meglio, la proteina che contiene - caseina);
  • Uova di gallina
  • Frutti di mare (molluschi, pesce);
  • Grano;
  • Soia
  • Noccioline.

Inoltre, un'alimentazione scorretta e cattive abitudini della madre durante la gestazione, possono anche causare la comparsa di allergie alimentari nel bambino.

La seconda causa più comune di allergie è il contatto diretto della pelle del bambino con l'allergene. Questo tipo di malattia si chiama contatto..

Qualsiasi sostanza può causare un attacco:

  • Il mantello e la saliva dell'animale (a molti cani e gatti piace sdraiarsi accanto al bambino o leccare, considerandolo il loro cucciolo);
  • Polvere;
  • Insetti (zecche, insetti, pulci);
  • Polline di piante (sia da interno che da fiore dal negozio);
  • Prodotti chimici per la casa (detersivi in ​​polvere, sapone con profumi, deodoranti per ambienti);
  • Cosmetici (polvere, profumo, ombre friabili, tutti i tipi di lucidalabbra e rossetti decorativi).

Come identificare un allergene

Un neonato non sarà in grado di dire a sua madre cosa ha mangiato o cosa ha toccato, dopo di che il suo viso o stomaco è stato coperto di macchie rosse. È possibile identificare la causa delle allergie a questa età solo contattando l'ospedale ed eseguendo i test necessari:

  • Esame iniziale del bambino;
  • Raccolta da parte di un pediatra di informazioni sulla dieta del bambino e sulla dieta della madre (se il bambino è allattato al seno);
  • Emissione di un rinvio per un esame del sangue al livello di immunoglobulina E e eosinofili;
  • Esame ecografico degli organi addominali.

Dopo aver identificato un allergene, qualsiasi contatto con una sostanza nociva deve essere completamente eliminato..

Se non riesci a ottenere rapidamente un appuntamento con un pediatra, puoi provare a ridurre al minimo il rischio di collisione con un allergene. Per fare ciò, è necessario seguire alcuni semplici suggerimenti:

  • Se il bambino è allattato al seno, la madre deve analizzare attentamente la sua dieta ed escluderne tutti i cibi potenzialmente pericolosi;
  • Con l'alimentazione artificiale, è necessario studiare attentamente la composizione della miscela. Se si trovano tracce di latte, soia o lattulosio, la miscela deve essere sostituita con una contenente queste sostanze;
  • Non introdurre alimenti complementari troppo presto. I bambini con allergie dovrebbero iniziare a dare cereali senza glutine e verdure anallergiche non prima di sette mesi;
  • Non alimentare eccessivamente il bambino. Ciò è particolarmente vero per i bambini che si nutrono artificialmente. Il regime e il dosaggio devono essere rigorosamente osservati per prevenire il sovraccarico dell'apparato digerente del bambino;
  • Evitare la carenza di liquidi nel corpo del bambino;
  • Fare il bagno a un neonato solo in acqua bollita. In questo caso, usare sapone o altri mezzi per i bambini non dovrebbe essere più di una volta alla settimana;
  • Giocattoli per bambini da acquistare solo con materiali comprovati che soddisfano tutti gli standard di qualità;
  • Gli articoli per bambini, specialmente i pannolini e il corpo, possono essere lavati solo con polveri per bambini. I detergenti per bucato convenzionali non sono adatti a questi scopi;
  • L'abbigliamento del bambino dovrebbe essere fatto di tessuti naturali, preferibilmente non tinti con tinture brillanti;
  • Se ci sono animali domestici a casa, vale la pena escludere il loro aspetto nella stanza del bambino e il contatto con le sue cose. Inoltre, nella stessa stanza, è importante rimuovere tutte le tracce della presenza di animali domestici;
  • Creare condizioni confortevoli nella stanza: temperatura 18-22 gradi con umidità media;
  • La pulizia a umido nella stanza dovrebbe essere effettuata quotidianamente, senza l'uso di prodotti chimici domestici, specialmente con un odore pungente;
  • I tappeti e i tappeti a pelo lungo devono essere rimossi dalla stanza del bambino in modo che la polvere non si accumuli su di essi;
  • Durante le passeggiate all'aria aperta, la stanza del bambino deve essere ventilata. Le finestre o le finestre dovrebbero essere chiuse da dieci a quindici minuti prima che il bambino ritorni nella stanza;
  • Tutte le piante dalla stanza in cui il neonato dorme dovrebbero essere rimosse..

Trattamento di allergia

Qualsiasi trattamento farmacologico di un neonato deve essere effettuato solo sotto la supervisione di un medico. L'automedicazione in questo caso è estremamente pericolosa..

È importante ricordare che il farmacista in farmacia non è un medico e non ha il diritto di prescrivere farmaci.

Se i suggerimenti di cui sopra hanno contribuito a sbarazzarsi dei sintomi delle allergie e i test hanno rivelato l'allergene stesso, non è necessario un trattamento aggiuntivo con i farmaci. Inoltre, durante l'assunzione di farmaci, potresti anche essere allergico a loro..

In casi gravi o avanzati, il medico può prescrivere i seguenti fondi:

  • Sorbenti (questi farmaci legano gli allergeni nel corpo del bambino e lo rimuovono più velocemente di quanto il corpo del bambino possa fare);
  • Antistaminici senza effetto sedativo (per eliminare i sintomi allergici);
  • Unguenti non ormonali per allergie (prescritti per uso esterno; in rari casi vengono prescritte creme ormonali, che devono essere utilizzate con cautela);

Prevenzione

È importante avviare misure preventive per prevenire le allergie dal momento del concepimento:

  • La futura madre dovrebbe abbandonare tutte le cattive abitudini (tale misura aiuterà non solo a proteggere dalle allergie, ma anche a proteggere la salute del futuro bambino in generale);
  • Le madri devono mangiare bene (rivedere la loro dieta e bilanciarla, se necessario, ed eliminare anche cibi potenzialmente pericolosi).

Dopo la nascita del bambino, le misure per la prevenzione delle malattie allergiche sono le seguenti:

  • Al momento dell'allattamento al seno, la madre deve aderire a una dieta rigorosa e ipoallergenica;
  • Se il bambino non ha una maggiore suscettibilità al latte, l'allattamento deve essere mantenuto il più a lungo possibile;
  • Cerca di non usare medicinali senza necessità urgente, poiché i loro componenti vengono trasmessi con latte al corpo del bambino;
  • Limitare il contatto del bambino con animali domestici;
  • Bagnati quotidianamente nella stanza del bambino.

Tali semplici misure aiuteranno a prevenire lo sviluppo di allergie e manterranno intatta la pelle delicata del bambino..

L'allergia è una malattia insidiosa. Può essere mascherato da calore pungente o acne regolare. Ma con la dovuta cura dei genitori, identificarlo non è difficile. È molto più difficile determinare l'agente patogeno della reazione patologica. Medici e test speciali sono sempre pronti ad aiutare con questo. Quando si trattano le allergie, non correre a correre per i farmaci. È possibile che semplici suggerimenti per rivedere la dieta e lo stile di vita aiuteranno a salvare il bambino dal disagio.

Allergie alimentari nei neonati

La diffusione di reazioni allergiche, principalmente al cibo, non è passata dai bambini neonati, le cui allergie, sfortunatamente, si verificano spesso in una forma più grave rispetto agli adulti. Spesso, le madri che allattano al seno il bambino credono erroneamente che in questo caso il bambino sia immune da allergie. Non è così, perché gli allergeni possono anche essere trovati nel latte materno. Come identificare i sintomi di allergia in un bambino e quali misure dovrebbero adottare i genitori in questo caso?

Le sostanze che scatenano reazioni allergiche sono chiamate allergeni. Le proteine ​​presenti negli alimenti causano allergie alimentari. Gli allergeni alimentari sono in grado di cambiare le loro proprietà durante la cottura, mentre alcuni perdono la loro allergenicità, mentre altri, al contrario, diventano più allergenici.

Qual è il meccanismo di una reazione allergica? In risposta a un allergene, le immunoglobuline E sono sintetizzate nel corpo, che attivano una cascata di reazioni che portano allo sviluppo di sintomi allergici. Di solito, le reazioni allergiche si verificano poco dopo aver mangiato un prodotto che è ipersensibile, ma a volte le allergie possono essere ritardate, manifestandosi solo poche ore dopo aver mangiato il prodotto.

Sintomi di un'allergia alimentare

Quindi, l'allergia alimentare è uno stato di ipersensibilità al cibo. Può manifestarsi in diversi modi:

Sotto forma di lesioni allergiche cutanee:

varie eruzioni cutanee sul corpo,

prurito e desquamazione della pelle delle guance (a volte tali fenomeni sono chiamati "diatesi"),

dermatite da pannolino persistente nonostante attente misure igieniche,

sudorazione abbondante con leggero surriscaldamento,

gneiss (formazione di squame, desquamazione) sul cuoio capelluto e sulle sopracciglia, orticaria,

Edema di Quincke (un tipo di reazione allergica, che è caratterizzato dall'improvvisa comparsa di edema della pelle, del tessuto sottocutaneo e delle mucose).

Sotto forma di lesioni del tratto gastrointestinale (con gonfiore della mucosa):

feci molli e frequenti con schiuma o un tocco di verde,

Meno comunemente - sotto forma di disturbi respiratori (con edema della mucosa delle vie respiratorie):

broncospasmo (con broncospasmo, l'aria non entra nelle vie respiratorie o arriva con grande difficoltà - questo è il risultato più pericoloso dell'edema allergico).

L'edema di Quincke è particolarmente pericoloso per un neonato. Con l'edema di Quincke, si verifica un soffocamento nella laringe, simile a un attacco di asma bronchiale. Con l'edema della laringe, appare una raucedine della voce, che abbaia tosse, quindi respiro corto con respiro rumoroso. La carnagione diventa cianotica, quindi diventa bruscamente pallida.

Ci sono lesioni combinate della pelle e dell'intestino, della pelle e dei bronchi. Le allergie alimentari possono essere le precursori di altre malattie allergiche: dermatite atopica, asma bronchiale, ecc..

Cause delle allergie alimentari

La domanda sorge spontanea: da dove provengono le allergie? Il fatto è che nei bambini allattati al seno, la causa delle allergie alimentari può essere un prodotto consumato da una madre che allatta; se il bambino è alimentato artificialmente, gli alimenti consumati dal bambino.

Qual è la probabilità di un'allergia alimentare in un bambino? Lo sviluppo di reazioni allergiche predispone principalmente l'ereditarietà. Un aumento del rischio di allergie alimentari esiste nei bambini le cui famiglie hanno già avuto allergie. Se uno dei genitori è allergico, il rischio di sviluppare una malattia simile in un bambino è del 37% e se entrambi i genitori soffrono di malattie allergiche, il livello di rischio raggiunge il 62%.

Oltre ai fattori ereditari, l'ipossia fetale (carenza di ossigeno) durante la gravidanza e il parto, le infezioni virali e intestinali respiratorie acute, seguite da una violazione della composizione della microflora intestinale, possono portare a reazioni allergiche nel neonato durante la gravidanza e il parto. L'emergere di allergie alimentari nei neonati è associato alle caratteristiche funzionali del loro tratto digestivo: ancora bassa attività enzimatica, bassi livelli di produzione di IgA - anticorpi protettivi situati sulla superficie delle mucose del tratto gastrointestinale. Forniscono protezione locale delle mucose intestinali da agenti estranei. E poiché il neonato è caratterizzato da una maggiore permeabilità delle mucose, gli allergeni penetrano facilmente nel sangue. E, naturalmente, le reazioni allergiche sono associate a violazioni nella nutrizione della madre che allatta, con il suo eccessivo consumo di prodotti altamente allergenici.

Un ruolo negativo è giocato dal fumo della madre durante la gravidanza, dalla presenza delle sue malattie croniche cardiovascolari e broncopolmonari, nonché dalle malattie infettive portate dalla madre durante la gravidanza e dalla terapia antibiotica in relazione a ciò. Si ritiene che i bambini le cui madri durante la gravidanza hanno usato cibi altamente allergenici, tra cui latte di mucca, uova di gallina, caviale, frutti di mare, frutta e verdura arancioni e rosse e i loro succhi, nonché kiwi, caffè, cacao, cioccolato, funghi, noci, miele, sono a rischio di diventare allergici.

Se un bambino sviluppa sintomi simili a quelli sopra descritti, è necessario consultare un pediatra, un allergologo pediatrico o un nutrizionista. Con gravi allergie alimentari, in particolare con lesioni combinate, quando vi è, ad esempio, un'eruzione cutanea e manifestazioni a carico del tratto gastrointestinale, può essere necessario il ricovero in un ospedale specializzato.

La diagnosi viene stabilita utilizzando:

dati del sondaggio parent,

stabilire un legame tra l'insorgenza di allergie e l'assunzione di determinati alimenti,

esami del sangue: le allergie sono indicate da alti livelli di immunoglobulina totale E, un aumento del numero di eosinofili negli esami del sangue,

esame ecografico degli organi addominali, che elimina la natura non allergica dei sintomi dallo stomaco e dall'intestino.

L'evidenza indiretta che i sintomi dolorosi sono il risultato di allergie alimentari può essere causata dalla scomparsa dell'allergia dopo che la madre ha smesso di assumere prodotti allergenici e l'effetto positivo dell'uso di farmaci antiallergici.

Un'altra domanda fondamentale: che cosa ha esattamente il bambino allergico? Per identificare gli allergeni causali nei bambini del primo anno di vita, il sangue viene prelevato da una vena e viene determinata la presenza di immunoglobuline specifiche E. Per i bambini più grandi e gli adulti, viene applicato un metodo di test cutaneo: gli allergeni di riferimento vengono applicati sulla superficie della pelle (un determinato set standard di allergeni, che include le uova, agrumi, cioccolato, pesce, ecc.) e dopo un certo tempo, i risultati vengono valutati. Tali studi devono essere effettuati prima o dopo il trattamento antiallergico..

Il cosiddetto diario alimentare aiuta a identificare l'allergene causale, in cui la madre registra regolarmente (almeno 3-7 giorni) tutti i tipi di cibo e bevande ricevuti da lei o dal bambino durante il giorno, indica la composizione dei piatti, le particolarità della loro elaborazione culinaria, il tempo di alimentazione e l'aspetto di indesiderato reazioni (feci molli, rigurgito, eruzioni cutanee, ecc.).

Il trattamento delle allergie alimentari inizia con una dieta, l'esclusione di un allergene alimentare causalmente significativo dalla dieta. Ma non dovresti "combattere" con le allergie da solo; altrimenti può essere aggravato, in ogni caso specifico, la tattica del trattamento deve essere determinata da un pediatra, un allergologo o un nutrizionista.

Pronto soccorso per broncospasmo causato da edema allergico:

Chiama immediatamente un'ambulanza chiamando il numero 03. Consulta quanto antistaminico hai a casa per dare al tuo bambino..

Dare al bambino un antistaminico: difenidramina, diprazina, diazolina, suprastina, claritina (questo medicinale è venduto in compresse e sciroppo, è più conveniente usarlo per i bambini).

Se il bambino è allattato al seno, quindi tutti i potenziali allergeni sono esclusi dalla dieta della madre per 1-2 settimane, compresi i prodotti industriali contenenti zucchero cristallino, conservanti, emulsionanti grassi e coloranti artificiali (sull'etichetta queste sostanze ed etichettato - emulsionanti, coloranti). Sale, zucchero, brodi forti, cibi fritti sono completamente esclusi. Limitare la quantità di prodotti lattiero-caseari. Si noti che per un bambino con allergia alimentare, è importante mantenere un'alimentazione naturale.

Consigli dietetici per le madri che allattano

Prodotti altamente allergenici: pesce, frutti di mare, caviale, uova di gallina, funghi, noci, miele, cioccolato, caffè, cacao, frutta e bacche di colore rosso vivo e arancio, ravanello, ravanello, kiwi, ananas, avocado, uva, brodi, marinate, crauti, piatti salati e piccanti, cibo in scatola, spezie, cipolle, aglio.

Prodotti contenenti coloranti, conservanti (conserve, semilavorati): maionese, salse, adjika, tkemali, ketchup, patatine fritte, formaggi a pasta molle, affumicati, prosciutto, salsicce, salsicce, bevande glassate, kvas, birra.

Latte intero (solo cereali), panna acida - nei piatti. Panetteria e pasta a base di farina pregiata, semola. Confetteria, zucchero, sale.

Prodotti a base di latte acido: ricotta, kefir, biokefir, bifidoc, acidophilus, yogurt senza frutta, formaggio a pasta dura, ecc..

Cereali: grano saraceno, mais, riso, avena, ecc..

Frutta e verdura: colore verde e bianco.

Zuppe: vegetariane e cereali.

Carne: varietà a basso contenuto di grassi di manzo, maiale, filetto di tacchino, pollo bollito, essiccato e anche sotto forma di cotolette di vapore.

Varietà di pesci a basso contenuto di grassi: merluzzo, nasello, pesce persico, ecc..

Prodotti da forno: pane integrale di 2 ° grado, segale, biscotti azzimi, pasticceria senza crema pasticcera.

Bevande: tè, bevande alla frutta, bevande alla frutta, acqua minerale senza gas

Se il bambino ha un'alimentazione artificiale o mista, la causa più probabile di allergie alimentari sono le proteine ​​del latte vaccino (un esame speciale lo stabilirà di sicuro), che sono nella formula del bambino; Pertanto, è necessaria la sostituzione parziale o completa della miscela di latte con miscele ipoallergeniche specializzate (prescritte dal medico) a base di proteine ​​di soia o miscele speciali in cui la proteina viene scomposta al livello dei singoli aminoacidi (miscele idrolizzate) - in questo caso lo sviluppo di allergie è impossibile. Ma ci sono svantaggi di tale nutrizione: il bambino può mostrare intolleranza alle proteine ​​di soia e le miscele idrolizzate hanno un sapore sgradevole e sono costose.

Inoltre, se è possibile identificare la principale fonte di allergia, è possibile apportare miglioramenti alla dieta ipoallergenica precedentemente condotta - il prodotto che ha causato la reazione allergica è escluso. Tale dieta dovrebbe essere seguita per 1-3 mesi.

Come risultato dell'esclusione dell'allergene, i segni delle allergie alimentari dovrebbero scomparire o diminuire, quindi è possibile espandere gradualmente la dieta della madre (tuttavia, vengono eliminati alimenti altamente allergenici).

Nel trattamento delle allergie alimentari, un medico può prescrivere antistaminici, adsorbenti, varie creme e unguenti per il trattamento della pelle locale, compresi quelli ormonali, nei casi più gravi gli ormoni vengono somministrati per via endovenosa. Viene anche effettuata la correzione della microflora intestinale con preparati contenenti bifidobatteri e lattobacilli..

Se il bambino è allergico, allora:

Dovresti evitare di dare cibi complementari fino a quando il bambino non raggiunge l'età di 6 mesi; inoltre, dovresti iniziare con quei tipi di alimenti per bambini che molto probabilmente non causano una reazione allergica e sono costituiti da un componente; Il latte di mucca, le uova di gallina, gli agrumi, i prodotti a base di grano, pesce, frutti di mare, noci sono meglio introdotti nella dieta del bambino dopo 1-2 anni;

ricordare che qualsiasi prodotto usato nella dieta di un bambino, specialmente in tenera età, può causare reazioni allergiche;

è necessario monitorare i movimenti intestinali regolari se il bambino ha costipazione che aggrava le manifestazioni della malattia o è la sua causa principale (gli allergeni non hanno il tempo di lasciare l'intestino in modo tempestivo, vengono assorbiti nel sangue e causano allergie), risolvono il problema con l'aiuto di un medico;

è meglio non usare agenti farmacologici sotto forma di sciroppi contenenti vari additivi (coloranti, aromi) che possono causare o aggravare allergie;

la temperatura dell'acqua durante le procedure dell'acqua dovrebbe essere moderatamente calda e la durata della procedura non deve superare i 20 minuti;

puoi usare solo cosmetici ipoallergenici specializzati per bambini (a pH neutro);

è meglio filtrare o bagnare l'acqua per 1-2 ore per la declorazione, seguita dall'aggiunta di acqua bollente; evitare di nuotare in piscine con acqua clorata o fare una doccia moderatamente calda dopo una sessione usando detergenti delicati;

Non strofinare la pelle del bambino con salviette; dopo il bagno, la pelle deve essere delicatamente accarezzata con un asciugamano morbido e applicare un prodotto idratante e ammorbidente;

l'abbigliamento del bambino deve essere realizzato con materiali naturali, con gravi reazioni allergiche cutanee, può essere stirato; i cuscini e le coperte dovrebbero avere riempitivi sintetici; il bambino dovrebbe essere vestito razionalmente, evitando il surriscaldamento, provocando dermatite allergica;

i materiali con cui sono realizzati i giocattoli devono soddisfare tutti i requisiti di sicurezza;

l'uso di detergenti sintetici (saponi da toeletta con additivi, schiume da bagno, gel doccia, ecc.) è meglio limitare o dovrebbero essere contrassegnati come "ipoallergenici";

Non è consigliabile tenere animali domestici e persino pesci d'acquario, per i quali il cibo secco può aggravare le allergie;

l'aria all'interno dell'alloggiamento dovrebbe essere pulita, fresca, moderatamente umida; con un bambino è consigliabile camminare di più.

Molti genitori si chiedono se il bambino smetterà di manifestare allergie alimentari con l'età. Con la crescita, le funzioni del fegato e dell'intestino migliorano il sistema immunitario, il che ci consente di sperare di porre fine alle allergie al latte, alle uova, alle verdure, ecc., Soprattutto se i genitori attueranno misure antiallergiche. Solo l'1-2% dei bambini accompagna le allergie alimentari in età adulta.

Come si manifesta l'allergia alimentare nei neonati, come trattare un'eruzione cutanea sul viso

Il problema più comune che le madri devono affrontare è la comparsa di un'allergia nei neonati. Un'allergia appare sul corpo in vari punti, tu stesso puoi vederlo nella foto.

In un bambino, una reazione allergica può svilupparsi su cibo, medicine, prodotti per l'igiene.

Le allergie nel neonato si manifestano con un'eruzione cutanea, arrossamento di alcune aree della pelle, desquamazione della pelle e possibile comparsa di croste. In alcuni neonati, possono verificarsi gonfiore o gonfiore di piccole aree del corpo e macchie rosse luminose possono diffondersi in tutto il corpo. Queste eruzioni cutanee pruritano, perché il bambino è disturbato nel sonno e diventa irrequieto. Luoghi di eruzioni cutanee nei neonati:

  • Sul pelo del cuoio capelluto;
  • Su zigomi e guance;
  • Area intorno alla bocca;
  • In luoghi di pieghe;
  • Nella zona inguinale;
  • Sui glutei.

Le più comuni malattie allergiche

  1. La dermatite atopica ha il sintomo principale: prurito. Appare sul viso di un neonato e in luoghi di flessione, la pelle diventa secca e presenta un gran numero di graffi. Le esacerbazioni spesso riprendono, possono ammalarsi con un fattore ereditario.
  2. Orticaria - le eruzioni cutanee pruriginose appaiono come papule edematose di un colore rossastro, premendo su di esse, scompaiono. Le eruzioni cutanee sono come il contatto con le ortiche. Le cause della malattia possono essere l'uso di determinati farmaci, punture di insetti e prodotti alimentari: noci, frutta, uova e frutti di mare.
  3. Edema angioneurotico: l'eruzione cutanea è simile all'orticaria, ma l'edema occupa ampie aree della pelle e penetra negli strati sottocutanei. L'edema può essere posizionato ovunque: sugli arti, sul viso o sull'intestino. Un grande pericolo è il gonfiore della laringe e quando si trova sulla lingua.
  4. L'asma bronchiale è accompagnata da tosse, frequente respiro corto e attacchi di asma, soprattutto durante il sonno o al risveglio. L'asma inizia a progredire dopo una bronchite ricorrente..

Cause di allergie nei neonati

  • Terapia antibiotica. Quando un bambino si ammala, gli viene prescritto un trattamento antibiotico. Prendendo questi medicinali, la sua microflora intestinale è disturbata e il bambino percepisce facilmente vari allergeni.
  • Nutrire a ore. Se una madre si applica al seno del suo bambino più tardi o prima di quanto prescritto, la sterilità intestinale è compromessa. Ciò porterà a un fallimento nella formazione della microflora.
  • Genotipo errato. Il bambino può essere ipersensibile, avere una predisposizione ereditaria alle allergie. Nei bambini, le reazioni si ripetono e rispondono agli stessi stimoli a cui i loro genitori hanno reazioni. Anche la natura dell'allergia è ereditata..
  • Vaccinazioni. Un potente allergene in un neonato può essere un farmaco usato per la vaccinazione.
  • Violazione della dieta della madre che allatta. Se una madre usa cibo allergenico nella sua dieta, allora sarà nel corpo del bambino e avrà una reazione.
  • Modo di nutrizione Durante l'alimentazione, al bambino vengono somministrati alimenti per bambini. E negli alimenti per bambini, l'ingrediente principale è il latte di mucca, una proteina che si trova nel latte ed è un potente allergene.

È importante identificare quanto prima il principale allergene che provoca la reazione nel bambino. Escludendo in tempo un prodotto allergenico dalla dieta del tuo bambino, previeni spiacevoli conseguenze e previene il deterioramento della salute del tuo bambino.

Ci sono casi in cui i bambini sono allergici alle erbe o alle erbe per fare il bagno, profumi, cosmetici per bambini e prodotti chimici domestici.

Allergia alimentare nei neonati, cause

Il sistema digestivo e il sistema immunitario nel bambino non si sono ancora formati, fino a cinque anni, il loro sviluppo continua. Pertanto, quando i cibi "sbagliati" entrano nell'esofago, il corpo del bambino potrebbe fallire. I sintomi iniziano ad apparire quando il bambino è in secondo contatto con l'allergene, la prima volta che entra nel corpo, lo ricorda solo. Più spesso il bambino entrerà in contatto con l'allergene, più forti saranno i segni dell'allergia. I principali segni di allergie alimentari nei neonati:

  • Le eruzioni cutanee iniziano sulla miscela di latte;
  • Se l'introduzione di alimenti complementari è stata precoce o errata;
  • Se una madre che allatta non segue una dieta.

Come è l'allergia nei bambini

Il corpo del bambino è coperto da un'eruzione cutanea, appare sul viso. L'eruzione cutanea ha un colore e una struttura diversi: inizia con piccoli noduli rosa pallido e termina con macchie rosse luminose. Altri sintomi lo accompagnano:

  • Il bambino ha un prurito;
  • Inizia una rinite allergica;
  • Appare un'indigestione: gonfiore, diarrea, aumento dei gas, colica intestinale.

La temperatura corporea non aumenta. Nelle allergie non alimentari, l'eruzione cutanea non appare in tutto il corpo, ma solo dove c'era contatto con l'allergene. Un'eruzione di allergeni alimentari può apparire dopo pochi secondi o ore. La reazione allergica scompare dopo alcuni giorni se non si verifica un contatto ripetuto con l'allergene.

Allergia al bambino

Sulla faccia di un neonato, le allergie possono apparire per vari motivi, può causare cause interne ed esterne. Ragioni interne:

  1. Latte materno;
  2. Prodotti inclusi nell'esca;
  3. Miscele per neonati;
  4. Cibo;
  5. farmaci.

Motivi esterni:

  1. Articoli per l'igiene e la profumeria;
  2. Vaccini e siero;
  3. Piante fiorite;
  4. Polvere e dott.

Con l'allattamento al seno, le allergie alimentari non si sviluppano, se la madre mangia correttamente, anche l'alimentazione per il bambino sarà corretta. Con un'alimentazione razionale della madre nei primi sei mesi, il bambino riceverà tutte le sostanze necessarie per il corpo.

Alimentazione artificiale e allergie

Se necessario, il passaggio all'alimentazione mista o artificiale deve essere effettuato con attenzione e competenza, poiché con questo metodo di alimentazione il bambino può facilmente avere reazioni allergiche. Eruzioni allergiche sul viso e sulla testa possono verificarsi dall'uso del latte di mucca, o meglio, dalle proteine ​​(caseina). È la base per la produzione di latte artificiale non adattato.

Ci sono meno proteine ​​nel latte materno che nel latte di mucca. Il bambino non ha sviluppato completamente i processi metabolici e il sistema urinario e il latte materno è nutriente e facilmente assorbito. L'uso della caseina può causare i seguenti sintomi:

  • Un'eruzione rossa appare sul viso e sulla testa;
  • Il bambino ha frequenti rutti, eruttazioni profuse, a volte vomito;
  • Sedia informe;
  • Dolore addominale, irrequietezza;
  • La temperatura potrebbe aumentare.

Come trattare le allergie nei neonati

Un allergologo e un immunologo ti aiuteranno a capire quali farmaci sono necessari per assumere il neonato. Nella fase iniziale della malattia, è necessario considerare la nutrizione della madre che allatta e scegliere una dieta individuale per lei. La dieta non dovrebbe includere prodotti contenenti allergeni. Elenco di tali prodotti:

  • Pesci d'acqua dolce, tutte le specie;
  • Frutti di mare, compreso il caviale;
  • Latte per animali domestici;
  • Uova di uccelli;
  • Verdure e frutta gialle e rosse;
  • Cereali, funghi;
  • Noci, miele;
  • Cacao, Cioccolato, Caffè.

Dopo che il medico ha elaborato una dieta, rivedi tutti i prodotti per l'igiene che usi per prenderti cura del tuo bambino e dei prodotti chimici domestici. Sostituisci tutto questo con altri mezzi, prova a raccogliere anallergici.

Allergia ai bambini - come trattare?

farmaci:

"Diazalin", "Diprazin", "Claritin", "Suprastin" - sono prescritti per il gonfiore, quando inizia il broncospasmo. Per un neonato, è meglio acquistare questi farmaci allo sciroppo. Se si verificano soffocamento e arrossamento, chiamare un'ambulanza.

La dermatite allergica nei bambini viene trattata con farmaci prescritti da un medico. Al fine di ridurre il prurito ed eliminare gli effetti della diatesi, vengono utilizzati antistaminici e, nei casi più gravi, glucocorticosteroidi, ma solo sotto la supervisione di un medico.

Per il trattamento dell'eruzione cutanea, si consiglia di utilizzare unguenti e creme: "Vundekhil", "Gistan", "Desitin", "Skin-Cap", "Protopic", "Fenistil". Unguenti e creme sono ben ripristinati sulla pelle dei neonati dagli effetti delle allergie: "Bepanten", "Bepanten plus", "De-Panthenol".

Quando si trattano le allergie in un neonato, è bene usare l'adiuvante Smecta. Rimuove sostanze tossiche, batteri e virus dal corpo. Smecta è sicuro per la salute del bambino e non viene assorbito dal corpo.

Per il trattamento delle allergie nei neonati, sono in vendita gocce “Fenistil”, allevia arrossamenti e prurito. Puoi prenderlo da cinque mesi e da otto mesi usa "Ceterizine" - ha un effetto antinfiammatorio.

L'allattamento al seno che può essere allattato al seno può assumere miscele ipoallergeniche. Sono usati per allergie di forma media e grave..

Seguire alcune regole per ridurre il rischio di una reazione allergica. Osserva la reazione del bambino quando introduce un nuovo prodotto nella sua dieta. Mantenere la vita ipoallergenica: pulizia giornaliera bagnata, controllare la temperatura e l'umidità nell'appartamento, non avviare animali domestici. Consulta un pediatra e ti consiglierà individualmente le misure preventive e prescriverà il giusto trattamento.

Allergia alimentare in un bambino: sintomi, cause, trattamento, prevenzione

Le allergie alimentari nei neonati non sono rare. Il corpo non è abituato a una vita piena in questo mondo e reagisce negativamente a molti prodotti. Il principale segno della malattia è un'eruzione cutanea, tuttavia l'intolleranza può nascondersi sotto altri sintomi. È importante riconoscere la malattia in tempo, condurre un trattamento adeguato. Ma solo un medico può diagnosticare e alleviare correttamente le allergie.

Come si manifesta l'allergia alimentare nei neonati

In alcuni bambini, i segni di una reazione allergica compaiono nel primo mese dopo la nascita. Appaiono macchie rosse, che causano preoccupazione per i genitori premurosi. Un fenomeno simile dovrebbe essere preso con calma: questa è la reazione naturale del bambino agli ormoni ricevuti dalla madre. L'eruzione cutanea passa già nel secondo mese di vita del bambino.

Per riconoscere la malattia, è necessario comprendere chiaramente l'aspetto dell'allergia alimentare nei neonati. Il corpo dei bambini reagisce in modo diverso alle sostanze irritanti.

Se c'è un'allergia alimentare in un bambino, i sintomi possono essere i seguenti:

  1. dagli organi digestivi: vomito, flatulenza, coliche, gonfiore, sputi frequenti, disturbi delle feci - lo scarico diventa liquido o schiumoso, il colore cambia, molto spesso in verde. In alcuni bambini, al contrario, si osserva costipazione;
  2. manifestazioni esterne sulla pelle: comparsa di macchie rosse ed eruzioni cutanee, prurito alle aree irritate, sudorazione, comparsa di dermatite da pannolino, desquamazione;
  3. dal sistema respiratorio: naso che cola, starnuti, tosse, asma, difficoltà respiratorie, broncospasmo.
  4. Altri sintomi di allergie alimentari nei bambini: edema di Quincke, lacrimazione, irritazione delle mucose, infiammazione degli occhi.

È difficile prevedere con precisione come si manifesta l'intolleranza in un bambino particolare. Questi sintomi hanno molte altre malattie. Per stabilire che sono sorti davvero a causa di una reazione allergica al cibo, è necessario condurre alcuni test, consultare un pediatra e un allergologo.

È vietato eseguire autonomamente un trattamento, in quanto può danneggiare la salute del bambino!

Quanta allergia alimentare nei neonati

La durata della malattia dipende da diversi fattori:

  1. la quantità di cibo consumato che provoca un'allergia;
  2. velocità di esclusione del prodotto dal menu;
  3. l'efficacia della terapia prescritta da un medico;
  4. stato di immunità. Nei bambini forti, dopo aver eliminato l'allergene, i sintomi scompaiono rapidamente.

I primi segni di intolleranza compaiono già dopo 1-2 ore dall'uso dell'allergene.

Tutti i bambini di età inferiore ai due anni sono a maggior rischio di allergie. È a questa età che gli alimenti che spesso causano una reazione negativa - uova, verdure brillanti, latte, vengono introdotti nella dieta. Di solito, il corpo affronta da solo il problema e nel 90% dei bambini entro tre anni i sintomi scompaiono.

Ma se è troppo presto per includere frutti di mare, pesce o noci nel menu di una madre che allatta o di un bambino fino a due anni, allora, in caso di intolleranza, quest'ultimo diventa spesso un compagno per la vita.

Trattamento delle allergie alimentari nei bambini

La terapia deve iniziare con la dieta di una madre che allatta, se il bambino è in HB. Se non riesci a stabilire con precisione l'allergene, devi rivedere completamente la dieta e rimuoverla:

  • qualsiasi verdura, frutta di colore brillante - lamponi, pomodori, fragole;
  • agrumi;
  • frutti di mare;
  • Latte di mucca - nei neonati, si manifesta spesso intolleranza alle proteine ​​che fanno parte della composizione;
  • uova di gallina.

Aderire a una dieta ipoallergenica avrà almeno 2 settimane. Durante questo periodo, le tossine che causano una reazione negativa vengono rimosse dal corpo del bambino, l'immunità del bambino viene ripristinata. Quindi puoi inserire attentamente i prodotti esclusi nel menu, ma non più spesso di un tipo di cibo in 2-3 giorni.

Se il bambino è alimentato in modo misto o artificiale, è necessario prestare attenzione alla composizione della miscela utilizzata negli alimenti. Potrebbe essere necessario passare a un altro prodotto. E in caso di conferma di un'allergia alle proteine ​​del latte vaccino, utilizzare miscele speciali per capra o altri analoghi del prodotto.

Il trattamento farmacologico delle allergie alimentari nei neonati viene effettuato esclusivamente sotto la supervisione e la prescrizione di un medico. Di solito viene utilizzata una terapia complessa, composta da:

  1. farmaci per alleviare il prurito e l'eruzione cutanea;
  2. medicinali che aiutano a strappare;
  3. farmaci che normalizzano il tratto digestivo.

Solo un medico può prescrivere farmaci per il trattamento delle allergie alimentari e un dosaggio sicuro!

Cosa scatena l'intolleranza

L'allergia alimentare di un bambino è causata da molti piatti. Per evitare manifestazioni spiacevoli, una madre che allatta, e successivamente un bambino, dovrebbe rifiutare:

  • uova di gallina - facili da sostituire con quaglie;
  • frutti di mare;
  • Fast food;
  • bevande gassate;
  • cioccolato, cacao;
  • agrumi;
  • noccioline
  • funghi;
  • spezie, salse;
  • pesce grasso;
  • caffeina;
  • prodotti contenenti coloranti e conservanti;
  • dolci, in particolare miele;
  • aglio, cipolla
  • sottaceti.

Il cibo dovrebbe essere sano. Il menu settimanale deve includere:

  1. Latticini naturali a basso contenuto di grassi - ricotta, kefir, yogurt.
  2. Tipi di carne ipoallergenici: tacchino, coniglio, manzo senza grassi.
  3. Frutti di colore chiaro, oltre che fatti dalle loro composte, bevande di frutta.
  4. Verdure delicate - zucchine, cavoli, patate.
  5. Pesce magro - nasello, lucioperca.
  6. Cereali senza latte di grano saraceno, mais, farina d'avena.
  7. Zuppe leggere, brodi.
  8. Tè verde.

Alcuni prodotti hanno un limite di quantità. Dovrebbero essere inseriti nel menu della madre con cautela e consumati non più di una volta alla settimana. Allo stesso tempo, è importante monitorare le condizioni del bambino sull'epatite B.

"Limited fit" per l'uso:

  • pasta;
  • pasticcini, compreso il pane;
  • succhi di frutta;
  • una gallina;
  • Maiale;
  • Tè nero;
  • latte, panna acida;
  • semolino.

Anche il metodo di cottura viene scelto risparmiando. Possono essere cotti, stufati, cotti al forno. Sono esclusi i cibi fritti o salati.

Una dieta simile è rilevante per tutte le madri di bambini dalla nascita ai 4 mesi, indipendentemente dal fatto che i bambini abbiano allergie.

Allergie alimentari in un bambino: consigli per le mamme

Per evitare la manifestazione di una reazione negativa nei bambini, è necessario rispettare alcune regole.

  1. È indispensabile seguire una dieta a basso contenuto allergenico per almeno i primi tre mesi di vita di un bambino. Se i genitori sono inclini alle allergie, è meglio aumentare il periodo di 2-3 mesi. L'elenco dei prodotti è adattato con particolare attenzione: nei bambini, l'intolleranza può causare il prodotto sbagliato che la madre o il padre.
  2. Il nuovo cibo viene introdotto gradualmente nei bambini, non più spesso di un prodotto in 2-3 giorni. È più facile rintracciare un prodotto che provoca una reazione negativa..
  3. Prima viene offerta una piccola quantità di nuovo cibo. Entro due giorni, le condizioni del bambino vengono monitorate. Se compaiono un'eruzione cutanea o altri sintomi, il prodotto viene rimosso dalla dieta. Un nuovo tentativo può essere effettuato in non meno di un mese.
  4. Cerca di mantenere l'HB per i bambini. Il latte materno contiene gli elementi più importanti che aiutano a formare l'immunità del bambino e resistono agli effetti di varie sostanze irritanti. Inoltre, quando una donna segue una dieta, il prodotto non provoca allergie.
  5. Scegli il giusto mix per i bambini artificiali e non aver paura di cambiarlo quando si verificano allergie. Ci sono molte opzioni alimentari sul mercato adatte a bambini di tutte le età..
  6. L'alimentazione complementare inizia non prima di 4-6 mesi. I pediatri raccomandano di introdurre prima le puree vegetali. Il dott. Komarovsky ha un punto di vista leggermente diverso: parla della necessità di iniziare ad espandere il menu con ricotta e kefir. Ma i genitori dovrebbero partire completamente dallo stato del bambino e scegliere non solo prodotti sicuri, ma anche per bambini.
  7. Porridge madre, e in seguito il bambino dovrebbe essere cucinato sull'acqua. Dal latte di mucca, come da una bevanda e una componente dei piatti, dovrebbe essere astenuto per 4-6 mesi dopo il parto.
  8. Uno stile di vita sano e cibi regolari miglioreranno la salute materna e saranno una grande misura per la prevenzione delle allergie..

Il corpo può reagire negativamente non solo al cibo. Anche peli di animali, polvere e persino tessuti sintetici possono scatenare allergie. Se vengono rilevati sintomi sospetti, consultare un medico che determinerà la causa esatta del loro aspetto.