Come determinare l'allergia al latte di un bambino e quali misure adottare

Cliniche

Buona giornata, cari lettori. In questo articolo, parleremo delle cause e dei sintomi caratteristici di una reazione allergica al latte consumato. Dopo aver letto il materiale, scoprirai come viene diagnosticata la malattia, cosa deve essere fatto per aiutare il bambino a riprendersi e quale dieta deve essere seguita.

Breve problema

Secondo le statistiche, circa il 10% dei bambini di età inferiore a uno è allergico al latte.

Come sapete, si verifica una reazione allergica a causa della penetrazione di un agente estraneo nel corpo, in questo caso stiamo parlando di un antigene proteico. Ad esempio, il loro latte contiene circa 25 specie. La reazione più acuta quando entra nel corpo è l'albumina sierica, la caseina, la beta-lattoglobulina e l'alfa-lattoglobulina.

Normalmente, quando una proteina entra nel corpo, si scompone in singoli aminoacidi, che sono facilmente assorbiti dal corpo. Tuttavia, nei bambini il sistema enzimatico non è ancora abbastanza perfetto e quindi ci sono casi frequenti in cui la proteina non è in grado di rompersi completamente e alcuni legami aminoacidici rimangono raggruppati. È in questi casi che il processo di assorbimento di sostanze biologicamente attive da parte dell'intestino diventa difficile, il che porta alla risposta del corpo sotto forma di una reazione allergica.

Dovresti anche distinguere tra la presenza di pseudo-e vere allergie a un prodotto lattiero-caseario:

  1. Con il tipo vero, un'allergia al latte di capra in un bambino, così come sulla mucca, si sviluppa a causa del funzionamento insufficiente del sistema enzimatico. Il corpo non affronta la scomposizione delle proteine. Quando si prende un prodotto lattiero-caseario, anche in piccole quantità, appare una reazione allergica.
  2. La pseudo-allergia appare a causa dell'eccessivo consumo di latte. Il sistema enzimatico funziona normalmente, ma non è in grado di scomporre una grande quantità di proteine ​​contemporaneamente, il che porta alla comparsa di sintomi tipici delle allergie.

I genitori dovrebbero capire che le allergie a lungo termine che non vengono trattate possono causare lo sviluppo di un deficit enzimatico secondario. Pertanto, l'assorbimento intestinale di glutine e lattosio diminuirà e la quantità di enzimi pancreatici prodotti diminuirà significativamente. Allo stesso tempo, il volume di microrganismi benefici diminuirà e aumenterà la flora patogena nell'intestino del bambino. E questo porterà già a conseguenze negative, tra cui un deterioramento del benessere generale del bambino.

Puoi anche leggere allergie alimentari e allergie a:

Le ragioni

Fondamentalmente, una reazione allergica si verifica in due casi:

  1. Carenza di lattasi (completa o relativa). Questo si osserva se il corpo del bambino è assente o è presente, ma in quantità insufficiente, l'enzima lattasi. È responsabile della disgregazione del lattosio. Con la sua carenza, il processo di scissione non va fino in fondo, le sostanze che sono percepite negativamente da loro entrano nel corpo.
  2. Allergia alle proteine ​​del latte nei bambini associata alla sua intolleranza.

Quali fattori influenzano lo sviluppo di allergie:

  • predisposizione ereditaria;
  • scarsa ecologia ambientale durante il periodo di gravidanza;
  • patologia durante lo sviluppo fetale;
  • cattiva alimentazione della mamma.

È importante capire che il sistema digestivo di un bambino piccolo è molto sensibile a un cambiamento nel latte materno. Nei neonati, l'intestino è ancora immaturo, sciolto, è presente microflora, ma a volume insufficiente. Più o meno, la situazione si normalizza all'età di due anni.

Sintomi caratteristici

Diamo un'occhiata a come si manifesta un'allergia al latte in un bambino, i sintomi di questo disturbo. I genitori dovrebbero sapere che la risposta del corpo può essere rilevata dal sistema respiratorio, dalla funzione intestinale e dalla comparsa di segni caratteristici sulla pelle del bambino. Ciò è dovuto al fatto che l'allergene entra nel flusso sanguigno e si diffonde in tutto il corpo..

  1. Sintomi dell'apparato respiratorio:
  • rinite allergica;
  • starnuti frequenti
  • congestione nasale;
  • tosse;
  • respiro sibilante, respiro sibilante.

È importante sapere che con la comparsa di una tosse che abbaia, un forte respiro sibilante e mancanza di respiro, è urgente chiamare un'ambulanza. Tali sintomi indicheranno il laringospasmo o l'insorgenza di ostruzione polmonare. Se le misure non vengono prese in tempo, il bambino inizierà a soffocare.

  1. Sintomi sulla pelle:
  • crosta di latte - questo fenomeno ha l'aspetto di una crosta, che si trova sulla testa di un bambino, più comune nei bambini nati artificialmente;
  • eczema da bambini - osservato sulle guance del bambino; all'inizio ci sono vescicole con liquido sieroso, che successivamente si nascondono, formando erosione; mentre guariscono, si ricoprono di croste e squame secche. Questo sintomo si osserva più spesso nei bambini di età inferiore a 6 mesi;
  • orticaria: la presenza di una piccola eruzione cutanea è caratteristica, che provoca forte prurito e prurito costante; mentre la pelle diventa rossa e infiammata;
  • dermatite atopica: la comparsa di macchie rosse sul corpo, sugli arti e sul viso del bambino è caratteristica, si verifica un forte prurito, a causa del quale il bambino combatte intensamente i luoghi della manifestazione allergica, che può portare alla comparsa di un'infezione secondaria (che entra nei microrganismi patogeni dalle unghie del bambino nell'area pettinata);
  • L'edema di Quincke è una diagnosi pericolosa che può persino portare alla morte; il forte gonfiore della mucosa nel collo e nel viso è caratteristico. Durante l'edema laringeo, può iniziare l'asfissia e può svilupparsi uno shock anafilattico..
  1. Manifestazioni del tratto gastrointestinale:
  • nausea, attacchi di vomito;
  • grandi sputi subito dopo aver mangiato;
  • colica intestinale che causa forte dolore;
  • diarrea, pezzi di cibo non digerito e muco presenti;
  • flatulenza;
  • riduzione dell'aumento di peso.

I genitori dovrebbero essere consapevoli del fatto che se ci sono vene sanguinanti nel movimento intestinale, nonché con evidenti sintomi di disidratazione, il bambino deve essere urgentemente portato in ospedale.

Un'allergia al latte di mucca in un bambino si manifesta con uno stato irrequieto, malumore, pianto e dolore addominale. Gli attacchi possono essere sia a breve che permanenti. Di regola, il dolore si osserva nell'ombelico.

Per familiarizzare visivamente con l'aspetto di un'allergia al latte in un bambino, una foto di queste manifestazioni:

Diagnostica

La prima cosa che il medico dovrebbe scoprire è se il latte ha davvero causato lo sviluppo di allergie.

  1. Il dottore guarda il paziente, raccoglie un'anamnesi.
  2. Feci per disbiosi, caprogramma.
  3. Analisi generale di sangue e urina.
  4. Esame del sangue biochimico per immunoglobuline E.
  5. Test cutaneo per allergeni. Il medico prescrive un test di tolleranza al latte.
  6. Test del respiro che determina l'intolleranza al lattosio.
  7. Acidità delle feci.
  8. Esame del sangue biochimico per intolleranza alle proteine ​​del latte.

E, inoltre, il medico può suggerire di andare in via sperimentale. Devi escludere tutti i prodotti lattiero-caseari dalla dieta del bambino e vedere se la reazione cambia. Se vuoi scoprire la presenza di carenza di lattasi, allora devi sederti su una dieta priva di lattosio e guardare la reazione del corpo. Per questo, il bambino: l'artefice viene trasferito in una miscela priva di lattosio, la madre del bambino non consuma latticini durante l'allattamento, il bambino adulto si limita a prendere latte e prodotti da esso.

Un anno fa, a mio figlio è stata diagnosticata una carenza di lattasi relativa. Non ho notato alcun problema da parte del tratto gastrointestinale dopo l'assunzione di latte o eventuali eruzioni allergiche. È solo che il pediatra ha attirato l'attenzione sul fatto che mio figlio aveva un fisico piuttosto sottile e ha suggerito di fare test per l'intolleranza al lattosio e la celiachia. L'intolleranza al glutine non è stata confermata, ma con il lattosio la situazione era diversa. Il medico ha spiegato che forse questo è ciò che ha causato un aumento di peso scarso. Secondo le raccomandazioni degli specialisti, è stato necessario escludere tutti i prodotti lattiero-caseari durante il periodo di malattia e grave stress, il resto del tempo, l'uso del latte in piccoli volumi è rimasto accettabile.

Trattamento

  1. Ricezione di enterosorbenti. Tali farmaci sono molto importanti al fine di accelerare l'escrezione di sostanze che scatenano allergie..
  2. Antistaminici. Necessario per alleviare una reazione allergica.

È inoltre necessario considerare che è necessario eseguire un trattamento generale volto ad alleviare i sintomi. Quale sarà dipende da quali sistemi il bambino manifesta la malattia.

  1. In caso di violazioni sul lato del tratto digestivo, al bambino possono essere prescritti probiotici, enzimi pancreatici o solo farmaci che migliorano il processo di digestione.
  2. In caso di problemi al sistema respiratorio, al bambino possono essere prescritte gocce da un naso che cola o compresse antitosse, farmaci per alleviare i crampi.
  3. Se si verificano manifestazioni cutanee, allora:
  • la crosta del latte viene rimossa lubrificando la testa del bambino con vaselina o olio vegetale; dopo aver eseguito queste azioni, è necessario pettinare le croste dalla testa del bambino;
  • l'orticaria è trattata esclusivamente con antistaminici;
  • con dermatite atopica, vengono utilizzati speciali unguenti idratanti, anche creme con zinco, con esacerbazione, possono essere prescritti enzimi specifici e antistaminici;
  • nel caso in cui al bambino venga diagnosticato l'edema di Quincke, l'ambulanza e l'uso di farmaci ormonali aiuteranno.

Come si può già immaginare a tutti i malfunzionamenti del corpo, si consiglia una dieta specifica. Se consideriamo la nutrizione di un bambino con un'allergia al latte, allora dovrebbe essere tenuto presente che differirà nei neonati e nei bambini più grandi, così come in quei bambini che allattano al seno e quelli che sono artificiali.

Se consideriamo i bambini di età superiore a un anno, per loro possono sostituire il latte di vacca con verdure:

  1. Fiocchi d'avena. La composizione include un gran numero di vitamine e minerali. Per cucinarlo, dovrai acquistare l'avena nella buccia, ancora non pelata. Bollilo, puliscilo bene. Quindi prendi il latte d'avena.
  2. Il latte di soia è anche ricco di vitamine e minerali. Producilo dai semi di soia. Per fare questo, dovrai immergerli per tre ore. Successivamente, fai bollire, macina e può essere consumato.
  3. Latte di riso. È necessario sciacquare accuratamente i cereali, far bollire fino a completa cottura, quindi macinare in un frullatore. Il prodotto finito viene filtrato e consumato..

In caso di intolleranza di lunga durata ai prodotti lattiero-caseari, i genitori saranno costretti ad escludere dalla dieta del bambino:

  • Confetteria e prodotti da forno;
  • Gelato;
  • latticini;
  • burro, formaggio a pasta dura;
  • frappè, cioccolato;
  • latte condensato.

È importante capire che in completa assenza di latticini nella dieta del bambino, inizierà una forte mancanza di calcio nel corpo, così come aminoacidi essenziali e alcune vitamine. Pertanto, è molto importante che i genitori diano al bambino ogni giorno prodotti che hanno nella loro composizione, ciò che è contenuto nel latte. In realtà abbastanza calcio in:

semi di papavero, sesamo, verdure, in particolare aneto e prezzemolo, soia, noci varie e altri prodotti, ma in quantità minori.

Caratteristiche nei neonati

Le seguenti prescrizioni di medicinali sono caratteristiche:

  1. Suprastin. Consentito nei bambini, a partire dal primo mese di vita.
  2. Fenistil, gocce. Assegnato ai bambini non più di 30 gocce al giorno.
  3. Peritolo, sciroppo. Tale farmaco è raccomandato per i bambini di età superiore ai sei mesi..
  4. Gocce Zirtek. L'ammissione è consentita a partire dall'età di sei mesi. Assegna cinque gocce al giorno.
  5. Enterosgel è raccomandato fino a sei volte al giorno, prima di ogni poppata. Prima dell'uso, deve essere diluito in una miscela o nel latte materno.
  6. Smecta. Assegna una bustina al giorno.
  7. Polysorb. Il dosaggio viene calcolato tenendo conto del peso corporeo del bambino.

Le ultime tre medicine sono enterosorbenti. La loro assunzione è importante per rimuovere i prodotti che causano allergie dal corpo del bambino il più presto possibile.

Diamo un'occhiata alle caratteristiche della nutrizione nei neonati:

  1. I bambini artificiali possono inizialmente passare alle formule a base di latte di capra. È probabile che questo prodotto non provochi una reazione allergica. C'è un'altra opzione, è possibile trasferire il bambino in una miscela idrolizzata. Il lattosio non fa parte di tale prodotto, il che gli consente di essere facilmente digeribile. Se l'arachide ha una grave allergia a un prodotto lattiero-caseario, il medico gli prescriverà una miscela a base di aminoacidi.
  2. Per i bambini allattati al seno, è innanzitutto necessario che la madre segua una dieta priva di latticini. Nel caso in cui i sintomi dell'allergia non siano molto pronunciati nell'arachide, la madre può sostituire il latte con kefir o un altro prodotto a base di latte acido. Tuttavia, è necessario essere preparati a che le condizioni del bambino inizieranno a migliorare non prima di due settimane. Se questa procedura non aiuta, non rimane nulla, tranne come trasferire il bambino in una miscela che ha subito un idrolizzato di proteine ​​profonde. È possibile che l'allergia non sia più causata dal latte stesso, ma dall'uso di uova, noci o pesce da parte della madre.

Igiene

In un momento in cui un'eruzione allergica appare sul corpo dell'arachide, molti genitori ritengono inaccettabile prendere le procedure dell'acqua. Tuttavia, tale opinione è errata. Va tenuto presente che la pelle del bambino perde umidità, diventa più secca, possono verificarsi crepe. Inoltre, il bambino sperimenta costantemente un forte prurito. Pertanto, il bagno è così importante, ma alcune regole devono essere osservate:

  1. La ricezione delle procedure idriche dovrebbe durare non meno di 20 minuti. Questo è il tempo necessario per nutrire sufficientemente la superficie della pelle con acqua.
  2. È molto importante che l'acqua sia alla temperatura ottimale, circa 35 gradi.
  3. Non utilizzare un panno, in modo da poter pettinare l'eruzione cutanea sul corpo del bambino..
  4. Per lo stesso motivo, non puoi strofinare il bambino con un asciugamano dopo il bagno. Hai solo bisogno di bagnarlo, eliminando l'acqua in eccesso.

previsioni

Abbastanza spesso, passa una reazione allergica ai prodotti lattiero-caseari, il bambino lo supera. Di norma, questo accade quando raggiungi l'età di tre anni. La normalizzazione della condizione è associata al miglioramento degli organi del tratto gastrointestinale, alla piena efficienza del sistema enzimatico e al rafforzamento dell'immunità.

Se al bambino viene diagnosticata una carenza di lattasi, una forma relativa, è probabile che, invecchiando, passerà. In caso di completa intolleranza, il bambino non sarà in grado di consumare prodotti lattiero-caseari per tutta la vita. E, quindi, ci sarà un problema con la mancanza di calcio nel corpo, quindi è importante che i genitori pensino in anticipo quali prodotti possono sostituire il latte nella dieta di un'arachide.

Ora sai perché può verificarsi una reazione negativa del corpo del bambino ai latticini e cosa fare al riguardo. Ricorda, un'allergia al latte non è una frase. I bambini possono superare questa malattia o possono adattarsi a vivere senza l'uso di prodotti lattiero-caseari, sostituendoli con altri.

Allergia al latte di mucca in un bambino

L'allergia ai latticini di un bambino è comune. Soprattutto nei primi 1-5 anni di vita. In Russia, 1 bambino su 50 soffre della malattia. Di più sulle cause e sui metodi di trattamento.

Le ragioni

Una reazione negativa al latte vaccino è il risultato di una risposta immunitaria ipersensibile a una proteina del latte oa un gruppo di proteine ​​del latte.

Se una persona non tollera il latte di mucca, il sistema immunitario reagisce eccessivamente alle proteine ​​in esso contenute. Il corpo pensa che queste proteine ​​siano "invasori dannosi". E inizia a combattere con loro. Questo provoca una reazione negativa..

La causa della risposta potrebbe essere la carenza di lattasi. Questo accade quando il corpo manca di lattasi. La lattasi è un enzima che scompone il lattosio. La proteina viene parzialmente processata e "l'eccesso" viene percepito dal sistema immunitario come dannoso.

Nota: una reazione allergica alle proteine ​​della mucca non è la stessa dell'intolleranza al lattosio. Con "intolleranza" è difficile per gli organi digestivi elaborare il latte.

Sintomi e segni

Sintomi di un'allergia al latte in un bambino:

  • respiro affannoso;
  • raucedine;
  • tosse;
  • ostruzione della gola;
  • disturbi di stomaco;
  • vomito e diarrea;
  • prurito, occhi gonfi;
  • orticaria;
  • abbassamento della pressione sanguigna.

I sintomi possono variare in momenti diversi. A volte la reazione è lieve, ad esempio un'eruzione cutanea, orticaria, naso che cola. Ma questo non significa che la prossima volta la risposta sarà simile..

Ci sono bambini in cui i sintomi compaiono in seguito. La reazione si verifica dopo alcune ore o giorni.

  • feci molli (possibilmente con sangue);
  • vomito, diarrea;
  • rifiuto di mangiare;
  • irritabilità, coliche;
  • eruzione cutanea, eczema.

Un'allergia al latte di mucca in un bambino si manifesta 2-5 settimane dopo la prima assunzione di una formula basata su di essa. Tuttavia, ci sono eccezioni.

Nota: quando i bambini hanno problemi simili, è meglio che la madre non consumi latticini. Soprattutto prima di nutrirsi.

Siamo allergici alle proteine

L'indicatore principale è i sintomi. Dopo aver rilevato i segni, contattare un pediatra.

Il medico farà domande e analizzerà i segni della malattia. Esaminerà il bambino.

Assegnare esami delle feci e del sangue. Scriverà un rinvio a un allergologo.

Un allergologo effettuerà test cutanei. Durante il test, il latte viene applicato sulla pelle del paziente e graffiato. Se un bambino risponde a un allergene, la pelle nell'area del graffio si gonfia.

Identificare il deficit di lattasi

L'intolleranza al lattosio non è un'allergia al "latte". Quest'ultima è una risposta immunitaria alle proteine ​​negli alimenti..

E la carenza di lattasi è l'incapacità del sistema digestivo di distruggere il lattosio, causando gonfiore, dolore, diarrea. La carenza non è associata a una risposta immunitaria.

Quale malattia in un bambino è determinata da una dieta di prova. La dieta è prescritta da un medico.

Gli alimenti senza lattosio sono esclusi dai menu dell'infermiere e del bambino:

  • miscele di mangimi a base di lattosio (sostituire senza lattosio);
  • latte materno;
  • latticini e prodotti lattiero-caseari.

Se durante la dieta non è stata osservata una risposta allergica nel bambino, allora c'è una carenza di lattasi. Quando sono allergici alle proteine, le manifestazioni non scompaiono rapidamente, ma vengono eliminate gradualmente.

Lo sviluppo di allergie al latte

Di solito, i latticini non percepiscono lo stomaco dei bambini. Questo è un evento naturale. Il sistema immunitario e la microflora intestinale non sono completamente formati. Entro tre anni un'allergia di solito scompare.

Inoltre, la comparsa e lo sviluppo di allergie regolano le condizioni ambientali e l'ereditarietà..

Il gruppo di rischio è costituito dalle seguenti circostanze:

  • una madre che allatta o altri parenti sono inclini alle allergie;
  • gravidanza difficile (minacce di aborto spontaneo, stress, tossicosi grave, ipossia fetale);
  • una donna incinta viveva in condizioni inadeguate (area svantaggiata per l'ambiente, lavoro in un'impresa "dannosa");
  • infezione da rotavirus;
  • problemi intestinali.

Negli ultimi due casi, viene acquisita un'allergia. Tentano di eliminarlo con una dieta.

Nota: la nutrizione consigliata per il neonato è il latte materno. In esso sono le sostanze necessarie per il bambino. E non ci sono proteine ​​"aliene".

Come trattare un'allergia al latte in un bambino?

Il trattamento chiave dovrebbe essere la dieta. L'approccio raccomandato è di escludere questo prodotto. Tuttavia, il latte è importante per lo sviluppo dei neonati. E i bambini più grandi. È indesiderabile rimuoverlo dalla dieta di un organismo in crescita. Questo mette a rischio il suo sviluppo..

E se al bambino viene diagnosticata un'allergia, il medico prescrive una speciale formula ipoallergenica della miscela, che fornirà sollievo dai sintomi e sicurezza della crescita con lo sviluppo.

Se il bambino è nel mix

Se il paziente assume miscele acquistate, è possibile provare formulazioni a base di idrolizzato proteico. Questa è una proteina parzialmente digerita con un effetto curativo e profilattico..

La composizione di tali prodotti include proteine ​​del siero di latte facilmente digeribili, o caseina - una proteina del latte animale, prodotta nel processo di cagliatura.

Le miscele di idrolizzato sono divise in alte, basse e parzialmente idratate.

Altamente idrolizzati includono:

  • siero di latte (si tratta di miscele come Nutrilak PEPTIDI SCT, la formula brevettata Nutrilon PEPTI TSC, miscela di polvere Friso PEP e Alfare);
  • caseina (una miscela di Neocate, la composizione di Pregestimil, nonché Nutramigen e il raro Friso PEP AC).

Sono acquisiti con forme significative di risposte allergiche e nel periodo acuto dei sintomi.

Quelli idrolizzati sono parzialmente utilizzati per la prevenzione, nonché per i sintomi lievi o moderati.

  • Miscela Nutrilak HA;
  • HA Nan Powder (consigliata per i più piccoli);
  • composizione di Humana GA;
  • la formula di Tёma GA (considerata la più sicura);
  • altro.

Le formulazioni di basso livello sono utilizzate a scopo preventivo..

Genitori da sapere: le miscele di idrolizzato si distinguono per dimensione proteica. Più piccola è, meno allergica è la composizione. Il livello di allergia è gravemente ridotto con un volume inferiore a 5-6 kDa. Inoltre, la composizione esamina il contenuto di acidi aminocarbossilici. A causa loro, la miscela diventa amaro-salata. La concentrazione ottimale è del 10-15%. Tutto è indicato sulla confezione..

Se il bambino mangia il latte materno

Il latte materno è l'opzione migliore per nutrire un neonato. Tuttavia, un'allergia al latte nei neonati può influenzarlo. Quindi vale la pena provare miscele artificiali di idrolizzati o alimenti complementari al latte acido..

Importante: somministrare latte acido non prima di 7 mesi.

Prodotti lattiero-caseari adatti:

  • fiocchi di latte. Contiene concentrato di proteine ​​del latte e grassi (anche latte), che sono ben percepiti dal corpo "piccolo". Inizia a dare con 1/2 cucchiaino al giorno. Entro un mese, questo volume viene aumentato a 30-40 g.
  • kefir. Kefir viene somministrato non prima di 8 mesi, a partire da 30 ml al giorno. Aumentare gradualmente il volume a 200 ml.
  • inoltre, puoi ricorrere al tuorlo d'uovo. È mescolato con purè di patate. Ma questo prodotto viene somministrato dopo che un malato di allergia ha almeno un anno. Altrimenti, i bambini potrebbero essere avvelenati..

Esistono prodotti caseari speciali dei produttori di alimenti per l'infanzia. Si consiglia di iniziare con loro. A proposito, Agusha e Tema ne hanno molti.

Se il bambino ha più di 3 anni

Per i bambini di età superiore ai tre anni, i principi del trattamento rimangono gli stessi. Allergene escluso dalla dieta del bambino.

Occasionalmente, un medico prescrive farmaci antiallergici - per uso interno (per prevenzione) e per uso esterno (per alleviare i sintomi).

Cosa fare con un'esacerbazione delle allergie?

Se il medico scopre che esiste il rischio di una grave reazione allergica, prescrive un autoiniettore con adrenalina. Questo è un piccolo dispositivo portatile per la somministrazione di una dose di adrenalina. Utilizzare in situazioni estreme - con gravi minacce per la salute. Ad esempio, quando un bambino non può respirare o sviene.

In altri casi, durante l'esacerbazione, è richiesto:

  • pace
  • bere pesantemente;
  • farmaci per alleviare i sintomi (ad esempio, gocce da un raffreddore o un unguento lenitivo in caso di prurito).

Separatamente, dovrebbe essere detto sulla cura della pelle durante l'esacerbazione.

Il bambino sarà utile:

  • bagni caldi a giorni alterni. Miglioreranno la funzione dell'epidermide. Acqua - declorata, durata - non più di 10 minuti;
  • crema ipoallergenica per bambini per pelli sensibili. Applicare quotidianamente 1-2 volte al giorno;
  • esclusione di agenti aggressivi come salviette e indumenti grossolani.

Il medico può fornire raccomandazioni specifiche..

farmaci

  • Enterosorbents. Gli allergeni sono legati nell'intestino e impediscono loro di entrare nel flusso sanguigno. Ci sono enterosorbenti speciali per bambini. Uno dei rimedi più popolari ed efficaci per le allergie è Enterosgel. Tuttavia, è più sicuro se il farmaco è prescritto individualmente da un medico.
  • Antistaminici. Sopprime la produzione di istamina da parte dell'organismo, che provoca una reazione allergica.
  • Unguenti e creme antiallergenici non ormonali. L'unguento al glucicort è spesso prescritto per i bambini..
  • Ulteriori (per alleviare i sintomi):
  1. Broncodilatatori. In caso di problemi respiratori. Salbutamol e Ketotifen sono efficaci. Quest'ultimo, oltre all'effetto principale, riduce gonfiore e prurito.
  2. Gocce nasali. Ad esempio, Xylometazoline.
  3. Gocce anti-allergiche agli occhi. Ad esempio, Ketotifen. Allevia il prurito ed elimina la lacrimazione.
  4. Spesso ai bambini vengono prescritte gocce di Fenistil - da prurito e arrossamento.

Tipi di miscele e raccomandazioni

La miscela per il bambino deve essere selezionata dallo specialista presente. Soprattutto se si è allergici alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati. Il medico prepara una formula individuale ipoallergenica o semplicemente aiuta a scegliere la marca e la composizione. Anche qui vengono prese in considerazione raccomandazioni generali..

Miscele a base di soia

Le formulazioni per neonati di soia non devono essere utilizzate fino a sei mesi.

Il motivo è l'alto contenuto di fitoestrogeni nella soia. Questi sono composti che imitano gli effetti degli estrogeni ormonali femminili e rappresentano un rischio per la salute e la crescita del bambino.

Anche in età avanzata, ad esempio, a 3 anni, consultare un medico prima di acquistare latte di soia.

Esiste anche una reattività crociata tra proteine ​​del latte e soia. Pertanto, alcuni pazienti con intolleranza alle proteine ​​di mucca hanno problemi di soia.

Miscele di latte di capra

Le proteine ​​del latte di capra vengono assorbite meglio. Pertanto, la mucosa gastrica è meno irritata. E i processi trasformano gli alimenti più velocemente. Nel 2020, le madri hanno iniziato molto spesso a utilizzare questa miscela per i loro figli.

Tuttavia, sebbene le proteine ​​della capra e del latte di mucca siano diverse, entrambi i tipi sono estranei al corpo del bambino. Pertanto, un'allergia a una capra può o meno esserlo. Devo provare.

In generale, le miscele di latte di capra sono migliori. Il loro costo è di più.

Miscele popolari raccomandate dagli esperti

I medici raccomandano le seguenti marche:

  • Bambinaia. Composizione a base di latte di capra. Non adatto a tutti i pazienti, poiché può anche portare a una risposta. Se non è presente, l'allergia scompare in 1-2 settimane.
  • Neocate. Adatto a neonati con reazioni allergiche minori..
  • Nutrilon Pepti Allergy. Mescolare con proteine ​​del latte vaccino altamente idrolizzate. Adatto a bambini con moderata intolleranza al latte.
    La miscela viene selezionata secondo le raccomandazioni di un allergologo. A proposito, i medici consigliano prodotti per bambini di fabbricazione russa.

Per verificare se la miscela è adatta, è meglio dare al bambino 1-2 cucchiaini da tè. Aspetta 2-5 ore. Non ci dovrebbe essere una reazione alla composizione corretta.

Dieta per l'allergia al latte in un bambino

La dieta per le allergie è esclusiva. I genitori dovrebbero semplicemente escludere il contatto del bambino con l'allergene.

Se è nota una specifica proteina allergenica, viene prodotta una dieta individuale.

Quando non viene stabilito un allergene specifico, al bambino viene prescritta una dieta leggera: un menu senza latticini specifici. Innanzitutto, vengono esclusi dalla dieta e poi gradualmente introdotti indietro.

Nota: il latte e i suoi componenti sono contenuti in molti altri prodotti: prodotti da forno, salsicce, cioccolato, gelati, maionese. Devono anche essere esclusi..

Se rimuovi i prodotti lattiero-caseari dal menu e poi li dai un po 'ogni giorno (aumentando la porzione), i sintomi dell'allergia potrebbero scomparire. Miglioramento particolarmente spesso osservato delle condizioni della pelle. Questo è un esercizio del sistema immunitario..

Quando il sistema digestivo del bambino si è finalmente formato, il latte può essere consumato liberamente. Questo succede all'età di 5-6 anni. In rare circostanze, le allergie accompagnano una persona alla vecchiaia.

Sostituzione del latte con altri mammiferi

Si sconsiglia di sostituire il latte vaccino con altri tipi. Soprattutto nel caso di bambini di età inferiore a 1-2 anni. Neanche il latte di altri mammiferi è una panacea. Può anche portare a una reazione indesiderata. Le pecore e le capre non sono particolarmente adatte.

Tuttavia, il latte di diversi mammiferi differisce nella composizione proteica. Pertanto, un'allergia al latte in un bambino può verificarsi solo quando si consuma la mucca.

Le bevande a base di cereali o fagioli non sono adatte a bambini di età inferiore a 5 anni. Il motivo non è abbastanza nutrienti.

Tuttavia, vale la pena provare il percorso di sostituzione. Preferibilmente sotto la supervisione di un medico. I pediatri raccomandano il latte di cavalla.

Cosa può confondere un'allergia al latte

L'allergia al latte vaccino è spesso confusa con le malattie indicate:

  • intolleranza al lattosio. Il caso più comune di "confusione". Con intolleranza, una persona non tollera affatto i prodotti lattiero-caseari. È possibile distinguere l'uno dall'altro con l'aiuto di una dieta. Informazioni sul menu è scritto sopra.
  • infezioni intestinali. Segni come diarrea o vomito sono confusi. Tuttavia, con l'infezione intestinale, si verifica spesso un aumento della temperatura. La temperatura si mantiene per diverse ore.
  • problemi al tratto respiratorio superiore. Bronchite, naso che cola, mancanza di respiro. I sintomi elencati possono essere solo sintomi. Il medico farà una diagnosi accurata..
  • intolleranza ad altri prodotti. Identificato da analisi e cambiamenti dietetici.

Nella maggior parte dei casi, l'intolleranza a qualsiasi latte scompare all'età di cinque anni. Occasionalmente - alle otto.

Promemoria per i genitori

Va ricordato: l'allergia al latte elimina quando il corpo si forma..

Di solito l'intolleranza persiste per i primi 3 anni di vita di una persona. A volte di più. Secondo gli studi, il 50% si sbarazza della malattia entro 7-8 anni. 30% - conservalo fino a 16 anni.

Se un'allergia al latte non si manifesta entro 2-6 mesi dalla nascita, molto probabilmente non esisterà più (se non provocato in aggiunta).

Il latte di pecora e di capra può causare una risposta negativa del corpo. Acquista con cautela.

In circostanze estreme, viene utilizzato un autoiniettore con adrenalina. Il dispositivo inietta adrenalina, prevenendo la morte.

Le formule parzialmente idrolizzate non sono sufficientemente ipoallergeniche. I medici dei bambini raccomandano di acquistare opzioni altamente idrolizzate.

Le allergie al latte possono essere confuse con altre malattie.
Il gusto delle miscele preventive potrebbe non piacere al bambino.

Le proteine ​​allergeniche sono in grado di passare nel corpo del bambino insieme al latte materno. Quindi dovrebbe anche seguire la sua dieta..

Leggere attentamente le etichette degli alimenti. Il latte appare nei luoghi più inaspettati..

Prima di prendere decisioni da solo, vale la pena consultare un medico. Soprattutto sui medicinali. Lo specialista analizzerà le condizioni del bambino, la storia medica. Con un approccio competente, l'allergia andrà via. La cosa principale è sistematica.

Sviluppo di un'allergia al latte materno

Il latte materno è la base della nutrizione per un neonato. Contiene composti preziosi necessari per la piena crescita e sviluppo del bambino. Ci sono casi di allergie al latte materno nei bambini, che sono dovuti a diversi motivi. Per eliminare e prevenire questo spiacevole fenomeno, la mamma dovrebbe aderire a una dieta ipoallergenica.

Può esserci un'allergia al latte materno?

Lo sviluppo di un'allergia nei lattanti al latte materno è associato a una modifica della composizione del prodotto materno, che può verificarsi a causa del mancato rispetto della dieta della madre. Molto spesso, le proteine ​​del latte vaccino agiscono come allergeni. Questa bevanda viene consumata da molte donne che allattano, fiduciose nella sua capacità di stimolare l'allattamento. Di conseguenza, il bambino ha indigestione, coliche, feci schiumose rapide ed eruzioni cutanee. Può provocare una reazione allergica di natura prolungata.

Ciò che effettivamente provoca allergie nei neonati?

Diversi fattori possono influenzare l'allergia del bambino al latte materno, che sono descritti di seguito..

Cause di una reazione allergica

Ci sono 2 fattori principali che causano allergie:

  1. Carenza di lattasi La presenza di questa patologia segnala un'inadeguata suscettibilità del corpo ai composti di origine animale.
  2. Intolleranza alle proteine ​​nei bambini allattati al seno. In questa condizione, il tratto digestivo del bambino non è in grado di digerire completamente e assorbire il latte di qualsiasi tipo.

Molte madri sono convinte che il latte di mucca stimoli l'allattamento, ma non è così. Spesso sono le proteine ​​della mucca che agiscono come provocatori per l'insorgenza di un'eruzione cutanea estesa sul corpo del bambino e dei disturbi delle feci. In questo caso, sostituire il prodotto di origine animale con verdure, ad esempio riso, soia, avena, latte di cocco.

I fattori più comuni che provocano una risposta negativa del corpo del bambino includono:

  • errori nella dieta materna;
  • l'uso di alimenti altamente allergenici (latticini, uova, fragole, agrumi, cioccolato);
  • prendendo prodotti con glutine;
  • abuso di cibo con l'aggiunta di componenti chimici (conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità).

Per eliminare e ridurre la probabilità di sviluppare successive reazioni allergiche al latte materno, è necessario eliminare i fattori provocatori di cui sopra.

La composizione del latte materno

La composizione del latte materno è complessa, multicomponente, composta da:

  • proteine;
  • carboidrati;
  • grassi;
  • ormoni;
  • vitamine;
  • sostanze minerali.

Se una donna che allatta trascura un'alimentazione dietetica speciale, la composizione del prodotto materno viene modificata. La prevalenza di allergeni in esso porta allo sviluppo di reazioni avverse.

Possibili allergeni nella dieta della mamma

Molto spesso, nei primi 2 o 3 mesi dopo la nascita si verifica un'allergia al latte materno. In questo momento, l'organismo neonato si abitua a nuovi alimenti e condizioni di vita, si forma il tratto gastrointestinale. Focolai di allergie alimentari nei bambini si verificano a causa dell'abuso di agrumi, verdure, noci, uova, carne e pesce ad alto contenuto di grassi della mamma. Pertanto, quando appare una risposta negativa dal corpo di un bambino, una donna che allatta dovrebbe rivedere il suo menu.

Importante! Anche dopo che l'allergene è stato escluso dalla dieta, possono verificarsi sintomi dolorosi per altri 5-10 giorni, che dipende dalla concentrazione di prodotti altamente allergenici che entrano nel corpo del bambino.

Proteine ​​del latte vaccino

Le proteine ​​della mucca sono un forte allergene. Pertanto, una madre che allatta dovrebbe smettere di consumare latte di mucca. Con l'assunzione giornaliera di questo prodotto, l'allattamento si intensifica, il processo per ottenere cibo per il bambino è facilitato, ma allo stesso tempo, la probabilità di una reazione allergica.

I pediatri consigliano alle madri di escludere dal loro menu tutti i piatti a base di latte, i cereali bolliti nel latte di mucca. L'introduzione di alimenti complementari dovrebbe iniziare non prima di 10 mesi dopo la nascita del bambino. Con l'ipersensibilità del corpo del bambino, è necessario aderire a una dieta ipoallergenica parsimoniosa. Per mantenere i livelli di calcio, la bevanda in questione può essere sostituita con spinaci, broccoli e fegato..

Additivi chimici

I componenti chimici (esaltatori di sapidità, conservanti, coloranti, aromi) utilizzati per la produzione di molti prodotti possono causare danni significativi alla salute dei bambini. Dopo aver mangiato tale cibo, potresti provare:

  • disturbo del tratto digestivo;
  • eruzioni cutanee;
  • segni di grave intossicazione;
  • ritardo dello sviluppo.

Durante l'alimentazione naturale, una donna che allatta dovrebbe escludere dalla sua dieta succhi confezionati, conservazione, cibi pronti, salse, maionese.

Glutine

Il glutine è un forte allergene. È contenuto in:

  • pasta;
  • miglio;
  • semolino;
  • crusca;
  • cereali;
  • salsicce, salsicce;
  • bastoncini di granchio;
  • cibo in scatola;
  • formaggio blu;
  • gelato;
  • patatine fritte;
  • Fast food
  • dadi da brodo.

Nei primi mesi di allattamento, la mamma dovrebbe rifiutarsi di prendere un pasto del genere. Dopotutto, c'è un'alta probabilità di sviluppare un'allergia in un bambino per il latte materno. Per l'epatite B, si consiglia di consumare grano saraceno, riso, mais, legumi e verdure naturali.

farmaci

Una controindicazione all'uso di molti medicinali è il periodo di gestazione e allattamento. Ad esempio, i farmaci contenenti teofillina durante l'allattamento devono essere astenuti. È consentito assumere tali farmaci non prima di sei mesi dopo la nascita del bambino. Se è necessaria una terapia farmacologica, si consiglia di utilizzare assorbenti, inalatori che non sono in grado di penetrare nel latte materno.

Cibo esotico

Un organismo neonato non può digerire e assorbire completamente i frutti esotici. Frutti alieni rossi e arancioni, le verdure possono diventare provocatori. Tale cibo dovrebbe essere introdotto nella dieta della madre non prima di 3 mesi dopo la nascita del bambino, si consiglia di attendere sei mesi.

La mamma ha un'allergia al proprio latte??

Molte donne si chiedono se possono verificarsi allergie al latte materno nella madre stessa? I medici affermano che ciò è impossibile, perché si manifesta una reazione indesiderata agli allergeni provenienti dall'esterno. E il latte materno è un liquido prodotto indipendentemente dal corpo femminile durante l'allattamento.

Sintomi di un'allergia al latte materno

I sintomi di un'allergia al latte materno nei neonati sono accompagnati da:

  • sputare il bambino dopo aver mangiato;
  • nausea
  • dolore alla pancia;
  • eruzioni cutanee pruriginose;
  • sgabelli rapidi e acquosi di una tinta verdastra;
  • Edema di Quincke (condizione pericolosa).

Inoltre, il bambino diventa lunatico, irrequieto.

Come mantenere l'allattamento al seno con un'allergia al latte materno?

Se c'è un'allergia nel latte materno, non trasferirlo bruscamente all'alimentazione artificiale. Questo non aiuterà a risolvere il problema, ma solo a esacerbarlo, poiché la maggior parte delle formule per bambini contiene proteine ​​di mucca (un forte allergene). In questo caso, la donna che allatta dovrebbe rivedere il suo menu il più possibile, renderlo più equilibrato e sicuro per il corpo del bambino.

Si consiglia di includere bevande alla frutta, tisane, composte, frutta di colore verde, zuppe vegetariane, latticini e carne dietetica. Il cibo dovrebbe essere frazionario. Non dimenticare di bere pesantemente (fino a due litri al giorno). È necessario aderire a tale dieta fino a quando i segni dolorosi sono completamente eliminati (circa 1 mese), dopo di che è necessario introdurre gradualmente nuovi alimenti, osservando la reazione delle briciole.

Nutrizione della mamma

Se viene rilevata intolleranza al glutine in un bambino, una donna che allatta dovrebbe abbandonare il consumo di cereali da miglio, semola, farina d'avena, pasta, cacao, maiale, pesce, miele. Se il bambino soffre di deficit di lattasi, la mamma dovrebbe escludere il latte intero dalla sua dieta.

Per eliminare e prevenire reazioni indesiderate dal corpo del bambino, la madre dovrebbe aderire a una dieta ipoallergenica rigorosa per almeno 3 mesi dopo l'inizio dell'allattamento. Successivamente, è consentito inserire con attenzione alimenti contenenti una quantità minima di allergeni, osservando possibili cambiamenti nel benessere e / o nel comportamento del bambino.

Importante! È necessario osservare un intervallo di due, tre giorni tra il consumo di cibo non familiare.

Opzioni di menu ipoallergenici

In una dieta ipoallergenica non ci sono prodotti ad alta allergenicità:

  • miele naturale;
  • frutti di mare;
  • caffè;
  • preservazione;
  • spezie;
  • bevande gassate;
  • salinità
  • agrumi;
  • mele
  • ananas.

Inoltre, una madre che allatta dovrebbe escludere latticini, prodotti a base di burro dal menu e ridurre l'assunzione di sale. Puoi mangiare pane a base di farina di grano, piatti a base di cereali, verdure di colore verdastro, latticini, frutta, carne bollita di varietà a basso contenuto di grassi.

Se il bambino segue un'alimentazione mista o artificiale, la donna dovrebbe attenersi a una dieta ipoallergenica rigorosa, alimentando il bambino con una miscela di latte a base di proteine ​​del latte diviso o idrolizzato.

Trattamento allergia al latte materno

La base per il trattamento dei neonati è l'osservanza di una dieta ipoallergenica equilibrata da parte di una madre che allatta. L'alimentazione e l'integrazione possono influire negativamente sulle qualità protettive del corpo del bambino e può essere difficile scegliere una miscela di latte.

Quali farmaci possono essere somministrati ai bambini?

Durante le esacerbazioni, ai bambini possono essere somministrati antistaminici, Smecta, Fenistil. Ciò contribuirà a rimuovere l'allergene dal tratto digestivo del bambino. Per eliminare il prurito e le eruzioni cutanee, vengono utilizzate creme / pomate terapeutiche (D-pantenolo, Bepanten). Tali farmaci fermano il processo infiammatorio, guariscono le ferite, le crepe nella pelle.

Quando rivolgersi alla medicina tradizionale?

Le eruzioni cutanee possono essere rimosse con bagni alle erbe. Come piante curative, camomilla, successione, salvia sono perfette. Dalle materie prime preparate, è necessario effettuare un decotto, quindi mescolarlo con normale acqua calda nel bagno e fare il bagno nel liquido per bambini risultante.

Se ci sono segni dolorosi in un neonato, è necessario chiedere aiuto a un pediatra e una donna che allatta dovrebbe escludere tutti i prodotti contenenti allergeni dalla sua dieta. L'automedicazione è fortemente scoraggiata, poiché i sintomi dell'allergia alimentare sono simili ad altre malattie..

Allergia alle proteine ​​di mucca nei neonati: sintomi e trattamento

Il latte si riferisce a prodotti altamente allergenici. Il lattosio e le proteine ​​diventano allergeni per i bambini di età inferiore ai 2 anni a causa di un sistema immunitario non formato. Un'allergia al latte in un bambino si manifesta immediatamente o dopo alcune ore. L'intolleranza al lattosio viene diagnosticata molto meno spesso, la componente di carboidrati del latte.

Cause di allergie nei neonati

Una reazione allergica direttamente al lattosio è rara - in circa il 5-7% dei bambini piccoli. L'eziologia è dovuta a due fattori: intolleranza al latte o allergia alle proteine ​​del latte. Pertanto, la domanda è: può esserci un'allergia alle proteine, la risposta è sì.

Nella prima versione, il corpo del bambino non può digerire il latte di mucca, in particolare una proteina chiamata caseina. Nel secondo caso, le proteine ​​vengono percepite dal corpo del bambino come agenti estranei, a seguito dei quali il sistema immunitario produce anticorpi.

  • Carenza di lattasi assoluta o relativa. Il corpo ha una carenza di lattasi - un enzima speciale che favorisce l'assorbimento del lattosio - zucchero del latte. Le proteine ​​animali non vengono completamente scomposte, un numero di molecole viene percepito come patogeno;
  • Intolleranza ai neonati di mucca, pecora, capra e altri tipi di latte.

Per informazione, il tratto digestivo di un bambino è estremamente sensibile ai vari allergeni. Qualsiasi dieta diversa dal latte materno è estremamente difficile da prendere..

Nell'intestino del bambino non c'è microflora utile, è sciolto e immaturo. Il tratto gastrointestinale si rafforza all'età di due anni, iniziando a resistere con sicurezza agli effetti dei microrganismi patogeni.

Il rischio di sviluppare un'allergia in un bambino aumenta nelle seguenti situazioni:

  1. Una madre che allatta ha una tendenza alle reazioni allergiche.
  2. Vivere durante la gravidanza in cattive condizioni ambientali (area di imprese "dannose", ecc.).
  3. Malattie pericolose durante la gravidanza (ipossia, stress cronico, rischio di aborto).

La probabilità di un'allergia al latte di mucca nei neonati è ridotta se la madre mangiava correttamente, non aveva cattive abitudini. Inoltre, influiscono la storia familiare, l'età parto e il processo di gestazione. L'allergia alle proteine ​​della mucca si manifesta in due situazioni: quando si allatta con una miscela a base di latte in polvere o quando la mamma mangiava latticini durante l'allattamento.

I bambini che ricevono miscele adattate invece del latte materno, se sono allergici alle proteine, dovrebbero ricevere una miscela che includa la sostituzione del latte con opzioni vegetali: avena, riso, cocco.

Sintomi di allergia alle proteine ​​di mucca nei bambini

Gli antigeni sono distribuiti in tutto il sistema circolatorio, quindi è difficile identificare inequivocabilmente alcuni sintomi di una reazione allergica. Il problema è in grado di colpire solo la pelle o di essere rilevato in disturbi dispeptici.

Sintomi di un malfunzionamento del tratto digestivo:

  • Nelle feci, i pezzi di cibo non digeriti sono chiaramente distinguibili;
  • Il bambino sputa spesso, lo fa star male;
  • Dolore all'addome, flatulenza;
  • L'intolleranza alle proteine ​​può manifestare diarrea con una miscela di schiuma.

Le manifestazioni cliniche portano a un deterioramento della normale microflora, il numero di bifidobatteri diminuisce. La disbiosi è osservata, di conseguenza, la microflora patogena si moltiplica attivamente.

Manifestazioni allergiche e altre

I sintomi di un'allergia alle proteine ​​della mucca nei bambini (ABKM) si manifestano sotto forma di reazioni negative da parte dell'apparato digerente, respiratorio e di altri sistemi del corpo. Spesso si sviluppano segni cutanei:

  1. Iperemia di alcune aree del corpo. Questo può essere il collo o le spalle, gli avambracci, i glutei. Spesso c'è una crosta di latte sulla testa, sulle guance e sul collo.
  2. Lo sviluppo dell'eczema. La patologia è caratterizzata da un'eruzione cutanea che esplode rapidamente, provocando forte prurito e irritazione della pelle. Quando le superfici della ferita guariscono, appare una crosta.
  3. La forma atopica della dermatite è accompagnata dalla comparsa di macchie rosse coperte da squame sottili..
  4. L'edema di Quincke. Il gonfiore appare sotto gli occhi, vicino alla bocca e alla laringe. Non c'è sensazione di prurito. Tali segni di allergia sono irti di uno stato di soffocamento.
  5. Orticaria. Compaiono piccole vesciche acquose, prurito gravemente. In apparenza, la manifestazione ricorda un'ustione di ortica.

I sintomi del sistema respiratorio vengono rilevati raramente. Questi includono muco dai passaggi nasali, tosse, mancanza di respiro.

Nota: in rari casi, un'allergia alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati può portare allo sviluppo di asma bronchiale.

Segni di allergie nei neonati

Ai neonati è severamente vietato dare latte di mucca. Se il bambino viene allattato al seno, la miscela deve essere selezionata correttamente secondo le raccomandazioni del pediatra. Quindi, come si manifesta l'allergia alle proteine?

Sintomi di una reazione allergica in un bambino:

  • Vomito ripetuto (da non confondere con il rigurgito), diarrea con una spruzzata di densa massa mucosa;
  • Il bambino agisce costantemente, è irritato, spesso piange;
  • Diminuzione dell'appetito, ansia, insonnia.

Se il latte veniva somministrato una volta, le manifestazioni negative alla fine si livellano. Non ci saranno effetti negativi. Quando il bambino continua a ricevere latte di mucca, i sintomi si accentuano e aumentano ogni giorno:

  1. Miscela fecale di sangue;
  2. Lo sviluppo della dermatite;
  3. Iperemia della pelle;
  4. Grave gonfiore.

Le manifestazioni cutanee sono spesso accompagnate da prurito. Il bambino pettina la pelle, lesioni, che porta a infezione secondaria e esacerbazione del quadro clinico.

Importante: l'anafilassi è una reazione allergica di tipo immediato, manifestata da pelle pallida, gonfiore della laringe. Il bambino inizia a soffocare. Con questi sintomi, chiamare immediatamente un team medico.

Allergia nei neonati al latte

Durante l'allattamento, la madre dovrebbe elaborare attentamente la sua dieta. Durante l'allattamento, molti prodotti sono vietati. E la comparsa di un'allergia ai prodotti lattiero-caseari ci consente di espandere l'elenco di questi. Si raccomanda di lasciare nella dieta prodotti a base di latte acido, rifiutando al contempo il latte di vacca e qualsiasi alimento con il suo contenuto. Esiste il rischio di sviluppare una reazione allergica crociata, quindi la carne bovina è esclusa dal menu.

Le statistiche mediche mostrano che le allergie sono molto più comuni negli "artigiani" che nei bambini che mangiano il latte materno.

La nutrizione per i bambini che hanno segni di allergie alimentari viene introdotta solo sei mesi. I nuovi prodotti vengono somministrati gradualmente, in piccole porzioni, assicurati di attendere la reazione del corpo del bambino.

Come identificare un'allergia?

Se vengono rilevati sintomi fastidiosi, dovresti chiedere aiuto a un pediatra. Inizialmente, scopre il quadro generale dello sviluppo: come il bambino sta ingrassando, quanto mangia, se ci sono patologie croniche, ecc..

Dopo aver nominato i test. Di solito si tratta di un test allergologico, di feci per la presenza di globuli rossi, di un esame del sangue per determinare la concentrazione di eosinofili. Raccomanda anche un coprogramma e uno studio delle feci per la disbiosi.

Per distinguere tra intolleranza alla lattasi e allergia alle proteine, i genitori possono guardare il bambino dopo qualche azione:

  • Se una madre sta allattando al seno, dovrebbe escludere tutti i prodotti lattiero-caseari dal suo menu;
  • Se il bambino è "artificiale", trasferiscilo in una miscela priva di lattosio;
  • I bambini più grandi scartano tutti i prodotti lattiero-caseari..

Importante: se dopo le manipolazioni descritte i sintomi dell'allergia si attenuano, la causa è la carenza di lattasi.

Trattamento allergico per i più piccoli

Il momento dominante nella terapia dei neonati è l'esclusione di un fattore determinante: rimuovere il latte e i suoi derivati ​​dalla dieta, specialmente durante un'esacerbazione della malattia. Se il bambino riceve la miscela, vengono selezionati quelli ipoallergenici speciali basati su idrolizzati proteici.

Un'alternativa è dare al tuo bambino latte di capra. In casi estremamente rari provoca lo sviluppo di allergie. Entra con molta attenzione, in piccole porzioni, monitorando attentamente le condizioni del bambino.

A volte, sullo sfondo di una reazione allergica, è necessaria una terapia farmacologica con i farmaci:

  1. Gli enterosorbenti aiutano a purificare il corpo del bambino dalle sostanze tossiche.
  2. I farmaci antistaminici fanno parte del trattamento sintomatico. Orientato per alleviare gonfiore, prurito, ridurre l'iperemia.
  3. Le creme non ormonali livellano il rossore e gli elementi patologici dell'eruzione cutanea sulla pelle.
  4. I farmaci ormonali sono prescritti in casi gravi per fermare la successiva diffusione della patologia. Sono usati localmente o somministrati come iniezioni o gocce..

Se si osserva ABKM, allora puoi provare a dare al bambino prodotti a base di latte fermentato - kefir o latte fermentato da forno. Sono più facili da digerire e contengono molto meno allergeni rispetto al latte di mucca..

Il numero di bambini allergici aumenta ogni anno. Secondo le statistiche, entro la fine del primo anno, il 50% dei bambini che soffrono di allergie proteiche se ne sbarazza completamente. Entro tre anni, la patologia si osserva solo nel 10-15% dei bambini.