Cause di allergie nei bambini

Analisi

Nell'ultimo decennio, il numero di bambini che soffrono di allergie è aumentato in modo significativo. I bambini rispondono al cibo, all'ambiente e ad altri fattori. La patologia si manifesta più spesso sulla pelle. Parallelamente alla crescita del bambino, anche i sintomi cambiano. A poco a poco, le vie aeree sono esposte al colpo principale, che può influire negativamente sulla salute generale.

Quali tipi di allergie hanno i bambini e perché si verifica una patologia? Qual è il problema per il bambino e quali conseguenze può portare? Come trattare una reazione allergica a età diverse? Quale prevenzione sarà più efficace? Scopriamolo insieme.

È impossibile crescere un bambino e non affrontare alcun tipo di eruzione cutanea

Cause della malattia

La risposta immunitaria allo stimolo si verifica per molte ragioni. Non è possibile determinare al 100% i fattori che hanno causato l'allergia, ma esiste un elenco delle cause più possibili.

Le allergie nei bambini si manifestano più spesso nei seguenti casi:

  1. predisposizione genetica (una malattia nella madre aumenta significativamente le possibilità che si verifichi nel bambino);
  2. sistema immunitario debole;
  3. la presenza di parassiti;
  4. disbiosi, malattie del tratto gastrointestinale, fegato e reni;
  5. dieta squilibrata, mancanza di vitamine;
  6. patologie di natura psicosomatica, ecc..

Segni e sintomi caratteristici

Sintomi e segni possono essere sfocati e sfocati. Senza un esame completo, non è sempre possibile diagnosticare immediatamente una malattia.

La risposta appare non solo sulla pelle, sul sistema respiratorio, sul tratto gastrointestinale, sulle mucose. Insieme a eruzioni cutanee, possono verificarsi tosse, naso che cola, starnuti, nausea, vomito, gonfiore della lingua o altri sintomi.

Segni caratteristici sulla pelle:

  • bruciore, prurito, dolore;
  • arrossamento della pelle;
  • secchezza, desquamazione;
  • gonfiore dei tessuti;
  • eruzione cutanea (vescicole, vesciche, foche annodate, vescicole, ecc.).

Tutte le parti del corpo sono sensibili all'eruzione cutanea, in particolare viso, cuoio capelluto, collo, arti, glutei e stomaco. I sintomi visibili compaiono qualche tempo dopo l'esposizione allo stimolo..

Tipi di reazioni allergiche nei bambini per tipo di origine

L'allergia è la risposta del sistema immunitario a uno stimolo esterno o interno a cui il sistema immunitario è ipersensibile. La patologia ha molti tipi e forme..

Le allergie alimentari si verificano spesso sulle bacche rosse.

Classificazione per tipo di origine:

  1. Cibo. I bambini del primo anno di vita ne soffrono spesso. Spesso passa gradualmente da solo. Tuttavia, alcune persone sono allergiche a determinati alimenti per sempre. Gli allergeni possono essere: bacche rosse, frutta e verdura, agrumi, legumi, noci, latte, frutti di mare.
  2. Aeroallergy. Si verifica a causa dell'inalazione di un irritante che penetra nei polmoni e si deposita sulla mucosa del rinofaringe.
  3. Per gli animali domestici. L'opinione che la lana sia l'allergene principale è un errore. I bambini reagiscono negativamente alle proteine ​​animali contenute nella saliva e alle sostanze tossiche secrete dall'urina. Inoltre, i cani portano lo sporco dalla strada e con esso batteri e funghi.
  4. Per i farmaci. Appare in giovane età, meno spesso nell'adolescenza. Gli antibiotici (specialmente la penicillina), gli anestetici, alcune vitamine hanno un effetto negativo.
  5. Per polvere domestica. Gli acari della polvere sono microscopici, facilmente inalabili e spesso causano una reazione negativa dell'immunità.
  6. Per prodotti chimici. Ciò include prodotti per la pulizia, prodotti chimici aggressivi, deodoranti o fibre sintetiche artificiali (abbigliamento di bassa qualità, peluche).
  7. Su fattori naturali. Può essere morsi di un'ape, una vespa, una zanzara o un calabrone. Toccare alcune piante porta a ustioni. In alcuni casi, c'è un'allergia al freddo o al sole (consigliamo di leggere: allergia al sole nei bambini: trattamento dei sintomi).
  8. Pollinosi. Fenomeno stagionale quando un'alta concentrazione di polline proveniente da piante da fiore è concentrata nell'aria. Sono colpiti sia gli adulti che i bambini.
Rinocongiuntivite allergica stagionale

Tipi di allergie per natura delle eruzioni cutanee

Esternamente, l'allergia si manifesta in diversi modi, come puoi vedere guardando le foto dei pazienti con una descrizione. Lo stesso tipo di problema nei diversi bambini può differire, ad esempio l'allergia alimentare provoca sia l'orticaria che l'edema di Quincke (a seconda del livello di sensibilità del sistema immunitario).

I tipi più comuni di malattia per natura di un'eruzione cutanea sono:

  1. dermatite da contatto;
  2. dermatite atopica;
  3. eczema;
  4. orticaria (raccomandare la lettura: sintomi di orticaria nei bambini);
  5. neurodermite;
  6. Edema di Quincke;
  7. Sindrome di Lyell.

Dermatite da contratto

La dermatite da contatto è una malattia che colpisce gli strati superiori della pelle (epidermide). Appare a seguito dell'esposizione al sistema immunitario e al corpo come un allergene tutto irritante. I neonati sono affetti, i bambini di un anno e i bambini più grandi.

La dermatite da contratto colpisce più spesso le braccia, le gambe, la schiena e il collo (appare raramente sul viso)

La dermatite da contatto per un bambino piccolo è un evento comune, poiché il sistema immunitario non è completamente formato. Può apparire per qualsiasi ragione, anche insignificante. L'ambiente svolge un ruolo importante. Lo sporco in casa, l'igiene personale irregolare a volte aumenta le possibilità di una malattia.

  • arrossamento della pelle, gonfiore;
  • la comparsa di aree cheratinizzate soggette a gravi desquamazioni;
  • vescicole dolorose piene di liquido o pus chiaro;
  • bruciore, prurito (a volte il dolore è quasi insopportabile).

Un'eruzione cutanea spiacevole di solito colpisce i luoghi in cui i vestiti si adattano sempre (gambe, braccia, schiena, collo). Meno comunemente, appare sul viso..

Dermatite atopica

La dermatite atopica è una reazione cutanea acuta a una sostanza irritante o tossina, caratterizzata da un processo infiammatorio. La malattia è difficile da trattare, incline alla ricaduta e alla transizione a una forma cronica.

A seconda della fascia d'età del paziente, la patologia è caratterizzata da una diversa localizzazione dei fuochi dell'infiammazione: nei bambini di età inferiore a 1 anno, questo è il viso, le pieghe delle braccia e delle gambe; a partire da 3 anni, le eruzioni cutanee appaiono più spesso nelle pieghe della pelle, sui piedi o sui palmi delle mani.

Dermatite atopica sul viso di un bambino

Il tipo seborroico (da non confondere con la seborrea) copre il cuoio capelluto. L'atopia può apparire sui genitali o sulle mucose (tratto gastrointestinale, rinofaringe).

  • gonfiore significativo;
  • arrossamento;
  • peeling;
  • un'eruzione cutanea di tipo nodulare riempita di essudato;
  • bruciore, prurito e dolore;
  • secchezza e screpolature della pelle;
  • la formazione di croste che lasciano cicatrici profonde.

Le allergie alimentari sono una delle cause più comuni di una malattia. Tuttavia, anche animali domestici, polvere o prodotti per l'igiene inappropriati spesso causano dermatiti..

I pediatri notano che la patologia procede raramente da sola. Nel complesso, il bambino ha malattie gastrointestinali o altri disturbi sistemici.

Eczema

L'eczema è un processo infiammatorio degli strati superiori della pelle. È di natura cronica con remissioni periodiche e recidive, spesso si sviluppa in parallelo con dermatite atopica.

La fonte principale del problema è una reazione allergica, soprattutto se il bambino ha una predisposizione genetica. L'eczema appare sotto l'influenza di diversi fattori: allergie e disturbi nel corpo (sistema immunitario, tratto gastrointestinale).

  • arrossamento;
  • forte prurito e bruciore;
  • molte piccole vescicole, che si fondono gradualmente in un fuoco continuo di infiammazione;
  • dopo la loro apertura, appare una lesione ulcerosa, viene secreto l'essudato;
  • durante la guarigione, le ferite sono coperte di croste.

Orticaria

L'orticaria è una malattia dermatologica di origine allergica. In tenera età è caratterizzato da attacchi acuti a breve termine, alla fine diventa cronico.

La malattia sembra un sacco di vesciche che si differenziano per forma e dimensioni. Il loro colore varia da trasparente a rosso vivo. Ogni blister circonda un bordo gonfio. L'eruzione cutanea è molto pruriginosa, a seguito della quale le bolle scoppiano o si fondono in un'erosione continua.

La patologia appare quando sei allergico a medicine, animali, sostanze chimiche, polvere, freddo, ecc. Spesso è accompagnato da malattie gastrointestinali, presenza di parassiti nel corpo, infezioni virali o batteriche.

neurodermite

Patologia della pelle, che è di natura neuroallergica. La malattia si manifesta dopo 2 anni. Un prerequisito può essere la diatesi frequente. È caratterizzato da un decorso prolungato, quando le ricadute acute sono sostituite da periodi di riposo relativo.

La neurodermite sembra un accumulo di piccoli noduli rosa chiaro. Quando si pettinano, possono connettersi. La pelle diventa rossa senza bordi delineati. Compaiono fiocchi, sigilli, iperpigmentazione.

L'edema di Quincke

L'edema di Quincke è un'improvvisa reazione acuta del corpo a fattori naturali o chimici, spesso causata da allergie. Questa è una patologia grave che richiede un pronto soccorso urgente e una visita medica completa..

L'edema di Quincke è caratterizzato da un significativo aumento dei tessuti molli del viso (labbra, guance, palpebre), collo, mani e piedi o mucose (il gonfiore della faringe è molto pericoloso). Il tumore può durare da pochi minuti a diversi giorni. Il gonfiore in bocca rende difficile parlare e impedisce il normale consumo. Non c'è bruciore o prurito. Toccando il gonfiore non provoca dolore.

Sindrome di Lyell

La sindrome di Lyell è una malattia molto seria e grave, caratterizzata da un'origine allergica. È accompagnato da un forte deterioramento delle condizioni generali del paziente, danni a tutta la pelle e alle mucose. Esternamente, la malattia assomiglia a ustioni di secondo grado. Il corpo diventa pieno di vesciche, si gonfia e si infiamma.

Di solito, una reazione simile si verifica dopo l'assunzione di farmaci allergenici. Ai primi sintomi, è necessario consultare un medico, che aumenterà le possibilità di recupero. Le previsioni per la cura sono deludenti (nel 30% dei casi c'è un esito fatale). Fortunatamente, la sindrome di Lyell copre solo lo 0,3% di tutte le reazioni allergiche ai farmaci. Dopo lo shock anafilattico, occupa il secondo posto in termini di pericolo per la vita del paziente..

Diagnosi delle allergie

Dopo l'esame, uno specialista qualificato prescriverà una serie di studi che aiuteranno a determinare con precisione gli allergeni. All'appuntamento iniziale, i genitori devono riferire:

  • come mangia il bambino (cosa ha mangiato di recente prima della comparsa dell'eruzione cutanea);
  • madri di bambini - circa la loro dieta e introdotto cibi complementari;
  • se ci sono allergie in famiglia;
  • se gli animali domestici vivono;
  • quali piante prevalgono vicino alla casa, ecc..
  1. esame del sangue per immunoglobuline;
  2. test allergici (pelle, applicazione, provocatorio);
  3. emocromo completo.
Per determinare l'eziologia di un'eruzione allergica, è necessario un esame del sangue generale

Trattamento farmacologico

È necessario un trattamento competente delle allergie, che allevia complicazioni e ulteriori problemi di salute. È importante proteggere il bambino dagli allergeni - irritanti e condurre la terapia farmacologica. Il corso del trattamento è diverso per i pazienti di diverse categorie di età. L'uso comune è antistaminici e trattamenti topici per la pelle. I farmaci sono prescritti esclusivamente da uno specialista.

In caso di allergie alimentari, i medici devono prescrivere Enterosgel Enterosorbent con un ciclo per eliminare gli allergeni. Il farmaco è un gel saturo di acqua. Avvolge delicatamente le mucose gastrointestinali, raccoglie da loro gli allergeni e li rimuove dal corpo. Un importante vantaggio di Enterosgel è che gli allergeni sono saldamente legati al gel e non vengono rilasciati nel parto intestinale situato sotto. Enterosgel come spugna porosa assorbe principalmente sostanze nocive senza interagire con microflora benefica e microelementi, quindi può essere assunto per più di 2 settimane.

Terapia per i neonati

Alcuni medici negano un'allergia congenita come patologia indipendente. Si verifica a causa della colpa della madre, spesso involontariamente. Questo porta all'uso di allergeni negli alimenti, cattive abitudini, malattie passate. Inoltre, nei primi giorni o mesi di vita può comparire un'allergia.

Prima di tutto, una madre che allatta dovrebbe rivedere la sua dieta, eliminando tutti i possibili allergeni. La miscela ipoallergenica o priva di lattosio è selezionata per i bambini che allattano al seno con alimentazione artificiale.

Nel decorso acuto della malattia, ai bambini di età inferiore a 1 anno vengono mostrati antistaminici:

  • Gocce di fenistil (controindicato per un massimo di 1 mese);
  • gocce di Cetrin (da sei mesi);
  • Zirtek gocce (da sei mesi) (si consiglia di leggere: istruzioni per l'uso su Zirtek gocce per neonati).

Con un'eruzione cutanea, viene prescritto un trattamento locale (striscio 2 volte al giorno):

  • Gel di fenistil (allevia il prurito, lenisce la pelle);
  • Bepanten (idrata, migliora la rigenerazione dei tessuti);
  • Weleda (crema tedesca contenente ingredienti naturali);
  • Elidel (farmaco antinfiammatorio prescritto dopo 3 mesi).

Trattamento per bambini di età superiore a 1 anno

  • Erius (sospensione);
  • Zodak (gocce)
  • Parlazina (gocce);
  • Cetirizine Hexal (gocce);
  • Fenistil (gocce);
  • Tavegil (sciroppo), ecc..

Per le eruzioni cutanee, vengono utilizzati gli stessi unguenti dei neonati o secondo la prescrizione individuale di un medico. Per purificare il corpo dalle tossine, vengono presi gli assorbenti: Polysorb, Phosphalugel, Enterosgel, Smecta. Vitamine consigliate.

In caso di un decorso prolungato o grave della malattia, i medici ricorrono all'assunzione di farmaci contenenti ormoni (prednisone). La terapia immunomodulante a questa età è indesiderabile. In un caso estremo, viene selezionata una medicina delicata (ad esempio, gocce di Derinat).

Eliminazione dei sintomi nei bambini di età superiore ai 3 anni

A partire da 3 anni, diventa possibile iniziare a eliminare il problema stesso. I farmaci eliminano solo i sintomi, ma non possono curare le allergie..

Un metodo efficace è l'immunoterapia specifica (SIT). Puoi ricorrere ad esso da 5 anni. Al paziente viene gradualmente somministrato allergene a dosi chiare. Di conseguenza, forma una difesa immunitaria e la sua sensibilità allo stimolo scompare. Parallelamente alla SIT, possono essere prese misure per aumentare la difesa immunitaria, migliorare la composizione del sangue, ecc..

Per eliminare i sintomi, è possibile aggiungere ai farmaci sopra:

Quanto dura una reazione allergica??

In media, può durare da alcuni minuti a diversi giorni (4-6 giorni). La febbre da fieno stagionale occupa l'intero periodo di fioritura e può richiedere fino a un paio di mesi. È necessario proteggere il bambino dagli effetti dello stimolo e condurre un trattamento sintomatico.

Qual è l'allergia pericolosa in un bambino?

Le allergie cutanee nei bambini rappresentano un potenziale pericolo, soprattutto se il trattamento giusto non è disponibile. La diatesi o la dermatite non possono essere ignorate con il pretesto che tutti i bambini ce l'hanno.

  • la transizione di una reazione acuta a una forma cronica;
  • la comparsa di dermatite atopica prolungata o neurodermite;
  • rischio di shock anafilattico, edema di Quincke;
  • asma bronchiale.

Prevenzione delle allergie

È impossibile proteggere completamente il bambino, ma puoi seguire semplici regole che influenzeranno positivamente la sua salute. Una corretta prevenzione ridurrà i rischi di allergia..

La prevenzione include:

  1. rafforzamento versatile dell'immunità;
  2. corretta alimentazione, un numero sufficiente di oligoelementi;
  3. introduzione tempestiva di alimenti complementari;
  4. l'esclusione di potenziali allergeni (la loro attenta introduzione);
  5. pulizia nella stanza, pulizia regolare a umido;
  6. prodotti chimici domestici anallergici o organici;
  7. abbigliamento realizzato con materiali naturali;
  8. mancanza di fumo di tabacco nell'appartamento.

Allergia nei bambini: segni, cause e trattamento

Come si manifestano diversi tipi di allergie, che cosa causa e come affrontare le allergie?.

Allergie nei bambini

Riconosci l'allergia del bambino

Che cos'è un'allergia nei bambini

Un'allergia è un'ipersensibilità di un organismo a una sostanza estranea (antigene) seguita da una risposta immunitaria. Secondo i dati scientifici, questa caratteristica in sé non è ereditata, ma la predisposizione ad essa è sì. Nei bambini i cui genitori sono allergici (specialmente se entrambi o solo la madre), può avere maggiori probabilità di svilupparsi.

Quando entriamo in contatto con un allergene, il corpo reagisce in modo tale da bloccare l'accesso di sostanze "pericolose", secondo i suoi dati, al sangue. Questo si esprime nei fenomeni infiammatori che si presentano a causa del rilascio di immunoglobulina E e istamina, un ormone che regola varie funzioni del corpo..

L'istamina provoca edema tissutale, ristagno di sangue nei capillari, una diminuzione della pressione, fa battere il cuore più velocemente - tutti questi cambiamenti dovrebbero aiutare il corpo a consegnare rapidamente altrettanti globuli bianchi - globuli protettivi - a quelle aree in cui è necessaria la loro presenza.

L'eccessiva sensibilità del corpo a un particolare allergene porta al rilascio di una quantità eccessiva di istamina, motivo per cui i medici prescrivono antistaminici per le allergie.

Si ritiene che in Russia dal 15 al 35% delle persone soffra di allergie.

Quali sono i sintomi delle allergie nei bambini? Tra le manifestazioni comuni di questa condizione sono le seguenti:

  • rinorrea
  • starnuti
  • tosse;
  • prurito
  • lacrimazione o secchezza degli occhi;
  • respiro affannoso;
  • brividi;
  • eruzione cutanea o arrossamento della pelle, eczema;
  • infiammazione delle mucose;
  • problemi digestivi - con allergie alimentari.

In caso di allergie acute, può verificarsi uno shock anafilattico potenzialmente letale quando si verifica edema polmonare, la respirazione è disturbata e la pressione sanguigna diminuisce..

Quali tipi di allergie ci sono

L'elenco dei principali allergeni comprende:

  • polvere: contiene diversi allergeni contemporaneamente, dal polline delle piante e dagli acari della polvere alle squame dell'epitelio degli animali domestici;
  • polline: un'allergia può svilupparsi sul polline delle piante domestiche;
  • peli di animali domestici e particelle della loro pelle, nonché piumino e piume;
  • spore di funghi o muffe;
  • Cibo. Le allergie alimentari nei bambini non sono rare. È molto importante prendersi cura della sua prevenzione anche nella fase della gravidanza della madre;
  • punture di insetti - di regola, si tratta di vespe, calabroni, api, bombi e formiche. Tale allergia si verifica nello 0,4 - 0,8% della popolazione. Gli organismi di questi e altri insetti secernono vari veleni, che possono causare una reazione da orticaria o edema a convulsioni, diarrea, soffocamento e shock. Se si verifica una reazione allergica, è importante andare in ospedale molto rapidamente o dare al bambino i farmaci necessari entro la prima ora, che è necessario consultare in anticipo con un pediatra;
  • alcuni farmaci. Di solito è difficile verificare in anticipo quali farmaci causano una reazione allergica. Inoltre, un'allergia a un particolare farmaco può verificarsi in qualsiasi periodo della vita, anche se una persona non ne aveva mai avuto prima;
  • lattice: questa allergia può manifestarsi in modi molto diversi e, di regola, si sviluppa nelle persone che spesso devono indossare guanti in lattice, ad esempio i medici.

Altri fattori di rischio includono il fumo, l'uso di una stufa a gas, mangimi per animali secchi, prodotti chimici domestici e inquinamento industriale. Si ritiene che un'allergia possa essere causata da un bambino che vive in un'area in cui l'aria è inquinata a causa della vicinanza alla strada..

Corso di allergia

  • Le allergie nei bambini possono svilupparsi all'istante - ad esempio, nel caso di un morso di formica - o entro pochi mesi, come accade quando il pelo del gatto o il polline lo causa. Tutto dipende da quanto spesso il bambino è in contatto con l'allergene..
  • Le allergie stagionali si verificano ogni anno in primavera, estate e autunno e le allergie alla muffa possono svilupparsi se la pioggia e le case sono aumentate in strada per periodi più lunghi e i livelli di umidità sono aumentati, portando alla crescita di microrganismi.
  • È importante capire che le allergie nei bambini possono passare e apparire e non esiste una spiegazione esatta per questo..

Come distinguere un raffreddore da un'allergia in un bambino

Il raffreddore scompare - al più tardi - entro 10 giorni e l'allergia appare costantemente.

Ecco i chiari segni di un'allergia:

  • il bambino annusa costantemente il naso, soprattutto se lo scarico dal naso è trasparente e liquido e non giallo o verde e spesso;
  • il bambino starnutisce costantemente, i suoi occhi sono rossi, bagnati e pruriginosi;
  • il bambino ha le occhiaie sotto gli occhi, il naso è costantemente chiuso e respira attraverso la bocca;
  • tosse secca;
  • la pelle è infiammata, arrossata e prude.

Prevenzione delle allergie

È dimostrato che l'insorgenza di ipersensibilità a un particolare allergene può verificarsi in un bambino quando è ancora nello stomaco della madre, nel secondo trimestre di gravidanza. Ciò significa che anche prima della sua nascita, la futura mamma deve prendere precauzioni.

Precauzioni:

  • se è allergica a questa o quella sostanza, è necessario evitare il contatto con essa durante la gravidanza;
  • è necessario smettere di fumare, assumere farmaci non approvati da un medico, assicurarsi attentamente che non vi siano contatti con allergeni sul lavoro: possono essere sali di platino, formaldeide, composti di nichel o cromo, pigmenti, pesticidi, resina epossidica e altre resine fenolo-formaldeide, composti organici, che comprendono cloro, fluoro e fosforo;
  • nutrizione squilibrata, presenza nella dieta di alimenti allergenici, prodotti con additivi chimici. È meglio formare una dieta preventiva in cui non ci saranno potenziali allergeni;
  • minimizzare il numero di situazioni stressanti.

Dopo il parto, devi:

1. Cerca di stabilire l'allattamento al seno (su quanto sia importante per l'immunità, scriviamo in un materiale separato;

2. Segui una dieta (quali prodotti possono essere inclusi e quali no, diciamo qui;

3. Per temperare il bambino, monitorare la sua salute, dargli un massaggio rassodante e fare ginnastica con lui;

4. Se i genitori del bambino presentavano asma o dermatite atopica, nonché altre reazioni allergiche, il bambino deve essere esaminato da un allergologo: prima viene identificato il problema, più efficace è il trattamento.

Tuttavia, è importante capire che il modo migliore per curare e prevenire le allergie è eliminare i fattori che lo provocano..

Se il bambino è allergico a polvere e piume, oltre al trattamento, è necessario osservare le norme igieniche:

  • materassi e cuscini devono essere in speciali coperture di plastica;
  • biancheria da letto speciale dovrebbe essere usato;
  • se la biancheria è ordinaria, ha bisogno di lavarsi e bollire 1 - 2 volte a settimana;
  • è importante scegliere cuscini e coperte con stucco sintetico;
  • l'appartamento dovrebbe avere un minimo di mobili imbottiti;
  • Non usare tappeti o tappeti con un odore pungente;
  • pulire con aspirapolvere speciali, eseguire la pulizia a umido.

Se il bambino è sensibile alla muffa e alla muffa, è necessario:

  • asciugare le superfici del bagno dopo il bagno;
  • lavare il bagno con soluzioni speciali una volta al mese;
  • rimuovere il vapore in cucina con un aspiratore;
  • vestiti asciutti in una stanza speciale, non in una stanza.

Se il bambino è allergico alla lana, dovresti:

  • escludere abiti da lana, pelliccia;
  • non andare allo zoo, al circo e alle case dove ci sono animali;
  • se un gatto o un cane viveva nel tuo appartamento, i locali devono essere accuratamente puliti.

Se devi proteggere il tuo bambino dal polline:

  • quando le piante fioriscono, chiudere le finestre;
  • Non camminare con tempo ventoso;
  • devi stare attento con saponi e shampoo contenenti preparati a base di erbe.

È anche importante evitare:

  • fatica
  • ipotermia o surriscaldamento del bambino;
  • umidità troppo elevata;
  • intensa attività fisica;
  • malattie infettive - provocano un'esacerbazione delle allergie.

Allergie nei bambini: alimenti che lo causano

È molto importante prevenire lo sviluppo di allergie alimentari nei bambini. Il fatto è che è con il cibo che il bambino incontra prima di tutto, mentre è ancora nello stomaco della madre. E l'insorgenza di allergie alimentari provoca lo sviluppo di altre sue specie.

Quali alimenti lo causano più spesso?

Prodotti che spesso causano allergie:

  • uova
  • grano, soia, segale;
  • miele;
  • frutti di mare, pesce e crostacei;
  • noccioline
  • cibo in scatola;
  • alcuni frutti.

Naturalmente, questo elenco può essere seriamente integrato, ma altri prodotti causano allergie meno spesso..

Come proteggere un nascituro dalle allergie alimentari?

1. Leggi la composizione. Abituati a imparare le etichette su tutti i prodotti. Se contengono miglioratori del gusto, conservanti, grassi trans - è meglio rifiutarli.

2. Meno prodotti finiti. Prodotti da forno industriali, vari semilavorati e persino piatti serviti in bar e ristoranti: tutto ciò può essere dannoso per te, poiché la composizione di tali alimenti è nella maggior parte dei casi sconosciuta.

3. Dai la preferenza alle verdure e ai frutti di stagione della tua striscia. Non sempre abbiamo l'opportunità di scoprire l'origine dei prodotti che sono sul nostro tavolo. Ma l'acquisto di frutta e verdura di conservazione a lungo termine, arrivato da paesi esotici, crea anche condizioni per lo sviluppo di allergie nel bambino. Vale la pena ricordare che l'uso di frutti rossi e bacche ora deve essere limitato: possono anche causare allergie nel bambino. Nella stagione fredda, bacche congelate e verdure in scatola coltivate nel paese saranno molto più utili dei frutti "freschi" portati da altri paesi.

4. Lavare verdure, frutta ed erbe. Vari pesticidi e fertilizzanti sono anche potenti allergeni, quindi cerca di sbarazzartene, anche se esponi le verdure a un lungo trattamento termico.

5. Acquista alimenti per bambini. Sugli scaffali dei nostri negozi non ci sono così tanti prodotti contrassegnati "Per le donne incinte", ma c'è una vasta selezione di purea, cagliata, yogurt per bambini. Acquistando prodotti di questa categoria da produttori di fiducia, puoi essere sicuro della loro qualità. Prova l'assortimento di Agusha: troverai sicuramente qualcosa di tuo gusto.

Se sei allergico e aspetti un bambino, dovresti consultare il tuo medico per discutere di dieta e assumere antistaminici durante la gravidanza. E come introdurre alimenti complementari per evitare allergie, diciamo qui.

Allergie nei bambini

Caratteristiche delle reazioni allergiche nei bambini

Le allergie in un bambino sono sempre un problema per i genitori che desiderano la migliore salute per il loro bambino. Un'allergia si verifica quando il sistema immunitario di un bambino considera erroneamente sostanze normalmente innocue come "dannose e pericolose". Le sostanze che causano allergie sono chiamate allergeni. I sintomi allergici variano a seconda dell'età e dell'età in cui si verifica un'allergia in un bambino.

Perché si verifica un'allergia??

Con una certa patologia, l'immunità del bambino reagisce eccessivamente all'allergene, producendo anticorpi allergici (IgE) contro l'allergene. Il sistema immunitario rilascia quindi istamina e altre sostanze chimiche che causano tutti i spiacevoli sintomi allergici..

Esistono molti tipi di allergeni. I più comuni sono:

  • allergeni presenti nell'aria, inclusi acari della polvere, peli di cani e gatti, polline, muffe
  • allergeni alimentari
  • morsi di insetto
  • altre sostanze, inclusi farmaci, lattice, alcuni materiali sintetici e composti chimici

Una volta che il sistema immunitario ha sviluppato un'immunoglobulina IgE contro un allergene, il contatto con questo allergene può portare a una reazione allergica con sintomi che vanno da una lieve irritazione a condizioni potenzialmente letali come la reazione anafilattica.

Chi può avere allergie?

Non c'è ancora consenso sul perché alcune persone abbiano allergie e altre no. La tendenza a sviluppare allergie viene solitamente trasmessa attraverso i geni. Ma non tutti in famiglia mostreranno allergie. I membri della stessa famiglia possono essere allergici a diversi allergeni e alcune persone possono sviluppare allergie a sostanze alle quali nessun membro della famiglia è allergico. Quando un bambino ha una reazione allergica a una sostanza, è probabile che possa sviluppare un'allergia ad altre sostanze. Insieme alla storia familiare, molti fattori ambientali, comprese le cattive condizioni ambientali, possono influenzare lo sviluppo di una predisposizione allergica.

Come viene diagnosticata un'allergia??

Il medico di solito diagnostica le allergie non appena ascolta i reclami ed esamina il bambino. Alcune cause di allergie possono essere evidenti nella storia di un bambino, ad esempio, un bambino prude e starnutisce ogni volta che lancia un gatto. Ma a volte un bambino potrebbe aver bisogno di essere testato per gli allergeni per determinare l'origine del problema. Se sospetti un'allergia alimentare, il tuo bambino potrebbe aver bisogno di un test allergologico: esami della pelle o esame del sangue per specifici anticorpi allergici per confermare che sono allergici. Questo per garantire che i genitori sappiano quali alimenti il ​​bambino dovrebbe evitare..

  • Un test cutaneo per le allergie viene eseguito utilizzando una puntura della pelle e applicando una goccia di allergene. Se il bambino ha una reazione all'allergene, nel sito della puntura comparirà un gonfiore arrossato.
  • Sulla base di esami del sangue, viene eseguito uno studio sugli anticorpi sierici per IgE specifiche per determinare la sensibilità a determinati allergeni. Questo test può essere eseguito per coloro che interrompono l'assunzione di antistaminici in cinque giorni..

Nei neonati e nei bambini piccoli, da 1 a 3 anni, alcune allergie alimentari non sono causate dagli anticorpi IgE. Queste allergie alimentari sono note come "allergie alimentari non IgE-mediate". Questi tipi di allergie possono richiedere molto tempo ed energie per la loro diagnosi, che dovrebbe essere gestita da un immunologo-allergologo esperto..

Come si manifesta l'allergia?

I sintomi delle allergie variano a seconda di ciò che l'allergia sviluppa nel bambino. Gli allergeni presenti nell'aria, come il polline, di solito causano la "febbre da fieno" (rinite allergica). I bambini con febbre da fieno possono presentare sintomi stagionali con naso che cola, prurito al naso o agli occhi e starnuti durante la stagione della fioritura. I bambini allergici agli acari della polvere possono soffrire di "febbre da fieno" per tutto l'anno con naso che cola o naso chiuso, starnuti, spesso peggiorando a letto. Gli allergeni presenti nell'aria possono anche contribuire ai sintomi dell'asma e dell'eczema..

I bambini con allergie alimentari spesso manifestano sintomi allergici quando mangiano cibo, che hanno sviluppato una reazione eccessiva del sistema immunitario. I sintomi delle allergie alimentari possono includere eruzioni cutanee (come orticaria), gonfiore di viso, labbra e occhi, nonché dolore addominale, vomito e diarrea. Alcuni bambini possono avere una grave reazione con problemi respiratori (come tosse e respiro sibilante) o collasso. Questo si chiama anafilassi e può essere pericoloso per la vita..

Se il bambino è allergico al cibo, è improbabile che toccarlo causi una grave reazione allergica. Alcune eruzioni cutanee possono apparire sulla parte della pelle che è stata toccata. Anche essere nella stessa stanza con il cibo è improbabile che provochi una reazione. Ma cucinare e cuocere al vapore alcuni alimenti, come uova o pesce, può scatenare reazioni in alcune persone particolarmente sensibili..

Reazioni allergiche: quanto velocemente si verificano?

Una reazione allergica immediata di solito si verifica entro pochi minuti o fino a 1-2 ore dopo che il bambino viene a contatto con un allergene.

Una reazione allergica ritardata di solito si verifica tra 2-4 ore e fino a 24-48 ore dopo l'esposizione a un allergene.

Sintomi di reazioni allergiche lievi o moderate

Se il bambino ha una reazione allergica in forma lieve o moderata, i suoi sintomi possono includere i seguenti sintomi:

  • eruzione cutanea, orticaria
  • gonfiore del viso, degli occhi o delle labbra
  • formicolio o prurito
  • peggioramento dei sintomi di eczema, febbre da fieno o asma
  • diarrea, vomito, crampi e dolori addominali.
Si prega di notare che se un bambino ha problemi digestivi dopo una puntura d'insetto, significa che ha una grave reazione allergica..

Grave reazione allergica - anafilassi

I sintomi possono includere una o più delle seguenti condizioni:

  • respiro affannoso o rumoroso
  • gonfiore del viso, della lingua e della gola
  • voce rauca
  • respiro sibilante o tosse persistente
  • vertigini o svenimento
  • pallore della pelle
  • bassa pressione sanguigna
  • diarrea, dolore addominale o vomito

Attenzione! L'anafilassi è pericolosa per la vita e richiede cure mediche urgenti. Se un bambino sviluppa una reazione anafilattica, posizionalo prima su una superficie piana per mantenere stabile la pressione sanguigna. Quindi utilizzare un autoiniettore di epinefrina come EpiPen®, se presente. Quindi chiamare urgentemente un'ambulanza.

Trattamento allergico

Il trattamento allergologico deve essere prescritto da un medico, un pediatra, un allergologo o un immunologo..

Gli antistaminici sotto forma di compresse o sciroppo sono usati per trattare allergie da lievi a moderate (ad es. Eruzione cutanea, formicolio in bocca o gonfiore). Alcuni antistaminici possono causare sonnolenza in un bambino, che può apparire come anafilassi e rendere difficile la comprensione delle reazioni del bambino. Pertanto, è meglio usare antistaminici che non causano sonnolenza. I produttori sono tenuti ad indicare tutti gli effetti collaterali sulla confezione e nelle istruzioni per il farmaco.

A seconda del tipo di reazione allergica nel bambino, potrebbe essere necessario altri tipi di trattamento. Per esempio:

  • Se il bambino ha l'eczema, potrebbe aver bisogno di unguenti corticosteroidi..
  • Se un bambino ha la febbre da fieno, potrebbe aver bisogno di spray nasali con corticosteroidi..
  • Se un bambino ha l'asma, potrebbe aver bisogno di un inalatore come Ventolin o Asmol.
  • I bambini che sono costantemente allergici alle punture di insetti, acari della polvere o polline possono sottoporsi a immunoterapia per ridurre o eliminare i loro sintomi..

Nei neonati, a volte è difficile determinare se un sintomo è una manifestazione di un'allergia o di un'altra malattia. Il bambino si sta semplicemente adattando a questo mondo, conosce allergeni esterni. I principali periodi "critici" in cui un'allergia alimentare può debuttare sono quando l'allattamento al seno termina o quando iniziano a essere somministrati "alimenti complementari". Le reazioni allergiche cutanee possono anche essere causate dall'uso di cosmetici non adatti al bambino (creme, schiume, shampoo, detergenti) o quando il bambino viene a contatto con prodotti chimici domestici.

Se vedi disturbi sulla pelle o quando mangi nel neonato, consulta un pediatra per un consiglio. Di norma, questo è sufficiente per regolare la dieta e lo stile di vita del bambino.

In situazioni difficili, ti verrà dato un rinvio a un immunologo-allergologo, in modo che diagnostichi in modo affidabile e prescriva un trattamento per il bambino. L'allergia alle droghe moderne è ben curabile. Le convulsioni acute possono essere rapidamente interrotte e la malattia stessa può essere curata o messa in remissione stabile..

Reazioni allergiche nei bambini

Tutto il contenuto di iLive è monitorato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibili con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Le reazioni allergiche nei bambini si sviluppano a seguito della riduzione della soglia di sensibilità del bambino agli effetti di qualsiasi agente allergenico. La reazione del corpo può manifestarsi sotto forma di una risposta acuta (ipersensibilità immediata) o più protratta (tipo ritardato).

Reazioni corporee simili sono alla base dello sviluppo di malattie allergiche, ad esempio l'asma bronchiale o la febbre da fieno. Le sostanze provocatorie possono essere polvere di casa, peli di animali, polline di piante e molto altro. Non sempre a seguito del primo incontro con un agente allergenico, si verifica una risposta con sintomi caratteristici. Sono più spesso osservati quando si incontrano di nuovo..

La maggior parte delle patologie allergiche si verificano durante l'infanzia. Le principali manifestazioni cliniche delle reazioni allergiche sono naso che cola, gonfiore, iperemia, dispnea e disturbi intestinali.

Le allergie riguardano circa il 15-20% dei bambini e degli adulti. La gravità della risposta del corpo a un allergene determina il volume delle manifestazioni cliniche. In alcuni casi sono possibili rinite, prurito e lacrimazione, in altri bambini la clinica può consistere in lesioni della pelle, dolore addominale, tosse, nausea e mal di testa.

Codice ICD-10

Cause di reazioni allergiche nei bambini

Un ruolo importante nello sviluppo di reazioni allergiche è svolto da una predisposizione genetica. Abbastanza spesso ci sono casi di trasmissione di allergie ai bambini da genitori e parenti immediati. Inoltre, sono noti casi di allergie al cibo, fumo di sigaretta, situazioni stressanti o ambiente..

Le cause delle reazioni allergiche nei bambini sono caratterizzate dall'effetto di vari allergeni sul corpo del bambino. Tra questi, viene spesso osservata l'influenza degli acari della casa, che sono contenuti nella polvere, nel polline delle piante e degli alberi in fiore, inalati attraverso il tratto respiratorio superiore..

I bambini con animali (gatti, parotite, ratti, cani) vivono soprattutto a rischio di sviluppare allergie. I peli di gatto sono l'allergene più fastidioso. Tuttavia, non solo il mantello, ma anche le particelle di saliva e i peeling della pelle possono anche essere un allergene.

Cause di reazioni allergiche nei bambini si trovano in alimenti come latticini, cioccolato, agrumi e altri frutti, uova di gallina e spezie. Separatamente, vale la pena notare additivi e coloranti alimentari, la cui ingestione nei bambini è anche possibile lo sviluppo di reazioni allergiche.

Alcune persone soffrono di manifestazioni cliniche di allergie in risposta a situazioni stressanti, paura, rabbia e altri fattori psicogeni. Abbastanza spesso ci sono allergie ai farmaci, in particolare antibatterici e antimicrobici.

Sintomi di reazioni allergiche nei bambini

Le manifestazioni di allergie dipendono dal volume del fattore influenzante, dal suo grado di attività e dalla sensibilità del corpo. La risposta può manifestarsi in diversi modi, coinvolgendo nel processo organi interni e tegumenti della pelle..

I sintomi delle reazioni allergiche nei bambini sul viso si manifestano sotto forma di iperemia, elementi di eruzione cutanea e desquamazione. Tali sintomi non sono così spaventosi quanto colpiscono la gola e il tratto respiratorio, a seguito dei quali la funzione respiratoria può essere compromessa e può verificarsi una tosse..

L'allergia alimentare è molto comune ed è caratterizzata dalla comparsa di un'eruzione cutanea fino alla formazione di vesciche, arrossamento della pelle, forte prurito e calore pungente abbondante. Inoltre, il sonno del bambino è disturbato. In alcuni casi, c'è lo sviluppo di edema di Quincke, broncospasmo, danni all'apparato digerente con nausea, flatulenza, coliche e disfunzione intestinale.

I sintomi delle reazioni allergiche nei bambini sulla pelle possono manifestarsi con diatesi, eczema con vescicole, croste e prurito tipici, nonché dermatite atopica.

Tipi di reazioni allergiche nei bambini

Tenendo conto del meccanismo di sviluppo, si distinguono i seguenti tipi di reazioni allergiche nei bambini: vero e pseudo-allergico. Il primo tipo di reazione allergica passa attraverso 3 fasi di sviluppo.

Lo stadio immunologico è la sensibilizzazione del corpo del bambino con un allergene provocante, che comporta l'accumulo di anticorpi in risposta al suo effetto.

Lo stadio biochimico è caratterizzato dalla comparsa di una risposta immunitaria in caso di contatto ripetuto con questo antigene-allergene, con conseguente rilascio di istamina.

E infine, lo stadio fisiopatologico comprende le manifestazioni cliniche di una reazione allergica. Tali tipi di reazioni allergiche nei bambini come il tipo pseudo-allergico appartengono alla patologia senza la partecipazione del sistema immunitario, cioè sono caratterizzati dall'assenza di anticorpi allergici e cellule sensibilizzate (linfociti).

Il tipo immunologico di reazione è determinato dal meccanismo di ipersensibilità del tipo immediato o ritardato. Nel processo, i mediatori con una potente attività biologica vengono rilasciati e causano arrossamento, prurito, vertigini, mal di testa e mancanza di respiro..

Reazioni allergiche acute nei bambini

La reazione del corpo all'influenza di un fattore irritante può essere diversa. Le reazioni allergiche acute nei bambini appartengono a uno speciale campo della medicina, poiché si sviluppano molto rapidamente e provocano la comparsa di gravi disfunzioni delle funzioni vitali di base. Come risultato dello sviluppo rapido di una reazione allergica, la vita del bambino può soffrire.

Le reazioni allergiche acute nei bambini necessitano di cure mediche immediate, poiché ogni minuto è molto importante. Reazioni simili compaiono in risposta all'esposizione a un allergene sotto forma di un complesso immuninfiammatorio pronunciato.

Esistono due gruppi di risposta del corpo all'influenza dello stimolo: si tratta di reazioni locali e generalizzate. Le manifestazioni locali sono caratterizzate dallo sviluppo di edema di Quincke, rinite allergica e lacrimazione, orticaria, esacerbazione dell'ostruzione bronchiale e asma bronchiale.

Le manifestazioni comuni di una reazione allergica includono shock anafilattico e tossicoderma. Tutte queste reazioni acute, specialmente quelle generalizzate, richiedono cure mediche immediate..

Diagnosi di reazioni allergiche nei bambini

Quando si visita un medico per un'allergia, è prima necessario stabilire la causa del suo sviluppo. Quindi, per determinare l'influenza di fattori genetici, vale la pena conoscere la presenza di allergie simili in parenti stretti. Se viene rilevato questo fatto, dovrebbe essere fatta una diagnosi più dettagliata con la determinazione di un fattore provocante - un allergene.

La principale diagnosi di reazioni allergiche nei bambini è quella di condurre test cutanei per identificare le cause delle reazioni allergiche.

Il processo di esecuzione di un test allergologico si basa sulla somministrazione sottocutanea di una determinata sostanza irritante o sull'uso di un test dell'ago con allergeni domestici.

Per eseguire un test cutaneo, viene applicato un cerotto speciale con un allergene applicato su di esso. Successivamente, deve essere incollato sulla pelle del bambino e osservare la reazione.

La diagnosi di reazioni allergiche nei bambini consiste anche nell'uso di ulteriori metodi di esame. Tra questi, vale la pena prestare attenzione a un esame del sangue per rilevare gli anticorpi per ciascun allergene. Se, dopo aver eseguito questi test, la causa dell'allergia non è stata stabilita, vale la pena condurre un test provocatorio..

Chi contattare?

Trattamento di reazioni allergiche nei bambini

Aiutare un bambino che soffre di allergie è ridurre l'attività del processo allergico e la gravità delle manifestazioni cliniche. Inoltre, è necessario prevenire l'ulteriore sviluppo di allergie attraverso misure preventive..

Il trattamento delle reazioni allergiche nei bambini comprende una vasta gamma di misure. La quantità di farmaci usati dipende dal grado di attività del processo e dai sintomi. Dovrebbe essere considerato anche il fattore causale che scatena lo sviluppo di una reazione allergica..

Il trattamento delle reazioni allergiche nei bambini consiste nell'uso di antistaminici (cetrina, claritina, allerone). Inoltre, è necessario utilizzare creme speciali in presenza di lesioni cutanee. Il resto dei farmaci è prescritto in base ai sintomi..

Nei casi più gravi, si consiglia di utilizzare agenti ormonali e un metodo di desensibilizzazione. Si basa sulla graduale introduzione di un allergene nel corpo, aumentando regolarmente il dosaggio. Pertanto, il corpo inizia a resistere al fattore irritante e successivamente smette di manifestarsi clinicamente.

Una direzione importante nel trattamento delle allergie è il trattamento termale. I bambini rafforzano l'immunità e aumentano la resistenza non solo agli allergeni, ma anche agli agenti infettivi.

Prevenzione delle reazioni allergiche nei bambini

Il metodo più efficace per prevenire lo sviluppo di tali condizioni è la prevenzione delle reazioni allergiche nei bambini. Inizia nel periodo prenatale, quando il feto può incontrare per la prima volta allergeni. Al fine di evitare la sensibilizzazione del corpo, una donna incinta dovrebbe seguire una certa dieta. Dovrebbe escludere agrumi, noci, cioccolato, miele e altri alimenti altamente sensibilizzanti..

Inoltre, non è consigliabile assumere un gran numero di droghe, fumare e, al contrario, trascorrere più tempo all'aperto.

La prevenzione delle reazioni allergiche nei bambini nel periodo neonatale è l'allattamento al seno e, in sua assenza, l'uso di miscele altamente adattate con una quantità minima di allergeni.

Inoltre, è necessario eseguire regolarmente la pulizia a umido nella stanza e cercare di limitare il contatto del bambino con gli animali domestici. Non sono solo portatori di infezione, ma anche proprietari di un tale allergene come la lana.

In caso di sospette allergie al polline e ad altre piante, si raccomanda di limitare il contatto del bambino con loro.

La prognosi delle reazioni allergiche nei bambini

Ogni bambino reagisce in modo diverso agli agenti allergenici, quindi è difficile prevedere quale sarà l'attività della reazione, soprattutto se il suo corpo incontra per la prima volta un fattore irritante.

In caso di allergie stagionali, i genitori affrontano più di una volta la comparsa di sintomi nei bambini e possono persino prevenirne lo sviluppo. Tuttavia, se si verifica una reazione allergica immediata, ad esempio a un farmaco o un ingrediente alimentare, con conseguente shock anafilattico, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

La prognosi delle reazioni allergiche nei bambini con questa forma di risposta immunitaria dipende dalla velocità delle cure mediche, poiché lo shock anafilattico minaccia la vita del bambino. Nel processo di sviluppo, i sistemi vitali sono interessati, a causa dei quali vengono fornite tutte le funzioni vitali.

Le reazioni allergiche nei bambini possono verificarsi nei primi mesi di vita, tuttavia, in assenza di una predisposizione genetica allo sviluppo di allergie, devono essere utilizzati tutti i metodi per affrontarla. Ciò è dovuto alla progressione della patologia e al peggioramento della condizione ogni anno sempre più in assenza di un trattamento adeguatamente selezionato.