Allergie nei bambini

Analisi

L'allergia è un grave problema che prima o poi quasi tutti i bambini moderni devono affrontare. È una risposta eccessivamente attiva del sistema immunitario del corpo a una varietà di allergeni (possono essere un elenco di sostanze, microrganismi e persino condizioni patologiche), a seguito dei quali compaiono numerosi sintomi caratteristici nei bambini - dalla tosse e dallo starnuto allo shock anafilattico.

Perché si verifica un'allergia, quali sono i suoi sintomi e come affrontarla? Imparerai a conoscere questo e molto altro di seguito.!

Cause di allergie nei bambini

Il termine allergia è stato usato per la prima volta in pediatria all'alba del ventesimo secolo ed è stato a lungo associato a una ridotta funzionalità delle immunoglobuline. La scienza medica moderna identifica cinque tipi di reazioni ipersensibili - che è tipico, gli scienziati nel lontano 1900 avevano ragione ed era il primo tipo principale a cui era stato assegnato il nome corrispondente, così come l'etimologia di base del malfunzionamento degli anticorpi E e lgЕ.

Dalla metà del XX secolo ai giorni nostri, c'è stata una rapida dinamica nell'aumento del numero di casi di allergie nei bambini di qualsiasi età, specialmente nei paesi sviluppati e in via di sviluppo. Come hanno dimostrato studi globali, un'igiene attenta contribuisce in modo determinante. L'osservanza estremamente attenta di esso non consente al corpo di entrare in contatto con la maggior parte degli anticorpi, il che riduce significativamente il normale carico del sistema immunitario. È interessante notare che nei paesi del terzo mondo che soffrono di gravi infezioni batteriche / virali, non ci sono praticamente problemi con malattie autoimmuni e immunologiche - questo è razionalmente spiegato dal basso livello di igiene generale nella maggior parte della popolazione locale.

Un altro fattore importante che provoca un'allergia è considerato il consumo attivo di prodotti chimici, che possono agire come singoli allergeni e creare una base per i disturbi del sistema nervoso / endocrino, che porta a varie manifestazioni allergiche.

Sintomi di allergie nei bambini

Le manifestazioni allergiche nei bambini sono più luminose e più forti che negli adulti.

I sintomi classici includono:

  1. Gonfiore della mucosa nasale.
  2. Arrossamento degli occhi e congiuntivite concomitante.
  3. Una varietà di eruzioni cutanee con prurito all'addome, all'inguine, ai gomiti - dalla dermatite all'orticaria e all'eczema.
  4. Problemi respiratori: mancanza di respiro, spasmo, fino a una condizione asmatica.
  5. Mal di testa.

In casi più rari, con la più forte risposta immunitaria possibile all'allergene, un piccolo paziente può rapidamente formare una sindrome coronarica acuta, ipotensione, edema esteso, fino a shock anafilattico e, in alcuni casi, morte.

Come si manifesta?

Le manifestazioni più tipiche per un bambino includono:

  1. Allergia sul viso di un bambino. Naso che cola grave, arrossamento grave degli occhi, eruzione cutanea facciale.
  2. Allergia cutanea in un bambino. Edema ed eruzioni cutanee in tutto il corpo, principalmente sulle pieghe dei gomiti e dell'inguine, infiammazione del sistema linfatico.
  3. Allergia respiratoria Spesso ha sintomi di vero asma..

Tipi di allergie nei bambini

I seguenti sono i principali tipi di allergie riscontrati in un bambino moderno.

Allergia ai peli di animali

Cani e gatti soffici, specialmente durante la muta, diffondono particelle di pelo in tutta la casa, che possono causare reazioni allergiche nel bambino.

Allergia al cibo

La medicina ha da tempo dimostrato che numerosi prodotti possono causare una risposta immunitaria inadeguata in un bambino. Le allergie alimentari nei bambini possono essere per frutta / verdura di determinati colori / composizione, cereali, uova, ecc. E di solito determinate nei primi 3-4 anni di vita.

Allergia al latte vaccino

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle allergie dei bambini alle proteine ​​presenti nel latte intero. Un simile problema allergico con intolleranza a questo prodotto nell'era moderna è stato osservato in bambini di tutte le età, compresi neonati / bambini.

Allergia al freddo

Una significativa diminuzione della temperatura può scatenare una reazione allergica. Il vento, il gelo e anche il leggero freddo sono un catalizzatore termico negativo per il sistema immunitario, se tutto non va bene..

Allergia nervosa

Per provocare la formazione e lo sviluppo di allergie, specialmente nel periodo di transizione / adolescenziale, possono verificarsi fattori negativi morali / biologici: forte eccitazione, stress, paure ed esperienze.

Allergia a polvere / polline

La polvere domestica e il polline penetrano facilmente nei polmoni e possono causare allergie anche in bambini relativamente sani che in precedenza non hanno avuto tali problemi..

Allergia al farmaco

Quasi ogni medicina seria nell'elenco degli effetti collaterali ha la voce "manifestazioni allergiche" - da un'eruzione banale all'edema di Quincke e persino allo shock anafilattico. È interessante notare che anche gli antistaminici, ad es. i farmaci antiallergici in rari casi possono provocare un attacco allergico.

Allergia agli insetti

Un'altra forma comune di ipersensibilità è l'allergia agli insetti. Scarafaggi, aracnidi, acari, pungenti e succhiatori di sangue - un chiaro pericolo per il futuro allergico.

Allergia ai microrganismi

Gli antigeni dell'elminto e dei funghi possono stimolare fortemente il sistema immunitario, dando una risposta inadeguata a questi potenziali allergeni..

Allergia al bambino

L'allergia più pericolosa e imprevedibile in un bambino. Si manifesta nei primi giorni, settimane o mesi di vita, spesso porta a shock anafilattico in assenza della terapia necessaria e nella stragrande maggioranza dei casi è causata da proteine ​​del latte con artificiali / allattamento al seno o da alcuni tipi di farmaci usati in caso di trattamento necessario della malattia di base del bambino. Al minimo sospetto di una tale manifestazione, è necessario contattare un pediatra!

Diagnostica

L'insieme di base delle misure diagnostiche per le allergie è mirato prima alla ricerca di gruppi a cui appartiene l'allergene, quindi a un componente specifico che provoca una risposta immunitaria inadeguata con l'obiettivo della sua successiva esclusione dalla vita di un piccolo paziente. Nella Russia moderna e nei paesi post-sovietici, il metodo più comune di test cutanei. Consiste nell'introduzione sotto la pelle con il metodo di scarificazione di potenziali allergeni e l'aspettativa di una possibile reazione infiammatoria dell'epidermide.

In alcuni casi, i test cutanei danno un risultato negativo: un metodo alternativo per determinare quindi è la valutazione del livello di IgE nel siero del sangue. Un test immunologico radiometrico o colometrico consente di diagnosticare un possibile gruppo comune di allergeni, dopodiché un test dettagliato ripetuto determina il componente specifico che provoca il rilascio rapido di istamina e mediatori infiammatori. Pertanto, al minimo sospetto di allergia, è necessario passare il cosiddetto "pannello pediatrico".

Trattamento di allergia

Nonostante il fatto che il problema patologico sia noto dall'inizio del XX secolo, non esiste un trattamento garantito che salverebbe per sempre e sicuramente il bambino dalle allergie. Il metodo principale per combattere le allergie è l'eliminazione più completa di un allergene confermato in modo affidabile dalla vita del paziente. Questo può essere un rifiuto di consumare cibo (la forma alimentare della malattia), la filtrazione dell'aria nelle stanze in cui il bambino è costantemente (allergico alla polvere / al polline), un'attenta scelta del guardaroba stagionale (allergia al freddo), ecc..

La terapia farmacologica conservativa consiste nell'eliminare la sintomatologia acuta del problema con l'aiuto di mediatori e bloccanti dell'istamina: adrenalina, antistaminici, cortisone, teofillina. Come innovativi metodi sperimentali di trattamento, il più promettente è la somministrazione di immunoterapia incrementale con istamina, grazie alla quale il corpo può adattare la resistenza agli antigeni e ridurre le manifestazioni allergiche a medio termine, nonché iniezioni regolari di anticorpi contro lgE, che prevengono lo sviluppo di reazioni allergiche per un lungo periodo di tempo.

Trattamento con rimedi popolari

Nonostante il fatto che nel corso della sua esistenza la medicina tradizionale abbia accumulato centinaia di ricette contro le allergie di varie manifestazioni, è necessario utilizzarle con molta attenzione: la maggior parte delle erbe e dei componenti in sé può agire da allergeni forti e persino aggravare le condizioni del paziente. Prima di utilizzare una qualsiasi delle ricette, assicurati di consultare un pediatra e un allergologo!

  1. Per le allergie al polline, mangiare succo di sedano aiuta. È necessario prendere 10-15 fasci di questa pianta, passarli attraverso uno spremiagrumi e mescolare il liquido risultante con quattro cucchiaini di zucchero, quindi utilizzare due cucchiai. cucchiai tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti per due settimane.
  2. Per le allergie alla polvere, prepara la seguente ricetta: cinque cucchiai. cucchiaio centaury, tre cucchiai. cucchiai di radici di tarassaco, due cucchiai. cucchiaio di rosa canina e equiseto, nonché un cucchiaio. un cucchiaio di stigille di mais passa attraverso un tritacarne, mescolando i componenti. Quattro cucchiai. cucchiai versare 300 millilitri di acqua a temperatura ambiente e lasciarlo fermentare per un giorno, quindi accendere il fuoco e portare a ebollizione, spegnere il brodo e raffreddarlo per sei ore sotto le coperte. Conservare il liquido risultante in un frigorifero sotto un coperchio, consumare un terzo di un bicchiere 3 volte al giorno prima dei pasti per sei mesi.
  3. Trattamento generale delle allergie nei bambini raccogliendo erbe. Prendi in proporzioni uguali una stringa, liquirizia e radici di valeriana, camomilla di farmacia, origano, ortica. Un cucchiaio di miscela frantumata versa 300 millilitri di acqua bollente e lascia a bagnomaria per 10 minuti. Scola il brodo, lascialo raffreddare per un'ora, usa un cucchiaino tre volte al giorno per un mese.

Dieta per allergie in un bambino

Non esiste una dieta universale specifica per nessuna manifestazione. Le principali misure per correggere lo schema nutrizionale mirano principalmente ad eliminare gli alimenti che possono contenere un potenziale allergene dalla dieta quotidiana. Nella stragrande maggioranza dei casi, la limitazione di alcuni piatti si applica in caso di allergie alimentari, sebbene possa essere utilizzata anche per altri tipi di ipersensibilità.

Come dimostra la pratica medica, 9 allergeni su 10 nelle allergie alimentari saranno esposti a latte, uova, cacao, legumi, noci, miele, cereali e prodotti ittici. Secondo recenti studi, gli alimenti in scatola e quelli trasformati, nonché le carni affumicate, le salse e altre "chicche" contenenti un gran numero di aromi e esaltatori di sapidità, possono causare manifestazioni negative..

Per le allergie al polline, i nutrizionisti consigliano di limitare l'uso di miele, noci, pane integrale e semi. Nel caso di manifestazioni negative nell'uso di farmaci (in particolare, aspirina), si consiglia di abbandonare i frutti contenenti derivati ​​dell'acido salicilico: si tratta di albicocche, arancia, ciliegia, lampone, fragola.

In caso di allergia alla lana, alcuni esperti raccomandano di mangiare meno carne rossa e se le zecche, la dafnia o gli insetti agiscono come allergeni, escludono dalla dieta piatti a base di prodotti con guscio chitinoso (gamberetti, aragosta, granchio).

Con la febbre da fieno come problema concomitante, si dovrebbe fare attenzione con aneto / prezzemolo, melone, anguria, agrumi e spezie. Le proteine ​​del latte sono la causa dell'allergia? Quindi non solo è controindicato per te, ma anche prodotti a base di esso: formaggi, panna, latte acido, gelato, ecc..

Tra le raccomandazioni generali, vale la pena notare la limitazione dell'uso di frutta / verdura arancione / rossa brillante, banane, kiwi, mango e ananas. Inoltre, dovresti bere principalmente acqua pura o minerale senza gas, rinunciando a alcol, kvas, caffè, bevande alla frutta.

Prevenzione

Non esiste una profilassi specifica per le allergie. Delle raccomandazioni generali - l'esclusione di un potenziale gruppo di allergeni dalla vita di un piccolo paziente, una dieta equilibrata, passeggiate regolari all'aria aperta, aerazione e pulizia dell'aria interna con filtri, educazione fisica, riduzione al minimo dell'uso di prodotti chimici domestici, spostamento in una zona climatica favorevole.

Consulenza medica

  1. Se si verificano reazioni allergiche regolari, è consigliabile contattare immediatamente un medico specializzato: le cause del problema possono essere sia fattori ambientali che una grave malattia che interesserà in futuro altri sistemi corporei. Una serie di misure diagnostiche aiuterà a determinare con precisione l'allergene, che a sua volta ti permetterà di regolare la tua alimentazione / attività al fine di ridurre al minimo le manifestazioni spiacevoli di ipersensibilità.
  2. Non lasciarti trasportare dagli antistaminici: alleviano solo temporaneamente i sintomi, mentre un uso prolungato può causare una serie di problemi di salute. L'uso di questo tipo di farmaco è giustificato solo durante un periodo di gravi attacchi ed esacerbazioni sotto il controllo del proprio allergologo.
  3. Dovresti sapere che i farmaci miracolosi contro le allergie, che potrebbero salvare permanentemente una persona da questo problema, semplicemente non esistono. Esistono metodi sperimentali di immunoterapia che possono ridurre e nel medio termine salvare il paziente dall'ipersensibilità, ma questo processo è piuttosto lungo, costoso e non ampiamente utilizzato nella pratica clinica. Il fattore più importante nella terapia in qualsiasi circostanza è l'eliminazione del contatto tra l'allergene e il paziente - non credere nella pubblicità fastidiosa e cerca di aderire alle raccomandazioni del tuo medico.

Video utile

Allergia alimentare - Scuola del Dr. Komarovsky

Farmaci allergici - Scuola del dottor Komarovsky

Domanda risposta

Cosa fare se un bambino è allergico al latte materno?

Innanzitutto è necessario stabilire con precisione il potenziale allergene. Se entra nel latte con l'alimentazione della madre, è possibile regolare la dieta quotidiana dell'infermiera, ad eccezione dei prodotti che causano ipersensibilità. Se il bambino ha carenza di lattasi, dovrai abbandonare l'allattamento al seno e passare a miscele specializzate prive di lattasi.

In che modo un bambino è allergico al freddo??

Molto spesso, l'ipersensibilità al freddo si manifesta con arrossamento locale della pelle nuda (con una forma lieve) anche nel caso di un normale regime di temperatura per altre persone. È anche possibile la comparsa di un'eruzione cutanea, prurito, bruciore e desquamazione dell'epitelio, edema. Un bambino può tossire, lacrime che gli colano dagli occhi. Le manifestazioni più rare sono rinite specifica, dermatite, congiuntivite, orticaria e in alcuni casi asma.

Come evitare la comparsa di un'allergia al freddo sul viso di un bambino?

È necessario il riscaldamento più confortevole di tutte le parti del corpo. Prima di uscire all'aria aperta, è razionale usare creme protettive oleose applicate sulla pelle, bere bevande riscaldanti, respirare solo attraverso il naso, consumare più alimenti ricchi di acidi grassi omega-3.

Come trattare le allergie in un bambino di 2 anni?

Per prima cosa devi determinare con precisione l'allergene ed escluderlo dalla vita quotidiana del bambino, dopo di che l'allergologo prescriverà la terapia complessa al bambino - molto spesso questo è un regime speciale del giorno, un aggiustamento nutrizionale, nonché l'assunzione di antistaminici / corticosteroidi.

Quali sono le cause delle allergie nei bambini fino a un anno?

Le cause più comuni di allergie nei bambini di età inferiore ai dodici mesi sono l'ipersensibilità alimentare, la lattasi o l'intolleranza alle proteine. Inoltre, tali manifestazioni possono essere causate da farmaci usati nel trattamento della malattia di base. Assicurati di informare il pediatra del problema: ti rimanderà a un allergologo per eseguire test specifici

C'è un'allergia nei bambini fino a un anno con le patate? E se fosse apparsa?

Il bambino è allergico non alle patate stesse, ma all'amido presente in questo ortaggio. Allo stesso tempo, non puoi dare la patata al tuo bambino per cibo - se il bambino è alimentato artificialmente, nella maggior parte delle miscele è presente, anche se in tracce. Escludere completamente la verdura dalla dieta, non darla al bambino e leggere attentamente le etichette dei prodotti acquistati per l'alimentazione.

Cosa fare se un bambino ha una grave allergia?

In caso di attacco, è necessario utilizzare corticosteroidi + antistaminici, ma non è consigliabile usarli su base regolare. Supera i test allergologici, cerca di escludere l'allergene scoperto dalla vita o almeno riduci il suo effetto sul corpo.

Se il bambino è piccolo e l'allergia ti dà fastidio, prima di tutto devi chiamare un'ambulanza o contattare immediatamente un pediatra.

Quali sono i sintomi dell'allergia alle proteine ​​del latte vaccino??

Le manifestazioni di tale allergia sono piuttosto diverse: dall'orticaria e dalla dermatite atopica, ai disturbi intestinali, alla rinite e ai problemi respiratori. Tutto dipende dal livello di ipersensibilità (lo stato attuale del sistema immunitario) e dalla quantità di allergene che entra nel corpo..

Perché si verifica allergia alimentare nei bambini

L'allergia alimentare è una reazione del sistema immunitario a determinati alimenti. La sua manifestazione principale è considerata un'eruzione cutanea. In tutto il mondo, circa l'8% dei bambini è allergico. Inoltre, nei paesi sviluppati, l'incidenza è molto più elevata. La malattia si sviluppa ugualmente spesso sia nei ragazzi che nelle ragazze. Come identificare un problema in tempo e aiutare il tuo bambino?

Le ragioni

Gli scienziati hanno dimostrato una predisposizione genetica alle allergie alimentari. Se uno dei genitori soffre della malattia, il rischio del suo sviluppo nel bambino è del 40%. Se sia la madre che il padre sono interessati, la probabilità aumenta all'80%.

In generale, i fattori scatenanti delle allergie alimentari nei bambini sono molti.

  • Malnutrizione materna durante la gravidanza. Si raccomanda di limitare l'uso di cioccolato, agrumi, piselli e fagioli, uova, miglio, pollo, pesce, latte. Abbandonare completamente i prodotti contenenti spezie e additivi alimentari, stabilizzanti, conservanti, coloranti.
  • Uso precoce di latte artificiale. La maggior parte di essi è prodotta sulla base delle proteine ​​del latte vaccino. Se non è possibile mantenere l'allattamento, è meglio scegliere una dieta ipoallergenica. È composto da proteine ​​di capra o di soia.
  • Introduzione errata di alimenti complementari. Il menu dei bambini di età inferiore a 6 mesi non deve essere variato. Puoi espandere la tua dieta solo più vicino a un anno.

Ulteriori cause di allergie alimentari includono fumo materno, gestosi, malattie infettive e antibiotici durante la gravidanza, ipossia fetale.

Sintomi

I segni di un'allergia alimentare dipendono dalle caratteristiche della risposta immunitaria. Con un tipo immediato di malattia, il quadro clinico appare dopo 20-30 minuti. Tuttavia, la malattia può farsi sentire 3-4 ore dopo aver mangiato. Questi sono principalmente orticaria, dermatite, reazioni anafilattiche, edema vascolare, asma.

Le reazioni lente vengono rilevate dopo 10-24 ore o pochi giorni dopo l'uso di un prodotto altamente allergenico. Il bambino si lamenta di mal di testa e dolori muscolari, visione offuscata. Vengono anche rilevati crampi vascolari, infiammazione delle articolazioni, bronchite e disfunzione urinaria. Il bambino mangia male, è letargico e apatico.

Con l'intolleranza a determinati alimenti, sono possibili numerosi disturbi..

  • Dal sistema digestivo: dolore addominale, vomito, disturbi delle feci. Tale reazione è provocata da latte, uova, cereali, pesce, carne.
  • Dal sistema respiratorio: congestione nasale, rinite, tosse, mal di gola, starnuti, secrezione nasale, respiro corto, respiro corto. La causa del disturbo può essere il consumo di frutta, verdura, latte, uova e grano..
  • Da parte della pelle: secchezza e arrossamento dell'epidermide, eruzioni cutanee, prurito. Spesso i sintomi sono causati da pomodori, cioccolato, agrumi, uova, latte.

I bambini dei primi 2 anni di vita sono più sensibili alla patologia. I segni di dermatite atopica persistono fino a 3 anni. Con il rafforzamento dell'immunità e l'efficacia della terapia, le reazioni negative scompaiono. Allergia alle noci, il pesce a volte dura una vita.

Diagnostica

L'identificazione delle allergie alimentari viene effettuata da un allergologo. Se si verifica in un bambino durante l'allattamento, viene analizzata la dieta della madre. Per i bambini più grandi, è applicabile un approccio diverso. Il medico studia attentamente la storia familiare, impara dai genitori su problemi di gravidanza, patologie ereditarie, ecc..

La diagnosi di laboratorio include un esame del sangue immunologico del bambino. Il metodo determina il livello di immunoglobuline (IgG4 e IgE) rispetto agli allergeni più comuni. Durante l'esacerbazione, l'esame viene eseguito indipendentemente dall'età del paziente.

Nei bambini di età superiore ai 5 anni, è consigliabile eseguire test diagnostici della pelle. Graffi superficiali vengono applicati all'interno dell'avambraccio. Le soluzioni di vari allergeni sono gocciolate su di loro. Dopo 10 minuti, i risultati vengono analizzati. La comparsa di edema infiammatorio e arrossamento consente di determinare l'irritante.

Durante la remissione, viene prescritta una prova orale provocatoria. L'allergene sospetto viene applicato sulla mucosa orale. Lo studio è condotto in cliniche specializzate.

Primo soccorso

Il compito numero uno è rimuovere l'allergene dal corpo. Sciacquare la bocca del bambino con acqua bollita il prima possibile. Per grave diarrea e dolore addominale, somministrare sorbenti. Con sintomi gravi, è indicata la lavanda gastrica. La procedura viene eseguita in condizioni stazionarie..

Gli antistaminici sono progettati per eliminare il prurito. Prima di esaminare un pediatra, non somministrare più di 1 compressa. In alcuni casi, è consigliabile dare un clistere al bambino.

Per migliorare il benessere, fornire al paziente una bevanda abbondante. È meglio dare acqua bollita a temperatura ambiente. Con lo sviluppo di shock anafilattico o edema di Quincke, è necessario il ricovero di emergenza. Queste condizioni minacciano la vita del bambino.

Trattamento farmacologico

Per eliminare i sintomi delle allergie alimentari nei bambini, vengono utilizzati gruppi speciali di farmaci. Questi sono antistaminici, sedativi e ormoni, complessi multivitaminici e sorbenti.

Antistaminici: Claritin, Zirtek, Suprastin, Erius e Loratadin. Normalizza il sonno, elimina forti pruriti, gonfiori e arrossamenti. Sono prescritti sotto forma di creme, unguenti, compresse e iniezioni intramuscolari. Applicare 1-2 volte al giorno. La durata del trattamento è di 5-7 giorni.

Sedativo. Elimina l'insonnia e l'ansia aumentata causata dal prurito. Per i bambini piccoli, sono preferibili infusi e decotti di erbe. In età avanzata, vengono mostrate gocce contenenti estratti di piante. Le proprietà lenitive sono origano, menta, melissa, valeriana.

ormonale Questi sono unguenti di prednisone e idrocortisone, Celestoderm-B, Fluorocort, Elokom. Sono usati nei casi più gravi della malattia. L'effetto di tali farmaci persiste a lungo. Con una terapia prolungata, esiste il rischio di effetti collaterali.

Complessi multivitaminici. Ripristina il sistema immunitario. Accettato entro 1-2 mesi. A scopo preventivo, è richiesto un corso multivitaminico due volte l'anno..

Assorbenti. Tra questi - carbone bianco, Lactofiltrum, Enterosgel. Colpiscono la motilità intestinale, rimuovono alcuni degli allergeni dal corpo e accelerano il recupero. Indicato con grave feci molli. Per migliorare le condizioni del paziente, sono sufficienti 2-3 giorni di ricovero.

Prevenzione

Per evitare segni negativi di allergie alimentari, è necessario monitorare attentamente la dieta. Ciò è particolarmente vero per le madri in gravidanza e in allattamento. Prima di tutto, devi abbandonare i prodotti altamente allergenici. Assicurati di tenere un diario alimentare. Segna in esso tutti i piatti che sono stati consumati durante il giorno. Le note aiuteranno a determinare cosa ha causato in particolare l'allergia del bambino..

Rafforza l'immunità del tuo bambino. Forniscigli una buona alimentazione, giochi all'aria aperta, sonno profondo e temperamento. Durante le esacerbazioni, ridurre la durata delle procedure dell'acqua a 10-15 minuti. Un bagno più lungo contribuisce alla comparsa di nuove eruzioni cutanee e aumento del prurito.

Dopo la doccia o il bagno, applica unguento sulle zone infiammate. Lascia il farmaco fino a completo assorbimento. Assicurati che la pelle del tuo bambino sia idratata. Con allergie alimentari, diventa secco e sensibile. Migliora gli emollienti delle condizioni della pelle. Lubrificarli con il coperchio 2-3 volte al giorno.

Visita il tuo allergologo regolarmente. Quando si scelgono le medicine, evitare le droghe sotto forma di sciroppi. Nella loro composizione, di norma, ci sono molti coloranti e aromi che peggiorano il decorso della malattia.

Le allergie alimentari sono più facili da prevenire che da curare. L'esito della terapia dipende dalla tempestività di andare dal medico. È importante seguire le raccomandazioni del pediatra o dell'allergologo. Se segui una dieta e rinforzi le difese dell'organismo, puoi ridurre il rischio di esacerbazioni.

Allergia nel trattamento dei bambini

Allergie nei bambini: molte persone conoscono questo problema in prima persona. Inoltre, negli ultimi anni il numero di bambini allergici è in costante aumento. Anche i neonati sono a rischio. Ciò è in parte dovuto all'ecologia e alla composizione in costante deterioramento degli attuali prodotti alimentari, pieni di conservanti e coloranti. Non sorprende che sempre più persone siano già nate con una tendenza alle allergie. Ecco perché è così importante imparare il più possibile su una malattia che nessun bambino è al sicuro da oggi..

Qualsiasi sostanza ricevuta dall'esterno può causare una risposta immunitaria. Tuttavia, normalmente l'organismo dovrebbe distinguere tra sostanze pericolose e sostanze non pericolose. Quando il sistema immunitario è imperfetto, il corpo reagisce alle proteine ​​innocue come pericolose e, di conseguenza, innesca i cosiddetti meccanismi protettivi che si manifestano attraverso sintomi specifici. Di norma, la malattia è ereditaria. Se uno dei genitori soffre di un'allergia, il rischio del suo sviluppo in un bambino è di circa il 30%. E nel caso in cui sia mamma che papà siano allergici, il figlio o la figlia erediteranno la malattia con una probabilità del 60%.

Le caratteristiche principali delle allergie infantili

I bambini non sono piccoli adulti, rispettivamente, e tutti i processi nei loro corpi hanno le loro caratteristiche. Questo vale anche per le reazioni allergiche. Quindi, considera le caratteristiche delle allergie infantili:

  • la reversibilità della maggior parte dei processi patologici - questo è particolarmente vero per i bambini piccoli che hanno tutte le possibilità di essere completamente guariti e dimenticano una malattia insidiosa una volta per tutte, a condizione che rifiutino l'automedicazione e consultino tempestivamente un medico;
  • aumento del rischio di shock anafilattico - come sapete, tutti i processi nel corpo del bambino procedono a un ritmo più elevato rispetto agli adulti;
  • le eruzioni cutanee sono localizzate principalmente precisamente nei punti di contatto con l'allergene;
  • c'è un'alta probabilità di comparsa di lesioni cutanee purulente - la pelle dei bambini è più molle, le sue forze protettive sono ancora piccole: tutti questi sono prerequisiti per l'attaccamento di un'infezione batterica;
  • un'alta probabilità di insorgenza della cosiddetta allergia crociata, quando l'intolleranza a un prodotto comporta l'insorgenza di un'allergia ad altri prodotti;
  • le allergie nei bambini tendono ad essere molto più luminose rispetto agli adulti.

Allergie comuni nei bambini

Allergia al cibo

Questa specie è più comune. In genere, le allergie alimentari sono provocate da motivi come:

  • disbiosi intestinale;
  • abuso da parte della madre durante la gravidanza di prodotti che le causano allergia;
  • introduzione precoce di alimenti complementari;
  • attacco tardivo al petto;
  • introduzione alla dieta del bambino prima del tempo di determinati alimenti: noci, dolci, ecc..

Con un'allergia alimentare, può verificarsi una reazione a qualsiasi prodotto alimentare, soprattutto se contiene un alto contenuto di istamina o sostanze che non sono utili per il corpo, come conservanti, coloranti, aromi e stabilizzanti. Le allergie più comuni al latte di mucca, alcuni tipi di frutta e verdura, albume, pesce.

Allergia animale

Molti genitori credono erroneamente che la reazione sia causata proprio dai peli degli animali e spera di evitare problemi quando si acquisiscono, ad esempio, animali domestici a pelo corto o completamente senza pelo. Tuttavia, in realtà, l'allergene si trova anche nella saliva, nelle cellule epiteliali morte e nelle urine degli animali domestici. Ecco perché, prima di fare un passo cruciale e ottenere un gatto o un cane, è necessario controllare tutte le famiglie per le allergie, in modo che in seguito non debbano attaccare urgentemente una bestia che ha il tempo di innamorarsi.

Allergia al polline delle piante da fiore

La cosiddetta febbre da fieno si manifesta di solito dopo che il bambino ha 8 anni. Questa reazione patologica del corpo al polline di alcune piante è caratterizzata dalla stagionalità. Sintomi spiacevoli iniziano a disturbare durante il periodo di fioritura di alcune erbe e alberi. In realtà, quindi, di regola, identificare il "colpevole" non è difficile.

Allergia alla polvere domestica

Questo tipo di allergia è anche abbastanza comune tra i bambini. È una reazione patologica e molto violenta del corpo all'allocazione di piccoli acari della polvere. Il diametro delle fonti di allergeni non supera 0,3 mm. Abitano in gran numero nelle nostre case e persino la normale pulizia a umido non è in grado di liberarle completamente dalle loro case..

Allergia alle medicine

Un tipo di allergia molto pericoloso per i bambini, che può portare allo sviluppo di shock anafilattico, che a sua volta provoca talvolta un esito fatale. Di solito, la penicillina e i suoi derivati ​​sono allergeni. Tuttavia, può verificarsi una reazione ai farmaci di qualsiasi altro gruppo..

Allergia alle punture di insetti

Questo tipo di malattia è caratterizzata da ipersensibilità al veleno degli insetti. I colpevoli del verificarsi di una reazione patologica possono essere vespe, api, calabroni, zanzare o formiche. Di norma, i sintomi compaiono immediatamente e lo stesso shock anafilattico potenzialmente letale può diventare una complicazione.

Allergia al freddo

Nel pieno senso della parola, questa condizione non può essere definita un'allergia. La cosiddetta allergia al freddo si manifesta attraverso la lacrimazione, la comparsa di un'eruzione cutanea e arrossamento con un forte calo della temperatura dell'aria. Dopo che il bambino è tornato al caldo, tutti questi segni scompaiono da soli dopo qualche tempo..

Come suggerisce il nome, il fattore che provoca questa condizione è la presenza di parassiti nel corpo dei bambini. Il risultato è una pseudo-allergia con sintomi caratteristici di una vera allergia. Ecco perché, al primo sospetto di allergia, il bambino deve essere testato per i vermi..

Allergia ai bambini: sintomi

I sintomi delle allergie nei bambini dipendono direttamente dal tipo di malattia. Quindi, le allergie alimentari di solito si manifestano con eruzioni cutanee, febbre da fieno - a problemi respiratori e, ad esempio, un'allergia ai gatti può causare sintomi sia respiratori che cutanei.

Le allergie respiratorie nei bambini possono essere le seguenti:

  • prurito al naso;
  • un naso che cola insolito per le infezioni respiratorie acute (secrezione incolore dal naso, che non dura più di 10 giorni e non accompagnato da altri sintomi di un raffreddore);
  • starnuti frequenti
  • congestione nasale.

Tutti questi sintomi, lasciati senza la dovuta attenzione, possono successivamente trasformarsi in asma allergico o bronchite - complicazioni abbastanza gravi che possono eventualmente assumere una forma cronica.

Le manifestazioni cutanee di allergie nei bambini sono spesso le seguenti:

Le eruzioni cutanee possono essere sparse in tutto il corpo, ma molto spesso sono localizzate su guance e mento, schiena, avambracci, glutei e addome. Le complicazioni di questi segni di allergia non trattati sono aree cutanee umide non cicatrizzanti ed eczema..

I problemi digestivi con allergie nei bambini si manifestano attraverso:

  • vomito
  • colica
  • gonfiore;
  • eruttazione;
  • disturbi dispeptici.

Esistono anche numerosi cosiddetti sintomi di allergia atipica nei bambini. Ad esempio, in rari casi, i segni della malattia possono includere:

  • aumento della temperatura corporea;
  • sangue dal naso;
  • mal di testa;
  • anemia;
  • danno articolare, ecc..

Come viene diagnosticata l'allergia??

Al primo segno di allergia, i genitori devono contattare immediatamente un pediatra locale. Uno specialista esaminerà un piccolo paziente, scoprirà la sua predisposizione ereditaria alla malattia, condurrà un sondaggio per identificare i candidati per il ruolo di un allergene.

Per effettuare una diagnosi accurata, potrebbero essere necessarie le seguenti procedure:

  • test per i vermi per escludere l'invasione elmintica, che è spesso la causa di reazioni pseudoallergiche;
  • esame del sangue - al fine di determinare il livello di eosinofili (l'eccesso della norma indica lo sviluppo di una reazione allergica);
  • test cutanei - eseguiti solo nel periodo di remissione e identificare allergeni alimentari;
  • campione aperto - introduzione di un allergene nel corpo per studiarne la risposta (la risposta è possibile sotto forma di shock, quindi questo studio viene condotto esclusivamente in condizioni stazionarie).

Allergie nei bambini: trattamento

Il trattamento principale per le allergie è quello di eliminare il contatto con l'allergene. Se il bambino è allergico agli animali, dovrai mettere il tuo amato gatto in buone mani e, in caso di allergie alimentari, avrai bisogno di una dieta speciale. Cioè, prima di trattare questa malattia, è necessario stabilire la sua causa principale.

Bene, e, naturalmente, nella fase acuta dello sviluppo di allergie non si può fare a meno della terapia farmacologica. I moderni farmaci (antistaminici, assorbenti, pomate e creme speciali) rimuovono efficacemente le tossine dal corpo, riducono l'intensità dei sintomi di reazione, alleviano il gonfiore e combattono le eruzioni cutanee e le irritazioni.

Esiste anche un metodo lungo, ma abbastanza efficace per trattare le allergie nei bambini, quando un allergene viene gradualmente introdotto nel corpo di un bambino a piccole dosi. Nel tempo, si verifica una sorta di dipendenza, l'intensità delle reazioni diminuisce o scompaiono completamente.

Come prevenire le allergie nei bambini?

Un'allergia può complicare seriamente la vita di un piccolo uomo e persino metterla a rischio. Il trattamento è spesso lungo e molto difficile. E, naturalmente, è consigliabile prevenire questa malattia, soprattutto perché non è così difficile ridurre il rischio di sviluppare un'allergia: è sufficiente seguire alcune semplici regole:

  • Ogni cosa ha il suo tempo: è molto importante introdurre determinati alimenti nella dieta del bambino in tempo, non eventi straordinari;
  • regolare pulizia a umido - questo vale soprattutto per la stanza del bambino, perché le allergie alla polvere nei bambini sono molto comuni;
  • l'atmosfera corretta nella stanza dei bambini: niente tende pesanti, tappeti a pelo lungo e montagne di peluche, perché tutto questo è un eccellente "aspirapolvere";
  • umidità dell'aria ottimale nella stanza del bambino - l'uso di un umidificatore o almeno un'aerazione frequente della stanza può ridurre la probabilità di allergie alla polvere o agli animali;
  • rafforzamento generale dell'immunità del bambino - indurimento, regime adeguato, alimentazione sana, ecc.;
  • aderenza della madre durante la gravidanza e in particolare l'allattamento al seno una dieta speciale.

La vita di un bambino con un'allergia, ovviamente, ha le sue caratteristiche. I genitori di tali bambini devono essere particolarmente attenti ai loro figli. Ma con una visita tempestiva da un medico e seguendo tutte le raccomandazioni e le prescrizioni, le allergie dei bambini sono nella maggior parte dei casi completamente curabili.

Allergie alimentari nei bambini: liberarsene è possibile, ma solo con il giusto trattamento

Negli ultimi anni, il numero di pazienti con allergie alimentari nel mondo sta crescendo. In Ucraina non ci sono statistiche accurate sui pazienti. Tuttavia, secondo l'allergologo e il capo medico della clinica FxMed Elena Moskovenko, i medici di famiglia e dei bambini registrano circa il 20-30% in più di pazienti con allergie alimentari di quanto non fosse, ad esempio, dieci anni fa.

Oggi, quasi tutti i bambini di età inferiore a uno hanno allergie alimentari. Qual è la ragione di questa prevalenza di allergie alimentari? È possibile superarlo? Come trattare correttamente la malattia e quale metodo diagnostico è il più informativo?

Elena Moskovenko risponde a queste e ad altre domande specifiche per il sito "All About Allergies".

Perché i bambini hanno un'allergia alimentare??

In genere, le manifestazioni cliniche di un'allergia alimentare sono un'eruzione cutanea, disturbi intestinali, orticaria, angioedema, rinite, congiuntivite.

Ci sono due ragioni principali per il loro aspetto. Il primo è puramente immunologico. È dovuto a una vera allergia, che è associata ad un aumento del livello ematico del paziente di immunoglobuline E specifiche a un allergene specifico.

Le manifestazioni di questo tipo di malattia dipendono dall'uso dell'allergene. Dopo tutto, i sintomi si intensificano con ogni nuovo bambino che mangia un prodotto causale. E non importa quanto lo abbia mangiato: ogni nuovo contatto del corpo con un allergene porta ad una maggiore sensibilità ad esso.

La causa principale di questo tipo di allergia può essere una predisposizione genetica. E qui è molto importante identificare la causa dell'allergia ed escludere il prodotto che lo provoca dalla dieta del bambino. Questo è l'unico trattamento..

Il termine per il quale il prodotto viene rimosso dal menu dipende dalle condizioni generali del bambino, dalla sua età e dalle proprietà dell'allergene stesso. E per stabilire esattamente cosa provoca esattamente la reazione, è possibile utilizzare la diagnostica delle allergie molecolari.

Oltre alle allergie alimentari, c'è intolleranza ai prodotti. Come distinguere tra queste condizioni?

Con una vera allergia, ad ogni contatto con l'allergene, le manifestazioni cliniche diventano più pronunciate. E la loro intensità non dipende dalla quantità di allergene che è entrata nel corpo.

In caso di intolleranza, la quantità di cibo consumata dal bambino è importante e una piccola parte di essa non causa alcun sintomo.

L'intolleranza si verifica nei bambini quando mancano di enzimi che possono digerire determinati alimenti o quando c'è molto di questo cibo. A volte per assicurarsi che il paziente sia intollerante, è sufficiente fare un'ecografia degli organi addominali, un coprogramma.

Abbiamo avuto un caso in cui una madre ha dato un bambino un anno e mezzo al salmone. Il bambino ha avuto una reazione molto grave - e un'eruzione cutanea, vomito e diarrea. Ma non era un'allergia: solo un bambino non era in grado di digerire il pesce grasso, anche se altri bambini possono mangiarlo già da un anno. Tutti individualmente.

In secondo luogo, la causa dei sintomi di cui abbiamo parlato potrebbe essere un aumento del livello di istamina nel corpo, una sostanza che media l'infiammazione. In questo caso, il sistema immunitario non reagisce e l'analisi a livello di immunoglobulina E specifica e test cutanei sono negativi.

I livelli di istamina possono anche aumentare perché un bambino sta mangiando cibi ricchi di istamina. Prima di tutto, questi sono:

  • formaggi fermentati;
  • frutta;
  • qualche verdura;
  • carne e pesce;
  • prodotti che sono stati conservati congelati per lungo tempo;
  • carni affumicate;
  • noccioline
  • uva
  • cibi fritti.

Normalmente, l'istamina in eccesso viene distrutta dall'enzima diammina ossidasi (DAO), se non è sufficiente nel corpo del bambino compaiono sintomi allergici. Ma, ripeto, questa non è una vera allergia, è una pseudo-allergia.

Il motivo della carenza di DAO è che questo enzima è scarsamente prodotto dal corpo del bambino. Inoltre, è possibile osservare un aumento del numero di batteri patologici nell'intestino del bambino e / o il bambino potrebbe non essere alimentato correttamente.

Tutto ciò, oltre a un precoce rifiuto dell'allattamento al seno, porta a una diminuzione del livello di DAO nel sangue del bambino e alla sua sensibilità all'istamina. La qualità dei prodotti alimentari stessi è influenzata dall'ambiente e dalle sostanze in essi contenute - pesticidi, nitrati e altri prodotti chimici.

L'uso ripetuto di un prodotto che contiene un vero allergene aumenta significativamente i sintomi della malattia. Con una pseudo-allergia, dopo un'interruzione nell'uso di un prodotto sospetto, i sintomi di intolleranza potrebbero non essere.

Quale dei fattori è fondamentale per l'insorgenza di sintomi di allergia alimentare?

Una predisposizione genetica in cui si forma la sensibilità ad un allergene attraverso il sistema immunitario. Se il bambino ha una pseudo-allergia, raccogliamo informazioni sulla sua dieta, esaminiamo, raccomandiamo prodotti che non richiedono una digestione lunga, che non sono istaminolibratori, calcoliamo la quantità di cibo alla volta.

I bambini di che età hanno un'allergia alimentare?

Molto spesso, le allergie alimentari si verificano nei bambini del primo o del secondo anno di vita, soprattutto se sono alimentate con miscele di latte artificiale e integrate con verdure, frutta, carne.

Nei bambini di età superiore ai tre anni, le manifestazioni di allergie alimentari sono meno comuni.

E solo il 3-5% dei bambini che in giovane età ha avuto una vera allergia alimentare, confermata da test allergologici, può rimanere in età adulta.

Quale allergene è il principale per i bambini del primo anno di vita?

Proteine ​​e uova di latte vaccino. Molto spesso, un'allergia a loro si manifesta sotto forma di eruzione cutanea, orticaria, angioedema, respiro sibilante e sibilante, naso che cola.

Inoltre, questi alimenti possono causare esacerbazione della dermatite atopica. Tali condizioni devono essere diagnosticate per escludere un allergene causale..

Hai detto che le allergie alimentari possono crescere troppo?

Outgrow non è un termine esatto. In effetti, con l'età aumenta la tolleranza del prodotto. Ma affinché ciò accada davvero, c'è solo un modo: scoprire quale proteina allergenica provoca allergie alimentari ed eliminarla completamente dalla dieta.

A seconda di quale proteina sia, quali alimenti contenga, quale sia l'età del bambino e le condizioni generali, il medico determina per quanto tempo deve durare l'eccezione. Ma rimuovere il prodotto allergenico dal menu deve essere.

E poi, dopo un po 'di tempo, è necessario inserirlo correttamente nella dieta. Di solito, in tali condizioni, viene ripristinata la capacità di percepire normalmente il prodotto. E solo nel 3-5% dei pazienti l'ipersensibilità può persistere.

Perché è stato sfortunato per quel 3-5% dei pazienti in cui rimane la sensibilità ai prodotti?

Dipende dall'allergene, dalla sua aggressività e resistenza al calore, in base alle sue proprietà fisiche e chimiche..

In genere, gli allergeni sono proteine. Alcuni riducono l'allergenicità o la perdono completamente quando riscaldati, trattati termicamente..

Ma ci sono quelli la cui molecola rimane aggressiva dopo qualsiasi esposizione termica. Sono questi allergeni che spesso causano una vera allergia alimentare, provocando reazioni anafilattiche. E la sensibilità nei loro confronti è permanente.

L'unica cosa che piace è che sono pochi. E noi, avendo il profilo molecolare della sensibilizzazione del paziente, possiamo prevedere quale tolleranza si svilupperà e quali no..

E quali allergie alimentari non possono essere curate?

Le allergie alimentari causate da cibi / bevande, alle quali la tolleranza e la tolleranza non possono svilupparsi, sono incurabili. E poi a questi pazienti viene prescritto un piano d'azione che aiuta a salvare vite umane.

Ad esempio, negli Stati Uniti ci sono molti casi di reazioni anafilattiche alle arachidi. E sanno che i bambini sensibili a determinate molecole di arachidi non dovrebbero mangiarlo per tutta la vita..

Dovrebbero sempre portare con sé un iniettore di adrenalina e nei bar o nei ristoranti per segnalare allergie in modo da non ricevere nemmeno una briciola di un prodotto contenente arachidi..

Oggi, un grave problema rimane una reazione allergica alle proteine ​​del latte vaccino, in particolare la caseina, che può durare una vita.

Negli Stati Uniti, l'allergene numero 1 sono le arachidi. E in Ucraina?

Può essere altra frutta a guscio, spezie, kiwi, pesca, proteine ​​del latte vaccino, pesce.

La diagnosi molecolare delle allergie ha ampliato la nostra comprensione delle fonti della malattia. Pertanto, l'identificazione di un allergene causale consente di prevedere la possibilità di allergia crociata: determinare quali alimenti o pollini contengono proteine ​​allergeniche simili che sono significative per questo particolare paziente.

Ad esempio, una proteina del gruppo Pr 10 è il principale allergene di betulla contenuto nel suo polline. E proteine ​​simili si trovano nel polline di altri alberi primaverili e in molti frutti e verdure: mele, pere, prugne, sedano, carote, kiwi, pesca, noci e altri.

Se conosciamo tutte le fonti di proteine ​​allergeniche per un particolare paziente, questo ci consente di determinare il piano di trattamento corretto e dare consigli sull'alimentazione del bambino.

Un altro esempio: siamo stati in grado di spiegare l'eruzione allergica dovuta all'uso del melone in un paziente ad agosto dopo la diagnostica molecolare, quando abbiamo confermato la sensibilizzazione all'ambrosia. In questo caso, il paziente ha mangiato melone durante un'esacerbazione di allergie stagionali.

Ma tali situazioni spesso colpiscono i bambini più grandi e gli adulti..

Quali sono i principali sintomi delle allergie alimentari e sono legati all'età?

Nei bambini piccoli, la dermatite atopica si verifica più spesso. E la madre, sapendo che il bambino riceve un certo piccolo insieme di prodotti, può associare il cibo all'insorgenza o all'esacerbazione dei sintomi.

Quando un bambino cresce, i genitori iniziano a dargli più frutta e verdura, soprattutto in estate. Certo, le allergie possono già manifestarsi a più alimenti. Non dimenticare la possibilità di manifestazioni di pseudoallergie.

Cioè, le allergie alimentari si manifestano principalmente con eruzioni cutanee.?

Possono esserci dermatite, angioedema e, molto meno spesso, reazioni anafilattiche. Ma la scienza sta andando avanti e ora gli scienziati hanno già stabilito una connessione tra l'uso di prodotti allergenici e la comparsa di costipazione o diarrea, scarso appetito, rigurgito e vomito.

È dimostrato che si verificano reazioni allergiche sulle mucose del tratto gastrointestinale. Quindi, l'esofagite allergica, cioè l'infiammazione dell'esofago, la gastrite allergica, l'enterocolite allergica, è già in fase di rilascio.

È molto difficile diagnosticarli e vengono trattati male. Il risultato può solo dare una completa esclusione del prodotto che provoca allergie. Se queste malattie non vengono curate, i sintomi della persona peggiorano solo.

Un bambino può essere allergico ai cibi che consuma sua madre.?

Certo che può. Il bambino può sensibilizzare attraverso la placenta a prodotti lattiero-caseari, noci o pesce che sua madre ha mangiato durante la gravidanza. Soprattutto se venivano consumati in grandi quantità.

E questa sensibilizzazione può verificarsi dopo la nascita e durante l'allattamento. Ma in nessun caso dovresti smetterla: hai bisogno che tua madre smetta di assumere cibo, il che provoca l'allergia al bambino.

Se la caseina provoca un'allergia, è sufficiente escludere i latticini dalla dieta della madre, perché non c'è caseina nel latte materno.

A volte le madri prescrivono irragionevolmente una dieta ipoallergenica, quando quasi tutto è escluso dalla dieta. Ma la mamma ha bisogno di mangiare, la mamma ha bisogno di latte per formarsi, devi mantenere la tua salute. Pertanto, è molto importante determinare con precisione la causa dell'allergia del bambino e fare la dieta ottimale per la madre.

E se il bambino non è allattato al seno e ha un'allergia?

Il bambino può anche rispondere alle proteine ​​del latte vaccino contenute nella formula per l'alimentazione. Utilizzando la diagnostica molecolare, il medico determina gli allergeni che causano la reazione del bambino.

Sulla base del risultato dell'analisi, può fare la dieta giusta per il bambino. E dopo che è stata mantenuta la pausa necessaria nell'uso di prodotti allergenici, questi possono essere riportati alla dieta del bambino.

Ma per escludere il prodotto dal menu e solo un medico può restituirlo lì. Al termine del periodo di esclusione degli allergeni, è indispensabile ripristinare la normale alimentazione in base all'età.

Quanto dovrebbe durare questa pausa?

Se il bambino è allergico alla caseina, una pausa nell'uso dei latticini può durare da 6 a 12 mesi o più. Se altre proteine ​​del latte vaccino causano allergie, la pausa può essere di 3-6 mesi. Questo è l'unico modo per sbarazzarsi del problema..

Se un bambino ha un'allergia alimentare, può manifestarsi una tendenza ad altri tipi di esso?

Come abbiamo già detto, la principale manifestazione di allergie alimentari è un'eruzione cutanea. E se l'integrità della pelle viene violata, a causa delle crepe su di essa, può svilupparsi la sensibilizzazione agli acari della polvere domestica, alle muffe spore, in particolare alle alternanze. Già nei primi o secondi anni di vita.

E poi, con l'età, un'allergia per inalazione viene aggiunta al polline di alberi, erbe ed erbe infestanti. E più intenso è lo stato allergologico, maggiore è il numero di allergeni a cui il bambino è sensibilizzato.

Questa condizione si chiama polisensibilizzazione. È mal trattato e l'efficacia di tale trattamento non sarà completa.

Cosa succede più spesso: allergia alimentare, che è associata, ad esempio, respiratoria o febbre da fieno, a cui è attaccata allergia alimentare?

In allergologia esiste un termine del genere: "marcia allergologica". È come un aumento: prima si sviluppa la dermatite atopica, poi la rinite allergica e poi l'asma bronchiale.

Pertanto, è necessario cercare una spiegazione per ogni episodio di dermatite atopica. E, se associato ad allergie, è necessario capire che, non trattato, può portare all'asma. Se la dermatite atopica si verifica a causa dell'intolleranza ai prodotti, non ci saranno conseguenze così gravi.

Succede anche che l'intolleranza alimentare sia combinata in un bambino con una vera allergia ed entrambe queste condizioni sono causate da un prodotto. E devono essere trattati in parallelo: scegli una dieta ed elimina l'allergene.

Questa combinazione si verifica in circa la metà dei casi. Ad esempio, la caseina nel latte di mucca può causare un'allergia in un bambino e il latte stesso può essere troppo oleoso, a causa del quale il bambino non può digerirlo..

Quindi, come viene trattata l'allergia alimentare??

Solo l'eccezione completa del prodotto che lo provoca. Non c'è altro modo.

Per la giusta scelta della dieta, è necessario eseguire la diagnostica molecolare delle allergie. Il trattamento completo, la terapia sintomatica, il trattamento della dermatite atopica sono essenziali.