Perché si verifica allergia alimentare nei bambini

Cliniche

L'allergia alimentare è una reazione del sistema immunitario a determinati alimenti. La sua manifestazione principale è considerata un'eruzione cutanea. In tutto il mondo, circa l'8% dei bambini è allergico. Inoltre, nei paesi sviluppati, l'incidenza è molto più elevata. La malattia si sviluppa ugualmente spesso sia nei ragazzi che nelle ragazze. Come identificare un problema in tempo e aiutare il tuo bambino?

Le ragioni

Gli scienziati hanno dimostrato una predisposizione genetica alle allergie alimentari. Se uno dei genitori soffre della malattia, il rischio del suo sviluppo nel bambino è del 40%. Se sia la madre che il padre sono interessati, la probabilità aumenta all'80%.

In generale, i fattori scatenanti delle allergie alimentari nei bambini sono molti.

  • Malnutrizione materna durante la gravidanza. Si raccomanda di limitare l'uso di cioccolato, agrumi, piselli e fagioli, uova, miglio, pollo, pesce, latte. Abbandonare completamente i prodotti contenenti spezie e additivi alimentari, stabilizzanti, conservanti, coloranti.
  • Uso precoce di latte artificiale. La maggior parte di essi è prodotta sulla base delle proteine ​​del latte vaccino. Se non è possibile mantenere l'allattamento, è meglio scegliere una dieta ipoallergenica. È composto da proteine ​​di capra o di soia.
  • Introduzione errata di alimenti complementari. Il menu dei bambini di età inferiore a 6 mesi non deve essere variato. Puoi espandere la tua dieta solo più vicino a un anno.

Ulteriori cause di allergie alimentari includono fumo materno, gestosi, malattie infettive e antibiotici durante la gravidanza, ipossia fetale.

Sintomi

I segni di un'allergia alimentare dipendono dalle caratteristiche della risposta immunitaria. Con un tipo immediato di malattia, il quadro clinico appare dopo 20-30 minuti. Tuttavia, la malattia può farsi sentire 3-4 ore dopo aver mangiato. Questi sono principalmente orticaria, dermatite, reazioni anafilattiche, edema vascolare, asma.

Le reazioni lente vengono rilevate dopo 10-24 ore o pochi giorni dopo l'uso di un prodotto altamente allergenico. Il bambino si lamenta di mal di testa e dolori muscolari, visione offuscata. Vengono anche rilevati crampi vascolari, infiammazione delle articolazioni, bronchite e disfunzione urinaria. Il bambino mangia male, è letargico e apatico.

Con l'intolleranza a determinati alimenti, sono possibili numerosi disturbi..

  • Dal sistema digestivo: dolore addominale, vomito, disturbi delle feci. Tale reazione è provocata da latte, uova, cereali, pesce, carne.
  • Dal sistema respiratorio: congestione nasale, rinite, tosse, mal di gola, starnuti, secrezione nasale, respiro corto, respiro corto. La causa del disturbo può essere il consumo di frutta, verdura, latte, uova e grano..
  • Da parte della pelle: secchezza e arrossamento dell'epidermide, eruzioni cutanee, prurito. Spesso i sintomi sono causati da pomodori, cioccolato, agrumi, uova, latte.

I bambini dei primi 2 anni di vita sono più sensibili alla patologia. I segni di dermatite atopica persistono fino a 3 anni. Con il rafforzamento dell'immunità e l'efficacia della terapia, le reazioni negative scompaiono. Allergia alle noci, il pesce a volte dura una vita.

Diagnostica

L'identificazione delle allergie alimentari viene effettuata da un allergologo. Se si verifica in un bambino durante l'allattamento, viene analizzata la dieta della madre. Per i bambini più grandi, è applicabile un approccio diverso. Il medico studia attentamente la storia familiare, impara dai genitori su problemi di gravidanza, patologie ereditarie, ecc..

La diagnosi di laboratorio include un esame del sangue immunologico del bambino. Il metodo determina il livello di immunoglobuline (IgG4 e IgE) rispetto agli allergeni più comuni. Durante l'esacerbazione, l'esame viene eseguito indipendentemente dall'età del paziente.

Nei bambini di età superiore ai 5 anni, è consigliabile eseguire test diagnostici della pelle. Graffi superficiali vengono applicati all'interno dell'avambraccio. Le soluzioni di vari allergeni sono gocciolate su di loro. Dopo 10 minuti, i risultati vengono analizzati. La comparsa di edema infiammatorio e arrossamento consente di determinare l'irritante.

Durante la remissione, viene prescritta una prova orale provocatoria. L'allergene sospetto viene applicato sulla mucosa orale. Lo studio è condotto in cliniche specializzate.

Primo soccorso

Il compito numero uno è rimuovere l'allergene dal corpo. Sciacquare la bocca del bambino con acqua bollita il prima possibile. Per grave diarrea e dolore addominale, somministrare sorbenti. Con sintomi gravi, è indicata la lavanda gastrica. La procedura viene eseguita in condizioni stazionarie..

Gli antistaminici sono progettati per eliminare il prurito. Prima di esaminare un pediatra, non somministrare più di 1 compressa. In alcuni casi, è consigliabile dare un clistere al bambino.

Per migliorare il benessere, fornire al paziente una bevanda abbondante. È meglio dare acqua bollita a temperatura ambiente. Con lo sviluppo di shock anafilattico o edema di Quincke, è necessario il ricovero di emergenza. Queste condizioni minacciano la vita del bambino.

Trattamento farmacologico

Per eliminare i sintomi delle allergie alimentari nei bambini, vengono utilizzati gruppi speciali di farmaci. Questi sono antistaminici, sedativi e ormoni, complessi multivitaminici e sorbenti.

Antistaminici: Claritin, Zirtek, Suprastin, Erius e Loratadin. Normalizza il sonno, elimina forti pruriti, gonfiori e arrossamenti. Sono prescritti sotto forma di creme, unguenti, compresse e iniezioni intramuscolari. Applicare 1-2 volte al giorno. La durata del trattamento è di 5-7 giorni.

Sedativo. Elimina l'insonnia e l'ansia aumentata causata dal prurito. Per i bambini piccoli, sono preferibili infusi e decotti di erbe. In età avanzata, vengono mostrate gocce contenenti estratti di piante. Le proprietà lenitive sono origano, menta, melissa, valeriana.

ormonale Questi sono unguenti di prednisone e idrocortisone, Celestoderm-B, Fluorocort, Elokom. Sono usati nei casi più gravi della malattia. L'effetto di tali farmaci persiste a lungo. Con una terapia prolungata, esiste il rischio di effetti collaterali.

Complessi multivitaminici. Ripristina il sistema immunitario. Accettato entro 1-2 mesi. A scopo preventivo, è richiesto un corso multivitaminico due volte l'anno..

Assorbenti. Tra questi - carbone bianco, Lactofiltrum, Enterosgel. Colpiscono la motilità intestinale, rimuovono alcuni degli allergeni dal corpo e accelerano il recupero. Indicato con grave feci molli. Per migliorare le condizioni del paziente, sono sufficienti 2-3 giorni di ricovero.

Prevenzione

Per evitare segni negativi di allergie alimentari, è necessario monitorare attentamente la dieta. Ciò è particolarmente vero per le madri in gravidanza e in allattamento. Prima di tutto, devi abbandonare i prodotti altamente allergenici. Assicurati di tenere un diario alimentare. Segna in esso tutti i piatti che sono stati consumati durante il giorno. Le note aiuteranno a determinare cosa ha causato in particolare l'allergia del bambino..

Rafforza l'immunità del tuo bambino. Forniscigli una buona alimentazione, giochi all'aria aperta, sonno profondo e temperamento. Durante le esacerbazioni, ridurre la durata delle procedure dell'acqua a 10-15 minuti. Un bagno più lungo contribuisce alla comparsa di nuove eruzioni cutanee e aumento del prurito.

Dopo la doccia o il bagno, applica unguento sulle zone infiammate. Lascia il farmaco fino a completo assorbimento. Assicurati che la pelle del tuo bambino sia idratata. Con allergie alimentari, diventa secco e sensibile. Migliora gli emollienti delle condizioni della pelle. Lubrificarli con il coperchio 2-3 volte al giorno.

Visita il tuo allergologo regolarmente. Quando si scelgono le medicine, evitare le droghe sotto forma di sciroppi. Nella loro composizione, di norma, ci sono molti coloranti e aromi che peggiorano il decorso della malattia.

Le allergie alimentari sono più facili da prevenire che da curare. L'esito della terapia dipende dalla tempestività di andare dal medico. È importante seguire le raccomandazioni del pediatra o dell'allergologo. Se segui una dieta e rinforzi le difese dell'organismo, puoi ridurre il rischio di esacerbazioni.

Cause e segni per un esame del sangue per allergeni nei bambini

Cause di allergie nei bambini

La malattia è caratterizzata da una risposta inadeguata del sistema immunitario del bambino agli stimoli esterni. Il processo è dovuto a reazioni di ipersensibilità in un organismo predisposto..

Viene eseguito un esame del sangue per allergeni nei bambini per determinare la causa della malattia.

I seguenti fattori contribuiscono al verificarsi di allergie:

  • malattie infettive;
  • creare condizioni "sterili" - limitare il contatto di un bambino con i microbi;
  • malattie degli organi interni, in particolare del tratto gastrointestinale;
  • predisposizione ereditaria: la probabilità di sviluppare patologia è superiore al 40%;
  • situazione ecologica - inquinamento da gas, polverosità dell'aria.

Una reazione allergica può anche verificarsi sullo sfondo di ipersensibilità a determinati tipi di prodotti, pollini di alberi e piante e droghe. A volte lo sviluppo dell'intolleranza alimentare in un bambino allattato al seno porta a errori dietetici commessi dalla madre.

Indicazioni per un esame del sangue per allergeni nei bambini

Con frequenti eruzioni cutanee e arrossamenti sul viso del bambino, se si prevede che sviluppi ipersensibilità a determinate sostanze, si raccomanda di sottoporsi a speciali procedure diagnostiche - test allergologici.

Oltre ai segni di diatesi allergica, ci sono ulteriori fattori che costituiscono una buona ragione per la ricerca:

  • ha iniziato l'asma bronchiale;
  • varie forme di eczema, dermatite;
  • frequenti infezioni respiratorie;
  • allergie alimentari o farmacologiche;
  • elmintiasi.

Gli studi devono essere eseguiti secondo le istruzioni e in conformità con le raccomandazioni del medico curante. Ma anche se i genitori notano che il bambino ha un'eruzione cutanea e altri sintomi allergici - dopo aver consumato un determinato prodotto, il contatto con un animale o detergenti - possono fare i test appropriati.

In caso di contatto tempestivo con uno specialista, la condizione può essere complicata e portare a gravi conseguenze.

Sintomi di allergie nei bambini

Il processo è accompagnato da sintomi pronunciati:

  • starnuti frequenti e naso che cola;
  • attacchi di tosse secca;
  • eruzione cutanea, prurito e desquamazione;
  • aumento della lacrimazione;
  • bruciore e dolore agli occhi;
  • gonfiore e arrossamento delle palpebre;
  • disturbi dispeptici: nausea, vomito, coliche, disturbi delle feci.

L'edema di Quincke è osservato in luoghi con fibre sciolte - sul viso, genitali. Con il coinvolgimento della lingua e dei tessuti della gola, può verificarsi asfissia. Nei casi più gravi con allergie sistemiche, si osserva anche uno shock anafilattico. La condizione è accompagnata da malessere generale, perdita di coscienza, sviluppo di convulsioni, minzione involontaria e defecazione.

Se non si esegue la diagnosi precoce e non si avvia la terapia appropriata in tempo, c'è il rischio di condizioni pericolose e la transizione delle allergie a una forma cronica con lo sviluppo di asma bronchiale, dermatite atopica, rinite.

A che età si consiglia di condurre uno studio

Il tipo di studio è selezionato dal medico curante in base alla natura della reazione allergica e all'età del bambino. Secondo le raccomandazioni degli allergologi, la diagnostica può essere eseguita a partire da 1 mese. Tuttavia, i dati più informativi e precisi possono essere ottenuti nei bambini di 3-5 anni..

Necessariamente tiene conto della natura dell'alimentazione del bambino e della nutrizione del bambino più grande. Lo studio viene condotto per confermare o confutare la diagnosi, identificare lo stimolo causativo a cui si sviluppa la sensibilizzazione nel corpo..

Tipi di esami del sangue per allergeni nei bambini

Esistono diversi studi speciali per determinare le reazioni di ipersensibilità, combinati nel concetto di diagnosi di allergia..

L'immunoglobulina E nel sangue indica la presenza di sensibilizzazione agli allergeni

Tipi di test di allergia cutanea che indicano indirettamente se il bambino ha immunoglobuline E nel sangue:

  • test prik;
  • scarificazione;
  • intradermica;
  • applicazione.

Sono anche prescritti esami generali del sangue e delle urine. Per la determinazione quantitativa di anticorpi specifici, viene effettuato uno studio biochimico - diagnosi sierologica.

Un esame del sangue generale consente di determinare la concentrazione di eosinofili, il livello di VES. Tassi significativamente elevati sono un segno importante della presenza nel corpo di un agente che provoca lo sviluppo di una reazione allergica.

Come eseguire i test allergologici

Prima dell'allergodiagnostica, si raccomanda di osservare una serie di regole che aumentano l'efficacia dello studio..

La preparazione per la procedura include quanto segue:

  • Rifiuto completo dell'uso di droghe.
  • Esclusione di alcuni prodotti: noci, miele, agrumi, cioccolato contenente sostanze artificiali e chimiche.
  • Limitazione del contatto con animali domestici.
  • Ridurre ed eliminare lo stress psicoemotivo.

Prima di condurre direttamente lo studio, si consiglia di astenersi dal mangiare cibo per diverse ore..

Decodifica dei dati

Il trattamento dei dati ottenuti deve essere effettuato da uno specialista nel trattamento delle reazioni allergiche nei bambini.

Nei bambini di età inferiore a 2 anni, compresi i neonati, la concentrazione di immunoglobulina nella norma non deve superare i 64 UI / ml. Gli indicatori nei bambini da 2 a 14 anni variano da 140-150 UI / ml. Negli adolescenti dopo 14 anni, c'è una leggera diminuzione dell'immunoglobulina a un livello di 123 UI / ml.

La decrittazione degli esami del sangue nei bambini deve essere eseguita da un allergologo

I risultati dei test cutanei sono classificati in base alla gravità dei sintomi. Esistono tali designazioni:

  1. -. I sintomi sono assenti.
  2. -/ +. Rossore della pelle - iperemia.
  3. +. La formazione di piccole vesciche.
  4. ++. La comparsa di una bolla con un diametro fino a 0,5 cm con iperemia.
  5. +++. La comparsa di vesciche con un diametro di 5-10 mm, accompagnata da un forte rossore.
  6. ++++. Grandi vesciche (oltre 1 cm di diametro) con iperemia e pseudopodia.

Con manifestazioni errate del test e difficoltà nell'interpretazione dei suoi risultati, possono essere prescritti ulteriori metodi diagnostici..

Trattamento e prevenzione delle allergie nei bambini

Il regime di trattamento è sviluppato da uno specialista che tiene conto della natura del decorso della malattia e del livello della risposta immunitaria del corpo a una sostanza provocante. I regimi terapeutici complessi standard comprendono una dieta ipoallergenica, antistaminici e, se necessario, preparati ormonali (effetti locali o sistemici).

Una bassa risposta immunitaria a un allergene non richiede un intervento medico. Possibile leggero contatto del bambino con l'irritante. Una reazione grave richiede un trattamento tempestivo e una completa eliminazione dell'allergene.

Si raccomanda un esame del sangue per allergeni nei bambini ai primi sintomi di una reazione allergica. Per ottenere i dati corretti e identificare l'irritante, è necessario osservare una serie di regole prescritte dal medico. Se il trattamento viene ritardato o abbandonato, il processo può portare a gravi conseguenze e persino alla morte.

Allergia nei bambini di età inferiore a un anno e 1 anno di età

Le allergie nei bambini di età inferiore a un anno sono un problema comune e ben noto. Spesso si manifesta come una reazione allergica alimentare a vari agrumi e altri prodotti che entrano nel corpo del bambino attraverso il latte della mamma.

Cos'è

L'allergia è chiamata lo stato di sensibilità sopravvalutata del corpo del bambino verso l'uno o l'altro fattore ambientale. Ad esempio, possono essere vari inquinanti atmosferici, polvere o polline di fiori.

Le allergie nei bambini fino a un anno possono essere provocate da molte ragioni. Le principali sono condizioni ambientali avverse e predisposizione ereditaria. Inoltre, lo sviluppo di reazioni allergiche è influenzato dalle caratteristiche del decorso del periodo di gravidanza e allattamento..

Le allergie nei bambini piccoli si manifestano sotto forma di irritazioni sulla pelle del viso e sul corpo. Questi possono essere vari arrossamenti, eruzioni cutanee e desquamazione. In alcuni casi, si manifesta con colica intestinale, gas, diarrea o difficoltà respiratoria..

Allergia alimentare in un bambino a 1 anno

Un'allergia alimentare in un bambino a 1 anno di età può manifestarsi in diversi modi. Di norma, si forma sotto forma di irritazioni o disturbi della pelle del tratto gastrointestinale (GIT). Sotto forma di irritazione allergica della pelle, possono verificarsi varie eruzioni cutanee in tutto il corpo, arrossamenti, prurito e desquamazione della pelle delle guance. A volte il peeling è chiamato diatesi.

Possono comparire anche dermatite da pannolino sostenuta, sudorazione profusa, che si forma quando il bambino è leggermente surriscaldato. Le manifestazioni allergiche sulla pelle possono formare squame e il loro peeling simultaneo sul cuoio capelluto e sulle sopracciglia. Questa condizione si chiama gneiss. Possibile manifestazione di orticaria.

Le allergie nei bambini di età inferiore a un anno e ad età diversa possono provocare l'edema di Quincke. È caratterizzato da un forte aspetto di gonfiore della pelle, del tessuto sottocutaneo e delle mucose. Questa condizione è considerata la più pericolosa per la salute e la vita del bambino, pertanto richiede un ricovero immediato.

La manifestazione di reazioni allergiche che interrompono il tratto gastrointestinale sono espresse da edema della mucosa degli organi digestivi interni. In questo caso, possono formarsi condizioni come frequenti sputi del bambino o vomito.

Le lesioni del tratto gastrointestinale con allergie possono provocare frequenti movimenti intestinali liquidi con schiuma o una miscela di verde. Si formano anche costipazione, coliche o flatulenza..

Le manifestazioni allergiche sotto forma di disturbi respiratori sono molto rare. Inizia a verificarsi gonfiore della mucosa delle vie respiratorie. Sono espressi da rinite allergica e broncospasmo. Questa condizione non consente all'aria di entrare correttamente nelle vie aeree o ne impedisce il processo..

Con le allergie, i broncospasmi sono considerati le conseguenze più pericolose della sua manifestazione. Possono causare danni irreparabili alla salute del bambino e in alcuni casi portare alla morte.

Esistono combinazioni di lesioni cutanee e gastrointestinali o di pelle e organi bronchiali. Inoltre, la manifestazione nutrizionale delle reazioni allergiche può servire come ragioni per lo sviluppo di altre malattie allergiche. Quindi può formare dermatite atopica, asma bronchiale e altre malattie.

Cause della manifestazione della malattia

Le ragioni per la comparsa di allergie alimentari in un bambino di un anno (se allattato al seno) possono essere i prodotti che la madre consuma. Se il bambino è nutrito artificialmente, dai prodotti che usa il bambino.

La comparsa di allergie è principalmente associata all'eredità del bambino. Il rischio della sua formazione si presenta in quei bambini nelle cui famiglie sono già stati notati casi di allergia (37% dei casi di sviluppo di allergie nei bambini, se un genitore ha una tale malattia, 67% - se entrambi i genitori hanno reazioni allergiche di diverse etimologie).

La comparsa di allergie alimentari è anche associata alle caratteristiche funzionali del processo digestivo. A questa età, c'è un basso livello di attività enzimatica e la produzione di anticorpi protettivi. Si trovano sulla superficie delle mucose del tratto gastrointestinale e forniscono protezione locale contro l'esposizione ad agenti estranei.

Le allergie alimentari possono verificarsi a un'altra età del bambino. Le ragioni del suo sviluppo sono simili a quelle dei bambini di 1 anno di età. Eruzioni cutanee sul corpo, gonfiore e altri tipi di reazioni allergiche sono anche caratteristiche..

Tipi di allergie in un bambino a 2 anni

Un'allergia in un bambino a 2 anni si presenta sotto forma di una reazione alimentare del corpo e allergie agli animali domestici, polline di fiori, punture di insetti, prodotti chimici domestici. Le conseguenze delle reazioni del corpo a tali agenti patogeni in ogni bambino si manifestano in modi diversi. Tutto dipende dallo stato della funzione immunitaria del bambino.

Le allergie agli animali domestici nei bambini di età compresa tra 2-3 anni si sviluppano a causa della presenza di peli di animali domestici lunghi o soffici. Anche le proteine ​​secrete da loro, che sono contenute nelle urine e nella saliva dell'animale, influiscono. Spesso i gatti agiscono come agenti patogeni. Sulla lana, possono portare polline, lanugine, polvere o muffa in casa. Pertanto, il loro mantello avrà un impulso significativo, sia nella formazione di allergie in un bambino di 3 anni, sia a un'età diversa. E per stabilire il vero patogeno in questo caso, solo una diagnosi approfondita del corpo del bambino aiuterà.

Le reazioni allergiche nel bambino, che si verificano all'età di 3 anni, devono essere sotto controllo speciale. È a questa età che hanno un impatto significativo sull'ulteriore salute del bambino.

Molto spesso, un'allergia in un bambino a 3 anni si verifica a causa della mancanza di vitamine dei gruppi A, B, C ed E. Inoltre, le vaccinazioni sono la causa della formazione di malattie. Possono includere sostanze che provocano vari tipi di allergie. In questi casi, dovresti assolutamente consultare un medico.

Quando neonati e lattanti sono allergici: tutto sulle allergie nei bambini fino a un anno

L'allergia è una malattia della civiltà che riempie ogni anno i suoi ranghi. Con lo sviluppo dei benefici dell'umanità - prodotti per la cura e l'igiene, il degrado ambientale, l'immunità ha cessato di soddisfare l'onere che gli è stato assegnato durante l'evoluzione. Ciò provoca un malfunzionamento del sistema immunitario: le cose e i fenomeni ordinari causano una reazione atipica.

Molto spesso, le allergie si verificano nei bambini fino a un anno perché il loro sistema immunitario è in fase di formazione. Di fronte a un allergene, il corpo rilascia difensori - immunoglobuline del gruppo E. I mastociti esplodono e rilasciano istamina e serotonina, che sono allergici.

Fattori di sviluppo, cause e tipi di allergie

Oggi ogni terzo bambino soffre di allergie. Le cause di questo fenomeno possono essere:

  1. Predisposizione ereditaria Se uno dei genitori ha qualche tipo di allergia, allora con una probabilità del 30% il bambino nascerà con una tendenza alle manifestazioni allergiche. Se entrambi i genitori hanno questo problema, allora la possibilità che lei abbia il bambino aumenta al 70%. Se ci sono allergie tra i parenti prossimi, il bambino può anche essere soggetto a una risposta immunitaria atipica.
  2. Ecologia avversa. La comparsa di nuove fabbriche, veicoli porta alla contaminazione di fumo e gas dell'atmosfera. Nell'aria aumenta la concentrazione di allergeni, che porta a una riduzione dell'immunità.
  3. Organismo immaturo. Un bambino di età inferiore a tre anni ha un sistema digestivo e immunitario che non si è ancora completamente formato - questa non è una patologia, ma solo una fase di sviluppo che ogni persona attraversa.
  4. Nutrizione impropria Un effetto negativo sul bambino può essere esercitato dalla madre con l'abuso di prodotti con elevata allergenicità durante la gravidanza e l'allattamento. È meglio rifiutare prodotti dannosi in queste fasi. L'introduzione prematura di alimenti complementari, la scelta impropria di prodotti alimentari, i sostituti del latte (miscele), la mancanza di allattamento al seno possono influenzare l'immunità del bambino, in quanto non riceve i nutrienti protettivi necessari.
  5. Assunzione di determinati farmaci durante la gravidanza e l'allattamento.
  6. Esacerbazione di malattie croniche di una donna durante la gestazione.
  7. Malattie infettive della madre, che comportano patologie del feto: gestosi, ipossia.
  8. Cattive abitudini di una donna in posizione e durante l'allattamento. Gli scienziati hanno dimostrato che nel 50% dei casi, se la futura mamma fumasse, il bambino sarebbe soggetto a specifiche risposte immunitarie.
  9. Malattie comuni del bambino.
Tipi di allergie
VisualizzaCiò che provocaraccomandazioniComponenti altamente allergenici
respiratoriopolline stagionale;

polvere;
spore fungine;
prodotti di scarto di acari della polvere;
peli di animali;
sostanze chimiche;

pulizia a umido;
corretto funzionamento della biancheria da letto;
uso minimo di sostanze chimiche;
escludere la presenza di animali vicini che causano allergie;
funghi muffa;
Betulla;
Pino;
acero;
Mais;
segale;
erba di grano;
salvia;
canapa;
dente di leone;
quinoa;
Ambrosia.
Contattoprodotti chimici domestici;
cosmetici per bambini;
vestiti, tessuti, biancheria da letto;
pannolini;
saliva, escrementi, peli di animali;
farmaci;
componenti chimici;
acqua;
il Sole;
freddo;
utilizzare speciali prodotti chimici e cosmetici ipoallergenici per la casa;
scegli la giusta compagnia di pannolini;
applicare prodotti ipoallergenici per proteggere la pelle dei bambini da freddo, vento e sole;
somministrare ai bambini farmaci solo per rigorose prescrizioni mediche;
prodotti chimici aggressivi;
cloro;
profumi;
coloranti;
aromi;
particelle di pelle animale;
fluidi corporei animali.
Cibocibo consumato dalla madre;
miscele a base di mucca, latte di capra, soia;
alimentazione precoce;
una grande quantità di cibo;
sequenza di alimentazione: zucchine → col. cavolo → broccoli → grano saraceno → riso → porridge di mais → zucca → mela → porridge di miglio → coniglio → tacchino → vitello → manzo → pollo → composta di frutta secca → prugne → pera → pesca → banana → kefir → ricotta → pesce;

utilizzare le tabelle di alimentazione;
osservare il dosaggio per età;

cioccolato;
miele;
frutti di mare;
noccioline
latte;
uova
funghi;
carne di gallina;
agrumi;
Fragola;
lampone;
uva
melone;
un ananas.
Insettomorsi di insetto;
prodotti di scarto di insetti;
usare repellenti per insetti;
proteggere i bambini con zanzariere;
veleno di insetto (api, vespe, formiche).
Medicinalemedicinalistudiare le annotazioni sui farmaci;
seguire le istruzioni del medico;
avvertire di allergie;
penicilline;
sulfamidici;
alcuni anestetici;
salicilati.
infettivomicrobi;
batteri
virus
altri microrganismi;
esaminare tempestivamente il corpo;
prevenire la comparsa di microrganismi dannosi;
virus dell'herpes, dell'influenza, dell'epatite B;
pneumococchi e streptococco;
funghi microscopici;
Giardia, Trichomonas, eucarioti patogeni;
vermi rotondi e piatti.

Segni e sintomi

Le manifestazioni di natura allergica possono avere un decorso diverso, una diversa sequenza di sintomi, gravità diversa: tutte queste sono le caratteristiche individuali di un particolare organismo. Più giovane è il bambino, più complessi e pericolosi possono verificarsi segni di allergia. In un bambino del primo mese di vita, differiranno dai sintomi di un bambino di cinque mesi.

Molti genitori possono confondere i sintomi allergici con raffreddore o avvelenamento. Pertanto, è molto importante differenziare le manifestazioni con uno specialista esperto. Ci sono reazioni:

  • Tipo lento - i sintomi negativi si verificano qualche tempo dopo il contatto con l'allergene (da alcune ore a diversi giorni).
  • Tipo immediato: una condizione patologica si verifica poco dopo il contatto con un allergenico (da un paio di minuti a diverse ore).
Sintomi di una risposta allergica
reazionisegniAllergeni
Reazioni cutanee
  • eruzione cutanea di varie forme e dimensioni;
  • rugosità della pelle;
  • arrossamento;
  • irritazione della pelle;
  • prurito
  • prodotti
  • animali;
  • prodotti chimici domestici;
  • cosmetici per bambini;
  • pannolini;
  • morsi di insetto;
  • il Sole;
  • acqua;
  • parassiti;
  • medicinali.
Sintomi respiratori
  • flusso dal naso;
  • congestione nasale;
  • prurito e formicolio alla gola;
  • starnuti
  • scarico dagli occhi;
  • prurito e arrossamento degli organi visivi;
  • solletico;
  • tosse;
  • polvere;
  • polline;
  • animali.
Disordini gastrointestinali
  • formazione eccessiva di gas;
  • dolore all'addome;
  • alterazioni delle feci;
  • sensazione di nausea;
  • conati di vomito;
  • Cibo;
  • medicinali
  • sostanze chimiche.
Intossicazione
  • aumento della temperatura corporea;
  • malessere;
  • mal di testa;
  • dolore muscolare;
  • conati di vomito;
  • qualsiasi tipo di allergia.
L'edema di Quincke
  • gonfiore delle labbra, delle palpebre, delle guance, della laringe;
  • gonfiore della lingua;
  • gonfiore delle tonsille e del palato molle;
  • dolore;
  • bruciando;
  • respiro affannoso;
Shock anafilattico
  • eruzione cutanea;
  • formicolio agli arti;
  • brochospasm;
  • Edema di Quincke;
  • edema degli organi respiratori superiori;
  • vomito
  • aumento della temperatura corporea;
  • insufficienza respiratoria;
  • spasmi
  • riduzione della pressione;
  • arresto respiratorio;

La frequenza, la sequenza dei sintomi è più una caratteristica individuale che uno schema. Il verificarsi di eventuali sintomi avversi nel bambino dovrebbe indurre i genitori a consultare urgentemente un medico.

Se hai segni, edema, anafilassi in rapido aumento, dovresti cercare immediatamente assistenza medica di emergenza. Dal momento che queste sono condizioni estremamente pericolose che possono portare a conseguenze fatali..

Diagnostica

È importante scoprire l'allergene causale in tempo per evitare di complicare la situazione. Prima di tutto, è necessario consultare un pediatra e un allergologo per escludere:

  1. Pseudo-allergia. I suoi segni clinici sono quanto più simili possibile a una vera reazione, ma i test non confermano un aumento dell'immunoglobulina totale E e non rilevano immunoglobuline E specifiche, cosa impossibile con la vera forma di patologia.
  2. L'intolleranza al lattosio e l'intolleranza al glutine possono anche manifestare sintomi molto simili con allergie (disturbi digestivi). Ma in questo caso, dipende dalla mancanza di enzimi digestivi e spesso si manifesta con una grande quantità di cibo.
  3. Patologie infettive - varicella, morbillo, scarlattina, rosolia. Possono avere sintomi simili, ma differiscono nella forma di eruzioni cutanee, luoghi di localizzazione e sono accompagnati da segni aggiuntivi caratteristici di una particolare infezione. Un medico esperto determinerà tali manifestazioni..
  4. Neonati in fiore. Questo è un fenomeno fisiologico che si verifica immediatamente o nei prossimi giorni dopo la nascita. Le eruzioni cutanee sono simili alle allergie, ma non causano alcun disagio alla mollica e passano da sole entro uno o due mesi senza richiedere un trattamento.

Sintomi specifici richiedono osservazione per identificare ed escludere la causa. Durante la diagnosi, è necessario escludere tutti i sospetti allergeni al fine di proteggere il bambino fino a quando non viene identificata la vera causa..

I genitori appena arrivati ​​sono incoraggiati a tenere un diario alimentare. È necessario annotare tutti i prodotti alimentari consumati dal bambino e dalla madre che allatta e le reazioni ad essi. Ciò consente di identificare la causa delle allergie alimentari. Successivamente, viene prescritta una dieta di eliminazione, che implica l'esclusione di un componente alimentare che provoca una risposta negativa. Deve essere osservato per diversi mesi..

Come test di laboratorio, ai bambini piccoli viene prescritto un esame del sangue.

Analisi del sangue
AnalisiMetodo di campionamento del sangueCiò che mostra
Analisi del sangue generaleNei bambini, il sangue viene spesso prelevato dal dito, ma è anche possibile una recinzione venosa.Un aumento di basofili ed eosinofili indica la presenza di un momento allergico
Determinazione della Ig E totaleSangue prelevato da una venaUn aumento della norma indica una possibile allergia
Identificazione di Ig E specificheSangue deossigenatoAiuta a identificare l'agente causale delle allergie, rileva una specifica Ig E, si verifica su un particolare componente che viene aggiunto al sangue in laboratorio

Per i bambini, questi sono metodi diagnostici sicuri, poiché un piccolo paziente non entra in contatto con allergeni. La ricerca è condotta da assistenti di laboratorio..

Ma i test delle allergie cutanee non devono essere eseguiti nei neonati, poiché questo è molto pericoloso e non informativo. La pelle dei bambini è molto sensibile e delicata, quindi possono verificarsi risposte false positive. Inoltre, le aree cutanee su cui vengono solitamente eseguiti i test sono abbastanza piccole per un bambino di un anno - questo non consente una diagnosi completa. Il fattore più importante nel tabù dei test cutanei nei neonati è il contatto diretto del bambino con gli allergeni. Questo è estremamente pericoloso per una persona così piccola. Può verificarsi una reazione del corpo imprevista che metterà in pericolo la vita del bambino..

Trattamento

Il punto principale del trattamento è l'eliminazione dell'allergene causale. Questa regola si applica a qualsiasi tipo di allergia. Se il bambino è affetto da epatite B, la madre deve osservare la nutrizione per eliminazione. Se il bambino consuma sostituti del latte materno, il medico prescrive miscele terapeutiche adatte al caso particolare. È molto importante che la miscela sia selezionata tenendo conto delle caratteristiche del bambino, soddisfi tutti i suoi bisogni, sia adeguata all'età e non causi una risposta negativa dal corpo. La nutrizione artificiale correttamente selezionata è la chiave per un risultato di successo.

Se le briciole sono allergiche alle proteine ​​di origine animale, il contatto con gli animali deve essere escluso dalla sua vita quotidiana. Se cosmetici, polvere o pannolini sono diventati i colpevoli di indignazione dell'immunità, dovresti smettere di usarli e trovare un sostituto più adatto.

Come e cosa trattare, solo il medico decide. Come trattamento sintomatico, gli antistaminici sono principalmente prescritti. Per i bambini fino a un anno, vengono utilizzate forme di dosaggio sotto forma di gocce: Zodak (0+), Fenistil (1+), Zirtek (6+).

Per eliminare le manifestazioni cutanee, vengono prescritti gel e creme speciali per alleviare prurito, infiammazione e arrossamento. Contribuiscono anche alla rapida guarigione della pelle. Questi sono unguento al Dexpantenolo (0+), Elidel Cream (3+), Fenistil Gel (6+), Desitin (0+), La Cree (1+).

Gli enterosorbenti sono prescritti per pulire delicatamente il corpo da tossine e allergeni. Questi farmaci sono completamente sicuri, poiché non vengono assorbiti dall'intestino e supportano una microflora sana, quindi vengono utilizzati dalla nascita. Questi includono: Enterosgel, Smecta, Polysorb.

Per eliminare la rinite allergica, ai bambini vengono attribuite gocce nasali che alleviano il gonfiore e il prurito: Vibrocil e Nazol baby (1+), Aquamaris (0+). L'uso di spray fino a un anno è severamente vietato, in quanto possono danneggiare i passaggi nasali.

Efficaci sono anche i bagni con un decotto di camomilla e successione. Leniscono la pelle, alleviano l'infiammazione e il rossore. Puoi pulire il derma interessato con soluzioni di questi decotti.

Precauzioni

Il rispetto delle misure preventive può ridurre il rischio di allergie. In alcuni casi, puoi persino evitare i sintomi allergici..

Tipo di allergiaPrevenzione
Cibo
  • allattare il più a lungo possibile;
  • mamma: segui una dieta ipoallergenica;
  • selezionare la nutrizione artificiale come prescritto dal medico;
  • introdurre alimenti complementari in base all'età del bambino;
  • per alimenti complementari, scegliere alimenti sani di alta qualità;
  • introdurre nuovi componenti alimentari in dosi minime, aumentando gradualmente la quantità di prodotto nel corso di una settimana;
  • fino a un anno per escludere il più possibile prodotti altamente allergenici;
  • non introdurre nuova nutrizione durante i periodi di esacerbazione e malattia.
Domestico
  • sbarazzarsi di collettori di polveri;
  • rimuovere al massimo i peluche dalla vita quotidiana del bambino;
  • pulire regolarmente i giocattoli per bambini;
  • rimuovere gli animali dalla casa;
  • scegli la biancheria giusta;
  • svolgere regolarmente cure di qualità per loro;
  • usare detergenti e umidificatori;
  • eseguire la pulizia a umido in casa ogni giorno;
  • aspirare frequentemente.
Contatto
  • rimuovere tutti i prodotti chimici domestici dalla disponibilità del bambino;
  • non utilizzare prodotti per la pulizia contenenti cloro e aromi;
  • lavare i piatti per bambini con speciali agenti ipoallergenici o soda;
  • lavare le cose con una polvere ipoallergenica o sapone da bucato;
  • bagnare il bambino con acqua pulita con un decotto di camomilla o una stringa;
  • Non usare cosmetici per bambini senza prescrizione medica;
  • biancheria da letto e abbigliamento dovrebbero essere realizzati con tessuti naturali, non con colori vivaci.
  • cercare prontamente assistenza medica, problemi relativi alla salute e alla vita del bambino, decidere solo con il medico, utilizzare i farmaci solo come indicato dal medico;
  • trascorrere il tempo massimo con un bambino in condizioni ambientali favorevoli;
  • osservare le condizioni di temperatura e umidità dell'aria;
  • monitorare attentamente la reazione del bambino a determinati prodotti e oggetti nella sua vita quotidiana

I genitori premurosi e amorevoli sono in grado di prevenire l'indignazione dell'immunità. C'è un'alta probabilità che quando il corpo del bambino si forma correttamente, anche l'allergia scompaia. Ma in previsione di questo momento, è importante non sforzare il corpo, ma consentirgli di recuperare completamente e maturare..

Allergie alimentari nei bambini di età inferiore a un anno

La conoscenza di un bambino con vari prodotti è un periodo responsabile e pericoloso in cui anche un piccolo pezzo del solito cibo per adulti può causare una risposta imprevedibile dal corpo del bambino.

Che cos'è l'allergia alimentare?

L'allergia alimentare è la reazione del corpo alle sostanze presenti in determinati alimenti. Può essere caratterizzato da un rapido tasso di insorgenza dei sintomi (entro 5-10 minuti dall'ingestione di un provocatore) o lento (2-3 ore). A volte, per consentire a un bambino di rispondere, sarà sufficiente toccare il prodotto o annusarlo.

Cause dell'evento

Una vera allergia si verifica con la partecipazione del sistema immunitario del bambino, quando i linfociti iniziano a produrre immunoglobuline E. Il sistema immunitario percepisce erroneamente le proteine ​​ricevute con il cibo come un'infezione, che provoca la comparsa di sintomi: eruzione cutanea, edema e altri. Una malattia di questa natura è rara nei bambini ed è caratterizzata dalla velocità della risposta del corpo anche a una piccola quantità di allergene..

La manifestazione di intolleranza alimentare è simile a una vera allergia, ma il meccanismo di insorgenza è diverso: il sistema immunitario continua a funzionare come al solito, l'aspetto dei sintomi è influenzato dall'insufficiente produzione di enzimi nel tratto gastrointestinale o da malattie del sistema endocrino. La probabilità di una reazione dipende dalla quantità di cibo consumata dal bambino.

Cause della vera allergia

  • ereditarietà (se un genitore ha la malattia, la predisposizione del bambino fino al 37%);
  • carenza di ossigeno fetale durante la gravidanza;
  • una malattia infettiva virale subita da un bambino;
  • bassa immunità locale delle mucose del tratto gastrointestinale.

Cause delle allergie pseudo

  • introduzione precoce di alimenti complementari alla dieta del bambino;
  • carico eccessivo di cibo (pasti frequenti o grandi porzioni di cibo);
  • invasione elmintica;
  • insufficienza pancreatica di amilasi (responsabile della scomposizione dei carboidrati), lipasi (separazione dei grassi) e tripsina (degradazione delle proteine).
  • violazione dell'inattivazione dell'istamina nel corpo a causa di malfunzionamento del fegato e dell'intestino.

Sintomi di un'allergia alimentare in un bambino

I cambiamenti nella pelle includono:

  • arrossamento
  • dermatite da pannolino, che ha una manifestazione persistente, nonostante le normali procedure igieniche;
  • peeling prurito della pelle del viso;
  • la formazione di squame nelle sopracciglia, nel cuoio capelluto;
  • dermatite atopica;
  • eruzione cutanea.

Cambiamenti nel sistema respiratorio:

  • mancanza di respiro, attacco d'asma;
  • rinite;
  • edema laringeo.
  • vomito, nausea;
  • diarrea, flatulenza, costipazione;
  • gonfiore dell'esofago e delle labbra;
  • stomatite.

È possibile la manifestazione di sintomi non standard: giada, malfunzionamento del sistema escretore e disturbi del sonno.

Qual è l'allergia pericolosa nei bambini

La rilevazione prematura di una reazione o un trattamento improprio possono essere le ragioni per lo sviluppo di complicanze:

  • shock anafilattico - una reazione in rapido sviluppo a un allergene (un forte calo della pressione sanguigna, depressione della coscienza e convulsioni);
  • Edema di Quincke) - gravi difficoltà respiratorie, soffocamento;
  • bronchite cronica, che spesso porta successivamente ad asma bronchiale;
  • otite media, sordità;
  • rinite cronica;
  • eczema, psoriasi, dermatite atopica;
  • in rari casi, anemia emolitica (aumento della distruzione dei globuli rossi e, di conseguenza, anemia).

Possibili allergeni

Significativi per la comparsa della risposta immunitaria del corpo del bambino sono le proteine, i loro enzimi, situati, in particolare, nel latte di mucca o nell'uovo di gallina. In rari casi, può verificarsi una vera allergia sui grassi (presente nei pesci).

La reazione ai carboidrati (fruttosio, saccarosio, glucosio) e grassi è falsa, in questo caso parliamo di intolleranza alimentare allergica.

Trattamenti efficaci

L'eliminazione dell'allergia alimentare è la sua diagnosi, misure preventive e trattamento dei sintomi.

Se un bambino di 1 anno riceve latte materno, il medico prescrive una dieta di eliminazione per la madre. Al primo stadio, le madri escludono completamente il saccarosio, il fruttosio dalla dieta della madre e trascorrono diversi giorni liberi. Nella seconda fase, i prodotti potenzialmente pericolosi per il bambino vengono gradualmente eliminati, viene tenuto un diario di osservazioni sulla reazione del bambino: un miglioramento delle sue condizioni indicherà che il cibo provocatorio è stato escluso il giorno prima. Al terzo stadio, la madre inizia a mangiare uno dei cibi sospetti, la comparsa di una reazione nel bambino consentirà di assicurarsi che questo alimento sia un allergene.

Per diagnosticare le allergie, il medico esegue test cutanei o un test immunosorbente legato agli enzimi per il sangue del bambino, che consente di identificare la natura vera o falsa della reazione.

Nel caso di una vera allergia alimentare, il medico prescrive una dieta priva di proteine ​​per il bambino (latte di mucca e prodotti a base di latte fermentato, soia, uova di gallina, pasticceria).

Se i prodotti sono intolleranti, lo specialista riorganizza i focolai di infiammazione nel bambino e può prescrivere l'uso di stabilizzatori dei mastociti che inibiscono il rilascio di istamina:

  • Suprastin, da 6,5 ​​milligrammi della sostanza 2-3 volte al giorno con i pasti (se il farmaco è sotto forma di compresse, i genitori devono schiacciarlo in polvere e mescolarlo con il cibo);
  • Fenistil, 10-15 gocce tre volte al giorno ai pasti;
  • Zyrtec, 2,5 milligrammi della sostanza 1-2 volte al giorno contemporaneamente al cibo.

Questi farmaci sono prescritti dal medico e per il trattamento di un sintomo di una vera allergia.

Prima di visitare il medico, i genitori possono alleviare le condizioni del bambino applicando Fenistil (gel) sulle aree pruriginose della pelle, facendo un clistere detergente. Con vomito, sputi eccessivi, al bambino viene somministrato un sorbente un'ora prima o dopo i pasti (Enterosgel, Atoksil, Smecta).

Come proteggere il bambino dalle allergie alimentari

Ridurre il rischio di allergie e complicanze aiuterà:

  • allattamento prolungato;
  • l'introduzione di alimenti complementari quando il bambino ha 6 mesi;
  • l'inizio di alimenti complementari con piatti monocomponenti, piccoli dosaggi (da 1 cucchiaino);
  • evitare una grande quantità di sale e spezie nella dieta;
  • l'eccezione della ricezione simultanea di possibili prodotti provocatori;
  • evitare prodotti con colori e sapori brillanti;
  • trattamento termico di prodotti provocatori che consente di modificare la struttura della proteina.

Provocatori di allergie alimentari

  • prodotti con un alto grado di allergenicità: uova di gallina, latte di vacca, noci, funghi, miele, cioccolato, grano, agrumi, lamponi, fragole e fragole, carne di manzo;
  • grado medio: patate, carote, prugne, pere, ciliegie, albicocche, zucca, banana, latticini, carne di pollo;
  • basso grado: cavolo (bianco e cavolfiore), cetrioli, zucchine, varietà verdi di mele e pere, mais, miglio, orzo, aneto, prezzemolo, ribes, riso, carne di coniglio.

In molti casi, la gravità delle reazioni allergiche diminuisce gradualmente e può scomparire completamente man mano che il bambino cresce, quando il suo sistema immunitario si rafforza e si stabilizza..

Il bambino è allergico: cerca ragioni

Mio figlio ha 4 mesi, finora è nutrito solo con latte materno. In precedenza, tutto andava bene, ma nelle ultime due settimane ho iniziato a notare che le sue guance si erano periodicamente arrossate e c'è un leggero peeling sulla pelle - sul viso e sulle pieghe delle penne. Sembra che non graffi questi posti, ma penso ancora che possa essere un'allergia in un bambino. Come si manifesta l'allergia e perché può verificarsi? Alla, Stary Oskol

Larisa Shumin
Pediatra, Orfanotrofio elisabettiano, Mosca

Le allergie nei bambini di età inferiore a 1 anno sono abbastanza comuni. Quindi, secondo le statistiche, 4 bambini su 10 a questa età soffrono di varie reazioni allergiche. Ciò è dovuto all'immaturità dell'apparato digerente, in particolare all'altissima permeabilità delle pareti intestinali e alla produzione insufficiente di specifici enzimi dell'apparato digerente. Questi fattori e caratteristiche del sistema immunitario del bambino creano le condizioni per la penetrazione di tutti i tipi di allergeni nel corpo del bambino.

Il gruppo a rischio per lo sviluppo di reazioni allergiche comprende bambini con anamnesi ereditaria (se i genitori soffrono di allergie, aumenta la probabilità che si verifichi in un bambino), bambini con ridotta formazione di microflora intestinale (disbiosi) e bambini che vivono in un ambiente sfavorevole all'ambiente.

Cause di allergie nei bambini

Molto spesso, i bambini hanno un'allergia alimentare. Nei bambini allattati al seno, si verifica come una reazione a un allergene che è incluso nel cibo di una madre che allatta, o durante l'introduzione di alimenti complementari, quando il bambino inizia a ricevere nuovi prodotti che prima gli erano sconosciuti.

Inoltre, un'allergia in un bambino può verificarsi come reazione al contatto con prodotti chimici domestici (detersivo, sapone, prodotti per l'igiene, ammorbidenti, ecc.) O come reazione ai medicinali (assunzione di antibiotici da parte di madre o bambino, assunzione di farmaci sotto forma di sciroppo (poiché includono aromi, coloranti e zuccheri), l'uso di preparati multivitaminici).

Come è l'allergia nei bambini

La principale manifestazione di allergie nei bambini è un'eruzione cutanea di piccole dimensioni (fino a 5 mm di diametro), che può essere localizzata su qualsiasi parte del corpo, ma molto spesso si verifica su guance, avambracci, glutei e stomaco. Le macchie rosse possono fondersi, formando focolai di forma irregolare e sono accompagnate da un forte prurito. È a causa del prurito che il bambino diventa irrequieto, lunatico, mangia male, dorme.

Inoltre, le allergie sono caratterizzate da pelle secca e desquamata, croste secche sul cuoio capelluto.

Spesso starnuti, gonfiore della mucosa nasale, congiuntivite e anche disturbi del tratto gastrointestinale vengono aggiunti a un'eruzione allergica: rigurgito, coliche, flatulenza (aumento della formazione di gas), disturbi delle feci (costipazione o tendenza alla diarrea). L'intensità della reazione allergica in un bambino non dipende dalla quantità (dose) di allergene ricevuta nel corpo.

Una reazione allergica in un bambino può verificarsi immediatamente dopo il contatto con un allergene o entro poche ore.

Cosa può confondere le manifestazioni allergiche in un bambino

Spesso, le giovani madri possono assumere calore pungente o dermatite da pannolino per una reazione allergica in un bambino.

La sudorazione si verifica come una reazione della pelle di un bambino al surriscaldamento. Un'eruzione cutanea con sudorazione è localizzata nelle pieghe naturali della pelle (sotto le ascelle, nelle pieghe inguinali, sul collo) e mai sul viso.

La causa della dermatite da pannolino è il contatto prolungato della pelle con i tessuti bagnati. Rossore, vescicole, desquamazione compaiono sulla pelle del bambino nella zona del pannolino.

È importante ricordare che non solo le reazioni allergiche nei bambini sono accompagnate da un'eruzione cutanea. La causa delle eruzioni cutanee può essere varie malattie infettive (morbillo, rosolia, varicella, scarlattina, ecc.). In questi casi compaiono segni di intossicazione (debolezza, letargia, sonnolenza, perdita di appetito) e aumento della temperatura corporea.

Cosa fare se il bambino è allergico?

Il compito principale nel trattamento delle allergie in un bambino è la ricerca e l'esclusione di possibili allergeni.

Il verificarsi di una reazione allergica in un bambino non è un'indicazione per interrompere l'allattamento. Il latte materno non può causare allergie nel bambino. Al contrario, contiene molte immunoglobuline A, che proteggono la mucosa intestinale dalle molecole di allergene, e le proteine ​​del latte umano sono completamente prive di proprietà allergiche e vengono facilmente scomposte dagli enzimi delle briciole. Poiché una reazione allergica in un bambino è spesso provocata da cibi ricchi di allergeni che una madre che allatta mangia, deve condurre una correzione della sua alimentazione.

Prima di tutto, gli alimenti con elevate proprietà allergeniche dovrebbero essere esclusi dalla dieta di una madre che allatta: uova, pesce, frutti di mare, agrumi, latte di mucca, brodi di carne, fragole, lamponi di kiwi, fragole, ananas, miele, noci, cioccolato, cacao, funghi, pomodori, carote, grano, segale - e limitare il consumo di alimenti con proprietà allergeniche moderate: pollo, manzo, patate, pesche, albicocche, ciliegie, cinorrodi, mirtilli rossi, banane, ribes nero, barbabietole.

Si consiglia inoltre di ridurre la quantità di carboidrati nel menu riducendo il consumo di zucchero, dolci e pane bianco.

È importante ricordare che qualsiasi dieta di una madre che allatta deve essere bilanciata: i prodotti esclusi dalla sua dieta sono sostituiti con un valore nutrizionale equivalente da un gruppo di prodotti a bassa allergenicità (prodotti a base di latte fermentato, carne di coniglio, tacchino, zucchine, cavolfiore e cavolo, broccoli, cetrioli, uva spina, mele verdi, pere, miglio, orzo, ecc.)

Dopo il passaggio della madre a una dieta ipoallergenica, le condizioni del bambino dovrebbero migliorare entro tre giorni. Se ciò non accade, è necessario consultare un medico - pediatra o allergologo.

Per ridurre la gravità degli elementi allergici sulla pelle e ridurre il prurito, si consiglia di fare il bagno quotidianamente il bambino in acqua con l'aggiunta di decotti di una stringa o camomilla.

Ricorda che i farmaci antiallergenici e i prodotti per il trattamento esterno della pelle non possono essere utilizzati da soli. Il dosaggio del farmaco e la frequenza d'uso devono essere prescritti dal medico.

Una manifestazione estremamente pericolosa di un'allergia in un bambino è considerata l'edema di Quincke, che provoca attacchi di asma a causa di edema laringeo. I segni dello sviluppo di questa reazione sono mancanza di respiro, tosse che abbaia, voce rauca rauca, tono della pelle bluastra. Se il bambino ha questi sintomi, è urgente chiamare un'ambulanza, poiché questa condizione è una minaccia per la vita del bambino.

Cosa non dovrebbe essere fatto quando appare un'eruzione cutanea?

  • utilizzare soluzioni alcoliche e farmaci antiallergenici senza prescrizione medica;
  • eruzioni cutanee con creme o unguenti grassi;
  • somministrare antibiotici per bambini.

Se un bambino ha un'allergia, si consiglia di:

  • gli abiti per il bambino devono essere realizzati con tessuti naturali o di cotone;
  • per prendersi cura del bambino, utilizzare solo prodotti speciali ipoallergenici per bambini (shampoo, schiuma da bagno, crema, ecc.);
  • per lavare vestiti e cose per bambini, scegli sapone per bambini o detersivo speciale per bambini. È anche importante risciacquare bene i vestiti del bambino dopo il lavaggio. Quando si lava manualmente, sciacquare le cose 2-3 volte fino a quando l'acqua diventa completamente chiara; durante il lavaggio in lavatrice, è necessario selezionare la modalità di risciacquo aggiuntiva;
  • ventilare la stanza 3-4 volte al giorno, lavare quotidianamente a umido, sbarazzarsi di tappeti e coperte di lana, piante fiorite e fortemente profumate.