Cosa possono ottenere le donne in gravidanza dalle allergie e cosa no?

Cliniche

Il periodo di gravidanza è incredibilmente importante per quasi tutte le donne, poiché sta emergendo una nuova vita. Il corpo viene costantemente ricostruito, quindi l'aspetto di una reazione allergica è estremamente indesiderabile.

È incredibilmente importante sapere quali farmaci possono essere assunti dalle donne in gravidanza a causa di allergie. Ciò che può e non deve essere bevuto dovrebbe essere noto a ogni madre per non mettere in pericolo il corpo o minimizzarne il livello il più possibile.

Dopotutto, l'assunzione di qualsiasi farmaco può influire negativamente sullo sviluppo del nascituro.

Perché le donne in gravidanza soffrono di allergie??

Quasi un terzo delle donne durante la gravidanza ha una reazione allergica. La costante ristrutturazione ormonale durante questo periodo fa funzionare tutti gli organi e i sistemi in modo leggermente diverso rispetto allo stato normale.

Il sistema immunitario viene gradualmente distrutto, a seguito del quale appare una reazione allergica, che di per sé è una reazione non standard del corpo umano a qualsiasi stimolo esterno.

È semplicemente impossibile prevedere le allergie nelle donne in gravidanza, può comparire a qualsiasi età, anche se il rischio nelle donne dopo i 35 anni è molto più elevato rispetto ai giovani.

Principi di base:

  • Tossicosi - è la reazione allergica più famosa del corpo. Questa è una conseguenza della reazione negativa del corpo al feto, quindi è caratteristica del primo semestre, mentre il corpo si abitua al suo nuovo stato;
  • Il sistema immunitario che ha iniziato a cambiare può percepire negativamente gli stimoli esterni. Il corpo diventa sempre più sensibile, quindi, durante la gravidanza, alle donne viene consigliato di monitorare attentamente la loro dieta e ciò che la circonda quotidianamente;
  • Le allergie già esistenti durante la gravidanza possono peggiorare o viceversa l'abisso. È meglio per chi soffre di allergie consultare un medico nelle prime fasi per selezionare il farmaco più ottimale per alleviare i sintomi della malattia per questo importante periodo..

Tipi e sintomi di allergie nelle donne in gravidanza.

In generale, le reazioni allergiche che compaiono in una donna incinta possono essere divise in due grandi specie, ognuna delle quali ha il suo sviluppo, effetto sul corpo e livello di pericolo.

Forme di allergia:

  • Forma leggera;
  • Forma grave o sistemica.

Forma leggera:

  • Rinite - naso che cola, starnuti frequenti, congestione nasale. In alcuni casi, si verificano sinusite, sinusite e polipi;
  • Congiuntivite: è causata da fotofobia, arrossamento della cornea, lacrimazione e, a causa della congiuntivite, si verifica la rinite;
  • L'orticaria è di solito un'allergia alla fioritura durante la gravidanza. Che curare questo disturbo e soffrire di prurito costante, è meglio evitare il contatto con qualsiasi vegetazione selvaggia. I luoghi di localizzazione dell'orticaria sono mani e stomaco, e nel suo aspetto ricorda un'ustione con piccole vesciche.

Forme gravi e moderate:

  • L'edema di Quincke: i principali luoghi di localizzazione, come viso, collo e spalle. Particolarmente pericoloso è il gonfiore della laringe e della trachea, che complica notevolmente la respirazione. Che cos'è l'allergia trattata durante la gravidanza durante l'edema di Quincke, devi scoprirlo da un allergologo competente, quindi, in questo caso, l'automedicazione non ne vale la pena;
  • Lo shock anafilattico è una manifestazione di una reazione allergica accompagnata da un forte calo della pressione sanguigna e broncospasmo. La forma di shock implica una perdita di coscienza, e quindi la mancanza di un aiuto rapido è irta di conseguenze molto tristi;
  • Orticaria generalizzata: questa forma è leggermente simile all'orticaria sopra descritta, ma, a differenza della forma lieve, l'orticaria generalizzata ha un decorso cronico e molto spesso si verifica nella seconda metà della gravidanza, quando il corpo inizia a ricostruire attivamente tutti i suoi ormoni. Come nel primo caso, l'intero processo è accompagnato da prurito e vesciche, associati a debolezza, irritabilità e benessere compromesso..

In generale, tutti i sintomi della malattia in una donna incinta sono simili nei segni usuali:

  • L'aspetto di un'eruzione cutanea;
  • starnuti
  • Gonfiore della gola o del naso;
  • Rinorrea.

Fattori di allergia in gravidanza

A causa dell'adattamento del corpo alle esigenze del nascituro, spesso le allergie possono essere molto imprevedibili.

All'inizio, stai incredibilmente attento a tutto ciò che ti circonda prima della gravidanza, perché anche il tempo variabile può diventare quel mal di testa per il delicato stato della madre.

I principali fattori che causano allergie:

  • Il cibo è una delle aree a rischio. Qualsiasi agrume, un certo numero di frutti di mare, verdure e frutta esotiche, cioccolato - tutti possono provocare il corpo. È meglio dimenticare nuovi piatti per il periodo della gravidanza e aderire a una dieta standard e esperimenti culinari da rimandare per dopo.
  • Lo stress grave è il fattore più pericoloso che causa allergie nelle donne in gravidanza;
  • L'impatto ambientale, pieno di scarichi ed emissioni di sostanze nocive nell'atmosfera;
  • Punture di insetti: possono essere zanzare, api, vespe, pulci, zecche;
  • Animali domestici - tendono a mordere, cioè a scaricare i peli in eccesso. È lei che è un forte irritante esterno per il corpo, quindi durante la gravidanza è meglio evitare gli animali e lasciare il tuo amato animale domestico prima della nascita del bambino.

Tutti questi fattori che provocano allergie possono sembrare incredibilmente gravi, tuttavia è meglio prevenire inizialmente lo sviluppo della malattia piuttosto che soffrirne e quindi essere trattati.

L'effetto delle allergie sul nascituro

Eventuali cambiamenti e reazioni della madre durante la gravidanza devono essere attentamente studiati..

In precedenza, le donne erano appena andate alla farmacia più vicina, acquistando qualsiasi medicinale.

Tuttavia, è stato scoperto che gli antistaminici hanno un effetto estremamente negativo sul feto..

Pertanto, l'automedicazione in questo caso non è affatto raccomandata.

Questo non accade sempre, poiché ci sono geni paterni nel corpo del bambino, ma la probabilità è abbastanza alta da avere il desiderio di evitarlo.

TrimestreL'effetto delle allergie sul feto
Il primoIn questo trimestre, la placenta non ha il tempo di formarsi fino alla fine, quindi la barriera in quanto tale non esiste ancora..

Il feto sta appena iniziando a sviluppare organi e sistemi futuri, pertanto i farmaci assunti da una donna incinta possono avere un effetto patogeno, causando anomalie dello sviluppo.

SecondoLa placenta è completamente sviluppata, quindi protegge in modo affidabile il feto dalla penetrazione di sostanze dai farmaci.

Il numero di farmaci assunti è in aumento, sono vietati solo quelli che hanno controindicazioni dirette durante la gravidanza.

TerzoLa placenta protegge il bambino fino alla nascita, quindi l'allergene non è in grado di penetrarlo.

Tuttavia, le violazioni della salute della madre possono influenzare negativamente il bambino successivamente.

È incredibilmente pericoloso curare autonomamente le allergie senza ricorrere ai servizi dei medici. Molti farmaci che sono disponibili gratuitamente possono causare la comparsa di problemi cardiovascolari e anomalie nel sistema nervoso, influenzando negativamente il corpo della donna incinta.

Le allergie durante la gravidanza possono danneggiare la normale salute di una donna, soprattutto se si verifica in una fase grave.

I disturbi del sistema respiratorio portano a una carenza di ossigeno che entra nel bambino e in generale il feto risponderà in modo molto specifico a tutti i cambiamenti che sua madre sente.

Cosa fare in caso di allergia durante la gravidanza?

Piccoli sintomi di una reazione allergica a nuovi stimoli sono una manifestazione perfettamente normale del sistema immunitario..

Di solito procedono senza complicazioni e abbastanza rapidamente, quindi non hanno bisogno di consultare un medico, perché scompaiono da soli dopo aver rimosso l'allergene dalla vita quotidiana.

Un'altra cosa è quando le reazioni allergiche hanno sintomi gravi..

In questo caso, la donna incinta dovrebbe aderire al seguente algoritmo di azioni:

  • Vedere un medico - vale a dire, per risolvere il problema, avrai bisogno di un allergologo che, dopo aver prescritto i test e aver esaminato i sintomi, può identificare la fonte della malattia e diagnosticare per il trattamento successivo.
  • Terapia allergica - non puoi avviarla, perché sarà molto più facile curare i sintomi primari sia per il corpo della madre che per il bambino, perché la maggior parte dei farmaci che possono essere assunti da donne in gravidanza hanno un effetto molto più mite e impiegano un periodo di tempo più lungo fino alla completa guarigione.
  • Escludere completamente gli allergeni noti dalla vita ordinaria, in particolare quelli a cui il corpo ha reagito in precedenza. Rivedi la tua dieta, scegli cosmetici naturali per l'igiene e riduci il contatto con i prodotti chimici domestici utilizzati per il lavaggio e la pulizia.

Diagnosi di allergie nelle donne in gravidanza

Per diagnosticare le allergie nelle donne in gravidanza, è necessario un tandem di due medici: un allergologo e un immunologo. Al fine di identificare la malattia, conducono una serie di test e test per identificare l'irritante.

Il medico per rilevare un allergene, come standard, esegue le seguenti serie di test:

  • Sangue per immunoglobuline e anticorpi per l'allergene;
  • Campioni cutanei per irritante;
  • Inoltre, il medico deve raccogliere un'anamnesi e studiare il diario alimentare del paziente per identificare un allergene;
  • Il modo più radicale di raccogliere informazioni è di danneggiare la pelle e applicare un provocatore ad essa. Questo metodo è simile ai test cutanei, ma ha una reazione più pronunciata..

Se per qualche motivo non è possibile una visita dal medico, in farmacia è possibile acquistare un test speciale per la rilevazione di un allergene nel sangue. Utilizzato principalmente per le allergie alimentari.

Puoi anche semplicemente ricordare cosa hai fatto prima dell'inizio della reazione allergica, cosa hai mangiato, cosa hai contattato ed escludere completamente l'irritante dalla vita fino a quando tutti i sintomi scompaiono.

Tuttavia, anche se hai identificato con successo l'allergene, la consulenza medica rimane obbligatoria..

Terapia allergica nelle donne in gravidanza

È quasi impossibile curare l'allergia come malattia, quindi la medicina moderna si concentra sulla soppressione dei sintomi e sulla rimozione delle sostanze irritanti.

La prevenzione dovrebbe sempre essere la prima cosa da fare, ma se fallisce e compaiono i sintomi, chiamare un medico è obbligatorio anche con una malattia lieve.

Rinite allergica

La rinite allergica può essere trattata con gocce o spray nasale..

È meglio durante la gravidanza optare per prodotti naturali a base di sale marino.

Puliscono la cavità nasale, sciacquando l'allergene lungo la strada, senza fare danni e sono altamente efficaci.

Spray nasali popolari, che includono acqua di mare:

  • Aqua Maris - prezzo da 220 rubli;
  • Aqualor - costo da 400 rubli;
  • Marimer - costo da 270 rubli;
  • Fisiomero - un costo medio di 400 rubli.

C'è un ugello speciale sulle bottiglie che rende incredibilmente facile il risciacquo delle narici. Per un uso corretto, basta inclinare la testa di lato, iniettare un flusso di fondi e soffiarsi il naso.

Non ci sono restrizioni sull'uso, quindi puoi usarlo come necessario fino al completo recupero.

L'uso di qualsiasi altro farmaco non è raccomandato nelle prime tre settimane di gravidanza, ma dopo questo è possibile utilizzare altre gocce, come:

  • Il pinosolo è una goccia d'olio che contiene una sostanza isolata dall'eucalipto. Può essere utilizzato in qualsiasi trimestre dopo il primo mese di gravidanza. È necessaria una costante supervisione medica, sebbene la sostanza non penetri nel flusso sanguigno, ma agisca localmente. L'uso da più di una settimana non è raccomandato dai medici. Vale la pena seppellire goccia a goccia in ciascuna narice ogni 2 ore il primo giorno, quindi ridurre a 3 gocce al giorno. Il prezzo medio è di 130 rubli;
  • Euphorbium compositum è un rimedio omeopatico, il cui uso durante l'attesa del bambino non è solo efficace, ma anche sicuro. I componenti minerali ed a base di erbe del farmaco alleviano l'infiammazione, eliminano il gonfiore, purificano i passaggi nasali in presenza di un naso che cola di qualsiasi genesi. Il costo medio è di 480 rubli;
  • Cromoesale: questo spray elimina i sintomi di una rinite allergica, sebbene sia difficile definirlo assolutamente sicuro. Pertanto, il suo uso è consentito, ma solo nei casi in cui manifestazioni di allergia causano un pericolo maggiore per il feto rispetto a un medicinale. Consentito l'uso dal 2 ° trimestre. Il prezzo medio è di 160 rubli.

Congiuntivite allergica

L'infiammazione risultante sulla mucosa dell'occhio porta spesso a completo gonfiore della palpebra e arrossamento dell'occhio.

Nelle prime fasi della gravidanza, possono essere utilizzate "lacrime artificiali", ma in generale anche non sono raccomandate dagli specialisti. Per combattere la congiuntivite durante questo periodo, è meglio aderire alla medicina tradizionale, indebolendo il rossore degli occhi.

Colliri per allergie per donne in gravidanza:

  • Vizin Allerji: affronta perfettamente il gonfiore degli occhi e restringe i vasi al suo interno. Una dose è valida per circa 6 ore. Poiché il farmaco non viene praticamente assorbito nel flusso sanguigno, è abbastanza sicuro per l'uso da parte di una donna incinta. Sepolto in 1-2 gocce. In totale, non dovresti fare più di 3 ripetizioni al giorno. Il tempo di utilizzo del farmaco non è superiore a 4 giorni. Il prezzo medio è di 300 rubli;
  • VisOptic - le gocce hanno un effetto simile alla Vizin, formando un effetto antinfiammatorio e vasocostrittore che aiuta a curare la congiuntivite. Abbastanza rapidamente dopo l'uso, la combustione e lo strappo scompaiono. Applicare 1 goccia 2-3 volte al giorno per non più di 4 giorni. Il prezzo medio è di 170 rubli;
  • Systeyn-ultra - protegge l'occhio da irritanti spiacevoli. Ciò contribuirà a rimuovere tutte le spiacevoli conseguenze di bruciore e arrossamento. Instillare 1 goccia, quindi aiutare un po 'in modo che il prodotto sia distribuito in tutto il bulbo oculare. Prezzo da 230 rubli.

Eruzioni allergiche, desquamazione e prurito

È meglio che le donne combattano con unguenti per combattere le eruzioni cutanee durante la gravidanza. Devono essere ipoallergenici e privi di ormoni..

Più prescritto per le donne in gravidanza:

  • L'unguento di zinco è abbastanza sicuro per le donne in gravidanza, poiché l'ossido di zinco non penetra nel corpo, se usato correttamente. Prima dell'uso, assicurarsi di lavarsi le mani e trattarle con alcool, quindi applicare sulla zona danneggiata e dopo circa mezz'ora rimuoverla dalla pelle con un panno. Può essere utilizzato anche nelle prime fasi. Il costo medio è di 50 rubli;
  • Fenistil gel - può essere utilizzato in 2 e 3 trimestri. Il principale ingrediente attivo sopprime efficacemente l'istamina, quindi il prurito e altre manifestazioni visibili di allergie cutanee scompaiono rapidamente. Viene applicato in un piccolo strato sull'area danneggiata da 2 a 4 volte al giorno fino a quando il problema non scompare. Prezzo da 300 rubli;
  • Psilo-balsamo: è consentito l'uso durante la gravidanza, ma solo se indicato. Ha un forte effetto antiallergico con una diminuzione dell'edema e un restringimento dei capillari. Lungo la strada, produce un effetto analgesico. Vale la pena applicare con leggeri movimenti sulla pelle colpita, formando un film sottile. Il farmaco viene rapidamente assorbito. Si consiglia di applicarlo un massimo di 4 volte al giorno per il periodo prescritto dal medico. Prezzo da 240 rubli.

Allergia al cibo

Se un irritante viene ingerito con il cibo, il corpo può reagire in modo inappropriato. Numerosi medicinali verranno in soccorso, che devono essere usati con cautela.

È meglio eliminare inizialmente l'allergene dal cibo e pulire il corpo con carbone attivo o un altro sorbente autorizzato.

Per il trattamento delle allergie alimentari, vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • Suprastin: non può essere usato nel primo trimestre e nelle ultime tre settimane prima del parto, il resto del tempo rimane disponibile sotto la supervisione di un medico. Questo è un antistaminico di prima generazione, quindi ha anche un effetto sedativo. Un giorno non dovrebbe bere più di 100 mg di farmaco al giorno fino a quando tutti i sintomi non saranno completamente eliminati. La durata dell'uso è decisa solo dal medico. Prezzo da 110 rubli;
  • Cetirizina - durante la gravidanza non è controindicata, poiché tutti gli studi su ratti e altri animali hanno avuto risultati positivi. Non sono stati registrati effetti teratogeni, cancerogeni e mutageni. Prendi una compressa una volta al giorno. Costo da 40 rubli;
  • Il fenkarol è un farmaco che ha un effetto antiallergico e antiessudativo, oltre a contribuire a far fronte al prurito e ridurre il gonfiore. Approvato per l'uso dopo il primo trimestre. Assumere 1 compressa 3 volte al giorno, dopo i pasti, con abbondante acqua. Costo da 280 rubli.
  • Enterosgel - spesso usato per purificare il corpo di un allergene grazie alle sue proprietà assorbenti. Dovrebbe essere preso un paio d'ore prima o dopo un pasto, lavato con acqua o diluito in esso in uno stato di sospensione. Tasso raccomandato: 1 pacchetto o 1 cucchiaio e mezzo di sostanza. Costo da 360 rubli;
  • Smecta è anche molto utile per combattere le allergie alimentari, soprattutto se è accompagnato da diarrea. La polvere deve essere sciolta in acqua, l'assunzione totale del farmaco non deve essere superiore a 3 al giorno. La durata del trattamento è prescritta da un medico, ma raramente è richiesta la rimozione di un allergene dal corpo per più di 1 giorno. Costo da 130 rubli.

Allergia al farmaco

Durante la gravidanza, è necessario monitorare attentamente i farmaci assunti. Tuttavia, se un'allergia si è sviluppata su uno di essi, la prima cosa è abbandonare la medicina e quindi trattare i sintomi.

Qui può aiutare:

  • Diazolina: può essere utilizzata solo dal 2 ° trimestre. Il corso del trattamento è impartito da un medico, ma di solito non è consigliabile bere più di 1 compressa 3 volte al giorno durante i pasti. Il prezzo medio è di 190 rubli;
  • Zyrtec - è prescritto solo da un medico, anche se non ci sono state deviazioni cliniche visibili durante i test. Aiuta ad alleviare il prurito, rimuovere il gonfiore e altri sintomi caratteristici delle allergie. Beve 1 compressa una volta al giorno, se necessario, la dose può essere aumentata. Costo da 180 rubli;
  • Polysorb - un farmaco per purificare il corpo dalle tossine. Viene assunto sotto forma di sospensione acquosa, cioè la polvere viene miscelata con 1/4 - 1/2 tazza di acqua e non viene mai asciutta all'interno, la quantità di polvere dipende dal peso corporeo. Costo da 140 rubli.

Elenco di farmaci che non devono essere assunti durante la gravidanza da allergie

Tutti i farmaci che vengono utilizzati dalle donne in gravidanza prima del parto devono essere prescritti da un medico, poiché tutti hanno una serie di effetti collaterali, i cui svantaggi superano significativamente i plus, e quindi è impossibile assumere.

Il seguente elenco di antistaminici supera significativamente questi svantaggi, quindi i medici non raccomandano il loro uso:

  • Difenidramina: grazie al suo principio attivo, eccita l'utero dopo essere entrato nel sangue, il che può spesso causare un rischio di parto prematuro;
  • Pipolfen: contiene una serie di tossine che possono danneggiare il feto e persino portare alla morte;
  • Tavegil - usato in caso di vita o morte, quando esiste un grande rischio per la vita della madre, e quindi il rischio per il feto è considerato un male minore.

Gocce nasali vietate per l'uso in qualsiasi fase della gravidanza:

Trattamento alternativo per le allergie in gravidanza

Metodi alternativi di trattamento possono essere considerati un'opzione più lieve per alleviare i sintomi allergici locali..

I casi gravi con il loro aiuto non possono essere eliminati, tuttavia prurito, infiammazione, gonfiore possono essere completamente trattati con decotti e unguenti preparati a casa.

  • Decotti di erbe: puoi usare camomilla, calendula, celidonia, ortica, una serie, non danneggiano la salute durante la gravidanza, perché vengono applicati localmente. Per creare un decotto, un cucchiaio di erba dovrebbe essere versato con un bicchiere di acqua bollente e insistere per almeno un'ora. Applicare come impacchi.
  • Chaga del legno - usato per trattare la rinite allergica. Il fungo schiacciato è mescolato con assenzio, achillea e rosa canina. Versare con tre litri di acqua calda. Dopo due ore, l'infusione viene bollita, coperta da un coperchio. Quindi viene filtrato e vengono aggiunti miele e aloe. Sono conservati in frigorifero e bevono il brodo 3 volte al giorno per un'ora e mezza - un cucchiaio;
  • Caldo bagno alle erbe con un decotto di corteccia di quercia, ortica e successione. Prendi un paio di cucchiai di ciascuna delle erbe, versale con un litro di acqua bollente e lascia passare un po 'di tempo. Filtrare e aggiungere al bagno. Non dovrebbe essere preso per più di 20 minuti e la temperatura dell'acqua non dovrebbe superare i 38 gradi.

Prevenzione delle allergie in gravidanza

È l'evitamento e la prevenzione che sono il miglior rimedio durante la gravidanza. Se prendi precauzioni e ti proteggi il più possibile dalle sostanze irritanti, cioè c'è la possibilità di non avere affatto un'allergia.

Questo richiede:

  • Abbandona completamente le cattive abitudini. Non solo influenzano negativamente il feto, ma spesso possono causare allergie a causa dell'azione forte, in particolare il fumo;
  • Una corretta alimentazione ad eccezione di tutti i possibili allergeni, come fragole, cioccolato. Cerca di seguire i piatti che conosci da molto tempo e metti da parte i possibili esperimenti;
  • Stile di vita sano - dormire completamente la notte, fare passeggiate all'aria aperta, eseguire esercizi fisici ammessi per le donne in gravidanza;
  • Dai ai tuoi parenti il ​​tuo animale domestico e non toccare la strada. I peli di animali, come il polline con la polvere, diventano spesso le sostanze irritanti più importanti che causano allergie;
  • Bagnare sempre la casa per rimuovere polvere e lana. Battere costantemente tende, cuscini, tappeti: raccolgono una grande quantità di polvere;
  • Utilizzare solo cosmetici naturali o prodotti approvati per l'uso da parte di neonati;
  • Scegli tessuti naturali, sia in abiti che per biancheria da letto;
  • Indossare guanti di gomma per pulire e lavare i piatti per prevenire allergie da contatto..

Dieta ipoallergenica durante la gravidanza

È un'alimentazione corretta ed equilibrata che aiuterà a evitare le allergie. In generale, ogni donna può avere un elenco di sostanze irritanti, tuttavia, ci sono quei prodotti che possono facilmente causare una reazione dell'organismo.

Il punto principale di questa alimentazione è l'eccezione completa:

  • aromi;
  • coloranti;
  • riempitivi;
  • vari additivi.

In genere, la dieta lascia completamente:

  • frutti di mare;
  • frutta e verdura rosse;
  • agrumi;
  • prodotti da forno dolci;
  • funghi;
  • latte;
  • miele;
  • una gallina.

Costruisci in modo ottimale il tuo cibo su:

  • cereali vari;
  • carne magra;
  • frutta verde e gialla con verdure;
  • latticini per la formazione di una dieta sana.

Le allergie alimentari si verificano più spesso, perché le preferenze di gusto nelle donne in posizione spesso cambiano in abbastanza insolite.

Non abbiate fretta per il primo impulso, è meglio pianificare la dieta in anticipo, aderendo alla costanza.

Recensioni

Conclusione

Durante la gravidanza, qualsiasi auto-trattamento delle allergie dovrebbe essere completamente proibito. Qualsiasi segno deve essere immediatamente contattato da uno specialista e non solo bere pillole.

Assicurati di aderire alla dieta corretta e proteggiti il ​​più possibile dalla comparsa di reazioni, poiché gli antistaminici che sono così efficaci nella vita di tutti i giorni diventano incredibilmente pericolosi per le donne in gravidanza.

Insieme, le allergie e la gravidanza diventano una combinazione incredibilmente pericolosa per la futura mamma. Agenti patogeni imprevedibili, le reazioni possono diventare fatali in alcuni casi, quindi cerca sempre di aderire ai farmaci chiaramente prescritti dal medico.

Allergia alla fioritura: come trattare durante la gravidanza?

Allergia ai pollini, rinite allergica: trattamento e prevenzione

Irina Grigoryeva medico ostetrica-ginecologa del centro di ostetricia classica "Il dono della vita"

La primavera è un grande momento dell'anno in cui tutti si svegliano dal sonno invernale. Ma per molte persone allergiche, è oscurato da un'allergia stagionale ai pollini. Ne soffrono anche le future madri. Come trattare le allergie durante la gravidanza e se è possibile ridurre i sintomi della rinite allergica, afferma Irina Vladimirovna Grigoryeva, ostetrica-ginecologa al centro dell'ostetricia classica "Il dono della vita".

Allergia stagionale nelle donne in gravidanza: cosa?

Centinaia di migliaia di piante producono polline, ma solo una cinquantina di esse può causare allergie alla fioritura. Esistono tre periodi, che rappresentano il picco dell'aumento delle malattie allergiche:

  • Il primo periodo è aprile e maggio, quando si osserva la fioritura di quercia, frassino, betulla, noce, pioppo, acero.
  • Il secondo periodo si verifica nei mesi estivi, quando fioriscono i cereali.
  • Il terzo periodo è l'autunno, quando aumenta la concentrazione di polline di diverse erbe infestanti.

I cambiamenti ormonali globali durante la gravidanza hanno un effetto su tutti i processi nel corpo di una donna, compreso il funzionamento del sistema immunitario. Durante la gravidanza, anche in una donna perfettamente sana, si verifica una riduzione fisiologica dell'immunità, che aumenta il rischio di sviluppare una reazione allergica. Un'allergia al polline delle piante si chiama febbre da fieno, caratterizzata da stagionalità e può manifestarsi in diversi modi:

  • la rinite allergica, di norma, è accompagnata da congestione nasale e naso che cola, starnuti, respiro corto e mal di gola, alterazione dell'olfatto, orecchie chiuse;
  • la congiuntivite allergica è caratterizzata da lacrimazione e arrossamento degli occhi, fotofobia, infiammazione e gonfiore delle palpebre, una sensazione di prurito e disagio nella zona degli occhi;
  • l'orticaria è la comparsa di vesciche di varie dimensioni e colori, che possono fondersi l'una con l'altra, formando aree significative di lesione cutanea, in questo luogo c'è una sensazione di bruciore e può essere disturbata dal prurito;
  • asma bronchiale - attacchi di asma, mancanza di respiro anche in uno stato di calma, tosse, respiro rapido;
  • Edema di Quincke, shock anafilattico - le forme più pericolose di allergie che possono svilupparsi rapidamente e rapidamente.

Cosa è possibile dalle allergie durante la gravidanza

Un'allergia alla fioritura nelle donne in gravidanza si verifica raramente per la prima volta - di norma, si sono già verificate reazioni allergiche in precedenza. È importante sapere che i test allergici cutanei durante la gravidanza non sono raccomandati..

Fortunatamente, un'allergia alla fioritura non influenza direttamente lo sviluppo del feto, come gli allergeni vengono trattenuti dalla barriera placentare e non penetrano nel feto. Ma se la donna incinta ha difficoltà con la respirazione nasale, il bambino può sperimentare la fame di ossigeno. Inoltre, è possibile una grave complicazione della febbre da fieno, come il rischio di infezione batterica.

Anche il trattamento delle allergie e della febbre da fieno richiede un'attenzione particolare. Se prima della gravidanza una donna, senza esitazione, acquistava un farmaco e lo prendeva, ora ha bisogno di sapere come questo o quel farmaco influenzerà la salute del feto. Pertanto, solo un esperto dovrebbe prescrivere farmaci allergici. Il medico che sta osservando una donna incinta con febbre da fieno ha due compiti principali: prevenire l'ipossia della donna incinta e del feto ed eliminare gli effetti indesiderati dei farmaci allergici sullo sviluppo fetale. Pertanto, l'uso di farmaci per il trattamento della febbre da fieno durante la gravidanza dovrebbe essere minimo..

Per migliorare l'effetto della terapia, è necessario rimuovere gli allergeni dal corpo - questo aiuterà a prendere gli assorbenti. Per il trattamento della febbre da fieno durante la gravidanza, vengono utilizzati antistaminici di terza generazione. Nel trattamento della rinite allergica, è meglio usare prodotti naturali a base di acqua di mare. Puliscono la cavità nasale, facilitando la respirazione nasale. Puoi usarli in tutte le fasi della gravidanza.

I farmaci prescritti per il trattamento della rinite ordinaria, migliorano il benessere e le allergie riducendo il gonfiore, ammorbidendo la mucosa nasale. I colliri, che hanno componenti naturali nella loro composizione, possono eliminare la secchezza e l'irritazione degli occhi, facilitando la manifestazione della congiuntivite allergica. Gli occhi possono anche essere lavati con decotti di erbe, antisettici: camomilla, calendula. Le manifestazioni cutanee sono facilitate dall'uso di unguenti antistaminici, un decotto di rimedi erboristici antipruriginosi (corteccia di quercia, camomilla).

È possibile ridurre il rischio di raffreddore da fieno durante la gravidanza? Sì, se pianifichi una gravidanza se possibile al di fuori della stagione di fioritura, segui una dieta ipoallergenica, osserva il regime di sonno e riposo. Durante il periodo di fioritura, si consiglia di indossare una maschera medica, occhiali da sole, per quanto possibile essere a casa per ridurre il contatto con l'allergene. Dopo aver visitato la strada, scuoti i vestiti di strada, cambia immediatamente i vestiti, sciacqua i passaggi nasali. Sarà possibile ridurre la concentrazione di allergeni nella stanza se si fa regolarmente la doccia, si fa la pulizia a umido, si usano dispositivi per purificare l'aria a casa.

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.

Allergia in gravidanza

L'essenza di una reazione allergica

  • l'esposizione iniziale dell'allergene al corpo umano provoca una rapida reazione del sistema immunitario, che lo percepisce come una sostanza pericolosa. Tutto, il meccanismo di formazione degli anticorpi ha iniziato a "funzionare", è impossibile fermarlo, puoi solo rimuovere l'irritante - un allergene. Gli anticorpi rimangono permanentemente "attaccati" ai mastociti sotto l'epitelio e i tessuti mucosi;
  • l'esposizione secondaria all'allergene innesca il meccanismo di apertura delle membrane dei mastociti, formando così una catena di "anticorpi - allergene". Un mastocita rilascia sostanze attive (istamina, serotonina, ecc.) - mediatori infiammatori;
  • l'effetto di queste sostanze biologicamente attive può essere diverso - da una forma lieve a una condizione così grave che sarà necessario il trattamento con antistaminici.

Come le allergie influenzano la gravidanza?

  1. Primo: non provare a rimuovere da solo la reazione allergica! Tutti gli antistaminici danno conseguenze per il feto, alcuni di essi sono severamente vietati durante la gravidanza (difenidramina).
  2. Secondo: vai immediatamente da un allergologo per scoprire un possibile allergene.
  3. Terzo: eliminazione dell'allergene dalla vita quotidiana o massima protezione contro la sua azione.

Diagnostica

  1. storia medica (raccolta dati);
  2. un esame del sangue femminile (presenza di anticorpi IgE specifici, la quantità totale di IgE);
  3. test cutanei (possibili nel periodo autunno-inverno);
  4. analisi di un diario di gravidanza;
  5. analisi di farmaci per malattie croniche.

Antistaminici e loro effetti

  • la difenidramina aumenta il tono dell'utero, nell'ultimo mese può causare parto prematuro;
  • l'astemizolo è una tossina per il feto in qualsiasi momento;
  • la terfenadina provoca malnutrizione fetale;
  • tavegil è prescritto solo se esiste una minaccia per la salute della madre;
  • Pipolfen non deve essere assunto non solo durante la gravidanza, ma anche durante l'allattamento.

1 trimestre

  • su polline durante la fioritura di alberi ed erbe: lavare le scarpe dopo ogni camminata, lavare i vestiti con prodotti ipoallergenici. Indossare una mascherina medica mentre si cammina per evitare che il polline penetri nel naso..
  • la rinite allergica (naso che cola) è facilitata dai soliti rimedi freddi per il raffreddore comune con sale marino o estratto di eucalipto.
  • con congiuntivite con lacrimazione dell'occhio, sciacquare con gocce senza componenti chimici.
  • un'eruzione cutanea con prurito facilita una sospensione di ossido di zinco (Tsindol) e creme con estratto di menta piperita naturale.
  • i sintomi dell'orticaria alimentare sono alleviati da enterosgel o lattofiltrum.

2 trimestre

3 trimestre

Azioni popolari su Mamsy

Post popolari

Leggiamo con i bambini: "Il fiore scarlatto" - parte 1 La storia dell'avventura di Aksakov sul magico fiore scarlatto e il suo terribile proprietario - un principe incantato nelle vesti di un mostro. Basato sulla fiaba Scarlet Flower, sono stati girati molti cartoni animati.

Modi per pulire il cristallo Come pulire i prodotti di cristallo nebuloso a casa, riportandoli al loro splendore originale e al loro aspetto chic? I consigli di casalinghe esperte aiuteranno a sbarazzarsi di giallo e macchie sul cristallo.

Metodi per perdere peso in un sogno Dimagrire in un sogno: non è questo il sogno principale di ogni donna moderna? Ma puoi davvero perdere chili in più attenendoti a una serie di semplici consigli..

Ricorda Victory: le migliori canzoni di guerra! In un'epoca di totale dominio dell'elettronica e della musica pop finalmente sfrenata, è difficile credere che una volta, oltre alla funzione di intrattenimento, la musica abbia contribuito a "costruire e vivere", unendo le persone e sostenendo e

Lettere dal davanti sulla cosa più importante! Le lettere di prima linea sono ancora in molte famiglie accuratamente conservate e trasmesse come reliquia alle generazioni future, quindi non dimentichiamo mai. Ogni lettera è satura di desiderio e amore, speranza per il futuro.

Come trattare le allergie per le donne in gravidanza

Un team di professionisti in vari settori

Verificato da esperti

Tutto il contenuto medico della rivista Colady.ru è stato scritto e verificato da un team di esperti con background medico per garantire l'accuratezza delle informazioni contenute negli articoli.

Ci riferiamo solo a istituti di ricerca accademici, OMS, fonti autorevoli e ricerca ad accesso aperto.

Le informazioni nei nostri articoli NON sono un consulto medico e NON sostituiscono una chiamata a uno specialista.

Tempo di lettura: 6 minuti

Secondo le statistiche, oltre un quarto della popolazione mondiale soffre di allergie. Nelle megalopoli, oltre il cinquanta percento dei residenti ha familiarità con questa malattia. Gli allergeni diventano virus, polvere, piume di uccello, secrezioni di insetti, droghe e cosmetici, prodotti e capelli animali, sintetici, ecc. I malati di allergia non hanno bisogno di parlare dei sintomi della malattia: ne sono al corrente..

Ma come trattare le allergie alle gestanti? Posso assumere farmaci regolari? Come non danneggiare un bambino non ancora nato?

Il contenuto dell'articolo:

Perché le donne in gravidanza sono allergiche??

Negli ultimi decenni, il numero di persone con allergie è triplicato. Le ragioni:

  • Degradazione ambientale.
  • Stress cronico.
  • Mancanza di misure ambientali con un intenso sviluppo industriale.
  • Uso attivo di materiali sintetici, prodotti chimici e cosmetici.
  • Farmaci non controllati.
  • Cambiamenti nei prodotti consumati.
  • E, naturalmente, l'emergere di nuovi allergeni.

Con questa malattia, il danno ai propri tessuti si verifica a seguito di una reazione protettiva del corpo a un irritante. Nel venti percento di tutti i casi, si verificano allergie nelle donne in gravidanza di età compresa tra diciotto e ventitré, venticinque.

Come è l'allergia nelle future mamme?

Le seguenti allergie sono più comuni nelle gestanti:

  • Rinite allergica: gonfiore della mucosa nasale, respiro corto, bruciore alla gola, starnuti, naso che cola.
  • Orticaria: gonfiore della mucosa gastrointestinale, edema del tessuto sottocutaneo, delle mucose e della pelle, soffocamento con gonfiore della laringe, tosse; nausea e dolore addominale, vomito - con gonfiore del tratto gastrointestinale.

Un'allergia può colpire un bambino non ancora nato?

Questa domanda preoccupa molte future mamme. I medici hanno fretta di rassicurare: l'allergia non sta minacciando il bambino. Ma vale la pena ricordare l'influenza di altri fattori sul feto. Questi includono:

  • Gli effetti negativi dei farmaci che devono essere assunti sull'afflusso di sangue al feto.
  • La salute generale della mamma.

Per quanto riguarda la prevenzione delle allergie nel futuro bambino, qui i medici sono unanimi: fai attenzione alla tua dieta.

I migliori trattamenti allergici per le future mamme

Qual è l'obiettivo principale del trattamento? Nella rapida ed efficace eliminazione dei sintomi di allergia senza rischi per il bambino. È chiaro che l'automedicazione senza la conoscenza di un medico è strettamente controindicata. Inoltre, la maggior parte degli antistaminici è vietata durante la gravidanza..

Medicinali allergici. Cosa può e non può essere incinta?

  • Diphenhydramine.
    L'ammissione a un dosaggio superiore a 50 mg può causare contrazioni uterine.
  • terfenadina.
    Diventa la causa della perdita di peso nei neonati.
  • astemizolo.
    Ha un effetto tossico sul feto..
  • suprastin.
    Trattamento di sole reazioni allergiche acute.
  • Claritin, fexadine.
    Consentito solo nei casi in cui l'efficacia del trattamento superi il rischio per il bambino.
  • Tavegil.
    Consentito solo in caso di minaccia di vita per la futura madre.
  • Pipolfen.
    Vietato durante la gravidanza e l'allattamento.

Anche se la reazione allergica è di breve durata, è necessario consultare un medico. Per identificare oggi gli allergeni, vengono eseguiti esami speciali, in base ai quali lo specialista decide su un trattamento particolare.

Prevenzione delle allergie in gravidanza

La raccomandazione principale è invariata: escludere (in casi estremi, limitare) tutti i contatti con l'allergene.

Come trattare le allergie durante la gravidanza in modo da non danneggiare il feto?

Spesso, un allergologo viene contattato da donne che hanno un'allergia durante la gravidanza, cosa trattare è deciso solo dal medico, perché le reazioni immunitarie nelle donne in gravidanza vengono interrotte tenendo conto del trimestre, in modo da non causare conseguenze pericolose per la futura madre e il feto.

Una delle caratteristiche del corpo femminile durante la gravidanza è una diminuzione della difesa immunitaria. I disturbi dell'immunità contribuiscono al rischio di allergie, che si sviluppa nel 30% delle donne in gravidanza, quindi la patologia deve essere trattata per evitare il rischio di anomalie.

Cause di allergie durante la gravidanza

La maggior parte delle future mamme ha già un'idea delle allergie, all'inizio è allergica, quindi durante la gravidanza è importante semplicemente proteggersi e fare attenzione alle reazioni allergiche per non trattarle in seguito. Ma per alcune donne, la gravidanza è una sorta di catalizzatore che accelera e complica il processo di allergia.

La capacità dell'immunità di una donna incinta di resistere agli agenti stranieri interni ed esterni funziona a doppio volume, quindi una ragazza in una posizione "interessante", incline alle allergie, dovrebbe diffidare dei seguenti tipi di antigeni:

  • acari della polvere;
  • granuli di polline di piante con un'alta concentrazione di allergeni;
  • rifiuti domestici;
  • farmaci;
  • alimenti altamente allergenici, alimenti ad alto contenuto di OGM;
  • composizione cosmetica;
  • esposizione a basse temperature;
  • raggi ultravioletti.

Gli esperti distinguono una serie di fattori che influenzano negativamente le allergie:

  • condizioni stressanti, disturbi depressivi;
  • riduzione dell'immunità;
  • uso frequente di farmaci senza indicazioni mediche;
  • interazione con prodotti chimici domestici;
  • Trascurare consigli alimentari salutari
  • cattiva situazione ambientale.
Allergie nelle donne in gravidanza trattamento dei contenuti ↑

Tipi di reazioni allergiche durante la gravidanza

Le allergie durante la gravidanza sono classificate in:

  1. Rinite allergica - molti hanno sentito parlare del concetto di "tossicosi delle donne in gravidanza". Naso che cola - un "compagno" frequente di una donna durante la gravidanza. L'allergia si manifesta con sintomi quali: rilascio di muco chiaro dal naso, sensazione di congestione nasale, attacchi di starnuti, forte prurito delle mucose. Naso che cola visto durante allergie stagionali, inalazione di polvere, contatto con animali domestici. Per sbarazzarsi del disagio, la patologia deve essere trattata;
  2. La congiuntivite allergica è un'infiammazione della mucosa dell'occhio, caratterizzata da fotofobia, lacrimazione, arrossamento del bulbo oculare. La congiuntivite è di solito accompagnata da rinite, quindi i sintomi di un naso che cola vengono aggiunti ai sintomi di cui sopra, quindi è necessario trattare non solo i sintomi oculari, ma anche quelli nasali;
  3. Eruzione cutanea di ortica - un tipo di dermatosi che ricorda un'ustione di ortica, appare su una certa area della pelle a causa di allergie da contatto, cioè dove c'è stato un contatto con un fattore irritante. La pelle è intollerabilmente pruriginosa, arrossata e gonfia;
  4. L'edema angioneurotico è un'orticaria gigante, un'allergia di tipo rapido in cui le mucose e la pelle si gonfiano. Una complicazione dell'edema di Quincke è l'anafilassi, manifestata da asfissia e ridotta emodinamica, quindi, ai primi segni allergici, dovresti chiamare un'ambulanza e curare la patologia. A volte durante l'angioedema, si avverte dolore alle articolazioni o la mobilità è limitata. Succede che durante la gravidanza soffra il tratto digestivo, cioè una donna avverte dolore nel peritoneo e difficoltà a svuotarsi. In questo caso, è consigliabile trattare non solo le allergie, ma anche consultare un gastroenterologo.

Le conseguenze di un'allergia al feto

Durante la gravidanza, una donna ascolta involontariamente il suo stato di salute ed è preoccupata per un bambino non ancora nato. Se in assenza di gravidanza non ci sono difficoltà nella scelta dei farmaci antiallergici, ora la domanda è se il farmaco danneggerà un bambino non ancora nato, come e come trattare le allergie, al fine di evitare complicazioni.

Importante! Prima di assumere un antistaminico durante la gravidanza, il paziente deve consultare un medico curante. L'allergia in sé non danneggia il bambino: la barriera placentare protegge il feto dai parassiti. Ma un bambino nato può avere conseguenze negative, perché è noto che se almeno un genitore è soggetto ad allergie, il bambino erediterà la patologia e dovrà trattarlo a lungo e duramente.

Non sempre un'allergia viene trasmessa al bambino dai genitori. La tabella mostra esempi degli effetti delle allergie sul feto nei trimestri.

Età gestazionaleEffetto dannoso sul feto
Io trimestreUna barriera placentare a tutti gli effetti non si è ancora formata. L'embrione, in cui in questa fase viene posato un sistema di organi, non è protetto dalla placenta. Pertanto, quando si assumono farmaci contro le allergie durante l'embriogenesi, esiste un'alta probabilità di avere un bambino con difetti dello sviluppo.
II trimestreLa barriera placentare è strutturata, quindi i fattori patogenetici e l'uso di molti farmaci da parte della madre non sono pericolosi per il feto. Farmaci proibiti dalla gravidanza non raccomandati.
III trimestreLa placenta impedisce la penetrazione degli antigeni nel feto e il bambino è al sicuro prima del parto, ma il deterioramento delle condizioni della madre con allergie influisce negativamente sul bambino.

Ricorda! L'automedicazione di un'allergia durante la gravidanza è irta di processi patologici durante la posa dei sistemi di organi. La maggior parte dei farmaci non può essere utilizzata durante la gravidanza, contribuendo alla comparsa di malformazioni del sistema nervoso centrale, del sistema circolatorio e di altre condizioni patologiche. Assumendo droghe illegali, il flusso sanguigno utero-placentare può deteriorarsi, il che può portare alla fame di ossigeno fetale. Pertanto, è impossibile trattare le allergie senza consultare uno specialista..

Oltre al nascituro, le allergie causano risposte immunitarie negative nelle donne. Quindi, un raffreddore comune può essere complicato da asma bronchiale o edema di Quincke, che contribuisce all'insufficienza respiratoria e alla mancanza di ossigeno nel bambino, motivo per cui è probabile la fame di ossigeno.

Il feto è interconnesso con lo stato della madre, quindi un naso che cola, la tosse, il prurito influiscono negativamente non solo sulla donna incinta, ma anche sul nascituro. Pertanto, le allergie dovrebbero essere trattate, piuttosto che aspettare la loro scomparsa indipendente..

Allergia nelle donne in gravidanza: l'effetto sul feto sul contenuto ↑

La manifestazione di sintomi allergici durante la gravidanza

Le statistiche dicono che la maggior parte delle donne soffre di allergie durante la gravidanza: ciò è dovuto all'immunità indebolita, che funziona "per due". In questo caso, è importante che la donna incinta sappia come e come trattare la manifestazione di allergie.

È noto che molti fattori contribuiscono allo sviluppo di allergie, quindi la cosa principale è prevenire la malattia in tempo, piuttosto che curare attentamente la patologia e preoccuparsi della salute del bambino a causa dell'assunzione di farmaci.

La manifestazione di sintomi allergici durante la gravidanza

Se si verificano sintomi allergici durante la gravidanza, è necessario:

  • visitare un allergologo-immunologo: se si verificano sintomi, è necessario determinare la causa dell'allergia. Per questo, i tipi di diagnostica sono assegnati al paziente: test di scarificazione e sangue per la sensibilità alle proteine ​​estranee;
  • iniziare il trattamento della patologia in modo tempestivo: molti farmaci non sono destinati all'uso durante la gravidanza, quindi solo un esperto dovrebbe trattare le allergie, perché sa quali farmaci non danneggiano il feto;
  • smettere di interagire con gli antigeni;
  • astenersi dal mangiare cibi con un'alta concentrazione di allergeni;
  • dare la preferenza ai cosmetici biologici;
  • prevenire il contatto con allergeni.
Orticaria durante la gravidanza ai contenuti ↑

Come trattare le allergie

Per non dover curare le allergie, la donna incinta deve osservare le precauzioni di sicurezza: usare con attenzione i prodotti chimici domestici, escludere l'interazione con sostanze allergeniche ed evitare situazioni stressanti.

Nota! Spesso situazioni depressive e stressanti provocano allergie, a seguito delle quali compaiono vari tipi di dermatosi.

Se con l'aiuto della profilassi non è stato possibile evitare le allergie, è necessario visitare un medico che, dopo aver condotto una diagnosi completa e scoperto la causa principale, inizierà a trattare la malattia, a seconda delle caratteristiche individuali.

Molto spesso, un'allergia si sviluppa nel primo trimestre, quando il trattamento di una patologia è irto di conseguenze negative per il feto. Quindi è consigliabile astenersi dal contatto con allergeni e se non funziona, ad esempio durante la stagione di fioritura, si consiglia di uscire il più raramente possibile e, se ciò non può essere evitato, indossare una maschera protettiva, occhiali da sole, lavarsi accuratamente le mani e sciacquare le mucose al ritorno a casa sul viso.

Come trattare la rinocongiuntivite allergica

Per far fronte ai sintomi di un naso chiuso, starnuti, lacrime, gonfiori, le mamme in attesa sono meglio usare droghe a base di acqua di mare. Aquamaris, Dolphin, Aqualor lavano la cavità nasale, aiutano a respirare senza danneggiare il feto.

Oltre ai suddetti medicinali durante la gravidanza, gocce e spray trattano le allergie:

  • Pinosol - gocce con eucalipto ed estratto di menta;
  • Prevalin - spray distrugge gli antigeni;
  • Salino - gocce con cloruro di sodio.

L'infiammazione della congiuntiva oculare aiuta a trattare Innox promuovendo la terapia con ingredienti naturali.

Come trattare la dermatosi allergica con prurito e desquamazione

Un'eruzione cutanea durante la gravidanza viene trattata con unguenti e creme. Gli agenti antiallergici più innocui ed efficaci da varie dermatosi di un'eziologia allergica sono la pasta di zinco e l'analogo Tsindol creato sulla base di ossido di zinco.

In gravidanza, pomate e creme con camomilla, calendula, celidonia e altre erbe medicinali che vengono dispensate senza prescrizione medica sono molto richieste durante la gravidanza..

Per allergie manifestate in dermatite atopica, si consiglia Physiogel. Il prodotto idrata e rigenera la pelle..

Unguento dalle allergie durante la gravidanza al contenuto ↑

Come trattare le allergie alimentari e farmacologiche

Il primo passo è rimuovere gli allergeni dal corpo, Enterosgel e Lactofiltrum aiuteranno. Di solito, questo tipo di allergia si manifesta con orticaria e altre eruzioni cutanee, quindi, oltre alla pulizia del corpo, le dermatosi vengono trattate con creme, gel e unguenti.

Enterosgel per la rimozione di allergeni durante la gravidanza al contenuto ↑

Come trattare le allergie a seconda del trimestre di gravidanza

Se i suddetti metodi di prevenzione non aiutano, l'allergologo prescrive un trattamento con antistaminici, tenendo conto della storia del paziente.

Il possibile uso di medicinali contro le allergie è particolarmente pericoloso solo nelle prime fasi della gravidanza, nei trimestri II-III il rischio potenziale non deve superare il probabile beneficio.

Attenzione! Tutti i medicinali antiallergici utilizzati durante la gravidanza non garantiscono l'assoluta sicurezza dello sviluppo fetale.

Nella tabella, consideriamo i farmaci contro le allergie, tenendo conto del trimestre.

Età gestazionaleCosa trattare
Io trimestreTutti i farmaci contro le allergie sono vietati al fine di evitare il rischio di complicanze, pertanto il trattamento è consentito solo con mezzi sicuri. Quanto segue può aiutare ad alleviare i sintomi di allergia:
  • gocce nasali - Aquamaris, Salin, Pinosol - con segni di rinite allergica;
  • unguenti - a base di ossido di zinco, Oylatum - con segni di dermatosi;
  • trattamento omeopatico - Rinitol EDAS 131, Euphorbium Composite - supporta il sistema immunitario;
  • sorbenti - Polysorb, Phosphalugel, carbone attivo - per allergie alimentari o farmacologiche.
II trimestreLa barriera placenta protegge il bambino dagli effetti negativi dei farmaci. In questa fase, sono consentiti antistaminici e corticosteroidi. I segni di allergie sopprimono efficacemente la prima generazione di antiallergici:
  • Mebidrolina, Clemastina;
  • corticosteroidi: desametasone, prednisone;
  • vitamine C e B12, che deprimono le allergie sotto forma di dermatosi e asma bronchiale.
III trimestreI sintomi allergici in questo trimestre sono trattati con una nuova generazione di antistaminici. Telfast, Suprastinex, Cetrin, Erius e altri farmaci fermano i sintomi delle allergie.
al contenuto ↑

Come trattare le allergie durante la gravidanza con la medicina alternativa

I rimedi per le allergie sono considerati innocui per il feto durante la gravidanza. Unguenti, infusi, chiacchiere, creme, le cui basi sono fito-collezioni medicinali (spago, camomilla, bardana e altri), sono facilmente preparati a casa.

Puoi imbrattare la pelle con fondi, ammorbidendo e rigenerando le aree interessate.