Cause e trattamento delle allergie nei bambini

Trattamento

L'allergia è una reazione di eccessiva protezione del corpo a determinate sostanze estranee, i cosiddetti allergeni. Si manifesta in una varietà di malattie acute o croniche che colpiscono la pelle, i polmoni o il tratto digestivo..

Innumerevoli allergeni

Le reazioni allergiche, in particolare quelle alimentari, si trovano sempre più nei bambini. Gli allergeni più comuni che causano questa reazione sono polvere (contenente acari microscopici), polline di piante, piume e peli di animali, medicine, cosmetici e cibo. Un'allergia si manifesta con vari disturbi acuti o cronici: orticaria, eczema, gonfiore, diarrea, vomito, tosse, rinite...

Alcuni tipi di allergie scompaiono nel tempo (ciò accade spesso quando si tratta di allergie alimentari nell'infanzia), tuttavia alcuni bambini sviluppano ipersensibilità ad altre sostanze, come polvere, polline o cellule morte della pelle degli animali e dei loro capelli.

Verità o menzogna?

Asma - una malattia allergica.

Falso. L'asma colpisce i bronchi e l'apparato respiratorio. Il rischio di sviluppare l'asma è maggiore nelle persone con allergie e gli asmatici hanno spesso varie reazioni allergiche.

Forcone di allergia

ALLERGIA PELLE - Appare sotto forma di orticaria, gonfiore o arrossamento della pelle. Questi sintomi sono accompagnati da prurito più o meno grave. Può essere causato dall'applicazione di crema o dall'assunzione di farmaci o alimenti.

RISPOSTE DI RISPOSTA - Si tratta di naso che cola di fieno, rinite acuta, tosse spasmodica, sinusite cronica o asma. Gli allergeni più comuni sono polline, piume e peli di animali, polvere domestica, germi, muffe.

ALLERGIA ALIMENTARE - Alcuni alimenti che vengono aggiunti alla dieta di un bambino possono causare reazioni allergiche (eczema, orticaria, rinite, diarrea). Inoltre, numerosi studi hanno rivelato che l'introduzione troppo rapida di una varietà di prodotti alimentari, soprattutto in tenera età (fino a 4 mesi), può successivamente portare a reazioni allergiche. In effetti, il rischio di sviluppare ipersensibilità è maggiore durante i primi mesi di vita. Pertanto, in questi giorni, i pediatri consigliano di iniziare l'introduzione di alimenti complementari in un secondo momento, a seconda delle esigenze del bambino. Alcuni prodotti allergenici non devono mai essere somministrati a bambini di età inferiore a 1 anno, poiché l'intestino è ancora sottosviluppato nei bambini piccoli. Le allergie più comuni sono latte di mucca, uova, pesce, arachidi, soia e grano. I bambini sono spesso allergici ai prodotti di origine animale.

Se uno dei membri della tua famiglia (tu, il tuo partner, gli altri tuoi figli) è allergico, anche il tuo bambino potrebbe essere a rischio. In questo caso, un bambino di età inferiore a 6 mesi o anche più non dovrebbe ricevere prodotti diversi dal latte materno o da una miscela ipoallergenica. Tuttavia, va tenuto presente che un'allergia in un bambino può verificarsi anche se nessuno dei membri della famiglia ce l'ha...

ALLERGIA FALSA - Varie reazioni (eruzione cutanea, prurito, diarrea) sono spesso attribuite alle allergie invano, perché la reazione del corpo a un particolare prodotto o sostanza alimentare non è sempre un'allergia. Un'allergia apparente può essere una carenza enzimatica (ad esempio, i bambini che soffrono di indigestione di lattosio - zucchero del latte - non tollerano latte e latticini). I segni di un sistema digestivo immaturo o persino di una colica spesso riscontrati nei bambini a volte vengono erroneamente diagnosticati come allergie..

Cosa fare?

Se noti che il tuo bambino è sensibile a qualche sostanza o prodotto, la stagione, come la primavera, è necessario sottoporsi a test speciali da parte di un allergologo: viene applicato un cerotto sulla pelle o viene fatta una piccola iniezione.

Sostanze così sospettate di provocare un'allergia o non provocare una reazione cutanea.

La diagnosi di allergie alimentari implica la necessità di seguire una dieta con l'eccezione obbligatoria degli alimenti che causano allergie. Pertanto, il trattamento è prescritto solo dopo una diagnosi accurata. I test cutanei non possono essere completamente affidabili quando si tratta di allergie alimentari (è possibile ottenere una reazione positiva a un prodotto che non causerà una reazione allergica se consumato). Gli esami del sangue speciali (che rilevano gli anticorpi contro gli allergeni alimentari) sono costosi e inoltre non offrono una garanzia del 100% in tenera età..

Se si verifica una reazione allergica in un bambino, è necessario contattare il pediatra e seguire i suoi consigli. Soprattutto nel caso dell'edema di Quincke. Questa è una reazione grave (notevole difficoltà respiratoria e gonfiore della laringe), che deve essere trattata immediatamente.

In caso di attacco, antistaminici o medicinali a base di cortisone attenuano la reazione allergica..

Forse, per ridurre la sensibilità, sarà necessario un trattamento. Quando possibile, i potenziali allergeni devono essere completamente eliminati..

Tick ​​Allergy

Le zecche diventano i colpevoli di una reazione allergica nel 50% dei casi. Queste minuscole creature si nutrono di cellule morte della pelle e secernono escrementi che causano allergie: in questo caso, devono rimuovere le loro tane preferite (tappeti, peluche, ecc.). Queste precauzioni, che servono a ridurre il rischio, si applicano anche a tutte le fonti di allergie domestiche:

spazza via la polvere anche dagli uffici e elimina la muffa nel bagno; aerare le stanze ogni giorno; mantenere la temperatura ambiente da 19 a 20 ° C (le zecche si riproducono meglio in una stanza calda); lava regolarmente vestiti, asciugamani e lenzuola (puoi comprare vestiti ora senza uscire di casa nei negozi online); Evita i prodotti realizzati con piume e lana (copriletti, cuscini e tappeti); imballare materassi e cuscini in speciali fodere contro le zecche; limitare il numero di peluche; sostituire tappeti, doppie tende, arazzi con parquet, piastrelle, vernice o carta da parati, tende di tulle.

Se la famiglia ha allergie

Io e mia moglie di diritto comune siamo allergici. Temo non importa come tocca nostro figlio.

Naturalmente, un bambino in cui entrambi i genitori sono allergici è più a rischio di una reazione allergica rispetto a uno in cui i genitori non sono allergici. La probabilità di un'allergia e la sua intensità sono ancora imprevedibili.

Un'allergia a una sostanza si manifesta in un bambino se il suo sistema immunitario reagisce con una maggiore sensibilità a questa sostanza producendo anticorpi. L'ipersensibilità può verificarsi sia al primo contatto con l'allergene, sia a quelli successivi. Tuttavia, dopo che una volta il corpo ha mostrato una maggiore sensibilità, gli anticorpi agiranno ogni volta che incontrano un allergene, causando reazioni al dettaglio.

In caso di anamnesi familiare allergica, si raccomandano le seguenti precauzioni..

Allattamento prolungato I bambini cresciuti con latte artificiale hanno maggiori probabilità di sviluppare allergie rispetto all'allattamento.

Non abbiate fretta di introdurre cibi solidi. Oggi si ritiene che sia meglio per il bambino conoscere un possibile allergene il più tardi possibile, poiché in questo caso c'è un minor rischio di sensibilità.

Introdurre gradualmente nuovi prodotti. Si consiglia di introdurre sempre i prodotti uno per uno; Questo problema è ancora più rilevante per una famiglia soggetta a reazioni allergiche. In questo caso, dai un nuovo prodotto ogni giorno per una settimana prima di presentare quello successivo. In caso di reazione allergica, interrompere immediatamente la somministrazione di un nuovo prodotto e attendere alcune settimane prima di riprovare. Forse dopo un tale periodo il prodotto sarà percepito senza problemi. Tuttavia, non essere troppo zelante e prendere il minimo sintomo insolito come reazione allergica.

Inizia a nutrirti con i cibi allergenici più bassi. Ad esempio, con farina di riso. Si consiglia di introdurre orzo e avena prima del mais e del grano. La maggior parte della frutta e verdura non causa problemi, ma è meglio aspettare con frutti rossi (frutti di bosco, fragole) e pomodori. Anche i piselli e i fagioli verdi dovrebbero essere introdotti un po 'più tardi. I prodotti che causano più spesso allergie (nocciole, arachidi, cioccolato e alcune spezie) possono essere somministrati solo dopo 3 anni..

Salute dei bambini

Allergia in un bambino di sei mesi

So che questo argomento è doloroso per molti. Ragazze, aiuto, non c'è più forza. In piccola diatesi a partire da 1,5 mesi di età. Siamo ancora a pieno regime. Ho paura di introdurre cibi complementari. Che non ho fatto solo con le allergie e ho dato ketotifen e fenistil e l'ho bagnato di crusca, lo ho imbrattato con A-derma, l'ho dato e l'ho dato, ero a dieta. L'eccessiva menia è stata aiutata dalla mia dieta, ma non posso nemmeno sedermi sulla stessa farina d'avena, mele e acqua. Consiglia un buon allergologo e dove puoi fare il test, cos'è un'allergia minore. E poi le mie diete costanti mi faranno impazzire.

sei già stato consigliato omeopatia - io sostengo

la dieta non garantisce
la ragione può essere molto più profonda!
nel nostro caso, il più vecchio, ad esempio: ittero prolungato di 1,5 mesi a seguito della vaccinazione contro l'epatite B nell'ospedale di maternità ha portato a compromissione del funzionamento del fegato e della bile
sono stati loro a dare le frustrazioni e i segni della pressione sanguigna, ma..
eravamo a dieta, interazione limitata con allergeni.
Ora stiamo ripristinando il lavoro degli organi - il risultato è sul viso)))
scusate la descrizione non molto professionale dei problemi))))
Ti ho gettato il sapone

Ti ho già parlato per telefono. dimmi quando hai iniziato l'omeopatia, hai avuto problemi di cacca? Ora abbiamo un tale gaziki e uno sgabello molto sciolto, anche se il colore non è male e anche l'odore lo è.

questa è una funzione intestinale normalizzata

il nostro gaziki è andato indolore
anche la cacca era liquida
da quando inizialmente abbiamo avuto costipazione - noi stessi non abbiamo fatto la cacca - la frequenza della sedia non mi ha spaventato
in totale, ci sono volute 3 settimane per stabilizzare il nostro intestino prima dell'auto-merluzzo

Vantaggi della contabilità

record su UAUA.info

UAUA.info Club è un programma di fidelizzazione per i lettori attivi di UAUA.info. Accumula punti e vinci regali! Concorsi e promozioni: un'opportunità per vincere regali garantiti e partecipare all'estrazione di premi incentivi. Newsletter: consulenza di esperti, ultime notizie per i genitori attuali e futuri

Vantaggi della contabilità

record su UAUA.info

UAUA.info Club è un programma di fidelizzazione per i lettori attivi di UAUA.info. Accumula punti e vinci regali! Concorsi e promozioni: un'opportunità per vincere regali garantiti e partecipare all'estrazione di premi incentivi. Newsletter: consulenza di esperti, ultime notizie per i genitori attuali e futuri

La tua email
indicato al momento della registrazione

Vantaggi della contabilità

record su UAUA.info

UAUA.info Club è un programma di fidelizzazione per i lettori attivi di UAUA.info. Accumula punti e vinci regali! Concorsi e promozioni: un'opportunità per vincere regali garantiti e partecipare all'estrazione di premi incentivi. Newsletter: consulenza di esperti, ultime notizie per i genitori attuali e futuri

Programma di allattamento per 6 mesi

Un programma di alimentazione per bambini di 6 mesi deve necessariamente tenere conto delle crescenti esigenze del corpo. Devi capire che dopo sei mesi ogni bambino ha bisogno di alimenti complementari. Se hai nutrito un bambino con una miscela dalla nascita, su consiglio di un pediatra l'abbiamo introdotto da tempo ad altri prodotti. Se il bambino è stato allattato esclusivamente al seno. poi fino a quel momento, infatti, non aveva bisogno di altro che del latte materno. Ammetti - questa volta è passato. E se ce ne sarà di più: tra 6 mesi ordinerai una torta festiva per un anno da mastice - e gli lascerai provare "per il fatto". Nel frattempo, devi essere rigoroso e seguire attentamente lo schema di alimentazione di un bambino di 6 mesi.

Programma di alimentazione infantile approssimativo di 6 mesi

Ci sono alcune regole che modellano la nutrizione di un bambino a 6 mesi. Per insegnare a un bambino a mangiare nuovo cibo, è meglio offrirlo a pranzo e prima di dare qualcosa a cui è abituato. La logica di questa decisione è semplice: un bambino affamato non sarà troppo esigente, e quindi non sarà difficile convincerlo a provare qualcosa di nuovo. Un programma di alimentazione approssimativo per un bambino di 6 mesi è il seguente.

6 del mattino

Nella prima alimentazione, come al solito, è necessario nutrire il bambino con il cibo più familiare: latte materno o miscela di latte nella quantità di 200-220 ml. Questo è conveniente, perché in una fase così precoce nessuno vuole passare del tempo in più a cucinare.

Ore 10

La seconda poppata è diversa dalla prima: è meglio dare al bambino un po 'di purea di frutta (circa 30 grammi) e nutrirla con latte materno (150-180 ml). È abbastanza possibile per gli artigiani dare una porzione completa di porridge (150 grammi) e 30 grammi di purea di frutta.

14:00

Per il pranzo dei neonati, preparare una porzione di purea di verdure o cereali, standard per questa età, alla fine, offrire succo di frutta. Per gli artigiani più esperti, a questo si può già aggiungere un quarto del tuorlo d'uovo..

18 p.m.

In questo momento della giornata, i bambini di solito fanno uno spuntino pomeridiano. Il bambino può essere alimentato con una porzione di 30 grammi di purea di frutta e nutrito con latte materno. Il resto può gustare ricotta (30 ml), miscela di latte (40 grammi) e succo di frutta.

22 a.m.

Nell'ultima alimentazione, come nel primo, non sono necessari esperimenti e stress. I seni vengono solitamente allattati al seno, mentre quelli artificiali vengono nutriti con una miscela che lo sostituisce. La dose è compresa tra 180 e 220 grammi, a seconda dell'appetito del bambino.

Si noti che l'introduzione di nuovi alimenti nella dieta del bambino dovrebbe gradualmente portare al fatto che il bambino perderà l'abitudine e la necessità di mangiare di notte.

Programma di allattamento per un bambino soggetto a allergie di 6 mesi

Non è un segreto che le reazioni allergiche cambino significativamente le nostre vite, introducendo nuove regole, restrizioni e divieti. Se il tuo bambino è allergico, dovrai tenerne conto nel programma di alimentazione del bambino di 6 mesi..

6 del mattino

A colazione, un bambino allergico riceve latte materno, soia o miscela di latte acido, creato sulla base dell'idrolizzato proteico. Porzione 180-200 ml.

Ore 10

La colazione per allergie di un bambino include 170 grammi di cereali senza latte con aggiunta di burro e purea di frutta per un importo di 20 grammi.

14:00

A pranzo, puoi coccolare il tuo bambino con 150 grammi di purea di verdure con olio vegetale, 30-50 grammi di purè di carne e 20 grammi di frutta.

18 p.m.

A mezzogiorno, offri al bambino lo stesso che a pranzo. Per cambiare, la purea di verdure può essere sostituita con porridge o viceversa.

22 a.m.

Prima di andare a letto, i bambini preferiscono ancora il solito cibo - latte materno o miscela di latte acido nella quantità da 180 a 200 grammi.

Ricorda che le allergie alimentari sono insidiose. Per notarli in tempo, è necessario introdurre con attenzione nuovi prodotti e monitorare attentamente la reazione del bambino.

alergostop.ru

Allergia a 6 mesi

Molti bambini, in particolare quelli intorno ai 6 mesi, sono allergici. In questo caso, quasi tutti i prodotti possono causare reazioni. Pertanto, si consiglia di selezionare attentamente i prodotti per la dieta del bambino. L'alimentazione dovrebbe essere effettuata in più fasi e l'introduzione di nuovi prodotti gradualmente.

Spesso a sei mesi il bambino è allergico ai latticini e ai prodotti a base di grano. Alcuni frutti possono causare una reazione, meno spesso le verdure. E il problema principale è l'aroma di congestione, emulsionanti e coloranti, che oggi sono presenti in quasi tutti i prodotti.

Come al solito, l'allergia di un bambino a un determinato prodotto è accompagnata da un'allergia crociata. Ad esempio, se si nota l'intolleranza al latte intero, sarà necessario rimuovere tutto il latte contenente prodotti, panna acida, kefir e altri. E se c'è una reazione al glutine, dovrai limitare l'assunzione non solo di prodotti a base di cereali, come pasta e pane, ma anche di rifiutare i dolci, dove può esserci il glutine, anche se in una quantità minima.

Regole nutrizionali per bambini allergici

Allattamento.
È meglio per questi bambini non dare latte intero di vacca. Alcuni tipi di frutta e verdura dovranno essere abbandonati, in particolare quelli che sono rossi. Soprattutto, i bambini tollerano carne e pesce magri, latticini e cereali..
Se introduci prodotti altamente allergenici, fallo gradualmente. Se si verifica una reazione allergica a un prodotto, è necessario rimuoverlo immediatamente dalla dieta e passare a una dieta rigorosa.

Alimentazione artificiale.
Come al solito, se i bambini sono allergici alla miscela, che comprende latte di mucca, quindi alla miscela con latte di capra, non c'è allergia.
Nei casi in cui il bambino non tollera proteine ​​animali, dovrai passare a miscele adattive. Può essere latte acido o soia, è persino possibile utilizzare una miscela con proteine ​​divise, cioè idrolizzata.

Prima di tutto, i genitori dovrebbero rimuovere il prodotto che provoca allergie dalla dieta, consultare un medico. A questa età, possono solo fare un esame del sangue, i test cutanei possono essere eseguiti solo in età avanzata. Dovrai seguire una dieta ipoallergenica, con un'attenta e graduale introduzione di nuovi prodotti nella dieta. Ma se si osservano segni di dermatite atopica, è anche possibile l'uso di medicinali.

Di solito vengono prescritti farmaci locali, ad esempio pomate antinfiammatorie o addirittura ormonali. Se l'allergia è accompagnata da infezioni, è possibile una terapia antibatterica. Durante tutto il corso del trattamento è necessario tenere un diario alimentare. In caso di eruzione cutanea o altri tipi di reazioni, sarà sempre possibile determinare da quale prodotto appare un effetto indesiderato..

Di solito, tutti i tipi di allergie che si verificano a 6 mesi passano con l'età senza lasciare traccia. Ma i casi di transizione da lievi allergie alimentari a tipi più complessi non sono rari, ad esempio possono comparire asma bronchiale o persino rinite allergica. Questo di solito accade se il bambino ha una predisposizione ereditaria e il livello di Ig E è notevolmente aumentato..

Nei casi in cui la madre è allergica, è comunque consigliabile mantenere il bambino allattato al seno il più a lungo possibile. Il latte materno è in grado di fare miracoli, nei bambini che sono stati nutriti a lungo con il latte materno, le allergie appaiono molto raramente, perché solo è in grado di massimizzare l'immunità del bambino. Il latte contiene non solo allergeni, ma anche anticorpi che aiutano il bambino ad adattarsi ai nuovi alimenti.

"Allergia a 6 mesi" - Pagine simili

Fonti: http://www.uaua.info/mamforum_arch/theme/53947.html, http://www.rebenokdogoda.ru/sxema-kormleniya-6-mesyacev.html, http://alergostop.ru/allergiya- deti / allergiya-v-6-mesyacev

Ancora nessun commento!

L'allergia è una maggiore sensibilità del corpo umano a vari fattori esterni..

L'allergia è un'ipersensibilità del corpo umano a vari fattori esterni (polvere, polline delle piante, inquinamento dell'aria), compreso il cibo.

Cause di allergie nei bambini

Sfortunatamente, il numero di bambini esposti a reazioni allergiche è in costante aumento..

Oggi, il loro tasso di incidenza in Russia è del 30%. Questa cifra è approssimativamente la stessa per tutti i paesi europei, il che indica la portata internazionale del problema..

I motivi principali sono: una situazione ambientale difficile, una predisposizione ereditaria, epidemie stagionali, malattie dei genitori, stress, in particolare il corso della gravidanza e il periodo dell'allattamento al seno nelle madri, ecc..

Molto spesso, nel primo anno di vita, un'allergia si esprime sotto forma di eruzioni cutanee, arrossamenti e desquamazione sulla pelle di un bambino. A volte questo si manifesta sotto forma di colica intestinale, instabilità delle feci, gas, difficoltà respiratoria.

Sì, è tutto serio. Ma non dovresti scoraggiarti solo perché il tuo bambino è nato nell'era dell'urbanizzazione e di migliaia di disgrazie ambientali. Il compito della madre non è quello di avere paura, ma di fare tutto il possibile per proteggere il suo bambino dalle allergie.

Come determinare se il bambino è allergico?

Molto spesso, una tale reazione si verifica nei bambini a rischio. HEM è un'abbreviazione dei tre principali fattori per cui i bambini sono a rischio: genetica, ecologia, madre.

Tutto viene trasmesso dai genitori al bambino - sia buono che non buono. Se mamma e papà sono allergici, devi essere vigile.

In questo caso, il rischio di allergie nel bambino è del 90%.

Se solo la mamma è esposta alle allergie - 80%, se il papà - 30%. Se non soffri di allergie, ma i tuoi genitori (i nonni) soffrono - la probabilità della malattia di un bambino è ridotta al 20%.

Di grande importanza è la situazione ambientale nel luogo in cui la madre è cresciuta, dove è proseguita la sua gravidanza e in cui il bambino è apparso e cresce. Nelle grandi città, la situazione è raramente favorevole: il fumo di tabacco si accumula nell'aria, lo smog, molti allergeni da piante e alberi.

Bene, se prima della nascita del bambino, papà o madre lavoravano in una produzione dannosa, questo fattore può avere un effetto dannoso non solo sulla loro salute, ma anche indirettamente sul corpo del nascituro.

A volte le persone non sono libere di scegliere dove vivono e lavorano. Ma i genitori devono sempre prendersi cura della salute della prole a causa delle loro capacità..

Purtroppo, non è sempre il caso che la gravidanza proceda con calma e serenità. Se la madre ha assunto antibiotici durante questo periodo o c'era un rischio di aborto spontaneo, molto probabilmente in futuro ciò influenzerà l'insorgenza di manifestazioni allergiche nel bambino.

Succede che le future mamme siano dipendenti dall'uso di cioccolato, agrumi, pesce, noci o altri prodotti allergenici. E se allo stesso tempo fumano e continuano a farlo durante l'allattamento, il rischio del bambino di contrarre un'allergia aumenta del 50%! Inoltre, il fumo passivo lo influenza esattamente allo stesso modo di quello attivo.

Ma la principale causa di allergie nei bambini nel loro primo anno di vita è ancora una dieta malsana. Come proteggere il tuo bambino, anche con un'alta probabilità di malattia (se trovi più corrispondenze contemporaneamente) e i metodi di trattamento, descriveremo di seguito.

Come si manifesta l'allergia?

Principalmente sintomi della pelle. Questi includono arrossamento e secchezza, prurito, eruzione cutanea. Nei casi più gravi, si verifica l'orticaria - grandi macchie di forma irregolare che sporgono sopra il livello della pelle, dermatite atopica - hanno causato danni genetici alla pelle e diatesi alimentare.

Se non vengono trattati, appaiono graffi, erosione e pianto. In questo caso, le allergie alimentari possono essere accompagnate da una violazione delle funzioni del tratto gastrointestinale (diarrea, costipazione) e del sistema nervoso (ansia, malumore).

Con l'età, questi sintomi possono assumere altre forme: rinite allergica, asma bronchiale, febbre da fieno, congiuntivite.

Quali alimenti possono causare allergie nei bambini?

L'allergene più comune è la proteina del latte vaccino. Nella maggior parte delle miscele, è il latte di mucca che viene utilizzato come base. Se è accertato che il bambino ha una reazione alla miscela, è necessario sostituirlo con un prodotto a base di latte di capra o proteine ​​di soia e, in casi particolarmente gravi, con miscele idrolizzate e ipoallergeniche. I cambiamenti nella nutrizione dovrebbero avvenire solo con la partecipazione diretta del pediatra..

Oltre alle miscele e al latte di mucca, possono causare gravi allergie: uova, pesce, grano, mais, noci, cioccolato, verdure e frutta rossa. Non dovresti mai introdurre in anticipo alcun tipo di alimento complementare (fino a 6 mesi), perché il latte materno è la migliore misura preventiva contro tutti i tipi di allergie. Devi cercare di tenerlo il più a lungo possibile, e se il bambino è anche incline alle allergie, allora questo può diventare solo una panacea per te da tutti i problemi.

Come trattare le allergie nei bambini?

Alle prime manifestazioni di un'allergia, dovresti contattare il tuo medico locale e, se necessario, ti indirizzerà a specialisti specializzati. Prima di tutto, devi superare una serie di test: un esame del sangue generale (per eosinofili elevati) e una determinazione delle IgE totali. La chiave del successo del trattamento sarà la completa esclusione del contatto con l'allergene e una dieta ipoallergenica (per le allergie alimentari).

Se al bambino viene diagnosticata una dermatite atopica, ti verrà prescritto un ciclo di trattamento con farmaci locali: unguenti ormonali topici e unguenti con un pronunciato effetto antinfiammatorio. Succede che vengono rilevate diverse cause di allergie contemporaneamente - quindi, inoltre, vengono prescritti farmaci anti-gestamina e quando viene attaccata un'infezione, sono antibatterici e antifungini. Se necessario, il medico può prescrivere pro o prebiotici, enzimi, sorbenti.

Inoltre, preparati per almeno 6-8 mesi per osservare il rigoroso cosiddetto dieta di eliminazione ad eccezione dei prodotti allergenici obbligatori (vedere l'elenco sopra), con una graduale espansione della dieta nel tempo e con la tenuta obbligatoria di un diario alimentare.

Allergia in un bambino di 6 mesi cosa fare

Sintomi di allergie nei bambini

Tutti sono ammalati senza eccezioni. Almeno una volta nella vita, ognuno di noi ha incontrato una malattia. Uno di questi è allergico. Questa malattia sta diventando più giovane ogni anno e nell'ultimo decennio le allergie sono diventate le più popolari nella pediatria moderna..

I bambini in tenera età possono avere allergie. La malattia si manifesta quando uno stimolo esterno o interno inizia a influenzare sistematicamente il sistema immunitario. A sua volta, inizia il processo di lotta contro questo irritante, portando a cambiamenti negativi nello stato di salute del bambino.

Nell'infanzia, una reazione allergica si manifesta con eruzioni cutanee di varie eziologie. Con l'età, viene aggiunta anche la forma respiratoria della malattia. Con un trattamento improprio, tutte queste manifestazioni si trasformano in croniche.

Come si manifestano le allergie nei bambini dipende in gran parte dalla causa della loro insorgenza. Ad esempio, una reazione al cibo si manifesta sulla pelle, alla polvere o al polline è più probabile che si manifesti come una malattia respiratoria. Nei bambini piccoli, le reazioni allergiche sono espresse debolmente; pertanto, per capire che un bambino è allergico, è necessario osservarlo per un po 'di tempo. Ciò è particolarmente vero per il periodo di alimentazione. Distinguere:

  • manifestazioni cutanee
  • respiratorio
  • cibo
Manifestazioni cutanee

Come trattare le allergie in un bambino può solo dirlo a un medico. Ma ha bisogno di descrivere tutti i sintomi della malattia. La prima cosa a cui devi prestare attenzione è la pelle.

Se sulla pelle compaiono un'eruzione cutanea e vesciche, il bambino le pettina, diventa irritabile, dorme male, quindi molto probabilmente si tratta di orticaria. Questa manifestazione di allergie è molto pericolosa, perché con un trattamento improprio, l'orticaria può svilupparsi in dermatite allergica o eczema. Compaiono complicazioni più gravi (edema di Quincke, shock anafilattico).

Se il tuo bambino, sullo sfondo della piena salute, non ha il naso che cola per nulla, è possibile sospettare la rinite allergica. Questa è una reazione dell'apparato respiratorio ad un allergene dall'ambiente che è stato ingerito. Parallelamente al naso che cola, gli occhi iniziano a lacrimare, il bambino starnutisce continuamente.

E un'altra forma della manifestazione della malattia è il cibo. Si verifica dopo l'ingestione di un allergene attraverso il tratto digestivo. Naturalmente, i bambini sono più sensibili a questo tipo di reazione, perché tirano in bocca tutto ciò che possono raggiungere. Dopo l'ingestione di un allergene per ingestione, i sintomi della malattia possono comparire in pochi minuti o in poche ore. Questi includono:

  • nausea
  • dolore epigastrico
  • vomito
  • diarrea
  • prurito della mucosa orale

Innumerevoli allergeni

Le reazioni allergiche, in particolare quelle alimentari, si trovano sempre più nei bambini. Gli allergeni più comuni che causano questa reazione sono polvere (contenente acari microscopici), polline di piante, piume e peli di animali, medicine, cosmetici e cibo. Un'allergia si manifesta con vari disturbi acuti o cronici: orticaria, eczema, gonfiore, diarrea, vomito, tosse, rinite...

Alcuni tipi di allergie scompaiono nel tempo (ciò accade spesso quando si tratta di allergie alimentari nell'infanzia), tuttavia alcuni bambini sviluppano ipersensibilità ad altre sostanze, come polvere, polline o cellule morte della pelle degli animali e dei loro capelli.

Verità o menzogna?

Asma - una malattia allergica.

Falso. L'asma colpisce i bronchi e l'apparato respiratorio. Il rischio di sviluppare l'asma è maggiore nelle persone con allergie e gli asmatici hanno spesso varie reazioni allergiche.

Le reazioni allergiche, in particolare quelle alimentari, si trovano sempre più nei bambini.

Gli allergeni più comuni che causano questa reazione sono polvere (contenente acari microscopici), polline di piante, piume e peli di animali, medicine, cosmetici e cibo. Un'allergia si manifesta con vari disturbi acuti o cronici: orticaria, eczema, gonfiore, diarrea, vomito, tosse, rinite...

Verità o menzogna?

Falso. L'asma colpisce i bronchi e l'apparato respiratorio.

Il rischio di sviluppare l'asma è maggiore nelle persone con allergie e gli asmatici hanno spesso varie reazioni allergiche.

Cause di allergie nei bambini

Sfortunatamente, il numero di bambini esposti a reazioni allergiche è in costante aumento..

Oggi, il loro tasso di incidenza in Russia è del 30%. Questa cifra è approssimativamente la stessa per tutti i paesi europei, il che indica la portata internazionale del problema..

I motivi principali sono: una situazione ambientale difficile, una predisposizione ereditaria, epidemie stagionali, malattie dei genitori, stress, in particolare il corso della gravidanza e il periodo dell'allattamento al seno nelle madri, ecc..

Molto spesso, nel primo anno di vita, un'allergia si esprime sotto forma di eruzioni cutanee, arrossamenti e desquamazione sulla pelle di un bambino. A volte questo si manifesta sotto forma di colica intestinale, instabilità delle feci, gas, difficoltà respiratoria.

Sì, è tutto serio. Ma non dovresti scoraggiarti solo perché il tuo bambino è nato nell'era dell'urbanizzazione e di migliaia di disgrazie ambientali. Il compito della madre non è quello di avere paura, ma di fare tutto il possibile per proteggere il suo bambino dalle allergie.

Prima di iniziare il trattamento, è necessario identificare la causa esatta della malattia. E per questo è necessario, senza dubbio, visitare un medico - un allergologo. Per la diagnosi iniziale, sarà sufficiente che il medico esegua un esame visivo del bambino malato e ascolti le sue lamentele. Nel caso in cui la causa dell'allergia non possa essere determinata, viene prescritto uno studio aggiuntivo:

  • test di allergia cutanea;
  • esame immunologico del sangue;
  • metodo provocatorio.

I test cutanei sono test mediante iniezione sottocutanea o graffi. Sono completamente indolori e vengono eseguiti sulla pelle dell'avambraccio. Gocce di vari allergeni gocciolano sulla pelle completamente pulita e vi graffiano superficialmente. Oppure l'allergene viene somministrato per iniezione a una profondità ridotta.

Dopo un certo tempo, si può osservare gonfiore e iperemia della pelle su uno dei graffi o in un sito di iniezione, il che indica un'allergia a una determinata sostanza applicata sulla pelle.

Un esame del sangue immunologico è un metodo di laboratorio per determinare le forze protettive del sistema immunitario. Il sangue viene prelevato da una vena e viene eseguito uno studio senza la presenza del bambino. Per superare questa analisi, è richiesta una formazione speciale.

Di solito il sangue viene prelevato a stomaco vuoto, prima di ciò è consigliabile rimanere a riposo per diversi minuti. A differenza dei test sulle allergie cutanee, in cui la risposta viene ricevuta quasi immediatamente, con un prelievo venoso e un'analisi del sangue di laboratorio, la risposta viene ricevuta dopo 10-11 giorni.

Esiste un altro metodo abbastanza efficace di screening per gli allergeni: provocatorio. Questo metodo viene utilizzato con l'inefficacia di studi precedenti. Viene effettuato mediante instillazione di concentrati di vari allergeni sulle mucose della cavità orale, negli occhi, nel naso. Possono verificarsi complicazioni istantanee sotto forma di manifestazioni allergiche. Pertanto, questo esame viene eseguito solo sotto la supervisione di un medico. Questo metodo è il più preciso, sebbene il più pericoloso per la salute del bambino..

Forcone di allergia

ALLERGIA PELLE - Appare sotto forma di orticaria, gonfiore o arrossamento della pelle. Questi sintomi sono accompagnati da prurito più o meno grave. Può essere causato dall'applicazione di crema o dall'assunzione di farmaci o alimenti.

RISPOSTE DI RISPOSTA - Si tratta di naso che cola di fieno, rinite acuta, tosse spasmodica, sinusite cronica o asma. Gli allergeni più comuni sono polline, piume e peli di animali, polvere domestica, germi, muffe.

ALLERGIA ALIMENTARE - Alcuni alimenti che vengono aggiunti alla dieta di un bambino possono causare reazioni allergiche (eczema, orticaria, rinite, diarrea). Inoltre, numerosi studi hanno rivelato che l'introduzione di una vasta gamma di prodotti alimentari troppo rapidamente, soprattutto in tenera età (fino a 4 mesi), può successivamente portare a reazioni allergiche.

In effetti, il rischio di sviluppare ipersensibilità è maggiore durante i primi mesi di vita. Pertanto, in questi giorni, i pediatri consigliano di iniziare l'introduzione di alimenti complementari in un secondo momento, a seconda delle esigenze del bambino. Alcuni prodotti allergenici non devono mai essere somministrati a bambini di età inferiore a 1 anno, poiché l'intestino è ancora sottosviluppato nei bambini piccoli..

Se uno dei membri della tua famiglia (tu, il tuo partner, gli altri tuoi figli) è allergico, anche il tuo bambino potrebbe essere a rischio. In questo caso, un bambino di età inferiore a 6 mesi o anche più non dovrebbe ricevere prodotti diversi dal latte materno o da una miscela ipoallergenica. Tuttavia, va tenuto presente che un'allergia in un bambino può verificarsi anche se nessuno dei membri della famiglia ce l'ha...

ALLERGIA FALSA - Varie reazioni (eruzione cutanea, prurito, diarrea) sono spesso attribuite alle allergie invano, perché la reazione del corpo a un particolare prodotto o sostanza alimentare non è sempre un'allergia. Un'allergia apparente può essere una carenza enzimatica (ad esempio, i bambini che soffrono di indigestione di lattosio - zucchero del latte - non tollerano latte e latticini). I segni di un sistema digestivo immaturo o persino di una colica spesso riscontrati nei bambini a volte vengono erroneamente diagnosticati come allergie..

ALLERGIA PELLE - Appare sotto forma di orticaria, gonfiore o arrossamento della pelle.

Questi sintomi sono accompagnati da prurito più o meno grave. Può essere causato dall'applicazione di crema o dall'assunzione di farmaci o alimenti.

ALLERGIA ALIMENTARE - Alcuni alimenti che vengono aggiunti alla dieta di un bambino possono causare reazioni allergiche (eczema, orticaria, rinite, diarrea). Inoltre, numerosi studi hanno rivelato che l'introduzione di una vasta gamma di prodotti alimentari troppo rapidamente, soprattutto in tenera età (fino a 4 mesi), può successivamente portare a reazioni allergiche.

In effetti, il rischio di sviluppare ipersensibilità è maggiore durante i primi mesi di vita. Pertanto, in questi giorni, i pediatri consigliano di iniziare l'introduzione di alimenti complementari in un secondo momento, a seconda delle esigenze del bambino. Alcuni prodotti allergenici non devono mai essere somministrati a bambini di età inferiore a 1 anno, poiché l'intestino è ancora sottosviluppato nei bambini piccoli..

Se uno dei membri della tua famiglia (tu, il tuo partner, gli altri tuoi figli) è allergico, anche il tuo bambino potrebbe essere a rischio.

In questo caso, un bambino di età inferiore a 6 mesi o anche più non dovrebbe ricevere prodotti diversi dal latte materno o da una miscela ipoallergenica. Tuttavia, va tenuto presente che un'allergia in un bambino può verificarsi anche se nessuno dei membri della famiglia ce l'ha...

ALLERGIA FALSA - Varie reazioni (eruzione cutanea, prurito, diarrea) sono spesso attribuite alle allergie invano, perché la reazione del corpo a un particolare prodotto o sostanza alimentare non è sempre un'allergia. L'apparente allergia può apparire enzimatica...

Come trattare le allergie nei bambini?

Quindi, la diagnosi ha contribuito a stabilire a cosa è allergico tuo figlio. Ora hai bisogno di un trattamento completo, che fornirà un aiuto prezioso per sbarazzarsi della malattia. Include:

  • prevenzione
  • esclusione del contatto con l'allergene
  • terapia farmacologica competente
  • COME

La prevenzione dovrebbe essere presente sia prima che dopo la malattia. Le allergie possono essere prevenute, ma se ne hai già una, allora avvisa. Come già accennato, il sistema immunitario è responsabile di tutte le manifestazioni di reazioni allergiche. Nel processo della vita, a partire dall'infanzia, è semplicemente necessario rafforzare l'immunità del corpo. Una corretta alimentazione, aria fresca, sport: tutto ciò contribuirà a mantenere una "mente sana in un corpo sano".

Nel caso in cui si notino le prime campane allarmanti, si nota l'insorgenza di reazioni allergiche nel bambino e si scopre cosa si stanno manifestando, è necessario escludere il contatto con l'allergene. Sfortunatamente, non è quasi mai possibile isolare la causa della malattia. Prima o poi, devi ancora affrontarlo. Ma puoi già essere pronto per questo e non essere autorizzato a una grave condizione della malattia.

Come trattare le allergie in un bambino di età superiore ai tre anni? Per ogni bambino, viene selezionato individualmente un trattamento integrato che è efficace in modo specifico per lui. Va tenuto presente che l'uso di antistaminici e farmaci ormonali per trattare i bambini elimina solo superficialmente i sintomi della malattia. Immediatamente dopo la cancellazione dell'appuntamento, l'allergia riappare nel corpo del bambino.

Insieme a tutte le misure di controllo, il medico può attribuire al bambino ASIT - immunoterapia specifica per allergeni. Questo metodo si basa sull'introduzione di piccole dosi di allergeni nel corpo, aumentando gradualmente la quantità fino a quando il corpo si adatta completamente a questo tipo di agente patogeno.

Il trattamento principale per qualsiasi manifestazione di una reazione allergica sono i farmaci, usati fino a quando i sintomi della malattia scompaiono completamente. Ad oggi, gli antistaminici, che bloccano la produzione di anticorpi che causano allergie, sono considerati i più efficaci. Questo gruppo di farmaci include farmaci di prima generazione:

  • Difenidramina - è prescritto per la febbre da fieno, orticaria, reazioni allergiche causate da iniezioni di droghe.
  • Diazolina - appuntamenti, lo stesso della difenidramina.
  • Suprastin: con orticaria, edema di Quincke, dermatite atopica, prurito di varia origine, eczema.
  • Tavegil - con varie reazioni allergiche, nonché con shock anafilattico e angioedema (per iniezioni).
  • Fenkarol - prescritto per la dipendenza da altri antistaminici.

Tutti i suddetti medicinali hanno alcuni effetti collaterali sotto forma di depressione del sistema nervoso, sonnolenza, secchezza delle fauci, effetti sul tratto gastrointestinale, muscolo cardiaco.

I medicinali di seconda generazione includono farmaci con un'azione più prolungata e con effetti collaterali meno pronunciati, che non creano dipendenza:

  • Ketotifene: usato per orticaria, prurito cutaneo, rinite.
  • Fenistil - indicato per allergie alimentari e farmacologiche, orticaria, rinite
  • Tsetrin: aiuta a eliminare il prurito doloroso con eruzioni cutanee.
Ketotifen

E infine, i farmaci di terza generazione, il cui effetto praticamente non provoca effetti collaterali a carico del sistema cardiovascolare. Non influire sul sistema nervoso del bambino:

  • Gismanal - per reazioni cutanee, rinite allergica, orticaria.
  • Terfen: per punture di insetti, allergie a farmaci e alimenti, rinite allergica, eruzioni cutanee.

Quando si usano droghe, è obbligatoria la consultazione con il proprio medico per quanto riguarda il dosaggio. Solo lui ti dirà come trattare le allergie in un bambino con farmaci che sono sicuri per lui..

Con l'asma bronchiale di origine allergica, vengono utilizzati stabilizzatori dei mastociti. I mastociti svolgono un ruolo importante nel funzionamento del sistema immunitario. Quando vengono distrutti, la produzione di istamina avviene in grandi quantità. Sono stabilizzatori che usano stabilizzatori che impediscono la distruzione di queste cellule. Per i bambini, i farmaci vengono utilizzati sotto forma di sciroppi, inalazioni, come Ketotifen, Cromohexal, Intal e altri.

Forse l'uso di corticosteroidi - farmaci ormonali. Tuttavia, il loro uso in così giovane età è raccomandato solo se altri tipi di trattamento non apportano un miglioramento visibile della salute del bambino. Vengono utilizzati farmaci noti: prednisone, idrocortisone, desametasone. Si consiglia di mescolarli con la crema per bambini prima di applicare sulla pelle colpita.

Alle prime manifestazioni di un'allergia, dovresti contattare il tuo medico locale e, se necessario, ti indirizzerà a specialisti specializzati. Prima di tutto, devi superare una serie di test: un esame del sangue generale (per eosinofili elevati) e una determinazione delle IgE totali. La chiave del successo del trattamento sarà la completa esclusione del contatto con l'allergene e una dieta ipoallergenica (per le allergie alimentari).

Se al bambino viene diagnosticata una dermatite atopica, ti verrà prescritto un ciclo di trattamento con farmaci locali: unguenti ormonali topici e unguenti con un pronunciato effetto antinfiammatorio. Succede che vengono rilevate diverse cause di allergie contemporaneamente - quindi, inoltre, vengono prescritti farmaci anti-gestamina e quando viene attaccata un'infezione, sono antibatterici e antifungini. Se necessario, il medico può prescrivere pro o prebiotici, enzimi, sorbenti.

Inoltre, preparati per almeno 6-8 mesi per osservare il rigoroso cosiddetto dieta di eliminazione ad eccezione dei prodotti allergenici obbligatori (vedere l'elenco sopra), con una graduale espansione della dieta nel tempo e con la tenuta obbligatoria di un diario alimentare.

Cosa fare?

Se noti che il tuo bambino è sensibile a qualche sostanza o prodotto, la stagione, come la primavera, è necessario sottoporsi a test speciali da parte di un allergologo: viene applicato un cerotto sulla pelle o viene fatta una piccola iniezione.

Sostanze così sospettate di provocare un'allergia o non provocare una reazione cutanea.

La diagnosi di allergie alimentari implica la necessità di seguire una dieta con l'eccezione obbligatoria degli alimenti che causano allergie. Pertanto, il trattamento è prescritto solo dopo una diagnosi accurata. I test cutanei non possono essere completamente affidabili quando si tratta di allergie alimentari (è possibile ottenere una reazione positiva a un prodotto che non causerà una reazione allergica se consumato). Gli esami del sangue speciali (che rilevano gli anticorpi contro gli allergeni alimentari) sono costosi e inoltre non offrono una garanzia del 100% in tenera età..

Se si verifica una reazione allergica in un bambino, è necessario contattare il pediatra e seguire i suoi consigli. Soprattutto nel caso dell'edema di Quincke. Questa è una reazione grave (notevole difficoltà respiratoria e gonfiore della laringe), che deve essere trattata immediatamente.

In caso di attacco, antistaminici o medicinali a base di cortisone attenuano la reazione allergica..

Forse, per ridurre la sensibilità, sarà necessario un trattamento. Quando possibile, i potenziali allergeni devono essere completamente eliminati..

Tick ​​Allergy

spazza via la polvere anche dagli uffici e elimina la muffa nel bagno; aerare le stanze ogni giorno; mantenere la temperatura ambiente da 19 a 20 ° C (le zecche si riproducono meglio in una stanza calda); lava regolarmente vestiti, asciugamani e lenzuola (puoi comprare vestiti ora senza uscire di casa nei negozi online);

Evita i prodotti realizzati con piume e lana (copriletti, cuscini e tappeti); imballare materassi e cuscini in speciali fodere contro le zecche; limitare il numero di peluche; sostituire tappeti, doppie tende, arazzi con parquet, piastrelle, vernice o carta da parati, tende di tulle.

Se la famiglia ha allergie

Io e mia moglie di diritto comune siamo allergici. Temo non importa come tocca nostro figlio.

Naturalmente, un bambino in cui entrambi i genitori sono allergici è più a rischio di una reazione allergica rispetto a uno in cui i genitori non sono allergici. La probabilità di un'allergia e la sua intensità sono ancora imprevedibili.

Un'allergia a una sostanza si manifesta in un bambino se il suo sistema immunitario reagisce con una maggiore sensibilità a questa sostanza producendo anticorpi. L'ipersensibilità può verificarsi sia al primo contatto con l'allergene, sia a quelli successivi. Tuttavia, dopo che una volta il corpo ha mostrato una maggiore sensibilità, gli anticorpi agiranno ogni volta che incontrano un allergene, causando reazioni al dettaglio.

In caso di anamnesi familiare allergica, si raccomandano le seguenti precauzioni..

Allattamento prolungato I bambini cresciuti con latte artificiale hanno maggiori probabilità di sviluppare allergie rispetto all'allattamento.

Non abbiate fretta di introdurre cibi solidi. Oggi si ritiene che sia meglio per il bambino conoscere un possibile allergene il più tardi possibile, poiché in questo caso c'è un minor rischio di sensibilità.

Introdurre gradualmente nuovi prodotti. Si consiglia di introdurre sempre i prodotti uno per uno; Questo problema è ancora più rilevante per una famiglia soggetta a reazioni allergiche. In questo caso, dai un nuovo prodotto ogni giorno per una settimana prima di presentare quello successivo. In caso di reazione allergica, interrompere immediatamente la somministrazione di un nuovo prodotto e attendere alcune settimane prima di riprovare.

Inizia a nutrirti con i cibi allergenici più bassi. Ad esempio, con farina di riso. Si consiglia di introdurre orzo e avena prima del mais e del grano. La maggior parte della frutta e verdura non causa problemi, ma è meglio aspettare con frutti rossi (frutti di bosco, fragole) e pomodori. Anche i piselli e i fagioli verdi dovrebbero essere introdotti un po 'più tardi. I prodotti che causano più spesso allergie (nocciole, arachidi, cioccolato e alcune spezie) possono essere somministrati solo dopo 3 anni..

Terapia dietetica

La dieta per le malattie allergiche svolge un ruolo molto significativo. La terapia dietetica si basa sulla rimozione degli allergeni che sono coinvolti nella malattia dal corpo del bambino. Ad esempio, molto spesso in un bambino dopo l'alimentazione con latte di mucca naturale ci sono segni di allergia. In questo caso, è necessario sostituire gli alimenti complementari naturali con miscele di aminoacidi che non contengono proteine ​​del latte o che contengono in piccole quantità..

Nuovi alimenti vengono introdotti a piccole dosi, aumentando ogni giorno il loro volume. C'è un intero schema alimentare, che si consiglia di aderire, perché il sistema digestivo del bambino si sviluppa gradualmente e in momenti diversi può reagire in modo diverso allo stesso cibo. È possibile trovare un sostituto alternativo per il latte di vacca. Questo è il latte di capra che contiene le proteine ​​ad assorbimento rapido del corpo del bambino..

Se il bambino ha una dermatite atopica, gli viene prescritta una dieta ipoallergenica rigorosa, che dovrebbe essere seguita da 1 a 3 giorni. Include solo prodotti naturali che non causano reazioni allergiche. Per tutta la vita, i prodotti che contribuiscono allo sviluppo dell'edema di Quincke e al verificarsi di shock anafilattico sono esclusi dalla dieta del bambino.

Si consiglia di eseguire la prevenzione delle malattie allergiche nel bambino nell'utero. Molti esperti consigliano di escludere tali prodotti dall'uso di donne in gravidanza:

Come trattare le allergie in un bambino con terapia dietetica sarà raccomandato solo da uno specialista del trattamento. Non sperimentare da soli il cibo.

Salute dei bambini

Allergia in un bambino di sei mesi

So che questo argomento è doloroso per molti. Ragazze, aiuto, non c'è più forza. In piccola diatesi a partire da 1,5 mesi di età. Siamo ancora a pieno regime. Ho paura di introdurre cibi complementari. Quello che non ho fatto con le allergie e ho dato ketotifen e fenistil e fatto il bagno in crusca, imbrattato con A-derma, ho dato e dato più semplice, ero a dieta.

sei già stato consigliato omeopatia - io sostengo

il rispetto della dieta non garantisce che la causa possa essere molto più profonda! nel nostro caso, il maggiore, ad esempio: ittero prolungato di 1,5 mesi a causa della vaccinazione contro l'epatite B in ospedale per maternità ha portato a un funzionamento alterato del fegato e della bile, hanno dato alcuni malfunzionamenti e segni di pressione sanguigna, ma... ci siamo seduti a dieta, interazione limitata con allergeni.

Ti ho già parlato per telefono. dimmi quando hai iniziato l'omeopatia, hai avuto problemi di cacca? Ora abbiamo un tale gaziki e uno sgabello molto sciolto, anche se il colore non è male e anche l'odore lo è.

questa è una funzione intestinale normalizzata

il nostro gaziki è diventato indolore, anche le coppe erano liquide, come se inizialmente avessimo costipazione - noi stessi non facevamo la cacca - la frequenza delle mie feci non ha spaventato la stabilizzazione totale del NOSTRO intestino fino a quando ho iniziato a bere me stesso ci sono volute 3 settimane

Vantaggi della contabilità

Rimedi popolari per il trattamento delle allergie nei bambini

Il trattamento con metodi alternativi non deve essere trascurato. A volte sono più efficaci nel trattamento delle manifestazioni allergiche nei bambini. Puoi usare la medicina tradizionale in combinazione con il trattamento farmacologico. Esistono molti tipi di ricette per la terapia allergica alternativa. Tuttavia, puoi utilizzare solo i metodi di trattamento della malattia che sono stati dimostrati nel corso degli anni.

Ecco alcuni esempi di come trattare le allergie in un bambino con ricette popolari:

  • l'infuso di salvia viene utilizzato per il bagno dei bambini piccoli. Aiuta con manifestazioni cutanee di origine allergica. Per i bambini più grandi, l'infuso di salvia viene lavato nel rinofaringe per rinite e tonsillite.
  • La mummia è il metodo popolare più comune per il trattamento delle allergie. La mummia naturale viene allevata in acqua e bevuta, lavata con latte caldo
  • un decotto di farmacia di camomilla viene utilizzato per inalazione nella manifestazione di una forma respiratoria di allergia. Inoltre, il decotto viene utilizzato per lozioni per eczema cutaneo, orticaria
  • la successione è un'erba medicinale universale che può essere bevuta fermentando come il tè. Oppure versa un decotto di questa meravigliosa erba nell'acqua durante il bagno per ridurre il prurito durante le eruzioni cutanee
  • i succhi di verdure appena spremute (radice di sedano, cetriolo, prezzemolo, ecc.) sono prescritti per prevenire le malattie allergiche e rafforzare il sistema immunitario
  • asciugando la pelle con infusi di radici di valeriana, calamo, origano, fiori viola tricolore. Allevia il prurito e l'infiammazione della pelle.

Enumerare metodi alternativi di trattamento delle allergie può essere infinito. Internet è pieno della loro diversità. Ma ancora, prima di usarli, dovresti leggere su una particolare pianta e consultare il tuo medico. Altrimenti, il trattamento può aggravare le condizioni di un bambino malato e danneggiare il corpo..

Bambino allergico 6 mesi

Un programma di alimentazione per bambini di 6 mesi deve necessariamente tenere conto delle crescenti esigenze del corpo. Devi capire che dopo sei mesi ogni bambino ha bisogno di alimenti complementari. Se hai nutrito un bambino con una miscela dalla nascita, su consiglio di un pediatra l'abbiamo introdotto da tempo ad altri prodotti. Se il bambino è stato allattato esclusivamente al seno.

poi fino a quel momento, infatti, non aveva bisogno di altro che del latte materno. Ammetti - questa volta è passato. E se ce ne sarà di più: tra 6 mesi ordinerai una torta festiva per un anno da mastice - e gli lascerai provare "per il fatto". Nel frattempo, devi essere rigoroso e seguire attentamente lo schema di alimentazione di un bambino di 6 mesi.

Ci sono alcune regole che modellano la nutrizione di un bambino a 6 mesi. Per insegnare a un bambino a mangiare nuovo cibo, è meglio offrirlo a pranzo e prima di dare qualcosa a cui è abituato. La logica di questa decisione è semplice: un bambino affamato non sarà troppo esigente, e quindi non sarà difficile convincerlo a provare qualcosa di nuovo. Un programma di alimentazione approssimativo per un bambino di 6 mesi è il seguente.

Molti bambini, in particolare quelli intorno ai 6 mesi, sono allergici. In questo caso, quasi tutti i prodotti possono causare reazioni. Pertanto, si consiglia di selezionare attentamente i prodotti per la dieta del bambino. L'alimentazione dovrebbe essere effettuata in più fasi e l'introduzione di nuovi prodotti gradualmente.

Spesso a sei mesi il bambino è allergico ai latticini e ai prodotti a base di grano. Alcuni frutti possono causare una reazione, meno spesso le verdure. E il problema principale è l'aroma di congestione, emulsionanti e coloranti, che oggi sono presenti in quasi tutti i prodotti.

Come al solito, l'allergia di un bambino a un determinato prodotto è accompagnata da un'allergia crociata. Ad esempio, se si nota l'intolleranza al latte intero, sarà necessario rimuovere tutto il latte contenente prodotti, panna acida, kefir e altri. E se c'è una reazione al glutine, dovrai limitare l'assunzione non solo di prodotti a base di cereali, come pasta e pane, ma anche di rifiutare i dolci, dove può esserci il glutine, anche se in una quantità minima.

Regole nutrizionali per bambini allergici

Allattamento. È meglio per questi bambini non dare latte intero di vacca. Alcuni tipi di frutta e verdura dovranno essere abbandonati, in particolare quelli che sono rossi. Soprattutto, i bambini tollerano carne e pesce magri, latticini e cereali. Se introduci prodotti altamente allergenici, fallo gradualmente. Se si verifica una reazione allergica a un prodotto, è necessario rimuoverlo immediatamente dalla dieta e passare a una dieta rigorosa.

Alimentazione artificiale. Come al solito, se i bambini sono allergici alla miscela, che comprende latte di mucca, quindi alla miscela con latte di capra, non c'è allergia.Nel caso in cui il bambino non tollera proteine ​​animali, dovrai passare a miscele adattive. Può essere latte acido o soia, è persino possibile utilizzare una miscela con proteine ​​divise, cioè idrolizzata.

Prima di tutto, i genitori dovrebbero rimuovere il prodotto che provoca allergie dalla dieta, consultare un medico. A questa età, possono solo fare un esame del sangue, i test cutanei possono essere eseguiti solo in età avanzata. Dovrai seguire una dieta ipoallergenica, con un'attenta e graduale introduzione di nuovi prodotti nella dieta. Ma se si osservano segni di dermatite atopica, è anche possibile l'uso di medicinali.

Di solito vengono prescritti farmaci locali, ad esempio pomate antinfiammatorie o addirittura ormonali. Se l'allergia è accompagnata da infezioni, è possibile una terapia antibatterica. Durante tutto il corso del trattamento è necessario tenere un diario alimentare. In caso di eruzione cutanea o altri tipi di reazioni, sarà sempre possibile determinare da quale prodotto appare un effetto indesiderato..

Di solito, tutti i tipi di allergie che si verificano a 6 mesi passano con l'età senza lasciare traccia. Ma i casi di transizione da lievi allergie alimentari a tipi più complessi non sono rari, ad esempio possono comparire asma bronchiale o persino rinite allergica. Questo di solito accade se il bambino ha una predisposizione ereditaria e il livello di Ig E è notevolmente aumentato..

Nei casi in cui la madre è allergica, è comunque consigliabile mantenere il bambino allattato al seno il più a lungo possibile. Il latte materno è in grado di fare miracoli, nei bambini che sono stati nutriti a lungo con il latte materno, le allergie appaiono molto raramente, perché solo è in grado di massimizzare l'immunità del bambino. Il latte contiene non solo allergeni, ma anche anticorpi che aiutano il bambino ad adattarsi ai nuovi alimenti.