"Ci sono molti meno casi con tipici sintomi stagionali". L'allergia è rimasta?

Cliniche

Se si manifestano sintomi simili al raffreddore comune nello stesso periodo dell'anno, potrebbe essere un'allergia al polline. La Harvard Medical School offre le principali differenze tra allergie e raffreddori:

  • chiara stagionalità;
  • mancanza di temperatura;
  • prurito alla gola;
  • durata dei sintomi (l'ARVI di solito si risolve in una o due settimane).

Inoltre, con allergie, si trovano spesso arrossamenti e pruriti agli occhi, che per ARVI non sono molto caratteristici. Il medico dovrebbe essere diagnosticato, prescrive anche antistaminici per alleviare la condizione. Ma puoi fare qualcosa da solo.

Per fare ciò, è necessario monitorare la propria condizione e confrontarla con i dati sulla presenza di polline nell'aria. Il sito pollen.club raccoglie informazioni utili per chi soffre di allergie: una previsione per spolverare per la stagione, i livelli di polline nell'aria, consigli su dove lasciare quando c'è tale opportunità. Esiste anche l'app per dispositivi mobili Pollen Club (Google Play / App Store). In esso puoi non solo osservare la situazione allergica, ma anche registrare i sintomi: arrossamento degli occhi, starnuti, congestione nasale e altri. Questa informazione sarà utile per il medico per prescrivere la terapia..

È conveniente controllare i livelli di polline su allergotop.com. Nella prima metà di maggio a Mosca, ad esempio, è previsto un picco di spolverata di betulla. Le previsioni sulla distribuzione del polline dei principali allergeni in Europa sono riportate sulla mappa dell'Istituto meteorologico finlandese.

Evitare il contatto con l'allergene.

Il modo migliore per semplificarti la vita è partire per il periodo di fioritura del tuo allergene dove non è. Durante la pandemia di coronavirus, è improbabile che qualcuno abbia successo, ma se segui determinate regole, le tue condizioni possono essere migliorate. Dovrebbe essere meno probabile che appaia sulla strada. Innanzitutto, riguarda le passeggiate in tempo ventoso, quando il polline si diffonde su lunghe distanze. Se hai la possibilità di stare all'aperto, scegli il tempo nuvoloso e anche la pioggia quando il polline viene inchiodato al suolo.

Le spore delle piante rimangono su vestiti e capelli, quindi dopo una passeggiata è necessario cambiare i vestiti, lavarsi e, se possibile, fare una doccia e lavarsi i capelli. Una lacrima artificiale può essere instillata negli occhi per ridurre secchezza e prurito. Anche le gocce con azione antistaminica aiutano, ma dovrebbero essere prescritte da un medico. Per lavare via il polline dalle mucose, puoi sciacquare il naso con soluzione salina. Questo dovrebbe essere fatto prima di usare spray nasali se ti sono stati prescritti..

Rendi la tua casa il più confortevole possibile

È meglio non lasciare le finestre aperte costantemente, ma ventilare regolarmente la stanza. Durante i periodi di forte spolveramento, ha senso usare idropulitrici e umidificatori. Si consiglia di aspirare e pulire a umido ogni giorno. Per dedicare meno tempo a questo, durante il periodo di esacerbazione, puoi nascondere nell'armadio ciò di cui puoi fare a meno: cuscini decorativi, tappeti, tappeti, giocattoli morbidi che raccolgono non solo polvere, ma anche allergeni. Inoltre, l'abbondanza di tappeti e altri oggetti che accumulano polvere riduce l'efficacia dei lavaggi ad aria. Quando si sceglie una tecnica, prestare attenzione alla classe del dispositivo: i più efficaci sono i filtri HEPA.

Biciclette a coda

24 code possono sorprenderti 24 ore al giorno

Quali tipi di allergie soffrono in Russia

2019/05/24

Negli ultimi giorni, l'argomento dell'epidemia allergica globale (pandemia) è stato sollevato in diversi media contemporaneamente..

Oggi articolo in primorye24.ru

La scarsa ecologia, secondo il 60% dei russi, contribuisce allo sviluppo di allergie, inoltre, le allergie alle piante sono più comuni tra i cittadini (26%). Ciò è diventato noto attraverso un sondaggio del Centro tutto russo per lo studio dell'opinione pubblica.

Il 60% degli intervistati ritiene che una cattiva ecologia contribuisca allo sviluppo di allergie nell'uomo. Tra le altre ragioni, i russi hanno definito la scarsa qualità dei prodotti (42%), una predisposizione ereditaria (41%) e un malfunzionamento del sistema immunitario (40%).

L'allergia più comune tra i cittadini, come ha mostrato l'indagine, è verso le piante (26%). Una reazione allergica ai farmaci è stata indicata dal 25% degli intervistati, dalla polvere e da eventuali prodotti alimentari - 22%, animali domestici - 12%.

Due giorni fa, il fondo di investimento alternativo ha tenuto una tavola rotonda sulla lotta contro l'epidemia di allergie.

L'Organizzazione mondiale della sanità ha definito il secolo un secolo di allergie e la malattia stessa è un'epidemia. Secondo l'OMS, dal 2001 al 2010, il numero di persone allergiche nel mondo è aumentato del 20%. Entro il 2025, l'OMS ritiene che il 50% della popolazione mondiale soffrirà già di questo disturbo. Ora, secondo l'Accademia europea di allergologia e immunologia clinica (EAACI), ci sono già 150 milioni di persone allergiche croniche in Europa.

Oggi possiamo parlare in modo sicuro della natura pandemica della diffusione delle allergie.

Come contrastare questa minaccia e rafforzare l'immunità negli adulti e nei bambini?

Ecco cosa ha detto Vera Afanasevna Revyakina, capo del dipartimento di allergologia del National State Budget Scientific Institution Scientific Research Institute of Nutrition, dottore della più alta categoria, professore, dottore in scienze mediche: “Il problema dell'allergia è globale - questo è evidenziato sia dalle statistiche ufficiali che dai risultati di studi epidemiologici scientifici. Ogni anno cresce il numero di pazienti affetti da malattie allergiche, il nostro genotipo sta cambiando. Le malattie allergiche sono di natura sistemica: colpiscono gli occhi, il tratto respiratorio superiore, il tratto respiratorio inferiore, la pelle e il tratto gastrointestinale. Quasi tutto il corpo soffre "

Manina Irina Vladimirovna, capo medico dell'Institute of Allergology and Clinical Immunology, Ph.D., ha sottolineato che in molte città del nostro paese non ci sono attrezzature per rilevare i sintomi delle allergie e ha anche espresso serie preoccupazioni per il peggioramento della salute della nazione: “... questo non è solo un problema stagionale. C'è una tendenza ad un forte aumento del numero di pazienti che soffrono di allergie in tenera età - da 2-3 anni. Nei bambini di età, la forma di allergie può cambiare radicalmente. Il problema porta alla disabilità, all'impossibilità di allenarsi. "

Dottore in scienze biologiche, il microbiologo Chubatova Svetlana Alexandrovna ha parlato della necessità di ridurre il carico sull'apparato respiratorio nelle grandi città con scarsa ecologia: “Abbiamo lavorato su questo tema da molto tempo. E meglio che lucidare la pioggia e l'ambiente dalla città, non è stato inventato nulla. Il principio degli strumenti innovativi che offriamo oggi per l'uso è la deposizione di ciò che è in uno spazio limitato. La combinazione di medicina tradizionale, medicina antica e moderne tecnologie ci ha permesso di preparare preparati che riducono il carico sull'apparato respiratorio... Quindi, lo precipitiamo dall'area di respirazione e saturiamo lo spazio con quei componenti attivi che sono fisiologicamente vicini a noi e che sono stati usati dagli umani per milioni di anni di vita sulla terra con le piante. ”

Ciò che le madri devono sapere sulle allergie nei bambini

L'allergia è un problema medico e sociale globale. La sua prevalenza in tutto il mondo sta crescendo ogni anno e raddoppia circa ogni 10 anni, ogni terza persona sulla Terra ha una qualche forma di allergia..

L'allergia è un problema medico e sociale globale. La sua prevalenza in tutto il mondo sta crescendo ogni anno e raddoppia circa ogni 10 anni, ogni terza persona sulla Terra ha una qualche forma di allergia..

Se questa tendenza persiste, entro il 2015, secondo l'OMS, la metà degli abitanti del continente europeo soffrirà di allergie in una forma o nell'altra. La situazione con l'incidenza dei bambini rimane minacciosa. Circa ogni quarto o quinto bambino soffre di manifestazioni allergiche. Oggi in Russia, dal 20 al 30% dei bambini di età inferiore a un anno è allergico. Inoltre, i bambini nelle cui famiglie sono già stati registrati casi di allergie sono a rischio aumentato. Quindi, se uno dei genitori soffriva di allergia, il rischio del suo sviluppo in un bambino raggiunge il 37%, se entrambi erano malati, allora la probabilità di ereditare allergie aumenta al 62%.

I fattori che contribuiscono allo sviluppo delle allergie sono la predisposizione ereditaria, gli effetti ambientali negativi, in particolare la nutrizione della madre durante la gravidanza, l'allattamento e la nutrizione durante l'infanzia, le malattie del tratto gastrointestinale, i disturbi della sfera psico-emotiva.

Molto spesso, i bambini piccoli soffrono di allergeni alimentari, in particolare le proteine ​​del latte vaccino. In futuro, con l'introduzione di alimenti complementari e l'espansione della dieta, sono collegati altri allergeni alimentari, nonché domestici ed epidermici (polvere domestica, peluria di piume e cuscini, peli di animali), gli allergeni da polline non sono meno importanti..

Le malattie allergiche che si verificano sotto l'influenza di allergeni ambientali includono asma bronchiale, rinite allergica, febbre da fieno, orticaria allergica ed edema di Quincke, dermatite atopica, shock anafilattico, malattia da siero, alveolite allergica esogena, dermatite allergica da contatto. Gli allergeni in diversi periodi di età possono essere diversi e anche le manifestazioni delle allergie cambiano. I bambini hanno la cosiddetta "marcia atopica", cioè sono caratterizzati dalla transizione di varie forme di allergie l'una dall'altra. Se i bambini piccoli sono inclini a manifestazioni cutanee (dermatite atopica), in età avanzata vengono diagnosticate più spesso patologie dell'apparato respiratorio: rinite allergica e asma bronchiale.

Orticaria acuta ed edema di Quincke. L'orticaria è caratterizzata da eruzioni cutanee pruriginose in tutto il corpo, che ricordano le punture di zanzara o una reazione a un "bruciore" di ortica. Le vesciche sorgono rapidamente e passano anche rapidamente. Queste sono reazioni dei vasi cutanei. L'orticaria manifesta spesso allergie alimentari e farmacologiche. L'edema di Quincke può accompagnare l'orticaria, una malattia in cui labbra, guance e orecchie si gonfiano rapidamente. Con il gonfiore della lingua e il gonfiore vitreo della laringe, la voce del bambino cambia (hoarsens), è difficile per lui deglutire. I meccanismi del loro sviluppo sono spesso gli stessi. Va notato che in molti casi l'orticaria può essere anallergica e sintomo di una varietà di malattie.

Pollinosi (febbre da fieno, rinite allergica). Nei bambini che soffrono di questa malattia, durante il periodo di fioritura delle piante, gonfiore, dolore, lacrimazione, naso gonfio e voce nasale. Starnutiscono costantemente, abbondante secrezione acquosa dal naso. Il naso stesso è soffocante e pruriginoso, rendendo difficile la respirazione.

Dermatite atopica. Eruzioni cutanee pruriginose compaiono sulla pelle del viso, del tronco, degli arti. Il bambino diventa irrequieto, lunatico. Senza un trattamento adeguato, l'eruzione cutanea non scompare per molto tempo. La pelle diventa secca e ruvida, desquamata. Un ruolo importante nello sviluppo della dermatite atopica è giocato dalle allergie alimentari e dalle infezioni. I batteri intestinali e i funghi simili a lieviti colonizzano la pelle e la mucosa intestinale, forme di disbiosi intestinale, che migliora le manifestazioni di dermatite. Va sottolineato che la dermatite atopica non è solo una malattia della pelle locale, ma la sofferenza di tutto l'organismo.

Di recente, nella struttura generale delle malattie allergiche, la dermatite atopica ha occupato un posto crescente. Secondo le statistiche ufficiali in Russia, questa malattia è stata diagnosticata in 1290 persone per 100 mila della popolazione intervistata, che è 2-3 volte superiore rispetto al 1970-1980.

Allergia alle medicine. L'allergia ai farmaci è associata agli effetti collaterali dei farmaci. Qualsiasi farmaco può agire come allergene. Molto spesso, le reazioni allergiche sono causate da antibiotici penicillinici, sulfamidici, anestetici locali (novocaina), multivitaminici.

L'asma bronchiale è una malattia in cui si verificano reazioni allergiche sulla mucosa dei bronchi. Le manifestazioni iniziali dell'asma possono essere una tosse secca dolorosa, respiro sibilante e rumoroso. Con la progressione della malattia, mancanza di respiro, compaiono attacchi di asma. Il ruolo principale nello sviluppo dell'asma è svolto dagli allergeni domestici ed epidermici. Molti pazienti alla fine sviluppano la cosiddetta iperresponsività non specifica dei bronchi, quando il contatto con un allergene non è più necessario per un'esacerbazione della malattia e talvolta sono sufficienti un piccolo sforzo fisico, stress psicoemotivo o un brusco cambiamento di temperatura. La manifestazione più grave di asma bronchiale - stato asmatico - può persino essere fatale.

Complicanze delle malattie allergiche

Complicanze dell'orticaria: miocardite, glomerulonefrite. Particolarmente pericoloso è il gonfiore vetroso della laringe, che può portare a una grave asfissia (soffocamento). Ignorare l'orticaria nella speranza che l'allergia non duri a lungo è ingiustificato, poiché (l'orticaria) è il primo segnale di shock anafilattico.

Le allergie ai farmaci possono verificarsi nelle lesioni della pelle e degli organi interni (fegato, reni, sistema respiratorio, ecc.). Con lo sviluppo di shock anafilattico, manifestato da una diminuzione della pressione sanguigna e da una compromissione della coscienza, è possibile un esito fatale.

È anche importante sapere che i pazienti con dermatite atopica, in particolare quelli che sono comparsi per la prima volta durante l'infanzia e sono sopravvissuti dopo la pubertà, sono ad alto rischio di sviluppare altre malattie allergiche, tra cui le più gravi: l'asma bronchiale. Si ritiene che questo rischio raggiunga il 25% o anche di più. Un'altra malattia allergica spesso associata a dermatite atopica è la rinite allergica, che contribuisce alla formazione di malattie acute e croniche del tratto respiratorio superiore e dell'orecchio. Se la dermatite nell'infanzia (il primo stadio è chiamato diatesi essudativa-catarrale) non viene trattata, è molto probabile che la malattia si trasformi nel corso degli anni nella fase successiva: la neurodermite. O servirà da sfondo per l'adesione di altre malattie allergiche, come la bronchite asmatica, l'asma bronchiale, la febbre da fieno, ecc..

La presenza di rinite allergica, congiuntivite, dermatite, nonché malattie allergiche nei parenti (rinite, congiuntivite, eczema, asma bronchiale) indicano una predisposizione allo sviluppo dell'asma bronchiale..

Prevenzione e riduzione delle malattie allergiche

La pelle delicata dei bambini ha bisogno di cure particolari, perché è più volte più sottile della pelle di un adulto. Il contatto con pannolini e pannolini spesso provoca irritazione e il bagno regolare rende la pelle del bambino secca. Pertanto, si dovrebbe prestare particolare attenzione all'igiene dei bambini..

Affinché la pelle del bambino sia sana, asciutta e pulita, è necessario prendersi cura adeguatamente del bambino. Qualsiasi irritazione è più facile da prevenire che da trattare. Pertanto, è molto importante e necessario eseguire regolarmente procedure igieniche, nonché utilizzare prodotti speciali per aiutare a mantenere la pelle del bambino pulita e confortevole..

I seguenti sono più comunemente usati per la cura della pelle del bambino:

  • creme protettive, nutrienti e idratanti,
  • prodotti da bagno (crema di sapone, schiuma, gel),
  • shampoo,
  • salviette per neonati.

Quando scegli i cosmetici, acquistane uno creato per i bambini fin dai primi giorni di vita. Esiste una serie di cosmetici speciali adatta ai più piccoli inclini alle allergie: questa è la produzione di "Eared Nannies". La serie include i prodotti più ricercati che aiuteranno la mamma a prendersi cura della pelle e dei capelli di un bambino dal momento in cui è nato e per tutto il periodo della crescita. Ciascuno degli strumenti di questa serie ha un'azione diretta e in combinazione si completano e si rafforzano a vicenda. Creme, shampoo, salviette detergenti e detergenti per bucato per i più piccoli sono creati sulla base di ricette moderne utilizzando ingredienti naturali tradizionali per i cosmetici per bambini: olio di calendula, olio di pesca, alfa bisabololo naturale, estratti di spago, melone, pesca, pompelmo, ecc. La ipoallergenicità di tutti i prodotti della collezione Eared Nanny è stata confermata da RosNIIITO che prende il nome R.R. Vredena (San Pietroburgo).

La serie Eared Nanny è stata creata da Nevskaya Cosmetics. Nel corso dei 170 anni della sua esistenza, questa azienda ha giustamente guadagnato la fama di un noto produttore di cosmetici. Tutti i prodotti dell'azienda sono certificati nei principali centri di ricerca e soddisfano i criteri più rigorosi per la valutazione della qualità dei prodotti.

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.

Allergia: una pandemia del 21 ° secolo

“C'è un aumento del numero di malattie allergiche, principalmente causate dal cibo; se il 20% della popolazione soffriva di allergie 20 anni fa, questa cifra è raddoppiata e entro il 2025, secondo le previsioni, raggiungerà il 50%; se le pandemie del XIX e XX secolo erano malattie virali e batteriche, nel presente secolo si tratta di malattie infiammatorie e non trasmissibili come le allergie ”, ha affermato Arantza Vega, coordinatrice dell'Associazione spagnola di allergologia e immunologia clinica (Seiac). L'Organizzazione mondiale della sanità elenca le allergie tra le sei patologie più comuni. Inoltre, è una malattia cronica che è più comune nell'infanzia..

Non è così facile stabilire la frequenza di varie malattie allergiche, poiché c'è una differenza nei risultati di diversi studi e aree geografiche, ma ci sono statistiche di visite ad allergologi e casi di cure di emergenza.

Secondo Vega, i casi di cure mediche di emergenza per i bambini che hanno una reazione allergica al cibo sono aumentati del 350% negli ultimi anni e i casi di allergie infantili ai medicinali sono aumentati del 150%. Più della metà di tutte le visite agli allergologi è causata dall'infiammazione della mucosa nasale; 23% - asma; 17% - con medicine. Per quanto riguarda le allergie alimentari, si stima che ne soffrano quasi il 5% dei bambini e poco meno del 2% degli adulti. Se nel 1992, le consultazioni mediche su questo rappresentavano il 4%, quindi nel 2005 - 7,4%.

"In base all'esperienza della nostra consultazione, possiamo accertare la crescita di tutte le malattie allergiche e, sebbene l'infiammazione della mucosa nasale (rinite) e l'asma siano le più comuni, la crescita di coloro che causano cibo è di grande preoccupazione, perché provocano una reazione molto acuta, fino allo shock anafilattico con esito fatale. E se prima accadeva molto raramente, ora vengono osservati quotidianamente ", afferma Marta Ferrer, capo del dipartimento di allergologia della clinica dell'Università di Navarra.

La sua preoccupazione è in gran parte dovuta al fatto che gli esperti non conoscono con certezza le ragioni di un così rapido aumento delle malattie allergiche, né possono capire perché le persone che non hanno avuto reazioni allergiche da 10 anni diventino improvvisamente allergiche a 30 anni, 40 o 50 anni.

Numerose ragioni. L'allergia contiene una componente ereditaria molto importante. “Se una persona ha parenti che hanno allergie, la probabilità di sviluppare una malattia allergica è del 30%. Se questi sono genitori, questo indicatore raddoppia ”, sottolinea Ferrer. Ma la questione non è solo nei geni e, inoltre, non sono cambiati negli ultimi 20 anni. Gli allergologi sospettano che sia l'epigenetica, cioè la capacità dell'ambiente di influenzare il DNA, attivando alcuni geni e attenuandone altri. Questo è uno dei motivi per l'aumento del numero di persone allergiche. "Ci sono cambiamenti genetici causati dall'ambiente che abbiamo attivamente impattato e inquinato negli ultimi 20 anni. Siamo più sensibili al fumo di tabacco, la nostra struttura nutrizionale è cambiata, ci stiamo intromettendo sulla crescita naturale delle piante. Tutto ciò ha un impatto diretto su di noi, sui nostri geni e cambiamenti simili possono andare alla prossima generazione ”, afferma il rappresentante ufficiale dell'Associazione spagnola di allergologia. E ricorda che nel corso di vari studi è stato rivelato che sia il fumo della madre durante la gravidanza che i fumi di scarico delle auto causano un cambiamento nella struttura genetica del feto, che aumenta il rischio di asma nell'infanzia.

Vega sottolinea inoltre che un cambiamento nella dieta quando le persone hanno iniziato a mangiare meno frutta, verdura ed erbe e più cibi ricchi di grassi e carboidrati, a sua volta, ha portato a un cambiamento nella flora dello stomaco, causando così disturbi nel nostro sistema immunitario. Questo, a sua volta, provoca uno squilibrio interno che influenza la risposta del corpo agli allergeni. “Mangiare verdure, cipolle, aglio, pesce azzurro, nonché acido folico, selenio, zinco e vitamine contribuisce alla formazione di una flora intestinale favorevole. Se siamo limitati ai soli prodotti arricchiti, agiamo sui linfociti e sul sistema immunitario ", spiega l'allergologo..

Se parliamo di allergie alimentari, i progressi della biologia molecolare, nel determinare la molecola che provoca allergie, hanno dimostrato che alcune proteine ​​allergeniche, in particolare le proteine ​​lipidiche, svolgono un ruolo protettivo nelle piante. È stato anche suggerito che alcuni alberi e piante producano più proteine ​​trasportatrici lipidiche in risposta al degrado ambientale (inquinamento, fertilizzanti chimici, ecc.) E alle situazioni stressanti (sovrapproduzione) a cui sono esposti. L'aumento del contenuto proteico dei trasportatori lipidici nel polline, nella frutta e nelle erbe, secondo gli esperti, può causare una reazione protettiva del corpo umano. Anna Cisteró, capo del dipartimento di allergologia dell'Ospedale universitario Quirón Dexeus, afferma che questa è una delle molte versioni di cui discutono gli allergologi. Si basa su un'analisi di un aumento dei casi di allergia al polline di banana a Barcellona, ​​che ha dimostrato che gli alberi erano malati e ciò avrebbe potuto indurli a produrre più proteine ​​trasportatrici lipidiche per la protezione. Il medico sottolinea che se una tale reazione della pianta porta ad un aumento del numero di malattie allergiche, ciò sarà una conseguenza di molti altri fattori combinati. In particolare, l'aumento del contenuto di gas di scarico nell'atmosfera contribuisce all'entrata di polline nel naso e nei bronchi e il sistema immunitario di molte persone è stato interrotto a causa dell'uso prolungato di antibiotici. Martha Ferrer, a sua volta, ritiene che un'altra ipotesi plausibile che spieghi la crescita delle malattie allergiche sia legata all'igiene. Ciò conferma il fatto che nei bambini della DDR che sono meno colpiti da malattie allergiche rispetto ai loro coetanei dalla Germania, dopo l'unificazione del paese e i cambiamenti dello stile di vita, è stato notato un aumento dell'asma, dell'infiammazione della mucosa nasale e delle allergie alimentari. "È generalmente accettato che lo stile di vita dei bambini nei paesi sviluppati - sono vaccinati contro tutte le malattie, vivono in case senza contatto con i batteri presenti nel terreno e sugli animali, sono sterilizzati da tutto, compresi i capezzoli - portando a cambiamenti nel loro sistema immunitario di conseguenza il corpo del bambino percepisce la sostanza ordinaria come dannosa ", afferma. Questa ipotesi si basa anche sul fatto che è meno probabile che si verifichino allergie nei bambini che vivono nelle aree rurali, giocando con gli animali, allevati con animali domestici o avendo fratelli o sorelle più grandi. Per quanto riguarda le allergie alimentari nei bambini, Ferrer afferma che alcuni esperti attribuiscono il suo forte aumento ai modi e ai tempi della nutrizione dei bambini. "Nel Regno Unito, uno studio molto interessante è stato condotto con un ampio contingente di bambini a cui vengono somministrate noccioline e una dieta completa fin dai primi mesi di vita, per poi osservare se l'inizio di un pasto influenza lo sviluppo di allergie", afferma..

Naturalmente, l'ambiente influisce anche sulla probabilità di allergie, perché, a seconda del luogo in cui una persona vive, è esposto a un certo tipo di polline e livello di umidità; mangia alcuni cibi. In Spagna, l'asma è molto più comune nelle zone costiere e insulari e varia dall'1% al 5% della popolazione.

Diagnosi dettagliata. Molte persone, tra cui alcuni medici, correlano le allergie a processi spiacevoli, ma allo stesso tempo banali. Tuttavia, le allergie impongono alcuni limiti alla vita di tutti i giorni, causando interruzioni nel sonno e talvolta comportano persino una minaccia alla vita. Rinite, asma e orticaria, ad esempio, si intensificano di notte e rendono difficile il sonno. Cioè, coloro che soffrono di infiammazione della mucosa nasale hanno un rischio doppio di interrompere i movimenti respiratori durante il sonno o la sonnolenza durante il giorno, il che a sua volta aumenta il rischio di incidenti, secondo gli allergologi. Pertanto, ti consigliano di consultare uno specialista, fare una diagnosi accurata delle allergie e iniziare il trattamento.

“In 10 anni, i metodi diagnostici hanno subito cambiamenti significativi. La diagnostica molecolare è in corso. Non è sufficiente per noi sapere che una certa persona è allergica al melone, proviamo a scoprire su quale specifica proteina del melone, per scoprire quale effetto ha, e verificare anche la sua presenza in altri prodotti che possono causarlo in allergia ", sottolinea Arantsa Vega. E spiega che, ad esempio, in una persona un'allergia può essere causata dalla profilazione della pesca, e in un'altra - un trasportatore proteico di lipidi di pesca. “Il primo sentirà una sensazione di bruciore o infiammazione in bocca se mangia una pesca fresca, sciroppata o cotta al forno, ma in primavera sarà probabilmente allergico al polline. Il secondo, dopo aver mangiato una pesca fresca, all'inizio non sente nulla, ma successivamente può avere una reazione acuta sia nel caso della pesca fresca, sia in sciroppo o cotto. Cioè, è importante conoscere la specifica molecola di allergene prima di procedere con il trattamento del primo e del secondo ", chiarisce.

Con l'aiuto di una tale diagnosi molecolare, è stato scoperto che ci sono molte reazioni allergiche incrociate al polline e agli alimenti a base vegetale che condividono le proteine. Ha anche aiutato a spiegare perché molti adulti che avevano precedentemente tollerato il buon cibo improvvisamente hanno iniziato a sentirsi girare la testa, soffocare o semplicemente non stare bene quando li assumevano. "Abbiamo visto che ci sono allergeni che, in combinazione con altri fattori, come l'attività fisica, l'uso di farmaci antinfiammatori o alcolici, migliorano la reazione. E se studi attentamente la storia medica di un paziente a cui viene diagnosticata un'allergia al cibo per adulti, si scopre che molti anni fa ha avuto una strana reazione del corpo durante le vacanze, quando, apparentemente, i fattori di attività fisica (danza) e alcool. E nel corso del tempo, l'allergia ha iniziato a manifestarsi sempre più chiaramente, e ciò che all'inizio potrebbero essere stati solo orticaria o dermatite da contatto ha assunto la forma di una reazione anafilattica acuta ", spiega il Dott. Sistero.

Marta Ferrer chiarisce che ora la diagnosi tiene conto della storia medica, dei risultati dei test cutanei, durante i quali vengono iniettati vari allergeni nella pelle per scoprire se provocano una reazione, nonché di uno speciale esame del sangue per la presenza di anticorpi delle proteine ​​allergene. "A differenza della credenza diffusa, questi studi vengono condotti a qualsiasi età, anche nei bambini", sottolinea..

Vaccini personali Significativamente cambiato e il trattamento delle allergie. Non molto tempo fa, alla maggior parte dei soggetti allergici è stato consigliato di evitare ciò che ha causato la sua reazione allergica. Gli allergologi stanno ora perseguendo una politica fondamentalmente diversa: dare gradualmente alla persona quel cibo o esporlo alla sostanza che lo provoca all'allergia, in modo che il sistema immunitario si abitui e alla fine inizi a percepire, cioè, in modo che il paziente sia guarito.

Quando si tratta di cibo, l'allergologo prescrive dosi molto ridotte della loro assunzione, che aumentano gradualmente. "Questo metodo viene solitamente applicato al latte e alle uova e, dopo diversi anni di trattamento, si ottiene che il 70% dei bambini con allergie a questi prodotti può mangiarli senza restrizioni", spiega Ferrer.

Il dott. Vega, che lavora presso l'Associazione spagnola di allergologia e immunologia clinica (Seiac), è sicuro che questa immunoterapia orale abbia cambiato in modo significativo la qualità della vita dei soggetti allergici: "Abbiamo fatto in modo che i genitori non debbano più avvertire costantemente i loro bambini di cinque anni di non bere latte, yogurt, non avrebbero mangiato accidentalmente un panino visitando il loro amico, perché potrebbe esserci del formaggio, in modo da avere sempre medicine con loro se improvvisamente mangiassero una torta o una pizza. Molti di questi bambini possono già bere un bicchiere di latte senza paura e senza rischi, il che significa un grande miglioramento nelle loro vite e nei rapporti con altre persone "..

Il meccanismo di neutralizzare le allergie. In altre parole, l'immunoterapia orale viene utilizzata sia per sviluppare un vaccino contro le allergie ai pollini sia per il veleno di api o vespe. "Gli estratti di zecche, polline o veleno vengono assunti a piccole dosi fino a quando il sistema immunitario non ritorna normale", afferma il dottor Ferrer, aggiungendo che il vaccino contro il morso di api e vespe inizia ad avere un effetto evidente dopo 3-5 anni, quindi L'efficacia arriva con i vaccini contro polline e zecche. "Il vaccino contro le allergie da zecca dà un risultato positivo nell'85% dei casi, poiché alcune persone hanno diversi tipi di reazioni allergiche. In questo caso, è necessario identificare l'allergene predominante. È molto importante determinare se il paziente ha qualche miglioramento durante il primo anno di trattamento. In caso contrario, è necessaria una nuova diagnosi. Se ci sono segni di miglioramento nel primo anno di trattamento, nel terzo, di norma, i sintomi allergici del paziente scompaiono praticamente ", afferma Anna Sistero. Aggiunge che un vaccino per neutralizzare le allergie alla nocciola è stato testato con successo nel suo dipartimento di allergologia e ora stanno lavorando a un vaccino antiallergico per le pesche. "L'immunoterapia orale dovrebbe dare risultati in tutti i casi in cui esiste una diagnosi molto accurata, ma se non ci sono miglioramenti nel primo anno, è inutile usare il vaccino per otto anni", avverte il capo del dipartimento di allergologia dell'ospedale universitario Quirón Dexeus. Vengono anche utilizzati vaccini che neutralizzano le allergie a cani e gatti. I trattamenti di successo vanno dal 20% al 50%. La maggior parte dei vaccini sono selezionati individualmente per ciascun paziente in base alla diagnosi molecolare..

Allergia respiratoria I casi di infiammazione della mucosa nasale e dell'asma continuano a crescere e sono le malattie allergiche più comuni. Gli allergologi ritengono che il 21% degli spagnoli soffra di rinite, mentre la rinite è presente anche nel 75% degli asmatici, ma non lo avvertono sempre perché l'asma ha sintomi più gravi e gravi. La causa di queste reazioni allergiche sono principalmente le zecche, la polvere domestica e il polline degli alberi, anche se gli allergeni possono variare a seconda della geografia del luogo e del periodo dell'anno. "In inverno c'è stato un aumento significativo delle allergie al polline di banani e cipressi, specialmente in zone come la Catalogna, dove vengono coltivate come specie ornamentali di alberi. E in aprile-maggio in Andalusia ci sono molti casi di allergie alle olive in fiore. Ma il maggior numero di reazioni allergiche si osserva nei cereali tra maggio e giugno. Allo stesso tempo, nelle zone costiere, nelle Isole Canarie e delle Baleari, non ci sono quasi allergie ai cereali, ma molte zecche a causa dell'alta umidità e della maggiore concentrazione di questo tipo di insetto ", spiega Marta Ferrer, capo del dipartimento di allergologia presso la clinica dell'Università della Navarra. I vaccini sono attualmente disponibili per alleviare o curare i sintomi allergici del polline di ulivi, ceneri, ortiche, cereali e due tipi di zecche.

Allergia agli insetti. Dal 15% al ​​25% della popolazione soffre di allergie alle punture di api e vespe e in alcuni casi la reazione assume una forma acuta. L'immunoterapia con veleno di insetto dà il risultato nella maggior parte dei casi dopo 3-5 anni di trattamento.

Allergia agli anisaki. Gli allergologi avvertono che negli ultimi anni sono emerse allergie a questi parassiti dei pesci, apparentemente a causa del fatto che molte persone sono abituate a congelare pesci crudi o in salamoia, in particolare le acciughe nell'aceto, prima di mangiare. A volte i sintomi di questa allergia sono confusi con la gastroenterite e in alcuni casi provoca una reazione anafilattica acuta.

Allergia agli animali domestici. Molto spesso, animali domestici, cani, gatti e cavalli sono allergici. I gatti rappresentano il caso più difficile, poiché i loro allergeni sono presenti nell'aria per un massimo di sei mesi, in modo che una persona possa sviluppare una reazione allergica a un gatto che non ha visto nei suoi occhi e che non è stato in casa per diversi mesi. L'immunoterapia non dà sempre il risultato desiderato, le allergie da ricaduta sono possibili nel tempo.

Allergia alle medicine. Si classifica al terzo posto in termini di numero di visite agli allergologi, tuttavia, gli esperti ritengono che solo il 6% al 10% dei casi di una reazione negativa ai farmaci possa essere attribuito alle allergie. A volte la reazione si verifica entro la prima ora dopo l'assunzione del medicinale, in altri casi dopo un periodo più lungo, spesso in forma grave, che richiede cure mediche immediate. Per la maggior parte delle persone allergiche ai farmaci, il trattamento è di astenersi dal prenderlo. Se stiamo parlando di farmaci indispensabili nel trattamento di alcune malattie, a volte viene utilizzato un metodo per neutralizzare le allergie in modo che una persona si abitui al farmaco.

Allergia al lattice. L'unica allergia la cui frequenza è diminuita negli ultimi anni a causa della decisione di interrompere l'uso in serie dei guanti in lattice da parte di professionisti medici, in particolare guanti con polvere, aiuta a mantenere le particelle di lattice in sospensione nell'aria, entrando nel tratto respiratorio. Gli allergologi, tuttavia, avvertono: la metà dei pazienti allergici al lattice provoca anche una reazione allergica agli alimenti di origine vegetale, in particolare castagne, banane, avocado, kiwi e altri frutti tropicali.

Allergia al cibo. È stata lei ad essere particolarmente aggravata e cresciuta negli ultimi anni. Qualsiasi alimento può agire come allergene, ma tra i bambini di età inferiore ai cinque anni il latte e le uova causano spesso allergie e nei bambini più grandi frutta, arachidi e frutta secca. In qualcuno, causano allergie cutanee con eruzione cutanea, bruciore o infiammazione sulle labbra o sulla bocca. Questi sintomi di solito compaiono entro i primi 15 minuti dopo aver mangiato. In altri casi, i sintomi allergici comprendono vomito, mal di stomaco o diarrea. Nei casi più gravi, può verificarsi perdita di coscienza. Secondo gli esperti, un'allergia ai frutti si osserva più spesso dopo l'adolescenza e, di norma, alle pesche, anche se alcuni non tollerano kiwi, mango, ananas, melone, anguria o avocado. Di verdure ed erbe, le allergie sono spesso causate da pomodori, seguiti da lattuga, carote, sedano e cavolo. In Spagna, ci sono spesso casi di allergie a verdure ed erbe. La metà delle reazioni allergiche alle arachidi è grave e può essere fatale. È stato stabilito che le reazioni allergiche alle arachidi e alle pesche (hanno lo stesso tipo di proteine) spesso coincidono, procedendo in forma grave. Tra i frutti secchi, l'allergia alla nocciola dovrebbe essere evidenziata. Nella parte centrale e settentrionale della Spagna si osservano spesso allergie ai pesci..

Alcune delle reazioni allergiche al cibo si verificano solo se combinate con altri fattori, come l'attività fisica, l'alcol o l'ibuprofene. La neutralizzazione delle allergie, che comporta l'assunzione di dosi allergeniche di allergene sotto la supervisione di un allergologo per sviluppare resistenza, è attualmente il trattamento più comune ed efficace.

I materiali di InoSMI contengono stime di media esclusivamente stranieri e non riflettono la posizione della redazione di InoSMI.

"Epidemia" del XXI secolo: perché si verificano allergie

Nel mondo c'è un aumento significativo delle malattie allergiche, specialmente tra i residenti urbani. Gli esperti di Rostec hanno parlato del motivo per cui si verificano allergie, quali tipi di allergie sono più comuni e che scienza può offrire attualmente per il trattamento..

Ogni decimo

Gli esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità hanno profetizzato all'umanità nel 21 ° secolo una "epidemia" globale di allergie. Già ora il 10-15% della popolazione della Russia, secondo le statistiche ufficiali, è allergica. In alcuni paesi, questa cifra raggiunge il 30% o più. Ma un secolo fa, le allergie non erano così comuni. Ad esempio, quando nel 1828 il dottore inglese John Bostock decise di descrivere i sintomi della febbre da fieno, riuscì a trovare solo 27 pazienti nelle cliniche di Londra. Il termine "allergia" venne utilizzato dai medici nel 1916 con l'archiviazione del pediatra austriaco Clemens von Pirke. La crescita esplosiva dell'incidenza iniziò con generazioni nate dopo il 1960..

Guerra senza causa

Le malattie allergiche si verificano a causa di un malfunzionamento del sistema immunitario. Normalmente, dovrebbe proteggere il corpo dalle infezioni e dalle sue cellule "sbagliate", ma allo stesso tempo trattenersi senza iniziare una "guerra" senza motivo.

“Per alcune persone, l'immunità diventa paranoica e vede il pericolo dove non lo è davvero. Reagisce alle sostanze innocue e ai tessuti del corpo come agenti patogeni. Si stanno sviluppando reazioni di ipersensibilità ", afferma Ph.D. in Chimica, capo del dipartimento allergeni e prodotti sanguigni, NPO Mikrogen (il principale produttore di farmaci per il trattamento e la diagnosi di allergie in Russia sotto la gestione dell'azienda Natsimbio della Rostec State Corporation) Irina Efimova.

Le reazioni di ipersensibilità sono di vario tipo, a seconda dei componenti del sistema immunitario coinvolti. Ad esempio, secondo la classificazione di Jell e Coombs, le reazioni allergiche sono suddivise in anafilattico (tipo I), citotossico (tipo II), immunocomplesso (tipo III) e cellulo-mediato (tipo IV).

La parola "allergia" è spesso intesa come reazione di tipo I: anafilattica. Si presentano così. Il corpo è in contatto con antigeni. In risposta alle interazioni con un antigene, le cellule immunitarie producono anticorpi di classe E. Gli anticorpi si attaccano alla superficie dei mastociti (un tipo di globuli bianchi) presenti nei tessuti..

I mastociti sono una sorta di "bombardieri pesanti", contengono "gusci" - granuli con mediatori di reazioni allergiche e infiammatorie, principalmente istamina. Dopo che le immunoglobuline E si sono attaccate ai mastociti, si è verificata la sensibilizzazione. L'antigene con cui il corpo ha contattato diventa un allergene per esso.

In condizioni normali, l'istamina è responsabile di molte funzioni del corpo. Il suo lavoro riguarda il sistema vascolare, il tratto digestivo, il sistema respiratorio e i processi di riproduzione. Tuttavia, l'eccessivo accumulo di istamina porta allo sviluppo di processi patologici. Ad un secondo incontro con l'allergene, i mastociti iniziano a bombardare - rilasciano istamina e altri mediatori infiammatori.

La formula chimica dell'istamina / © ru.wikipedia.org

Una reazione infiammatoria si sviluppa con tutti i suoi segni caratteristici: edema, arrossamento, dolore, febbre, compromissione della funzionalità dei tessuti interessati. Di solito la reazione si verifica rapidamente - 5–20 minuti dopo l'esposizione all'allergene.

Cosa c'entra il fieno?

I sintomi delle reazioni allergiche sono diversi a seconda del tipo di allergene, delle modalità di penetrazione nel corpo, degli organi coinvolti, delle caratteristiche individuali di una persona. In alcune persone, i sintomi sono appena percettibili, altri causano notevoli sofferenze e alcuni sono potenzialmente letali. Diverse sostanze possono diventare allergeni. Molto spesso si sviluppano reazioni a polline, cibo e medicine, polvere, animali domestici, punture di insetti, muffe, lattice.

Tra tutte le malattie allergiche, la rinite allergica più comune. Si manifesta sotto forma di naso che cola, scarico abbondante dal naso, prurito, starnuti. La rinite allergica è stagionale - quando i sintomi si verificano in determinate stagioni, durante la fioritura delle piante in risposta al loro polline. Questa allergia si chiama febbre da fieno..

Esiste anche il termine obsoleto "febbre da fieno", sebbene in realtà il fieno, nel complesso, non abbia nulla a che fare con esso (come il termine febbre stesso). Le persone hanno notato che si verificano allergie durante la fioritura delle rose e la fienagione, quindi hanno ritenuto che la causa della malattia fosse l'erba appena tagliata. Da qui il nome.

Se i sintomi ti infastidiscono tutto l'anno, parla della rinite tutto l'anno. Molto probabilmente, gli acari microscopici sono responsabili di polvere domestica, forfora, peli di animali o muffe. Le persone che spesso vengono a contatto con allergeni industriali sul lavoro (di solito aerosol) possono sviluppare rinite allergica professionale. La rinite allergica è spesso accompagnata da congiuntivite allergica (ma può anche svilupparsi separatamente) - prurito, bruciore, arrossamento degli occhi, lacrimazione abbondante.

Le persone hanno notato che si verificano allergie durante il fieno, quindi hanno ritenuto che la causa della malattia fosse l'erba appena tagliata / © photosight.ru

L'orticaria appare come un'ustione di ortica: sotto forma di vesciche rosa che si alzano dalla superficie della pelle, prurito. Molto spesso, si verifica in risposta a determinati alimenti o medicine, punture di insetti, polline e infezioni da elminti. Se i sintomi persistono per più di sei settimane - questa è orticaria cronica, le sue cause sono capite male..

Quando la pelle viene a contatto con prodotti chimici domestici, cosmetici, prodotti per l'igiene, lattice, si può sviluppare dermatite da contatto. Appaiono vesciche, eruzioni cutanee, prurito, sensazione di bruciore. Alcune persone (nei bambini molto più spesso degli adulti) sviluppano dermatite atopica (eczema). La pelle in alcune zone del corpo diventa secca, rossa, irritata, pruriginosa.

Le allergie alimentari si verificano più spesso nei bambini piccoli. In risposta all'uso di determinati prodotti, possono manifestarsi diversi sintomi: vomito, orticaria, tosse, respiro corto, gonfiore della gola e insufficienza respiratoria, vertigini, debolezza, pallore. In alcune persone, le reazioni allergiche si manifestano sotto forma di attacchi di asma: edema e spasmo delle pareti dei bronchi. Si verifica mancanza di respiro, la respirazione diventa respiro sibilante. Spesso l'asma è combinato con la rinite allergica, si sviluppa sullo sfondo.

La reazione più grave e pericolosa per la vita è l'anafilassi. Può svilupparsi in risposta a qualsiasi allergene, dipende dalle caratteristiche individuali del corpo. C'è arrossamento della pelle, un'eruzione cutanea pruriginosa, mancanza di respiro e una sensazione di disagio alla gola. La respirazione diventa rumorosa. Le manifestazioni più gravi sono un calo della pressione sanguigna e una perdita di coscienza (shock anafilattico). Se una persona del genere non riceve immediatamente assistenza medica, potrebbe morire.

Questioni di famiglia

“I meccanismi di sviluppo delle allergie sono ben compresi, cosa che non si può dire delle sue cause. Nel complesso, non è noto il motivo per cui alcune sostanze diventano allergeni più spesso, altre meno spesso, perché alcune persone diventano allergiche, altre no. È stato dimostrato che la storia familiare gioca un ruolo importante: se i tuoi parenti sono allergici, aumentano anche i tuoi rischi. La predisposizione ereditaria del corpo alle reazioni allergiche si chiama atopia ”, osserva Irina Efimova.

Nel 1873, il medico inglese Charles Blackley notò che la febbre da fieno e l'asma sono più comuni tra le persone istruite con un elevato status sociale. Credeva che le allergie sarebbero diventate più comuni con lo sviluppo della civiltà e dell'educazione, e ora questa previsione si sta avverando.

"Anche l '" ipotesi igienica "della crescente prevalenza di allergie è popolare: secondo essa, il mondo moderno è diventato" troppo pulito ". Il corpo di un residente urbano medio ha meno probabilità di incontrare microbi che "addestrano" il sistema immunitario e aiutano a configurarne correttamente il lavoro ", continua Irina Efimova.

Polline di cenere / © Servizio stampa di NPO Microgen

Sebbene questa teoria non sia condivisa da tutta la comunità scientifica, alcuni studi dimostrano che tra le persone che vivono nelle aree rurali, le malattie allergiche sono meno comuni. Ma, a quanto pare, la situazione è in realtà più complicata e la questione non si limita solo alla "purezza". Ci sono altri fattori di rischio associati allo sviluppo della società..

Questo è un soggiorno costante in aree scarsamente ventilate con elevata umidità; molti "depolveratori" in casa: mobili imbottiti, materassi, cuscini, tappeti; esposizione al fumo di tabacco; alloggio vicino autostrade trafficate, imprese; contatto con vari prodotti chimici al lavoro; l'abbondanza di tutti i tipi di "chimica" nelle case moderne.

Attraverso prove e prove

Gli immunologi allergici sono coinvolti nella diagnosi e nel trattamento delle allergie. Durante il primo appuntamento, lo specialista parla con il paziente, chiede dei sintomi, di quando, come e dopo il contatto con quali sostanze compaiono, se ci sono persone nella famiglia che soffrono di reazioni allergiche.

Un metodo semplice, rapido e affidabile per diagnosticare le allergie è il test delle allergie cutanee. I test di scarificazione vengono eseguiti più spesso: vengono applicati diversi graffi sulla pelle a una distanza di 5 cm l'uno dall'altro e su di essi vengono gocciolate soluzioni di vari allergeni. Una soluzione di istamina viene applicata a uno dei graffi (normalmente causerà una reazione allergica in qualsiasi persona sana) e ad un'altra, una soluzione di controllo senza allergeni. Dopo 15-20 minuti, valutare la reazione. Di solito il test viene eseguito immediatamente su un pannello di 15 allergeni..

Se una persona ha una reazione allergica pronunciata, ma i test di scarificazione hanno mostrato un risultato negativo o dubbio, vengono eseguiti test di allergia intradermica. Le soluzioni allergeniche vengono iniettate per via intradermica con un ago e una siringa. Per la diagnosi di dermatite da contatto, viene eseguito un test cutaneo di applicazione (patch test): un cerotto con allergeni viene attaccato sulla pelle intatta e lasciato per 48 ore. Quindi rimuovere la patch e verificare se è comparsa irritazione.

Test delle allergie cutanee / © allergiyas.ru

I test delle allergie cutanee non sono pericolosi, ma non possono essere eseguiti se una persona ha avuto gravi reazioni anafilattiche, durante un'esacerbazione di allergie e altre malattie, gravidanza e allattamento. Se il paziente sta assumendo antistaminici o alcuni altri farmaci, i risultati del test potrebbero essere distorti..

Esistono cosiddetti test provocatori in cui l'introduzione di allergeni viene effettuata direttamente nel corpo, in cui viene determinato lo sviluppo di una reazione allergica. Ad esempio, sotto forma di inalazione. La possibilità di sviluppare reazioni sistemiche durante tali test rende pericolosa questa procedura, quindi viene eseguita solo da un allergologo-immunologo in un ospedale o in una stanza appositamente attrezzata dove c'è tutto il necessario per fermare le reazioni acute.

Un altro metodo efficace per diagnosticare le allergie è un esame del sangue per anticorpi specifici (immunoglobuline di classe E) che vengono prodotti nel corpo per determinati allergeni. È possibile studiare il livello di immunoglobuline specifiche E su un allergene specifico o immediatamente su un pannello allergenico. Tali analisi aiutano a comprendere il meccanismo di una reazione allergica, a determinare l'allergene quando non può essere fatto in altro modo - parlando con il paziente, usando test allergici.

C'è un'uscita

Prima di tutto, si consiglia ai soggetti allergici di evitare il contatto con gli allergeni. Questa è una misura efficace, ma è spesso difficile da seguire. Con le allergie alimentari, semplicemente non puoi mangiare determinati alimenti, ma, ad esempio, proteggerti dal polline non è così semplice. Dovrà sopportare molte restrizioni. Se sei allergico alla lana a quattro zampe e alla forfora, devi abbandonare gli animali domestici e se l'allergene dell'acaro è la causa della polvere domestica, elimina i "depolveratori" domestici ed esegui la pulizia bagnata.

Il trattamento sintomatico più comune per le allergie è l'assunzione regolare di antistaminici. Diventano la salvezza per molti pazienti. Questi farmaci bloccano i recettori dell'istamina e ne impediscono l'infiammazione. Sono buoni perché alleviano rapidamente i sintomi dell'allergia. Ma il problema principale non è risolto: c'è un fallimento nel sistema immunitario, a causa del quale reagisce violentemente a sostanze innocue.

Ad alcuni soggetti allergici vengono prescritti glucocorticosteroidi, analoghi sintetici degli ormoni nella corteccia surrenale. Sopprimono l'attività del sistema immunitario e impediscono ai mastociti di produrre istamina. Il loro effetto è anche temporaneo e possono causare numerosi effetti collaterali, inclusa la soppressione della risposta immunitaria, quindi devono essere presi rigorosamente come indicato e in conformità con le raccomandazioni del medico.

Preparativi prima del controllo delle inclusioni meccaniche / © Servizio stampa di NPO Microgen

Attualmente esiste un trattamento etiotropico, cioè un trattamento mirato alla causa dell'allergia. Questa è un'immunoterapia specifica per allergeni (ASIT). Piccole dosi di allergene vengono introdotte nel corpo, aumentandole gradualmente (iniezione o sublingualmente) e, quindi, abituando gradualmente il sistema immunitario a rispondere adeguatamente a questa sostanza. Il corso del trattamento è progettato per 8-12 settimane, dopo di che si consiglia di ripetere la procedura l'anno prossimo.

Nonostante la durata della terapia, questo è l'unico modo per sbarazzarsi delle allergie per molto tempo - per un periodo da tre a cinque, e in alcuni casi fino a otto anni, e tornare a una vita piena senza restrizioni e farmaci costanti. Attualmente, ASIT viene utilizzato principalmente per allergie a pollini e polvere domestica..

I farmaci per la terapia sono usati prevalentemente russi. Oggi, la maggior parte degli allergeni prodotti in Russia per il trattamento e la diagnosi sono prodotti dalla filiale Stavropol dell'impresa NPO Microgen (gestita dalla holding Natsimbio della Rostec State Corporation). "Allergeni" - questo è il nome del ramo in cui producono, compresi i preparati ASIT - estratti di acqua salata per preparazioni iniettabili.