Cause di allergia alla corona dentale. Sintomi e trattamento

Cliniche

L'odontoiatria nei lunghi anni di esistenza ha fatto un enorme passo avanti e ha aperto molte opportunità. Oggi quasi tutti conoscono le molte opzioni per il trattamento dentale. Ora puoi curare e ripristinare i denti con qualsiasi problema. Ci sono protesi, corone e molto altro, che ti consente di ripristinare l'aspetto estetico di un sorriso.

Uno di questi metodi sono le corone, ma presentano anche degli svantaggi che dovrebbero essere presi in considerazione. Il paziente può essere allergico al materiale presente nelle corone e nelle protesi. Tale problema può verificarsi in ogni persona e non appare immediatamente dopo il trattamento dentale.

Sintomi allergici

Molti sintomi potrebbero non verificarsi a causa dell'installazione di sistemi dentali. Dopo aver chiarito che è la protesi che provoca disagio, è necessario consultare un dentista e consultare perché questo è successo. Il medico dovrebbe condurre una serie di test e identificare la causa del problema. Anche se protesi dentarie raramente accompagnati da reazioni allergiche, i dentisti hanno l'esperienza necessaria per la rapida correzione delle complicanze.

Con una reazione allergica alle corone dentali, può apparire quanto segue:

  • Gonfiore della laringe e dolore;
  • Mangiare è accompagnato da dolore quando si mastica il cibo con un dente restaurato;
  • In molti casi, la salivazione aumenta;
  • Mal di gola seguito da tosse.

Cause di allergia della corona dentale

Se una persona ha un'allergia a una corona o una protesi, prima di tutto, quale componente l'ha provocata. Le corone sono realizzate in metallo, ceramica, polimeri sintetici o cermet. Se viene identificato un componente allergenico, è necessario sostituire la corona..

Trattamento di allergia

Se non è possibile sostituire immediatamente la protesi o l'impianto, è necessario chiedere al proprio medico di prescrivere un antiallergene che eliminerà il disagio causato dal prodotto. Ciò darà al paziente un po 'di tempo per attendere la rimozione del prodotto che provoca allergie..

In caso di minima manifestazione di sintomi allergici o fastidio nell'area della corona, è importante non ritardare la visita dal dentista per non aggravare l'allergia. Se il paziente stesso non sa di essere allergico a qualche componente, non sarà possibile identificarlo immediatamente, dopo qualche tempo appare.

Allergia alla protesi

Durante il periodo di adattamento alla protesi e alle corone, è necessario monitorare attentamente te stesso per capire come va la dipendenza da un oggetto estraneo. Molto spesso il corpo è allergico alla protesi. Questo è un momento estremamente spiacevole e persino pericoloso che deve essere monitorato in tempo..

Il motivo sta nei materiali. La plastica, alcuni tipi di metallo e coloranti provocano un'eruzione cutanea, gonfiore e arrossamento della mucosa. Cosa fare in questi casi? Lo capiremo.

Requisiti della protesi dentaria

Ipoallergenicità è uno dei requisiti principali per strutture rimovibili, corone, perni, linguette del moncone. Le protesi dentarie devono essere durevoli, resistenti a fattori esterni (non cambiano colore quando esposti a saliva e cibo), non perdere il loro aspetto estetico. Ovviamente, a condizione che siano realizzati in conformità con le regole e che i loro proprietari li utilizzino attentamente e monitorino attentamente l'igiene della cavità orale e dei dispositivi stessi.

Quali protesi sono le più allergeniche e quali no?

Immediatamente, notiamo che non esiste una tale valutazione dei dispositivi allergenici, perché la reazione ai componenti della struttura è individuale per tutti. Ma le statistiche raccolte mostrano che ci sono ancora "leader" che spesso hanno causato allergie nei pazienti. Queste sono strutture contenenti tali componenti:

Succede anche che il paziente non abbia una reazione a un componente e, se miscelato con altri, diventa allergenico. Spesso metalli come nichel, manganese, cromo, cobalto e rame cadono sospettati.

Cause di un'allergia alla protesi

Oltre all'incompatibilità con i materiali, ci sono altri fattori che causano una reazione al dispositivo. Un'allergia alle corone e alle protesi dentarie di plastica potrebbe non verificarsi immediatamente, anche se questo è spesso il caso. A volte il paziente lamenta un'eruzione cutanea, gonfiore o altre manifestazioni dopo un uso prolungato. Quello che è successo?

  • L'ammortamento del costrutto è talvolta manifestato dai sintomi descritti;
  • aumento dell'acidità della saliva;
  • un cambiamento nel trasferimento di calore tra la protesi e la gomma, a causa del quale i tessuti diventano più sensibili e il monomero penetra più facilmente nel sangue;
  • lesione della mucosa.

Sintomi di una reazione allergica alla protesi

Eruzione cutanea, prurito e gonfiore sono le manifestazioni più comuni di allergie. Quali altri segni ci sono a cui dovresti prestare immediatamente attenzione?

  • Grave arrossamento del sito di attracco può verificarsi anche sulla lingua, sul labbro o sulla guancia;
  • dolore - un inspiegabile a prima vista grave disagio in bocca;
  • bruciore, secchezza, sudore, sensazione di qualcosa che interferisce costantemente;
  • respiro affannoso;
  • rinite;
  • gastrite;
  • aumento della temperatura, sia locale che generale.

Cosa fare con le allergie a casa?

L'attività principale è rimuovere l'origine il più presto possibile. Se stiamo parlando di un dispositivo rimovibile, allora tutto è semplice. E se il problema riguarda gli impianti, le corone dentali, qui non puoi fare a meno di una visita precoce dal dentista.

Non appena noti che sei allergico alle corone in metallo-ceramica o ad altre strutture protesiche, prendi un antistaminico (Claritin, Zodak, Fenistil, Tavegil, Loratadin). Se la reazione è forte, vale la pena iniettare Suprastin. Puoi chiamare un'ambulanza, con allergie, le battute sono cattive.

Il carbone attivo, Enterosgel, Smecta e altri assorbenti aiuteranno a rimuovere rapidamente l'allergene dal corpo..

La bocca può essere sciacquata con soluzioni antisettiche. Quindi applicare unguenti e gel curativi sulle aree interessate (Holisal, Metrogil denta).

L'aiuto del dottore

La situazione è sotto controllo e ora dovresti chiedere il parere di specialisti. Chi dovrebbe essere visitato oltre al dentista? Un allergologo, un immunologo, un endocrinologo e un dermatologo aiuteranno a identificare il colpevole e ad affrontare il problema..

Per la diagnosi, i medici possono offrire un campione di esposizione ed eliminazione (restituire la protesi e osservare la reazione), test di applicazione (allergene applicato sulla pelle), analisi del sangue.

Il dentista può offrire di rimodellare il dispositivo senza materiali "sospetti" o di filmare il dispositivo, questo è quando viene applicato uno speciale rivestimento antiallergico metallizzato.

Come evitare le allergie alla dentiera?

È necessario scegliere un dispositivo tenendo conto delle caratteristiche del corpo, non per inseguire l'economicità. Un buon design ipoallergenico è meno preoccupante rispetto ai materiali di bassa qualità..

Un ortopedico qualificato si adopererà per adattarsi al design il più precisamente possibile per il paziente, prendere in considerazione tutte le sottigliezze e le caratteristiche, offrire solo materiali biocompatibili per la fabbricazione del dispositivo.

Ma è in tuo potere prevenire una reazione allergica, o almeno mitigare la sua manifestazione, seguendo semplici regole. Cosa dobbiamo fare?

  • Monitorare l'igiene orale, usare un irrigatore, risciacqui, un dentifricio adatto;
  • evitare cibi troppo duri nella dieta;
  • pulire bene il dispositivo, utilizzare strumenti speciali per questo.

Il rischio di una reazione allergica esiste sempre, ma è anche impossibile rifiutare affatto una protesi. Affronta una domanda con buon senso, armati di informazioni e abituarsi al design sarà molto più semplice.

Allergia alle corone: tipi, sintomi e cosa fare

In odontoiatria, il metodo di ripristino dei denti cariati mediante l'installazione di corone è stato a lungo utilizzato. Questa è un'opzione economica per mantenere un sorriso che non richiede procedure lunghe, dolorose e costose.

Quando si prende la decisione finale di installare le corone, non spazzare via le domande del dentista sulla salute generale e sulla suscettibilità alle allergie. Questa non è la curiosità oziosa del medico, ma le precauzioni necessarie. Dovresti essere consapevole del fatto che potresti essere allergico a determinati materiali utilizzati per realizzare corone..

Le ragioni

Le ragioni di una possibile allergia alle corone sono evidenti, perché nella loro produzione non sono coinvolti materiali ipoallergenici, ma metallo, cermet, ceramica e polimeri sintetici. Il sistema immunitario può reagire inaspettatamente a uno di questi componenti. Abbastanza spesso, un'allergia a una corona si fa sentire durante la prima settimana.

La comparsa dei suoi sintomi è la ragione per un appello urgente al dentista che ha effettuato il restauro dei denti. È inoltre richiesta una visita a un allergologo..

Le principali cause di irritazione del corpo che portano a una reazione allergica dipendono direttamente dal materiale della corona:

  1. Polimeri sintetici. Non è consigliabile utilizzare questo tipo di corone se si osserva una reazione irritante ai polimeri artificiali..
  2. Nichel. Questo materiale fa parte dell'acciaio inossidabile ed è spesso usato nelle protesi. L'antigene si risveglia sotto l'influenza della saliva. Se viene rilevato il primo sintomo, la corona deve essere sostituita immediatamente.
  3. Piombo e rame. Entrambi i materiali possono causare reazioni tossiche, inoltre attivare il processo elettrochimico..
  4. Cromo. Spesso in odontoiatria vengono utilizzate anche leghe di cromocobalto. Questa è una composizione abbastanza allergenica, che diventa spesso irritante per il corpo..
  5. Zinco. La corrosione della corona dentale si dissolve molto rapidamente, il che ha un effetto tossico sul corpo..
  6. Cobalto e manganese. Il sintomo principale dell'allergia da questi componenti è la stomatite. Se viene rilevato un tale disturbo, dovrebbe essere eseguito un esame del sangue - rileverà sicuramente il manganese.

Qualche motivo in più, indipendentemente dal tipo di corona:

  • Coloranti. Molto spesso c'è una reazione di rifiuto da parte del corpo delle protesi che sono colorate per l'estetica. In questo caso, si consiglia di cambiare la corona, scegliendo a favore di quella che non aggiunge coloranti.
  • Il processo elettrochimico. Qui giocano sia la struttura dei materiali utilizzati sia la composizione chimica della saliva. Questa reazione è anche chiamata corrosione..
  • Arsenico. Il più tossico.

Le sostanze irritanti elencate possono causare danni al corpo, provocare un'allergia alla corona.

Sintomi di allergia alla corona

Se durante la prima settimana dopo l'istituzione della corona iniziano a comparire i disturbi descritti di seguito, non vale la pena attribuirli al periodo di dipendenza dal corpo. Non esitate a visitare il medico e fare i test prescritti.

Sintomi caratteristici di un'allergia alla corona:

  • Aumento della temperatura.
  • Rossore e infiammazione della mucosa orale.
  • Compromissione sensoriale.
  • Sapore metallico in bocca.
  • Un'eruzione cutanea sulla pelle del viso e delle mani, accompagnata da prurito.
  • Respirazione complicata e attacchi di asma.
  • Gonfiore di gengive, lingua, guance, occhi, naso e labbra.
  • Tumore laringeo e sintomi di edema di Quincke.
  • Sensazioni spiacevoli nella cavità orale, accompagnate da una sensazione di amarezza, solletico, pizzicamento e aumento della salivazione.

Per evitare complicazioni, non rimandare la chiamata di un medico per la diagnosi e il trattamento precoci..

Corone ipoallergeniche

Per evitare i suddetti sintomi, si consiglia di installare corone esattamente ipoallergeniche:

  • Zirconio intero.
  • Quando si spruzza zirconio o oro, quando si utilizza un materiale diverso per il rivestimento della corona metallica, possono verificarsi allergie..

Scegliendo questi tipi di corone, non incontrerai mai reazioni allergiche problematiche..

Diagnostica

Ispezione e consultazione dei seguenti specialisti:

  1. Gastroenterologo.
  2. Endocrinologo.
  3. Dermatologo.
  4. immunologo.
  5. allergologo.

Se si sospetta allergie alla corona, è importante una valutazione:

  • Difetti visibili.
  • Idratante per la mucosa orale.
  • Composizione, viscosità della saliva.
  • Fasi di usura di otturazioni, corone o protesi.
  • Cambiamenti di colore della corona.

Inoltre, vengono prese in considerazione la composizione del prodotto e il tempo della sua usura. Per confermare ipotesi mediche e conclusioni finali, vengono prescritti test: intradermici, provocatori, applicazione o scarificazione.

Sulla base delle opinioni mediche dei medici passati dal paziente e dei risultati degli esami di laboratorio, il medico prescrive la terapia e la prevenzione delle allergie.

Trattamento e prevenzione

Prima di tutto, vale la pena rimuovere tutte le corone o accettare la schermatura - argentando chimicamente la protesi. Puoi ancora fare la placcatura: applicare l'oro alle corone.

Con l'eczema o la stomatite diagnosticati, è necessario iniziare a prendere farmaci sintomatici e antistaminici, quest'ultimo più efficace in forma iniettabile. Tavegil o Suprastin sono principalmente prescritti. Se il paziente ha edema, broncospasmo, le sue condizioni gravi sono scarsamente interrotte, viene diagnosticato il processo di erosione, vengono prescritti glucocorticoidi: prednisolone, desametasone, diprospan e Celeston.

I processi allergici comportano sensazioni dolorose e spiacevoli in bocca, il che rende difficile mangiare. In tali casi, gli antistaminici bloccano H1-recettori che entro mezz'ora produrranno l'effetto farmacologico atteso. Se non si osserva dolore, è possibile applicare H1-antististi, ad esempio: Telfast, Claritin, Zartek o Erius. L'intero gruppo di farmaci viene venduto esclusivamente in compresse..

Se hai difficoltà a deglutire o masticare, dovresti usare il dentifricio, che include un anestetico. Un'alternativa è il risciacquo con soda. La cura a pieno titolo della mucosa orale è completata dal suo lavaggio con una soluzione debole di furatsilina. Per alleviare il prurito e trattare le complicanze epidermiche, vengono utilizzati unguenti e creme del gruppo dei glucocorticoidi: Elokom, Triderm, Celestoderm, Garamitsiton e Advantan. Per le labbra applicare ceralip.

Le reazioni allergiche alle corone in conformità con la terapia prescritta hanno una buona prognosi. Tutti i farmaci devono essere utilizzati solo dopo aver consultato un allergologo o un immunologo e solo secondo il dosaggio prescritto..

Allergia alla protesi orale: sintomi e trattamento

Informazione Generale


Ad oggi, ogni decimo paziente in una lama dentale sottoposto a lavori di protesi presenta lamentele che manifestano un'allergia ai materiali protesici. 10-15 anni fa, questa cifra era più volte inferiore. Il suo aumento è associato ad un alto livello di sensibilizzazione della popolazione (sensibilità corporea).

Il problema è che l'ipersensibilità ai materiali protesici si sviluppa come una reazione allergica di tipo ritardato, il che significa che la sensibilizzazione può verificarsi a lungo termine sullo sfondo del benessere fisiologico completo, quando le protesi sono già state installate e il paziente si è abituato.

Il lento sviluppo di questo tipo di allergia non consente di identificarlo direttamente durante il lavoro di protesi. Per questo motivo, è necessario:

  • rimuovere la protesi rimovibile già installata dal paziente o smontare la non rimovibile;
  • cercare materiale alternativo per la sua ri-produzione e stabilimento.

Il nuovo materiale, a quanto pare, testato dalla pratica, può anche causare allergie dopo qualche tempo, il che comporta il ripetuto smantellamento della protesi e la ricerca di un'alternativa per fornire al paziente adeguate funzioni orali: masticazione e comunicazione. Tutto ciò porta a ripetute protesi e spese finanziarie aggiuntive per il paziente..

Un'allergia ai materiali protesici può verificarsi sia entro le prime 48-72 ore dopo l'installazione della protesi, sia dopo 3-4 anni. Esistono casi noti di reazione allergica 10-12 anni dopo l'installazione di impianti dentali.

Quali protesi sono le più allergeniche e quali no?

Immediatamente, notiamo che non esiste una tale valutazione dei dispositivi allergenici, perché la reazione ai componenti della struttura è individuale per tutti. Ma le statistiche raccolte mostrano che ci sono ancora "leader" che spesso hanno causato allergie nei pazienti. Queste sono strutture contenenti tali componenti:

Succede anche che il paziente non abbia una reazione a un componente e, se miscelato con altri, diventa allergenico. Spesso metalli come nichel, manganese, cromo, cobalto e rame cadono sospettati.

Le ragioni

Il tipo di allergia descritto può verificarsi su:

  • composti utilizzati per lo stampaggio - ricezione di parti in base agli elementi dei loro contorni, per i quali vengono utilizzati i timbri;
  • direttamente elementi protesici;
  • saldature che vengono utilizzate per collegare le sue parti.

L'allergia nello studio dentistico si verifica anche con protesi consolidate in metallo e composti polimerici.

Per la fabbricazione di protesi metalliche, vengono utilizzati poco più di venti tipi di metalli. La reazione di ipersensibilità si manifesta più spesso in leghe di elementi come:

  • cromo;
  • palladio;
  • cobalto;
  • argento;
  • oro;
  • platino;
  • manganese;
  • molibdeno;
  • rame;
  • zinco;
  • magnesio;
  • cadmio;
  • così come l'acciaio inossidabile.

È meno probabile che siano allergici alle moderne materie plastiche (polimeri), che in una certa misura hanno sostituito le leghe metalliche dalle protesi dentarie. Di norma, la sensibilizzazione si sviluppa su acrilati, che sono rappresentanti di sostanze plastiche dure. In questo caso, il principale fattore provocante è il monomero metilmetacrilato residuo. Secondo la tecnologia di produzione di protesi dentarie, dovrebbero contenere dallo 0,2 all'1% di metilmetacrilato - questa quantità è più che sufficiente per provocare una reazione allergica.

Inoltre, viene rilevata un'allergia nello studio dentistico su:

  • paste;
  • sostanza colorante;
  • plastificanti (composti introdotti nella composizione di materiali polimerici per impartire o aumentare le loro proprietà elastiche e plastiche durante la lavorazione e il funzionamento).

Inoltre, vengono identificati fattori che non portano all'insorgenza immediata di una reazione allergica, ma contribuiscono al suo lancio e, se si è già manifestato, a una manifestazione più pronunciata. Inoltre, tali fattori impediscono il sollievo delle allergie ai materiali protesici: il trattamento è meno efficace, i risultati vengono rivelati più tardi del solito. It:

  • danno meccanico alla mucosa della cavità orale. Questo non deve essere una lesione della mucosa piena - abbastanza microdamage;
  • danno microscopico alla protesi;
  • danno alla mucosa orale di varia natura: infiammatorio, degenerativo, distrofico, tumore;
  • un cambiamento nella composizione della saliva. In particolare, quei fallimenti che comportano un aumento della sua acidità sono significativi. Per questo motivo, iniziano i processi di corrosione della struttura della protesi, il rilascio di ioni che penetrano più facilmente nei tessuti e, di conseguenza, causano questa condizione patologica;
  • fumatori;
  • l'uso di bevande alcoliche;
  • alcune preferenze nutrizionali del paziente - l'abitudine di mangiare cibi molto caldi e piccanti;
  • infezione della mucosa orale.

In quest'ultimo caso, questi sono, di regola, agenti batterici (principalmente) o virali (meno spesso). La microflora può agire come un provocatore batterico:


non specifico. Questo è uno che può causare molti diversi tipi di lesioni infettive del corpo - di natura infiammatoria e purulenta-infiammatoria. Molto spesso si tratta di stafilococchi, streptococchi, batteroidi, E. coli;

  • specifico: questa microflora, la cui presenza dipende dallo sviluppo di un certo tipo di patologia infettiva. Un esempio classico è il tubercolosi del micobatterio (causa lesioni da tubercolosi di varia localizzazione) e il treponema pallido (provoca lo sviluppo della sifilide).
  • Molto spesso, la microflora non specifica si trova nella cavità orale di una persona sana, senza influenzare l'interazione dei suoi tessuti con i materiali protesici. Un fattore che provoca lo sviluppo di un'allergia ai materiali protesici, tali agenti infettivi diventano, di regola, quando il corpo è indebolito sullo sfondo di circostanze aggravanti. Sono più spesso:

    • malnutrizione - consapevole (dovuta al rispetto di diete estenuanti) e forzata (per motivi socio-economici);
    • fame - sullo sfondo di una mancanza di cibo o malattie della cavità orale, esofago dello stomaco, che impediscono il passaggio del cibo attraverso il tratto gastrointestinale;
    • periodo postoperatorio (di solito dopo interventi chirurgici prolungati - in particolare sugli organi del torace e della cavità addominale);
    • condizione dopo una condizione critica (coma);
    • prolungata patologia somatica cronica. I disturbi da sistemi di vitale importanza sono particolarmente importanti: cardiovascolare (malattia coronarica, ipertensione, infarto del miocardio, difetti cardiaci congeniti e acquisiti), respiratorio (bronchite cronica ostruttiva, asma bronchiale, enfisema polmonare, pleurite), digestivo (ulcera peptica stomaco e duodeno, pancreatite cronica, calcoli biliari, colecistite cronica, colangite cronica).

    Questo è il motivo per cui un paziente con i disturbi descritti può avere problemi dentali - in questo caso, un'allergia ai materiali protesici.

    Se si è verificata una reazione allergica in una persona qualche anno dopo l'installazione della protesi, nel 95-90% di tutti i casi diagnosticati, un fattore provocante (o uno di essi) è stato un cambiamento nella composizione della saliva.

    La comparsa e il decorso di una reazione allergica ai materiali protesici dipende dai processi elettrochimici nella cavità orale. Il loro corso, a sua volta, dipende da caratteristiche della protesi come:

    • elementi che compongono la lega utilizzata per le protesi;
    • il loro numero: più elementi ci sono, maggiore è la possibilità che insorga una sorta di "conflitto chimico", contro il quale compaiono i microdamaggi sulla protesi e gli ioni attivi che penetrano nella mucosa con il successivo sviluppo di una reazione allergica;
    • violazione della tecnologia di produzione della protesi.

    Nichel, lega cromo-cobalto, acciaio inossidabile

    Gli impianti dentali realizzati con questi composti sono tra i più allergenici esistenti. Si sono affermati negativamente come mal radicati, difficili da mantenere e installare. Nonostante ciò, esperti senza scrupoli possono ancora raccomandarli come analoghi più economici, ma sicuri di titanio o oro.

    Come funziona un'allergia agli impianti di nichel??

    Le reazioni allergiche al nichel, così come a molti altri metalli, sono determinate e identificate dai test di un allergologo, sia pelle che sangue. Inoltre, sono presenti sintomi caratteristici, come:

    1. Sapore acido in bocca.
    2. Sensazione di bruciore nel sito di impianto.
    3. Perdita di gusto.

    Un'allergia appare a causa di processi ossidativi e corrosivi sulla superficie dell'impianto; le leghe metalliche eterogenee contenenti nichel nella composizione o realizzate sulla sua base sono le più sensibili a questo.

    Sotto l'influenza di saliva e cibo, la superficie del metallo viene distrutta e inizia a depositarsi (accumulato) nel corpo, superando i suoi valori normali. È questo processo che provoca una risposta allergica, non solo nel caso del nichel, ma anche nel caso di altre leghe dissimili e metalli non inerti rispetto all'uomo. Uno di questi è la lega cromo-cobalto..

    La lega di cromo e cobalto è una lega eterogenea, ma nonostante ciò provoca reazioni allergiche meno spesso dell'acciaio inossidabile o del nichel. I sintomi specifici di un'allergia al liquido cerebrospinale sono, come nel caso del nichel, un sapore acido in bocca e una sensazione di bruciore nel sito dell'impianto.

    Molto spesso, un impianto XCF subisce corrosione quando il corpo è bruscamente sensibile a uno dei metalli nella composizione o a causa di uno squilibrio nella cavità orale (ad esempio, quando è presente anche una corona o un impianto in acciaio inossidabile).

    Sviluppo della patologia


    Al suo centro, la malattia descritta ha il carattere di un infiammatorio, ma provocata da elementi che il sistema immunitario considera estranei. Ma questi non sono antigeni completi - strutture che, anche se ingerite, possono causare una reazione allergica. Quasi tutti gli elementi utilizzati nelle protesi dentarie devono prima interagire con i tessuti della cavità orale, dopodiché si trasformano in allergeni a tutti gli effetti. Se tale reazione chimica non si verifica, il materiale della protesi non irrita il sistema immunitario, semplicemente non lo "vede".

    In caso di allergia ai materiali protesici in odontoiatria, i complessi immunitari antigene-anticorpo si accumulano più spesso nella mucosa della cavità orale, meno spesso negli altri tessuti e ancor meno spesso nelle strutture della faringe, della trachea e delle parti superiori dei bronchi, nonché nei tegumenti della pelle. Ecco perché, con lo sviluppo della patologia descritta, prevale la sintomatologia locale dalla cavità orale, che è completata da segni patologici dal tratto respiratorio superiore e dalla pelle.

    Reazioni allergiche durante la dentizione

    Un neonato si adatta all'ambiente che lo circonda e la comparsa di eruzioni cutanee di vario genere non è qualcosa di straordinario. Quindi, il corpo del bambino può rispondere ai cambiamenti nell'ambiente, ai nuovi prodotti alimentari, agli effetti negativi della polvere sul lavaggio dei vestiti del bambino. E anche una reazione all'aumento della salivazione durante il processo di dentizione, un fattore nell'eredità genetica delle allergie, è anche possibile l'effetto di agenti infettivi esterni sul corpo del bambino.

    Le eruzioni cutanee possono comparire per vari motivi e stabilire questo motivo non è così semplice, soprattutto se si tratta di un'allergia alla dentizione. C'è un'allergia alla dentizione?

    Sintomi dell'allergia alla protesi in odontoiatria

    I principali sintomi di un'allergia ai materiali protesici sono:

    • cattivo gusto in bocca;
    • secchezza;
    • sensazione di calore;
    • dolore.

    Un retrogusto sgradevole in bocca si verifica più spesso quando si verificano allergie alle strutture protesiche metalliche, meno spesso quando si verifica sensibilizzazione a causa di protesi polimeriche.

    La secchezza delle fauci si preoccupa contro una lesione delle ghiandole salivari con una componente infiammatoria, a causa della quale iniziano a produrre meno umidità.

    Una sensazione di calore in bocca con un'allergia ai materiali protesici si verifica a causa della maggiore irritazione dei recettori della cavità orale da parte di complessi antigene-anticorpo.

    Le caratteristiche del dolore sono le seguenti:

    • per localizzazione - nel punto di contatto della protesi con la mucosa della cavità orale;
    • per distribuzione - può essere locale, meno spesso diffuso alla mucosa orale della dentatura dal lato della lesione;
    • per natura: di solito brucia;
    • in intensità - da una leggera sensazione di formicolio a una sensazione di bruciore pronunciata;
    • per caso - quasi costante, può indebolirsi, intensificarsi quando si mangia.

    I sintomi di una reazione allergica alle protesi fatte di leghe metalliche si distinguono per caratteristiche. Se il paziente ha sia impianti in metallo che polimeri, con tali sfumature è possibile identificare quale delle protesi ha provocato una reazione allergica. Quindi, contemporaneamente ai suddetti sintomi compaiono:

    • difficoltà a mangiare;
    • gusto metallico in bocca;
    • mordere i tessuti molli della cavità orale;
    • respirazione difficoltosa
    • disagio dalla lingua;
    • sete;
    • violazione del gusto;
    • cambiamenti nelle caratteristiche fisiche della saliva.


    Mangiare mucosa delle guance, della faringe, del palato porta a una violazione dell'assunzione di cibo - il paziente non può masticare e deglutire normalmente.

    Il gusto metallico in bocca con un'allergia ai materiali protesici è quasi costantemente avvertito dal paziente..

    Il morso dei tessuti della cavità orale si verifica a causa del gonfiore della mucosa. Con gonfiore alla gola, l'atto di respirare è difficile.

    Sensazioni spiacevoli nella lingua si manifestano con una sensazione di bruciore, che può coprire l'intera gamma della lingua, solo la sua punta.

    La sete nasce per ragioni come:

    • grave secchezza delle fauci;
    • rifiuto del paziente di bere acqua a causa del dolore.

    Con un'allergia ai materiali protesici, una violazione delle sensazioni del gusto si manifesta con la loro perversione. In alcuni casi, il paziente riconosce il gusto del cibo che assume, peggio ancora, nei casi più gravi, praticamente non distingue i gusti a causa della peculiare paralisi delle papille gustative causata dall'esposizione al complesso immunitario antigene-anticorpo.

    Come può cambiare la saliva? Le sue caratteristiche sullo sfondo della malattia descritta possono essere le seguenti:

    • per quantità: il suo volume diminuisce;
    • per coerenza: è viscoso, come la colla;
    • da gustare - in alcuni casi ha un sapore sgradevole.

    In presenza di protesi acriliche, il sintomo principale è una sensazione di calore e bruciore in bocca.

    Le violazioni dal lato della respirazione si manifestano con segni come:

    • dispnea;
    • attacchi di asma;
    • separazione quando si tossisce espettorato giallo.

    I sintomi della pelle in questa patologia possono essere i seguenti:

    • eritema: macchie rosse;
    • edema;
    • eruzione cutanea;
    • prurito.

    L'eritema può fondersi l'uno con l'altro con la formazione di ampi campi di iperemia (arrossamento) della pelle.

    In alcuni pazienti, invece del gonfiore, si manifesta la reazione opposta: disidratazione (disidratazione), a causa della quale la pelle si raggrinzisce, quindi possono formarsi crepe su di essa.

    Gli elementi dell'eruzione cutanea sono, di regola, vescicole (vescicole con contenuto trasparente).

    Il prurito si verifica a causa di danni ai recettori sensibili da parte dei complessi immunitari antigene-anticorpo che entrano nel tegumento cutaneo con flusso sanguigno.

    Poiché i disturbi locali descritti compromettono la qualità della vita del paziente, possono verificarsi reazioni nevrotiche:

    • irritabilità - a volte sull'orlo dell'aggressività;
    • pianto;
    • senso di ansia;
    • disturbi del sonno.

    Idee sbagliate comuni

    L'impianto in odontoiatria è avvolto in numerosi miti e pregiudizi. Molti sono nati dall'ignoranza del paziente, ma coloro che hanno mai acquisito esperienza negativa o positiva possono più specificamente sottrarre tutte le speculazioni esistenti.

    Questo articolo ti dirà se la temperatura è un sintomo quando si tagliano i denti..

    L'impianto è troppo lungo.

    L'operazione per installare una radice del dente artificiale dura dai 20 ai 40 minuti. Dopo aver installato la radice del dente e una corona permanente, è necessario resistere al tempo da 3 mesi a sei mesi. Il periodo di installazione di un dente completo con corona permanente può raggiungere 1 mese (rotazione, adattamento, parametri di adattamento).

    Lunga permanenza senza denti

    Se l'operazione comporta manipolazioni nell'area della linea del sorriso, al termine dell'operazione al paziente viene assegnato un design ortopedico temporaneo, con il quale si ottiene l'effetto estetico desiderato.

    Quando si verifica l'impianto di denti distanti, spesso scompare la necessità di creare un effetto estetico. Il processo di osteointegrazione (impianto) è completamente completato solo dopo un anno e mezzo.

    Piacere costoso

    La chirurgia è davvero una procedura costosa. L'alto costo è dovuto alla peculiarità del metodo, quando non vi è alcun effetto sui denti adiacenti, e la funzionalità generale della dentatura viene completamente ripristinata.

    Il costo di installazione di un impianto dipende dal produttore dei sistemi di impianto. Ad esempio, gli impianti coreani o israeliani di Mirell costeranno circa 25.000 rubli a Mosca. I più costosi sono considerati gli impianti della società svedese Nobel, il cui costo raggiunge i 65.000 unità.

    Le stesse protesi dentarie, solo più costose

    Le corone delle protesi hanno un aspetto innaturale a causa delle caratteristiche della linea gengivale. L'impianto sembra più naturale.

    Lunga preparazione all'intervento chirurgico

    Per il medico, sono sufficienti uno studio approfondito della storia clinica, i risultati dei test (analisi del sangue biochimica dettagliata), l'esame e la preparazione della cavità orale per la chirurgia. In media, tutte le procedure richiedono circa una settimana..

    Imperfezione in Russia

    Se prima questa affermazione ha avuto luogo, oggi è già una chiara illusione. In Russia esiste un potente istituto qualificato per la creazione di professionisti nel campo dell'implantologia dentale. Il costo dei servizi in Russia è molto più basso che all'estero e la qualità dell'esecuzione è spesso simile.

    Lungo dipendenza

    In quasi il 98% dei casi, il paziente sente un corpo estraneo per soli 3 giorni. Inoltre, l'impianto non provoca alcun disagio e il paziente dimentica l'operazione.

    Diagnostica

    È facile formulare una diagnosi di allergia ai materiali protesici con un approccio competente. Ma quando le protesi, di norma, vengono utilizzate una serie di materiali, possono sorgere difficoltà nel determinare quale di esse ha causato lo sviluppo della violazione descritta. Pertanto, nella diagnosi di questo tipo di reazione allergica, qualsiasi informazione è importante - ottenuta sulla base dei reclami dei pazienti, quando si studia la storia medica (storia) della malattia e si conducono ulteriori metodi diagnostici (fisici, strumentali, di laboratorio).

    Studiando l'anamnesi, è necessario chiarire quanto segue:

    • se sono state eseguite protesi dentarie;
    • quale composizione di lega è stata espressa dall'odontotecnico;
    • c'è qualche altro tipo di allergia?.

    Un esame fisico determina:

    • all'esame, segni di allergia cutanea sotto forma di arrossamento ed eruzione cutanea. Se c'è un forte gonfiore della mucosa nella faringe, si nota un cambiamento nella voce del paziente - egli nasale.

    Nella diagnosi di allergie ai materiali protesici, vengono utilizzati i seguenti metodi di ricerca:

    • esame della cavità orale, della faringe e dell'orofaringe con una spatola - gonfiore della mucosa, arrossamento nel sito di contatto della protesi con la mucosa, piccole lesioni rosse (si tratta di emorragie spot), impronte digitali sulle mucose delle guance e della lingua, segni di ossidazione della protesi metallica, con allergie a protesi acriliche - la crescita della mucosa sotto forma di escrescenze brevi;
    • esame della pelle con una lampada di legno: in alcuni casi, viene utilizzato per determinare i confini del rossore con la pelle non interessata, viene effettuato con l'obiettivo di una diagnosi differenziale.

    Quali metodi di ricerca di laboratorio sono utilizzati nella diagnosi della malattia descritta? It:

    • analisi del sangue generale - a causa del fatto che con un'allergia ai materiali protesici si verifica un'infiammazione, vengono rilevati i suoi segni non specifici come un aumento del numero di leucociti (leucocitosi) e VES. La natura allergica della patologia è evidenziata da un aumento del numero di eosinofili;
    • reazione di immunofluorescenza - con il suo aiuto nel rilevare anticorpi anti-antigeni, che sono materiali usati per la fabbricazione di protesi;
    • reazione di agglutinazione - basata sul rilevamento di antigeni aderenti.


    Importanti sono i risultati dei test allergici. In questo caso, un allergene viene applicato / iniettato per via sottocutanea, intradermica o sottocutanea al paziente, che potrebbe causare lo sviluppo di questa patologia, viene valutata la reazione cutanea ad esso.

    Specifico è il cosiddetto test di eliminazione. Quando viene eseguito, il contatto della protesi con la mucosa orale è limitato. Se l'allergia è stata sviluppata appositamente per i materiali protesici, quando il contatto viene eliminato, i segni di sensibilizzazione vengono livellati e scompaiono.

    Tali campioni vengono eseguiti come segue:

    • la protesi viene rimossa;
    • il contatto della protesi con la mucosa viene limitato posizionando una "guarnizione" di pellicola tra di loro.

    Diagnosi differenziale

    La diagnosi differenziale (distintiva) delle allergie ai materiali protesici viene effettuata con malattie e condizioni patologiche come:

    • la stomatite è una lesione infiammatoria della mucosa orale. Va tenuto presente che un'allergia ai materiali protesici può svilupparsi contemporaneamente all'infiammazione della mucosa di un'altra origine;
    • neoplasie buone e maligne della cavità orale. La necessità di una diagnosi differenziale con loro sorge con la comparsa di escrescenze papillomatose con un'allergia alle strutture protesiche in plastica;
    • patologia del sistema respiratorio - con lo sviluppo di sintomi appropriati;
    • la dermatite è una lesione infiammatoria della pelle di varie origini. Viene effettuato in presenza di sintomi cutanei;
    • varie dermatosi - lesioni cutanee non infiammatorie, spesso degenerative-distrofiche;
    • prurito nevrotico.

    Recensioni

    Sfortunatamente, non per tutti la procedura di installazione di una corona dentale implica il completamento con successo del processo di trattamento. A volte dopo ci vuole molto tempo per risolvere un altro problema più complesso.

    Invitiamo le persone allergiche alle corone dei denti a condividere i loro commenti e suggerimenti nei commenti su questo articolo.

    Se trovi un errore, seleziona un pezzo di testo e premi Ctrl + Invio.

    Tag corone dentali protesi fisse

    Ti piace l'articolo? rimanete sintonizzati

    complicazioni

    Di norma, con un'allergia ai materiali protesici, sorgono complicazioni batteriche:

    • stomatite banale - si verifica durante la formazione e l'infezione di microdamaggi al posto di una protesi metallica ossidata;
    • dermatite;
    • piodermite: lesione pustolosa degli strati superficiali della pelle. Si verifica durante i graffi a causa del prurito.

    Cosa fare con un'allergia alla dentiera

    Le tattiche per le allergie ai materiali protesici sono le seguenti:

    • smantellamento della protesi;
    • eliminazione dei fenomeni di una reazione allergica;
    • protesi ripetute utilizzando materiali che non causano sensibilizzazione.

    Una protesi esistente può anche essere rivestita con materiali indifferenti.

    L'eliminazione dell'allergia viene eseguita in combinazione con l'eliminazione della componente infiammatoria della patologia. Il trattamento si basa sui seguenti appuntamenti:

    • risciacquo frequente della cavità orale con soluzioni antisettiche;
    • farmaci antinfiammatori non steroidei;
    • agenti desensibilizzanti;
    • farmaci antibatterici - per la prevenzione di lesioni infettive secondarie della mucosa orale;
    • corticosteroidi - con inefficiente desensibilizzante.

    Indicazioni per protesi

    L'assenza di un solo dente di fila può portare a conseguenze negative. Se viene perso, si consiglia al paziente di non ritardare a contattare il dentista per le protesi. Se parliamo di controindicazioni assolute, non lo sono. La varietà di metodi moderni per ripristinare la dentatura e una vasta gamma di materiali utilizzati consentono di scegliere il design giusto per ogni paziente. Le indicazioni per la procedura includono:

    • Adentia. Se una persona ha un dente completamente mancante, questo diventa un'indicazione per la procedura. Il medico determinerà la tecnica più appropriata in base alle caratteristiche del difetto. Se esiste un "buco" tra i denti sani esistenti, è possibile impiantare un elemento artificiale, utilizzare una protesi rimovibile o installare una struttura fissa.
    • Corona del dente completamente distrutta. Se rimane solo la radice, si consiglia di utilizzare protesi con pin.
    • Abrasione patologica dei denti. In questo caso, il medico raccomanderà l'installazione di corone o incollaggi.
    • Difetti ai denti multipli. Questo problema si verifica nelle persone anziane. La scelta delle protesi viene effettuata dal medico insieme al paziente, tenendo conto delle caratteristiche individuali della dentatura.
    • Significativa distruzione della corona (ciò accade spesso con forme avanzate di lesioni cariose). In generale, si consigliano microprotesi a schede, che possono essere combinate o sostituite installando corone.

    previsione

    La prognosi per le allergie ai materiali protesici è generalmente favorevole. La sostituzione di protesi da materiali allergenici a materiali indifferenti aiuta a risolvere il problema.

    Kovtonyuk Oksana Vladimirovna, osservatore medico, chirurgo, consulente medico

    4 in totale oggi

    (53 voti, media: 4,81 per 5)

    Post correlati
    Allergia al cloramfenicolo: sintomi e pronto soccorso
    Allergia all'alcol: come si manifesta e come trattarlo

    L'aiuto del dottore

    La situazione è sotto controllo e ora dovresti chiedere il parere di specialisti. Chi dovrebbe essere visitato oltre al dentista? Un allergologo, un immunologo, un endocrinologo e un dermatologo aiuteranno a identificare il colpevole e ad affrontare il problema..

    Per la diagnosi, i medici possono offrire un campione di esposizione ed eliminazione (restituire la protesi e osservare la reazione), test di applicazione (allergene applicato sulla pelle), analisi del sangue.

    Il dentista può offrire di rimodellare il dispositivo senza materiali "sospetti" o di filmare il dispositivo, questo è quando viene applicato uno speciale rivestimento antiallergico metallizzato.

    Allergia alla protesi: sintomi, diagnosi e trattamento Materiali per l'allergia alla protesi

    Le reazioni allergiche alla protesi sono un fenomeno spiacevole e antiestetico che può portare allo sviluppo di gravi condizioni patologiche. Pertanto, ai primi segni di rigetto della struttura artificiale, è necessario contattare immediatamente un medico per un esame di qualità e una terapia adeguata.

    I componenti principali delle protesi che possono essere allergeni sono i requisiti ipoallergenici per protesi, corone e impianti

    Esistono molti elementi nella composizione della protesi che possono provocare una reazione allergica:

    • Nichel. Presente nei prodotti in acciaio inossidabile. La saliva, agendo su questo componente, provoca la sua corrosione, che influisce negativamente sulle condizioni della cavità orale, dove è presente questo prodotto stesso. Se il paziente ha precedenti di dermatiti o allergie ad anelli, orecchini, cerniere in nichel nella storia medica, non è consentito installare protesi contenenti la sostanza specificata.
    • Cobalto, manganese, cromo. Non hanno il miglior effetto su tutti i sistemi del corpo, provocando, compresi i disturbi allergici. In caso di reazioni negative al manganese, un esame del sangue rileverà gli anticorpi verso l'elemento specificato.
    • Il rame, che a volte può essere usato per "diluire" i metalli preziosi usati per creare corone, è tossico. Attraverso la saliva, penetra nel tratto gastrointestinale, nei sistemi circolatorio e linfatico, causando avvelenamento del corpo. Un effetto simile dovrebbe essere previsto dal piombo..
    • Plastica acrilica.

    Video: Allergia alla protesi

    1. Il prodotto include un eccesso di monomero residuo.
    2. Cancella corone acriliche. Porta ad un aumento della concentrazione di sostanze nocive nella saliva.
    3. Varietà di metalli utilizzati per le protesi.
    4. Lesione della mucosa al momento della masticazione del cibo.
    5. Acidità saliva troppo elevata. Causa lo sviluppo di fenomeni infiammatori sullo sfondo dei processi di corrosione.
    6. La penetrazione di monomeri nel sistema circolatorio a causa di errori associati agli scambi di calore. Una situazione simile è rilevante per i prodotti acrilici rimovibili.

    Ad oggi, i seguenti requisiti ipoallergenici sono proposti alla protesi:

    • Forza. Il materiale artificiale deve resistere a carichi durante la masticazione. Altrimenti, i componenti di cui è fatta la protesi si mescoleranno costantemente con la saliva o feriranno le gengive.
    • Fissazione e stabilità affidabili delle protesi dentarie.
    • Mancanza di risposta al cibo e alla saliva. La scelta di maggior successo per i pazienti ipersensibili saranno le protesi fatte di metalli preziosi (argento o oro). Ma poiché tali progetti non sono un piacere economico, i design realizzati in titanio, ceramica e nylon sono popolari negli studi dentistici..
    • Sicurezza per il corpo. Alcuni metalli, che fanno parte delle corone o che fissano materiale per alcune strutture di ponti, possono causare intossicazione. Pertanto, la scelta di una protesi dovrebbe essere piuttosto scrupolosa, senza mettere in primo piano il costo dei prodotti troppo basso.

    Fattori che portano ad un'allergia alla protesi

    • Modifica del regime di temperatura sotto la struttura installata. Un aumento della temperatura provocherà l'allentamento dei tessuti molli delle gengive e l'espansione dei capillari. I monomeri secreti da prodotti non ipoallergenici entreranno con successo nel flusso sanguigno.
    • Lesioni gengivali con protesi rimovibili. Attraverso le ferite formate, è abbastanza facile per gli elementi allergenici penetrare nel sangue.
    • Processi di corrosione. Si verificano durante l'ossidazione della saliva delle protesi metalliche.
    • Aumento dell'acidità della saliva.
    • Distruzione della protesi a causa del superamento della sua vita utile.

    Sintomi di un'allergia alla protesi: attenzione, la condizione con allergie può peggiorare!

    I sintomi della condizione patologica in questione possono essere avvertiti entro pochi mesi dall'installazione di strutture dentali.

    In alcuni casi, i primi segni di un'allergia compaiono il giorno successivo - o 10 anni dopo le protesi.

    1. Iperemia della mucosa. Guance gonfie, lingua e palato molle.
    2. Cambiamento nella composizione della saliva: diventa più denso e viscoso. Deglutire è abbastanza problematico..
    3. Irritazione della superficie della lingua, che diventa più pronunciata quando si assumono cibi salati e piccanti.
    4. Lesioni frequenti alla lingua, mucosa della guancia con il cibo. Ciò è dovuto al gonfiore dei tessuti molli..
    5. Essiccazione della cavità orale, aspetto di un sapore metallico o acido. Ogni pasto diventa doloroso.
    • Gonfiore e bruciore dei tessuti molli (mucose delle guance, labbra, gengive, palato molle). Queste condizioni negative diventano così pronunciate che diventa impossibile usare una struttura rimovibile.
    • La formazione di bolle sul viso, sulle mani, che dopo l'apertura spontanea si trasformano in ulcere.
    • Gonfiore di palpebre, labbra, genitali, laringe. Questi fenomeni sono accompagnati da violazioni dell'apparato respiratorio (edema di Quincke).
    • Rinorrea.
    • Lacrimazione, gonfiore delle palpebre.
    • Gastrite.

    Diagnosi e trattamento delle allergie della protesi: cosa fare se si sospetta un'allergia?

    1. Visita dal dentista. Questo specialista attira l'attenzione sulle condizioni della cavità orale, delle corone, del letto protesico, del tipo di saliva. I film di ossido su strutture artificiali indicano lo sviluppo di reazioni allergiche.
    2. Test allergologici per rilevare allergeni specifici. Sono di diversi tipi: pelle e provocante. Nel primo caso, le forature cutanee vengono eseguite sull'avambraccio mediante un ago o una lama, dove successivamente vengono introdotte gocce di allergene. I test provocatori vengono eseguiti esclusivamente in ospedale nei casi in cui altri metodi diagnostici non sono stati informativi..
    3. Eliminazione + esposizione. Attuale per strutture rimovibili. Il dentista rimuove la protesi fino a quando i segni di allergia scompaiono. Questo spesso non richiede più di una settimana. Dopo aver fermato i fenomeni infiammatori, il medico reinstalla la struttura artificiale e monitora la risposta del corpo ad essa..
    4. Isolamento della protesi dalla mucosa attraverso la lamina d'oro. Il materiale specificato viene prima fissato con una colla speciale, quindi cemento. Applicare per protesi fisse.
    5. Esame di un campione di sangue venoso per anticorpi responsabili della comparsa della condizione patologica in questione.

    Il trattamento dell'allergia alla protesi inizia con l'eliminazione dell'irritante.

    Coloro che hanno sviluppato un'allergia con protesi fisse dovrebbero andare immediatamente dal dentista: questo disturbo può causare lo sviluppo di patologie più gravi.

    Il medico può risolvere il problema dell'intolleranza ai materiali delle strutture fisse in due modi:

    • La loro completa eliminazione e installazione in futuro di prodotti per i quali il paziente non ha ipersensibilità. Per fare questo, è necessario scoprire esattamente quale componente della protesi ha provocato fenomeni negativi dal corpo. Inoltre, il nuovo design può essere installato non prima di 4 settimane dopo aver rimosso quello vecchio. Durante questo periodo, tutti i sintomi di allergia scompaiono..
    • Ekranicasia protesi esistente. Per questo, la superficie del prodotto è metallizzata con materiali ipoallergenici. A tal fine, vengono spesso utilizzate platino o leghe d'oro..

    Trattamento delle allergie alla dentiera e pronto soccorso per il paziente

    1. Per eliminare i sintomi delle allergie, vengono utilizzati antistaminici: Loratadin, Suprastin, Zodak, Claritin, ecc. Un allergologo dovrebbe selezionare tali farmaci per ciascun paziente..
    2. Se un'allergia ha provocato un malfunzionamento del tratto gastrointestinale, del tratto biliare, del sistema nervoso, il paziente deve ricevere una terapia complessa con la partecipazione di specialisti appropriati.
    3. Le reazioni allergiche acute (edema di Quincke) vengono eliminate attraverso la terapia ormonale e l'adrenalina.
    4. Prima dell'arrivo di un'ambulanza, al paziente può essere somministrata un'iniezione intramuscolare di Suprastin, Loratadina o un altro antistaminico che blocca i recettori H-1.
    5. Con la chiusura completa del tratto respiratorio a causa del grave gonfiore della laringe, i medici eseguono la cricotiroidotomia.

    Prevenzione dell'allergia alla protesi: come prevenirne l'insorgenza?

    Il modo migliore per evitare il rigetto della protesi consiste nell'esaminare attentamente la storia del paziente e condurre test di allergia cutanea.

    Il medico deve selezionare i materiali per le protesi individualmente.