Allergia alla polvere: sintomi, cause, cosa fare, trattamento, prevenzione

Nutrizione

Intorno a ogni persona c'è sempre un allergene, indipendentemente dal periodo dell'anno, dal luogo e dallo stile di vita. Questa è polvere. Le sue particelle microscopiche sono in gran numero in appartamenti, case, per le strade di qualsiasi città, città, ecc. Anche con un leggero effetto sulla zona "polverosa", le particelle si alzano nell'aria e possono essere inalate dalle persone. La maggior parte della popolazione non noterà la loro presenza nel tratto respiratorio superiore (naso, orofaringe) o reagirà con diversi episodi di starnuti. Tuttavia, una risposta infiammatoria chiamata "allergia" si svilupperà nel corpo del 9-14% delle persone.

Le ragioni

Nonostante il fatto che quasi tutte le persone abbiano lo stesso contatto con la polvere, le malattie allergiche non si verificano in tutti. Qual è la ragione di questa selettività? Ora è stato stabilito - una tendenza a queste patologie si sviluppa a causa delle caratteristiche genetiche dell'immunità. In una persona allergica, il sangue contiene un contenuto aumentato di alcuni anticorpi (immunoglobuline E), che sono responsabili dello sviluppo dell'infiammazione a contatto con particelle di polvere. Non sono state identificate altre cause affidabili di allergie..

Come scoprire una tendenza alle allergie? Prima di tutto, si dovrebbe valutare la sua presenza tra parenti (genitori, fratelli e sorelle, generazioni più anziane). Esiste anche un metodo di laboratorio per rilevare le allergie, anche prima dell'inizio dei primi sintomi. Questa è una stima del numero di IG (immunoglobuline) E. Viene utilizzata raramente, poiché non consente di determinare la sostanza che causa la malattia. La norma IG E dipende dall'età:

  • Neonati (primo mese di vita) - fino a 2 kE / l;
  • 2-6 mesi - fino a 10 kE / l;
  • Fino a un anno - meno di 20 kE / l;
  • 2-10 anni - non più di 60 kE / l;
  • Più vecchio di 12 anni - meno di 100 kE / l.

Va notato che la polvere può essere domestica (situata all'interno dei locali) e industriale (fonte - eventuali gas di scarico, emissioni dagli impianti, ecc.). Differiscono significativamente nella composizione, ma i sintomi delle malattie allergiche che causano sono quasi identici.

Sintomi

Come si manifesta l'allergia? Esistono 6 forme di base con vari sintomi. Quale sarà osservato nel paziente dipende dalla quantità di allergene (in questo caso, dalla polvere) e dal luogo in cui si trova (sugli occhi, sulla pelle o nel tratto respiratorio). Qualsiasi malattia allergica scorre periodicamente - le esacerbazioni sono sostituite da remissioni (momenti di completa salute). Nei bambini, si osserva spesso una combinazione di diverse forme..

Congiuntivite allergica

Questa è un'infiammazione degli occhi causata dallo sviluppo di un'allergia. A causa del costante contatto con la polvere domestica, la congiuntivite persiste spesso tutto l'anno, indipendentemente dalla stagione. La malattia può avere un decorso lieve, moderato o grave, che è determinato dalla gravità dei seguenti sintomi:

  • Iperemia congiuntivale - i capillari e il rossore della sclera intorno a loro sono chiaramente visibili lungo la superficie anteriore dell'occhio;
  • Lacrimazione - con un grado lieve / moderato, è piuttosto scarsa. Lo scarico costante di lacrime per diverse ore si osserva con congiuntivite grave;
  • Rossore e gonfiore delle palpebre: l'occhio può "chiudersi" parzialmente o completamente solo nei casi più gravi. Molto spesso, l'edema è leggermente espresso;
  • Edema dell'intera area del viso: questo sintomo si verifica con congiuntivite allergica grave senza trattamento o su uno sfondo di angioedema;
  • La presenza di punti giallo-grigiastri lungo i bordi dell'occhio (punti di Horner) è un sintomo che si verifica solo con cheratocongiuntivite. Spesso accompagnato da pallore piuttosto che arrossamento degli occhi..

Se l'infiammazione è di natura allergica, quasi sempre sono colpiti due occhi. I sintomi di solito peggiorano all'interno o in una strada polverosa, che è anche un segno diagnostico.

Rinite allergica

La forma più comune di allergia alla polvere domestica. Si manifesta come tipico segno di irritazione della mucosa nasale: starnuti, abbondante scarica di un liquido limpido acquoso (rinorrea) e prurito. In alcuni casi, invece della rinorrea, si verifica una congestione, che diminuisce in assenza di contatto con la polvere (ad esempio, all'aria aperta). La condizione dei pazienti con rinite allergica di solito migliora di notte. Ciò è dovuto al maggiore rilascio di ormoni antinfiammatori (cortisolo, idrocortisone) in questo momento.

Un cambiamento nella natura del liquido nasale può indicare un'infezione. Allo stesso tempo, diventa giallo / verde, più viscoso e viscoso. Se compaiono questi sintomi, è necessario consultare un medico che regolerà il trattamento. Maggiori informazioni su come trattare la rinite allergica..

Dermatite Atopica (Eczema)

Questa lesione cutanea si sviluppa gradualmente, fin dalla tenera età. Spesso l'eczema è dovuto a un allergene alimentare, ma la polvere può anche essere un fattore scatenante. I sintomi tipici della dermatite atopica sono:

  1. Prurito delle aree interessate del corpo - si verifica principalmente con esacerbazioni. Rafforza durante il contatto con la polvere, dopo stress ed esposizione a sostanze irritanti (alcool, acido acetico, soluzione salina, ecc.);
  2. Peeling / ulcerazione - fino a 9-12 anni, si formano più spesso ulcere piangenti ma indolori sulla pelle interessata. In età adulta, viene espresso il peeling, che provoca un disagio pronunciato;
  1. Pelle secca: questo sintomo si verifica a causa di danni ai capillari causati da infiammazione allergica. Si osserva, di regola, negli adulti e nei bambini dopo 12 anni;
  2. Dermografismo di tipo bianco: questo sintomo viene verificato come segue: la pelle colpita dall'eczema viene premuta con un righello trasparente e attendere 20 secondi. Se rimane bianco per più di 2 minuti dopo l'esposizione, questo è un segno di dermatite allergica;
  3. Infiammazione delle labbra e della pelle circostante (cheilite).

Dopo aver trovato i sintomi sopra, è necessario valutare la loro gravità. Questa sfumatura ha un impatto significativo sul trattamento dell'eczema..

Orticaria

Questa è una forma di allergia, la cui diagnosi viene eseguita solo dopo l'esame del paziente. Se vengono rilevati i seguenti sintomi, si può affermare la presenza di orticaria:

Di regola, di diverse dimensioni. Intorno al blister si osserva arrossamento della pelle. Spesso si osserva prurito / bruciore in questa zona..

Un segno obbligatorio di orticaria è la scomparsa del blister entro 24-30 ore.

Le aree edematose sono abbastanza dolorose, ma non accompagnate da prurito. Anche il rossore è raro.

Se si tratta di un'orticaria, il gonfiore dovrebbe scomparire in 3 giorni.

SintomoCaratteristica sintomo
blister
Edema
Macchie ruggine sulla pelleQuando si pettinano, le vesciche appaiono al loro posto. Questo sintomo è un segno del tipo di pigmento di orticaria..

Di norma, la malattia si sviluppa bruscamente e quando viene eliminato il contatto con una grande quantità di allergene (in questo caso, la polvere), raramente si verifica ripetutamente. È possibile determinare l'allergene utilizzando metodi di laboratorio speciali..
Maggiori informazioni sui sintomi e sul trattamento dell'orticaria..

angioedema

Un'allergia alla polvere raramente porta a questa malattia, tuttavia, ci sono questi casi. Di solito ha un decorso lieve e può passare con un trattamento adeguato per 20 ore. Il sintomo principale è la comparsa di edema con una diversa disposizione (spesso sul viso e sulle mani). Gli organi interni (laringe, bronchi, intestino) non sono praticamente influenzati dall'esposizione alla polvere, quindi la prognosi per il paziente è favorevole.

L'edema con questo modulo presenta i seguenti sintomi:

  • La pelle sopra di lui è calda, marcata arrossamento;
  • Si sviluppa gradualmente - da alcune ore a un giorno;
  • Scompare rapidamente all'inizio del trattamento con ormoni (glucocorticosteroidi);
  • Ogni secondo paziente è accompagnato da orticaria.

Nonostante l'elevata probabilità di un esito favorevole, si dovrebbe diffidare di possibili complicanze (gonfiore della laringe e soffocamento). Se sospetti l'angioedema, dovresti consultare un medico il prima possibile.

L'ultima forma di allergia è lo shock anafilattico, tuttavia non sono noti casi di sviluppo di questa malattia a causa dell'azione della polvere.

Diagnostica

Oltre a chiarire la predisposizione ereditaria (la presenza della malattia nei parenti), la raccolta dei reclami e l'esame del paziente, sono stati condotti numerosi studi aggiuntivi. Con il loro aiuto, è possibile confermare la natura allergica della malattia e scoprire il fattore provocante (allergene).

Prima di tutto, viene eseguito un esame del sangue (clinico) di routine, in cui si dovrebbe prestare attenzione al numero di eosinofili. Un aumento del loro livello superiore a 0,3 * 10 9 / l (o più del 5% del numero di leucociti) è un segno indiretto della presenza di allergie. L'ESR può anche essere leggermente aumentato (entro 15-25).

L'analisi delle urine e le feci non aiutano nella diagnosi, poiché spesso rimangono normali. Anche la biochimica del sangue venoso non ci consente di trarre conclusioni sulla natura della malattia.

Il modo più informativo sono i test allergici, che determinano il fattore che porta all'esacerbazione. Il principio della loro attuazione è lo stesso: varie sostanze che spesso causano allergie (polvere domestica e industriale, polline, ecc.) Vengono applicate sulla pelle e analizzano la reazione cutanea. Se ci sono segni di infiammazione (arrossamento, vescicola o gonfiore), un test allergologico è positivo. Controindicazioni allo studio: esacerbazione della malattia o presenza di infezioni cutanee nell'area di studio.

Attualmente vengono utilizzati 3 metodi principali:

L'avambraccio del paziente viene strofinato con alcool per disinfettare, dopodiché l'infermiere applica 1-2 gocce di vari allergeni. Attraverso le gocce, uno strumento speciale effettua un'iniezione leggera (non più profonda di 1 mm).

La presenza di allergie è confermata se intorno all'iniezione appare un'area arrossata maggiore di 3 mm.

Dopo aver elaborato l'avambraccio, piccoli "graffi" di pelle sono fatti in più file. Le soluzioni di diversi allergeni sono gocciolate su ciascuno di essi..

La comparsa di segni di "iperinfiammazione" - una vescicola o arrossamento intenso indica l'allergia del paziente alla sostanza.

Procedura del test allergologicoCom'è?Metodo Metodo
Test di PrikÈ considerato il "gold standard" tra i campioni allergici, a causa della minima esposizione dell'allergene al corpo. La probabilità di risultati falsi è estremamente bassa..
scarificazioneViene utilizzato quando non è possibile eseguire un test Prik. La probabilità di false reazioni è di circa il 10-15%.
ApplicazioneDopo la disinfezione, vengono applicate gocce di vari allergeni sulla pelle, senza raschiature, iniezioni, ecc. La reazione conta dopo 10 minuti.La tecnica è prescritta per i pazienti con dermatite atopica moderata / grave o grave reazione a un allergene.

Se i metodi di cui sopra non sono riusciti a stabilire un allergene, dovrebbero essere utilizzati test "provocatori". Il principio del metodo è applicare una sostanza irritante di una certa concentrazione sulla zona interessata (rinite - la mucosa del naso, allergia alimentare - sotto la lingua, congiuntivite - la mucosa dell'occhio). Per confermare la reazione del corpo alla polvere, vengono utilizzate la somministrazione nasale (nel naso) e la somministrazione congiuntivale. Va notato che il test provocatorio viene eseguito solo da un allergologo, che fornirà assistenza adeguata al paziente con una forte reazione all'allergene.

Trattamento

Cosa fare con un'allergia alla polvere? È necessario consultare un medico che prescriverà un trattamento completo. Prima di tutto, il contatto con la polvere dovrebbe essere ridotto al minimo. Si consiglia di effettuare la pulizia regolare del luogo di residenza, compresi il rastrellamento e tutte le superfici orizzontali (comodini, armadi, caminetti, elettrodomestici, ecc.), La pulizia a umido dei tappeti e l'aerazione delle stanze. Una volta ogni 10-14 giorni, la biancheria da letto deve essere cambiata. Si consiglia di sostituire i cuscini in piuma e le coperte con le loro controparti sintetiche, poiché sono ipoallergenici. Inoltre, si osserva un effetto positivo con l'uso quotidiano di umidificatori.

Le misure elencate riguardano solo la polvere domestica - rimane "stradale" e industriale. Questa sfumatura è difficile da correggere. Se la professione del paziente è associata a un costante contatto allergico, è meglio cambiare il luogo di lavoro (se possibile). Sfortunatamente, non ci sono altre raccomandazioni adeguate..

Preparazioni barriera

Attualmente sono stati sviluppati spray che creano un sottile strato protettivo sulla mucosa nasale. Questa barriera previene il cedimento dell'allergene e non consente lo sviluppo di una reazione infiammatoria. In Russia, i rappresentanti più comuni sono Nazaval Plus e Prevalin. Gli svantaggi di questo gruppo sono i seguenti: la necessità di un uso ripetuto (a causa del "lavaggio" dello strato protettivo da parte della normale secrezione della mucosa), efficacia solo per la prevenzione e il trattamento della manifestazione iniziale di rinite allergica.

Terapia farmacologica generale

L'allergia alla polvere viene trattata con preparazioni generali e locali. Il primo gruppo include i seguenti farmaci:

  • Bloccanti del recettore dell'istamina di tipo I. Riducono / eliminano i sintomi, prevenendo il rilascio di sostanze infiammatorie (mediatori) nel sangue. I rappresentanti più efficaci (ma piuttosto costosi): Loratadin, Fexofenadine, Desloratodine, Cetirizina. Budget, ma analoghi meno efficaci: Suprastin, Difenidramina, Clemastina (sinonimo - Tavegil);
  • Farmaci stabilizzanti a membrana. Utilizzato con un effetto debole dei bloccanti dell'istamina. Il farmaco più comune è il ketotifene..

Un grado grave di qualsiasi malattia allergica è un'indicazione per l'uso di analoghi degli ormoni (glucocorticosteroidi) delle ghiandole surrenali. Dovrebbero essere usati solo secondo il programma prescritto dal medico per evitare complicazioni. Nella pratica clinica, il prednisone, il desametasone e l'idrocortisone sono più comunemente usati..

Cosa non si può fare? Dovresti ricordare una serie di semplici regole nel trattamento delle allergie:

  • Non è raccomandato l'uso di ormoni utilizzati per via orale o per iniezione, con l'aggiunta di qualsiasi infezione (infezioni respiratorie acute, congiuntivite batterica / virale, pielonefrite, ecc.). Ciò può portare ad una maggiore riproduzione dei microrganismi e alla progressione della malattia;
  • L'uso di antibiotici contro le allergie non ha senso. Tale trattamento porterà solo alla disbiosi;
  • Non si devono pianificare operazioni sull'organo interessato (occhi con congiuntivite, setto o seni nasali con rinite, ecc.), Durante un'esacerbazione della malattia.

Terapia farmacologica locale

Oltre al trattamento generale, dovresti agire direttamente sull'area infiammata. Solo il medico curante / allergologo può selezionare il trattamento per un paziente specifico. Di seguito sono presentati schemi esemplificativi per varie malattie allergiche:

Farmaci stabilizzanti della membrana sotto forma di spray o gocce nasali - Cromoglicato;

Bloccanti del recettore dell'istamina:

  • Levocabastina (sinonimo di Histimet) - gocce nasali;
  • Azelastine Spray.

Glucocorticosteroidi nello spray:

  • Beclometasone (sinonimo di Nasobek);
  • Budesonide (Tafen nasale);
  • Fluticasone (Nazarel).

vedere un elenco di tutte le gocce per il naso e gli spray allergici

Antisettici, compresi sali d'argento (Argosulfan). Queste medicine si presentano sotto forma di una crema..

Unguento al glucocorticosteroide (desametasone).

Fisioterapia con luce ultravioletta (opzione - adeguati corsi di solarium).

Forma di allergiaRegime di trattamento
CongiuntiviteFarmaci stabilizzanti della membrana in gocce:

In alternativa, puoi usare farmaci combinati (Okumetil, Betadrin).

Per la congiuntivite moderata / grave, viene prescritto idrocortisone o desametasone in gocce. Questi sono glucocorticosteroidi, che non hanno praticamente effetti collaterali se applicati localmente..

rinite
Dermatite Atopica (Eczema)

La terapia dell'orticaria e dell'angioedema è limitata all'uso di soli farmaci generali. Le allergie in un bambino e in un adulto sono trattate secondo schemi simili - solo i dosaggi variano in modo significativo.

Di norma, il paziente viene ricoverato in ospedale solo con un grave grado della malattia. In altri casi, la terapia viene eseguita "a casa" fino a quando i sintomi non vengono eliminati..

Immunoterapia specifica (SIT)

Se, dopo un trattamento adeguato, l'allergia è difficile da controllare nel paziente (frequenti esacerbazioni spontanee, ridotta efficacia dei farmaci), si raccomanda di sottoporsi a un corso speciale di immunoterapia. Con esso, è possibile prevenire lo sviluppo dell'infiammazione, anche con polvere pesante.

Il principio del metodo è semplice. Un allergene viene introdotto nel corpo in dosi molto piccole 2-3 volte a settimana (metodo classico) o 3 volte al giorno (metodo accelerato). A poco a poco, la sua quantità aumenta, a causa della quale il corpo "viene utilizzato" e non produce immunoglobuline E. Dopo il corso, l'allergia non disturba il paziente per 3-6 anni.

L'immunoterapia convenzionale dura in media 3 anni. Il metodo accelerato prevede l'introduzione di un allergene in 2 settimane, tuttavia esiste un'alta probabilità di reazioni avverse.

Prevenzione dell'esacerbazione

L'allergia si verifica sempre periodicamente - i periodi di piena salute sono sostituiti da esacerbazioni. Per prevenirne la maggior parte, è sufficiente seguire semplici consigli:

  • Ridurre la probabilità di contatto con la polvere (descritta in dettaglio all'inizio della sezione di trattamento). Elenchiamo di nuovo gli eventi più importanti:
    • Pulizia a umido regolare nell'appartamento / casa con la pulizia di tutte le superfici orizzontali;
    • Aerazione e umidificazione costanti;
    • Sostituzione di cuscini, coperte, materassi da materiali naturali a sintetici;
    • Cambio e lavaggio regolari della biancheria da letto;
    • Se ci sono tappeti sul muro, si consiglia vivamente di rimuoverli;
    • I tappeti possono essere lasciati con una normale pulizia ad umido..
  • Se si è allergici principalmente alla polvere "di strada", consultare un medico e sottoporsi a un corso preventivo di trattamento in primavera e in estate;
  • Se il paziente vive in un clima secco, si consiglia di viaggiare in mare due volte l'anno (minimo - 1);
  • Effettuare CIT.

Una dieta ipoallergenica non è necessaria se il paziente è allergico solo alla polvere. Questi sono fattori completamente diversi, quindi non possono causare reazioni crociate..

L'allergia alla polvere è una caratteristica dell'immunità in cui una persona reagisce con l'infiammazione al contatto con particelle di polvere. Può manifestarsi in varie forme. Con una terapia adeguata, possono essere curati entro 2 settimane (ad eccezione dell'eczema). È impossibile eliminare completamente le reazioni allergiche, ma è abbastanza realistico ridurre il numero di esacerbazioni con l'aiuto di una facile prevenzione.

Allergia ai prodotti chimici domestici

Perché c'è un'allergia alla chimica

Per quanto paradossale, i prodotti chimici domestici progettati per mantenere la pulizia igienica sono le fonti degli allergeni più aggressivi. Tutti i tipi di detergenti sintetici (detersivi, detersivi per piatti, elettrodomestici, mobili), disinfettanti, decoloranti, smacchiatori, vernici, vernici, repellenti, ovvero quasi tutto ciò che in qualche modo usiamo nella vita di tutti i giorni può causare allergie reazione.

Questi prodotti contengono molti componenti e quasi tutti possono causare allergie alla chimica, ma molto spesso lo causano:

  • tensioattivi anionici (usati in detergenti e detergenti);
  • fosfati (inclusi in detergenti e detergenti);
  • cloro (usato nelle candeggine);
  • ammoniaca, ammoniaca (fanno parte dei mezzi per lavare finestre, specchi, pulire le superfici di vetro);
  • formaldeide (usata per combattere funghi e muffe nei bagni);
  • nitrobenzene (incluso nei lucidi per pavimenti e mobili);
  • distillati di petrolio (presenti nei lucidi per superfici metalliche);
  • fenoli e cresoli (usati per la disinfezione).

I componenti allergenici nelle sostanze chimiche domestiche non sono solo sostanze chimiche attive, ma anche profumi, fragranze, coloranti di origine sintetica. Sono aggiunti per nascondere odori sgradevoli e dare colore, ad esempio, sapone liquido per le mani o ammorbidente. Ma per le persone soggette ad allergie ai prodotti chimici, ciò aumenta solo il rischio che si verifichi a contatto con prodotti chimici domestici.

I prodotti chimici domestici possono influenzare il corpo contemporaneamente in due modi.

Attraverso il sistema respiratorio

Quando si usa la polvere, le sue particelle più piccole si alzano nell'aria e, quando inalate, entrano nel corpo. Il lavaggio a mano in acqua calda trasforma questo processo in inalazione, aumentando la quantità di allergeni inalati. L'uso di deodoranti per ambienti, che includono una fine sospensione di acqua, propano, profumi sintetici, accelera anche l'ingresso di sostanze nel tratto respiratorio - provocatori di allergie. Molti detergenti sono forniti con pistole a spruzzo per facilitare l'uso, il che aiuta anche a creare una miscela di aria ed elementi chimicamente attivi. Dopo la lavorazione con prodotti chimici domestici, sulle superfici rimane un sottile film di sostanze attive biologiche che evaporano gradualmente nell'aria del salotto, saturandolo di allergeni.

Attraverso la pelle

Si verifica quando si utilizzano prodotti chimici domestici senza guanti o crema protettiva per le mani. I tensioattivi possono anche entrare nel tuo corpo con biancheria sciacquata in modo insufficiente..

Di norma, l'effetto degli allergeni sui prodotti chimici domestici è complesso. Quindi, ad esempio, il cloro irrita non solo la pelle. Durante l'evaporazione, il cloro si combina con carbonio e azoto nell'aria, penetrando nei polmoni. Tali composti del cloro danneggiano il tessuto polmonare e li rendono più suscettibili alle allergie. Ciò può portare rapidamente allo sviluppo di asma bronchiale..

Come è un'allergia alla chimica

A diretto contatto con prodotti chimici domestici (detersivo, candeggina, smacchiatori, ecc.), Sulla pelle possono comparire arrossamenti ed eruzioni cutanee, accompagnati da prurito. La pelle è generalmente secca, potrebbero esserci zone di desquamazione e screpolature.

Se gli allergeni entrano nel tratto respiratorio (aerosol, detergenti con spray, ecc.), Possono comparire congestione nasale, starnuti, secrezione abbondante dal naso, lacrimazione, arrossamento degli occhi e mal di gola. Nei casi più gravi, si notano difficoltà respiratorie, accompagnate da una tosse secca lancinante.

Raccomandazioni e trattamento

Al primo segno di allergia, è necessario consultare un medico e seguire rigorosamente le sue istruzioni.

La prima raccomandazione del medico è di escludere o ridurre il contatto con l'allergene..

Al fine di ridurre al minimo i possibili effetti allergici dell'uso di prodotti chimici domestici, è necessario seguire semplici precauzioni:

  1. Durante la pulizia, utilizzare prodotti chimici domestici solo quando necessario..
  2. Acquista prodotti chimici per la casa etichettati "ipoallergenici", "per pelli sensibili", "per lavare le cose dei bambini". Anche se in questo caso, non è possibile evitare completamente le allergie, ma le sue manifestazioni saranno minime. Si consiglia di utilizzare prodotti in cui la percentuale di tensioattivi non superi il 5%.
  3. Lavora con prodotti chimici domestici solo con i guanti, usa una crema protettiva per le mani.
  4. Dopo aver applicato i prodotti chimici, assicurarsi di ventilare la stanza, sciacquare accuratamente le mani e gli occhi.
  5. Rifiuta il lavaggio delle mani con la polvere - usa meglio il sapone.
  6. Lavare in lavatrice con risciacquo extra.
  7. Meglio usare gel invece di polveri e aerosol. Quindi le particelle di polvere di allergene non penetrano nel tratto respiratorio.
  8. Ventilare la casa più spesso, evitando che i vapori dei prodotti chimici domestici vengano ristagnati nell'aria.

Se anche con l'uso di prodotti chimici domestici "ipoallergenici", i sintomi di un'allergia alla chimica persistono, dovresti ricordare i rimedi naturali ben dimenticati:

  • succo di limone - rimuove ruggine, incrostazioni, viene usato per lavare le finestre e rimuovere le macchie da vestiti, porcellane e posate;
  • aceto da tavola - rimuove incrostazioni, macchie, disinfetta, pulisce le piastrelle;
  • sale - usato per lavare i piatti, pulire la suola del ferro;
  • senape - è usato per lavare le cose di lana;
  • bicarbonato di sodio - usato per lavare i piatti, rimuovere le macchie dai rivestimenti dei mobili.

Come viene trattata un'allergia alla chimica?

Per alleviare i sintomi di allergia, il medico può prescrivere antistaminici (ad es. Cetrin ®). In futuro, si consiglia di tenere a portata di mano questi farmaci - purtroppo può verificarsi una reazione allergica.

Per il trattamento delle manifestazioni locali sulla pelle, il medico può raccomandare pomate o creme esterne contenenti glucocorticosteroidi, nonché sostanze che ammorbidiscono la pelle.
Con manifestazioni respiratorie di allergie, al regime terapeutico possono essere aggiunti glucocorticosteroidi topici, cromoni, broncospasmolitici.

La conformità con queste raccomandazioni e le seguenti prescrizioni del medico ti aiuteranno a ridurre significativamente i sintomi o a eliminare completamente le allergie ai prodotti chimici domestici..

Ecologia e allergie

Negli ultimi decenni, a causa di ragioni socio-politiche, ambientali, tecniche e di altro tipo, lo stato dell'ambiente ha subito profondi cambiamenti, molti dei quali influenzano direttamente o indirettamente la salute umana. Secondo l'OMS, già nel 2000, oltre 150.000 morti all'anno erano dovuti ai cambiamenti climatici..

Gli effetti diretti dei cambiamenti climatici si manifestano in un aumento della frequenza di esacerbazioni di malattie cardiovascolari, broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e asma bronchiale (BA). Indirettamente correlati ai cambiamenti climatici sono la prevalenza di molte malattie infettive, stress allergenico, malnutrizione e migrazione forzata.

Secondo la maggior parte degli scienziati, fattori esterni come fenomeni naturali estremi, temperatura, inquinamento atmosferico, livello di allergeni, nonché malattie infettive e allergiche associate a questi fattori, hanno la maggiore influenza sulla salute umana. Alcuni di questi fattori (allergeni, infezioni virali, inquinanti) sono anche i cosiddetti fattori scatenanti e non solo causano lo sviluppo di malattie allergiche, ma provocano anche la comparsa dei loro principali sintomi.

Allergia ambientale

Ecologia e allergia sono strettamente correlate, numerose pubblicazioni che coprono dati epidemiologici e sperimentali sul ruolo dell'inquinamento da polvere e aria in pazienti con asma bronchiale e febbre da fieno confermano la relazione diretta tra lo sviluppo di esacerbazioni della malattia e un aumento del livello di inquinanti.

L'inquinamento atmosferico aumenta in modo significativo a causa del rapido aumento del numero di automobili nel mondo che emettono nell'atmosfera un'enorme quantità di particelle di gas di scarico diesel e altre sostanze nocive (monossido di carbonio, idrocarburi, ossido nitrico, ecc.). Altri inquinanti sono i solidi PM2.5 e l'ozono.

Gli effetti avversi sulla salute dei contaminanti sono legati alla loro capacità di penetrare facilmente nei polmoni e nel flusso sanguigno. La letteratura discute diversi meccanismi di base dell'azione degli inquinanti nell'aria atmosferica: gli effetti sulle cellule del sistema immunitario, la funzione compromessa della barriera epiteliale e anche la modifica del potenziale immunitario del polline. Prove recenti suggeriscono un effetto stimolante degli inquinanti sulla produzione di immunoglobuline specifiche di classe E (IgE).

Il degrado ambientale, l'inquinamento atmosferico, può essere la ragione di un aumento della concentrazione di allergeni pollinici a cui i pazienti sono sensibilizzati. Vi sono prove evidenti che la composizione e il livello del polline sono cambiati in modo significativo a causa di fattori climatici. È noto da tempo che l'allergenicità del polline di alberi ed erbe aumenta più volte sotto l'influenza di elevate concentrazioni di anidride carbonica. Inoltre, un aumento della temperatura e della CO2 atmosferica può influire sui tempi e sul livello della loro produzione..

Pertanto, i cambiamenti climatici hanno già portato ad un aumento della concentrazione di polline allergenico e della durata dell'impollinazione di betulla e ambrosia. L'aumento delle temperature, l'inizio della primavera e le calde giornate estive in Nord America hanno contribuito all'estensione della stagione pollinica dell'ambrosia di circa 1 mese. È stata dimostrata una relazione diretta tra un aumento della concentrazione di polline nell'ambiente e un aumento del numero di visite ai medici e il ricovero in ospedale di pazienti con asma bronchiale (BA) e rinite allergica.

L'ozono è anche un fattore importante che aumenta l'allergenicità del polline di betulla. Recentemente, gli scienziati americani hanno confermato una relazione affidabile tra alte concentrazioni di ozono, PM2.5 e polline di alberi nell'aria atmosferica e un significativo aumento del numero di ricoveri ospedalieri di bambini con asma bronchiale (BA). L'accumulo di ozono è associato a una diminuzione della funzione respiratoria esterna, a un aumento della frequenza delle visite ai reparti di emergenza e ai ricoveri, nonché alla mortalità prematura nei pazienti con asma..

L'esposizione cronica all'ozono aumenta anche il rischio di esacerbazioni nei pazienti con BPCO, malattie cardiovascolari e diabete. Studi recenti dimostrano che entro il 2050, oltre 2500 decessi prematuri potrebbero essere dovuti all'esposizione all'ozono a causa di fattori antropogenici e aumento delle emissioni nell'atmosfera.

Di particolare pericolo è l'esposizione prolungata alle sostanze inquinanti per il tratto respiratorio del bambino. In un recente studio prospettico di 1.900 bambini che vivono in Svezia, gli scienziati hanno valutato gli effetti delle particelle solide sospese nell'ambiente (principalmente fuliggine diesel) sullo sviluppo di malattie allergiche entro 8 anni.

I risultati sono stati ottenuti utilizzando un monitoraggio continuo del contenuto di particelle fini nell'aria nelle posizioni della casa e della scuola di ciascun bambino osservato. All'età di 8 anni, il valore medio del volume espiratorio forzato per 1 secondo era significativamente inferiore nei bambini con atopia esposta a livelli elevati di inquinamento atmosferico durante i primi mesi di vita.

I dati della letteratura pubblicata indicano l'influenza dei fattori locali, le differenze nelle condizioni meteorologiche sulla dimensione degli inquinanti prevalenti in luoghi diversi. Quindi, in California, è stata rivelata una relazione diretta tra questi parametri, mentre nei Paesi Bassi e in Germania è stato riscontrato un leggero effetto di tale esposizione.

Quasi tutti gli studi precedentemente pubblicati includevano una valutazione degli effetti a breve termine dell'inquinamento atmosferico sulla frequenza dei decessi annuali. Quando si studiava la relazione tra il livello di particelle di PM2.5 e la mortalità giornaliera in una grande città industriale di Taiwan, l'aumento del rischio di mortalità di tutti i pazienti era significativamente associato con un alto livello di inquinanti nell'aria. Inoltre, è stato recentemente scoperto che contaminanti presenti nell'aria come NO, toluene, sono correlati ai sintomi della dermatite atopica..

È noto che se inalato ad alte dosi, alcuni sensibilizzanti immunologicamente attivi si comportano come irritanti. Nella classificazione dell'asma professionale, il cosiddetto asma irritante viene identificato separatamente, inclusa la sindrome da disfunzione delle vie aeree reattiva, che si sviluppa a seguito del contatto con concentrazioni estremamente elevate di sostanze tossiche (vapori, gas, fumo) (Tabella 8).

Per una forma irritante di asma professionale nella storia medica, ci deve essere un'indicazione dei primi sintomi simil-asma sviluppati entro 24 ore dall'inalazione di gas irritanti, vapori, fumo, aerosol in alte concentrazioni con persistenza dei sintomi da diversi giorni a 3 mesi.

L'influenza dell'ecologia dei locali sullo sviluppo di allergie

Va notato che medici e pazienti spesso sottovalutano il ruolo dell'inquinamento dell'aria indoor, dove la maggior parte delle persone trascorre fino al 90% del proprio tempo. L'ecologia della stanza e lo sviluppo di allergie hanno una relazione diretta, la concentrazione interna di inquinanti può essere 2-5 volte superiore rispetto allo spazio aperto.

Le fonti di inquinamento dell'aria interna includono prodotti di combustione del combustibile per il riscaldamento della casa e della cucina, fumo di tabacco, sostanze chimiche utilizzate per la pulizia, la costruzione e la decorazione di case, ecc. Altre fonti sono tappeti sintetici, mobili, articoli in cloruro di polivinile, ecc. I pesticidi e vari prodotti di clorazione nell'acqua potabile possono causare cambiamenti epigenetici associati ad un aumentato rischio di cancro. L'effetto di questi e altri (ad esempio nichel) prodotti chimici ambientali sullo sviluppo di malattie del tratto respiratorio è stato finora mal studiato..

All'interno, specialmente in assenza di un'adeguata ventilazione, esiste un livello più elevato di contaminazione microbica, che include centinaia di specie di batteri e funghi. A sua volta, la crescita di questi microrganismi è strettamente associata all'aumento dell'umidità. Come mostrato in un recente studio multicentrico, che ha coinvolto 7104 persone provenienti da 13 paesi dell'Unione Europea, esiste una relazione diretta tra i casi di nuova diagnosi di asma bronchiale (BA), la gravità del suo decorso e la presenza di umidità (muffa) in casa.

I funghi possono essere una fonte di vari allergeni che possono causare asma allergico in soggetti sensibilizzati. I livelli di muffa aumentano a causa dei cambiamenti climatici, probabilmente a causa di una maggiore concentrazione di anidride carbonica. Anche i materiali da costruzione, che contribuiscono alla crescita di funghi tossici nelle stanze e aumentano la temperatura e l'umidità in essi, hanno un effetto..

Per i bambini, l'ecologia dei locali delle istituzioni e delle scuole in età prescolare svolge un ruolo importante nel mantenimento dei sintomi persistenti delle allergie. Vari inquinanti atmosferici possono essere rilevati nelle scuole, tra cui muffe, batteri, allergeni, composti organici volatili, formaldeide, ecc. Le scuole sono anche un'importante fonte di esposizione agli allergeni di cani e gatti. Gli allergeni degli scarafaggi e degli acari della polvere sono più alti nelle scuole che nelle case.

Un'altra fonte comune di inquinamento dell'aria interna è il fumo di tabacco. È noto che l'esposizione al fumo di tabacco, in particolare sul feto e in tenera età, aumenta il rischio di sviluppare asma bronchiale (BA) e infezioni del tratto respiratorio inferiore.

Allergia meteorologica

In caso di tempo umido e umido, il rischio di sviluppare infezioni respiratorie acute aumenta notevolmente. Le infezioni del tratto respiratorio inferiore e la polmonite nei bambini sono più spesso registrate in inverno nelle regioni temperate, mentre nelle aree tropicali l'incidenza è maggiore durante la stagione delle piogge annuale. Inoltre, il tasso di trasmissione delle infezioni è influenzato dall'aumento del tempo in cui una persona rimane al chiuso a causa delle piogge, dall'accumulo e dall'esposizione a biocarburanti, dal fumo e da una diminuzione dell'esposizione alla luce solare (diminuzione della vitamina D).

L'elevata umidità relativa aiuta ad aumentare la diffusione di protozoi, zecche, batteri e virus. Tutti loro possono causare esacerbazione di allergie e malattie infettive del tratto respiratorio..

In tutto il mondo, si verificano fluttuazioni stagionali nella frequenza delle esacerbazioni dell'asma bronchiale (BA), specialmente nei bambini. L'inizio della scuola a settembre è fortemente associato ad un aumentato rischio di convulsioni e visite non pianificate da parte di un medico. Alla fine dell'autunno si osserva un secondo aumento della frequenza delle esacerbazioni, che dura con fluttuazioni durante l'inverno con una diminuzione in estate.

Si ritiene che il riscaldamento globale e un aumento significativo di fenomeni naturali estremi (incendi, tempeste, inondazioni, ecc.) Comportino un aumento del livello di inquinanti nell'aria, ecc. Inoltre, in condizioni di clima secco, c'è più polline, polvere, funghi nell'aria, che possono causare irritazione dell'epitelio del sistema respiratorio, esacerbazione di malattie croniche del tratto respiratorio e asma bronchiale (BA).

Condizioni aride possono causare la trasmissione di alcune malattie infettive, tra cui la coccidioidomicosi, e un aumento della concentrazione di spore fungine nell'aria dal suolo distrutto. In caso di disturbi dell'approvvigionamento idrico durante la siccità, il rischio di malattie infettive aumenta notevolmente a causa della diminuzione della frequenza del lavaggio delle mani.

Allo stesso tempo, il tifone e le forti piogge sono anche accompagnati da un aumento della concentrazione di allergeni presenti nell'aria, polline, ozono e funghi che causano malattie allergiche.

Gli scienziati prevedono che gli effetti ambientali dei cambiamenti climatici sulla salute umana si intensificheranno solo in futuro. Ottenere maggiori informazioni scientifiche sui meccanismi dell'impatto dei fattori climatici e dell'inquinamento ambientale sullo sviluppo dell'asma bronchiale (BA) e delle allergie in generale, nonché di altre malattie respiratorie, è possibile determinare nuove strategie di trattamento e prevenzione per questi pazienti.

© MD D.Sh. Macharadze, allergologo H.A. Adaeva, Z.A. Muslimova, Ph.D. IN E. Peshkin

Allergia al lievito

Dottore in scienze mediche, ricercatore capo dell'FSBI "SSC Institute of Immunology" FMBA Sergey Vladimirovich Tsarev ha parlato di allergie ai funghi di lievito ad "Allergotop".

Nella primavera del 1988 si scatenò una manifestazione su una piazza nel centro di Kirishi (regione di Leningrado). La gente cantava: “L'impianto BVK è un killer! Abbasso BVK! ” BVK è un concentrato di proteine ​​e vitamine, o lievito da foraggio, che in URSS veniva usato come integratore proteico per l'alimentazione del bestiame.

Il Kirche Biochemical Plant è stato costruito nel 1973. Da quel momento, l'incidenza dell'asma bronchiale aumentò costantemente nella città, che fu persino riconosciuta da Igor Malevanny, l'allora ufficiale sanitario statale della regione di Leningrado. "Lo sviluppo di impianti di produzione nello stabilimento biochimico di Kirishi ha coinciso con l'aumento delle malattie respiratorie tra la popolazione della città", ha detto in un'intervista.

La causa dell'aumento dell'incidenza delle emissioni di acciaio delle proteine ​​del lievito.

La biomassa è stata ottenuta sulla base della Candida tropicalis. Secondo gli esperti, le cellule di questi lieviti sono molto piccole e possono fuoriuscire anche attraverso i sistemi di purificazione. Si sono rivelati un potente allergene..

La situazione è stata aggravata dal fatto che nel 1987 12 bambini sono morti a Kirishi. Gli ambientalisti hanno accusato le emissioni proteiche dell'impianto biochimico. “L'incidente alla BHZ nel gennaio 1987, quando fallirono le strutture di trattamento, fu il detonatore dell'esplosione pubblica. Le malattie allergiche sono aumentate ", ha ricordato un partecipante al movimento ambientalista V. Vasiliev, poi uno studente all'Istituto elettrotecnico.

Proteste di massa scoppiate in città. Tuttavia, alla fine degli anni '80, la chiusura di impianti biochimici era richiesta dai residenti di tutte le città dell'URSS in cui esistevano tali industrie: Ufa, Gudermes, Svetly Yar (Russia), Pavlodar (Kazakistan), Novopolotsk (Bielorussia), Kremenchug (Ucraina).

Nel 1990 lo stabilimento di Kirishi fu completamente fermato. Seguì il resto del BHZ.

Kirishi BHZ

Lievito e malattia

"Questa è una storia molto famosa", afferma Sergey Tsarev. "Quando fu costruita una pianta vicino a Leningrado dove venivano prodotte proteine ​​e concentrato di vitamina, il livello di sensibilizzazione fungina aumentò notevolmente lì. Il concentrato è stato prodotto con lievito.

I funghi di lievito hanno un metodo di propagazione diverso da quelli miceliali. Non formano spore - si riproducono in erba. Non è una questione controversa: i funghi di lievito sono essi stessi allergeni.

Il lievito viene utilizzato nelle imprese del settore alimentare, ad esempio nella produzione di birra, kvas, pane e formaggio. Ci sono piante in cui viene rilasciato il lievito stesso. In questo caso, il lievito entra nel corpo per inalazione, attraverso il tratto respiratorio e le allergie possono svilupparsi a loro, poiché di solito si verifica a quei funghi con cui vieni in contatto. Quindi, sono possibili malattie respiratorie come l'asma bronchiale, anche se, naturalmente, i funghi di lievito hanno le loro specifiche. Prima di tutto, causano lesioni cutanee..

Lievito prodotto o utilizzato nelle fabbriche, che riceviamo dall'esterno. Ma il lievito vive anche nel corpo umano. Questa è Candida e Malesia..

La malassesia vive sulla pelle e può complicare in modo significativo il decorso della dermatite atopica.

La candida cresce sulle mucose e in determinate condizioni provoca sia malattie allergiche che candidosi - una forma di micosi o infezione fungina.

Funghi nella birra

- In caso di allergia ai funghi, i prodotti associati alla fermentazione possono potenzialmente essere una fonte della malattia. Kvas, birra, champagne - questi sono tre prodotti con fermentazione del lievito che possono causare allergie. In isolamento, le allergie al kvas, ad esempio, non possono esserlo, perché non si verifica un'allergia al kvas, ma al lievito (a meno che, ovviamente, non sia associato ad altri componenti della bevanda). E il lievito può essere ovunque.

Qui, tuttavia, bisogna tenere presente che le bevande menzionate possono anche dare pseudoallergie, quando le manifestazioni esterne assomigliano a un'allergia, ma in realtà è una reazione del tratto gastrointestinale.

Ad esempio: se una persona ha bevuto ketchup a stomaco vuoto al mattino e la sua orticaria si è aggravata, allora questa non è un'allergia ai pomodori, ma una conseguenza del fatto che il ketchup ha causato l'infiammazione della mucosa gastrica e anche la pelle ha reagito. La stessa cosa qui: lo champagne, ad esempio, è un istaminolibratore in sé e può causare reazioni simili all'allergico.

Ma se c'è un'allergia ai funghi, allora champagne, birra e kvas sono la causa dell'esacerbazione della malattia. Non sono le uniche fonti di allergie. Il lievito, ovunque si trovi, provoca sempre una reazione allergica.

Fonti: “Tecnica per giovani”, 1988, n. 12, pagg. 38–39

Allergia alle emissioni di fabbrica


Gruppo: VIP
Messaggi: 9985
Registrazione: 27/09/2003
ID utente: 23

anche il mio ragazzo ha avuto due o tre attacchi.
quando è successo la prima volta, era molto, molto spaventato, mentre aspettava un'ambulanza, non sapeva cosa fare. Ho visto che mio figlio stava soffocando e cosa fare xs. Il secondo e il terzo non hanno chiamato un'ambulanza.
La fabbrica di Andreevka produce periodicamente una sorta di emissioni e porta i bambini in branco

Inoltre, a quanto pare, abbiamo il maggior numero di oncologie tra i distretti di Mosca

solo una nota
La falsa groppa è un grave pericolo per la vita del bambino, poiché in questo caso appare e si gonfia rapidamente la mucosa della laringe, periodicamente si verifica uno spasmo dei muscoli della laringe. Ciò porta al suo restringimento, violazione della corretta respirazione. Un bambino può morire per soffocamento..
I primi segni della malattia compaiono all'improvviso, acutamente, molto spesso di notte. Il bambino inizia a tossire, è difficile per lui respirare. Durante l'inalazione, un sibilo prolungato è chiaramente udibile. La pelle è pallida, a volte bluastra (un segno di carenza di ossigeno). Il bambino corre veloce, suda, la temperatura corporea aumenta.

COSA FARE
Se tuo figlio ha una tosse "che abbaia" e inizia a soffocare, allora devi chiamare immediatamente un'ambulanza e procedere come segue:
- dare al bambino una posizione semi-seduta;
- aprire la finestra, liberare il torace dai vestiti stretti;
- fare l'inalazione alcalina (respirare a vapore - 1 cucchiaio di soda per 1 litro di acqua) Questa è la cosa più importante che generalmente ho comprato un dispositivo per inalare;
- metti le gambe del bambino nell'acqua più calda (il sangue defluirà dalla laringe infiammata e si placherà ai piedi, il gonfiore sarà alleviato - una procedura di distrazione).

L'influenza dell'ambiente sulle reazioni allergiche nell'uomo

L'impatto ambientale sulla salute umana è dimostrato in modo inequivocabile. Scienziati e medici vedono la malattia come uno squilibrio tra il corpo e il suo ambiente esterno. E l'allergia è una di quelle malattie rare causate da fattori ambientali (allergeni). La reazione agli allergeni non è solo la causa della malattia, ma il decorso della malattia e la gravità dei sintomi clinici della malattia dipendono da essa. In allergologia, la relazione "dose - esposizione" è un prerequisito per valutare l'effetto dei fattori ambientali sulla salute umana. In questo caso, si dovrebbero distinguere gli effetti dell'esposizione diretta e indiretta..

L'interazione degli allergeni con l'ambiente

Aria, fiumi, mari, oceani sono inquinati da rifiuti industriali. Flora e fauna distrutte. Tutto ciò non può che influire sulla salute umana. Il motivo dell'aumento delle reazioni allergiche è l'intero complesso di urbanizzazione di una persona moderna, la sua inattività fisica e persino lo stato non addestrato del corpo. In precedenza, il corpo era addestrato e formato dall'esposizione a infezioni precoci, nonché da contatti con elementi naturali dell'ambiente (ad esempio l'educazione in un villaggio). Nel mondo moderno, tale contatto è fortemente limitato. Ridurre gli effetti dei fattori protettivi, senza dubbio, influisce sull'aumento del numero di malattie allergiche.

Forse a causa dell'interazione del polline con le sostanze inquinanti, c'è un rilascio aumentato o alterato di allergeni o il rilascio di sostanze messaggere nell'aria esterna. Di conseguenza causano allergie nelle persone con una predisposizione ereditaria. Nel valutare gli effetti dell'ambiente sullo sviluppo di allergie, si dovrebbero distinguere diversi livelli di allergia, dalla base della suscettibilità genetica allo sviluppo della sensibilizzazione allergica, seguita dall'ipersensibilità della pelle e delle mucose alla manifestazione finale di una malattia allergica.

L'ambiente esterno come fattore allergenico

Senza dubbio, gli inquinanti possono influenzare lo sviluppo di allergie a diversi livelli. Miscele di sostanze che non hanno proprietà allergiche possono causare allergie nella fase di sensibilizzazione (effetto potenziante), oltre a influenzare la cronicità di una malattia allergica (manifestazione della malattia) o come sostanze irritanti, può causare un peggioramento dei sintomi (esacerbazione ) Numerosi studi dimostrano che l'effetto dell'inquinamento dell'aria esterna da parte dei veicoli è un fattore significativo che contribuisce al verificarsi di allergie. Ciò è chiaramente dimostrato da studi, tra cui un test provocatorio, programmi epidemiologici e esperimenti con animali. Particolarmente degno di nota è che il carico di particelle ultrafini può portare ad un aumento della reazione allergica del corpo e ad ampi intervalli (fino a 1-2 settimane).

L'ambiente interno come fattore allergenico

All'interno, il fattore allergenico più importante è il fumo di tabacco, che contribuisce alle malattie respiratorie e della pelle. In questo caso, esiste una chiara interazione tra suscettibilità genetica ed esposizione a sostanze nocive. Pertanto, l'effetto dell'esposizione al fumo di tabacco sui bambini di genitori atopici è molto più pronunciato rispetto ai bambini di genitori che non soffrono di allergie atopiche. Questa interazione tra geni e influenze ambientali è già allo studio a livello molecolare (mutazioni di alcuni marcatori di superficie o enzimi, come la glutatione-transferasi con scissione del glutatione-GSH).

L'impatto dei cambiamenti climatici ambientali sulle allergie

I cambiamenti climatici dovuti al riscaldamento sulla Terra hanno anche un impatto sulla salute umana in termini di aspetti allergologici. Tali cambiamenti climatici porteranno a un ulteriore aumento del numero di malattie allergiche. A causa del riscaldamento e dell'aumento della concentrazione di CO2, anche il mondo delle piante cambierà notevolmente. Il periodo del cambiamento climatico è caratterizzato dall'interazione dei seguenti fattori:

  • un cambiamento nella fenologia e un aumento del periodo vegetativo con una durata più lunga della fase di trasferimento del polline attraverso l'aria;
  • cambiamenti nella fauna e spostamento delle zone di vegetazione verso le regioni settentrionali;
  • un aumento del numero di neofiti (piante insolite per una determinata zona di vegetazione, come Ambrosiaartemisiifolia = ambrosia = ambrosia costiera);
  • maggiore influenza degli allergeni dell'ambrosia a causa del trasferimento di allergeni da polline di erba a causa di disturbi nell'atmosfera.

Secondo lo scenario proposto, si verificherà un aumento della concentrazione di CO2 nell'atmosfera. Ciò comporterà un aumento della formazione di polline delle piante allergeniche di 2-4 volte (l'ambrosia produce circa 1 miliardo di particelle di polvere, nello sviluppo di questo scenario è possibile formare 3-4 miliardi di particelle di polvere per pianta).

L'impatto e le conseguenze dei cambiamenti climatici sul verificarsi di reazioni allergiche e allergie sono un'area di ricerca rilevante e importante per gli scienziati.

"Il legame tra allergie e coronavirus è ovvio." Allergologo-immunologo su quando proteggere le maschere, il trattamento adeguato e i pericoli dell'estate

DOSSIER "KP". Dmitry Kuzmich NOVIKOV, 81 anni, professore, dottore in scienze mediche, accademico dell'Accademia Russa di Scienze Naturali e RAMTS. Capo del dipartimento di immunologia clinica e allergologia, Vitebsk State Medical University, caporedattore della rivista "Immunopathology, Allergology, Infectology", presidente dell'Associazione bielorussa di allergologi e immunologi - un membro di WAO - l'Organizzazione mondiale delle allergie, autore di 18 monografie e guide di studio, 15 brevetti e più di 400 articoli su allergologia e immunologia. Preparati 49 candidati e 10 dottori in scienze.

Il professor Dmitry Kuzmich Novikov ha studiato malattie allergiche per molti anni e ritiene che le allergie siano un fattore di rischio per lo sviluppo del coronavirus nell'uomo. Foto: archivio.

- Dmitry Kuzmich, la stagione delle allergie sta arrivando. Alcuni vedono una relazione diretta tra le reazioni allergiche e la risposta del corpo all'infezione da coronavirus..

- Nella stagione delle allergie, l'asma e altre malattie allergiche sono fortemente aggravate. La mortalità per asma aggravata dall'infezione da coronavirus è in aumento - gli asmatici ottengono facilmente la polmonite. La relazione tra allergia e infezione da coronavirus è ovvia, hanno molto in comune: sia lì che c'è iperreattività delle cellule con il rilascio di un gran numero di citochine - una risposta cellulare aumentata si sviluppa sia per l'allergene che per il virus.

Qualsiasi stimolante può causare una reazione così aumentata, specialmente nelle persone geneticamente predisposte. Ora stiamo assistendo a una maggiore reazione delle cellule epiteliali, degli alveoli polmonari (bolle d'aria) all'infezione da coronavirus. C'è gonfiore degli alveoli.

Una radiografia di questi polmoni sembra vetro glassato e annebbiato. Il paziente non ha uno scambio di ossigeno normale: l'essudato si accumula nelle bolle d'aria nei polmoni anziché nell'aria. Con le allergie, il principio è lo stesso..

Pertanto, l'allergia è un fattore di rischio per lo sviluppo del coronavirus nell'uomo. Il nostro dipartimento di allergologia dell'Ospedale Regionale di Vitebsk (40 letti) è ora profilato di nuovo per la polmonite, ci sono sempre più pazienti con asma, spesso aggravati dalla polmonite da coronavirus.

E trattarli, secondo me, non è sempre giusto. Con la polmonite, i corticosteroidi sono controindicati, i pazienti con asma, al contrario, ne hanno bisogno.

Le raccomandazioni cliniche per il trattamento di questi pazienti non sono sufficientemente competenti, ma non ci sono quelle dell'OMS. Ogni specialista principale stretto ritiene che sia necessario trattare in base al suo profilo. Foto: Valery ZVONAREV

- Si scopre che ora gli alberi di betulla fioriranno e la situazione con coronavirus potrebbe peggiorare?

- L'ontano sboccia già, seguito da altri - l'onda "di legno" è iniziata. A maggio-giugno, le erbe fioriranno, ad agosto - erbacce, quinoa, assenzio. In caso di pioggia, la produzione di spore di funghi sarà collegata. In presenza anche di una lieve reazione allergica, l'immunità viene soppressa e si sviluppa facilmente un'infezione virale. È la loro combinazione che aggraverà le condizioni di molti pazienti.

"Le maschere di garza non proteggono dal virus"

- Secondo te, le maschere protettive proteggono dal virus?

- Non ci sono garze, consentono il passaggio di particelle virali, poiché si tratta di nanomicroni. Solo i respiratori speciali proteggono bene, non passano il virus, vengono rilasciati in Cina.

- E se una maschera di 6 strati di garza?

- Almeno da 10. Esiste un altro modo: è necessario inumidire la maschera con acqua e sapone, quindi asciugare. Gli uomini hanno bisogno di una soluzione più concentrata, le donne hanno bisogno di una soluzione meno concentrata. È possibile dal normale sapone da bucato, ci sono molti additivi nella toilette o nel liquido, irritano le mucose. Il virus ha paura degli alcali e anche se arriva sulla superficie della maschera, viene inattivato.

E ancora meglio - se eri fuori o con gli amici - lavati il ​​naso con acqua insaponata. E poi si lavano le mani - e le mucose? Il virus si fissa principalmente sulle cellule della mucosa nasale.

E sciacquare la bocca con la stessa soluzione - solo in profondità in modo che entri in gola.

E prima di uscire, lubrificare il naso con unguento per il naso: può essere antibatterico, lanolina o petrolato, funzionerà come un film protettivo.

Le mani possono essere trattate con il 76% di alcol, il 96% si asciuga fortemente e un grado inferiore non uccide il virus. Non ascoltare che tale alcool dovrebbe essere usato all'interno: non aiuterà dal virus, funzionerà solo per sopprimere l'immunità.

- Come lavorano ora i dipendenti del dipartimento di allergologia di Vitebsk?

- Ancor prima che fosse riprofilato come infetto, un paziente con l'edema di Quincke, che si rivelò essere affetto da polmonite virale, fu portato nel nostro dipartimento. Tutti i dipendenti hanno avuto un contatto di livello 1. Studente laureato in un ospedale con polmonite, quattro hanno sofferto di una forma lieve, uno in quarantena.

- Dicono che il principale segno di coronavirus, secondo le statistiche mondiali, è la perdita dell'olfatto e del gusto.

- Non l'abbiamo notato. Sindromi respiratorie usuali e tosse. A volte la diarrea si è unita. Ora il personale del dipartimento (tutti i contatti del 1 ° livello) si autoisula, ma continua a formare gli studenti a distanza.

Sfortunatamente, i nostri pazienti soffrono, che in questo momento dovrebbero sottoporsi a cicli ripetuti di trattamento per le allergie in ospedale e non possiamo accettarli. Potrebbe essere possibile stabilire un appuntamento ambulatoriale e una consultazione online. Mi sono rivolto al vice rettore per il lavoro clinico con queste proposte, ma non hanno trovato risposta: era impegnata con il virus.

"I colpi non sono rari in questa infezione."

- Molti discutono su come trattare il coronavirus. Se la risposta del corpo al virus è simile a quella allergica, forse un trattamento simile è efficace.?

- Le raccomandazioni cliniche per il trattamento di questi pazienti non sono sufficientemente competenti, ma non ci sono quelle dell'OMS. Ogni specialista principale ritiene che sia necessario trattare in base al proprio profilo.

Non esiste un approccio volumetrico al trattamento. Gli esperti cardiovascolari ritengono che sia necessario trattare questo, uno specialista in malattie infettive - solo che, gli allergologi non vi partecipano affatto. E direi che dobbiamo aggiungere una terapia decongestionante. E non necessariamente farmaci antiallergici. Il metodo più semplice è diuretici...

- Ma i diuretici possono disidratare il corpo.?

- Sì, non sono mostrati a tutti. Non puoi usarli con danno renale, ma questo deve essere determinato individualmente. Ma c'è edema polmonare, inoltre, alveolare e deve essere trattato.

- Ma si ritiene che non trattino il virus, ma la polmonite. E qui sono necessari antibiotici.

- Qui! Questo è un approccio puramente terapeutico al trattamento della polmonite pneumococcica comune, ordinaria. Ma questa è un'infezione specifica, non come le altre. Lo pneumococco è lì in background - poiché l'immunità gli ha permesso di vivere e svilupparsi lì. Certo, sta dando il suo contributo e sono necessari farmaci per sopprimere l'infezione. Inoltre, prima vengono nominati, meglio è.

- Ma se esiste una forma lieve di coronavirus, non c'è polmonite: perché avvelenare il corpo e ottenere l'immunità con gli antibiotici?

- Questo è un approccio generale quando iniziano altre infezioni respiratorie, giusto. Ma con il coronavirus è necessario un antibiotico, questo è un avvertimento di polmonite. Poiché il virus sopprime l'immunità umana e con gli antibiotici creiamo effettivamente la stimolazione antibatterica del sistema immunitario, l'immunomodulazione.

Inoltre, gli antibiotici influenzano indirettamente il virus, possibilmente attraverso i recettori dell'integrina (CD147). È attraverso questi recettori nell'intestino che il virus provoca diarrea, che può colpire il cervello e il cuore. I colpi non sono rari in questa infezione..

"Nelle aree rurali, dove c'è più sporcizia, letame e batteria - meno allergie"

- Dmitry Kuzmich, da dove provengono così tante dermatiti, anche tra gli adolescenti? A causa della chimica in eccesso? C'era il sapone da bucato, ma ora ci sono molti soldi...

- Sì, anche in letteratura c'è l'ipotesi che ci siano molte allergie a causa del fatto che siamo diventati più puliti. Nelle aree rurali, dove c'è più sporcizia, letame e batteri, ci sono meno allergie rispetto alle aree urbane. Per quanto riguarda la dermatite adolescenziale: si tratta di eczema infantile non trattato, è necessario curare i bambini fino a un anno.

Se non curato prima della pubertà, si sviluppano forme gravi di dermatite. Spesso sono associati ad allergie alimentari e domestiche. È come con l'asma non trattato, che osserviamo nelle reclute.

E poi ha continuato ad aumentare gli altri problemi rafforzati dallo stile di vita.

Ci sono molte domande e tu vedi quanti additivi alimentari ci sono nei prodotti, quanti coloranti! E dà ai bambini.

Ma la cosa più scandalosa è che lo stesso viene aggiunto alle medicine. Se il tablet è bianco, c'è ossido di titanio. Lo stesso bianco nella gomma da masticare, nella massa di prodotti. Come allergene funziona raramente, ma provoca immunomodulazioni: un cambiamento nell'immunità e una maggiore sensibilità, compresi virus e batteri.

Il numero di lesioni eczematose delle mani che si presentano a causa del contatto con la chimica è in aumento se si lava e si pulisce la casa senza guanti.

D'altra parte, anche i guanti stessi, ad esempio la gomma (lattice), sono allergeni. Perché in Hevea - l'albero da cui si ottiene il lattice - ci sono molte proteine ​​allergiche. Ciò accade spesso, ad esempio, con chirurghi e infermieri..

- Quindi dici "cura le allergie fino a un anno". Ma spesso i dottori scrollano le spalle: non conosciamo i motivi, il che aiuterà entrambi. Dio non voglia, diventerà troppo grande.

- E tutto perché sanno poco e non curano. Sebbene abbiamo proposto buoni metodi di trattamento: l'autoserogistaminoterapia e altri. Il metodo fu usato in diversi ospedali, e poi alcuni medici di base lo vietarono. Sebbene i candidati siano protetti e ci siano protocolli di trattamento, è tutto perché non sono interessati, perché il problema è l'implementazione.

- Dicci cos'è questo nuovo trattamento allergico.?

- Sì, ha già più di 30 anni! Ho iniziato trattando la mia allergia fredda personale. Raffinato, migliorato. Sono già passati 10 anni da quando la mia allergia è scomparsa - sono seduto in campagna al freddo e le mani e il viso, come prima, non mi prurito, non prurito.

Forse Dio manda simili prove: dicono, pensa a come curare la tua sventura e aiutare gli altri? Si è curato, e anche molti pazienti.

L'asma, la dermatite e l'orticaria ricorrente cronica scompaiono. Perché non ci sono quasi metodi per curare le allergie nel mondo, tranne l'assunzione costante di antistaminici e ormoni. Un tempo abbiamo creato un vaccino contro l'asma, nel 2006, una buona compressa efficace.

Ora la Bielorussia sta registrando analoghi importati, costosi e con alte dosi di allergeni. E abbiamo sviluppato un vaccino a basso dosaggio di classe mondiale..

Per due anni fu persino prodotto, ma poi l'impresa fu venduta all'oligarca russo, la produzione fu chiusa. Nei farmaci importati, la posta in gioco è in dosi enormi che sopprimono il sistema immunitario e causano reazioni avverse.

Lo facciamo a piccole dosi in modo da ottenere in risposta una tolleranza a basse dosi del corpo. Nella scienza, un tale fenomeno è stato descritto per molto tempo, ma finora solo noi siamo stati in grado di realizzarlo in clinica.

- È vero che gli psicosomatici intensificano le manifestazioni allergiche? Ora molti hanno la paura e l'orrore del coronavirus.

- Tutti hanno paura. Per me, i miei dipendenti - siamo rimasti tutti stupiti quando è apparso il paziente coronavirus, e poi il nostro primo impiegato si è ammalato.

L'allergia è un fattore di rischio per lo sviluppo di un coronavirus nell'uomo. Foto: Svyatoslav ZORKIY

La paura è nata a causa dell'ambiguità della situazione. Non adesso. Sì, sono tutti infetti, sani, ma ciò non significa che una persona non possa più contrarre il coronavirus, come l'influenza.

Conoscendo la causa della malattia, i metodi del suo trattamento escludono la paura.

La paura della malattia è un affare dannoso. Le reazioni sono soppresse, l'immunità soffre.

Anche gli alveari possono essere puramente psicosomatici - a causa di eccitazione e stress eccessivi. Ma tutti i pazienti hanno bisogno di medici. Perché c'è un periodo di allergia e un'allergia in qualche modo causerà un aumento, inclusa l'infezione da coronavirus, e viceversa.

E anche queste persone dovranno essere trattate da qualcuno. Mentre molti medici sono già stati infettati a causa della mancanza di esperienza lavorativa e di rimedi e diagnosi efficaci.

LEGGI ANCHE

Professor Dmitry Novikov: "Vorrei vietare tutti i coloranti sintetici per alimenti!"

Fu Dmitry Kuzmich nei lontani anni '80 che, per conto del Ministero della Salute dell'URSS, creò il dipartimento di allergologia e immunologia sulla base del Vitebsk Medical Institute. Oggi stiamo parlando con il professore di ciò che è cambiato in medicina da mezzo secolo [continua qui]