Nutrire le allergie in un bambino: come far fronte e come evitare?

Cliniche

Foto: depositphotos.com. Postato da: Reanas.

Ci sono diverse ragioni per questo: scarsa ecologia, aumento della quantità di additivi chimici nei prodotti alimentari e vita stressante per le madri durante la gestazione e l'allattamento. Per quanto riguarda gli alimenti complementari, i medici indicano il potenziale pericolo di quasi tutti gli alimenti durante l'alimentazione di un bambino.

Vale la pena notare che qualsiasi componente della dieta può causare una reazione allergica nei bambini. Si scopre che oggi non è possibile trovare un prodotto completamente sicuro per il menu dei bambini. Sebbene in molti modi la manifestazione di un'allergia ai cibi complementari dipenda dal corpo del bambino.

Cosa fare se il bambino è soggetto ad allergie? Per prima cosa devi provare prodotti con bassa allergenicità. Queste sono zucchine, broccoli e cavolfiori. Non è un caso che i pediatri russi raccomandino di iniziare a introdurre alimenti complementari con queste verdure. Con questo approccio, la probabilità di una risposta negativa del corpo del bambino a una nuova dieta sarà minima.

Cause dell'evento

I genitori devono monitorare costantemente le manifestazioni di reazioni allergiche nel bambino. I primi sintomi più evidenti sono un'eruzione cutanea e un'irritazione sulla pelle. Dovresti anche prestare attenzione alle condizioni generali del bambino, al suo appetito, ai cambiamenti nel comportamento.

Un'allergia ai cibi complementari è dovuta al fatto che il sistema digestivo dei neonati si sta solo formando. Lo stomaco dei bambini non è ancora in grado di produrre le sostanze necessarie per digerire cibi non familiari al corpo. Una volta che gli enzimi necessari nello stomaco iniziano a essere prodotti nella giusta quantità, è probabile che l'allergia scompaia.

Ci possono essere molte cause di allergie agli alimenti complementari, quindi è importante che i genitori identifichino la causa sottostante il più rapidamente possibile. Accade spesso che un bambino abbia intolleranza a un particolare prodotto.

Come combattere?

Il nuovo cibo per il bambino deve essere introdotto nella dieta, a partire dalla quantità minima, osservando costantemente come il piccolo corpo reagisce a loro.

  1. Tieni un diario grazie al quale puoi monitorare ciò che il bambino ha mangiato durante il giorno e quali alimenti hanno causato l'eruzione cutanea.
  2. Visita un allergologo e fai il test per la disbiosi nel tuo bambino.
  3. Durante l'allattamento, controllare la qualità del latte materno (test per la sua sterilità), poiché l'eruzione cutanea e altri sintomi spiacevoli possono causare cibi consumati dalla madre.

Se il bambino è sensibile alle allergie, si raccomanda di iniziare cibi complementari non prima di sei mesi. Inoltre, sono previste una dieta rigorosa e un attento monitoraggio della dieta del bambino. È anche possibile rifiutare alcune vaccinazioni..

La sequenza corretta per l'introduzione di alimenti complementari

Foto: Depositphotos.com. Postato da: pavlentii.

Una madre che allatta deve capire: ciò che mangia viene trasmesso al bambino attraverso il latte materno.

Se il bambino si nutre artificialmente, vale la pena dare la preferenza a miscele ipoallergeniche. Per i bambini di diversi mesi, i medici prescrivono miscele speciali a base di soia o lattosio. All'età di 6 mesi, puoi dare prodotti lattiero-caseari speciali.

Tradizionalmente, la prima esca sono le verdure: purè di patate da cavolfiore o cavolo bianco (la prima varietà è una priorità), zucca, patate, zucchine.

Vale la pena dare cibi complementari quando il bambino non ha allergie. Il nuovo cibo viene introdotto in piccole porzioni, inizialmente senza mescolare diversi tipi di verdure.

Circa una settimana serve al bambino per conoscere un particolare tipo di purè di patate. E solo dopo che la mamma si è assicurata che il prodotto non causi sintomi disturbanti (dopo 7-10 giorni), puoi dare un'altra verdura.

Puoi iniziare cibi complementari con frutta dall'età di 5 mesi, ma quando si tratta di persone allergiche - solo dopo aver provato i succhi, ma non prima di 8 mesi. I frutti devono essere verdi o gialli. I succhi sono fatti meglio da soli, a casa. Prima di servire il bambino vengono diluiti con mezza acqua.

Con 7, e in alcuni casi a partire dagli 8 mesi di età, ai bambini vengono dati cereali senza latte da grano saraceno, riso e mais. Assicurati che la busta di cereali per bambini non contenga latte e zucchero. La farina d'avena può essere offerta a un bambino dopo un anno.

All'età di 8-9 mesi, il corpo del bambino è già pronto a digerire la carne. Ci sono molti barattoli per carne pronta nei piccoli negozi. Ma nota: in caso di allergia alle proteine ​​del latte vaccino, anche la carne bovina può essere un allergene..

Ogni nuovo alimento complementare dovrebbe iniziare con 1/4 di cucchiaino e poi aumentare gradualmente le dimensioni della porzione, a condizione che il bambino non sia allergico.

Ascolta i dottori

Non ignorare la visita di un allergologo, in quanto sarà in grado di dare le raccomandazioni più accurate sulla corretta introduzione di alimenti complementari per le allergie e il volume delle porzioni..

Una visita tempestiva a uno specialista eviterà possibili complicazioni ed eviterà un ulteriore trattamento della fase avanzata dell'allergia.

I pediatri raccomandano di iniziare il primo richiamo non da piatti per bambini auto-preparati, ma da vasetti che vengono venduti in grandi supermercati e farmacie. Tali puree sono realizzate nel rispetto di tutti gli standard standardizzati nelle fabbriche di alimenti per bambini.

Potenziali allergeni

I medici si oppongono alle carni affumicate nelle diete dei bambini: possono causare sintomi allergici in un bambino. Si deve prestare attenzione con frutti rossi, fragole, tonno, dolci.

Il più comune nei bambini di età inferiore a un anno è l'intolleranza al latte intero.

Pesce, uova, cereali e altri alimenti proteici contengono amminoacidi complessi che sono scarsamente assorbiti nel sistema digestivo dei bambini. E questa è un'altra ragione per lo sviluppo di allergie infantili agli alimenti complementari..

Il grado di attività allergenica
altoMediaBasso
Latte di muccaMaialecarne di cavallo
Un pescetacchinoAgnello magro
Uovoconiglio
NocciolineRibes RossoZucchine
FunghiMirtilloSchiacciare
MielePescheRapa
Carne di gallinaalbicoccheZucca dalla carne leggera
CarotaPatateMele in agrodolce
agrumePiselliBanane
Fragola Fragola Di BoscoPepe verdeRibes bianco
Uva, MelogranoMaisUva spina
LamponeCavoloprugna
MeloneGrano saracenoAnguria
AnanasRisoMandorla
Cioccolato, Caffè, CacaoCiliegia bianca
Cetriolo

Nel processo di preparazione di alimenti per alimenti complementari, tenere presente quanto segue:

  • verdure e cereali sono pre-immersi in acqua;
  • la carne deve essere bollita / bagnata due volte;
  • il cibo per il bambino può essere stufato, cotto, bollito e cotto in una doppia caldaia;
  • È severamente vietato dare al bambino cibi pronti e conserve.

Qualche parola sulla nutrizione separata

La nutrizione separata è un assistente nella lotta contro le allergie, la sua essenza sta nella corretta combinazione di prodotti.

Quindi, la carne è combinata con verdure (ad esempio cavolfiore, zucchine o carote), ma non con patate. E la frutta fresca e secca è adatta per i cereali per bambini.

Non vale la pena dare due prodotti proteici contemporaneamente, ad esempio il ragù con i fagioli.

Spesso i bambini non mangiano tutto ciò che viene loro offerto: rifiutano la carne o - un contorno. Niente di sbagliato in questo. Lascia che il corpo scelga ciò di cui ha bisogno al momento.

Esperienza genitoriale senza prezzo

Irina: Avevo molta paura che il bambino sviluppasse un'allergia. Durante l'allattamento, ha monitorato la sua alimentazione, quindi ha selezionato con cura i prodotti per sua figlia. Iniziato con le zucchine. È meglio scegliere questo ortaggio giovane, con semi teneri. Si cucina rapidamente, quindi non è difficile preparare la purea di zucchine.

Ho comprato il cavolfiore pronto per l'alimentazione, perché tutto l'anno non viene venduto nei negozi. Abbiamo provato il cavolo bianco per la prima volta a 9 mesi, ma non solo, ma insieme ad altre verdure nella purea.

Le carote possono causare allergie e ittero carotenico. Pertanto, l'ho dato solo 2 volte a settimana. Lo stesso vale per le zucche.

Molti genitori si trovano ad affrontare un problema come l'allergia di un bambino agli alimenti complementari. Nella maggior parte dei casi, questo non è un motivo di panico. Molto probabilmente, il sistema digestivo delle briciole non è ancora maturato per i nuovi prodotti. Quando si introducono alimenti complementari, procedere con attenzione e attenzione, consultare periodicamente un pediatra. E tutto andrà bene.

Allergia alimentare

Le allergie alimentari sono un tipo di allergia alimentare infantile. Sfortunatamente, per molti bambini, la prima protesta del corpo contro alcuni alimenti si verifica molto presto - nella prima infanzia.

Se il bambino è fortunato ed è allattato al seno, il rischio di una reazione allergica al cibo viene posticipato di almeno 6-7 mesi. I pediatri non raccomandano di introdurre cibi complementari prima che il bambino abbia sei mesi. Ciò è spiegato dal fatto che una madre che allatta può diversificare il suo menu, aggiungendo gradualmente nuovi prodotti alla dieta e fornendo così al suo bambino i nutrienti necessari attraverso latte materno di alta qualità.

I bambini artificiali iniziano a essere nutriti circa 2-4 settimane prima. A causa del fatto che sono privati ​​della protezione naturale fornita dal latte materno, una reazione allergica può verificarsi molto più spesso in essi. Il fatto è che geneticamente, in ogni bambino, viene stabilita l'assimilazione incondizionata del latte materno e tutti gli altri prodotti che compaiono nella sua dieta man mano che si sviluppano sono inizialmente estranei. Per questo motivo, i bambini allattati al seno sono più difficili da proteggere dalle allergie. Ed è per questo che è necessario introdurre ogni nuovo prodotto nel cibo del bambino lentamente ed estremamente attentamente.

Quali alimenti causano allergie nel bambino

Il tratto gastrointestinale del bambino fino a 5-6 mesi è considerato non formato, quindi può provocare una reazione allergica a quasi tutti gli alimenti.

Ecco un elenco dei più potenti allergeni alimentari:

  • latte di mucca;
  • un pesce;
  • frutti di mare;
  • uova (in particolare proteine);
  • la maggior parte dei tipi di carne (in particolare);
  • patate;
  • succhi e purè di frutta e verdura dai colori rosso e arancione;
  • angurie e meloni;
  • agrumi;
  • pane di segale.

Alimenti complementari organizzati in modo improprio con i prodotti elencati, vale a dire: troppo presto, a dosi eccessive, più di un prodotto per mangime, possono causare una reazione allergica acuta del corpo e successivamente portare a un costante problema di assimilazione del cibo da parte del bambino.

Quando non puoi inserire alimenti complementari

  • I medici vietano l'avvio di alimenti complementari con un nuovo prodotto nei seguenti casi:
  • Quando il bambino non è sano.
  • Se ha meno di 4 mesi.
  • Nei casi in cui ha una reazione allergica a un altro prodotto.
  • Se è nervoso, è sotto stress.
  • Se non sono trascorsi 10-14 giorni dall'introduzione del prodotto precedente.
  • Entro due settimane dalla vaccinazione.

Quali sono le regole dell'alimentazione complementare?

Al fine di evitare allergie, l'alimentazione deve essere eseguita con molta attenzione. Se offri a un bambino un nuovo prodotto, devi monitorare attentamente la risposta. È più conveniente darlo al bambino immediatamente dopo l'allattamento al seno al mattino (per cominciare, non più di 1/8 di cucchiaino da tè), quindi la sera sarà chiaro se questo prodotto è adatto o meno al bambino. Se il bambino si sente bene, attivo e allegro; se non ci sono eruzioni cutanee, ha feci normali e le mucose sono in ordine, questo prodotto può essere gradualmente introdotto nella sua dieta.

Per la prima alimentazione, si consiglia di assumere purea di verdure (ad esempio, di cavolfiore, zucca, zucchine) o purea di frutta (di banane, mele, pere). Queste verdure e frutta sono meglio tollerate dall'organismo rispetto ad altre e raramente causano una reazione allergica. Anche i prodotti lattiero-caseari fermentati senza zucchero come il kefir con un contenuto di grassi fino all'1,2% e la ricotta a basso contenuto di grassi sono buoni per l'alimentazione.

Quando arriva il momento dei prodotti a base di carne, è necessario iniziare con tipi di carne ipoallergenici: tacchino o coniglio. Se tutto è in ordine, gradualmente sarà possibile introdurre il maiale magro. Puoi prendere il brodo solo dopo aver cucinato la carne due volte. I succhi vengono introdotti nella nutrizione del bambino più tardi, a circa 11-12 mesi. Molto spesso causano una reazione allergica. In generale, i cibi complementari sono una storia molto individuale. La cosa principale è monitorare attentamente il tuo bambino e non affrettarti a provare tutto in una volta.

Come tenere un diario alimentare

Al fine di tracciare con precisione quale prodotto è adatto al bambino e a cui il suo sistema immunitario risponde in modo inadeguato, è necessario tenere un diario speciale.

In esso, i genitori devono scrivere i seguenti dati ogni giorno:

  • Quale prodotto ha ricevuto il bambino?.
  • Quanto.
  • A che ora (specificare esattamente).
  • Quando si è verificata una reazione allergica (se presente).
  • La natura della manifestazione di allergie (eruzione cutanea, indigestione, arrossamento delle mucose e altri).
  • Quali misure sono state prese.

Un diario nutrizionale è un modo molto semplice e conveniente per controllare il regime nutrizionale di un bambino e le reazioni del suo corpo ad ogni nuovo prodotto. Se sei allergico a qualsiasi prodotto, dovresti immediatamente escluderlo dalla dieta del bambino, adottare misure per eliminare le manifestazioni allergiche e provare di nuovo questo prodotto non prima di 2 mesi dopo.

Come è l'allergia ai cibi complementari

L'allergia alimentare ha le sue manifestazioni caratteristiche. It:

  • eruzione cutanea;
  • arrossamento della pelle;
  • orticaria;
  • dermatite da pannolino nelle pieghe del corpo del bambino (nelle pieghe del gomito e del ginocchio, dietro le orecchie, nelle pieghe inguinali);
  • prurito grave persistente;
  • mal di stomaco;
  • starnuti
  • naso che cola e congestione nasale.

Come trattare le allergie in un bambino di età inferiore a un anno

Prima di tutto, è necessario escludere completamente l'allergene. Anche una piccola parte di un prodotto intollerabile può causare una risposta acuta. Se un bambino ha un'allergia ai cibi complementari, è necessario somministrargli un antistaminico in un dosaggio adeguato alla sua età e consultare immediatamente un allergologo.

Il comportamento del bambino dipenderà dal comportamento dei genitori sotto molti aspetti e se ricostituirà il numero di persone allergiche.

Allergia al primo richiamo

Prodotti sani e di alta qualità, introdotti nella dieta del bambino in modo tempestivo, migliorano il suo sviluppo e rafforzano la salute. Ma a volte un bambino sperimenta reazioni allergiche a un determinato cibo, che provoca grande angoscia e ansia per i suoi genitori.

Che cos'è un'allergia pericolosa?

Esternamente, un'allergia al primo richiamo può sembrare innocua: basti pensare alle guance rosse. Ma va ricordato che il rossore è solo una parte del problema. La cosa più importante è dentro, quando non è tutto a posto, anche all'omino mancano i nutrienti, il che significa che la crescita e l'aumento di peso rallentano. Inoltre, diventa lunatico e irrequieto, mangia male, dorme poco.

Perché si verifica intolleranza alimentare?

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, negli ultimi dieci anni il numero di bambini allergici è aumentato più volte. I medici danno la colpa per lo stress, l'ecologia e il cibo falso nei nostri negozi. Come capire in anticipo che il tuo bambino è a rischio?

  1. Eredità: se uno o entrambi i genitori soffrono di allergie.
  2. Bambino indebolito: se durante la gravidanza ci sono state infezioni nella madre, ipossia o gestosi del feto.
  3. Squilibrio della microflora intestinale: spesso si verifica dopo un trattamento antibiotico.
  4. Cibo sbagliato per l'alimentazione.

Come evitare le allergie alla prima alimentazione in bambini sani?

Semplici regole aiuteranno a ridurre al minimo il rischio di allergie:

  • L'alimentazione complementare dei bambini viene introdotta a 6 mesi di età, per i bambini artificiali - a 5 mesi.
  • Se il peso del bambino è normale o al di sopra del normale, la conoscenza del cibo per adulti inizia con purè di verdure: zucchine, broccoli o cavolfiori. Dopo le verdure - cereali senza glutine.
  • Con una mancanza di peso per la prima alimentazione dei cereali senza glutine sono migliori: grano saraceno, mais, riso e poi purea di verdure possono essere introdotti.
  • Frutti maturi di colori tenui (bianco, verde, giallo) provano dopo che il bambino ha assaggiato la purea di verdure e il porridge.
  • La carne bollita a basso contenuto di grassi viene introdotta all'età di 7-8 mesi.
  • Ogni nuovo cibo viene gustato solo quando il bambino è sano, legge la pelle, feci normali. Nel caso di una malattia cronica, il minimo necessario è attendere il declino dell'esacerbazione.
  • Iniziamo con un quarto di cucchiaino, aumentando gradualmente la quantità ogni giorno e osservando la reazione del corpo del bambino.
  • Proviamo nuovi cibi al mattino, perché di notte non sarà possibile capire se il prodotto è stato assorbito o meno..
  • 1 settimana = 1 nuovo articolo inserito nella dieta.
  • Se si verifica una reazione negativa agli alimenti complementari, rimandiamo il colpevole per un periodo di almeno 1 mese. Aspettiamo una settimana e proviamo qualcos'altro..
  • Nessun cibo in scatola o cibi pronti.
  • Non inseguire quantità o varietà. A questa età, il bambino mangia ancora latte materno o una miscela che gli fornisce i nutrienti necessari.

Sintomi di una reazione allergica

Ogni madre dovrebbe monitorare attentamente le condizioni fisiche e il comportamento del suo bambino, in modo da non perdere la reazione allergica del corpo a un nuovo prodotto.

  1. Pelle ruvida, arrossamento o eruzione cutanea. La localizzazione può essere qualsiasi, ma nei neonati le guance più spesso arrossiscono. Poi arrivano le pieghe interne di gomiti e ginocchia, testa a testa, stomaco. Il rossore è di solito accompagnato da un forte prurito..
  2. Scolorimento o consistenza delle feci. Soprattutto dovrebbe avvisare il sangue nelle feci, così come nel muco o nelle feci liquefatte in modo anomalo.
  3. Burping frequente.
  4. Dolore addominale, crampi.

Se sono presenti uno o più sintomi, è necessaria una consulenza pediatra. In ogni caso, il prodotto che ha causato una reazione negativa nel corpo del bambino è completamente escluso dal menu per bambini per almeno 1 mese.

È urgente chiamare un medico con:

  1. edema (occhi, viso, collo);
  2. mancanza di respiro o mancanza di respiro;
  3. vomito
  4. tosse, naso che cola, lacrimazione.

Attenzione! Dopo che un allergene è entrato nel corpo, i sintomi possono manifestarsi immediatamente o con un ritardo di diverse ore.

Quali alimenti sono raccomandati per dare un bambino piccolo se è allergico?

  • Verdure bianche e verdi: zucchine, cavolfiore, broccoli, zucca.
  • Cereali senza glutine sull'acqua, senza olio, sale e zucchero: mais, riso, grano saraceno. Prima della cottura, le graniglie devono essere versate con acqua fredda e immerse per diverse ore. Fai attenzione con il riso: c'è la possibilità che la sedia si aggiusti. Per migliorare il gusto, il latte materno o una miscela viene aggiunto al porridge finito.
  • Carne: pollo, coniglio, maiale magro (filetto), tacchino (petto). Assicurati di raddoppiare.
  • Frutti: verdi e gialli (non rossi!) Mele e pere. È meglio cuocerli al forno in un foglio, in questa forma la fibra è più facile da digerire.
  • Composta di prugne (può indebolirsi).

Presta attenzione alle principali briciole alimentari: il latte. Se un bambino allergico viene allattato al seno, l'infermiera dovrebbe attenersi a una dieta ipoallergenica..

Se su artificiale - vale la pena dare la preferenza a miscele parzialmente o completamente idrolizzate. Questo è un alimento per bambini, in cui la molecola del latte di vacca viene suddivisa (frantumata) in particelle più piccole, il che significa che è più facile da digerire. Su barattoli con tali miscele nel nome aggiungere la parola PEP.

Se il bambino è allergico, con l'introduzione dei seguenti prodotti, è meglio aspettare e presentarli con cautela dopo che il bambino ha familiarizzato con i piatti della "lista sicura".

Entra con cautela:

  • Barbabietole, zucca, carote: contengono pigmenti brillanti.
  • Patata: una verdura amidacea può essere difficile da digerire. Prima della cottura, tagliarlo a pezzetti e immergerlo in acqua fredda.
  • Avena e semola: contengono glutine.
  • Uova Di Pollo O Quaglia.
  • Succhi: solo dopo l'introduzione della frutta cruda. Prima di servire, diluiscili con acqua bollita al 50%. La preferenza dovrebbe essere data ai succhi fatti in casa fatti in casa, poiché nella composizione di quelli acquistati c'è molto zucchero, i coloranti con conservanti non sono rari.
  • Ricotta e kefir "store": con cautela, osservando la reazione. Per la prima volta, si consiglia di sostituire il normale kefir con un biolatto per bambini.

È più conveniente preparare i cereali acquistati, ora ci sono molti cereali istantanei inscatolati che non contengono additivi inutili: hanno solo cereali macinati nella loro composizione.

Ma è meglio cucinare verdure o carne da soli. In tutta la varietà di vasetti di alimenti per bambini industriali, è molto difficile trovare una purea monocomponente senza amido, olio o vitamina C nella composizione, quindi non è possibile rintracciare quale di questi ingredienti prurito o arrossamento.

Consigli utili per i genitori di un bambino allergico

La digestione dell'apparato digerente continua fino all'età di 3 anni, quindi gli intestini sensibili possono reagire violentemente a qualsiasi nuovo prodotto, dando una varietà di reazioni alla mamma spaventata. Non fatevi prendere dal panico, scopriamo insieme come aiutare il piccolo.

  • Visita un allergologo. Sarà in grado di dare raccomandazioni sul trattamento e l'alimentazione del tuo bambino in base alle caratteristiche individuali delle sue condizioni.
  • Fai il test per la disbiosi. Forse il trattamento annullerà tutti i problemi.
  • Tieni un diario alimentare, questo ti aiuterà a capire cosa e quando il bambino stava mangiando e cosa esattamente potrebbe causare eruzioni cutanee.
  • Con le esacerbazioni delle allergie alimentari, è meglio non vaccinare, ma per un po 'assumere un farmaco.

E ricorda che la pazienza, la prudenza della madre e la dieta giusta e rigorosamente seguita - questo è il percorso per lo sviluppo sano e completo dell'omino.

Prevenzione delle allergie alimentari nei bambini di età inferiore a un anno

L'introduzione di alimenti complementari e il rischio di allergie alimentari: regole dietetiche

L'introduzione di alimenti complementari è associata al rischio di una reazione allergica a un nuovo prodotto. Al fine di evitare lo sviluppo di allergie alimentari, è necessario seguire semplici regole per l'elaborazione di una dieta.

Le allergie alimentari sono una malattia comune nei bambini. Può essere espresso nella comparsa di eruzioni cutanee (macchie traballanti, pianto o secco; crosta seborroica sulla testa), rigurgito, flatulenza, coliche, feci molli o costipazione, nonché problemi respiratori (bronchite asmatica, asma bronchiale) o più manifestazioni contemporaneamente. Il gruppo a rischio per lo sviluppo di allergie comprende i bambini in cui uno dei genitori o un fratello / sorella è allergico. Se è stata osservata un'allergia in uno dei genitori, il rischio del suo sviluppo in un bambino raggiunge il 20-40%, se in entrambi, la probabilità aumenta al 60-80%.

Quando introdurre alimenti complementari per i bambini con allergie alimentari?

La migliore prevenzione delle allergie alimentari è l'allattamento al seno a lungo termine. In questo caso, una madre che allatta deve seguire una dieta ipoallergenica rigorosa. Nutrire i bambini a rischio viene introdotto in un secondo momento rispetto ai loro coetanei sani - dai 5-6 mesi di vita.

Prodotti alimentari per bambini a rischio

  • I pediatri raccomandano di iniziare alimenti complementari con purè di patate o cereali monocomponenti al fine di essere in grado di monitorare la reazione del bambino.
  • Se il bambino ha spesso feci molli o instabili, se il bambino non sta ingrassando bene, dagli i cereali come primo pasto. Ai bambini in sovrappeso con costipazione viene inizialmente somministrata la purea di verdure.
  • Nel primo anno di vita, i bambini con allergie alimentari hanno bisogno solo di 1 tipo di cereali, 1 tipo di carne, 1-2 tipi di frutta e verdura.
  • La carne bovina ha un'affinità antigenica per le proteine ​​del latte vaccino e può anche causare allergie. È meglio dare carne di maiale o di tacchino. Tra le purè di patate, scegli quelle che non contengono brodo, spezie, sale.
  • Introdurre latte vaccino intero dopo 1 anno di vita, uova intere dopo 2 anni, pesce e noci dopo 3 anni.

Nutrire i bambini con allergie alimentari

  • Introdurre un nuovo prodotto solo quando il bambino è sano, a partire da 1 / 4-1 / 2 cucchiaini. e aumentando gradualmente il volume. In caso di scarsa tolleranza, escludere temporaneamente il prodotto e provare a restituirlo dopo alcuni giorni.
  • Ogni nuovo prodotto, dai 5-7 giorni consecutivi prima di introdurne un altro, al fine di tracciare la reazione del corpo del bambino.
  • Rifornisci la dieta dei tuoi figli con solo prodotti monocomponenti: la reazione a un particolare ingrediente è difficile da tracciare quando si consumano prodotti multicomponente.
  • Esca con un cucchiaio al mattino e al pomeriggio, durante il giorno per tenere traccia della reazione al prodotto.

Alcuni consigli utili

  • Leggi le etichette! Se, ad esempio, viene mostrata una pera sul lato anteriore del barattolo di purè di patate, ciò non significa che le purè di patate non includano sale, zucchero, amido, oli, agenti aromatizzanti, coloranti alimentari o conservanti. Il loro contenuto è riportato sul retro della confezione..
  • Se non sai a cosa "reagisce" il corpo di tuo figlio periodicamente, tieni un diario alimentare in cui annota tutto ciò che il bambino mangia durante il giorno. Ciò contribuirà a identificare un prodotto pericoloso..

Prodotti a basso contenuto allergenico: zucchine, cavolfiore, mela verde, prugna, pera, porridge di riso, maialino, tacchino.

Alimenti allergenici: broccoli, patate, piselli, zucca, pesca, banana, agnello, pollo.

Gli allergeni alimentari più comuni: latte di vacca intero, uova, pesce, frutta a guscio, soia, grano, agrumi, miele, cioccolato, fragole, pomodori.

Il bambino supererà l'allergia?

Le allergie alimentari sono più comuni nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Nella maggior parte di essi, le reazioni indesiderate ai prodotti allergenici diminuiscono con il rafforzamento dell'immunità. Tuttavia, le allergie a frutta a guscio, pesce e frutti di mare possono durare una vita. Dai a tuo figlio questo cibo non prima delle date di cui sopra.

L'assortimento di alimenti per bambini a marchio Gerber contiene un gran numero di purea di frutta, verdura e carne monocomponente, succhi e cereali, sulla base dei quali è possibile creare una dieta ipoallergenica individuale per il tuo bambino.

Dottore in Scienze Mediche, Capo del Dipartimento di Nutrizione per Bambini e Adolescenti presso l'Ospedale Clinico della Città dei Bambini di Morozov Tatyana Sorvacheva: “La crescita delle malattie atopiche in tutto il mondo negli ultimi anni indica la necessità di sviluppare efficaci misure preventive, a partire dalla giovane età del bambino. attualmente in esame:

  • alimentazione naturale prolungata (almeno 6 mesi), subordinata al rispetto di una dieta ipoallergenica da parte della madre o, se necessario, uso di miscele ipoallergeniche;
  • tempistica adeguata degli alimenti complementari, in particolare un po 'più tardi rispetto ai bambini sani;
  • l'uso di alimenti complementari ipoallergenici specializzati, in particolare cereali monocomponenti senza glutine e senza latte, carne monocomponente, purea di verdure e di frutta ".

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.

Come introdurre l'esca per chi soffre di allergie

missione possibile

Presentare cibi complementari a un bambino allergico è un compito difficile, ma fattibile.
Con un'allergia nel primo anno di vita, ogni terzo bambino deve affrontare. Pertanto, il problema dell'introduzione di alimenti complementari è rilevante per molti genitori.

La stretta osservanza delle regole sull'alimentazione, le raccomandazioni del pediatra e la tenuta di un "diario alimentare" aiuteranno ad evitare problemi.
In questo articolo, parleremo delle regole generali per l'introduzione di alimenti complementari per i bambini con diagnosi di allergia. Aiuteremo i genitori a non avere paura dell'inizio della poppata e creeremo un menu completo per il bambino.

Quando presentare esca a chi soffre di allergie?

Rispondi alla domanda: ci sono allergie al momento dell'alimentazione??

  • In tal caso, contattare il proprio allergologo. L'introduzione di alimenti complementari senza consultare un medico può aumentare le allergie e portare in futuro alla loro trasformazione in disturbi endocrini, asma, obesità e altre gravi malattie. Forse i tempi dell'introduzione di alimenti complementari saranno spostati individualmente per la durata del trattamento, secondo la decisione del medico.
  • Se le allergie sono in passato, vengono introdotti alimenti complementari da 4-6 mesi, ma con alcune caratteristiche. Iniziamo cibi complementari durante la remissione. La remissione è un periodo in cui i sintomi allergici sono assenti per più di 1 mese. Non dimenticare di consultare un medico in questo caso.
  • Se l'allergia è apparsa per la prima volta durante l'introduzione di alimenti complementari, leggi questo articolo e consulta un pediatra.

Quali prodotti scegliere?

L'allergia è una malattia grave che viene principalmente corretta dalla dieta. La prima esca per i bambini a rischio di sviluppare un'allergia dovrebbe essere:

  • Un componente
  • Senza glutine
  • Senza lattosio
  • sugarless

Esca monocomponente

Questi sono cereali e purè di patate da un tipo di cereali, verdura o frutta. Tale limite al numero di componenti aiuterà a identificare un probabile allergene..

Esca Senza Glutine

Il glutine è scarsamente assorbito dai bambini di età inferiore a un anno e può causare allergie. Contenuto solo in cereali:

Prodotti senza latte

Il principale allergene del primo anno di vita è la proteina intera di latte, capra e mucca. Elimina i latticini e le carni bovine quando allatta un bambino a rischio allergico.

Regole per l'introduzione di alimenti complementari

  • Introduci rigorosamente un nuovo prodotto nella dieta del tuo bambino.
  • Inizia alimenti complementari con alimenti monocomponenti.
  • Introdurre un nuovo prodotto a partire da 1 / 4-1 / 2 cucchiaino al giorno.
  • 2 volte aumenta il volume del prodotto in ingresso 2 volte.
  • Dare cibi complementari prima dell'allattamento o della formula. Il bambino affamato proverà nuovi gusti con grande entusiasmo.
  • Dare una nuova poppata al mattino (per vedere le possibili reazioni di intolleranza: rigurgito, vomito, disturbi alle feci o eruzione cutanea).
  • Dopo 7-10 giorni, la quantità di alimenti complementari dovrebbe raggiungere la norma di età.
  • Dai una nuova alimentazione 3-4 settimane prima dell'introduzione della prossima.
  • Assicurati di usare un cucchiaio in modo che il bambino impari a mangiare da adulto.
  • L'alimentazione è un sostituto in natura e sposta la quantità di latte materno o miscela che il bambino riceve.
  • Valutare quotidianamente le condizioni della pelle e la digestione del bambino, se peggiora, sospendere l'introduzione di un nuovo prodotto.
  • Tenere un "diario alimentare": registra la quantità, i prodotti e la reazione del bambino. Questa pratica ti consentirà di formare una dieta per le allergie e aiuterà il medico nella nomina del trattamento.
  • Non somministrare alimenti complementari 3 giorni prima e dopo la vaccinazione..
  • Dai al bambino acqua speciale per bambini
  • Consultare un pediatra prima di iniziare l'alimentazione..
  • Usa alimenti complementari industriali (perché i cereali, la verdura e la frutta per la produzione di alimenti per l'infanzia sono accuratamente selezionati e sottoposti a severi controlli di sicurezza e qualità. Grazie ai processi di produzione, gli alimenti complementari acquisiscono la composizione e la consistenza ottimali per la digestione del sistema digestivo del bambino.

Da dove iniziare l'esca?

La prima esca è diversa per i bambini con diversi indicatori di peso corporeo. Puoi controllare la crescita e il peso del bambino qui.

Se la crescita e il peso del bambino sono normali, inizia con una purea di verdure monocomponente:

Se il bambino è in ritardo di peso, allora è meglio iniziare cibi complementari con cereali monocomponente senza glutine e senza latte:

Prodotti a bassa allergia:

  • schiacciare
  • zucca
  • cavolfiore
  • grano saraceno
  • porrige di riso
  • Mela verde
  • Pera
  • tacchino
  • coniglio

Prodotti ad alta allergia:

  • latte di mucca
  • latte di capra
  • prodotti proteici di vacca interi
  • Manzo
  • uova (proteine ​​e tuorlo)
  • Grano
  • un pesce
  • semi di soia
  • semolino
  • miele
  • agrume
  • fragola
  • pomodori
  • noccioline
  • succhi di frutta
  • composte
  • tè, tisane

La procedura per l'introduzione di alimenti complementari per le allergie

Osserva il bambino in ogni fase della poppata..
Se gli alimenti complementari sono ben tollerati, passare al prodotto successivo, secondo la procedura generale per l'introduzione di alimenti complementari..
Dopo l'introduzione di 2-3 gusti di un tipo di alimenti complementari, puoi provare a combinare diversi tipi, la cui reazione era precedentemente adeguata.
Se si sviluppano segni di allergia, interrompere l'alimentazione..

1-3 mesi
A questa età, il bambino mangia esclusivamente latte materno o latte artificiale. È troppo presto per introdurre qualsiasi tipo di cibo complementare a questa età. Il momento ottimale per l'introduzione di alimenti complementari è considerato una finestra da 4 a 6 mesi.

4-5 mesi
Purea monocomponente di verdure bianche e verdi: il miglior pasto del primo pasto.
Inserisci prima un tipo di purè di patate, poi un altro. Si sconsiglia di mescolare purè di patate in questa fase. Devi conoscere la causa esatta di un'eventuale allergia..
Guarda la reazione del bambino, se tutto è in ordine, puoi provare a dare la seguente purea di verdure dall'elenco sopra. Dopo l'introduzione di 2-3 gusti, puoi provare a combinare le purè di patate, la cui reazione è stata adeguata.

6-7 mesi
Se tutto è andato bene nelle fasi delle puree vegetali, la dieta per le allergie nel bambino si espande - vengono aggiunti cereali monocomponenti senza latte senza glutine.

Dopo aver introdotto 2-3 tipi di tali cereali, puoi provare a combinare i cereali, la cui reazione è stata buona.

Allo stesso tempo, purea di carne monocomponente, come ad esempio

I bambini a rischio di allergie non devono assumere purea di manzo.
Durante questo periodo, puoi aggiungere una piccola quantità (1 cucchiaino) di olio vegetale, ad esempio, al porridge.

8-9 mesi
Se i passaggi precedenti sono stati soddisfacenti, prova ad introdurre purè di patate di frutti verdi e gialli, ad esempio,

Durante questo periodo, puoi iniziare a introdurre prodotti a base di latte fermentato per bambini. In alternativa al baby kefir, prova le miscele di latte fermentato per bambini, ad esempio Nutrilak premium latte fermentato.
Le miscele di latte acido sono prodotte sulla base di una normale formula per bambini. Sono facilmente digeribili e hanno tutte le proprietà benefiche dei prodotti lattiero-caseari..

10-12 mesi
Se le fasi precedenti sono andate bene e non hanno causato allergie, è necessario consultare un medico e quindi introdurre alimenti complementari secondo la tabella generale.

Perché una dieta ipoallergenica non funziona?

Spesso ai genitori sembra che una piccola quantità di allergene non danneggi il bambino: "Lascia che si abitui". Non fare così! Anche una piccola dose di un prodotto allergenico renderà inutile la dieta: ci vorranno circa 3 settimane per riprendersi da una reazione allergica. Durante la manifestazione di allergie, non sarai in grado di valutare adeguatamente la dieta del bambino e identificare il vero allergene o introdurre nuovi alimenti complementari. Pazienza, il tuo bambino avrà ancora il tempo di provare tutti i gusti e i prodotti. Ha una vita intera davanti a sé e sarebbe meglio se non avesse allergie.

Importante!

  • Le mamme spesso ritardano l'inizio di alimenti complementari per paura di allergie. Questo è sbagliato, in quanto può portare a una carenza di importanti nutrienti nel bambino.
  • "Diario alimentare" identificherà potenziali allergeni e creerà una dieta varia e sicura.
  • Prima di iniziare a nutrire un bambino allergico, consultare un pediatra.

Allergia al cibo

Codice HTML:
Codice BB forum:

Come sarà?

Ciao caro SM. Ho davvero bisogno del tuo aiuto. Mia figlia ha 7,5 mesi. Da 5 mesi completamente sulla miscela di trattamento di frisopep (siamo allergici alle proteine ​​del latte vaccino). Le eruzioni cutanee erano solo sul viso, per 3 settimane di assunzione della miscela tutto è andato. Ha iniziato l'alimentazione con 5,5 mesi. Non c'è allergia a zucchine, patate e porridge di mais. Leggi completamente
+3 Registrati e ottieni l'opportunità di valutare materiali, chattare nei commenti e molto altro! ') "> Registrati e ottenere l'opportunità di valutare materiali, chattare nei commenti e molto altro!')"> Natalya05042014/11/22110131 commenti
Tutte le ricette
Ricette da Povarenok.ruTutte le ricette
Frittelle su kefir "Ideale".
Ci sono molte ricette per le frittelle sul sito, tuttavia.
Più dettagli "
Biscotto e il segreto della sua preparazione.
Ho visto questo biscotto segreto in un programma con il famoso.
Più dettagli "
Insalata "Pollo in pelliccia"
Sono passato un mese da quando mi sono registrato a Povarenka, ma.
Più dettagli "
Pan di zenzero "Tula"
C'è una ricetta simile, ma senza una foto. E da quando ho cotto.
Più dettagli "

Commenti

Forse qualcuno l'ha trovato, dimmi cosa puoi ancora entrare a questa età

Zucchine, calrabi, zucca (a forma di pera, per chi soffre di allergie), fagioli, piselli, carote (nell'ultimo caso).
Da carne - carne di cavallo, coniglio.

Cosa dice il dottore?
Frisopep è una miscela piuttosto seria e devi nutrirla con cura.

Abbiamo frisopep per allergie da lievi a moderate.

Cos'è Frisopep - Lo so.
Questa miscela non è solo per le allergie, ha un gusto piuttosto specifico ed è prescritta non solo per le allergie

Nutrizione senza allergie.
Nei barattoli troverai tutto ciò di cui hai bisogno, senza riferimento al periodo dell'anno.
Zucchine: c'è il verde e c'è il giallo (Beach Nat, Gerber); cavolo rapa - alimenti per l'infanzia Tip-Top, carne di cavallo - Sempre.

Bevi ancora poca miscela per dire che il trattamento si è interrotto. L'eruzione cutanea ha lasciato il viso, rimane da curare le pareti dell'intestino (l'eruzione è ancora all'interno), quindi non funzionerà per iniziare a nutrire rapidamente. Inserisci molto, molto attentamente i prodotti, osserva, osserva, tieni un diario alimentare e, se compaiono allergie, rimuovi tutti i nuovi prodotti che hai inserito negli ultimi 21 giorni. E ricominciare tutto da capo.

È buono se il bambino ha preso la zucca, l'importante è non correre e non cercare di nutrire rapidamente la persona allergica. Il corpo non è ancora maturato, quindi un nuovo prodotto spesso dà un'eruzione cutanea e non è affatto perché è allergico al prodotto, ma perché le pareti intestinali sono deboli e reagiscono bruscamente.

Guarda le pappe nel negozio, purtroppo da sole (vista la stagionalità) diversificare il menu delle allergie è molto, molto difficile.

Non credo che tu abbia sparso con cereali acquistati. Giusto.
Per inserire i cereali, viene selezionata un'azienda il cui porridge non include NIENTE tranne i cereali.
Tali cereali sono chiamati "ipoallergenici". Solo introducendoli puoi capire se il bambino ha una reazione alle grane o no. Se tutto è mescolato nella composizione del porridge: zucchero, latte e simili - ciò che la reazione è apparsa è semplicemente impossibile da scoprire. Può essere sul cereale stesso o su qualsiasi ingrediente presente nel porridge.

Tutti i cereali (indipendentemente da ciò che hai acquistato o fatto in casa) puoi fare in due modi:
1. Bollire sull'acqua e dare al bambino
2. Bollire in acqua e aggiungere la miscela lì (il porridge trasforma il latte, su Frisopepe).

Dei cereali a tua disposizione: grano saraceno, riso, mais. Farina d'avena dopo 9-10 mesi, miglio dopo 1 anno, semola dopo 2 anni, grano - dopo 11 mesi, puoi dare più cereali quando vengono introdotti 3-4 cereali (in base all'età).

Regole di base per l'introduzione di alimenti complementari per i bambini allergici

Prima o poi, la madre si trova ad affrontare il problema: "Come introdurre alimenti complementari a un bambino che soffre di allergie o che ha una tendenza ad esso?" Ci sono una serie di regole specifiche e semplici che devono essere seguite! Come madre di un bambino così, voglio condividere la mia esperienza con te.

Prima di iniziare a introdurre cibi complementari, devi assolutamente procurarti un quaderno, un diario! Forse agiti la mano e dici: "Perché?" L'ho pensato anche all'inizio, ma è impossibile menzionare tutte le informazioni. Ad esempio, il tuo bambino non reagirà a 1 cucchiaio di zucchine, ma le guance diventeranno rosse su 2 cucchiai. Tutto questo è registrato in un diario, in modo da poterlo analizzare in seguito.

Quindi cosa notiamo nel diario? Innanzitutto, la data e l'ora dell'introduzione di alimenti complementari. In secondo luogo, la reazione si è manifestata improvvisamente (non si è verificata) sul prodotto introdotto.

Anche in questo taccuino, ti consiglierei di metterlo nella prima pagina

prodotti che possono causare possibili reazioni allergiche:

Uova, pesce, qualsiasi brodo di carne, frutti di mare, caviale, grano, segale, fragole, fragole, peperoni, pomodori, carote, agrumi, kiwi, ananas, melone, cachi, melograni, cacao, noci, miele, funghi, cioccolato, latte intero, latticini, pollo, manzo, riso, avena, piselli, grano saraceno, soia, fagioli, barbabietole, patate, zucchero, banane, pesche, albicocche, ciliegie, cinorrodi, mirtilli rossi, mirtilli rossi, ribes nero.

Quindi, e ora i punti principali della trasformazione dei prodotti alimentari

  • Tutte le verdure e i cereali devono essere immersi in acqua per almeno 12 ore e l'acqua deve essere cambiata 2-3 volte durante questo periodo. Questo per garantire che nitrati e amidi in eccesso fuoriescano dal prodotto..
  • Quando si cucina la carne, è necessario drenare il primo brodo ed è meglio drenare il secondo brodo (il grasso in eccesso e tutti i problemi associati al fatto che i venditori senza scrupoli “rimuovono” la nostra carne vengono rimossi).
  • I prodotti devono essere cotti a vapore, stufati, cucinati o cotti al forno. Elimina completamente il fritto.

Punti salienti

  • L'alimentazione viene introdotta a partire da un quarto di cucchiaino una volta al giorno, preferibilmente al mattino. Prenditi il ​​tuo tempo per nutrire il bambino! Ogni giorno, il volume aumenta gradualmente, circa 2 volte. Viene portato alla norma di età in 7-10 giorni.
  • Un nuovo prodotto viene introdotto una volta ogni 10 giorni. Questo è molto importante, le allergie possono verificarsi il quinto giorno di assunzione di un nuovo prodotto..
  • Non dovresti dare due nuove verdure contemporaneamente, solo un monopolio. Ancora una volta, per sapere a quale reazione.

Una delle domande importanti che sorgono nelle madri: "Quando introdurre alimenti complementari?"

Devo dire subito che non vale la pena affrettarsi. Spesso il corpo del bambino non è ancora pronto per ricevere questi prodotti e, di conseguenza, reazioni allergiche! Si ritiene che gli alimenti complementari nei bambini allergici (inclini alle allergie) vengano introdotti un mese dopo rispetto ai bambini sani. Cioè, per i bambini in HB è di 7 mesi e per i bambini in IV è di 5 mesi.

  • La prima esca (7 mesi) è una purea di verdure tradizionale fatta di verdure bianche (cavolfiore, zucca di colore chiaro, rapa, patate, rutabaga) o verdi (zucchine, zucca).
  • La seconda alimentazione (circa 8 mesi) è il porridge, iniziamo con il riso (in futuro introduciamo grano saraceno e mais). Si consiglia di somministrare porridge di semola e grano ai bambini non prima di 1 anno! Il porridge può essere cotto in latte espresso, acqua, brodo vegetale o in una miscela che il bambino sta già alimentando. La preferenza tra i cereali industriali dovrebbe essere data senza latticini e senza glutine, senza necessità di cottura.
  • La terza esca (circa 8,5-9 mesi) è la carne. La carne di coniglio è considerata ideale, quindi ti consiglio di iniziare con essa, in futuro è tacchino e manzo.
  • Da 9,5 mesi vengono introdotti kefir e altri prodotti caseari. Da 10 mesi puoi introdurre purea di frutta da varietà verdi di mele e pere.

Non è consentito fino a 1 anno: tuorlo, latte di vacca intero, pesce e poiché i bambini spesso non possono tollerare cereali, biscotti e focacce sono completamente esclusi dalla dieta di un bambino.

Bene e, soprattutto, non aver paura delle allergie, ma essere in grado di affrontarlo!

Se il tuo bambino è allergico ai cibi complementari, cosa fare

Un'allergia agli alimenti complementari nei neonati si verifica se i nuovi prodotti non vengono somministrati correttamente. Potrebbero esserci altre cause per questa condizione. Pertanto, i genitori devono stare attenti quando introducono nuovi prodotti nella dieta del bambino. Se ci sono sintomi di una reazione negativa del corpo, è necessario visitare un medico.

Possibili ragioni

I sintomi allergici nei bambini appaiono spesso a causa del fatto che il loro sistema digestivo e l'immunità non sono ancora abbastanza maturi. Molto spesso si trovano ad affrontare un'ipersensibilità se iniziano a dare nuovi prodotti prima dei sei mesi, quando questi sistemi non sono ancora pronti per gli shock..

Le allergie si sviluppano anche sotto l'influenza di tali fattori:

  1. Se il bambino ha consumato troppo nuovo prodotto. In questo caso, l'intestino non ha abbastanza enzimi per digerirlo e la condizione peggiora.
  2. Con un aumento troppo veloce della parte dell'introduzione di alimenti complementari, quando l'intestino non ha il tempo di adattarsi ai cambiamenti.
  3. Come risultato dell'introduzione di nuovi prodotti nella dieta sullo sfondo di uno stato malsano del corpo. Ad esempio, se la temperatura corporea è elevata, i denti scoppiano, la dermatite atopica peggiora e con altri problemi. Questo indebolirà il corpo..

Il rischio di una reazione negativa aumenta in condizioni di cattiva situazione ambientale se nei prodotti sono presenti antibiotici, nitrati e pesticidi..

manifestazioni

La reazione agli alimenti complementari in un bambino è spesso accompagnata da manifestazioni cutanee sotto forma di dermatite allergica. Ma questo non è l'unico sintomo. Un problema può manifestarsi con una varietà di segni:

  1. La pelle è coperta di macchie rosse, che sono molto pruriginose e croccanti. Si osserva anche eczema secco..
  2. La digestione è frustrata, a causa della quale il bambino ha mal di stomaco, frequenti sputi, nausea con vomito, gonfiore.
  3. Il sistema respiratorio risponde all'allergene con tosse, naso che cola, respiro sibilante e attacchi di starnuti, raucedine.

Se una di queste manifestazioni è comparsa dopo che il bambino ha mangiato un nuovo prodotto, è necessario visitare un pediatra.

Metodi diagnostici

Ai primi sintomi di un problema, il medico consiglia di osservare la reazione a ciascun singolo prodotto. Si consiglia alla mamma di tenere un diario alimentare in cui è necessario annotare ciò che il bambino è durante il giorno e come lo percepisce il suo corpo. Ciò contribuirà a identificare il colpevole..

Un allergologo prescrive anche test. Se sospetti un'allergia, vengono controllati per la disbiosi, donare il sangue per le immunoglobuline.

Sulla base dei risultati dell'esame, viene fatta una diagnosi..

Caratteristiche del trattamento

Un'allergia alla prima alimentazione richiede un trattamento adeguato. Se i nuovi prodotti hanno portato a un deterioramento della salute del bambino, vengono annullati per diversi giorni. Ciò consentirà al corpo di rilassarsi dallo stress e accelerare il recupero. A volte i cibi complementari vengono sospesi per due settimane.

Con reazioni pronunciate, non puoi fare a meno dell'aiuto di un allergologo. Per sbarazzarsi dell'eruzione cutanea, vengono prescritti pomate speciali. Di solito si consiglia ai bambini di lubrificare la pelle con Bepanthen. Ricorrere anche all'uso di antistaminici approvati per i bambini di questa età. In nessun caso dovresti assumere i farmaci da solo, poiché sono possibili reazioni collaterali pericolose.

Spesso, per far fronte alle eruzioni cutanee, utilizzare piante medicinali. Prepara decotti e sequenze, camomille e ortiche. Vengono aggiunti al bagno mentre il bambino sta facendo il bagno. Questo aiuterà a lenire la pelle e ad alleviare il prurito..

Regole per l'introduzione di alimenti complementari

Per evitare una reazione allergica agli alimenti nei bambini, le madri che allattano devono controllare la propria dieta. Devono ricordare che tutte le sostanze provengono da loro con il latte materno..

Si raccomanda ai bambini allattati al seno con una predisposizione all'ipersensibilità di somministrare miscele ipoallergeniche. I bambini di età compresa tra diversi mesi sono ammessi miscele di soia senza lattosio.

Quando un bambino compie sei mesi, può iniziare a dare un po 'di latticini.

Come prima alimentazione, vengono solitamente fornite verdure. Per fare questo, fai bollire patate, zucca, zucchine, cavolfiore, macina in purè di patate e dai al bambino. È preferibile iniziare con il cavolfiore.

L'allergia alla salsa di mele è molto rara. Pertanto, per tradizione, questo prodotto è stato introdotto tra i primi. Il nuovo cibo dovrebbe essere consumato a piccole dosi. Se non ci sono sintomi, la porzione viene aumentata. È impossibile nei primi mesi dopo l'introduzione di alimenti complementari mescolare diversi tipi di verdure e darle alla volta.

Prima danno un vegetale, se entro una settimana il bambino si sente normale, quindi danno un altro prodotto.

I frutti danno da cinque mesi. Ma chi soffre di allergie è autorizzato a dare loro da otto mesi solo dopo che i succhi sono stati testati. Devi iniziare solo con frutti verdi o gialli. È meglio non usare i succhi dei negozi, ma cucinarli da soli. Il bambino può essere somministrato solo diluendo la metà con acqua.

Dall'età di 7-8 mesi iniziano a conoscere i cereali. In questo caso, senza l'uso di latte, vengono preparati grano saraceno, riso e mais. È importante che il porridge non contenga latte e zucchero. Puoi ricorrere alla farina d'avena dopo un anno.

Se sei allergico al porridge di frutta, devi rifiutarlo.

All'età di nove mesi, il corpo sta già digerendo la purea di carne. I purè di patate pronti di diversi tipi di carne sono venduti nei negozi. Puoi cucinarlo da solo. I purè di patate pronti di diversi tipi di carne sono venduti nei negozi. Puoi cucinarlo da solo. Ma è importante ricordare che se un bambino è allergico al latte, dovrebbe fare attenzione al manzo.

Dare un nuovo prodotto può iniziare nella quantità di un quarto di cucchiaino. Successivamente, il dosaggio viene gradualmente aumentato..

Se sei allergico alla prima poppata, non dovresti rifiutare di visitare un allergologo. Solo un medico farà un elenco delle raccomandazioni necessarie per quanto riguarda l'introduzione di nuovi prodotti nella dieta. Calcolerà il volume e la porzione desiderati.

Se si visita uno specialista in modo tempestivo, è possibile evitare possibili complicazioni. Infatti, nelle fasi avanzate, l'allergia provoca varie malattie del tratto gastrointestinale.

La maggior parte dei pediatri raccomanda di iniziare l'introduzione di alimenti complementari non con cibi autoprodotti, ma con purè di patate in barattoli. Sono venduti in molti negozi e farmacie. Tali prodotti sono fabbricati tenendo conto degli standard standardizzati nelle fabbriche di alimenti per bambini..

L'ipersensibilità ai nuovi alimenti nei neonati si riscontra abbastanza spesso. Ciò è dovuto all'insufficiente maturità del sistema enzimatico e alle violazioni delle regole nutrizionali. I genitori devono fare molta attenzione nel presentare il loro bambino a nuovi cibi..

Se non segui tutti i consigli degli specialisti, questo porterà a vari disturbi digestivi, malattie della pelle e altri problemi spiacevoli. Pertanto, con i primi sintomi di un'allergia, dovresti consultare un medico.