Allergia alla foto dei sintomi dell'ultracaina

Cliniche

Le allergie sono entrate a lungo nelle nostre vite e più i progressi si muovono, più varietà di reazioni allergiche si ottiene dall'umanità. Allergie alimentari, reazioni alla fioritura, a sei cani e gatti: questo non è un elenco completo delle reazioni allergiche di cui le persone soffrono. Uno dei tipi di allergie che danno le reazioni più gravi e gravi è l'intolleranza ai farmaci. Include un'allergia all'ultracaina.

L'ultracaina si riferisce agli antidolorifici e viene utilizzata come iniezione principalmente in odontoiatria per varie procedure mediche: trattamento ed estrazione dei denti, chirurgia, rettifica del tessuto dentale durante le protesi. Il farmaco è ben studiato, ha un alto tasso di esposizione ed è stato usato in odontoiatria per circa trenta anni..

Forma di rilascio - fiale e fiale usa e getta con il farmaco per uso riutilizzabile. L'uso più sicuro dell'ultracaina in fiale monouso, perché nel secondo caso viene aggiunto un conservante al farmaco, che di per sé è un allergene. Inoltre, la composizione del farmaco include varie impurità e additivi, che possono essere la causa principale dello sviluppo di una reazione allergica..

Cause di allergia Ultracain

Una reazione allergica all'ultracain è rara e, di norma, non appare durante la prima somministrazione, perché il farmaco per l'organismo è nuovo e non c'è sensibilizzazione (preparazione di una reazione allergica) al farmaco. Ma in ogni regola ci sono eccezioni o gruppi di rischio, come nel nostro caso, in cui un'allergia può svilupparsi quando si usano i farmaci per la prima volta.

Si deve usare cautela quando si utilizza questo farmaco se:

  1. Hai allergie da un parente?.
  2. Intolleranza al farmaco precedentemente notata a un particolare farmaco.
  3. Malattie allergiche sono presenti nel paziente stesso (asma bronchiale, febbre da fieno, rinite allergica).

Sintomi di una reazione allergica all'ultracaina

Le manifestazioni di questa allergia possono essere diverse in termini di velocità di sviluppo, gravità, sintomi - tutto dipende dalle caratteristiche individuali del corpo. Il tempo di sviluppo può variare da alcuni minuti, dopo aver applicato l'anestesia con ultracain, a tre giorni.

A quali sintomi dovresti prestare attenzione:

  • Mal di testa, dolore addominale, indigestione.
  • La reazione della pelle sotto forma di eruzione cutanea, arrossamento, prurito.
  • Gonfiore delle mucose.
  • Mal di gola, raucedine.
  • Mancanza di respiro, soffocamento.

Cosa fare in caso di allergia

Le persone del cosiddetto "gruppo a rischio" devono essere più attente a visitare un dentista di chiunque altro. Assicurati di annotare tutti i sintomi del malessere, se presenti, dopo aver visitato un medico con antidolorifici. Se necessario, non esitare e contattare un'ambulanza.

Se sospetti questo tipo di allergia, è prima necessario:

  • Consultare un allergologo-immunologo con un medico che determinerà le ulteriori azioni dal quadro clinico..
  • Sottoporsi a un esame allergico - eseguire un esame del sangue da una vena in un laboratorio speciale, dove determinerà la presenza o l'assenza di una reazione allergica a questo farmaco.
  • Se l'analisi è confermata, l'uso di questo farmaco deve essere abbandonato e quando si visita un dentista, dovrebbero essere preferite le cliniche con un alto livello di attrezzature mediche, dove è possibile fornire il primo soccorso al paziente.
  • Assicurati di informare il tuo medico delle allergie all'ultracain in sostituzione dei farmaci anestetici.
  • Se non è possibile visitare uno studio dentistico con un alto livello di servizio, l'estrazione dei denti, ecc. Deve essere effettuata in un ospedale dove esiste la possibilità di rianimazione.
  • Dal punto di vista della prevenzione, eseguire esami dal dentista una volta ogni sei mesi. In questo caso, il trattamento dentale verrà effettuato nelle prime fasi della carie e senza la necessità di anestesia.

Riassumendo, vorrei aggiungere che se l'intolleranza al farmaco, a cui appartiene questa allergia, è ancora confermata, non disperare e perdere il cuore. Fatte salve determinate misure e regole, puoi raggiungere una qualità di vita sufficientemente elevata e non provare disagio quando visiti uno studio dentistico.

L'uso di antidolorifici locali nell'anestesia dentale è stato preceduto dalla scoperta di sostanze la cui azione si basava principalmente sull'inibizione del sistema nervoso centrale.

I primi farmaci anestetici erano sostanze narcotiche e tossiche come protossido di azoto, etere, cocaina, cloroformio. Dopo la scoperta di anestetici complessi e combinati nel ventesimo secolo, i primi segni di intolleranza ai singoli farmaci hanno iniziato ad apparire nei pazienti, che è chiamata una reazione allergica nella vita di tutti i giorni.

In generale, gli effetti collaterali nell'anestesia dentale non sono una rara manifestazione del suo lato negativo, ma hanno un'eziologia non allergica.

Nello studio dentistico vengono osservati e descritti due tipi di reazioni allergiche, vale a dire:

  • Dermatite allergica da contatto e formazione di gonfiore nel sito di iniezione anestetica;
  • Orticaria e shock anafilattico: questi tipi di allergie sono piuttosto rari e le informazioni su questi effetti collaterali sono limitate a casi isolati.

Se il corpo del paziente è sospettato di irritazione allergica di un determinato farmaco, allora è del tutto possibile che tollererà in modo sicuro gli effetti dell'anestesia, se il componente problematico viene sostituito con un altro.

Alcune persone sono intolleranti ai conservanti nelle iniezioni di anestetico. Le principali sensazioni provate con l'introduzione della soluzione sono considerate palpitazioni cardiache, brividi febbrili, aumento della sudorazione, debolezza, vertigini. Ma in realtà, questa non è una manifestazione di una reazione allergica..

Un'allergia, infatti, è una condizione ipersensibile del corpo causata da un allergene nel sangue.

I sintomi delle allergie sono i seguenti cambiamenti nel corpo:

  • Reazioni cutanee: eruzione cutanea, gonfiore, prurito;
  • Difficoltà a respirare, simile a una condizione asmatica;
  • In casi gravi ma molto rari - shock anafilattico.

Tutta la tragedia attribuita alle reazioni allergiche non è altro che i pregiudizi del paziente. Anche coloro che sono allergici ai farmaci avvertono un prurito a breve termine e un'eruzione cutanea quando vengono somministrati, che scompare dopo 2-3 minuti. In caso di shock anafilattico, il dentista ha accumulato le attrezzature necessarie per fornire cure urgenti al paziente.

Cosa devono le persone moderne
reazioni allergiche?

Una soluzione anestetica tradizionale è costituita da due componenti principali: un anestetico attivo (lidocaina, ad esempio) e epinefrina. Tuttavia, la maggior parte delle persone non può tollerare i conservanti nella soluzione anestetica. Il più comune di questi è l'idrosolfito di sodio o il metabisolfito di sodio. In una soluzione, ha lo scopo di preservare le proprietà dell'epinefrina, che si decompone rapidamente sotto l'influenza dei leucociti nel sangue.

Se la testimonianza indica che il paziente non è intollerante ai conservanti nell'iniezione, la combinazione della soluzione è semplificata a diversi componenti, più spesso a uno: un anestetico attivo. Naturalmente, il tempo della sua azione è significativamente ridotto, il che costringe ad aumentare la dose del farmaco per mantenere l'effetto analgesico fino al momento giusto. A volte, i dentisti "progressisti" sostituiscono l'epinefrina con mepivacaina o prilocaina, poiché la loro composizione è meno sensibile agli anticorpi protettivi umani.

L'allergia di Caino

Casi eccezionali di reazioni allergiche ai componenti attivi, in particolare alla novocaina obsoleta e ad altri esteri cain, sollevano una serie di domande riguardanti la composizione delle iniezioni di anestetico per questi pazienti "eccezionali". Anche i moderni anestetici Cain a base di ammide hanno causato diversi casi documentati di allergie..

Quali opzioni per il sollievo dal dolore ha il paziente?

  • Anestesia generale in clinica;
  • L'uso del blocco dell'istamina (doloroso, solo in casi di emergenza);
  • Effetti ipnotici (estremamente rari);
  • Sperimentando con altri "Caino" (Septocaine, Markain). Fortunatamente, la natura ha decretato che i pazienti che non tollerano la lidocaina tollerano altri anestetici, come la Septocaina;
  • Non eseguire procedure analgesiche (in caso di interventi minori, ad esempio durante la pulizia del tartaro, la fluorizzazione).

Volgograd, via Tkachev, 17

Volgograd, Maresciallo Chuikov street, 49

Volgograd, Konstantin Simonov street, 22

Volgograd, Komsomolskaya street, 6, blvd. Enegles 27b

Volgograd, Maresciallo Chuykov street, 19

Alloggio a pagamento
cliniche sul sito in due clic!

Allergene c68 - Articaine / Ultracaine, IgE

Artikain (ultracain) è un anestetico di tipo ammide locale di un certo numero di tiofeni. Un'allergia a questo farmaco è rara e può verificarsi sotto forma di eruzione cutanea, prurito intorno al sito di iniezione, rinite e, in casi gravi, sotto forma di angioedema e shock anafilattico. La determinazione di una specifica immunoglobulina E a questo allergene in quantità maggiore indica la presenza di una sensibilizzazione dell'organismo ad esso.

L'allergia ai farmaci è una reazione specifica del sistema immunitario ai farmaci.

L'allergia ai farmaci può verificarsi come una complicazione nel trattamento della malattia di base o come risultato di un contatto prolungato con i farmaci (medici, operatori sanitari, farmacisti). Le ragioni principali dello sviluppo di un'allergia ai farmaci sono i fattori ereditari, la presenza di altri tipi di allergie, l'uso prolungato di farmaci, l'uso simultaneo di un gran numero di diversi farmaci, un sovradosaggio (in questo caso stiamo parlando di una reazione pseudo-allergica). Qualsiasi farmaco può provocare una reazione allergica, ma gli allergeni più comuni sono antibiotici, anestetici locali, farmaci antinfiammatori non steroidei, ecc. I seguenti sintomi sono caratteristici di questo tipo di allergia: arrossamento della pelle, prurito, vari tipi di eruzioni cutanee, congiuntivite per tutto l'anno. Le reazioni allergiche ai farmaci si sviluppano da pochi secondi a diverse ore e possono causare un attacco di asma bronchiale, orticaria, edema di Quincke, rinite allergica o shock anafilattico. Se sei allergico a un particolare medicinale, dovresti tener conto del fatto che può verificarsi anche quando usi medicinali con una composizione simile.

Lo studio è condotto solo sul 1o tipo di reazioni allergiche. Un risultato negativo del test non può garantire l'assenza di una reazione allergica di altro tipo..

Immunoglobuline specifiche di classe E all'articaina (ultracaina).

Sinonimi inglese

Allergene C68 - Articaine / Ultracaine; IgE.

Saggio immunoenzimatico (ELISA).

UI / ml (unità internazionale per millilitro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Non fumare per 30 minuti prima dello studio..

Panoramica dello studio

Artikain è il nome internazionale per l'anestetico di tipo ammide locale, ampiamente distribuito con i seguenti nomi commerciali: Ultracain, Ultracain DS, Ultracain DS Forte, Alfacain, Ubistesin, Primacain.

Il farmaco viene utilizzato per l'anestesia di infiltrazione e conduzione, il più delle volte nello studio dentistico. L'anestetico entra nelle cellule della fibra nervosa, in cui blocca l'ingresso degli ioni sodio, interrompendo così temporaneamente la conduzione dell'impulso nervoso. Artikain appartiene agli anestetici locali con un effetto anestetico sufficientemente forte, l'effetto si verifica quasi immediatamente dopo la somministrazione e dura fino a diverse ore.

Uno degli effetti collaterali dell'uso di articaina è lo sviluppo di una reazione allergica in soggetti sensibilizzati, che si verifica abbastanza raramente, ma può portare a gravi conseguenze. La reazione si sviluppa come un tipo immediato di ipersensibilità - entro pochi minuti o ore. Di norma, si verifica una lieve forma di allergia con comparsa di iperemia o orticaria, prurito nel sito di iniezione, dermatite allergica. Nei casi più gravi si sviluppano rinite allergica e congiuntivite, asma bronchiale. Le manifestazioni più gravi sono angioedema (edema di Quincke) e shock anafilattico, che coinvolgono i sistemi cardiovascolari e respiratori vitali nel processo, che richiede un intervento medico urgente.

A cosa serve lo studio??

  • Diagnosi di reazioni allergiche immediate ad articaina / ultracaina;
  • diagnosi differenziale delle cause delle reazioni allergiche nei bambini e negli adulti con l'uso di anestetici locali.

Quando è programmato uno studio?

  • Quando si pianifica l'anestesia locale con articaina / ultracaina in pazienti con sospetta allergia agli anestetici locali;
  • quando si esaminano bambini e adulti con orticaria, prurito, rinite allergica, congiuntivite, asma bronchiale, angiotici, shock anafilattico dopo l'applicazione di anestetici locali.

Cosa significano i risultati??

Valori di riferimento: 0,00 - 0,35 UI / ml.

Ragioni per un risultato positivo:

  • ipersensibilità di tipo immediato ad articaina / ultracaina.

Ragioni per il risultato negativo:

  • mancanza di sensibilizzazione IgE a questo allergene;
  • restrizione o esclusione prolungata del contatto con l'allergene.
  • ASIT di successo.
  • La mancanza di sensibilizzazione all'allergene non esclude la presenza di allergie ad altre fonti di allergeni. In alcuni casi, potrebbero essere necessari ulteriori test allergologici per chiarire la sensibilizzazione ad altri possibili allergeni..
  • L'esecuzione di questo studio è sicura per il paziente rispetto ai test cutanei (in vivo), poiché esclude il contatto del paziente con l'allergene. L'assunzione di antistaminici e caratteristiche legate all'età non influiscono sulla qualità e sull'accuratezza dello studio..

Chi prescrive lo studio?

Allergologo-immunologo, pediatra, medico generico, chirurgo, dentista, medico generico.

Letteratura

  • Harboe T, Guttormsen AB, Aarebrot S, Dybendal T, Irgens A, Florvaag E. Sospetta allergia agli anestetici locali: follow-up in 135 casi. Acta Anaesthesiol Scand. 2010 maggio; 54 (5): 536-42.
  • Ren LJ, Song XY, Sun JS, Sun XQ. Analisi delle reazioni avverse indotte dall'iniezione di articaina cloridrato e adrenalina tartrato in 75 casi. Zhonghua Kou Qiang Yi Xue Za Zhi. 9 febbraio 2018; 53 (2): 107-110.
  • De Pasquale TMA, Buonomo A, Pucci S. Allergia di tipo ritardato all'articaina con reattività crociata ad altri anestetici locali del gruppo ammidico. J Allergy Clin Immunol Pract. 2018 gennaio - febbraio; 6 (1): 305-306.
  • Speer WB. Anestetici locali. J Am Dent Assoc. Gennaio 2013; 144 (1): 17.

Allergia ai sintomi dell'ultracaina

Allergia ultracaina

Nello studio dentistico, l'anestesia locale viene spesso utilizzata..

Esistono diversi farmaci che i dentisti preferiscono, uno dei quali è ultracain.

L'ultracaina è caratterizzata da un'azione rapida: dopo 0,5-3 minuti.

Sommario:

inizia l'anestesia. Il grande vantaggio dell'ultracaina è che non contiene parabeni, il che lo rende praticamente atossico. L'ultracaina è indicata anche per le donne in gravidanza, poiché non attraversa la barriera ematoplacentare.

La durata dell'anestesia dipende dalle azioni del medico ed è di circa 1,5 a 6 ore.

L'allergia all'ultracaina è un evento estremamente raro (una su centomila iniezioni provoca una reazione allergica). Tuttavia, se si è verificato solo quel raro caso, è necessario prenderlo estremamente sul serio, perché un'allergia all'ultracaina può diventare molto pericolosa.

Ecco perché, prima di visitare un medico, è necessario assicurarsi che non vi siano allergie al farmaco.

Come diagnosticare un'allergia all'ultracain? Sintomi principali

L'iniezione di ultracain può causare allergie

Per identificare un allergene, è necessario superare un test ELISA. Al giorno d'oggi, attrezzature moderne e tecniche efficaci possono identificare accuratamente possibili allergie dopo un semplice esame del sangue.

I principali sintomi di un'allergia ultracain sono:

  • rinite allergica
  • edema delle mucose
  • shock anafilattico
  • prurito della pelle
  • orticaria
  • infiammazione del sito in cui è stato iniettato il farmaco

È importante consultare un medico ai primi sintomi e sottoporsi a un test allergologico (determinare il livello di anticorpi IgE specifici).

Ultracain Allergy Treatment

Le reazioni di intolleranza agli anestetici locali, incluso ultracain, possono essere causate non solo da allergie, ma anche da una reazione tossica o da un sovradosaggio del farmaco.

Dopo aver identificato il motivo principale, assicurandosi che si tratti di un'allergia, è possibile creare un piano per ulteriori azioni.

Antistaminici tradizionali, come Suprastin o Tavegil, sono usati per trattare le allergie ultracain. Dopo aver eliminato i principali sintomi di allergie, è necessario contattare uno specialista per selezionare un medicinale anestetico alternativo. Con gravi reazioni allergiche, è ovvio che un ulteriore uso del farmaco deve essere escluso.

Vale anche la pena notare che se ultracain non è mai stato usato prima, allora non può verificarsi una reazione allergica ad esso.

Alla prima assunzione del farmaco, l'allergia non si verifica perché il corpo non ha ancora "familiarità" con questo farmaco, quindi il sistema immunitario non può dare alcuna "risposta".

Allergia ai sintomi dell'ultracaina

Ultracaine è un moderno anestetico locale. È ampiamente usato in odontoiatria a causa del rapido raggiungimento dell'effetto anestetico, con l'introduzione di una quantità minima e durata dell'azione.

Il farmaco è ben percepito dai tessuti, ma ha alcuni effetti collaterali e controindicazioni..

  • Perché usarlo?
  • Manuale di istruzioni
  • Prezzi
  • Domande frequenti
  • Recensioni su Ultracaine in Odontoiatria

Perché usarlo ↑

Gli immunologi battono l'ALLARME! Secondo i dati ufficiali, un'allergia innocua, a prima vista, ogni anno prende milioni di vite.

La ragione di statistiche così terribili: parassiti, sciami all'interno del corpo! Prima di tutto, le persone a rischio sono a rischio..

L'ultracaina è uno degli anestetici più efficaci in odontoiatria, con un forte effetto e un minimo di effetti collaterali...

Allergia all'ultracain D C in un bambino

# 1 Lelia

Ciao. Mia figlia ha 7 anni, ieri hanno rimosso il 5ku in basso a destra, (il dente è morto, parzialmente caduto a pezzi e ha iniziato a ferire quando premuto, quindi non c'era possibilità di lasciarlo). Il giorno prima, ad agosto, ho fatto i suoi test allergologici su anestetici locali. esame del sangue: procaina, lidocaina, articaina, benzocaina, mepivacaina, proxymethacaine.
Risultato IgE: + - in lidocaina, RPG: + lidocaina e + -proxymethacaine.

Il bambino è allergico, si verifica dermatite atopica, naso che cola di fieno per fioritura, allergie alimentari, animali, amoxicillina. Anche nell'allergia al freddo, e questo succede con noi. Ci sono problemi neurologici, c'erano convulsioni sul Pipolfenum IM quando erano in ospedale con tosse convulsa. In generale, c'era motivo di essere particolarmente preoccupati.
Sulla base dei nostri risultati, il medico ha scelto ultracain DS. Il dente è stato rimosso e siamo felicemente partiti per casa. Dopo circa più di un giorno (30 ore), l'orticaria! l'inizio con la mano destra e la guancia, e sul collo sotto il mento, l'inizio è particolarmente pronunciato. Rossore, gonfiore come ortica, prurito. Aveva gli occhi acquosi, cominciò a starnutire. Ho chiamato un'ambulanza. Fu presa Suprastin e fu consigliato il carbone. Non c'erano vertigini, palpitazioni, soffocamento. Dopo la soprastina, queste manifestazioni sono scomparse. Ora penso, questo significa una reazione allergica all'anestetico? la nostra analisi può essere gettata via, e poi come essere? Ancora una volta per superare l'analisi, il denaro non è un peccato per il bene del bambino, vedi cosa mostrerà questa volta? Non abbiamo ancora un buon allergologo, non ne abbiamo trovato uno. Lo troverò, ma la domanda per i dentisti è che la lidocaina è stata esclusa dall'analisi e, ad esempio, ho trattato l'otite media con gocce di Otipax in estate per 6 giorni, perché c'era della lidocaina nella composizione e non c'era allergia! Mi preoccupo per il futuro: cosa fare dell'anestesia, cosa consigli ai pazienti come noi ?

Ultracain Allergy Analysis

Allergia agli anestetici locali: mito o realtà?

Abbastanza spesso, i pazienti con qualsiasi manifestazione di reazioni avverse all'introduzione di anestetici locali, dentisti o altri medici raccomandano di utilizzare tutte le "-cane", e quindi si preferiscono prescrivere un'anestesia generale potenzialmente più pericolosa in futuro.

A seconda della struttura chimica, gli anestetici locali sono divisi in due gruppi (Tabella 1): derivati ​​degli esteri dell'acido benzoico (tipo estere) e altri (tipo ammide).

Tabella 1

Farmaci usati per l'anestesia locale

Gruppi di anestetici locali

I gruppo: tipo estere

Gruppo II: tipo ammide

Procaina (novocaina cloridrato) Tetracaina (dicaina) Benzocaina (anestezina) Butetamina Cloroprocaina Ciclometicina Proximetacaina Bencaina Ossetacaina

Lidocaina (xicaine, xylocaina, lidocaina) Trimecaine (mesocaine) prilocaina (cyanest) Mepivacaine (carbocaina, Scandonest, mepicatone) Bupivacaine (Marcaine) Levobupivacaine Ropivacaina (napine) Ethidocaine (duranestaquinequine) Pequinocaine (Duranestaquinequine) Buquinocainequin (peracanocainequine) Buquinocainequin (peanocainequin) Buquinocainequin (Cinocainecine) Buquicaine (Duranestainecine) Pequinocainequinquein (peanocainequin) Buquicaine (Durandaquainecine) Buquinacaine (Duraranesteincine) Buquicaine (Durandaquaincine) Pequinone Pramocaine Ubistesin et al.

In effetti, la maggior parte delle reazioni avverse agli anestetici locali non sono associate a vere reazioni allergiche, ma a disturbi vegetovascolari, reazioni tossiche ed isteriche, nonché agli effetti collaterali degli additivi inclusi in alcuni anestetici.

Il vero livello di reazioni allergiche agli anestetici locali non è noto. Alcuni autori li descrivono come eventi rari e il loro livello è inferiore all'1% di tutte le reazioni avverse quando si usano anestetici locali.

Classificazione delle complicanze associate agli anestetici locali:

1) Effetti tossici: convulsioni, ipotensione, arresto respiratorio e collasso circolatorio, sonnolenza, fascicolazioni muscolari, aritmie ventricolari, fibrillazione, ecc..
Le reazioni tossiche sono più comuni. Gli effetti tossici sistemici derivano dall'assorbimento o dall'iniezione endovenosa di un anestetico locale nella circolazione sistemica. La cardiotossicità e la neurotossicità degli anestetici locali sono direttamente correlate alla concentrazione di questi farmaci nel plasma. La concentrazione della soglia tossica può essere superata a seguito di iniezione intravascolare accidentale, sovradosaggio o a seguito di infusione prolungata del farmaco.

2) Reazioni pseudoallergiche (PAR).
Più comune nelle donne dai 40 agli 80 anni, in particolare con malattie croniche concomitanti del tratto gastrointestinale, del sistema epatobiliare, dei reni e del sistema neuroendocrino.
I sintomi clinici della PAR sono diversi e corrispondono alla clinica delle vere reazioni allergiche, sebbene i meccanismi di sviluppo siano diversi da quest'ultimo..
I più gravi sono: shock anafilattoide, manifestazioni cutanee (tossicoderma, eruzioni cutanee, dermatiti), reazioni vegetovascolari.

3) Effetti sul sistema nervoso centrale (stimolante o calmante): nervosismo, paura, euforia, confusione, vertigini, sonnolenza, visione sfocata o occhi divisi, aumento o diminuzione della temperatura, stupore, contrazioni, tremori, convulsioni, perdita di coscienza, oppressione e arresto respiratorio.
Le manifestazioni di eccitazione possono essere a breve termine o non verificarsi affatto, mentre la prima manifestazione di intossicazione può essere sonnolenza, trasformarsi in uno stato inconscio e arresto respiratorio.

4) Effetti sul sistema cardiovascolare (generalmente deprimente): bradicardia (riduzione della frequenza cardiaca), ipotensione, collasso cardiovascolare, che può portare ad arresto cardiaco.
I sintomi di inibizione della funzione cardiovascolare possono generalmente verificarsi a causa di una reazione vasovagale, soprattutto se il paziente è in posizione verticale. Meno comunemente, possono derivare dall'effetto diretto del farmaco..

5) Reazioni locali - edema e infiammazione nel sito di iniezione, comparsa di zone ischemiche nel sito di iniezione (fino allo sviluppo della necrosi tissutale - con iniezione intravascolare accidentale); danno ai nervi (fino allo sviluppo della paralisi) - si verifica solo in violazione della tecnica di iniezione.

6) Effetti collaterali dovuti all'alterata sensibilità agli anestetici locali.

7) Idiosincrasia (ridotta sensibilità).

8) Vera allergia: arrossamento e prurito della pelle, congiuntivite, rinite, edema di Quincke di varia gravità (incluso gonfiore del labbro superiore e / o inferiore e / o delle guance, glottide con difficoltà a deglutire, orticaria, mancanza di respiro), shock anafilattico.

Reazioni allergiche incrociate tra anestetici:

• Tra gli anestetici locali del gruppo I, si notano spesso reazioni cross-allergiche intra-gruppo. In questo caso, vengono prescritti farmaci del secondo gruppo. Eccezioni: lidocaina - novocaina; lidocaina - benzocaina.
• Tra i farmaci del gruppo II con una struttura simile (lidocaina, prilocaina e mepivacaina) sono anche possibili.
• Fino a poco tempo fa, si riteneva che con l'intolleranza agli anestetici locali del gruppo I, si potessero usare farmaci del gruppo II a causa dell'assenza di reazioni crociate tra gruppi. Tuttavia, ci sono segnalazioni della possibilità di sviluppare reazioni allergiche, tra cui anafilattiche, alla lidocaina (xicaina) con intolleranza alla novocaina, nonché alla benzocaina (anestesia) con intolleranza alla lidocaina.

Va tenuto presente che molti effetti collaterali degli anestetici locali, ad esempio edema nel sito di iniezione, ipotensione arteriosa, tachicardia, collasso, si riscontrano sia in reazioni allergiche che non allergiche a questi farmaci.
Le reazioni allergiche con l'uso di anestetici locali spesso si sviluppano su additivi (bisolfito e acido parabenzoico, ecc.) Inclusi nella loro composizione.

Supplementi anestetici:

1) Vasocostrittori: aggiunti per aumentare l'efficacia dell'anestesia locale e per rallentare il flusso di anestetici nel flusso sanguigno.

Adrenalina
È applicato il più spesso.
Una diluizione relativamente sicura dell'adrenalina è una concentrazione di 1: 200000, che può essere fornita solo nelle preparazioni di carpool.

norepinefrina
Meno comunemente usato come vasocostrittore.
La noradrenalina, a differenza dell'adrenalina, è meno pericolosa nei pazienti con patologia cardiaca (malattia coronarica), ma esiste un rischio maggiore di sviluppare una crisi ipertensiva con ipertensione concomitante.
Sono usati al posto dell'adrenalina per la tireotossicosi e il diabete mellito. Controindicato nel glaucoma

Filipressina (octapressina)
Un farmaco sintetico che non ha un effetto diretto sul cuore. L'effetto è associato al suo effetto diretto sui muscoli lisci delle navi.
È controindicato durante la gravidanza, come può causare contrazioni miometriali.

Effetti sistemici indesiderati dei vasocostrittori:
• aumento della pressione sanguigna,
• tachicardia,
• disturbi del ritmo cardiaco,
• attacchi di angina,
• centralizzazione della circolazione sanguigna,
• mal di testa.

Gruppo a rischio quando si usano vasocostrittori: pazienti con glaucoma, tireotossicosi, diabete mellito; pazienti che assumono rauwolfin, ormoni tiroidei, antidepressivi triciclici, antidepressivi - inibitori MAO.

2) Conservanti

Parabeni (metil paraben - metil 4-idrossibenzonato, etil paraben)
Come conservanti vengono utilizzati esteri dell'acido paraidrossibenzoico (parabeni), che hanno effetti antibatterici e antifungini.
Va ricordato che i parabeni fanno parte di varie preparazioni cosmetiche, creme, dentifrici e possono provocare dermatiti da contatto, quindi esiste un reale pericolo di allergia a un farmaco anestetico locale.
L'acido paraaminobenzoico (PABA), che è un metabolita della novocaina, ha una struttura simile con i parabeni, che possono causare reazioni allergiche crociate.
Molti farmaci (sulfamidici, antidiabetici orali, furosemide, ecc.) Sono derivati ​​del PABA. Pertanto, non è pratico utilizzare preparati contenenti parabeni da utilizzare per le allergie ai farmaci elencati.
La presenza o l'assenza di parabeni in un anestetico locale è indicata dal produttore.
I parabeni possono causare sensibilizzazione, shock anafilattico.

3) Stabilizzatori
I solfiti (sodio o disolfito di potassio) sono usati come stabilizzatori vasocostrittori.
L'allergia ai solfiti è più comune nei pazienti con asma bronchiale (frequenza - circa il 5%), quindi è necessario prestare particolare attenzione durante il trattamento di tali pazienti.
I solfiti causano edema, orticaria, broncospasmo attraverso recettori irritanti, nervi e riflessi vagali.

Composizione di alcuni moderni anestetici locali:

• lidocaina (xilocaina) nei carpuli - contiene lidocaina, metilparaben, cloruro di sodio;
• xilostesina F-forte nei carpuli - contiene lidocaina, noradrenalina cloridrato, solfito carbonico anidro, cloruro carbonico;
• xylocaine MPF - una soluzione sterile apirogena senza metil paraben (in carpe);
• xilocaca in flaconcini: contiene metil paraben;
• xilossina MPF con epinefrina - una soluzione sterile priva di pirogeni contiene xilocaca, epinefrina, metabisolfito di sodio, acido citrico;
• mepivacaina (mepidont, mevirin, mepivastesin, scan-dicain, scandonest) - senza aggiunta di vasocostrittori, solfiti, parabeni;
• ultracaina nei carpuli - contiene articaina, adrenalina (0,006), disolfito di sodio, metilparaben;
• ultracain D-c forte - contiene articaina, adrenalina (0,012) e disolfito di sodio;
• septanest - contiene solfiti, EDTA, non include parabeni;
• ubistesin, ubistesin forte (a base di articaina, non contengono parabeni, ma contengono solfiti come conservante).

Diagnostica (G. Lolor Jr. et al., 2000):

1. Se sospetti un'allergia agli anestetici locali, cercano di non usarli. Tuttavia, è spesso impossibile rifiutare questi farmaci, poiché la loro sostituzione con anestetici generali aumenta il rischio di complicanze. Inoltre, alcuni degli anestetici locali (lidocaina, procainamide) sono prescritti per le aritmie e non possono sempre essere sostituiti con altri farmaci. In tutti i casi, è necessario confrontare il rischio di complicanze che può portare all'uso del farmaco, con le conseguenze negative del rifiuto.

2. Se le reazioni precedenti (sia allergiche che non allergiche) sono state gravi, è necessario abbandonare completamente gli anestetici locali.

3. In base all'anamnesi, è difficile valutare il rischio di reazioni allergiche, pertanto, se in passato l'uso di anestetici locali era accompagnato da reazioni, vengono eseguiti test cutanei e provocatori.

4. Il paziente deve essere spiegato con quale scopo vengono eseguiti test cutanei e provocatori, avvisare di possibili complicanze e ottenere il consenso scritto per lo studio..

5. Sebbene l'affidabilità dei test cutanei con anestetici locali non sia stata completamente stabilita, si consiglia di iniziare con la scelta di un mezzo sicuro per l'anestesia locale..

6. L'anestetico locale utilizzato per i test cutanei e provocatori non dovrebbe causare reazioni crociate con il farmaco che in precedenza aveva causato allergie. Se il farmaco che ha causato la reazione allergica non è noto, viene scelto un test anestetico locale del gruppo II.

7. Al fine di evitare risultati falsi negativi, i preparati utilizzati per i test cutanei non devono contenere vasocostrittori. Per test e trattamenti provocatori, è meglio usare farmaci che includono vasocostrittori, poiché aumentano l'analgesico e limitano gli effetti sistemici degli anestetici locali e sono rare le reazioni allergiche a questi farmaci o ai solfiti aggiunti per stabilizzarli.

8. I preparati di anestetici locali utilizzati per la pelle e i test provocatori non devono contenere esteri dell'acido paraossibenzoico (conservanti), poiché spesso causano reazioni allergiche.

9. Per la puntura negativa e i test intradermici, viene eseguito un test provocatorio con un anestetico locale. I test provocatori vengono eseguiti sotto la supervisione di un allergologo con esperienza nel trattamento di gravi reazioni allergiche..

10. Se un test provocatorio con un anestetico locale è negativo, il rischio di effetti collaterali del farmaco è minimo.

Riferimenti:

1. Zaikov, S.V. Il problema dell'allergia ai farmaci in anestesia / S.V. Zaikov, E.N. Dmitrieva // Farmacoterapia razionale. - 2009. - N. 3.

2. Lolor Jr., G. Immunologia clinica e allergologia / G. Lolor Jr., T. Fisher, D. Adelman: trans. con l'inglese., M., "Pratica", 2000 - 850 s.

3. Murzich, A.V. Allergia ai farmaci / A.V. Murzich, M.A. Golubev, A.D. Kruchinin // Giornale medico della Russia meridionale. - 1999. - N. 2-3.

4. Fesenko, V.S. Intossicazione con anestetici locali: vecchio pericolo, miti moderni, nuove droghe e il "proiettile d'argento" / V.S. Fesenko // Questioni cliniche. - 2008. - 4 (17).

5. Allergia agli anestetici locali in odontoiatria. Mito o realtà? / Di J. C. Baluga a et al. // Allergologia et Immunopathologia. - 2001. - Vol.30.

6. Eggleston, S.T. Comprensione delle reazioni allergiche agli anestetici locali / S.T. Eggleston, L.W. Lush // Ann. Pharmacother - 1996. - V.30, n. 7-8. - P.851-857.

7. Principi principali di patogenesi, diagnostica e prevenzione dell'allergia ai farmaci causati da anestetici locali / B.V. Machavariani et al. // Georgian Med. Notizie - 2009. - V.168. - R.67-72.

8. Por D El-Qutob Reazione allergica causata da articaina / Por D El-Qutob a et al. // Immunopathologia. - 2002. - Vol. 33.

Allergologia: Ultracaina

Identificazione di allergia ad Artikain (Ultracain)

Artikain (Ultracain) è un potente farmaco appartenente al gruppo di anestetici locali. I farmaci del sottogruppo di ammide a cui appartiene il farmaco sono spesso usati per alleviare il dolore in odontoiatria..

Il medicinale può causare una reazione di ipersensibilità (allergia), che si manifesta come segue:

  • c'è una reazione locale nel sito di iniezione - edema grave, infiammazione intensa;
  • compaiono prurito o orticaria;
  • con un'allergia al farmaco, si nota spesso il broncospasmo: la respirazione è difficile, il paziente soffre di un attacco d'asma;
  • la reazione più pericolosa è lo sviluppo di shock anafilattico e l'edema di Quincke.

La necessità di un test allergologico

L'assunzione di un farmaco nel corpo in alcuni casi provoca una reazione allergica di tipo immediato. Il tasso di sviluppo dei sintomi patologici varia da pochi minuti a un paio d'ore.

La necessità di determinare un'allergia a Artikain (Ultracain) sorge prima dell'introduzione nota del farmaco - prima di andare dal dentista, con procedure chirurgiche pianificate che richiedono l'anestesia locale.

Indicazioni per l'analisi

Preparazione all'analisi

Interpretazione dei risultati dell'analisi

Importante! I risultati dello studio possono essere interpretati correttamente solo da uno specialista.

Con un'aumentata concentrazione di anticorpi specifici per l'anestetico Artikain (Ultracain) nel sangue del soggetto, indica un'alta probabilità di sviluppare un'allergia durante il trattamento con questo farmaco.

Gli allergologi ritengono che un risultato del test negativo sia difficile da interpretare: la completa assenza di anticorpi non garantisce la protezione dalle allergie.

I risultati dei test possono essere influenzati dall'assunzione di antistaminici alla vigilia dello studio. Pertanto, informare il medico se si è sottoposti a trattamento.

Allergia ultracaina

Nello studio dentistico, l'anestesia locale viene spesso utilizzata. Esistono diversi farmaci che i dentisti preferiscono, uno dei quali è ultracain.

L'ultracaina è caratterizzata da un'azione rapida: dopo 0,5-3 minuti. inizia l'anestesia. Il grande vantaggio dell'ultracaina è che non contiene parabeni, il che lo rende praticamente atossico. L'ultracaina è indicata anche per le donne in gravidanza, poiché non attraversa la barriera ematoplacentare. La durata dell'anestesia dipende dalle azioni del medico ed è di circa 1,5 a 6 ore.

L'allergia all'ultracaina è un evento estremamente raro (una su centomila iniezioni provoca una reazione allergica). Tuttavia, se si è verificato solo quel raro caso, è necessario prenderlo estremamente sul serio, perché un'allergia all'ultracaina può diventare molto pericolosa. Ecco perché, prima di visitare un medico, è necessario assicurarsi che non vi siano allergie al farmaco.

Diagnosi di allergia ultracain

Per identificare un allergene, è necessario superare un test ELISA. Al giorno d'oggi, attrezzature moderne e tecniche efficaci possono identificare accuratamente possibili allergie dopo un semplice esame del sangue.

I principali sintomi della malattia

I principali sintomi di un'allergia ultracain sono:

  • rinite allergica
  • edema delle mucose
  • shock anafilattico
  • prurito della pelle
  • orticaria
  • infiammazione del sito in cui è stato iniettato il farmaco

È importante consultare un medico ai primi sintomi e sottoporsi a un test allergologico (determinare il livello di anticorpi IgE specifici).

Ultracain Allergy Treatment

Le reazioni di intolleranza agli anestetici locali, incluso ultracain, possono essere causate non solo dalle allergie, ma anche da una reazione tossica o da un sovradosaggio del farmaco. Dopo aver identificato il motivo principale, assicurandosi che si tratti di un'allergia, è possibile creare un piano per ulteriori azioni.

Antistaminici tradizionali, come Suprastin o Tavegil, sono usati per trattare le allergie ultracain..

Dopo aver eliminato i principali sintomi di allergie, è necessario contattare uno specialista per selezionare un medicinale anestetico alternativo. Con gravi reazioni allergiche, è ovvio che un ulteriore uso del farmaco deve essere escluso.

Vale anche la pena notare che se ultracain non è mai stato usato prima, allora non può verificarsi una reazione allergica ad esso. Alla prima assunzione del farmaco, l'allergia non si verifica perché il corpo non ha ancora "familiarità" con questo farmaco, quindi il sistema immunitario non può dare alcuna "risposta".

L'allergoproba su ultracain non è chiara..

Non capisco il test per un'allergia all'ultracaina che rivela solo un'eruzione cutanea prurito, ecc ?? e non c'è shock anafilattico? cosa significa che lo studio è condotto solo sul 1o tipo di reazioni allergiche.?

Artikain (ultracain) è un anestetico locale di tipo ammide di un certo numero di tiafeni. Un'allergia a questo farmaco è rara e può verificarsi sotto forma di eruzione cutanea, prurito intorno al sito di iniezione, rinite e, in casi gravi, sotto forma di angioedema e shock anafilattico. La determinazione di una specifica immunoglobulina E su un determinato allergene in quantità maggiore indica la presenza di una sensibilizzazione dell'organismo a questo allergene. Lo studio è condotto solo sul 1o tipo di reazioni allergiche. Un risultato negativo del test non può garantire che non vi siano altri tipi di reazioni allergiche..

Articaina / Ultracaina (allergene c68), anticorpi IgE, sangue

Artikain (ultracain)

- una medicina con un forte effetto analgesico. Il gruppo di ammidi appartiene agli anestetici locali, che raramente causano reazioni allergiche. Il farmaco più utilizzato è in odontoiatria..

Un'allergia all'articaina si manifesta, molto spesso, sotto forma di prurito cutaneo, orticaria, dermatite allergica. Sono possibili reazioni come l'asma bronchiale e la rinite allergica. I sintomi più gravi di un'allergia agli anestetici locali sono angioedema (edema di Quincke) e shock anafilattico.

Gli anticorpi di classe IgE causano reazioni immediate in cui i sintomi si sviluppano immediatamente dopo il contatto con l'allergene (da alcuni minuti a 2 ore).

In risposta all'ingestione di allergeni (proteine ​​polliniche delle piante, funghi microscopici, epitelio animale, farmaci, prodotti alimentari), vengono prodotti anticorpi - immunoglobuline di classe E (IgE), che vengono fissate sui mastociti - cellule tissutali contenenti un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive (istamina, tiramina, serotonina, ecc.). L'ingestione ripetuta dell'allergene nel corpo è accompagnata dal suo attaccamento agli anticorpi già sviluppati (IgE), fissati sui mastociti. Di conseguenza, i mastociti si rompono e il rilascio di sostanze biologicamente attive da essi. Queste sostanze agiscono su tessuti e organi, causando il loro danno, che si manifesta sotto forma di varie reazioni allergiche.

L'analisi rileva la presenza di specifici anticorpi IgE verso articaina / ultracaina mediante test immunologico.

Metodo

Saggio immunosorbente enzimatico (ELISA). Questo metodo consente di rilevare la sostanza desiderata (anticorpi) aggiungendo un reagente marcato (coniugato) che, legandosi specificamente a questa sostanza (anticorpi), viene colorato. L'intensità del colore è proporzionale al numero di anticorpi rilevati (correlati al coniugato).

Valori di riferimento - Normale
(Articaine / Ultracaine (allergene c68), anticorpi IgE, sangue)

Le informazioni relative ai valori di riferimento degli indicatori, nonché la composizione degli indicatori inclusi nell'analisi, possono variare leggermente a seconda del laboratorio.!

Unità: classi corrispondenti alla concentrazione di IgE specifiche nel siero.

Test allergeni ige articaine / ultracaine (c68)

Gatto. No.NomeUn tipoPrezzo *Il solito.Urg. **Per ordinare
51.02IgE Articaine / Ultracaine (s68)quantità.515 sfregamenti.4 giorni lavorativi.-

* Il costo della ricerca di laboratorio senza tener conto del costo del campionamento del biomateriale.
** L'esecuzione urgente è valida solo per la regione di Mosca.

Un'allergia all'articaina può diventare piuttosto pericolosa. Questo farmaco ha un altro nome: ultracain. È usato in odontoiatria per anestesia locale e altri campi medici. Prima di visitare un medico, è necessario assicurarsi che non vi siano reazioni allergiche. Gli esami del sangue per gli anticorpi allergeni aiuteranno in questo..

Le seguenti reazioni sono caratteristiche di un'allergia all'articaina:

  • rinite allergica,
  • angioedema,
  • prurito della pelle,
  • mal di testa.

Sono anche possibili reazioni infiammatorie locali nell'area della somministrazione del farmaco. Al primo sospetto di allergia, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a uno studio di laboratorio. Ciò contribuirà ad evitare gravi complicazioni quando si visita un dentista e si utilizza Articain per qualsiasi altro motivo..

Come viene determinata l'allergia all'articaina?

Un test ELISA viene utilizzato per rilevare la malattia. Ti consente di identificare accuratamente l'allergene in base al numero di anticorpi IgE specifici. La loro concentrazione nel sangue di una persona sana è estremamente ridotta. Aumenta con la comparsa di un tipo immediato di ipersensibilità. I livelli di anticorpi rimangono costantemente elevati durante e tra gli attacchi allergici. Il suo valore è determinato dalla durata del processo patologico e dal numero di contatti con l'allergene.

Puoi fare un esame del sangue per rilevare un'allergia all'ultracain in qualsiasi ufficio del laboratorio Litech. L'uso di attrezzature moderne e tecniche di analisi efficaci garantiscono un'elevata affidabilità dei risultati. La ricerca viene effettuata in breve tempo. Le conclusioni possono essere visualizzate sul nostro sito Web, ritirate di persona presso l'ufficio o ordinate a casa.

Decrittazione delle analisi dei test allergologici per anestetici dentali

Domande correlate e consigliate

23 risposte

buona giornata!
5 anni fa, l'ultracaina ha dato l'edema di Quincke (viso, articolazioni) + orticaria in tutto il corpo.
Il risultato di nuovi test allergologici per anestetici: articaina, lidocaina - 2 su 3 (moderato, normale - 0, neg.),
mepivacaina, septanest, ultracaine, scandanest, ubistesin - 1 su 3. L'analisi è stata eseguita dal sangue.
Due punti confondono: 1) un'unità per l'ultracaina - tenendo conto dell'anamnesi; Questo significa che articaina e lidocaina daranno una reazione ancora più grave? 2) Sono quasi sicuro che gli anestetici con mepivacaina non siano mai stati iniettati, proprio come tutti gli altri tranne la lidocaina e l'ultracaina. Allo stesso tempo, a quanto ho capito, un'analisi delle allergie non può mostrare al primo contatto con il farmaco. Come, quindi, percepire questi risultati?

Ne vale la pena fare anche test cutanei - diciamo, su uno scandanico? E - al livello di reazione 1 - è possibile usare il farmaco con un'assicurazione contro gli antistaminici?
grazie.

Ciao daria!
Ragionate correttamente: non ci sarà alcuna reazione allergica al primo utilizzo di un medicinale, soprattutto perché non verrà mostrato neanche il sangue per un'allergia. Quindi, sei stato esaminato usando un metodo diverso, non per anticorpi specifici per anestetici.
Quali dovrebbero essere le tattiche per la selezione dell'anestetico:
1. Se si è verificata una reazione allergica al farmaco, non è più possibile entrare.
2. Gli anestetici tra loro non hanno proprietà incrociate, quindi è possibile tenere a mente l'utilizzo di qualsiasi altro. Ma è meglio pre-mettere un test della PELLE con esso in qualsiasi stanza di trattamento. Se c'è arrossamento o papule, non è possibile utilizzare per l'anestesia.
3. La preferenza nella scelta di somministrare anestetico con adrenalina. Se hai problemi di cuore e pressione, parlane con il dentista per l'introduzione della dose massima.
4. È meglio fare l'anestesia sotto forma di antistaminici. E se hai avuto una storia di altri casi di allergia ai farmaci - 1 ora prima della somministrazione dell'anestetico, somministrare per via intramuscolare 1 fiala di prednisone.

Ricerca nel sito

Cosa devo fare se ho una domanda simile ma diversa?

Se non hai trovato le informazioni necessarie tra le risposte a questa domanda o se il tuo problema è leggermente diverso da quello presentato, prova a porre al medico una domanda aggiuntiva sulla stessa pagina se si trova sull'argomento della domanda principale. Puoi anche fare una nuova domanda e dopo un po 'i nostri dottori risponderanno. È gratis. Puoi anche cercare informazioni pertinenti su problemi simili su questa pagina o attraverso la pagina di ricerca del sito. Ti saremo molto grati se ci consigli ai tuoi amici sui social network.

Il portale medico 03online.com fornisce consulenze mediche in corrispondenza con i medici sul sito. Qui ottieni le risposte da veri professionisti nel tuo campo. Attualmente, il sito fornisce consulenza in 48 aree: allergologo, anestesista-rianimatore, venereologo, gastroenterologo, ematologo, genetista, ginecologo, omeopata, dermatologo, ginecologo pediatrico, neurologo pediatrico, urologo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo dietista, specialista in malattie infettive, cardiologo, cosmetologo, logopedista, specialista ORL, mammologo, avvocato medico, narcologo, neurologo, neurochirurgo, nefrologo, oncologo, oncourologo, chirurgo ortopedico, oculista, oculista, pediatra, chirurgo plastico, proctologo, radiologo, psicologo, psicologo, psicologo, psicologo, sessuologo andrologo, dentista, urologo, farmacista, fitoterapista, flebologo, chirurgo, endocrinologo.

Rispondiamo al 97,12% delle domande..

Allergia all'ultracain D C in un bambino

# 1 Lelia

Ciao. Mia figlia ha 7 anni, ieri hanno rimosso il 5ku in basso a destra, (il dente è morto, parzialmente caduto a pezzi e ha iniziato a ferire quando premuto, quindi non c'era possibilità di lasciarlo). Il giorno prima, ad agosto, ho fatto i suoi test allergologici su anestetici locali. esame del sangue: procaina, lidocaina, articaina, benzocaina, mepivacaina, proxymethacaine.
Risultato IgE: + - in lidocaina, RPG: + lidocaina e + -proxymethacaine.

Il bambino è allergico, si verifica dermatite atopica, naso che cola di fieno per fioritura, allergie alimentari, animali, amoxicillina. Anche nell'allergia al freddo, e questo succede con noi. Ci sono problemi neurologici, c'erano convulsioni sul Pipolfenum IM quando erano in ospedale con tosse convulsa. In generale, c'era motivo di essere particolarmente preoccupati.
Sulla base dei nostri risultati, il medico ha scelto ultracain DS. Il dente è stato rimosso e siamo felicemente partiti per casa. Dopo circa più di un giorno (30 ore), l'orticaria! l'inizio con la mano destra e la guancia, e sul collo sotto il mento, l'inizio è particolarmente pronunciato. Rossore, gonfiore come ortica, prurito. Aveva gli occhi acquosi, cominciò a starnutire. Ho chiamato un'ambulanza. Fu presa Suprastin e fu consigliato il carbone. Non c'erano vertigini, palpitazioni, soffocamento. Dopo la soprastina, queste manifestazioni sono scomparse. Ora penso, questo significa una reazione allergica all'anestetico? la nostra analisi può essere gettata via, e poi come essere? Ancora una volta per superare l'analisi, il denaro non è un peccato per il bene del bambino, vedi cosa mostrerà questa volta? Non abbiamo ancora un buon allergologo, non ne abbiamo trovato uno. Lo troverò, ma la domanda per i dentisti è che la lidocaina è stata esclusa dall'analisi e, ad esempio, ho trattato l'otite media con gocce di Otipax in estate per 6 giorni, perché c'era della lidocaina nella composizione e non c'era allergia! Mi preoccupo per il futuro: cosa fare dell'anestesia, cosa consigli ai pazienti come noi ?

55-G-c68. c68 Articain & Ultracain / Articaine IgG

Nomenclatura MZRF (ordine n. 804n): A09.05.118.048 "Studio del livello di anticorpi IgG contro l'allergene c68 Artikain e Ultracain / Articaine nel sangue"

Biomateriale: siero di sangue

Scadenza (in laboratorio): 6 giorni lavorativi *

Descrizione

Artikain è un anestetico locale del gruppo ammidico. È usato in odontoiatria, pratica chirurgica, anestesia e preparazione medica preliminare prima dell'anestesia generale. Ha vari nomi commerciali di articaina, articaina-binergia, articaina cloridrato, ultracaina, ultracaina D, ecc. Viene spesso usata in combinazione con epinefrina (adrenalina). L'articaina provoca spesso reazioni indesiderate che vengono scambiate per un'allergia. Molto spesso questi includono mal di testa, vertigini, coscienza alterata, tremori muscolari e contrazioni muscolari, offuscamento degli occhi, diminuzione della pressione sanguigna, nausea, vomito, insufficienza respiratoria.
Una reazione allergica può verificarsi anche quando il farmaco viene somministrato: prurito, arrossamento della pelle e delle mucose, orticaria, sintomi di congiuntivite e rinite, edema di Quincke, angioedema. Shock anafilattico estremamente raro.
Per differenziare un'allergia all'articaina / ultracaina dall'intolleranza (insufficienza del sistema enzimatico del tratto gastrointestinale, sfondo ormonale, componente psicosomatica, ecc.), Deve essere testata un'IgG allergenica specifica per articaina / ultracaina.
L'analisi viene eseguita utilizzando il metodo Dr.Fooke (ELISA)

IMPORTANTE: determinare il livello di IgG specifico per allergeni rispetto ai farmaci è un metodo diagnostico preparatorio prima dei test provocatori e un risultato negativo non esclude la presenza di intolleranza al farmaco. Una consulenza specialistica è indicata per la diagnosi..

Indicazioni per l'appuntamento

Diagnosi di intolleranza al farmaco.

Preparazione allo studio

Non è richiesta una preparazione speciale per lo studio. Il prelievo di sangue viene effettuato a stomaco vuoto o non prima di 4 ore dopo un pasto insalubre. È consentito bere acqua pura non minerale e non gassata. Tè, caffè, succo di frutta sono vietati.

Interpretazione dei risultati / Informazioni per gli specialisti

Valori di riferimento aumentati: un aumento al di sopra della seconda classe indica la presenza di sensibilizzazione a questo allergene.

Provetta con un tappo giallo (con gel) fino al segno.

Dove passare l'analisi?

Gli indirizzi dei centri medici in cui è possibile ordinare uno studio, si prega di chiamare 8-800-100-363-0
Tutti i centri medici CITILAB a Samara >>

Questo servizio è spesso ordinato

Prezzo
CodiceNomeOrdine
35-20-007Cartilagine Oligomeric Matrix Protein (COMP) (marker per rimodellamento della cartilagine articolare; diagnosi di osteoartrite)da 16 giorni lavorativi.3000,00 r.
36-20-004Antigene cancro-embrionale (CEA)da 1 giorno lavorativo.550,00 r.
54-e-C68c68 Articain & Ultracain / Articaineda 5 giorni lavorativi.600.00 r.
55-G-C82c82 Lidocaina e Xylocaine / Lidocaine & Xylocaine IgGda 6 giorni lavorativi.1450,00 r.
55-G-C88C88 Mepivacaine & Polocaine / Mepivacaine IgGda 6 giorni lavorativi.1450,00 r.

* Il sito indica la durata massima possibile dello studio. Riflette il tempo impiegato per completare lo studio in laboratorio e non include il tempo necessario per consegnare il biomateriale al laboratorio..
Le informazioni fornite sono solo di riferimento e non sono un'offerta pubblica. Per informazioni aggiornate, contattare il centro medico o il call center del contraente.

Tutto sulle allergie

Artikain è un anestetico locale del gruppo ammidico. È usato in odontoiatria, pratica chirurgica, anestesia e preparazione medica preliminare prima dell'anestesia generale. Ha vari nomi commerciali di articaina, articaina-binergia, articaina cloridrato, ultracaina, ultracaina D, ecc. Viene spesso usata in combinazione con epinefrina (adrenalina). L'articaina provoca spesso reazioni indesiderate che vengono scambiate per un'allergia. Molto spesso questi includono mal di testa, vertigini, coscienza alterata, tremori muscolari e contrazioni muscolari, offuscamento degli occhi, diminuzione della pressione sanguigna, nausea, vomito, insufficienza respiratoria.
Una reazione allergica può verificarsi anche quando il farmaco viene somministrato: prurito, arrossamento della pelle e delle mucose, orticaria, sintomi di congiuntivite e rinite, edema di Quincke, angioedema. Shock anafilattico estremamente raro.
Per differenziare un'allergia all'articaina / ultracaina dall'intolleranza (insufficienza del sistema enzimatico del tratto gastrointestinale, sfondo ormonale, componente psicosomatica, ecc.), Deve essere testata un'IgG allergenica specifica per articaina / ultracaina.
L'analisi viene eseguita utilizzando il metodo Dr.Fooke (ELISA)

IMPORTANTE: determinare il livello di IgG specifico per allergeni rispetto ai farmaci è un metodo diagnostico preparatorio prima dei test provocatori e un risultato negativo non esclude la presenza di intolleranza al farmaco. Una consulenza specialistica è indicata per la diagnosi..

Allergia all'anestesia dentale

L'uso di antidolorifici locali nell'anestesia dentale è stato preceduto dalla scoperta di sostanze la cui azione si basava principalmente sull'inibizione del sistema nervoso centrale.

I primi farmaci anestetici erano sostanze narcotiche e tossiche come protossido di azoto, etere, cocaina, cloroformio. Dopo la scoperta di anestetici complessi e combinati nel ventesimo secolo, i primi segni di intolleranza ai singoli farmaci hanno iniziato ad apparire nei pazienti, che è chiamata una reazione allergica nella vita di tutti i giorni.

In generale, gli effetti collaterali nell'anestesia dentale non sono una rara manifestazione del suo lato negativo, ma hanno un'eziologia non allergica.

Nello studio dentistico vengono osservati e descritti due tipi di reazioni allergiche, vale a dire:

  • Dermatite allergica da contatto e formazione di gonfiore nel sito di iniezione anestetica;
  • Orticaria e shock anafilattico: questi tipi di allergie sono piuttosto rari e le informazioni su questi effetti collaterali sono limitate a casi isolati.

Se il corpo del paziente è sospettato di irritazione allergica di un determinato farmaco, allora è del tutto possibile che tollererà in modo sicuro gli effetti dell'anestesia, se il componente problematico viene sostituito con un altro.

Alcune persone sono intolleranti ai conservanti nelle iniezioni di anestetico. Le principali sensazioni provate con l'introduzione della soluzione sono considerate palpitazioni cardiache, brividi febbrili, aumento della sudorazione, debolezza, vertigini. Ma in realtà, questa non è una manifestazione di una reazione allergica..

Un'allergia, infatti, è una condizione ipersensibile del corpo causata da un allergene nel sangue.

I sintomi delle allergie sono i seguenti cambiamenti nel corpo:

  • Reazioni cutanee: eruzione cutanea, gonfiore, prurito;
  • Difficoltà a respirare, simile a una condizione asmatica;
  • In casi gravi ma molto rari - shock anafilattico.

Tutta la tragedia attribuita alle reazioni allergiche non è altro che i pregiudizi del paziente. Anche coloro che sono allergici ai farmaci avvertono un prurito a breve termine e un'eruzione cutanea quando vengono somministrati, che scompare dopo 2-3 minuti. In caso di shock anafilattico, il dentista ha accumulato le attrezzature necessarie per fornire cure urgenti al paziente.

Cosa devono le persone moderne
reazioni allergiche?

Una soluzione anestetica tradizionale è costituita da due componenti principali: un anestetico attivo (lidocaina, ad esempio) e epinefrina. Tuttavia, la maggior parte delle persone non può tollerare i conservanti nella soluzione anestetica. Il più comune di questi è l'idrosolfito di sodio o il metabisolfito di sodio. In una soluzione, ha lo scopo di preservare le proprietà dell'epinefrina, che si decompone rapidamente sotto l'influenza dei leucociti nel sangue.

Se la testimonianza indica che il paziente non è intollerante ai conservanti nell'iniezione, la combinazione della soluzione è semplificata a diversi componenti, più spesso a uno: un anestetico attivo. Naturalmente, il tempo della sua azione è significativamente ridotto, il che costringe ad aumentare la dose del farmaco per mantenere l'effetto analgesico fino al momento giusto. A volte, i dentisti "progressisti" sostituiscono l'epinefrina con mepivacaina o prilocaina, poiché la loro composizione è meno sensibile agli anticorpi protettivi umani.

L'allergia di Caino

Casi eccezionali di reazioni allergiche ai componenti attivi, in particolare alla novocaina obsoleta e ad altri esteri cain, sollevano una serie di domande riguardanti la composizione delle iniezioni di anestetico per questi pazienti "eccezionali". Anche i moderni anestetici Cain a base di ammide hanno causato diversi casi documentati di allergie..

Visualizza la versione completa: Anestesia locale

Ciao!
Sto scrivendo in questa sezione, perché causa principale: una situazione che si è verificata in odontoiatria.

Un giorno dopo una visita dal dentista, si è verificato un incidente insolito, dopo di che l'allergologo mi ha detto in una forma molto categorica che si trattava di uno shock anafilattico e che ora non riesco affatto a prendere alcuna medicina!

Ho avuto quanto segue: hanno curato un dente con l'anestesia, si sono alzati un'ora dopo, sono entrati nel corridoio e hanno iniziato a perdere conoscenza lì. Non c'è paura, dirò subito che non ho mai avuto paura di curare i denti, il dottore era familiare e affidabile, non era la sua prima visita. Sono caduto sul divano (ma non ho perso conoscenza), il dottore ha ripreso, ha iniziato a saldare con il tè, poi l'ammoniaca, poi lo hanno riportato sulla sedia, con le gambe sopra la testa e una specie di giro dei dottori, non sapevo cosa (forse a quel tempo non era molto buono Non sapevo su cosa concentrarmi, pensavo che i dottori sapessero cosa stavano facendo), poi una grave debolezza, intervallata da forti brividi e tremori di braccia, gambe e denti. e così, entro un'ora, un'ora dopo, fu deciso di chiamare un'ambulanza, un'altra ora dopo furono portati in ospedale, dove rimasero al pronto soccorso per circa un'altra ora senza supervisione. Poi venne il dottore e mi lasciò andare a casa - a quel punto potevo già muovermi. Il punto debole era ancora qualche ora, il giorno dopo mi sentivo normale. Che tipo di anestesia mi stavano iniettando allora e quali attività sono state svolte per portarli ai miei sensi? Non lo so e è improbabile che sappia che dopo l'incidente, la fiducia in quel dottore è stata persa (dopo aver visto il suo comportamento durante questo incidente, ho corso istericamente, poi su qualcosa sussurrando con un'ambulanza nel suo ufficio (è il direttore di quella clinica) - molto probabilmente mi ha chiesto di scrivere qualcosa di sbagliato sulla mappa, perché mi sono ricordato che mentre mi recavo in ospedale un medico mi ha detto una versione di quello che è successo, e la seconda un'altra, ho avuto una sensazione generale che se non fossi stato con mio marito, mi avrebbero semplicemente portato fuori e mi avrebbero lasciato lì - lo staff di quella clinica). Inoltre non ricordo cosa mi ha detto il dottore dell'ospedale, perché mi sentivo molto male e non sapevo di una cosa come uno shock anafilattico. Ma il fatto che mi abbiano lasciato uscire dall'ospedale senza ricevuta indica che tutto mi andava bene? e niente di grave? Certo, se avessi saputo quali problemi si sarebbero rivelati per me ora, probabilmente mi sarei ricordato per tutto quel giorno ogni secondo della mia vita.

La prossima volta che sono andato dal dentista (dopo 3 anni), e prima dell'iniezione di anestesia ho avvertito (su consiglio dell'anestesista dell'ospedale, che ho consultato in merito all'incidente in odontoiatria) che l'ultima volta che si è verificata una tale reazione, il dentista mi ha rifiutato qualsiasi cosa o fare a meno di un certificato da un allergologo. Sono stato fortunato ad andare da un allergologo, che mi ha spaventato a morte, raccontando di anafilassi e del fatto che tali persone (sopravvissute all'anafilassi) non dovrebbero mai usare alcun medicinale e curare i loro denti solo in anestesia generale. a cui ho risposto - e dov'è tanta fiducia che era un'anafilassi con me? Mi è stato detto che se non ci credo, puoi donare sangue agli allergeni in qualsiasi laboratorio, e se sei allergico a ultracain (e quindi si suppone che ultracain sia iniettato), allora ha ragione e ho avuto uno shock anafilattico. Dopo aver donato il sangue in tre diversi laboratori, mi hanno confermato che ero allergico all'ultracaina ovunque. Oltre a ultracain, ero anche allergico alla lodocaina, de-pulpine. Con tali analisi, hanno rifiutato di accettarmi in qualsiasi odontoiatria, compresi gli ospedali dentali statali. Le prove durarono a lungo e mi costarono molta salute, a partire dallo stress nervoso e finendo con la perdita dei denti. Alla fine, hanno accettato di curare i miei denti in un istituto statale e persino in anestesia locale, la mepivacaina, per la quale non avevo test allergologici (solo perché non avevo mai iniettato questo anestetico). E poi, quando mi hanno chiesto di ripetere i test (dopo un paio d'anni, durante i quali mi è stata ripetutamente iniettata quell'anestesia), è stata rivelata un'allergia a questa anestesia. E ora ho una situazione di stallo. Si scopre che nessuno mi tratterà con denti senza anestesia generale, e oltre ai denti ho anche punture di sinusite, eventuali interventi chirurgici, esami in cui viene utilizzata l'anestesia locale. Ma l'anestesia generale, come sapete, non è particolarmente utile, e inoltre per il trattamento dentale, quando l'anestesia dovrebbe essere eseguita per diverse ore e più di una volta. e con ogni sorta di altre piccole cose non lo faranno ogni volta.

Quindi vorrei sentire le opinioni dei professionisti o di coloro che ne hanno avuto conoscenza.
la mia opinione:

1. I test allergologici sono errati (e alcuni allergologi concordano con questo). Sono sicuro che mi daranno i test per tutti i farmaci che sono mai entrati nel mio corpo, ci sarà un'allergia - perché i test mostrano la memoria immunitaria, non l'allergia.

2. Il nostro sistema di anestesia è imperfetto. So che in altri paesi, i medici conducono personalmente test prima dell'anestesia in caso di incidenti in passato. e di solito questo test consiste nella somministrazione al paziente di una piccola dose del farmaco e nella valutazione della reazione e del funzionamento dei sistemi cardiovascolare e di altro tipo dopo un certo periodo di tempo (15-30 minuti). ma San Pietroburgo, avendo scoperto che si sono verificate reazioni, richiede immediatamente un certificato da un allergologo o test, in casi estremi.

3. Credo che sia un errore credere che quando si risponde all'ultracaina dovrei essere cauto nel prendere qualsiasi altro farmaco non correlato all'anestesia. (Ti ricordo che un allergologo mi ha detto che non posso fare altro che l'omeopatia, e un altro allergologo ha detto che avrei dovuto diffidare di vitamine del gruppo B, antibiotici, aminoacidi, FANS.)

La maggior parte dei medici, dei dentisti e di altri professionisti non vogliono che io prescriva alcun farmaco. E quelli che tuttavia prescrivono qualcosa con grande cautela espandono l'elenco dei proibiti, tra cui la novocaina (gli antibiotici sono diluiti con acqua), analgin. Ma non è realistico che una persona non si ammali. Dopotutto, raffreddori, problemi al tratto gastrointestinale, neurologia (gli stessi nervi schiacciati), ma quanti altri casi di casi lievi possono essere quando i medici hanno semplicemente paura di prescrivermi qualcosa.

Di conseguenza, se hanno paura, anche io ho paura, dopo tutto, non sono un medico, probabilmente lo sanno meglio. Tuttavia, a volte devi prendere la medicina, e la mia condizione psicologica soffre, perché quando prendo qualsiasi medicina, ho una paura tremenda che arrivi qualcosa di terribile. E non ci sono argomentazioni ragionevoli sul fatto che per tutta la vita sono stato trattato con calma con qualsiasi farmaco e non ho avuto reazioni dopo aver parlato con quel meraviglioso allergologo che mi ha raccontato in dettaglio cosa mi aspetta se prendo droghe con un'espressione terribile in faccia.

Esiste una reazione allergica all'ultracain?

Ragazze, giovedì andate con una piccola briglia di prugne sotto la lingua. Anestetizzare con ultracaina. Persona allergica minore. Qualcosa fa paura. Chi è stato, come è andato tutto, quali complicazioni potrebbero esserci? Grazie)

Grazie. Questo stesso giorno può essere fatto prima della procedura stessa.?

Campione locale sì. Di solito lo fanno sulla curva del braccio (solo da un'ampolla, il farmaco viene applicato sulla pelle e la reazione viene valutata).

Grazie. Questo stesso giorno può essere fatto prima della procedura stessa.?

Mi hanno fatto un piccolo bernoccolo in mano (polso). Aspettano 15 minuti e vedono se c'è un posto. In caso contrario, iniettano antidolorifici..

Non "non allergenico", ma "meno allergenico". Non sto solo scrivendo, solo per scrivere qualcosa. Lavoro con lui e con altri anestetici. A proposito, circa il digiuno 15. Artikain ha una breve emivita di eliminazione, quindi se l'anestesia era durante il giorno e c'erano alcune manifestazioni durante la notte, allora forse non sono correlate all'anestetico.
So che non scrivi solo. E che sei un dentista e sei esperto di vaccinazioni e medicine in generale. Per te il lavoro educativo su Sovetchitsa -

Ho anche pensato a questo in qualche modo: sono un paziente preferito di dentisti (denti cattivi) e quando mi hanno fatto iniezioni durante il periodo di HB, hanno detto che la sostanza è stata completamente rimossa dal sangue entro 3-4 ore. Quindi come si è seduto lì fino alla sera (presso l'autore del post n. 15) e improvvisamente nel mezzo della notte ha iniziato a mostrarsi?

Allergia ai sintomi dell'ultracaina

Ultracaine è un moderno anestetico locale. È ampiamente usato in odontoiatria a causa del rapido raggiungimento dell'effetto anestetico, con l'introduzione di una quantità minima e durata dell'azione. Il farmaco è ben percepito dai tessuti, ma ha alcuni effetti collaterali e controindicazioni..

Soddisfare

  • Perché usarlo?
  • Manuale di istruzioni
  • Prezzi
  • Domande frequenti
  • Recensioni su Ultracaine in Odontoiatria

Perché usarlo ↑

L'ultracaina è uno degli anestetici più efficaci in odontoiatria, con un forte effetto e un minimo di effetti collaterali..

Viene utilizzato per eseguire l'anestesia da infiltrazione durante le procedure dentali che causano dolore significativo. Lavorano con il farmaco durante la rimozione del nervo dentale, durante le manipolazioni ortopediche e gli interventi chirurgici.

L'effetto farmacodinamico del farmaco è 2 volte superiore alla lidocaina e 6 volte la novocaina. L'effetto tossico dell'ultracaina è 2 volte inferiore alla tossicità della lidocaina.

I vantaggi più importanti sono l'elevata capacità di penetrare nel tessuto connettivo e osseo senza interrompere il cuore, che lo rende la prima scelta per i pazienti con malattie cardiovascolari.

Video: anestesia in odontoiatria

↑ istruzioni

Composizione

L'ultracaina (articaina) si riferisce al gruppo ammide di droghe.

In 1 ml di soluzione di Ultracain DS contiene:

  • Articaina cloridrato - 40 mg;
  • Epinephrine hydrochloride - 6 mcg. (Nella soluzione di Ultracain DS Fort, la quantità di adrenalina è 12 mcg);
  • Bisolfito di sodio - 0,5 mg;
  • Cloruro di sodio - 1,0 mg;
  • Acqua per preparazioni iniettabili - 1,7 ml.

La soluzione è chiara, priva di corpi estranei e odori..

L'alta qualità delle parti in vetro e gomma della capsula, un elevato grado di purificazione del farmaco consentono di abbandonare parabeni e conservanti, che sono spesso i colpevoli di reazioni allergiche.

La soluzione di ultracaina manca anche di acido etilendiamminotetraacetico - EDTA, che fa parte di alcuni farmaci per legare ioni di metalli pesanti, con vetro di bassa qualità e con pulizia insufficiente della soluzione.

Moduli di rilascio

Il farmaco è disponibile in due forme. In fiale da 2 ml (100 fiale per confezione) e in capsule (cartucce, capsule) da 1,7 ml - 100 fiale per confezione.

La capsula è graduata in 0,3 ml, il che è molto conveniente per il medico nel calcolare il volume del farmaco somministrato..

effetto farmacologico

Ultracaine è un anestetico locale. È usato per l'anestesia di conduzione e infiltrazione. È una preparazione combinata di anestetico locale e componente vasocostrittore.

L'articaina cloridrato è un anestetico amidico locale del gruppo tiaprofen. Epinephrine hydrochloride - una sostanza con un effetto vasocostrittore.

Il farmaco ha un alto grado di analgesia, che consente con la minima introduzione di una soluzione per ottenere il grado desiderato di anestesia. L'azione è di interagire con i recettori nervosi e bloccare la conduzione degli impulsi nelle fibre nervose.

Il farmaco inizia ad agire dal primo minuto dopo la somministrazione. La durata dell'effetto anestetico dura da 45 minuti a 4-5 ore. Non è controindicato nelle donne in gravidanza e durante l'allattamento. Si rompe principalmente nei reni ed è escreto nelle urine.

indicazioni

Ultracain DS (adrenalina 1: 200000) viene utilizzato per l'anestesia di conduzione e infiltrazione per:

  • estrazione di denti multipli o singoli;
  • preparare il dente per l'impostazione della corona;
  • preparazione della cavità dentale per manipolazioni mediche;
  • otturazioni dentali e altri interventi dentali standard, inclusi pazienti con patologie concomitanti gravi.

DS Forte (adrenalina 1: 100000) viene utilizzato per interventi più complessi e dolorosi, tra cui:

  • operazioni sulle ossa e sulla mucosa;
  • operazioni sulla polpa del dente (amputazione, estirpazione);
  • rimozione di un dente rotto e denti affetti da parodontite apicale;
  • resezione dell'apice della radice del dente;
  • osteosintesi percutanea;
  • escissione di cisti;
  • anestesia per malattie infiammatorie della regione maxillo-facciale (osteomielite, periostite).

Dosaggio

La dose del farmaco viene impostata individualmente in base alla gravità e alla durata dell'intervento..

Quando si rimuovono i denti della mascella superiore, tenendo conto dell'assenza di infiammazione, viene eseguita un'anestesia con infiltrazione ultracain alla dose di 1,7 ml per dente. In alcuni casi, la dose del farmaco deve essere aumentata per ottenere un'analgesia completa. Quando si rimuovono più denti adiacenti, di solito è sufficiente un'iniezione.

Quando si rimuovono i molari premolari della mascella inferiore, è sufficiente anche un'iniezione di 1,7 ml. In questo caso, non è necessario eseguire l'anestesia mandibolare.

Se non si ottiene l'effetto desiderato dell'analgesia, si raccomanda di reintrodurre 1-1,7 ml di soluzione. In caso di inefficacia dell'anestesia, è indicato il blocco della mascella inferiore.

Quando si prepara la cavità o si preparano i denti sotto la corona, la soluzione ultracain viene utilizzata come anestesia per infiltrazione alla dose di 0,5-1,7 ml per dente.

Se durante la procedura dentale sono necessarie dissezione e sutura del palato, 0,1 ml di soluzione sono sufficienti per l'iniezione del deposito palatino.

Quando si esegue una procedura dentale, la dose massima di articacaina per un adulto è di 7 mg / kg di peso corporeo. Una dose fino a 500 mg (12,5 ml di iniezione) è normalmente tollerata..

Per i bambini di età superiore a 4 anni, la dose del farmaco viene selezionata individualmente in base al peso del paziente e alla gravità della manipolazione, mentre la dose massima non deve superare i 5 mg / kg di peso corporeo.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali possono essere suddivisi in 2 tipi: a causa dell'epinefrina e della risposta del corpo alla somministrazione locale di ultracain.

Molto spesso, l'epinefrina nella composizione del farmaco porta a un mal di testa. A volte sono possibili un battito cardiaco, un aumento della pressione sanguigna, aritmie.

Le complicazioni da altri sistemi corporei sono raramente possibili.

  • Sistema nervoso centrale. Disfunzione respiratoria, incluso arresto respiratorio, coscienza compromessa, contrazione muscolare involontaria, fino al verificarsi di convulsioni generalizzate.
  • Organo della visione. Cecità, visione doppia, visione offuscata. Questi effetti collaterali sono temporanei..
  • Apparato digerente. Nausea.
  • Il sistema cardiovascolare Calo della pressione sanguigna, insufficienza cardiovascolare acuta, tachicardia, bradicardia, shock.

Sono possibili reazioni allergiche al farmaco, che si manifestano sotto forma di:

  • prurito della pelle;
  • orticaria;
  • eritema;
  • gonfiore della glottide, mucosa nasale, labbra;
  • congiuntivite.

Nei casi più gravi possono verificarsi asfissia e shock anafilattico..

Nei pazienti con asma bronchiale sono possibili segni di ipersensibilità, che si manifestano sotto forma di coscienza alterata, respirazione da stridore, vomito, diarrea, un attacco di asma bronchiale. Ciò è dovuto alla presenza di bisolfito di sodio nella preparazione..

Le reazioni locali sono osservate quando non si osserva la tecnica di somministrazione del farmaco, quando la soluzione entra nel sistema vascolare. Si manifestano con disturbi ischemici, fino alla necrosi dei tessuti e alla paresi facciale.

Controindicazioni

Ultracainum DS non è usato in pazienti allergici all'articaina, all'adrenalina e ad altri componenti contenuti nella soluzione.

A causa della presenza di adrenalina nella composizione del farmaco, il suo uso è controindicato nei pazienti con tachicardia, tachiaritmie, con ipertensione arteriosa grave, grave conduzione e disturbi del ritmo cardiaco, nell'insufficienza cardiovascolare acuta.

L'uso del farmaco è anche controindicato nel glaucoma, nel feocromocitoma, nell'ipertiroidismo e nell'asma bronchiale e in quei pazienti che assumono beta-bloccanti non selettivi.

Il farmaco non è usato nelle persone con anemia, metemoglobinemia e ipossia. A causa della mancanza di esperienza clinica, il farmaco è vietato ai bambini di età inferiore ai quattro anni.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Il farmaco penetra leggermente nella barriera ematoplacentare, che è il suo vantaggio e rende possibile l'uso durante la gravidanza.

L'articaina si rompe molto rapidamente e viene eliminata dal corpo, il che garantisce la rapida eliminazione del farmaco e l'incapacità di penetrare nel latte materno ad alta concentrazione. Quindi non è necessario interrompere temporaneamente l'allattamento al seno con l'introduzione del farmaco durante l'allattamento.

Video: trattamento dentale durante la gravidanza

Precauzioni

Per garantire il perfetto funzionamento durante il funzionamento, si consiglia di utilizzare iniettori speciali - siringhe per iniezione. Unidjekt K e Unidjekt K vario più adatti.

I supporti per siringhe offrono la massima sicurezza contro i danni al vetro. Per l'anestesia da infiltrazione - Unidjekt K o Unidjekt K vario. Per l'anestesia intraligamentale - Ultrajekt.

Per prevenire la trasmissione di infezioni, è importante assicurarsi che ogni assunzione della soluzione dai flaconcini venga effettuata con una siringa e un ago sterili. L'uso di una singola cartuccia con una soluzione è inaccettabile per diversi pazienti.

Non utilizzare una soluzione da cartucce danneggiate.

Si consiglia di mangiare dopo un completo ripristino della sensibilità.

Overdose

Con un sovradosaggio del farmaco, la comparsa di:

  • eccitazione motoria,
  • vertigini,
  • coscienza alterata.

In questo caso, l'iniezione del farmaco viene immediatamente interrotta. Il paziente è disteso in orizzontale, fornisce accesso all'aria fresca e alle vie respiratorie. Assicurati di misurare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca.

L'accesso venoso e l'infusione di cristalloidi sono desiderabili, anche per i pazienti con segni di sovradosaggio non molto gravi.

Se la funzione respiratoria è compromessa, viene utilizzato ossigeno. Nei casi più gravi sono indicati la respirazione artificiale e l'intubazione tracheale, seguite dal collegamento a un ventilatore.

Con la comparsa di contrazioni muscolari involontarie o convulsioni generalizzate, è indicata la somministrazione endovenosa di barbiturici corti e ultracorti.

Con lo sviluppo di shock, viene fornita una terapia complessa, che include l'introduzione di sostituti del plasma, albumina, glucocorticosteroidi, con monitoraggio costante della funzione cardiaca e polmonare.

Con lo sviluppo dell'ipertensione arteriosa, vengono somministrati vasodilatatori periferici. Con tachicardia e tachiaritmie, i bloccanti dei beta-adrenorecettori vengono somministrati per via endovenosa.

Interazione con altre medicine

Quando si utilizza ultracaina in combinazione con inibitori della monoamino ossidasi e antidepressivi triciclici, è possibile un aumento dell'effetto vasocostrittore dell'adrenalina.

Non è usato in pazienti che assumono beta-bloccanti..

Con una combinazione del farmaco con eparina, acido acetilsalicilico e altri anticoagulanti, il rischio di sanguinamento aumenta.

L'uso di alotano e altri farmaci narcotici per l'anestesia per inalazione contemporaneamente all'ultracaina può portare allo sviluppo di aritmia.

NomePrezzo, rub
Ultracaine ds, Sanofi-aventis, Francia, fiale da 2 ml, 10 pezzi.435
Ultracaine Dr. Forte, Sanofi-aventis, Francia, fiale, 2 ml, 10 pezzi440
Ultracaine ds forte, Sanofi-aventis, Francia, cartucce da 1,7 ml, 100 pz.3200
Ultracaine ds, Sanofi-aventis, Francia Cartucce da 1,7 ml, 100 pezzi.3280

Domande frequenti ↑

Qual è la durata del farmaco?

Il farmaco inizia ad agire 1-3 minuti dopo la somministrazione. Con l'anestesia da infiltrazione, la sensibilità ritorna dopo 3-4 ore, con conduzione e subperiostale - dopo 4-5 ore.

È consentito ai bambini?

Il farmaco può essere utilizzato per anestetizzare le procedure dentali nei bambini di età superiore ai 4 anni..

Recensioni su Ultracaine in Odontoiatria ↑

Ultracain DS è un farmaco moderno e di alta qualità. Fa fronte al suo compito di anestesia del 100%. Non usare il farmaco da solo, senza consultare uno specialista. Con l'imminente manipolazione dentale, assicurati di dire al medico il tuo stato di salute, la predisposizione alle allergie e le medicine che prendi.

Caratteristiche dell'uso dell'anestesia locale e generale in odontoiatria

L'anestesia (anestesia) in odontoiatria è divisa in locale e generale.

Anestesia locale significa l'introduzione di un farmaco speciale, sotto l'influenza del quale la sensibilità dell'area interessata scompare quasi completamente temporaneamente.

L'uso di anestetici consente al medico di svolgere meglio il suo lavoro, poiché il paziente è seduto tranquillamente su una sedia, non risponde alle manipolazioni nella cavità orale.

È richiesta l'anestesia locale:

Spesso i farmaci per il dolore sono prescritti nel trattamento della carie dentale nei bambini..

L'anestesia locale è divisa in diversi tipi, questi sono:

  • Applicazione, cioè spruzzatura sulla gomma di uno spray con un componente anestetico;
  • Infiltrazione;
  • Conduttore;
  • intraosseo;
  • Stelo.

Il tipo di anestesia locale viene selezionato in base alla tecnica di trattamento che verrà utilizzata nella cavità orale.

Gli anestetici locali agiscono temporaneamente, di solito entro pochi minuti a un'ora. Dopo questo periodo, i componenti analgesici iniziano a rompersi gradualmente e la sensibilità viene ripristinata.

L'anestesia generale in odontoiatria rispetto all'anestesia locale viene utilizzata molto meno frequentemente..

Di solito è prescritto per lesioni della regione mascellare, rimozione di una cisti dai seni mascellari o, se necessario, rimozione di numerosi denti complessi.

Farmaci usati per l'anestesia locale e l'anestesia generale

Una dozzina di anni fa, i farmaci anestetici più comuni in odontoiatria erano la lidocaina e la novocaina, è sulla loro introduzione che si sono spesso sviluppate reazioni allergiche.

L'allergia alla lidocaina è spiegata dalla composizione multicomponente di questo farmaco e l'intolleranza alla novocaina si verifica nella maggior parte dei casi a causa della presenza di un conservante in questo medicinale chiamato methylparaben.

Nelle cliniche odontoiatriche moderne, la lidocaina e la novocaina non vengono praticamente utilizzate..

La lidocaina può essere utilizzata come spray per alleviare il dolore superficiale prima dell'iniezione.

I farmaci più popolari per l'anestesia locale sono attualmente:

  • Ultracaine;
  • articaina;
  • Ubistezin;
  • mepivacaina;
  • Scandonest;
  • Septonest.

Gli anestetici elencati sono superiori alla novocaina di 5-6 volte la forza dell'anestesia, la lidocaina è quasi due volte.

Oltre al principale principio attivo, i moderni antidolorifici per le procedure dentali contengono adrenalina o adrenalina.

Questi componenti restringono i vasi sanguigni nel loro sito di iniezione e quindi riducono l'eliminazione del componente analgesico, che a sua volta allunga e aumenta la forza dell'anestesia locale.

Tali farmaci vengono immediatamente consegnati in capsule speciali, questi sono tipi di fiale posizionate nel corpo di una siringa di metallo.

La siringa stessa è dotata dell'ago più sottile e quindi l'iniezione del farmaco nella gomma rimane quasi inosservata dal paziente.

L'anestesia generale in odontoiatria ambulatoriale è prescritta ai pazienti rigorosamente secondo le indicazioni. Prima della procedura, l'anestesista dovrebbe parlare con il paziente, scoprire le sue malattie e valutare lo stato di salute.

L'anestesia generale è divisa in inalazione e non inalazione:

  • Per anestesia per inalazione si intende l'uso di protossido di azoto con ossigeno, fluorotan e una serie di altre sostanze attraverso una maschera. Questo metodo per alleviare il dolore viene usato raramente, poiché esiste il pericolo che il dentista stesso possa respirare farmaci volatili. L'uso di una maschera rende anche difficile per un medico.
  • L'anestesia non inalatoria si riferisce alla somministrazione di anestetici attraverso una vena. Questi possono essere farmaci come sodio tiofentale, esenale, chetamina, sombrevina, propofol. Questi anestetici agiscono per un breve periodo, da tre a 30 minuti.

L'anestesia generale utilizzata dai dentisti non influisce negativamente sulla salute e pertanto può essere utilizzata abbastanza spesso.

Ma affinché non ci siano reazioni negative, il medico deve prima scegliere il giusto dosaggio in base all'età e alla presenza di malattie concomitanti.

Reazioni allergiche possibili con anestesia locale

Un'allergia agli anestetici in odontoiatria è molto rara quando si usano farmaci moderni.

E principalmente le reazioni allergiche sono caratterizzate da un decorso lieve, le forme gravi di ipersensibilità che richiedono un trattamento di emergenza sono considerate casi eccezionali.

Può verificarsi un'allergia all'anestesia:

  • Sintomi cutanei: arrossamento di alcune parti del corpo, eruzioni cutanee, desquamazione, prurito. Di solito, questi sintomi compaiono entro pochi minuti dall'iniezione..
  • Gonfiore localizzato in faccia. L'aumento del gonfiore delle labbra, delle mucose della cavità orale e del tratto respiratorio può portare al soffocamento. Pertanto, quando si fissano tali segni, è necessario introdurre un numero di farmaci.
  • Debolezza, dolore toracico, formicolio in faccia. Tali cambiamenti nel benessere sono un presagio di shock anafilattico, è necessario informare il proprio medico del loro aspetto.

La probabilità di sviluppare una reazione allergica è aumentata nelle persone che hanno già una storia allergica gravata. In caso di allergia ai farmaci, il paziente deve informare il dentista prima di iniziare il trattamento.

Alcune persone sono ipersensibili ai conservanti presenti negli anestetici. Pertanto, con l'introduzione della soluzione, appare tachicardia, aumento della sudorazione, brividi, possono esserci vertigini e debolezza.

Ma questo non si applica alle reazioni allergiche e, di norma, tali sintomi scompaiono da soli in pochi minuti.

Cause di allergia agli anestetici in odontoiatria

L'allergia si verifica a causa di una maggiore sensibilità del sistema immunitario ai componenti del farmaco..

I fattori che predispongono alla malattia possono provocare una reazione simile del corpo, questi sono:

  • Eredità;
  • Tendenza a tutti i tipi di reazioni allergiche;
  • Scelta sbagliata di anestetico;
  • Dosi eccessive del farmaco quando somministrato.

Sulla base delle cause di una reazione allergica agli antidolorifici, si può dire che la patologia si sviluppa spesso a causa della disattenzione del dentista nei confronti dei suoi pazienti.

Dose selezionata in modo errato, anamnesi incompleta, mancanza di test e dati provenienti da procedure diagnostiche aumentano notevolmente il rischio di allergie nella poltrona del dentista.

A volte la comparsa di una reazione allergica non è la colpa del componente analgesico stesso, ma delle sostanze che compongono l'anestetico come componenti aggiuntivi. E molto spesso si tratta di conservanti.

La probabilità di una reazione specifica del corpo aumenta e se viene utilizzato un farmaco con una composizione multicomponente.

Analisi delle allergie anestetiche

Se durante una visita dal dentista si verificano ripetutamente sintomi caratteristici di reazioni allergiche, è necessario consultare un allergologo.

Il medico prescriverà esami del sangue per determinare il livello di immunoglobuline ed eosinofili. I test cutanei determineranno il tipo specifico di allergene.

Immediatamente prima della somministrazione dell'anestetico in studio dentistico, in alcuni casi, devono essere eseguiti test.

La loro implementazione è particolarmente necessaria per quei pazienti che hanno già avuto reazioni allergiche agli antidolorifici o che hanno malattie associate ad allergie.

Durante i test, la dose minima per l'anestesia locale viene somministrata per via sottocutanea e tutte le modifiche vengono valutate entro pochi minuti.

Se non ci sono sintomi cutanei e di allergia generale, questo medicinale può essere usato senza paura.

Trattamento delle malattie

Le allergie agli anestetici sono trattate secondo gli stessi regimi standard delle altre reazioni allergiche. Ma poiché nella maggior parte dei casi una tale patologia si sviluppa rapidamente, il primo soccorso in casi gravi è fornito da un dentista.

Se si verificano cambiamenti nella pelle e gonfiore per via intramuscolare, è necessario introdurre Difenidramina, Suprastin o Pipolfen.

Con sintomi che indicano lo sviluppo di shock anafilattico, è necessario immettere urgentemente 1 ml di adrenalina e, se necessario, collegare un apparato per la ventilazione artificiale dei polmoni. Agire ulteriormente sulla situazione.

Se la pressione sanguigna diminuisce, deve essere somministrato Prednisolone; se l'attività cardiaca peggiora, utilizzare Cordiamine.

Di solito queste misure sono sufficienti per interrompere la reazione allergica e ripristinare il funzionamento di tutti i sistemi del corpo. Ma se i sintomi non si fermano, allora il paziente ha urgentemente bisogno di essere ricoverato in ospedale in un ospedale - nell'unità di terapia intensiva.

Fortunatamente, le reazioni gravi all'anestetico sono estremamente rare ed è possibile prevenirne l'insorgenza raccogliendo un'anamnesi e un'attenta attenzione alla scelta della dose e dei farmaci stessi per alleviare il dolore.

Nel caso in cui eruzioni cutanee e prurito sulla pelle sul corpo, così come gonfiore sul viso, persistano dopo una visita dal dentista, gli antistaminici dovrebbero essere presi per un po 'di tempo.

Può essere Claritin, Cetrin, Zirtek, vengono bevuti per 5-7 giorni.

Gli enterosorbenti aiutano ad accelerare l'eliminazione delle tossine dal corpo - carbone attivo, Polysorb.

Recensioni Ultracain

In generale, le recensioni di Ultracain sono molto incoraggianti. Quei pazienti che hanno già sperimentato il suo effetto analgesico, consigliano a coloro che si stanno solo preparando per un intervento chirurgico con Ultracaine di non aver paura - "non farà male".

Questo anestetico viene talvolta utilizzato in cosmetologia, ad esempio con il tatuaggio delle labbra. Ma non si sa quanto sia giustificato dal punto di vista medico. La signora che ha usato Ultracain per i suoi clienti ha notato che si osservava sempre un forte gonfiore. Così forte che ha iniziato a consigliare ai clienti di non usare l'anestesia e di "sopportare" la procedura.

Quando diventa necessario usare antidolorifici, è molto importante determinare in anticipo se il paziente ha reazioni alla loro intolleranza, se sono state osservate reazioni indesiderate ad altre sostanze simili e così via. Dopotutto, prevenire lo sviluppo di effetti collaterali è più corretto e più facile che affrontare i sintomi che si sono già manifestati.

Abbastanza spesso, i pazienti con qualsiasi manifestazione di reazioni avverse all'introduzione di anestetici locali, dentisti o altri medici raccomandano di utilizzare tutte le "-cane", e quindi si preferiscono prescrivere un'anestesia generale potenzialmente più pericolosa in futuro.

A seconda della struttura chimica, gli anestetici locali sono divisi in due gruppi (Tabella 1): derivati ​​degli esteri dell'acido benzoico (tipo estere) e altri (tipo ammide).

Tabella 1

Farmaci usati per l'anestesia locale

Gruppi di anestetici locali

I gruppo: tipo estere

Gruppo II: tipo ammide

Procaina (novocaina cloridrato) Tetracaina (dicaina) Benzocaina (anestezina) Butetamina Cloroprocaina Ciclometicina Proximetacaina Bencaina Ossetacaina

Lidocaina (xicaine, xylocaina, lidocaina) Trimecaine (mesocaine) prilocaina (cyanest) Mepivacaine (carbocaina, Scandonest, mepicatone) Bupivacaine (Marcaine) Levobupivacaine Ropivacaina (napine) Ethidocaine (duranestaquinequine) Pequinocaine (Duranestaquinequine) Buquinocainequin (peracanocainequine) Buquinocainequin (peanocainequin) Buquinocainequin (Cinocainecine) Buquicaine (Duranestainecine) Pequinocainequinquein (peanocainequin) Buquicaine (Durandaquainecine) Buquinacaine (Duraranesteincine) Buquicaine (Durandaquaincine) Pequinone Pramocaine Ubistesin et al.

In effetti, la maggior parte delle reazioni avverse agli anestetici locali non sono associate a vere reazioni allergiche, ma a disturbi vegetovascolari, reazioni tossiche ed isteriche, nonché agli effetti collaterali degli additivi inclusi in alcuni anestetici.

Il vero livello di reazioni allergiche agli anestetici locali non è noto. Alcuni autori li descrivono come eventi rari e il loro livello è inferiore all'1% di tutte le reazioni avverse quando si usano anestetici locali.

Classificazione delle complicanze associate agli anestetici locali:

1) Effetti tossici: convulsioni, ipotensione, arresto respiratorio e collasso circolatorio, sonnolenza, fascicolazioni muscolari, aritmie ventricolari, fibrillazione, ecc..
Le reazioni tossiche sono più comuni. Gli effetti tossici sistemici derivano dall'assorbimento o dall'iniezione endovenosa di un anestetico locale nella circolazione sistemica. La cardiotossicità e la neurotossicità degli anestetici locali sono direttamente correlate alla concentrazione di questi farmaci nel plasma. La concentrazione della soglia tossica può essere superata a seguito di iniezione intravascolare accidentale, sovradosaggio o a seguito di infusione prolungata del farmaco.

2) Reazioni pseudoallergiche (PAR).
Più comune nelle donne dai 40 agli 80 anni, in particolare con malattie croniche concomitanti del tratto gastrointestinale, del sistema epatobiliare, dei reni e del sistema neuroendocrino.
I sintomi clinici della PAR sono diversi e corrispondono alla clinica delle vere reazioni allergiche, sebbene i meccanismi di sviluppo siano diversi da quest'ultimo..
I più gravi sono: shock anafilattoide, manifestazioni cutanee (tossicoderma, eruzioni cutanee, dermatiti), reazioni vegetovascolari.

3) Effetti sul sistema nervoso centrale (stimolante o calmante): nervosismo, paura, euforia, confusione, vertigini, sonnolenza, visione sfocata o occhi divisi, aumento o diminuzione della temperatura, stupore, contrazioni, tremori, convulsioni, perdita di coscienza, oppressione e arresto respiratorio.
Le manifestazioni di eccitazione possono essere a breve termine o non verificarsi affatto, mentre la prima manifestazione di intossicazione può essere sonnolenza, trasformarsi in uno stato inconscio e arresto respiratorio.

4) Effetti sul sistema cardiovascolare (generalmente deprimente): bradicardia (riduzione della frequenza cardiaca), ipotensione, collasso cardiovascolare, che può portare ad arresto cardiaco.
I sintomi di inibizione della funzione cardiovascolare possono generalmente verificarsi a causa di una reazione vasovagale, soprattutto se il paziente è in posizione verticale. Meno comunemente, possono derivare dall'effetto diretto del farmaco..

5) Reazioni locali - edema e infiammazione nel sito di iniezione, comparsa di zone ischemiche nel sito di iniezione (fino allo sviluppo della necrosi tissutale - con iniezione intravascolare accidentale); danno ai nervi (fino allo sviluppo della paralisi) - si verifica solo in violazione della tecnica di iniezione.

6) Effetti collaterali dovuti all'alterata sensibilità agli anestetici locali.

7) Idiosincrasia (ridotta sensibilità).

8) Vera allergia: arrossamento e prurito della pelle, congiuntivite, rinite, edema di Quincke di varia gravità (incluso gonfiore del labbro superiore e / o inferiore e / o delle guance, glottide con difficoltà a deglutire, orticaria, mancanza di respiro), shock anafilattico.

Reazioni allergiche incrociate tra anestetici:

• Tra gli anestetici locali del gruppo I, si notano spesso reazioni cross-allergiche intra-gruppo. In questo caso, vengono prescritti farmaci del secondo gruppo. Eccezioni: lidocaina - novocaina; lidocaina - benzocaina.
• Tra i farmaci del gruppo II con una struttura simile (lidocaina, prilocaina e mepivacaina) sono anche possibili.
• Fino a poco tempo fa, si riteneva che con l'intolleranza agli anestetici locali del gruppo I, si potessero usare farmaci del gruppo II a causa dell'assenza di reazioni crociate tra gruppi. Tuttavia, ci sono segnalazioni della possibilità di sviluppare reazioni allergiche, tra cui anafilattiche, alla lidocaina (xicaina) con intolleranza alla novocaina, nonché alla benzocaina (anestesia) con intolleranza alla lidocaina.

Va tenuto presente che molti effetti collaterali degli anestetici locali, ad esempio edema nel sito di iniezione, ipotensione arteriosa, tachicardia, collasso, si riscontrano sia in reazioni allergiche che non allergiche a questi farmaci.
Le reazioni allergiche con l'uso di anestetici locali spesso si sviluppano su additivi (bisolfito e acido parabenzoico, ecc.) Inclusi nella loro composizione.

Supplementi anestetici:

1) Vasocostrittori: aggiunti per aumentare l'efficacia dell'anestesia locale e per rallentare il flusso di anestetici nel flusso sanguigno.

Adrenalina
È applicato il più spesso.
Una diluizione relativamente sicura dell'adrenalina è una concentrazione di 1: 200000, che può essere fornita solo nelle preparazioni di carpool.

norepinefrina
Meno comunemente usato come vasocostrittore.
La noradrenalina, a differenza dell'adrenalina, è meno pericolosa nei pazienti con patologia cardiaca (malattia coronarica), ma esiste un rischio maggiore di sviluppare una crisi ipertensiva con ipertensione concomitante.
Sono usati al posto dell'adrenalina per la tireotossicosi e il diabete mellito. Controindicato nel glaucoma

Filipressina (octapressina)
Un farmaco sintetico che non ha un effetto diretto sul cuore. L'effetto è associato al suo effetto diretto sui muscoli lisci delle navi.
È controindicato durante la gravidanza, come può causare contrazioni miometriali.

Effetti sistemici indesiderati dei vasocostrittori:
• aumento della pressione sanguigna,
• tachicardia,
• disturbi del ritmo cardiaco,
• attacchi di angina,
• centralizzazione della circolazione sanguigna,
• mal di testa.

Gruppo a rischio quando si usano vasocostrittori: pazienti con glaucoma, tireotossicosi, diabete mellito; pazienti che assumono rauwolfin, ormoni tiroidei, antidepressivi triciclici, antidepressivi - inibitori MAO.

2) Conservanti

Parabeni (metil paraben - metil 4-idrossibenzonato, etil paraben)
Come conservanti vengono utilizzati esteri dell'acido paraidrossibenzoico (parabeni), che hanno effetti antibatterici e antifungini.
Va ricordato che i parabeni fanno parte di varie preparazioni cosmetiche, creme, dentifrici e possono provocare dermatiti da contatto, quindi esiste un reale pericolo di allergia a un farmaco anestetico locale.
L'acido paraaminobenzoico (PABA), che è un metabolita della novocaina, ha una struttura simile con i parabeni, che possono causare reazioni allergiche crociate.
Molti farmaci (sulfamidici, antidiabetici orali, furosemide, ecc.) Sono derivati ​​del PABA. Pertanto, non è pratico utilizzare preparati contenenti parabeni da utilizzare per le allergie ai farmaci elencati.
La presenza o l'assenza di parabeni in un anestetico locale è indicata dal produttore.
I parabeni possono causare sensibilizzazione, shock anafilattico.

3) Stabilizzatori
I solfiti (sodio o disolfito di potassio) sono usati come stabilizzatori vasocostrittori.
L'allergia ai solfiti è più comune nei pazienti con asma bronchiale (frequenza - circa il 5%), quindi è necessario prestare particolare attenzione durante il trattamento di tali pazienti.
I solfiti causano edema, orticaria, broncospasmo attraverso recettori irritanti, nervi e riflessi vagali.

Composizione di alcuni moderni anestetici locali:

• lidocaina (xilocaina) nei carpuli - contiene lidocaina, metilparaben, cloruro di sodio;
• xilostesina F-forte nei carpuli - contiene lidocaina, noradrenalina cloridrato, solfito carbonico anidro, cloruro carbonico;
• xylocaine MPF - una soluzione sterile apirogena senza metil paraben (in carpe);
• xilocaca in flaconcini: contiene metil paraben;
• xilossina MPF con epinefrina - una soluzione sterile priva di pirogeni contiene xilocaca, epinefrina, metabisolfito di sodio, acido citrico;
• mepivacaina (mepidont, mevirin, mepivastesin, scan-dicain, scandonest) - senza aggiunta di vasocostrittori, solfiti, parabeni;
• ultracaina nei carpuli - contiene articaina, adrenalina (0,006), disolfito di sodio, metilparaben;
• ultracain D-c forte - contiene articaina, adrenalina (0,012) e disolfito di sodio;
• septanest - contiene solfiti, EDTA, non include parabeni;
• ubistesin, ubistesin forte (a base di articaina, non contengono parabeni, ma contengono solfiti come conservante).

Diagnostica (G. Lolor Jr. et al., 2000):

1. Se sospetti un'allergia agli anestetici locali, cercano di non usarli. Tuttavia, è spesso impossibile rifiutare questi farmaci, poiché la loro sostituzione con anestetici generali aumenta il rischio di complicanze. Inoltre, alcuni degli anestetici locali (lidocaina, procainamide) sono prescritti per le aritmie e non possono sempre essere sostituiti con altri farmaci. In tutti i casi, è necessario confrontare il rischio di complicanze che può portare all'uso del farmaco, con le conseguenze negative del rifiuto.

2. Se le reazioni precedenti (sia allergiche che non allergiche) sono state gravi, è necessario abbandonare completamente gli anestetici locali.

3. In base all'anamnesi, è difficile valutare il rischio di reazioni allergiche, pertanto, se in passato l'uso di anestetici locali era accompagnato da reazioni, vengono eseguiti test cutanei e provocatori.

4. Il paziente deve essere spiegato con quale scopo vengono eseguiti test cutanei e provocatori, avvisare di possibili complicanze e ottenere il consenso scritto per lo studio..

5. Sebbene l'affidabilità dei test cutanei con anestetici locali non sia stata completamente stabilita, si consiglia di iniziare con la scelta di un mezzo sicuro per l'anestesia locale..

6. L'anestetico locale utilizzato per i test cutanei e provocatori non dovrebbe causare reazioni crociate con il farmaco che in precedenza aveva causato allergie. Se il farmaco che ha causato la reazione allergica non è noto, viene scelto un test anestetico locale del gruppo II.

7. Al fine di evitare risultati falsi negativi, i preparati utilizzati per i test cutanei non devono contenere vasocostrittori. Per test e trattamenti provocatori, è meglio usare farmaci che includono vasocostrittori, poiché aumentano l'analgesico e limitano gli effetti sistemici degli anestetici locali e sono rare le reazioni allergiche a questi farmaci o ai solfiti aggiunti per stabilizzarli.

8. I preparati di anestetici locali utilizzati per la pelle e i test provocatori non devono contenere esteri dell'acido paraossibenzoico (conservanti), poiché spesso causano reazioni allergiche.

9. Per la puntura negativa e i test intradermici, viene eseguito un test provocatorio con un anestetico locale. I test provocatori vengono eseguiti sotto la supervisione di un allergologo con esperienza nel trattamento di gravi reazioni allergiche..

10. Se un test provocatorio con un anestetico locale è negativo, il rischio di effetti collaterali del farmaco è minimo.

Riferimenti:

1. Zaikov, S.V. Il problema dell'allergia ai farmaci in anestesia / S.V. Zaikov, E.N. Dmitrieva // Farmacoterapia razionale. - 2009. - N. 3.

2. Lolor Jr., G. Immunologia clinica e allergologia / G. Lolor Jr., T. Fisher, D. Adelman: trans. con l'inglese., M., "Pratica", 2000 - 850 s.

3. Murzich, A.V. Allergia ai farmaci / A.V. Murzich, M.A. Golubev, A.D. Kruchinin // Giornale medico della Russia meridionale. - 1999. - N. 2-3.

4. Fesenko, V.S. Intossicazione con anestetici locali: vecchio pericolo, miti moderni, nuove droghe e il "proiettile d'argento" / V.S. Fesenko // Questioni cliniche. - 2008. - 4 (17).

5. Allergia agli anestetici locali in odontoiatria. Mito o realtà? / Di J. C. Baluga a et al. // Allergologia et Immunopathologia. - 2001. - Vol.30.

6. Eggleston, S.T. Comprensione delle reazioni allergiche agli anestetici locali / S.T. Eggleston, L.W. Lush // Ann. Pharmacother - 1996. - V.30, n. 7-8. - P.851-857.

7. Principi principali di patogenesi, diagnostica e prevenzione dell'allergia ai farmaci causati da anestetici locali / B.V. Machavariani et al. // Georgian Med. Notizie - 2009. - V.168. - R.67-72.

8. Por D El-Qutob Reazione allergica causata da articaina / Por D El-Qutob a et al. // Immunopathologia. - 2002. - Vol. 33.

9. Speca S.J. Reazioni allergiche a formulazioni anestetiche locali / S.J. Speca, S.G. Boynes, M.A. Cuddy // Dent. Clin. Nord Am. - 2010. - V.54, n. 4. - R.655-664.

Caratteristiche di Novocaine Allergy

Le reazioni allergiche sono effetti collaterali dell'uso del farmaco, tuttavia, a differenza di altri effetti indesiderati, hanno una serie di caratteristiche. Mentre gli effetti collaterali rimanenti si verificano immediatamente dopo l'uso del farmaco, nella maggior parte dei casi non si sviluppa un'allergia alla novocaina dopo una singola iniezione. Ciò è dovuto al fatto che per la prima volta il sistema immunitario "conosce" solo l'allergene.

A causa dell'assenza di sintomi patologici dopo il primo utilizzo di novocaina, molte persone pensano di non essere allergici a questo anestetico. Tuttavia, sono i contatti successivi con questo farmaco che possono essere accompagnati dallo sviluppo di reazioni allergiche violente da parte dell'organismo sensibilizzato (che è diventato particolarmente sensibile). Se sei allergico alla novocaina, i suoi segni sufficientemente pronunciati possono verificarsi anche con l'introduzione di dosi trascurabili del farmaco.

Va ricordato che esistono alcuni fattori di rischio per le allergie ai farmaci. Questi includono:

  • la presenza di alcune malattie concomitanti (asma bronchiale, AIDS, malattie del fegato, accompagnate da gravi violazioni delle sue funzioni);
  • assunzione costante di un numero di medicinali in grandi dosi;
  • una tendenza alle reazioni allergiche (ad esempio, la presenza di allergie alimentari o allergie ad altri farmaci);
  • la presenza di allergie ai farmaci o malattie allergiche in parenti stretti.

Pertanto, se il paziente è a conoscenza della presenza di uno qualsiasi dei fattori di rischio elencati, è indispensabile informarne il medico..

Le persone che hanno maggiori probabilità di essere allergiche alla novocaina, gli specialisti preferiscono somministrare altri anestetici (lidocaina o ultracaina).

Inoltre, come profilassi, un test speciale può essere eseguito sul paziente per rilevare la presenza di allergie, tuttavia, tali test possono anche essere accompagnati da conseguenze indesiderabili, quindi vengono eseguiti solo quando c'è una grande necessità.

Come rilevare un'allergia?

I sintomi di ciascuna persona di questa condizione possono essere completamente diversi, a seconda delle caratteristiche del suo corpo e del grado di sensibilizzazione. Vale la pena notare che le manifestazioni di una reazione allergica alla novocaina sono estremamente diverse, possono essere sia abbastanza leggere che non richiedono eventi speciali in un ospedale, o estremamente gravi, rappresentando un'enorme minaccia per la vita. Inoltre, quasi tutti gli organi e i sistemi di organi possono essere colpiti dallo sviluppo di allergie. Le seguenti condizioni sono possibili reazioni allergiche alla novocaina e ad altri medicinali:

  • shock anafilattico;
  • vasculite;
  • febbre da droga;
  • orticaria;
  • Edema di Quincke;
  • eruzione di droga localizzata;
  • Sindrome di Lyell (necrolisi epidermica tossica);
  • Sindrome di Stevenson-Johnson;
  • danno al fegato, ai reni, ai polmoni e al cuore.

In realtà, l'elenco delle manifestazioni delle allergie ai farmaci è molto più ampio, tuttavia, questi effetti sono i più comuni.

In base al tempo di insorgenza e alla durata, le reazioni allergiche possono essere suddivise in diversi tipi: acuto, subacuto e persistente. Le reazioni di tipo acuto si sviluppano quasi immediatamente dopo la somministrazione del farmaco e di solito includono segni cutanei: arrossamento dell'epidermide, orticaria (vesciche) o eruzioni cutanee di punta, prurito cutaneo.

Le manifestazioni più gravi di una reazione allergica acuta includono broncospasmo, caratterizzato da attacchi di asma, tosse secca, respiro rapido, pallore della pelle e edema di Quincke, che si manifesta con un aumento dell'intero viso, in parte (palpebre, labbra) o degli arti.

I casi più pericolosi sono quando un'allergia alla novocaina si manifesta con shock anafilattico. I precursori dello sviluppo di questa condizione includono sintomi locali: arrossamento, gonfiore e dolore che si verificano direttamente nel sito di iniezione. Quindi si sviluppa un forte prurito della pelle, che si diffonde in tutto il corpo, c'è un forte calo della pressione sanguigna, il polso diventa debole e molto frequente, la sensazione di soffocamento viene amplificata.

In questo caso, anche il benessere peggiora rapidamente, sorgono ansia e senso di paura, debolezza, vertigini, mal di testa pulsante, sudorazione e aumento della nausea. Spesso con shock anafilattico c'è una completa perdita di coscienza e asfissia..

Segni di reazioni allergiche subacute compaiono qualche tempo dopo il contatto con la novocaina. Di norma, questi includono fenomeni come anemia emolitica, vomito, mal di testa, dolore addominale, una sensazione di intorpidimento degli arti.

Infine, il terzo tipo di reazione allergica è una reazione prolungata che si sviluppa dopo poche ore o giorni, caratterizzata da infiammazione delle articolazioni (manifestata da dolore e rigidità al mattino), linfoadenite e ipertensione arteriosa. Poiché tali sintomi si verificano dopo molto tempo, non tutti li associano all'uso di novocaina, specialmente se durante queste ore o giorni venivano somministrati altri farmaci.

Come trattare un'allergia alla novocaina?

Il trattamento di una reazione allergica, prima di tutto, comporta l'interruzione della somministrazione del farmaco.

Inoltre, vengono prescritti antistaminici di ultima generazione, praticamente senza reazioni collaterali indesiderabili. Questi includono Erius, Cetirizine e altri..

In presenza di forte prurito cutaneo, possono essere prescritti antistaminici topici o pomate a base di corticosteroidi. Se l'uso di antistaminici non dà un effetto positivo, vengono somministrati glucocorticosteroidi (prednisolone o desametasone). Inoltre, l'introduzione di questi farmaci è indicata per la localizzazione dell'angioedema potenzialmente letale:

  • gonfiore della laringe, accompagnato da soffocamento;
  • edema cerebrale, manifestato da mal di testa, nausea e vomito in aumento;
  • edema intestinale, un segno del quale è il dolore addominale acuto.

Il trattamento per lo shock anafilattico prevede l'immediata iniezione di una soluzione di adrenalina. Inoltre, può essere necessaria l'intubazione o la tracheostomia con successiva ventilazione meccanica. I dosaggi di tutti i farmaci sono determinati individualmente, poiché dipendono dalla gravità della condizione di un particolare paziente.

In futuro, è auspicabile una pausa affamata o una dieta che escluda eventuali allergeni. Se necessario, il medico prescrive altri farmaci per eliminare i sintomi di allergia (ad esempio farmaci antiipertensivi) e farmaci che riducono ulteriormente la sensibilizzazione del corpo alla novocaina. Dopo aver interrotto le principali manifestazioni di una reazione allergica, si consiglia di utilizzare più liquidi per rimuovere l'allergene dal corpo il più presto possibile..

Pertanto, è estremamente importante capire quanto possa essere pericolosa un'allergia alla novocaina, il trattamento di questa condizione dovrebbe essere immediato, professionale e completo..

Alcuni pazienti non li prendono sul serio e non cercano aiuto medico se manifestano sintomi spiacevoli dopo la somministrazione del farmaco, sperando che i segni delle allergie passino da soli nel tempo. Tuttavia, il corso di qualsiasi reazione allergica può essere imprevedibile, quindi il suo sviluppo richiede sempre la consultazione di un medico.

Dato il rischio di sviluppare gravi allergie ai farmaci, non usare novocaina o altri farmaci che spesso causano reazioni indesiderate.

Ultracain / Articain C68

Attira la tua attenzione! I prezzi in alcuni uffici possono variare leggermente. Specificare per telefono.

Ultracain / Articain C68

Categoria: medicinali

Dove viene effettuato: in tutti i centri medici e laboratori "Nika Spring"

L'ultracaina è un farmaco ad alta attività anestetica. L'ultracaina è un anestetico locale che viene utilizzato per l'anestesia di infiltrazione e conduzione. Il farmaco ha un elevato effetto analgesico, 2 volte più forte della lidocaina e 6 volte procaina. Un anestetico penetra attraverso la membrana nella fibra nervosa, rilasciando una base con proprietà lipofile a seguito di idrolisi in un ambiente debolmente alcalino dei tessuti corporei (in un ambiente acido, l'effetto del farmaco diminuisce). Pertanto, ultracain interagisce con i recettori nervosi, blocca l'ingresso di sodio nella cellula nella fase di depolarizzazione e blocca la conduzione degli impulsi lungo la fibra nervosa. L'anestesia si verifica immediatamente dopo la somministrazione e dura da 1 a 5 ore.

Può causare reazioni allergiche come prurito della pelle, eruzione cutanea, angioedema, orticaria sulla pelle e mucose, nei casi più gravi, shock anafilattico.

Questo tipo di studio viene utilizzato per diagnosticare condizioni allergiche, come rinite allergica, congiuntivite allergica, edema di Quincke, nonché per valutare il rischio di reazioni allergiche all'ultracain.
I mmunoCAP è caratterizzato da un'elevata accuratezza e specificità del metodo, e questo tipo di ricerca è il "gold standard" mondiale nella diagnosi delle allergie, essendo il più preciso e stabile di tutti i metodi.

La determinazione dell'immunoglobulina E specifica in ultracaina in quantità maggiore indica la presenza di sensibilizzazione del corpo a questo allergene. Inoltre, si può osservare un aumento del livello di Ig E specifiche con rinite allergica, congiuntivite allergica e dermatite atopica a causa della sensibilizzazione all'ultracaina.
Se vengono rilevati livelli elevati di IgE specifiche, è possibile prevedere lo sviluppo di allergie in futuro e una manifestazione più vivida dei suoi sintomi. Ma la concentrazione di IgE nel sangue è instabile e può variare con lo sviluppo della malattia, con il numero di allergeni e durante il trattamento, pertanto si raccomanda di ripetere lo studio quando i sintomi cambiano e quando si monitora il trattamento. Per interpretare i risultati dell'analisi, è necessario consultare il proprio medico.

Esiste una reazione allergica all'ultracain?

Ragazze, giovedì andate con una piccola briglia di prugne sotto la lingua. Anestetizzare con ultracaina. Persona allergica minore. Qualcosa fa paura. Chi è stato, come è andato tutto, quali complicazioni potrebbero esserci? Grazie)

Grazie. Questo stesso giorno può essere fatto prima della procedura stessa.?

Campione locale sì. Di solito lo fanno sulla curva del braccio (solo da un'ampolla, il farmaco viene applicato sulla pelle e la reazione viene valutata).

Grazie. Questo stesso giorno può essere fatto prima della procedura stessa.?

Mi hanno fatto un piccolo bernoccolo in mano (polso). Aspettano 15 minuti e vedono se c'è un posto. In caso contrario, iniettano antidolorifici..

Non "non allergenico", ma "meno allergenico". Non sto solo scrivendo, solo per scrivere qualcosa. Lavoro con lui e con altri anestetici. A proposito, circa il digiuno 15. Artikain ha una breve emivita di eliminazione, quindi se l'anestesia era durante il giorno e c'erano alcune manifestazioni durante la notte, allora forse non sono correlate all'anestetico.
So che non scrivi solo. E che sei un dentista e sei esperto di vaccinazioni e medicine in generale. Per te il lavoro educativo su Sovetchitsa -

Ho anche pensato a questo in qualche modo: sono un paziente preferito di dentisti (denti cattivi) e quando mi hanno fatto iniezioni durante il periodo di HB, hanno detto che la sostanza è stata completamente rimossa dal sangue entro 3-4 ore. Quindi come si è seduto lì fino alla sera (presso l'autore del post n. 15) e improvvisamente nel mezzo della notte ha iniziato a mostrarsi?

Allergia alla novocaina

Numero di allergene 31

Periodo di esecuzioneFino a 10 giorni
Sinonimi (rus)
Test allergologico ai farmaci per Novocain, Ultracain, Scandonest, Lidocaine, Septanest, Ubistesin, Brilocain, Mepivocaine.
Sinonimi (eng)Test per allergia ai farmaci a Novocaina, Ultracain, Scandonest, Lidocaine, Septanest, Ubistesin, Prilocaine, Mepivacaine.
Metodo
immunofluorescenza
Preparazione all'analisiIl sangue dovrebbe essere donato al mattino, rigorosamente prima di mangiare. È consentito bere un bicchiere di acqua calda alla vigilia della procedura. È severamente vietato fumare prima di assumere biomateriale, bere alcolici.
Biomateriale e metodi per la sua cattura
Sangue, recinzione della vena del gomito.

Indicazioni per l'analisi

Si raccomanda un esame allergologico se esiste una storia di parenti stretti di casi diagnosticati e confermati di intolleranza al farmaco di questo gruppo di farmaci allergopanel n. 31. Poiché le immunoglobuline di classe E sono determinate durante lo studio, si dovrebbe prestare particolare attenzione alle reazioni anafilattiche come orticaria, angioedema, shock anafilattico, che appartengono al gruppo istantaneo. Di norma, si sviluppano per 10-15 minuti e non passano inosservati al paziente..

Inoltre, l'esame viene effettuato nell'ambito della definizione di immunoglobulina (E) - dipendente e immunoglobulina (E) - forme indipendenti di allergia, nonché per confermare l'efficacia del trattamento antistaminico precedentemente prescritto.

Metodologia di analisi

Un test allergologico per Novocain, Ultracain, Scandonest, Lidocaine, Septanest, Ubistesin, Brilocain, Mepivocaine è un esame del sangue standard, durante il quale vengono rilevati anticorpi anti-allergeni antigeni.

Un esame del sangue viene eseguito mediante immunofluorescenza. Questa tecnica prevede il fissaggio su un supporto trifase solido di un colorante fluorescente legato in modo covalente all'anticorpo. Nel corso della reazione biochimica, si verifica la formazione dell'immunocomplesso anticorpo-antigene, la cui concentrazione è monitorata da un microscopio a fluorescenza.

Analisi di decodifica

Il titolo anticorpale indicherà il titolo anticorpale sui risultati di un'analisi delle allergie a Novocain, Ultracain, Scandonest, Lidocain, Septanest, Ubistesin, Brilocain, Mepivocaine.

A una concentrazione di anticorpi fino a 0,69 kEDA / L, il risultato è considerato negativo, cioè il paziente non è allergico ai farmaci combinati nell'allergopanel. Se, con un risultato negativo, i sintomi di allergia del paziente aumentano, il medico può raccomandare un secondo esame.

Un titolo anticorpale maggiore di 0,70 kEDA / L è un risultato positivo. Pertanto, al paziente non è raccomandato l'uso di questi farmaci.

Un'interpretazione più dettagliata dei risultati con l'indicazione dei titoli anticorpali viene eseguita esclusivamente dal medico!

Reazioni allergiche ultracaine

L'ultracaina è un farmaco anestetico con effetto vasocostrittore, destinato all'anestesia locale in odontoiatria. Ultracain è anche usato in ginecologia per piccoli interventi chirurgici..

Modulo per il rilascio

La forma di dosaggio del farmaco è un'iniezione. Questo anestetico è molto più forte della lidocaina, pertanto non è possibile trovare una forma di rilascio come spray, unguento o gel di Ultracaine.

Preparazione allo studio: non necessaria.

Materiale del test: raccolta del sangue

Artikain (ultracain)

- una medicina con un forte effetto analgesico. Il gruppo di ammidi appartiene agli anestetici locali, che raramente causano reazioni allergiche. Il farmaco più utilizzato è in odontoiatria..

Un'allergia all'articaina si manifesta, molto spesso, sotto forma di prurito cutaneo, orticaria, dermatite allergica. Sono possibili reazioni come l'asma bronchiale e la rinite allergica. I sintomi più gravi di un'allergia agli anestetici locali sono angioedema (edema di Quincke) e shock anafilattico.

Gli anticorpi di classe IgE causano reazioni immediate in cui i sintomi si sviluppano immediatamente dopo il contatto con l'allergene (da alcuni minuti a 2 ore).

In risposta all'ingestione di allergeni (proteine ​​polliniche delle piante, funghi microscopici, epitelio animale, farmaci, prodotti alimentari), vengono prodotti anticorpi - immunoglobuline di classe E (IgE), che vengono fissate sui mastociti - cellule tissutali contenenti un'enorme quantità di sostanze biologicamente attive (istamina, tiramina, serotonina, ecc.).

L'ingestione ripetuta dell'allergene nel corpo è accompagnata dal suo attaccamento agli anticorpi già sviluppati (IgE), fissati sui mastociti. Di conseguenza, i mastociti si rompono e il rilascio di sostanze biologicamente attive da essi. Queste sostanze agiscono su tessuti e organi, causando il loro danno, che si manifesta sotto forma di varie reazioni allergiche.

L'analisi rileva la presenza di specifici anticorpi IgE verso articaina / ultracaina mediante test immunologico.

Saggio immunosorbente enzimatico (ELISA). Questo metodo consente di rilevare la sostanza desiderata (anticorpi) aggiungendo un reagente marcato (coniugato) che, legandosi specificamente a questa sostanza (anticorpi), viene colorato. L'intensità del colore è proporzionale al numero di anticorpi rilevati (correlati al coniugato).

Identificare le cause delle allergie.

Un risultato positivo può indicare la presenza di sensibilizzazione (sensibilità) a questo allergene..

Può sviluppare una reazione allergica a contatto con questo allergene.

Dove passare l'analisi

Descrizione e istruzioni del farmaco Ultracain

L'ultracaina è un farmaco destinato all'anestesia (anestesia) durante le procedure dentali. I componenti attivi di questo farmaco sono articaina e adrenalina. Il primo è un anestetico locale. L'azione di Ultracaine si sviluppa rapidamente e continua per un tempo sufficiente (varia per le diverse forme del farmaco) in modo che il medico possa effettuare tutte le manipolazioni necessarie.

Dopo l'intervento chirurgico con questo medicinale, di solito si nota una guarigione efficace e senza complicazioni. Sotto l'influenza di Ultracaine, tali manipolazioni possono essere eseguite come: rimozione di cisti, operazioni sull'osso e sulla mucosa, polpa del dente, estrazione del dente e così via. Il farmaco può essere usato per pazienti con ipersensibilità..

L'ultracaina viene prodotta sotto forma di soluzione, le cui iniezioni vengono eseguite prima di un intervento dentale. La dose viene calcolata individualmente, secondo lo schema offerto dall'istruzione farmacologica. Durante la gravidanza, così come durante l'allattamento al seno, l'anestesia locale è possibile utilizzando questo anestetico.

Non è stato dimostrato l'uso di Ultracaina in pazienti con intolleranza ai suoi componenti, deficit di colinesterasi e "allergia di gruppo in coppia". Si devono prendere precauzioni quando si somministrano farmaci contenenti adrenalina per pazienti con aritmie cardiache, glaucoma e così via. Prima di iniziare il trattamento con antidolorifico con Ultracain, è necessario verificare se il paziente sta assumendo beta-bloccanti (ad esempio Atenololo) - questa è una controindicazione all'uso di questo antidolorifico.

Non iniettare questo farmaco in una vena e nei tessuti infiammati..

Effetti collaterali e sovradosaggio di Ultracaine

Nello studio dentistico viene descritta la buona tollerabilità di questo farmaco. Tuttavia, in casi estremamente rari, sono possibili alterazioni di coscienza, respiro, visione, frequenza cardiaca e convulsioni. L'intolleranza a Ultracain può essere espressa in reazioni allergiche che si sviluppano nel luogo di utilizzo o in altre aree. Sono possibili edema, orticaria, rinite e così via, reazioni allergiche simili possono progredire e provocare shock anafilattico..

La comparsa dei primi segni dell'effetto indesiderato di Ultracain sulla salute del paziente dovrebbe costringere lo specialista a prendere le misure necessarie per impedire la sua ulteriore amplificazione e transizione verso forme pericolose.

Il paziente deve essere disteso in orizzontale, per controllare le funzioni vitali di base. Per ogni condizione patologica, di quelli che possono svilupparsi con un sovradosaggio o un'intolleranza a Ultracaina, deve essere effettuato un trattamento sintomatico appropriato.

Recensioni Ultracain

In generale, le recensioni di Ultracain sono molto incoraggianti. Quei pazienti che hanno già sperimentato il suo effetto analgesico, consigliano a coloro che si stanno solo preparando per un intervento chirurgico con Ultracaine di non aver paura - "non farà male".

Questo anestetico viene talvolta utilizzato in cosmetologia, ad esempio con il tatuaggio delle labbra..

Ma non si sa quanto sia giustificato dal punto di vista medico. La signora che ha usato Ultracain per i suoi clienti ha notato che si osservava sempre un forte gonfiore. Così forte che ha iniziato a consigliare ai clienti di non usare l'anestesia e di "sopportare" la procedura.

Quando diventa necessario usare antidolorifici, è molto importante scoprire in anticipo se il paziente ha reazioni alla loro intolleranza, se sono state osservate reazioni indesiderate ad altre sostanze simili e così via..

Dopotutto, prevenire lo sviluppo di effetti collaterali è più corretto e più facile che affrontare i sintomi che si sono già manifestati.

Vota Ultracaine!

Effettua il login per inviare commenti.

Abbastanza spesso, i pazienti con qualsiasi manifestazione di reazioni avverse all'introduzione di anestetici locali, dentisti o altri medici raccomandano di utilizzare tutte le "-cane", e quindi si preferiscono prescrivere un'anestesia generale potenzialmente più pericolosa in futuro.

Gli anestetici locali sono divisi in due gruppi, a seconda della struttura chimica..

1): derivati ​​di esteri dell'acido benzoico (tipo estere) e altri (tipo ammide).

Farmaci usati per l'anestesia locale

Gruppi di anestetici locali

Procaina (novocaina cloridrato) Tetracaina (dicaina) Benzocaina (anestezina) Butetamina Cloroprocaina Ciclometicina Proximetacaina Bencaina Ossetacaina

Lidocaina (xicaine, xylocaina, lidocaina) Trimecaine (mesocaine) prilocaina (cyanest) Mepivacaine (carbocaina, Scandonest, mepicatone) Bupivacaine (Marcaine) Levobupivacaine Ropivacaina (napine) Ethidocaine (duranestaquinequine) Pequinocaine (Duranestaquinequine) Buquinocainequin (peracanocainequine) Buquinocainequin (peanocainequin) Buquinocainequin (Cinocainecine) Buquicaine (Duranestainecine) Pequinocainequinquein (peanocainequin) Buquicaine (Durandaquainecine) Buquinacaine (Duraranesteincine) Buquicaine (Durandaquaincine) Pequinone Pramocaine Ubistesin et al.

In effetti, la maggior parte delle reazioni avverse agli anestetici locali non sono associate a vere reazioni allergiche, ma a disturbi vegetovascolari, reazioni tossiche ed isteriche, nonché agli effetti collaterali degli additivi inclusi in alcuni anestetici.

Il vero livello di reazioni allergiche agli anestetici locali non è noto..

Alcuni autori li descrivono come eventi rari e il loro livello è inferiore all'1% di tutte le reazioni avverse quando si usano anestetici locali.

Classificazione delle complicanze associate agli anestetici locali:

1) Effetti tossici: convulsioni, ipotensione, arresto respiratorio e collasso circolatorio, sonnolenza, fascicolazioni muscolari, aritmie ventricolari, fibrillazione, ecc..
Le reazioni tossiche sono più comuni. Gli effetti tossici sistemici derivano dall'assorbimento o dall'iniezione endovenosa di un anestetico locale nella circolazione sistemica. La cardiotossicità e la neurotossicità degli anestetici locali sono direttamente correlate alla concentrazione plasmatica di questi farmaci.

La concentrazione della soglia tossica può essere superata a seguito di iniezione intravascolare accidentale, sovradosaggio o a seguito di infusione prolungata del farmaco.


2) Reazioni pseudoallergiche (PAR).
Più comune nelle donne dai 40 agli 80 anni, in particolare con malattie croniche concomitanti del tratto gastrointestinale, del sistema epatobiliare, dei reni e del sistema neuroendocrino.
I sintomi clinici della PAR sono diversi e corrispondono alla clinica delle vere reazioni allergiche, sebbene i meccanismi di sviluppo siano diversi da quest'ultimo..
I più gravi sono: shock anafilattoide, manifestazioni cutanee (tossicoderma, eruzioni cutanee, dermatiti), reazioni vegetovascolari.


3) Effetti sul sistema nervoso centrale (stimolante o calmante): nervosismo, paura, euforia, confusione, vertigini, sonnolenza, visione sfocata o occhi divisi, aumento o diminuzione della temperatura, stupore, contrazioni, tremori, convulsioni, perdita di coscienza, oppressione e arresto respiratorio.
Le manifestazioni di eccitazione possono essere a breve termine o non verificarsi affatto, mentre la prima manifestazione di intossicazione può essere sonnolenza, trasformarsi in uno stato inconscio e arresto respiratorio.


4) Effetti sul sistema cardiovascolare (generalmente deprimente): bradicardia (riduzione della frequenza cardiaca), ipotensione, collasso cardiovascolare, che può portare ad arresto cardiaco.
I sintomi di inibizione della funzione cardiovascolare possono generalmente verificarsi a causa di una reazione vasovagale, soprattutto se il paziente è in posizione verticale.

Meno comunemente, possono derivare dall'effetto diretto del farmaco..


5) Reazioni locali - edema e infiammazione nel sito di iniezione, comparsa di zone ischemiche nel sito di iniezione (fino allo sviluppo della necrosi tissutale - con iniezione intravascolare accidentale); danno ai nervi (fino allo sviluppo della paralisi) - si verifica solo in violazione della tecnica di iniezione.


6) Effetti collaterali dovuti all'alterata sensibilità agli anestetici locali.


7) Idiosincrasia (ridotta sensibilità).


8) Vera allergia: arrossamento e prurito della pelle, congiuntivite, rinite, edema di Quincke di varia gravità (incluso gonfiore del labbro superiore e / o inferiore e / o delle guance, glottide con difficoltà a deglutire, orticaria, mancanza di respiro), shock anafilattico.

Reazioni allergiche incrociate tra anestetici:

  • Tra gli anestetici locali del gruppo I, si notano spesso reazioni allergiche crociate all'interno del gruppo.

In questo caso, vengono prescritti farmaci del secondo gruppo. Eccezioni: lidocaina - novocaina; lidocaina - benzocaina.

  • Tra i farmaci del gruppo II con una struttura simile (lidocaina, prilocaina e mepivacaina) sono anche possibili.
  • Fino a poco tempo fa, si riteneva che, con l'intolleranza agli anestetici locali del gruppo I, si potessero usare farmaci del gruppo II a causa dell'assenza di reazioni crociate tra gruppi. Tuttavia, ci sono segnalazioni della possibilità di sviluppare reazioni allergiche, tra cui anafilattiche, alla lidocaina (xicaina) con intolleranza alla novocaina, nonché alla benzocaina (anestesia) con intolleranza alla lidocaina.
  • Va tenuto presente che molti effetti collaterali degli anestetici locali, ad esempio edema nel sito di iniezione, ipotensione arteriosa, tachicardia, collasso, si trovano in reazioni allergiche e non allergiche a questi farmaci. Le reazioni allergiche con l'uso di anestetici locali spesso si sviluppano su additivi (bisolfito e acido parabenzoico, ecc.) Inclusi nella loro composizione.

    Supplementi anestetici:

    1) Vasocostrittori

    Vasocostrittori: aggiunti per aumentare l'efficacia dell'anestesia locale e per rallentare il flusso di anestetici nel flusso sanguigno.

    Adrenalina

    L'adrenalina è più comunemente usata..
    La diluizione relativamente sicura dell'adrenalina è la concentrazione che può essere fornita solo nei preparati di car pooling..

    norepinefrina

    La noradrenalina è meno comunemente usata come vasocostrittore..
    La noradrenalina, a differenza dell'adrenalina, è meno pericolosa nei pazienti con patologia cardiaca (malattia coronarica), ma esiste un rischio maggiore di sviluppare una crisi ipertensiva con ipertensione concomitante.
    Applicare invece di adrenalina per tireotossicosi e diabete.

    Controindicato nel glaucoma.

    Filipressina (octapressina)

    La filippina è una droga sintetica che non ha un effetto diretto sul cuore. L'effetto è associato al suo effetto diretto sui muscoli lisci delle navi.
    È controindicato durante la gravidanza, come può causare contrazioni miometriali.


    Effetti sistemici indesiderati dei vasocostrittori:

    • aumento della pressione sanguigna,
    • tachicardia,
    • disturbi del ritmo cardiaco,
    • attacchi di angina,
    • centralizzazione della circolazione sanguigna,
    • mal di testa.

    Gruppo a rischio quando si usano vasocostrittori: pazienti con glaucoma, tireotossicosi, diabete mellito; pazienti che assumono rauwolfin, ormoni tiroidei, antidepressivi triciclici, antidepressivi - inibitori MAO.

    2) Conservanti

    Parabeni (metil paraben - methyl hydroxybenzonate, ethyl paraben)

    Come conservanti vengono utilizzati esteri dell'acido paraidrossibenzoico (parabeni), che hanno effetti antibatterici e antifungini.
    Va ricordato che i parabeni fanno parte di varie preparazioni cosmetiche, creme, dentifrici e possono provocare dermatiti da contatto, quindi esiste un reale pericolo di allergia a un farmaco anestetico locale.

    L'acido paraaminobenzoico (PABA), che è un metabolita della novocaina, ha una struttura simile con i parabeni, che possono causare reazioni allergiche crociate.
    Molti farmaci (sulfamidici, antidiabetici orali, furosemide, ecc.) Sono derivati ​​del PABA..

    Pertanto, non è pratico utilizzare preparati contenenti parabeni da utilizzare per le allergie ai farmaci elencati.

    La presenza o l'assenza di parabeni in un anestetico locale è indicata dal produttore. I parabeni possono causare sensibilizzazione, shock anafilattico.


    3) Stabilizzatori

    I solfiti (sodio o disolfito di potassio) sono usati come stabilizzatori vasocostrittori.
    L'allergia ai solfiti è più comune nei pazienti con asma bronchiale (frequenza - circa il 5%), quindi è necessario prestare particolare attenzione durante il trattamento di tali pazienti.
    I solfiti causano edema, orticaria, broncospasmo attraverso recettori irritanti, nervi e riflessi vagali.

    Composizione di alcuni moderni anestetici locali:

    • lidocaina (xilocacaina) nei carpuli - contiene lidocaina, metilparaben, cloruro di sodio;
    • xilostesina F-forte nei carpuli - contiene lidocaina, noradrenalina cloridrato, solfito carbonico anidro, cloruro carbonico;
    • xylocaine MPF - una soluzione sterile apirogena senza metil paraben (nelle capsule);
    • fiale di xilocaino - contiene metil paraben;
    • xilocaina MPF con epinefrina - una soluzione sterile priva di pirogeno contiene xilocaina, epinefrina, metabisolfito di sodio, acido citrico;
    • mepivacaina (mepidont, mevirin, mepivastesin, scan-dicain, scandonest) - senza l'aggiunta di vasocostrittori, solfiti, parabeni;
    • ultracaina nei carpuli - contiene articaina, adrenalina (0,), disolfito di sodio, metilparaben;
    • ultracain D-c forte - contiene articaina, adrenalina (0,) e disolfito di sodio;
    • septanest - contiene solfiti, EDTA, non include parabeni;
    • ubistesin, ubistesin forte (a base di articaina, non contengono parabeni, ma contengono solfiti come conservante).

    Diagnostica

    Lolor Jr. et al., Città):

    1. Se sospetti un'allergia agli anestetici locali, cercano di non usarli. Tuttavia, è spesso impossibile rifiutare questi farmaci, poiché la loro sostituzione con anestetici generali aumenta il rischio di complicanze. Inoltre, alcuni degli anestetici locali (lidocaina, procainamide) sono prescritti per le aritmie e non possono sempre essere sostituiti con altri farmaci. In tutti i casi, è necessario confrontare il rischio di complicanze che può portare all'uso del farmaco, con le conseguenze negative del rifiuto.

    Se le reazioni precedenti (sia allergiche che non allergiche) sono state gravi, è necessario abbandonare completamente gli anestetici locali.

    3. In base all'anamnesi, è difficile valutare il rischio di reazioni allergiche, pertanto, se in passato l'uso di anestetici locali era accompagnato da reazioni, vengono eseguiti test cutanei e provocatori.

    Il paziente deve essere spiegato con quale scopo vengono eseguiti test cutanei e provocatori, avvertire di possibili complicanze e ottenere il consenso scritto per lo studio..

    5. Sebbene l'affidabilità dei test cutanei con anestetici locali non sia stata completamente stabilita, si consiglia di iniziare con la scelta di un mezzo sicuro per l'anestesia locale..

    6. L'anestetico locale utilizzato per i test cutanei e provocatori non dovrebbe causare reazioni crociate con il farmaco che in precedenza aveva causato allergie. Se il farmaco che ha causato la reazione allergica non è noto, viene scelto un test anestetico locale del gruppo II.

    Per evitare risultati falsi negativi, i preparati utilizzati per i test cutanei non devono contenere vasocostrittori. Per test e trattamenti provocatori, è meglio usare farmaci che includono vasocostrittori, poiché aumentano l'analgesico e limitano gli effetti sistemici degli anestetici locali e sono rare le reazioni allergiche a questi farmaci o ai solfiti aggiunti per stabilizzarli.

    8. I preparati di anestetici locali utilizzati per la pelle e i test provocatori non devono contenere esteri dell'acido paraossibenzoico (conservanti), poiché spesso causano reazioni allergiche.

    In caso di puntura negativa e test intradermici, viene eseguito un test provocatorio con un anestetico locale.

    I test provocatori vengono eseguiti sotto la supervisione di un allergologo con esperienza nel trattamento di gravi reazioni allergiche..

    Se il test provocatorio con un anestetico locale è negativo, il rischio di effetti collaterali del farmaco è minimo.

    Riferimenti:
    1. Zaikov, S.V. Il problema dell'allergia ai farmaci in anestesia / S.V. Zaikov, E.N. Dmitrieva // Farmacoterapia razionale. - - Numero 3.
    2. Lolor Jr., G. Immunologia clinica e allergologia / G. Lolor Jr., T. Fisher, D. Adelman: trans. con l'inglese., M., "Pratica", g. - con.
    3. Murzich, A.V. Allergia ai farmaci / A.V. Murzich, M.A. Golubev, A.D. Kruchinin // Giornale medico della Russia meridionale.

    - - No.
    4. Fesenko, V.S. Intossicazione con anestetici locali: vecchio pericolo, miti moderni, nuove droghe e il "proiettile d'argento" / V.S. Fesenko // Questioni cliniche. - - 4 (17).
    5. Allergia agli anestetici locali in odontoiatria. Mito o realtà? / Por a et al. // Allergologia et Immunopathologia. - - Vol
    6. Eggleston, S.T. Comprensione delle reazioni allergiche agli anestetici locali / S.T.

    Eggleston, L.W. Lush // Ann. Pharmacother - - V, No. - P
    7. Principi principali di patogenesi, diagnostica e prevenzione dell'allergia ai farmaci causati da anestetici locali / B.V. Machavariani et al. // Georgian Med. Notizie - - V - P
    8. Por D El-Qutob Reazione allergica causata da articaina / Por D El-Qutob a et al. // Immunopathologia. - - Vol
    9. Speca S.J. Reazioni allergiche a formulazioni anestetiche locali / S.J.

    Speca, S.G. Boynes, M.A. Cuddy // Dent. Clin. Nord Am. - - V, n. 4. - R

    Autore dell'articolo Allergologo A. Latysheva.

    Un antidolorifico efficace Ultracaine: istruzioni per l'uso in odontoiatria, possibili effetti collaterali e interazione con altri farmaci

    Se “Ultracain” viene usato insieme ad antidepressivi triciclici, l'effetto vasocostrittore dell'epinefrina può essere potenziato. Non utilizzare l'anestetico con beta-bloccanti contemporaneamente.

    Se combini "Ultracainum" con aspirina o eparina, aumenta la probabilità di sanguinamento.

    Con l'uso simultaneo di Ultracainum con narcotici per anestesia per inalazione, può svilupparsi aritmia.

    Costo e analoghi

    Puoi comprare Ultracain DS nelle farmacie in media per rubli per 10 fiale da 2 ml. L'imballaggio da cartucce da 1,7 avrà un costo in rubli in media. Il prezzo di una fiala di Ultracain è di circa 98 rubli.

    Gli analoghi di Ultracaine nella composizione sono soluzioni:

    • Primacaina con adrenalina;
    • Artifrin;
    • Cytocartin;
    • Alfacaine SP;
    • Ubistezin forte.

    Effetti farmacologici simili hanno droghe:

    "Ultracain" è un anestetico locale, che viene spesso utilizzato dai dentisti per vari tipi di interventi nella cavità orale.

    A causa della sua elevata efficienza e bassa tossicità, la soluzione è approvata per l'uso da parte di quei gruppi di pazienti per i quali sono controindicati altri anestetici.

    Attenzione! Solo oggi!

    Ti piace l'articolo? Iscriviti agli aggiornamenti del sito tramite RSS o resta sintonizzato su VKontakte, Odnoklassniki, Facebook, Twitter o Google Plus.

    Analisi Ultracain

    Fai una domanda e ottieni una consulenza gratuita con i medici. Per comodità, sono disponibili anche consultazioni nell'applicazione mobile. Non dimenticare di ringraziare i medici che ti hanno aiutato! Sul portale c'è un'azione "Grazie - è facile!"

    Sei un medico e vuoi consultare il portale? Dai un'occhiata al nostro come diventare consulente.

    Non automedicare. Solo un approccio responsabile e la consultazione con uno specialista medico aiuteranno ad evitare le conseguenze negative dell'automedicazione. Tutte le informazioni pubblicate sul portale Medihost sono solo indicative e non possono sostituire la visita di un medico. In caso di sintomi di malattia o malessere, consultare un medico in una struttura medica.

    La selezione e la prescrizione di farmaci può essere solo un professionista medico. Le indicazioni per l'uso e il dosaggio dei farmaci devono essere concordate con il medico.

    Il portale medico Medihost è una risorsa di informazioni e contiene solo informazioni di base. I materiali su varie malattie e metodi di trattamento non possono essere utilizzati dai pazienti per cambiamenti non autorizzati nel piano di trattamento e negli appuntamenti del medico.

    L'amministrazione del portale non si assume alcuna responsabilità per danni materiali e danni alla salute causati dall'utilizzo delle informazioni pubblicate sul sito Web Medihost.

    Ciao, come si chiamava esattamente l'analisi?

    Allergene IgE articaina / sangue venoso ultracain
    Ricerca su 1 tipo di reazione (sugli altri tipi che non garantiscono)
    Usato per rimuovere con lidocaina.
    Allergia ai peli di alcuni animali e lanugine.

    Molto probabilmente tutto andrà bene, sei allergico?

    Allergia ai peli di alcuni animali e lanugine

    Qual è questa analisi?

    Allergene IgE articaina / sangue venoso ultracain
    Ricerca su 1 tipo di reazione (sugli altri tipi che non garantiscono)
    Usato per rimuovere con lidocaina.

    Ciao! Con cosa hai trattato i denti prima??

    Solo la lidocaina rimuoveva i denti e veniva usata quando l'ateroma veniva rimosso

    Antidolorifici Sanofi aventis Ultracaine - Recensione

    Reazione allergica!

    Prima di me stesso, non conoscevo le allergie in generale, alle medicine in particolare. 4 giorni fa sono andato a curare i miei denti in una clinica rinomata e rispettata, dove ho compilato i profili necessari sulla mia salute e allergie. Quando il medico ha iniziato a iniettare Ultracain, ho avuto un gancio sinistro nel naso e nella regione del seno mascellare. In realtà, sono abbastanza paziente, ma l'ho guardato negli occhi. Quando dopo alcuni secondi il dolore è scomparso, ho sentito un intorpidimento istantaneo di metà del naso e della parte anteriore del viso (non ci sono lamentele su questo - si è congelato alla gloria!). Non mi piaceva la sensazione di un forte congelamento, inoltre, ho iniziato a perdere la realtà, il medico ha preso una serie di misure per riportarmi in senno, non ho sentito immediatamente l'odore di ammoniaca, ma più o meno mi è venuto in mente. Dopodiché, il dottore ha iniziato a praticare il trapano e ho sentito un forte mal di denti: l'area vicino all'orecchio e la mascella inferiore sono rimaste sensibili, hanno trattato i 7 inferiori (apparentemente, non sono entrati molto bene nel nervo). Ho dovuto aggiungere un anestetico, ma già diverso. Di conseguenza, il dente si "addormentò" e fu guarito.

    Un'ora dopo la prima iniezione, il gelo ha cominciato a retrocedere e ho iniziato a sentire il solletico nel naso (esattamente a sinistra, ad un certo punto). Successivamente il solletico si è intensificato, di conseguenza ho starnutito costantemente per 3 giorni! Sfortunatamente, con la mia sinusite cronica, qualsiasi starnuto, specialmente lungo, minaccia di trasformarsi in sinusite acuta, che può essere accaduta. Entro 4 giorni dall'inizio del trattamento, avevo dolori alle ossa del cranio della metà sinistra della testa, vertigini, dolore al contatto del seno mascellare a sinistra, ovviamente, naso che colava. Il quinto giorno mi sento meglio. Posso attribuire questi sintomi a un'esacerbazione della sinusite, a una reazione a Ultracain o ad entrambi..

    La prossima volta rifiuterò Ultracain. Decisamente! Spero che qualcuno legga le recensioni e tragga delle conclusioni, ma non mi sono preparato in anticipo per prendere questo rimedio, perché ho avuto la mia preziosa esperienza.