Allergia

Nutrizione

Trappole speciali intrappolano polline e spore dall'aria tutto il giorno. Otteniamo dati accurati unici da una stazione di monitoraggio del polline, elaborati utilizzando un metodo scientifico unico.

Pronto soccorso per le allergie a casa

L'allergia è una malattia insidiosa che può verificarsi in qualsiasi momento. Pertanto, le persone che soffrono di allergie e i loro cari cercano sempre di essere in allerta, per mantenere una scorta di medicina d'emergenza nel proprio armadietto dei medicinali a casa. Ma se fosse possibile prevedere tutte le possibili situazioni! Accade spesso che accanto a una persona che ha sviluppato un pericoloso sintomo allergico vi siano persone completamente impreparate. Ma in tempo e correttamente fornito il pronto soccorso per le allergie può salvare la vita di una persona.

Sintomi di allergie, in cui devi assolutamente chiamare un'ambulanza o contattare immediatamente un istituto medico:

  • - insufficienza respiratoria, comparsa di respiro corto;
  • - crampi alla gola, una sensazione di chiusura del tratto respiratorio;
  • - nausea e vomito;
  • - mal di stomaco;
  • - raucedine, comparsa di problemi con la parola;
  • - gonfiore, arrossamento, prurito di ampie aree del corpo;
  • - debolezza, vertigini gravi, sensazione di ansia;
  • - aumento della frequenza cardiaca e un forte battito cardiaco;
  • - perdita di conoscenza.

Le allergie possono essere lievi e gravi. Con le manifestazioni di una lieve forma di allergia - congiuntivite allergica, rinite o orticaria limitata, il paziente e i suoi parenti possono abbastanza farcela da soli.

Sintomi di una lieve reazione allergica:

  • - leggero prurito sulla pelle nell'area di contatto con l'allergene;
  • - lacrimazione e lieve prurito nella zona degli occhi;
  • - Rossore inespresso di un'area limitata della pelle;
  • - leggero gonfiore o gonfiore;
  • - naso che cola, congestione nasale;
  • - starnuti costanti;
  • - debolezza, vertigini gravi, sensazione di ansia;
  • - mal di gola, tosse;
  • - la comparsa di vesciche nell'area di una puntura di insetto.

1. Sciacquare abbondantemente con acqua calda l'area di contatto con l'allergene: naso, bocca, pelle.

2. Escludere ulteriori contatti con l'allergene..

3. Se si sviluppa una reazione allergica su una puntura d'insetto e una puntura rimane nell'area del morso, deve essere rimossa con cura.

4. Applicare un impacco freddo, ghiaccio sulla zona pruriginosa del corpo.

5. Prendi un antistaminico.

6. Se entro 2-3 ore le condizioni della persona peggiorano, chiamare un'ambulanza o andare in ospedale.

Le forme gravi di una reazione allergica includono:

  • L'edema di Quincke: uno spasmo dei muscoli respiratori e un attacco di soffocamento, una forma abbastanza comune di reazione allergica, più spesso nelle giovani donne;
  • shock anafilattico - una brusca diminuzione della pressione sanguigna, alterata microcircolazione del sangue negli organi, può svilupparsi dopo l'edema di Quincke;
  • orticaria generalizzata, eczema - segni dello sviluppo della sindrome da intossicazione.

Ci sono altre, più rare, reazioni allergiche, ad esempio la sindrome di Lyell - la variante più grave della dermatite bollosa allergica, il più delle volte è una reazione ai farmaci.

Sintomi di una forma grave di reazione allergica:

1. Edema di Quincke: insufficienza respiratoria, raucedine, tosse, convulsioni epilettiche, asfissia (soffocamento), gonfiore della pelle e delle mucose. Se non si fornisce assistenza medica in tempo, una persona potrebbe morire per soffocamento

2. Shock anafilattico: i sintomi dipendono dalla gravità della reazione allergica, può essere un'eruzione cutanea rossa, accompagnata da un forte prurito; gonfiore di occhi, labbra e arti; restringimento, gonfiore e crampi delle vie aeree; nodo alla gola, nausea e vomito; sapore di metallo in bocca; paura, ansia; un forte calo della pressione sanguigna, accompagnato da vertigini, debolezza e perdita di coscienza.

3. Orticaria: vesciche di un colore rosa brillante, una forte sensazione di bruciore e prurito dove sono comparse vesciche, mal di testa e febbre; i sintomi possono essere persistenti o ondulati per diversi giorni / mesi.

4. Eczema / eruzione cutanea grave: infiammazione degli strati superiori della pelle, prurito grave persistente. Un'eruzione cutanea pronunciata può manifestarsi sotto forma di dermatite atopica con arrossamento luminoso di alcune aree della pelle e grave gonfiore dei tessuti.

Edema di Quincke: il trattamento non deve essere ritardato in ogni caso, poiché questa condizione può precedere lo shock anafilattico.

  • - interrompere il flusso di allergene nel corpo;
  • - rifiuto di mangiare;
  • - l'introduzione di antistaminici;
  • - puoi dare una persona assorbenti, fare un clistere detergente.
  • Shock anafilattico:
  • - è necessario interrompere l'accesso all'allergene;
  • - porre la persona in modo tale da escludere la retrazione della lingua e l'ingestione di vomito;
  • - se possibile - sciacquare lo stomaco, fare un clistere detergente;
  • - applicare un laccio emostatico sopra il sito della puntura d'insetto;
  • - dare carbone attivo.
  • Orticaria:
  • - interrompere l'assunzione di farmaci;
  • - in caso di reazione allergica ai prodotti - assumere un sorbente;
  • - puoi dare un lassativo e lavare lo stomaco;
  • - quando un insetto morde, è necessario sbarazzarsi della fonte di veleno;
  • - in caso di allergia da contatto - rimuovere l'irritante dalla superficie della pelle.
  • Eruzione cutanea grave:
  • - Prima di determinare l'allergene, è possibile utilizzare agenti locali per trattare le eruzioni allergiche per alleviare gonfiore e prurito;
  • - inumidire le aree interessate con acqua fredda, applicare un impacco freddo.
  • È molto importante che la pelle venga a contatto solo con cotone naturale.

È severamente vietato fare:

  • Con lo sviluppo di gravi reazioni allergiche, non puoi
  • - lasciare la persona sola;
  • - mettere eventuali oggetti sotto la testa, in quanto ciò può portare ad un aumento dell'insufficienza respiratoria;
  • - somministrare farmaci antipiretici per condizioni febbrili.

Caratteristiche e caduta dell'allergia ai farmaci negli adulti e nei bambini

Un'allergia ai farmaci si sviluppa a causa di una maggiore sensibilità dell'immunità a un determinato tipo di sostanza. Il sistema protettivo inizia a produrre un gran numero di globuli bianchi quando il componente attivo penetra nel sangue. Esistono 2 tipi di danni che influenzano la patogenesi.

  1. Locale. Questo è prurito, bruciore, un'eruzione cutanea sulla pelle, che si forma quando si utilizza gel, crema, liquido, unguento. Se il prodotto ha una struttura spessa, presumibilmente introduce i componenti attivi nei tessuti molli, quindi la risposta si forma più forte.
  2. Sistemico Si verifica in risposta all'uso di compresse, capsule, supposte, iniezioni. Questa forma è più pericolosa, poiché gli allergeni vengono immediatamente trasferiti nel sangue. Si verificano reazioni sistemiche come shock anafilattico, edema di Quincke, orticaria (vedere "Che aspetto ha un'orticaria da bambino: cause, sintomi principali e cure di emergenza per lo sviluppo improvviso della malattia" e "Cause della comparsa di orticaria negli adulti, misure di trattamento e prevenzione").

Non è del tutto chiaro il motivo per cui la risposta immunitaria è perversa. Ma si suppone che le seguenti teorie di eziologia:

  • eredità;
  • l'uso da parte di una donna incinta di cibo di bassa qualità, sigarette, alcool, che porta a una predisposizione all'allergia ai farmaci nel feto;
  • malattie croniche che causano un malfunzionamento del sistema immunitario (diabete mellito, ipertiroidismo).

Quando i linfociti hanno raggiunto la lesione, i mediatori infiammatori iniziano a secernere. Questo influenza la fisiopatologia, provoca gonfiore, dolore, prurito, bruciore, arrossamento. Il gonfiore è così esteso che interferisce con la normale respirazione..

Quando viene studiata l'intolleranza ai farmaci, il medico deve scoprire su quali farmaci si forma il processo patologico. Molto spesso, l'ipersensibilità appare quando si utilizzano i seguenti gruppi:

Pertanto, i produttori di farmaci sono tenuti a scrivere sulla confezione la sostanza attiva e gli altri componenti presenti nel prodotto.

Se il paziente è allergico alle pillole, è necessario leggere la composizione e le istruzioni prima di acquistare. Quando si visita un medico o si sottopongono a procedure mediche, assicurarsi di avvisare dell'ipersensibilità.

Le reazioni locali e sistemiche sono accompagnate da un deterioramento del benessere. Il paziente è letargico, stanco, vuole costantemente dormire. Ogni giorno, sensazioni spiacevoli che si manifestano a vari livelli interferiscono con lui..

Diagnostica

Se compaiono sintomi, consultare un medico. Deve dire come appare l'allergia ai farmaci nei bambini o negli adulti..

Nella diagnosi, la determinazione dello stato esterno del paziente aiuta. Dimostra immediatamente che gli allergeni della droga sono entrati nel flusso sanguigno. Di solito, i sintomi compaiono immediatamente dopo che il farmaco è entrato nel corpo. Ma è meglio consultare un medico per descrivere i sintomi. Subirà una diagnosi completa delle allergie ai farmaci per eliminare il rischio di ulteriore ipersensibilità ad altre sostanze..

  1. Un allergologo esegue un esame generale. Identifica i sintomi di un'allergia ai farmaci o ad altre sostanze. Chiede al paziente, scopre quali sostanze ha usato di recente. Rileva se un adulto o un bambino ha una reazione al cibo, a fattori domestici.
  2. Analisi generale di urina e sangue. Questi sono test con cui viene determinato lo stato del sangue, il sistema immunitario. Determinare la funzionalità del tratto urinario. Se il paziente è allergico ai farmaci, i globuli bianchi saranno aumentati nell'analisi. Il numero di eosinofili supera il numero di altre cellule. Ma questo è visibile solo dal leucoformula dettagliato (vedere più in dettaglio "Come cambiano gli indicatori nell'analisi del sangue clinica generale per le allergie?").
  3. Esame del sangue per allergeni. Questo è un test che si svolge solo dopo 4 anni. Fino a questa età, lo stato del sistema immunitario è instabile, quindi è possibile ottenere dati falsi. La presenza di immunoglobuline contro i principali tipi di allergeni viene rilevata nel sangue. Ad esempio, proteine ​​del latte vaccino, polvere domestica, polline delle piante.
  4. Test delle allergie cutanee. Vari tipi di sostanze vengono applicati al polso di una persona. Se si verifica una reazione a una di esse entro 40 minuti, il motivo è stato trovato. Questo è un test specifico e affidabile. Un medico può rilevare molti allergeni che causano l'ipersensibilità al corpo..

Se, dopo le informazioni ricevute, il medico dubita della diagnosi, vengono prescritti test differenziali. Ad esempio, con un'infezione da stafilococco, si osserva anche un'eruzione cutanea. Pertanto, viene effettuata la cultura batteriologica. Se un'eruzione allergica proviene da un farmaco, il test sarà negativo..

Se viene rilevata un'allergia dopo i farmaci in un bambino, possono verificarsi gradualmente nuovi tipi di ipersensibilità. Ciò è dovuto al fatto che l'immunità si sta gradualmente sviluppando. Potrebbe rispondere in modo inappropriato ad altri gruppi di droghe o sostanze. Pertanto, si raccomanda di ripetere il test, soprattutto in presenza di gravi manifestazioni sistemiche.

Trattamento

Non tutte le persone sanno cosa fare con un'allergia ai farmaci. Prima vai da un allergologo o dermatologo. Dopo la diagnosi di metodi strumentali e di laboratorio. Come trattare dipende dalla causa della patologia.

Terapia farmacologica

Il trattamento delle allergie ai farmaci si riduce al rifiuto di usare il farmaco. Il paziente deve leggere la composizione di ciascun farmaco che acquista. È vietato utilizzare qualsiasi dose di allergene, altrimenti la condizione peggiorerà.

Se il paziente ha assunto il farmaco accidentalmente o intenzionalmente, si consiglia di utilizzare i seguenti metodi di trattamento:

  • somministrazione orale di antistaminici sotto forma di compresse per adulti o sciroppi, gocce per bambini (Zodak, Suprastin, ecc.);
  • iniettando un antistaminico per via intramuscolare o endovenosa (Suprastin);
  • iniezione di una sostanza ormonale, in caso di reazione sistemica a un farmaco (desametasone, idrocortisone);
  • unguenti, linimenti, gel, creme con un complesso antistaminico (vedi "Una varietà di creme nel trattamento delle allergie negli adulti e nei bambini") in presenza di eruzioni cutanee, prurito, irritazione e altre reazioni locali.

Il trattamento dell'allergia ai farmaci multivalente non finisce qui. Altri agenti sintomatici sono prescritti per alleviare i sintomi che compaiono:

  • antidolorifici locali e sistemici;
  • farmaci che aumentano la pressione sanguigna quando diminuisce durante lo shock anafilattico (adrenalina e suoi derivati);
  • preparati curativi con effetto idratante dopo gravi danni all'epidermide (Solcoseryl, Korneregel, ecc.);
  • crema idratante per pelli secche e danneggiate;
  • assorbenti che catturano l'antigene nel tratto digestivo, espellendolo senza penetrazione nella circolazione sistemica (Enterosgel, Polysorb, Smecta);
  • broncodilatatori, espandendo il lume dell'albero bronchiale con spasmi (Eufillin);
  • amministrazione endovenosa soluzione per fluidificare il sangue, aumentare la quantità di plasma in relazione a sostanze tossiche.

Questi fondi sono indicati solo per eliminare i sintomi dell'allergia ai farmaci nei bambini o negli adulti. L'unico metodo di terapia che può eliminare completamente la condizione patologica è la sensibilizzazione del corpo con allergeni (vedere "L'efficacia dell'uso dell'immunoterapia allergenica specifica (ASIT) nel trattamento delle allergie negli adulti e nei bambini"). Piccole dosi di allergeni vengono somministrate per via sottocutanea o endovenosa al paziente. La loro peculiarità è in quantità così piccole che non possono verificarsi reazioni locali e sistemiche. La tecnica viene eseguita solo in autunno o in inverno, quando non si osserva un'impennata di ipersensibilità. L'immunità per questo periodo è stabile, il numero di globuli bianchi è normale. A poco a poco, il dosaggio viene aumentato in modo che le cellule immunitarie si abituino alla presenza di una sostanza nel sangue. Se una qualsiasi quantità di antigene viene ingerita accidentalmente, non si verificherà alcuna reazione patologica..

C'è un altro risultato. Se una persona ha una reazione grave in risposta all'introduzione dell'antigene, dopo la stabilizzazione del corpo diminuirà. Ad esempio, in precedenza una persona aveva il broncospasmo, dopo il trattamento si osserva solo la rinite. Il gonfiore del tratto respiratorio superiore diventa impossibile.

Metodi di medicina tradizionale

La medicina tradizionale viene utilizzata solo con il permesso di un medico. Deve essere sicuro che il paziente non può manifestare ipersensibilità al metodo di trattamento utilizzato. I rimedi popolari si applicano solo ai componenti ausiliari. Il trattamento principale rimane con antistaminici e altri farmaci..

Il vantaggio del metodo folk in assenza di componenti chimici. Hanno una struttura estranea, quindi, effetti tossici sugli organi interni. Le erbe e altri rimedi naturali non possiedono questa proprietà..

Si raccomandano i seguenti rimedi, che hanno trovato grande popolarità tra le persone allergiche:

  • uso quotidiano di acqua di almeno 2 litri per aumentare la quantità di plasma sanguigno in relazione alle sostanze in esso contenute;
  • uso quotidiano di gusci d'uovo, macinati su un frullatore, che è considerato un adsorbente naturale che rimuove gli allergeni;
  • l'uso di miele, pappa reale, cera, che prevengono lo sviluppo di un'infezione secondaria dopo un fallimento del sistema immunitario;
  • applicare catrame sulla pelle con una reazione allergica all'epidermide;
  • decotti a base di erbe (camomilla, calendula, successione, farfara, corteccia di quercia), che vengono applicati all'interno, vengono applicati sulla pelle, sulle mucose per eliminare la reazione infiammatoria e il processo infettivo.

Misure preventive

Oltre all'uso di estratti di piante e altre sostanze, viene mostrato che una persona aderisce a determinate regole. Si consiglia di non uscire al sole durante il periodo di esacerbazione. I raggi ultravioletti influenzano negativamente l'epidermide, quindi un'eruzione cutanea, l'esantema si svilupperà più velocemente. Se il paziente soffre di orticaria, le aree della sua diffusione aumenteranno.

È necessario stabilire una dieta. Escludere quei prodotti che hanno un grande effetto sul tratto gastrointestinale e su altri organi. È meglio non mangiare cioccolato, uova, latte di vacca e altri tipi di allergeni forti. L'alcool non dovrebbe essere bevuto in nessuna quantità quando si osserva un'esacerbazione. Nella fase di remissione, è consentito utilizzarlo, ma in quantità limitata.

Vengono utilizzati solo cosmetici e prodotti per la cura decorativi naturali e di alta qualità. Non deve contenere sostanze che causano ipersensibilità al sistema immunitario. Non dovrebbero inoltre esserci componenti chimici che influenzano negativamente tutto il corpo, causando intossicazione. Le allergie cutanee si sviluppano rapidamente se il paziente utilizza cosmetici a basso costo.

Conclusione

Se il paziente ha una reazione ai farmaci, devono essere completamente esclusi dal kit di pronto soccorso. I medici spiegano che il più piccolo dosaggio di questo componente porta a un risultato imprevedibile dall'eruzione cutanea al broncospasmo, all'edema laringeo. Tali pazienti devono aderire alle regole quotidiane di prevenzione al fine di escludere una maggiore risposta immunitaria. Deve sempre avere un antistaminico in compresse o iniezioni per prevenire attacchi improvvisi.

Allergia ai farmaci: sintomi e trattamento

Cos'è l'allergia ai farmaci?

La malattia è un'intolleranza individuale al principio attivo del farmaco o uno degli ingredienti ausiliari che compongono il farmaco.

Un'allergia ai farmaci si forma esclusivamente sulla somministrazione ripetuta di farmaci. La malattia può manifestarsi come una complicazione che si verifica durante il trattamento di una malattia o come una malattia professionale che si sviluppa a seguito di un contatto prolungato con i medicinali.

Un'eruzione cutanea è il sintomo più comune dell'allergia ai farmaci. Di norma, si verifica una settimana dopo l'inizio del farmaco, è accompagnato da prurito e scompare pochi giorni dopo l'interruzione del farmaco.

Secondo le statistiche, il più delle volte l'allergia ai farmaci si verifica nelle donne, principalmente nelle persone di età compresa tra 31 e 40 anni, e la metà dei casi di reazioni allergiche è associata all'assunzione di antibiotici.

Se assunto per via orale, il rischio di allergia ai farmaci è inferiore rispetto alla somministrazione intramuscolare e raggiunge i suoi valori più alti se somministrato per via endovenosa.

Sintomi di allergia ai farmaci

Le manifestazioni cliniche di una reazione allergica ai farmaci sono divise in tre gruppi. In primo luogo, questi sono sintomi che compaiono immediatamente o entro un'ora dopo la somministrazione del farmaco:

  • orticaria acuta;
  • anemia emolitica acuta;
  • shock anafilattico;
  • broncospasmo;
  • L'edema di Quincke.

Il secondo gruppo di sintomi è costituito da reazioni allergiche di tipo subacuto, che si formano 24 ore dopo l'assunzione del medicinale:

  • esantema maculopapolare;
  • agranulocitosi;
  • febbre;
  • trombocitopenia.

E infine, l'ultimo gruppo include manifestazioni che si sviluppano per diversi giorni o settimane:

  • malattia da siero;
  • danno agli organi interni;
  • porpora e vasculite;
  • linfoadenopatia;
  • poliartrite;
  • artralgia.

Nel 20% dei casi, si verificano danni allergici ai reni, che si formano quando si assumono fenotiazine, sulfamidici, antibiotici, si verificano dopo due settimane e vengono rilevati come sedimenti patologici nelle urine.

Le lesioni epatiche si verificano nel 10% dei pazienti con allergie ai farmaci. Le lesioni del sistema cardiovascolare compaiono in oltre il 30% dei casi. I disturbi digestivi si verificano nel 20% dei pazienti e si manifestano come:

Con danni articolari, l'artrite allergica si osserva di solito durante l'assunzione di sulfamidici, antibiotici penicillinici e derivati ​​del pirazolone.

Descrizioni dei sintomi delle allergie ai farmaci:

Trattamento di allergia ai farmaci

Il trattamento delle allergie ai farmaci inizia con l'interruzione dell'uso del farmaco, che ha causato una reazione allergica. In casi lievi di allergia ai farmaci, è sufficiente semplicemente interrompere il trattamento, dopo di che le manifestazioni patologiche scompaiono rapidamente.

Spesso i pazienti hanno un'allergia alimentare, a seguito della quale hanno bisogno di una dieta ipoallergenica, con un consumo limitato di carboidrati, nonché l'esclusione dalla dieta di cibi che causano intense sensazioni gustative:

Allergia ai farmaci, manifestata sotto forma di angioedema e orticaria, e viene interrotta con l'uso di antistaminici. Se i sintomi allergici persistono, vengono utilizzati glucocorticosteroidi parenterali..

Di solito, le lesioni tossiche delle mucose e della pelle durante le allergie ai farmaci sono complicate da infezioni, a seguito di ciò, ai pazienti vengono prescritti antibiotici di un ampio spettro di azione, la cui scelta è un problema molto difficile.

Se le lesioni della pelle sono estese, il paziente viene trattato come un paziente ustionato. Pertanto, il trattamento delle allergie ai farmaci è un compito molto difficile..

Quali medici contattare per allergie ai farmaci:

Come trattare un'allergia ai farmaci?

Un'allergia ai farmaci può essere osservata non solo nelle persone che ne sono inclini, ma anche in molte persone gravemente malate. Allo stesso tempo, le donne sono più inclini alla manifestazione di allergie ai farmaci rispetto ai maschi. Può essere una conseguenza di un sovradosaggio assoluto di farmaci nei casi in cui è prescritto un dosaggio eccessivo.

Fai una doccia fredda e applica un impacco freddo sulla pelle irritata.
Indossa solo abiti che non irriteranno la tua pelle..
Calmati e cerca di mantenere un basso livello di attività. Al fine di ridurre il prurito sulla pelle, utilizzare un unguento o una crema destinata alle scottature solari. Puoi anche prendere un antistaminico..
Consultare uno specialista o chiamare un'ambulanza, soprattutto per la gravità dei sintomi. Nel caso in cui si manifestino sintomi di anafilassi (una forte reazione allergica, le condizioni del corpo iniziano ad avere una maggiore sensibilità, orticaria), quindi provare a mantenere la calma prima dell'arrivo del medico. Se puoi deglutire, prendi un antistaminico.
Se hai difficoltà a respirare e respiro sibilante, usa l'adrenalina o un broncodilatatore. Questi farmaci aiuteranno ad espandere le vie respiratorie. Sdraiati su una superficie piana (ad esempio sul pavimento) e solleva le gambe. Ciò aumenterà il flusso di sangue al cervello. In questo modo puoi sbarazzarti di debolezza e vertigini..
Un gran numero di reazioni allergiche ai farmaci scompare da solo pochi giorni dopo la cancellazione dei farmaci che hanno causato questa reazione. Pertanto, la terapia di solito si riduce al trattamento di prurito e dolore..
In alcuni casi, il medicinale può essere vitale e pertanto non può essere annullato. In questa situazione, si devono sopportare manifestazioni e sintomi di un'allergia, ad esempio con orticaria o febbre. Ad esempio, nel trattamento dell'endocardite batterica con penicillina, l'orticaria viene trattata con glucocorticoide.
Quando si verificano i sintomi più gravi e potenzialmente letali (reazione anafilattica), con difficoltà respiratorie o persino perdita di coscienza, viene somministrata epinefrina.
Di norma, il medico prescrive farmaci come steroidi (prednisone), antistaminici o bloccanti dell'istamina (famotidina, tagamet o ranitidina). In reazioni molto gravi, il paziente deve essere ricoverato in ospedale per terapia a lungo termine, nonché osservazione.

Allergie o effetti collaterali?

Quest'ultimo è spesso confuso con i concetti: "effetti collaterali sui farmaci" e "intolleranza individuale al farmaco". Gli effetti collaterali sono effetti indesiderati che si verificano quando si assumono farmaci in una dose terapeutica, come indicato nelle istruzioni per l'uso. Intolleranza individuale - questi sono gli stessi effetti indesiderati, solo non elencati nell'elenco degli effetti collaterali e sono meno comuni.

Classificazione delle allergie ai farmaci

Le complicazioni derivanti dall'azione dei farmaci possono essere divise in due gruppi:

  • Complicanze di insorgenza immediata.
  • Complicanze della manifestazione ritardata:
    • associato a un cambiamento di sensibilità;
    • non correlato ai cambiamenti di sensibilità.

Al primo contatto con l'allergene, non possono verificarsi manifestazioni visibili o invisibili. Poiché i farmaci vengono assunti raramente una volta, la risposta del corpo aumenta con l'accumulo dello stimolo. Se parliamo del pericolo per la vita, andiamo avanti complicazioni della manifestazione immediata.

L'allergia post-farmaco provoca:

  • shock anafilattico;
  • allergia cutanea da droghe, edema di Quincke;
  • orticaria;
  • pancreatite acuta.

La reazione può verificarsi in un periodo di tempo molto breve, da pochi secondi a 1-2 ore. Si sviluppa rapidamente, a volte alla velocità della luce. Richiede cure mediche di emergenza. Il secondo gruppo è spesso espresso da varie manifestazioni dermatologiche:

  • eritrodermia;
  • eritema essudativo;
  • eruzione cutanea da morbillo.

Sembra tra un giorno o più. È importante distinguere le manifestazioni cutanee di allergie da altre eruzioni cutanee nel tempo, comprese quelle causate da infezioni infantili. Ciò è particolarmente vero se c'è un'allergia al farmaco nel bambino..

Fattori di rischio allergico

I fattori di rischio per le allergie ai farmaci sono il contatto con i farmaci (la sensibilizzazione ai farmaci si trova spesso tra gli operatori medici e farmaceutici), l'uso prolungato e frequente di farmaci (l'uso continuo è meno pericoloso dell'uso intermittente) e la polifarmacia.

Inoltre, il rischio di allergie ai farmaci aumenta di:

  • onere ereditario;
  • malattie della pelle fungine;
  • malattie allergiche;
  • la presenza di allergie alimentari.

Vaccini, sieri, immunoglobuline estranee, destrani, come sostanze di natura proteica, sono allergeni a tutti gli effetti (causano la formazione di anticorpi nel corpo e reagiscono con essi), mentre la maggior parte dei farmaci sono apteni, cioè sostanze che acquisiscono antigene proprietà solo dopo la combinazione con siero o proteine ​​dei tessuti.

Di conseguenza, appaiono anticorpi che formano la base dell'allergia ai farmaci e quando viene reintrodotto l'antigene, si forma un complesso antigene-anticorpo che innesca una cascata di reazioni.

Qualsiasi farmaco può causare reazioni allergiche, inclusi farmaci antiallergici e persino glucocorticoidi. La capacità delle sostanze a basso peso molecolare di provocare reazioni allergiche dipende dalla loro struttura chimica e dalla via di somministrazione del farmaco.

Se assunto per via orale, la probabilità di sviluppare reazioni allergiche è inferiore, il rischio aumenta con la somministrazione intramuscolare ed è massimo con la somministrazione endovenosa di farmaci. Il più grande effetto sensibilizzante si verifica con la somministrazione intradermica di farmaci. L'uso di preparati di deposito (insulina, bicillina) porta spesso alla sensibilizzazione. La predisposizione atopica dei pazienti può essere ereditaria.

Cause delle allergie ai farmaci

La base di questa patologia è una reazione allergica che si verifica a causa della sensibilizzazione del corpo al principio attivo del farmaco. Ciò significa che dopo il primo contatto con questo composto, si formano anticorpi contro di esso. Pertanto, possono verificarsi gravi allergie anche con una minima iniezione del farmaco nel corpo, decine e centinaia di volte in meno rispetto alla normale dose terapeutica.

L'allergia ai farmaci si verifica dopo il secondo o il terzo contatto con la sostanza, ma mai immediatamente dopo il primo. Ciò è dovuto al fatto che il corpo ha bisogno di tempo per sviluppare anticorpi contro questo farmaco (almeno 5-7 giorni).

I seguenti pazienti sono a rischio di allergia ai farmaci:

  • usando l'automedicazione;
  • persone che soffrono di malattie allergiche;
  • pazienti con malattie acute e croniche;
  • persone immunocompromesse;
  • bambini piccoli;
  • persone con contatto professionale con le droghe.

Le allergie possono verificarsi a qualsiasi sostanza. Tuttavia, molto spesso appare ai seguenti medicinali:

  • siero o immunoglobuline;
  • farmaci antibatterici della penicillina e gruppi sulfanilamide;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • antidolorifici;
  • droghe, contenuto di iodio;
  • Vitamine del gruppo B;
  • antipertensivi.

Sono possibili reazioni incrociate a farmaci contenenti sostanze simili. Quindi, se sei allergico alla novocaina, può verificarsi una reazione ai farmaci sulfanilamide. La reazione ai farmaci antinfiammatori non steroidei può essere combinata con allergie coloranti alimentari.

Le conseguenze delle allergie ai farmaci

Per la natura delle manifestazioni e delle possibili conseguenze, anche i casi lievi di reazioni allergiche ai farmaci rappresentano potenzialmente una minaccia per la vita del paziente. Ciò è dovuto alla possibilità di una rapida generalizzazione del processo in condizioni di relativa insufficienza della terapia, il suo ritardo in relazione a una reazione allergica progressiva.

Pronto soccorso per le allergie ai farmaci

Il primo soccorso per lo sviluppo di shock anafilattico dovrebbe essere fornito in modo tempestivo e immediato. È necessario seguire il seguente algoritmo:

Interrompere l'ulteriore somministrazione del farmaco se il benessere del paziente peggiora.
Applicare ghiaccio sul sito di iniezione, che ridurrà l'assorbimento del farmaco nel flusso sanguigno.
Tritare questo luogo con adrenalina, che provoca anche vasospasmo e riduce l'assorbimento di una quantità aggiuntiva del farmaco nella circolazione sistemica. Per lo stesso risultato, un laccio emostatico viene posizionato sopra il sito di iniezione (indebolirlo periodicamente per 2 minuti ogni 15 minuti).
Per prendere misure per prevenire l'aspirazione e l'asfissia: il paziente viene posato su una superficie dura e la testa viene girata su un lato, la gomma e le protesi rimovibili vengono rimosse dalla bocca.
Stabilire l'accesso venoso installando un catetere periferico.
L'introduzione di una quantità sufficiente di liquidi per via endovenosa, mentre per ogni 2 litri è necessario inserire 20 mg di furosemide (questa è diuresi forzata).
Con una caduta di pressione insostenibile, viene utilizzato un mesaton..
Parallelamente, vengono introdotti corticosteroidi, che mostrano non solo attività antiallergica, ma aumentano anche la pressione sanguigna.
Se la pressione lo consente, cioè sistolica al di sopra di 90 mm Hg, viene somministrata difenidramina o suprastina (per via endovenosa o intramuscolare).

Allergia ai farmaci nei bambini

Nei bambini, le allergie spesso si sviluppano negli antibiotici, e più precisamente nelle tetracicline, nella penicillina, nella streptomicina e, meno comunemente, nelle cefalosporine. Inoltre, come negli adulti, può verificarsi anche con novocaina, sulfamidici, bromuri, vitamine del gruppo B, nonché quei farmaci che contengono iodio o mercurio. Spesso, durante una conservazione prolungata o impropria, i farmaci si ossidano, si decompongono e di conseguenza diventano allergeni..

Le allergie ai farmaci nei bambini sono molto più difficili degli adulti - un'eruzione cutanea comune può essere molto varia:

  • vescicolare;
  • urtikarnoy;
  • papulare;
  • bollosa;
  • vescicolare papulare;
  • eritema-squamous.

I primi segni di una reazione in un bambino sono un aumento della temperatura corporea, crampi e un calo della pressione sanguigna. Possono anche verificarsi interruzioni nel funzionamento dei reni, lesioni vascolari e varie complicanze emolitiche..

La probabilità di sviluppare una reazione allergica nei bambini piccoli in una certa misura dipende dal metodo di somministrazione del farmaco. Il pericolo maggiore è il metodo parenterale, che prevede iniezioni, iniezioni e inalazioni. Ciò è particolarmente possibile se ci sono problemi al tratto gastrointestinale, disbiosi o in combinazione con allergie alimentari..

Tali indicatori di farmaci come l'attività biologica, le proprietà fisiche, le caratteristiche chimiche svolgono anche un ruolo importante per il corpo del bambino. Aumentano le possibilità di sviluppare una reazione allergica della malattia, di natura infettiva, così come il lavoro indebolito del sistema escretore.

Il trattamento può essere effettuato in vari modi, a seconda della gravità:

  • la nomina di lassativi;
  • lavanda gastrica;
  • assunzione di farmaci antiallergici;
  • uso di enterosorbenti.

I sintomi acuti richiedono un ricovero urgente del bambino e, oltre al trattamento, ha bisogno di riposo a letto e di bere pesantemente.

È sempre meglio prevenire che curare. E questo è molto rilevante per i bambini, poiché il loro corpo è sempre più difficile da affrontare con qualsiasi tipo di disturbo rispetto a un adulto. Per questo, è necessario avvicinarsi attentamente e attentamente alla scelta dei farmaci per la terapia farmacologica e il trattamento dei bambini con altre malattie allergiche o diatesi atopica richiede un controllo speciale.

Se viene rilevata una reazione violenta del corpo sotto forma di sintomi spiacevoli a un particolare medicinale, la sua nuova somministrazione non dovrebbe essere consentita e queste informazioni devono essere indicate sul lato anteriore della scheda medica del bambino. I bambini più grandi devono sempre essere informati su quali farmaci possono avere una reazione indesiderata..

Diagnosi di allergie ai farmaci

Prima di tutto, al fine di identificare e stabilire una diagnosi di allergia ai farmaci, il medico raccoglie attentamente un'anamnesi. Spesso, questo metodo diagnostico è sufficiente per determinare con precisione la malattia. Il problema principale nella raccolta di anamnesi è una storia allergologica. E oltre al paziente stesso, il medico intervista tutti i suoi parenti sulla presenza di vari tipi di allergie in famiglia.

Inoltre, nel caso di non determinare i sintomi esatti o a causa della piccola quantità di informazioni, il medico esegue test di laboratorio per diagnosticare. Questi includono test di laboratorio e test provocatori. Il test viene eseguito in relazione a quei farmaci a cui si suppone si verifichi la reazione dell'organismo..

I metodi di laboratorio per diagnosticare le allergie ai farmaci includono:

  • metodo radio allergosorbente;
  • dosaggio immunoenzimatico;
  • Test basofilo di Shelley e sue varianti;
  • metodo di chemiluminescenza;
  • metodo di fluorescenza;
  • test per il rilascio di sulfidoleucotrieni e ioni di potassio.

In rari casi, la diagnosi di allergia ai farmaci viene eseguita utilizzando metodi di test provocatori. Questo metodo è applicabile solo quando non è possibile stabilire un allergene prendendo un'anamnesi o test di laboratorio. I test provocatori possono essere eseguiti da un allergologo in un laboratorio speciale dotato di dispositivi di rianimazione. Nell'odierna allergologia, il metodo diagnostico più comune per l'allergia ai farmaci è un test sublinguale.

Prevenzione delle allergie ai farmaci

È necessario con tutta la responsabilità di raccogliere la storia del paziente. Quando si identificano le allergie ai farmaci nella storia medica, è necessario notare i farmaci che causano una reazione allergica. Questi farmaci devono essere sostituiti da un altro che non ha proprietà antigeniche comuni, eliminando così la possibilità di allergia crociata.

Inoltre, è necessario scoprire se il paziente e i suoi parenti soffrono di una malattia allergica..

La presenza di rinite allergica, asma bronchiale, orticaria, febbre da fieno e altre malattie allergiche in un paziente è una controindicazione per l'uso di farmaci con gravi proprietà allergeniche.

Reazione pseudo-allergica

Oltre alle vere reazioni allergiche, possono verificarsi anche reazioni pseudoallergiche. Questi ultimi sono talvolta chiamati falsi allergici, non immunoallergici. Una reazione pseudo-allergica che è clinicamente simile allo shock anafilattico e richiede l'uso delle stesse misure vigorose è chiamata shock anafilattoide..

Non differendo nel quadro clinico, questi tipi di reazioni ai farmaci differiscono nel meccanismo di sviluppo. Con reazioni pseudoallergiche, non vi è alcuna sensibilizzazione al farmaco, quindi la reazione antigene-anticorpo non si svilupperà, ma c'è una liberalizzazione non specifica di mediatori come istamina e sostanze simili all'istamina.

Con una reazione pseudo-allergica, è possibile:

insorgenza dopo la prima somministrazione di droghe;
la comparsa di sintomi clinici in risposta all'assunzione di farmaci che sono diversi nella struttura chimica, e talvolta al placebo;
la somministrazione lenta del farmaco può prevenire una reazione anafilattoide, poiché la concentrazione del farmaco nel sangue rimane al di sotto di una soglia critica e il rilascio di istamina è più lento;
risultati negativi dei test immunologici con i farmaci appropriati.

Gli istaminolibratori includono:

  • alcaloidi (atropina, papaverina);
  • destrano, poliglucina e altri sostituti del sangue;
  • desferam (farmaco legante il ferro);
  • sostanze radiopache contenenti iodio per somministrazione intravascolare;
  • no-shpa;
  • oppiacei;
  • polimixina B;
  • solfato di protamina.

Un'indicazione indiretta di una reazione pseudo-allergica è l'assenza di una storia allergica gravata. Le seguenti malattie fungono da sfondo favorevole per lo sviluppo di una reazione pseudo-allergica:

  • patologia ipotalamica;
  • diabete;
  • malattie gastrointestinali;
  • malattia del fegato
  • infezioni croniche;
  • distonia vegetovascolare.

La polifarmacia e la somministrazione di farmaci a dosi che non corrispondono all'età e al peso corporeo del paziente provocano anche lo sviluppo di reazioni pseudoallergiche.

Domande e risposte sull'argomento "Allergia ai farmaci"

Domanda: io e mia madre abbiamo un'allergia ai farmaci (analgin, paracetamolo, aspirina, quasi tutti i farmaci antipiretici). I campioni di paracetamolo hanno mostrato neg. reazione. Come curarlo?

Risposta: è impossibile curare l'allergia ai farmaci. Devi solo escludere la loro ricezione.

Domanda: quali test e dove si possono fare per determinare gli allergeni per tutti i gruppi di farmaci? Sono allergico ai farmaci da più di dieci anni e non riesco a determinare quali. Per varie malattie, vengono prescritti diversi farmaci e non è possibile determinare quale particolare allergia, poiché vengono assunti lo stesso giorno. Allergia - l'orticaria in tutto il corpo, ma senza prurito, si manifesta dopo aver assunto la medicina dopo poche ore, all'inizio, febbre alta e solo il giorno successivo c'è un'eruzione cutanea sul corpo. Non riesco a determinare la temperatura da malattie o allergie. Precisamente allergico a finalgon, sinupret (prurito). Per favore, aiutami, ogni nuova medicina è una prova del mio corpo.

Risposta: non esistono analisi di questo tipo. La cosa principale nel determinare un'allergia ai farmaci è una storia allergologica, cioè le raccomandazioni si basano sulla tua esperienza con i farmaci. Alcuni test possono essere consegnati, ma questi sono test provocatori e sono possibili solo quando assolutamente necessario. Non esistono praticamente metodi di laboratorio affidabili per determinare l'allergia ai farmaci. A proposito di farmaci a cui sei decisamente allergico: Finalgon è un farmaco con un effetto irritante, spesso provoca reazioni allergiche, Siluprent è un preparato a base di erbe, qualsiasi erba nella sua composizione può causare allergie. Prova a fare un elenco dei medicinali che hai preso e in quale combinazione. Da questo elenco, un allergologo può determinare la causa dell'allergia e decidere se sono necessari test. In ogni caso, se non c'è bisogno urgente (una malattia molto grave), i farmaci devono essere assunti uno alla volta e monitorare la tua reazione.

Allergia ai medicinali: cause, sintomi e trattamento

Le reazioni allergiche sono la risposta iperimmune del nostro sistema immunitario a sostanze estranee (antigeniche). Quando alcune sostanze estranee vengono introdotte nel corpo, il sistema immunitario viene attivato, proteggendoci da sostanze che possono danneggiare il corpo. Una risposta iperimmune può portare a reazioni allergiche. Le medicine sono sostanze estranee e i loro vari componenti possono provocare una reazione del sistema immunitario in alcune persone..

Allergia al farmaco

Le reazioni allergiche ai farmaci sono simili a quelle derivanti dal consumo di cibi. La risposta del corpo, compresi i farmaci, può essere lieve, grave o addirittura fatale..

Sintomi principali

Le allergie possono manifestarsi come sintomi lievi, che includono:

  • prurito
  • eruzioni cutanee;
  • orticaria.

Segni più gravi sono gonfiore delle labbra, della lingua, mancanza di respiro (anafilassi), che può portare alla morte.

Altri segni e sintomi di allergia ai farmaci includono:

  • vertigini;
  • diarrea;
  • nausea
  • vomito
  • crampi addominali;
  • convulsioni
  • bassa pressione sanguigna
  • svenimenti.

Le allergie ai farmaci possono verificarsi sia durante che dopo la somministrazione. Ciò significa che possono verificarsi dopo la prima esposizione al farmaco o quando il farmaco viene ripreso in futuro..

Le allergie ai farmaci differiscono dagli effetti collaterali comuni come mal di testa o indigestione. Qualsiasi farmaco o componente nel farmaco può causare un'allergia..

I farmaci che più comunemente causano allergie includono:

  • penicillina e farmaci correlati;
  • farmaci solfati;
  • insulina;
  • iodio.

Altri farmaci che possono causare una risposta immunitaria includono:

  • aspirina (acido acetilsalicilico);
  • farmaci chemioterapici;
  • farmaci che sopprimono il sistema immunitario;
  • Medicinali per l'HIV.

A volte i sintomi allergici sono causati da un componente o sostanze utilizzate per confezionare o somministrare un farmaco. I componenti dei farmaci che comunemente causano allergie includono:

  • coloranti;
  • proteine;
  • lattice (guscio esterno di droghe).

Diagnosi di una reazione allergica

Le allergie ai farmaci sono difficili da diagnosticare. Un'allergia ai farmaci di tipo penicillina è l'unica che può essere definitivamente diagnosticata con un test cutaneo. Alcune reazioni farmacologiche, in particolare eruzione cutanea e asma, possono assomigliare a determinate malattie..

Per una corretta diagnosi, il tuo allergologo ha bisogno di risposte alle seguenti domande:

  • Quale droga sospetti?
  • Quando hai iniziato a prenderlo e hai smesso di prenderlo?
  • Per quanto tempo dopo aver preso il farmaco hai notato i sintomi e quali?
  • Quanto tempo sono durati i tuoi sintomi e cosa hai fatto per alleviarli?
  • Quali altri medicinali prendi?

Il tuo allergologo vorrà anche scoprire se hai un'intolleranza a qualsiasi altro farmaco. Se possibile, portare con sé un farmaco sospetto. Ciò aiuterà il medico a raccomandare alternative se necessario. Durante un esame fisico, cercherà segni insieme a cause non allergiche. A seconda del farmaco sospettato, l'allergologo può offrire un test cutaneo o, in casi limitati, un esame del sangue. Un esame del sangue può essere utile per diagnosticare sintomi gravi, soprattutto se il medico è preoccupato che diversi organi possano essere colpiti..

Test allergologici.

Nella maggior parte dei casi, vengono rilevate reazioni ai farmaci basate sull'uso a breve termine e sull'anamnesi. Se, dopo aver interrotto il farmaco, anche i sintomi si fermano; quindi la conclusione logica è che questo medicinale ha causato la risposta del corpo.

Il test cutaneo può anche essere usato per testare. Se questo è il medicinale di cui il paziente ha bisogno e non ci sono altre alternative, è possibile condurre un accurato test cutaneo per determinare se la persona è davvero allergica al farmaco.

Trattamento delle conseguenze

Dovresti consultare il tuo medico se sviluppi un'eruzione cutanea, prurito, orticaria o qualsiasi sintomo associato a un'allergia ai farmaci. Se il labbro o la lingua si gonfiano o se si soffre di respiro, contattare immediatamente il pronto soccorso. Il primo passo è quello di interrompere l'assunzione del farmaco che presumibilmente sta causando segni e sintomi..

Gli antistaminici o le creme steroidi sono destinati a sintomi della pelle come rash e prurito. Gli antistaminici e gli steroidi orali sono usati per i sintomi più gravi..

Gli antistaminici sono usati per gravi effetti allergici.

Per l'anafilassi pericolosa per la vita, che è associata a mancanza di respiro, l'adrenalina viene solitamente prescritta per via intramuscolare.

In situazioni in cui è necessario un farmaco e non ci sono alternative, un allergologo può provare a ridurre la sensibilità dell'individuo applicando gradualmente una quantità molto piccola del farmaco e aumentandone nel tempo.

Prevenzione delle allergie

È importante informare il medico di eventuali sintomi avversi che si verificano durante l'assunzione del medicinale. Assicurati di tenere un elenco di tutti i farmaci che stai attualmente assumendo e presta particolare attenzione se hai avuto reazioni passate a farmaci specifici. Condividi questo elenco con il tuo medico e discuti se eventuali medicinali specifici devono essere evitati..

Se hai una storia di risposta a diversi farmaci o hai sintomi gravi in ​​risposta al farmaco, un immunologo, spesso chiamato allergologo, diagnosticherà il problema e contribuirà a sviluppare un piano di protezione in futuro..

Desensibilizzazione dei farmaci.

Se non esiste un'alternativa adeguata all'antibiotico da cui si soffre di allergie, è necessario sottoporsi a desensibilizzazione del farmaco. Ciò include l'assunzione del farmaco in quantità crescente fino a quando non è possibile resistere alla dose richiesta con effetti collaterali minimi. Molto probabilmente questo sarà fatto in ospedale. La desensibilizzazione può aiutare solo se prendi il farmaco ogni giorno. Dopo aver smesso di prenderlo (ad esempio, quando termina il ciclo di chemioterapia), sarà necessario sottoporsi a desensibilizzazione una seconda volta se è necessario di nuovo il medicinale.

Risposta alla penicillina

Quasi tutti conoscono qualcuno che dice di essere allergico alla penicillina. Fino al 10 percento delle persone riferisce di avere effetti negativi dopo aver assunto questa classe di antibiotici ampiamente usata. Nel tempo, tuttavia, la stragrande maggioranza delle persone che una volta hanno avuto una grave reazione allergica alla penicillina perde la sensibilità e può essere trattata in modo sicuro con questo farmaco..

Comprendere come il corpo risponde alla penicillina è importante per una serie di motivi. In determinate condizioni, la penicillina è la migliore terapia per molte malattie. Alcuni pazienti hanno bisogno di penicillina perché sono allergici ad altri tipi di antibiotici..

Trattamento allergico alla penicillina.

Coloro che hanno gravi reazioni alla penicillina dovrebbero cercare cure di emergenza, che possono includere l'iniezione e il trattamento dell'adrenalina per mantenere la pressione sanguigna e la normale respirazione..

Gli individui che presentano sintomi più lievi possono essere trattati con antistaminici o, in alcuni casi, con corticosteroidi orali o iniettati, a seconda dei sintomi. È necessario visitare un allergologo per determinare il corretto corso del trattamento.

Che cos'è l'anafilassi?

L'anafilassi è una reazione grave e potenzialmente pericolosa per la vita che può colpire due o più organi contemporaneamente (ad esempio, se c'è gonfiore e mancanza di respiro, vomito e orticaria). In questo caso, consultare immediatamente un medico di emergenza. Di 'al team di ambulanze quale farmaco hai preso e il suo dosaggio.

Se una reazione allergica a un farmaco non è pericolosa per la vita, un allergologo può somministrare: un antistaminico o un farmaco antinfiammatorio non steroideo, come ibuprofene o aspirina, o un corticosteroide per ridurre l'infiammazione.

  • Le reazioni allergiche ai farmaci rappresentano il 5-10% di tutti gli effetti collaterali dei farmaci. Qualsiasi farmaco può causare una risposta indesiderata dal corpo..
  • I sintomi degli effetti collaterali includono tosse, nausea, vomito, diarrea e mal di testa.
  • I sintomi della pelle (es. Eruzione cutanea, prurito) sono la forma più comune di risposte allergiche ai farmaci..
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei, antibiotici, chemioterapici e inibitori sono cause comuni della risposta immunitaria..
  • Contrariamente al mito popolare, una storia familiare di reazioni a un particolare farmaco di solito non aumenta le possibilità di rispondervi..
  • In caso di gravi reazioni avverse, è importante consultare immediatamente un medico..

Domande e risposte

Dopo quanto tempo inizia la reazione farmacologica?

Il tempo varia da persona a persona. Alcune persone possono rispondere immediatamente, mentre altre possono assumere il farmaco più volte prima di sviluppare i loro primi sintomi. Di norma, i primi sintomi compaiono 1-2 ore dopo l'assunzione del medicinale, se non si ha una reazione ritardata più rara. I sintomi di queste risposte farmacologiche meno comuni includono febbre, gonfiore e talvolta dolori articolari..

I sintomi di allergia ai farmaci sono diversi dagli altri sintomi di allergia?

I sintomi delle allergie ai farmaci possono essere simili ad altre reazioni e comprendono orticaria o eruzioni cutanee, prurito, respiro sibilante, vertigini, vertigini, vomito e persino anafilassi.

Qual è il trattamento per l'allergia ai farmaci?

Come con la maggior parte delle altre allergie, è necessaria la terapia farmacologica primaria. Se ha una reazione al medicinale, è necessario un trattamento immediato. Il trattamento dipenderà dalla gravità dei sintomi. Se si verifica una reazione pericolosa per la vita chiamata anafilassi, vengono utilizzate un'iniezione di adrenalina e una chiamata in ambulanza..

Quali sono i sintomi dell'allergia alla penicillina??

I sintomi possono variare da lievi a gravi e includono:

  • orticaria,
  • edema - di solito intorno al viso,
  • gola gonfia,
  • dispnea,
  • tosse e respiro corto.

L'anafilassi è una minaccia meno comune ma più grave alla vita. Può improvvisamente svilupparsi, deteriorarsi rapidamente e diventare fatale. I sintomi possono includere quelli sopra elencati e uno dei seguenti:

  • Respirazione difficoltosa.
  • Gonfiore di labbra, gola, lingua e viso.
  • Capogiri e svenimenti o svenimenti.

Quali sono le allergie ai farmaci più comuni??

La reazione di penicillina è l'allergia ai farmaci più comune. Se hai una reazione allergica dopo aver assunto la penicillina, non avrai necessariamente una reazione simile ai farmaci ad essa associati, come l'amoxicillina. Ma è probabile che ciò accada..

Le allergie sono comuni anche quando si assumono anticonvulsivanti e aspirine, come l'acido acetilsalicilico.

Ero allergico alla penicillina durante l'infanzia. Lo avrò per la vita?

Non necessario. In effetti, fino all'80% degli adulti perderà l'allergia alla penicillina se evita di assumere il farmaco per 10 anni. È importante essere testati da un allergologo per determinare se si ha davvero un'allergia..

Quanto dura la desensibilizzazione??

Se il farmaco viene assunto quotidianamente, il tuo corpo rimane desensibilizzato. Se dopo aver trascorso più di 2 giorni, il tuo corpo “dimentica” lo stato sensibilizzato e può richiedere ripetute desensibilizzazioni.