LiveInternetLiveInternet

Cliniche

Un'allergia è una maggiore sensibilità a determinate sostanze che provoca fenomeni dolorosi. Un'allergia a un ripieno è piuttosto rara, ma ogni corpo umano è speciale e può reagire in modo diverso a una composizione di riempimento che gli è estranea. Qualsiasi materiale introdotto nel corpo umano dall'esterno può causare una reazione tossica.

Come si manifesta un'allergia a un riempimento e cosa può essere confuso?

Una reazione allergica al ripieno si manifesta con arrossamento e gonfiore delle gengive, dolore doloroso, un gusto atipico in bocca. Ma questi sintomi possono indicare le conseguenze del trattamento (soprattutto se è stato eseguito con la rimozione di un nervo o l'apertura chirurgica delle gengive) e le allergie causate da antidolorifici. In questi casi, le sensazioni spiacevoli scompaiono entro pochi giorni, di solito due o tre, meno spesso - settimane.

Se il dolore, il rossore e il gonfiore non si attenuano più a lungo, ciò indica la presenza di un'allergia a qualsiasi componente del materiale di riempimento. I sintomi possono attenuarsi durante l'assunzione di un farmaco antistaminico (antiallergico), ma poi riappariranno - dopo tutto, il contatto con l'allergene non si ferma. Inoltre, i sintomi peggiorano, forse un aumento della temperatura corporea, la comparsa di un'eruzione cutanea e prurito, la diffusione dell'edema in faccia.

Allergia a un riempimento temporaneo

Un riempimento temporaneo viene installato per un periodo da alcune ore a 2-3 settimane, principalmente con uno scopo diagnostico - per determinare quanto sia infetta la polpa (il tessuto neurovascolare del dente). Se il dolore persiste dopo il riempimento, il nervo dentale viene infiammato e rimosso. Inoltre, è possibile utilizzare un riempimento temporaneo per fissare un cuscinetto medico nella cavità dentale.

Per otturazioni temporanee di dentisti, vengono utilizzati cementi minerali di varie composizioni, paste polimeriche monocomponenti, pasta di dentina. Ogni componente dei materiali può causare allergie, anche se la probabilità di ciò è molto, molto piccola. In ogni caso, quando si sostituisce un sigillo temporaneo con uno permanente di composizione diversa, il contatto con un possibile allergene cesserà.

Allergia al riempimento permanente

Un sigillo permanente con il lavoro di qualità del dentista durerà per molti anni e persino decenni. I materiali per otturazioni sono utilizzati in un'ampia varietà di modi: dal cemento fosfato, che viene solitamente utilizzato nella fornitura di cure dentistiche gratuite, ai più moderni compositi fotopolimerizzabili di composizione complessa. E non un singolo materiale di riempimento, economico o costoso, sfortunatamente esclude le allergie. Nonostante il fatto che intere società stiano cercando di sviluppare una composizione completamente ipoallergenica per il sigillo, l'ideale non esiste ancora. La reazione individuale del corpo è imprevedibile.

Tipi di materiali per otturazioni

Quali componenti possono causare una reazione atipica del corpo? Il materiale che spesso causa allergie è l'amalgama. Questa è una lega di mercurio con argento e altri metalli, ora usata molto raramente, nonostante la sua forza. Questo materiale di riempimento ha perso la sua posizione non solo a causa della tossicità - contrariamente alla credenza popolare, l'amalgama non emette una quantità pericolosa di mercurio nel corpo umano, è abbastanza sicuro. Ma ci sono troppe reazioni allergiche ad esso e una reazione atipica non appare immediatamente (i cosiddetti sintomi "ritardati"), ma un'allergia ai metalli è una delle più potenti. In Europa è vietato l'uso dell'amalgama in odontoiatria.

Le otturazioni in oro sono anche una lega metallica, un'allergia a tale sigillo è possibile, ma è estremamente rara.

Guarnizione in plastica acrilica (metil acrilato) - un materiale che è stato recentemente considerato l'ultima alternativa ai metalli. Ma ora la plastica acrilica viene raramente utilizzata dai dentisti, è di breve durata e tossica e supera tutti i materiali di riempimento nel numero di reazioni allergiche - circa un terzo dei pazienti ha mostrato una reazione atipica a questo materiale.

I compositi polimerizzanti chimici sono obsoleti, sviluppati negli anni '70 del secolo scorso, ma, insieme alle otturazioni di cemento, sono utilizzati nell'odontoiatria gratuita. La composizione di resine sintetiche e polvere di quarzo, miscelata immediatamente prima dell'installazione nella cavità orale, si indurisce in pochi minuti. La resina, un materiale artificiale, è un forte allergene.

Il sigillo fotopolimerizzante (fotopolimero) è un composito che si indurisce sotto una lampada a raggi ultravioletti. Questo materiale, apparso relativamente di recente in odontoiatria, è costituito da un polimero, un riempitivo minerale (vetroceramica o biossido di silicio) e un legante. Viene realizzato tenendo conto dei requisiti di ipoallergenicità. L'American Dental Association ha registrato solo poche decine di casi di allergie da otturazioni leggere - questa è una piccola percentuale del numero di pazienti trattati.

Sigillo in ceramica (porcellana). La ceramica è considerata completamente ipoallergenica o, come affermano i medici cauti, materiale a cui non era allergico. Ma un riempimento in ceramica, o linguetta, è incollato al dente con adesivo e fissato con cemento composito, e questi materiali sono possibili allergeni.

Cosa fare se si sospetta un'allergia?

Non automedicare, in questo caso non usare inutili metodi di medicina tradizionale. Un allergene persistente può causare gravi complicazioni..

In caso di dolore e gonfiore in corso, consultare un dentista ed escludere la possibilità di un processo infiammatorio associato all'intervento dentale. Se il dentista dopo aver esaminato la cavità orale conferma che il trattamento è stato eseguito correttamente e i sintomi non sono correlati alle manipolazioni, è necessario visitare un allergologo-immunologo per fare un test per un campione del materiale di riempimento utilizzato per il trattamento e selezionare materiale alternativo.

Prevenzione delle allergie alle otturazioni

La migliore protezione contro una reazione allergica al riempimento è la prevenzione della carie. La cura orale regolare, la corretta pulizia dei denti, l'uso di stuzzicadenti e filo interdentale per rimuovere i detriti alimentari in luoghi inaccessibili al pennello sono regole semplici e ben note che possono non solo aiutare a sembrare belle, ma anche evitare interventi dentali, il che significa possibile reazioni allergiche alle otturazioni.

Le allergie dentali sono così rare che questa reazione allergica è rimasta praticamente inesplorata finora. Pertanto, qualsiasi gonfiore e arrossamento dopo l'installazione di un riempimento dentale in primo luogo può essere considerato come una reazione allergica. La reazione allergica in persone diverse procede in modo diverso e si verifica su diversi stimoli..

Le allergie possono verificarsi a qualsiasi materiale composito incluso nel sigillo. I principali sintomi - arrossamento, gonfiore e dolore nell'area del dente trattato - nei primi giorni sono davvero simili ai sintomi del processo infiammatorio nelle gengive o alla reazione del corpo alle manipolazioni eseguite. Ma se il dolore non si calma entro 3-4 giorni e l'edema non si attenua, è necessario consultare uno specialista. In questo caso, ci sono tutti i prerequisiti per una possibile reazione allergica..

Il dolore che si verifica dopo il trattamento può avere una diversa natura di insorgenza. Questa può essere una reazione del corpo alle misure adottate dal dentista per pulire i canali o rimuovere i nervi. Una reazione sotto forma di dolore può verificarsi al trattamento delle gengive o dell'area intorno al naso. Questi dolori sono temporanei e, in assenza di irritazione, il dolore scompare nel tempo. Il dolore allergico durerà fino a quando vi sarà un contatto diretto con l'allergene.

Materiali di riempimento ipoallergenici

I sigilli sono di due tipi: temporanei e permanenti.

Set temporaneo in modo che dopo un po 'il medico possa rimuoverlo facilmente. Chiudono il medicinale, che viene inserito nel dente. Lo mettono nel caso in cui il medico non è sicuro che dopo un po 'il dente dovrà essere riaperto.

Le otturazioni permanenti, a seconda della loro composizione e struttura, servono per anni o addirittura decenni. Sono classificati in base ai materiali da cui sono preparati. Questi materiali possono essere allergeni..

I materiali più anallergici sono il cermet, la porcellana e l'oro. Le reazioni allergiche ai cermet e alle porcellane sono impossibili e un'allergia all'oro è estremamente rara..

Le otturazioni in fusione d'oro raramente causano reazioni allergiche, ma hanno un costo molto elevato. La durata delle otturazioni in oro fuso è di circa 15 anni. Le otturazioni in porcellana sono realizzate in porcellana ordinaria. Questo materiale non provoca allergie. Le otturazioni in porcellana (ceramica) sono molto resistenti; non differiscono nel costo da quelle in fusione di oro. A differenza dell'oro, hanno un vantaggio: non hanno una netta differenza di colore dallo smalto naturale dei denti, come accade con l'oro.

Sigillo di amalgama

Le otturazioni in amalgama hanno una struttura solida, la loro durata di servizio raggiunge i 15 anni. Ma sono loro che possono causare reazioni allergiche. Includono argento, mercurio, stagno, rame e zinco. Qualsiasi di queste sostanze, in particolare il mercurio, nonché le sostanze che svolgono la funzione di legame di questi componenti, possono servire da allergeni. Una grande quantità di rame viene aggiunta al moderno amalgama, tali amalgami sono chiamati alto rame.

Le otturazioni in amalgama d'argento non possono solo causare allergie. Quando un sigillo d'oro e d'argento viene inserito in due denti adiacenti, può insorgere un conflitto tra i due metalli attraverso la saliva. Un sintomo di questo conflitto sarà un forte mal di denti, questo fenomeno è anche chiamato shock galvanico. Di conseguenza, il dolore si attenua, ma l'amalgama crollerà nel tempo. La saliva, lavando entrambi i metalli, creerà una coppia galvanica, in cui l'oro funge da catodo e l'argento come anodo. L'anodo fornirà gradualmente elettroni al catodo, facendo dissolvere l'anodo (amalgama). Questo fenomeno non ha nulla a che fare con le allergie, ma presenta sintomi simili..

Sigillo composito e vetroionomerico

Le otturazioni composite sono spesso utilizzate nello studio dentistico. Il loro vantaggio principale è un prezzo basso. La sua durata non supera i 5 anni. È costituito da sabbia di quarzo finemente dispersa e resina sintetica (plastica). Le allergie ai ripieni compositi sono molto più comuni rispetto alle amalgame. Una reazione allergica può causare resina sintetica. La resina sintetica nella sua composizione è un materiale completamente artificiale. Allergenico assolutamente tutte le resine sintetiche.

Il riempimento con vetroionomero è un tipo moderno di cemento dentale. In precedenza, tali cementi erano ampiamente utilizzati nello studio dentistico. Il moderno vetroionomero impedisce il ripetersi della carie. Può servire abbastanza a lungo se non lo si installa sulla superficie da masticare del dente. Tutte le otturazioni composite contenenti polimeri per legare i cementi dentali, nonché i coloranti che conferiscono ai polimeri artificiali il colore dello smalto, sono allergeni. Alto, rispetto ad altri, le proprietà allergeniche saranno possedute da tutte le otturazioni composite, indipendentemente dal metodo del loro indurimento: chimico o leggero.

Sintomi di un'allergia a un riempimento dentale, trattamento

Il sintomo principale di una reazione allergica al materiale di riempimento sono le reazioni locali, come gonfiore delle gengive, dolore costante acuto o dolente nel sito del trattamento dentale, arrossamento. Oltre ai sintomi locali, possono verificarsi sintomi comuni alla reazione allergica, come eruzioni cutanee, prurito, pelle secca.

Non è efficace trattare le allergie al materiale di riempimento a casa. Rivolgersi a un medico specialista aiuterà a identificare la causa dell'allergia, se presente, con l'aiuto di test, analisi, consultazioni con specialisti. Quando si conferma un'allergia ai materiali dentali, il dentista cambierà il sigillo precedentemente installato con uno meno allergenico. Inoltre, saranno prescritti farmaci per alleviare l'irritazione, il gonfiore e il dolore per alleviare i sintomi locali. Il trattamento complesso prescritto con farmaci e l'osservanza di tutte le misure preventive aiuteranno ad evitare una reazione allergica ripetuta in futuro..

Tutto è iniziato con il fatto che nell'aprile dello scorso anno, come ho detto sopra, ho messo questo sigillo, un mese dopo ho avuto un naso che colava al mattino, starnuti, uno stato di influenza ed è durato per mezz'ora o un'ora. Quindi tutto è andato fino al mattino successivo. Sono stato trattato con antibiotici, ciprolet, amoxacillina, quindi sono stato testato per la sensibilità agli antibiotici con un tampone nasale e il risultato più grande ha mostrato ofloxin. Dopo aver preso la seconda pillola, ho avuto la prima mancanza di respiro e respiro sibilante. Hanno chiamato un'ambulanza e mi hanno messo in pneumologia. Lì, i medici non sono stati in grado di determinare la diagnosi di bronchite o asma. È stato curato per 10 giorni con ceftriaxone 2 volte al giorno e dimesso. Il giorno dopo sono arrivato al reparto neurologico con un forte dolore alla schiena e alla gamba destra, pentossifillina e vitamine, B6 e B12, da cui avevo anche mancanza di respiro, mi hanno trattato. Il dolore non è passato. Non riuscivo a camminare nel dolore. È stata sottoposta a tomografia computerizzata e imaging a risonanza magnetica, ha trovato una sporgenza di dischi L3-L4 L4-L5 e un'ernia mediana di 0,5 cm della regione lombosacrale. Il trattamento non ha aiutato, è solo peggiorato. E così periodicamente durante questo periodo mi sono sdraiato in ospedale. Poi ho preso un appuntamento con il professore, mi ha prescritto Actovegin, gocciolava per un mese e il dolore cessava. I medici hanno detto che con tali sporgenze il dolore non può essere come il mio, ma non sono stati in grado di determinare la causa della mia condizione. A dicembre sono stato nuovamente ricoverato in ospedale con una temperatura di 40. Ho fatto una TAC della mia testa e, con una diagnosi di pansinusite, sono stato mandato ad avere punture del seno mascellare. Le punture sono state fatte per 3 giorni. Successivamente, starnuti, naso che cola e febbre sono passati. Durante tutto l'anno, come ho scritto sopra, la conta dei leucociti (fino a 16), il fadiatop, le proteine ​​reattive e l'immunoglobulina sono sopravvalutate, il che suggerisce che anche lo sfondo allergico è aumentato. Sono stato esaminato in un allergocenter per i parassiti, la sindrome di Cushing, poiché c'erano striature, cortisolo, ormoni e infezioni da HP sul mio corpo per escludere l'opzione della pseudo-allergia HP. Per me va tutto bene. Ha anche testato per allergeni respiratori, alimentari e farmacologici. Esiste solo un'allergia farmacologica alle vitamine del gruppo B e C e analgesici non steroidei come il declofinac, l'aspirina, ma la specificità del test ha mostrato il 65%. Adesso i dottori mettono la bronchite atopica, quindi l'asma. Una settimana fa, ho seguito un corso di desametasone, ketotifene, bevuto secrazolo, ho assunto Seretide per il secondo mese e asmenol ha assunto 10 mg per un anno. C'è stato un forte deterioramento, tosse e mancanza di respiro, ma dopo il desametasone e l'aumento del dosaggio di seretide da 500 a 1000, mi sono sentito meglio. Oggi era all'appuntamento dal dottore, ha ascoltato i suoi polmoni e ha detto che non c'erano sibili. In quel momento, quando iniziò l'allergolizzazione del corpo, non accadde nulla di nuovo, tranne che per il riempimento dei denti, né nel mio ambiente, né nel mio corpo.

  1. Problemi generali
  2. Allergia agli anestetici dentali, diagnosi differenziale
  3. Reazioni allergiche e non allergiche ai componenti dell'anestesia generale
  4. Reazioni allergiche ai farmaci usati dopo la chirurgia dentale
  5. Allergia ai materiali impiantabili, diagnosi differenziale
  6. Opzioni rare per l'angioedema della cavità orale
  7. Allergia dentale e prevenzione delle allergie ai prodotti
  8. Letteratura

Problemi generali

In odontoiatria, una vasta gamma di farmaci viene utilizzata per iniezione e somministrazione orale e materiali impiantabili che rimangono nella cavità orale per molti anni.

Medicinali usati in odontoiatria:

  • anestetici locali,
  • anestesia generale,
  • farmaci antinfiammatori non steroidei usati per alleviare il dolore dopo la chirurgia dentale,
  • antibiotici per la prevenzione delle complicanze dopo interventi dentali.

Questi farmaci possono causare vere allergie ai farmaci, che si sviluppano più spesso nelle reazioni allergiche di tipo I, ma sono possibili altri meccanismi..

Spesso durante gli interventi dentali, corpi estranei metallici e polimerici vengono impiantati nella cavità orale, causando allergia da contatto, che si verifica più spesso nelle reazioni allergiche di tipo IV.

Un certo numero di farmaci anestetici generali può anche causare pseudoallergie, in cui il rilascio di mediatori dell'infiammazione allergica è causato direttamente da una sostanza farmacologica senza la partecipazione del sistema immunitario.

Allergia agli anestetici dentali, diagnosi differenziale

Gli anestetici locali per alleviare il dolore durante gli interventi dentali sono usati molto spesso..

Secondo la letteratura, una vera reazione allergica agli anestetici locali si sviluppa, di regola, in base al tipo di reattina. Meno comunemente, si sviluppa secondo il meccanismo immunocomplesso delle reazioni allergiche..

Inoltre, gli anestetici locali tendono a causare reazioni pseudoallergiche attivando il sistema della chinina con lo sviluppo di angioedema (1).

La sensibilizzazione allergica è possibile sia sul farmaco stesso che su conservanti o altri additivi al farmaco, ad esempio solfiti (6).

Nota: se si avvertono eccitazione, aritmia, tremori e ansia, questi possono essere segni di anafilassi sistemica

La sensibilizzazione agli anestetici locali viene acquisita sia con interventi medici con il loro uso, sia con l'uso indipendente di unguenti locali, supposte rettali, farmaci per il mal di stomaco e altri farmaci contenenti anestetici.

Inoltre, molti anestetici locali sono in grado di provocare una reazione allergica crociata con farmaci antibatterici sulfanilamide, farmaci antidiabetici sulfomourea e diuretici (2).

All'interno del gruppo, gli anestetici locali per origine chimica sono divisi in etere e ammide. Se un'allergia agli anestetici eterei è comune, la sensibilizzazione agli anestetici ammide è meno comune (2).

Le reazioni allergiche incrociate tra i gruppi sono rare, ma è stata descritta una sensibilizzazione simultanea ad entrambi i gruppi di farmaci (5).

Le manifestazioni cliniche della reazione agli anestetici sono spesso eruzioni cutanee come orticaria, reazioni tossiche allergiche con maculature generalizzate e papule. In casi gravi, sono possibili reazioni con l'aggiunta di eruzioni vescicolari e bollose, ipertermia, danni agli organi interni e al sistema nervoso centrale.

Le manifestazioni più gravi sono lo sviluppo di shock anafilattico con un calo della pressione sanguigna e compromissione della coscienza, lo sviluppo di condizioni potenzialmente letali, nonché la sindrome di Stevens-Johnson e la sindrome di Lyell (1).

Si ritiene che lo sviluppo di allergie o altre reazioni avverse all'anestesia sia la causa più comune di improvvisa malattia acuta e morte tra gli adulti sani (6).

La diagnosi di un'allergia agli anestetici locali viene effettuata da un allergologo-immunologo che raccoglie con cura un'anamnesi. Il medico scopre tutte le precedenti reazioni allergiche a farmaci e altri allergeni che un paziente può incontrare in una struttura medica. Ad esempio, il lattice e tutti i farmaci assunti dal paziente.

Se possibile, il medico analizza copie dei protocolli di anestesia per gli interventi passati e la presenza di malattie allergiche nel paziente.

Viene eseguita la diagnostica: i prik-test cutanei e i test intradermici sono limitatamente utilizzati all'estero, in Russia in alcune istituzioni il test di frenatura dell'emigrazione dei leucociti naturali è limitato, tuttavia l'efficacia di questo test è ambiguamente valutata da specialisti (1, 6).

I metodi diagnostici di laboratorio comprendono la determinazione di IgE specifiche per gli allergeni dei farmaci, un test per il rilascio specifico di triptasi dai mastociti (6).

Tuttavia, l'accuratezza di questi test diagnostici è bassa, poiché la reazione allergica potrebbe non essere dovuta al farmaco stesso, ma ai prodotti della sua conversione nel fegato. La sensibilizzazione al farmaco può verificarsi nell'intervallo tra il test diagnostico e il successivo intervento dentale..

La diagnosi è ostacolata dalla possibile allergia agli eccipienti nella preparazione sopra menzionata e da una serie di altri motivi (6). Dovresti analizzare attentamente la storia della reazione all'anestesia..

Sintomi di anafilassi sistemica:

  • worrylessly,
  • tremore,
  • pallore,
  • disturbi del ritmo cardiaco.

Questi disturbi possono essere associati all'effetto terapeutico dell'adrenalina, che si trova spesso tra gli eccipienti nel farmaco. Le violazioni possono anche verificarsi a causa dell'influenza dell'etere e degli anestetici ammidici sul ritmo cardiaco (un numero di rappresentanti di anestetici locali adattati per la somministrazione sistemica sono usati come farmaci antiaritmici cardiologici).

Non dovremmo dimenticare l'effetto dello stress sperimentato dal paziente prima del prossimo intervento dentale doloroso (4).

L'edema nella cavità orale, che può essere scambiato dal dentista per l'angioedema, può infatti essere il risultato di un processo infiammatorio a causa della malattia stessa o associato a un'operazione.

Pertanto, gli anestetici locali non possono essere esclusi in base ai sintomi clinici osservati dal dentista e ai risultati dei test di laboratorio che possono essere falsi positivi..

Dopo che un paziente è stato sottoposto ad anestesia, il paziente deve essere consultato da un allergologo-immunologo. Infine, i test provocatori consentono di stabilire o escludere la presenza di un'allergia all'anestetico al momento (6).

Reazioni allergiche e non allergiche ai componenti dell'anestesia generale

Le manifestazioni cliniche di reazioni allergiche e pseudoallergiche sopra descritte sono possibili anche con l'uso dell'anestesia generale per interventi dentali estesi e molto dolorosi..

Le vere reazioni allergiche possono causare molti farmaci come parte dell'anestesia, prima di tutto, questi sono bloccanti degli impulsi neuromuscolari (N-anticolinergici).

La sensibilizzazione a questi farmaci è possibile a causa dell'allergia crociata ai componenti dell'igiene e dei prodotti cosmetici e dei tensioattivi nei detergenti, quindi una storia medica qualificata da un allergologo-immunologo è importante per la diagnosi..

La diagnosi cutanea e i test intradermici vengono spesso utilizzati per diagnosticare allergie a questi farmaci all'estero..

I test provocativi forniscono anche una risposta definitiva sulla presenza o l'assenza di allergie (6).

Gli analgesici oppioidi raramente causano una vera allergia, tuttavia, hanno le proprietà degli pseudo-allergeni a causa dell'effetto liberatore di istamina e dell'attivazione del sistema del complemento (1).

Reazioni allergiche ai farmaci usati dopo la chirurgia dentale

I farmaci antinfiammatori non steroidei prescritti dal dentista per alleviare il dolore dopo un precedente intervento odontoiatrico e terminare l'anestesia locale possono causare una vera allergia o esacerbazione di una malattia respiratoria indotta dall'aspirina. Questo può manifestarsi sotto forma di un attacco di asma bronchiale o orticaria generalizzata e angioedema (1, 2).

Gli antibiotici prescritti per prevenire le complicanze possono causare vere reazioni allergiche di gravità variabile.

Anche i metodi diagnostici specifici di laboratorio (determinazione di IgE specifiche, rilascio specifico di triptasi) non sono affidabili.

I test cutanei (prik test e test intradermici) sono sviluppati solo per gli antibiotici beta-lattamici - penicilline, cefalosporine, carbapenemi e monobactam (1, 6).

Allergia ai materiali impiantabili, diagnosi differenziale

Molti interventi dentali sono accompagnati dall'impianto di corpi estranei nella cavità orale che possono causare allergie da contatto. Si tratta di otturazioni dentali, impianti dentali, protesi dentarie e rimedi per correggere la malocclusione.

Per diagnosticare un'allergia ai metalli e alla dentiera dell'impianto, viene eseguito un patch test con allergeni da contatto

I metalli, le loro leghe e i composti chimici possono spesso causare una reazione di tipo ritardato, i composti polimerici possono anche causare una reazione mediata da IgE (11, 12).

I fenomeni di dermatite da contatto sui componenti metallici delle protesi sono stati descritti per la prima volta nel 1966 da Foussereau e Langier.

Allergeni causativi
  • amalgami di mercurio (una lega di mercurio con stagno, argento, zinco e rame),
  • rame,
  • zinco,
  • palladio,
  • cobalto,
  • stagno, cromo e nichel,
  • acciaio inossidabile.

Le frequenti reazioni allergiche agli amalgami di mercurio hanno portato al fatto che oggi non vengono utilizzati come materiale di riempimento (12).

L'allergia da contatto con l'oro è rara ed estremamente raramente con il platino (9, 12).

La sensibilizzazione viene acquisita durante la presenza prolungata di un allergene nella cavità orale o può essere associata al precedente utilizzo di gioielli in metallo. È anche possibile in caso di allergie alle amalgame di mercurio dopo che i tatuaggi sono stati applicati sulla pelle..

Sono descritti casi di assenza di allergia all'impianto di materiali dal nichel in pazienti con sensibilizzazione confermata al nichel. Ciò è spiegato dalla presenza del fenomeno della tolleranza orale (12).

Un altro gruppo di allergeni nei materiali impiantabili dentali sono i materiali organici polimerici.

Molto spesso, il metil acrilato è incluso nei materiali di riempimento e nelle protesi (10, 11).

Le manifestazioni cliniche sono individuali in ciascun paziente. Molto spesso si tratta di reazioni lichenoidi simili a manifestazioni orali di lichen planus.

Nella cavità orale si possono notare elementi reticolari (reticolari), atrofici, erosivi e squamosi localizzati più spesso attorno al materiale impiantato. Nella maggior parte dei casi le eruzioni si risolvono spontaneamente dopo la rimozione del materiale impiantato e si ripresentano quando si tenta di impiantarlo di nuovo (12).

Un metodo per confermare la diagnosi è un patch test con allergeni da contatto (8, 9, 12).

Tuttavia, al momento, i sistemi diagnostici per lo svolgimento di patch test non vengono forniti alla Russia..

Ciò rende difficile confermare la diagnosi e la diagnosi differenziale con processi infiammatori non specifici causati dall'intervento o associati all'effetto meccanico del materiale impiantato con errori nella sua installazione, infezione secondaria.

Per il trattamento, è spesso sufficiente rimuovere l'impianto, meno spesso è necessario ricorrere alla nomina di corticosteroidi sistemici o corticosteroidi topici in presenza di eruzioni cutanee.

Opzioni rare per l'angioedema della cavità orale

L'intervento dentale può diventare una esacerbazione della malattia con lo sviluppo di edema persistente con localizzazione nel viso e nel tratto respiratorio superiore con la possibilità di sviluppare un'ostruzione potenzialmente letale del tratto respiratorio superiore. Ciò è possibile se il paziente ha un angioedema ereditario o acquisito angiodema sullo sfondo di malattie autoimmuni e oncologiche, nonché sullo sfondo della scarsa tolleranza dei farmaci cardiaci dal gruppo di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina,

Se è nota la presenza di una tale patologia nel paziente, viene eseguita una premedicazione con iniezioni di farmaci specifici.

La coppettazione di tale angioedema è fondamentalmente diversa dalla coppa di angiodema allergico e altri angioedema causati dall'istamina (3).

Allergia dentale e prevenzione delle allergie ai prodotti

Sulla base di quanto precede, le condizioni che si verificano durante o dopo gli interventi dentali non sono sempre il risultato di allergie ai farmaci o dermatiti allergiche da contatto.

Possono essere causati dall'effetto terapeutico laterale del farmaco, dalla presenza di un processo infiammatorio dovuto alla malattia di base o associato all'intervento, dall'influenza di fattori psicologici e da altri motivi.

La diagnosi eccessiva di allergia ai farmaci, anche in odontoiatria, continua ad essere un problema (7). Pertanto, i pazienti con una precedente reazione ai farmaci dentali o se sospettano una manifestazione di allergia da contatto cronica a materiali dentali impiantati nella cavità orale devono essere consultati da un immunologo-immunologo.

Se il paziente ha malattie allergiche, vengono pianificati interventi dentali durante il periodo di assenza di esposizione agli allergeni. Ad esempio, con la pollinosi non vengono eseguiti durante la spolverata di piante causalmente significative..

Le reazioni ai prodotti dentali possono essere difficili e la mancanza di metodi accurati per la loro diagnosi specifica rende imprevedibili tali reazioni..

A questo proposito, se esiste il rischio di reazioni allergiche ai preparati dentali, la premedicazione viene eseguita prima dell'intervento con l'introduzione di corticosteroidi parenterali e antistaminici.

I pazienti con una storia di allergia ai farmaci hanno bisogno di cure in studi dentistici con presenza di attrezzature per la rianimazione e un rianimatore al loro interno (6)

L'odontoiatria per noi è di solito una foresta oscura. Andiamo dal dottore solo quando cucina. E socchiudendo gli occhi, aspettiamo che il processo spiacevole sia finito. Certo ci sono persone che stanno attente. Chiudono qualsiasi buco nel dente non appena appare la carie. E lo stanno facendo bene. Un'infezione in bocca provoca molte malattie. Questo vale per la digestione, il nervo trigemino e la microflora, ecc..

È difficile per chi soffre di allergie. La reazione al sigillo può iniziare sia in poche ore che in un giorno. E i dentisti sono diversi, alcuni non vogliono partecipare alla cerimonia. E devono essere convinti di essere allergici e di non poter chiudere il dente, qualunque cosa.

È vero, ci sono buone cliniche e buoni siti su Internet, dove tutto è sicuramente registrato. Quale riempimento e in quali casi chiudere il dente.

Un dente con un nervo vivo e un foro situato vicino al nervo è riempito con materiale Fuji moderno 9 o 8. È medico e può essere usato come rivestimento. Tale materiale viene messo anche ai bambini..

Se il nervo è già rimosso nel dente e il foro è grande, non è possibile trovare materiale migliore del carisma. Questo è un materiale forte, ma non viene inserito in un dente vivo, perché può essere tossico per un nervo.

Esistono altri materiali ipoallergenici per otturazioni, che provengono da una serie di glassomer.

Un piccolo foro, vicino al collo del dente sotto la gengiva o sulla superficie esterna del dente anteriore, è chiuso con polimeri. Questo sigillo è forte e resistente..

Per rimuovere il nervo, l'arsenico non viene più depositato per tre giorni. In cliniche decenti fanno un'iniezione e lo stesso rimuovono il nervo e puliscono i canali, depongono un riempimento temporaneo e quando il dolore al dente si calma, lo chiudono permanentemente.

Invece di un apparecchio a raggi X, viene utilizzato un risografo. Le radiazioni di questo dispositivo sono meno dannose per la salute e l'immagine è maggiore.

Voglio dare un altro consiglio se il dente fa male, non correre a chiuderlo definitivamente, è meglio mettere un sigillo temporaneo e attendere che il dolore si attenui. Se continui a sentirti molto male, non aspettarti che tutto andrà via da solo. A volte un dente può essere salvato se il nervo viene rimosso in tempo, ma le persone iniziano tutto così tanto che rimane solo per rimuovere l'intero dente. Non fare affidamento su un medico, chiedere, consultare diversi medici, controllare l'intero processo, è nel tuo interesse.

R.S. I test allergologici per anestetici vengono eseguiti dal sangue. Si raccolgono da una vena in una provetta, quindi danno il resuotato finito dalla stessa. Con questo metodo, una persona non accumula anticorpi contro gli allergeni.

Dopo aver visitato il dentista e aver riempito il dente, molti pazienti possono avvertire gonfiore e arrossamento delle gengive, dolore doloroso e disagio. Di solito questa è solo una reazione del corpo al trattamento, che si svolge entro 2-3 giorni. Ma ci sono eccezioni. Il fatto è che una piccola percentuale di persone ha un'allergia rara e ancora poco studiata al materiale di riempimento.

I segni di un'allergia sono molto simili alla solita reazione al riempimento: arrossamento delle gengive nell'area del riempimento, dolore costante e doloroso, gonfiore, tuttavia l'allergia stessa non scompare, quindi se questi sintomi durano per più di 3 giorni, dovresti consultare un dentista. Solo un dentista può determinare se si tratta di un'allergia o di qualsiasi altra complicazione dopo il trattamento. In rari casi, un'allergia provoca un attacco di asma bronchiale.

L'automedicazione è inaccettabile qui, nessuna medicina tradizionale aiuterà e, anche se il paziente ha un'idea di cosa sia un'allergia e quali farmaci aiutano a liberarsene, è impossibile far fronte a questo tipo di allergia da soli, perché l'unico modo efficace di trattamento qui è rimuovere le otturazioni e riempire nuovamente il dente altro materiale ipoallergenico per il paziente o un trattamento medico specializzato, che può essere prescritto solo da uno specialista.

L'allergia più comune ai coloranti del materiale, se il sigillo è fatto di cermet o porcellana, quindi un'allergia ad esso è impossibile, perché questi materiali sono assolutamente ipoallergenici. Un'allergia all'oro è estremamente rara, ma argento, ferro, plastica e tutti i tipi di leghe abbastanza spesso causano reazioni allergiche. Il più pericoloso è il nitrito di titanio..

Sfortunatamente, identificare un'allergia al materiale di riempimento prima di riempire un dente è piuttosto difficile. Non sono stati ancora prelevati campioni di sangue, quindi i test cutanei sono l'unico rimedio disponibile. Un po 'di materiale è legato al polso del paziente e il giorno successivo il dentista verifica la presenza di sintomi negativi sulla pelle: eruzione cutanea, arrossamento, gonfiore, tuttavia, tali test non sempre forniscono un quadro accurato, poiché una reazione allergica può verificarsi solo 10-14 giorni dopo il trattamento.

Tuttavia, se il paziente ha conosciuto reazioni allergiche a qualsiasi prodotto medico e metallo, tali test devono essere eseguiti prima di riempire il dente.

Prima o poi, ogni persona deve andare dal dentista per riempire il dente. Nella maggior parte dei casi, questa procedura va senza problemi, ma ci sono eccezioni. Dopo aver installato le otturazioni, le gengive possono gonfiarsi e arrossarsi, nella zona del dente sorgono dolore e semplicemente sensazioni spiacevoli. A volte ha una forma temporanea e termina in 2-3 giorni. Ma in alcune situazioni, un'allergia al materiale di riempimento può manifestarsi in questo modo.

In questa fase del tempo, un tale problema esiste solo in casi isolati e per impedirne lo sviluppo, è necessario visitare regolarmente il dentista ai fini di un esame di routine, quindi la necessità di installare otturazioni sarà significativamente ridotta.

L'allergia alle labbra dopo il trattamento dentale è rara

Tipi di reazioni al materiale di riempimento

Una reazione allergica è la suscettibilità del corpo a vari tipi di sostanze (allergeni), che provoca reazioni negative.

Nel corpo, in questa condizione, vengono prodotti anticorpi che riducono o aumentano la suscettibilità all'allergene. Ma, nonostante il corpo alle prese con gli allergeni e usando solo materiali di alta qualità nel settore dentale, può ancora verificarsi una reazione allergica.

Edema facciale dopo il riempimento

Oggi si distinguono i seguenti tipi di reazioni allergiche ai materiali utilizzati nella sfera dentale:

  • tossico
  • cancerogeno;
  • teratogeno;
  • allergia stessa;
  • mutazione.

Sintomi di allergia ai componenti utilizzati in odontoiatria

In caso di allergia al materiale di riempimento, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • arrossamento e gonfiore delle gengive;
  • dolore nell'area del dente pieno, contribuendo ad un aumento della temperatura;
  • distruzione del tessuto vicino al dente che è stato riempito.

Gengive gonfie e bruciore vicino al ripieno

Esistono reazioni allergiche meno pronunciate al riempimento:

  • un assaggio di metallo;
  • c'è una sensazione di bruciore nelle guance, nella lingua e nella mucosa;
  • la bocca può avere un sapore amaro, acido e salato;
  • salivazione abbondante;
  • gola infiammata;
  • possono verificarsi eruzioni cutanee su guance, palpebre, naso e labbra;
  • c'è la sensazione che i bronchi siano compressi;
  • si verificano attacchi asmatici;
  • si sviluppa la stomatite.

Allergia nel cielo - lo sviluppo della stomatite

Come identificare le allergie prima del riempimento

È difficile scoprire un'allergia esistente al materiale dentale, poiché questo argomento è poco compreso. L'unica via d'uscita sono i test cutanei. Per fare questo, prendi il materiale che verrà utilizzato per installare il sigillo, legalo su un filo al polso e lascialo per un giorno. La comparsa di prurito o arrossamento indica una reazione allergica. È importante capire che questo esperimento non fornisce una garanzia di veridicità al 100%..

Per quanto riguarda le manifestazioni di allergie, può verificarsi immediatamente o dopo un certo tempo.

Test allergico per materiali dentali

Ma per uno qualsiasi dei suoi segni, è necessario contattare l'odontoiatria (per rimuovere la struttura) e un allergologo (per identificare la causa di tale reazione).

La cosa principale è non tirare in modo che la condizione non peggiori.

Dovrebbe essere chiaro che anche se si verifica una reazione allergica a uno dei tipi di materiali per otturazioni, è possibile optare per un altro materiale (ancora meno qualità). Un dentista professionista troverà una soluzione ai problemi dentali in qualsiasi situazione.

Materiali che molto spesso causano reazioni allergiche

Molto spesso, una reazione allergica si manifesta nella vernice, che viene utilizzata per creare materiali dentali.

Va notato che la vernice viene utilizzata solo durante l'installazione di otturazioni ordinarie e metalliche, nel caso della porcellana, il rischio di allergie è quasi zero.

Ciò è dovuto al fatto che la porcellana è ipoallergenica per il riempimento dentale.

Complicanze nella diagnosi di allergie

In questa fase del tempo, ci sono diverse sfumature che possono complicare la diagnosi di allergie:

  • se il materiale per otturazioni è esterno al dente;
  • se il medico è incompetente (questo accade più spesso).

Eruzione cutanea intorno alla bocca dopo il riempimento

Nel mondo moderno ci sono molti metodi popolari per curare le allergie, ma non dovresti fidarti di loro. È meglio andare subito dal medico, è più sicuro e aiuterà a risolvere i problemi più velocemente.

Va ricordato che la chiave per uno smaltimento rapido ed efficace di una reazione allergica è identificare la causa che l'ha causata.

Iscriviti Tieniti aggiornato con le ultime notizie sul nostro sito web.

Le allergie dentali sono così rare che questa reazione allergica è rimasta praticamente inesplorata finora. Pertanto, qualsiasi gonfiore e arrossamento dopo l'installazione di un riempimento dentale in primo luogo può essere considerato come una reazione allergica. La reazione allergica in persone diverse procede in modo diverso e si verifica su diversi stimoli..

Le allergie possono verificarsi a qualsiasi materiale composito incluso nel sigillo. I principali sintomi - arrossamento, gonfiore e dolore nell'area del dente trattato - nei primi giorni sono davvero simili ai sintomi del processo infiammatorio nelle gengive o alla reazione del corpo alle manipolazioni eseguite. Ma se il dolore non si calma entro 3-4 giorni e l'edema non si attenua, è necessario consultare uno specialista. In questo caso, ci sono tutti i prerequisiti per una possibile reazione allergica..

Il dolore che si verifica dopo il trattamento può avere una diversa natura di insorgenza. Questa può essere una reazione del corpo alle misure adottate dal dentista per pulire i canali o rimuovere i nervi. Una reazione sotto forma di dolore può verificarsi al trattamento delle gengive o dell'area intorno al naso. Questi dolori sono temporanei e, in assenza di irritazione, il dolore scompare nel tempo. Il dolore allergico durerà fino a quando vi sarà un contatto diretto con l'allergene.

Materiali di riempimento ipoallergenici

I sigilli sono di due tipi: temporanei e permanenti.

Set temporaneo in modo che dopo un po 'il medico possa rimuoverlo facilmente. Chiudono il medicinale, che viene inserito nel dente. Lo mettono nel caso in cui il medico non è sicuro che dopo un po 'il dente dovrà essere riaperto.

Le otturazioni permanenti, a seconda della loro composizione e struttura, servono per anni o addirittura decenni. Sono classificati in base ai materiali da cui sono preparati. Questi materiali possono essere allergeni..

I materiali più anallergici sono il cermet, la porcellana e l'oro. Le reazioni allergiche ai cermet e alle porcellane sono impossibili e un'allergia all'oro è estremamente rara..

Le otturazioni in fusione d'oro raramente causano reazioni allergiche, ma hanno un costo molto elevato. La durata delle otturazioni in oro fuso è di circa 15 anni. Le otturazioni in porcellana sono realizzate in porcellana ordinaria. Questo materiale non provoca allergie. Le otturazioni in porcellana (ceramica) sono molto resistenti; non differiscono nel costo da quelle in fusione di oro. A differenza dell'oro, hanno un vantaggio: non hanno una netta differenza di colore dallo smalto naturale dei denti, come accade con l'oro.

Sigillo di amalgama

Le otturazioni in amalgama hanno una struttura solida, la loro durata di servizio raggiunge i 15 anni. Ma sono loro che possono causare reazioni allergiche. Includono argento, mercurio, stagno, rame e zinco. Qualsiasi di queste sostanze, in particolare il mercurio, nonché le sostanze che svolgono la funzione di legame di questi componenti, possono servire da allergeni. Una grande quantità di rame viene aggiunta al moderno amalgama, tali amalgami sono chiamati alto rame.

Le otturazioni in amalgama d'argento non possono solo causare allergie. Quando un sigillo d'oro e d'argento viene inserito in due denti adiacenti, può insorgere un conflitto tra i due metalli attraverso la saliva. Un sintomo di questo conflitto sarà un forte mal di denti, questo fenomeno è anche chiamato shock galvanico. Di conseguenza, il dolore si attenua, ma l'amalgama crollerà nel tempo. La saliva, lavando entrambi i metalli, creerà una coppia galvanica, in cui l'oro funge da catodo e l'argento come anodo. L'anodo fornirà gradualmente elettroni al catodo, facendo dissolvere l'anodo (amalgama). Questo fenomeno non ha nulla a che fare con le allergie, ma presenta sintomi simili..

Sigillo composito e vetroionomerico

Le otturazioni composite sono spesso utilizzate nello studio dentistico. Il loro vantaggio principale è un prezzo basso. La sua durata non supera i 5 anni. È costituito da sabbia di quarzo finemente dispersa e resina sintetica (plastica). Le allergie ai ripieni compositi sono molto più comuni rispetto alle amalgame. Una reazione allergica può causare resina sintetica. La resina sintetica nella sua composizione è un materiale completamente artificiale. Allergenico assolutamente tutte le resine sintetiche.

Il riempimento con vetroionomero è un tipo moderno di cemento dentale. In precedenza, tali cementi erano ampiamente utilizzati nello studio dentistico. Il moderno vetroionomero impedisce il ripetersi della carie. Può servire abbastanza a lungo se non lo si installa sulla superficie da masticare del dente. Tutte le otturazioni composite contenenti polimeri per legare i cementi dentali, nonché i coloranti che conferiscono ai polimeri artificiali il colore dello smalto, sono allergeni. Alto, rispetto ad altri, le proprietà allergeniche saranno possedute da tutte le otturazioni composite, indipendentemente dal metodo del loro indurimento: chimico o leggero.

Sintomi di un'allergia a un riempimento dentale, trattamento

Il sintomo principale di una reazione allergica al materiale di riempimento sono le reazioni locali, come gonfiore delle gengive, dolore costante acuto o dolente nel sito del trattamento dentale, arrossamento. Oltre ai sintomi locali, possono verificarsi sintomi comuni alla reazione allergica, come eruzioni cutanee, prurito, pelle secca.

Non è efficace trattare le allergie al materiale di riempimento a casa. Rivolgersi a un medico specialista aiuterà a identificare la causa dell'allergia, se presente, con l'aiuto di test, analisi, consultazioni con specialisti. Quando si conferma un'allergia ai materiali dentali, il dentista cambierà il sigillo precedentemente installato con uno meno allergenico. Inoltre, saranno prescritti farmaci per alleviare l'irritazione, il gonfiore e il dolore per alleviare i sintomi locali. Il trattamento complesso prescritto con farmaci e l'osservanza di tutte le misure preventive aiuteranno ad evitare una reazione allergica ripetuta in futuro..

Allergia al riempimento dentale

Le allergie possono verificarsi a qualsiasi materiale composito incluso nel sigillo. I principali sintomi - arrossamento, gonfiore e dolore nell'area del dente trattato - nei primi giorni sono davvero simili ai sintomi del processo infiammatorio nelle gengive o alla reazione del corpo alle manipolazioni eseguite. Ma se il dolore non si calma entro 3-4 giorni e l'edema non si attenua, è necessario consultare uno specialista. In questo caso, ci sono tutti i prerequisiti per una possibile reazione allergica..

Il dolore che si verifica dopo il trattamento può avere una diversa natura di insorgenza. Questa può essere una reazione del corpo alle misure adottate dal dentista per pulire i canali o rimuovere i nervi. Una reazione sotto forma di dolore può verificarsi al trattamento delle gengive o dell'area intorno al naso. Questi dolori sono temporanei e, in assenza di irritazione, il dolore scompare nel tempo. Il dolore allergico durerà fino a quando vi sarà un contatto diretto con l'allergene.

Materiali di riempimento ipoallergenici

I sigilli sono di due tipi: temporanei e permanenti.

Set temporaneo in modo che dopo un po 'il medico possa rimuoverlo facilmente. Chiudono il medicinale, che viene inserito nel dente. Lo mettono nel caso in cui il medico non è sicuro che dopo un po 'il dente dovrà essere riaperto.

Le otturazioni permanenti, a seconda della loro composizione e struttura, servono per anni o addirittura decenni. Sono classificati in base ai materiali da cui sono preparati. Questi materiali possono essere allergeni..

I materiali più anallergici sono il cermet, la porcellana e l'oro. Le reazioni allergiche ai cermet e alle porcellane sono impossibili e un'allergia all'oro è estremamente rara..

Le otturazioni in fusione d'oro raramente causano reazioni allergiche, ma hanno un costo molto elevato. La durata delle otturazioni in oro fuso è di circa 15 anni. Le otturazioni in porcellana sono realizzate in porcellana ordinaria. Questo materiale non provoca allergie. Le otturazioni in porcellana (ceramica) sono molto resistenti; non differiscono nel costo da quelle in fusione di oro. A differenza dell'oro, hanno un vantaggio: non hanno una netta differenza di colore dallo smalto naturale dei denti, come accade con l'oro.

Sigillo di amalgama

Le otturazioni in amalgama hanno una struttura solida, la loro durata di servizio raggiunge i 15 anni. Ma sono loro che possono causare reazioni allergiche. Includono argento, mercurio, stagno, rame e zinco. Qualsiasi di queste sostanze, in particolare il mercurio, nonché le sostanze che svolgono la funzione di legame di questi componenti, possono servire da allergeni. Una grande quantità di rame viene aggiunta al moderno amalgama, tali amalgami sono chiamati alto rame.

Le otturazioni in amalgama d'argento non possono solo causare allergie. Quando un sigillo d'oro e d'argento viene inserito in due denti adiacenti, può insorgere un conflitto tra i due metalli attraverso la saliva. Un sintomo di questo conflitto sarà un forte mal di denti, questo fenomeno è anche chiamato shock galvanico. Di conseguenza, il dolore si attenua, ma l'amalgama crollerà nel tempo. La saliva, lavando entrambi i metalli, creerà una coppia galvanica, in cui l'oro funge da catodo e l'argento come anodo. L'anodo fornirà gradualmente elettroni al catodo, facendo dissolvere l'anodo (amalgama). Questo fenomeno non ha nulla a che fare con le allergie, ma presenta sintomi simili..

Sigillo composito e vetroionomerico

Le otturazioni composite sono spesso utilizzate nello studio dentistico. Il loro vantaggio principale è un prezzo basso. La sua durata non supera i 5 anni. È costituito da sabbia di quarzo finemente dispersa e resina sintetica (plastica). Le allergie ai ripieni compositi sono molto più comuni rispetto alle amalgame. Una reazione allergica può causare resina sintetica. La resina sintetica nella sua composizione è un materiale completamente artificiale. Allergenico assolutamente tutte le resine sintetiche.

Il riempimento con vetroionomero è un tipo moderno di cemento dentale. In precedenza, tali cementi erano ampiamente utilizzati nello studio dentistico. Il moderno vetroionomero impedisce il ripetersi della carie. Può servire abbastanza a lungo se non lo si installa sulla superficie da masticare del dente. Tutte le otturazioni composite contenenti polimeri per legare i cementi dentali, nonché i coloranti che conferiscono ai polimeri artificiali il colore dello smalto, sono allergeni. Alto, rispetto ad altri, le proprietà allergeniche saranno possedute da tutte le otturazioni composite, indipendentemente dal metodo del loro indurimento: chimico o leggero.

Sintomi di un'allergia a un riempimento dentale, trattamento

Il sintomo principale di una reazione allergica al materiale di riempimento sono le reazioni locali, come gonfiore delle gengive, dolore costante acuto o dolente nel sito del trattamento dentale, arrossamento. Oltre ai sintomi locali, possono verificarsi sintomi comuni alla reazione allergica, come eruzioni cutanee, prurito, pelle secca.

Non è efficace trattare le allergie al materiale di riempimento a casa. Rivolgersi a un medico specialista aiuterà a identificare la causa dell'allergia, se presente, con l'aiuto di test, analisi, consultazioni con specialisti. Quando si conferma un'allergia ai materiali dentali, il dentista cambierà il sigillo precedentemente installato con uno meno allergenico. Inoltre, saranno prescritti farmaci per alleviare l'irritazione, il gonfiore e il dolore per alleviare i sintomi locali. Il trattamento complesso prescritto con farmaci e l'osservanza di tutte le misure preventive aiuteranno ad evitare una reazione allergica ripetuta in futuro..