Allergia al pino

Analisi

L'allergia agli aghi peggiora durante le vacanze di Capodanno e colpisce sia chi soffre di allergie che le persone sane. Le manifestazioni della reazione sono simili alle malattie respiratorie, ma i sintomi scompaiono quando vengono rimossi da una fonte di conifere. La completa esclusione dei contatti con questi alberi e prodotti con la loro presenza, così come l'immunoterapia, garantirà una vita normale per una persona che soffre di questo disturbo.

Tipi di reazioni allergiche

Le conifere sono caratterizzate da un alto contenuto di sostanze resinose che, sullo sfondo della ridotta immunità, sono percepite dall'organismo come pericolose e provocano una reazione protettiva.

La provocazione dei sintomi può essere diversa:

  1. contatto: si manifesta a diretto contatto con l'allergene;
  2. cibo - si verifica quando si mangiano cibi con estratti di aghi di pino o pinoli;
  3. febbre da fieno - gli allergeni sono odori, esteri di catrame, polline di alberi durante la fioritura.

Pertanto, le persone che soffrono della presenza di aghi devono fare attenzione sia durante le vacanze di Capodanno, quando l'allergia a un albero vivente è aggravata dalla sua abbondanza, sia nella vita di tutti i giorni, ad esempio, quando si acquistano mobili spesso realizzati con questi tipi di legno.

Manifestazioni degli aghi

Una delle caratteristiche di una reazione allergica alle conifere è che anche le persone sane che non sono esposte ad altri allergeni possono contrarre questa malattia a causa della diminuzione dell'immunità o dell'esacerbazione delle malattie degli organi interni.

I sintomi di un'allergia di questo tipo sono simili ai segni di infezioni respiratorie acute. Se una persona non ha familiarità con tali condizioni, può facilmente fare un errore nel fare una diagnosi e non applicare immediatamente un trattamento speciale antiallergico.

I segni più tipici di una reazione agli aghi:

  • arrossamento e gonfiore delle mucose degli occhi, lacrimazione;
  • peeling sulla pelle, secchezza;
  • eruzione cutanea, acne, vesciche a contatto con il legno;
  • naso che cola, mal di testa, starnuti;
  • esacerbazione di sintomi asmatici;

È facile distinguere l'allergia conifera da un raffreddore, è necessario escludere i contatti con questa specie di albero e osservare il risultato. I segni di una reazione autoimmune diminuiscono in breve tempo dopo aver escluso l'interazione con uno stimolo.

Caratteristiche di un'allergia agli aghi

Questo tipo di reazione allergica si riferisce a specie che sono difficili da diagnosticare senza test speciali. Ciò è dovuto alla distribuzione di allergeni, nonché a sostanze e microrganismi correlati:

  • Durante i periodi di fioritura, il polline di conifere viene distribuito dal vento su lunghe distanze e ha la proprietà di accumularsi nel corpo. Ciò non consente di collegare in modo inequivocabile la manifestazione dei sintomi all'azione di questo irritante..
  • A contatto con il legno vivo, le allergie possono essere causate non solo dalle specie di conifere stesse, ma anche dai microrganismi fungini e dalla muffa presenti sulla corteccia.
  • Gli alberi di Natale abbattuti per aumentare la shelf life sono trattati con composizioni chimiche di proprietà antisettiche e antincendio, che possono causare una reazione indesiderata.
  • Gli acari della polvere e la polvere tossica delle autostrade che si depositano sulla corteccia e sulla corona degli alberi sono pericolosi compagni dell'albero di Capodanno, che causano anche irritazione respiratoria e della pelle.

Pertanto, con la comparsa di sintomi allergici, l'automedicazione non è raccomandata. Contattare un dermatologo per consigli ed esami aiuterà a fare una diagnosi accurata..

Prevenzione e trattamento

Le allergie al pino e all'abete rosso si verificano più spesso due volte l'anno - durante le vacanze di Capodanno e a maggio, quando gli alberi fioriscono.

Pertanto, per la prevenzione è necessario:

  1. non avvicinare le conifere a maggio-inizio giugno, se ciò è impossibile, hanno antistaminici;
  2. nelle vacanze di Capodanno, se possibile, sciacquare l'albero con acqua fredda o usare aerosol per pulire l'aria;
  3. non tenere in casa pino o abete rosso per più di 4-5 giorni;
  4. l'acquisto di abete come albero di vacanza può ridurre la probabilità di conseguenze;
  5. in caso di una reazione allergica polonaise, si consiglia di effettuare la terapia immunitaria, che ridurrà il rischio di esacerbazioni e consiste nell'introduzione graduale di un allergene nel corpo per ristrutturare i processi metabolici.

Per alleviare rapidamente i sintomi, lavare la cavità nasale e la gola con una soluzione di sale debole aiuta a fermare il contatto con l'allergene. Il trattamento consiste nell'assunzione di antistaminici e nel rafforzamento del sistema immunitario, sia in terapia che nella guarigione generale del corpo..

Pertanto, un'allergia agli aghi ha i sintomi delle malattie respiratorie ed è quindi difficile da diagnosticare. I test per questo allergene in clinica aiuteranno a fare una diagnosi accurata e lo svolgimento di una terapia immunitaria consentirà il contatto con legno di conifere tutto l'anno..

Perché un adulto o un bambino possono essere allergici a un albero di Natale??

A causa del degrado ambientale e della presenza di malattie croniche, le persone sono sempre più allergiche a cibo, polvere, peli di animali. Il corpo può anche reagire negativamente all'albero toccando i suoi rami, aghi, coni o respirando il polline.

Le conifere sono ricche di oli essenziali. Per una persona sana, saranno utili solo, ma per una persona allergica rappresentano un serio pericolo. Più spesso, reagisce ai prodotti chimici usati per trattare il legno o la muffa. Quest'ultimo si forma durante il periodo di conservazione dell'albero. Ai suoi aghi era il più a lungo possibile verde, l'albero è posto nella sabbia o nell'acqua. E questo è un ottimo ambiente per lo sviluppo di muffe. Inoltre, per conferire all'albero un bell'aspetto, viene trattato con composti chimici. A volte i prodotti chimici possono essere utilizzati durante la crescita..

Su una nota! Un malato di allergia può reagire non solo a una pineta e un pino situati nella casa. A volte le eruzioni cutanee compaiono dopo il contatto con mobili o utensili domestici, che sono fatti di questo albero. Pertanto, è importante sapere di cosa sono fatti questi o quegli oggetti nella casa..

Se l'albero è in casa per più di una settimana, la polvere inizia ad accumularsi su di essa. Cancella l'albero completamente non funziona. La polvere può causare irritazione delle mucose, starnuti e tosse.

Quando una persona è allergica al polline, può persino reagire all'odore degli aghi.

Di grande importanza è la predisposizione ereditaria. Se un'immunità indebolita può essere rafforzata, prevenendo così il ri-sviluppo di allergie, la genetica non può più essere corretta. Una persona con una predisposizione ereditaria dovrà evitare il contatto con le conifere per tutta la vita e consultare un medico ai primi sintomi.

Esistono tre tipi di allergie all'albero:

  1. Contatto. Si verifica quando si tocca un albero.
  2. Cibo. È provocato dall'uso di noci di cedro.
  3. Pollinosi. Si verifica più spesso. L'uomo reagisce al polline o agli esteri degli alberi.

Spesso i bambini reagiscono alla resina degli aghi. Questo accade soprattutto spesso in inverno, quando viene consumato un gran numero di agrumi..

Caratteristiche dell'allergia al pino

Un gran numero di oli essenziali si trovano nel pino. Sono concentrati nella corteccia di un albero. Un aroma particolarmente forte proviene da esso durante il periodo di fioritura. Questo porta ad un'allergia all'odore degli aghi..

Il polline di pino è diverso dalle altre piante. Ad esempio, è molto più pesante e più appiccicoso del polline di betulla. Non si estende su lunghe distanze, ma per provocare una reazione allergica è sufficiente una piccola concentrazione nell'aria. Il polline di pino aumenta la probabilità di sviluppare allergie crociate.

Reazione al legno artificiale

Alcune persone potrebbero essere allergiche a un albero di Natale artificiale. In questo caso, la persona reagisce non agli aghi, ma alla plastica. Contiene un gran numero di sostanze chimiche che sono allergeni. Rilascia anche una grande quantità di tossine. Soprattutto fortemente la loro allocazione avviene quando la plastica viene riscaldata. Contribuisce a queste lanterne che adornano un albero artificiale.

La muffa può accumularsi in abete artificiale durante lo stoccaggio. E lei è un forte allergene. Un albero di Natale artificiale, come un albero vivente, accumula polvere su se stesso che non può essere completamente rimosso..

Diagnostica

Durante la diagnosi, il medico impara prima i sintomi delle allergie e scopre cosa potrebbe provocarla. Scoprirà sicuramente se il paziente ha una reazione allergica alla polvere o alla muffa, quali tipi di intolleranza soffrono i parenti stretti. E ci sono sintomi di allergia se la casa è in abete o pino. Quindi esamina la pelle e le mucose. Richiama l'attenzione sui sintomi del sistema respiratorio. Dopo aver fatto il test. Una pelle è graffiata e vengono applicati vari tipi di antigeni. Con intolleranza, appare il rossore.

Consigli! Prima di visitare un allergologo, non dovresti assumere alcun farmaco. Se la loro ricezione è necessaria, questo deve essere segnalato al medico.

I test cutanei sono ammessi per i bambini dopo 7 anni. Fino a questa età, viene eseguito un esame del sangue per rilevare l'immunoglobulina E. La sua presenza è un marker di allergia..

Metodi di trattamento

Nel trattamento di un'allergia agli alberi negli adulti e nei bambini, l'allergene viene rimosso per primo. Se c'è una reazione a un albero naturale, viene sostituito con uno artificiale. Nel caso in cui un'allergia all'abete rosso o al pino artificiale - viene eseguita dalla casa. Quindi iniziare a usare droghe.

L'uso di antistaminici si riferisce alla terapia farmacologica. Bloccano l'istamina, che è la causa dell'insorgenza dei sintomi della reazione. Per il trattamento dei bambini piccoli vengono utilizzati farmaci di terza generazione. Sono caratterizzati da una completa assenza di effetti collaterali..

Inoltre, nel trattamento dei bambini, vengono utilizzati spray nasali, colliri, pomate, creme, gel. Gli enterosorbenti sono prescritti per rimuovere le sostanze nocive dal corpo..

Quali complicazioni possono portare

La mancanza di terapia può provocare una reazione tossica e uno shock anafilattico. Viene visualizzata una persona:

Possono essere accompagnati da debolezza e febbre..

Con shock anafilattico, una persona ha difficoltà a respirare, ha le vertigini, c'è una sudorazione abbondante e un forte calo della pressione sanguigna. Quando compaiono questi sintomi, devi chiamare un'ambulanza. Questa condizione pericolosa può essere fatale..

Misure preventive

Per evitare allergie all'albero di Natale artificiale o naturale, dovrebbe essere lavato dopo l'acquisto. Ciò rimuoverà gran parte della polvere e della muffa. Inoltre, l'albero può essere pulito con un panno umido precedentemente inumidito in una soluzione di soda e acqua.

Su una nota! Le allergie al pino appaiono più spesso che all'abete rosso, quindi durante le vacanze di Capodanno è meglio comprare l'ultimo.

L'albero di Natale non deve essere posizionato vicino alla batteria o decorato con ghirlande. Una persona allergica dovrebbe essere tenuta a casa sua per non più di una settimana, mentre si consiglia di utilizzare un purificatore d'aria.

L'albero di Natale deve essere acquistato solo nei luoghi controllati. Dovrebbe avere un chip elettronico speciale con informazioni. Richiedi sempre un certificato di qualità, che si tratti di un albero di Natale vivente o artificiale. Ricorda che un prodotto di plastica di qualità è inodore.

Vale la pena abbandonare l'uso di cosmetici nella composizione, che contiene oli essenziali di aghi. Inoltre, non cucinare rimedi casalinghi basati su rami e coni.

Se la casa ha un bambino molto piccolo, non dovrebbe essere vicino all'albero per molto tempo. Ventilare la stanza quotidianamente ed eseguire la pulizia a umido..

Rimedi popolari

Oltre al trattamento principale per le allergie all'albero negli adulti e nei bambini, viene utilizzata la medicina tradizionale. Le ricette più comuni includono:

  • Succo di sedano La radice viene lavata e strofinata su una grattugia grossa. Dopo aver spremuto il succo. Dovrebbe essere preso tre volte al giorno, due cucchiaini mezz'ora prima di un pasto. Il sedano allevia i sintomi allergici, rafforza il sistema immunitario.
  • Mumijo. Questo è il rimedio più efficace. In un litro di acqua vengono allevati 2 grammi di mumiyo. La soluzione risultante viene assunta tra 50 e 100 grammi più volte al giorno tra i pasti.

In caso di rinite allergica, si consiglia di preparare preparati a base di erbe, che possono essere acquistati in qualsiasi farmacia. Diluiscono l'espettorato, alleviano lo spasmo e l'infiammazione. Anche l'inalazione di aglio, rafano e peperoncino rimuove bene il muco. Un sollievo a breve termine è dato da una tazza di tè verde. Contiene antiossidanti che trattengono reazioni allergiche..

Gli impacchi freddi aiuteranno a ridurre l'infiammazione ed eliminare il prurito nella congiuntivite allergica. Per fare ciò, utilizzare asciugamani inumiditi con acqua ghiacciata o pezzi di ghiaccio avvolti in un panno naturale. Inoltre, strofinando gli occhi con infuso di camomilla o succo di aloe si ottiene un buon risultato..

Con la dermatite allergica, una doccia fredda darà un buon risultato. Ridurrà il prurito e l'eruzione cutanea. Dopo il corpo dovrebbe essere strofinato con olio d'oliva.

Sebbene l'allergia all'albero sia piuttosto rara, ha conseguenze piuttosto gravi. Pertanto, quando compaiono i primi sintomi di una reazione allergica, non dovresti auto-medicare, ma è meglio affrettarsi dal medico.

Allergia ai pollini di pino: sintomi e trattamento delle allergie ai pinoli

Sebbene l'allergia al pino sia relativamente rara, ci sono due principali allergeni d'ansia che provengono dal pino: pinoli e polline di pino. I pinoli (pignoli) sono i semi commestibili di alcuni tipi di pini e vengono utilizzati in vari alimenti, tra cui il pesto italiano. Il consumo di pinoli è aumentato a causa del suo uso nella dieta mediterranea. Il polline di pino si forma quando gli alberi si riproducono in primavera. Il polline può percorrere lunghe distanze nell'aria.

Allergia ai pollini di pino

L'allergia al polline di pino è simile ad altre allergie al polline e molte persone allergiche al polline di pino sono anche allergiche al polline di erba. L'allergia ai pinoli è simile ad altre allergie alle noci e può causare reazioni allergiche lievi, moderate e gravi, compresa l'anafilassi. È stata segnalata una cross-reattività tra pinoli e arachidi, nonché tra pinoli e polline di pino..

Se sospetti di essere allergico al pino, parla con il tuo allergologo che può valutare i sintomi e determinare l'origine della malattia..

Le allergie a pino e abete rosso sono la stessa cosa?

Un'allergia a un pino e un albero di Natale è in realtà due cose diverse. Un'allergia a un pino potrebbe creare problemi a qualcuno in primavera. La parte dell'albero che ti disturba è il polline e il polline arriva in primavera. Quando arriviamo a Natale, il polline sugli alberi è sparito. Ciò che è sugli alberi e disturba le persone sono diversi tipi di polline. Il polline sull'albero appare davvero in autunno.

Sintomi di un'allergia al pino

I sintomi dell'allergia al polline di pino sono molto simili alla "febbre da fieno" e di solito includono:

  • Prurito, lacrimazione degli occhi rossi
  • Borse sotto gli occhi
  • Naso che cola con o senza starnuti e congestione nasale
  • Tosse

In alcuni casi, il polline può peggiorare l'asma..

Le allergie ai pinoli sono molto simili alle altre allergie alle noci in quanto possono causare reazioni anafilattiche. I sintomi possono variare da lievi a gravi e includono:

  • Rigidità toracica e respiro corto
  • Gonfiore di lingua, gola, naso e labbra
  • Orticaria o eruzione cutanea
  • Dolore addominale, diarrea e / o vomito
  • Capogiri e svenimenti o perdita di coscienza
  • Shock e insufficienza cardiaca

Se hai una reazione anafilattica, anche se è lieve, trattala perché non andrà via. I sintomi includono quelli sopra elencati e:

  • Prurito alla gola
  • starnuti
  • Disagio addominale

Diagnosi

Dovresti sempre visitare un allergologo se sospetti di essere allergico a qualcosa. Gli allergologi prenderanno una cronologia dettagliata delle tue reazioni ai pinoli o al polline di pino, quindi potranno eseguire test e raccomandare un trattamento adeguato..

Il metodo più comune per testare l'allergia al pino è un test cutaneo per iniezione. Una quantità molto piccola di polline di pino o pinoli viene posizionata sulla pelle e quindi la pelle viene leggermente pungente in modo che una piccola quantità penetri nella pelle. Dopo un po ', l'area viene esaminata per individuare arrossamenti o altri cambiamenti che potrebbero indicare una sensibilità allergica..

In alcuni casi, possono essere eseguiti esami del sangue per le reazioni al pino. Una piccola quantità di sangue viene prelevata e testata in laboratorio per vedere se gli anticorpi in essa contenuti rispondono a un allergene..

In rari casi, un'allergia alimentare ai pinoli può essere "messa in discussione" quando una piccola quantità di cibo viene somministrata sotto la supervisione di allergologi per monitorare la reazione. A causa del rischio di sviluppare anafilassi, i problemi alimentari non devono mai essere risolti da soli, ma sono sempre fatti nel tuo ufficio allergologo.

Trattamento allergia al pinolo

Ogni volta che sospetti una grave reazione allergica, dovresti cercare immediatamente un aiuto di emergenza. Per un trattamento a lungo termine, è importante consultare un allergologo, poiché possono aiutarti a riconoscere i sintomi di reazioni lievi, moderate e gravi e fornire il trattamento più appropriato.

Le allergie alimentari, comprese le allergie ai pinoli, sono meglio trattate evitando completamente questo cibo. Per raggiungere questo obiettivo, potrebbe essere necessario imparare a leggere le etichette degli alimenti, affrontare i potenziali pericoli dei ristoranti ed essere consapevole di altri potenziali impatti..

Il trattamento più efficace per gravi reazioni allergiche alimentari è un'iniezione di adrenalina. L'adrenalina self-somministrazione è la prima linea di difesa contro l'anafilassi. Reazioni gravi possono verificarsi anche in persone che in passato avevano avuto reazioni solo lievi. Parla con il tuo allergologo sull'opportunità di indossare un iniettore di adrenalina se tu o il tuo bambino avete un'allergia nota ai pinoli. Se ti è stato prescritto un iniettore di adrenalina, usalo al primo segno di sintomi, quindi vai al pronto soccorso più vicino.

Trattamento allergia al polline di pino

Le allergie ai pollini possono essere trattate con farmaci per controllare i sintomi. Altre allergie ai pollini sono state trattate con l'immunoterapia e in definitiva le allergie ai pollini di pino possono essere trattate in questo modo..

Sebbene il polline si muova facilmente nell'aria, alcune strategie per evitarlo possono aiutare..

  • I livelli di polline sono generalmente più alti al mattino (tra le 5 e le 10 del mattino) e anche quando l'aria è secca, quindi rimandare le attività all'aperto fino a mezzogiorno o uscire dopo una forte pioggia può aiutare.
  • Tieni le finestre chiuse
  • Non asciugare i vestiti per strada.

Sulla piattaforma Vikids, puoi:

Allergia agli alberi e nocività per specie

Buona giornata, cari lettori e abbonati del blog Andrew Noack! Oggi considereremo una domanda così insolita, anche molto insolita, ma allo stesso tempo utile e interessante. Un'allergia al legno si verifica non solo tra i professionisti, ma anche tra le persone comuni. Darò una tabella di diversi tipi di legno e gli effetti della polvere sugli organi, oltre a dirti la mia opinione sul trattamento di questo flagello.

Sappiamo tutti che la polvere di legno di qualsiasi razza ha proprietà negative sui polmoni di una persona, occhi e pelle. Le persone sono allergiche alla polvere di legno in diversi modi. Ma l'effetto della polvere di alcuni tipi di legno è più sugli occhi, altri colpiscono i polmoni e altri ancora sulla pelle.

Nella prima colonna, la specie di albero è indicata, nella seconda la reazione alla polvere nell'uomo. La terza colonna indica su quali organi la polvere ha un effetto negativo e la quarta colonna, usando il sistema a quattro punti, dà l'effetto della polvere sulla potenza. Quattro punti di danno massimo, zero punti di impatto minimo.

Vorrei immediatamente riservare che qualsiasi polvere dell'albero ha un effetto negativo, solo una razza è più dannosa dell'altra e in base a ciò viene compilata una tabella. In qualsiasi industria di lavorazione del legname (taglio, segatura, modanature, truciolato, MDF, ecc.) La polvere influisce negativamente sulla salute.

Al fine di ridurre la quantità di sostanze nocive, è necessario effettuare scarichi d'aria, indossare dispositivi di protezione individuale e spesso pulire i locali.

Cerca di ridurre le emissioni di polvere dalle apparecchiature sigillando i trasportatori, installando varie guarnizioni e elastici, usa attrezzature nuove e moderne per la lavorazione del legno.

Reazione

Portata della sconfitta

Effetto sulla potenza

Specie di legno
Ebano africanoeffetto sensibilizzante (ipersensibilità), irritazionepelle, occhi, respiro3
Bosso africanoirritante, mal di testa, asmarespirazione della pelle0
Agbastimolopelle0
Allbiziairritante, congiuntivite, nausea, vertigini, sangue dal nasopelle, occhi, respiro2
Ontanostimolopelle, occhi, respiro1
Cenerestimolorespirazione della pelle2
Ebano australianoirritabilità, lesioni cutanee, sangue dal nasopelle, occhi, respiro2
Balsairritabilitàpelle1
Bambùirritabilitàpelle1
Betullanausea, irritabilità, ipersensibilitàrespirazione della pelle2
Ciliegia biancamancanza di respiro, vertiginirespiro1
Acacia Biancairritabilità, nauseapelle, occhi3
Abeteirritabilitàpelle1
Palissandro brasilianoirritabilità, ipersensibilitàpelle, occhi, respiro3
anacardioirritabilità, ipersensibilitàpelle1
Cedroirritabilitàpelle1
Abete di Douglasirritabilità, vertigini, nauseapelle, occhi, respiro1
Faggio europeoirritabilità, ipersensibilitàpelle, occhi, respiro2
Carpinoirritabilitàpelle1
Lariceirritabilità, danni alla pellepelle1
aceroIrritabilità, asma, ipersensibilitàrespirazione della pelle3
QuerciaIrritabilità, ipersensibilità, asmapelle, occhi, respiro2
Ulivoirritabilità, ipersensibilitàpelle, occhi, respiro3
Cachiirritabilitàpelle1
Pioppoirritabilità, vesciche, asma, bronchitepelle, occhi, respiro0
Pinoirritabilità, naso che cola, asmapelle2
Abete rossoirritabilità, ipersensibilitàrespirazione della pelle1
Teakirritabilità, eruzione cutanea, ipersensibilità, nausea, asma, congiuntivitepelle, occhi, respiro3

Per il trattamento delle allergie, è meglio consultare il proprio medico. Di norma, vengono prescritti gli stessi farmaci delle altre allergie.

Allergia ai pollini di pino: sintomi e trattamento delle allergie ai pinoli

Sebbene l'allergia al pino sia relativamente rara, ci sono due principali allergeni d'ansia che provengono dal pino: pinoli e polline di pino. I pinoli (pignoli) sono i semi commestibili di alcuni tipi di pini e vengono utilizzati in vari alimenti, tra cui il pesto italiano. Il consumo di pinoli è aumentato a causa del suo uso nella dieta mediterranea. Il polline di pino si forma quando gli alberi si riproducono in primavera. Il polline può percorrere lunghe distanze nell'aria.

Allergia ai pollini di pino

L'allergia al polline di pino è simile ad altre allergie al polline e molte persone allergiche al polline di pino sono anche allergiche al polline di erba. L'allergia ai pinoli è simile ad altre allergie alle noci e può causare reazioni allergiche lievi, moderate e gravi, compresa l'anafilassi. È stata segnalata una cross-reattività tra pinoli e arachidi, nonché tra pinoli e polline di pino..

Se sospetti di essere allergico al pino, parla con il tuo allergologo che può valutare i sintomi e determinare l'origine della malattia..

Le allergie a pino e abete rosso sono la stessa cosa?

Un'allergia a un pino e un albero di Natale è in realtà due cose diverse. Un'allergia a un pino potrebbe creare problemi a qualcuno in primavera. La parte dell'albero che ti disturba è il polline e il polline arriva in primavera. Quando arriviamo a Natale, il polline sugli alberi è sparito. Ciò che è sugli alberi e disturba le persone sono diversi tipi di polline. Il polline sull'albero appare davvero in autunno.

Sintomi di un'allergia al pino

I sintomi dell'allergia al polline di pino sono molto simili alla "febbre da fieno" e di solito includono:

  • Prurito, lacrimazione degli occhi rossi
  • Borse sotto gli occhi
  • Naso che cola con o senza starnuti e congestione nasale
  • Tosse

In alcuni casi, il polline può peggiorare l'asma..

Le allergie ai pinoli sono molto simili alle altre allergie alle noci in quanto possono causare reazioni anafilattiche. I sintomi possono variare da lievi a gravi e includono:

  • Rigidità toracica e respiro corto
  • Gonfiore di lingua, gola, naso e labbra
  • Orticaria o eruzione cutanea
  • Dolore addominale, diarrea e / o vomito
  • Capogiri e svenimenti o perdita di coscienza
  • Shock e insufficienza cardiaca

Se hai una reazione anafilattica, anche se è lieve, trattala perché non andrà via. I sintomi includono quelli sopra elencati e:

  • Prurito alla gola
  • starnuti
  • Disagio addominale

Diagnosi

Dovresti sempre visitare un allergologo se sospetti di essere allergico a qualcosa. Gli allergologi prenderanno una cronologia dettagliata delle tue reazioni ai pinoli o al polline di pino, quindi potranno eseguire test e raccomandare un trattamento adeguato..

Il metodo più comune per testare l'allergia al pino è un test cutaneo per iniezione. Una quantità molto piccola di polline di pino o pinoli viene posizionata sulla pelle e quindi la pelle viene leggermente pungente in modo che una piccola quantità penetri nella pelle. Dopo un po ', l'area viene esaminata per individuare arrossamenti o altri cambiamenti che potrebbero indicare una sensibilità allergica..

In alcuni casi, possono essere eseguiti esami del sangue per le reazioni al pino. Una piccola quantità di sangue viene prelevata e testata in laboratorio per vedere se gli anticorpi in essa contenuti rispondono a un allergene..

In rari casi, un'allergia alimentare ai pinoli può essere "messa in discussione" quando una piccola quantità di cibo viene somministrata sotto la supervisione di allergologi per monitorare la reazione. A causa del rischio di sviluppare anafilassi, i problemi alimentari non devono mai essere risolti da soli, ma sono sempre fatti nel tuo ufficio allergologo.

Trattamento allergia al pinolo

Ogni volta che sospetti una grave reazione allergica, dovresti cercare immediatamente un aiuto di emergenza. Per un trattamento a lungo termine, è importante consultare un allergologo, poiché possono aiutarti a riconoscere i sintomi di reazioni lievi, moderate e gravi e fornire il trattamento più appropriato.

Le allergie alimentari, comprese le allergie ai pinoli, sono meglio trattate evitando completamente questo cibo. Per raggiungere questo obiettivo, potrebbe essere necessario imparare a leggere le etichette degli alimenti, affrontare i potenziali pericoli dei ristoranti ed essere consapevole di altri potenziali impatti..

Il trattamento più efficace per gravi reazioni allergiche alimentari è un'iniezione di adrenalina. L'adrenalina self-somministrazione è la prima linea di difesa contro l'anafilassi. Reazioni gravi possono verificarsi anche nelle persone che in passato hanno avuto solo reazioni relativamente lievi. Parla con il tuo allergologo sull'opportunità di indossare un iniettore di adrenalina se tu o il tuo bambino avete un'allergia nota ai pinoli. Se ti è stato prescritto un iniettore di adrenalina, usalo al primo segno di sintomi, quindi vai al pronto soccorso più vicino.

Trattamento allergia al polline di pino

Le allergie ai pollini possono essere trattate con farmaci per controllare i sintomi. Altre allergie ai pollini sono state trattate con l'immunoterapia e in definitiva le allergie ai pollini di pino possono essere trattate in questo modo..

Sebbene il polline si muova facilmente nell'aria, alcune strategie per evitarlo possono aiutare..

  • I livelli di polline sono generalmente più alti al mattino (tra le 5 e le 10 del mattino) e anche quando l'aria è secca, quindi rimandare le attività all'aperto fino a mezzogiorno o uscire dopo una forte pioggia può aiutare.
  • Tieni le finestre chiuse
  • Non asciugare i vestiti per strada.

Sulla piattaforma Vikids, puoi:

Sintomi e trattamento dell'allergia ai pollini di pino

Allergia al pino

L'ipersensibilità nel corpo può causare qualsiasi sostanza. Le allergie si verificano in ogni terzo abitante del pianeta.

Ogni anno il personale delle persone allergiche sta crescendo, quindi tutti hanno bisogno di avere le informazioni più complete su questa malattia nel loro arsenale. Le piante provocano molto spesso una reazione allergica.

A loro volta, gli alberi che sembrano innocui a prima vista possono provocare una reazione negativa in diversi modi..

L'allergia al pino è uno dei rappresentanti dell'allergia "di legno". Molte persone raccomandano di visitare la pineta per il trattamento delle malattie respiratorie, ma è controindicato che alcune persone vi si rechino. Pertanto, prima di arrampicarsi nella natura in una pineta, è meglio assicurarsi che l'albero sempreverde non danneggi la salute.

È importante ricordare che l'allergene al pino si trova non solo nella foresta, il suo legno è la materia prima per la produzione di mobili e varie piccole cose che si trovano in ogni casa. È molto importante sapere di cosa è fatta la decorazione della tua casa. Il pino ha un aroma specifico che è caratteristico solo di questo albero, che può aiutare a determinare l'allergia provocatoria.

Cosa scatena lo sviluppo di allergie al pino?

L'ipersensibilità a qualsiasi sostanza è causata principalmente da una diminuzione della funzione protettiva del corpo: l'immunità.

È solo che in ogni singolo caso il danno proviene da diverse sostanze.

Il pino concentra molti oli essenziali in sé, che hanno una forte concentrazione, motivo per cui hanno molte proprietà utili e la capacità di causare intolleranza nel corpo.

Gli oli essenziali sono concentrati nella corteccia dell'albero, quindi può influenzare notevolmente il corpo semplicemente dal suo odore. L'aroma dell'albero si distingue soprattutto durante la fioritura.

Pertanto, un'allergia al pino può verificarsi indipendentemente dalla stagione, l'albero rilascia attivamente sostanze nell'aria tutto l'anno.

Gli effetti di questi principi attivi di natura vegetale sono provocatori di reazioni aggressive del corpo. Pertanto, la malattia provoca l'odore di un albero.

Diagnosi di ipersensibilità ad un albero

La diagnosi della malattia è importante correttamente. È difficile farlo da soli, ma possibile. Il metodo più semplice è monitorare la reazione del corpo durante il contatto con l'albero, le manifestazioni negative dovrebbero scomparire dopo la fine dell'interazione con una pianta allergica.

Il metodo diagnostico più affidabile è sottoporsi a un'analisi speciale sotto la supervisione di un medico. La tecnologia consente di determinare con precisione la radice del problema.

Manifestazioni sintomatiche

I sintomi di un'allergia al pino sono causati da danni al tratto respiratorio superiore, alla pelle e alle mucose. Esistono diversi segni principali della malattia:

  1. Prurito, lacrimazione e arrossamento degli occhi.
  2. Secrezione attiva di muco nel naso.
  3. Rossore e prurito della pelle in tutto il corpo.
  4. Un forte grado è accompagnato da una tosse.
  5. Grande difficoltà respiratoria.
  6. Starnuti costante.
  7. Espettorazione dell'espettorato, che può affondare nei bronchi.

Cosa fare con un'allergia al pino?

Poiché l'albero di pino penetra nel corpo attraverso l'esposizione al suo aroma, è ovvio che la sostanza penetra nel sangue più velocemente dell'ossigeno.

L'unica possibilità è di ritardare un po 'la reazione del corpo, questa è la sua capacità di resistere a questa sostanza per un breve periodo.

Poiché l'allergia si manifesta quasi immediatamente dopo l'interazione con un albero, chi soffre di allergie deve sempre avere un farmaco antiallergenico con loro.

La reazione diminuirà gradualmente dopo la fine del contatto con l'allergene. Ma con un contatto ripetuto, tutti i sintomi si manifesteranno più violentemente.

Metodi di trattamento dell'ipersensibilità al pino

Il trattamento può essere effettuato eliminando manifestazioni locali della malattia, come naso che cola, gonfiore, prurito, ecc. Questo trattamento viene effettuato con l'aiuto di medicinali Diazolin, Pipolfen e Suprastin. Questi farmaci sono rappresentanti della classe inferiore di farmaci contro le allergie, perché il loro effetto è a breve termine e può causare dipendenza e sonnolenza..

I farmaci ormonali e le ultime pillole antistaminiche sono farmaci antiallergici di ultima generazione. Rappresentanti popolari di questa categoria sono "Loratodin", "Clarin", "Zirtek", ecc. Questi fondi sono più sicuri ed efficaci. Inoltre, raramente causano effetti collaterali..

La nomina dei farmaci deve essere eseguita esclusivamente da uno specialista, poiché il lavoro è visto con un fragile sistema nel corpo.

Metodi popolari

La medicina tradizionale offre anche molte ricette per sbarazzarsi della malattia a casa..

I guaritori raccomandano una semplice ricetta, per la cui preparazione è sufficiente spremere il succo da una radice di sedano di medie dimensioni.

Prendi il succo nella sua forma pura tre volte al giorno prima dei pasti per 30 minuti, 2 cucchiaini. Ciò rimuoverà le manifestazioni di allergie e rafforzerà il sistema immunitario..

Allergia al pino: cause, sintomi, diagnosi, trattamento, prevenzione

L'allergia al pino è una delle forme più potenti di sensibilizzazione. La maggior parte dei medici consiglia ai pazienti di visitare la pineta più spesso. Ma non tutti sono utili. Le cause sono generalmente associate a ipersensibilità. Molto spesso, le persone lo sentono durante il periodo di fioritura delle piante. In questo momento, una grande quantità di proteine ​​sta fluttuando nell'aria.

In questo caso, una reazione allergica si manifesta non solo a contatto con una pianta vivente, ma anche dopo l'uso di mobili. L'esacerbazione si verifica anche sotto l'influenza dell'odore del pino. Pertanto, si consiglia ai pazienti di evitare il contatto con l'albero e di avere sempre con sé farmaci antiallergici..

Le ragioni

Il principale provocatore dell'ipersensibilità è il polline della pianta, che è concentrato nell'aria durante i periodi di fioritura. Ciò è dovuto alla presenza nella sua composizione di componenti proteici che causano una reazione negativa del sistema immunitario. Pertanto, le persone con una predisposizione non dovrebbero fare passeggiate in una pineta.

Le reazioni allergiche sotto l'influenza dei pini sono piuttosto forti, quindi non è consigliabile ignorare il problema.

Il rischio di sviluppare la malattia aumenta sotto l'influenza di diversi fattori:

  • predisposizione genetica;
  • debolezza del sistema immunitario dopo malattie infettive e processi infiammatori cronici.

Il pino contiene un gran numero di oli essenziali altamente concentrati. La loro selezione avviene indipendentemente dalla stagione, ma nelle stagioni di fioritura, questi componenti influenzano ancora di più. Per chi soffre di allergie, anche la resina di pino influisce negativamente.

Se l'ipersensibilità al polline è considerata un fenomeno stagionale, gli oli essenziali sono pericolosi tutto l'anno, quindi i pazienti devono fare attenzione ai prodotti di questo albero..

manifestazioni

I sintomi di un'allergia al pino possono verificarsi da parte di diversi organi e sistemi, ma molto spesso le vie aeree soffrono, poiché il polline penetra nell'aria. Quando un allergene si accumula nel corpo, compaiono altri segni:

  • in primo luogo, il paziente ha un naso che cola e attacchi di starnuti;
  • sudore in gola e tosse secca;
  • mal di testa;
  • la nausea inizia, trasformandosi in vomito;
  • in rari casi, la pelle diventa coperta di eruzioni cutanee e pruriti.

Alla minima manifestazione, è necessario visitare un medico, poiché solo lui può fare una diagnosi, selezionare farmaci e fornire assistenza medica.

Metodi diagnostici

Prima di scegliere un ciclo di trattamento, è importante determinare l'allergene. Per fare ciò, monitorare innanzitutto le condizioni del paziente. Se le sue condizioni peggiorano dopo una passeggiata nella foresta o il contatto con i prodotti di questo albero, allora, molto probabilmente, è un'allergia al pino.

Come affrontare un problema

Un'allergia alla resina di pino e ai suoi altri componenti inizia ad apparire inaspettatamente. Una persona potrebbe anche non sapere che ci sono alberi nelle vicinanze. Pertanto, le persone con problemi simili dovrebbero sempre portare un antistaminico..

La terapia consiste nell'utilizzare vari mezzi per eliminare i sintomi della malattia:

  1. Quando viene rilevato un allergene, la produzione di istamina deve essere bloccata. Questa sostanza inizia a essere prodotta dopo la penetrazione dello stimolo nel corpo. Per questo, vengono utilizzati farmaci come Suprastin, Diazolin e altri. Questi farmaci possono creare dipendenza e sonnolenza, quindi usali con estrema cautela. Per ridurre il rischio di effetti collaterali, ricorrere ai mezzi di una nuova generazione come Loratadin, Zirtek e altri. Hanno lo stesso effetto, ma sono più sicuri per il corpo..
  2. Per eliminare la congestione nasale e ridurre il gonfiore della mucosa, utilizzare spray nasali.
  3. Se le allergie portano a prurito e irritazione della pelle, sono necessari farmaci locali. In tali casi, viene spesso prescritto il gel Fenistil. Con lesioni gravi che non sono suscettibili di trattamento con farmaci delicati, si trasformano in unguenti ormonali. Contengono ormoni glucocorticosteroidi, pertanto sono approvati per l'uso solo per alcuni giorni. Un medico dovrebbe prescrivere tali medicinali.
  4. Gli attacchi di tosse eliminano con i broncodilatatori.

Un'opzione più efficace per fermare le reazioni allergiche è l'immunoterapia specifica. Consiste nell'introduzione di alcune dosi dell'allergene nel corpo per lungo tempo. Aumentare gradualmente il dosaggio. È possibile ottenere una diminuzione della risposta allo stimolo solo dopo alcuni anni di tale trattamento.

I farmaci vengono iniettati sotto la pelle o utilizzati come gocce e compresse sotto la lingua..

Le allergie al pino in un bambino richiedono l'uso di metodi più delicati. Pertanto, con il permesso di un medico, a volte vengono utilizzati rimedi popolari. Molto spesso, una mummia viene utilizzata per questi scopi. Una soluzione viene preparata da essa e presa 50 grammi tra i pasti.

Inoltre, vengono preparati decotti dalla radice di sedano. La medicina viene bevuta prima di mangiare cibo. Per prepararti, devi macinare la radice della pianta e tenerla a bagnomaria per un quarto d'ora.

Prevenzione

Per ridurre il rischio di esacerbazione di una reazione allergica, evitare il contatto con un irritante. Per fare questo, durante i periodi di fioritura, se possibile, le piante dovrebbero spostarsi in aree più favorevoli o cercare di uscire di meno.

Un'allergia all'olio essenziale di pino e ad altri componenti del legno richiede molta attenzione. Alle prime manifestazioni, è necessario visitare un medico e sottoporsi a un esame. Dopo aver determinato il tipo di stimolo, viene selezionato un corso di trattamento appropriato.

L'immunoterapia specifica mostra buoni risultati, ma richiede molto tempo e non sempre aiuta a ottenere buoni risultati. Per il trattamento dei bambini, questo metodo non viene utilizzato, poiché la reazione può essere imprevedibile.

Allergia ai pollini: tipi, sintomi e trattamento

L'allergia è uno speciale processo immunopatologico caratterizzato dall'ipersensibilità del sistema immunitario a varie sostanze irritanti (allergeni). Le allergie nell'uomo possono verificarsi su qualsiasi cosa.

Alla polvere, peli di animali, polline di piante, cibo, prodotti chimici domestici, cosmetici e altre sostanze irritanti che possono causare una specifica reazione del corpo umano.

Una caratteristica distintiva di tutti gli altri tipi di malattie allergiche è la stagionalità. Ciò significa che tutti i sintomi della febbre da fieno si verificano durante le piante da fiore..

Un'allergia al polline può essere su qualsiasi specie di alberi e piante. I tipi di allergie ai pollini sono:

  • Allergia al polline dei denti di leone. La reazione al dente di leone è causata dal suo polline, che si deposita nel tratto respiratorio. È la più potente irritante per il corpo umano. L'allergia al dente di leone si verifica rapidamente, quasi un paio d'ore dopo l'interazione con un allergene. Inizialmente, il sistema respiratorio soffre;
  • Allergia al polline degli alberi. Questa allergia si verifica quando gli alberi fioriscono. Una persona allergica inizia congestione nasale, tosse e lacrimazione. A causa della cattiva respirazione nasale, il sonno è disturbato, una persona si stanca rapidamente e questo influisce sulla sua vita. Spesso l'allergia è causata dal polline di betulla;
  • Allergia al polline delle erbacce. Inizia a fine estate e può durare fino all'inverno. Le allergie a polline, ambrosia e assenzio sono note a molti. Una persona inizia un naso che cola, lacrimazione, ecc.;
  • Allergia al polline. Si verifica in primavera e in estate, quando inizia la fioritura. Molto spesso, una tale allergia si verifica nei bambini. Oltre ai fiori di strada, le piante d'appartamento possono anche essere i colpevoli. L'allergia si manifesta con prurito, eruzione cutanea, naso che cola, tosse. I più pericolosi sono: geranio, felce, ortensia, azalea, oleandro, Kalanchoe e altri;
  • Allergia al polline di pino. Questa specie è rara, poiché solo il polline di noci e pino è considerato irritante. Sintomi allergici: arrossamento e prurito agli occhi, gonfiore, naso chiuso, naso che cola e tosse. Il polline di pino si deposita nel tratto respiratorio e sulle mucose, dopo di che si verificano i sintomi. Pertanto, è necessario evitare luoghi con una grande concentrazione di conifere;
  • L'allergia al polline ha mangiato. Sintomi classici: naso che cola, tosse, lacrimazione, mal di gola. Spesso si trovano nei bambini, soprattutto in inverno, quando si acquistano abeti vivi durante le vacanze di Capodanno. In questo caso, è desiderabile semplicemente sostituire l'abete rosso con artificiale per non provocare la comparsa di reazioni allergiche;
  • Allergia al polline delle erbe di prato. Questa allergia non è molto comune, ma se lo è, liberarsene è difficile. L'allergia è stagionale e una persona avverte disagio solo in determinati periodi dell'anno. Al contatto con un allergene, compaiono arrossamento della pelle, tosse soffocante, lacrimazione, forti dolori articolari, gonfiore delle mucose e congestione nasale. Si verifica un'allergia a: Kamassia kvamash, aquilegia appiccicoso, fiordalisi, acanto gaillardia, ecc..

Un'allergia al polline si verifica a causa dell'inalazione dei più piccoli frammenti di polline, che nella successiva immunità è considerata come elemento dannoso.

Una reazione allergica è un tentativo comune di difendersi. Pertanto, il corpo segnala il pericolo e le cause dell'allergia ai pollini..

Sulla mucosa della laringe e degli occhi ci sono recettori speciali che attivano le cellule immunitarie a contatto con lo stimolo. Dopo il rilascio di istamina.

La comparsa della febbre da fieno può provocare sia una singola pianta che polline di numerosi fiori, alberi o arbusti. Ad esempio, un'allergia al polline di pino può aggravare notevolmente la condizione quando si soggiorna in una foresta di pini per lungo tempo o in contatto con un allergene.

Se una persona ha un'allergia alimentare oltre alla febbre da fieno, è necessario monitorare attentamente gli alimenti consumati al fine di prevenire lo sviluppo di reazioni allergiche crociate.

Un'allergia ai pollini è una malattia stagionale. Alcune piante, alberi e altri fattori provocano la malattia. Le cause delle allergie ai pollini comprendono le stagioni:

  • Primavera. In questo periodo dell'anno, viene attivato il polline di pino, acero e altri alberi. Un'allergia al polline di betulla è considerata una delle più comuni;
  • Estate. In estate c'è un'allergia al polline delle erbe di cereali (segale, mais, erba di grano, erba di grano, ecc.);
  • Autunno. Nell'aria autunnale, la concentrazione di polline d'erba è molto alta (assenzio, acetosa, ambrosia, ecc.). I medici affermano che le allergie alle erbe infestanti possono causare gravi complicazioni. Particolarmente allergico al polline di ambrosia.

Segni clinici di allergia ai pollini

Di solito, qualsiasi tipo di allergia ha quasi gli stessi sintomi, ma la febbre da fieno è caratterizzata dalla sindrome rinocongiuntivale, che provoca reazioni del tratto respiratorio superiore, della mucosa nasale e degli occhi.

I sintomi possono essere associati ad altri processi infiammatori. Questi includono:

  • congestione nasale, starnuti, secrezione e bruciore. Tali segni possono indicare lo sviluppo di rinite allergica - infiammazione della mucosa nasale;
  • arrossamento e secchezza oculare, lacrimazione costante. Possibile congiuntivite allergica - infiammazione della mucosa dell'occhio;
  • grave tosse e sudorazione avvisano della faringite allergica - infiammazione della mucosa faringea;
  • a causa della mancanza di respiro e degli attacchi d'asma, può svilupparsi l'asma bronchiale - una violazione del passaggio dell'aria attraverso il tratto respiratorio;
  • eruzioni cutanee, dermatite atopica, orticaria (vedi foto sopra);
  • se il bambino ha un'allergia, diventa letargico, irritabile e spesso cattivo.

La natura dei meccanismi che prendono parte allo sviluppo della febbre da fieno è suddivisa in fase III:

  • I. Immunologico. Questo stadio influenza tutte le deviazioni nel sistema immunitario che si verificano dalla prima penetrazione dello stimolo nel corpo. Inoltre, la formazione di anticorpi, linfociti e il loro contatto con un allergene secondario o già presente;
  • II. Pathochemical. Questa fase è caratterizzata dalla formazione di mediatori attivi. La formazione si verifica quando gli stimoli sono combinati con anticorpi o linfociti sensibili alla fine del primo stadio;
  • III. Patofisiologico. In questa fase, i mediatori formati sono patogeni e influenzano negativamente gli organi e le cellule di tutto l'organismo..

Oltre alle fasi della febbre da fieno, ci sono quattro tipi di danni ai tessuti nella manifestazione di reazioni allergiche. I tipi di febbre da fieno sono:

  • Reagin. Il tipo prende il nome da specifiche reagenti anticorpali. Quando un allergene entra nel corpo, si verifica la formazione di reagine. Quindi vengono fissati su basofili e mastociti, dopo di che appare la sensibilizzazione. I mediatori formati possono avere un effetto patogeno, cioè manifestare sintomi di allergia;
  • Citotossici. Questo tipo è caratterizzato dal fatto che gli anticorpi formati si combinano con le cellule e le danneggiano. Il danno ha tre opzioni:
    • l'attivazione del complemento forma elementi attivi che danneggiano la membrana cellulare;
    • la citotossicità cellulare anticorpo-dipendente è attivata;
    • la fagocitosi cellulare è attivata, che è ricoperta di anticorpi.
  • Complessi immunitari.

    Il danno si verifica con l'aiuto di complessi immunitari. Quando l'antigene entra nel corpo in forma solubile, si formano anticorpi. L'antigene-anticorpo provoca la febbre da fieno;

  • Reazione allergica lenta Ciò significa che le reazioni si sviluppano in persone troppo sensibili alle sostanze irritanti 24 ore dopo il primo contatto.

La diagnosi della febbre da fieno si basa sullo studio delle cause dell'allergia ai pollini e sull'esame.

Come esame, vengono prescritti test allergologici cutanei.

Nel processo, una piccola quantità di frammenti di polline sotto forma di soluzione viene applicata sul retro o sull'avambraccio.

Se nell'area del test compaiono arrossamenti, prurito o gonfiore, questi sono segni che è probabile che sia allergica. Sulla base dei risultati ottenuti, è possibile sviluppare ulteriori tattiche di trattamento.

I test allergici sono:

  • Scarificazione. Piccoli graffi vengono fatti sulla pelle, dopo di che viene applicato il presunto allergene;
  • Test di Prik. Usando un ago speciale, vengono fatte delle forature leggere e viene applicato un allergene;
  • Applicazione. Un tampone inumidito con un allergene viene applicato sulle aree danneggiate della pelle..

Sintomi di allergia al polline di pino | Nessuna allergia

Pino (lat. Pinus) in celtico significa "crescere sulle rocce", e in latino - "albero resinoso". Entrambi i nomi riflettono pienamente la natura della pianta..

L'habitat del pino è l'intero emisfero settentrionale; forma foreste di conifere nelle pianure delle latitudini temperate e subartiche, e nel clima tropicale e all'equatore cresce nelle montagne.

Le proprietà vivificanti della resina del pino ordinario erano conosciute già nell'antico Egitto; i guaritori lo usavano per curare i balsami. Oggi la resina è anche ampiamente usata in medicina..

Il potere curativo del pino e nel suo odore: l'albero è in grado di secernere oli essenziali, le cui proprietà benefiche sono ben note.

L'olio essenziale di pino ha un effetto benefico sul corpo, migliora la concentrazione, ha un effetto calmante, che aiuta a recuperare dopo lo stress emotivo e fisico.

Ha effetti antisettici, antipiretici e decongestionanti, quindi è spesso usato nel trattamento del raffreddore.

Con tutte le sue proprietà utili, il pino stesso e l'olio essenziale sono estremamente controindicati per le persone con ipersensibilità alle sue proteine ​​allergeniche. Allergia al pino, o meglio al polline di pino - un fenomeno abbastanza comune, manifestazione stagionale della febbre da fieno.

Una reazione allergica si verifica durante la spolverata attiva, che differisce per regione, a causa delle condizioni climatiche. Quindi, nel sud della Russia, il pino fiorisce per tutto il mese di maggio, nella striscia centrale, nella regione del Volga e negli Urali - da maggio a giugno, nel nord-ovest - a giugno.

Le informazioni su quando fiorisce il tuo allergene con dettagli sulle regioni russe e persino sulle città sono disponibili nel calendario delle piante in fiore. Vale la pena notare che le date di fioritura indicate in esso possono variare di 7-14 giorni e dipendere dalle condizioni meteorologiche.

Al fine di possedere sempre le informazioni pertinenti, è sufficiente studiare quotidianamente i dati di monitoraggio del polline (che sono pubblicati su siti specializzati) o installare un'applicazione mobile.

Allergia a un pino. Sintomi

Un'allergia ai fiori di pino si manifesterà con i sintomi caratteristici della febbre da fieno standard: starnuti continui, tosse secca, prurito al naso e agli occhi, mal di gola, affaticamento e irritabilità; in alcuni casi, possono comparire mancanza di respiro, nausea, vomito ed eruzioni cutanee, a questi sintomi si aggiungeranno lacrimazione, disturbi del sonno, perdita di appetito.

Allo stesso tempo, il polline di questo particolare albero differisce dal polline di piante allergeniche simili per l'alto contenuto di proteine ​​principali, che provoca un'allergia, di solito abbastanza forte.

Il polline di pino è relativamente grande rispetto alla betulla e appiccicoso.

Nonostante il fatto che, a causa delle sue dimensioni, non possa diffondersi su lunghe distanze, anche una leggera concentrazione di polline di pino è sufficiente per una persona con una predisposizione ad avviare un'intensa reazione allergica.

Ciò accade anche perché, grazie alla sua consistenza appiccicosa, il polline attira la polvere e le particelle tossiche nocive contenute nell'aria. La loro ingestione a volte aggrava lo stato di una persona allergica.

Trattamento e prevenzione

Le allergie al pino possono essere una predisposizione ereditaria o il risultato di un'immunità indebolita. Questi sono due motivi principali. Lo stress, la malnutrizione, la scarsa ecologia, la mancanza cronica di sonno saranno solo provocatori, causando una risposta negativa del sistema immunitario allo stimolo.

Un medico può diagnosticare la presenza di allergie al pino. Per questo, è necessario eseguire i test: sangue da una vena per un aumento del contenuto di immunoglobulina E, test cutanei. Per non controllare immediatamente la reazione a tutti gli allergeni presenti in natura (ce ne sono molti), puoi restringere il loro cerchio.

Aiuterà a monitorare lo stato di salute e a registrare i sintomi in uno speciale diario sanitario, che deve essere mostrato al medico curante. Dopo aver confermato la presenza di una reazione allergica all'albero di pino, il medico prescrive un ciclo di immunoterapia, che deve essere preso durante il periodo di remissione..

Per sentirsi meglio durante la spolverata, è sufficiente seguire le raccomandazioni di un allergologo.

A scopo preventivo, vale la pena abbandonare le passeggiate nella pineta e ridurre al minimo tutti i possibili contatti con il polline di questa pianta, sostanze e prodotti simili nella loro struttura proteica. A proposito, anche i mobili in pino causeranno una reazione crociata.

Un respiratore speciale per chi soffre di allergie aiuterà a limitare il contatto con pollini dannosi. Non solo una benda di garza banale, dalla quale, in verità, non c'è molto uso, ma una soluzione moderna, alla moda e interessante.

Come una maschera antiallergica del produttore inglese AllergyMask. I suoi filtri purificano l'aria inalata da tutti i possibili allergeni, compresi i fumi nocivi contenuti nell'aria.

In modo da poter respirare questo accessorio liberamente, facilmente e, soprattutto, in sicurezza!

Come trattamento sintomatico, il medico prescrive individualmente antistaminici e immunomodulatori..

Con un'esacerbazione delle allergie, il corpo si indebolisce e quindi è necessario considerare attentamente la propria salute, in nessun caso automedicare e non sperimentare pillole e rimedi popolari.

Altrimenti, le conseguenze potrebbero essere l'edema e l'anafilassi di Quincke, che portano al ricovero di emergenza e in alcuni casi alla morte.

Condividi queste informazioni nei social. reti:

Allergia ai pollini di pino

Pino (lat. Pinus) in celtico significa "crescere sulle rocce", e in latino - "albero resinoso". Entrambi i nomi riflettono pienamente la natura della pianta. L'habitat del pino è l'intero emisfero settentrionale; forma foreste di conifere nelle pianure delle latitudini temperate e subartiche, e nel clima tropicale e all'equatore cresce nelle montagne.

Sommario:

Le proprietà vivificanti della resina del pino ordinario erano conosciute già nell'antico Egitto; i guaritori lo usavano per curare i balsami. Oggi la resina è anche ampiamente usata in medicina..

Il potere curativo del pino e nel suo odore: l'albero è in grado di secernere oli essenziali, le cui proprietà benefiche sono ben note.

L'olio essenziale di pino ha un effetto benefico sul corpo, migliora la concentrazione, ha un effetto calmante, che aiuta a recuperare dopo lo stress emotivo e fisico.

Ha effetti antisettici, antipiretici e decongestionanti, quindi è spesso usato nel trattamento del raffreddore.

Con tutte le sue proprietà utili, il pino stesso e l'olio essenziale sono estremamente controindicati per le persone con ipersensibilità alle sue proteine ​​allergeniche. Allergia al pino, o meglio al polline di pino - un fenomeno abbastanza comune, manifestazione stagionale della febbre da fieno.

Una reazione allergica si verifica durante la spolverata attiva, che differisce per regione, a causa delle condizioni climatiche. Quindi, nel sud della Russia, il pino fiorisce per tutto il mese di maggio, nella striscia centrale, nella regione del Volga e negli Urali - da maggio a giugno, nel nord-ovest - a giugno.

Le informazioni su quando fiorisce il tuo allergene con dettagli sulle regioni russe e persino sulle città sono disponibili nel calendario delle piante in fiore. Vale la pena notare che le date di fioritura indicate in esso possono variare di 7-14 giorni e dipendere dalle condizioni meteorologiche.

Al fine di possedere sempre le informazioni pertinenti, è sufficiente studiare quotidianamente i dati di monitoraggio del polline (che sono pubblicati su siti specializzati) o installare un'applicazione mobile.

Allergia a un pino. Sintomi

Allo stesso tempo, il polline di questo particolare albero differisce dal polline di piante allergeniche simili per l'alto contenuto di proteine ​​principali, che provoca un'allergia, di solito abbastanza forte.

Trattamento e prevenzione

Le allergie al pino possono essere una predisposizione ereditaria o il risultato di un'immunità indebolita. Questi sono due motivi principali. Lo stress, la malnutrizione, la scarsa ecologia, la mancanza cronica di sonno saranno solo provocatori, causando una risposta negativa del sistema immunitario allo stimolo.

Un medico può diagnosticare la presenza di allergie al pino. Per questo, è necessario eseguire i test: sangue da una vena per un aumento del contenuto di immunoglobulina E, test cutanei. Per non controllare immediatamente la reazione a tutti gli allergeni presenti in natura (ce ne sono molti), puoi restringere il loro cerchio.

Aiuterà a monitorare lo stato di salute e a registrare i sintomi in uno speciale diario sanitario, che deve essere mostrato al medico curante. Dopo aver confermato la presenza di una reazione allergica all'albero di pino, il medico prescrive un ciclo di immunoterapia, che deve essere preso durante il periodo di remissione..

Per sentirsi meglio durante la spolverata, è sufficiente seguire le raccomandazioni di un allergologo.

A scopo preventivo, vale la pena abbandonare le passeggiate nella pineta e ridurre al minimo tutti i possibili contatti con il polline di questa pianta, sostanze e prodotti simili nella loro struttura proteica. A proposito, anche i mobili in pino causeranno una reazione crociata.

Un respiratore speciale per chi soffre di allergie aiuterà a limitare il contatto con pollini dannosi. Non solo una benda di garza banale, dalla quale, in verità, non c'è molto uso, ma una soluzione moderna, alla moda e interessante.

Come una maschera antiallergica del produttore inglese AllergyMask. I suoi filtri purificano l'aria inalata da tutti i possibili allergeni, compresi i fumi nocivi contenuti nell'aria.

In modo da poter respirare questo accessorio liberamente, facilmente e, soprattutto, in sicurezza!

Come trattamento sintomatico, il medico prescrive individualmente antistaminici e immunomodulatori..

Con un'esacerbazione delle allergie, il corpo si indebolisce e quindi è necessario considerare attentamente la propria salute, in nessun caso automedicare e non sperimentare pillole e rimedi popolari.

Altrimenti, le conseguenze potrebbero essere l'edema e l'anafilassi di Quincke, che portano al ricovero di emergenza e in alcuni casi alla morte.

Hai qualche allergia? Esiste una soluzione efficace per il periodo di esacerbazione!

Allergia al polline di pino

Sebbene l'allergia al pino sia relativamente rara, ci sono due principali allergeni d'ansia che provengono dalle conifere: pinoli e polline di pino. I pinoli sono semi commestibili e vengono utilizzati in una varietà di prodotti, tra cui il pesto italiano. Il consumo di pinoli è aumentato a causa del suo uso nella dieta mediterranea.

Il polline di pino si forma quando gli alberi lanciano germogli di fiori in primavera. Il polline di pino è la più piccola particella che può essere trasportata facilmente dal vento per molti chilometri e la sua concentrazione nell'aria può raggiungere fino a 1200 grani per metro cubo al giorno.

L'allergia al polline di pino è simile ad altre reazioni allergiche delle piante da fiore e molte persone allergiche al polline di pino sono anche allergiche ad altri tipi di polline..

Sintomi di allergia al polline di pino

I sintomi dell'allergia ai pollini di pino sono molto simili ai sintomi della febbre da fieno e di solito includono:

In alcuni casi, il polline può esacerbare l'asma. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata a come procede la reazione a questo allergene..

Se hai alcuni segni di una reazione anafilattica, anche se non sono molto pronunciati, devi affrontarlo con tutta serietà, perché non scomparirà da solo. Tali sintomi includono quelli sopra elencati e:

Per fare una diagnosi e scoprire esattamente cosa il polline di pino è un allergene, è necessario contattare un allergologo che prescriverà i test e raccomanderà un trattamento adeguato.

Il metodo di test allergologico più comune, incluso il polline di pino, è un test cutaneo.

Una piccola quantità di polline di pino viene posizionata sulla pelle, quindi la pelle è leggermente pungente, in modo che una piccola quantità di polline penetri attraverso di essa nel corpo.

Dopo un po 'di tempo, l'area viene esaminata per arrossamento o altre modifiche che potrebbero indicare una sensibilità allergica..

In alcuni casi, possono essere eseguiti esami del sangue per testare le reazioni al pino. Una piccola quantità di sangue viene prelevata e testata in laboratorio per verificare se gli anticorpi in essa contenuti rispondono a un allergene..

Trattamento allergia al polline di pino

A seconda della manifestazione di allergie, solo un allergologo può prescrivere un trattamento adeguato. Non vale la pena acquistare farmaci in farmacia per le allergie perché sono stati pubblicizzati in TV. Per quanto riguarda le allergie, ogni paziente è individuale..

I medici di solito prescrivono farmaci che alleviano i sintomi di allergia o un ciclo di immunoterapia..

Sebbene il polline viaggi facilmente nell'aria, alcune strategie possono aiutare a evitare l'esacerbazione. I livelli di polline sono generalmente più alti al mattino (tra le 5 e le 10 del mattino) e quando l'aria è secca. Pertanto, organizzando una passeggiata nella foresta, metterlo da parte fino a mezzogiorno o sera.

Per impedire al polline di entrare in casa, ridurre al minimo il contatto con esso:

Mantieni le finestre chiuse;

Chiudere i finestrini della macchina;

Per asciugare i vestiti, usa un asciugacapelli o una gruccia in casa;

Sostituire (lavare e pulire) il filtro del condizionatore d'aria regolarmente.

Potrebbe esserci un'allergia all'aggiunta di polline di pino

Ora, per quanto riguarda le allergie al polline di pino come integratore alimentare. I produttori avvertono onestamente che il suo uso può causare una reazione allergica. Ma questo non significa affatto che sia di scarsa qualità.

È semplice se c'è un'allergia a qualsiasi polline o prodotti delle api, prima di iniziare a prendere questo integratore, dovresti assolutamente consultare il tuo medico.

Ciò è particolarmente importante per coloro che assumono farmaci da prescrizione..

Il polline di pino come integratore alimentare è posizionato come uno strumento con un ampio spettro di azione che ti aiuterà a renderti più sano. Fortunatamente, gli scienziati non confutano questo fatto, ma piuttosto confermano.

In primo luogo, il polline di pino è pieno di vitamine, minerali e aminoacidi, che insieme aiutano il nostro corpo a svolgere tutte le sue funzioni al giusto livello.

In secondo luogo, il polline di pino ha molti steroli, che sono steroidi vegetali naturali.

Gli steroli in esso contenuti agiscono in vari modi nell'interesse della salute generale, svolgendo ciascuno dei suoi compiti:

Brassinolide migliora la funzionalità epatica;

Castasterone è un potente agente antivirale;

Le Gibberelline aiutano a regolare le dimensioni della prostata.

Il polline di pino è stato usato in Cina e in molti paesi asiatici per migliaia di anni come agente antinfiammatorio, come modo per purificare il corpo da sostanze nocive, un agente che può resistere ai radicali liberi e rallenta il processo di invecchiamento.

E la metà maschile la ama per le proprietà di estendere la loro energia sessuale.

Alcune persone hanno una vera allergia al polline di pino. Tuttavia, ci sono poche persone con una vera allergia e la maggior parte di queste persone allergiche rispondono ad altri tipi di polline. L'uso del polline di pino come integratore alimentare è considerato sicuro per la maggior parte.

L'uso di polline crudo o come tintura è raccomandato per le persone con un sistema endocrino maturo, dopo la pubertà.

Alcune aziende raccomandano i loro prodotti per i giovani di età superiore ai 18 anni, ma la maggior parte delle aziende li consiglia per gli uomini di età superiore ai 20 anni e con bassi livelli di testosterone..

Ciò suggerisce ancora una volta che prima dell'inizio dell'appuntamento è necessaria la consultazione con lo specialista appropriato.

L'assunzione di polline può causare allergie nelle donne in gravidanza e in allattamento. In questo momento, si verificano cambiamenti nel corpo della donna e possono causare allergie. Durante l'allattamento, non bisogna dimenticare che i composti pollinici con il latte materno entrano nel corpo del bambino. Quale reazione non avrà nessuno può prevedere.

Secondo gli scienziati che studiano le proprietà e gli effetti del polline di pino sul corpo umano, la tintura di polline è destinata agli uomini di mezza età e agli anziani, coloro che hanno vari tipi di malattie che aiuteranno a curare o ridurre i sintomi della loro manifestazione..

Polline crudo, ad es. la polvere di polline (può essere in capsule o compresse) può essere utilizzata come integratore alimentare per quasi tutti: uomini, donne, adolescenti, bambini, ad eccezione dei casi relativi a controindicazioni.

Allergia ai pollini: trattamento e sintomi

Tra le malattie allergiche più comuni c'è l'allergia ai pollini, detta anche febbre da fieno o febbre da fieno..

Secondo varie fonti, nei paesi sviluppati dal 5 al 24% della popolazione è affetta da questa malattia, con la maggior parte dei casi di persone in giovane età lavorativa.

Pertanto, il trattamento delle allergie ai pollini è uno dei problemi più urgenti della moderna allergologia.

Soddisfare

Definizione del termine e meccanismi dello sviluppo della malattia

L'allergia ai pollini si riferisce alle reazioni di ipersensibilità di tipo I dovute alla produzione di anticorpi specifici (immunoglobuline E) nel corpo in risposta alla penetrazione di sostanze allergeniche che compongono il polline dalle piante impollinate dal vento.

Poiché il polline cade principalmente sulle mucose degli occhi e del tratto respiratorio, la febbre da fieno si manifesta sotto forma delle seguenti malattie:

  • congiuntivite allergica (infiammazione delle mucose degli occhi);
  • rinite allergica (naso che cola), a volte in combinazione con l'infiammazione delle tube uditive - eustacheite;
  • asma bronchiale polline allergico.

Significativamente meno spesso sotto l'influenza di allergeni da polline cadono:

  • pelle (orticaria, edema di Quincke, dermatite atopica);
  • sistema genito-urinario (vulvite allergica, vulvovaginite e molto raramente - cistite e nefrite);
  • tratto gastrointestinale (gastrite, colite con diarrea, vomito, altre manifestazioni di disturbi digestivi);
  • sistema nervoso centrale (meningite, aracnoidite).

Il polline di molte piante impollinate dal vento è molto piccolo e include uno speciale enzima che aumenta la permeabilità delle membrane biologiche. Questo enzima favorisce la penetrazione delle particelle di polline attraverso le mucose nel sangue e nella linfa, che, con una certa tendenza del corpo, porta allo sviluppo di reazioni allergiche.

↑ Torna ai contenuti

La relazione tra fioritura di piante impollinate dal vento ed esacerbazioni stagionali della febbre da fieno

In totale, ci sono circa 60 specie di piante nel mondo il cui polline è in grado di provocare lo sviluppo della febbre da fieno. Sul territorio della Russia in diverse zone climatiche sono comuni diversi tipi di piante, pertanto in alcune regioni può prevalere l'allergia all'una o all'altra specie.

Durante l'anno, si possono distinguere tre picchi di esacerbazioni dell'allergia ai pollini nelle persone con questa malattia..

  1. Il primo picco - la primavera - è associato alla fioritura di alberi impollinati dal vento, che includono: ontano, nocciola, salice, olmo, pioppo tremulo, pioppo, betulla. Nella corsia centrale, questi alberi fioriscono da circa metà aprile ai primi di maggio. Quasi contemporaneamente a loro, i fiori di pino.
  2. Il secondo picco - l'estate - è associato alla fioritura delle erbe da prato. Questi includono: dente di leone, riccio, falò, ryegrass, coda di volpe, festuca, timothy, erba di grano, ecc. Queste piante iniziano a fiorire dalla prima settimana di giugno e continuano a fiorire fino all'inizio di luglio..
  3. Il terzo picco di esacerbazioni della febbre da fieno - autunno - è associato alla fioritura delle erbe infestanti (assenzio, quinoa, ecc.). Cade nelle prime tre settimane di settembre.

I periodi di fioritura di queste piante possono differire di una o due settimane da quelli indicati a seconda della regione, quindi è consigliabile per una persona allergica al polline leggere la tabella di fioritura delle piante impollinate dal vento nell'area in cui vive.

La stessa persona può essere allergica al polline di piante di uno solo di questi gruppi o al polline di piante di gruppi diversi. L'identificazione di un tempo chiaro per l'inizio dell'esacerbazione della febbre da fieno semplifica la diagnosi e l'accurata determinazione dell'allergene che provoca allergie in ogni singola persona..

C'è anche un'allergia alle spore di funghi che si diffondono insieme al polline. Pertanto, le esacerbazioni autunnali della febbre da fieno possono essere associate a spore di funghi che entrano nelle mucose degli occhi e del naso.

↑ Torna ai contenuti

Sintomi di allergia ai pollini

Le manifestazioni della febbre da fieno - sintomi dell'allergia ai pollini - dipendono dall'organo coinvolto nelle reazioni allergiche..

La rinite allergica si verifica più spesso (quasi il 98% della febbre da fieno) e si manifesta con i seguenti sintomi:

  • gonfiore della mucosa nasale;
  • congestione nasale, difficoltà nella respirazione nasale;
  • rinorrea: abbondante secrezione di secrezione liquida dai passaggi nasali;
  • starnuti, prurito al naso.

Nella rinite allergica, possono essere coinvolti i seni paranasali (nel 48% dei pazienti), la bocca delle tube uditive (Eustachian).

La congiuntivite allergica si verifica nel 90% dei pazienti con febbre da fieno ed è manifestata dai seguenti sintomi:

  • una sensazione di secchezza e bruciore sotto le palpebre;
  • lacrimazione
  • arrossamento e gonfiore delle palpebre;
  • fotofobia.

La dermatite allergica (atopica) viene rilevata nel 21% dei pazienti con pollinosi e si manifesta:

  • orticaria;
  • Edema di Quincke;
  • altri sintomi della pelle.

L'asma allergico (polline) si presenta nel 18% dei pazienti con febbre da fieno e si manifesta con i seguenti sintomi:

  • tosse;
  • dispnea;
  • difficoltà a espirare;
  • respiro sibilante secco nei polmoni (respiro sibilante, ronzio).

Nel 60% dei pazienti, si verificano esacerbazioni della febbre da fieno con lo sviluppo della sindrome astenica, che si manifesta con debolezza, affaticamento, mal di testa, ridotta concentrazione e capacità lavorativa, compromissione della memorizzazione, irritabilità e diminuzione dell'appetito.

Come si può vedere da quanto sopra, praticamente non si trovano forme isolate di febbre da fieno (solo rinite o solo congiuntivite). Di solito, una persona ha diversi organi e sistemi coinvolti nel processo allergico, che contribuisce a un notevole indebolimento del paziente.

Si distinguono quattro gradi di gravità del decorso della febbre da fieno:

  1. corso lieve con episodi rari;
  2. decorso lieve con manifestazioni costanti;
  3. corso moderato;
  4. corso grave.

La gravità viene determinata tenendo conto di fattori quali la gravità delle manifestazioni locali, la gravità delle manifestazioni generali, la prevalenza di uno o più organi e sistemi, il grado di riduzione o disabilità. Ad esempio, un decorso grave con lo sviluppo di asma di polline e una marcata violazione della funzione respiratoria dei polmoni può portare a disabilità permanente, cioè a disabilità.

↑ Torna ai contenuti

Diagnosi di allergia ai pollini

La diagnostica è composta da più fasi.

  • Il primo stadio consiste nell'identificare la stagionalità delle manifestazioni allergiche e confrontare i tempi dell'esacerbazione con il calendario di fioritura delle piante impollinate dal vento nell'area. Questa fase ci consente di suggerire quali specie vegetali particolari provocano allergie in questo paziente..
  • Il secondo stadio è la raccolta di una storia familiare: è stato riscontrato che la probabilità di sviluppare un'allergia al polline è maggiore nelle persone i cui antenati hanno sofferto di qualsiasi forma di allergia. Le prime due fasi sono parallele.
  • La terza fase è la conferma di laboratorio e il chiarimento del tipo di allergene. In questa fase, il paziente viene sottoposto a test cutanei per la sensibilità agli allergeni dei pollini delle piante, che si ritiene causino la malattia. Oltre agli esami cutanei, è possibile eseguire un esame del sangue sulla quantità totale di immunoglobuline di classe E, nonché sulla rilevazione di immunoglobuline E specifiche per il polline di una particolare pianta.

Secondo le indicazioni, un immunogramma dettagliato può essere assegnato al paziente, il che consente di valutare il numero e l'attività di vari tipi di cellule immunitarie e l'esame microbiologico. Questo esame è necessario se si sospetta la presenza di focolai di un'infezione cronica, che contribuisce all'allergia e aggrava la gravità delle malattie allergiche..

↑ Torna ai contenuti

Trattamento allergia ai pollini

Nel trattamento della pollinosi, la medicina offre un approccio integrato costituito dai seguenti metodi:

  1. eliminazione dell'allergene (rimuovendolo dal corpo e limitando l'assunzione);
  2. farmacoterapia - l'uso di droghe;
  3. ASIT - immunoterapia specifica per allergeni.

Terapia di eliminazione

Per ridurre al minimo il contatto con il polline, i pazienti devono attenersi alle seguenti regole di comportamento:

  • evitare di stare all'aperto al mattino, così come nelle giornate di sole asciutto, quando la concentrazione di polline nell'aria raggiunge i suoi valori massimi;
  • rifiutare di ventilare i locali al mattino e in tempo soleggiato e asciutto;
  • evitare viaggi nella natura durante i periodi di fioritura delle piante impollinate dal vento, che sono allergiche al polline;
  • per proteggere gli occhi, utilizzare occhiali con finestre colorate;
  • per rimuovere il polline dalla pelle e dalle mucose, sciacquare il viso con acqua fresca, fare una doccia ogni giorno o anche due volte al giorno senza usare detergenti;
  • studiare il calendario di fioritura delle piante impollinate dal vento nell'area in cui vive il paziente e iniziare il trattamento preventivo due settimane prima della fioritura.

I sorbenti intestinali (carbone attivo, enterosgel, poliphepan) vengono utilizzati per rimuovere gli allergeni che sono già entrati nel corpo, anche con cibo e aria. Nei casi più gravi, per ridurre il numero di complessi immunitari e anticorpi contro il polline, è possibile utilizzare metodi di chirurgia del sangue gravitazionale (purificazione del sangue mediante emosorbimento, plasmaferesi, emoferesi, ecc.).

Farmacoterapia della pollinosi

Sfortunatamente, un rimedio universale per le allergie ai pollini non è ancora stato inventato. Pertanto, a seconda dei sintomi delle allergie, vengono utilizzati vari gruppi di farmaci: antistaminici, glucocorticosteroidi, cromoglicati, vasocostrittori.

1. Gli antistaminici per l'allergia ai pollini sono divisi in due generazioni.

  • La prima generazione comprende: suprastin, tavegil, peritolo, difenidramina, diazolina, ketotifene, fenkarol, pipolfen. Ognuno di questi farmaci può avere analoghi con altri nomi, a seconda del produttore. Uno svantaggio comune di questo gruppo di fondi è un pronunciato effetto inibitorio sull'attività del sistema nervoso centrale. Si manifesta sotto forma di sonnolenza, letargia e velocità di reazione ridotta. Inoltre, questi farmaci possono causare secchezza delle fauci, nausea, vomito e disturbi della motilità intestinale. Dati gli effetti collaterali descritti, gli antistaminici di prima generazione non possono essere raccomandati per i lavoratori, così come per le seguenti malattie concomitanti: glaucoma, adenoma prostatico, epilessia, malattie del fegato con una diminuzione della funzione di questo organo.
  • La seconda generazione di antistaminici comprende claritina, astemisan, zyrtec, semprex, terfenadina ed ebastina. Tutti i farmaci elencati possono avere un nome diverso. Gli antistaminici di seconda generazione hanno meno effetti collaterali. Questi includono: una moderata diminuzione dell'attenzione e della velocità delle reazioni, problemi con il sonno, disforia (cattivo umore), disturbi del ritmo cardiaco. Convulsioni, dolore ai muscoli e alle articolazioni, aumento dell'attività degli enzimi epatici sono rari.

2. I farmaci vasocostrittori sono usati per la rinite allergica sotto forma di gocce per il naso. Questi includono: nasolo, xilometazolina, naphazoline, ecc..

Queste gocce riducono la produzione di muco nasale, riducono il gonfiore delle pareti dei passaggi nasali, in modo che per qualche tempo facilitino la respirazione nasale.

È inaccettabile usare le gocce nasali per un periodo superiore a cinque giorni, in modo da non provocare lo sviluppo della rinite vasomotoria.

I preparati di glucocorticosteroidi possono essere sistemici (compresse per somministrazione orale o soluzioni iniettabili) o locali (gocce per occhi e naso, unguenti, preparati per inalazione per pazienti con asma bronchiale).

I farmaci glucocorticoidi locali hanno effetti collaterali minimi, mentre alleviano l'infiammazione allergica e riducono il rilascio di nuove porzioni di istamina stabilizzando le membrane dei mastociti.

4. Il sodio cromoglicato non ha praticamente effetti collaterali, è disponibile sotto forma di rimedi locali - gocce e spray, inalazioni. Legandosi a una speciale proteina sulla superficie della membrana dei mastociti, il cromoglicato di sodio inibisce il rilascio di istamina sotto l'influenza dei complessi immunitari allergenici, bloccando così lo sviluppo dell'infiammazione allergica.

Immunoterapia specifica per allergeni

Questo approccio viene utilizzato senza esacerbazione ed è buono per coloro che vogliono prevenire nuove esacerbazioni ed evitare lo sviluppo di forme più gravi di reazioni allergiche..

Nella foresta, ora non gli animali fanno paura. allergia al polline di pino

Una visita alla pineta è un'ottima cura per le persone che soffrono di malattie respiratorie. Solo qui, alcuni di loro hanno un viaggio utile che può finire molto male, fino a un letto d'ospedale.

La ragione di ciò è l'ipersensibilità al pino, in altre parole, un'allergia. Una parte impressionante della popolazione mondiale soffre di questa malattia, mentre la maggior parte è soggetta a reazioni negative alle piante.

Risposta alle piante

La vegetazione contiene un'enorme quantità di varie sostanze, la maggior parte delle quali sono allergeni. Non appena una tale sostanza irritante entra nel corpo (a volte solo sulla pelle), il sistema immunitario inizia a cercare di difendersi dagli effetti dannosi. L'istamina viene rilasciata attivamente nel sangue, il che contribuisce al verificarsi di spiacevoli sintomi della malattia.

Nel caso delle piante, il corpo reagisce alle sostanze contenute in:

La vera sofferenza per chi soffre di allergie inizia in estate. In questo momento, la maggior parte delle piante inizia a fiorire, un'enorme quantità di sostanze irritanti entra nell'aria.

Questo albero accade?

Il pino contiene un'enorme quantità di oli essenziali. Sono ovunque - in coni, aghi, corteccia (soprattutto molto).

È la corteccia la principale fonte di allergia - rilascia l'olio essenziale a cui molte persone sono allergiche tutto l'anno.

Quindi puoi avere i sintomi della malattia a luglio e gennaio. Pertanto, la reazione allergica al pino non è un mito, ma l'amara verità.

Un ulteriore pericolo risiede nel fatto che anche il pino lavorato conserva una quantità impressionante di oli essenziali e resine nella sua composizione. Qualsiasi mobile, come uno sgabello, può diventare mortale..

La consolazione è che non è affatto difficile trovare un albero "dannoso" nella tua casa - l'albero di pino ha un odore caratteristico che è stato immagazzinato nei mobili per decenni, è praticamente impossibile resistere.

Sintomi

Poiché la causa dell'allergia, infatti, è l'odore, la maggior parte delle manifestazioni sono concentrate nel tratto respiratorio. I sintomi si sviluppano quasi immediatamente dopo il contatto con un allergene. I pazienti di solito avvertono:

  • rinite grave;
  • gonfiore delle vie aeree;
  • starnuti
  • tosse
  • prurito e bruciore al naso;
  • produzione di espettorato;
  • respiro pesante;
  • irritabilità e aggressività.

Se si scopre che il collo e il viso della vittima si gonfiano, questo è un sintomo formidabile come l'edema di Quincke. Se una persona non viene aiutata in un futuro molto prossimo, la morte verrà dal soffocamento. Uno dei segni caratteristici di questa condizione è un triangolo nasolabiale bluastro. Ciò suggerisce che la persona non ha abbastanza ossigeno e sta già iniziando a soffocare.

Diagnostica

È quasi impossibile identificare in modo indipendente questa malattia in se stessi. I sintomi sopra descritti sono caratteristici non solo per la reazione all'albero di pino, quindi trovare un allergene senza l'aiuto di uno specialista sarà abbastanza problematico.

A volte le persone cercano di applicare una goccia di un potenziale allergene sulla pelle, ad esempio l'olio di abete. Di conseguenza, ottengono un sintomo sviluppato della malattia, poiché questo irritante è molto insidioso, dà un rapido deterioramento del benessere, anche con poco contatto.

Pertanto, per la diagnosi dovrebbe andare in ospedale. Un medico esperto avrà abbastanza storia per determinare le cause della malattia. In alcuni casi, sono previsti ulteriori esami:

  • esame del sangue per microflora patogena;
  • Esame del sangue di IgE;
  • Analisi delle urine.

È necessario un tentativo di rilevare un'infezione per escludere malattie virali che presentano sintomi simili. Se ci sono dubbi sull'allergene, il medico prescrive un test cutaneo: una piccola quantità del potenziale allergene viene applicata al corpo umano, dopo di che viene studiata la reazione del corpo. Di norma, dopo questo, le cause della malattia diventano evidenti..

Trattamento

Un allergene entra nel corpo attraverso i polmoni, rispettivamente, si diffonde con la velocità dell'ossigeno, cioè molto rapidamente. Ciò significa che i sintomi della malattia arriveranno quasi immediatamente dopo il contatto con lo stimolo, quindi è necessario iniziare il trattamento anche prima di andare in ospedale.