Allergia al sole in un bambino

Analisi

L'estate per la maggior parte delle persone è il periodo preferito dell'anno, ma per i bambini questo periodo può essere una prova seria. I raggi solari insidiosi causano allergie al sole o scientificamente - fotodermatite.

Più di altri, i bambini piccoli sono affetti da questa malattia. Nei bambini, la pelle è più morbida e sensibile rispetto agli adulti, contiene poca melanina, una sostanza che può proteggere dalla luce solare e dalle ustioni.

Sintomi allergici

E dopo i primi bagni di sole, hai notato macchie rosse, vescicole sul corpo dell'arachide e con loro c'è un naso chiuso, gonfiore degli occhi, lacrimazione e prurito. Le eruzioni cutanee si trovano non solo in quelle aree che sono state esposte alla luce solare, ma anche in luoghi remoti.

La fotodermite è la più pericolosa per i bambini che, dopo il contatto con il sole, si rifiutano di mangiare, hanno la febbre e c'è un disturbo delle feci. Questo può portare a disidratazione. Nei casi più gravi, è necessario il ricovero in ospedale del bambino.

Tipi di allergie solari:

  • eritema: arrossamento della pelle, a volte con formazione di vesciche;
  • orticaria: vesciche pruriginose si trovano sul corpo;
  • il prurigo è una malattia rara in cui si formano i noduli, al centro del quale c'è una vescicola. La bolla può aprirsi, al suo posto appare una crosta sanguinolenta.

Cosa scatena un'allergia al sole?

La fotosensibilità - ipersensibilità alla luce solare - appare in bambini che in precedenza avevano avuto varie malattie allergiche o che avevano recentemente avuto un'infezione.

Se il polline della pelle di piante, profumi, cosmetici, compresa la crema solare, gli oli essenziali entrano nella pelle, può svilupparsi una malattia.

Alcuni farmaci hanno questo effetto collaterale, ad esempio farmaci antibatterici (doxiciclina, sumamed, biseptolo), farmaci non steroidei (ibuprofene), unguenti ormonali per un uso prolungato e altri farmaci. Sulla confezione di questi farmaci, è necessariamente indicata la loro capacità di causare fotosensibilità. Pertanto, leggi attentamente le istruzioni prima di somministrare il medicinale al bambino prima di usare il sole..

Se hai innaffiato un bambino con decotti di erbe medicinali come trifoglio dolce, trifoglio, erba di San Giovanni e pan di zenzero, questo può provocare la comparsa di fotodermite.

Cosa fare - come trattare?

Prima di tutto, devi nascondere il bambino alla luce solare diretta. Indumenti a maniche lunghe in cotone o lino sono indossati sul corpo..

Dopo il contatto con il sole, la pelle del bambino deve essere lavata con acqua fredda o tè. Il bambino dovrebbe bere molti liquidi e somministrare farmaci antiallergici. Come antistaminici, si raccomandano gocce di Fenistil (possono essere somministrate ai bambini a partire dal 2 ° mese di vita), Zirtek in gocce (usato da 6 mesi).

Arrivando a casa, applica impacchi freddi di tè verde, camomilla o infuso di calendula alle eruzioni cutanee pruriginose.

Permesso localmente di usare gel di fenistil, pasta di zinco, unguento con metiluracile e lanolina.

Assicurati di mostrare il bambino al medico, perché un'eruzione cutanea sulla pelle può essere una manifestazione di una malattia infettiva.

Allergia al sole in un bambino: sintomi, fattori provocatori, metodi di trattamento, prevenzione

La pelle dei bambini è abbastanza sensibile. Eventuali errori nella nutrizione, cosmetici di scarsa qualità e presenza di ingredienti chimici aggressivi nelle sostanze chimiche domestiche si manifestano con varie eruzioni cutanee, prurito e arrossamento sull'epidermide. Un altro irritante è l'ultravioletto. Le allergie al sole in un bambino sono comuni. Le cause, i segni e i metodi per eliminare questo problema sono riconosciuti nel nostro articolo..

Maggiori informazioni sulla reazione alla luce ultravioletta.

Tutte le madri sanno che i raggi del sole sono utili, perché sotto la loro influenza viene prodotta la vitamina D, che non è sintetizzata in modo indipendente dal corpo. Pertanto, le passeggiate di giorno sono necessariamente incluse nella routine quotidiana..

Ma il sole "chiaro e caldo così caldo" non è sempre sicuro. Dopo essere stato in strada o in spiaggia, il bambino può mostrare irritazione sulla pelle sotto forma di acne, vesciche e macchie rosse. È molto importante in questo momento consultare un pediatra che escluderà altri tipi di allergie: cibo, medicine e igiene personale.

Dopo aver esaminato un piccolo paziente, a volte, il medico fa una diagnosi di fotodermatite o fotodermatosi, cioè una maggiore sensibilità della pelle alla luce solare. Questa malattia può essere aggravata e causare conseguenze pericolose per neonati e bambini più grandi. Ecco perché è importante diagnosticare tempestivamente una reazione cutanea alla luce ultravioletta..

Chi è a rischio

Molto spesso, un'allergia al sole si verifica nei bambini con pelle chiara, riccioli rossi e biondi e lentiggini. Le persone con tali caratteristiche della pelle non solo ottengono ustioni al sole più velocemente, ma reagiscono anche dolorosamente ai raggi ultravioletti.

I neonati e i bambini del primo anno di vita non hanno ancora rafforzato la loro immunità e reagiscono a eventuali irritanti, incluso il sole.

La pelle tenera richiede una protezione più approfondita e l'uso di misure preventive per prevenire reazioni allergiche. La fotodermatosi si verifica nei bambini molto più spesso che negli adulti.

La vera causa della malattia

In effetti, i raggi del sole non sono allergeni. Gli effetti tossici delle radiazioni ultraviolette possono verificarsi quando combinati con sostanze che si trovano sulla o sulla pelle. Gli allergeni sono i seguenti componenti:

  • polline di fiori e altre piante;
  • prodotti chimici domestici (detersivi e prodotti per la pulizia);
  • farmaci;
  • cosmetici con fragranze (creme solari, lozioni, polveri);
  • acqua clorata.

È interessante! Negli adulti, può verificarsi una reazione al sole dopo procedure cosmetiche che hanno indebolito l'immunità della pelle, ad esempio bucce, tatuaggi con sali di cadmio.

Fattori che provocano la fotodermatite

Le allergie al sole nei neonati e nei bambini più grandi possono essere causate da vari motivi. Tra questi, il più comune:

  • predisposizione genetica, ovvero se qualcuno ha già questa diagnosi in famiglia, aumenta la probabilità di fotodermatosi;
  • la presenza di infestazioni da elminti;
  • disfunzione metabolica;
  • assunzione di farmaci (farmaci antibatterici della serie doxiciclina o tetraciclina, biseptolo, pomate contenenti ormoni, antistaminici, farmaci antinfiammatori non steroidei (aspirina, ibuprofene);
  • diagnosticato altri tipi di allergie, ad esempio cibo, lattice e altri;
  • carenza vitaminica e indebolimento delle funzioni protettive a seguito di una malattia;
  • l'uso di creme solari (oli e creme);
  • consumo eccessivo di prodotti ipoallergenici, che includono miele, pesce, agrumi, cioccolato, noci, bacche rosse, pomodori;
  • esposizione prolungata alla luce solare diretta, specialmente in periodi pericolosi - dalle 11 alle 16 ore;
  • un brusco cambiamento nel clima;
  • patologia del fegato e dei reni.

È interessante! Nelle donne, la fotodermatite può essere innescata dall'uso di contraccettivi orali..

Come è l'allergia al sole nei bambini

La sensibilità alla luce ultravioletta può essere espressa come reazioni cutanee e sintomi generali. Le condizioni patologiche sull'epidermide hanno le seguenti manifestazioni:

Molto spesso, i problemi sono visibili in aree aperte del corpo: spalle, viso, braccia e petto.

Con segni comuni, il bambino può manifestare i seguenti sintomi:

  • lacrimazione
  • congestione del seno nasale;
  • gonfiore e gonfiore della pelle. Le reazioni pericolose e acute comprendono l'edema di Quincke, che può svilupparsi nel giro di pochi minuti ed è pericoloso per la vita del bambino se l'assistenza medica non viene fornita in tempo;
  • mal di testa;
  • perdita di appetito;
  • nausea, vomito e mal di stomaco;
  • vertigini;
  • aumento della temperatura.

A proposito, la fotodermite dalla medicina ufficiale è classificata come una maggiore sensibilità della pelle alla luce ultravioletta. "Allergia al sole" è il nome popolare per la malattia.

Pronto soccorso per le allergie solari

Ogni madre dovrebbe sapere cosa fare se un bambino ha la fotodermite. Quando sulla pelle compaiono macchie rosse, eruzioni cutanee e bruciore sullo strato epidermico a seguito dell'esposizione al sole, è urgente posizionare una piccola persona allergica all'ombra e coprire le aree interessate del corpo. Per questo, è adatto un panno di cotone inumidito con acqua pulita..

Saranno utili impacchi con decotti di erbe come camomilla, calendula e tè verde. Per alleviare il gonfiore, le compresse dovrebbero essere fresche. È importante garantire una bevanda abbondante al fine di prevenire la disidratazione. Puoi aggiungere un paio di gocce di limone all'acqua.

Si consiglia di contattare il centro medico più vicino, soprattutto quando si tratta della salute del bambino. Se ciò non è possibile, i genitori possono consultare un pediatra in merito al problema telefonicamente. Lo specialista raccomanderà l'uso di antistaminici sicuri appartenenti alla terza o alla quarta generazione. Può essere "Histafen", "Fenkarol", "Suprastinex", ecc..

Gravi allergie al sole sul viso di un bambino e altri corpi frequenti richiedono il ricovero in ospedale.

Metodi di diagnosi

Anche se è stato fatto tutto per alleviare i sintomi della fotodermite, è necessario contattare un allergologo esperto, che deve determinare la vera causa dell'allergia.

Di norma, il bambino esegue un esame generale del sangue e delle urine. Se durante una reazione allergica a cibo, punture di insetti, polline, ecc., Lo specialista consiglia di eseguire test per i test cutanei, la sensibilità alla luce solare viene controllata da un test della luce.

Alcune parti del corpo sono esposte alle radiazioni ultraviolette, da 30 secondi a 3 minuti. Questo metodo aiuta a determinare quanto il bambino ha bisogno al sole per scottarsi..

Come essere trattati

Con eventuali disturbi nei neonati, è necessario consultare un pediatra, perché i sintomi della fotodermatosi possono essere confusi con altre infezioni virali o batteriche più pericolose. Non automedicare, guidato dai consigli di altri genitori o dalle informazioni contenute negli opuscoli pubblicitari. Solo un medico può prescrivere il farmaco giusto, che sarà efficace in una situazione particolare. Le azioni non autorizzate possono solo danneggiare il bambino e avere conseguenze spiacevoli.

Dopo aver esaminato un piccolo paziente, dopo aver ascoltato le lamentele del bambino, se può parlare o dalle parole dei genitori sullo stato del bambino, un allergologo o un pediatra prescrive la seguente terapia:

  • Involucro umido a base di varie erbe curative..
  • Unguenti antisettici con ingredienti attivi come zinco, zolfo, acido salicilico. Le sostanze hanno un effetto essiccante e inibiscono antibattericamente la crescita di microrganismi patogeni nelle aree interessate della pelle.
  • Antistaminici sotto forma di sospensioni, in modo che sia più conveniente per il bambino prenderlo ("Fenistil", "Cetrin", "Zodak", "Elidel", "Desitin").
  • Per abbassare la temperatura e alleviare i processi infiammatori, sono adatti ibuprofene e indometacina.
  • Enterosorbenti che contribuiscono alla rimozione delle tossine "Enterosgel", "Polysorb".
  • Gli antistaminici cadono negli occhi per alleviare arrossamenti e bruciore.
  • Epatoprotettori. È importante ripristinare la normale funzionalità epatica. Questo aiuterà le infusioni con cardo mariano, droghe "Karsil", "Gepabene".
  • Vitamine che rafforzano il sistema immunitario (A, E, gruppo B) in modo che il corpo combatte le allergie.
  • Vasocostrittore cade nel naso, eliminando il gonfiore del seno.

Il trattamento delle allergie alla luce solare nei bambini deve essere effettuato sotto la stretta supervisione di un pediatra, un monitoraggio costante dei test e visite regolari alle strutture mediche.

Nota dei genitori. Se al bambino è stata diagnosticata la fotodermatite, è necessario trasportare farmaci che alleviano i sintomi al fine di prevenire ricadute acute.

La complessità del trattamento della fotodermatosi è che è impossibile escludere completamente i raggi del sole, come allergene. Ma la malattia può portare ad asma bronchiale, dermatite, orticaria. Pertanto, è necessario adottare misure preventive per non essere inizialmente protetti da problemi..

Prevenzione: consulenza dei medici

Esistono regole semplici che possono aiutarti a evitare le allergie alla luce ultravioletta. Gli esperti raccomandano:

  1. È al sole tra le 11:00 e dopo le 16:00 quando i raggi non sono così aggressivi..
  2. Vai alle località balneari in primavera e in autunno.
  3. Non prendere il sole alla luce diretta del sole, ma sotto ombrelloni o altre coperture che diffonderanno la luce.
  4. Fornisci al bambino un cappello con tesa (cappello panama).
  5. Dai la preferenza agli abiti realizzati con tessuti naturali - cotone e lino. Vale la pena scegliere tonalità che riflettano l'ultravioletto.
  6. Dopo il bagno, pulisci il bambino con un asciugamano, perché le gocce d'acqua sono una sorta di lenti che aumentano la luce solare e causano ustioni.
  7. Fai un corso di vitamina (beta-carotene, A, C).
  8. Evitare il sole se il bambino è stato recentemente trattato con antibatterici o altri farmaci che non sono stati ancora completamente eliminati dal corpo..
  9. Mangia un pasto con alimenti limitati che causano allergie: miele, cioccolato, pesce, pomodori, ecc..

Riassumere

La fotodermite è un evento comune nei bambini. Ciò è dovuto al fatto che la pelle dei bambini è molto sensibile alla luce solare e il sistema immunitario non si è ancora rafforzato per resistere a fattori esterni aggressivi. Sostanze presenti in prodotti chimici domestici e cosmetici, polline di piante e alberi, alcuni alimenti possono provocare la malattia..

Se vengono rilevate reazioni cutanee negative, i genitori devono consultare un pediatra o chiamare un team di ambulanze. L'automedicazione per neonati e bambini più grandi è inaccettabile.

Sintomi di allergia solare nei bambini, cause della sua insorgenza e caratteristiche del trattamento, reazione ai filtri solari

L'allergia al sole nei bambini è un fenomeno patologico che si riscontra nei giovani pazienti sin dalla tenera età. Nei circoli medici, il termine "fotodermatite" viene utilizzato per l'ipersensibilità alla luce ultravioletta. Le eruzioni cutanee dopo essere state al caldo sono spesso confuse con segni di ustioni. Quali azioni intraprendere se il bambino è allergico alla luce solare e come affrontarlo?

Cause di una reazione allergica nei bambini al sole

L'allergia al sole nei bambini viene diagnosticata in estate dopo un lungo soggiorno alla luce solare diretta. Anche i raggi solari artificiali usati per trattare alcune patologie possono danneggiare la pelle dei giovani pazienti. La fotodermite si fa sentire dopo 20-30 minuti di esposizione al sole.

La comparsa di una reazione cutanea non è causata dai raggi ultravioletti stessi, ma da allergeni che si accumulano in grandi quantità sulla pelle. È l'interazione del sole con i componenti estranei della pelle che causa l'orticaria. Gli allergeni sono:

Lo sviluppo di allergie al sole è provocato dai seguenti fattori:

  • la presenza nella storia di un altro tipo di allergia (per cibo, polline di piante);
  • assunzione di agenti antibatterici (principalmente gruppo tetraciclina);
  • avitaminosi;
  • ipersensibilità ereditaria al sole;
  • elmintiasi;
  • disturbi metabolici;
  • mangiare cibi con additivi alimentari (dolcificanti).

L'immunità ridotta nel bambino aumenta il rischio di allergie alla luce solare. Il corpo di un bambino del genere non è in grado di resistere a fattori ambientali aggressivi, tra cui i raggi del sole.

La predisposizione alla fotodermatite ha bambini con malattie:

Tipi di manifestazioni di allergie al sole e sintomi correlati

Esistono 3 tipi di reazioni cutanee al sole a causa di segni concomitanti:

  1. Tossico. Si manifesta come un'eruzione cutanea pruriginosa. La pelle e le mucose saranno gonfie e iperemiche. C'è un deterioramento delle condizioni generali. I bambini sembrano assonnati e stanchi..
  2. Traumatico. Le ustioni sono dolorose alla palpazione in diverse parti del corpo. Per prevenire il loro aspetto, si consiglia di utilizzare creme e lozioni protettive..
  3. Allergico. Al bambino viene diagnosticata l'orticaria. Piccole e grandi macchie rosse coprono parzialmente e completamente l'intero corpo del bambino, le braccia. Il prurito si fa sentire non solo sulla pelle, ma anche sulle mucose.

Un'allergia al sole in un bambino è evidente su parti del tronco e della testa che sono a diretto contatto con i raggi del sole:

Sintomi di un'allergia all'ultravioletto in un bambino:

  1. iperemia cutanea simile all'orticaria (si consiglia di leggere: orticaria nei bambini a 6 anni: sintomi, trattamento e foto);
  2. gonfiore della pelle;
  3. piccole bolle riempite con un liquido trasparente;
  4. bruciando;
  5. febbre.

Inoltre, si osservano svenimenti, disturbi del sonno, problemi digestivi. L'immagine della patologia dipende dalla gravità della reazione all'ultravioletto:

  1. Facile. È caratterizzato dal rossore della pelle, dal suo peeling. L'area interessata prude.
  2. Medio. Piccole vescicole con contenuto sieroso appaiono sulla pelle arrossata (vedi foto). A contatto con i vestiti, scoppiano le bolle, che provocano la comparsa di dolore.
  3. Pesante. Invece delle vescicole, sulla pelle compaiono formazioni più grandi - vesciche, che portano un notevole disagio. Le ferite dolorose si formano al loro posto..

Metodi diagnostici

È impossibile stabilire un'allergia al sole in modo di laboratorio. L'ipersensibilità della pelle del bambino ai raggi del sole può essere determinata solo mediante l'osservazione. In questo caso, i genitori devono trovare la relazione tra l'ultimo contatto con uno stimolo leggero e la comparsa di una reazione allergica. I primi sintomi si notano poche ore dopo l'esposizione al sole.

In alcune situazioni cliniche, viene utilizzato un test della luce: una piccola area del corpo è esposta alla luce ultravioletta. Dopo la procedura, la condizione della pelle viene valutata per diversi giorni. Il test si svolge in più fasi, in ciascuna delle quali aumenta gradualmente il tempo di contatto delle radiazioni ultraviolette con la pelle.

Caratteristiche del trattamento

La prima cosa da fare quando compaiono i sintomi di un'allergia all'ultravioletto è limitare il contatto del bambino con il sole, proteggendolo dalle scottature. Si consiglia di indossare abiti chiusi sul bambino, uscire se c'è un'ombra.

Dovresti abbandonare i prodotti, che includono coloranti e conservanti. Sotto il divieto sono agrumi, noci, fragole, miele.

Mezzi per uso esterno

Unguenti e creme ripristinano l'integrità della pelle, alleviano l'irritazione e la idratano, eliminando il prurito. I prodotti devono essere assorbiti rapidamente e non devono formare un film sulla superficie della pelle.

Non usare una crema troppo grassa. Previene la respirazione della pelle e inibisce il processo di guarigione..

Gli unguenti più efficaci per una reazione allergica:

Adatto all'allattamento al seno per neonati:

  • Fenistil;
  • Elokom;
  • La Cree;
  • Berretto di pelle.

Si consiglia di trattare la pelle di neonati e bambini più grandi con unguenti due volte al giorno. Alcune creme sono ormonali, quindi è necessario coordinarne l'uso con il medico.

Antistaminici per somministrazione orale

Antistaminici: pronto soccorso per bambini con fotoallergia. Riducono il gonfiore e il rossore, aiutano ad eliminare il dolore. È consentito assumere antistaminici di qualsiasi forma, tuttavia le gocce sono migliori per i bambini.

I farmaci comuni in questo gruppo sono:

Tutti questi farmaci in un modo o nell'altro causano sonnolenza, riducono l'appetito. Il dosaggio esatto e la durata della somministrazione devono essere determinati solo da un medico. In casi particolarmente gravi, vengono prescritti corticosteroidi. Tuttavia, il corso del trattamento con tali agenti dovrebbe essere breve - non più di 5 giorni. Altrimenti, può portare a complicazioni (eritema, vasodilatazione).

Vitamine

Il fattore eziologico nella comparsa di fotoallergia è spesso la carenza di vitamina. Affinché il trattamento della patologia abbia successo, è necessario assumere vitamine dei gruppi E, C, B e acido nicotinico.

Puoi acquistare vitamine in capsule e compresse in qualsiasi farmacia. Puoi ottenere tutte le vitamine necessarie con il cibo: verdure, bacche, frutta e bevande da loro.

Assunzione di enterosorbenti

Gli enterosorbenti sono necessari per purificare il corpo da possibili allergeni e normalizzare la digestione. I bambini con allergie al sole sono prescritti:

  1. Compresse (carbone attivo). Il carbone può assumere fino a 4 volte al giorno.
  2. Polvere (Smecta, Polysorb). I fondi dovrebbero essere prelevati non più di 3 volte al giorno. La polvere viene diluita con acqua calda e utilizzata tra i pasti.

Un adeguato regime alimentare può aiutare ad eliminare rapidamente gli allergeni dopo essere stati al caldo. È necessario bere da 2 a 2,5 litri di acqua purificata al giorno. È impossibile assumere un tale volume di liquido per pazienti molto giovani, ma in estate dovrebbe essere somministrato il più spesso possibile.

Rimedi popolari

Se non c'è modo di consultare un medico, i rimedi popolari aiuteranno a far fronte ai sintomi di un'allergia alla luce solare. Il succo e le infusioni di piante possono eliminare il prurito e ridurre il dolore. A tal fine si applicano:

  1. Succo di cetriolo o patate. Cura le ferite, elimina il rossore. Anche le foglie di cavolo sono efficaci: con il loro aiuto il dolore viene eliminato.
  2. Infusi di calendula e celidonia. Sono usati come base per impacchi freddi..
  3. Infuso di camomilla o ortica. Le piante vengono frantumate e versate con acqua bollente. Somministrare due volte al giorno liquido al piccolo paziente. Una singola dose del farmaco è mezzo bicchiere.
  4. Puoi trattare gli effetti delle allergie con l'aloe. Le foglie della pianta vengono tagliate longitudinalmente e applicate con il lato interno sull'area interessata sulla faccia o su un'altra area. Tali compresse dovrebbero essere fatte due volte al giorno.

Allergia al sole

L'uso di creme solari può causare allergie. I seguenti componenti nella composizione di questi fondi dovrebbero essere attenti:

  • benzofenoni;
  • acido para-aminobenzoico.

Le creme che includono queste sostanze non sono consigliate non solo ai bambini ma anche agli adulti. Prima di acquistare una crema solare, è necessario consultare un medico.

Misure preventive

Per proteggere un bambino dalle allergie al sole, puoi seguire le istruzioni:

  1. Limitare la presenza del bambino nel caldo, specialmente se il bambino ha meno di 1 anno. Puoi camminare in estate in qualsiasi momento, tranne durante il giorno (dalle 11 alle 16). Durante questo periodo di tempo, i raggi ultravioletti sono considerati i più dannosi..
  2. Usa creme che proteggono dalle radiazioni ultraviolette. Non dovrebbero contenere coloranti.
  3. Sviluppa la dipendenza nel bambino dall'ultravioletto, aumentando gradualmente i suoi contatti con lui.
  4. Rafforza l'immunità del bambino. Per fare questo, è necessario eseguire un esercizio quotidiano, introdurre i latticini nella dieta.
  5. Al caldo, ricopri il corpo del bambino con tessuti realizzati con materiali naturali leggeri.

Un atteggiamento adeguato nei confronti delle allergie al sole nei bambini è un punto importante della terapia. La durata del trattamento e il suo esito, nonché la probabilità di complicanze, dipendono dalle tattiche dei genitori. È importante rilevare i sintomi della malattia in tempo e cercare l'aiuto di uno specialista qualificato.

Se tuo figlio è allergico al... sole? Come trattare e cosa può provocarlo

Molte madri, trovandosi in una situazione simile, hanno fretta di dichiarare i raggi ultravioletti il ​​principale nemico del loro bambino, il che non è del tutto vero. Le disgrazie che hanno colpito il bambino non sono solo la colpa della pallina al plasma rovente. La stella più vicina alla Terra serve solo come una sorta di catalizzatore, che, in combinazione con una serie di altri fattori, può causare una reazione insolita del corpo. A volte le eruzioni allergiche spiacevoli sulla pelle del bambino sono provocate dai genitori stessi, ad esempio quando applicano i cosmetici sbagliati alle briciole o li nutrono con antibiotici.

Guarda dietro le orecchie

È difficile perdere un'allergia al sole. Alcune ore dopo essere stata esposta ai raggi caldi, la pelle inizia a prudere, formicolare e compaiono piccole eruzioni rosse che si sbucciano leggermente e pruriscono terribilmente. Spesso, l'edema si unisce a questi problemi. Se l'epidermide in un bambino è molto leggera e sensibile, possono verificarsi anche vesciche, esattamente come dopo un'ustione. Dopo 2-3 settimane, l'eruzione cutanea di solito scompare, ma dopo la successiva esposizione al sole può apparire di nuovo.

Il problema principale è che i sintomi della fotodermatosi (questo è ciò che il linguaggio medico si riferisce alle malattie causate da una maggiore sensibilità della pelle al sole) ricorda in gran parte un'allergia comune, come cibo o droghe. Per assicurarti che si tratti davvero della speciale sensibilità del tuo bambino ai raggi ultravioletti, presta attenzione alla localizzazione delle eruzioni cutanee. Con la fotodermatosi, di solito si verifica un'eruzione cutanea sul viso, meno spesso sul corpo e molto raramente soffrono le braccia e le gambe. In questo caso, sono interessate solo le aree esposte della pelle: la fronte, il mento, i padiglioni auricolari e i luoghi non irradiati dietro le orecchie, sotto il mento e le palpebre superiori rimangono sempre puliti. E tieni presente che le allergie al sole sono stagionali. Le esacerbazioni di solito si verificano in primavera e in estate, soprattutto quando si viaggia verso il mare, in paesi caldi con più attivo, insolito per noi sole e clima.

Non lasciare che il prato

Nella maggior parte dei casi, la causa di una malattia insidiosa risiede in fattori esterni. Molto probabilmente, la fotodermatosi ha provocato una sorta di sostanza allergenica che si è accumulata sulla pelle del bambino e, sotto l'influenza della luce solare, ha causato irritazione delle aree aperte dell'epidermide. Tali provocatori includono, ad esempio, i furocoumarins - composti speciali che vengono secreti da molte piante di prato durante il periodo di fioritura. Il bambino correva lungo l'erba verde con i fiori - ed eccoti, per favore, arrossamenti, pruriti ed eruzioni cutanee. La stessa reazione può essere ottenuta se il bambino ha nuotato in piscina, quindi non ha risciacquato sotto la doccia per lavare la candeggina caustica. E l'affermazione che un'allergia al sole può provocare una crema solare può sembrare incredibile per te. Tuttavia, è davvero così. La composizione dei filtri solari spesso include un componente come l'acido para-aminobenzoico, il PABA abbreviato che, interagendo con la luce ultravioletta, può causare una grave reazione allergica. Inoltre, i problemi si verificano più spesso proprio con i bambini piccoli la cui pelle è ancora molto tenera, indifesa ed estremamente sensibile a fattori esterni. Pertanto, se non vuoi sperimentare il tuo bambino, testandone la forza, leggi attentamente le creme e scegli quella che non contiene acido para-aminobenzoico potenzialmente pericoloso.

Prendi dal dottore

Molto meno spesso, la causa della fotodermatosi sono fattori interni. Ad esempio, anomalie congenite nella sintesi del gemma: la parte non proteica dell'emoglobina o il danno genetico associato all'incapacità di sostituire sezioni di DNA danneggiate con "dettagli" completi. Fortunatamente, tali malattie sono estremamente rare. Ma si osservano più spesso malfunzionamenti nel sistema immunitario, presenza di malattie croniche nascoste (in particolare fegato e ghiandole surrenali) e vari disturbi metabolici e possono anche causare allergie al sole. Sfortunatamente, non è così facile identificare malattie interne che provocano una reazione patologica del corpo alla luce solare, ma se lasciate al caso, possono portare allo sviluppo di gravi complicazioni. Pertanto, se un bambino ha fotodermatosi, specialmente con frequenti ricadute, non automedicare, ma mostra immediatamente il bambino al medico. Ed è consigliabile non solo a un pediatra, ma anche a un dermatologo, immunologo e allergologo.

Non rafforzare l'immunità

Tieni presente che alcuni farmaci aumentano la sensibilità della pelle al sole e la rendono particolarmente vulnerabile. Le allergie al sole possono essere causate dall'assunzione di antibiotici, citostatici, antistaminici e farmaci antinfiammatori. Pertanto, se hai dato al tuo bambino dei farmaci, assicurati di informare il medico. E se il bambino è appena stato ammalato, non abbiate fretta di "prescriverlo" a prendere il sole per rafforzare l'immunità. Senza volerlo, puoi fare un disservizio a tuo figlio. Essendo sotto il sole caldo e ricevendo un'enorme dose di radiazioni ultraviolette, il corpo della briciola getterà tutta la sua forza nella produzione del pigmento melanico e non ripristinerà affatto il corpo dopo una malattia. Di conseguenza, un'immunità già indebolita può finalmente rinunciare e un'allergia al sole non richiederà molto tempo. Ricorda: è meglio rafforzare l'immunità di un bambino in ripresa non con la luce ultravioletta, ma con frutta e verdura. Inoltre, la carenza di vitamina può anche provocare un'allergia alla luce solare..

Opinione di un esperto

Galina Moreva, pediatra di altissima categoria:

- Al primo segno di fotodermatosi, ridurre al minimo l'esposizione del bambino al sole. Non lasciarlo prendere il sole fino a quando l'eruzione e il rossore non sono completamente scomparsi. Se il bambino è tormentato da un forte prurito, usa un antistaminico antiprurito. Alcuni di questi possono essere utilizzati anche per bambini di età superiore a un mese. E non ritardare la visita dal pediatra per scoprire le vere cause dell'irritazione della pelle. E andando in clinica, non dimenticare di indossare abiti chiusi per bambini: pantaloni, una camicia a maniche lunghe e un cappello a tesa larga o una visiera.

Dove vivono i provocatori??

1. Crema al limone Se non vuoi provocare un attacco allergico al sole nel tuo bambino, non utilizzare in prodotti estivi per la cura della pelle dei bambini, tra cui oli essenziali di arancia, pompelmo, limone, bergamotto, mandarino, cumino, erba di San Giovanni, aneto, patchouli e corteccia di cannella. Tutti hanno un effetto fototossico e, invece di una bella abbronzatura, un bambino può avere gravi irritazioni cutanee e persino bruciare.

2. Rossetto igienico. In nessun caso non imbrattare le labbra del tuo bambino con un rossetto igienico con eosina in modo che non si inavvertitamente svanire nel vento. Questo colorante può provocare la più forte allergia "solare"..

3. Antisettici. Se hai il panico paura che il bambino prenda qualche tipo di infezione per strada e di tanto in tanto tratti le mani con un disinfettante, rompi urgentemente questa pericolosa abitudine. Distruggendo i patogeni, esponi il bambino a gravi rischi, poiché gli antisettici, una volta al sole, possono causare irritazione alla pelle.

Allergia al sole in un bambino: cosa fare?

Un'allergia al sole (orticaria solare) si verifica nei bambini di qualsiasi età. Fotodermatite: aumento della sensibilità della pelle alla luce solare. Per la comparsa di eruzioni caratteristiche, è sufficiente una passeggiata sotto i raggi ultravioletti diretti. L'orticaria solare colpisce i bambini con pelle chiara, dai capelli rossi e con le lentiggini. Le malattie del sistema endocrino, dei reni e del fegato contribuiscono allo sviluppo della fotodermite. Una malattia può passare in un giorno o può richiedere molto tempo.

Le ragioni

La fotodermite può verificarsi dopo mezz'ora al sole o dopo aver preso il sole artificiale nel trattamento di alcune malattie. L'ultravioletto non è la causa principale delle allergie, ma la provoca.

Cause di allergie solari nei bambini:

  • Malattie rare - pellagra, malattia di Gunther;
  • Creme contenenti oli essenziali di agrumi, aneto, erba di San Giovanni, corteccia di un albero bruno riducono la resistenza delle cellule della pelle alla luce;
  • L'uso di creme solari con acido para-aminobenzoico nei bambini porta a gravi allergie;
  • I rossetti igienici con eosina sono l'allergene più forte;
  • Gli antisettici nella stagione calda causano irritazione cutanea;
  • Prodotti alimentari contenenti coloranti, conservanti e aromi;
  • Vernici utilizzate per disegni sul corpo, contenenti solfato di cadmio;
  • Prodotti chimici per la casa - gel, shampoo, schiume, detersivi, balsami;
  • Farmaci caldi
  • Acqua clorata;
  • Polline vegetale.

I bambini con immunità debole, bianco latte e pelle sensibile sono i più sensibili a una reazione allergica. Se il bambino non tollera cioccolato e noci, allora c'è un'alta probabilità di sviluppare un'eruzione cutanea.

Classificazione

Le seguenti reazioni si distinguono per il tipo di esposizione ai raggi ultravioletti:

  • Fotoallergico: prurito, bruciore, eruzione cutanea di varie dimensioni. La pelle del bambino non tollera la luce ultravioletta.
  • Fototossico - eruzione cutanea, prurito, gonfiore delle mucose, debolezza, sonnolenza. Gli allergeni sono sostanze provocatorie contenenti fotosensibilizzanti..
  • Fototraumatico - ustioni che si verificano durante l'esposizione prolungata al sole in qualsiasi area aperta del corpo. La situazione può essere prevenuta usando creme protettive. Devi anche ricordare che non è consigliabile prendere il sole dalle 11 alle 16 ore.

Il periodo di massimo splendore delle allergie è considerato tarda primavera ed estate, quando fa freddo si placano.

segni

I sintomi di un'allergia solare sono difficili da perdere, anche se i segni principali possono apparire solo dopo 12 ore.

Le eruzioni allergiche compaiono in aree aperte del corpo: sul viso, sul torace, sulle braccia. Non solo la pelle reagisce, ma l'intero corpo.

Segni distintivi di allergie:

  • Vertigini, perdita di coscienza;
  • Ipertermia;
  • Mal di testa;
  • Eruzione cutanea, vesciche, arrossamenti, desquamazione, prurito, bruciore;
  • Gonfiore non solo negli occhi del bambino, ma anche della laringe del naso;
  • puffiness;
  • Disturbo digestivo;
  • Disturbi del sonno;
  • Debolezza generale.

La fotodermite può verificarsi in tre fasi:

  1. Con un decorso lieve, si osservano arrossamenti e desquamazione della pelle;
  2. Con accumuli più gravi e sierosi compaiono all'interno delle vescicole formate, sensazioni dolorose con attrito;
  3. Nel terzo stadio, appaiono delle vesciche che esplodono, formando prurito alle ferite.

Se ci sono dubbi sulle eruzioni cutanee, si consiglia di eseguire una raschiatura in clinica.

I cromofori sono sostanze che si trovano nella pelle di una persona e lo proteggono dagli effetti delle radiazioni ultraviolette. La concentrazione di questa sostanza nel corpo aumenta con l'età. La fotodermite può svilupparsi, i sintomi allergici diventeranno meno pronunciati o scompariranno del tutto.

Nei bambini fino a tre anni con esposizione prolungata al sole, una reazione allergica più pronunciata. In nessun caso e in nessun caso un bambino deve essere lasciato ai raggi ultravioletti diretti. Un'allergia al sole in un bambino fino a un anno è la più pericolosa. Il bambino rifiuta di mangiare e bere, il che porta alla disidratazione e richiede il ricovero in ospedale.

Primo soccorso

Non sempre con i primi sintomi di un'allergia, i genitori hanno l'opportunità di consultare un medico o l'attesa per gli specialisti è in ritardo. È necessario mantenere la calma e adottare misure urgenti di assistenza:

  • Porta il bambino dal sole in un luogo buio;
  • Dare un antistaminico, il dosaggio dovrebbe essere appropriato per l'età;
  • Bere più liquidi - semplice acqua minerale non gassata al limone;
  • Inumidire la pelle colpita con una soluzione di camomilla o tè verde;
  • Misurare la temperatura corporea, se necessario somministrare un antipiretico.

Prescrivere i farmaci antiallergici dovrebbe essere solo un medico. Il dosaggio una tantum può essere chiarito chiamando un'ambulanza.

Trattamento

Si raccomanda di trattare le allergie nei bambini con metodi tradizionali. Quando si usano ricette popolari, un bambino può avere una reazione inaspettata alle erbe. Tuttavia, se le eruzioni cutanee sono singole e c'è già esperienza nell'uso riuscito delle piante utilizzate, le compresse da loro saranno molto utili.

preparativi

Il trattamento farmacologico per le allergie è l'assunzione di antistaminici. Per i bambini, vengono rilasciati sotto forma di gocce. L'assunzione di tali farmaci ha un limite di tempo non superiore a 5 giorni.

Unguenti locali, creme gel aiuteranno a sbarazzarsi di eruzioni cutanee e sensazioni dolorose:

Gli enterosorbenti non saranno superflui, rimuovono gli allergeni dal corpo:

Sono presi per 3-5 giorni.

Durante le allergie, si consiglia di assumere vitamine dei gruppi A, B, E, C. La loro carenza può essere riempita con cibo o acquistata sotto forma di compresse in farmacia.

Rimedi popolari

I primi aiutanti dei metodi popolari di trattamento delle allergie sono considerati erbe e verdure. Ricette fatte in casa efficaci:

  • La camomilla viene utilizzata come tintura, che migliora le condizioni generali del corpo, nonché un impacco che allevia l'infiammazione;
  • L'infuso di ortica allevia arrossamenti, prurito e bruciore della pelle;
  • L'impacco di aloe ripristina l'epidermide, viene tagliato e applicato due volte al giorno sulle aree interessate;
  • Applicare la pappa da una miscela di patate e cetrioli sui fuochi dell'infiammazione;
  • Il succo di cavolo spremuto e patate asciugano l'eruzione cutanea;
  • Mentre nuoti in acqua aggiungi infusioni di camomilla, spago o valeriana.

Tutti i metodi popolari sono buoni in combinazione con i farmaci. Non utilizzare la medicina tradizionale non familiare. I bambini non sono oggetto di esperimenti..

Prevenzione

Per prevenire la dermatite allergica nei bambini è possibile con l'osservanza di misure preventive:

  • Rafforzamento dell'immunità;
  • Molto liquido nei periodi caldi, la preferenza è data all'acqua pura;
  • Non sovraccaricare lo stomaco del bambino in una giornata calda, assumere cibi sani;
  • Prima di uscire, non mangiare dolci, succo di carota, peperoni, fichi, prezzemolo;
  • Non surriscaldare il bambino che indossa abiti sintetici;
  • L'abbigliamento dovrebbe coprire spalle, stomaco, non uscire senza un leggero copricapo a tesa larga;
  • Indossa capi in lino o cotone, bianco o rosso;
  • Non rimanere a lungo sotto i raggi del sole, specialmente durante le ore pericolose;
  • Applicare una crema protettiva sicura.

Osservando le misure preventive, un'allergia non causerà una vacanza viziata.

Un'allergia al sole è un fenomeno spiacevole, ma con l'approccio giusto, puoi dimenticare questo problema. Se si verificano i primi segni di allergia solare, è necessario consultare un allergologo. Le frequenti reazioni allergiche possono essere un segno di malattia più grave..

Valuta questo articolo: 88 Valuta questo articolo

Il numero di recensioni è ora rimasto per l'articolo: 88, valutazione media: 4,13 su 5

Allergia al sole in un bambino: sintomi, trattamento e prevenzione

Non vediamo l'ora che arrivi l'estate. Tuttavia, nonostante tutti i vantaggi delle giornate calde e anche con una buona protezione, possono verificarsi situazioni di emergenza, ad esempio un'allergia al sole in un bambino. Che aspetto ha un'allergia al sole e se esiste una diagnosi del genere, abbiamo chiesto all'allergologa-immunologa Elena Timoshina.

Che cos'è un'allergia solare

"Non esiste una diagnosi di" allergia al sole "in medicina. Esiste un gruppo di malattie chiamate fotodermatite o fotodermatosi, che compaiono con la partecipazione della luce solare. Quando la radiazione ultravioletta entra nella pelle del derma, la radiazione entra in contatto con determinate proteine ​​cellulari e si forma un antigene o un allergene. In risposta, si verificano eruzioni cutanee e altri sintomi ", afferma Elena. In sostanza, si tratta di un'allergia, ma non "al sole", ma sui prodotti dell'interazione dei raggi UV con varie sostanze nella pelle.

In media, la fotodermatite si verifica nel 20% delle persone. L'eruzione cutanea può contrassegnare una malattia autoimmune, essere ereditaria o apparire come risposta a cibo o cosmetici. Naturalmente, per scoprire la natura dell'eruzione cutanea o altri "problemi solari" è meglio consultare un dermatologo o un allergologo. Ma per capire se hai a che fare con le allergie, puoi provarlo tu stesso. Se diventi una vittima di un complesso di sintomi associati al tempo soleggiato: un'eruzione cutanea (ad esempio orticaria solare), rinite ed edema, allora questa sembra un'allergia. Se hai una reazione al sole, ma due giorni dopo con la stessa insolazione non esiste - forse è solo un marker cutaneo di lupus eritematoso. Ma un simile indovinello non fa bene alla salute. Meglio fare il test.

La fotodermite è spesso confusa con reazioni fototraumatiche. Le scottature solari, le grandi macchie rosse dovute all'esposizione al sole o alle radiazioni, l'elastosi, quando la pelle diventa ruvida, rugosa, cresce e si abbassano, sono anche le conseguenze dell'eccessiva esposizione ai raggi UV, ma sono un trauma anziché allergico.

Pigmento solare e fotodermatite

Se un incontro con il sole porti abbronzatura, ustioni e eruzioni cutanee o non ti influenzi in alcun modo, dipende in gran parte dalla produzione di melanina. Questo pigmento può essere di tre tipi: eumelanine, feomelanine - questi sono pigmenti "coloranti" e neuromelanine. La sfera di influenza di questo pigmento è abbastanza ampia: la retina richiede melanina "nera" per una visione chiara e la neuromelanina è necessaria dal citoplasma del cervello per proteggere dalle radiazioni. In materia di fotodermatite, i pigmenti svolgono un ruolo importante..

Quando veniamo sotto la radiazione UV, la melanina impedisce la distruzione delle cellule da parte dei radicali liberi, creando una barriera naturale - abbronzatura. Nella pelle dei mammiferi ci sono cellule: i melanociti, le melanine si accumulano in essi e poi si diffondono lungo i processi di ramificazione attraverso l'epidermide, così come lo strato esterno di capelli e nell'iride dell'occhio.

Secondo gli studi, il tumore della pelle è statisticamente meno comune nelle persone scottose e completamente scure. Pertanto, il boom del melanoma si verifica nelle "colonie bianche" - Australia, Nuova Zelanda, nonché in Europa. Considerando che l'Africa vanta bassi tassi di questo disturbo.

In precedenza, gli scienziati credevano che più la pelle fosse scura, più melanina fosse nella pelle umana. Ma studi recenti hanno dimostrato che il tono della pelle dipende dalla posizione di questo pigmento. E il numero di melanociti in tutto è approssimativamente lo stesso. Nelle persone con pelle scura e nera (nativi africani, per esempio), la melanina si basa sullo strato superiore dell'epidermide. Inoltre, è dimostrato che più la pelle è scura, più si verifica una comunicazione indolore con il sole. In dermatologia esiste il concetto di "fototipo". Quindi le persone con il sesto fototipo di pelle: con occhi neri, capelli e pelle, non bruciano mai e possono usare una crema idratante al posto della crema solare.

Bambini "al sole"

I bambini sono estremamente malati di fotodermatite. Molto spesso, si tratta di difetti alla nascita, ad esempio l'albinismo, quando il corpo non produce affatto melanina. Tuttavia, i medici raccomandano ancora la protezione solare per i bambini 50SPF e non essere alla luce diretta del sole dalle 10:00 alle 17:00.

Nei bambini di età superiore a un anno, i sintomi di una reazione allergica al sole sono:

  • gonfiore delle labbra,
  • congestione nasale,
  • eruzioni cutanee pruriginose in aree aperte della pelle.

Negli adulti, puoi trovare più manifestazioni di allergie al sole. I sintomi, ad esempio, possono includere congiuntivite, compromissione del funzionamento degli organi interni, ipertricosi (crescita attiva dei peli insolita per questa parte del corpo) e ipercheratosi (ispessimento dello strato corneo), fotofobia e persino neurologia. Di norma, un'allergia al sole appare sul viso e sull'intera metà superiore del corpo.

Fotodermatite e ormoni femminili

A rischio sono gli adolescenti durante la pubertà. A causa del boom ormonale, quando c'è una produzione attiva di estrogeni, progesterone e cortisolo, nelle ragazze il rischio di fotodermite aumenta. Devono applicare creme con un indice di protezione elevato. Anche a questa età, è necessario iniziare a chiudere le ghiandole mammarie sulla spiaggia..

Per quanto riguarda i bambini nudi in mare e in altre situazioni, questo è un problema psicologico, dice Elena. I genitali, come tutto il corpo, possono essere irradiati a ragazzi e ragazze con UV, ovviamente, moderatamente e con l'uso di creme solari.

È particolarmente necessario che le madri si prendano cura di se stesse: le donne hanno bisogno di un alto livello di protezione solare pochi giorni prima delle mestruazioni e durante.

Gravidanza e allergia al sole

Le donne in posizione sono estremamente a rischio di allergie al sole. Misure come nei neonati: crema 50SPF, indumenti a maniche lunghe e protezione solare. Il pericolo di una reazione sorge a causa di cambiamenti ormonali nella futura mamma.

Nelle donne in gravidanza, aumenta il livello di progesterone, estrogeni e melanociti (che a sua volta stimola l'ormone melanotropina, che è responsabile della crescita uterina, della produzione di melanina e dei processi metabolici). Di conseguenza, l'aspetto dell'iperpigmentazione sul viso e sul corpo, che si intensifica al sole. Se la protezione non viene applicata, le macchie rimarranno a lungo. Un'esposizione eccessiva ai raggi UV può influire sulla salute dei bambini.

Perché si verifica la fotodermatite

Un'allergia al sole sulla pelle appare per vari motivi. L'insolazione aumentata o non protetta non è sempre la colpa. Oltre alle malattie ereditarie e latenti, le eruzioni cutanee possono provocare sostanze in cosmetici e prodotti. Le cause comuni includono:

  • I medicinali non sono solo unguenti, ma anche farmaci sistemici e, soprattutto, fotosensibilizzanti (questo è un grande gruppo di farmaci, ad esempio tetracicline, sulfamidici, retinoidi, barbiturici, antipsicotici, contraccettivi orali e altri). Se tu o il tuo bambino avete già avuto casi di fotodermatite, allora quando assumete farmaci in estate, è meglio consultare un medico. Inoltre, leggi sempre le istruzioni, consiglia Elena.
  • L'olio è entrato sulla pelle, sei entrato in contatto con alcune piante (l'ombrello è pericoloso, soprattutto sono il panace). Anche gli oli di bergamotto, rosa e sandalo, prezzemolo e succo di aneto sono provocatori..
  • Migliora la reazione della pelle al sole e ai prodotti: carote, sedano e prezzemolo.
  • Le lesioni croniche al fegato e ai reni aggiungono possibilità di fotodermite.

Istamina e allergia

Una delle cause più comuni di fotodermite ritardata, ad esempio eruzioni cutanee diverse ore o un giorno dopo l'insolazione, è l'intolleranza all'istamina. Sotto l'influenza dei raggi UV, si verifica l'orticaria solare, quindi passa l'esposizione all'allergene. Il livello di istamina e la sua concentrazione nel sangue sono ridotti. E la suscettibilità del corpo a questa sostanza rimane alta. Di conseguenza, i sintomi dell'orticaria possono continuare anche senza esposizione alla luce solare. Questa situazione richiede un intervento specialistico..

Una dieta ipoallergenica raccomandata per la fotodermite e durante il trattamento è anche associata all'istamina. Ci sono prodotti - istaminolibratori. Ad esempio, agrumi, cioccolato, caffè, spezie, alcool: aumentano il rilascio di istamina dalle cellule e, di conseguenza, aggravano il decorso di qualsiasi dermatite. Pertanto, il medico consiglierà di evitarli durante il trattamento e il sole attivo.

Prevenzione delle allergie al sole

Se tu o il tuo bambino avete sperimentato fotodermatite, il medico può prescrivere, oltre alla protezione solare e al regime terapeutico, farmaci. Un modo interessante di combattere è "l'indurimento solare" (non dovrebbe essere fatto da soli). Questa è una radiazione UV dosata per creare resistenza all'insolazione solare.

Tra le misure preventive, prima di tutto, la prevenzione dell'eccessiva insolazione. Ad esempio, non correre a prendere il sole nel primo sole di primavera. Nonostante la freddezza, i raggi del sole sono già abbastanza attivi e la pelle viene "svezzata" dai raggi UV durante i periodi freddi. E anche il trattamento apparentemente banale dell'orticaria solare può implicare un trattamento, quindi non c'è motivo di rischiare.

E il medico può consigliare:

  • Dai cosmetici e profumi che provocano la tua eruzione cutanea e scegli nuovi prodotti con un dermatologo.
  • Usa una crema con un fattore di protezione di 50, cappelli, ombrelli, occhiali da sole e abbigliamento leggero naturale con maniche lunghe. Allo stesso tempo, assicurati che non manchi la vitamina D, è meglio continuare l'assunzione preventiva anche in estate.
  • Eliminare le procedure cosmetiche aggressive prima dell'esposizione al sole..
  • Non visitare il solarium.
  • I tatuaggi prima dell'estate e delle vacanze al mare sono una cattiva idea.
  • È meglio lavorare in giardino, sul sito e falciare l'erba, coprendo completamente il corpo e le mucose. Alcune piante, tra cui erbe di prato, secernono furocumarine, si depositano sulla pelle e cadono sulle mucose, causando "fotodermite da prato".

È necessario dal dottore

Nonostante l'apparente semplicità del trattamento della fotodermite, vale la pena andare dal medico con lui. Perché la fotodermite non è solo una malattia che riduce significativamente la qualità della vita, come qualsiasi allergia. Questa è una malattia che, se non trattata, provoca molte complicazioni. Questi sono difetti della pelle, interruzione degli organi interni, trombosi e neoplasie cutanee.

Allergia al sole nei sintomi dei neonati

Sintomi e trattamento delle allergie solari nei neonati

I bambini sono molto sensibili alle influenze ambientali, poiché hanno ancora un'immunità dinamica e plastica..

Nel primo mese di vita, il bambino è protetto dall'immunità della madre, che ha acquisito nell'utero.

E più tardi, il bambino inizia a formarsi da solo, che lo proteggerà da vari stimoli per tutta la vita.

Un bambino di età inferiore a un anno ha una protezione estremamente instabile, quindi è durante questo periodo che si verificano le prime reazioni allergiche. Il sole è il catalizzatore più forte per il malfunzionamento del sistema immunitario, quindi molto spesso nei bambini piccoli allergici al sole.

Cause delle allergie al sole

L'allergia è una malattia dell'immunità che inizia a vedere il nemico in cose innocue. Le cellule immunitarie attaccano, rilasciando sostanze chimiche - istamine, che causano una reazione atipica.

Attualmente, le allergie sono sempre più chiamate la malattia della civiltà, poiché è con lo sviluppo dei benefici della vita che le reazioni allergiche diventano più frequenti (ogni terzo bambino soffre).

Nel caso di una reazione cutanea al sole, parlano di fotodermatosi - ipersensibilità ai raggi UV, che differisce nel meccanismo di sviluppo della malattia.

Le allergie al sole in un bambino sono provocate dai seguenti fattori:

  • eredità;
  • immunità immatura;
  • cattiva ecologia;
  • fumo passivo;
  • veglia e sonno disturbati;
  • malattie concomitanti dell'apparato digerente, reni, fegato, cuore;
  • la presenza di parassiti nel corpo;
  • carenza di vitamine A, E, PP;
  • assumere farmaci sensibilizzanti sia da parte del bambino che della madre se sta allattando;
  • la presenza di altri tipi di reazioni allergiche;
  • alimentazione impropria della madre se il bambino è allattato al seno;
  • utilizzare per la cura dei neonati prodotti cosmetici che contengono componenti sensibilizzanti;
  • prendere il sole eccessivamente;
  • violazione del sole.

La pelle dei bambini stessa è molto delicata e sensibile, quindi la luce solare aggressiva spesso provoca una reazione negativa sulla pelle del bambino.

Tipi di patologia

I raggi del sole agiscono in momenti diversi in modi diversi. Nei primi minuti c'è un leggero effetto riscaldante, la produzione di vitamina D e un effetto positivo sul sistema nervoso. E dopo l'esposizione al sole per più di 2 ore, possono verificarsi scottature solari, pigmentazione, riduzione dell'immunità, una reazione allergica.

A seconda delle manifestazioni sulla pelle, ci sono:

  1. Le reazioni fototraumatiche si verificano quando si verificano ustioni sul corpo a causa dell'esposizione al sole. Possono verificarsi sia a seguito di un'esposizione prolungata al sole, sia a breve termine alle radiazioni UV. Pertanto, la pelle del bambino dovrebbe essere protetta con creme speciali per la protezione solare o indossare abiti chiusi e un cappello.
  2. Reazioni fototossiche - questo è quando c'è un forte rossore, vesciche, vescicole a seguito dell'azione dei fotosensibilizzanti, che possono far parte di prodotti, droghe e cosmetici.
  3. Le reazioni fotoallergiche sono una reazione non standard del corpo alle radiazioni ultraviolette. Di conseguenza, possono verificarsi gravi gonfiori e infiammazioni, che possono portare alla morte se viene prestata assistenza prematura. Nei bambini piccoli, questa reazione si sviluppa nei primi minuti di esposizione al sole.

Foto di varie manifestazioni sulla pelle:

Reazione fototraumatica Dermatite fototossica Dermatite fotoallergica

Innanzitutto, le aree esposte del corpo soffrono, ma se il decorso della malattia assume un decorso più grave, le aree infiammate e arrossate tendono a diffondersi.

All'inizio compaiono eruzioni cutanee pruriginose, arrossamenti e successivamente vesciche, vesciche che successivamente scoppiano e appaiono ferite piangenti (vedi foto). Inoltre, una reazione allergica può essere caratterizzata dalla comparsa di ustioni sulla pelle..

Le manifestazioni di fotodermatosi durano per diversi giorni o settimane.

I seguenti sintomi possono unirsi al quadro clinico:

  • aumento della temperatura corporea;
  • debolezza, letargia;
  • sonnolenza;
  • rifiuto del cibo;
  • ansia;
  • pianto;
  • malumore.

Secondo il comportamento del bambino, è abbastanza facile scoprire che qualcosa lo disturba. La comparsa di uno qualsiasi dei suddetti sintomi dovrebbe allertare i genitori.

Metodi di trattamento

Dopo aver esaminato il bambino, il medico prescriverà il trattamento richiesto. In questo caso, la terapia farmacologica ha lo scopo di alleviare i sintomi per alleviare le condizioni di un piccolo paziente. Se la situazione non è critica, il trattamento prescritto può essere effettuato a casa secondo le rigide istruzioni del medico..

Se il bambino ha la febbre, dovresti assolutamente dargli un farmaco antinfiammatorio e antipiretico.

Questi includono farmaci a base di paracetamolo o ibuprofene:

Per i bambini, è consigliabile utilizzare forme di dosaggio sotto forma di sospensioni o sciroppi. Il dosaggio deve essere appropriato per età e peso.

dal Dr. Komarovsky:

Creme e unguenti

I seguenti rimedi vengono utilizzati per alleviare gonfiore, infiammazione e prurito:

  1. Il gel Fenistil è un antistaminico che elimina efficacemente prurito, irritazione. È consentito l'uso per i bambini a partire da 1 mese di vita.
  2. La crema Elidel è un farmaco non ormonale e antinfiammatorio che può essere usato per trattare i bambini da 3 mesi.
  3. Unguento Dexpanthenol - allevia l'infiammazione e favorisce la rapida guarigione della pelle danneggiata. Puoi applicare l'unguento dalla nascita, poiché è completamente sicuro per il bambino.

Se gli unguenti non ormonali non hanno l'effetto desiderato, inizia l'uso di farmaci ormonali:

  1. Unguento o crema Advantin - usato esternamente una volta al giorno per bambini dai 4 mesi.
  2. Unguento di Sinaflan: questo farmaco può essere prescritto anche ai bambini, se il trattamento lo richiede. Più spesso, i medici raccomandano di usarlo per trattare le allergie nei bambini in forma diluita (1: 1 miscelato con crema per bambini normale).

Altri tipi di creme e unguenti possono essere prescritti, ma la scelta del farmaco è esclusivamente una prerogativa del medico.

Antistaminici

Sono anche prescritti farmaci desensibilizzanti sistemici. Per i bambini, si consiglia di utilizzare la forma di dosaggio sotto forma di gocce: ciò consente di ridurre gli effetti collaterali.

Enterosorbents

Per purificare il corpo dalle sostanze tossiche che si formano a seguito di allergie, vengono utilizzati i sorbenti.

  1. Enterosgel è un farmaco prescritto ai bambini. Rimuove delicatamente le sostanze nocive e ripristina la microflora corretta. Non assorbito dalla parete intestinale.
  2. Smecta: questo strumento può essere utilizzato in sicurezza dai bambini dalla nascita. Grazie alle sue proprietà avvolgenti, Smecta impedisce l'assorbimento di proteine ​​dannose nel sangue. Rimuove delicatamente e naturalmente le tossine e non viene assorbito dall'intestino.
  3. Polysorb è un efficace enterosorbente che può essere utilizzato per i bambini fin dai primi giorni di vita. È sicuro perché non viene assorbito dall'intestino..

Il dosaggio del sorbente viene calcolato dal medico in base al peso.

Metodi popolari

Per migliorare le condizioni della pelle, puoi utilizzare ricette popolari.

Sono considerati molto efficaci:

  1. Impacchi bagnati con infuso di camomilla, calendula e tè verde.
  2. Applicazioni o pulizia con un decotto di una stringa.
  3. Le compresse con aloe sono una procedura efficace che ti consente di rimuovere l'infiammazione, rigenerare i tessuti. Questo è un esercizio sicuro anche per i bambini. Per preparare un impacco, devi prendere una foglia scarlatta (dopo averla precedentemente posizionata in un luogo buio e freddo), tagliare la carne da essa. Posizionare la polpa su un bendaggio sterile e applicare sulle aree interessate della pelle più volte al giorno fino a quando la condizione non viene alleviata.

Per preparare un decotto a base di erbe è necessario:

  • 20 grammi di erbe necessarie versare 250 ml di acqua bollente;
  • insistere per 2 ore;
  • filtrare.

Il brodo risultante può essere utilizzato per impacchi, salviette e applicazioni più volte al giorno.

Fatte salve le raccomandazioni del medico, le manifestazioni iniziano a diminuire e scompaiono entro 10-14 giorni.

Come proteggere il tuo bambino?

Per proteggere il bambino dalla fotodermatosi, è necessario osservare le seguenti raccomandazioni:

  1. È necessario introdurre gradualmente il bambino al sole. Più gradualmente la pelle si abitua al sole, meno è probabile che si verifichi un'allergia. Il primo prendere il sole non dovrebbe superare i 5-10 minuti.
  2. Proteggi la pelle del bambino con indumenti (è obbligatorio usare un cappello) e creme solari, che sono ammessi per i bambini fino a un anno. Le più sicure sono le creme a base di filtri minerali con un alto livello di protezione. Applicali sulla pelle del bambino 30 minuti prima di uscire. Anche nei giorni nuvolosi, la radiazione solare colpisce la pelle..
  3. Evita di camminare quando i raggi sono i più aggressivi in ​​natura - è dalle 10 alle 14.
  4. Cerca di passare più tempo all'ombra. Questo è più sicuro, quindi il bambino sarà in grado di ottenere più benefici dal sole che danni.
  5. Ridurre al minimo la sensibilizzazione cutanea.
  6. Non usare droghe per mamma e bambino senza prescrizione medica.
  7. Monitorare attentamente la salute del bambino.
  8. Osserva il sonno e la veglia.
  9. I genitori eliminano le cattive abitudini.
  10. Trascorri più tempo con il bambino in condizioni rispettose dell'ambiente.
  11. Alla madre che sta allattando, controlla attentamente la dieta. L'alimentazione deve essere corretta ed equilibrata..
  12. Introdurre alimenti e integratori complementari in base all'età.
  13. Utilizzare detergenti per ridurre al minimo. Fare il bagno con sapone o shampoo una volta alla settimana è necessario e sufficiente per il bambino. Per il resto del tempo, si consiglia ai pediatri di usare acqua pulita o decotti alle erbe..

Un'allergia al sole in un bambino è certamente una condizione pericolosa. Ma una madre attenta può sempre riconoscere i sintomi nella fase iniziale. Un trattamento tempestivo e adeguato eviterà possibili complicazioni.

Va ricordato che il danno causato dal sole è cumulativo. E affinché il tuo bambino possa evitare gli effetti solari nell'età adulta, è necessario prendersi cura del suo contatto sicuro con i raggi del sole durante l'infanzia.

Altri articoli correlati consigliati

Allergia al sole nei bambini: sintomi con una foto, cause, trattamento, reazione ai filtri solari

L'allergia al sole nei bambini è un fenomeno patologico che si riscontra nei giovani pazienti sin dalla tenera età.

Nei circoli medici, il termine "fotodermatite" viene utilizzato per l'ipersensibilità alla luce ultravioletta. Le eruzioni cutanee dopo essere state al caldo sono spesso confuse con segni di ustioni..

Quali azioni intraprendere se il bambino è allergico alla luce solare e come affrontarlo?

Cause di una reazione allergica nei bambini al sole

L'allergia al sole nei bambini viene diagnosticata in estate dopo un lungo soggiorno alla luce solare diretta. Anche i raggi solari artificiali usati per trattare alcune patologie possono danneggiare la pelle dei giovani pazienti. La fotodermite si fa sentire dopo 20-30 minuti di esposizione al sole.

La comparsa di una reazione cutanea non è causata dai raggi ultravioletti stessi, ma da allergeni che si accumulano in grandi quantità sulla pelle. È l'interazione del sole con i componenti estranei della pelle che causa l'orticaria. Gli allergeni sono:

  • prodotti per l'igiene personale;
  • polline di fiori;
  • granuli di detersivo;
  • acqua con cloro;
  • creme di protezione solare.

Lo sviluppo di allergie al sole è provocato dai seguenti fattori:

  • la presenza nella storia di un altro tipo di allergia (per cibo, polline di piante);
  • assunzione di agenti antibatterici (principalmente gruppo tetraciclina);
  • avitaminosi;
  • ipersensibilità ereditaria al sole;
  • elmintiasi;
  • disturbi metabolici;
  • mangiare cibi con additivi alimentari (dolcificanti).

L'immunità ridotta nel bambino aumenta il rischio di allergie alla luce solare. Il corpo di un bambino del genere non è in grado di resistere a fattori ambientali aggressivi, tra cui i raggi del sole.

La predisposizione alla fotodermatite ha bambini con malattie:

La fotoallergia può passare da sola nel tempo.

Tipi di manifestazioni di allergie al sole e sintomi correlati

Esistono 3 tipi di reazioni cutanee al sole a causa di segni concomitanti:

  1. Tossico. Si manifesta come un'eruzione cutanea pruriginosa. La pelle e le mucose saranno gonfie e iperemiche. C'è un deterioramento delle condizioni generali. I bambini sembrano assonnati e stanchi..
  2. Traumatico. Le ustioni sono dolorose alla palpazione in diverse parti del corpo. Per prevenire il loro aspetto, si consiglia di utilizzare creme e lozioni protettive..
  3. Allergico. Al bambino viene diagnosticata l'orticaria. Piccole e grandi macchie rosse coprono parzialmente e completamente l'intero corpo del bambino, le braccia. Il prurito si fa sentire non solo sulla pelle, ma anche sulle mucose.

Un'allergia al sole in un bambino è evidente su parti del tronco e della testa che sono a diretto contatto con i raggi del sole:

Sintomi di un'allergia all'ultravioletto in un bambino:

Inoltre, si osservano svenimenti, disturbi del sonno, problemi digestivi. L'immagine della patologia dipende dalla gravità della reazione all'ultravioletto:

  1. Facile. È caratterizzato dal rossore della pelle, dal suo peeling. L'area interessata prude.
  2. Medio. Piccole vescicole con contenuto sieroso appaiono sulla pelle arrossata (vedi foto). A contatto con i vestiti, scoppiano le bolle, che provocano la comparsa di dolore.
  3. Pesante. Invece delle vescicole, sulla pelle compaiono formazioni più grandi - vesciche, che portano un notevole disagio. Le ferite dolorose si formano al loro posto..

Metodi diagnostici

È impossibile stabilire un'allergia al sole in modo di laboratorio. L'ipersensibilità della pelle del bambino ai raggi del sole può essere determinata solo mediante l'osservazione. In questo caso, i genitori devono trovare la relazione tra l'ultimo contatto con uno stimolo leggero e la comparsa di una reazione allergica. I primi sintomi si notano poche ore dopo l'esposizione al sole.

In alcune situazioni cliniche, viene utilizzato un test della luce: una piccola area del corpo è esposta alla luce ultravioletta. Dopo la procedura, la condizione della pelle viene valutata per diversi giorni. Il test si svolge in più fasi, in ciascuna delle quali aumenta gradualmente il tempo di contatto delle radiazioni ultraviolette con la pelle.

Caratteristiche del trattamento

La prima cosa da fare quando compaiono i sintomi di un'allergia all'ultravioletto è limitare il contatto del bambino con il sole, proteggendolo dalle scottature. Si consiglia di indossare abiti chiusi sul bambino, uscire se c'è un'ombra.

Dovresti abbandonare i prodotti, che includono coloranti e conservanti. Sotto il divieto sono agrumi, noci, fragole, miele.

Mezzi per uso esterno

Unguenti e creme ripristinano l'integrità della pelle, alleviano l'irritazione e la idratano, eliminando il prurito. I prodotti devono essere assorbiti rapidamente e non devono formare un film sulla superficie della pelle.

Non usare una crema troppo grassa. Previene la respirazione della pelle e inibisce il processo di guarigione..

Gli unguenti più efficaci per una reazione allergica:

Adatto all'allattamento al seno per neonati:

Si consiglia di trattare la pelle di neonati e bambini più grandi con unguenti due volte al giorno. Alcune creme sono ormonali, quindi è necessario coordinarne l'uso con il medico.

Antistaminici per somministrazione orale

Antistaminici: pronto soccorso per bambini con fotoallergia. Riducono il gonfiore e il rossore, aiutano ad eliminare il dolore. È consentito assumere antistaminici di qualsiasi forma, tuttavia le gocce sono migliori per i bambini.

I farmaci comuni in questo gruppo sono:

Tutti questi farmaci in un modo o nell'altro causano sonnolenza, riducono l'appetito. Il dosaggio esatto e la durata della somministrazione devono essere determinati solo da un medico. In casi particolarmente gravi, vengono prescritti corticosteroidi. Tuttavia, il corso del trattamento con tali agenti dovrebbe essere breve - non più di 5 giorni. Altrimenti, può portare a complicazioni (eritema, vasodilatazione).

Vitamine

Il fattore eziologico nella comparsa di fotoallergia è spesso la carenza di vitamina. Affinché il trattamento della patologia abbia successo, è necessario assumere vitamine dei gruppi E, C, B e acido nicotinico.

Puoi acquistare vitamine in capsule e compresse in qualsiasi farmacia. Puoi ottenere tutte le vitamine necessarie con il cibo: verdure, bacche, frutta e bevande da loro.

Assunzione di enterosorbenti

Gli enterosorbenti sono necessari per purificare il corpo da possibili allergeni e normalizzare la digestione. I bambini con allergie al sole sono prescritti:

  1. Compresse (carbone attivo). Il carbone può assumere fino a 4 volte al giorno.
  2. Polvere (Smecta, Polysorb). I fondi dovrebbero essere prelevati non più di 3 volte al giorno. La polvere viene diluita con acqua calda e utilizzata tra i pasti.

Un adeguato regime alimentare può aiutare ad eliminare rapidamente gli allergeni dopo essere stati al caldo. È necessario bere da 2 a 2,5 litri di acqua purificata al giorno. È impossibile assumere un tale volume di liquido per pazienti molto giovani, ma in estate dovrebbe essere somministrato il più spesso possibile.

Rimedi popolari

Se non c'è modo di consultare un medico, i rimedi popolari aiuteranno a far fronte ai sintomi di un'allergia alla luce solare. Il succo e le infusioni di piante possono eliminare il prurito e ridurre il dolore. A tal fine si applicano:

  1. Succo di cetriolo o patate. Cura le ferite, elimina il rossore. Anche le foglie di cavolo sono efficaci: con il loro aiuto il dolore viene eliminato.
  2. Infusi di calendula e celidonia. Sono usati come base per impacchi freddi..
  3. Infuso di camomilla o ortica. Le piante vengono frantumate e versate con acqua bollente. Somministrare due volte al giorno liquido al piccolo paziente. Una singola dose del farmaco è mezzo bicchiere.
  4. Puoi trattare gli effetti delle allergie con l'aloe. Le foglie della pianta vengono tagliate longitudinalmente e applicate con il lato interno sull'area interessata sulla faccia o su un'altra area. Tali compresse dovrebbero essere fatte due volte al giorno.

Allergia al sole

L'uso di creme solari può causare allergie. I seguenti componenti nella composizione di questi fondi dovrebbero essere attenti:

  • benzofenoni;
  • acido para-aminobenzoico.

Le creme che includono queste sostanze non sono consigliate non solo ai bambini ma anche agli adulti. Prima di acquistare una crema solare, è necessario consultare un medico.

Misure preventive

Per proteggere un bambino dalle allergie al sole, puoi seguire le istruzioni:

  1. Limitare la presenza del bambino nel caldo, specialmente se il bambino ha meno di 1 anno. Puoi camminare in estate in qualsiasi momento, tranne durante il giorno (dalle 11 alle 16). Durante questo periodo di tempo, i raggi ultravioletti sono considerati i più dannosi..
  2. Usa creme che proteggono dalle radiazioni ultraviolette. Non dovrebbero contenere coloranti.
  3. Sviluppa la dipendenza nel bambino dall'ultravioletto, aumentando gradualmente i suoi contatti con lui.
  4. Rafforza l'immunità del bambino. Per fare questo, è necessario eseguire un esercizio quotidiano, introdurre i latticini nella dieta.
  5. Al caldo, ricopri il corpo del bambino con tessuti realizzati con materiali naturali leggeri.

Un atteggiamento adeguato nei confronti delle allergie al sole nei bambini è un punto importante della terapia. La durata del trattamento e il suo esito, nonché la probabilità di complicanze, dipendono dalle tattiche dei genitori. È importante rilevare i sintomi della malattia in tempo e cercare l'aiuto di uno specialista qualificato.

Allergia al sole in un bambino: sintomi e trattamento

Il bambino piccolo era appena tornato da una passeggiata in una bella giornata estiva, quando la sua pelle era coperta da una piccola eruzione cutanea rossa e ha iniziato a prudere forte. Sembra che il bambino abbia tutti i sintomi della fotodermatosi sul viso. Questo è esattamente ciò che viene chiamato allergia solare nella terminologia medica.

Una reazione anormale all'ultravioletto appare più spesso nei bambini fino a tre anni. Nei bambini più grandi, è molto meno comune. Da dove vengono i sintomi spiacevoli e cosa fare per sbarazzarsi di loro?

Cause di allergie

La maggior parte delle mummie ritiene che l'intensa radiazione solare sia la causa di spiacevoli reazioni cutanee, ma i medici hanno negato questo malinteso. In effetti, la fotodermatosi si riferisce alle pseudoallergie, poiché la luce ultravioletta nella sua forma pura non è un allergene. Perché, quindi, si verifica un'eruzione cutanea?

I sintomi allergici compaiono quando i raggi ultravioletti interagiscono con un reagente specifico presente nel corpo del bambino. Queste sostanze sono chiamate fotosensibilizzanti. Il sole è solo una specie di catalizzatore. Agendo su sostanze estranee accumulate nella pelle, innesca una catena di reazioni immunitarie insolite.

Perché le allergie "solari" sono più inclini ai bambini piccoli? Il motivo è che in una pelle sottile e sensibile del bambino il meccanismo protettivo che si oppone all'azione delle radiazioni ultraviolette non si è ancora completamente formato.

I bambini producono meno melanina rispetto agli adulti. Questo pigmento cutaneo assorbe i raggi UV, neutralizzando così i loro effetti dannosi. I bambini dalla pelle chiara per natura rientrano in un gruppo a rischio speciale.

Sintomi tipici

I segni di un'allergia al sole sono simili alle manifestazioni di altre dermatosi. Il meccanismo dello sviluppo della fotodermatosi non è completamente chiaro, ma la sua diagnosi non è difficile. Le reazioni cutanee iniziano a disturbare il bambino un po 'di tempo dopo essere stati all'aperto in condizioni di sole e solo su parti del corpo che non sono coperte da indumenti. La fotodermatosi può essere sospettata se un bambino ha:

  • arrossamento sulla pelle;
  • prurito, formicolio o bruciore;
  • piccola eruzione rossastra;
  • gonfiore della pelle;
  • peeling.

I bambini particolarmente sensibili possono anche avere piccole vesciche. Dopo un paio di settimane e con un trattamento adeguato ancora più veloce, i sintomi scompaiono, ma dopo un'altra esposizione al sole possono riapparire.

Se sospetti che un bambino abbia un'allergia al sole, presta attenzione a dove si trovano le eruzioni cutanee. Con la fotodermite, il viso soffre più spesso: fronte, guance, orecchie, meno spesso - il corpo, le braccia o le gambe. Allo stesso tempo, i luoghi chiusi dal sole, ad esempio dietro le orecchie, sotto il mento, rimangono puliti.

Le esacerbazioni delle allergie solari si verificano con l'inizio della stagione primavera-estate. Molto spesso le ricadute si verificano in marzo-giugno. È particolarmente necessario monitorare attentamente le condizioni della pelle del bambino in vacanza in paesi con clima caldo. Nella zona climatica tropicale, aumenta la probabilità di allergia al sole.

Dove vivono i "provocatori"?

I sintomi più tipici della cosiddetta fotodermatosi "a prato". La sua fonte è il furocoumarins contenuto nelle piante da fiore. Il polline microscopico si accumula sulla pelle e diventa un allergene sotto l'influenza della radiazione solare. Ecco perché una passeggiata nella calda estate nella zona verde può provocare un'allergia al sole..

Inoltre, possono verificarsi reazioni allergiche se si imbrattano la pelle del bambino con alcune creme, lozioni antisettiche e altri agenti esterni in estate. Le sostanze nella loro composizione, attivate al sole, possono anche causare sintomi spiacevoli..

È dimostrato che tale azione può essere esercitata da oli essenziali, ad esempio rose, agrumi, bergamotto, nonché estratti di aneto, prezzemolo e altre erbe. Pertanto, quando acquisti un prodotto per bambini, assicurati di controllare la composizione sull'etichetta.

È meglio se le fragranze di profumo sono assenti in esso.

Non importa quanto possa sembrare incredibile, anche la protezione solare a volte provoca allergie al sole. I produttori spesso aggiungono composti noti come PABA agli agenti abbronzanti. Se attivati ​​con luce ultravioletta sulla delicata pelle del bambino, possono diventare una fonte di allergie..

Bisogna anche prestare attenzione con i rossetti igienici in cui è presente eosina - una tintura con un forte effetto fototossico.

I bambini che hanno sintomi di allergia al sole, è indesiderabile lubrificare le mani con lozioni antisettiche. Al sole, possono anche causare irritazione alla pelle..

I prodotti per l'igiene convenzionale dovrebbero anche essere controllati: sapone, shampoo, creme per bambini e sostituiti con analoghi ipoallergenici.

Un altro possibile provocatore si nasconde in alcuni farmaci, in particolare gli antibiotici. Se un bambino ha ricevuto farmaci prima dei sintomi di un'allergia al sole, assicurati di informare il medico.

Anche l'acqua con la candeggina può fungere da fotosensibilizzatore. Pertanto, se un bambino incline alle allergie visita la piscina, devi assolutamente fare una doccia prima di uscire al sole splendente.

Fotodermatosi negli occhi

In alcuni bambini, le allergie al sole colpiscono maggiormente una regione oculare particolarmente sensibile. In questa situazione, sotto l'influenza dell'ultravioletto, la mucosa dell'occhio si infiamma.

Sintomi di questa manifestazione di allergie "solari":

  • arrossamento degli occhi;
  • peeling, irritazione, gonfiore delle palpebre;
  • bruciore e prurito;
  • fotosensibilità dolorosa;
  • scarico dagli occhi;
  • lacrima.

Diagnosi di allergie solari

Per confermare la verità della diagnosi, i medici utilizzano il metodo dei test fotografici. Per questo, diverse aree della pelle sono esposte allo spettro ultravioletto. L'intensità dei raggi UVA e UVB aumenta esponenzialmente per determinare la dose minima reattiva. I risultati del test fotografico vengono valutati immediatamente e dopo 24 ore..

Trattamento

Ai primi sintomi di un'allergia, cerca di ridurre al minimo la presenza del bambino alla luce solare diretta. Poiché i segni della fotodermatosi possono essere facilmente confusi con altre malattie allergiche, non esitare a consultare un allergologo o un dermatologo pediatrico. Prova a vedere un medico, anche se il bambino è in vacanza.

Come primo soccorso, puoi raccomandare rimedi popolari che alleviano il prurito della pelle e alleviano il rossore. In luoghi irritati, puoi attaccare fogli di cavolo fresco, cerchi sottili di cetriolo o spalmare sul succo di aloe.

Nel trattamento delle allergie dal sole, vengono utilizzati sia i preparati esterni che quelli interni. Per alleviare il prurito doloroso, un allergologo può raccomandare antistaminici; per eliminare le manifestazioni cutanee - creme ormonali locali.

Per alleviare il carico tossico sul corpo, ai bambini vengono mostrati gli antistaminici di ultima generazione che hanno un profilo di sicurezza ottimale..

In nessun caso dovresti spalmare il tuo bambino con unguento antiprurito da un gabinetto di medicina di casa destinato agli adulti.

Un regime di trattamento delle allergie solari può includere farmaci che migliorano la rigenerazione epidermica. Gli antiossidanti, le vitamine B, E e C. si comportano bene in questo compito: il corso del trattamento di solito dura da alcuni giorni a 2-3 settimane in casi gravi o avanzati..

Per la durata della terapia, è vietato stare al sole. Scegli aree ombreggiate per le passeggiate. Il bambino deve essere vestito con abiti leggeri realizzati con tessuti naturali (cotone, lino). Dovrebbe coprire completamente il corpo del bambino dal sole. Usa un cappello panama a tesa larga per il copricapo.

Il trattamento della fotodermatosi dell'occhio ha alcune caratteristiche. Un oculista consiglierà gocce speciali per alleviare l'infiammazione. Prima di visitare un medico, puoi sciacquarti gli occhi con un decotto di camomilla o un tè debole. Per evitare sintomi simili in futuro, è consigliabile che un bambino del genere indossi occhiali da sole.

Con episodi ripetuti di fotodermatosi, può verificarsi eczema. Il trattamento di tali lesioni è molto più difficile..

Pertanto, per escludere ricadute e liberarsi completamente delle allergie al sole, un bambino deve seguire alcune misure preventive. Molti genitori affermano che i bambini "superano" questo tipo di allergia.

Questo è vero, ma non per ogni bambino. In alcuni bambini senza trattamento, i sintomi possono peggiorare e diventare un problema serio..

Prevenzione

Nella maggior parte dei casi, per prevenire la fotodermatosi, è sufficiente proteggere il bambino dall'esposizione prolungata al sole. Poiché è impossibile evitare completamente l'esposizione alla luce solare, si raccomanda ai bambini allergici di usare la protezione solare per i bambini.

Le creme solari organiche contenenti pigmenti naturali, ad esempio l'ossido di zinco, sono le più sicure per un bambino. Non dimenticare che i filtri solari, che contengono filtri UV chimici e parabeni, possono essi stessi provocare allergie. Le creme di solito sicure hanno il prefisso "Baby" nel nome.

Come trattamento preventivo, viene utilizzata la fototerapia con raggi UV. Si tiene 1-2 mesi prima dell'inizio della stagione primaverile. Le procedure di fototerapia devono essere eseguite più volte alla settimana. Durata del corso - 5 settimane. Pertanto, la pelle diventa tollerante alle radiazioni ultraviolette.

Accuratamente!

In precedenza si diceva che alcuni farmaci aumentano la sensibilità della pelle dei bambini ai raggi del sole. Pertanto, se un bambino è stato recentemente malato e sono stati usati potenti farmaci (antibiotici, citostatici, FANS) nel trattamento, non affrettarsi a guarire il bambino con l'aiuto dei bagni di sole. Certo, la mamma vuole che il bambino corra al sole, ma non dovresti precipitarti.

Con il sole splendente, il corpo di un bambino spenderà le sue risorse per la sintesi intensiva di melanina e non per un rapido recupero. Di conseguenza, l'immunità repressa dalla malattia può non funzionare correttamente.

I medici raccomandano di rafforzare un bambino in fase di recupero non con i bagni di sole, ma con una dieta vitaminica con un alto contenuto di frutta e verdura.

Inoltre, la carenza di vitamina in sé provoca la vulnerabilità di un bambino alla luce solare.

Sommario

La cosa principale da ricordare è che il trattamento delle allergie infantili al sole dovrebbe essere iniziato il prima possibile. Non sperare che il prossimo anno il bambino "cresca" la malattia stessa. Affida il suo trattamento a un allergologo pediatrico esperto e dimenticherai per sempre la fotodermatosi.

Allergia al sole nei bambini

L'estate è una stagione calda, durante la quale i raggi del sole irradiano la nostra pelle con la luce ultravioletta. Durante questo periodo, le allergie al sole sono comuni nei bambini.

Sintomi di allergia solare nei bambini

Per il 2020, secondo le statistiche delle manifestazioni allergiche alle radiazioni ultraviolette nei bambini piccoli, ogni anno diventa di più.

Un'allergia al sole non passa inosservata. Dopo un paio d'ore al sole, prurito, arrossamento e piccole eruzioni cutanee iniziano a comparire su parti del corpo. Se il bambino ha la pelle chiara e sensibile, possono verificarsi vesciche, che possono causare gravi ustioni sulla pelle. In casi speciali, possono comparire eruzioni cutanee purulente.

La reazione ai raggi ultravioletti si manifesta rapidamente in aree aperte del corpo. Non molto spesso, il problema appare nell'area delle gambe. Ciò può essere spiegato dalla presenza di uno strato di grasso sottocutaneo molto pronunciato. La reazione è accompagnata da prurito, secchezza, dolore, bruciore e irritazione della pelle.

Una caratteristica distintiva è l'aspetto di piccole neoplasie con grappoli grigi al loro interno. Le bolle causano un forte dolore al bambino, specialmente a contatto con vari materiali;

Inoltre, queste vescicole aumentano e si riempiono di liquido purulento. Tali bolle portano dolore, irritazione, prurito, arrossamento, lasciano ferite che causano grande disagio al bambino. I più soggetti alla fotodermatite sono i bambini che soffrono di malattie del sistema endocrino, reni e fegato. Anche a rischio sono i rappresentanti di pelle chiara.

Un'eruzione cutanea che si verifica come reazione all'esposizione solare è molto simile a un'eruzione cutanea che si verifica con allergie alimentari.

Tuttavia, nella normale reazione allergica, nella maggior parte dei casi si verificano eruzioni cutanee in tutto il corpo e se la radiazione UV è la causa del problema, la reazione si verifica in cui il corpo è stato esposto alla luce solare.

I luoghi non toccati dal sole sotto il mento e dietro le orecchie rimangono completamente inalterati.

C'è un'allergia al sole nei bambini e sintomi come l'incapacità di respirare attraverso il naso, gonfiore degli occhi e lacrimazione. I bambini manifestano temperatura corporea elevata e disturbo delle feci.

Cause della malattia

Spesso, le allergie si verificano nei neonati e nei bambini più grandi, poiché l'immunità dei bambini è ancora abbastanza debole.

Le cause della reazione cutanea al sole sono una combinazione di fattori interni ed esterni.

Le cause esterne includono agenti terapeutici cosmetici e locali che aumentano la sensibilità del corpo ai raggi del sole.

Anche i farmaci antimicrobici e diuretici aumentano la sensibilità al sole..

Nota: per evitare una reazione allergica, prima di utilizzare vari medicinali, è necessario leggere le istruzioni. Se un effetto collaterale è una reazione all'ultravioletto bianco, quindi prima di tutto durante una passeggiata devi nascondere tutta la pelle di un bambino dalla luce solare.

Inoltre, il polline può essere la causa di una reazione allergica. Questa immagine può dare una miscela di piscina e prendere il sole..

Quando appare al sole, viene rilevato il rossore delle aree della pelle che sono state irradiate (primo grado), contro cui possono formarsi vescicole tangibili con materia sierosa (secondo grado).

Le bolle portano molto dolore a un bambino. Questa reazione chimica di solito si verifica nell'area delle braccia, delle gambe e della schiena. Se esposto a concentrazioni enormi, si sviluppa necrosi dell'epidermide e del derma (terzo grado).

Un'allergia al sole sulle gambe, dovuta al pronunciato strato di grasso sottocutaneo nei bambini, si manifesta spesso con arrossamento e prurito.

Le cause interne delle allergie solari possono essere catalizzatori di disturbi digestivi, malattie del fegato e disfunzioni del sistema immunitario. Diminuzione dell'immunità, malattie nascoste, disordini metabolici nel corpo, mancanza di vitamine - provocatori di allergie. Pertanto, qui è necessario un trattamento complesso di tutto l'organismo..

I medici in tali situazioni prescrivono una dieta, pulendo il fegato per ridurre le reazioni o eliminarle completamente.

Tipi di allergie al sole

La forma esogena di fotodermatite si verifica sotto l'influenza di fattori esterni. Fattori esterni includono profumeria, prodotti per la cura della pelle, cosmetici decorativi.

I componenti che compongono questo prodotto possono reagire con i raggi ultravioletti e causare fotodermatosi..

Il suo provocatore può anche essere il contatto della radiazione ultravioletta solare con creme solari o deodoranti..

La fotodermite endogena è associata a funzionalità del sistema immunitario compromessa, metabolismo dei materiali, presenza di patologie, disturbi della zona epatobiliare e malattie endocrine.

Trattamento

Il trattamento della fotodermatosi si riduce a queste azioni:

La lotta contro l'orticaria solare;

L'uso di mezzi speciali per sopprimere una reazione allergica;

Creme e unguenti

Il principale metodo di azione contro prurito, macchie rosse, eruzioni cutanee sono creme, emulsioni, gel e unguenti antiallergici.

Mezzi di applicazione locale:

  1. ormonale Un unguento da una reazione allergica al sole, contenente ormoni della corteccia surrenale, è altamente efficace, ma vengono utilizzati solo per un certo tempo, perché può causare danni al corpo. Unguento all'idrocortisone può essere attribuito a questo tipo..
  2. Non ormonale. Farmaci meno efficaci, ma possono essere utilizzati per un lungo periodo di tempo. Si basa su antistaminici e varie sostanze di diversi gruppi che hanno un effetto disinfettante e antinfiammatorio sulla pelle. Questo gruppo include unguento al metiluracile.

Antistaminici.

Le medicine hanno un effetto calmante, riducono il prurito e il rossore. Nella maggior parte dei casi, viene data preferenza ai farmaci di ultima generazione (Telfast, Zirtek).

A volte viene data preferenza alle sostanze delle generazioni più anziane (Suprastin).

I farmaci di 3 generazioni non danno l'effetto della sonnolenza e sono sicuri, a differenza di quanto sopra.

Terapia vitaminica

Quando si verificano i primi sintomi della malattia, la dieta include cibi ricchi di vitamine essenziali per il trattamento di una reazione allergica.

La vitamina A favorisce la rigenerazione della pelle, rafforzando l'immunità e il sistema digestivo sano. È necessario aumentare il funzionamento delle mucose. Migliorando l'attività rigenerativa, aiuta a mantenere la pelle liscia e fresca. Le principali fonti di vitamina A: carote, cavoli, panna e così via..

La vitamina A nel corpo umano è la base del buon funzionamento del corpo umano.

La vitamina E aiuta nella rigenerazione della pelle, è coinvolta nel rallentamento dei processi ossidativi della disgregazione cellulare.

Problemi di pelle: tutto questo deriva dalla mancanza di vitamina E.

La vitamina si trova negli oli animali e vegetali, ad esempio nelle noci e soprattutto negli spinaci. Inoltre, la sua presenza è nota nel latte, soia, avena, rosa canina.

La vitamina C aiuta il corpo a far fronte a vari tipi di stress e aiuta a resistere a varie infezioni nel corpo..

La vitamina C favorisce l'assorbimento di ferro e calcio, rimuovendo rame, piombo, mercurio.

In assenza di questa vitamina, l'immunità umana è indebolita e non protetta. Lui è davvero molto importante. Devi sapere che la carenza di vitamina C provoca lo scorbuto.

Questo importante componente del metabolismo si trova in varie verdure fresche, frutta e bacche. Si trova soprattutto in peperoncino, cinorrodo, cavolfiore, rafano. Anche le piante di erbe sono ricche di questa vitamina. Contenuto in semi di finocchio, alghe, erba medica e così via.

Piridossina o vitamina B6

Senza di essa, il normale funzionamento della vita è impossibile. La vitamina B6 è estremamente importante per l'eccellente funzionamento del sistema nervoso, nonché per lo scambio di proteine ​​con grassi..

La piridossina si trova in pomodori, cavoli, banane, pesche, ciliegie, mele, ciliegie, arachidi, crusca, lievito, carne, pesce e nei semi di girasole.

La vitamina B 6 partecipa alla sintesi di emoglobina, enzimi.

La vitamina B 12 è l'unico composto chimico che contiene cobalto, necessario per la salute normale.

Contenuto in carne, fegato, ostriche, granchi, tonno, aragoste.

L'acido nicotinico è necessario per il corpo per reintegrare l'energia. Partecipa alla sintesi di enzimi grassi, al funzionamento dell'apparato digerente, alla scomposizione delle sostanze biologiche, al mantenimento della pelle in buone condizioni, alla formazione di cellule del sangue e al controllo del glucosio nel sangue. La vitamina B 3 si trova in tutti i tipi di carne, noci, funghi..

Al paziente viene prescritta una bevanda abbondante per rimuovere sostanze nocive e purificare il corpo. Su consiglio di un medico, bere più di 2 litri di acqua. La ricezione di enterosorbenti (carbone attivo, filtro, polisorb, poliphepan) contribuisce al rapido recupero del paziente.

Come proteggere il tuo bambino

Per prevenire una reazione allergica al sole, il bambino deve scegliere il cappello giusto (panama a tesa larga).

  • Prima di tutto, i vestiti dovrebbero essere scelti da lino o cotone..
  • Il tessuto dovrebbe scegliere tonalità bianche.
  • Ricorda di bere molti liquidi..
  • È necessario escludere passeggiate con il bambino dalle 11 alle 16 ore del giorno. Indossa abiti chiusi.
  • È necessario applicare i filtri solari con un'elevata protezione SPS 20 minuti prima di uscire.
  • Prima e dopo il bagno, è indispensabile applicare prodotti per la protezione solare adatti alla pelle del bambino.
  • Vengono utilizzati metodi comuni: esposizione al sole dosata, essere all'ombra al culmine dell'attività solare, proteggere lozioni e gel.

Anche in autunno / primavera o nel periodo di remissione, viene eseguita la fototerapia con raggi UV o terapia PUVA, il che aumenta la possibilità di ridurre la probabilità di fotodermatosi.