Allergia al freddo

Allergeni

Il nostro argomento oggi sarà allergie al freddo..

Sfortunatamente, ho anche imparato a conoscere questo tipo di allergia dalla mia esperienza. Lo scorso inverno, mio ​​figlio è venuto da una passeggiata con un leggero gonfiore sulla gamba, nel punto in cui la gamba era bagnata e congelata quando la neve ha colpito lo stivale.

Quando il bambino si è riscaldato, la pelle, nel punto di contatto con l'umidità fredda, è arrossata, quindi è diventata pallida e leggermente gonfia. Non c'era prurito o altre sensazioni spiacevoli..

Quest'anno la reazione si è ripetuta. Ho imbrattato il gonfiore con antistaminico e ho inviato una foto ai dottori chiedendo loro che diavolo è questo.!

Le opinioni dei medici sono divise. L'allergologo era convinto che fosse un'orticaria fredda, che non richiede cure e che certamente passerà nel tempo. È solo necessario osservarla. Secondo il dermatologo, i sintomi sono simili alla reazione dei vasi sanguigni al freddo, che è comune per la pelle delicata del bambino.

L'unica cosa con cui le opinioni di entrambi gli esperti coincidono è che tale reazione passerà nel tempo.

Se la consultazione dei medici non è riuscita a raggiungere un consenso, è necessario studiare l'allergia al freddo stessa.

Ho trascorso diverse notti insonni alla ricerca di informazioni che voglio condividere ora con te.

Esistono due punti di vista sulla causa di una reazione allergica al freddo. Alcuni credono che la colpa sia della sensibilità del corpo alla propria proteina, la crioglobulina. Tale sensibilità appare sotto l'influenza di temperature negative e può essere diagnosticata dal sangue..

I sostenitori di una diversa opinione credono che un'allergia al freddo sia una pseudo-allergia. Sarà appropriato qui fare una piccola digressione e spiegare come la pseudo-allergia differisce dalla vera (normale).

Una vera allergia si manifesta come una reazione del sistema immunitario a una proteina - un allergene. In caso di raffreddore, non esiste una tale proteina allergenica. Un fattore ambientale occupa il suo posto, nel nostro esempio, freddo. Il freddo provoca il raffreddamento locale dei tessuti e danneggia la membrana delle cellule da cui fuoriesce il principale provocatore delle allergie - l'istamina -.

Di solito, un'allergia al freddo si sviluppa nei bambini di età superiore ai 2-3 anni. Nei bambini di età inferiore a un anno e mezzo è estremamente raro.

Tra gli adulti, le donne (dai 25 ai 40 anni) hanno maggiori probabilità di soffrire di una reazione al freddo rispetto agli uomini.
I principali sintomi di una esacerbazione della malattia possono essere la comparsa di vesciche e una sensazione di prurito in aree aperte del corpo.

A volte c'è dolore ai muscoli e la temperatura corporea può aumentare.

Cause di risposta al freddo

  • Malattie croniche a lungo termine: sinusite, sinusite, carie, tonsillite;
  • Disturbi nel sistema endocrino;
  • Indebolimento del sistema immunitario;
  • La presenza di elminti nel corpo umano;
  • Patologie dei reni, malattie del tratto gastrointestinale, fegato e altri organi;
  • Raffreddori, stress e oncologia;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Malattie infettive: parotite e polmonite da varicella;
  • Allergia alla polvere, peli di animali, polline;
  • Uso a lungo termine di antibiotici;
  • Maggiore permeabilità geneticamente programmata della pelle e delle mucose.

Tipi di allergie fredde

L'allergia al freddo è caratterizzata da una varietà di tipi e forme di manifestazione

Dermatite da freddo - la pelle è molto pruriginosa e pruriginosa. Con una forma grave della malattia, si può osservare il gonfiore di tutto il corpo.

Naso che cola freddo - accompagnato da secrezione di liquido dal naso, starnuti frequenti, debolezza generale e mal di testa; Lo scarico nasale si osserva solo al freddo, quando una persona entra in una stanza calda, il naso che cola si ferma;

Congiuntivite fredda - nei giorni gelidi, gli occhi possono essere molto malati e acquosi;

L'asma freddo è il tipo più pericoloso di allergia, che è accompagnato da attacchi di soffocamento e mancanza di respiro grave;

Eritema freddo (orticaria) - caratterizzato da grave arrossamento della pelle e forte dolore in alcune aree del corpo.

L'orticaria fredda è divisa in diversi tipi

Acuta o cronica Con questo tipo di allergia, inizia una grave irritazione sul viso e sulle mani, eruzioni cutanee e prurito, compaiono vesciche. Parti separate del corpo possono arrossarsi, esternamente sembra punture di insetti. Le eruzioni cutanee sono spesso accompagnate da letargia, brividi, dolore alle articolazioni e ai muscoli. Gli attacchi di esacerbazione possono durare diverse settimane o addirittura mesi, mentre la strada è fredda.

Ricorrente. Di solito si verifica in determinati periodi dell'anno - in autunno, inverno e primavera fredda (il più delle volte si manifesta dall'inizio dell'autunno a metà primavera). Tuttavia, possono verificarsi esacerbazioni in diversi periodi dell'anno, a seconda della temperatura dell'aria. Una esacerbazione di una reazione allergica all'acqua fredda può iniziare in qualsiasi stagione..

Riflesso. Si verifica esclusivamente quando l'intero corpo viene raffreddato, ma, in questo caso, le eruzioni cutanee possono verificarsi solo in una parte del corpo.

Ereditato. Passato di generazione in generazione. La malattia si esprime sotto forma di eruzioni e bruciore maculopapolari. A volte le allergie sono accompagnate da condizioni febbrili, brividi, dolori articolari.

Caratteristiche di un'allergia ereditaria: questa è una mutazione genetica programmata; si verifica con lieve ipotermia (bozza, flusso di vento leggero); Non è una risposta fulminea a un allergene, può svilupparsi per diverse ore; i cambiamenti infiammatori nei parametri di laboratorio (leucociti, CRP, ESR) sono caratteristici; si verifica sullo sfondo di malattie infiammatorie; test provocatori negativi con ghiaccio.

Sintomi di un'allergia fredda

Sintomi caratteristici che possono essere osservati in qualsiasi area della pelle che risponde al freddo.

  • Gonfiore, arrossamento della pelle del viso ed eruzioni cutanee sulle mani;
  • Secchezza, desquamazione, che si verificano in seguito;
  • Bruciore e prurito della pelle sulle guance e sulla fronte - come reazione al vento e all'ipotermia;
  • Eruzioni cutanee sotto forma di brufoli e piccole vesciche in aree chiuse - fianchi, caviglie o in tutto il corpo;
  • Segni di malattie respiratorie (starnuti, naso che cola), che appaiono al freddo, ma scompaiono in una stanza calda;
  • Debolezza e mal di testa;
  • Spesso possono comparire lividi nelle aree di eruzioni cutanee dopo 24-48 ore;

Cosa può causare una reazione

  1. Tempo gelido: esposizione a basse temperature dell'aria per diversi minuti o più.
  2. Sudorazione: una reazione può verificarsi anche in una giornata calda. La brezza raffredda rapidamente la pelle bagnata, causando eruzioni cutanee.
  3. Una visita in piscina. Dovresti prestare particolare attenzione al nuoto. Un battito cardiaco accelerato in combinazione con una reazione allergica può innescare una forte riduzione della pressione sanguigna.
  4. Soluzione fredda per amministrazione endovenosa. Una soluzione di contagocce refrigerata può provocare una reazione allergica e dolore agli arti attraverso i quali viene iniettata se una persona soffre di allergia al freddo.
  5. Cibi e bevande refrigerati: il consumo di cibi freddi (gelato, acqua ghiacciata) può gonfiare la lingua e i tessuti circostanti.
  6. Superfici fredde e fredde: il contatto con superfici fredde (quando si è seduti su una pietra fredda) può provocare lo sviluppo di un'eruzione allergica nell'area di contatto.
  7. Aria fredda interna: visitare una stanza intensamente climatizzata in una giornata estiva può provocare una reazione allergica nelle aree esposte della pelle, congestione nasale dalla respirazione di aria fresca e possibilmente affaticamento.
  8. Disturbi del flusso sanguigno: le azioni che restringono i muscoli e interrompono il flusso sanguigno possono raffreddare le parti interessate del corpo, causando prurito ed eruzioni cutanee.

Se riscontri uno dei suddetti sintomi, contatta presto il tuo allergologo o dermatologo per chiarire la diagnosi.

Non diagnosticare te stesso e non iniziare la malattia.!

Trattamento e prevenzione

Vai avanti e cerca di capire i metodi di diagnosi e il possibile trattamento.

Diagnosi di allergie fredde

La diagnosi di un'allergia al freddo, come qualsiasi altra allergotest, deve essere effettuata in un centro medico, dove ci sono tutti i mezzi e le opportunità di assistenza immediata.

Elenco dei test di laboratorio per la diagnosi

  • Analisi del sangue generale;
  • Analisi delle urine generale;
  • Chimica del sangue;
  • Identificazione dei linfociti sensibili alla crioglobulina;
  • Test cutanei (per escludere allergie concomitanti).
  • Test provocatorio con un cubetto di ghiaccio;
  • Temptest.

Cosa mostrano questi test

Analisi del sangue generale.
I risultati di un esame del sangue generale aiuteranno a rilevare un aumento del numero di globuli bianchi, eosinofili ed ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti). Questi cambiamenti indicano che un processo allergico sta avvenendo nel corpo. Tuttavia, trarre conclusioni solo sulla base di un esame del sangue non è corretto, poiché gli stessi risultati sono caratteristici dell'invasione elmintica.

Analisi generale delle urine.
Un aumento del contenuto proteico nelle urine indica un probabile processo infiammatorio del sistema urinario, ad esempio la glomerulonefrite, che si sviluppa come una complicazione delle allergie.

Chimica del sangue.
Questa analisi mostrerà una maggiore quantità di complessi immunitari circolanti, proteine ​​della fase acuta dell'infiammazione e un aumento del livello totale di immunoglobuline E.

Tali cambiamenti confermano la reazione allergica nella fase attiva, ma non forniscono informazioni accurate sull'allergene..

Identificazione dei linfociti sensibili alla crioglobulina.
Se i risultati del test sono positivi, significa che è il freddo a causare allergie.

Test cutanei.
Vengono eseguiti test cutanei in caso di dubbio che sia stato il freddo a causare la reazione allergica. Abbastanza spesso, i linfociti sensibili alla crioglobulina non possono essere rilevati nel sangue.

E se non ci sono prove importanti della reazione del corpo al freddo, allora i dubbi sono chiari. Pertanto, è necessario assicurarsi che l'allergia provochi il raffreddore e non si tratti di una reazione crociata ad altri allergeni.

Test di Duncan o test con cubetti di ghiaccio.
I test di sensibilità alle basse temperature vengono generalmente eseguiti utilizzando un cubetto di ghiaccio, che viene applicato sulla pelle per diversi minuti.
Se la reazione al freddo è positiva, l'area di contatto della pelle con il ghiaccio diventerà rossa, si gonfieranno e potrebbe comparire un'eruzione cutanea su di essa.

Temptest
Aiuta a determinare la sensibilità generale del corpo alle basse temperature..
TempTest differisce dal test con un cubetto di ghiaccio in quanto non solo può rilevare l'orticaria fredda, ma anche determinare quale intervallo di temperatura provoca l'insorgenza dei sintomi.

Il paziente mette la mano sul cruscotto, dotato di pellicola termica, per 5 minuti. Thermofilm genera continuamente l'intera gamma di temperature preimpostate. Utilizzando questa procedura, vengono determinate le temperature di soglia per la formazione di orticaria fredda.

Cosa fare se viene confermata un'allergia al freddo

Sfortunatamente, non esiste ancora alcun metodo comprovato di trattamento delle allergie fredde. Sono stato solo in grado di trovare modi per prevenire l'insorgenza di sintomi o esacerbazioni.

Tuttavia, ci sono buone notizie. All'improvviso appare un'allergia al freddo e altrettanto all'improvviso può scomparire.

1. Riscaldamento

La tuta sportiva di chi soffre di allergie dovrebbe essere impermeabile al vento e all'umidità - con un cappuccio profondo, guanti impermeabili, stivali lunghi. Cappello, richiesto stagionalmente.
Biancheria intima realizzata esclusivamente in cotone, flanella o flanella. Sintetici e lana rinforzano l'allergia.

La pelle può reagire alla lana, alla pelliccia o ai coloranti che trattano indumenti caldi. Pellicce di pelliccia naturale e bordi di pelliccia naturale vietati per chi soffre di allergie.
A proposito, lava i vestiti invernali con prodotti speciali per chi soffre di allergie..

2. Proteggi la pelle esposta

Nelle farmacie puoi trovare molti modi diversi di protezione dal freddo..
Qualsiasi prodotto deve essere applicato almeno 40 minuti prima di uscire.
Di seguito elencherò alcuni dei dispositivi di protezione che ho testato

Matita Mustela per labbra e viso con crema fredda


Vantaggi: compatto, comodo da usare, può essere usato come rossetto igienico per proteggere le labbra dal freddo. Buona protezione dagli agenti atmosferici.
Svantaggi: odore specifico.
Prezzo da 800 r.


Vantaggi: prezzo da 70 rubli.
Svantaggi: per noi, non si adattava. Non ho notato l'effetto.

Cream Uriage Crema fredda


Usiamo questa crema dall'ultima stagione.
Vantaggi: nessun forte odore. Ben protegge dalle intemperie. Efficacia dei costi.
Svantaggi: prezzo da 900 r.

Crema protettiva per il viso NATURA SIBERICA “Little polar explorer”


Non ho ancora usato questa crema, ma i miei amici la usano per proteggere la pelle di un bambino in inverno. Le recensioni sono solo positive. Nonostante la composizione naturale, non ci sono state reazioni allergiche.

Alcuni usano vaselina e persino olio vegetale normale se non sono allergici. È vero, questi fondi hanno uno svantaggio, fanno brillare la pelle. Ma è facile da riparare spolverando leggermente il viso..

3. Maschere termiche

Coloro che sono predisposti al broncospasmo e ai problemi respiratori dall'aria gelida possono usare una maschera di calore

4. Gocce antiallergiche

Per chi soffre di rinite allergica, sono adatte speciali gocce antiallergiche, che vengono instillate 10-15 minuti prima di uscire. A proposito, tali gocce aiuteranno dall'improvvisa pianto..

Ma i vasocostrittori con pseudoallergie sono controindicati. Asciugano solo la mucosa nasale e aumentano gli effetti delle allergie fredde..

5. Ulteriori raccomandazioni

Nella stagione fredda, non dovresti irritare gli occhi con lenti a contatto e trucco eccessivo (il mascara migliorerà solo la manifestazione della congiuntivite fredda).

Prima di una passeggiata, puoi bere una bevanda analcolica riscaldante, come tè o caffè..

Per strada, prova a respirare attraverso il naso. I primi minuti, fai respiri superficiali e superficiali, iniziando gradualmente a respirare con il solito ritmo, più profondamente.

Riduci l'assunzione di alimenti contenenti istamina.

È necessario essere temperato con molta attenzione. Assicurati di discutere le procedure di indurimento con un allergologo..

Se, nonostante tutte le precauzioni, le tue mani sono pettinate per strada, il tuo naso scorre e gli occhi sono coperti da un velo di lacrime, quindi vai in una stanza calda!

Se ti bagni, cambia urgentemente in tutto asciutto, bevi tè caldo e prendi una pillola di antistaminico.

Non trascurare i sintomi, non diagnosticare te stesso e inoltre non automedicare..

Allergia alla brutta copia di un raffreddore

Il dizionario enciclopedico afferma che l'allergia è una sensibilità aumentata o perversa del corpo a determinate sostanze - allergeni. Cioè, l'immunità produce una risposta esagerata a una sostanza abbastanza innocua.

Il termine "allergia" fu introdotto nel 1906 da un pediatra austriaco Pirke.

È composto da parole greche - allos - "altro" ed ergon - "recitazione". Di recente, le allergie sono diventate un grosso problema per la società, perché oltre il 20% delle persone in tutto il mondo ne è esposto! E per ogni 10 anni, il numero di persone allergiche raddoppia.

Questa malattia non è ancora ben compresa fino ad oggi. Nessuno può spiegare appieno perché le reazioni allergiche possano apparire all'improvviso e poi passare inaspettatamente. La sostanza principale nell'organismo responsabile dell'insorgenza di allergie è l'istamina. Oltre a questo, ci sono anche acetilcolina, serotonina ed eparina. Quando gli allergeni causano una reazione di immunità, queste sostanze vengono rilasciate nel flusso sanguigno e, a seguito della loro esposizione, i vasi sanguigni si espandono, il fluido viene rilasciato dai piccoli vasi e la pelle diventa rossa.

Per lo stesso motivo, le mucose del rinofaringe sono irritate e la persona inizia a starnutire e soffiarsi il naso..

Una predisposizione alle reazioni allergiche può essere trasmessa per eredità, ma il tipo di allergia in un bambino può essere diverso da quello di un genitore o di un altro parente.

Il numero di possibili allergeni è enorme: peli di animali, cosmetici, polvere, prodotti chimici domestici, prodotti farmaceutici, polline, radiazioni solari, vernici, alimenti vari, punture di insetti e molto altro.

È molto importante, ma per niente semplice, trovare la causa dell'allergia, cioè la sostanza che causa la risposta immunitaria in ogni caso.

E ancora più difficile eliminare l'esposizione a un allergene.

Alcune allergie sono stagionali. Ad esempio, un'allergia al polline di betulla. E questo non è il caso peggiore, perché i sintomi spiacevoli (naso che cola, starnuti, "sabbia negli occhi", gonfiore delle mucose del rinofaringe) scompaiono non appena termina la fioritura degli alberi. Le persone allergiche al freddo sono molto peggio..

Più recentemente, i medici non hanno riconosciuto l'esistenza di una tale malattia.

Le persone allergiche al freddo hanno difficoltà a respirare con forti gelate, iniziano a tossire e si verificano arrossamenti della pelle. I pneumologi considerano l'allergia al gelo una malattia rara. Ma il gelo non è l'unica causa di sofferenza per le persone inclini a questo tipo di allergia. Reagiscono a correnti d'aria, acqua fredda, umidità, passaggi dal freddo al caldo. Le allergie si verificano anche in una calda giornata estiva se una persona si accovaccia su una panchina in un parco ombreggiato. Ciò impone molte restrizioni sullo stile di vita, le pillole sono necessarie quasi costantemente.

Le reazioni allergiche al freddo possono essere diverse.

Molto spesso, si verifica un'allergia comune, manifestata entro pochi minuti dopo un'esposizione a freddo ed espressa nella comparsa di eruzioni cutanee nelle aree...

Tipi di problemi

Qualsiasi rinite allergica è un segno di compromissione della funzione del sistema immunitario. Un naso così gocciolante fu isolato per la prima volta in una malattia separata circa 100 anni fa. Questo è stato fatto da uno scienziato che ha sofferto lui stesso durante la fioritura delle piante. In inverno, era vicino al fieno falciato e ricominciò a starnutire. In quel momento, sospettava che il suo benessere fosse una reazione a certe sostanze presenti nell'aria..

Questa malattia è anche chiamata febbre da fieno..

Tipi di problemi

Gli esperti dicono che ci possono essere due tipi di rinite allergica. I sintomi e il trattamento sono simili..

Quindi, alcune persone affrontano solo problemi stagionali. In questo caso, la rinite allergica è dovuta alla comparsa di polline di piante, a cui il corpo reagisce. Maggiore è la sua concentrazione vicino a una persona malata, più evidenti saranno le manifestazioni di malattie.

Ma alcuni soffrono di naso che cola tutto l'anno. In questo caso, i pazienti probabilmente rispondono a polvere, saliva animale, lana, acari della polvere, funghi della muffa o altre sostanze irritanti. Alcuni hanno una reazione ai cosiddetti allergeni professionali: vernici, solventi, vernici, cemento e altri prodotti chimici.

Cause e caratteristiche della malattia

Gli esperti affermano da tempo che eventuali allergie sono problemi al sistema immunitario.

Produce istamina al contatto con una sostanza irritante. Questo processo provoca una rinite allergica. Le ragioni della sua insorgenza risiedono nelle reazioni ipersensibili di tipo immediato che si verificano a contatto con un irritante. È il sistema immunitario che inizia a combattere con le particelle inalate e stimola l'insorgenza di un naso che cola..

Considera gli allergeni sostanze estranee. Il corpo, che per primo li ha incontrati, inizia a produrre anticorpi specifici. Nei contatti successivi, iniziano a combattere con gli allergeni che conoscono.

Ma allo stesso tempo, l'istamina e altre sostanze vengono rilasciate, portando alla comparsa di sintomi. Gli specialisti chiamano la sensibilizzazione dell'intero processo..

I sintomi di solito compaiono abbastanza rapidamente: possono richiedere da pochi secondi a 20 minuti. Sorgono a causa della reazione delle parti periferiche e centrali del sistema nervoso, che danno un impulso a un cambiamento nella mucosa nasale. Appare il gonfiore dei tessuti, la cavità nasale si restringe, la respirazione è disturbata, il tono dei vasi della mucosa di questo organo cambia. Inoltre, vi è una maggiore secrezione di cellule caliciformi, una maggiore funzione secretoria delle ghiandole, la comparsa di uno strato significativo di muco sopra le ciglia dell'epitelio ciliato cilindrico.

Inoltre, la rinite allergica è caratterizzata da una diminuzione della capacità di assorbimento della mucosa nasale.

I sintomi e il trattamento di questa malattia dipendono dal suo decorso e dalla sua durata. Altrettanto importante è il benessere generale di una persona.

Primi segni di problemi

Al contatto con allergeni, il corpo nella maggior parte dei casi funziona istantaneamente. I sintomi possono scomparire da soli in pochi giorni. Il periodo massimo durante il quale la rinite può continuare è di 10 giorni. Ma dobbiamo capire che la malattia può scomparire solo quando non c'è contatto con la sostanza irritante. Altrimenti, abbastanza a lungo...

Cause e caratteristiche della malattia

Allergia al freddo, o "allergia al freddo"

Allergia al freddo

Quando arrivano i raffreddori, arriva il momento di raffreddori ed esacerbazioni di molte altre malattie, ad esempio allergie da freddo, t.

e. allergie al freddo. Tale allergia si riferisce alle pseudoallergie, poiché è significativamente diversa dalle altre reazioni allergiche..

Circa il 30% delle persone è a disagio a causa della bassa temperatura esterna. Non appena escono al freddo, il viso inizia a arrossarsi e gonfiarsi, diventa difficile respirare.

Sembrerebbe che tutti i segni di allergie al viso. Ma in realtà, questa patologia in senso letterale non è un'allergia.

Non è contagioso, non è ereditato, non è una malattia cronica. Nella maggior parte dei pazienti, una sgradevole reazione al freddo può verificarsi solo pochi inverni, ma solo a condizione che una persona renda i suoi sensi e si prenda seriamente cura della sua salute.

Cause di un'allergia fredda

Le cause delle allergie al freddo risiedono nella frenesia e nel malfunzionamento dei mastociti situati vicino alla superficie della pelle. Proteggendoci da lesioni, malattie e infezioni, emettono una grande quantità di sostanze attive.

Nelle persone con una maggiore sensibilità al freddo, queste sostanze vengono consumate quando la temperatura scende.

Qual è la ragione di questo fenomeno? È facile indovinare che si trova all'interno del nostro corpo. Questi sono tutti gli stessi problemi di stomaco, raffreddore, carie. Sembrerebbe familiare, le piccole cose esauriscono il sistema immunitario - e di conseguenza abbiamo complicazioni, anche sotto forma di allergia al freddo.

Come distinguere un'allergia fredda

Le allergie al freddo sono difficili da rilevare, poiché i loro sintomi non sono molto diversi dai raffreddori..

E qua e là un naso che cola e gli occhi iniziano a lacrimare. Ma ci sono ancora differenze, e la cosa principale è che con allergie, inizia un forte prurito al naso, alle orecchie e alla gola e la temperatura corporea non aumenta, come con un raffreddore.

Come capire in anticipo che sei sensibile a questa malattia? Mettiti alla prova a casa. Prendi un pezzo di ghiaccio dal congelatore e applicalo per 5 minuti all'interno dell'avambraccio. Se dopo 10-15 minuti dalla rimozione del ghiaccio la pelle è leggermente arrossata o diventa bianca, non è necessario aver paura. La comparsa di edema o vesciche è un sintomo allarmante che indica una grande sensibilità della pelle.

Trovato un errore nel testo?

Selezionalo e qualche altra parola, premi Ctrl + Invio

Sintomi di un'allergia fredda

Come è un'allergia al freddo? Stranamente, le prime e più sorprendenti reazioni compaiono in estate, quando una persona calda si tuffa in un fiume freddo, si sciacqua il viso con acqua ghiacciata o semplicemente mangia un gelato. In tali situazioni, i processi vengono attivati ​​e la malattia stessa sta emergendo, che si dichiarerà più forte in inverno. La pelle prude, arrossisce, si sbuccia e si gonfia. Naturalmente, le aree maggiormente esposte soffriranno...

Allergia fredda: come riconoscere e cosa fare?

I sintomi di un'allergia fredda sono spesso molto simili alla reazione naturale della pelle all'ipotermia e al freddo, e ai sintomi di altre reazioni allergiche cutanee. Di solito piccole eruzioni cutanee pruriginose, arrossamenti e talvolta anche vesciche abbastanza grandi - la cosiddetta "orticaria fredda" e "dermatite fredda" - compaiono in aree aperte della pelle durante le passeggiate. Prima di tutto, sul viso, sui padiglioni auricolari e sulle mani. Tuttavia, in seguito un'eruzione cutanea e altri sintomi cutanei di un'allergia fredda possono diffondersi in tutto il corpo..

Molto spesso, un'allergia al freddo appare a una temperatura inferiore a 10 gradi. Ma per alcuni, si verifica anche in un clima relativamente caldo - intorno allo zero. Il problema è aumentare i livelli ematici di crioglobuline, proteine ​​speciali che rispondono al raffreddamento. Distinguere l'orticaria fredda o la dermatite da una semplice reazione cutanea al gelo e all'ipotermia può essere abbastanza semplice. Le solite reazioni del corpo a temperature sotto lo zero (un brusco restringimento dei vasi sanguigni nel freddo, causando arrossamento della pelle e talvolta persino prurito) si verificano in una stanza calda dopo pochi minuti. E per la scomparsa delle manifestazioni di allergie, ci vorranno da alcune ore a 3-5 giorni.

Inoltre, le allergie cutanee al freddo possono accompagnare (o manifestarsi in modo completamente indipendente da essa) la cosiddetta rinite pseudo-allergica fredda (rinite) e congiuntivite pseudo-allergica, quest'ultima di solito caratterizzata da arrossamento o gonfiore delle palpebre e aumento della lacrimazione nel freddo. In una stanza calda, tutti i sintomi di tale rinite allergica o congiuntivite allergica scompaiono rapidamente.

medico di altissima categoria, allergologo-immunologo, ospedale clinico n. 29 intitolato a Bauman, esperto del programma "No Allergies"

Se si verifica una reazione allergica, è necessario bere un antistaminico, ad esempio a base di desloratodio. Ma non esiste una cura per un'allergia al freddo che funzioni una volta per tutte. Pertanto, la lotta contro l'ipotermia e il rafforzamento dell'immunità vengono alla ribalta. Vestiti caldo. Prima di una passeggiata, applica una crema protettiva grassa sul viso. Elimina i focolai di infezione cronica. Ridurre al minimo l'uso di alimenti altamente allergenici. Un cambiamento nello stile di vita può anche essere una buona prevenzione delle allergie: fare sport, fare esercizio fisico, cercare di essere meno nervosi.

Le allergie cutanee al freddo possono farsi sentire in estate. Per fare questo, è sufficiente stare in una doccia fredda, sedersi su un pescaggio, fare il bagno in uno stagno freddo, mangiare un gelato o bere un drink di ghiaccio (il gonfiore della lingua e della laringe è possibile anche con cibi e bevande freddi).

A rischio di allergie fredde sono le persone che hanno recentemente avuto un'infezione virale (infezione virale respiratoria acuta, influenza), hanno reazioni allergiche o predisposizione genetica a loro e soffrono di malattie croniche del fegato e del tratto gastrointestinale. Inoltre, la tonsillite, la faringite e altre malattie croniche rendono il corpo sempre più vulnerabile agli allergeni..

Un semplice test aiuterà a diagnosticare un'allergia al freddo: un pezzo di ghiaccio viene applicato sul braccio per 5 minuti e osserva la reazione. Tuttavia, va ricordato che nessuno strumento diagnostico "domestico" ha un'elevata precisione. Solo un allergologo può diagnosticare in modo affidabile le allergie utilizzando un esame speciale.

11 sintomi allergici inaspettati che non possono essere ignorati

I segnali di avvertimento possono includere mal di testa, costipazione e persino cerchi sotto gli occhi..

L'allergia è l'allergia più comune. La statistica è una malattia cronica in Europa. Una o un'altra forma di questo disturbo colpisce dal 10 al 40% della popolazione mondiale e entro il 2025 il numero di malati può aumentare al 50%.

Esiste uno stereotipo che le allergie sono facili da riconoscere. Occhi acquosi, naso che cola, eruzioni cutanee - in effetti, questi sono i segni più comuni. Ma ce ne sono altri. Non meno indicativo.

Gli hacker hanno raccolto sintomi che potrebbero indicare una reazione allergica cronica. Anche se non sei pronto a considerarti allergico.

1. Mal di testa

Un mal di testa può avere dozzine di cause. È possibile supporre che la testa si spezzi a causa di un'allergia, secondo la natura delle allergie Mal di testa di sensazioni spiacevoli. Esistono due opzioni:

  1. Il dolore è localizzato nell'area dei seni nasali e dà al naso.
  2. Il dolore è unilaterale (interessa solo il lato sinistro o destro della testa), pulsante. Può intensificare dalla luce solare intensa ed essere accompagnato da nausea.

Se tali attacchi vengono ripetuti regolarmente, ha senso consultare un terapista o direttamente a un allergologo. Questo può essere un sintomo sorprendente della febbre da fieno..

2. Costipazione

La costipazione è uno dei segni comuni di allergie alimentari. Questo è particolarmente pronunciato nei bambini piccoli..

Uno studio sull'allergia alimentare come causa di costipazione nei bambini nei primi tre anni di vita - le stesse osservazioni, che hanno riguardato quasi 9.500 bambini di età inferiore ai tre anni, hanno scoperto: il 73% dei bambini che hanno avuto problemi di stitichezza sono stati successivamente trovati allergici alle proteine latte di mucca.

Negli adulti, la relazione tra costipazione e allergia alimentare non è così semplice Articolo di revisione: costipazione cronica e ipersensibilità alimentare - una relazione intrigante. Tuttavia, si presume che lo sia. Se hai regolarmente difficoltà con i movimenti intestinali, il tuo corpo potrebbe soffrire di qualche tipo di allergene nella tua dieta..

3. Una costante sensazione di affaticamento

Un'allergia alle piante di polline, polvere, peli di animali domestici è accompagnata da edema nei passaggi nasali. A causa dell'edema, anche se è insignificante e quasi impercettibile, i motivi per cui sei a corto di respiro possono peggiorare la fornitura di ossigeno ai polmoni e la fornitura di organi e tessuti. Ma non è tutto.

A causa di difficoltà con la respirazione nasale, una persona non riesce a dormire. Di notte si sveglia spesso e al mattino si alza, senza sentirsi riposato. Giorno dopo giorno, la fatica accumula sintomi allergici. Fatica. E questa è una chiara indicazione per una visita dal terapeuta.

4. memoria compromessa

Data la continua mancanza di sonno, concentrazione e problemi di memoria, 7 cause comuni di dimenticanza sono assolutamente prevedibili.

5. Labbra screpolate

L'abitudine di respirare attraverso la bocca fa sì che le labbra si tessano, si secchino e si spezzino. Spesso, le labbra screpolate sono quasi il primo sintomo che i medici notano nei soggetti allergici che sono appena arrivati ​​al primo appuntamento "tematico".

6. Dolore addominale

Secondo Cleveland Clinic Food Problems: è un'allergia o un'intolleranza, i crampi addominali lievi regolari sono un segno relativamente comune ma spesso trascurato delle allergie alimentari..

La causa del dolore sono le istamine, che vengono prodotte nel tratto gastrointestinale in risposta al contatto con un allergene.

7. Occhiaie sotto gli occhi

Gonfiore allergico nei seni causano cosa sono gli Shiners allergici? a ristagno di sangue nei piccoli capillari sotto gli occhi. I vasi sanguigni si espandono, si scuriscono e diventano visibili sotto la pelle più sottile intorno agli occhi.

8. Perdita dell'olfatto

Se non si cura la congestione nasale associata ad allergie (ad esempio, non accorgersene e abituarsi a respirare attraverso la bocca), ciò può portare a un deterioramento o persino alla perdita dell'odore - dell'anosmia Perdita dell'olfatto.

9. Diminuzione della sensibilità al gusto

La capacità di ricevere sensazioni gustative è strettamente correlata al senso dell'olfatto. Se hai problemi con il profumo, il gusto diventa noioso. Il cibo inizia a sembrare fresco, "no".

Si può notare una diminuzione della sensibilità del gusto attraverso segni indiretti. Ad esempio, hai iniziato più spesso di prima a cercare uno shaker e uno shaker per esaltare il gusto dei piatti.

10. Voce rauca

Con gravi allergie, i percorsi vocali si contraggono. Questo può portare a raucedine. Se la raucedine non scompare entro 7-10 giorni, è necessaria una visita dal terapista.

Un segno di allergia a Signs of Allergies può anche essere una tosse secca ossessiva senza motivo per cui non puoi liberarti di.

11. Aumento dell'ansia

Lo shock anafilattico - una forma forte di una reazione allergica - a volte sembra un attacco di panico Attacchi di panico / ansia ricorrenti: mascherato di anafilassi e sfida alla presa completa della storia. Se si verificano regolarmente attacchi di panico e non si capisce cosa li sta causando, prestare attenzione all'ambiente circostante..

Cosa hai appena mangiato? Come si respira? Indossavi guanti in lattice sulle mani? O forse hanno preso delle medicine? Il panico può essere la risposta del corpo a un incontro con un allergene che è personalmente pericoloso per te. E varrebbe la pena installarlo.

Se ritieni di essere allergico, contatta il tuo medico di famiglia e spiegagli in dettaglio i sintomi che ritieni sospetti. Il medico effettuerà un esame, ti chiederà lo stile di vita, la dieta, le cattive abitudini. Molto probabilmente, proporrà di superare una serie di test per escludere altre malattie.

Se il suggerimento di un'allergia nascosta sembra ragionevole per il terapeuta, riceverai un rinvio a uno specialista più specializzato - un allergologo. E già sotto la sua guida, verrai testato per gli allergeni per trovare la sostanza che provoca una reazione eccessivamente violenta nel tuo corpo.

Progetto di trattamento delle allergie

Allergia al freddo

Un'allergia al freddo è una reazione pseudo-allergica che si verifica a seguito dell'esposizione al corpo umano a basse temperature. Nonostante il fatto che la malattia sia diffusa, la medicina moderna ha riconosciuto la sua esistenza relativamente di recente..

Le allergie al raffreddore sono più volte più spesso diagnosticate nelle donne che negli uomini. Di solito si manifesta in 20-30 anni.

I sintomi di un'allergia fredda possono verificarsi a contatto con acqua fredda, stare fuori con tempo freddo, con un forte vento freddo o mangiare cibi freddi o bevande.

Cause e fattori di rischio

L'allergia al freddo è una reazione pseudo-allergica che differisce dalla vera allergia in assenza di determinati meccanismi immunologici. Con la pseudo-allergia, lo sviluppo del processo infiammatorio è associato al metabolismo dell'istamina compromesso. Gli esperti avanzano tre teorie che spiegano lo sviluppo delle allergie fredde:

  1. Spasmo delle navi della microvascolatura. Sotto l'influenza delle basse temperature, una persona ha uno spasmo dei più piccoli vasi sanguigni - i capillari, a seguito dei quali si deteriorano l'afflusso di sangue e la nutrizione dei tessuti, che diventa l'inizio del processo infiammatorio.
  2. La formazione di proteine ​​specifiche. In alcune persone, sotto l'influenza della bassa temperatura, vengono lanciati nel corpo speciali processi biochimici, durante i quali vengono sintetizzate le proteine ​​che possono agire come allergeni. Sono queste proteine ​​che innescano il rilascio di mediatori allergici (istamina, serotonina), provocando lo sviluppo di infiammazione allergica. Queste proteine ​​non differiscono nella resistenza e collassano rapidamente quando una persona si riscalda..
  3. Pelle secca. Con la pelle secca, la sua superficie non è sufficientemente protetta. Al freddo, per questo motivo, le cellule perdono rapidamente umidità, la pelle diventa più secca e inizia a sbucciarsi. Questa teoria è confermata dal fatto che l'allergia al freddo viene spesso diagnosticata nelle persone con pelle sensibile e secca, nonché nei pazienti anziani..

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare un'allergia al freddo sono:

Un'allergia al freddo si sviluppa spesso in pazienti che soffrono di altre manifestazioni di allergia (polline o allergie domestiche, dermatite atopica, ecc.).

Forme della malattia

Si distinguono le seguenti forme di allergia al freddo:

  • dermatite da freddo;
  • orticaria fredda;
  • congiuntivite fredda;
  • rinite fredda;
  • forma fredda di asma bronchiale;
  • misto;
  • orticaria fredda familiare.

Un'allergia prolungata al freddo ha un effetto negativo sullo stato mentale dei pazienti. Molti di loro hanno aumentato la fatica, il nervosismo nella stagione fredda e, nei casi più gravi, si sviluppano stati depressivi.

Sintomi di un'allergia fredda

La manifestazione più comune di un'allergia fredda è l'orticaria fredda. Dopo il contatto con acqua fredda o aria sulle parti a contatto del corpo (molto spesso viso, collo, padiglioni auricolari, mani), la pelle inizia a ferire e prude fortemente. Quindi diventa gradualmente rosso e su di esso si formano delle vesciche. In apparenza, i cambiamenti nella lesione sono molto simili ai sintomi di un'ustione di ortica. Con un'area significativa di eruzioni cutanee, il paziente può ridurre drasticamente la pressione sanguigna, fino allo sviluppo del collasso.

L'orticaria fredda familiare (una forma di sindrome periodica associata alla criopirina) è una forma separata di allergia fredda. La malattia è associata a un difetto del gene NLRP3 ed è ereditata in modo autosomico dominante. Con l'orticaria fredda familiare, i sintomi di allergia al freddo non si verificano immediatamente, ma dopo diverse ore dal momento dell'esposizione al corpo a basse temperature: sulla pelle appare un'eruzione chiazzata-papulare.

Un'allergia al freddo, che procede come un tipo di dermatite da freddo, è caratterizzata dalla formazione in aree aperte della pelle di chiaretto o macchie rosso scuro con una superficie leggermente traballante. Le loro dimensioni raggiungono i 2–5 cm di diametro. La comparsa di eruzioni cutanee è accompagnata da una forte sensazione di bruciore e forte prurito. Dopo qualche tempo, si formano delle crepe sulla superficie delle macchie, quindi diventano croccanti..

La dermatite da freddo colpisce più spesso la pelle delle mani, del collo, delle orecchie e del viso, cioè quelle parti del corpo che non sono coperte dagli indumenti. In casi molto rari, possono comparire eruzioni cutanee in aree chiuse del corpo, ad esempio sulla superficie interna delle cosce o delle ginocchia.

Il sintomo principale della rinite fredda è un naso che cola transitorio, accompagnato da secrezioni mucose. La sua caratteristica è che appare quando il paziente entra in contatto con basse temperature e in una stanza calda dopo il riscaldamento scompare completamente da solo.

La congiuntivite fredda si manifesta con aumento della lacrimazione, dolore agli occhi, lieve blefarospasmo. In calore, i fenomeni di congiuntivite fredda passano indipendentemente.

L'impatto dell'aria fredda sulla mucosa dei bronchi in alcune persone porta allo sviluppo dell'iperreattività bronchiale - la reazione broncocostrittore del tratto respiratorio. Clinicamente, questo si manifesta con un attacco di asma freddo bronchiale:

  • respiro affannoso;
  • dispnea;
  • cianosi del triangolo nasolabiale;
  • con auscultazione - respiro sibilante multiplo.

Diagnostica

Se si sospetta un'allergia al freddo, il paziente deve essere consultato da un allergologo. Per confermare la diagnosi, viene eseguito un test del freddo: un piccolo pezzo di ghiaccio viene posizionato sulla pelle del paziente e lasciato per 3-5 minuti. Se il test è positivo, si sviluppa una tipica orticaria fredda nella zona di contatto del ghiaccio con la pelle. Se necessario, viene eseguita un'ulteriore misurazione del pH della pelle e la dermatoscopia degli elementi dell'eruzione cutanea..

Un esame del sangue consente di determinare in presenza di proteine ​​specifiche del siero allergiche al freddo (crioglobuline, criogibrinogeno, anticorpi freddi).

In alcuni pazienti, un'esacerbazione di un'allergia fredda può essere accompagnata dalla comparsa di proteine ​​del sangue nelle urine (emoglobinuria).

Per identificare la malattia di base che ha causato la formazione di un'allergia al freddo, il paziente viene inviato per la consultazione a specialisti ristretti (gastroenterologo, ginecologo, urologo, dentista, endocrinologo, ecc.).

Le allergie al raffreddore sono più volte più spesso diagnosticate nelle donne che negli uomini. Di solito si manifesta in 20-30 anni.

In presenza di prove, viene effettuato un ulteriore esame di laboratorio e strumentale, che può includere:

Le forme cutanee di allergie fredde dovrebbero essere differenziate dalla dermatite causata da altre cause (contatto, droga, dermatite atopica) e dalla psoriasi.

Trattamento per allergie fredde

Il trattamento delle allergie fredde serve principalmente a impedire al paziente un ulteriore contatto con il freddo (vestiti caldi in inverno, bagni in acqua calda, rifiuto di cibi e bevande freddi). In inverno, soprattutto nelle giornate ventose, prima di uscire di casa, applica qualsiasi crema oleosa per aprire le zone della pelle..

Nel complesso trattamento delle allergie fredde, vengono utilizzati antistaminici, preparati multivitaminici e farmaci che migliorano la circolazione microcircolatoria e i processi trofici. Inoltre, viene effettuato il trattamento delle malattie concomitanti identificate..

Ai pazienti con sintomi lievi di allergia al freddo si raccomandano procedure di rinvenimento. L'estinzione inizia con il versamento di acqua calda (temperatura dell'acqua 37–37,5 ° С). Ogni cinque giorni, la temperatura dell'acqua viene abbassata di un grado, raggiungendo gradualmente i 10 ° C. Se al successivo calo della temperatura dell'acqua ci sono manifestazioni cliniche di un'allergia al freddo, la temperatura viene nuovamente aumentata a tollerabile, quindi nuovamente ridotta dopo alcuni giorni. Il trattamento di indurimento è consentito solo nei pazienti con malattia lieve. Con le allergie fredde violente, versare acqua fredda può portare allo sviluppo di shock anafilattico - una complicazione potenzialmente pericolosa per la vita.

Un metodo relativamente nuovo di trattamento delle allergie fredde è l'autolinfocitoterapia, che consiste nella somministrazione ai linfociti del paziente precedentemente ottenuti dal suo sangue. Al corso vengono generalmente prescritte 8 procedure che vengono eseguite a giorni alterni. L'autolinfocitoterapia si è affermata come un metodo efficace e allo stesso tempo sicuro per il trattamento delle allergie fredde..

Dieta allergia fredda

Con un'esacerbazione di un'allergia al freddo, si consiglia di aderire a una dieta ipoallergenica. Dalla dieta dovrebbe essere escluso:

  • cibi piccanti, salati, grassi e fritti;
  • brodi forti;
  • spezie;
  • carni affumicate;
  • salsicce;
  • frutti di mare;
  • uova
  • gelato;
  • formaggi stagionati e piccanti;
  • salse di produzione industriale (ketchup, maionese);
  • sottaceti e marinate;
  • alcune verdure (peperone, pomodori, spinaci);
  • noccioline
  • funghi;
  • agrumi;
  • confetteria.

Si consiglia di includere nella dieta:

  • latticini;
  • piatti a base di cereali (tranne la semola);
  • carne magra;
  • formaggio dolce;
  • mele verdi
  • olio vegetale;
  • piatti a base di verdure, preferibilmente verdi (zucchine, cavoli, zucca, fagiolini, piselli, aneto, prezzemolo, ecc.).

Possibili conseguenze e complicazioni

Con un decorso clinico grave e l'assenza di un trattamento tempestivo, un'allergia fredda può portare allo sviluppo di gravi complicanze:

  • edema laringeo - di solito si sviluppa dopo aver consumato cibi o bevande fredde. Il paziente ha improvvisamente dispnea inspiratoria (difficoltà respiratoria), una sensazione di un corpo estraneo nella gola. La voce diventa roca e ovattata.
  • shock anafilattico - il suo primo sintomo di solito diventa un forte dolore nell'area delle eruzioni cutanee, quindi il collasso vascolare e il broncospasmo si sviluppano rapidamente. I sintomi dello shock anafilattico si sviluppano rapidamente e se al paziente non viene immediatamente fornita assistenza medica, potrebbe morire.

Un'allergia prolungata al freddo ha un effetto negativo sullo stato mentale dei pazienti. Molti di loro hanno aumentato la fatica, il nervosismo nella stagione fredda e, nei casi più gravi, si sviluppano stati depressivi.

Nella maggior parte dei casi, un'allergia al freddo non rappresenta una minaccia per la vita del paziente. Tuttavia, la malattia è di natura a lungo termine e richiede una terapia necessaria regolare. Con gravi reazioni allergiche all'esposizione al freddo, potrebbe essere necessario cambiare il luogo di residenza.

Prevenzione

Come parte della prevenzione dello sviluppo di allergie fredde, le malattie del tratto gastrointestinale, del sistema endocrino, le invasioni elmintiche devono essere diagnosticate e trattate in modo tempestivo, nonché disinfettare tutti i focolai di infezione cronica nel corpo.

Quando fa freddo, dovresti vestirti calorosamente e proteggere le aree esposte con una crema grassa, specialmente per le persone con pelle secca..

Se hai intenzione di rimanere al freddo per molto tempo, dovresti prendere un thermos con una bevanda calda con te. Diversi sorsi di liquido caldo consentono al corpo di riscaldarsi rapidamente e quindi prevenire lo sviluppo di sintomi di un'allergia al freddo. Ma è severamente vietato bere alcolici al freddo allo scopo di riscaldarsi! L'alcool aiuta ad espandere i capillari della pelle e migliora quindi il trasferimento di calore da parte del corpo. Di conseguenza, si sviluppa l'ipotermia e vengono creati i prerequisiti per innescare il meccanismo patologico dell'allergia fredda.

Video da YouTube sull'argomento dell'articolo:

Allergia al freddo

Il detto "è meglio coprirsi sette volte con uno che uno con la brina" è particolarmente rilevante per le persone che soffrono di orticaria fredda. Nei casi più gravi di questa malattia, il significato figurativo di questa battuta può diventare rapidamente letterale..

Ha un'allergia al freddo? Quali sono i suoi sintomi? Orticaria a freddo (HC) - una malattia caratterizzata dalla comparsa di vesciche e / o angioedema dopo esposizione generale o locale al freddo, una delle forme di orticaria fisica. Codice ICD-10: L50.2 (orticaria causata dall'esposizione a basse o alte temperature).

Classificazione

  1. HC acquisito
    • primario (contatto, idiopatico)
    • secondario (con crioglobulinemia, malattie infettive, tumori; insorgenza dopo aver assunto droghe, punture di insetti, ecc.).
  2. HC atipico
    • sistema acquisito HC
    • HC ritardato
    • HC locale
    • eritema freddo
    • dermografismo dipendente dal freddo
    • orticaria colinergica indotta da freddo
  3. HC ereditario
    • Sindromi periodiche associate alla criopirina (Sindromi periodiche associate alla criopirina; CAPS):
      sindrome autoinfiammatoria fredda familiare,
      Sindrome di Macle-Wells (orticaria, sordità, amiloidosi),
      Sindrome neuro-cutanea-articolare cronica infantile / malattia infiammatoria multisistemica infantile (Sindrome articolare cutanea neurologica ad insorgenza infantile cronica / Malattia infiammatoria multisistemica ad insorgenza neonatale - CINCA / NOMID)
    • Famiglia atipica HC.

Epidemiologia

Un'allergia al freddo può verificarsi sia in un adulto che in un bambino. Inoltre, è più comune tra i giovani (18–25 anni). Questa è una condizione relativamente rara, la frequenza di insorgenza è di circa lo 0,05-0,1% di tutti i casi di orticaria. In un clima freddo, si sviluppa naturalmente un po 'più spesso. Più della metà dei pazienti con HC soffre di altre malattie allergiche.

Nella maggior parte dei casi (> 90%), si sviluppa HC acquisito primario. Le forme ereditate sono estremamente rare (≤1: 360.000–1.000.000), ereditate in modo autosomico dominante, persistente, di regola, dalla prima infanzia.

Cause di allergie fredde

Non sono noti fattori e cause significativi dell'orticaria fredda acquisita primaria. L'HC acquisito secondario può svilupparsi in pazienti con malattie infettive (epatite virale, infezione da HIV, mononucleosi infettiva, sifilide, toxoplasmosi, borreliosi, ecc.), Tumori, dopo aver usato farmaci, inclusi sieri e vaccini, morsi di imenotteri. Le crioglobuline sono state rilevate nel sangue del 3-4% dei pazienti con HC (proteine ​​del siero del sangue che cambiano la loro struttura e precipitano quando la temperatura scende, si formano durante tumori, malattie infettive e infiammatorie sistemiche). Sono descritti casi isolati di HC secondario che sono sorti sullo sfondo dell'immunoterapia specifica per allergeni e dopo test cutanei allergici.

L'HC ereditario si sviluppa a seguito di mutazioni del gene che codifica per la proteina criopirina, che è coinvolta nella regolazione della produzione di citochine pro-infiammatorie, principalmente interleuchina-1 (IL-1).

L'effetto locale e / o generale del freddo sulla pelle o sulle mucose porta a cambiamenti negli antigeni e / o anticorpi dei tessuti. Il contatto di queste molecole alterate con i recettori dei mastociti porta al rilascio di istamina e altri mediatori delle allergie da questi ultimi. Sotto la loro influenza, la permeabilità dei capillari aumenta, il gonfiore e l'infiammazione si sviluppano rapidamente..

Con le forme ereditarie di HC, un aumento incontrollato dell'espressione di IL-1 porta allo sviluppo di un processo infiammatorio sistemico in molti organi e tessuti del corpo.

Sintomi di un'allergia fredda

Come è un'allergia al freddo? Il fattore di partenza è il raffreddamento generale o locale: aria fredda, nei casi più gravi a volte è sufficiente un tiraggio o un flusso dal condizionatore d'aria, immersione in acqua fredda, assunzione di cibi e bevande freddi, contatto con un oggetto freddo. L'orticaria colinergica indotta dal freddo si sviluppa dopo l'esercizio fisico a freddo.

I pazienti con allergia al freddo lamentano sintomi come:

  • eruzioni cutanee tipiche dell'orticaria,
  • elementi arrotondati o di forma irregolare che si alzano sopra la superficie della pelle, accompagnati da prurito o bruciore,
  • possibile gonfiore delle labbra, delle mucose del cavo orale,
  • prurito in bocca, faringe.

Un'eruzione cutanea con un'allergia al freddo di solito si verifica dopo pochi minuti sulle mani, i piedi, il viso o altre parti della pelle esposte al freddo, meno spesso intorno a loro o sulle parti "riscaldate" del corpo (reflex HC). Con eritema freddo, non ci sono elementi orticari caratteristici, l'area fredda diventa rossa, appare il dolore.

Quando sono calde, le manifestazioni cutanee di solito regrediscono entro 1-24 ore, ma possono persistere fino a diversi giorni..

Nelle malattie gravi, perdita di coscienza, mal di testa, diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, difficoltà respiratoria, nausea, vomito, dolore addominale.

Oltre alla sensibilità individuale del paziente, la gravità dei segni di allergia al freddo dipende proporzionalmente dalla temperatura attuale, dall'area da raffreddare e dalla durata dell'esposizione.

Diagnostica

Reclami tipici, anamnesi e risultati dell'esame nella maggior parte dei casi sono sufficienti per fare una diagnosi clinica di HC. Per confermarlo, viene eseguito un test provocatorio: un cubetto di ghiaccio imballato in polietilene viene posizionato sulla pelle della superficie anteriore dell'avambraccio per 10-20 minuti, dopo di che si prevede che uno o più elementi orticari appaiano nel sito di contatto o intorno a 30 minuti. Almeno 48 ore prima del test, gli antistaminici devono essere cancellati..

Con un test del ghiaccio negativo è possibile, ma non raccomandato dalle linee guida moderne - a causa del rischio di sviluppare reazioni sistemiche - un test del freddo modificato: l'avambraccio viene posto per 10 minuti in acqua molto fredda (5 ° C).

Per lo stesso motivo, oltre che per l'umanesimo, il terzo test non è raccomandato per l'uso: una persona che viene spogliata per la biancheria viene posta in una stanza con una temperatura del frigorifero di +4 ° C per 20-30 minuti. Questo vero metodo Gestapo consente il rilevamento di HC, che si manifesta solo durante il raffreddamento generale..

Nei paesi civili, per valutare la gravità dell'HC, la soglia di temperatura della sensibilità viene anche determinata utilizzando un dispositivo speciale, ma nella pratica quotidiana gli allergologi domestici non lo fanno.

Con l'aiuto di metodi di laboratorio e strumentali, la presenza di condizioni patologiche che possono essere associate allo sviluppo di HC secondario è esclusa o confermata.

Trattamento per allergie fredde

Come trattare un'allergia al freddo? Ove possibile, i pazienti con HC dovrebbero evitare l'esposizione a basse temperature: vestirsi calorosamente, lavare con acqua calda, non bere bevande fredde, fare il bagno con molta cura o non fare il bagno. Nella stagione fredda, si consiglia di utilizzare cosmetici che impediscono il raffreddamento della pelle.

Il trattamento principale per il trattamento dei sintomi delle allergie fredde è H1 - antistaminici di seconda generazione. Se necessario, è possibile aumentare la dose giornaliera a 4 volte, ma per questo è necessario ottenere il consenso scritto informato del paziente.

L'efficacia degli antagonisti dei leucotrieni non è dimostrata in tutti i casi. I glucocorticosteroidi sistemici sono spesso inefficaci..

L'induzione della tolleranza da parte del siero del paziente viene utilizzata in misura limitata a causa della relativa complessità e complessità della procedura. In un paziente con esacerbazione - di solito dopo aver camminato al freddo - vengono prelevati 20 ml di sangue, il siero viene isolato, diluito con soluzione salina e le concentrazioni gradualmente crescenti vengono iniettate per via sottocutanea nell'arco di due settimane. In alcuni casi, questo metodo ha un buon effetto clinico temporaneo o permanente nel trattamento dell'orticaria fredda..

In rari casi - con l'insorgenza di condizioni potenzialmente letali e un decorso grave della malattia - è indicato il ricovero in ospedale. Con HC secondario, è necessaria la terapia della malattia di base.

Allergia alla brutta copia di un raffreddore

Il dizionario enciclopedico afferma che l'allergia è una sensibilità aumentata o perversa del corpo a determinate sostanze - allergeni. Cioè, l'immunità produce una risposta esagerata a una sostanza abbastanza innocua.

Il termine "allergia" fu introdotto nel 1906 da un pediatra austriaco Pirke.

È composto da parole greche - allos - "altro" ed ergon - "recitazione". Di recente, le allergie sono diventate un grosso problema per la società, perché oltre il 20% delle persone in tutto il mondo ne è esposto! E per ogni 10 anni, il numero di persone allergiche raddoppia.

Questa malattia non è ancora ben compresa fino ad oggi. Nessuno può spiegare appieno perché le reazioni allergiche possano apparire all'improvviso e poi passare inaspettatamente. La sostanza principale nell'organismo responsabile dell'insorgenza di allergie è l'istamina. Oltre a questo, ci sono anche acetilcolina, serotonina ed eparina. Quando gli allergeni causano una reazione di immunità, queste sostanze vengono rilasciate nel flusso sanguigno e, a seguito della loro esposizione, i vasi sanguigni si espandono, il fluido viene rilasciato dai piccoli vasi e la pelle diventa rossa.

Per lo stesso motivo, le mucose del rinofaringe sono irritate e la persona inizia a starnutire e soffiarsi il naso..

Una predisposizione alle reazioni allergiche può essere trasmessa per eredità, ma il tipo di allergia in un bambino può essere diverso da quello di un genitore o di un altro parente.

Il numero di possibili allergeni è enorme: peli di animali, cosmetici, polvere, prodotti chimici domestici, prodotti farmaceutici, polline, radiazioni solari, vernici, alimenti vari, punture di insetti e molto altro.

È molto importante, ma per niente semplice, trovare la causa dell'allergia, cioè la sostanza che causa la risposta immunitaria in ogni caso.

E ancora più difficile eliminare l'esposizione a un allergene.

Alcune allergie sono stagionali. Ad esempio, un'allergia al polline di betulla. E questo non è il caso peggiore, perché i sintomi spiacevoli (naso che cola, starnuti, "sabbia negli occhi", gonfiore delle mucose del rinofaringe) scompaiono non appena termina la fioritura degli alberi. Le persone allergiche al freddo sono molto peggio..

Più recentemente, i medici non hanno riconosciuto l'esistenza di una tale malattia.

Le persone allergiche al freddo hanno difficoltà a respirare con forti gelate, iniziano a tossire e si verificano arrossamenti della pelle. I pneumologi considerano l'allergia al gelo una malattia rara. Ma il gelo non è l'unica causa di sofferenza per le persone inclini a questo tipo di allergia. Reagiscono a correnti d'aria, acqua fredda, umidità, passaggi dal freddo al caldo. Le allergie si verificano anche in una calda giornata estiva se una persona si accovaccia su una panchina in un parco ombreggiato. Ciò impone molte restrizioni sullo stile di vita, le pillole sono necessarie quasi costantemente.

Le reazioni allergiche al freddo possono essere diverse.

Molto spesso, si verifica un'allergia comune, manifestata entro pochi minuti dopo un'esposizione a freddo ed espressa nella comparsa di eruzioni cutanee nelle aree...

Tipi di problemi

Qualsiasi rinite allergica è un segno di compromissione della funzione del sistema immunitario. Un naso così gocciolante fu isolato per la prima volta in una malattia separata circa 100 anni fa. Questo è stato fatto da uno scienziato che ha sofferto lui stesso durante la fioritura delle piante. In inverno, era vicino al fieno falciato e ricominciò a starnutire. In quel momento, sospettava che il suo benessere fosse una reazione a certe sostanze presenti nell'aria..

Questa malattia è anche chiamata febbre da fieno..

Tipi di problemi

Gli esperti dicono che ci possono essere due tipi di rinite allergica. I sintomi e il trattamento sono simili..

Quindi, alcune persone affrontano solo problemi stagionali. In questo caso, la rinite allergica è dovuta alla comparsa di polline di piante, a cui il corpo reagisce. Maggiore è la sua concentrazione vicino a una persona malata, più evidenti saranno le manifestazioni di malattie.

Ma alcuni soffrono di naso che cola tutto l'anno. In questo caso, i pazienti probabilmente rispondono a polvere, saliva animale, lana, acari della polvere, funghi della muffa o altre sostanze irritanti. Alcuni hanno una reazione ai cosiddetti allergeni professionali: vernici, solventi, vernici, cemento e altri prodotti chimici.

Cause e caratteristiche della malattia

Gli esperti affermano da tempo che eventuali allergie sono problemi al sistema immunitario.

Produce istamina al contatto con una sostanza irritante. Questo processo provoca una rinite allergica. Le ragioni della sua insorgenza risiedono nelle reazioni ipersensibili di tipo immediato che si verificano a contatto con un irritante. È il sistema immunitario che inizia a combattere con le particelle inalate e stimola l'insorgenza di un naso che cola..

Considera gli allergeni sostanze estranee. Il corpo, che per primo li ha incontrati, inizia a produrre anticorpi specifici. Nei contatti successivi, iniziano a combattere con gli allergeni che conoscono.

Ma allo stesso tempo, l'istamina e altre sostanze vengono rilasciate, portando alla comparsa di sintomi. Gli specialisti chiamano la sensibilizzazione dell'intero processo..

I sintomi di solito compaiono abbastanza rapidamente: possono richiedere da pochi secondi a 20 minuti. Sorgono a causa della reazione delle parti periferiche e centrali del sistema nervoso, che danno un impulso a un cambiamento nella mucosa nasale. Appare il gonfiore dei tessuti, la cavità nasale si restringe, la respirazione è disturbata, il tono dei vasi della mucosa di questo organo cambia. Inoltre, vi è una maggiore secrezione di cellule caliciformi, una maggiore funzione secretoria delle ghiandole, la comparsa di uno strato significativo di muco sopra le ciglia dell'epitelio ciliato cilindrico.

Inoltre, la rinite allergica è caratterizzata da una diminuzione della capacità di assorbimento della mucosa nasale.

I sintomi e il trattamento di questa malattia dipendono dal suo decorso e dalla sua durata. Altrettanto importante è il benessere generale di una persona.

Primi segni di problemi

Al contatto con allergeni, il corpo nella maggior parte dei casi funziona istantaneamente. I sintomi possono scomparire da soli in pochi giorni. Il periodo massimo durante il quale la rinite può continuare è di 10 giorni. Ma dobbiamo capire che la malattia può scomparire solo quando non c'è contatto con la sostanza irritante. Altrimenti, abbastanza a lungo...

Cause e caratteristiche della malattia

Allergia al freddo, o "allergia al freddo"

Allergia al freddo

Quando arrivano i raffreddori, arriva il momento di raffreddori ed esacerbazioni di molte altre malattie, ad esempio allergie da freddo, t.

e. allergie al freddo. Tale allergia si riferisce alle pseudoallergie, poiché è significativamente diversa dalle altre reazioni allergiche..

Circa il 30% delle persone è a disagio a causa della bassa temperatura esterna. Non appena escono al freddo, il viso inizia a arrossarsi e gonfiarsi, diventa difficile respirare.

Sembrerebbe che tutti i segni di allergie al viso. Ma in realtà, questa patologia in senso letterale non è un'allergia.

Non è contagioso, non è ereditato, non è una malattia cronica. Nella maggior parte dei pazienti, una sgradevole reazione al freddo può verificarsi solo pochi inverni, ma solo a condizione che una persona renda i suoi sensi e si prenda seriamente cura della sua salute.

Cause di un'allergia fredda

Le cause delle allergie al freddo risiedono nella frenesia e nel malfunzionamento dei mastociti situati vicino alla superficie della pelle. Proteggendoci da lesioni, malattie e infezioni, emettono una grande quantità di sostanze attive.

Nelle persone con una maggiore sensibilità al freddo, queste sostanze vengono consumate quando la temperatura scende.

Qual è la ragione di questo fenomeno? È facile indovinare che si trova all'interno del nostro corpo. Questi sono tutti gli stessi problemi di stomaco, raffreddore, carie. Sembrerebbe familiare, le piccole cose esauriscono il sistema immunitario - e di conseguenza abbiamo complicazioni, anche sotto forma di allergia al freddo.

Come distinguere un'allergia fredda

Le allergie al freddo sono difficili da rilevare, poiché i loro sintomi non sono molto diversi dai raffreddori..

E qua e là un naso che cola e gli occhi iniziano a lacrimare. Ma ci sono ancora differenze, e la cosa principale è che con allergie, inizia un forte prurito al naso, alle orecchie e alla gola e la temperatura corporea non aumenta, come con un raffreddore.

Come capire in anticipo che sei sensibile a questa malattia? Mettiti alla prova a casa. Prendi un pezzo di ghiaccio dal congelatore e applicalo per 5 minuti all'interno dell'avambraccio. Se dopo 10-15 minuti dalla rimozione del ghiaccio la pelle è leggermente arrossata o diventa bianca, non è necessario aver paura. La comparsa di edema o vesciche è un sintomo allarmante che indica una grande sensibilità della pelle.

Trovato un errore nel testo?

Selezionalo e qualche altra parola, premi Ctrl + Invio

Sintomi di un'allergia fredda

Come è un'allergia al freddo? Stranamente, le prime e più sorprendenti reazioni compaiono in estate, quando una persona calda si tuffa in un fiume freddo, si sciacqua il viso con acqua ghiacciata o semplicemente mangia un gelato. In tali situazioni, i processi vengono attivati ​​e la malattia stessa sta emergendo, che si dichiarerà più forte in inverno. La pelle prude, arrossisce, si sbuccia e si gonfia. Naturalmente, le aree maggiormente esposte soffriranno...

Produlo: Come non ammalarsi da una brutta copia o dal vento

Testo: Evgenia Skvortsova

Quando siamo in una stanza fresca o fuori al freddo, il corpo attiva i meccanismi di termoregolazione. Se il corpo si congela, diventa coperto di pelle d'oca, inizia a tremare. Ecco come si manifesta la reazione protettiva del corpo: i vasi sanguigni si restringono, riducendo il trasferimento di calore e piccoli movimenti muscolari aiutano a mantenerti caldo. Nel caso di una bozza, la situazione cambia. Come è esattamente ciò che sta accadendo e ciò che minaccia, lo abbiamo scoperto dagli esperti: il capo medico dell'Hemotest Laboratory Olga Dekhtyareva e il medico di scienze mediche, il neurologo, il capo medico della clinica di medicina orientale e tradizionale Doctor Choi Choi Young Joon.

Qual è il pericolo di una bozza

La corrente d'aria è un flusso d'aria che si verifica in uno spazio quasi chiuso attraverso aperture che si trovano una di fronte all'altra. Quando il corpo si trova in questo flusso, il flusso d'aria agisce localmente, cioè è diretto verso un'area specifica del corpo, come il collo o la parte bassa della schiena. La dottoressa Olga Dekhtyareva fa un esempio: se una nave con un liquido viene posizionata sotto un flusso di acqua fredda, dopo un po 'l'intero contenuto della nave si raffredderà, all'incirca lo stesso della temperatura superficiale del corpo umano che scenderà impercettibilmente durante una bozza. Quest'ultimo può provocare un'esacerbazione della miosite (infiammazione muscolare), nevralgia intercostale, infiammazione del nervo facciale o esacerbazione di infezioni croniche. Ad esempio, il raffreddamento impercettibile attiva il virus dell'herpes che vive nel corpo, che attacca il tessuto nervoso - e le eruzioni cutanee compaiono lungo il nervo interessato.

Allo stesso tempo, il neurologo Choi Yong Joon attira l'attenzione sul fatto che un tiraggio nella stanza o un vento freddo sulla strada non causano la malattia da soli. Questi sono solo fattori che attivano problemi già esistenti nel corpo. È vero, se la salute è in ordine, ma ho dovuto passare mezza giornata al computer in posizione seduta con un collo teso, allora anche una piccola brutta copia può aumentare lo spasmo muscolare - questo causerà infiammazione muscolare. Ripetiamo: il collo inizia a far male, non perché "soffia", ma da un'eccessiva contrazione muscolare, anche come reazione al freddo.

Come essere trattato se "soffiato"

La miosite è un'infiammazione di uno o più muscoli, quando le fibre muscolari si gonfiano, si verificano spasmi e pizzicamento delle terminazioni nervose. Questa frase è spesso nascosta dietro la frase "collo sanguinante". Il dolore acuto durante il movimento o la pressione è un sintomo comune che non può essere rimosso con massaggio, impacco o sfregamento con un agente riscaldante (un errore di molti pazienti). Un unguento analgesico antinfiammatorio aiuterà a eliminare le sensazioni spiacevoli, ma se la condizione non è migliorata dopo un paio di giorni o è peggiorata, non dovresti rimandare la visita a un neurologo. Dopo l'esame, è necessario sottoporsi al trattamento prescritto, ad esempio un corso di fisioterapia.

Se il medico stabilisce che le terminazioni nervose che entrano nelle aperture intervertebrali sono infiammate e il dolore si intensifica e la lombalgia appare nel braccio o nella testa, la diagnosi sarà diversa: neurite, cioè infiammazione del nervo (è anche chiamata radicolite o radicolopatia). Nel trattamento della malattia, le iniezioni di farmaci antinfiammatori non steroidei (il solito ibuprofene e farmaci simili), così come i farmaci per il dolore e il gonfiore, di solito aiutano. Con nevralgia intercostale, le terminazioni nervose causano dolore su tutta la lunghezza della colonna vertebrale, in particolare nella regione toracica. Secondo Olga Dekhtyareva, i pazienti spesso si spaventano e confondono questo problema con le malattie cardiache: appare dolore al petto, che scompare o si intensifica durante la tosse, fare un respiro profondo o cambiare la posizione del corpo, la respirazione può essere difficile. Abbiamo parlato di come distinguere l'angina (dolore associato a problemi cardiaci) dalla nevralgia intercostale. Il trattamento si riduce all'anestesia e allevia l'infiammazione con un agente antinfiammatorio.

La neurite facciale è un'altra malattia che può essere causata da un'immunità ridotta a causa del raffreddamento locale (specialmente nella stagione fredda): lo spasmo dei vasi sanguigni e dei muscoli interrompe temporaneamente la nutrizione del nervo facciale e si infiamma. Il nervo facciale attraversa canali molto stretti nelle ossa del viso, quindi anche una leggera infiammazione ed edema portano alla sua compressione, che provoca i sintomi della malattia. Di solito sensazioni spiacevoli compaiono dietro l'orecchio e si spostano gradualmente nell'area del viso e del collo. Di conseguenza, letteralmente in pochi giorni diventa difficile controllare le espressioni facciali, la simmetria facciale è notevolmente rotta, il linguaggio diventa confuso e i tic nervosi non vengono esclusi. Gli esperti osservano che la malattia può protrarsi e la sua gravità e i tempi di recupero dipendono da quale parte del nervo è danneggiata e dalla velocità con cui è iniziato il trattamento. All'inizio della malattia sono efficaci vasodilatatori e decongestionanti, vitamine del gruppo B e antidolorifici. Dalla seconda settimana, è possibile utilizzare la fisioterapia e il massaggio facciale. In casi difficili, quando non vi è alcun miglioramento entro 8-12 mesi, viene prescritto un intervento chirurgico.

È possibile prendere un raffreddore da una brutta copia?

Una risposta positiva a questa domanda sembra ovvia, ma è errata. Abbiamo già scritto che, ad esempio, la causa della SARS sono i virus, e non una passeggiata con tempo ventoso, un sorso in ufficio o un cocktail ghiacciato inghiottito. Certo, se ti congeli costantemente, ammalarsi è più facile: il corpo spende semplicemente più risorse nel tentativo di scaldarsi, "dimenticando" le funzioni protettive e i virus hanno maggiori possibilità di riproduzione incontrollata. È vero, una sola brutta copia o persino i piedi bagnati di solito non sono sufficienti per questo. Se ti ammali ancora, ti ricordiamo che non è necessario trattare un raffreddore, attendi solo che il corpo lo sconfigga e allevi i sintomi: febbre, mal di gola, naso che cola. Non esistono agenti antivirali per il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute e l'efficacia di immunomodulatori e immunostimolanti non è stata finora dimostrata..

Lo stesso vale per il rischio di "congelamento" della vescica o dei reni - teoricamente ciò è possibile, ma solo se si rimane al freddo per diverse ore, preferibilmente senza muoversi e senza vestiti. È vero, in questo caso, i grandi problemi inizieranno non solo con i reni. In altre situazioni, è quasi impossibile abbassare la temperatura degli organi interni e l'infiammazione della vescica (cistite) o dei reni (pielonefrite) è solitamente associata a un'infezione batterica, calcoli renali, alcuni farmaci o anomalie congenite, ma certamente non con esposizione al freddo.

Esiste?
"Allergia al vento"?

Se gli occhi sono acquosi, la pelle diventa rossa e traballante, il naso si esaurisce, appare una tosse, ma questi sintomi scompaiono rapidamente nella stanza (o in qualsiasi altro posto dove non esiste un potente flusso di aria fredda), c'è un grande desiderio di attribuirli a "allergia al vento" ". In realtà, questo non è del tutto vero: possiamo parlare di allergie o intolleranze, ma non del movimento dell'aria stesso, ma delle particelle che trasporta, come la polvere. Si scopre che il vento non è un allergene, ma un provocatore del problema esistente. Per confermare o escludere le allergie con elevata precisione, Olga Dekhtyareva raccomanda di sottoporsi a diagnosi di laboratorio - facendo uno studio usando il metodo ImmunoCAP. Se viene rilevata un'allergia, l'allergologo-immunologo selezionerà la terapia appropriata.

È vero che le donne si congelano più forte,
rispetto agli uomini?

Secondo la dott.ssa Choi Yong Joon, il corpo femminile è fisiologicamente più sensibile al freddo, quindi le donne sono più a loro agio in una stanza leggermente più calda. A causa dei complessi meccanismi associati agli estrogeni degli ormoni sessuali, la temperatura della pelle delle mani e dei piedi delle donne è inferiore a quella degli uomini - si ritiene che tutto ciò faccia parte del sistema di riconoscimento delle basse temperature necessario per proteggere il bambino durante la gravidanza. Le estremità più fredde creano la sensazione che tutto il corpo sia freddo - questo, tra l'altro, è la base per lo sviluppo di gadget che aiutano a sentire rapidamente il caldo o il freddo, interessando solo il polso.

June nota che queste osservazioni non sono speculazioni: questa è stata la conclusione fatta dagli scienziati americani dell'Università dello Utah nel 1998. Durante l'esperimento, è stato anche scoperto che, di norma, il corpo femminile ha un trasferimento di calore inferiore: il livello metabolico della donna media è inferiore di circa il 23% rispetto a quello negli uomini - questo è dovuto alle differenze ormonali e ai diversi pesi corporei.

Spesso le donne che lavorano in ufficio si vestono più calde dei loro colleghi maschi. Questo è facile da spiegare, visti i risultati di uno studio del 2015 pubblicato sulla rivista scientifica Nature Climate Change. Nella maggior parte degli edifici per uffici, la "temperatura confortevole" è impostata secondo istruzioni obsolete degli anni '60, quando gli esperimenti sono stati condotti solo con la partecipazione di uomini. Il "modello di comfort termico" osservato durante la progettazione e il funzionamento dei locali degli uffici tiene conto di fattori quali il livello di isolamento degli indumenti. Ma qui c'è una sfumatura: il modello è stato sviluppato per le persone in abiti da uomo attillati e non per quelli che indossano gonne, camicette sottili e collant trasparenti - in generale, le impostazioni dell'aria condizionata possono ancora essere chiamate sessiste.

Allergia al freddo

Un'allergia al freddo è una reazione pseudo-allergica che si verifica a seguito dell'esposizione al corpo umano a basse temperature. Nonostante il fatto che la malattia sia diffusa, la medicina moderna ha riconosciuto la sua esistenza relativamente di recente..

Le allergie al raffreddore sono più volte più spesso diagnosticate nelle donne che negli uomini. Di solito si manifesta in 20-30 anni.

I sintomi di un'allergia fredda possono verificarsi a contatto con acqua fredda, stare fuori con tempo freddo, con un forte vento freddo o mangiare cibi freddi o bevande.

Cause e fattori di rischio

L'allergia al freddo è una reazione pseudo-allergica che differisce dalla vera allergia in assenza di determinati meccanismi immunologici. Con la pseudo-allergia, lo sviluppo del processo infiammatorio è associato al metabolismo dell'istamina compromesso. Gli esperti avanzano tre teorie che spiegano lo sviluppo delle allergie fredde:

  1. Spasmo delle navi della microvascolatura. Sotto l'influenza delle basse temperature, una persona ha uno spasmo dei più piccoli vasi sanguigni - i capillari, a seguito dei quali si deteriorano l'afflusso di sangue e la nutrizione dei tessuti, che diventa l'inizio del processo infiammatorio.
  2. La formazione di proteine ​​specifiche. In alcune persone, sotto l'influenza della bassa temperatura, vengono lanciati nel corpo speciali processi biochimici, durante i quali vengono sintetizzate le proteine ​​che possono agire come allergeni. Sono queste proteine ​​che innescano il rilascio di mediatori allergici (istamina, serotonina), provocando lo sviluppo di infiammazione allergica. Queste proteine ​​non differiscono nella resistenza e collassano rapidamente quando una persona si riscalda..
  3. Pelle secca. Con la pelle secca, la sua superficie non è sufficientemente protetta. Al freddo, per questo motivo, le cellule perdono rapidamente umidità, la pelle diventa più secca e inizia a sbucciarsi. Questa teoria è confermata dal fatto che l'allergia al freddo viene spesso diagnosticata nelle persone con pelle sensibile e secca, nonché nei pazienti anziani..

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare un'allergia al freddo sono:

Un'allergia al freddo si sviluppa spesso in pazienti che soffrono di altre manifestazioni di allergia (polline o allergie domestiche, dermatite atopica, ecc.).

Forme della malattia

Si distinguono le seguenti forme di allergia al freddo:

  • dermatite da freddo;
  • orticaria fredda;
  • congiuntivite fredda;
  • rinite fredda;
  • forma fredda di asma bronchiale;
  • misto;
  • orticaria fredda familiare.

Un'allergia prolungata al freddo ha un effetto negativo sullo stato mentale dei pazienti. Molti di loro hanno aumentato la fatica, il nervosismo nella stagione fredda e, nei casi più gravi, si sviluppano stati depressivi.

Sintomi di un'allergia fredda

La manifestazione più comune di un'allergia fredda è l'orticaria fredda. Dopo il contatto con acqua fredda o aria sulle parti a contatto del corpo (molto spesso viso, collo, padiglioni auricolari, mani), la pelle inizia a ferire e prude fortemente. Quindi diventa gradualmente rosso e su di esso si formano delle vesciche. In apparenza, i cambiamenti nella lesione sono molto simili ai sintomi di un'ustione di ortica. Con un'area significativa di eruzioni cutanee, il paziente può ridurre drasticamente la pressione sanguigna, fino allo sviluppo del collasso.

L'orticaria fredda familiare (una forma di sindrome periodica associata alla criopirina) è una forma separata di allergia fredda. La malattia è associata a un difetto del gene NLRP3 ed è ereditata in modo autosomico dominante. Con l'orticaria fredda familiare, i sintomi di allergia al freddo non si verificano immediatamente, ma dopo diverse ore dal momento dell'esposizione al corpo a basse temperature: sulla pelle appare un'eruzione chiazzata-papulare.

Un'allergia al freddo, che procede come un tipo di dermatite da freddo, è caratterizzata dalla formazione in aree aperte della pelle di chiaretto o macchie rosso scuro con una superficie leggermente traballante. Le loro dimensioni raggiungono i 2–5 cm di diametro. La comparsa di eruzioni cutanee è accompagnata da una forte sensazione di bruciore e forte prurito. Dopo qualche tempo, si formano delle crepe sulla superficie delle macchie, quindi diventano croccanti..

La dermatite da freddo colpisce più spesso la pelle delle mani, del collo, delle orecchie e del viso, cioè quelle parti del corpo che non sono coperte dagli indumenti. In casi molto rari, possono comparire eruzioni cutanee in aree chiuse del corpo, ad esempio sulla superficie interna delle cosce o delle ginocchia.

Il sintomo principale della rinite fredda è un naso che cola transitorio, accompagnato da secrezioni mucose. La sua caratteristica è che appare quando il paziente entra in contatto con basse temperature e in una stanza calda dopo il riscaldamento scompare completamente da solo.

La congiuntivite fredda si manifesta con aumento della lacrimazione, dolore agli occhi, lieve blefarospasmo. In calore, i fenomeni di congiuntivite fredda passano indipendentemente.

L'impatto dell'aria fredda sulla mucosa dei bronchi in alcune persone porta allo sviluppo dell'iperreattività bronchiale - la reazione broncocostrittore del tratto respiratorio. Clinicamente, questo si manifesta con un attacco di asma freddo bronchiale:

  • respiro affannoso;
  • dispnea;
  • cianosi del triangolo nasolabiale;
  • con auscultazione - respiro sibilante multiplo.

Diagnostica

Se si sospetta un'allergia al freddo, il paziente deve essere consultato da un allergologo. Per confermare la diagnosi, viene eseguito un test del freddo: un piccolo pezzo di ghiaccio viene posizionato sulla pelle del paziente e lasciato per 3-5 minuti. Se il test è positivo, si sviluppa una tipica orticaria fredda nella zona di contatto del ghiaccio con la pelle. Se necessario, viene eseguita un'ulteriore misurazione del pH della pelle e la dermatoscopia degli elementi dell'eruzione cutanea..

Un esame del sangue consente di determinare in presenza di proteine ​​specifiche del siero allergiche al freddo (crioglobuline, criogibrinogeno, anticorpi freddi).

In alcuni pazienti, un'esacerbazione di un'allergia fredda può essere accompagnata dalla comparsa di proteine ​​del sangue nelle urine (emoglobinuria).

Per identificare la malattia di base che ha causato la formazione di un'allergia al freddo, il paziente viene inviato per la consultazione a specialisti ristretti (gastroenterologo, ginecologo, urologo, dentista, endocrinologo, ecc.).

Le allergie al raffreddore sono più volte più spesso diagnosticate nelle donne che negli uomini. Di solito si manifesta in 20-30 anni.

In presenza di prove, viene effettuato un ulteriore esame di laboratorio e strumentale, che può includere:

Le forme cutanee di allergie fredde dovrebbero essere differenziate dalla dermatite causata da altre cause (contatto, droga, dermatite atopica) e dalla psoriasi.

Trattamento per allergie fredde

Il trattamento delle allergie fredde serve principalmente a impedire al paziente un ulteriore contatto con il freddo (vestiti caldi in inverno, bagni in acqua calda, rifiuto di cibi e bevande freddi). In inverno, soprattutto nelle giornate ventose, prima di uscire di casa, applica qualsiasi crema oleosa per aprire le zone della pelle..

Nel complesso trattamento delle allergie fredde, vengono utilizzati antistaminici, preparati multivitaminici e farmaci che migliorano la circolazione microcircolatoria e i processi trofici. Inoltre, viene effettuato il trattamento delle malattie concomitanti identificate..

Ai pazienti con sintomi lievi di allergia al freddo si raccomandano procedure di rinvenimento. L'estinzione inizia con il versamento di acqua calda (temperatura dell'acqua 37–37,5 ° С). Ogni cinque giorni, la temperatura dell'acqua viene abbassata di un grado, raggiungendo gradualmente i 10 ° C. Se al successivo calo della temperatura dell'acqua ci sono manifestazioni cliniche di un'allergia al freddo, la temperatura viene nuovamente aumentata a tollerabile, quindi nuovamente ridotta dopo alcuni giorni. Il trattamento di indurimento è consentito solo nei pazienti con malattia lieve. Con le allergie fredde violente, versare acqua fredda può portare allo sviluppo di shock anafilattico - una complicazione potenzialmente pericolosa per la vita.

Un metodo relativamente nuovo di trattamento delle allergie fredde è l'autolinfocitoterapia, che consiste nella somministrazione ai linfociti del paziente precedentemente ottenuti dal suo sangue. Al corso vengono generalmente prescritte 8 procedure che vengono eseguite a giorni alterni. L'autolinfocitoterapia si è affermata come un metodo efficace e allo stesso tempo sicuro per il trattamento delle allergie fredde..

Dieta allergia fredda

Con un'esacerbazione di un'allergia al freddo, si consiglia di aderire a una dieta ipoallergenica. Dalla dieta dovrebbe essere escluso:

  • cibi piccanti, salati, grassi e fritti;
  • brodi forti;
  • spezie;
  • carni affumicate;
  • salsicce;
  • frutti di mare;
  • uova
  • gelato;
  • formaggi stagionati e piccanti;
  • salse di produzione industriale (ketchup, maionese);
  • sottaceti e marinate;
  • alcune verdure (peperone, pomodori, spinaci);
  • noccioline
  • funghi;
  • agrumi;
  • confetteria.

Si consiglia di includere nella dieta:

  • latticini;
  • piatti a base di cereali (tranne la semola);
  • carne magra;
  • formaggio dolce;
  • mele verdi
  • olio vegetale;
  • piatti a base di verdure, preferibilmente verdi (zucchine, cavoli, zucca, fagiolini, piselli, aneto, prezzemolo, ecc.).

Possibili conseguenze e complicazioni

Con un decorso clinico grave e l'assenza di un trattamento tempestivo, un'allergia fredda può portare allo sviluppo di gravi complicanze:

  • edema laringeo - di solito si sviluppa dopo aver consumato cibi o bevande fredde. Il paziente ha improvvisamente dispnea inspiratoria (difficoltà respiratoria), una sensazione di un corpo estraneo nella gola. La voce diventa roca e ovattata.
  • shock anafilattico - il suo primo sintomo di solito diventa un forte dolore nell'area delle eruzioni cutanee, quindi il collasso vascolare e il broncospasmo si sviluppano rapidamente. I sintomi dello shock anafilattico si sviluppano rapidamente e se al paziente non viene immediatamente fornita assistenza medica, potrebbe morire.

Un'allergia prolungata al freddo ha un effetto negativo sullo stato mentale dei pazienti. Molti di loro hanno aumentato la fatica, il nervosismo nella stagione fredda e, nei casi più gravi, si sviluppano stati depressivi.

Nella maggior parte dei casi, un'allergia al freddo non rappresenta una minaccia per la vita del paziente. Tuttavia, la malattia è di natura a lungo termine e richiede una terapia necessaria regolare. Con gravi reazioni allergiche all'esposizione al freddo, potrebbe essere necessario cambiare il luogo di residenza.

Prevenzione

Come parte della prevenzione dello sviluppo di allergie fredde, le malattie del tratto gastrointestinale, del sistema endocrino, le invasioni elmintiche devono essere diagnosticate e trattate in modo tempestivo, nonché disinfettare tutti i focolai di infezione cronica nel corpo.

Quando fa freddo, dovresti vestirti calorosamente e proteggere le aree esposte con una crema grassa, specialmente per le persone con pelle secca..

Se hai intenzione di rimanere al freddo per molto tempo, dovresti prendere un thermos con una bevanda calda con te. Diversi sorsi di liquido caldo consentono al corpo di riscaldarsi rapidamente e quindi prevenire lo sviluppo di sintomi di un'allergia al freddo. Ma è severamente vietato bere alcolici al freddo allo scopo di riscaldarsi! L'alcool aiuta ad espandere i capillari della pelle e migliora quindi il trasferimento di calore da parte del corpo. Di conseguenza, si sviluppa l'ipotermia e vengono creati i prerequisiti per innescare il meccanismo patologico dell'allergia fredda.