Sintomi di un'allergia ai peli di gatto

Trattamento

L'allergia ai peli di gatto è un problema abbastanza comune tra gli animali domestici. Questa è la reazione del corpo umano a un allergene. Può verificarsi per vari motivi e manifestarsi in diversi modi..

La malattia potrebbe non manifestarsi immediatamente, ma solo dopo un po 'di tempo, come è apparso un nuovo membro della famiglia. Più spesso, i bambini soffrono di allergie, mentre gli adulti sono più resistenti a questo..

Coloro che già soffrono di altri tipi di allergie hanno un'alta probabilità di soffrire di intolleranza agli animali..

Uno dei motivi contribuisce allo sviluppo di una reazione allergica:

  • immunità indebolita del corpo;
  • la presenza di malattia somatica;
  • mancanza o pessima cura del gatto;
  • malattie gastrointestinali.

Non solo la lana è in grado di provocare allergie. Spesso la sua causa è l'urina, la saliva e la secrezione di sudore e ghiandole sebacee dell'animale. I peli di gatto come allergeni agiscono solo nel 30% dei casi.

Sintomi

Le allergie ai peli di gatto e ai suoi prodotti di scarto si manifestano in diversi modi. Tutto dipende dal livello di danno al corpo, dalla forza dell'allergene.

I principali sintomi di un'allergia ai peli di gatto:

  1. rinorrea
  2. arrossamento e gonfiore della mucosa degli occhi e del naso;
  3. secrezione e lacrimazione nasali persistenti;
  4. starnuti, tosse;
  5. la sensazione di lacerarsi costantemente in gola;
  6. respirazione difficoltosa;
  7. prurito al naso per tutto il tempo.

La condizione ricorda un raffreddore, ma non è in alcun modo collegata ad esso.

Inoltre, la pelle umana reagisce violentemente a un allergene:

  • arrossamento di vari gradi e localizzazione sul corpo;
  • può verificarsi un'eruzione cutanea localizzata, sia in un punto che in tutto il corpo. Questo può essere orticaria, acne piccola o vesciche di grandi dimensioni. Questo è impossibile da prevedere;
  • tali eruzioni cutanee sono accompagnate da prurito intollerabile. Acne tutto il tempo che voglio grattare, ma questo non può essere fatto;
  • L'edema di Quincke. Si verifica con un'alta concentrazione di allergeni e con la loro forte azione..

Questi sintomi sono i più comuni, ma sono anche possibili vertigini, palpitazioni cardiache e respirazione e disturbi del ritmo del polso. Il bambino può ancora sentire nausea, mal di stomaco e vari disturbi del tratto gastrointestinale.

Tutti i sintomi aumentano rapidamente se non si interrompe l'esposizione al patogeno dell'allergene e non si prescrive un trattamento.

Trattamento

Prima di tutto, i metodi terapeutici mirano ad alleviare i sintomi che interferiscono con la vita normale di una persona. Dopo, è necessario limitare la comunicazione con il gatto o liberarsene completamente. La pulizia generale della casa, che comprende la lavorazione di tutti gli angoli dell'appartamento con detergenti e il lavaggio di tappeti e tende, non sarà superflua..

È necessario consultare un medico che, dopo aver esaminato e raccolto i test necessari, prescriverà un trattamento efficace.

Si compone di tre fasi:

  • assunzione di farmaci antiallergici;
  • terapia che allevia i sintomi. Questi includono gocce oculari e nasali;
  • somministrazione o somministrazione mediante iniezione di farmaci immunostimolanti.

Pericolo di malattia

Ogni terza persona affronta il problema di un'allergia alla lana. È caratterizzato da stagionalità e può verificarsi in età completamente diverse. Questa è una malattia pericolosa per adulti e bambini..

Conseguenze in assenza o trattamento improprio:

  • debolezza costante, perdita di forza, forti mal di testa;
  • una forte diminuzione dell'immunità;
  • lo sviluppo di asma bronchiale, bronchite cronica, rinite;
  • shock anafilattico, edema laringeo grave e soffocamento.

Prevenzione

Vale la pena osservare diverse regole di prevenzione per non incontrare allergie:

  • tenere l'animale a distanza, non entrare in contatto con esso;
  • osservare la sua igiene sotto tutti gli aspetti;
  • eseguire frequenti pulizie a umido in casa, senza utilizzare un aspirapolvere;
  • per ottenere dispositivi di purificazione dell'aria o di ionizzazione;
  • o sbarazzarsi del gatto per sempre, passarlo in mani buone e affidabili.

Un'allergia alla lana è una malattia complessa e pericolosa. È pericoloso per le sue conseguenze, che minacciano la salute e persino la vita umana. Non ritardare il trattamento, e ancora meglio, prima di fare un amico a quattro zampe, passare tutti i test per le allergie.

Più terribile di un gatto non c'è bestia. Quali animali domestici sono pericolosi per una persona allergica?

Se la famiglia ha una persona allergica, la decisione di acquistare un animale domestico deve essere attentamente valutata. Cosa può e deve essere fatto prima di procurarsi un animale domestico?

Dice un esperto di spicco del Center for Molecular Diagnostics del Central Research Institute
epidemiologia di Rospotrebnadzor Marina Vershinina.

Oggetto pericoloso

Tra tutti gli animali domestici, un gatto diventa spesso un oggetto di aggressione del sistema immunitario umano. Non si tratta di alcun danno particolare alla famiglia di gatti. L'allergia è un errore nel sistema immunitario di una persona. La sua immunità improvvisamente inizia a percepire i normali fattori quotidiani come pericolosi. Il sistema immunitario sviluppa vere ostilità per combattere la minaccia esterna, innescando i meccanismi della reazione infiammatoria e non si calma fino a quando "l'oggetto pericoloso" scompare dalla zona di contatto.

Cioè, la causa dell'allergia non sta fuori, sta nella persona stessa. La suscettibilità allergica è registrata nei geni. Più chi soffre di allergie in una famiglia, maggiore è la possibilità di un'allergia in un bambino. Ma è impossibile calcolare in anticipo la probabilità della malattia e determinare quale fattore causerà la reazione..

In generale, i consigli per la "sicurezza" per chi soffre di allergie sono:

  • Se nessun membro della famiglia ha un'allergia, non puoi limitarti a voler avere un animale domestico.
  • Se un membro della famiglia è allergico al polline delle piante, alla polvere domestica, al cibo, non è consigliabile prendere un gatto. Non ci sono restrizioni su altri animali domestici in questa situazione..
  • E si sconsiglia vivamente di lasciare l'animale che è già allergico.

Sintomi allarmanti:

L'allergia agli animali si manifesta con naso che cola (con secrezione mucosa abbondante), arrossamento della congiuntiva degli occhi, lacrimazione, insufficienza respiratoria (broncospasmo, soffocamento). Tali sintomi compaiono sullo sfondo della piena salute a contatto con l'animale o nella stanza in cui è contenuto. Con una reazione molto pronunciata, i sintomi possono comparire anche durante la comunicazione con il proprietario dell'animale (a causa di quelle particelle di capelli e di epitelio animale che sono sempre presenti sui vestiti delle persone che hanno animali domestici a casa). Gli allergeni dei gatti sono così stabili nell'ambiente che anche sei mesi dopo la separazione con l'animale, possono ancora causare una reazione nelle persone con ipersensibilità allergica.

Non si tratta di lana!

Contrariamente alla credenza popolare, i peli di gatto non hanno proprietà allergeniche pronunciate. I principali allergeni di un gatto sono i composti proteici presenti nella composizione di saliva, sebo, secrezioni, desquamazione di scaglie di pelle. I peli di gatto sono solo un serbatoio in cui si accumulano allergeni.

I gatti ipoallergenici non esistono in natura. Tutte le storie su razze di gatti "speciali" (ad esempio, si ritiene che le sfingi e altri gatti senza peli non causino allergie) né la mossa di marketing degli allevatori o un malinteso in buona fede.

È vero, sono in corso ricerche scientifiche per ridurre le proprietà allergeniche dei gatti. Una delle direzioni del lavoro degli scienziati è il tentativo di sviluppare una linea di gatti in cui la produzione della proteina allergenica Fel d1 è geneticamente bloccata. Un'altra direzione è lo sviluppo di un alimento speciale, che contiene composti che possono legare Fel d1 nel corpo dell'animale.

Valutazione del rischio

Se decidi se prendere un animale, ma hai paura delle allergie, consulta un allergologo, un immunologo. Il medico sarà in grado di valutare professionalmente il rischio e, se necessario, prescriverà un esame: test cutanei e test in laboratorio. Tra gli studi di laboratorio, i più affidabili sono gli studi condotti utilizzando la tecnologia cap.

Anche il tuo stesso corpo sarà un buon consigliere. Prima di iniziare il gatto, prova a comunicare con le fusa degli altri. Monitora attentamente il tuo benessere. In caso di fastidio, prurito al naso, negli occhi, lacrimazione e mal di gola al contatto con l'animale, ciò può essere considerato come una manifestazione di un'allergia. Si noti che all'inizio potrebbero non esserci sintomi. A volte la formazione di una reazione allergica stabile richiede diverse settimane.

Scegli un gattino

Il numero di allergeni secreti da diversi gatti non è lo stesso.

I cuccioli hanno meno probabilità di provocare allergie rispetto ai gatti adulti. Il corpo dei bambini non è ancora formato e secernono proteine ​​meno specifiche. Pertanto, anche se il gattino non provoca una reazione allergica, è troppo presto per rilassarsi..

La produzione di allergeni proteici dipende dallo sfondo ormonale del gatto, quindi gli animali sterilizzati hanno meno probabilità di causare reazioni indesiderate.

Gli animali con i capelli chiari hanno meno probabilità di causare allergie rispetto ai gatti e ai gatti scuri. Gli scienziati non sanno ancora perché sia ​​così, ma esiste una versione secondo cui la quantità di allergeni proteici secreti da un gatto dipende dalla pigmentazione del mantello.

Ma la lunghezza del mantello non influenza il numero di allergeni, ma la densità lo influenza. Più spesso il sottopelo, più sebo e particelle di pelle si accumula..
Ma, anche se hai scelto un gatto bianco come la neve e lo hai sterilizzato, non c'è garanzia che non ci saranno reazioni allergiche.

Passerà da solo

Succede che una reazione allergica ai gatti scompare nel tempo da sola. L'immunità, per così dire, "si abitua" all'allergene e cessa di essere considerata pericolosa. Ma, ahimè, un esito così felice è relativamente raro - è osservato da circa il 20% delle persone allergiche. Il resto dovrà separarsi dall'animale o prendere le medicine per la vita.

L'immunoterapia allergenica specifica (ASIT), che gradualmente “abitua” il corpo a un allergene e viene utilizzata con successo, ad esempio, per il trattamento della febbre da fieno, in Russia non è stata ancora utilizzata per trattare le allergie ai gatti. Tuttavia, il vaccino per ASIT contro le allergie ai gatti è in fase di registrazione nella Federazione Russa. Cioè, è una questione di tempo.

Come è l'allergia ai gatti nei bambini e negli adulti

Le allergie ai gatti sono un problema che chiunque può affrontare. Pertanto, è importante sapere perché si sviluppa, come si manifesta, con quali mezzi per combatterlo e come evitarlo, se ci sono gatti che non causano allergie nelle persone e come le persone allergiche vivono nella stessa casa con un animale domestico soffice.

Come con qualsiasi malattia allergica, la causa delle allergie ai gatti è una proteina estranea. La proteina Fel d 1 è prodotta dalle ghiandole sebacee di gatti di tutte le razze, che si tratti di Maine Coon o di Toyobob.

  • è in forfora,
  • entra in pelle, lana, zampe, escrementi di animali.

Di conseguenza, è distribuito assolutamente in tutto l'appartamento, trovandosi su mobili, tappeti, pareti, peluche, libri, ecc..

È logico che il "venditore ambulante" più attivo di proteine ​​sia la lana. Si disperde in tutto l'appartamento, stabilendosi su superfici e cose. Tuttavia, anche le sfingi (anche se non le tocchi) causano allergie - perché?

La reazione può svilupparsi sull'epitelio, o meglio, sulle sue particelle, che esfoliano dalla pelle dell'animale e si diffondono anche nella stanza, si mescolano con la polvere e arrivano alla persona. Inoltre, il proprietario è in qualche modo costretto a ripulire l'animale, dargli da mangiare, quindi il contatto non può essere evitato.

L'allergene Fel d 1 è una delle sostanze irritanti più aggressive, non solo tra quelle domestiche, ma tra tutte le proteine ​​allergeniche in linea di principio. Tuttavia, i gatti possono anche vantarsi della proteina Fel d 2, che si trova nella forfora e nella saliva. Pertanto, anche un morso di gatto o un graffio su una zampa appena leccata provoca una reazione. Vale la pena notare che gli stessi graffi di gatto sono dolorosi e mal curati e per chi soffre di allergie questa situazione è aggravata da una risposta inadeguata del sistema immunitario.

Foto: pulci nella pelliccia di un gatto

Ma non sempre la causa dell'allergia è il gatto stesso. Le reazioni di ipersensibilità possono svilupparsi:

  • su pulci o altri parassiti;
  • cibo per gatti (anche cibo per gatti ipoallergenico Le colline / colline possono causare una reazione eccessiva nell'uomo);
  • sulla lettiera per gatti;
  • prodotti per la cura degli animali (ad es. shampoo);
  • e così via.

Vale la pena notare che un'allergia a un gatto può apparire all'improvviso. L'animale ha vissuto nell'appartamento per diversi anni, e quindi il proprietario senza motivo ha sviluppato ipersensibilità. Esistono diversi modi per spiegare questo fenomeno:

  1. Stress psico-emotivo. Molto spesso, questa ragione è rilevante nei bambini: un animale ha morso, graffiato, rovinato un giocattolo preferito - questi eventi possono innescare lo sviluppo di allergie. Lo stress non può essere correlato all'animale: morte di un parente, divorzio dei genitori, trasferimento, cambio di scuola, ecc. Gli adulti che hanno sperimentato lo stress (anche se apparentemente minimo) possono anche svegliarsi improvvisamente allergici;
  2. Insufficienza del sistema immunitario. Dopo malattie prolungate, lunghe e gravi, l'immunità spesso fallisce e il corpo inizia a rispondere a una proteina apparentemente familiare;
  3. Regolazione ormonale. Adolescenza, inizio dell'attività sessuale, gravidanza, malattie del sistema endocrino.

Allergia crociata

L'allergia crociata è più caratteristica della febbre da fieno, tuttavia, la proteina felina ha anche i suoi "doppi", che possono causare una reazione eccessiva in una persona sensibilizzata.

Un tipoAllergeni incrociati
Famiglia felinaLe persone con questa allergia hanno spesso un'allergia ad altri rappresentanti felini: tigri, leoni, giaguari, leopardi. Ecco perché le persone con allergie ai gatti non si sentono bene nei circhi e negli zoo..
Sindrome del gatto da maialeUna persona sensibile può sviluppare allergie alimentari quando mangia carne di maiale e qualsiasi prodotto a base di essa. Inoltre, la letteratura descrive i casi di sviluppo di shock anafilattico durante lo sforzo fisico dopo aver mangiato carne di manzo o di maiale.
Altri animali (allergene - albumina sierica felina)Possibili reazioni a cani e altri animali - cavalli, bovini, suini, roditori, animali da pelliccia (ad es. Visoni e volpi)

Sintomi di Cat Allergy

In media, i primi segni di allergia ai peli di gatto sono già 5 minuti dopo essere stati con l'animale nella stessa stanza. Senza trattamento del suo picco, i sintomi raggiungono dopo 2,5-3 ore, con l'aiuto di antistaminici, i sintomi possono essere completamente eliminati dopo 20 minuti.

Se una persona ha l'asma bronchiale, un attacco di broncocostrizione si sviluppa entro 15-20 minuti dopo il contatto con l'animale, ma ci sono casi in cui la pervietà bronchiale è diminuita dopo 2-3 ore.

Foto: manifestazione di una reazione allergica in un bambino dopo il contatto con un gatto

Le allergie ai gatti danno sintomi piuttosto intensi, gravi e interferiscono con le attività quotidiane:

Congiuntivite allergica

  • prurito intenso;
  • gonfiore delle mucose e della cornea (l'edema è percepito come la presenza di un corpo estraneo, soprattutto quando distoglie lo sguardo);
  • arrossamento, sensazione di sabbia negli occhi, lacrimazione intensa, visione offuscata temporanea.

Rinite allergica

Nelle persone allergiche si osserva congestione nasale, rendendo impossibile la respirazione nasale, accompagnata da secrezione abbondante, prurito al naso, causando ripetuti starnuti.

La mucosa si asciuga spesso, appaiono microcricche, che causano la comparsa di strisce di sangue nelle secrezioni nasali. Il prurito di solito si diffonde alle orecchie, al rinofaringe, una persona diventa irritabile e irrequieta, perché non può eliminare questa sensazione dolorosa;

Bronchite allergica

  • tosse,
  • a volte mancanza di respiro,
  • solletico e solletico nei bronchi;

Asma bronchiale atopico

Può svilupparsi come conseguenza di un'allergia respiratoria che non è stata trattata o come sintomo quasi di debutto. Quindi, c'è la possibilità di asma in assenza di sintomi di rinite e congiuntivite.

  • La malattia accompagna una tosse secca e intensa con la separazione dell'espettorato magro alla fine dell'attacco,
  • soffocamento,
  • sensazione al petto,
  • respiro sibilante secco,
  • a volte reazioni psico-emotive, come la paura della morte;

Manifestazioni cutanee

  • Orticaria nel punto di contatto con l'animale (acne o vesciche piene di liquido chiaro e prurito),
  • eruzione cutanea,
  • arrossamento della pelle,
  • peeling,
  • prurito (eczema).

A volte questi sintomi compaiono non solo direttamente nell'area dell'allergene, ma sul viso, sul lato interno degli avambracci, sul collo, sullo stomaco;

Manifestazioni comuni

Con un fenomeno come un'allergia ai gatti negli adulti, la temperatura di solito non aumenta, tuttavia, tutto è individuale.

  • Spesso una persona allergica sente un aumento della temperatura, mentre rimane normale. Ciò è dovuto all'espansione attiva dei vasi sanguigni, tra cui sul viso.
  • A volte aumentano i linfonodi cervicali o sottomandibolari, compaiono debolezza, irritabilità, pianto, sonnolenza, le prestazioni sono significativamente ridotte.

Sfortunatamente sì. Se una persona sensibile viene a contatto con un animale, possono svilupparsi shock anafilattici o edema di Quincke e queste sono condizioni che minacciano direttamente la vita.

Inoltre, un allergene di gatto può causare la formazione di uno stato asmatico (un attacco duraturo di asma bronchiale), che può anche portare alla morte.

I sintomi negli adulti, come già accennato, sono piuttosto gravi, ma le manifestazioni di allergia ai gatti nei bambini di solito sono molte volte più intense e meritano un'attenzione speciale.

Allergia ai gatti nei bambini, nelle donne in gravidanza e in allattamento

Una donna dovrebbe pensare alla presenza di allergie negli animali nella fase di pianificazione di un bambino. In primo luogo, durante la gravidanza, i sintomi possono peggiorare e nel primo trimestre quasi tutti gli antistaminici sono controindicati.

  • un'eruzione cutanea appare in tutto il corpo,
  • gli occhi si gonfiano e arrossiscono,
  • il prurito spesso ti tiene sveglio.

Tutto ciò influisce non solo sulle sue condizioni, ma anche sulla salute del feto..

Un'allergia ai gatti nei neonati è pericolosa a causa della possibilità di arresto respiratorio, sia a causa di edema che di riflesso. Nei neonati, i sintomi sono generalmente pelle e gastrointestinali, sebbene si manifestino rinite e congiuntivite..

  • Di solito, le feci sono rotte nella direzione del rilassamento, il bambino può rifiutare di mangiare, sputare spesso, piangere durante e dopo l'alimentazione.
  • Orticaria, arrossamenti compaiono su viso e collo, stomaco, schiena, glutei. Tale reazione nei neonati può verificarsi in caso di contatto diretto con un gatto.

Un bambino raro che ha raggiunto l'età di 4-5 anni non chiede ai genitori un animale domestico. Le condizioni di alloggio non consentono sempre di tenere i cani, i piccoli animali nelle gabbie hanno pochi contatti, quindi spesso la scelta ricade sul gatto.

L'allergia a un gatto in un bambino dà gli stessi sintomi, solo che sono più intensi:

  • il gonfiore delle mucose e del grasso sottocutaneo spesso interferisce con l'apertura degli occhi;
  • diversi linfonodi singoli si infiammano o un gruppo contemporaneamente;
  • appare un mal di testa piuttosto intenso, la temperatura aumenta;
  • lo starnuto è molto frequente, può essere quasi continuo.

Diagnosi: quali test devono essere fatti

Come verificare se c'è un'allergia? Il modo migliore per determinare questo è consultare un medico. Condurrà un sondaggio e un esame, quindi programmerà un esame:

Foto: test di Prik

  • esame del sangue per la presenza di immunoglobuline E,
  • test di scarificazione o test di iniezione.

Un test allergologico completo per gatti può sostituire il test rapido, che è accettabile anche a casa. Secondo la letteratura, la sua precisione è 9 su 10, ma non ci si può fidare del tutto.

Per condurlo, è sufficiente applicare una goccia di sangue sulla striscia reattiva e dopo mezz'ora è possibile valutare il risultato (l'algoritmo di valutazione deve essere presentato nelle istruzioni).

Nel caso in cui sia impossibile interagire con il medico per un motivo o per un altro e sia necessario scoprire la presenza di allergie, è possibile utilizzare una sorta di test a casa. Perché i segni di allergia ai gatti nei bambini compaiono quasi immediatamente dopo il primo contatto con l'animale, è sufficiente venire nella casa dove si trovano gli animali. Se i sintomi allergici si verificano in una persona in tale ambiente, è molto probabile che parli della presenza di ipersensibilità alle proteine ​​feline.

Cat Allergy Treatment

È possibile curare l'ipersensibilità ai gatti? Questa è una domanda difficile. In linea di principio, sì, ma richiede molto tempo - tempo, finanziario, volontario. La previsione è diversa in ciascun caso..

Eliminazione di allergeni

In realtà, questo metodo è terapeutico e profilattico, perché senza di esso, in primo luogo, la terapia completa è impossibile e, in secondo luogo, se l'allergene viene eliminato, non ci saranno manifestazioni di allergia. Naturalmente, il modo più semplice per prevenire le allergie ai gatti non è avere animali..

Tuttavia, se l'animale è già presente ed è impossibile trasferirlo, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni nella massima misura possibile:

  • eseguire regolarmente (idealmente, quotidianamente) la pulizia a umido, evitare che polvere e lana si depositino sulle superfici;
  • utilizzare aspirapolvere e filtri aria HEPA o ULPA;
  • ventilare regolarmente la stanza;
  • abbandonare tutti i "collettori di polveri", tende enormi, soffici tappeti, ecc.
  • non lasciare che l'animale entri nella camera da letto, sul letto;
  • lavarsi le mani dopo ogni contatto con l'animale;
  • usare filtri nasali (ad es. nasali);
  • applica lo shampoo per i gatti dall'allergia di una persona (altrimenti si chiama shampoo allergia ai gatti) per fare il bagno ad un animale domestico almeno una volta alla settimana.

Terapia farmacologica

Come sbarazzarsi completamente delle allergie ai gatti? A tal fine, esiste solo un rimedio: l'immunoterapia. ASIT comporta l'introduzione di un allergene nel corpo, iniziando con piccole dosi e aumentandole durante il trattamento. Entro la fine del corso, la reazione alle proteine ​​feline dovrebbe essere nulla o essere minimizzata..

Aziende che forniscono allergeni di gatto:

  • Sevafarma, allergeni da polvere e peli di animali;
  • Diater, Cat.

Per un problema di allergia ai gatti, il trattamento può essere più semplice - sintomatico. Include l'uso di:

  • antistaminici (compresse, sciroppi, gocce - Loratadin, Zirtek, Erius, ecc.),
  • ormoni locali (unguenti Advantan, Akriderm, Gistan N, spray nasali - Nazonex, Nazarel, Nozefrin).
  • unguenti e creme idratanti, i decongestionanti aiutano, in alcuni casi, gli enterosorbenti.
  • è necessario risciacquare il naso con soluzioni saline.

Trattamento alternativo

Il trattamento con rimedi popolari non è efficace. È consentito sciacquare il naso e gli occhi con la camomilla, trattando con essa le aree interessate della pelle. Altre erbe che possono essere utilizzate sono salvia, menta, spago, achillea.

L'omeopatia in nessuno studio ha confermato la sua sicurezza, non può essere utilizzata, specialmente nei bambini.

Mancanza di trattamento

Cosa succederà se un'allergia non viene curata? Esistono due opzioni:

  1. lo sviluppo di una marcia allergica e, di conseguenza, l'asma bronchiale,
  2. abituarsi al proprio animale ed eliminare completamente i sintomi delle allergie.

Una particolarità dell'ipersensibilità ai gatti è il fatto che può apparire improvvisamente o scomparire. Pertanto, è possibile che dopo l'introduzione del gattino, una persona allergica starnutisca per due settimane o "viva con antistaminici", quindi l'animale dormirà sul cuscino di questa persona - e non ci saranno sintomi.

Inoltre, è possibile la dipendenza dal tuo animale. Pertanto, se i sintomi delle allergie non sono eccessivamente intensi e la persona allergica è in condizioni soddisfacenti, puoi provare la "catoterapia" per le allergie, ma dovresti consultare un allergologo prima di farlo.

Miti sulle allergie ai gatti

Mito 1. L'allergia è causata da peli di animali..

Come già accennato, una proteina allergenica è “da incolpare” e non la lana. Le sfingi sono anche allergeniche.

Mito 2. Che non ci fosse allergia nel bambino, non puoi prendere un animale.

È dimostrato che prima e più strettamente il bambino contatta l'animale, minore è il rischio di sviluppare l'asma bronchiale in futuro.

Razze ipoallergeniche

Quindi, quali razze di gatti non causano allergie? Sfortunatamente, non c'è risposta a questa domanda: tutti chiamano. Tuttavia, ci sono alcuni criteri in base ai quali è possibile scegliere l'animale meno allergenico:

  • la proteina di un gatto è meno aggressiva di quella di un gatto;
  • un gatto sterilizzato in termini di allergia è più sicuro di un gatto a tutti gli effetti, così come un gatto;
  • i piccoli gattini hanno meno probabilità di provocare allergie rispetto ai gatti adulti: una persona allergica ha tempo di abituarsi agli animali;
  • la risposta alla domanda quali razze di gatti non sono allergici ai bambini sarà "britannica". Il gatto scozzese (sia una piega che una varietà dalle orecchie dritte) è anche considerato una razza "pediatrica". Oltre al fatto che sono meno aggressivi in ​​termini di proteine, sono molto amichevoli e flessibili, calmi e indipendenti, quindi è possibile minimizzare il contatto;
  • i gatti dai capelli chiari sono più sicuri degli animali con i capelli scuri (quindi, è preferibile avere animali domestici di razza, ad esempio tailandese, orientale, ragdoll).

Nonostante il fatto che il mantello stesso non sia un allergene, è più facile con i gatti a pelo corto - l'allergene si disperde di meno. Tra le razze a pelo corto:

Foto: gatto abissino

  • abissino;
  • bengalese
  • Birmano (birmano);
  • orientale;
  • Giavanese;
  • savana;
  • chartreuse;
  • Toyger;
  • Angora.

Tra le razze a pelo lungo e semi-pelo lungo, le più popolari:

  1. Birmano: il problema della ipoallergenicità di questi animali è complesso. Hanno molta lana e sottopelo, sono molto puliti, spesso leccano. Pertanto, una persona allergica va d'accordo solo con un gatto sterilizzato;
  2. Per un gatto mascherato Neva (questo è lo stesso gatto siberiano, solo una specie di colore), un'allergia si sviluppa spesso come per un birmano;
  3. Ma il gatto balinese non ha sottopelo, quindi può essere considerato il più sicuro possibile tra i gatti a pelo lungo.

Risposte a domande comuni

Seguire le regole di prevenzione descritte nella sezione "Eliminazione dell'allergene", cercare di ridurre il contatto con l'animale. Inoltre, devi provare a scegliere la razza "adatta", ad esempio un gatto balinese o uno scozzese.

Sì, anche i gatti sphynx causano reazioni allergiche.

Utilizzare solo detergenti di alta qualità, dopo aver verificato la presenza di allergie a loro stessi. È consentito l'uso di qualsiasi sostanza chimica per uso domestico - l'importante è che la pulizia venga eseguita il più spesso e accuratamente possibile.

L'ipersensibilità a un gatto è sempre un peccato. Una persona rara cammina indifferentemente davanti a un grumo soffice e caldo. Tuttavia, la presenza di questa malattia non è una frase o un tabù sulla comunicazione con gli animali.

Fatte salve alcune regole e precauzioni, la vita nello stesso appartamento con un animale domestico è del tutto possibile.

Allergia ai peli di gatto

Gatti ipoallergenici: mito o verità

Le persone con allergie agli animali spesso pensano di acquistare gatti ipoallergenici che sono ampiamente pubblicizzati in tutto il mondo. Esistono davvero? Puoi rispondere a questa domanda tu stesso..

È stato scoperto che l'allergia è causata dalle proteine ​​contenute nel corpo di qualsiasi gatto. Il rilascio di tali proteine ​​avviene quando si leccano i capelli, insieme all'urina e alle particelle di pelle morta.

Non è realistico rimuovere le proteine ​​dagli animali con ogni mezzo possibile oggi, il che significa solo una cosa: non ci sono gatti completamente ipoallergenici, quindi non dovresti cedere ai trucchi pubblicitari.

Tuttavia, puoi scegliere un animale domestico, con il cui contenuto in casa il rischio di allergie è ridotto di dieci volte.

Questi animali sono:

  • Rappresentanti di razze nude o di quei tipi di gatti i cui capelli sono corti, ricci, il sottopelo è praticamente assente e lo spargimento si verifica raramente;
  • Specie con un colore chiaro del mantello;
  • Animali domestici sterilizzati e sterilizzati.

I gatti hanno dimostrato di produrre meno proteine ​​allergeniche rispetto ai gatti adulti..

Quando si acquistano razze senza peli, è necessario tenere presente che le loro proteine ​​vengono attivamente secrete attraverso la pelle, pertanto, per evitare reazioni di intolleranza a tali animali domestici, è necessario fare il bagno almeno 2 volte a settimana

Primi segni e sintomi

Come sono allergici i gatti? Una malattia può avere molte manifestazioni diverse. La loro intensità e natura dipendono dalle caratteristiche del corpo umano, dalle vie di penetrazione degli allergeni, dalla regolarità del contatto con gli animali.

Segni tipici di allergie ai gatti:

  • A contatto con la pelle, si sviluppa iperemia, eruzione cutanea sotto forma di orticaria, prurito.
  • Starnuti, che con un alto grado di sensibilizzazione all'allergene appare pochi minuti dopo il contatto con esso.
  • Scarico mucoso e acquoso dal naso.
  • Gli allergeni penetrano facilmente nelle membrane dei bronchi a causa delle loro dimensioni microscopiche e provocano attacchi di tosse allergica secca.
  • Quando entra nella mucosa, compaiono lacrimazione degli occhi, arrossamento e bruciore.
  • In caso di gonfiore dei tessuti dell'orofaringe, la mancanza di presa d'aria provoca mancanza di respiro, arrossamento delle labbra, sintomi di asma bronchiale.
  • Se un gatto si graffia o morde, una persona con un'allergia in un luogo ferito sviluppa arrossamento e prurito. Il prurito allergico può verificarsi in diverse parti del corpo, non solo nel punto di contatto con le proteine ​​feline. I graffi non possono guarire a lungo, prurito, fester a causa dell'attaccamento di un'infezione batterica.

In rari casi, possono svilupparsi forme gravi di reazione allergica con edema di Quincke o shock anafilattico. Tali condizioni richiedono un ricovero immediato e cure di emergenza..

Leggi come e come trattare la rinosinusite allergica a questo indirizzo..

Come scoprire se sei allergico ai gatti

In caso di rilevamento o manifestazione della malattia, non devi correre per sbarazzarti del tuo amato animale domestico. Per prima cosa devi contattare uno specialista e scoprire il livello di allergia. Ma come controllare l'allergia ai gatti? I metodi standard di ricerca sono generalmente usati per la determinazione. Quando si analizza uno stato allergico, al paziente viene spesso prescritto un test speciale per l'allergia ai gatti, che include test cutanei e un esame del sangue per quantificare l'immunoglobulina specifica del gruppo E ad un allergene felino. Nel caso di una reazione cutanea positiva e con un aumento di questo indicatore del sangue, è possibile parlare della predisposizione di una persona alla malattia.

Misure preventive generali

Le allergie, come qualsiasi altra malattia cronica, possono essere controllate conducendo uno stile di vita sano. Il rafforzamento dell'immunità può ridurre la frequenza e l'intensità delle convulsioni. Non aspettarti un miglioramento immediato, ma se persisti, la malattia si ritirerà sicuramente.
Quindi, le semplici regole sono:

  1. smettere di fumare e ridurre al minimo il consumo di alcol;
  2. mangiare pienamente, solo cibi di alta qualità;
  3. invece di succhi (acquistati), caffè e altre bevande, bere acqua pulita;
  4. camminare all'aria aperta per almeno due ore al giorno;
  5. evitare situazioni stressanti e non reagire troppo violentemente a battute d'arresto temporanee;
  6. fare una doccia al mattino e alla sera, preferibilmente in contrasto;
  7. praticare sport (anche la ginnastica per 15-30 minuti al giorno dà buoni risultati);
  8. osservare la modalità di sospensione;
  9. trova un allergologo competente e segui esattamente i suoi consigli.

Ti auguriamo buon umore e piacevole comunicazione con il tuo amato gatto, senza lacrime, occhi rossi e uno starnuto incontrollato. essere sano!

Come identificare le allergie ai gatti

Per prima cosa devi assicurarti che la reazione sia causata direttamente dall'animale e non da altri allergeni, ad esempio piante, cibo. Se i sospetti non sono scomparsi, allora devi andare in ospedale, dove verrà diagnosticata un'allergia ai gatti e ti diranno come affrontare la malattia. Idealmente, è necessario controllare questo prima di ottenere un animale domestico. Esistono tali metodi per eseguire questa procedura:

  1. Raschiatura della pelle.
  2. Test provocatorio. Un farmaco viene instillato nel naso o negli occhi, causando una pericolosa reazione allergica nel corpo.
  3. Esame del sangue per la suscettibilità agli allergeni di gatto.

Sintomi di un'allergia e come riconoscerla

Quindi, con quali sintomi un'allergia da compagnia può essere distinta dalle altre malattie? Esistono numerosi segni caratteristici di allergie. Ma c'è anche un problema che è impossibile determinare da loro ciò che ha causato questa condizione.

Per risolvere questo problema, è necessario contattare una clinica veterinaria, dove gli specialisti possono condurre test di laboratorio per determinare la causa di questa reazione. Ma, cosa, i sintomi, tuttavia, stanno determinando nella diagnosi delle allergie?

Prima di tutto, questa è un'eruzione cutanea..

All'inizio può essere localmente e quindi diffondersi in ampie aree del corpo. L'eruzione cutanea può svilupparsi in dermatite allergica, che parla dell'attaccamento di un'infezione batterica.

Il prossimo sintomo è il prurito. L'area della radice della coda, della schiena e delle orecchie prude sul gatto. Il prurito è il risultato del rilascio di sostanze biologicamente attive in risposta a un allergene che è entrato nel corpo. Il prurito persistente può causare danni alla pelle e stratificazione dell'infezione secondaria..

Arrossamento della pelle

L'animale può provare a pettinarli, il che può portare a lesioni cutanee e otoghemetomi - accumuli di sangue sotto la pelle del padiglione auricolare. Il prurito permanente e l'infiammazione della pelle possono portare a punti calvi sulla pelle e grave perdita di capelli, che può anche indicare la presenza di un'allergia nell'animale.

In animali molto soffici, è difficile notare un sintomo come arrossamento della pelle. Al contrario, nei gatti calvi, come sfingi e bambini, queste manifestazioni sono sempre molto evidenti e queste stesse razze sono molto allergiche. Peeling e forfora possono verificarsi qualche tempo dopo la comparsa del rossore.

E vale anche la pena prestare attenzione allo scarico dagli occhi e dal naso, che può essere un'altra prova di problemi nell'animale

Diarrea, vomito, russare

Diarrea e vomito sono segni frequenti e caratteristici di reazioni allergiche di natura alimentare. Il russare può anche indicare un'allergia. Questo fenomeno è spiegato dal gonfiore della mucosa nasale e dal passaggio ostruito dell'aria attraverso il naso durante il sonno..

Diagnosi di allergie ai gatti

Se i sintomi allergici si manifestano quasi immediatamente dopo che un animale domestico è apparso in casa, si consiglia di dare l'animale a parenti o amici per un breve periodo e osservare la reazione del corpo. È diventato più facile - significa che la colpa era del gatto.

Ma andare dal dottore non fa male. Il medico prescriverà un esame del sangue per determinare le immunoglobuline (in modo da poter scoprire l'irritante), test allergologici e test prik.

Ai bambini di età inferiore ai 5 anni non vengono sottoposti a test allergologici o test provocatori perché hanno un effetto troppo forte sul fragile sistema immunitario del bambino.

I test allergologici non mostrano sempre un risultato affidabile, poiché gli allergeni del "gatto medio" vengono utilizzati per condurli..

Se vuoi capire se hai un'allergia specifica per il tuo animale domestico, un reagente speciale sarà prodotto dalla saliva, dall'urina o dalla lana del tuo animale domestico nel moderno laboratorio del centro per le allergie.

Segni di allergia ai gatti nei neonati

L'allergia è: cosa fare

Il test viene eseguito meglio prima di procurarsi un animale domestico, ma ciò non è sempre possibile. Se il risultato del test è positivo, è necessario separarsi dal tuo amato gatto? Prendere una decisione del genere non è sempre facile, soprattutto se l'animale vive in casa da molto tempo ed è considerato un membro della famiglia. Molti proprietari di gatti semplicemente non riescono a immaginare la vita senza belle birichine. È possibile vivere con un gatto con questa diagnosi?

Devi cercare di ridurre la quantità di allergene in casa, minimizzare il contatto con sostanze potenzialmente pericolose. Ecco alcuni passaggi per aiutarti in questo:

  1. Effettuare regolarmente la pulizia a umido nell'appartamento.
  2. Filtra l'aria utilizzando dispositivi speciali, come un condizionatore d'aria.
  3. Monitora la salute del gatto.
  4. Rimuovere i mobili imbottiti da casa, sostituirli con oggetti con tappezzerie lisce.
  5. Rifiuta tappeti, altri rivestimenti sulla superficie di cui la polvere si sta attivamente accumulando.
  6. Scegli biancheria da letto liscia, giocattoli, ecc. Per il gatto.
  7. Installare una lettiera chiusa.
  8. Castrare o sterilizzare un animale domestico.
  9. Indossa una benda di garza e guanti quando hai bisogno di un contatto diretto con l'animale, il cibo, i servizi igienici, la biancheria da letto.
  10. Affida la cura del gatto a un membro della famiglia che non ha allergie, ecc..

Se la reazione allergica al gatto non è troppo forte, queste misure possono produrre risultati. L'assunzione di antistaminici migliorerà anche la situazione. Se il gatto è maggiore, aumenta la quantità di proteine ​​rilasciate Fel D1

Pertanto, è particolarmente importante vaccinare regolarmente un gatto, condurre la sverminazione e altre procedure

Misure di cura del gatto per i proprietari allergici

EventoFrequenza e altre funzionalità
Pulizia della casa bagnata2-3 volte a settimana o più spesso
PettinaturaQuotidiano
bagnarsiAlmeno due volte a settimana
Sostituzione del riempimento della toiletteDopo ogni utilizzo
aerazionePiù volte al giorno

I proprietari esperti hanno notato che i gatti con un colore scuro emettono più allergeni degli animali domestici leggeri. La reazione a un tale gatto può essere più forte. La pubertà contribuisce anche a un rilascio più intenso della proteina Fel D1. La castrazione o la sterilizzazione riducono la quantità di allergene nel corpo dell'animale.

6 Se l'allergia non si manifesta fortemente, vengono seguite una serie di misure preventive, non sbarazzarsi dell'animale

Gli allevatori raccomandano di sterilizzare tutti i gatti che non sono destinati all'allevamento. Se viene rilevata una reazione allergica solo durante l'estro in un gatto, la sterilizzazione risolverà il problema. Con i gatti è più difficile, sono in uno stato di caccia quasi costantemente. Pertanto, i maschi causano una reazione più frequente e più forte rispetto alle femmine.

Il contatto del gatto con gli oggetti utilizzati dal proprietario allergico dovrebbe essere minimo. Lenzuola e vestiti devono essere riposti in un armadio. Perché l'animale dovrà entrare in un severo divieto di stare nella camera da letto del padrone. Un buon strumento sarà un purificatore d'aria che filtra e trattiene le sostanze estranee..

Tipi di allergie nei gatti

La perdita di peli può essere uno dei sintomi di un'allergia in un gatto..

Spesso i proprietari lamentano perdita di capelli nei loro animali domestici, malattie degli occhi e altri sintomi caratteristici, che, in definitiva, sono causati da allergie. Ma per fare una diagnosi accurata, dovresti sempre contattare un veterinario.

Questa classificazione è molto condizionata, perché sono comuni anche i casi di reazioni allergiche a prodotti chimici domestici, profumi, prodotti in plastica e gomma, piante d'appartamento, riempitivi per gabinetti.

Allergia alimentare (allergia alimentare)

La manifestazione di allergie alimentari

Spesso un tale componente è solo proteina. Si ritiene che gli alimenti allergenici più comuni per i gatti siano pollo, latte, uova, cereali, barbabietole, carote, zucche. Se sono in coma pronto o aggiunti al mangime, il proprietario dell'animale deve prestare particolare attenzione.

Inoltre, sono comuni casi di reazioni allergiche al cibo di un determinato produttore. Un segnale di questo può essere i sintomi di un malfunzionamento del tratto gastrointestinale: diarrea, vomito o costipazione. È necessario prestare attenzione quando si assumono rimedi medicinali a base di erbe.

Allergia non alimentare

Allergia al naso di gatto sulla puntura di vespa.

A volte i morsi delle pulci sono accompagnati da una grave reazione allergica del corpo a causa delle proteine ​​contenute nella saliva delle pulci e ingerite durante il morso. Ma una pulce può infliggere fino a 200 morsi al giorno.

Il gatto inizia a pettinare il luogo in cui è allergica..

Ma anche le allergie, principalmente di persone che vivono in strada, possono essere causate da morsi di serpenti o altre creature velenose. I riempitivi per vassoi possono essere una causa comune di allergie non alimentari. Questo di solito accade dopo aver cambiato il tipo di riempitivo, il che può far sì che l'animale si rifiuti di andare nel vassoio.

Classificazione dei sintomi

Una proteina estranea ha diversi modi per entrare nel corpo umano. Se la proteina è contenuta nell'aria sotto forma di particelle di saliva, urina o forfora, entra nel tratto respiratorio. Ciò provoca un naso che cola, starnuti incontrollati, prurito al naso, arrossamento e gonfiore della pelle circostante..

Tutti questi sintomi indicano rinite allergica. Puoi affrontarlo con l'aiuto di spray e gocce con un effetto antistaminico.

Le proteine ​​possono anche entrare nel corpo attraverso la bocca, ad esempio, quando una persona sbadiglia, tossisce o ride. In questo caso, la proteina si sposta verso i polmoni, causando una sensazione di bruciore alla gola e ai bronchi. Sembra a una persona allergica che qualcosa stia premendo sul petto, ondate di tosse secca che rotolano in onde, appare respiro corto. Puoi liberartene con un inalatore con un broncodilatatore o con espettoranti.

Con il contatto corporeo con le proteine ​​feline, si verifica l'orticaria. Questo è un sintomo piuttosto raro di un'allergia animale, molto spesso si manifesta dopo che l'animale ha graffiato una persona. Piccole e grandi vesciche appaiono sulla pelle, pruriscono e fanno male, diffondendosi gradualmente in tutto il corpo. In questo caso, unguenti, creme e gel con un effetto antistaminico o antinfiammatorio aiutano.

L'ultimo modo in cui le proteine ​​feline entrano nel corpo è con il cibo. In questo caso, entra nello stomaco, causando dolore addominale e nausea, a volte vomito. I sintomi sono simili all'intossicazione alimentare. Puoi affrontarli inducendo artificialmente il vomito in modo che la proteina fuoriesca.

Pertanto, i seguenti tipi di allergie ai gatti possono essere distinti dai sintomi:

In ciascuno di questi casi è necessario un trattamento specifico, ma inevitabilmente una cosa: un soggetto allergico deve assumere una pillola antistaminica per placare la reazione negativa del sistema immunitario. Il metodo di trattamento in clinica non cambia, indipendentemente dai sintomi osservati.

Allergia ai peli di animali

Le allergie sono causate non solo dagli animali domestici, ma anche da qualsiasi altro animale. Il processo infiammatorio nel corpo può iniziare dopo il contatto con una mucca, cavallo, topi, ecc. Poiché la maggior parte delle persone vive in città, sono le reazioni al mantello di cani e gatti che sono più comuni e studiate..

I peli di gatto sono spesso considerati incautamente il principale colpevole delle allergie

Per scatenare una reazione allergica, è sufficiente un contatto minimo con i peli dell'animale

Molto spesso, le proteine ​​che sono gli agenti causali della reazione provengono dalla pelle, dagli escrementi, dalle urine al mantello. Come risultato del contatto di una persona con un animale domestico, gli allergeni entrano nel suo corpo, inizia il processo infiammatorio.

Un'allergia non si manifesta mai subito: fare conclusioni affrettate sulle sue cause è inutile

È importante considerare il fatto che le allergie non si verificano mai al primo contatto. Il sistema immunitario, quando si incontra per la prima volta con uno stimolo, produce anticorpi

Esternamente, il processo all'interno del corpo non è sentito. E solo a un secondo incontro con l'allergene inizia il processo infiammatorio, manifestato nei sintomi tipici di una reazione allergica.

Per questo motivo, è importante entrare in contatto con un animale domestico più volte prima di decidere sulla sua sicurezza.

Allergia al cane

I cani hanno meno probabilità di essere allergici rispetto ai gatti

I cani prestano meno attenzione al loro bagno. La probabilità di trasferimento di sostanze nocive insieme alla saliva sulla lana è significativamente ridotta

Polline, vernice, terra: tutto ciò che il cane incontra per strada, porta con sé il cappotto

Allo stesso tempo, i cani trascorrono molto tempo all'aperto. Lì sono costantemente in contatto con piante, altri animali, vari oggetti. Di conseguenza, gli animali portano una grande quantità di sporco, germi, batteri sulla loro lana.

A volte un cane agisce come un portatore innocente di allergeni che non sono direttamente correlati ad esso.

Tutte queste sostanze possono provocare un'allergia in una persona a contatto con un animale. Inoltre, l'allergia sarà causata dagli allergeni trasportati dal cane e non dai suoi stessi capelli. Ad esempio, una persona può essere allergica al polline..

Dopo il contatto con un cane in visita dalla strada, la persona inizierà il processo infiammatorio. Verrà fatta una conclusione errata sulla presenza di una reazione ai peli dell'animale, mentre il polline trasportato dal cane sarà il vero allergene.

L'allergenicità di un cane dipende da:

  • dalla lana (gli animali con i capelli rigidi, non molto spargenti sono meno pericolosi);
  • per dimensione (le razze piccole sono più adatte a chi soffre di allergie rispetto a quelle grandi).

I soggetti allergici sono cani di piccola taglia che non perdono. Ad esempio, Shih Tzu

Allergia ai gatti

I gatti comportano un pericolo maggiore rispetto ai cani. Sono costantemente impegnati nella loro igiene - leccano il corpo da tutti i lati. I microbi e i batteri pericolosi localizzati sui genitali, sulla coda e sulle zampe vengono infine trasferiti sul mantello.

Si pensa che i gatti producano più allergeni dei gatti.

La stragrande maggioranza dei gatti ha un pelo spesso e abbastanza lungo, che diventa portatore di allergeni. Inoltre, la saliva dell'animale contiene enzimi specifici, che sono un potente irritante per le persone con sistema immunitario indebolito..

Un fattore negativo significativo è l'uso del vassoio. Il contatto di zampe, lana con un vassoio pieno di batteri assicura il trasferimento di una grande quantità di microbi negli animali.

I proprietari di gatti devono sapere che i peli del gatto saranno anche dove il gatto non è mai stato

Tutti questi fattori rendono i gatti il ​​più allergico di tutti gli animali domestici possibili. Inoltre, i rappresentanti del maschio sono più pericolosi delle femmine. Anche i gatti con una lana lunga e incline a perdere lana si distinguono per una maggiore allergia. Questa lana rimane ovunque: su tappeti, pavimenti, biancheria da letto, mobili imbottiti, servizi igienici, ecc..

Sfingi: prova vivente che l'assenza di peli non è una garanzia dell'assenza di allergie nel proprietario

Come mitigare i sintomi

Un'allergia ai peli di gatto può verificarsi improvvisamente, quindi dovresti sapere come trattarne i sintomi. Per fermare la reazione negativa, viene utilizzato un approccio globale, in cui il primo passo obbligatorio è limitare il contatto con l'animale.

Se ti trovi nella stessa stanza con un gatto, devi lasciarlo immediatamente, altrimenti tutte le altre misure daranno solo un sollievo temporaneo.

Allo stesso tempo, è necessario assumere un agente antiallergico (compressa antistaminica).

Tali farmaci bloccano l'attività dell'istamina, quindi i sintomi allergici diventano gradualmente meno pronunciati e quindi scompaiono completamente. Quindi, come trattare un'allergia ai peli di gatto?

Gli antistaminici sono divisi in 3 generazioni. Il primo include rimedi testati nel tempo che sono stati a lungo ascoltati da tutti. I farmaci iniziano ad agire rapidamente, quindi possono eliminare le manifestazioni di allergie acute. Ma hanno uno svantaggio comune: hanno un effetto sedativo, cioè causano debolezza, sonnolenza e una diminuzione della concentrazione per la durata della loro azione.

Gli antistaminici di prima generazione includono:

Le pillole di seconda generazione sono leggermente più costose, ma hanno un elenco più piccolo di effetti collaterali. Tali farmaci vengono utilizzati per allergie sia acute che croniche nei bambini e negli adulti..

Gli antistaminici di seconda generazione includono:

Tali farmaci sono più costosi rispetto alle due generazioni precedenti, ma compensano questo con la loro efficacia e sicurezza..

Gli antistaminici di terza generazione includono:

Prima di assumere questo o quel medicinale, è necessario consultare un allergologo per trovare il farmaco giusto. Alcune sostanze attive contenute nelle compresse possono anche causare una reazione negativa e meno una persona allergica ha bisogno durante un attacco è la sua nuova ondata.

A seconda di come la proteina felina entra nel corpo umano, i sintomi saranno diversi. Molto spesso, la proteina Fel D1 entra nelle mucose del naso, causando rinite allergica. Una persona ha un naso chiuso, naso che cola e starnuti, la pelle diventa rossa e gonfia e la respirazione è difficile.

In questo caso, insieme agli antistaminici, vengono utilizzate gocce nasali e spray per allergie. Può essere un vasodilatatore, un vasocostrittore o un antistaminico, a seconda dell'effetto dell'istamina. Molto spesso, i medici prescrivono i seguenti medicinali:

La congiuntivite spesso va di pari passo con la rinite allergica. Dopo il contatto con un gatto, la persona allergica prude e gli occhi acquosi, le proteine ​​diventano rosse, la pelle intorno si gonfia. Se ti strofini gli occhi, la situazione peggiorerà ancora di più, perché anche le particelle di proteine ​​estranee si depositano sulle tue mani.

Per alleviare la condizione con congiuntivite allergica, vengono utilizzati i seguenti colliri:

Se l'allergia non è pronunciata, puoi sciacquare gli occhi con decotti di erbe, come la camomilla o la soluzione di furacilina. Per fare questo, l'erba viene prodotta in una tazza separata o una compressa viene sciolta, 2 dischetti di cotone che vengono applicati agli occhi vengono inumiditi in un liquido. La procedura può essere eseguita con una frequenza di 15-20 minuti.

Quando un allergene entra nel sangue attraverso un graffio, la pelle attorno ad esso si gonfia, diventa rossa e si sbuccia. Quindi si formano piccoli brufoli con contenuto trasparente, che prurito e aumentano gradualmente di dimensioni..

Per sbarazzarsi di orticaria, vengono utilizzati pomate, gel e creme per uso locale. Molto spesso usano i seguenti strumenti:

Impacchi con decotti di erbe, come salvia, spago o camomilla, possono essere applicati sulla pelle. Se l'orticaria si è diffusa in tutto il corpo, puoi fare un bagno caldo aggiungendo un decotto a base di erbe all'acqua. Ciò non eliminerà l'eruzione cutanea, ma ridurrà la gravità del prurito..

Cat Epithelium Allergy

I peli di animali possono provocare allergie? Molte persone credono erroneamente che il disturbo si presenti proprio a causa di esso..

Anche i gatti senza pelo possono causare malattie.

A volte, non comprendendo l'essenza del problema, ci viene consigliato di acquistare un animale domestico di una razza speciale: la sfinge o un animale con i capelli corti. Tuttavia, il verificarsi di una reazione allergica ai capelli e alla razza dei gatti non ha una relazione diretta. Il fatto è che la causa principale di una malattia allergica sono le proteine ​​speciali: Fel D4 e Fel D1, che contengono l'epitelio di gatti, saliva ed escrementi animali. E poiché l'animale si lecca continuamente, l'allergene felino - la proteina è in grado di diffondersi liberamente in tutto il corpo dell'animale e la persona è allergica alla saliva dei gatti. Inoltre, cibo o giocattoli possono anche causare malattie..

Cosa causa esattamente allergie ai gatti

La causa di una reazione allergica a un gatto non è solo la lana, come molti credono, ma i prodotti per animali domestici. Questa urina, forfora (epitelio morto), saliva. Contengono due tipi di proteine:

Fel 1. Si concentra sulla lana, rimane sulle zampe dopo essere andato in bagno, è prodotto da ghiandole di secrezione esterna. È considerato il più pericoloso per l'uomo tra tutti gli altri allergeni in natura. Ma prevenirne la diffusione è più facile. Pulisci accuratamente la casa.

Fel d 2. Contenuto in saliva, sulla pelle di un gatto. Dopo essersi graffiato, la cavità orale del bambino viene attivamente distribuita nel corpo. Il bambino inizia a prudere, tossire, naso che cola.

Pertanto, gli allergeni si diffondono nell'aria, rimangono al posto del gatto, nel vassoio e nelle mani del proprietario. Una volta all'interno del corpo, provocano una reazione negativa del sistema immunitario.

I fattori indiretti nel provocare allergie in un bambino, se c'è un gatto in casa, possono essere:

  • riempitore del vassoio;
  • prodotti per l'igiene dei gatti;
  • Cibo per animali;
  • spore di muffa portate su zampe e lana dalla strada;
  • parassiti sulla pelle ed escrementi dell'animale.

Devono anche essere riconosciuti ad un appuntamento con un allergologo, dopo aver superato i test. Prima di contattare un medico, prova a cambiare il filler o il feed. Le allergie possono andare via.

Se l'animale vive in famiglia da molto tempo, i genitori non hanno notato una reazione negativa al gatto, ma all'improvviso il bambino ha iniziato a starnutire, tossire e soffocare, quindi possiamo parlare di una combinazione di ragioni. È desiderabile identificarli separatamente, fare test per ciascuno e trattare in modo completo.

Un gran numero di allergeni nella stanza sono uniti da fioritura primaverile di piante, stress, disturbi immunitari e ormonali negli adolescenti, altri fattori della vita di un bambino.

Allergia ai peli di gatto: trattamento, prevenzione

Al fine di rilevare un'allergia ai peli di gatto, una persona dovrebbe consultare un medico che condurrà una serie di test e esami del sangue per rilevare l'allergene iniziale. Non appena viene rilevata una sostanza che provoca allergie, è possibile selezionare la terapia terapeutica.

Un'allergia ai peli di gatto è talvolta tollerata in una forma lieve, quindi una persona può persino iniziare un animale domestico a casa, senza paura di ammalarsi.

Per questo, il proprietario del gatto deve solo seguire le seguenti raccomandazioni del medico:

  • Quando vivi in ​​una casa privata, puoi sistemare il tuo animale domestico in una stanza separata, lontano dalle stanze più visitate.
  • Quando si vive in un appartamento, non si dovrebbe permettere a un gatto di entrare nella camera da letto di una persona.
  • Dovresti fare regolarmente la pulizia umida in casa, specialmente in quei luoghi in cui il gatto si trova più spesso.
  • Devi liberarti di cose che possono accumulare i peli di un gatto. Questo vale per i tappeti con lana lunga, tende oscuranti, ecc..
  • Visita regolarmente un allergologo e monitora attentamente il tuo benessere. Se si verifica il primo peggioramento, consultare un medico.

Nel caso in cui una persona soffra di una forte allergia ai peli del gatto, gli è vietato iniziare questo animale a casa, altrimenti sarà sempre a rischio, perché in qualsiasi momento può facilmente sviluppare una grave forma di allergia.

Nonostante le assicurazioni di alcuni venditori, oggi non esiste una razza di gatto che elimini completamente la probabilità di sviluppare una reazione allergica a contatto con l'animale, la sua saliva (sostanze e proteine), i capelli o la pelle.

Tuttavia, anche in questa situazione, si distinguono diverse razze di gatti, che sono considerate le più sicure per chi soffre di allergie. Sono la razza Sfinge canadese, la bomba e la razza Cornish Rex.

Inoltre, se una persona vuole avere un animale domestico, ma soffre di un'allergia ai peli di gatto, si consiglia di acquistare un cane, poiché causano reazioni allergiche molto meno spesso.

Il trattamento delle allergie ai peli di gatto, innanzitutto, è di limitare completamente il contatto con questo animale.

La terapia farmacologica tradizionale prevede quanto segue:

  • Assunzione di antistaminici per bloccare un'ulteriore reazione allergica (Claritin, Zyrtec).
  • Assunzione di farmaci anti-flusso per alleviare il gonfiore della mucosa oculare.
  • L'uso di unguenti contenenti ormoni per eliminare l'eruzione cutanea.
  • Gli assorbenti sono necessari per rimuovere gli allergeni dal corpo..

Al fine di ridurre la probabilità di allergia ai peli di gatto, è necessario attenersi ai seguenti consigli del medico:

  1. Con una tendenza alle allergie, avere sempre a portata di mano i farmaci prescritti.
  2. Eseguire frequentemente una pulizia accurata.
  3. Rafforzare il sistema immunitario, perché con reazioni protettive ridotte, le allergie si sviluppano molte volte di più.
  4. Non contattare il gatto, soprattutto per molto tempo.

Sfortunatamente, con una tendenza innata a questa allergia, una persona non sarà in grado di prevenirla. Tutto ciò che rimane per lui in questo stato è evitare il contatto con i gatti e condurre una terapia preventiva regolare.