Allergie domestiche

Nutrizione

Il dipartimento della salute di Mosca ha rassicurato: i pazienti con allergie stagionali al polline delle piante, cioè polline, non sono a rischio di sviluppare complicanze in caso di coronavirus. Con l'avvento della primavera, chi soffre di pollinosi aggiorna costantemente i dati sulla distribuzione del polline e c'è anche un virus con sintomi simili all'allergia. Tuttavia, mentre April non si concede calore, e le passeggiate in modalità autoisolamento sono fugaci e di breve distanza. Quest'anno sarà in grado di fare una pausa per chi soffre di allergie, in che modo l'isolamento influenza il loro benessere e ciò che preoccupa i pazienti - leggi l'articolo di Izvestia.

Betulla - in programma

- La primavera è stata piuttosto strana quest'anno., - afferma Izvestia Candidate of Medical Sciences, allergologa-immunologa e direttrice medica di un residente di Skolkovo - Servizio di monitoraggio del polline di Allergotop Elena Shuvatova.

Tuttavia, anche l'inverno è stato strano: si è rivelato molto caldo e la primavera sembrava essersi ripresa: o la neve, poi la pioggia, poi improvvisamente il riscaldamento e ulteriormente in un cerchio.

- In generale, possiamo dire che la polvere degli alberi sta succedendo, ma non molto intensa. Secondo i miei sentimenti, il feedback dei nostri soggetti allergici è in realtà più facile per loro rispetto, ad esempio, l'anno scorso., - il medico nota una tendenza positiva.

Mentre a Mosca e nella regione di Mosca il polline d'acero domina e non causa così tanti problemi, il livello di intensità è nella media. Ma l'allergene più "cattivo" sta per svegliarsi: la betulla.

- Sta iniziando tradizionalmente da qualche parte negli anni '20, e questo fattore è in qualche modo invariato, indipendentemente da quanto fosse caldo l'inverno e la fredda primavera. Sorprendentemente, la betulla è stabile., - dice Elena Shuvatova. Tuttavia, c'è speranza che la rabbia della betulla quest'anno sarà sostituita dalla misericordia. - Questo è ancora ipotizzato, ma la spolverata non sarà super intensa, ma moderata.

Candidato di scienze mediche, l'allergologo-immunologo Nadezhda Loginina lo ricorda Oltre alla betulla, la lanugine di pioppo dà molti problemi alle persone allergiche. La lanugine stessa non è un allergene, ma raccoglie una grande quantità di polline da altre piante..

- Pooh, nel tentativo di liberarsene, ci fa toccare occhiali, maschere o aree aperte della pelle, che è severamente vietato fare anche con i guanti in relazione alla minaccia della diffusione del virus, - avverte in una conversazione con lo specialista di Izvestia.

Nemici insediati negli angoli

Secondo gli esperti, autoisolamento del pollinoznik a beneficio: in una stanza in cui si osservano misure ipoallergeniche, praticamente non c'è polline e le passeggiate sulla strada sono brevi e mascherate.

- Questo isolamento aiuta davvero a ridurre il contatto con l'allergene.. Anche al di fuori del periodo di quarantena, gli allergologi hanno sempre raccomandato di limitare il contatto con la natura: non uscire di casa in un momento in cui il polline delle piante causali è nell'aria, - dice Elena Shuvatova. - Questa è una delle raccomandazioni centrali degli allergologi e ora, per volontà del destino, dovrà davvero essere soddisfatta..

Per una volta, chi soffre di allergie non è come un alieno in piena munizione, perché tutti noi abbiamo lo stesso aspetto.

- Le maschere sono proprio quello che dico sempre ai soggetti allergici: “Indossa maschere. Guarda i giapponesi che vanno ad ammirare il sakura in fiore. Sono quasi tutti mascherati ".. Se parliamo di polline di piante, la primavera di quest'anno per chi soffre di allergie è più facile che in passato. Ciò è evidente anche dagli appelli: non ci sono grida terribili di aiuto ", ha detto Vladimir Bolibok, allergologo e immunologo, in un'intervista a Izvestia.

Un'altra cosa sono le allergie non stagionali. A questo proposito, la casa è piena di molte sorprese e non sempre piacevole.

- Le persone sono costrette a stare costantemente nell'appartamento, a causa del quale possono aggravare le reazioni allergiche agli allergeni domestici, - dice Vladimir Bolibok. - E sebbene la stanza sia ventilata, l'umidità dell'appartamento è ancora cambiata.

Nell'elenco di allergeni standard che minaccia una persona con autoisolamento: acari domestici che hanno scelto polvere domestica, allergeni della polvere domestica e spore di muffa.

- Se si rimane a lungo in uno spazio confinato, esiste un alto rischio di reazione allergica alla polvere domestica. Di conseguenza vale la pena eseguire la pulizia con acqua più spesso e allo stesso tempo, se possibile, spostare l'uso di prodotti chimici domestici e disinfettanti sui membri della famiglia al fine di evitare il contatto diretto, - consiglia Nadezhda Loginina.

Allergeni di animali - gatti, cani, pappagalli e più in basso nell'elenco possono anche essere riferiti ad allergeni domestici..

- Con un contatto così stretto, 24 ore su 24, un'allergia può svilupparsi in una persona che non l'ha mai avuta prima, - dice Vladimir Bolibok. - E la persona è sotto stress, e gli animali: anche per loro tutto è cambiato, devono abituarsi a questo regime.

Allo stesso tempo, il lavaggio troppo frequente delle mani e l'abuso di prodotti chimici domestici non porteranno a nulla di buono..

- Si verificherà dermatite da contatto irritante e quindi dermatite da contatto allergica a causa della costante irritazione della pelle delle mani, della mucosa nasale e degli occhi, - avverte l'esperto.

Seguiamo la misura e usiamo la crema idratante per le mani dalle cinque alle sei volte al giorno.

Non confondere con il coronavirus

In un recente incontro con il presidente, accademico dell'Accademia delle scienze russa, pneumologo, capo del dipartimento di terapia ospedaliera della facoltà pediatrica dell'Università medica nazionale di ricerca russa intitolata a N.I. Pirogova Alexander Chuchalin preoccupato: i medici stanno per iniziare a confondere le allergie stagionali con il coronavirus.

- Di cosa ho paura? Ora inizia il periodo di malattie allergiche - la pollinosi, specialmente nella prima metà di maggio, ci sarà molto. A Mosca, circa il 20-30% della popolazione sono persone che soffrono di allergie che arriveranno, ma i sintomi sono gli stessi, - ha osservato Alexander Chuchalin. - adesso urgentemente bisogno di formare i medici in modo che comprendano, non andare nel modo sbagliato, che questo è un coronavirus, e in realtà questa è una situazione leggermente diversa.

Tuttavia, è improbabile che sia necessario "allenarsi" nel vero senso della parola: basta ricordare alcune differenze fondamentali.

- L'allergia è fondamentalmente una malattia semplice. C'è contatto con l'allergene - ci sarà un'allergia, non c'è contatto - non ci sarà allergia, - dice Vladimir Bolibok. - Primo - l'allergia non è caratterizzata dalla temperatura. Seconda cosa caratteristica delle allergie e non tipica di qualsiasi infezione virale respiratoria acuta e coronavirus, - attacchi di starnuti e prurito. Più congiuntivite, che è accompagnata da lacrimazione.

Secondo Nadezhda Loginina, la questione della differenza tra la febbre da fieno e la SARS viene sollevata ogni anno. Le manifestazioni sono molto simili: naso che cola, congestione nasale, occhi dolenti, lacrimazione, a volte tosse.

- Con il raffreddore, esistono anche questi sintomi, ma dopo 7-10 giorni scompaiono. Con le allergie, può durare più di un mese. Inoltre, la SARS provoca quasi sempre un aumento della temperatura corporea. Sensazione di dolore e dolore muscolare sono sintomi molto comuni di infezioni virali. Con le allergie, questo non lo è, - il medico nota e lo ricorda per eventuali sintomi caratteristici di ARVI, consultare immediatamente un medico.

Pizzicando l '"anatra" e vivi in ​​pace

Elena Shuvatova afferma che recentemente i pazienti sono diventati più ansiosi. E ci sono diverse ragioni per questo..

in primo luogo quelli (di solito madri con bambini) che sono abituati a partire per il periodo di fioritura violenta degli allergeni non amati stanno vivendo. Quando fu possibile, partirono per il polline in Egitto, non aggirarono Spagna, Cipro, Grecia (sebbene ci siano allergeni lì), la parte costiera della Georgia. Crimea, Anapa, Gelendzhik (se l'albero di pino non dà fastidio), Sochi, Abkhazia... Qualcuno aveva in programma Kislovodsk per quest'anno, ma il coronavirus ha cancellato tutto.

"Non sanno cosa aspettarsi, quale sarà l'intensità dei sintomi, se i farmaci aiuteranno, perché di solito non li usano.", - spiega l'esperto.

Seconda cosa allarma i pazienti: queste informazioni sono apparse sui media secondo cui i soggetti allergici hanno un rischio di infezione 2-3 volte maggiore e un decorso più complesso del coronavirus rispetto ad altri. Ci sono molte domande, dice Elena Shuvatova. Maggior parte nello spirito: "Moriremo più velocemente delle altre persone o sopravviveremo in qualche modo?"

- Secondo cinesi, scienziati americani che hanno iniziato a raccogliere statistiche, Non è mai stato confermato in nessuno studio normalmente condotto che una malattia allergica (e in particolare l'asma atopica) sia un ulteriore fattore di rischio per l'incidenza e la gravità di COVID-19, - il dottore smentisce i miti. - Inoltre, nelle persone che ricevono un trattamento antiallergico (ed è principalmente di natura antinfiammatoria), al contrario, i rischi di gravi complicanze con COVID-19 sono persino leggermente ridotti. A questo proposito, chi soffre di allergie può essere calmo e non preoccuparsi..

Il terzo fattore, e probabilmente un'altra anatra che è saltata fuori dal nido: presunti farmaci antiallergici (in particolare antistaminici) influenzano il sistema immunitario, riducendolo, in modo che una persona allergica sia più vulnerabile.

- Questo è completamente falso.! - Elena Shuvatova rifiuta dichiarazioni pseudo-scientifiche. - I farmaci antiallergici utilizzati nel trattamento della febbre da fieno non influiscono sul sistema immunitario. Non hanno un effetto immunosoppressivo. Non ci sono rischi da ciò e persino viceversa: sono ridotti.

Quando nessun posto dove correre

Quindi, la natura è più o meno favorevole, aiuta anche l'auto-isolamento. Resta da non dimenticare alcune semplici regole quando si esce per una passeggiata (soprattutto a metà maggio).

- Trite - una maschera. Qualsiasi: tessuto usa e getta, riutilizzabile. Tutto ciò impedisce al polline di entrare nel tratto respiratorio., - dice il dottore immunologo-allergologo Vladimir Bolibok. - Secondo - occhiali, preferibilmente più grandi, con le braccia larghe. La rinite allergica è sempre accompagnata da congiuntivite allergica, quindi gli occhi devono essere protetti. Il terzo è un cappello, soprattutto per le donne, in modo che il polline non si accumuli nei capelli, nei vestiti - con una manica lunga.

Al ritorno a casa, assicurati di lavarti le mani (raccomandazione universale per tutti) e per chi soffre di allergie: lavati il ​​viso e risciacqua il naso dal polline.

Secondo Elena Shuvatova, la cosa principale è rispettare le misure ipoallergeniche. Se la modalità di autoisolamento viene rimossa a maggio (il che, ovviamente, sarebbe desiderabile), i pollinoznik cadranno su fioriture insidiose. Per capire a che ora è meglio camminare, aiuteranno i dati di monitoraggio del polline ottenuti con l'aiuto delle trappole del polline. Mentre i servizi mondiali effettuano misurazioni una volta alla settimana, gli specialisti Allergotop aggiornano i dati ogni giorno..

- Non appena la betulla inizia a spolverare, chi soffre di allergie dovrebbe assumere il trattamento antiallergico prescritto dal medico, anche se non ci sono sintomi, - dice un immunologo allergologo. - Il periodo di febbre da fieno sarà più facile se inizi il trattamento prima dell'inizio dei sintomi - da qualche parte in 10 giorni.

Quando terminare il trattamento? Quando l'allergene scompare dai rapporti di monitoraggio del polline. Gli esperti riferiranno separatamente su quale spolvero delle piante locali è terminato.

- Il medico deve anche dire del completamento del trattamento, ma, in linea di principio, non ha senso prendere la medicina se non c'è allergene, - osserva Elena Shuvatova.

Vivere con un'allergia

Trappole speciali intrappolano polline e spore dall'aria tutto il giorno. Otteniamo dati accurati unici da una stazione di monitoraggio del polline, elaborati utilizzando un metodo scientifico unico.

Qual è la causa delle allergie

L'allergia è una reazione eccessivamente espressa del corpo a una sostanza riconosciuta come estranea. Le ragioni sono molto diverse, non possono sempre essere stabilite. Le manifestazioni allergiche possono essere pericolose..

Cosa c'entra l'immunità

La difesa immunitaria è un sistema complesso che controlla attentamente tutto ciò che entra nel corpo. Con eccessiva o perversa sensibilità, si sviluppa una reazione allergica. Il suo scopo è quello di rimuovere la sostanza che ha causato la reazione, per delimitarla il più possibile dal corpo umano.

Le cellule e le sostanze del sistema immunitario prendono parte allo sviluppo di allergie. Viene lanciata un'intera cascata di reazioni, che è difficile da fermare.

Ulteriori fattori che attivano eccessivamente il sistema immunitario, contribuendo allo sviluppo di reazioni allergiche, possono essere:

  • parassiti;
  • ulcera allo stomaco;
  • discinesia biliare;
  • pancreatite, colecistite;
  • malattia infiammatoria intestinale.

Come si sviluppa un'allergia?

Esistono 2 forme di reazioni allergiche: tipo immediato e ritardato. Il primo è caratterizzato dal rapido sviluppo della risposta immunitaria (3-30 minuti). In questo caso, spasmo dei bronchi, abbondante secrezione di muco, tosse, naso che cola, shock anafilattico.

La base di una reazione lampo è il rilascio di sostanze chimiche speciali - mediatori. Questi sono istamina, citochine, interleuchine. Causano vasodilatazione, flusso sanguigno. A causa della maggiore permeabilità della parete vascolare, il plasma si accumula sotto la pelle o la mucosa, causando grave gonfiore.

La seconda opzione si manifesta con sintomi di allergia 4-6 ore dopo il contatto con lo stimolo. Dura 1–4 giorni.

L'essenza della reazione è che nel sito dell'allergene vengono raccolti speciali globuli (eosinofili, macrofagi, globuli bianchi). Lo rompono, riordinano i tessuti danneggiati.

Sintomi allergici

Le manifestazioni sono diverse, dipendono dalla posizione dell'allergene e dalla gravità della reazione. Può essere sotto forma di:

  • starnuti
  • tosse
  • prurito
  • eruzione cutanea
  • scarico mucoso dal naso;
  • edema di varia localizzazione, inclusa la mucosa;
  • desquamazione della pelle, labbra;
  • diarrea;
  • mal di testa;
  • sonnolenza
  • riduzione della pressione;
  • disturbi della deglutizione;
  • dermatite atopica.

Una delle manifestazioni costanti di allergie è l'asma, manifestata da attacchi di soffocamento, mancanza di aria.

A cosa è allergico?

La reazione del corpo può essere su qualsiasi sostanza. Molto spesso, vengono presentati allergeni per l'uomo:

  • agrumi e frutti esotici;
  • cioccolato e prodotti derivati;
  • noccioline
  • pesce, frutti di mare;
  • legumi - arachidi, soia;
  • polline di piante;
  • veleno di api e altri insetti;
  • nichel;
  • uova
  • formaldeide;
  • antibiotici;
  • Grano
  • proteine ​​del latte (caratteristiche dei bambini di età inferiore a 1-2 anni);
  • lana, forfora, saliva di animali;
  • lattice;
  • muffa;
  • polvere
  • prodotti per la casa tick.

In rari casi, c'è un'allergia ai componenti del sudore o della forfora di una determinata persona.

Come scoprire cos'è un'allergia

A volte è facile identificare un allergene. Se la reazione del corpo appare dopo l'uso di un tipo specifico di cosmetici, l'introduzione di un nuovo prodotto nella dieta o l'uso di un medicinale, allora non c'è dubbio che cosa abbia causato l'allergia.

In altri casi, trovare l'origine del problema può essere difficile. Quindi puoi ricorrere a un esame:

  1. Passare un esame del sangue per immunoglobuline generali E. Aumenta con allergie e invasione di elminti.
  2. Eseguire test di applicazione della pelle. Un batuffolo di cotone inumidito con una soluzione con un allergene è legato con una benda o attaccato con un cerotto sulla pelle. In caso di allergie, ci sarà un punto, arrossamento, gonfiore in questo posto..
  3. Fai un test di screening. Una goccia di una sostanza contenente un allergene specifico viene applicata al paziente e la pelle viene facilmente graffiata con uno scarificatore. L'irritante entra nel corpo, si verifica una risposta.
  4. Eseguire test intradermici. Un allergene viene iniettato sotto la pelle con una siringa sottile. Si osserva la risposta del corpo..

C'è un enorme pannello di allergeni per l'esame. Sono raccolti in gruppi: cibo, polline, polvere domestica e altri.

I metodi associati all'introduzione di un allergene o al contatto con esso vengono eseguiti solo sullo sfondo di una pausa completa del processo. Altrimenti, c'è la possibilità di provocare una risposta eccessivamente violenta sotto forma di shock anafilattico o edema di Quincke..

Qual è il pericolo di allergie?

Una reazione allergica del corpo è di gravità variabile. Se il prurito e le eruzioni cutanee portano solo un leggero disagio, quindi una lacrimazione abbondante, la congestione nasale causa una serie di problemi più gravi.

L'edema di varie localizzazioni, come manifestazione di una reazione allergica, può rappresentare una minaccia per la vita. Di particolare pericolo si stanno diffondendo rapidamente gonfiore dei tessuti chiamato edema di Quincke. Questi includono:

Vi è un forte restringimento del lume delle vie aeree fino a completare l'asfissia. La presenza di edema - un'indicazione per il ricovero in ospedale di emergenza.

Lo shock anafilattico non è meno pericoloso per una persona: una forma acuta di una reazione allergica, in cui sono possibili cadute di pressione, perdita di coscienza. complicazioni:

  • ictus;
  • mancanza di afflusso di sangue nei reni, nei polmoni, nel cuore;
  • lesioni da caduta;
  • coma;
  • Morte.

Un'allergia associata alla reazione dei bronchi si manifesta con l'asma bronchiale. Questa malattia richiede un monitoraggio costante da parte del medico e del paziente, in quanto minaccia lo stato asmatico (il trattamento viene effettuato in terapia intensiva), gravi cambiamenti nel corpo.

L'allergia è insidiosa di imprevedibilità. Se un organismo che ha precedentemente incontrato un allergene e ha reagito ad esso, ad esempio con un'eruzione cutanea, ottiene nuovamente la stessa irritazione, quindi la reazione può essere violenta e pronunciata.

Pronto soccorso per le allergie

La base è la cessazione del contatto con l'allergene, se possibile. Aiuti con un'allergia lieve, quando non vi è alcuna minaccia per la vita, possono essere forniti a casa. Cosa si può fare:

  • risciacquare con abbondante acqua l'irritante della pelle o delle mucose;
  • rimuovere la puntura, applicare freddo se si tratta di una puntura d'insetto;
  • applicare freddo nel sito di esposizione all'allergene in caso di iniezione;
  • assumere un farmaco antiallergico (antistaminico);
  • applicare gel o unguento con effetto antiprurito sul sito di reazione.

In forma grave, l'allergia si manifesta con orticaria generalizzata, gonfiore di qualcosa, perdita di coscienza. È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza per la vittima. Se necessario, iniziare la rianimazione cardiopolmonare. Se possibile, quindi iniettare un agente antiallergico o un ormone nel muscolo.

Sintomi pericolosi di forme gravi di reazioni allergiche del corpo:

  • insufficienza respiratoria, deglutizione;
  • forte prurito nel corpo;
  • dita blu, labbra;
  • edema visibile;
  • nausea, vomito, feci molli;
  • mal di stomaco;
  • raucedine della voce;
  • debolezza, ansia;
  • caduta di pressione, impulso elevato;
  • coscienza alterata.

Se la reazione si è sviluppata 5-20 minuti dopo il colpo di allergene, molto probabilmente l'attacco sarà grave, richiedendo cure mediche di emergenza.

Cosa fare se una persona ha uno shock anafilattico

Questa è un'allergia che minaccia la vita, quindi è necessario interrompere il contatto con l'allergene, in parallelo con questo, chiamare un'ambulanza. Il trattamento principale è prescritto dal medico.

Prima dell'arrivo dei medici, al paziente dovrebbe essere data una posa semi-seduta. Se questa è una persona adulta pesante che è già caduta, gira la testa di lato. Ciò non consentirà di soffocare il vomito e la saliva. Applicare un laccio emostatico sopra il sito di iniezione o morso.

In caso di ingestione dell'agente con il cibo, è necessario risciacquare lo stomaco, dare un adsorbente. Il paziente deve esserne consapevole.

Se possibile, iniettare un ormone in un muscolo o in una vena, iniettarlo in un muscolo e un antistaminico, questo sosterrà il corpo.

Le allergie possono essere curate?

Il termine "cura" non è del tutto appropriato in relazione alle allergie, poiché questa è una reazione del corpo. Di conseguenza, il compito degli allergologi è annullarlo o indebolirlo. I rianimatori sono coinvolti nell'eliminazione delle conseguenze nel caso dell'edema di Quincke o dello shock anafilattico..

Per eliminare le reazioni allergiche, viene utilizzato quanto segue:

  1. Antistaminici. Può essere in iniezioni o compresse. Agire sul processo patologico stesso.
  2. Farmaci ormonali. Elimina l'edema, il prurito, aumenta la pressione sanguigna. Con l'asma bronchiale andare sotto forma di spray.
  3. Vita ipoallergenica. Piumini, materassi e altri "collettori di polveri" vengono rimossi, i detergenti vengono sostituiti con quelli che non causano allergie. La pulizia a umido viene fornita ogni giorno. Attuale per reazioni a zecche, polvere di casa.
  4. Dieta Ado Tutti gli alimenti rossi, arancioni e gialli, noci, formaggio, pesce e cioccolato sono esclusi dalla dieta. Anche la carne dovrebbe essere limitata, in particolare pollo e maiale. Puoi mele verdi, pere, zucchine, patate, cavoli, latticini senza coloranti.
  5. Terapia ASIT. Implica l'introduzione di un ciclo di allergeni sotto la pelle a piccole dosi. Di conseguenza, si forma resistenza ad esso, il corpo smette di rispondere.

Quanto dura un'allergia

La durata della reazione è uguale al tempo in cui l'allergene è stato rimosso dal corpo. Se il contatto si verifica costantemente, le manifestazioni non spariranno. Questo accade quando si lavora con sostanze dannose o irritanti - i sintomi si attenuano in vacanza.

Nei bambini dei primi tre anni di vita, il sistema immunitario funziona intensamente, quindi si osservano manifestazioni allergiche dopo 2 o anche 4 settimane dopo il contatto con lo stimolo. In alcuni casi, il processo richiede diversi mesi.

Di solito è una piccola eruzione cutanea che ricorda brufoli, secchezza, macchie traballanti sul viso, arti.

In caso di malattie come l'eczema o l'asma bronchiale, un problema allergico può durare una vita, il corpo risponde costantemente a un irritante..

L'allergia è ereditata

La tendenza a reagire a una particolare sostanza può essere ereditata. Se uno dei genitori è gravemente allergico, i bambini hanno spesso asma bronchiale, rinite allergica.

Allo stesso tempo, se c'è intolleranza nel padre o nella madre, il bambino non sarà necessariamente allergico alle stesse sostanze irritanti o a qualcos'altro.

Il corpo del bambino è più soggetto all'ipersensibilità con alimentazione artificiale, patologie endocrine, contatto precoce con agenti aggressivi irritanti.

Il concetto di "allergia" include una reazione eccessiva del corpo a una sostanza. Per la sua attuazione, l'immunità è inclusa. Le manifestazioni sono osservate sotto forma di una malattia cronica - asma bronchiale, eczema o acuto - orticaria, edema, shock. Le cause delle allergie possono essere negli alimenti, nella polvere domestica, nei cosmetici, nelle sostanze chimiche domestiche e così via. La malattia richiede una prescrizione medica.

Avvelenamento da inchiostro: come succede, tipi e trattamento

Tutti i prodotti chimici, se usati in modo improprio, possono avere un effetto negativo sul corpo a causa dell'avvelenamento. E nonostante il fatto che gas, agenti cancerogeni e pesticidi rappresentino il pericolo maggiore, l'avvelenamento da vernice può causare non meno danni..

Due tipi di avvelenamento

Tutte le vernici, indipendentemente dalla loro base (olio o alchidico), quando inalate, i loro vapori iniziano a influenzare negativamente il sistema nervoso centrale di una persona. Puoi avvelenarti con la vernice in vari modi, ma ci sono solo due dei suoi tipi: acuto e permanente.

L'avvelenamento acuto da parte del vapore di vernice si verifica abbastanza spesso. Secondo le statistiche, nel periodo primavera-autunno avvengono soprattutto, poiché in questo momento sono in corso la maggior parte delle riparazioni. Il problema con questo tipo di intossicazione è che l'effetto negativo della vernice non influisce immediatamente, il che contribuisce a un grave deterioramento delle condizioni della vittima.

L'avvelenamento permanente è, di fatto, intossicazione cronica che si verifica regolarmente nell'uomo. È tipico per i lavoratori le cui attività professionali sono legate all'interazione con la vernice.

Come distinguere l'intossicazione dalle allergie?

Se non sai come si comporta il corpo a contatto con i fumi di vernice, l'intossicazione non può essere distinta dalle allergie. In caso di allergie, prurito ed eruzione cutanea sulla pelle, si manifestano schizzi estranei in bocca, vertigini frequenti, lacrimazione e bruciore agli occhi. Dopo il contatto, il naso ha un odore a lungo..

In caso di allergie, il trattamento deve essere iniziato, poiché la malattia può svilupparsi in una fase cronica e portare a disabilità. Le reazioni gravi richiedono cure mediche urgenti e successivo trattamento.

Sintomi di ubriachezza

I sintomi di avvelenamento acuto e permanente hanno spesso differenze. È importante capire che il primo appare abbastanza rapidamente, dopo poche ore, ma le differenze caratteristiche del secondo possono manifestarsi solo dopo un mese o due.

Come si manifesta l'avvelenamento acuto?

Avendo ricevuto avvelenamento dall'odore di vernice, la vittima sperimenterà i seguenti sintomi:

  • mal di testa che aumenta rapidamente,
  • rinofaringe gonfia, con conseguente tosse e respiro corto,
  • c'è un sapore sgradevole in bocca e l'odore di acetone,
  • la temperatura corporea sale a 39 gradi,
  • sensazione di bruciore negli occhi, arrossiscono,
  • possibile svenimento,
  • il dolore inizia nella zona del fegato.

Oltre ai segni principali, possono apparire anche quelli secondari, poiché le pitture e le vernici contengono varie sostanze. Ad esempio, l'acetone ha un effetto simile all'intossicazione da alcol, oltre alle vertigini, c'è una sensazione di euforia e gli odori di acetone dalla bocca. Se si osserva una tale immagine, è necessario il primo soccorso. Altrimenti, continuerà l'impatto negativo sul sistema nervoso centrale, che può causare coma e morte successiva..

L'avvelenamento permanente è più difficile da rilevare e tempestivo per determinarlo è abbastanza difficile.

All'inizio, i sintomi potrebbero non rivelarsi affatto. Tuttavia, i problemi cronici hanno segni caratteristici di avvelenamento:

  • affaticabilità veloce,
  • la memoria peggiora e diventa noiosa,
  • dolore frequente in una parte della testa,
  • la temperatura corporea sale a 37 gradi,
  • articolazioni gonfie,
  • la sessualità diminuisce,
  • appare sudorazione eccessiva,
  • i capelli diventano fragili e opachi,
  • tosse secca persistente,
  • frequente ipertensione per un breve periodo.

Gruppi a rischio

I vapori di vernice rappresentano una grave minaccia per le donne in gravidanza e i bambini. Quindi, il bambino inala lo stesso ossigeno, quindi l'aria inalata con fumi di vernice, attraverso il sistema circolatorio scorre anche verso di lui. In caso di contatto della donna incinta con un paio di pitture e vernici, il feto è a rischio di sviluppare malattie dell'apparato respiratorio e degli organi genito-urinari. Se la futura mamma ha ricevuto avvelenamento, allora deve essere curata sotto la supervisione di specialisti.

Nei bambini, i sintomi si manifestano più volte che negli adulti e le conseguenze dell'avvelenamento sono più gravi. Le coppie di vernici rappresentano un grande pericolo per il giovane corpo, poiché non è ancora in grado di far fronte pienamente agli effetti negativi delle tossine.

Se si verifica un avvelenamento, il bambino deve essere urgentemente portato in ospedale. Prima dell'arrivo del team medico, è necessario somministrare una grande quantità di liquido da bere..

Come fornire il primo soccorso e come è il trattamento

In caso di intossicazione a seguito di avvelenamento da vernice, prima di tutto, è necessario garantire il flusso di aria pulita alla vittima, quindi chiamare i medici.

Prima del loro arrivo:

  1. Creare condizioni per il flusso d'aria senza ostacoli. Per fare ciò, apri le finestre, allenta i pulsanti superiori, rimuovi la fascetta e così via..
  2. Lavare gli occhi, il viso e le mani con acqua di rubinetto..
  3. Esegui desiderabilmente una pulizia dello stomaco.
  4. Dopo il lavaggio, al paziente devono essere somministrati assorbenti.
  5. Fornire bevande (tè, acqua minerale, latte).
  6. In caso di perdita di coscienza, la testa viene appoggiata su un fianco e il polso e la respirazione sono controllati.

Importante! È vietato mescolare l'ingresso con sostanze estranee, ad esempio permanganato di potassio. Tale assistenza con avvelenamento da vernice sarà negativa. All'arrivo, un team di medici valuta le condizioni della vittima, scopre come è avvenuto l'avvelenamento da vernice, i sintomi, collega un contagocce e una maschera per l'ossigeno, dopo di che viene prescritto il ricovero in ospedale.

Il trattamento ospedaliero dipende completamente dal grado di avvelenamento della vernice. Una laurea facile ti permetterà di recuperare completamente in pochi giorni. Il trattamento si basa su:

  • iniettando farmaci per rimuovere le tossine dal corpo,
  • assicurare un funzionamento stabile del muscolo cardiaco e della funzione respiratoria,
  • lavanda gastrica.

In casi gravi di avvelenamento, viene prescritta l'emodialisi. Le possibili complicanze possono essere identificate con l'aiuto di esami e analisi di sangue, urina, ultrasuoni, raggi X ed elettrocardiogrammi.

Misure preventive

Regole semplici per evitare possibili avvelenamenti da fumi di vernice.

  1. Quando si lavora con pitture e vernici, indossare indumenti di tessuto spesso. Se tale lavoro è un'attività frequente per te, acquista un abito speciale.
  2. Lavare immediatamente le mani, la pelle e le mucose se la vernice penetra su di loro..
  3. Non sarà superfluo proteggere le mani con i guanti e gli occhi con gli occhiali.
  4. Nella stanza in cui viene eseguita la pittura, non dovresti riposare e mangiare cibo - puoi respirare i vapori.
  5. Tutte le pitture e le vernici devono essere conservate in luoghi al sicuro dai bambini..

L'avvelenamento da vernice può causare gravi conseguenze, quindi in nessun caso dovresti trascurare gli agenti profilattici. E con i primi sintomi, si consiglia di non organizzare il trattamento domiciliare, ma cercherà l'aiuto dei medici. In questo caso, dovresti comunque sapere cosa fare in caso di avvelenamento con fumi di vernice - questo minimizza il danno.

video

Quanto è pericoloso l'avvelenamento da vapore? Quali sono le vernici più pericolose? Troverai le risposte a queste domande in questo video..

L'allergia al cloro può essere pericolosa

Il cloro non può essere rimosso, lasciato. Quindi, in questa frase, le persone sane ordinarie mettono una virgola. Chi soffre di allergie suggerirebbe un'altra opzione: rimuovere la candeggina, non si può lasciare. Ma non saranno discusse le difficoltà della punteggiatura. Scopriremo cosa provoca davvero una reazione così violenta del sistema immunitario ed è la candeggina davvero pericolosa.

Il cloro si è affermato da tempo come detergente universale. Affronta sia le macchie ostinate che i batteri e gli odori sgradevoli, fornendo allo stesso tempo un effetto antisettico, che è senza dubbio un vantaggio nel merito del salvadanaio. Lo svantaggio è il pericolo di sintomi allergici nelle persone sensibili ai componenti del cloro, nonché il rischio di avvelenamento in caso di inosservanza delle misure di sicurezza.

Attenzione! Quando si lavora con candeggine contenenti cloro, è necessario utilizzare dispositivi di protezione: guanti di gomma e preferibilmente una maschera per non inalare fumi tossici. Altrimenti, potresti essere dannoso per la tua salute..

Precauzioni

Ci sono casi frequenti in cui le persone, respirando candeggina, hanno sentito nausea e attacchi di asma. La seguente raccomandazione è utile qui: uscire immediatamente all'aria aperta, il che aiuterà a evitare le vertigini. Quindi, prova a provocare un riflesso del vomito. Se la pelle è interessata, sciacquare le aree con acqua corrente e lasciarle aperte senza avvolgere nulla. Certo, chiama immediatamente un'ambulanza.

La manifestazione di un'allergia alla candeggina difficilmente può mancare. Tuttavia, ciò potrebbe non accadere immediatamente. Le allergie possono essere di natura latente. Quindi i sintomi appariranno molto più tardi. Se non presti attenzione al deterioramento del benessere, un'allergia alla candeggina può fluire nell'asma bronchiale e altri problemi con gli organi del sistema respiratorio. Gli attacchi di tosse e soffocamento, che sono estremamente difficili da eliminare, per molto tempo ti ricorderanno della precedente disattenzione in relazione alla tua salute.

Quando partecipi a lezioni di nuoto o ti alleni in un fitness club, ti imbatterai inevitabilmente in acqua clorata nella vasca della piscina o in stanze difficili da imbiancare (spogliatoi, spogliatoi e docce). Le norme SanPiN (* nota dell'amministratore: norme e norme sanitarie) dettano i loro requisiti per l'elaborazione dei locali in modo da non rischiare la salute dei cari clienti. Indubbiamente, la candeggina uccide i microbi e, per così dire, "soffoca sul nascere" varie malattie infettive.

Se il corpo reagisce bruscamente ai prodotti chimici domestici, il sistema immunitario darà senza dubbio un segnale "co" quando interagisce con agenti contenenti cloro. Dobbiamo rendere omaggio a tali sostanze detergenti, perché affrontano bene i batteri nella vita di tutti i giorni, sono usati per curare le piscine e aiutare nella lotta contro muffe e funghi. Ma cosa succede se un'allergia alla candeggina ti rovina la vita e ti impedisce di respirare profondamente? Parleremo dei sintomi e di come trattare un'allergia per candeggiare ulteriormente..

Sintomatologia

Un'allergia alla sostanza stessa o persino all'odore di candeggina si manifesta come segue:

  • un forte attacco di soffocamento;
  • sensazione di mancanza d'aria;
  • respirazione confusa;
  • possibile perdita di coscienza o sua torbidità;
  • lacrimazione
  • gonfiore nel rinofaringe;
  • gola infiammata;
  • tosse e naso che cola;
  • eruzione della pelle, macchie rosse, aree traballanti, pelle secca.

Caratteristiche individuali del corpo e del sistema immunitario - è su di loro che il "bouquet" di sintomi che manifesterà un'allergia al cloro.

Trattamento di allergia alla candeggina

Prima di tutto, ferma il panico! Ti diremo cosa fare se un'allergia da candeggina ha influito negativamente sul tuo benessere e ha causato i sintomi pericolosi sopra elencati. Certo, visita un allergologo. Se non ti senti bene e non riesci ad aspettare, chiama immediatamente un'ambulanza. Il pericolo di questo allergene non ti consente di rilassarti.

Dobbiamo agire il più rapidamente possibile:

  1. Bevi un antistaminico.
  2. Tratta i punti in cui appare l'eruzione cutanea con unguento antiallergenico.
  3. Il dolore agli occhi e la lacrimazione aiuteranno a rimuovere i colliri.
  4. Lavare gli occhi e il naso con acqua corrente..
  5. Respirare all'aria aperta se si verificano vertigini e nausea..
  6. Rimuovi tutti i farmaci contenenti cloro dal tuo appartamento.
  7. Cerca di non visitare i luoghi pubblici in cui esiste un trattamento con candeggina. Almeno fino a quando non si verifica un sollievo dopo l'esacerbazione delle allergie.

Prevenzione dei sintomi allergici

Se il desiderio di visitare la piscina è più forte della paura di piangere per una settimana con una reazione allergica alla lista dei malati, le seguenti raccomandazioni saranno sicuramente utili:

  • Se sei una bella ragazza, non dimenticare di lavare via tutto il trucco prima di andare a nuotare, altrimenti danneggerai la pelle, perché la candeggina reagisce con i prodotti di bellezza. Tuttavia, sia gli uomini che le donne hanno bisogno di una doccia prima della nuotata (ne parleremo di seguito).
  • Indossare occhiali per la piscina: questo non permetterà al cloro di corrodere le mucose degli occhi.
  • Anche i filtri per il naso non fanno male.
  • Non dimenticare il berretto in tessuto o silicone con zigrinature: diventano fragili e fragili da prodotti aggressivi. Non è consigliabile scegliere un modello gommato, poiché i tuoi capelli possono soffrirne.
  • Dopo il nuoto, proteggi la tua pelle con una crema idratante (scegli una buona crema senza odori e coloranti, preferibilmente a base di erbe medicinali come camomilla, calendula, successione). Gli uomini brutali non devono trascurare questa raccomandazione, perché il codice è corroso indipendentemente dal genere. Non c'è nulla di vergognoso per un uomo nell'applicare la lozione sulla sua pelle.
  • Tutti i visitatori della piscina sono invitati a fare una doccia prima dell'allenamento. E la questione non è solo nelle regole di base dell'igiene. I composti del cloro interagiscono attivamente con le "tracce" organiche di una persona sotto forma di particelle di pelle, capelli, secrezione di gocce di sudore e altre secrezioni, quindi minore è questo "buono" in acqua, migliore è per i visitatori.
  • Scegli un complesso sportivo in cui la piscina utilizza un metodo combinato di purificazione dell'acqua, ad esempio una combinazione di disinfezione della vasca della piscina con compresse di cloro, acqua ionizzante e traslucida con raggi ultravioletti.

È importante ricordare: solo un medico qualificato nel campo del trattamento delle reazioni allergiche seleziona il giusto farmaco per le allergie, regola il dosaggio in base al tuo benessere e ai risultati dei test, quindi prescrive un trattamento combinato con compresse, unguenti o creme. L'uso incontrollato di droghe può solo peggiorare la situazione. Pertanto, sii prudente e abbi cura di te!

Allergia ai fiori: che cos'è?

Fiori: questa è forse una delle decorazioni più comuni del focolare e il punto qui non è solo nella loro bellezza, ma anche nell'incredibile odore che proviene dalla maggior parte di queste piante. Un piacevole aroma riempie la stanza e la rende ancora più confortevole e rilassante..

Tuttavia, non tutto è roseo come potrebbe sembrare a prima vista, perché molte persone sono allergiche ai fiori e quindi devono limitare il più possibile ogni contatto con queste bellissime piante. Pertanto, oggi considereremo in dettaglio tutte le possibili cause di questo tipo di allergia, descriveremo i sintomi caratteristici di come si manifesta e parleremo dei moderni metodi di diagnosi e cura della malattia.

Le ragioni

Una reazione allergica non è altro che la risposta del nostro corpo ad alcuni stimoli esterni. Può essere polline penetrato attraverso il tratto respiratorio superiore nel flusso sanguigno o nelle mucose. O il succo di una pianta direttamente sulla pelle.

In tutti questi e molti altri casi, il nostro corpo inizia a produrre uno speciale "cocktail protettivo", che contiene istamina, una sostanza biologicamente attiva.

In una persona sana, l'istamina svolge il ruolo di "coerente" tra cervello e muscoli, ghiandole. Informa quest'ultimo sulla necessità di una certa reazione. Ma se improvvisamente la quantità di istamina nel corpo aumenta bruscamente, allora ciò comporterà sicuramente una serie di sintomi caratteristici con cui una persona può facilmente riconoscere un'allergia imminente.

Si scopre che qualsiasi reazione allergica, compresi i fiori, è solo la risposta del nostro corpo all'azione di uno stimolo esterno.

Come si manifesta?

I sintomi di un'allergia ai fiori dipendono in gran parte da come l'allergene è entrato nel corpo umano. Ad esempio, se un potenziale "patogeno" entra in contatto con la pelle sotto forma di succo di fiori, sono possibili le seguenti manifestazioni:

  1. Dermatite da contatto.
  2. Piccola eruzione cutanea rossa.
  3. Prurito nella zona interessata.
  4. Peeling della pelle.
  5. Gonfiore locale (solo nella zona in cui il succo floreale è entrato sulla pelle).

Se l'allergene è entrato nel corpo sotto forma di polline, sono possibili le seguenti manifestazioni a carico del tratto respiratorio e delle mucose:

A volte una persona pensa di avere un'allergia all'odore dei fiori, poiché dopo aver inalato il loro aroma magico, i sintomi della malattia sono sorti, tuttavia, tutto non è così chiaro.

I fiori, come sapete, sono un depolveratore, in particolare quelli domestici, e se non li si pulisce per molto tempo e quindi si inala tutto questo cocktail di polline e polvere ambiente, può verificarsi una reazione allergica sia per piantare polline che per muffe e zecche contenuto nella polvere della stanza. Questo deve essere tenuto presente..

Lo stesso vale per le allergie per tagliare i fiori, può essere basato su polline e polvere domestica (dopo tutto, la maggior parte dei fiori freschi presentati sono in casa per 7-10 giorni e hanno il tempo di essere coperti con un grande strato di polvere ambientale).

Metodi diagnostici

Ad oggi, non esistono metodi diagnostici che consentano di determinare quale particolare fiore si sia verificata una reazione indesiderata. Tutti i sistemi diagnostici sono selettivi e vengono eseguiti dopo che l'allergologo ha raccolto la storia primaria del paziente.

Inizialmente, per confermare la natura della malattia, può essere prescritto un test di immunoglobulina E generale o specifico (è elevato in tutti i soggetti allergici). In futuro, il medico può ricorrere a metodi diagnostici più accurati a sua discrezione. Può essere test cutanei (prik-text, test di scarificazione) o test provocatori.

Fiori di casa

Separatamente, vale la pena discutere di piante domestiche, che anche abbastanza spesso diventano i colpevoli di reazioni indesiderate del nostro corpo.

In generale, una persona che soffre di un'allergia ai fiori non è consigliata per mantenere le piante d'appartamento in casa..

Ad esempio, il contatto con l'agave americana può provocare lo sviluppo di dermatiti da contatto. Allo stesso tempo, una persona non sospetterà nemmeno che la questione sia precisamente nella sua amata pianta domestica. Ecco un elenco dei fiori domestici più pericolosi che possono essere potenziali agenti patogeni:

  • Geranio (durante la fioritura, l'odore del suo olio essenziale provoca reazioni indesiderate);
  • Felce (propagata dalle spore che si diffondono in tutta la stanza);
  • Dieffenbachia (toccarlo di una persona predisposta alle allergie può trasformarsi in una forma di contatto di dermatite);
  • Eucarise e crinum (insieme ai gerani trasudano olii essenziali che provocano una reazione allergica).
  • Azalea (durante la fioritura, riempie l'aria con un odore persistente, che provoca reazioni indesiderate, tra cui causando un'eruzione cutanea sul corpo).

Queste sono solo alcune delle piante d'appartamento popolari che la maggior parte delle persone ha in casa. Il contatto con loro dovrebbe essere evitato se una persona ha una predisposizione alle reazioni allergiche.